Sei sulla pagina 1di 23

D.R. n.

995

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI CATANIA

FACOLTA’ DI MEDICINA E CHIRURGIA

SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE

Anno Accademico 2009/2010

Sono aperti i termini per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso per
l’ammissione al primo anno delle scuole di specializzazione riservate ai laureati in Medicina e
Chirurgia indicate di seguito negli elenchi a) e b) per le quali Catania e’ rispettivamente sede
principale e sede capofila secondo quanto stabilito dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e
della Ricerca, in accordo con il Ministero della Salute che, per alcune Scuole, ha provveduto a
costituire una aggregazione tra scuole presenti in Atenei diversi, designando l’Ateneo di Catania
quale sede capofila ossia quale sede del relativo concorso di ammissione.
Si riporta, a mero titolo informativo, anche l’elenco c) che indica le scuole per cui Catania e’ sede
aggregata.

Negli stessi elenchi, a fianco di ciascuna Scuola, sono indicati:


– Il numero di medici da ammettere, con contratto di formazione specialistica di cui all’art. 37
del D. lgs. n. 368/99;
– i posti disponibili per le esigenze della Sanità militare (confronta punto 6);
– i posti disponibili per le esigenze dei medici della Polizia di Stato (confronta punto 6);
– i posti disponibili riservati al personale medico di ruolo del S.S.N. in servizio in strutture al di
fuori della rete formativa d’ Ateneo, ai sensi dell’art. 35, comma 4 del D. Leg.vo 368/99
(confronta punto 7).
I contratti finanziati dalla Regione Siciliana ed altresì quelli derivanti da finanziamenti comunque
acquisiti dalle Università, compresi quelli finanziati dall’ONAOSI, sono aggiuntivi ai contratti
statali. Di conseguenza verranno assegnati, con successivo provvedimento del M.I.U.R, purché
resi noti, con un’integrazione al bando, entro 60 gg. dall’affissione del bando di concorso.
L’attivazione di tali contratti sia a finanziamento regionale che privato sarà subordinata
all’effettiva acquisizione dei fondi da parte degli Enti.
I contratti finanziati dall’ONAOSI verranno assegnati agli aventi diritto, solo se collocati in
posizione utile nella graduatoria, secondo l’ordine della graduatoria stessa.
Le categorie riservatarie dei medici dipendenti del Ministero della Difesa, della Polizia di Stato e
del Servizio Sanitario Nazionale, possono essere ammesse alle scuole di specializzazione, nei
limiti della capacità ricettiva delle singole scuole, dopo che siano stati ammessi i vincitori di
concorso titolari di contratti statali, regionali e privati (D.M. 5.02.2010 art. 4).

Inoltre, a seguito del riassetto delle scuole di specializzazione che prevede oltre al tronco comune,
anche il libretto-diario delle attività formative, certificate mediante firma del docente/tutore preposto
alle singole attività (D.M. 1/8/2005, art. 5, c. 5 e D.Lgs. n. 368/1999, art. 38, c. 2), tutto il personale
appartenente alle citate categorie riservatarie dovrà necessariamente svolgere l’attività formativa
presso l’Università, durante l’orario ordinario di servizio, con il consenso della struttura di
appartenenza, considerato che fruisce di una riserva pubblica preordinata ad agevolare
determinate categorie nell’acquisizione di un titolo professionalizzante nell’interesse primario
dell’Amministrazione di appartenenza.

1
Infatti, il M.I.U.R., con nota del 5.02.2010 prot. 669, ha disposto: “ non appare più possibile, come
avveniva invece con i previgenti ordinamenti, che i medici di cui trattasi possano svolgere il
previsto percorso formativo pratico, a tempo pieno, e le altre attività formative previste dal
Consiglio della Scuola nell’ambito del reparto dell’Azienda/Ente di provenienza pur se
corrispondente alla specializzazione scelta, in quanto da una corretta interpretazione della
normativa vigente in materia, la maggior parte del percorso formativo deve svolgersi
necessariamente presso l’Ateneo le cui strutture sono state valutate prioritariamente ai fini
dell’accreditamento. Per una completa e armonica formazione professionale il medico dipendente
è tenuto a frequentare le diverse strutture, servizi, settori, attività in cui è articolata la singola
Scuola con modalità e tempi di frequenza funzionali agli obiettivi formativi stabiliti dal Consiglio
della Scuola”.

La data di inizio delle attività di formazione delle scuole di specializzazione mediche, per l’a.a.
2009/2010, in conformità a quanto disposto dal c. 4, dell’art. 5, del D.M. n. 172, è il
17 maggio 2010 (D.M. 5.02.2010 art. 8).

1. Elenchi Scuole

Elenco a): Scuole attivate a Catania

Anestesia e rianimazione e terapia intensiva (durata legale 5 anni)

Contratti 2009/2010 Medici militari: Difesa Medici Ministero Interni 10% fabbisogno nazionale di medici S.S.N. fuori rete formativa

13 0 0 5

Chirurgia generale (durata legale 6 anni)

Contratti 2009/2010 Medici militari: Difesa Medici Ministero Interni 10% fabbisogno nazionale di medici S.S.N. fuori rete formativa

10 0 0 1

Geriatria (durata legale 5 anni)

Contratti 2009/2010 Medici militari: Difesa Medici Ministero Interni 10% fabbisogno nazionale di medici S.S.N. fuori rete formativa

4 0 0 0

Ginecologia e ostetricia (durata legale 5 anni)

Contratti 2009/2010 Medici militari: Difesa Medici Ministero Interni 10% fabbisogno nazionale di medici S.S.N. fuori rete formativa

8 0 0 1

Igiene e medicina preventiva (durata legale 5 anni)

Contratti 2009/2010 Medici militari: Difesa Medici Ministero Interni 10% fabbisogno nazionale di medici S.S.N. fuori rete formativa

5 0 0 1

2
Malattie dell'apparato cardiovascolare (durata legale 5 anni)

Contratti 2009/2010 Medici militari: Difesa Medici Ministero Interni 10% fabbisogno nazionale di medici S.S.N. fuori rete formativa

9 0 0 3

Malattie dell'apparato respiratorio (durata legale 5 anni)

Contratti 2009/2010 Medici militari: Difesa Medici Ministero Interni 10% fabbisogno nazionale di medici S.S.N. fuori rete formativa

3 0 0 0

Medicina fisica e riabilitativa (durata legale 5 anni)

Contratti 2009/2010 Medici militari: Difesa Medici Ministero Interni 10% fabbisogno nazionale di medici S.S.N. fuori rete formativa

5 0 0 0

Medicina interna (durata legale 5 anni)

Contratti 2009/2010 Medici militari: Difesa Medici Ministero Interni 10% fabbisogno nazionale di medici S.S.N. fuori rete formativa

5 0 0 1

Nefrologia (durata legale 5 anni)

Contratti 2009/2010 Medici militari: Difesa Medici Ministero Interni 10% fabbisogno nazionale di medici S.S.N. fuori rete formativa

3 0 0 1

Neurologia (durata legale 5 anni)

Contratti 2009/2010 Medici militari: Difesa Medici Ministero Interni 10% fabbisogno nazionale di medici S.S.N. fuori rete formativa

3 0 0 1

Neuropsichiatria infantile (durata legale 5 anni)

Contratti 2009/2010 Medici militari: Difesa Medici Ministero Interni 10% fabbisogno nazionale di medici S.S.N. fuori rete formativa

3 0 0 0

Oncologia medica (durata legale 5 anni)

Contratti 2009/2010 Medici militari: Difesa Medici Ministero Interni 10% fabbisogno nazionale di medici S.S.N. fuori rete formativa

3 0 0 0

Ortopedia e traumatologia (durata legale 5 anni)

Contratti 2009/2010 Medici militari: Difesa Medici Ministero Interni 10% fabbisogno nazionale di medici S.S.N. fuori rete formativa

4 1 0 1

3
Otorinolaringoiatria (durata legale 5 anni)

Contratti 2009/2010 Medici militari: Difesa Medici Ministero Interni 10% fabbisogno nazionale di medici S.S.N. fuori rete formativa

3 0 0 0

Pediatria (durata legale 5 anni)

Contratti 2009/2010 Medici militari: Difesa Medici Ministero Interni 10% fabbisogno nazionale di medici S.S.N. fuori rete formativa

