Sei sulla pagina 1di 100

RIZA

MARZO 2020 - NUMERO 251 - PERIODICO MENSILE


ISSN 2498-9924 (ONLINE)

L A N U O V A V I A D E L V I V E R E B E N E

CON IL CAMBIO DI STAGIONE AUMENTANO I DISTURBI A COLLO E SPALLE

Elimina per sempre


il dolore cervicale
Così sciogli rigidità e contratture
e rigeneri le cartilagini infiammate
USA IL NOSTRO MIX DI ERBE E MINERALI
Con salice, incenso e Rame recuperi
la mobilità e ti liberi anche dall’artrosi

LO SCUDO VERDE CONTRO I NUOVI VIRUS


Prendi i rimedi che ti proteggono
e potenziano le difese immunitarie
a pag. 18

AFFIDIAMOCI AGLI ALBERI:


SONO MEGLIO DEI FARMACI!
● Ulivo e larice disinfiammano e ripuliscono l’intestino
● Ontano, tiglio e ginkgo ringiovaniscono il cervello
NOVITÀ
● Pino e betulla contro riniti e infezioni
Salute Naturale
è in edicola
anche con il libro
“Il magico
bicarbonato”
A PRIMAVERA DEPURA IL FEGATO CON IL FICO D’INDIA
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
L’editoriale
di Raffaele Morelli

Perché la saggezza viene


dall’acqua e dal silenzio
L’ANSIA E LA DEPRESSIONE TRAGGONO GRANDI BENEFICI QUANDO
CI IMMERGIAMO NELLA VASCA, CIRCONDATI DAI FIORI E DAGLI INCENSI

«P
erché non ti fai un bagno, mi sono detto un po- svanisce. Così facevano gli antichi, i Greci, i Romani, gli
meriggio? Perché non bruci un profumo? Perché Egizi, i Taoisti. Scrive ancora Edoardo: «Deve sapere
non ti metti a ragionare come le piante e come che sono cresciuto a contatto con la terra, grazie alla
l’acqua?». Chi mi scrive queste parole è Edoardo, 38 saggezza dei miei nonni. Sin dalla più tenera età amo
anni, che ha letto su Salute Naturale l’importanza dei stare nella natura e, appena ho un attimo, fuggo nel
fiori, degli incensi, dell’acqua, soprattutto quando stia- piccolo appezzamento di terreno nella campagna, fra
mo male, quando la tristezza ci incalza e si trasforma in gli ulivi e l’orto. Là riesco a trovare il tempo di scrivere,
depressione, quando l’ansia sembra non andarsene più. altra mia passione, e di rilassarmi. Ebbene, la filosofia
Edoardo aveva letto un mio articolo in cui parlavo del Tao, la saggezza del legno grezzo e dell’acqua che
dello stare con se stessi, senza i pensieri, con la mente scorre (come scrive Alan Watts), non poteva non ten-
vuota, immersi nell’acqua della vasca insieme ai fiori. dermi una mano. Quando ho colto che sia lei, dottor
Guai a rimuginare sul passato, a voler dare spiegazioni Morelli, che Jung nutrivate fiducia e rispetto immensi
sui nostri disagi. E guai a dirci che non andiamo bene: per la Via del Tao, mi sono affidato senza condizioni».
“ragionare” come la natura significa essere come i fiori Non puoi stare bene se perdi la natura: ti senti solo,
che si schiudono, che onorano la luce che li inonda… disperato, in balia degli psicofarmaci, delle droghe,
«Ho colto il suo suggerimento di farmi rosa (per la dell’alcol, del frastuono. E soprattutto di quella cosa
verità nel mio caso il giacinto) che si prepara a sboc- terribile che è accaduta in questi anni: parlare di sé.
ciare senza domandarsi perché». Invece bisogna affidarsi al Vuoto, al Nulla, all’assenza
Chiudere gli occhi e immaginare il “proprio fiore” vuol di pensieri, alla pura consapevolezza, che i Taoisti rite-
dire entrare nel regno primordiale dell’anima: siamo nevano la chiave del benessere. «In definitiva», prose-
piante antiche, siamo fiori, siamo foglie. Ecco, i nostri gue Edoardo, «supportato dai suoi libri, dagli esercizi
pensieri sono come le foglie: sono già caduti mentre li di immaginazione con gli archetipi, dalla meditazione
guardiamo e per questo è inutile continuare a ragio- condotta sulla traccia sonora dell’acqua che scorre, ho
nare sui nostri disagi. imparato. Sa qual è l’immagine che mi porto dentro,
I fiori amano il silenzio: si schiudono nell’assenza di suo- a margine di quest’avventura? Quella di una madre
ni udibili dalle nostre orecchie e, quando li immergiamo che per nove lunghi mesi custodisce l’immagine del
nell’acqua della vasca, entriamo senza saperlo nella sag- proprio bambino. Dal feto al neonato. Cosa fa quella
gezza del Tao, del fluire, del perdersi, dell’abbandonarsi madre per nove mesi? Fa? Non-fa? La mamma lascia
alle cose come sono. Eppure, quanto tempo abbiamo che la natura, il Tao senza nome, faccia ciò che sa fare
buttato via per mettere a posto le cose della nostra splendidamente, sin dall’alba dei tempi. La mamma crea
vita, che secondo noi non andavano bene? le condizioni più opportune per interferire il meno
Basta chiudere gli occhi, sentire l’acqua a contatto con possibile con il processo, supportando con premura
la pelle, avvertire l’incenso che entra nelle narici e im- ciò che va compiendosi da sé».
maginare l’albero, il tuo albero: solo così si entra nello Affidarsi al vuoto nel regno delle acque è rinascere
stato sognante degli archetipi, grazie al quale l’ansia come i fiori della primavera. ■

MARZO 2020 ■ 3
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
IL SOMMARIO
PAG.
13 L’EDITORIALE
03 Perché la saggezza viene dall’acqua e dal silenzio

PAG.
13 L’ESEMPIO
06 Il ricino prepara il corpo al cambio di stagione

PAG.
13 NATURA MAESTRA
Arancio

10 Nel volo del piccione c’è la magia del ritorno a casa

PAG. NOTIZIE DAL MONDO


13
Verbena
12 Mangia il maqui: così assorbi meno zuccheri

PAG.
13 CURATI INSIEME A NOI!
17 - Astragalo e ganoderma alzano uno scudo anti virus pag. 18
- Granelli di mastice per i bruciori di stomaco pag. 20
- Con le gocce d’abete rigeneri il tessuto osseo pag. 22
- Dog rose contrasta l’eccesso di sudorazione pag. 24

PAG. L’ENERGIA DEL MESE


28 Arriva la primavera, è tempo di rinascita!
■ ll super integratore
Il p
polline ringiovanisce tutto l’organismo pag. 32
■ La pianta amica
Lasciati sedurre dalla dolcezza della mimosa pag. 34
■ L’alleato di stagione
Gonfiori e mal di pancia? La tua medicina è il lino pag. 36
■ Il rimedio floreale
Con Hornbeam recuperi l’ottimismo e la voglia di fare pag. 38
■ L’organo da proteggere
Ripuliamo la colecisti dalle ultime scorie invernali pag. 40
- L’estratto di fico d’India evita i depositi di trigliceridi pag. 42
- L’olio di rosmarino fluidifica la bile troppo densa pag. 44

PAG. LA COPERTINA DI MARZO


46
Mandorle
Elimina per sempre il dolore cervicale

4 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Edera
Marzo 2020 n. 251

PAG. LO SPECIALE
13 Gli esperti di
59 Affidiamoci agli alberi: sono meglio dei farmaci
PAG.
13 L’ALIMENTAZIONE
69 ■ Cosa fare e non fare
Litchi, agretti e fagioli bianchi ti disintossicano pag. 70
Alimentazione
L. Onorato
Erboristeria e floriterapia
■ L’alimento del mese D. Migliorati
Una porzione di tonno abbassa il colesterolo pag. 72 Medicina ayurvedica
■ Il menu naturale R. Compostella
Con i cibi alcalinizzanti ritrovi la vitalità pag. 74 Medicina cinese
■ I doni della buona terra E. Minelli
Cresce in Piemonte il tè più buono del mondo pag. 78 Ginecologia
F. Zanchi • S. Piloni
■ L’orto sul balcone
Medicina naturale e omeopatia
Fragoline di bosco per disinfettare le vie urinarie pag. 80
C. Molina
PAG. Riabilitazione
13 LA COSMESI
83
G. Oliva • N.Villella
■ Vincere la cellulite Pediatria e allergologia
G. Ferrari
Edera, la tua alleata per i cuscinetti più ostinati pag. 84
■ Cure verdi per la pelle Inviate le vostre richieste a: Salute
Naturale, “Curati insieme a noi” via
Il Gua-Sha è il massaggio che ridisegna l’ovale del viso pag. 86
L. Anelli, 1 - 20122 Milano - E-mail:
■ I consigli antiage salutenaturale@riza.it
Ringiovanisci le tue labbra con miele, caffè e karité pag. 88 Per esigenze editoriali vi preghiamo di
contenere le lettere entro le 20 righe.

PAG. BIMBI & NATURA


13
92 Ribes nero e glicerolo combattono le allergie
Burro
PAG. di karité
13 GLI ANIMALI
94 Arnica e consolida per trattare le fratture

PAG.
13 LE LETTURE
96 Guida all’uso del bicarbonato, magico rimedio tuttofare

Centro Riza Abbandoni, separazioni, fallimenti sentimentali,


disagi esistenziali e disturbi psicosomatici a volte ci
Tutti i giovedì
Servizio di psicologia travolgono. E così ricorriamo agli psicofarmaci con la alle ore 17.00
speranza di salvezza. Ma non è fuggendo dal sintomo,
e psicoterapia o cercando di metterlo a tacere con le medicine, Per informazioni e prenotazioni:
che possiamo risolvere il problema. Questi disagi 02/5820793 - centro@riza.it
Incontri di gruppo racchiudono una gemma preziosa: è il grande sapere
dell’anima che preme per farci realizzare la nostra vera Centro Riza
Tutti i giovedì con natura, cioè il nostro essere diversi da tutti gli altri. di Medicina Naturale
Raffaele Morelli Perché ognuno possiede Immagini soltanto sue. Via L. Anelli, 4
Gli incontri terapeutici del giovedì sono workshop 20122 Milano
SCOPRIAMO LE NOSTRE pratici dove vengono insegnate le tecniche
RISORSE INTERIORI Sito web: http://centro.riza.it
fondamentali per ritrovare il benessere interiore.

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
L’esempio
di Vittorio Caprioglio

Il ricino prepara il corpo


al cambio di stagione
NON È SOLO UN BUON DEPURATIVO: IL SUO OLIO LIBERA L’ORGANISMO
DAGLI SCARTI CHE TOLGONO ENERGIA ALLE FUNZIONI FISIOLOGICHE

l ricino, pianta della famiglia delle Euforbiaceae, era prassi normale (e salutare) ripulire l’apparato
I è un vegetale che proviene dall’ Africa tropicale
e il suo uso risale all’antichità: il suo olio veni-
digerente con quest’olio. Il purgante però non aveva
solo il fine di liberare l’intestino “imbarazzato” dalle
va impiegato come combustibile per le lampade e scorie, ma veniva usato per il suo effetto detossi-
le lanterne, innanzitutto, ma anche come unguento nante “globale”, sia sulla mente che sul corpo: a ogni
per il corpo. Era già noto presso gli Egizi mentre in cambio di stagione, questa somministrazione dal sa-
India era utilizzato come depurativo. Da sempre, pore “rituale” (bastava un cucchiaino per 2-3 giorni
infatti, la medicina popolare è ricorsa all’olio di ricino di seguito) preparava l’organismo al cambiamento
utilizzandolo in caso di costipazione intestinale… che stava per avvenire, ripulendolo dalle scorie e dai
Almeno un paio di volte l’anno - riecheggia nella parassiti che ne avrebbero alterato la funzionalità.
memoria il racconto dei nostri nonni e bisnonni -
Un toccasana in caso di otite e ascessi
ll ricino, però, è una pianta di grande efficacia anche
per molti altri disturbi. Sicuramente (ma per uso
esterno) la medicina popolare lo consigliava come
rimedio, sotto forma di impacco, contro gli arros-
samenti cutanee, gli ascessi, i foruncoli, ma anche
per le infezioni dell’orecchio: bastano poche gocce
massaggiate sulla pelle o versate nel canale uditivo
per eliminare subito infiammazione e dolore. ■

Per rinforzare i capelli deboli e sottili

Utilizzalo come impacco: combatte forfora e doppie punte


L’olio ricavato dai semi di ricino è prezioso in caso di capelli secchi, fini, sfibrati o
con le doppie punte, spesso favoriti da colorazioni e permanenti. In particolare è
eccellente in primavera, quando i capelli tendono a subire un intenso e fisiologi-
co ricambio, e per chi soffre di forfora o di capelli grassi, in quanto riequilibra la
produzione di sebo. Si usa come impacco prima dello shampoo, applicandolo per
mezz’ora su testa e lunghezze e coprendo la testa con un asciugamano.

6 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Per un anno di benessere
abbonati a Salute Naturale

12 numeri di
Salute Naturale
33€
invece di 46,80
+ 2 libri
in regalo

Ecco i 2 libri in omaggio per te


Pronto soccorso Le magiche cure con
mal di schiena Acqua e Limone
Dalle vertebre cervicali fino al Acqua e limone costituiscono
coccige, la nostra schiena è una una coppia formidabile,
parte vulnerabile del corpo. utilissima all’organismo, perché
Si possono allora verificare uniti moltiplicano le loro virtù
episodi acuti di artrosi, curative. Questo abbinamento,
cervicale, dorsalgie, lombalgie e se usato bene, disintossica,
Fino a esaurimento scorte

infiammazioni della parte sacrale. spegne le infiammazioni, aiuta


Ecco gli esercizi che permettono la digestione e l’attività
di vincere il dolore e superare intestinale. Fa anche dimagrire,
la rigidità muscolare, oltre ai perché stimola il metabolismo,
consigli per evitare le ricadute. riduce la ritenzione e i gonfiori.
*

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Se attivi un altro abbonamento
a una rivista del gruppo Riza
il secondo ti costa solo 29,90 euro in più

12 numeri 12 numeri 12 numeri


AntiAge Dimagrire Riza Psicosomatica

12 numeri 12 numeri 12 numeri


Curarsi Mangiando PerdiPeso Alimentazione
Naturale

12 numeri 12 numeri 6 numeri


Salute Naturale Riza Dossier Riza Scienze
Extra

NUOVO Abbonarsi è facile!


Chiama il numero: 02/5845961
6 numeri Oppure invia un sms: 331/9656722
Manda una e-mail: ufficioabbonamenti@riza.it
a soli Collegati al sito www.riza.it (area shopping)

19 €
invece di 35,40
Per il pagamento:
❐ Bollettino di c/c postale n. 25847203 intestato
a Edizioni Riza S.p.A. - Milano
❐ Carta di credito e paypal direttamente dal sito www.riza.it

❐ Bonifico bancario Iban: IT34A0521601617000000010302


(specificare la causale)

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Natura maestra
di Thomas Morelli

DA QUESTO MESE NASCE LA NOSTRA RUBRICA DI ECOLOGIA

Nel volo del piccione c’è


la magia del ritorno a casa
COS’È LA PRIMAVERA SE NON UN TORNARE ALL’ORIGINE DI TUTTO? A MARZO,
OSSERVA LA DANZA DEGLI UCCELLI: TI RICONDURRÀ AL TUO NIDO INTERIORE

N
on vuoi capire che ogni uccello che fende le vie a un miglio da casa. Famose sono, inoltre, le imprese
dell’aria è un universo mondo di delizie, chiuso dai dei piccioni impiegati durante le guerre, che grazie
tuoi cinque sensi?”. Con queste parole, conte- alla loro affidabilità nel consegnare messaggi, hanno
nute ne Il matrimonio del Cielo e dell’Inferno, il celebre cambiato l’esito di diverse battaglie.
poeta inglese William Blake inizia una serie di afori-
smi che hanno come obiettivo quello di riportare lo Nel cielo recupera il senso delle radici
sguardo al mondo terrestre. Per Blake, il senso delle Non si sa di preciso come il piccione faccia a trovare
cose non andava ricercato troppo lontano, ma nel in modo così infallibile la rotta di casa, passando per
nostro mondo dove, anche nel volo di un uccello, si luoghi a lui sconosciuti. A differenza di quello degli
nasconde un mistero che va ben oltre ciò che la no- altri animali migratori, l’istinto di navigazione dei
stra percezione riesce a cogliere. Ecco perché vi vo- piccioni non è legato al cambio delle stagioni o alle
glio parlare della Columba Livia (il comune piccione), condizioni climatiche. Per i piccioni, la casa non è
del suo innato talento per ritrovare sempre la rotta semplicemente un generico territorio fertile, dove
di casa, e di quanto questo volatile possa insegnarci. trovano le condizioni migliori per proliferare, ma un
Il piccione è tra i migliori navigatori del mondo, e luogo specifico, quello dove sono nati e cresciuti.
l’uomo si è da sempre servito delle sue incredibili Questo senso di appartenenza al luogo nativo, scrive
abilità. Pensate che la maggiore distanza, (registrata) Jon Day nel suo libro Homing, rende il piccione simile
volata da un piccione è di 8700 chilometri, dalle coste a noi come nessun altro animale. I piccioni, molto
della Namibia fino a Londra, dove è morto stremato prima di Ulisse, hanno compiuto viaggi altrettanto
insidiosi per ritornare in patria.
In una cultura che sembra perdere le proprie radici
Un animale fedele e instancabile ogni giorno che passa, il piccione conserva l’idea di
appartenenza, di ritorno a casa: un territorio ester-
È dotato di un “radar” interno no (il posto dove è nato e al quale vuole tornare),
ma anche interno, tanto che è in grado di sentirlo
Per scoprire il segreto del loro senso dell’o- a migliaia di chilometri di distanza. Il piccione
rientamento, alcuni piccioni sono stati porta dentro di sé questo spazio sacro, ed è
fatti volare in gabbie completamente disposto ad affrontare qualsiasi prova per
coperte in modo che non vedessero il tornarci. Ecco perché è il simbolo della
territorio che percorrevano, eppure tut- permanenza che abita ogni essere vivente:
ti hanno ritrovato la via di casa. tutto può mutare ma noi siamo destinati
a ritrovare il nostro Sé. Anche noi siamo in
viaggio per trovare la nostra casa interiore. ■

10 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
La soluzione più avanzata, basata sui rimedi della tradizione nordica

Migliora la tua vista


A cura della Direzione Programmazione e Sviluppo

Blue Berry ™
I mirtilli sono tra i frutti più preziosi per gli occhi e da
sempre fanno parte della tradizione dei medici farmacisti
svedesi, che ne sfruttano le virtù per il trattamento dei
problemi alla vista. Blue Berry è l’integratore formulato
proprio sulla base di quei rimedi nordici tradizionali.
• Blue Berry contiene estratti di Vaccinium Myrtillus,
un particolare mirtillo, originario del Nord Europa.
Questo piccolo frutto è noto per il suo colore intenso
e per l’elevato apporto nutritivo. I potenti antiossidanti
che contiene, sono estratti accuratamente, in modo da
preservare tutta la loro efficacia.
• Nelle compresse Blue Berry, l’estratto di mirtillo è
unito alla luteina
luteina, un carotenoide che si trova in elevate
concentrazioni nella macula, la parte della retina
dell’occhio responsabile della vista centrale.

> Scopri di più


su www.newnordic.it
LO TROVI IN FARMACIA
Confezioni da 60 o 120 compresse
per 1 o 2 mesi di trattamento

Blue Berry TM è in vendita in tutte le farmacie o visita il sito www.newnordic.it


Per maggiori informazioni: 02.89070845 - info@newnordic.it

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Naturalmondo
Le notizie del mese

SPAGNA

Mangia il maqui: così


assorbi meno zuccheri
NOTA ANCHE COME MIRTILLO DELLA PATAGONIA, QUESTA BACCA
RIDUCE IL RISCHIO DI SVILUPPARE LA SINDROME METABOLICA

e bacche di maqui sono il frutto di un albe-


L ro che cresce spontaneo in Patagonia, sop-
portando le condizioni climatiche avverse
tipiche di questa regione. Chiamati anche “mirtilli
della Patagonia” questi frutti si caratterizzano per
un color blu-porpora scuro, dovuto al loro elevato
contenuto di antocianine, polifenoli dall’intensa
azione antiossidante. Proprio grazie a tali sostanze,
il maqui è utilizzato fresco o, più spesso, sotto for-
ma di succo o come integratore in compresse o
capsule di estratto secco, per proteggere le cellule
dall’invecchiamento, dai radicali liberi e dagli effetti
di inquinamento, radiazioni solari ecc.

Per stabilizzare la glicemia


Gli estratti di maqui si sono rivelati utili, nel corso
di una ricerca condotta dall’Università di Barcellona,
i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista
Antioxidants, per contrastare l’insulino-resistenza,
Antioxidants
ossia la difficoltà delle cellule a utilizzare
Come integratore in modo efficiente gli zuccheri introdotti
con la dieta, in soggetti in sovrappeso e
Da solo oppure con la moringa in presenza di una dieta ricca di zuccheri
e grassi; tali effetti benefici sarebbero
Il maqui si puà assumere come integratore in capsule o
dovuti ad alcune particolari antocianine,
succo. In commercio lo trovi però anche abbinato ad
note come delfinidine, contenute
altre piante, tra cui Moringa oleifera, olivo, ibisco e altre,
nelle bacche, e renderebbero
in formulazioni ideate per contrastare la sindrome
il maqui utile per prevenire il
metabolica, una condizione rischiosa per la salute di
diabete ma anche alcuni disturbi
cuore e circolo, in cui si possono associare sovrappeso,
cardiovascolari. (F.V.)
ipercolesterolemia, iperglicemia e altre alterazioni.

12 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Naturalmondo
Le notizie del mese

CINA

Con l’okra rivitalizzi


la microflora batterica
okra è una pianta che prospera nelle aree a
È UN ORTAGGIO ESOTICO
CHE CONTIENE MUCILLAGINI
L’ clima caldo, coltivata in molti Paesi africani, in
Medioriente, in Asia e in America del Sud. Ne
esistono molte varietà, ma la più diffusa produce un
E NUTRE LA FLORA “BUONA” frutto verde acceso, dalla forma simile a un pepe-
INTESTINALE. IN PIÙ, FAVORISCE roncino e dal caratteristico interno a forma di stella.
Consumata come ortaggio, l’okra è stata lungamente
LA SECREZIONE DI SEROTONINA, usata dalla medicina popolare anche come lassativo
e per trattare problemi urinari e respiratori; i frutti
L’ORMONE DEL BUONUMORE
dell’okra, che non a caso appartiene alla stessa fa-
miglia botanica della malva, hanno la caratteristica di
racchiudere al loro interno delle mucillagini che si
gonfiano a contatto con l’acqua. Acuni polisaccaridi
contenuti nell’okra sono di recente stati al centro di
uno studio condotto da ricercatori cinesi e pubblica-
to sull’International
International journal of biological macromolecules.
Lo studio ha dimostrato che l’okra ha la capacità
di riequilibrare la flora batterica intestinale, contra-
stando le disbiosi e le infiammazioni, e conseguen-
temente avrebbe anche effetti antidepressivi, dovuti
alla stretta relazione intercorrente tra benessere
intestinale e stati d’animo. (F.V.)

Provala anche in cucina

Ottima in caso di stipsi e colite


L’okra è oggi reperibile presso diversi ortolani che vendono ortaggi
esotici e in supermercati particolarmente forniti. Sono reperibili anche i
semi, per chi volesse coltivarla nell’orto o sul terrazzo. Puoi consumare i
suoi frutti dopo averli fatti stufare brevemente con cipolla, uno spicchio
d’aglio e passata di pomodoro e spolverizzando infine con mentuccia
fresca. Questo contorno dal tipico gusto mediterraneo, è benefico per
le mucose dell’intestino, soprattutto se infiammate da stipsi e colite.