5 0 0 2

Psichiatria (durata legale 5 anni)

Contratti 2009/2010 Medici militari: Difesa Medici Ministero Interni 10% fabbisogno nazionale di medici S.S.N. fuori rete formativa

6 0 1 1

Radiodiagnostica (durata legale 5 anni)

Contratti 2009/2010 Medici militari: Difesa Medici Ministero Interni 10% fabbisogno nazionale di medici S.S.N. fuori rete formativa

10 0 0 1

Elenco b): Scuole aventi Catania come Università capofila

Audiologia e foniatria (durata legale 5 anni)

Università Contratti Medici militari: Medici Ministero 10% fabbisogno nazionale di


Università aggregate medici S.S.N. fuori rete formativa
capofila 2009/2010 Difesa Interni

Catania 2 0 0 0
Messina 0 0 0
Palermo 0 0 1
Biochimica e chimica clinica (durata legale 5 anni)

Università Contratti Medici militari: Medici Ministero 10% fabbisogno nazionale di


Università aggregate medici S.S.N. fuori rete formativa
capofila 2009/2010 Difesa Interni

Catania 2 0 0 0

Messina 0 0 0

Palermo 0 0 1

Cardiochirurgia (durata legale 5 anni)

Università Contratti Medici militari: Medici Ministero 10% fabbisogno nazionale di


Università aggregate medici S.S.N. fuori rete formativa
capofila 2009/2010 Difesa Interni

Catania 3 0 0 1

Palermo 0 0 0

4
Chirurgia dell'apparato digerente (durata legale 5 anni)

Università Contratti Medici militari: Medici Ministero 10% fabbisogno nazionale di


Università aggregate medici S.S.N. fuori rete formativa
capofila 2009/2010 Difesa Interni

Catania 4 0 0 1
Messina 0 0 0
Palermo 0 0 0
Chirurgia Vascolare (durata legale 5 anni)

Università Contratti Medici militari: Medici Ministero 10% fabbisogno nazionale di


Università aggregate medici S.S.N. fuori rete formativa
capofila 2009/2010 Difesa Interni

Catania 4 0 0 0

Catanzaro 0 0 1

Messina 0 0 1

Palermo 0 0 1
Dermatologia (durata legale 5 anni)

Università Contratti Medici militari: Medici Ministero 10% fabbisogno nazionale di


Università aggregate medici S.S.N. fuori rete formativa
capofila 2009/2010 Difesa Interni

Catania 3 0 1 1

Palermo 0 1 1

Endocrinologia e Malattie del ricambio (durata legale 5 anni)

Università Contratti Medici militari: Medici Ministero 10% fabbisogno nazionale di


Università aggregate medici S.S.N. fuori rete formativa
capofila 2009/2010 Difesa Interni

Catania 7 0 0 0

Catanzaro 0 0 1

Messina 0 0 1

Palermo 0 0 0

Farmacologia (durata legale 5 anni)

Università Contratti Medici militari: Medici Ministero 10% fabbisogno nazionale di


Università aggregate medici S.S.N. fuori rete formativa
capofila 2009/2010 Difesa Interni

Catania 2 0 0 0
Messina 0 0 1

5
Malattie infettive (durata legale 5 anni)

Università Contratti Medici militari: Medici Ministero 10% fabbisogno nazionale di


Università aggregate medici S.S.N. fuori rete formativa
capofila 2009/2010 Difesa Interni

Catania 3 0 0 1

Catanzaro 0 0 1

Medicina Legale (durata legale 5 anni)

Università Contratti Medici militari: Medici Ministero 10% fabbisogno nazionale di


Università aggregate medici S.S.N. fuori rete formativa
capofila 2009/2010 Difesa Interni

Catania 3 0 0 0

Messina 0 0 1

Palermo 0 1 1

Microbiologia e Virologia (durata legale 5 anni)

Università Contratti Medici militari: Medici Ministero 10% fabbisogno nazionale di


Università aggregate medici S.S.N. fuori rete formativa
capofila 2009/2010 Difesa Interni

Catania 2 0 0 0

Messina 0 0 1

Palermo 0 0 0

Patologia clinica (durata legale 5 anni)

Università Contratti Medici militari: Medici Ministero 10% fabbisogno nazionale di


Università aggregate medici S.S.N. fuori rete formativa
capofila 2009/2010 Difesa Interni

Catania 4 0 0 1

Catanzaro 0 0 0

Messina 0 0 0

Reumatologia (durata legale 5 anni)

Università Contratti Medici militari: Medici Ministero 10% fabbisogno nazionale di


Università aggregate medici S.S.N. fuori rete formativa
capofila 2009/2010 Difesa Interni

Catania 2 0 0 1

Messina 0 0 0

6
Tossicologia medica (durata legale 5 anni)

Università Contratti Medici militari: Medici Ministero 10% fabbisogno nazionale di


Università aggregate medici S.S.N. fuori rete formativa
capofila 2009/2010 Difesa Interni

Catania 2 0 0 0

Messina 0 0 0

Urologia (durata legale 5 anni)

Università Contratti Medici militari: Medici Ministero 10% fabbisogno nazionale di


Università aggregate medici S.S.N. fuori rete formativa
capofila 2009/2010 Difesa Interni

Catania 4 0 0 0

Catanzaro 0 0 1

Il concorso di ammissione delle Scuole di Specializzazione indicate nell’ elenco a) e b) si


svolgerà presso l’ Università di Catania così come le relative domande di partecipazione
dovranno essere presentate presso la stessa Università.

Non saranno accettate domande di partecipazione al concorso per l’ammissione alle


predette Scuole di Specializzazione prodotte dalla categoria di medici Militari del Ministero
della Difesa, di medici della Polizia di Stato del Ministero degli Interni e dei medici del S.S.N.
fuori rete formativa per posti diversi da quelli indicati nei superiori prospetti.

Elenco c): Scuole aventi Catania come Università aggregata

Allergologia e immunologia clinica (durata legale 5 anni)

Contratti Medici militari: Medici 10% fabbisogno nazionale di


Università capofila Università aggregate
2009/2010 Difesa Ministero Interni medici S.S.N. fuori rete formativa

Messina 2 0 0 1
Catania 0 0 0

Anatomia Patologica (durata legale 5 anni)

10% fabbisogno
nazionale di
Università Contratti Medici militari: Medici
Università aggregate medici S.S.N.
capofila 2009/2010 Difesa Ministero Interni fuori rete
formativa

Messina 3 0 0 0

Catania 0 0 0

7
Chirurgia pediatrica (durata legale 5 anni)

10% fabbisogno
nazionale di
Università Contratti Medici militari: Medici Ministero
Università aggregate medici S.S.N.
capofila 2009/2010 Difesa Interni fuori rete
formativa

Palermo 3 0 0 1
Catania 0 0 0
Messina 0 0 0

Chirurgia Plastica e Ricostruttiva (durata legale 5 anni)

10% fabbisogno
nazionale di
Università Contratti Medici militari: Medici Ministero
Università aggregate medici S.S.N.
capofila 2009/2010 Difesa Interni fuori rete
formativa

Palermo 3 0 0 0

Catania 0 0 1

Messina 0 0 0

Chirurgia Toracica (durata legale 5 anni)

10% fabbisogno
nazionale di
Università Contratti Medici militari: Medici Ministero
Università aggregate medici S.S.N.
capofila 2009/2010 Difesa Interni fuori rete
formativa

Messina 3 0 0 0
Catania 0 0 1
Palermo 0 0 1

Ematologia (durata legale 5 anni)

10% fabbisogno
nazionale di
Università Contratti Medici militari: Medici Ministero
Università aggregate medici S.S.N.
capofila 2009/2010 Difesa Interni fuori rete
formativa

Palermo 3 0 0 1
Catania 0 0 1
Messina 0 0 0

Gastroenterologia (durata legale 5 anni)

10% fabbisogno
nazionale di
Università Contratti Medici militari: Medici Ministero
Università aggregate medici S.S.N.
capofila 2009/2010 Difesa Interni fuori rete
formativa

Palermo 5 0 0 1
Catania 0 0 0
Messina 0 0 0

8
Genetica Medica (durata legale 5 anni)

10% fabbisogno
nazionale di
Università Contratti Medici militari: Medici Ministero
Università aggregate medici S.S.N.
capofila 2009/2010 Difesa Interni fuori rete
formativa

Messina 2 0 0 1
Catania 0 0 0

Medicina del lavoro (durata legale 5 anni)

10% fabbisogno
nazionale di
Università Contratti Medici militari: Medici Ministero
Università aggregate medici S.S.N.
capofila 2009/2010 Difesa Interni fuori rete
formativa

Messina 3 0 1 1
Catania 0 0 0

Medicina dello sport (durata legale 5 anni)

10% fabbisogno
nazionale di
Università Contratti Medici militari: Medici Ministero
Università aggregate medici S.S.N.
capofila 2009/2010 Difesa Interni fuori rete
formativa

Palermo 3 0 0 0
Catania 0 0 0
Messina 0 0 0

Neurochirurgia (durata legale 5 anni)

10% fabbisogno
nazionale di
Università Contratti Medici militari: Medici Ministero
Università aggregate medici S.S.N.
capofila 2009/2010 Difesa Interni fuori rete
formativa

Messina 5 0 0 2
Catania 0 0 1

Oftalmologia (durata legale 5 anni)

10% fabbisogno
nazionale di
Università Contratti Medici militari: Medici Ministero
Università aggregate medici S.S.N.
capofila 2009/2010 Difesa Interni fuori rete
formativa

Palermo 4 0 0 1
Catania 0 0 0

9
Radioterapia (durata legale 5 anni)

10% fabbisogno
nazionale di
Università Contratti Medici militari: Medici Ministero
Università aggregate medici S.S.N.
capofila 2009/2010 Difesa Interni fuori rete
formativa

Palermo 6 0 0 0
Catania 0 0 0
Messina 0 0 1

Il concorso di ammissione delle Scuole di Specializzazione indicate nell’elenco c) si


svolgerà presso l’ Università capofila così come le relative domande di partecipazione
dovranno essere presentate presso la stessa Università.

2.ORDINAMENTO DEGLI STUDI


I corsi di studio delle Scuole di specializzazione mediche sono corsi ufficiali universitari. All'atto dell'iscrizione alle scuole
universitarie di specializzazione in medicina e chirurgia, il medico stipula uno specifico contratto annuale di formazione
specialistica disciplinato dal decreto legislativo 368/99 e dalla normativa, per essi vigente, per quanto non previsto o
comunque per quanto compatibile con le relative disposizioni. Il contratto é finalizzato esclusivamente all'acquisizione
delle capacità professionali inerenti al titolo di specialista, mediante la frequenza programmata delle attività didattiche
formali e lo svolgimento di attività assistenziali funzionali alla progressiva acquisizione delle competenze previste
dall'ordinamento didattico delle singole scuole, in conformità alle indicazioni dell'Unione europea e al D.M. 1.08.2005. Il
contratto non dà in alcun modo diritto all'accesso ai ruoli del Servizio sanitario nazionale e dell'università o ad alcun
rapporto di lavoro con gli enti predetti.
Il contratto é stipulato con l'università, ove ha sede la scuola di specializzazione ovvero, per l’a.a. 2009/10, ove viene
effettuato il concorso, e con la regione nel cui territorio hanno sede le aziende sanitarie le cui strutture sono parte
prevalente della rete formativa della scuola di specializzazione.
Il contratto é annuale ed è automaticamente rinnovato di anno in anno per tutta la durata del corso di specializzazione,
previa verifica della sussistenza delle condizioni legittimanti. Il rapporto instaurato cessa comunque alla data di scadenza
del corso legale di studi, salvo quanto previsto dal comma 3 dall'articolo 40 del D. Leg.vo 368/99 e ss. mm.
Sono causa di risoluzione anticipata del contratto:
a) la rinuncia al corso di studi da parte del medico in formazione specialistica;
b) la violazione delle disposizioni in materia di incompatibilità;
c) le prolungate assenze ingiustificate ai programmi di formazione o, in caso di malattia, il superamento del periodo
di un anno, nell’ambito della durata del corso di specializzazione;
d) il mancato superamento delle prove stabilite per il corso di studi della scuola di specializzazione.
Il verificarsi di una delle predette cause di risoluzione anticipata del contratto o di una qualunque altra causa ostativa
all’instaurazione e/o prosecuzione del rapporto oggetto del presente contratto, impedirà il rinnovo automatico dello
stesso.

La formazione del medico specialista implica la partecipazione guidata alla totalità delle attività mediche dell'unità
operativa presso la quale é assegnato dal Consiglio della scuola, nonché la graduale assunzione di compiti assistenziali
e l'esecuzione di interventi con autonomia vincolate alle direttive ricevute dal tutore, di intesa con la direzione sanitaria e
con dirigenti responsabili delle strutture delle aziende sanitarie presso cui si svolge la formazione. In nessun caso
l'attività del medico in formazione specialistica é sostitutiva del personale di ruolo.
Al medico in formazione specialistica, per tutta la durata legale del corso, é corrisposto un trattamento economico annuo
onnicomprensivo.
Il trattamento economico é costituito da una parte fissa, uguale per tutte le specializzazioni e per tutta la durata del
corso, e da una parte variabile.
Il trattamento economico é corrisposto mensilmente dalle università presso cui operano le scuole di specializzazione.

10
Per la durata della formazione a tempo pieno al medico é inibito l'esercizio di attività libero-professionale
all'esterno delle strutture assistenziali in cui si effettua la formazione ed ogni rapporto convenzionale o precario
con il servizio sanitario nazionale o enti e istituzioni pubbliche e private ad eccezione per quanto previsto dal
comma 11, art. 19, della L. 28 dicembre 2001, n. 448,. L'impegno richiesto per la formazione specialistica è pari a
quello previsto per il personale medico del Servizio sanitario nazionale a tempo pieno, assicurando la facoltà
dell'esercizio della libera professione intramuraria, in coerenza con i titoli posseduti.
Il medico in formazione specialistica, ove sussista un rapporto di pubblico impiego, é collocato, compatibilmente con le
esigenze di servizio, in posizione di aspettativa senza assegni secondo le disposizioni legislative contrattuali. Il periodo di
aspettativa è utile ai fini della progressione di carriera e del trattamento di quiescenza e di previdenza.
Gli impedimenti temporanei superiori ai quaranta giorni lavorativi consecutivi per maternità, per la quale restano ferme le
disposizioni previste dal D.Leg.vo 26 marzo 2001, n. 151, e malattia sospendono il periodo di formazione con obbligo per
il medico in formazione specialistica di recupero delle assenze effettuate. Durante la sospensione per i predetti
impedimenti al medico in formazione specialistica compete esclusivamente la parte fissa del trattamento economico,
limitatamente ad un periodo di tempo complessivo massimo di un anno oltre quelli previsti dalla durata legale del corso.

Non determinano interruzione della formazione, né sospensione del trattamento economico, le assenze per motivi
personali preventivamente autorizzate, che non superino i trenta giorni lavorativi complessivi nell’anno di pertinenza del
presente contratto e che non pregiudichino il raggiungimento degli obiettivi formati.

L’iscrizione ad una Scuola di specializzazione è incompatibile con l’iscrizione ad un corso di laurea


ante riforma ex-D.M. 509/1999 (ora D.M. 270/2004), di laurea triennale o laurea
specialistica/magistrale, dottorato di ricerca, altra scuola di specializzazione, master universitario,
corso di specializzazione in Psicoterapia ex-D.M. 509/1998, corso di diploma per mediatori
linguistici ex-D.M. 38/2002, corso di formazione specifica in medicina generale.

3. REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE AL CONCORSO

Possono partecipare al concorso delle Scuole indicate negli elenchi a) e b) del punto 1 del
presente Bando i laureati in Medicina e Chirurgia in possesso dell’abilitazione professionale.
Possono, altresì, partecipare "sotto condizione" alle relative prove di ammissione i candidati
laureati in Medicina e Chirurgia in data anteriore al termine di scadenza fissato dal presente bando
per la presentazione delle domande di partecipazione, a condizione che conseguano l'abilitazione
per l'esercizio dell'attività professionale entro la data di inizio delle attività didattiche di dette scuole
(entro il 17.05.2010).
Tutti i candidati sono ammessi con riserva alla procedura concorsuale.
L’Amministrazione può disporre in ogni momento, con provvedimento motivato, l’esclusione per
difetto dei requisiti prescritti; tale provvedimento verrà comunicato all’interessato mediante
raccomandata con ricevuta di ritorno.