14 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Pagina singola.indd 45 11/02/20 11:16
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Il nuovo libro
di Raffaele Morelli

L’ansia, il panico,
le nevrosi,
le ossessioni
che ci tormentano
sono i segnali
della metamorfosi
che ci porterà
alla guarigione
e alla felicità

IN TUTTE LE LIBRERIE
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
CURATI INSIEME A NOI!
I nostri esperti sono
a tua disposizione.
Invia le tue domande a
salutenaturale@riza.it
Risponde il prof. E. Minelli Risponde D. Migliorati

PAG. PAG.
Astragalo e ganoderma Dog Rose contrasta
contro l’epidemia virale 18 l’eccesso di sudorazione 24
Risponde la dott.ssa C. Molina

PAG.
Granelli di mastice per
i bruciori di stomaco 20
Risponde il dott. M. Andena

PAG.
Con le gocce d’abete
rigeneri il tessuto osseo 22

MARZO 2020 ■ 17
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Curati insieme a noi
Risponde il prof. Emilio Minelli
Esperto di Medicina Integrata Centrata sulla Persona
Scrivi a salutenaturale@riza.it

Astragalo e ganoderma
uno scudo contro l’epide
UN CORPO PULITO E IDRATATO, RINFORZATO
Astragalo
CON LE ERBE CHE POTENZIANO LE DIFESE,
PUÒ ESSERE UNA BUONA E UTILE PREVENZIONE
CONTRO LA NUOVA SINDROME CINESE

ara lettrice, in genere quando ci sono noti-


C zie che coinvolgono Cina, mercati, commerci,
occorre fare attenzione alle fake news (e ulti-
mamente ne stanno circolando parecchie), consi-
derando che in gioco ci sono anche fattori politici
ed economici. Non si può immaginare infatti quanti
sarebbero contenti di tagliar fuori, per un tempo più
o meno lungo il mercato cinese e quanti, viceversa,
Ganoderma sul mercato cinese, sarebbero contenti di poter dire
che non è successo niente.
Il virus che causa la nuova polmonite fa paura per-
ché è un coronavirus, un genere che include diversi

C ari amici di Salute Naturale, sto patogeni, fra cui quello che dal 2002 causò la Sars,
leggendo in questi giorni le notizie provocando la morte di 775 persone in tutto il mon-
allarmanti relative al coronavirus, che potrebbe do, e la Mers, che dal 2012 causò almeno 500 morti.
creare problemi seri anche da noi. Con i voli Insomma: benché questo virus potrebbe, a fronte dei
aerei e il gran movimento di persone nel mondo, primi dati, non essere molto aggressivo, è certo che
oggi le malattie si propagano molto in fretta! Mi ha degli antenati “poco raccomandabili”.
potreste spiegare di che cosa si tratta e come
si trasmette questo virus? Quali sono i sintomi, La globalizzazione
quali le cure? Visto che per ora non c’è il vaccino, moltiplica i contagi
è possibile “rinforzare” il nostro sistema immu- Di fronte a questa nuova
nitario per ridurre i rischi di contagio? Ho 69 emergenza, si sono poi
anni e ho fatto la vaccinazione antinfluenzale aperti due partiti: quel-
classica: servirà a qualcosa? Grazie mille. lo che tende a farne un
problema cinese e quel-
Roberta, Milano

18 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Il consiglio del medico
Per noi che viviamo fuori da aree sospette, vale
comunque la pena di vivacizzare la prevenzio-
ne utilizzando rimedi come l’astragalo e il ga-

alzano
noderma, ma anche il nostrano aglio, da
noderma
prendere sia in compresse che come
condimento, come stimolante del
sistema immunitario. L’astragalo

mia virale
può essere assunto in compres-
se di estratto secco titolato al
70% in polisaccaridi.
Il ganoderma deve essere invece
titolato al 20% in polisaccaridi:
lo che lo considera un problema internazionale. se ne assume una compressa a
Di certo, la mobilità delle persone e delle merci metà mattina.
ha globalizzato il mondo. I viaggi e gli spostamenti ■ Anche se sembra banale (ma non
possono favorire la rapida diffusione della malattia, lo è affatto!), un principio cardine per li-
anche se va detto che è ancora difficile capire quale mitare la diffusione del virus è quello di lavarsi
sia il rischio perché i dati sono in continua evo- molto spesso le mani. È l’Oms che è tornata a
luzione. Si sa tuttavia che il bilancio dei contagiati raccomandarlo, perché il contatto delle mani
sta ormai accelerando e cresce ogni giorno. Agli con persone e oggetti presenti in luoghi pubblici
anziani, come pure alle persone affette da patolo- può aumentare il rischio di contagio. Anche una
gie croniche, s’impone ovviamente di escludere buona idratazione contribuisce a tenere sveglio
viaggi nelle zone a rischio e di potenziare le difese il sistema immuniutario perché l’acqua libera il
immunitarie. Regola, quest’ultima, valida per tutti. corpo dal carico di tossine che possono infiam-
marlo e indebolirlo.
Niente allarmismi ma... su la guardia! ■ Tenuto conto dell’ambiguità dei sintomi e della
Partito inizialmente da Wuhan, il virus è comparso soggettività delle risposte, in caso di malessere
anche a Guangdong, Pechino e altre città cine- è bene chiedere un parere al medico: il vaccino
si. È stato altresì segnalato in Thailandia, Giap- antinfluenzale è inutile contro il coronavirus.
pone, Corea del Sud e Stati Uniti. In Europa la
situazione è ancora in divenire ma è comunque
adeguatamente monitorata. L’Organizzazione anche perché il virus è stato identificato molto
mondiale della sanità (Oms), dopo una prima precocemente, cosa che non avvenne ad esem-
fase in cui sembrava che l’emergenza riguardasse pio nel caso della Sars. E il vantaggio in termini
prevalentemente (anche se non solo) la Cina, di tempo potrebbe essere d’aiuto nel limitare la
ha in seguito dichiarato lo stato di “emergenza diffusione della malattia.
sanitaria globale“, come avvenne per esempio Il governo cinese ha infine reso noto che, benché
per la pandemia di influenza H1N1 nel 2009. il primo contagio sembrerebbe essere avvenuto
E i rischi per l’Europa e l’Italia? In assenza di dati da animali all’essere umano - dalle indagini è infatti
definitivi, bisogna evitare di allarmarsi oltremi- emerso che i contagiati erano frequentatori assi-
sura, evitando di affidarsi a fonti di notizie non dui del mercato Huanan Seafood Wholesale, ora
verificate. Gli indicatori più importanti restano chiuso - la trasmissione avviene anche da uomo
le valutazioni dell’Oms, che monitorando il fe- a uomo; in attesa di sapere quanto sia potente e
nomeno a livello mondiale danno indicazioni di capace il virus di spargersi fra la popolazione, non
allerta aggiornate. La buona notizia è che per resta che affidarsi alle indicazioni delle autorità
ora il problema sembra abbastanza contenuto sanitarie nazionale e internazionali.

MARZO 2020 ■ 19
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Curati insieme a noi
Risponde la dott.ssa Cristina Molina
Medico chirurgo esperto in omeopatia e omotossicologia
Scrivi a salutenaturale@riza.it

Granelli di mastice per


i bruciori di stomaco
C
ARRIVA DA CHIOS, IN GRECIA, ara Sofia, è bene prestare attenzione all’alimen-
tazione: meglio non consumare cibi molto spe-
LA RESINA CHE CURA IL REFLUSSO. ziati, grassi o fritti, non esagerare con il caffè e
ANCORA PIÙ EFFICACE SE AGGIUNGI gli alcolici e fare tanti piccoli pasti distribuiti nell’arco
della giornata.È importante comunque cercare di
FICUS CARICA E MIELE DI MANUKA mantenere il peso forma (anche introducendo l’at-
tività fisica nella propria vita) e abituarsi a mangiare
lentamente. Riposare con la testata del letto rialzata
può lenire il disturbo durante il riposo.

G entile dottoressa, ho 39 anni


e soffro di reflusso esofageo.
È un problema che ha sempre avuto an-
che mio padre. Devo stare sempre attenta
Il consiglio del medico
all’alimentazione e a volte prendo degli
antiacidi, soprattutto se magari sgarro un ■ Un gemmoderivato che può essere d’aiuto
po’… ho anche molto spesso una specie di è Ficus carica (il fico) per la sua azione sui
mal di gola che però, mi hanno spiegato, è disturbi gastroduodenali. È utile anche nelle
legato non alle vie respiratorie ma proprio forme dispeptiche perché favorisce l’equilibrio
al reflusso acido. Ci sono rimedi naturali della motilità e delle secrezioni. La posologia
che potrei usare per stare meglio? Grazie. di Ficus carica MG 1 DH è di 40 gocce diluite
in acqua assunte prima di pranzo; si prosegue
Sofia, Cremona
per 20 con sospensione di 10 prima di ripetere.
■ Può lenire il sintomo anche la Mastiha di
Chios, una resina vegetale ottenuta dal Pista-
Chios
cia lentiscus, che ha proprietà antibatteriche,
antinfiammatorie, antiossidanti, antisettiche
e cicatrizzanti. È disponibile in diverse for-
mulazioni e il dosaggio dipende dal prodotto
prescelto: si può optare per le compresse o
i granuli, da masticare come caramelle, utili
anche per combattere l’eventuale alitosi.
Mastiha ■ Un infuso di melissa, da bere più volte al
giorno, può essere d’aiuto, per via delle sue
proprietà antinfiammatorie e lenitive, così
come un cucchiaino di miele di manuka as-
Ficus carica sunto in purezza, in caso di necessità, mezz’ora
prima di pranzo.

20

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
QUALITÀ PREMIATA PER 4 ANNI CONSECUTIVI Leggere le avvertenze prima dell’uso

Medaglia d’oro assegnata da Monde Selection negli anni 2016, 2017,


2018, 2019 per la più alta qualità rispetto ad altri Ginseng.

GINSENG
Vuoi saperne di più sulle 3 versioni di Ginseng IL HWA Sigillo Oro? ORO CLUB
Fai la CHIAMATA GRATUITA al Numero Verde 800 254142 dal lunedì al venerdì, otterrai
tutte le informazioni di cui hai bisogno.
Scopri sul nuovo sito
www.ilginseng.it tutti i vantaggi
In ERBORISTERIA e FARMACIA
per chi si registra al Club
“Ginseng Oro Club”.

IL HWA SIGILLO ORO è un marchio NATURANDO


NATURANDO S.r.l. Osio Sotto (BG) - naturando@naturando.it - www.naturando.it

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Curati insieme a noi
Risponde il dott. M. Andena
Medico chirurgo esperto in omeopatia e agopuntura
Scrivi a salutenaturale@riza.it

Con le gocce d’abete


rigeneri il tessuto osseo
B
uongiorno Patrizia. L’osso è un tessuto “vivo”
LA PERDITA DI CALCIO PUÒ ESSERE
soggetto a un continuo processo di rimodella-
FREQUENTE IN MENOPAUSA: PER mento. Questa attività, operata da cellule spe-
cializzate, consente di mantenere la densità minerale
COMPENSARLA, PRENDI IL MACERATO ossea (BMD, o Bone Mass Density) e la massa mine-
DELLA CONIFERA ALPINA INSIEME A rale ossea (BMC) entro i livelli di normalità. L’esame
che viene utilizzato per valutare la salute dell’osso
UN INTEGRATORE DI SALI E VITAMINE è la Mineralometria Ossea Computerizzata (MOC),
che consente di diagnosticare se si è in presenza di
Abete osteopenia (modesta demineralizzazione ossea) op-
bianco
pure di osteoporosi (che può determinare il rischio
di fratture). La riduzione dei livelli di estrogeni, tipica
della menopausa, può essere un fattore favorente sia
l’osteopenia che l’osteoporosi.

I consigli del medico


È importante rinunciare ad alcol e fumo, fare atti-
vità fisica regolare che comporti carico meccanico
(corsa leggera, camminata, salire le scale…), man-
Vitamine tenere il peso forma e optare per un regime diete-
tico che apporti un introito adeguato di vitamine
e minerali. In caso di carenze supplementare la

H o 52 anni e dopo un con-


trollo che mi ha prescritto il
mio medico dopo la menopausa
dieta (facendosi seguire da un medico) con vitami-
na D, K2, minerali (tutti gli essenziali); importanti
sono calcio e magnesio, da assumere in quantità
è risultato che ho una lieve osteopenia. Ho bilanciate in quanto l’assunzione di calcio senza
anche una carenza di vitamina D. Sono pre- una giusta integrazione di magnesio potrebbe non
occupata, temo che possa venirmi un’oste- essere efficace. In assenza di patologie e sensibilità
oporosi precoce. In chiave preventiva, la individuali potresti trarre beneficio dall’assunzione
medicina naturale cosa consiglia in questi di Abies pectinata gemme (abete bianco) MG 1
casi? Grazie per il vostro aiuto. DH, 50 gocce al dì per cicli di 20 giorni, da ripetere
eventualmente dopo averne valutato gli effetti. In
Patrizia, Modena
alternativa assumi l’equiseto anche come decotto.

22

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Via L. Gonzaga 12/A - 06016 Selci Lama di San Giustino (PG) - Tel. 075 861051
Scopri il mondo Erbamea all’indirizzo www.werbamea.com

Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un sano stile di vita.
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Curati insieme a noi
Risponde Daniela Migliorati
Naturopata esperta in floriterapia
Scrivi a salutenaturale@riza.it

Dog Rose contrasta


l’eccesso di sudorazione
QUESTO FIORE, ABBINATO A BILLY GOAT PLUM E A FLANNEL FLOWER,
È UN AIUTO CONTRO L’IPERIDROSI CHE FA SUDARE LE MANI E IL VOLTO

E
cco un sintomo “birichino” che svela agli estra-
nei proprio ciò che vorresti nascondere! Una
sudorazione eccessiva può esternare la tua fra-
gilità quando ti senti esposta. Quella alle mani, poi,
scatta come meccanismo di protezione, una barriera
(l’acqua) che inconsciamente si erge quando entri
in relazione col mondo “sconosciuto”. La stretta di
mano tra due persone è conoscenza immediata, e le
tue mani comunicano insicurezza dovuta forse a un
po’ di vergogna, con il conseguente timore del giudi-
zio esterno. Ma sei tu stessa a giudicarti, non l’altro!
Dog
Rose
I rimedi da utilizzare

D a tempo soffro di “iperi-


drosi” e cioè di sudorazione
eccessiva: sudo molto, anche sulle mani, e
Puoi ricorrere a una miscela che comprenda Dog
Rose, per vincere timidezza e timore che nel tem-
Rose
po hanno leso la fiducia in te stessa; Billy Goat
poiché quasi quasi mi aspetto questo sin- Plum per una maggior accettazione
tomo, ecco che puntualmente compare… del tuo corpo, e Flannel Flower
Flower,
Sono un po’ rotondetta, timida e un po’ per aprirti con morbidezza
introversa, ma in realtà sono efficiente sul alla relazione e al contatto
lavoro e con gli amici sono anche brillante. con l’altro, soprattutto fisico.
Quando però conosco qualcuno, soprattutto Little Flannel Flower ti rende-
in ambito professionale, ma anche in altri rà spontanea e brillante anche
contesti, o se devo stringere la mano per con persone autorevoli, che ti
esempio al medico o all’assicuratore, ecco incutono soggezione.
che cominciano i problemi… Ho 38 anni. Mi ■ Fatti preparare una miscela con 7 gocce di ogni
potete aiutare? Magari con i fiori? rimedio in una bottiglietta da 30 ml e prendine 7
Anna, Magenta gocce mattino e sera per 3 mesi. Di tanto in tanto
lascia cadere alcune gocce in un palmo delle mani
e massaggia entrambe, interno ed esterno.
24 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Percorsi AntiAge
al Centro Riza di
Per restare giovani, vivere
MEDICINA FUNZIONALE DIMAGRIMENTO
DELL’INTESTINO OLISTICO

NOVI

L’intestino sano è il miglior passaporto Tornare in forma, perdere peso


per il benessere e la longevità. e sentirsi bene nel proprio corpo:
Grazie a specifici trattamenti naturali abbiamo la strategia giusta per te.
lo si può curare ricreando
il necessario equilibrio del microbiota. Contro la tendenza
a ingrassare che au-
menta con l’età, con-
Oltre alla normale funzione digestiva, quest’or- tro il grasso addomi-
gano produce ormoni, vitamine, neurotrasmet- nale che accompagna
titori e stimola attivamente l’azione del sistema la menopausa il Cen-
immunitario. Lo si può curare ripulendolo a fon- tro Riza ti fornisce un
do dalle tossine e ricreando il corretto equilibrio nuovo modo di man-
del microbiota, ovvero dei batteri “buoni” che giare, capace di farti
lo abitano. Per questo motivo molti disturbi, perdere peso in maniera naturale. Il dimagrimen-
che non sembrano direttamente collegati, in re- to olistico e AntiAge proposto dal Centro Riza ap-
altà dipendono da un suo cattivo funzionamen- plica un metodo innovativo in tre fasi.
to. Presso il Centro Riza di Medicina Naturale, • Viene definito un programma alimentare indi-
attraverso l’utilizzo di cure integrate a base di viduale, sano e bilanciato.
probiotici, fito e micoterapici si curano i più co- • Si insegnano abbinamenti e tecniche di cucina
muni disturbi intestinali come colite, stipsi, co- antiage per aumentare l’apporto di vitamine e
lon irritabile, gonfiori addominali, intolleranze antiossidanti della dieta.
alimentari… ma anche ansia, stress, depressio- • È garantita infine una consulenza per affron-
ne, malattie della pelle, allergie, cefalee, fibro- tare anche gli aspetti psicoemotivi del rapporto
mialgie e disfunzioni multiorgano. con il cibo, decisivi nell’ottenimento del risultato.

i Per ulteriori informazioni e appuntamenti


telefonare al n. 02 5820793
Centro Riza di Medicina Naturale e Dimagrimento Olistico - Via Luigi Anelli, 4 - 20122 Milano
e-mail centro@riza.it - www.centro.riza.it
Dal lunedì al venerdì 9.00-13.00 e 14.00-18.00. Si riceve anche il sabato.

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
personalizzati
Medicina Naturale
bene e più a lungo
INCONTRI CON
PSICOTERAPIA RAFFAELE MORELLI
L’aiuto che ti serve per superare Quelli che chiami difetti possono diventare
gli ostacoli, ritrovare la serenità i punti di forza della tua unicità.
e vivere pienamente la tua vita a ogni età.
Incontri di gruppo
Se con l’età rimangono Tutti i giovedì dalle ore 17.00
ansie, paure, difficoltà SCOPRIAMO LE NOSTRE RISORSE INTERIORI
relazionali gli psicolo- Gli incontri terapeutici del giovedì con Raffaele
gi e gli psicoterapeuti Morelli sono workshop pratici dove vengono in-
del Centro Riza sono segnate le tecniche fondamentali per ritrovare
al tuo fianco per darti il benessere interiore. Interagendo direttamente
l’aiuto che ti serve per con Raffaele Morelli sarà possibile ricevere consi-
ritrovare serenità e gli efficaci per affrontare i disagi esistenziali e
gioia di vivere. Ti pro- i disturbi psicosomatici che a volte ci travolgono.
poniamo percorsi di psicoterapia, utili anche in Un approccio unico e originale, che cambierà per
caso di panico, depressione e crisi di coppia. sempre il tuo modo di pensare.

Gli esperti del Centro Riza


MEDICINA di Medicina Naturale
NATURALE Dott.ssa Daniela Marafante Medico psicoterapeuta,
Vice-Direttore dell’Istituto Riza e responsabile del Centro Riza
Dott.ssa Cristina Molina Medico omeopata
La giovinezza e la salute sono un capitale
da difendere ogni giorno: Dott.ssa Marilena Zanardi Psicologa e floriterapeuta
solo la Natura può aiutarti a farlo. Michela Riva Naturopata e operatrice di massaggio olistico
Natalino Villella Osteopata
Al Centro Riza proponiamo un percorso di me- Dott.ssa Maria Chiara Marazzina
dicina naturale AntiAge capace di prolungare Psicologa psicoterapeuta
la tua giovinezza.
Dott.ssa Laura Onorato Nutrizionista Biologa, farmacista
Si inizia con una valutazione dello stato gene-
rale di salute, basata sulla storia clinica e sull’a-
Dott.ssa Monia Battistutta Psicologa psicoterapeuta
scolto del paziente. Dott.ssa Pamela Scarlata Medico, idrocolonterapista,
esperta in microbiota intestinale

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
L’ENERGIA DEL MESE

Arriva
rriva la primavera.
È tempo di rinascita!
IL FERMENTO DI MARZO SPAZZA VIA TUTTO CIÒ CHE È ORMAI VECCHIO:
METTIAMOCI IN SINTONIA CON LA NATURA CHE SBOCCIA E GERMOGLIA
LIBERANDO L’ORGANISMO DA SCARTI METABOLICI E RESIDUI DI FARMACI

Il polline
Ne basta un solo
cucchiaino al giorno
per scongiurare
i cali fisici e mentali.

Il lino
Usa il suo olio e bevi
il macerato dei suoi
semi per ripulire
l’intestino.
Il fico d’India
Sotto forma di
estratto, depura la
colecisti e previene
i calcoli biliari.

28 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Hornbeam
L’essenza del
frassino è un super
ricostituente. Utile
anche per i dolori.

Il rosmarino
Come infuso o
come olio, fluidifica
la bile vischiosa e
aiuta a digerire.

La mimosa
Tienila in casa e
trasformala in un
unguento che cura
rughe e smagliature.

MARZO 2020 29

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
L’ENERGIA DEL MESE

Serve una barriera naturale


contro le infiammazioni
L’ARIA CARICA DI POLLINI E LE GIORNATE LUMINOSE CI REGALANO
UNA SFERZATA DI VITALITÀ. MA QUESTA CASCATA DI ENERGIA DEV’ESSERE
DOSATA, PER EVITARE CHE IRRITI PELLE,VIA AEREE E SISTEMA DIGERENTE

L’
energia effervescente di marzo ci invita a affrontare la rinascita marzolina con gradualità,
uscire dal guscio delle abitudini, a esplorare per evitare sia la pigrizia che l’esaurimento.
e a intraprendere iniziative nuove. Una ten- In marzo il “metabolismo” della Terra riprende a
sione evidente attraversa tutta la Terra, che ora carburare, e così farà il tuo, se saprai garantirti ciò
viene “spazzata” e ripulita dal vento, e raggiunge che serve in questa fase: depurazione e nutrimen-
anche noi, trasmettendoci grande eccitazione e to di qualità, per alimentare le forze del rinnova-
una voglia di fare che, se non sappiamo man- mento. E ricorda: all’inizio della primavera, i sogni
tenere l’equilibrio, ci porta a “bruciare” subito e i progetti custoditi durante l’inverno incontrano
tutte le energie. Questa iper eccitabilità, se non le condizioni giuste per venire alla luce. L’energia
viene ben dosata, può in effetti trasformarsi in del mese sostiene tutti i cambiamenti, nel corpo,
infiammazioni intestinali, ingorghi biliari, disturbi nella mente e nelle abitudini quotidiane, sta a te
digestivi, arrossamenti cutanei, allergie respirato- far sì che vadano in direzione della tua salute e
rie, difficoltà del sonno. Ecco perché è essenziale del tuo benessere.

Il sole La luna La terra


Ci invita a uscire Riaccende le forze È tutta proiettata
all’aria aperta del cambiamento verso la rinascita
Nei giorni dell’equinozio, at- Fra il 7 e il 9 marzo, dopo il Nel mito greco, marzo era
torno al 20 del mese, lasciamo novilunio, inaugura una nuova la stagione in cui Persefone
alle spalle i mesi freddi e oscuri routine di benessere, da segui- (la personificazione della pri-
dell’inverno e andiamo verso il re per tutto il mese: la sera, fai mavera) tornava sulla Terra.
regno del sole. Il corpo, piano un massaggio alle gambe con un Mettiti in sintonia con questa
piano, si riattiva e si apre alla cucchiaino di olio di mandorle e atmosfera tenendo in casa
bella stagione: approfittane per 4-5 gocce di olio di gelsomino.Ti rami fioriti e piccole zolle
uscire all’aria e alla luce, ma an- aiuterà a dormire bene e ad atti- di muschio: riempiono la tua
cora con le adeguate protezioni. vare le energie di rigenerazione. casa di fitormoni stimolanti.

30 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Le cure naturali
Le risorse di marzo
per la tua salute
IL SUPER INTEGRATORE Il polline
Dall’alveare, ecco la cura contro la stanchezza,
le anemie e l’esaurimento tipici di questa stagione.

LA PIANTA AMICA La mimosa


La sua essenza profumatissima tonifica il sistema
nervoso e, applicata sulla pelle, attenua le rughe.

L’ALLEATO DI STAGIONE Il lino


Utilizza i suoi semi (ma anche l’olio e la farina)
per depurare il colon ed eliminare il catarro.

IL FIORE DI BACH Hornbeam


Ricavato dal carpino, è il rimedio che
“sveglia” le persone stanche e demotivate.

Drena e rinforza la colecisti!


L’organo in cui si raccoglie la bile in questo periodo
è intasato di grassi e tossine: bisogna ripulirlo con
l’estratto di fico d’India e l’olio di rosmarino.

MARZO 2020 31 31

■ ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
L’ENERGIA DEL MESE

IL SUPER INTEGRATORE

Il polline ringiovanisce
subito tutto l’organismo!
GENEROSA FONTE DI VITAMINE, SALI MINERALI
E AMMINOACIDI, QUESTO DONO DELLE API
È UN SUPER RICOSTITUENTE PER LE CELLULE

C
oncentrato di energia dei fiori, il polline raccol-
to dalle api è un super ricostituente naturale
per la primavera. È composto da un’elevata per-
centuale di zuccheri e grassi che “nutrono” muscoli
e tessuti nervosi, con una potentissima azione anti
fatica. Il polline apporta elevate quantità di proteine
(utili per rigenerare collagene e connettivo), oligoe-
lementi e vitamine A e C dalla funzione antiossidan-
te. La presenza di rutina, un bioflavonoide accelera-
tore della crescita (utile per rinforzare i capelli), e di
enzimi, lo rende un ottimo integratore per favorire
il ricambio cellulare e prevenire l’invecchiamento.
Come si assume
Per prevenire anemia e astenia
Fra l’altro il polline è anche un buon alleato dopo Ne basta un cucchiaino
una terapia antibiotica, perché elimina le tossine
depositate dai farmaci. Infine, il polline è un rime-
al giorno a colazione
dio prezioso per trattare le anemie primaverili e La dose di polline consigliata è di
l’astenia tipica dei cambi di stagione, perché regala un cucchiaino al giorno, da pren-
slancio alla tiroide e al metabolismo, e stimola l’ap- dere la mattina a colazione, ma-
petito in modo naturale. Senza rischi per la linea. Se sticandolo un minuto prima di
soffri di allergie ai pollini, inizia ad assumere qualche deglutirlo. Il polline ha un effetto
granellino e verifica come reagisce il tuo organismo; tonico, ed è bene evitarlo alla sera:
se non accusi sintomi particolari, prendi pure la la cura dovrà proseguire per un
dose “intera”.Tuttavia, se scegli un polline “grezzo”, mese (2 mesi in caso di particolare
lavorato a basse temperatu- stanchezza). Nei periodi di stress,
re, preservi gusto e virtù in convalescenza e soprattutto in
nutrizionali e riduci il primavera, si può arrivare fino a
rischio di allergie. (F.B.)
(F.B. 2-3 cucchiaini nell’arco di 24 ore.

32 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Prendilo da solo o con i rimedi che
ne completano l’efficacia curativa
Il polline è un integratore già di per sé completo, ma si presta anche ad abbinamenti che
ne esaltino le specifiche virtù terapeutiche: provalo ad esempio con il latte di nocciola,
la rosa canina, la pappa reale e lo zenzero per trattare cali immunitari e stanchezza.

Con il latte di nocciola Insieme alla pappa reale


rinforza la memoria previene e riduce lo stress
Ricco di ferro, potassio, magnesio, La pappa reale è prodotta dalle ghiandole
fosforo e acidi grassi della salivari delle api operaie per nutrire le
serie Omega 3 e 6, l’olio di piccole api nei primi giorni di vita.
nocciole contrasta i cali Ricca di vitamine e acetilcolina,
di concentrazione e le la pappa reale migliora la
perdite di memoria risposta allo stress. Ogni
tipici delle stagioni mattina, quindi, assumi
“di passaggio”. Se un cucchiaino di
hai meno lucidità polline e una
del solito, quindi, “palettina” di
al mattino bevi pappa reale.
un bicchiere di
latte di nocciole
tiepido in cui
avrai sciolto
2 cucchiaini di
polline.

Abbinalo allo
zenzero per fare
scorta di energia
Per vincere infiammazioni e
Con la rosa canina rinforza dolori e prevenire debolezza
le difese immunitarie ed esaurimento, l’abbinamento
perfetto è quello fra il polline
Ti serve un aiuto contro gli ultimi virus
e lo zenzero, pianta ricca di
di stagione e vuoi dare un sostegno
oli essenziali disinfettanti e
al sistema immunitario? Cerca un
analgesici: mentre prendi il
integratore di polline arricchito con la
polline, abbina l’assunzione
rosa canina, forziere di vitamina C.Va
di una compressa di estratto
preso al mattino. Oppure accompagna
secco di zenzero o bevi un
il cucchiaino di polline con 50 gocce di
infuso preparato con la radice.
macerato di rosa canina con acqua.

MARZO 2020 33

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
L’ENERGIA DEL MESE

LA PIANTA AMICA

Lasciati sedurre
dalla dolcezza
della mimosa
L’AROMA AVVOLGENTE DEI SUOI FIORI È UN BALSAMO PER IL CERVELLO.
E IL SUO OLIO, APPLICATO SULLA PELLE, GUARISCE ECZEMI E DERMATITI

U
na bionda ondata di spumeggianti infiorescenze internazionale della donna, ma non a tutti capita
s’infrange puntuale come ogni anno a marzo d’imbattersi nello spettacolo di una mimosa fiorita.
sul monocromo paesaggio invernale, riempien- Che, con un po’ di fortuna, si può incontrare nei
do l’aria di profumo e di luce e risvegliandoci tutti parchi cittadini o in qualche giardino, soprattutto se
da un rigido torpore. Non importa quanto manchi vicino a uno specchio d’acqua.
ancora alla primavera, perché le mimose ne annun-
ciano sempre audacemente l’inizio e lo fanno in Arriva dall’Australia nell’Ottocento
grande stile: mazzetti gialli invadono infatti, l’8 del Tra le ultime essenze ornamentali arrivate agli
mese, ogni angolo delle nostre città, pronti per esser inizi dell’Ottocento, per il vezzo della nobiltà
regalati ad amiche, mogli, figlie, sorelle, mamme... È
un’usanza tutta italiana l’associazione di questo fiore,
solare e luminoso, alla celebrazione dalla Giornata

Chiedi in erboristeria la sua essenza

Aggiungila al sapone liquido


L’assoluta di mimosa (e cioè l’olio essenziale ottenuto
per estrazione alcolica e non per distillazione) è un con-
centrato di energia femminile e la sua profumazione
floreale e talcata evoca la tenerezza della primavera.
Puoi aggiungerla al tuo sapone liquido (5-6 gocce per
cucchiaio di prodotto) soprattutto se in questa stagione
soffri di allergie cutanee e di arrossamenti: l’essenza di mimosa,
infatti, è l’ideale per trattare eczemi e dermatiti.

34 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Subito in acqua
Se raccogli dei rametti
di mimosa o li ricevi
in dono, mettili
subito in un vasetto
con dell’acqua. Per
prolungare la durata del
fiore, aggiungi mezza
compressa di aspirina

UNA GRANDE FAMIGLIA


DI PIANTE PROFUMATE
Il nome “mimosa” deriva da mi-
mus, che significa “attore”. E
seppure la Mimosa dealbata sia
spettacolare nell’esibizione della
fioritura marzolina, il nome è in verità legato
a una sua “parente”, la Sensitiva o Mimosa
pudica, conosciuta per quel ritrarsi e chiudersi TRASFORMALA IN OLEOLITO
veloce delle sue foglie appena sfiorate. La Mi-
mosa pudica non è australiana, ma è origina-
ria del Brasile e cresce non lontano da un’altra Attenua macchie,
mimosa nota nel Mesoamerica: si tratta della
Mimosa tenuiflora, la cui corteccia dispensa rughe e smagliature
una sostanza usata per trattare le ustioni. Per Il fiore della mimosa è molto adatto per la pre-
tali virtù la pianta è cono- parazione di un oleolito, da usare sia sul viso che
sciuta come “albero sul corpo, anche per trattare macchie cutanee
della pelle” e l’estrat- e smagliature. Siamo nel mese giusto per rac-
to si trova da noi col cogliere la “materia prima”: la preparazione è
nome di Tepezcouhi- davvero semplice...
te, ingrediente di po-
mate dalle proprietà
■ Come fare Procurati dei rami fioriti
cicatrizzanti. Mimosa
pudica di mimosa, stacca fiori e peduncoli con le
dita o le forbici e colma a metà un vaso
di vetro, stropicciandoli con le mani. Versa
olio di mandorle o di girasole in modo che
siano ben imbevuti e perfettamente rico-
perti e chiudi il vaso. Lascia macerare in un
inglese, dalle lontane terre d’Australia, quest’al- luogo fresco e asciutto e al riparo dalla luce,
bero dalla chioma ampia e scomposta e le foglie agitando ogni giorno. Dopo un mese filtra
grigio-argentee simili a piume, è di fatto un’acacia con una garza e conserva in
((Acacia o Mimosa dealbata), ben accolta in tutto un flacone di vetro scuro:
il Continente dove cresce volentieri negli angoli otterrai un olio prezioso
al riparo dalle rigide temperature invernali. E si da usare come tratta-
è infatti ambientata nella regione dei laghi mento di bellezza per
e sulle coste mediterranee e tirreniche; viso e corpo, rigene-
qui la pianta della mimosa condivide ter- rante ed elasticizzan-
ra e cielo con agrumi, gelsomini, lavanda e te e adatto anche su
narcisi, tutte essenze intense e preziose che da pelli sensibili. Il suo
secoli entrano nella composizione dei più ricer- delicato profumo,
cati profumi. E che hanno la capacità di tonificare dolce e nel contem-
i circuiti neuronali e di allontare ansia, tensioni e po erbaceo, ti aprirà il
nervosismo. (D.M.) cuore alla gioia.

MARZO 2020 35

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
L’ENERGIA DEL MESE

L’ALLE ATO DI STAGI


L’ALLEATO STAGIONE
ONE

Gonfiori e mal di pancia?


La tua “medicina” è il lino
I
LA PIANTINA DA CUI SI RICAVA l lino è la fibra da cui l’uomo ha appreso l’arte
della tessitura, diffusa fra Egizi, Babilonesi e Fenici,
DA MILLENNI UNA FIBRA TESSILE e forse questo vegetale è anche il più antico rime-
dio curativo tuttora utilizzato. Le virtù medicinali dei
PREGIATA È UN GENEROSO
suoi semi, infatti, erano note già a Ippocrate, il medico
CONCENTRATO DI SOSTANZE greco depositario di una tradizione ben più remota e
nata probabilmente già nella preistoria.
RIEQUILIBRANTI E DETOX La fioritura del lino è uno spettacolo dalle sfumature
blu, che si ammira all’inizio dell’estate. In settembre, gli
steli vengono poi raccolti, essiccati, immersi in acqua,
Da marzo lasciati asciugare, battuti e cardati, infine filati e nuo-
Questo è il periodo vamente bolliti: solo allora saranno pronti per essere
in cui si semina utilizzati come una pregiata fibra tessile.
il lino, che fiorisce
a inizio estate Il suo segreto è nascosto nei semi
La scienza medica ci ha poi spiegato che la “magia
curativa” del lino - e in particolare dei suoi minuscoli
semi - deriva dalla miscela ben calibrata di acidi grassi
essenziali (in particolare di acido alfa-linolenico, un
acido grasso essenziale della famiglia degli Omega 3
che protegge cuore e cervello), mucillagini, proteine,

L’olio, ricca fonte di Omega 3, fa bene al cuore


L’olio di semi di lino è un forziere di acidi grassi Omega 3, e in particolare
di acido alfa-linoleico, ed è una delle poche fonti vegetali di questa im-
portante sostanza antinfiammatoria che protegge, in particolare, cuore e
arterie. L’olio apporta, inoltre, acido oleico, lecitina, acido folico, vitamina
B, vitamina E e tanti minerali, come zinco e magnesio. Gli esperti confer-
mano che bastano 6 g di olio di semi di lino per soddisfare il fabbisogno
giornaliero di Omega 3: è l’equivalente di un cucchiaino di olio crudo, da
assumere preferibilmente il mattino a digiuno. Si conserva in contenitori
scuri di vetro e in frigorifero, per non più di 2 mesi dall’apertura.

36 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
PER RIATTIVARE LA PERISTALSI

La mattina bevi un bicchiere del suo macerato


mace
La parte esterna dei semi di lino è resistente ai succhi gastrici: se li
consumiamo al naturale, pertanto, rischiamo di espellerli quasi intatti.
Per sfruttarne al meglio le proprietà, occorre schiacciare i semi
in un mortaio, frullarli nel mixer fino a ottenere la farina op-
pure metterli a mollo in acqua, per ricavarne un macerato: i
semi infatti si gonfiano a contatto con il liquido, liberando
mucillagini e formando una massa gelatinosa dall’effetto
emolliente. Questo rimedio è utile per curare gli stati
infiammatori gastrointestinali e, utilizzato in caso di sti-
tichezza, può evitare l’utilizzo di lassativi.

■ Come si prepara Metti in un bicchiere d’acqua naturale un cucchiaio di


semi di lino e lascia il tutto in infusione per una notte, coprendo il bicchiere con un
piattino. La mattina, bevi il macerato: se vuoi, puoi anche aggiungere i semi allo yogurt.

GLI ALTRI BENEFICI

svariati minerali, vitamine B1, B2, E e soprattutto vi- Ideale


deale anche contro
tamina F, indispensabile nella formazione delle mem-
brane cellulari e per contrastare i processi infettivi e
la tosse e i reumatismi
per ritardare l’invecchiamento. I semi di lino, fra l’altro, L’olio di semi di lino si estrae per pressione
contengono anche molte fibre idrosolubili, che depu- a freddo
freddo dai semi polverizzati, ed è ricco di
rano e nutrono la flora batterica; inoltre sono fonte acidi grassi polinsaturi che aiutano a tenere a
di lignani, sostanze a cui di recente è stata attribuita bada colesterolo e trigliceridi: si usa per con-
un’azione anticancerogena. dire o, ancora meglio, si assume a crudo (un
cucchiaino al dì) come integratore. Dai semi si
Un aiuto in caso di intolleranze ricava anche la farina che, miscelata ad acqua
Il lino ha quindi un’ottima azione riequilibratrice su calda, invece, si può stendere sul petto o sulla
tutte le funzioni organiche: i semi, in particolare, schiena per sciogliere tosse e catarro o
sfiammano l’intestino, vincono la stipsi, elimina- per trattare dolori e contratture.
no gas e fermentazioni e ci aiutano anche a
evitare eventuali intolleranze dovute all’ac- ■ Come fare Per combattere
cumulo di sostanze potenzialmente irritanti, i reumatismi si versa della farina a
come per esempio il glutine o il lattosio. Il secco in un sacchetto di lino (o co-
lino, inoltre, attiva i processi di disintossica- tone), esponendo l’involto al vapore
zione e contribuisce a regolarizzare i livelli caldo per 15 minuti, poi si applica
di colesterolo. Ecco perché dovrebbe essere sull’area colpita dal dolore lasciando
sempre presente nella nostra dieta. (G.B.) agire per 20 minuti.

MARZO 2020 37

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
L’ENERGIA DEL MESE

IL RIMEDIO FLOREALE

Con Hornbeam recuperi


l’ottimismo e la voglia di fare!
RICAVATA DAL CARPINO, ALBERO ROBUSTO ED ESUBERANTE, QUEST’ESSENZA
AIUTA LE PERSONE FIACCHE E DEMOTIVATE SUL PIANO FISICO E MENTALE

H
ornbeam, il carpino, è un albero robusto che
manifesta una notevole vitalità nella crescita e si
In caso di dolori e rigenera velocemente ad ogni potatura.
disturbi del circolo Il rimedio preparato coi fiori di questa bella pianta è
di aiuto quando si ha la sensazione che una “qualche
•di L’essenza di Hornbeam non è utile solo in caso parte della mente o del corpo abbia bisogno di esse-
astenia: aggiungi 3 gocce del rimedio puro a re fortificata prima che possa facilmente compiere il
una noce di pomata all’arnica e applica in caso proprio lavoro”, come indica Edward Bach.
di lussazioni e slogature: accelererai la guarigione Hornbeam è quindi un valido alleato se si avverte
restituendo vigore alla parte lesionata. spossamento e mancanza di energia non dopo un’at-
tività faticosa ma... prima che si faccia qualcosa!
• Bastano 2 o 3ungocce di Hornbeam mescolate a
cucchiaio di olio alla calendula Se al mattino fai fatica ad alzarti
per far guarire le ulcerazioni È una sensazione che si prova a volte al suono della
della pelle dovute a cattiva sveglia, quando ci si sente fiacchi anche se si è dor-
circolazione. È un disturbo mito a sufficienza e ci si alza a fatica. Si tratta di una
frequente, ad esempio, nelle stanchezza di origine psichica, legata essenzialmente a
persone diabetiche. scarsa motivazione e alla quale il corpo risponde con
la fatica a “mettersi in moto” per affrontare la giornata.
Ricorri a Hornbeam se al mattino compaiono rigidità
articolare o debolezza muscolare, soprattutto a
mani e braccia, quando gli occhi sono arros-
sati oppure senti il desiderio di un al-
tro caffè per tenerti su. Un bicchiere
d’acqua e 3 gocce di Hornbeam
Come si prepara faranno molto più di un caf-
Aggiungi 5 gocce di Hornbeam in fè: ti sentirai pervadere da
un flaconcino con contagocce da una positività che riattiverà
30 ml riempito di acqua naturale e energie mentali e fisiche
2 cucchiaini di brandy e prendine sopite, restituendoti ottimi-
4 gocce subito al risveglio e a smo e vitalità. (D.M.)
metà pomeriggio per tutto
il mese di marzo.

38 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
L’ENERGIA DEL MESE

COSA CURIAMO A MARZO

Ripuliamo la colecisti
dalle ultime scorie invernali
IL “SACCHETTINO” CHE CONTIENE tervento della tiroide, e via dicendo. Tra questi
processi non poteva mancare una rimodulazione
LA BILE IN QUESTA STAGIONE È PIENO degli enzimi digestivi, che devono essere in grado
DI SCARTI PESANTI. DEVI ELIMINARLI di aiutare l’intestino ad assorbire di più i nutrienti
all’inizio di una fase che aumenta nettamente la
PRIMA CHE DIVENTINO CALCOLI richiesta energetica e la prontezza psicofisica.
Oltre al pancreas, quindi, è chiamata in gioco
■ di Pietro Fornari, medico anche la colecisti, che aiuterà il fegato nella pro-
duzione di una bile di maggiore qualità e quantità.

O
gni momento di passaggio crea naturali di-
sequilibri nella distribuzione e nella modu-
lazione delle energie. Ecco perché i cambi
di stagione sono momenti delicati per il corpo,
che deve attivare i suoi naturali meccanismi di
compensazione, al fine di presentarsi al meglio
all’appuntamento con una nuova fase dell’anno.
Il sistema nervoso si prepara a una rinnovata
cascata ormonale ipotalamo-ipofisaria; il meta-
bolismo viene accelerato grazie al prezioso in-

“Collabora” con il fegato Fegato

Cistifellea
È lei che raccoglie i succhi biliari
che servono a digerire i grassi
La colecisti (o cistifellea) è un organo a forma di piccolo così da renderli assorbibili dalla mucosa dell’intestino te-
sacchetto allungato che si trova appoggiato alla parete nue. Quando il chimo, superato il piloro, arriva nel duodeno
inferiore del fegato, con cui è in stretto rapporto. La sua (la prima parte dell’intestino) si attiva una sorta di “doccia
funzione è costituita dal raccoglimento di parte della bile enzimatica”: il pancreas immette i propri enzimi (lipasi,
prodotta dal fegato stesso, conservandola pronta per l’uso. proteasi e amilasi), mentre fegato e colecisti riversano la
La bile è la sostanza più aggressiva dell’organismo, capace bile. Il chimo diventa così una poltiglia (chiamata chilo)
di scindere i grassi presenti nel chimo (il cibo già parzial- pronta per essere assorbita. Senza bile, tuttavia, il pancre-
mente digerito dallo stomaco) in molecole più semplici, as da solo non basterebbe a digerire i grassi.

40 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Contiene anche molti anticorpi
La colecisti svolge preziosi funzioni. Innanzitutto
potenzia l’azione della bile epatica, svolgendo un’a-
zione di supportro alla digestione necessaria nelle
fasi di passaggio. Poi protegge la mucosa propria
e del duodeno dall’azione aggressiva degli acidi
biliari attraverso la produzione della glicoproteina
mucina. E infine, attraverso complessi meccanismi
biochimici, rende fluido e snello il circolo delle Mangia ogni giorno
sostanze digestive e di scarto, e previene danni
intestinali riassorbendo alcuni acidi biliari prodotti
un’insalata di carote
dal fegato. La sua è dunque un’azione invisibile ma Le carote sono uno degli alimenti
assai concreta, che si gioca ad ogni passaggio di più protettivi per la colecisti. Oltre
cibo, ed il fatto che si possa vivere anche senza a disinfiammarla, purificano la bile
colecisti (la si toglie chirurgicamente quando è in essa contenuta e rigenerano i suoi
molto infiammata e/o piena di calcoli), non deve tessuti. E allora, questo mese, mangia
farci pensare che non sia importante, anche per- ogni giorno un piatto di carote
ché contiene una quota di anticorpi in forma di come antipasto: le puoi gustare
immunoglobuline. crude, tagliate a julienne, o cotte,
a rondelle, ma sempre condite con
Risente dello stato emotivo un’emulsione di olio d’oliva, succo
Sebbene così legata alla fisiologia viscerale, la cole- di limone e sale. In alternativa, puoi
cisti risente moltissimo del vissuto interiore della anche centrifugarle e berne il succo.
persona. Le sue due principali patologie (l’infiam-
mazione e la calcolosi), oltre ad avere cause orga-
niche come squilibri alimentari o la forma troppo
allungata dell’organo stesso, trovano infatti note-
voli contributi in specifici atteggiamenti mentali ed quanto rischiano di bloccare il deflusso della bile e
emotivi. Il passaggio verso la primavera, ad esempio, di infiammare la colecisti stessa. Lo stesso discorso
può essere vissuto da molti in modo conflittuale e vale per la rigidità caratteriale che, opponendosi
frustrante e ciò può far crescere rabbia e aggres- ai cambiamenti, arriva proprio a cambiare la com-
sività, che, se non risolte a livello mentale, posso- posizione della bile, aumentandone la densità. La
no trovare nella bile - aggressiva per natura - un simbologia di questo processo può essere così
veicolo sostitutivo simbolicamente adattissimo. In schematizzata: la persona non riesce a cambiare,
questi casi la bile si fa più vischiosa e favorisce la a lasciarsi andare al nuovo periodo ricco di vita,
comparsa, al suo interno di concrezioni che, nel e la vitalità finisce per “incattivirsi” e convogliarsi
tempo, possono diventare calcoli duri, pericolosi in contro la persona stessa.

I rimedi da usare per rivitalizzare la cistifellea


L’estratto di fico d’India e l’essenza di rosmarino
sono i due fitoterapici da usare in
sinergia per disintossicare e per
•Spazza
Il fico d’India a pag. 42
via i grassi che intasano la colecisti

disinfiammare la colecisti. Miglio-


rano il metabolismo dei grassi e •Il suoIl rosmarino a pag. 44
combattono anche bruciori e acidità. olio essenziale drena e fluidifica la bile

MARZO 2020 41

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
L’ENERGIA DEL MESE

L’estratto di fico d’India


evita i depositi di trigliceridi
SONO QUESTI I GRASSI CHE SPESSO INTASANO I DOTTI BILIARI:
SE LI SMALTISCI, ANCHE LA DIGESTIONE NE TRARRÀ GIOVAMENTO

S
iamo abituati a consumare i frutti dell’Opuntia ficus
indica, e cioè i ben noti fichi d’India; eppure anche le
foglie della pianta, dette “pale” o “nopalitas”, sono
preziose per la pulizia del fegato, della colecisti e dei
dotti biliari. Gli estratti delle pale, infatti, sono fonte di
betacarotene, vitamine del gruppo B, vitamina C,
In compresse calcio, magnesio, sodio, potassio, ferro e fibre
solubili e insolubili come lignina, cellulosa,
Per depurare la colecisti, pectine e mucillagini. Un mix che in labo-
usa l’estratto di fico d’India in ratorio ha confermato un’ottima azione
compresse: se ne prendono 4 al ipocolesterolemizzante, utile per aiutare
giorno, 2 un’ora prima di pranzo e 2 l’organismo a ripulirsi dei grassi (in parti-
un’ora prima di cena, per 1-2 mesi. colare trigliceridi) che, depositandosi nella
Volendo, abbina a questa cura cistifellea, la infiammano e determinano la
cura anche il consumo di formazione di piccoli cristalli: i calcoli biliari.
frutti freschi.
Azione detox ad ampio spettro
L’estratto di fico d’India, inoltre, esercita poi un’eccellente
azione antinfiammatoria e
diuretica, ad ampio spettro,
ottimizzando anche i processi
Dalla pianta si ricava anche un olio digestivi: per affrontare la
primavera liberi dalle
Nutre la pelle e anche i capelli scorie e nel pieno delle
nostre energie. (G.B.)
Dai semi dei frutti del fico d’India, ricchi di proteine e lipidi,
si estrae con un processo di spremitura a freddo un olio
pregiato. L’elevato contenuto di acido oleico e acido
linoleico ha un’azione emolliente e idratante, mentre
la presenza di vitamina E (tocoferolo) rallenta l’in-
vecchiamento. L’olio di semi di fico d’India è così
delicato che si può utilizzare anche sul contor-
no occhi. Oggi è inserito in molti prodotti di
bellezza, come creme viso, sieri e oli. Applicato
sui capelli, evita l’effetto-crespo.