4. PROPOSTE DI FINANZIAMENTO PER CONTRATTI AGGIUNTIVI

Le proposte di finanziamento dei contratti aggiuntivi a quelli statali nonché regionali per le Scuole
indicate negli elenchi a) e b) del punto 1 del presente Bando, dovranno essere indirizzate al
Rettore di questo Ateneo presso la Segreteria Scuole di Specializzazione- Piazza Bellini, 19 –
951314 CATANIA – entro e non oltre il giorno 2.03.2010.
Tale termine è perentorio.
Il versamento dell’importo globale del finanziamento, relativo al primo anno di corso, deve essere
effettuato in una unica soluzione entro e non oltre trenta giorni dal ricevimento della convenzione,
mentre il versamento delle somme occorrenti per finanziare il posto per gli anni accademici
successivi dovrà essere effettuato entro il 17 aprile di ciascun anno.
La copia del bonifico di versamento dovrà pervenire, entro e non oltre il termine di cui sopra, alla
Segreteria di Specializzazione, anche via fax (095327154). Congiuntamente alla stipula dell’ atto
convenzionale, il soggetto finanziatore provvederà, altresì, a far pervenire alla stessa Segreteria
una fideiussione bancaria o assicurativa irrevocabile per l’intera durata del corso di
specializzazione, a garanzia degli oneri delle successive annualità del contratto di formazione
specialistica.

11
È possibile versare l’intero importo per il finanziamento del contratto in una unica soluzione nel
medesimo termine di cui sopra ovvero entro e non oltre trenta giorni dal ricevimento della
convenzione; in tal caso non è necessario presentare una fideiussione.
Qualora il M.I.U.R. dovesse concedere autorizzazione a contratti aggiuntivi in numero inferiore a
quelli derivanti dai finanziamenti in atto per una medesima Scuola di Specializzazione, detti
contratti aggiuntivi saranno riferiti ai predetti finanziamenti secondo l’ordine di presentazione degli
stessi: le convenzioni per le quali il M.I.U.R. non avrà autorizzato l’incremento dei contratti
saranno prive di efficacia.
Il trattamento economico dei contratti aggiuntivi a finanziamento privato sarà erogato ai medici
assegnatari solo nel caso che sia pervenuto all’Università il corrispondente finanziamento da parte
del soggetto interessato.

5. NORME PER I CANDIDATI DI CITTADINANZA STRANIERA

a) I cittadini comunitari medici accedono alle scuole di specializzazione alle stesse condizioni e
con gli stessi requisiti dei cittadini italiani (laurea e abilitazione all’esercizio professionale
riconosciuta dal Ministero della Salute).
La domanda è presentata direttamente all’Università, entro i termini previsti per i cittadini italiani
nel bando di concorso.
b) I rifugiati politici medici accedono alle scuole di specializzazione alle stesse condizioni e con
gli stessi requisiti dei cittadini italiani (laurea ed abilitazione all’esercizio professionale riconosciuta
dal Ministero della Salute).
La domanda è presentata direttamente all’Università, entro i termini previsti per i cittadini italiani
nel bando di concorso.
c) I Cittadini stranieri medici provenienti da Paesi in via di sviluppo con borsa di studio
concessa dal Governo Italiano partecipano al concorso di ammissione alle scuole di
specializzazione in medicina per posti in soprannumero, come previsto dall’ultimo comma dell’art.
35 del D.L.vo 368/99, previa verifica delle capacità ricettive delle strutture universitarie.
Le modalità di partecipazione al concorso da parte dei suddetti cittadini stranieri sono indicate
nella nota ministeriale n. 95 del 19.01.2010, resa disponibile sul sito internet
http://www.miur.it/UNIVERSITA’ alla voce “atti ministeriali” e utilizzabile per la consultazione
presso la Segreteria Scuole di Specializzazione – Via Landolina, 51, (CT).
d) I cittadini extracomunitari medici accedono alle Scuole di Specializzazione nel seguente
modo:
1) i medici extracomunitari titolari di carta di soggiorno, ovvero di permesso di soggiorno per lavoro
subordinato o per lavoro autonomo, per motivi familiari, per asilo politico, per asilo umanitario, o
per motivi religiosi, ovvero gli stranieri regolarmente soggiornanti in possesso di diploma di laurea
e abilitazione conseguiti in Italia, o se conseguiti all’estero, di diploma di laurea equipollente e
abilitazione italiana ovvero usufruiscono del procedimento di riconoscimento del titolo ai fini
dell’esercizio della professione, sono ammessi al concorso, ai sensi della Legge 271/2004, a parità
di condizioni con gli italiani;
2) i medici extracomunitari, che non rientrano nella fattispecie sub. p. 1), possono partecipare, ai
sensi dell’art. 1, comma 7, della L. 14.1.1999 n. 4, al concorso per posti in soprannumero, previa
verifica delle capacità ricettive delle strutture universitarie. Le modalità di partecipazione al
concorso da parte dei suddetti medici extracomunitari sono indicate nella nota ministeriale n. 95
del 19.01.2010, resa disponibile sul sito internet http://www.miur.it/UNIVERSITA’ alla voce “atti
ministeriali” e utilizzabile per la consultazione presso la Segreteria Scuole di Specializzazione –
Via Landolina, 51 (CT). E’ consentito concorrere soltanto per una tipologia di posti.
Per essere ammessi tutti i candidati di cittadinanza straniera devono aver superato le prove
previste nel Regolamento concernente le modalità per l’ammissione dei medici alle scuole di
specializzazione di cui al D.M. del 6.03.2006, n. 172 pubblicato nella G.U. n. 109 del 12.05.2006 e
successive modificazioni.

12
6. POSTI RISERVATI

La normativa vigente richiamata nella nota ministeriale n. 669 del 5.02.2010 e nel Decreto del
Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca del 5.02.2010, prevede l’assegnazione di
posti riservati alle seguenti categorie:
a) Medici Militari in s.p.e. (Medici Ministero della Difesa)- Nell’ambito della
programmazione di cui all’art. 35, comma 3, del D.L.vo n. 368/99, sono riservati alcuni
posti per dipendenti dell’Amministrazione militare in possesso di atto di designazione
formale da parte della Direzione generale della Sanità Militare, ai fini dell’esigenza della
Sanità Militare.
b) Medici della Polizia di Stato (Medici Ministero degli Interni) - L’art. 52 del D.L.vo
5/10/2000, n. 334 prevede una riserva di posti complessivamente non superiore al 5% della
programmazione per le esigenze della Polizia di Stato.

Per l’a.a. 2009/10, sono stati assegnati n. 1 posto per la categoria dei Medici Militari in s.p.e. e n. 4
posti per la categoria dei Medici della Polizia di Stato, così come indicati negli elenchi a) e b) del
punto 1 del presente Bando

Per tali posti, i candidati interessati devono averne fatto espressa e specifica richiesta nella
domanda di partecipazione alla prova.

Tale richiesta espressa nella domanda di partecipazione è vincolante: il candidato interessato,


eventualmente classificatosi in posizione utile nella graduatoria di merito del concorso per la
fruizione della borsa di studio, non potrà, comunque, usufruirne.

I candidati interessati, inoltre, unitamente alla domanda di partecipazione al concorso dovranno


produrre:
− certificato di stato di servizio, dal quale risulti l’appartenenza al corpo in qualità di medico in
servizio effettivo;
− atto formale di designazione, rilasciato dalla Direzione Generale della Sanità Militare, per i medici
militari;
− dichiarazione rilasciata dalla struttura di appartenenza che autorizza i candidati interessati a
svolgere l’attività formativa presso l’Università, durante l’orario ordinario di servizio, considerato
che fruiscono di una riserva pubblica preordinata ad agevolare determinate categorie
nell’acquisizione di un titolo professionalizzante nell’interesse primario dell’Amministrazione di
appartenenza. Ciò è dovuto in quanto il riassetto delle scuole di specializzazione prevedono oltre
al tronco comune, anche il libretto-diario delle attività formative, certificate mediante firma del
docente/tutore preposto alle singole attività (D.M. 1/8/2005, art. 5, c. 5 e D.Lgs. n. 368/1999, art.
38, c. 2).