42 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
senza
glutine CERTIFIED

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
L’ENERGIA DEL MESE

L’essenza di rosmarino
fluidifica la bile troppo densa
L’ARBUSTO MEDITERRANEO, RICCO DI OLI STIMOLANTI, È UN TOCCASANA
DOPO UN PERIODO DI DIETA TROPPO CALORICA E “SOSTANZIOSA”

A
stenia, nervosismo e irritabilità spesso sono Un’erba amica della salute epatica
malesseri che hanno un’origine “epatica” e L’olio essenziale che si ricavata da questo profu-
compaiono proprio per segnalarci che il mato arbusto mediterraneo, considerato da sem-
fegato è infiammato e la bile è carica di tossine pre un rimedio d’elezione contro l’affaticamento
che irritano la colecisti. In questi casi, possiamo cronico per le sue proprietà stimolanti e antios-
affidarci al rosmarino: la sua azione depurativa sidanti, disinfetta e rigenera la ghiandola epatica,
e tonica, nota già agli antichi, è stata confermata ne ripara le cellule eventualmente danneggiate e,
dalla medicina odierna, che lo consiglia - anche in aggiunta, stimola in modo specifico la funzione
solo in aggiunta alle pietanze sotto forma di della colecisti, fluidificando la bile vischiosa.
battuto - come gran depurativo delle Ecco perché il rosmarino è una delle no-
secrezioni biliari. stre piante-guida di marzo: oltre che
come essenza, provalo sotto forma
Anche come infuso di infuso; basta un cucchiaio dei
Abituati a usare il rosmarino come suoi aghi freschi da far bollire per
battuto e fai bollire i suoi aghi 10 minuti in una tazza d’acqua, al
per preparare degli infuso termine si filtra e si beve, caldo
digestivi da bere a fine pasto o tiepido, preferibilmente alla fine
din ogni pasto. ■ (F.B.)

Come
COMEolio da massaggio
SI UTILIZZA

Va frizionato all’altezza del fegato


Prepara un olio da massaggio diluendo 20 gocce
di olio essenziale di rosmarino in 100 ml di olio di
mandorle dolci, e versa l’unguento così ottenuto
in un flacone di vetro scuro. Usane qualche goccia la
mattina, dopo la doccia, per massaggiare delicatamente
la zona del fegato, fino a completo assorbimento.

44 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Così elimini per
La copertina di Marzo

i dolori cervicali
CON LE ERBE GIUSTE SBLOCCHI IL COLLO E LE SPALLE, SCIOGLI
LE CONTRATTURE E RIGENERI ANCHE LE CARTILAGINI INFIAMMATE
■ con la consulenza della dott.ssa Cristina Molina, medico chirurgo esperta
in omeopatia, omotossicologia e terapie naturali e del dott. Giovanni Oliva, fisioterapista

A
ll’inizio c’è solo una contrattura fasti- antinfiammatorio, purtroppo ci si abitua quasi
diosa, con la sensazione che il collo sia a convivere con queste sensazioni sgradevoli,
bloccato e pesante. Ma, almeno le prime fino a quando l’irrigidimento muscolare è così
volte, bastano una doccia calda e un mas- intenso da compromettere la qualità della vita
saggio locale con una pomata all’arnica per durante il giorno e anche la notte, costringen-
risolvere il problema. Il fatto è che poi, con doci a fare i conti con un problema che va
l’andare del tempo, la rigidità aumenta e, a un oltre la cattiva postura occasionale e mette
certo punto, compare il dolore.Accompagna- in gioco un assetto ben più rilevante: quello
to a una tensione che quasi ci impedisce di del nostro equilibrio generale, che ha nella
far ruotare la testa. zona del collo uno dei suoi punti di snodo
Ecco i sintomi di uno dei disagi più comu- più importanti.
ni durante le stagioni di passaggio - come
è appunto la primavera - soprattutto fra le Colpisce 15 milioni di persone
donne e già a partire dai 40 anni: la cervicalgia. Si calcola che oggi soffrano di cervicalgia circa
Giorno dopo giorno, e con l’aiuto di qualche 7 italiani su 10, pari a oltre 15 milioni di per-

SCOPRI COSA FARE PER SENTIRTI


Marzo, mese umido e ventoso contraddistinto da temperature ancora instabili, è uno dei periodi più delicati
per l’esordio o il riacutizzarsi della cervicalgia. Ecco perché abbiamo chiesto ai nostri esperti di indicarci una
terapia mirata, per prevenire i dolori di collo e spalle e per combatterli nella loro duplice versione, acuta e cronica.

Ecco quali sono I consigli per curare


le cause del disturbo l’attacco acuto


Posture scorrette, tensioni, Se all’improvviso non riesci
degenerazione delle cartilagini, più a muovere il collo,
umidità e stress: sono per eliminare tensioni
tanti i fattori che possono PAG. e dolori prendi salice, PAG.
causare l’l’infiammazione.
48 uncaria e verbena.
50
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
sempre

sone adulte, spesso ancora in età lavorativa,


che per curare questo disturbo altamente
invalidante devono ricorrere a ortopedici, fi-
siatri, fisioterapisti. E, soprattutto, ai farmaci.
Sono questi i dati emersi a fine 2019 durante
il dodicesimo “Trauma meeting” promosso a
Riccione dall’Associazione degli Ortopedici e
Traumatologi ospedalieri Italiani (Otodi): è la
fotografia di un fenomeno che non accenna
a ridimensionarsi e per il quale giocano un
ruolo di primo piano, oltre ai fattori climatici
scatenanti, anche la compresenza di artrosi,
gli errori posturali, l’uso di calzature sbagliate,
le troppe ore trascorse con la testa china
su videoterminali, tablet e smartphone ma
anche e soprattutto l’ansia e lo stress che,
scaricando su collo, nuca e spalle uno stato di
tensione costante, provocano infiammazione
e dolore.

SUBITO MEGLIO
Gli antinfiammatori
di sintesi attenuano
Come trattare L’importanza del il dolore ma non risolvono

il disturbo cronico sonno e del riposo la causa del disturbo.


E, se usati per troppo tempo,
Manganese e Rame e l’estratto Anche la stanchezza peggiora
riempiono il fegato di scorie
d’incenso sono i rimedi per i disturbi cervicali: impara a
la cervicalgia ricorrente. scegliere il cuscino giusto tossiche, a lungo andare
Anche quando è favorita PAG. e prima di dormire applicaPAG. molto pericolose.
dalla presenza dell’artrosi.
52 un unguento all’origano.
54
MARZO 2020 47

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
UN’IMPORTANTE ZONA DI SCAMBIO

Si trovano fra co
collo e nuca
le 7 vertebre più del
delicate
DA LORO DIPENDONO IL SOSTEGNO DELLA
La copertina di Marzo

TESTA E L’EQUILIBRIO DI TUTTO IL CORPO.


ECCO PERCHÉ BISOGNA MANTENERLE SANE

on il termine “cervicale” si identifica la


C
Le vertebre
zona posteriore del collo e, in particolare, cervicali
quel segmento di colonna composto dalle Sono in tutto
prime sette vertebre. Contandole dall’alto, s’in- sette: la prima,
contra la prima vertebra, che si chiama Atlante: il situata a livello
della nuca, si
nome allude all’omonimo protagonista del mito chiama Atlante
greco, condannato per l’eternità a portare il ed è quella
peso del mondo appoggiandolo fra collo e spalle. su cui ruota
la testa
Il tratto cervicale è quindi un “ponte” tra il capo
e il resto del corpo: attraverso il collo e le sue
vertebre, dove passano linfa e vasi sanguigni, ciò
Spalle e braccia
che nasce nel cervello si prepara a tradursi in
azione. E infatti, all’interno del collo coabitano Se la cervicale è
in pochissimo spazio vertebre, muscoli, artico- infiammata, anche
le spalle soffrono e La fascia dorsale
lazioni e nervi, in particolare il nervo vago, che diventa faticoso
dalla nuca scende fino allo stomaco: si spiega farle ruotare. A Molti dolori
volte le braccia cervicali si
così perché, quando la cervicalgia infiamma il perdono potenza irradiano anche
nervo vago, possono a volte comparire disturbi alla parte alta
digestivi e nausea. della schiena,
interessando
i muscoli
Sono coinvolti anche i nervi e le prime 4
Il compito delle strutture del collo è quindi vertebre dorsali
quello di veicolare tutte le sollecitazioni e le
informazioni che il corpo e la testa si scambia-
no a vicenda. Nello specifico, la cervicalgia è
il dolore localizzato nella parte posteriore del
collo e della nuca, accompagnato da difficoltà
di movimento in piegamento, torsione e rota-
zione, rigidità muscolare, dolori che si irradiano
a braccia e spalle e, a volte, da disturbi della
sensibilità che si manifestano sotto forma di
formicolii alle mani. Può inoltre capitare che il
dolore alla cervicale si propaghi fino alla testa,
dando così origine a cefalea con malessere e
capogiri.

48 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Quando subentra l’artrosi, la colonna inizia a piegarsi
Se vengono intaccate le strutture cartilaginee e muscolari profonde, la curva
fisiologica del tratto cervicale gradualmente si modifica. Ecco cosa succede...
■ IL COLLO “PARADOSSO” In alcuni casi la curva scompare lasciando il collo
rigido e il tratto cervicale si rettilineizza, come se fossimo costretti a vivere con un
paraocchi, al comando di qualcun altro, guardando dentro un angolo visuale ristretto,
incapaci di flessibilità. Si parla anche di “collo paradosso”, che compare quando la
colonna inverte la sua concavità.
Chi soffre di questo tipo di cervicalgia spesso è una persona che si ritrova a
dover fare l’esatto opposto di quello che desidererebbe.

■ LO SCHIACCIAMENTO VERTEBRALE Esistono poi dei casi in cui le ver-


tebre riducono lo spazio che le separa, la colonna si aaccorcia e la testa appare come
“incassata” fra le spalle: questa conformazione è tipica delle persone chiamate “senza
collo” perché hanno subito un progressivo schiacciamento della parte alta della colonna.
La deformazione del collo, in questi casi, è dovuta a un eccesso di pesi - fisici e
mentali - che si è costretti a portare, con rassegnazione, sulle spalle.

■ LO SPOSTAMENTO IN AVANTI Infine, ci sono dei soggetti che soffrono


di cervicalgia in quanto il loro collo è spostato in avanti: in questi casi, le vertebre
tendono quasi a “scivolare” sul petto, la testa tutta è in avanti rispetto al corpo.
È un po’ come se la persona fosse costantemente orientata verso il futuro in una
corsa frenetica, senza riuscire a fermarsi o a cambiare direzione quando serve.
La conformazione è molto frequente tra chi è vittima dell’ansia o dello stress.

Devi conservare l’integrità


del collagene articolare
Le cause più comuni di cervicalgia comprendono lo stress, le cattive
posture e l’infiammazione dei tessuti e nervi locali dovuta agli sbalzi Inizia con
climatici, ai colpi d’aria (condizionata, da spiffero o da finestrino) la prevenzione
e all’umidità. Vi è poi la “regina” delle cause, e cioè il progressivo
irrigidimento delle vertebre favorito dall’avanzare dell’età. Temi che il cambio di
clima possa infiammare
Diverso ancora è il caso del dolore cervicale provocato dall’ar- la cervicale? Scendi in campo
trosi, che è la conseguenza di una alterazione del metabolismo
cellulare dei condrociti - le cellule che costituiscono il tessu-
con una prevenzione naturale,
to cartilagineo - e può essere dovuta a numerosi fattori: dai capace di tenere lontano
traumi più o meno importanti all’abuso di farmaci e agli errori tensioni e dolore. Se invece il
alimentari, o a stati infiammatori cronici che a lungo andare disturbo è già in atto, prendi
determinano la distruzione delle fibre di collagene che com- subito le erbe analgesiche
pongono le cartilagini e le strutture articolari.
da associare a ginnastiche,
impacchi e massaggi.

▼ ▼

MARZO 2020 ■ 49
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
PER L’ATTACCO IMPROVVISO

Salice, uncaria e verbena sciol


U
FUNZIONANO COME I FARMACI n attacco di cervicalgia, prima o poi,
può arrivare a tutti.A maggior ragio-
ANTIFLOGISTICI, MA... SONO ne perché, al giorno d’oggi, sono tan-
PRIVI DI EFFETTI COLLATERALI! te le situazioni che possono infiammare
La copertina di Marzo

la muscolatura e le cartilagini del collo: in


primo luogo l’abuso di strumenti digitali
(computer, tablet e telefonini) costringe
Scorza il tratto cervicale in posizione innaturale
d’arancio
anche per ore, favorendo le contratture.
Inoltre, nel caso delle donne, attenzione
anche alle calzature con tacchi troppo
alti, che alterano la curva della colonna:
un tacco di 5-6 cm sarebbe l’ideale.
Ecco allora i consigli utili per tutti, da
mettere in pratica fin dai primi segnali di
indolenzimento locale.
Olio
di cocco

La prevenzione adatta a tutti


Applica l’olio d’arancia e lavanda
Spesso i dolori cervicali peggiorano perché non
ascoltiamo i primi sintomi di sofferenza del collo, che
compaiono anche quando stiamo per ore al volante o
Con i bagni e i massaggi
se trasportiamo pesi eccessivi. In questi casi, bisogna conservi scioltezza e mobilità
associare al riposo ginnastica e massaggio. L’essenza estratta dalle scorze d’arancia
ha un’ottima azione antinfiammatoria:
Ogni mattina fai 20 rotazioni in un pentolino a bagnomaria sciogli a
fuoco basso 4-5 cucchiai di olio di coc-
■ Già fare una ventina di movimenti di rotazione con co, unisci 20 gocce di essenza di arancio
il collo, seduti a letto e appena svegli, aiuta a ridurre e 10 di olio di lavanda (calmante), me-
scola e travasa in un vasetto a chiusura
il rischio di una comparsa (o recidiva) di cervicalgia.
ermetica. Quando il composto si sarà
Anche quando si è a tavola è importante solidificato, usalo per massaggiare collo
stare rilassati, non contrarre le spalle, e spalle mattina e sera.
tenere schiena e testa diritte e godersi il La scorza d’arancia si usa per la pre-
pasto senza pensare ai problemi della parazione di un bagno rilassante. Per
giornata: a volte, infatti, la tensione e un litro di acqua servono la scorza di 2
l’ansia possono causare una contrattura arance biologiche, 4 foglie di lattuga e
dei muscoli del collo. Non appena si 2 cucchiai di miele, si mette sul fuoco
avverte una tensione lungo la cervicale, per circa 15 minuti, si filtra e si unisce
occorre fermarsi e ripetere le rotazioni del collo. all’acqua di un bagno caldo.

50 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
gono la cervicale contratta
Durante la fase acuta
La prima medicina è il calore
Nella sua fase acuta, il disturbo alla cervicale spesso ci
Salix
costringe in uno stato di immobilità. Le normali attività, alba
anche le più semplici, diventano faticose o addirittura
impossibili: in questi casi, è bene fermarsi e cercare con
il corpo la posizione che ci faccia avvertire di meno il
dolore. L’attacco acuto di cervicale è diverso dal torcicollo,
che altro non è che una tensione dolorosa dei muscoli:
in presenza di cervicalgia, l’infiammazione è più profonda
e interessa le strutture vertebrali, nervose e tendinee. È
bene ricordare che, se dovessero ero comparire dolori che si
irradiano lungo un braccio, anche associati a formicolii (le
cosiddette “parestesie”), è bene rivolgersi al medico.

Usa i sacchetti di fior di fieno


■ Il caldo, applicato nella zona dolente in varie forme, Uncaria
gioca un ruolo favorevole nel trattamento della Verbena
cervicalgia acuta, soprattutto se di origine
muscolo-tensiva. Se mettendosi sotto la
doccia calda, con il getto orientato sulla Bevi l’infuso con le erbe
cervicale e la parte alta della schiena, analgesiche e sedative
i sintomi migliorano, allora bisogna
Contro il dolore cervicale acuto, va
continuare con l’applicazione del calore: il
bene un decotto dall’azione antinfiam-
mix di “fiori di fieno” è un vecchio matoria, composto da ingredienti “ver-
ma sempre valido rimedio e lo si trova già di” analgesici e calmanti come uncaria,
pronto in appositi sacchetti già confezionati. salice e verbena. Evita il salice solo se
■ Il sacchetto di fiori di fieno andrà applicato come soffri di allergia all’acido salicilico.
impacco ad azione miorilassante e vasodilatatrice Bisogna richiedere all’erborista una
dopo averlo scaldato nel forno o nel microonde ma, tisana composta da corteccia di un-
volendo, si può scaldare anche a bagnomaria. Più che caria, corteccia di salice e foglie di
sul collo, la fonte di calore andrebbe posizionata fra verbena, in parti uguali. Si fa poi bol-
le scapole, nella zona alta della schiena, in quanto i lire per un minuto un cucchiaio del
mix in una tazza d’acqua, si lascia in
muscoli della cervicale partono dalla quarta vertebra
infusione per 15 minuti, si filtra e se
dorsale. A fine trattamento, massaggia sulla parte un ne bevono dalle 2 alle 3 tazze al gior-
po’ di unguento di arancio e lavanda. no, possibilmente dopo i pasti.

MARZO 2020 51

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
QUANDO IL DISTURBO È RICORRENTE

Incenso, Rame e Manganese


sfiammano tutti i tessuti
L’ABBINAMENTO FRA LA RESINA E I DUE MINERALI RIPRISTINA
La copertina di Marzo

LA FLESSIBILITÀ. ANCHE SE È RIDOTTA DALL’ARTROSI

U
n dolore
re cervicale che si presenta con fre-
quenza o che tende a diventare cronico è
spesso collegato all’avanzare dell’età e al pro-
gressivo assottigliarsi delle cartilagini nella zona del
collo. Questo tipo di cervicalgia può essere dovuta
anche a fattori ormonali (in menopausa si riduce Boswellia
la sintesi del collagene) e alla presenza dell’artrosi
cervicale, che è annunciata da un dolore sordo e
persistente, contro il quale si ricorre troppo spesso
a farmaci che tolgono i sintomi ma non risolvono
le cause.Vediamo quali sono le alternative naturali.

Prendi gli oligoelementi Oligoelementi

Eviterai la degenerazione di vertebre e tendini


Fra i rimedi di base contro la cervicalgia
cronica ci sono gli oligoelementi, che esercitano La Boswellia riduce
un’azione terapeutica “di terreno” bonificando la sofferenza articolare
e disinfiammando i tessuti. La combinazione più La Boswellia serrata, la pianta dell’in-
indicata in questo tipo di disturbi è quella con censo, si raccomanda per trattare i
Manganese-Rame: il Rame potenzia le difese sintomi della cervicalgia cronica o co-
immunitarie ed esercita una potente azione munque frequente: la resina ottenuta
antisettica e antinfiammatoria utile contro dal tronco e dai rami contiene
tutti i dolori articolari o reumatici e negli acidi tetraciclici, polisaccaridi e
stati spastici muscolari. Inoltre aumenta acidi boswellici. Questi ultimi
la produzione di elastina e la formazione inibiscono l’azione di un en-
del collagene. Il Manganese, dal canto zima che favorisce i processi
suo, contrasta i processi degenerativi dolorosi, hanno azione antios-
dell’invecchiamento, favorendo il normale sidante e frenano il deteriora-
sviluppo dell’apparato scheletrico e il mento dei tessuti connettivi.
coordinamento muscolare. Assumi una capsula di estratto
■ Assumi una fiala di Manganese-Rame a gior- di boswellia a pranzo e, se il dolore è
ni alterni per cicli di 2 mesi, da ripetere nell’arco molto intenso, prendine una seconda
dell’anno, in particolare in primavera e in autunno. anche a cena. Mai a digiuno!

52 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Un problema di rigidità
Glucosamina
Così il dolore si cronicizza
Quante volte mentre lavori o stai parlando al telefono
collo e spalle sono tesi e contratti? E quando sei in
poltrona a leggere un libro, ti lasci andare o la testa
non è mai del tutto rilassata? Diventa consapevole delle
posture che tieni: queste forme di rigidità involontaria
Hai più di 60 anni?
sono fra le prime cause della cervicalgia cronica. Ti serve la glucosamina
Se hai più di 60 anni, al posto della
L’esercizio da ripetere più volte Boswellia usa la glucosamina: è una
sostanza ricavata dal guscio dei crosta-
■ Il logorio funzionale della zona cervicale è il cei che interviene nel metabolismo delle
prodotto di una concomitanza di fattori: glicoproteine, che sono molecole fonda-
accumulo di tossine e radicali liberi a livello mentali per la sintesi del tessuto connet-
tivo e per la ricostruzione delle cartilagi-
cartilagineo e muscolare, contratture,
ni articolari, che tendono a degenerare
posture sbagliate mantenute a lungo
soprattutto dopo i 60 anni per effetto
nel tempo e mancanza di riposo. dell’artrosi e, nella donna, con l’avvento
■ Se il disturbo è ricorrente, per sciogliere della menopausa. La glucosamina riduce
le contratture del collo bisogna ripetere più il dolore a cervicale e le spalle e favorisce
volte al giorno questo esercizio: da seduti, si la ripresa di una vita normale.
immagina di avere in bocca un foglio di cartoncino Il dosaggio ritenuto efficace è pari a
parallelo al piano del pavimento; tenendo la testa ben 1500 mg al dì, per cicli di 1-2 mesi.
diritta, la si fa ruotare (senza forzare) a destra e si fa un
respiro profondo; poi, si alza la testa verso l’alto, cercando
di guardare il soffitto, e si respira di nuovo; infine, si sposta
la testa verso il basso, e si respira.
■ Il tutto va poi eseguito sul lato sinistro, concentrandosi
totalmente sulla percezione del movimento, per un totale
di 3 volte per lato. Il consiglio è di ripetere l’intera batteria
più volte al giorno.
L’essenza di cajeput
ti dà subito sollievo
Completa il trattamento massaggiando più volte
al giorno sulla parte dolente un balsamo a base
di olio d’oliva (un cucchiaino) e olio di cajeput
(7 gocce), che scalda i musmuscoli e ti dà un immediato
sollievo: il cajeput, ottenuto per distillazione
a vapore dalle foglie e dai rami più giovani
della Melaleuca cajeputi ((un sempreverde
tropicale), stimola la circolazione sanguigna
Cajeput e favorisce il più rapido riassorbimento
delle tossine prodotte dall’in
dall’infiammazione.

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
DORMIRE BENE È IMPORTANTE

Il cuscino giusto contiene


cereali (e piccoli magneti)
VA BENE ANCHE UN GUANCIALE DI PIUMA, CHE MANTENGA LA TESTA
La copertina di Marzo

ALLINEATA CON IL CORPO. E IL MATERASSO? MEGLIO SE È SEMI-RIGIDO

C
hi soffre di cervicalgia, in genere, è anche
una persona che non riposa in maniera ade-
Origano guata o che, comunque, proprio a causa del
dolore, tende a dormire poco e male: riposare
significa “mollare la presa” e darsi delle pause di
tregua quando si lavora, ma vuol dire anche poter
contare su un buon sonno ristoratore, cosa che
spesso manca a chi accusa dolori cervicali. E, come
sappiamo, un dolore che non dà mai tregua toglie
energia e capacità di reazione, e intasa il corpo di
tossine che non fanno che peggiorare la situazione.
Come regola generale, quando ci si addormenta
la testa dovrebbe essere il più possibile allineata
con il resto del corpo, che sarà sdraiato su un
Mandorle materasso semi-rigido, per esempio in lattice, il
dolci migliore per ottenere un adeguato sostegno; sono
da evitare i cuscini troppo gonfi e imbottiti, che
costringono il collo a curvarsi in maniera innatu-
rale per tutta la notte, facendoci alzare al mattino
più doloranti (e meno riposati) della sera prima…
Una buona soluzione è rappresentata dai cuscini
in piuma naturale, che ciascuno si può modellare
sotto la nuca fino a trovare la posizione più co-
Con l’olio di origano moda per prendere sonno.

riposi senza tensioni ■ Esistono anche dei cuscinetti per eseguire una
magnetoterapia casalinga a bassa frequenza,
che è un valido aiuto per ridurre contratture e
Prima di dormire, esegui un massaggio sulla
dolori. Questi guanciali, talora imbottiti con pula
zona cervicale con un cucchiaino di olio di man- di farro o altri cereali, si possono anche scaldare
dorle dolci mescolato con 4 gocce di olio essen- e vanno posizionati sotto la testa: dissolvono le
ziale di origano, che favorisce il tensioni su collo, cervicale e spalle, conciliano il
sonno e allenta la rigidità. Inizia sonno e stimolano la circolazione sanguigna
il massaggio dalla base del collo e linfatica, con una maggiore
e risali verso la nuca, e continua ossigenazione dei tessuti
ossigenaz
finché l’unguento non si sarà muscolari e cartilaginei.
Farro
completamente assorbito.

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Le riviste RIZA

Psicologia e benessere

Alimentazione e dimagrimento

Cure naturali e rimedi verdi

Puoi anche ordinarle a Edizioni Riza - Tel 02/5845961


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
che trovi in edicola

I LIBRI

In edicola In edicola In edicola con


con Dimagrire con Salute Naturale Riza Psicosomatica

o direttamente sul sito www.riza.it (area shopping)


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
RIZA ISTITUTO DI MEDICINA PSICOSOMATICA

Scuola di Naturopatia
Corso Triennale di Formazione
Dato l’alto
Anno Accademico 2019-2020 numero di richieste
si consiglia di
prenotarsi
con largo anticipo
DATE D’INIZIO
ROMA BOLOGNA TORINO MILANO
E VERONA
29 febbraio 2020 14 marzo 2020 28 marzo 2020
7 marzo 2020

La Naturopatia è una disciplina che si ispira alla visione olistica di mente e corpo
e rappresenta la sintesi dei metodi naturali al servizio del benessere e della qualità
della vita. Oggi è ormai da tutti riconosciuta come sicuro coadiuvante della salute
e del benessere e particolarmente utile per la prevenzione. Il naturopata, con le sue
conoscenze professionali nelle tecniche di trattamento che si riallacciano alle grandi
Tradizioni Orientali ed Occidentali, è un “operatore del benessere” le cui indicazioni
si iscrivono nel quadro di una riconciliazione con le leggi della Natura.

Il naturopata opera in ambito educativo e assistenziale, in palestre, centri di fitness,


centri Benessere, centri estetici, strutture termali/di balneazione, strutture assistenziali
pubbliche/private, strutture per l’infanzia e la 3° età, presso studi medici, in ambienti
propri. Attualmente in Italia non è ancora stata giuridicamente riconosciuta la figura
professionale del Naturopata. Esistono però, delle leggi regionali (Lombardia, Tosca-
na, Liguria, Emilia Romagna) già approvate e in attesa solamente di essere completate
e rese operative che prevedono l’esistenza e il riconoscimento della figura professio- FINR
nale del naturopata e di scuole di Naturopatia idonee a formarlo. Il corso è rivolto a FEDERAZIONE ITALIANA DEI NATUROPATI RIZA

coloro che si avvicinano per la prima volta a questa realtà, dalla quale si aspettano
l’apertura di nuovi sbocchi professionali. Ma è indicato anche a coloro che già svol-
Col patrocinio
gono un’attività come riabilitatori o fisioterapisti, infermieri, erboristi, operatori del della Società Italiana
di Medicina
Psicosomatica
settore estetico, personal trainer, insegnanti di ginnastica e di fitness.

È composto da tre moduli indipendenti tra loro e di durata annuale cui si aggiunge un
quarto anno facoltativo che prevede corsi di perfezionamento a scelta. La frequenza
è obbligatoria nei fine settimana, il sabato e la domenica, per 9 weekend all’anno.

DIREZIONE DELLA SCUOLA COSTI E PAGAMENTI


Dott. Raffaele Morelli La quota annuale di partecipazione al Corso
Presidente dell’Istituto Riza e della Scuola di Naturopatia comprensiva dei seminari, del materiale
didattico di base, della quota annuale di Pagabile anche
Dott. Vittorio Caprioglio
Direttore dell’Istituto Riza e della Scuola di Naturopatia iscrizione alla Federazione Italiana Natu- in 10 comode
ropati Riza è di € 2380, IVA inclusa. rate mensili
da euro 238
a tasso zero

PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI:


Tel. 02/5820793 - 02/58207920 - Fax 02/58207979 - scuolanaturopatia.milano@riza.it - www.scuola-naturopatia.riza.it

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Affidiamoci agli alberi:
sono meglio dei farmaci
Passeggiare nei boschi respirando a fondo, accarezzare i tronchi e le foglie
è la migliore terapia contro l’esaurimento e la stanchezza. Ma le singole parti
vegetali custodiscono anche incredibili sostanze curative: ecco come utilizzarle
Da ritagliare e conservare

Le piante dei boschi sono PAG. Ulivo e larice, grandi amici PAG.
del cuore e dell’intestino

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
SPECIALE Affidiamoci agli alberi: sono meglio dei farmaci

Le piante dei boschi sono le


RIEMPIONO L’ARIA DI OSSIGENO, RIDUCONO L’ANIDRIDE CARBONICA.
E I LORO OLI ESSENZIALI, I FITONCIDI, ATTIVANO LE DIFESE IMMUNITARIE

A
volte sembra che l’uomo consideri gli al- e nell’atmosfera si accumulerebbero quantità
beri una presenza in qualche modo acces- crescenti di anidride carbonica. Le temperature
soria per la vita. Ecco perché, forse, non si elevate farebbero sciogliere le calotte polari e il
fa troppi scrupoli a distruggere intere foreste, a suolo si riverserebbe nei mari per mancanza di
cementificare coste e montagne, a eseguire po- struttura, lasciando una superficie di roccia nuda
tature selvagge nei parchi e nei giardini. In realtà, e di sabbia, finché un effetto serra fuori controllo
“l’ossigeno che respiriamo è prodotto dagli es- creerebbe condizioni così estreme da rendere la
sere viventi in grado di effettuare la fotosintesi”, Terra inabitabile”, avverte l’esperto.
spiega Stefano Mancuso, professore all’Univer-
sità di Firenze, direttore del Laboratorio inter- Creature autonome e intelligenti
nazionale di neurobiologia vegetale e autore del Eppure, molto prima dei moderni biologi, già i
saggio La nazione delle piante (Laterza), un libro maestri del Tao avevano scoperto che gli alberi
che esplora il mondo vegetale per immaginare hanno anche la capacità di assorbire le energie
il futuro dell’umanità. “Senza i vegetali, l’energia negative presenti negli ambienti in cui vivono. Il
del Sole non sarebbe trasformata nell’energia chi- loro potere vitale è evidente nella capacità di
mica che alimenta la vita. Le piante svolgono un affondare le radici e innalzare i rami verso il cie-
continuo lavoro di disinqui- lo, per procurarsi acqua, sali minerali, ossigeno e
namento assorbendo e luce. Gli alberi sono creature autotrofe: a diffe-
Da leggere degradando molti dei renza dell’uomo, bastano a se stesse.
La nazione delle piante composti conta- “Mentre nel nostro cervello diverse aree sono
(Laterza, 144 pp., minanti prodotti specializzate per lo svolgimento di specifiche
12 €) di Stefano dall’uomo. Senza funzioni, in un apparato radicale le funzioni sono
Mancuso ci svela piante, l’ossige- diffuse dappertutto”, precisa Mancuso. “Così le
segreti e leggi di no si esaurireb- radici possono sopravvivere a estesi danneggia-
convivenza del be rapidamente menti che interessino la maggioranza dell’intera
mondo vegetale.

60 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
guaritrici più potenti
rete radicale”. Le radici delle piante, dunque, sono
strutture intelligenti e, all’occorenza, si muovono
per trovare i terreni migliori.Anche la forma della Prova il bagno
chioma di un albero risponde alle stesse regole di foresta
di ripetizione di moduli simili. “Un succhione o
un pollone, e cioè uno di quei germogli che si Tronchi, foglie e radici
producono a partire da gemme latenti, general-
mente poste alla base del fusto, raccoglie in sé le rilasciano sostanze curative
caratteristiche generali dell’albero. Dovunque si Uno studio giapponese, durato dal 2004
guardi, dalle radici alla chioma, ci si accorge che al 2012, ha certificato un netto aumento
le piante sono costruite su un modello diffuso”. nell’attività delle cellule NK (le cellule na-
tural killer in grado di neutralizzare i virus e
Neutralizzano smog e veleni reagire alle prime formazioni tumorali) du-
Tutte le piante, quindi, possono aiutarci. Maggiore rante la settimana successiva a un cosiddet-
è l’estensione della loro chioma e maggiore sa- to bagno di foresta o shinrin yoku: è una
ranno la produzione di ossigeno e l’eliminazione pratica giapponese che consiste in
di sostanze tossiche.“Soltanto le piante sono una lenta “passeggiata” nei bo-
in grado di riportare la concentrazione di schi per assorbire al meglio i
CO2 a livelli inoffensivi”, chiarisce Stefa- fitoncidi, composti volatili
no Mancuso.“Le nostre città, ospitando che l’albero diffonde per
il 50% della popolazione mondiale - nel proteggersi da muffe e
2050 si arriverà al 70% - sono i luoghi parassiti e che sono an-
del pianeta responsabili della produzio- che i diretti responsabili
ne delle maggiori quantità di CO2. Do- del risveglio delle cellule
vrebbero essere completamente coperte NK. I fitoncidi sembrano
di piante. Non solo nei parchi e nei giardini, incidere favorevolmente an-
ma dappertutto: su tetti, facciate dei palazzi, ter- che sulla frequenza cardiaca, lo
razzi, strade, ciminiere, guardrail. La regola do- stress, l’ansia e l’insonnia. Bastano 2
vrebbe essere una sola: dovunque sia possibile ore di camminata in un bosco o un parco 2
far vivere una pianta, deve essercene una”. volte la settimana per sentirsi subito meglio.

MARZO 2020 61

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
SPECIALE Affidiamoci agli alberi: sono meglio dei farmaci

Ulivo e larice, grandi amici


del cuore e dell’intestino
I VEGETALI TIPICI DELLE SELVE DI MONTAGNA E DELLA MACCHIA COSTIERA
CONTENGONO ANTIOSSIDANTI, FIBRE E SALI MINERALI RIEQUILIBRANTI

U
n albero può fornirci numerosi rimedi te- per l’organismo umano. Nelle prossime pagine
rapeutici. In alcune specie è la corteccia a scopriremo quali sono questi estratti e come si
essere ricca di principi attivi; in altre specie, possono utilizzare in sostituzio-
invece, le sostanze curative si trovano in resina, ne dei farmaci. Iniziamo con Quercia
linfa e radici, senza dimenticare tutte le parti ae- i grandi alberi che aiutano
ree, come foglie, bacche e gemme. Ogni parte l’apparato cardiocircolato-
dell’albero, quindi, contiene sostanze preziose rio e l’apparato digerente.

La quercia
Un aiuto in caso di tachicardia
La quercia è l’albero dell’energia, fra i più longevi e
robusti del bosco. Il genere Quercus della famiglia delle
Si usa il suo gemmoderivato
Fagacee comprende centinaia di specie, dalla rovere,
alla quercia da sughero, passando per il leccio. Della Per recuperare vigore e vitalità assumi 5
quercia la naturopatia utilizza quasi tutto, anche se la ml di gemmoderivato analcolico di Quer-
parte più ricca di tannini, pectine e flavonoidi sono le cus peduncolata per 3 volte al giorno di-
gemme, che vengono usate come tonico cardiaco, per luiti in una tazzina di acqua tiepida. Fai
riarmonizzare i battiti in caso di aritmia e tachicardia cicli di cura da un mese.
e come stimolante negli stati di convalescenza.

L’ulivo Stabilizza la pressione “ballerina”


La doppia
oppia colorazione delle foglie d’ d’ulivo rivela la
capacità di questa pianta di dosare la quantità di Come infuso o tintura madre
luce; per analogia, gli estratti che si ri- In erboristeria richiedi l’infuso di foglie
cavano dall’ulivo modulano l’energia d’ulivo già pronto oppure la tintura madre:
che scorre nel corpo attraverso il entrambi sono ottimi rimedi in caso di iper-
flusso sanguigno: ecco perché tensione e di affaticamento cardiaco. Assumi
la fitoterapia lo consiglia per un cucchiaio di infuso di foglie o 15 gocce di
regolare la pressione. tintura madre diluite in acqua, a digiuno.

Quercia

62
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Il larice
Ripulisce e rigenera la flora batterica
Il larice prospera nelle regioni montuose per via della sua compatibilità
con le temperature fredde. I nativi americani rispettavano il larice come
un antenato e da esso estraevano una resina efficace per disin- Larice
fettare tagli e ferite e per purificare il sangue. Il segreto del
larice è stato svelato dalla ricerca
,che ha identificato nella cortec-
cia un polisaccaride conosciuto
come arabinogalattano, una fibra Assumi la fibra estratta dalla corteccia
vegetale che svolge una notevole Per conservare l’intestino sano e attivo senza ricorrere ai
azione prebiotica perché seleziona lassativi, assumi 2 capsule di estratto di arabinogalatta-
e arricchisce le popolazioni di bifido- no derivato dal larice la sera, con un bicchiere d’acqua
batteri e lattobacilli: questo significa non e sempre a digiuno. Fai una cura da un mese a ogni
solo un netto miglioramento della funzionalità cambio di stagione.
intestinale (aumentano la peristalsi e l’espulsio-
ne delle feci), ma anche un intestino più ricco di
cellule immunocompetenti.

L’olmo Attenua i sintomi del colon irritabile


Furono i nativi americani i primi a comprendere che, mescolando la cortec-
cia dell’olmo con acqua purissima, si otteneva una mucillagine lenitiva,
oggi utilizzata soprattutto per curare i disturbi gastrointestinali.
Questa mucillagine infatti è ricca di tannini e svolge un’a-
zione emolliente e mucoprotettiva sulle pareti intestinali
a ogni livello: può infatti aiutare a ridurre i sintomi dovuti
alla morbo di Crohn e alla sindrome del colon irritabile
ma è anche in grado di rivestire l’esofago e proteggerlo
dall’infiammazione dovuta alla risalita dell’acido gastrico in
caso di reflusso cronico.

Estratto secco ma anche in tisana


Se soffri di inf
infiammazioni
iammazioni frequenti all’ap-
parato gastrointestinale assumi 2 compresse di
estratto di olmo al giorno con un bicchiere d’ac-
qua. Oppure prova una tisana preparata con un
cucchiaino di polvere di olmo campestre lasciato a
riposare per 5 minuti con una scorzetta di limone
in una tazza di acqua bollente: si beve a fine pasto. Olmo

MARZO 2020 63

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
SPECIALE Affidiamoci agli alberi: sono meglio dei farmaci

Con ginkgo, ontano e tiglio


migliori memoria e riflessi
ALCUNI ALBERI TONIFICANO, IN MANIERA PARTICOLARE, IL CERVELLO
E IL SISTEMA NERVOSO. RESTITUENDOCI PRONTEZZA E LUCIDITÀ

È
stato scientificamente dimostrato che il
contatto con le piante dei boschi avrebbe
una notevole azione neurostimolante e, in
Il tiglio
certi casi, addirittura anti depressiva. Basterebbe
inalare i fitormoni diffusi nell’aria dalla chioma de-
gli alberi per migliorare l’irrorazione dei tessuti Vince l’ansia e alza
cerebrali e favorire la concentrazione. il tono dell’umore
L’ontano
L’estratto delle gemme
ringiovanisce i neuroni Tiglio
L’Alnus glutinosa, l’ontano nero, è un albero del-
Ontano la famiglia delle Betulaceae che cresce anche in Per i popoli germanici il tiglio era l’albero sotto
terreni inospitali e sterili: per i il quale gli innamorati si dichiaravano eterno
druidi era simbolo dell’equi- amore: forse perché, come sappiamo oggi, i
librio tra le forze maschili principi attivi dei suoi fiori sono in grado di
e quelle femminili perché placare i nervosismi. La Tilia è un genere a cui
presentava amenti ma- appartengono molti alberi, tutti contraddistinti
schili e femminili sullo da un tipo di fiore che, in diverse parti del mon-
stesso ramo. Dalla sua do, viene essiccato e utilizzato in infusione per
corteccia si ottiene il suo effetto sedativo. L’alta concentrazione di
un composto utilizzato fitonutrienti e flavonoidi lo rendono il rimedio
dalle popolazioni alpine giusto per chi soffre di ansia cronica, sbalzi d’u-
come ricostituente naturale.
natu more ed è vittima dello stress.

Da prendere come gemmoderivato Come infuso e in estratto secco


L’ontano promuove l’irrorazione dei vasi arteriosi del Se gli episodi di ansia sono occasionali,
cervello e permette di migliorare la memoria e la una tazza di infuso di tiglio è già suf-
concentrazione, senza ricorrere a caffeina o ad altre ficiente per ottenere buoni risultati Se invece
sostanze stimolanti. Assumi l’ontano come gemmo- l’ansia è costante e porta con sé anche inson-
derivato: 30 gocce in poca acqua da bere 3 volte al nia o tachicardia, si usa l’estratto secco: 4 cap-
dì prima di colazione, pranzo e cena. Per un mese. sule al dì, 2 a pranzo e 2 a cena, con acqua.

64 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Aiuta a rallentare i processi degenerativi
Un’altra conifera conosciuta sin dall’antichità per le sue virtù
medicinali è il maestoso cedro.
Dalla corteccia e dal legno viene estratto un olio essenziale
straordinario, ricco al 50% di sesquiterpeni, delle sostanze
volatili che migliorano l’utilizzo dell’ossigeno da parte delle
cellule cerebrali: la sua semplice inalazione aiuterebbe già a
rallentare i processi neurodegenerativi.
Cedro

Si utilizzano le foglie ma anche i frutti


Se hai la fortuna di vivere vicino a un bosco di cedri, puoi rac-
cogliere delle foglie fresche, immergerle in una teiera di acqua
bollente e lasciarle in infusione fino a che l’acqua diventa do-
rata. Filtra e dolcifica con un filo di sciroppo d’acero. Altrimenti
procurati dei frutti, spremi il succo e bevi la spremuta allungata
con acqua fredda o tiepida. Il cedro sostiene il sistema nervoso
e, grazie all’apporto di vitamina C, è un portentoso antiage.

Il ginkgo Potenzia le funzioni cognitive


Sebbene sia un antico abitante delle foreste orientali, il Ginkgo biloba
si è adattato molto bene anche ai nostri climi: ecco perché è
frequente incontrarlo
ntrarlo nei parchi e lungo i viali delle nostre
città, che in autunno vengono “illuminati” dallo spettacolo
delle sue foglie gialle. Per la sua ricchezza di principi attivi,
è stato utilizzato nel corso dei secoli per diversi disturbi,
soprattutto a carico del sistema nervoso. La ricerca si è inte-
ressata soprattutto alla sua efficacia per la prevenzione della
demenza senile (per la sua azione neuroprotettiva) e
per il miglioramento delle funzioni cognitive: in questi
casi si assume l’estratto secco in capsule, una al giorno la
mattina prima di colazione, per cicli ripetibili di 1-2 mesi.

Va bene anche per il mal di testa


Il ginkgo, però, è un albero utile anche per
trattare malanni più semplici e quotidiani come il
mal di testa: se la cefalea ti mette ko, assumi una
tisana a base di un cucchiaio di foglie di ginkgo
lasciate in infusione con il coperchio per almeno
10 minuti in una tazza d’acqua bollente. Gingko
Biloba

MARZO 2020 65

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
SPECIALE Affidiamoci agli alberi: sono meglio dei farmaci

Pino, faggio e betulla: il tris


che spazza via le tossine
RIPULENDO A FONDO IL NOSTRO ORGANISMO, QUESTE PIANTE ELIMINANO
LE INFIAMMAZIONI CHE SCATENANO DEBOLEZZA, NEVRALGIE E ALLERGIE

A
lcuni alberi si distinguono per la loro grande vitalità (come la
Pino
betulla, che germoglia quando è ancora inverno, o il pino, che
sfida i ghiacci e i venti gelidi di alta quota) e per la loro capacità
di adattarsi a terreni e ambienti anche inospitali (è il caso del salice).
Queste particolari “impronte” energetiche si ritrovano negli estratti
ottenuti da queste piante. Che ci aiutano a rimuovere dal corpo gli
scarti metabolici responsabili di stanchezza e cali immunitari.

Il pino
Bevi l’infuso dei suoi aghi:
cura i raffreddori di stagione
Secondo la Tradizione, il pino è un albero che tiene
lontano il male e ripulisce lo spazio che lo circonda
dalle tossine. Gli antichi Romani lo utilizzavano nei
rituali dedicati ad Attis, divinità legata ai culti della ve-
getazione, che segnavano la fine dell’inverno e l’aprirsi
della primavera. Era proprio in questo periodo, infatti, Burro
che gli antichi guaritori consi- di cacao
gliavano di masticare aghi di
pino per assorbire vitamina C
L’olio essenziale riscalda e attenua i reumatismi
e rinvigorire il sistema immuni-
tario. Senza contare che anche Riscopri una delle qualità più dimenticate del pino: il suo contenuto
oggi l’infuso di aghi di pino di olio essenziale di trementina purificato lo rende infatti non
è un rimedio ancora va- solo l’albero balsamico per eccellenza ma anche un valido
lido contro raffreddori alleato contro i disturbi reumatici e nevralgici. Se per
e infiammazioni. Basta esempio soffri di dolore cronico a spalle, gomiti e gi-
mettere un cucchiai- nocchia, crea questo unguento molto potente proprio
no di aghi freschi in a base di pino: sciogli a bagnomaria 30 g di burro
una tazza d’acqua da di cacao, un cucchiaio di cera d’api e mescola. Lascia
far bollire per 10 minu- intiepidire e poi versa 15 gocce di olio essenziale di
ti; si filtra e si beve tiepida, pino. Al bisogno, riscalda una piccola noce di unguento e
possibilmente senza zucchero. massaggiala sulla parte interessata più volte al giorno.

66 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Il faggio

In gemme e corteccia c’è


una vera “aspirina” naturale
Il faggio è un albero robusto e resistente. Dai suoi germogli, fonte
di sostanze fenoliche e vitamine, si ottiene un macerato ad azione
ricostituente, indicato anche in caso di malessere e stanchezza
determinati da infezioni virali o batteriche. La corteccia, ricca di
tannini, è un buon rimedio per abbassare le febbre: se ne ricava
una sostanza nota come creosoto, usata come ingrediente di
preparati per trattare i disturbi polmonari.

Anche per trattare l’influenza


Faggio
In presenza di malessere e di dolori sparsi, prova
una cura dolce ma efficace a base di faggio: assumi
l’estratto della pianta sotto forma di gemmoderi-
vato, nella dose di 30 gocce con poca acqua, da
prendere 3 volte al giorno a digiuno. O in com-
presse (3 al dì).

La betulla Libera i tessuti da ristagni e acidi urici


È il vegetale che simboleggia i nuovi inizi e la rigenerazione: la betulla
infatti ha la straordinaria capacità di riattivare la colonizzazione di nuove
foreste in seguito a un disastro naturale e per questo viene definito un
albero pioniere. La si riconosce per la sua struttura esile e la sua delicata e
bellissima corteccia bianca. Quando la linfa risale, all’inizio di marzo, lungo
la corteccia, questa viene incisa e si attinge dall’albero un liquido dolce e
Linfa
di betulla pulito, ricco di minerali come potassio, magnesio e calcio, alla base di molti
trattamenti depurativi primaverili: la linfa di betulla è uno straordinario
tonico per il sangue e
per riattivare il metabo-
Si beve sotto forma di linfa lismo dopo i bui mesi
La linfa di betulla è si acquista nei negozi di invernali. La ricerca ha
alimenti naturali. Le regole del trattamento detox osservato che il potere
sono semplici: basta bere un litro di linfa di betulla detossificante della be-
al giorno, limitare zuccheri e farine bianche e non tulla sarebbe imputabile
esagerare con le porzioni di cibo, per permettere alla all’acido betulinico, un
betulla di smuovere le tossine depositate nei tessuti. potenziale composto
antitumorale. (S.B)

MARZO 2020 ■ 67
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
ISTITUTO RIZA DI MEDICINA PSICOSOMATICA

Corso di Specializzazione
in Psicoterapia
a indirizzo psicosomatico
Scuola di Specializzazione
Direttore: dott. Piero Parietti

(riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università


e della Ricerca, D.M. 24/10/94 e 25/05/01)

Sono aperte le iscrizioni


Anno accademico 2019-2020
Inizio dicembre 2019
É possibile
La Scuola è aperta ai laureati in Medicina e Chirurgia o in effettuare un colloquio
Psicologia. Rilascia il diploma di specializzazione in psicoterapia informativo con
un responsabile della
secondo l’art. 3 della legge 56/89 e del DM 509/1998 Scuola via SKYPE.
Per info:
andrea.nervetti@riza.it
Il piano didattico prevede:

• Una formazione teorica comprensiva di:


- una parte generale in cui sono sviluppati temi di psicologia dell’età evolutiva, psico-patologica,
psichiatrica oltre alla presentazione e valutazione critica dei principali modelli di psicoterapia;
- una parte specifica che prevede l’insegnamento dell’approccio psicosomatico nonché la teoria
e la tecnica della psicoterapia a indirizzo psicosomatico;
• Un training pratico-clinico;
• Un tirocinio in strutture pubbliche;
• Una formazione personale secondo un indirizzo attinente all’orientamento della Scuola.