7. POSTI IN SOPRANNUMERO PER PERSONALE MEDICO DI RUOLO DEL S.S.N.

La specifica categoria destinataria della norma di cui al comma 4, dell’art. 35 del citato D.Lgs. n.
368/1999, è espressamente individuata nel personale medico titolare di rapporto a tempo
indeterminato con strutture pubbliche e private accreditate del S.S.N. diverse da quelle inserite
nella rete formativa.
I posti, messi a concorso, riservati per questa categoria sono indicati negli elenchi a) e b) di cui al
punto 1 del presente Bando.

Per tali posti, i candidati interessati devono averne fatto espressa e specifica richiesta nella
domanda di partecipazione alla prova.

13
Tale richiesta espressa nella domanda di partecipazione è vincolante: il candidato interessato,
eventualmente classificatosi in posizione utile nella graduatoria di merito del concorso per la
fruizione della borsa di studio, non potrà, comunque, usufruirne.

I candidati interessati, inoltre, unitamente alla domanda di partecipazione al concorso dovranno


produrre:
− certificato di stato di servizio attestante l’assunzione a tempo indeterminato presso la struttura
sanitaria con l’indicazione della disciplina e del reparto dove il medico svolge la propria attività;
− dichiarazione della Direzione sanitaria dell’Amministrazione di appartenenza da cui risultano:
l’interesse preminente dell’Amministrazione medesima che il dipendente stesso consegua la
specializzazione richiesta e che lo stesso è autorizzato a svolgere l’attività formativa presso
l’Università, durante l’orario ordinario di servizio, considerato che fruisce di una riserva pubblica
preordinata ad agevolare determinate categorie nell’acquisizione di un titolo professionalizzante
nell’interesse primario dell’Amministrazione di appartenenza. Ciò è dovuto in quanto il riassetto
delle scuole di specializzazione prevedono oltre al tronco comune, anche il libretto-diario delle
attività formative, certificate mediante firma del docente/tutore preposto alle singole attività (D.M.
1/8/2005, art. 5, c. 5 e D.Lgs. n. 368/1999, art. 38, c. 2);
- nel caso di struttura privata, dichiarazione rilasciata dall’Amministrazione di appartenenza
attestante l’accreditamento con il S.S.N.

Non possono partecipare al concorso delle Scuole di Specializzazione, così come indicato nel
parere favorevole n° 5311/2005 espresso dal Consigl io di Stato in data 18.01.2006, le seguenti
categorie di medici:
a) medici appartenenti a strutture convenzionate con l’Università;
b) medici dipendenti dell’INPS e INAIL;
c) medici dell’Emergenza territoriale;

8. NOMINA COMMISSIONE GIUDICATRICE

Con Decreto Rettorale è costituita la Commissione Giudicatrice del concorso di ammissione,


composta dal direttore della scuola e da quattro professori di ruolo e/o ricercatori afferenti alla
scuola; con lo stesso decreto e' nominato un apposito comitato di vigilanza se il numero dei
candidati è superiore a cinquanta e sempreché le prove di esame si svolgano in più locali tra loro
distanti che non consentano la presenza di commissari.
Per le Scuole aventi questa Università “capofila”, le Commissioni giudicatrici del relativo concorso
dovranno essere composte da rappresentanti delle Università aggregate.
E’ nominato Presidente della Commissione Giudicatrice il Direttore della Scuola.

9. PROVE DI ESAME

Le prove di esame consistono in una prova scritta e in una successiva prova pratica:
a) la prova scritta consiste nella soluzione di sessanta quesiti a risposta multipla di cui n. 40 su
argomenti caratterizzanti il corso di laurea di medicina e chirurgia e n. 20 su argomenti
caratterizzanti la tipologia della scuola. Per quanto riguarda la prova con quesiti a risposta multipla,
le commissioni giudicatrici estraggono a sorte dall'archivio nazionale, per ciascuna scuola, il giorno
prima della data della prova, tre serie di quesiti per ciascuna tipologia e li chiudono in tre buste
suggellate e firmate esteriormente sui lembi di chiusura dai componenti la commissione. Le buste
sono consegnate al responsabile del procedimento concorsuale ( Presidente della Commissione).
Il giorno della prova d'esame uno dei candidati sceglie tra le tre buste quella che viene utilizzata
come prova d'esame. La durata della prova è di 90 minuti. La valutazione della prova scritta di
quesiti a risposta multipla consistenti in cinque risposte, determina l'attribuzione di un punteggio
di:+ 1 per ogni risposta esatta, 0 per ogni risposta non data, - 0,25 per ogni risposta errata.
La Banca dati relativa ai quesiti a risposta multipla, predisposta dalla Commissione
Nazionale, costituita ai sensi dell’art. 4, comma 2, del Decreto Ministeriale 6 Marzo 2006 n.

14
172, e successive modificazioni, è già consultabile per i candidati dal 9.02.2010 nella
sezione “Università”, “Offerta formativa” e “Scuole di Specializzazione”del sito www.miur.it.
b) la prova pratica consiste nella valutazione da parte del candidato di un referto o di un dato
clinico, diagnostico, analitico, da effettuarsi mediante relazione scritta sintetica. La stessa sarà
sostenuta dai candidati che hanno superato la prova con quesiti a risposta multipla, riportando non
meno di quarantotto punti. Le singole commissioni di concorso predetermineranno un numero di
prove pratiche in numero maggiore di uno agli ammessi alla prova stessa. Ciascun candidato
sorteggia la propria busta (sigillata, numerata e firmata sui lembi dalla commissione), prima
dell'inizio della prova, in modo che ciascuna busta sia abbinata ad un singolo concorrente. La
prova pratica si intende superata se il candidato relaziona in modo corretto e analitico il caso. Il
superamento della prova comporta l'assegnazione fino ad un massimo di n. 15 punti, secondo la
qualità e la completezza della relazione. La durata della prova è di 60 minuti

Per il conseguimento dell’idoneità al concorso il candidato deve aver superato le due


prove previste dal Regolamento ( D.M. 172/06 e ss.mm.).

10. VALUTAZIONE DEI TITOLI

La commissione ha a disposizione 100 punti, dei quali 60 per la valutazione della prova scritta,
15 per la prova pratica, 7 per il voto di laurea e 18 per il curriculum degli studi universitari.
La valutazione del curriculum e del voto di laurea avviene in conformità ai seguenti criteri:
a) voto di laurea - max 7 punti
• per voto di laurea inferiore a 100 punti 0
• per ciascun punto da 100 a 109 punti 0,45
• per i pieni voti assoluti punti 6
• per la lode punti 7
b) curriculum - max 18 punti
b.1) esami - max 5 punti:
gli esami utili per la valutazione, in numero di 7 sono scelti dal Consiglio della scuola tra i corsi
integrati in statuto e indicati nell’ Allegato B), parte integrante del presente bando, con punteggio
così attribuibile:
• per ogni esame superato con voti da 27 a 29/30 punti 0,25
• per ogni esame superato con la votazione di 30/30 punti 0,50
• per ogni esame superato con lode punti 0,75
Le Commissioni Giudicatrici, in sede di valutazione dei titoli e, specificatamente, per la
valutazione degli esami utili, stabiliranno, caso per caso, una tabella di equipollenza per le
discipline o corsi integrati con denominazione diversa da quelli indicati nel predetto
Allegato.
b.2) attinenza della tesi alla tipologia di specializzazione – max 7 punti:
• nessuna/scarsa attinenza (in base alla qualità) fino a punti 3
• attinenza medio/alta ( in base alla qualità) fino a punti 7
b.3) attività elettive, o equipollenti certificate secondo le modalità previste dai singoli
Atenei/strutture didattiche, attinenti la tipologia di specializzazione svolte all’interno del percorso
formativo del corso di laurea- max 3 punti
per ogni attività elettiva fino a punti 1.
b.4) pubblicazioni a stampa, o lavori in extenso che risultano accettati da riviste scientifiche
attinenti la specializzazione - max 3 punti:
ogni pubblicazione o lavoro in extenso fino a punti 0,50.
Non possono essere presi in considerazione lavori dattiloscritti o in corso di stampa non ancora
accettati da riviste scientifiche.
Il giudizio relativo ai punti b2 e b3 deve essere motivato. Le frazioni di punto non previste dal
D.M. 172/06 e ss. mm. non sono ammesse.
Tutti i documenti redatti in lingua straniera vanno corredati di traduzione ufficiale in lingua italiana.