La Scuola ha durata quadriennale e un monte ore annuo di 500 ore;


- è a numero chiuso;
- prevede un esame di ammissione e uno al termine di ciascun anno, il cui risultato è vincolante
per il passaggio all’anno successivo;
- la frequenza è obbligatoria;
- le lezioni saranno in genere concentrate nelle giornate di Sabato e Domenica e le unità didattiche
saranno di 8 ore.

Per informazioni rivolgersi alla segreteria della Scuola:


tel. 02/5845961 • fax 02/58318162
scuolapsicoterapia@riza.it • www.scuola-psicoterapia.riza.it Riza - Scuola di Psicoterapia

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
L’ALIMENTAZIONE NATURALE
In ogni stagione gli esperti di Salute Naturale
selezionano per te i cibi, le bevande e le piante
commestibili che aumentano il tuo benessere

COSA FARE I DONI DELLA


E NON FARE BUONA TERRA
Litchi, agretti e fagioli ti depurano
Ricchi di fibre, vitamine e potassio,
liberano il corpo dalle tossine. Fai invece
PAG.
attenzione ai cibi grassi e “contaminati”... 70
L’ALIMENTO Cresce in una vallata del Piemonte
DEL MESE il tè che protegge cuore e articolazioni
Lo sapevi che il tè nasce dai germogli più
teneri di una camelia? E, volendo, puoi PAG.
78
tenere le piantine in casa per produrre il
tuo infuso cardiotonico, antiage e detox.

L’ORTO SUL
La guida per scegliere il tonno sano
BALCONE
Impara a leggere l’etichetta, controlla PAG. È il mese delle fragoline di bosco
la confezione e osserva la consistenza: se
è di qualità, il tonno è meglio della carne! 72 Questo è il momento ideale per
mettere a dimora le piantine, che
fruttificheranno da aprile in poi.
IL MENU Ma, mentre aspetti le fragole,
usa le foglie: la tisana che se
DEL MESE ne ricava disinfetta
reni e vescica.
Porta a tavola i cibi alcalinizzanti
Segui il programma alimentare che PAG. PAG.
scioglie gli accumuli di radicali liberi,
responsabili di invecchiamento e malattie. 74 80

MARZO 2020 ■ 69
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
COSA FARE


E NON FARE

I TUOI OBIETTIVI
DI MARZO
Fare scorta di rame e vitamina C, scudo
naturale contro allergie e debolezza psicofisica.
Liberare pelle, reni e intestino dai depositi Litchi, agretti e
fagioli bianchi
di tossine acide urici e scorie fermentate.

Privilegiare le proteine vegetali, che

ti disintossicano
nutrono cervello, nervi e muscoli.

I litchi rigenerano il cervello e abbassano la glicemia (se è alta)


La polpa traslucida e profumata di questo frut- Contro il mal di testa - Il
to orientale apporta tanta vitamina C (100 g di litchi contiene acido nicotinico,
frutti garantiscono l’80% della dose quotidiana una sostanza dalle virtù vasodi-
raccomandata), ad azione anti allergica e anti latatrici: per questo è utile in caso
stanchezza. L’abbondanza di rame, fosforo e po- di cefalea muscolotensiva. Mangia
tassio, inoltre, giova al cuore e al sistema nervoso. una decina di frutti al giorno.

Gli agretti sono uno scrigno di fibre depurative e di clorofilla antiage

Gli agretti sono i rametti della Salsola soda, Cuocili poco - Sbollenta gli
un’erbacea che cresce in tutto il bacino del Me- agretti in acqua salata, passali
diterraneo, hanno un sapore fresco e appena sotto l’acqua fredda per alcuni
acidulo, e sono ricchi di importanti principi attivi. secondi (così resteranno croc-
Sono diuretici e rimineralizzanti e apportano canti) e condiscili con olio d’o-
tanta fibra che aiuta a combattere la stipsi. liva, succo di limone e sale.

I cannellini ti garantiscono buona memoria, peso forma e longevità

Fra le buone abitudini di chi vive a lungo c’è la Con l’alloro - Se hai paura che
presenza a tavola di piselli, ceci, lenticchie. E i i fagioli cotti ti gonfino, non mette-
fagioli bianchi (o cannellini)? Sono fra i legumi più re sale nell’acqua in cui li lessi ma
ricchi di proteine, acido folico e ferro, prezioso aggiungi 1-2 foglie d’alloro: così i
per la sintesi di emoglobina, la proteina che tra- legumi diventano più digeribili, più
sporta l’ossigeno al cervello e a tutto il corpo. sazianti. E la pancia resta piatta!

70 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Ogni mese scegli i cibi del benessere

I PERICOLI
DI STAGIONE
Ora l’organismo attraversa una fase delicata e
risulta più “sensibile” a contaminazioni e contagi.

Cerca di limitare i cibi d’origine animale:


No
Attenzione ai cibi
in cui abbondano
affaticano la digestione e creano acidità.

L’eccesso di sostanze grasse sature e


ossidate danneggia il fegato.
grassi e batteri
Congelare in modo sbagliato riempie i cibi di germi e muffe

Molti credono che il freddo del freezer “uccida” Occhio all’alluminio - I con-
germi e muffe: in realtà, ne frena solo la proli- tenitori da freezer devono essere
ferazione. Se surgeli dei cibi preparati in casa, puliti e asciutti. No all’alluminio
consumali non oltre i 6 mesi, che scendono a 3-4 per i cibi acidi (sughi di pomodoro,
per gli alimenti grassi (come ragù, parmigiane, la- sorbetti di frutta, limone), perché
sagne ecc.), in quanto si deteriorano più in fretta. reagiscono a contatto col metallo.

Le paste ripiene low cost sono dei veri “mattoni” per lo stomaco

Ravioli, tortellini e cannelloni è bene che vengano Meglio vegetali - Se hai voglia
cucinati in casa o da una gastronomia di fiducia: dei ravioli, sceglili con un ripieno di
le preparazioni surgelate o già pronte, so- verdure, più leggero e meno grasso.
prattutto se vendute a basso prezzo, spesso Cuocili nel brodo vegetale (li rendi
sono delle “bombe” di sale, grassi e conservanti più appetitosi) e condiscili con olio
e possono favorire acidità e reflusso. d’oliva (non burro) e salvia.

Gli oli mal conservati si ossidano e diventano subito rancidi

Una volta aperto, l’olio d’oliva e di semi va con- Non buttare il “fondo” - Se
sumato al massimo entro 6 mesi e conservato al acquisti un extravergine bio, sul
buio, in dispensa, lontano da luce e calore. Gli oli fondo della bottiglia puoi trovare
più delicati, come quelli di noce, lino o pistacchi, si la morchia, residuo di lavorazione
tengono in frigorifero ben chiusi per non più di 2 delle olive. Usala per condire le ver-
mesi: a temperatura ambiente diventano rancidi. dure o spalmala sul viso: è antiage.

MARZO 2020 ■ 71
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
L’ALIMENTO
DEL MESE

Una porzione di tonno


abbassa il colesterolo
IN OLIO D’OLIVA O AL NATURALE, QUESTO PESCE RICCO DI GRASSI BUONI
PROTEGGE LE ARTERIE ED È UNA VALIDA ALTERNATIVA ALLA CARNE

I
l tonno in scatola è un alimento mercurio, un metallo pesante nocivo per
comdo e molto versatile in cucina: la salute. Più l’acqua è inquinata e più
è adatto come antipasto, come con- metallo sarà presente nel tonno. Impa-
dimento per un primo di pasta o riso riamo quindi a leggere le etichette per
o come ingrediente principale per un capire le zone di pesca: gli oceani e i mari
secondo, abbinato a verdure di stagione “aperti” sono più puliti rispetto ad altri. È
crude o cotte.Ovviamente deve essere inoltre importante che sulla confezione
scelto con attenzione, scartando le con- sia riportata la dicitura “lavorato fresco”:
fezioni a prezzo troppo basso che non questo significa che il tonno non è stato
garantiscono la provenienza da pesca so- surgelato prima della messa in conserva.
stenibile, la pulizia dei mari in cui viene
pescato, la parte del pesce utilizzata, la Scorta di proteine e Omega 3
qualità dell’olio di conservazione. La pu- Se di qualità e ben conservato, il tonno
lizia dei mari è fondamentale in quanto il ha notevoli caratteristiche nutrizionali.
tonno, pesce predatore di media-grossa Contiene infatti proteine ad alto valo-
taglia, tende a immagazzinare nelle carni re biologico e acidi grassi Omega 3, che

72 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Il cibo che guarisce

Controlla etichetta e confezione


Le scatole di tonno non devono essere schiacciate o gonfie, altrimenti rioschiano di
contaminare il prodotto con i metalli. All’apertura di quelle di vetro, non deve sentirsi lo
“sfiato”, indice di cattiva conservazione e di presenza di gas di fermentazione; controlla
inoltre che la confezione sia priva di crepe o di fessurazioni. Quando leggi l’etichetta,
fai attenzione alla sigla Fao, che indica la zona di pesca: l’Oceano Atlantico Nord
orientale e il Pacifico Nord orientale (indicati con Fao 27, 61 e 67) sono
aree inquinate, mentre i tonni pescati nell’Oceano Indiano e Pacifico
centro meridionale (Fao 51-57 e Fao 71, 77, 81 e 87) sono tonni sicuri.

Le ricette da provare
Il tonno in scatola è l’ingrediente jolly delle insalate miste, dell’in-
salata russa e di quella di riso; aggiunto a un trito di erba cipollina
e prezzemolo e salsa di pomodoro diventa un ottimo sugo per la
hanno un’azione protettiva sulle arterie
pasta, amalgamato a un formaggio morbido o alle patatae lessate, è
e preventiva nei confronti delle malattie
adatto a farcire gli involtini di verdura o di pesce. L’unica accortezza,
cardiocircolatorie; si rivelano inoltre pre-
qualunque sia l’utilizzo del tonno, è quella di non farlo cuocere e di
ziosi contro le infiammazioni e nei casi
non surriscaldarlo: altrimente perde sapore e principi nutrizionali.
di artrite e psoriasi.
La maggior parte del tonno in scatola ap-
partiene alla specie a pinne gialle.Alcune Involtini di peperoni e ricotta
aziende utilizzano anche il più pregiato
Cuoci in forno a 180 °C dei pepe-
tonno rosso, ma sono rare. La parte più
roni interi rossi e gialli. Lasciali raf-
nobile è quella della pancia, detta “ven-
freddare e poi spellali e togli i semi.
tresca”, che è molto gustosa e un po’ più
Dividi ogni peperone in 3-4 pezzi
grassa, oppure quella del dorso. Meno
(seguendo le nervature) e lasciali
pregiate sono le parti a ridosso delle
scolare su carta assorbente. Prepa-
pinne e della coda.
ra una farcia con una scatoletta di
tonno all’olio d’oliva, alcuni capperi
Dev’essere chiaro e compatto
dissalati e tritati, una presa di origano e un po’ di ricotta, meglio se
Una volta aperta la scatoletta, è impor-
di capra. Regola di sale. Arrotola i peperoni con la farcia, chiudili
tante che il trancio sia compatto e non
con uno stuzzicadenti. E servi in tavola.
troppo morbido: una buona consistenza
ci assicura che il tonno non ha assorbito
eccessivamente l’olio di conserva che, per Crema di cannellini e ventresca
una maggiore qualità del prodotto, è op- Prepara un brodo vegetale con
portuno che sia un extravergine di oliva. una carota, un gambo di sedano
In alternativa, possiamo sempre consuma- e una cipolla tagliati a pezzettoni.
re il tonno al naturale, al quale, una volta Quando è pronto, regola di sale
sgocciolato, possiamo aggiungere altri in- e aggiungi una scatola di fagioli
gredienti per renderlo più saporito, come cannellini già lessati. Fai cuocere
spezie e aromi freschi e, naturalmente, un ancora per 5 minuti, quindi elimi-
olio d’oliva di qualità. ■ (G.R.) na le verdure e frulla i cannellini.
Adagia la crema su un piatto fondo, aggiungi un piccolo trancio
di ventresca sott’olio e spolvera con una presa di paprika.

MARZO 2020 ■ 73
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
IL MENU
NATURALE

Con i cibi alcalinizzanti


ritrovi la vitalità
LA STANCHEZZA SPESSO È PROVOCATA DA UN ACCUMULO
DI SCORIE ACIDE: ECCO GLI ALIMENTI CHE LE SPAZZANO VIA

S
i torna finalmente a temperature più miti
e a giornate più lunghe e luminose, ma
spesso il nuovo clima porta con sé anche
il peggioramento dei fenomeni infiammatori che
mettono comunque “in allerta” il sistema immu-
nitario. Come mai? Un ruolo di primo piano lo
gioca il nostro modo di mangiare.
La mia spesa Per prima cosa, sarà fondamentale evitare per
tutto il mese gli alimenti che stimolano la se-
crezione di muco e la liberazione di molecole
Cosa mettere pro-infiammatorie e di istamina, un mediatore
che sollecita la risposta allergica e aumenta la
in dispensa stanchezza. Possono causare questa reazione ad
esempio i pomodori, il cioccolato e la frutta secca,
Yogurt di soia, mele, crusca di riso, i molluschi e i crostacei, gli insaccati, il latte e i
latticini di mucca, da sostituire con latti vegetali o
miele di girasole, gallette di mais, caffè
latte di pecora o capra. Per contro, ci sono anche
di cicoria, banana, limoni, tofu, cereali cibi che riducono al minimo la risposta infiam-
integrali bio (avena, miglio, orzo), basilico, matoria a grazie al contenuto di solforati, antios-
zucchine, piselli, succo di noni, pere, sidanti e magnesio: tutte sostanze alcalinizzanti
fagioli neri di soia, prugne, uva nera, kiwi, che, in particolare in questo periodo, dovrebbero
lamponi, tacchino, insalata verde, bietole, essere integrate nella dieta e consumate più volte
nell’arco della settimana. ■ (F.B.)
cipolle, aneto, maggiorana, liquirizia

74 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
La salute si conquista a tavola
TI FANNO
BENE PERCHÉ...
La crusca di riso allevia
La colazione
l’infiammazione alle vie
respiratorie e il broncospasmo, Amidi e proteine verdi,
il miele di girasole migliora
le funzioni cerebrali. “benzina” per l’organismo
Uno yogurt di soia bio Un cucchiaino di miele
Due cucchiai di crusca di girasole
di riso integrale Un caffè
Una mousse di mela di cicoria
Miele

“Leggerezza” è la parola d’ordine che deve ispirare il


nostro menu detossinante e alcalinizzante, a partire dal
primo pasto del mattino: riduci gli zuccheri raffinati dei
biscotti (meglio gli amidi del riso), inserisci le proteine
vegetali (nello yogurt di soia) e le vitamine della frutta.
E per non rischiare l’acidità di stomaco, bevi il caffè di
cicoria, che depura fegato e colon e, poiché è privo
Caffè di di caffeina, dà energia senza provocare nervosismo.
cicoria

Lo spuntino
Il succo di prugne e noni
TI FANNO
ripulisce cellule e tessuti
BENE PERCHÉ... Prugne
Il succo di noni è analgesico, 50 ml di succo di noni
depurativo e immunostimolante. 2 prugne nere
Con uva e prugne fai il pieno Una manciata di acini di uva nera
di antiossidanti e rallenti Il succo di un limone
il decadimento cellulare.

Il noni, frutto originario del Sud-est asiatico, è ricco di


vitamina C e minerali: in commercio trovi il succo di
noni già pronto, che è particolarmente indicato, gra-
zie alle sue virtù antinfiammatorie, per
Uva limitare i sintomi della rinite di natura
nera allergica. Frullane 50 ml insieme al
succo di un limone, a una manciata
di acini di uva nera e a 2 prugne fre-
sche. Per uno smoothie più denso,
aggiungi uno yogurt di soia.
Noni

MARZO 2020 75

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
IL MENU
NATURALE
Cereali con tofu,
piselli e zucchine
Il pranzo INGREDIENTI (per 2 persone)
30 g di miglio, 30 g di avena, 30 g di orzo, 30 g
Se inizi con l’insalata, mangi di farro, 2 zucchine, 200 g di piselli lessati, 100 g

meno e... digerisci meglio! di tofu, un cucchiaio di olio extravergine di oliva,


basilico, sale e pepe.
Inizia il pasto con un’insalata verde con fagioli neri di soia
PREPARAZIONE
e petto di tacchino lessato a listarelle. Continua con un
mix di cereali con tofu, piselli e zucchine. Concludi Cuoci i cereali in acqua bollente. Quando sono
con una pera, in macedonia o cotta nel vino rosso. pronti, lasciali raffreddare e poi uniscili in una
scodella. Intanto taglia il tofu a cubetti e grigliali
per alcuni minuti, fino a quando non risultano
leggermente dorati. Lava e taglia le zucchine a
rondelle e cuocile in padella con olio extravergine
d’oliva, sale e pepe. Dopo circa
15 minuti aggiungi i piselli
già lessati. A cottura ul-
TI FANNO timata, unisci anche
BENE PERCHÉ... i cereali e il tofu e
I cereali integrali favoriscono cuoci a fuoco vivo,
il transito intestinale, i piselli mescolando, per un
riducono la produzione di paio di minuti. Deco-
istamina e il basilico depura ra i piatti con foglie di
lo stomaco e le vie aeree. basilico.

La merenda
TI FANNO

Lamponi e banane sono BENE PERCHÉ...


Il lampone, ricco di vitamina C,
diuretici e anti cellulite rinforza le difese. La banana,
invece, è ricca di potassio e
magnesio e ha un’azione
2 gallette di mais alcalinizzante.
Una banana
Una manciata di lamponi

Per recuperare le energie a metà pomerig-


gio, frulla una banana, ricca di vitamine,
proteine e minerali, e una manciata di
lamponi,, piccoli frutti di bosco che contrastano
l’azione allergizzante dell’istamina e riequilibrano la
secrezione ormonale. Spalma il composto sulle gallette.

76 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Torta rustica alle
La cena
erbe aromatiche
INGREDIENTI (per 2 persone)

Uova, fibre e verdure 3 uova , 2 cipolle bianche, olio extravergine d’oliva,


aneto, maggiorana, prezzemolo, timo, noce mo-
favoriscono il sonno scata, sale e pepe, pasta frolla integrale surgelata.

Per cena, servi una vellutata di cavolo nero con PREPARAZIONE


una spolverata di paprica. Prosegui con una torta
Affetta le cipolle e cuocile in padella con un filo
rustica alle erbe aromatiche e cipolle, con con-
d’olio d’oliva, fino a quando non saranno dorate.
torno di bietole al forno. Concludi con un infuso
Sbatti le uova un una scodella con sale, pepe e
di malva e melissa o una macedonia di mele e kiwi.
un pizzico di noce moscata. Unisci anche il mix di
erbe aromatiche tritate (aneto, maggiorana, timo
e prezzemolo) e le cipolle. Aggiungi due dita di
acqua frizzante e mescola: aiuterà
la torta a gonfiarsi, pur restan-
do leggerissima e spugnosa.
TI FANNO Fodera una teglia dai bordi
BENE PERCHÉ... alti con della carta da for-
Le cipolle, ricche di solforati, no e una frolla rustica, a
ripuliscono fegato e reni, l’aneto ha base di farina integrale, e
virtù diuretiche e la maggiorana versaci il composto. Cuoci
è sedativa e porta benefici in in forno già a caldo a 180
caso di raffreddore e tosse. °C per 15-20 minuti.

Per dissetarti e pasteggiare

Bevi l’acqua con limone e mirtilli


In alternativa ad acqua “liscia” e vino, puoi preparare una bevanda al-
calina versando in una caraffa, la sera, un litro e mezzo di acqua fredda;
lava e taglia in 4 un limone non trattato, mettilo nella caraffa e copri per
tutta la notte, riponendo il recipiente in frigorifero. La mattina, elimina
il limone, filtra il liquido con un colino e avrai una bevanda perfetta
per drenare le scorie acide. Se poi a questa stessa acqua
acidulata aggiungi un frullato (o un succo) di mir-
tilli freschi, otterrai un drink ottimo anche per
pasteggiare: essendo ricco di bioflavonoidi, rinforza
i capillari e previene gastriti e bruciori.

MARZO 2020 ■ 77
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
I DONI DELLA
BUONA TERRA

Nasce in Piemonte il tè
che fa bene al cuore e al
D
igestivo, depurativo, antinfiammatorio, dima-
NELLE VALLI DELL’OSSOLA, NON
grante. E, come se non bastasse, il tè ci ga-
LONTANO DAL LAGO MAGGIORE, rantisce anche un potente effetto antivirale,
protegge denti e gengive, riduce l’assorbimento
CRESCONO LE CAMELIE DALLE degli zuccheri, aiuta a mantenere una pelle sana...
Più che un infuso, è un vero e proprio farmaco.
QUALI SI RICAVA UNA BEVANDA Eppure, quando si sorseggia una tazza di tè, subito
DIGESTIVA E ANTIOSSIDANTE: si pensa all’Estremo Oriente e all’India. In realtà,
uno dei tè più pregiati - un tè nero premiato a
UN TÈ SPECIALE CHE DI RECENTE È fine 2019 con il prestigioso Gold Award all’Inter-
national Black Tea Tasting Competition che si di-
STATO PREMIATO IN CINA PER IL SUO sputa in Cina - oggi cresce in Italia sulle montagne
AROMA UNICO E LA SUA PUREZZA dell’Ossola, nella piantagione di Paolo Zacchera:
vivaista che ha trasformato una decina di ettari
di terreni a lungo incolti in una piantagione di
Camellia sinensis (L.) Kuntze. La pianta del tè.
Siamo a Premosello Chiovenda, nel Parco della Val
Grande a 15 km dal Lago Maggiore: è qui che otto
anni fa Zacchera ha iniziato a mettere a dimora

5 MINUTI
È il tempo di infusione
ideale per preparare
un tè bianco che
conservi il suo gusto
delicato. Bevilo senza
zucchero e non superare
le tre tazze al giorno

78 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Storie di piante da bere e da mangiare
Il grande libro dei segreti del tè
Richiedi in edicola il nuovo
Riza Collection “Una tazza

dei record
di tè ti allunga la vita” (120
pp., 9,90 €), con i consigli
per preparare l’infuso
perfetto e per usarlo come

le articolazioni
rimedio curativo e antietà.

le camelie da tè (oggi sono circa 25 al momento la più generosa quanto


mila), scegliendole in modo tale che a produzione. Del resto, in queste
potessero sopravvivere agli inverni vallate l’ambiente è perfetto: suolo
di montagna. “Le piante giuste le adatto alle acidofile, acque poco
ho trovate in Turchia, in una zona calcaree, temperature mai torride.
non lontana da Trebisonda dove Ma poi ci vuole l’intervento di un
le camelie crescono a 1200 me- maestro del tè: per ottenere il black
tri d’altitudine. In quell’area l’intera Paolo Zacchera tea vincitore in Cina, è stato fonda-
comunità vive della produzione del tè, mentale l’aiuto di Marco Bertona, che
trasportato a valle con la teleferica e lavo- è presidente dell’Associazione Italiana Tè
rato in impianti a uso collettivo ”, spiega l’esperto, & Infusi e ha lavorato le giovani foglie di camelia.
titolare a Verbania dei vivai della Compagnia del Chi invece desidera un tè autoprodotto, può
Lago.“Il mio sogno è che, in breve tempo, si pos- tenere sul terrazzo o in giardino le piante di
sano acquistare i macchinari per la pressatura e Camellia sinensis e raccoglierne i germogli: tutto
l’essiccazione sul larga scala e che la coltivazione l’anno così “si ottiene un tè bianco fresco, povero
si possa ampliare anche da noi, con la prospettiva di caffeina, che però contiene una quota elevata
di diventare una tipicità di questo territorio”. di principi attivi”, spiega Zacchera. È un tè che
abbassa il colesterolo, combatte artrite e oste-
Si può raccogliere anche in casa oporosi e svolgerebbe anche un ruolo di pre-
In Italia altre piantagioni di camelie da tè si trova- venzione anti cancro: merito dei suoi flavonoidi,
no sulle pendici dell’Etna e del Vesuvio, sui Col- antiossidanti che proteggerebbero le cellule sane
li Albani e in Lucchesia, ma quella verbanese è dalle mutazioni tumorali. ■ Fiammetta Bonazzi

Finito l’infuso, riutilizza le foglie


Per preparare il tè bianco si raccolgono i germogli di Camellia
sinensis
is (nei vivai) e si fanno essiccare all’ombra. In una teiera
di ceramica piena di acqua calda (mai bollente) si versano 2
cucchiaini di tè per ogni 200 ml di acqua (pari a una tazza)
e si lascia in infusione per 5 minuti. Poi si filtra e si serve.
Le foglioline rimaste non si buttano via: si possono frul-
lare con poco olio di riso e si applicano sul viso come
maschera, per restituire tono e colorito
olorito alla pelle opaca.

MARZO 2020 ■ 79
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
L’ORTO SUL
BALCONE

Fragoline di bosco
per disinfettare
le vie urinarie
PIANTALE ADESSO PER POTERLE
Crescono RACCOGLIERE DA APRILE IN POI:
facilmente ELIMINANO RENELLA E CALCOLI

IL VASO
N
elle nostre campagne un tempo venivano
Trovi le piante di fragoline di bosco nei vivai
chiamate “fragole matte” o “fragole delle
più forniti. Interrale a distanza di 10-15 cm
bisce”, perché crescevano in mezzo all’erba
l’una dall’altra e scegli un terriccio sciol-
o a ridosso dei vecchi muri di pietra, ed erano
to e ricco di humus. Ricordati di mettere
più piccole delle normali fragole, ma di certo non
dell’argilla drenante sul fondo del vaso e
meno rosse e saporite. Il vantaggio delle fragoline
aggiungi della cenere di legna, che garanti-
di bosco (Fragaria vesca è il loro nome botanico)
scono la crescita rigogliosa dei frutti.
sta nell’elevata produttività della pianticella, che
porta a maturazione i piccoli frutti da inizio pri-
L’IRRIGAZIONE mavera fino alla fine dell’autunno.
Quando annaffi le fragoline, dirigi il getto
d’acqua alla base delle piantine, cercando Sono curative anche le parti verdi
di non bagnare i frutti e le foglie: sono sen- Essendo un vegetale rustico, resistente e di di-
sibili all’umidità e potrebbero essere colpiti mensioni contenute (può crescere fino ai 30 cm),
da muffe. E se scegli delle piante rifiorenti, la fragola di bosco si trova bene anche in una
potrai gustare le tue fragoline “a chilome- cassetta sul terrazzo o in una serie di vasi pensili
tro zero” per più anni di seguito. da appendere a parete, per ottenere un effetto
molto decorativo. L’unica condizione è che ven-
ga collocata in una zona in cui il sole non è mai
LA FIORITURA troppo diretto, perché la fragola di bosco gradisce
Le fragoline amano il clima temperato e la mezz’ombra e non tollera l’eccesso di luce e
soffrono se le temperature scendono trop- di calore. I suoi frutti (in realtà, i veri frutti sono
po sotto lo zero. D’inverno le piante vanno i minuscoli semi scuri), una volta maturi sono
protette con del tessuto non tessuto e, alla una generosa fonte di vitamina C e acido folico,
base, andranno ricoperte con una paccia- ma forniscono anche calcio, fosforo e ferro, tutti
matura a base di paglia o foglie secche: così
non patiranno gli sbalzi termici.

80 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Coltiviamo la nostra salute

COME SI USANO
Per preparare l’infuso di fragoline, basta
raccogliere una manciata di foglie e fu-
sti di fragoline di bosco e farli essiccare
(al sole o sul termosifone); se ne metto-
no 3 pizzichi in una tazza, si fanno scal-
dare 150 ml di acqua e si versa il liquido
bollente; si lascia in infusione (a tazza
coperta) per 10-15 minuti, si filtra e si
beve, possibilmente senza aggiungere
né zucchero né miele.

CON L’ACETO Al posto del collutorio


Se soffri di ritenzione idrica
e hai le gambe gonfie, Con il medesimo infuso di
condisci la tua macedonia foglie, una volta raffreddato,
di fragoline di bosco con si possono
ossono fare degli sciacqui per
dell’aceto di mele bio: così disinfettare il cavo orale in caso di afte
raddoppi l’azione drenante e ascessi. Se preferisci una bevanda
dal sapore più corposo,
durante la bollitu-
ra aggiungi un
cucchiaio di
minerali utili per affrontare in forze frutti.
la bella stagione. Le fragoline sono ot-
time in macedonia, nei frullati o come
guarnizione sui dolci decorati con una
glassa di zucchero e limone o con la panna. In
realtà, si utilizzano anche le foglie per preparare
un infuso altamente depurativo per il fegato e i
reni, ideale per eliminare, oltre alle ultime scorie
dell’inverno, i calcoli e la renella. Se ne bevono
anche 2-3 tazze al giorno: così si spazzano via
gli acidi urici, prima causa di febbri, debolezza e
infiammazioni. ■ Fiammetta Bonazzi

Provale anche nell’insalata


Dopo averle sciacquate con cura, prova le fragoline selvatiche nell’insalata
per un inedito tocco agrodolce: una buona combinazioen è con rucola
e songino. Oppure aggiungile a un mix di mele e kiwi: è l’abbinamento
perfetto per esaltare il loro potere antiossidante dovuto alla presenza di
fisetina, un flavonoide che sarebbe in grado di contrastare diabete, iperco-
lesterolemia, patologie infiammatorie e degenerazioni cellulari.

MARZO 2020 ■ 81
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
I CORSI DI RIZA
Questi corsi sono a carattere tecnico-pratico e
sono aperti, oltre che al pubblico,
a fisioterapisti, estetiste, naturopati,
infermieri, insegnanti di educazione fisica,
personal trainer, psicologi e medici.
I naturopati in formazione presso l’Istituto
Riza hanno diritto di prelazione.

Tecnica craniosacrale
Condotto da L. Dragonetti
CITTÀ IN 5 WEEK-END

Torino • 28-29 marzo, 25-26 aprile, 30-31 maggio,


18-19 luglio, 31 ottobre-1 novembre 2020
€ 1360 (Iva inclusa)

Lettura del corpo in psicosomatica


Condotto da B. Bertato
CITTÀ IN 3 WEEK-END CORSI BREVI
Bologna • 26-27 settembre, 10-11 ottobre, 28-29 novembre 2020
€ 730 (Iva inclusa)

Dieta psicosomatica
Nuovo metodo pratico
Riflessologia Plantare integrata
Condotto da L. Dragonetti CITTÀ

CITTÀ IN 5 WEEK-END Roma • 28-29 marzo 2020


Milano • 6-7 giugno 2020
Verona • 23-24 maggio, 20-21 giugno, 11-12 luglio,5-6 settembre,
3-4 ottobre 2020 Torino • 4-5 luglio 2020
Roma • 27-28 giugno, 19-20 settembre, 17-18 ottobre, Verona • 4-5 luglio 2020
14-15 novembre 2020, 9-10 gennaio 2021
€ 1360 (Iva inclusa) € 196 (Iva inclusa)

Tecniche di Enneagramma Autostima


Come ritrovarla
Condotto da M. Cusani
CITTÀ IN 3 WEEK-END
CITTÀ
Verona • 12-13 settembre, 10-11 ottobre, 14-15 novembre 2020 Milano • 9-10 maggio 2020
Milano • 26-27 settembre, 17-18 ottobre, 21-22 novembre 2020
€ 196 (Iva inclusa)
€ 730 (Iva inclusa)

Lettura del corpo e tecniche Ayurveda


Seminario introduttivo
di bioenergetica
Condotto da F. Padrini CITTÀ

CITTÀ IN 3 WEEK-END Milano •18-19 aprile 2020


Bologna • 4-5 luglio 2020
Milano 19-20 settembre, 10-11 ottobre, 7-8 novembre 2020

€ 730 (Iva inclusa) € 242 (Iva inclusa)

Visto l’alto numero di richieste si suggerisce di prenotarsi con largo anticipo

PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI: 02/58207921 - WWW.SCUOLA-NATUROPATIA.RIZA.IT


Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
LA COSMESI NATURALE
I nostri specialisti ti offrono ogni mese
tanti programmi naturali su misura per prevenire
e risolvere tutti gli inestetismi cutanei

VINCERE
LA CELLULITE
Edera, la tua alleata contro
i cuscinetti più ostinati
Le foglie e l’estratto in gocce di
questo rampicante sempreverde,
da usare per impacchi, bagni e
frizioni, combattono gli accumuli di
grasso e ristagni. Restituendo tono
e leggerezza ad addome, glutei, gambe.

PAG.
84
CURE VERDI I CONSIGLI
PER LA PELLE ANTIAGE
Il massaggio con le pietre Ringiovanisci e tonifica le labbra
rimodella l’ovale del viso con miele, caffè e burro di karité
Il Gua Sha è un trattamento orientale che Sono i rimedi che, insieme allo zucchero
consiste nel massaggiare quarzi e giade su grezzo, conservano
fronte, zigomi, mento e collo: la bocca idratata ed
distende e rassoda la pelle. eliminano i taglietti.

PAG. PAG.

86 88

MARZO 2020 ■ 83
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
VINCERE
LA CELLULITE

Edera,, la tua alleata per


La cosmesi naturale

LE SUE FOGLIE FRESCHE E L’ESTRATTO IN GOCCE ELIMINANO I DEPOSITI


DI GRASSO E I RISTAGNI E REGALANO LEGGEREZZA ALLE GAMBE PESANTI
Con la consulenza di Manila Tosto, naturopata specializzata in floriterapia e aromaterapia integrate

T
enace e resistente, l’ammiri mentre si arram- Migliora la circolazione linfatica
pica sui vecchi palazzi, sui tronchi d’albero, Le foglie dell’edera sono ricche di steroli e flavonoidi,
e lungo i muri dei giardini. Il nome stesso che sfiammano i tessuti e svolgono un’azione leni-
dell’edera (Hedera helix L.) evoca queste sue qualità tiva, e soprattutto saponosidi, che tonificano i vasi
perché viene dal verbo latino haerere,“stare attac- sanguigni, rivitalizzandoli e rendendo più efficiente il
cato” e, con la stessa forza e persistenza, questo ricambio circolatorio. Grazie al contenuto di sapo-
flessuoso sempreverde è in grado di attaccare la nine, infatti, l’estratto ottenuto dalle foglie di edera
cellulite più ostinata e di migliorare il tono della ha un’ottima azione drenante e antiflogistica: i suoi
pelle, rendendola più compatta e tonica. Ecco per- principi attivi tonificano e proteggono le pareti dei
ché l’edera si rivela una preziosa alleata in caso capillari, rendendo più efficiente il drenaggio linfatico
di cellulite cronica, di vecchia data, che riconosci e riducendo così la formazione di edemi; inoltre, com-
dai noduli duri sulle cosce, granulosi battono efficacemente la vasodilatazione e la conge-
e dolorosi al tatto, proprio per- stione dei tessuti, anticamera della cellulite. Impara a
ché dovuti a infiammazioni, sfruttare i benefici drenanti e tonificanti della pianta,
accumuli di tossine e stasi con ricette anti cellulite, semplici e con pochi ingre-
circolatoria. dienti, avrai effetti sorprendenti nel tempo. Puoi im-
piegare l’edera in forma di estratto fluido o di tintura
madre, oppure puoi utilizzare direttamente le
foglie fresche della pianta, raccogliendole
in campagna o dalle piante che crescono
in vaso sul terrazzo.

■ (a cura di Nina Gigante,


Holistic nutritionist, Health coach
and Medicinal chef,
studiosa di medicine
orientali
orientali)

Girasole

84 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
i cuscinetti più ostinati
Edera Pompelmo

IL TUO PROGRAMMA
IN QUATTRO MOSSE Ginepro

INIZIA CON IL BAGNO APPLICA L’IMPACCO


Tonifica e riduce le adiposità Sfiamma la cellulite indurita
Fai bollire 200 g di foglie fresche di edera Metti a bollire per 10 minuti una tazza di foglie
tritate in 1/2 litro di acqua, filtra e versa il com- di edera in un litro d’acqua. Lascia raffreddare e
posto nella vasca da bagno piena di acqua a aggiungi 3 gocce di olio essenziale di ginepro.
temperatura corporea. Aggiungi 2 gocce olio es- Imbevi delle compresse di cotone nel preparato,
senziale di pompelmo. Immergiti per almeno che applicherai poi su cosce e glutei, dove è
15 minuti. Ricordati di lavare bene il coltello e più consistente il deposito di cellulite, coprendoli
la pentola che sono stati a contatto con l’edera con una pellicola. Aspetta che l’impacco agisca
perché, se ingerita, può essere tossica. lasciandolo riposare per 15 minuti coperto da
asciugamani caldi. Poi sciacqua bene tutta la
parte. Ripeti una volta alla settimana.
POI FAI UN MASSAGGIO
Così dreni la ritenzione idrica CREA IL GEL LEVIGANTE
Dopo il bagno, fai un massaggio rassodante. “Asciuga” la pelle e rinfresca
Mescola 3 cucchiai di olio di girasole bio con
10 gocce di estratto glicolico di edera e 2 gocce In una ciotolina mescola 100 gocce di estrat-
di olio essenziale di arancio dolce ed esegui to idroglicerico di edera con 4-5 cucchiai di
dei massaggi con questo unguento, dal gel di Aloe vera.. Unisci al tutto poche
basso verso l’alto. gocce di olio essenziale di limone,
Aggiungila anche che ha un’azione rinfrescan-
te.Travasa in un vasetto con
al pediluvio chiusura ermetica e con-
Arancio L’estratto idroalcolico di edera serva in frigorifero. Puoi
può essere aggiunto (30-40 gocce) utilizzare il gel come
anche all’acqua tiepida del pediluvio trattamento quotidiano
serale, assieme a una manciata di sale dopo il bagno
grosso: migliora la circolazione o la doccia:
linfatica e decongestiona lascia le gambe
subito i piedi gonfi e stanchi. fresche e leggere.
Aloe

MARZO 2020 ■ 85
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
CURE VERDI
PER LA PELLE

Il Gua Sha ridisegna e


La cosmesi naturale

migliora l’ovale del viso


L’
antico massaggio Gua Sha con le pietre di
L’ANTICO MASSAGGIO ORIENTALE quarzo e giada è uno dei grandi segreti di
bellezza delle donne orientali: favorisce infat-
CON LE PIETRE LEVIGATE DI GIADA
ti la circolazione del sangue, stimola il drenaggio
E QUARZO SGONFIA BORSE E linfatico, migliora l’elasticità della pelle, attenua
le rughe del viso e allenta le tensioni muscolari.
OCCHIAIE MA CANCELLA ANCHE Non è poco! ma quali sono i segreti di questo
LE RUGHE SU ZIGOMI E FRONTE “botox naturale”? Lo abbiamo chiesto a Francesca
Piccolo, terapista olistica a londra (www.piccolo-
massage.com) ed esperta di Gua Sha facciale. ■
■ (a cura di Nina Gigante, Holistic nutritionist, Health
coach and Medicinal chef, studiosa di medicine orientali)

Roller

Un unico gesto, tanti benefici


Stimola la microcircolazione
e ossigena la pelle in profondità
Il Gua Sha (letteralmente Gua significa “strofinare”, e Sha vuol dire “calore”) è
un rituale di salute e bellezza utilizzato da millenni dalla medicina tradizionale
cinese. Consiste in un automassaggio del viso attraverso un “dolce sfregamento”
effettuato con l’aiuto di alcuni piccoli strumenti, tradizionalmente realizzati
con pietre e minerali quali la giada o il quarzo rosa, in certi casi anche con
l’ametista; il contatto delle pietre con la pelle elimina infiammazioni, borse e
occhiaie, stimolando la circolazione e sbloccando il Qi, quella forza vitale che
scorre nel nostro corpo e che, quando è libera di fluire senza intoppi, illumina
e rende vivo e vitale anche il nostro incarnato.
● Effetti visibili fin dai primi trattamenti: il Gua Sha ti garantisce
una migliore definizione dei contorni del viso, una pelle più ossi-
genata e tonica, meno rughe su fronte, mento e contorno labbra
e un contorno occhi alleggerito da zone gonfie e scure. In più, il
Gua Sha agisce positivamente sul sistema nervoso e
immunitario e favorisce un effetto rilassante ad
ampio spettro, che si traduce immediatamente
in un incarnato più disteso, riposato e luminoso. Quarzo

86 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Olio
di jojoba

COSA FARE PASSO PER PASSO

Ripetilo ogni sera, sulla pelle pulita


Comincia procurandoti una pietra da ● Scalda le pietre:
Gua Sha (le più comode, per il tratta- comincia a riscaldare
mento casalingo, sono a forma di cuore la pietra (o la pietra del
o di pesce oppure puoi scegliere un rol- roller) strofinandola fra le
ler, reperibili in profumeria e online). mani per qualche secondo.
Quindi, inizia a massaggiarla
Prepara il viso con una pulizia accura- dolecemente sul viso, lasciandola scivolare
Dioscorea
ta, per eliminare i residui di smog accu- dall’alto (fronte) verso il basso (mento)
mulati durante la giornata. Poi applica e viceversa, per una decina di volte. Ripeti il
sulla pelle (inclusa la zona del collo), un movimento partendo dal naso e spostando la pietra
velo di olio di jojoba o di germe di gra- o il roller verso l’esterno. A questo punto, esegui i
no, per far scivolare meglio la pietra. movimenti che ti indichiamo qui sotto.

Esegui 6 volte ogni movimento


Zona collo: inizia dall’angolo esterno della mascella,
vicino al lobo dell’orecchio. Sfiora lentamente in
direzione discendente, verso il centro della
clavicola. La zona del pomo di Adamo è
un punto energetico molto importante
per attivare il meridiano REN, che
ha un ruolo chiave nella circolazione
dell’energia.
Zona mento: passa il cristallo sull’area
sotto il mento fino alla base dell’orecchio. poi
sfiora il centro del mento verso l’orecchio.
Zona bocca: muovi la pietra intorno alla bocca,
spingendola di nuovo verso l’alto, fino all’orecchio.
Zona guancia: parti dai lati del naso, attraverso la
guancia e vai di nuovo verso il centro dell’orecchio.
Zona occhi: sfiora l’area sotto l’occhio, sali all’area
del sopracciglio e percorri il sopracciglio
dall’interno all’esterno, prima da un
lato poi dall’altro.
Smuovi la linfa dal Zona fronte: infine sfiora
centro verso l’esterno l’area che va dal centro
delle sopracciglia verso
Per eliminare la linfa raccolta durante
l’alto, fino all’attaccatura
il trattamento, parti dal centro della
fronte,muovi la pietra o il roller lungo dei capelli. Massaggia
l’attaccatura dei capelli, poi vai sopra la lentamente dal centro della
tempia e scendi dietro l’orecchio e sul fronte, sopra le sopracciglia,
collo. Termina applicando un velo di in direzione delle tempie.
olio di Dioscorea batatas, la “radice
di luce”, dall’ottima azione
rimpolpante e antiage.
MARZO 2020 ■ 87
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
I CONSIGLI
ANTIAGE

Ringiovanisci e tonifica
La cosmesi naturale

con miele, caffè e karité


ESFOLIARE E NUTRIRE: ECCO LE PAROLE D’ORDINE PER CONSERVARE
LA BOCCA FRESCA E LEVIGATA E, SE SERVE, PER AUMENTARNE IL VOLUME

e l’unica cura che dedichi alle tue


S labbra è una rapida passata di burro
cacao quando sono secche o arros-
Inizia con uno scrub
sate, ripensaci: puoi fare molto di più! Noi
ti proponiamo una serie di cure naturali Elimina la pelle secca per
da regalare alla tua bocca per rigenerarla ritrovare la morbidezza
e proteggerla. La perdita di volume e le
Se le labbra sono arrivate a fine inverno secche e
linee sottili sul contorno labbra sono in-
screpolate è tempo di rinnovamento! Comincia
fatti i primi due segnali d’invecchiamento e
con uno scrub: esfoliare rende le labbra più ricet-
spesso compaiono prima in chi fuma, in chi
tive rispetto ai nutrienti che applichi, perché pos-
ha una carnagione pallida e in chi si espone
sono penetrare più a fondo. Cosa utilizzeremo?
al sole senza un’adeguata protezione. E se
Lo zucchero integrale di canna, che rimuove
è vero, come hanno dimostrato vari studi,
la pelle secca e stimola il turnover cellulare, e il
che le labbra grandi e piene conferiscono
burro di karité grezzo, che nutre la pelle con
a chi le possiede un aspetto decisamente
le vitamine A, E, F e K, e ripara tutte le screpola-
più giovane, scopri insieme a noi quali sono
ture, penetrando a fondo nelle fessure. Ripeti il
i gesti quotidiani che possono dare alla tua
trattamento 2 volte alla settimana.
bocca un look più fresco, sano e levigato.

Burro
di karitè Fai così: mescola un cucchia-
ino di zucchero di canna, un
cucchiaino raso di burro di ka-
rité tiepido e 2 gocce di olio
di baobab. Applica sulle labbra
con movimenti circolari, assicuran-
doti di lasciarlo agire per almeno un
paio di minuti. Rimuovi con un panno
umido e vedrai le tue labbra più ro-
sate e più morbide.

Olio Zucchero
di baobab di canna

88 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
le tue labbra
Stimola il collagene
È la sostanza che mantiene
i tessuti tesi e compatti
Il segreto di un contorno labbra definito e tur-
gido è il collagene:: gli elementi che possono
incidere sulla qualità e quantità di collagene
sono genetici e ambientali, in particolare se
consideriamo fattori come raggi UV e fumo. Miele
manuka
Sostieni la produzione di collagene con un dop-
pio trattamento a base di antiossidanti naturali Olio
vinaccioli
che prevengono in modo efficace la perdita di
collagene. Questa cura prevede una maschera
diurna e una notturna in un ciclo intensivo che
stimola la produzione di collagene e rassoda il
contorno labbra.

■ Al mattino ■ Alla sera


Massaggia gli oli di menta e caffè Applica un velo di miele di Manuka
Prima di applicare il rossetto, massaggia sulle labbra Tre notti a settimana nutri a fondo labbra e con-
un cucchiaino di olio di seme di caffè verde a cui torno labbra con questa golosa maschera not-
avrai aggiunto 2 gocce di olio essenziale di menta turna: spalma sulle labbra qualche goccia di olio
piperita. La menta contiene mentolo e mentone, di vinaccioli (per uso alimentare) e poi ricopri
due componenti che proteggono da irritazioni, raggi l’olio con uno strato di miele di Manuka, mas-
UV e infezioni batteriche. L’olio di semi di caffè in- saggiandolo con delicatezza. Sarà normale prima
vece è un concentrato di vitamina E, steroli e acidi di addormentarti ingerire un pochino di miele:
grassi essenziali, preziosi per proteggere la sottile ma niente paura, è una maschera gradevole da
pelle delle labbra dai radicali liberi. assaggiare! L’olio di vinacciolo si assorbe rapi-
damente: i suoi alfaidrossiacidi mantengono le
labbra idratate a lungo mentre la sua potente mi-
Menta scela di flavonoidi e polifenoli aumenta l’elasticità
piperita delle labbra e dissolve le linee sottili. La gustosa
Caffè patina di miele ripara nottetempo le screpolatu-
verde re, ammorbidisce i tessuti nutrendo in profondità
e grazie alla sua portata antibatterica riduce
l’insorgenza di herpes, taglietti e irritazioni.

MARZO 2020 ■ 89
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
I CONSIGLI
ANTIAGE

Cannella e cacao
invece del rossetto
F
ai attenzione anche al make-up in quanto, a lungo an-
dare, i rossetti di sintesi chimica possono provocare
ulteriore secchezza o disidratazione, a meno che tu
non scelga un prodotto a specifica azione idratante.
Crea il tuo rossetto naturale per restituire turgore e
volume alle labbra senza impoverirle della ricca barriera
idratante che le mantiene giovani a lungo. I campioni di
nutrimento per le labbra sono soprattutto due: il burro
di cacao grezzo e l’olio di cocco cocco. Gli acidi grassi
essenziali del cacao idratano in profondità e creano una
barriera contro infiammazioni e screpolature, mentre i
Olio polifenoli prevengono lo scolorimento e le linee sottili.
di cocco L’olio di cocco tende a creare una barriera idrolipidica
che incapsula i componenti idratanti e mantiene le labbra
soffici a lungo. Inoltre l’olio di cocco è particolarmente
utile in caso di labbra arrossate dal freddo perché pos-
siede un blando effetto analgesico. ■ (S.B.)