15
La valutazione dei titoli di cui sopra non è applicabile ai candidati in possesso di titoli esteri qualora
gli stessi non consentano alla Commissione giudicatrice una valutazione equiparabile.
Il candidato, in possesso di un certificato di laurea con l’indicazione di esami convalidati dovrà
presentare anche un certificato da cui risultino i voti di tali esami, altrimenti gli stessi, nella
valutazione dei titoli, verranno considerati con la votazione minima.
Qualora la tesi di laurea sia stata oggetto di pubblicazione scientifica non potrà essere valutata
come pubblicazione.
Ai sensi dell’art. 8 del D.P.R. n. 693 del 30.10.1996 la valutazione dei titoli, previa individuazione
dei criteri, é effettuata dopo la prova scritta e prima che si proceda alla correzione dei relativi
elaborati.
Comunque non si terrà conto della valutazione dei titoli, qualora il candidato non abbia
superato le prove di esami.

11. DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL CONCORSO

Per partecipare al concorso lo studente deve utilizzare una delle seguenti modalità:

o on-line collegandosi all’indirizzo www.unict.it;


o utilizzando le postazioni personali messe a disposizione presso le singole Facoltà, o
presso l’Ufficio Immatricolazioni, o presso l’U.R.P. o presso le Segreterie Territoriali.

Una volta collegato con l’home-page dell’Università di Catania, dovrà cliccare sulla voce Portale
Studenti e rispettare le seguenti indicazioni:

o eseguire la procedura di registrazione per tutti coloro che non sono in possesso del p.i.n.
e successivamente effettuare il login;
o entrati nel Portale studenti cliccare sulla voce ‘Concorsi’ e selezionare il concorso a cui si
vuole partecipare;
o inserire nel modulo on line tutti i dati richiesti;
o è consentito modificare i dati inseriti fino a che non se ne è effettuata la conferma;
o effettuare la conferma dei dati;
o stampare il modulo di partecipazione al concorso e il modulo per il versamento della tassa
di partecipazione, da pagare esclusivamente presso gli sportelli del Monte dei Paschi di
Siena o presso i terminali P.O.S. dell’Ufficio Immatricolazioni (solo bancomat) o cliccando
sul Servizio “ Pagamenti on-line” sulla voce Portale Studenti.
Il versamento della predetta tassa presso gli sportelli della Banca potrà avvenire non prima che
siano trascorse tre ore dal momento in cui è stata stampata la stessa.

Una volta effettuato il pagamento della tassa, lo studente deve recarsi presso la Segreteria Scuole
di Specializzazione sita in Via Landolina, 51 – Catania- consegnando:

o la domanda di partecipazione ;
o la ricevuta di pagamento di euro 26,00;
o un valido documento di identità;
o tutte le certificazioni richieste ai fini della valutazione dei titoli di cui alle lettere a), b1),
b3) del capitolo precedente ovvero autocertificazione* resa ai sensi del D.P.R.
445/2000;
o per coloro che hanno conseguito la Laurea specialistica 46/S: oltre alla precedente
certificazione, dovranno presentare una certificazione in cui vengono indicati i singoli
insegnamenti che compongono i corsi integrati;
o Eventuali pubblicazioni a stampa o lavori in extenso di cui alla lettera b4) del capitolo
precedente.
o Eventuale tesi di laurea nella disciplina attinente la specializzazione ( in originale o in
copia autenticata ovvero in copia dichiarata conforme all’originale mediante
autocertificazione) di cui alla lettera b2) del capitolo precedente;

16
o per il personale medico titolare di rapporto a tempo indeterminato con strutture
pubbliche e private accreditate del S.S.N. diverse da quelle inserite nella rete formativa
della scuola interessata: oltre ai documenti di cui sopra, devono presentare i documenti
indicati nel p. 7 del presente Bando;
o per i medici militari o della Polizia di Stato: oltre ai documenti di cui sopra, devono
presentare i documenti indicati nel p. 6 del presente Bando
o per i cittadini extracomunitari: se intendono concorrere ai sensi della L. 271/2004,
devono presentare uno dei requisiti richiesti di cui alla lettera d.1) del punto 4; se
intendono concorrere ai sensi della L. 4/1999 di cui alla lettera d.2) del punto 5, devono
presentare una dichiarazione di assegnazione del contratto per tutta la durata del corso
e dell’importo corrispondente a quello previsto per i cittadini italiani da parte del
rispettivo Governo o da Istituzioni italiane o straniere riconosciute idonee dal MIUR e
dalla Rappresentanza diplomatico-consolare italiana all’estero.
o Copia del Codice Fiscale

(*) L’autocertificazione del certificato di laurea con tutti i voti può essere presentata dal cittadino italiano, dal cittadino
dell’Unione Europea e dal cittadino non comunitario residente in Italia solo se la laurea è stata conseguita in Italia.

I documenti richiesti per la partecipazione al concorso di ammissione non sono soggetti all’imposta
di bollo.
Non potranno partecipare al concorso i candidati le cui domande risultino non corredate dei
prescritti documenti ovvero prive di autocertificazione sostitutiva.
Non saranno accolte eventuali istanze di partecipazione al concorso presentate o inviate
presso i centri di raccolta autorizzati.
I candidati portatori di handicap, in applicazione degli artt. 16 e 20 della Legge 05 febbraio 1992
n.104, così come modificata dalla legge 28 gennaio 1999, n.17, nella stessa domanda possono
richiedere gli ausili necessari in relazione al loro handicap nonché l’eventuale concessione di tempi
aggiuntivi per lo svolgimento della prova.

Nel caso in cui, dalla documentazione presentata dal concorrente, risultino dichiarazioni false o
mendaci, ferme restando le sanzioni previste dal codice penale e dalle leggi speciali in materia
(artt. 75 e 76 D.P.R. 445/2000), lo stesso candidato decade automaticamente d’ufficio
dall’eventuale immatricolazione. L’amministrazione universitaria provvederà al recupero degli
eventuali benefici concessi, non verranno rimborsate le tasse pagate, la dichiarazione mendace
comporterà infine l’esposizione all’azione di risarcimento danni da parte dei controinteressati.

Il candidato dovrà comunicare tempestivamente ogni eventuale cambiamento della propria


residenza o del recapito alla Segreteria Scuole di Specializzazione.

I dati dichiarati, indispensabili ai fini concorsuali, comportano, se incompleti e/o mendaci,


l’esclusione dalle prove o la decadenza dal diritto all’immatricolazione con perdita del
diritto al rimborso di quanto versato.

La domanda viene firmata dallo studente in presenza del personale preposto che la controlla e la
conferma, inserendo il nominativo nell’elenco dei partecipanti. La documentazione può anche
essere spedita per posta con raccomandata e ricevuta di ritorno, rispettando rigorosamente i
termini fissati dal presente bando. Soltanto in questo caso alla domanda, già firmata dallo
studente, dovrà essere allegata la fotocopia di un valido documento di identità.

Tutte le domande di partecipazione al concorso dovranno essere presentate


esclusivamente presso la Segreteria Scuole di Specializzazione sita a Catania in Via
Landolina, 51 entro le ore 16,30 del 23 marzo 2010 e sottoscritte dinnanzi ai funzionari
preposti alla suddetta Segreteria.

Qualora inoltrate, per vie postali, dovranno pervenire entro lo stesso termine del 23 marzo 2010
ore 16,30 e presso la stessa Segreteria sita in Via Landolina, 51- 95131- Catania con allegata

17
copia del documento d’identità del richiedente. Pertanto, non farà fede alcun timbro attestante
l’avvenuta spedizione, ma la data e l’ora di effettivo ricevimento della domanda da parte
dell’Ufficio. La busta contenente la stessa dovrà indicare all’esterno la dicitura “Domanda di
partecipazione al concorso della Scuola di Specializzazione in …………..”.

Pertanto, non saranno prese in considerazione le domande pervenute oltre tale data di scadenza e
questa Università non assume alcuna responsabilità per eventuali ritardi o disguidi postali o
comunque imputabili a fatto di terzi, caso fortuito o forza maggiore.

Si precisa che non costituisce iscrizione alla prova il solo pagamento della quota, così pure la sola
registrazione o presentazione della domanda di partecipazione al concorso.
I candidati sono ammessi con riserva alle prove del concorso di ciascuna Scuola.
L’Amministrazione può disporre in ogni momento, con provvedimento motivato,
l’esclusione del concorso per difetto dei requisiti prescritti.