Burro
di cacao

■ I coloranti naturali hanno un effetto-lifting


E grazie a cera d’api e olio di cocco eviti disidratazione, herpes e taglietti
Sciogli a bagnomaria 2 cucchiai di olio di cocco, un cucchiaio di cera d’api e un cucchiaio di burro
cacao bio. Una volta sciolto il composto, aggiungi le colorazioni che più ti piacciono: per un rossetto
bronze puoi spolverare nella miscela un pizzico di cacao amaro e della cannella in polvere (la
cannella stimola la circolazione e inturgidisce le labbra in modo naturale). Per una tonalità più vivace,
usa un pizzico di polvere di barba-
bietola.. Per un effetto più sa-
Polvere di
FAI COSÌ: trasferisci il composto in uno tinato, aggiungi la punta barbabietola
scatolino di alluminio con chiusura er- di un cucchiaino di
metica e lascia raffreddare. Applicalo polvere di ben-
con la punta delle dita e goditi una tonite.
protezione completa per tutta la
giornata. Conserva il tuo rosset-
to in crema al fresco.

Cera d’api

Cannella

90 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Centro Riza
Servizio di psicologia e psicoterapia
INCONTRI DI GRUPPO
Tutti i giovedì con Raffaele Morelli

SCOPRIAMO LE NOSTRE RISORSE INTERIORI


Abbandoni, separazioni, fallimenti sentimentali, disagi esistenziali e disturbi psico-
somatici a volte ci travolgono. E così ricorriamo agli psicofarmaci con la speranza di
salvezza. Ma non è fuggendo dal sintomo, o cercando di metterlo a tacere con le
medicine, che possiamo risolvere il problema. Questi disagi racchiudono una gemma
preziosa: è il grande sapere dell’anima che preme per farci realizzare la nostra vera
natura, cioè il nostro essere diversi da tutti gli altri. Perché ognuno possiede Imma-
gini soltanto sue. Gli incontri terapeutici del giovedì sono workshop pratici dove
vengono insegnate le tecniche fondamentali per ritrovare il benessere interiore.

Incontri terapeutici di gruppo,


condotti dal dott. Raffaele Morelli, medico, psichiatra e psicoterapeuta,
tutti i giovedì dalle 17.00 alle 18.30
Dato l’elevato numero di richieste si consiglia di prenotare con largo anticipo

LE TECNICHE PER PREVENIRE E CURARE


L’ANSIA E IL PANICO
Chi soffre di DAP (disturbi da attacco di panico) ritiene che questo disagio sia insormontabile e finisce con il
farsi condizionare l’esistenza. Rinuncia a viaggi, teme la solitudine, perde la sua autonomia e l’indipenden-
za. In questi incontri di gruppo si impara prima a gestire il disagio e via via a scoprire che l’ansia e gli attacchi
di panico sono la manifestazione della parte più vitale che chiede di prenderci cura di noi stessi. Affrontarle
come un’opportunità di crescita rende molto più rapida la guarigione.

Incontri terapeutici di gruppo,


condotti dalla dott.ssa Maria Chiara Marazzina, psicologa e psicoterapeuta,
tutti i martedì dalle 18.30 alle 20.00

i Per ulteriori informazioni e appuntamenti


telefonare al n. 02 5820793

Centro Riza di Medicina Naturale e Dimagrimento Olistico - Via Luigi Anelli, 4 - 20122 Milano
e-mail centro@riza.it - www.centro.riza.it

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Bambini & Natura
I rimedi verdi contro asma e starnuti

Ribes nero e glicerolo


combattono le allergie
ECCO GLI ESTRATTI NATURALI DA PRENDERE SUBITO PER RIDURRE
L’AZIONE IRRITANTE DEI POLLINI SULLE VIE AEREE E SULLA PELLE.
E, SE I DISTURBI SONO GIÀ IN ATTO, PER ATTENUARNE L’INTENSITÀ

C
ome ogni anno, in questo periodo si riac- quelli deputati allo scambio con l’esterno: la pelle
cende per adulti e bambini il problema delle ma soprattutto le vie respiratorie. Starnuti, naso
allergie. Alla fine dell’inverno, infatti, il siste- che cola, broncospasmo, tosse e lacrimazione agli
ma immunitario arriva indebolito da lunghi mesi occhi sono i classici sintomi del raffreddore da
dio freddo e influenze e può fare fatica ad adat- fieno, spesso accompagnato anche da prurito al
tarsi ai cambiamenti meteorologici e ambientali, naso e alla gola, cefalea e senso di intontimen-
irrigidendosi in una sorta di eccessiva autodifesa to. L’allergia respiratoria si può prevenire ma, se
contro tutto ciò che vive come “altro da sé”, e prende piede, va trattata subito, fin dai primi sin-
quindi nemico. E gli organi-bersaglio sono proprio tomi, per evitare che evolva in bronchite. ■

I granuli omeopatici

Vanno scelti sulla base


dei sintomi specifici
Anche l’omeopatia ci viene in aiuto per atte-
nuare i disturbi allergici, ma bisogna scegliere
il rimedio analizzando bene i sintomi.

■ Allium cepa 9 CH
Si usa quando ci sono lacrimazione acquosa non
irritante, arrossamento della congiuntiva con
starnuti violenti peggiorati entrando in una stanza
calda, raucedine, solletico alla laringe; tutti i sintomi
sono aggravati la sera ed entrando in una stanza
calda, mentre migliorano all’aria fresca, facendo il
bagno e quando il bambino si muove.

92 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Prova il “cortisone” naturale

Ribes nigrum invece dell’antistaminico


Il Ribes nigrum è il rimedio naturale consigliato la somministrazione chimica di cortisone, che pre-
per combattere il raffreddore da fieno. I suoi prin- senta sgradevoli effetti collaterali (tra cui gonfiore
cipi attivi stimolano le ghiandole surrenali, incenti- e abbassamento delle difese immunitarie). Ottimo
vando la produzione di cortisolo, che, attivato na- anche per trattare le dermatiti e gli eczemi, svolge
turalmente, aumenta senza superare il livello ben un’azione specifica contro il raffreddore da fieno,
tollerato dall’organismo. Questo non accade con le congiuntiviti e la bronchite allergica.

Quando serve lo sciroppo


Grazie al glicerolo vinci la tosse secca
Spesso le allergie respiratorie esor-
discono con tosse secca e pizzico in
gola. In questi casi, richiedi in far-
macia o in erboristeria uno scirop-
po pediatrico a base di glicerolo,
una sostanza organica incolore e
insapore che riveste la faringe con
una “pellicola” protettiva, lubrifi-
candone la superficie. E, togliendo
l’infiammazione, placa la tosse.

Ribes
nigrum

Usa il macerato
Il ribes nero si usa sotto forma di macerato
■ Euphrasia 5 CH glicerico, ricavato dalle gemme della pianta.
È indicato in caso di lacrimazione profusa e La posologia prevede dalle 20 alle 50 gocce
irritante, associata a congiuntivite, fotofobia sciolte in acqua, 2/3 volte al giorno, per
e sensazione di sabbia negli occhi; la salire poi dalle 30 alle 70 gocce nelle fasi
lacrimazione è aggravata all’aria aperta, col più critiche. In questo caso, se la crisi
vento freddo, stando sdraiati e tossendo. allergica è molto forte, le gocce si posso-
no assumere sotto la lingua, per favorire
Euphrasia
■ Sabadilla 9 CH un immediato assorbimento.
S’interviene con questo rimedio quando
prevalgono le crisi di starnuti violenti con Il ribes si può associare alla tintura madre
lacrimazione irritante e rinorrea acquosa, di Amni Visnaga (una pianta delle Apia-
prurito delle narici e del palato. ceae, che ricorda nell’aspetto l’achillea),
nella dose di 15 gocce, 3 volte al dì, se
I rimedi si danno nella dose di 3 granuli fino alla rinite si associa il broncospasmo, con
a 3 volte al dì e sempre a digiuno, finché i il tipico “fischio” durante il sonno.
sintomi non si attenuano.

MARZO 2020 ■ 93
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Gli animali

Arnica e consolida
Amici a quattro zampe

per trattare le fratture


SONO LE ERBE CHE FANNO
L
e ossa sono strutture vive e sono costituite
da tre componenti. Quella organica, la cosid-
RIASSORBIRE IL TRAUMA E ATTIVANO detta matrice, è formata da fibre proteiche
I PROCESSI DI RICOSTRUZIONE (per lo più collagene) che danno coesione, elasti-
cità e resistenza; la componente cellulare com-
DELLE OSSA DANNEGGIATE prende invece gli osteoblasti, cellule responsabili
della formazione e della deposizione di nuovo
■ di Laura Cutullo, medico
osso, gli osteoclasti, deputati alla distruzione e al
veterinario, omeopata riassorbimento dell’osso vecchio, e gli osteociti,
e floriterapeuta che agiscono da regolatori di questi due processi;
c’è poi una componente minerale, costituita da
cristalli di sali di calcio, fosforo (idrossiapatite),
magnesio e altri elementi, che conferisce all’osso
rigidità e robustezza.
L’osso non è quindi una struttura inerte, ma è
un complesso di elementi in costante rimodel-
lamento nel tempo. Anche negli animali la sua
frattura può avere quindi differenti cause: la più
frequente è quella traumatica conseguente ad un
Consolida forte impatto che lo porta a rottura.

Tutti i preparati per


Il principale aiuto naturale arriva dalla Consolida
maggiore (Symphytum officinalis), pianta della
famiglia delle Borraginaceae che ha un’ antichissi-
ma e documentata tradizione riguardo alla guari-
gione delle fratture. Ha una notevole azione anche
nel caso di distorsioni, lussazioni, stiramenti, contu-
sioni, ferite. Riduce velocemente l’infiammazione e
l’edema, ed è un potente cicatrizzante grazie alla
presenza di allantoina, sostanza che ha la proprietà
di accelerare la guarigione delle ferite, stimolando
la rigenerazione tissutale.

94 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Il pronto soccorso
In caso di ematomi
e dolori muscolari
Se le ossa si fratturano, in genere vengo-
no traumatiuzzati anche nervi, muscoli e
tendini. Ecco le piante per disinfiammarli.

■ L’ARNICA
La guarigione è un processo lungo Una dose di Arnica 200 CH è utile all’a-
Per rinsaldare la rottura, l’osso fratturato crea un nimale appena avviene il trauma, per gli
nuovo tessuto: il callo osseo. Il processo inizia con ematomi e per superare lo choc.
la formazione di un ematoma, causato dalla rottura
dei vasi intorno e dentro l’osso e subito coinvolge ■ L’IPERICO
le cellule dello strato profondo della “pellicola” Hypericum è da somministrare se sono
che ricopre interamente tutte le ossa, il periostio. coinvolte zone molto innervate o in
Queste cellule (fibroblasti, condroclasti, macrofagi caso di rottura delle unghie; il rime-
e altre), normalmente quiescenti, si riattivano for- dio attiva i processi riparatori ai
mando uno strato di cellule osteogeniche. Il callo nervi e toglie il dolore nevralgico: 3
osseo inizia a formarsi dopo circa 2 settimane dalla granuli 2 volte al dì all’inizio e poi
rottura e deve poi calcificare. si dirada la frequenza.
È chiaro, quindi, che la riparazione è un processo Hypericum ■ LA RUTA
lungo, ma gli animali non hanno la pazienza di
Ruta 30 CH monodose, poi alla 5 CH (3 gra-
mettersi a riposo dopo l’intervento del veterina-
nuli 2-3 volte al dì, per 2-3 settimane) si usa
rio! Appena possono si muovono (e questo è un
per trattare le rotture di tendini e cartilagini
bene per la guarigione), e lo fanno senza limitarsi
e per le lesioni sul periostio.
e commettendo imprudenze che rallentano o
alterano i processi riparativi. Un aiuto in più per ■ LEDUM
accelerare la riparazione è utilissimo e spesso Ledum 30 CH (3 granuli mattina e sera) si
necessario: ce lo forniscono la fitoterapia e l’o- utilizza per traumi e contusioni.
meopatia. ■

accelerare la formazione del callo osseo


■ Il decotto si applica sulla lesione ■ I granuli si danno per via orale
Per ottenere un decotto per uso esterno, basta mettere Per via interna è meglio usare la consolida nella forma omeo-
un cucchiaio di radice secca di consolida in due tazze patica: Symphitum 30 CH toglie velocemente il dolore della
di acqua. Si fa bollire per 2 minuti, si spegne e si lascia frattura e fa sì che il callo osseo possa formarsi velocemen-
raffreddare. Si filtra e si utilizza il decotto imbibendo te e col giusto esito. Symphitum va somministrato solo
delle fasciature. quando la frattura è stata ricomposta e/o la parte
Ponetele sulla parte traumatizzata e lasciatele contenuta in modo adeguato per non favorire
in loco almeno 30 minuti, più volte al giorno. riparazioni scomposte. Potete dare Symphitum
Il trattamento va ripetuto finché il trauma non 30 CH per 2 volte al giorno, nella dose di 3-5
si riassorbe completamente. granuli secondo la taglia.

Consolida

MARZO 2020 ■ 95
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Le letture
I libri di SALUTE NATURALE in edicola questo mese

Guida all’uso del bicarbonato,


prodigioso rimedio tuttofare
Scopri come sfruttare le
sue proprietà igienizzanti
Il bicarbonato è una sostanza prodi-
giosa, conosciuta dalle nostre non-
ne come rimedio tuttofare e oggi
rivalutata dalla scienza per le sue
virtù disinfettanti, antibatteriche,
sbiancanti, igienizzanti. Utile per la
salute, il bicarbonato si può usare
per curare le micosi o per pedilu- Lo yoga libera corpo
vi, bagni e semicupi; perfetto per e mente dalle tensioni
l’igiene domestica, può sostituire la
maggior parte dei detergenti casa- Lo yoga vive una stagione felice,
linghi; atossico, si può usare per la che vede il moltiplicarsi anche in
pulizia degli animali da compagnia, Occidente di appassionati di questa
per trattare frutta e verdura, per antica disciplina e il fiorire di scuole
liberare le piante dalle impurità. Non ultimo, è un efficace cosmetico. dove questa pratica viene insegnata
Tutti gli impieghi di questa preziosa polvere in questo utile manuale. ad allievi di ogni età. Questa forma di
esercizio fisico che non è propriamente
Il magico bicarbonato - Edizioni Riza, 144 pp., 9,90 € uno sport ma che secondo un coro
unanime di ricercatori e medici ha
innumerevoli benefici per il corpo e
Vinci i disturbi della colonna per la mente si basa sulla pratica
di particolari posizioni, dette asana,
I disturbi della colonna vertebrale sono
che hanno il potere di distendere la
molto diffusi e talvolta invalidanti, tanto
muscolatura e le articolazioni, favorire
da costringere chi ne soffre ad assumere
la circolazione sanguigna e linfatica
farmaci pur di far cessare il dolore. Que-
ed esercitare effetti analgesici in caso
sto manuale ci permette di conoscere
di dolori e contratture. In più lo yoga
meglio il mal di schiena, sia esso localiz-
allontana stress e ansia. In questo
zato alle vertebre lombari (lombalgia),
manuale troveremo spiegate passo
cervicali (cervicalgia) o dorsali (dorsal-
passo le principali posizioni dello yoga,
gia), ma soprattutto ci consente di risol-
suddivise sulla base dei disturbi che
vere questi disturbi in modo naturale,
aiutano a curare.
grazie a esercizi e rimedi verdi mirati.
Yoga. La migliore cura per mente
Pronto soccorso per il mal di schiena - Edizioni Riza, 122 pp., 9,90 € e corpo - Edizioni Riza, 122 pp., 9,90 €

96 ■

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
La vetrina di marzo

Affronta in forze il nuovo clima


Il super alleato per depurarsi Tutta l’energia della tua voce
La Betulla Superiore è un innovativo integratore Voxyl voce gola è un prodotto specifico per
che concentra nella sua formula elementi la voce. Contiene estratto secco di Erisimo, un
nutritivi preziosi utili a drenarsi e a puri- componente attivo di origine naturale che svolge
ficarsi. Grazie ai suoi fitoestratti più per- un’azione emolliente e leniti-
formanti e ai metodi estrattivi migliori che va. Al piacevole gusto di miele
rispettano la naturale attività della materia e mora. Non contiene glutine,
prima, questo prodotto libera il corpo dal- lattosio, soia e caseina. Senza
le tossine, rigenerandolo. zucchero.

i ZUCCARI - Tel. 0461/420527


info@zuccari.com - www.zuccari.com i PIERRE FABRE
Tel. 02/477941 - www.pierre-fabre.it

Efficace sostegno per la salute Ripopola la flora batterica buona


Micotherapy U-Care è una miscela a base di 5 fun- Fox è un integratore a base di Lactobacillus paraca-
ghi medicinali (Ganoderma lucidum, Agaricus blazei sei, Lactobacillus plantarum e Bifidobacterium breve,
Murril, Cordyceps sinensis, Lentinus edodes e Grifola probiotici utili per ripopolare la flora batterica inte-
frondosa) ideata per supportatre la salute stinale. Il sistema di microincapsulazione
dell’organismo; la formula in particolare è permette ai probiotici di superare indenni
studiata per dare sostegno al sistema im- lo stomaco e arrivare integri nell’intestino.
munitario, potenziare il microbiota intesti- Con citrato di potassio e magnesio, alleati
nale e offrire protezione antiossidante. dell’equilibrio acido-base.

i AVD REFORM - Tel. 0521/628498


www.avdmed.it - www.micotherapy.it i BIOHEALTH ITALIA
info@biohealth.it - www.biohealth.it

Aiuto contro i dolori articolari Ricca fonte di fibre e proteine


No Dol Capsule è a base di sostanze efficaci contro I Lupini Bio Madama Oliva in vaschetta sono una
i dolori articolari; contiene Glucosamina, un compo- fonte naturale di proteine e fibre, hanno un contenuto
nente delle cartilagini, Condroitina, necessaria per nu- calorico ridotto e promuovono il senso di sazietà.Tra i più
trire e lubrificare le articolazioni; MSM, antichi legumi conosciuti, i lupini sono
fonte di Zolfo organico, capace di lenire oggi considerati “healthy food”, capaci di
il dolore articolare, Manganese, che co- contribuire ad abbassare il colesterolo
adiuva l’attività muscolare, Aloe Vera e cattivo, regolare la glicemia e contrasta-
Artiglio del Diavolo, antinfiammatori. re l’invecchiamento cutaneo.

i ESI
info@esi.it - www.esi.it i MADAMA OLIVA
info@madamaoliva.it - www.madamaoliva.it

MARZO 2020 ■ 97
Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
Centro Riza Direttore responsabile
Vittorio Caprioglio
Direttore scientifico
Raffaele Morelli

Servizio di psicologia Condirettore


Daniela Marafante

e psicoterapia
Direttore Generale
Liliana Tieger
Grafica e impaginazione
Cristina Tunesi
Comitato scientifico

INCONTRI DI GRUPPO
Direttore: Emilio Minelli
Maria Ceriani, Romeo Compostella,
Maurizio Cusani, Ruggero Dujany, Pietro Fornari,
Francesco Novetti, Piero Parietti

Tutti i giovedì Presidente onorario: Ervin Laszlo


Consulente editoriale:

con Raffaele Morelli Fiammetta Bonazzi


Hanno collaborato:
(per i testi)
M.Andena, S. Barberis,
F. Bonazzi, G. Bossi, L. Cutullo, P. Fornari,

SCOPRIAMO LE NOSTRE
N. Gigante, D. Migliorati, E. Minelli,
C. Molina, M. Morelli, T. Morelli,
G. Ruatasio, F. Vuono
RISORSE INTERIORI (per le immagini)
A. Siviglia
Foto: 123rf, Adobe Stock, Shutterstock
Abbandoni, separazioni, fallimenti sentimentali, disagi esi- Copertina di: Angelo Siviglia
stenziali e disturbi psicosomatici a volte ci travolgono. E Direttore Pubblicità
così ricorriamo agli psicofarmaci con la speranza di salvez- Doris Tieger
Ufficio Pubblicità
za. Ma non è fuggendo dal sintomo, o cercando di metter- Luisa Maruelli, Ugo Scarparo

lo a tacere con le medicine, che possiamo risolvere il pro- Responsabile Amministrativo


Danila Pezzali
blema. Questi disagi racchiudono una gemma preziosa: è il Segreteria di Direzione
grande sapere dell’anima che preme per farci realizzare la Daniela Tosarello
Ufficio Tecnico
nostra vera natura, cioè il nostro essere diversi da tutti gli Sara Dognini
altri. Perché ognuno possiede Immagini soltanto sue. Ufficio Abbonamenti
Maria Tondini, Clarissa Cazzato
Gli incontri terapeutici del giovedì sono workshop pratici
dove vengono insegnate le tecniche fondamentali per ri- Redazione, amministrazione e servizio abbonamenti:
via L. Anelli 1, 20122 Milano, tel. 02/5845961 r.a. - fax 02/58318162
trovare il benessere interiore. Pubblicità: Edizioni Riza S.p.A.- via L. Anelli 1 - 20122 Milano
tel. 02/5845961 - fax 02/58318162
Stampato in Italia da: Caleidograf srl, Via Milano 45, 23899 Robbiate (Lc)
Distribuzione per l’Italia e l’estero: SO.DI.P. “Angelo Patuzzi” S.p.a.,
via Bettola 18, 20092 Cinisello Balsamo (MI)
Arretrati solo per l’anno in corso: Euro 7,80. Abbonamento annuale (12
Il giovedì alle ore 17.00 numeri) Italia: Euro 33,00. Paesi europei: Euro 117,00. Altri Paesi:
Euro 159,00. Oceania: Euro 213,00.Versamenti da effettuare sul C.C.P.
n. 25847203, intestato a Edizioni Riza S.p.A., via L. Anelli, 1 - 20122 Milano.
presso il Centro Riza di Medicina Naturale Autorizzazione del Tribunale di Milano n. 552 del 04-08-1998.
ISSN 1128 4366 (PRINT)
gli incontri di gruppo ISSN 2498-9924 (ONLINE)
Associato a:

con Raffaele Morelli


Salute Naturale cita i nomi commerciali di prodotti
fitoterapici, omeopatici o farmaci per completezza di
informazione e per libera scelta della redazione
Le informazioni contenute nella presente pubblicazione sono
Dato l’elevato numero di richieste a scopo informativo e divulgativo: pertanto non intendono

si consiglia di prenotare con largo anticipo sostituire, in alcun caso, il consiglio del medico di fiducia.

al numero 02/5820793 Riza sito: www.riza.it


Riza e-mail:
info@riza.it
riza@riza.it (Corsi Istituto Riza)
advertising@riza.it (pubblicità)
abbonamenti@riza.it (abbonamenti)
Centro Riza di Medicina Naturale e Dimagrimento
Garanzia di riservatezza per gli abbonati
Olistico - Via Luigi Anelli, 4 - 20122 Milano L’Editore garantisce la massima riservatezza dei dati forniti dagli abbonati e la possibilità di
richiederne gratuitamente la rettifica o la cancellazione scrivendo a: Edizioni Riza - via L.
Anelli, 1 - 20122 Milano. Le informazioni custodite nell’archivio elettronico Riza verranno
e-mail centro@riza.it - www.centro.riza.it utilizzate al solo scopo di inviare agli abbonati vantaggiose proposte commerciali (art. 13,
decreto legge 196/2003).

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
ole al lavoro.
ere co nsapev
Beness

Swisscare. Da 30 anni,
nella tua vita, naturalmente.

D
al 1990, il BENESSERE CONSAPEVOLE SWISSCARE fa parte della vita quotidiana di sempre più
persone. Da 30 anni ci prendiamo cura della NATURA di tutti, DENTRO e FUORI. Per noi significa:
Proporre cosmetici e integratori in armonia con i ritmi naturali, anche quelli legati alle “stagioni”
di ciascuna persona; Divulgare il più possibile la LISTA ROSSA, ingredienti che per scelta
etica non utilizziamo, per orientare in modo sicuro e responsabile le scelte; Tutelare le risorse
naturali attraverso una produzione sempre più sostenibile e la promozione di comportamenti virtuosi.
E tu, hai già scoperto il #BenessereConsapevole SWISSCARE?

Per conoscere il Benessere Consapevole Swisscare


theintrepidi.it

e i nostri prodotti, seguici sui social, chiama l’800.711.811,


contatta la tua Consulente di zona o vai su swisscare.it

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today
STRESS e SBALZI D'UMORE
STANCHEZZA
DISTURBI OSSEI
FASTIDI MUSCOLARI
Potrebbero indicare una carenza
di magnesio

Gli integratori non vanno intesi quali sostituti di una dieta sana, variata ed equilibrata.
Si consiglia di leggere le avvertenze presenti sulla confezione.
Informazione pubblicitaria.

Quotidiano alleato
del benessere

Trova questa rivista e tutte le altre molto prima,ed in più quotidiani,libri,fumetti, audiolibri,e tanto altro,tutto gratis,su:https://marapcana.today