12. ESAME : MODALITA'

La prova scritta del concorso verrà sostenuta dai candidati il 13 aprile 2010 per tutte le Scuole di
specializzazione afferenti all’area medica, il 14 aprile 2010 per tutte le scuole di
specializzazione afferenti all’area chirurgica e l’ 15 aprile 2010 per tutte le scuole di
specializzazione afferenti all’area dei servizi.
La mancata presentazione alle prove nei giorni, nell’ora e nella sede stabilita, sarà
considerata come rinuncia al concorso, quale ne sia la causa.
Le prove scritte del concorso verranno sostenute dai candidati secondo gli orari ed il calendario di
seguito riportato:

Martedì 13 aprile 2010


ORARIO INIZIO AREA MEDICA
PROVA SCRITTA
9.00 Dermatologia e venereologia
9.00 Endocrinologia e mal. Ricambio
9.00 Geriatria
9.00 Malattie dell’apparato cardiovascolare
9.00 Malattie dell'apparato respiratorio
12.30 Malattie infettive
12.30 Medicina interna
12.30 Nefrologia
16.00 Neurologia
16.00 Neuropsichiatria infantile
16.00 Oncologia medica
16.00 Pediatria
16.00 Psichiatria
16.00 Reumatologia

18
Mercoledì 14 aprile 2010
ORARIO AREA CHIRURGICA
INIZIO
PROVA
SCRITTA
9.00 Cardiochirurgia
9.00 Chirurgia dell’apparato digerente
9.00 Chirurgia generale
12.30 Chirurgia vascolare
12.30 Ginecologia e ostetricia
16.00 Ortopedia e traumatologia
16.00 Otorinolaringoiatria
16.00 Urologia

Giovedì 15 aprile 2010


ORARIO AREA DEI SERVIZI
INIZIO
PROVA
SCRITTA
9.00 Anestesia e rianimazione e terapia intensiva
9.00 Audiologia e foniatria
9.00 Biochimica clinica
9.00 Farmacologia
12.30 Igiene e medicina preventiva
12.30 Medicina fisica e riabilitativa
12.30 Medicina legale
12.30 Microbiologia e virologia
16.00 Patologia clinica
16.00 Radiodiagnostica
16.00 Tossicologia medica

La prova pratica – prova alla quale saranno ammessi i candidati che hanno superato la
prova scritta- si svolgerà nel periodo dal 15 aprile al 24 aprile 2010 ed il relativo calendario e
le sedi di svolgimento saranno pubblicati sul sito dell’Università www.unict.it sul linK
“Scuole di Specializzazione Area Medica” il giorno 9 marzo 2010 con valore di notifica.

La sede della prova scritta per ciascuna scuola è indicata nell’Allegato B), parte integrante del
presente bando. La convocazione dei concorrenti alla prova scritta è contestuale al presente
bando.
Tutti i candidati dovranno presentarsi alle prove sopra descritte muniti di valido documento di
riconoscimento nonché della ricevuta di avvenuta presentazione della domanda (rilasciata
dall’Ufficio ricevente) o della ricevuta di ritorno della raccomandata A/R; chi dovesse presentarsi
senza il prescritto valido documento di riconoscimento non sarà ammesso alla prova. Qualora, il
candidato non dovesse figurare nell’elenco degli ammessi alla prova, condizione necessaria, ai fini
della partecipazione al concorso, sarà l’esibizione della suddetta ricevuta.
I risultati della prova scritta saranno esposti presso la sede che verrà comunicata dal Presidente
della Commissione Giudicatrice durante la prova entro 10 giorni dall’espletamento della prova
stessa assieme al punteggio risultante dalla valutazione dei titoli.

19
Durante le prove non è permesso ai candidati di comunicare fra loro verbalmente o per iscritto,
ovvero di mettersi in relazione con altri, salvo che con i componenti della Commissione
Giudicatrice.
I candidati non possono portare carta da scrivere, appunti, manoscritti, libri o pubblicazioni di
qualunque specie, usare telefoni cellulari di qualsiasi tipo (comprese le apparecchiature in grado di
inviare fotografie e immagini) e strumenti elettronici, compresi quelli di tipo “palmari” o personal
computer portatili di qualsiasi tipo in grado di collegarsi all’esterno delle aule sedi delle prove
tramite collegamenti “wireless” o alla normale rete telefonica con protocolli UMTS, GPRS o GSM.
pena l'esclusione dal concorso stesso.

13. GRADUATORIA DI MERITO

La Commissione giudicatrice, al termine delle prove d’esame, formulerà la graduatoria di merito


dei candidati.
E’ escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito, in ciascuna delle prove di
esame, la prevista valutazione di sufficienza.
Coloro che, superate le due prove previste dal concorso, in relazione al numero dei posti
disponibili, si siano collocati in posizione utile nella graduatoria compilata sulla base del punteggio
complessivo riportato, possono presentare domanda per essere ammessi al 1° anno.
La scuola garantirà la comunicazione dei risultati entro i quindici giorni successivi alle prove stesse
mediante pubblicazione sul sito www.unict.it sul link “ Scuole di Specializzazione Area Medica”.
A parità di punteggio è ammesso il candidato con la media di voti riportati, nei corsi integrati, più
elevata (fino alla seconda cifra decimale), in caso di ulteriore parità viene preso in esame il voto di
laurea. Nel caso dovesse persistere la parità precede il più giovane di età, in attuazione alla L.
16.06.1998, n° 191.

14. IMMATRICOLAZIONE DEI VINCITORI

I vincitori saranno nominati con Decreto Rettorale, che sarà pubblicato mediante affissione presso
la Segreteria Studenti Scuole di Specializzazione – Via Landolina, 51 – 95131 - Catania
Tale pubblicazione rappresenta l’unico mezzo ufficiale di pubblicità legale.
E’ inoltre prevista, a mero fine conoscitivo e senza il carattere dell’ufficialità, tale pubblicazione sul
sito www.unict.it sul link “ Scuole di Specializzazione Area Medica”.

Non saranno inviate comunicazioni personali


Lo studente vincitore, dovrà immatricolarsi entro 6 giorni (solo feriali) successivi alla data della
pubblicazione del predetto Decreto Rettorale, pena l’esclusione dalla Scuola, utilizzando una
delle seguenti modalità:

o on-line collegandosi all’indirizzo www.unict.it;


o utilizzando le postazioni personali messe a disposizione presso le singole Facoltà, o presso
l’Ufficio Immatricolazioni, o presso l’U.R.P. o presso le Segreterie Territoriali, o presso
l’Area della Didattica (Via Landolina, 51 – Catania).

Una volta collegato con l’home-page dell’Università di Catania, dovrà cliccare sulla voce Portale
Studenti e rispettare le seguenti indicazioni:

o effettuare il login;
o entrati nella home page personale cliccare sulla voce ‘Immatricolazioni ’;
o riprendere la propria domanda di prescrizione, con tutti i dati richiesti;
o registrare i dati reddituali;
o è consentito modificare i dati inseriti fino a che non se ne è effettuata la conferma;
o effettuare la conferma dei dati;
o stampare il modulo di immatricolazione e il modulo per il versamento della tassa di
immatricolazione, da pagare esclusivamente presso gli sportelli del Monte dei Paschi di
Siena o presso i terminali P.O.S. dell’Ufficio Immatricolazioni (solo bancomat) oppure

20
tramite il “Portale Studenti” sul sito Internet www.unict.it (per accedere occorre digitare
Codice Fiscale e Codice Pin), attraverso una qualsiasi carta di credito abilitata ai circuiti
interbancari Mastercard e Visa.
o Il versamento della predetta tassa presso gli sportelli della Banca potrà avvenire non prima
che siano trascorse tre ore dal momento in cui è stata stampata la stessa.
Lo studente, una volta effettuate tali procedure, deve recarsi presso la Segreteria di competenza e
consegnare, entro e non oltre il termine perentorio sopra indicato, pena l’esclusione della Scuola:

o la domanda di immatricolazione;
o la ricevuta di pagamento della 1^ rata delle tasse universitarie;
o Copia di un documento di riconoscimento in corso di validità o una dichiarazione
comprovante i dati anagrafici (tali dati figureranno nella pergamena di specializzazione);
o certificato di conseguita abilitazione ovvero autocertificazione* resa ai sensi del D.P.R.
445/2000;
o Dichiarazione del candidato sugli obblighi inerenti la sua posizione di specializzando, di cui
alle vigenti disposizioni, ed in particolare il candidato dovrà dichiarare di non trovarsi in
alcuna condizione di incompatibilità prevista dalla normativa vigente e di impegnarsi a
mantenere quanto dichiarato per tutta la durata del corso.

(*) L’autocertificazione può essere presentata dal cittadino italiano, dal cittadino dell’Unione Europea e dal cittadino non
comunitario residente in Italia solo se la laurea è stata conseguita in Italia.

Qualora la predetta documentata istanza venisse inoltrata per Racc. A.R., la busta contenente la
stessa, dovrà indicare, all'esterno, la seguente dicitura: "Scuola di Specializzazione in …………”.

Il termine di cui sopra è perentorio e non farà fede la data del timbro dell’Ufficio postale; farà fede il
timbro della data del protocollo di questa Università.

Non saranno prese in considerazione domande in qualsiasi modo pervenute in data


posteriore a quella fissata per la scadenza e/o presentate o inviate presso uffici diversi dalla
predetta Segreteria e questa Università non assume alcuna responsabilità per eventuali
ritardi o disguidi postali o comunque imputabili a fatto di terzi, caso fortuito o forza
maggiore.

Si precisa che per l’ammissione al 1° anno delle Sc uole di Specializzazione, è necessario che sia il
pagamento della relativa quota, sia la domanda di immatricolazione pervengano
all’Amministrazione entro il termine perentorio di cui sopra.

Non saranno accolte eventuali istanze di immatricolazione presentate o inviate presso i


centri di raccolta autorizzati.

I vincitori che non ottemperano alle condizioni di cui sopra, entro i 6 giorni successivi alla
pubblicazione del Decreto rettorale di approvazione graduatoria, saranno considerati
rinunciatari ed i posti che risulteranno vacanti saranno messi a disposizione dei candidati che
seguono nelle rispettive graduatorie, secondo l’ordine progressivo indicato nelle stesse e sino alla
copertura dei posti.
I suddetti candidati saranno invitati, con apposita comunicazione, ad iscriversi al 1° anno entro la
data ivi indicata.

Per consentire lo scorrimento della graduatoria fino alla concorrenza dei posti disponibili, i
candidati che intendono rinunciare all’immatricolazione dovranno darne immediata comunicazione
scritta alla Segreteria Scuole di Specializzazione anche tramite fax al n. 095327154, allegando
fotocopia documento d’identità.

La data di inizio delle attività didattiche è il 17 maggio 2010.

21
Gli studenti iscritti alle Scuole di Specializzazione non usufruiranno di alcuna riduzione delle tasse
e dei contributi di iscrizione.

E’ vietata l’iscrizione contemporanea a più scuole di specializzazione, presso la stessa o presso


altre Università e ad altri corsi di studi universitari (art. 142 del T.U. delle leggi sull’istruzione
superiore - art. 16, comma 3, del regolamento didattico di Ateneo), quindi coloro i quali avessero
ottenuto l’ammissione a più scuole di specializzazione sono tenuti ad optare per una sola di
esse.

15. PUBBLICITA’
Il presente Bando è pubblicato, in data odierna, presso la Segreteria Studenti della Scuole di
Specializzazione Via Landolina, 51, – Catania e sul sito internet di questa Università, all’indirizzo
www.unict.it sul link ”Scuole di Specializzazione Area Medica” . La predetta pubblicazione ha, a
tutti gli effetti e conseguenze di Legge, valore di notifica ufficiale agli interessati .

16. COPERTURA ASSICURATIVA


I medici iscritti alle scuole di specializzazione devono essere coperti da apposita polizza
assicurativa per i rischi professionali, per la responsabilità civile contro terzi e gli infortuni connessi
all’attività di formazione. L'azienda sanitaria presso la quale il medico in formazione specialistica
svolge l'attività formativa provvede, con oneri a proprio carico, alla predetta copertura assicurativa
alle stesse condizioni del proprio personale.

17. NOMINA RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

Il Responsabile del procedimento amministrativo è individuato , ai sensi dell’art. 5 comma 1 della


L. 241/90:

- nel Presidente della Commissione di esame per il procedimento relativo alla prova di
ammissione, dalla nomina sino alla pubblicazione della graduatoria;
- nel Responsabile della Segreteria Scuole di Specializzazione, Sig.ra Rosalba Scalisi,
relativamente all’emanazione del presente bando, alla raccolta delle domande di
ammissione e al procedimento relativo alla fase d’immatricolazione
I candidati hanno facoltà di esercitare il diritto di accesso agli atti del procedimento concorsuale
secondo le modalità previste dagli articoli 1 e 2 del decreto del Presidente della Repubblica 23
giugno 1992, n. 352 (Regolamento per la disciplina delle modalità di esercizio e dei casi di
esclusione del diritto di accesso ai documenti amministrativi, in attuazione dell’art. 24, comma 2,
della legge 241/90, recante nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di
accesso ai documenti amministrativi).

18. TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI


Con riferimento alle disposizioni di cui Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in
materia di protezione dei dati personali”. concernente la tutela delle persone e di altri soggetti
rispetto al trattamento dei dati personali, si rimanda all’Allegato A) che fa parte integrante del
presente Bando.

19. SCADENZE TASSE E APPELLO ESAMI PER il 1° ANNO E ANNI DI CORSO SEGUENTI

A.A. 2009/10

1ª rata entro la data indicata nel paragrafo 14


2ª rata entro il 31.12.2010
Appello esami dal 7.05.2011 al 17.05.2011

22
A.A. 2010/11 e seguenti
1ª rata entro il 17 aprile
2ª rata entro il 31 dicembre
Appello esami dal 7 maggio al 17 maggio

Qualora le scadenze delle tasse di cui sopra ricadranno in un giorno festivo, le stesse verranno
prorogate per il primo giorno lavorativo utile.

20. NORME FINALI

Per tutto quanto non espressamente previsto nel presente Bando si fa rinvio alle relative
disposizioni normative, regolamentari e ministeriali.
Si ribadisce l'obbligatorietà del rispetto dei termini e delle disposizioni di cui al presente Bando.
Questa Università si riserva di escludere in qualsiasi momento i candidati che partecipano alla
prova indetta con il presente Bando per mancata osservanza delle disposizioni ivi impartite o dei
termini indicati ovvero per difetto dei requisiti richiesti agli stessi.
Contro il presente provvedimento è ammesso ricorso al TAR Sicilia, entro 60 giorni dalla
pubblicazione dello stesso.
Le richieste di immatricolazioni vanno effettuate esclusivamente su moduli on line reperibili sul sito
www.unict.it così come descritto al punto 14.

I candidati che non avranno osservato le norme del presente Bando non avranno alcun titolo a
partecipare all’esame di ammissione o, successivamente, se utilmente collocati nelle rispettive
graduatorie, ad effettuare l’immatricolazione.

I titoli presentati in originale o in fotocopia autenticata saranno restituiti, a richiesta dell’interessato,


dalla Segreteria Scuole di Specializzazione trascorsi 120 giorni dalla pubblicazione delle
graduatorie. I candidati provvederanno, a loro cura e spese, entro sei mesi dall’espletamento del
concorso, al recupero dei titoli e delle eventuali pubblicazioni inviate all’Università; scaduto tale
termine l’Amministrazione non risponderà della conservazione delle pubblicazioni e dei titoli.

La Segreteria Studenti delle Scuole di Specializzazione Mediche è in Piazza Bellini, 19, 95131
Catania (Tel. 0957307250 – 0957307256 – 0957307259 – 0957307282 – 0957307283 -
0957307285 Fax 095327154).
La Segreteria, è aperta al pubblico dalle ore 10,00 alle ore 12,30 dei giorni di Lunedì, Martedì,
Giovedì e Venerdì; inoltre dalle ore 15,00 alle ore 16,30 dei giorni di Martedì e Giovedì

Catania, 12.02.2010

IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO IL RETTORE


(Lucio Maggio) (A. Recca)

Allegato A): Informativa ai sensi dell’art.13 del D. Leg.vo 30.06.2003, n. 196


Allegato B) Elenco della Sede della prova scritta e degli esami di profitto valutabili per ogni
singola Scuola

23