Sei sulla pagina 1di 10

Fonetica

L’alfabeto italiano
A (a) ​ (acca)​
H Q (qu)
B (bi) I (i) ​R (erre)
C (ci)​ ​L (elle)​ ​S (esse)
D (di)​ M (emme) ​T (ti)
E (e)​ N (enne) U (u)
F (effe) O (o) V (vu)
G (gi)​ P (pi) ​Z (zeta)

Alle ventuno lettere elencate occorre aggiungerne altre cinque, che si trovano in grafie
del passato o in parole straniere prese in prestito.
J (i lunga) W (doppia v) Y (ipsilon / i greca)
K (cappa) X (ics)

Suoni che meritano particolare attenzione


Vocali forti: ​a, o, u​.
Vocali dolci: ​e, i​.

Regola fondamentale della fonetica italiana


Nell’italiano moderno, ogni suono si scrive in una sola maniera e ad ogni grafia
corrisponde un solo suono. Sotto questo punto di vista, l’italiano è decisamente più
facile del portoghese.

Suoni della lettera ​c


ca
ce che
ci chi
co
cu
ce
È pronta la cena?
Abito nel centro della città.
Leggere è certamente una buona abitudine.

ci
Vado al cinema.
Adoro i cibi piccanti.
Siamo arrivati in cima alla montagna.
Ciao, come stai?
È duro come l’acciaio.
Compro una ciabatta.
Mangio un cioccolatino.
Mi ha dato un bacio.
Marco è socio di Francesco.
Quel libro mi è piaciuto.
Lui non è grasso, ma panciuto.
Il mio bambino vuole il ciuccio.

che
Quello che studia impara.
Perché non viene con me?
Ti stimo dacché ti conosco.

chi
Chi è quella donna?
Mia nonna va in chiesa.
Quei bambini sono sporchi.

Suoni della lettera ​g


ga
ge ghe
gi ghi
go
gu
ge
Gennaro è a Genova con i genitori.

gi
Gino fa un giro per Ginevra.
Nel giardino, le rose sono già fiorite.
Giovanni è un giovane che gioca a calcio.
Non mi sembra giusto comportarsi in questo modo.

ghe
Noi parliamo il portoghese.

ghi
L’Inghilterra ha un clima ghiacciato.

Suoni di ​sc
sca
sce sche
sci schi
sco
scu

sce
Mangiare pesce fa molto bene.

sci
Sono scivolato in piscina.
Lascio lo scialle a casa.
Durante lo sciopero non ti lascio solo.
Lavo l’asciugamano con acqua calda.

sche
Non dirlo neanche per scherzo!

schi
Questo piatto mi fa schifo.
Suoni di ​gl
gla
gle
gli*
glo
glu

*Attenzione ai suoni di ​gli


• Quando è alla fine di una parola: ​figli, scogli, imbrogli.
• Quando non è alla fine di una parola, ma è seguito da un’altra vocale: ​meglio, aglio,
foglia, cogliere.
• Quando non è alla fine di una parola ed è seguito da una consonante: ​glicerina​,
negligente, geroglifico.
• Quando è preceduto dalla lettera ​n​: ​ganglio, anglicano.

Suoni di ​gn
gna
gne
gni
gno
gnu

Signore, gnocchi, bagno, gnomo, ogni, agnello, spegnere​, ecc.

Attenzione a ​qu​+vocale e a ​gu​+vocale


qua gua
que gue
qui gui
quo guo

Quella, quindi, qui, qua, qualità, quota​, ecc.


Guerra, guida, guardia​, ecc.
Le doppie consonanti
In italiano, tutte le consonanti (compresa la ​q​, - ​soqquadro​) possono raddoppiare, e
poiché esistono parole che differiscono soltanto per la durata della consonante, occorre
prestare attenzione a pronunciarle correttamente.
Esempi: ​pala/palla, nona/nonna, note/notte, pena/penna, papa/pappa, caro/carro,
dita/ditta, fato/fatto, faro/farro, cane/canne, bara/barra, ano/anno/hanno,
aprendo/apprendo.

L’accento (parole tronche, piane, sdrucciole, bisdrucciole,


trisdrucciole)
• Usiamo l’accento grave (`) sulla ​e​ aperta e su tutte le altre vocali accentate: ​cioè,
portò, città, rossoblù, tradì​.
• Usiamo l’accento acuto (´) sulla ​e​ chiusa: ​perché​.
• Nell’ortografia italiana, l’accento grafico è obbligatorio solo quando cade sulla vocale
finale, ovvero, solo nelle parole tronche.
• Parole ​tronche​ (accento sull’ultima sillaba): ​sentì, giocherò​.
• Parole ​piane​ (accento sulla penultima sillaba): ​sapone, tenda​.
• Parole ​sdrucciole​ (accento sulla terzultima sillaba): ​tavolo, mensola, gondola,
cinema​.
• Parole ​bisdrucciole​ (accento sulla quartultima sillaba): ​abitano, arrampicano,
ditemelo​.
• Parole ​trisdrucciole​ (accento sulla quintultima sillaba): ​recitamelo​.
Fonetica della ​s​ e della ​z
Miei cari alunni, abbiamo appena cominciato e già troviamo alcuni piccoli problemi.
Le lettere ​s​ e ​z​ rappresentano ciascuna due suoni, la cui differenza non è segnalata
dalla grafia. Bisogna, quindi, stare attenti alla corretta pronuncia!
Non è necessario che memorizziate le regole sottostanti. Tuttavia, può essere utile
averle a portata di mano, qualora sorgano eventuali dubbi.

La ​s​ si pronuncia sonora (/z/):


• quando è seguita dalle consonanti ​b​, ​d​, ​g​, ​l​, ​m​, ​n​ , ​v​: sbadigliare, sdoganare,
sgrossare, disgiunto, legislatura, alpinismo, snello, risvolto​;
• nelle parole che finiscono in ​-asi​, ​-esi​, ​-isi​, ​-osi​: ​protasi, tesi, crisi, sclerosi​;
• nelle parole che finiscono in ​-esimo​, ​-esima​: ​battesimo, trentesimo, cresima,
quaresima​;
• quando è intervocalica: ​bisogno, esame, isola​.

La ​s​ si pronuncia sorda (/s/):


• quando è seguita dalle consonanti ​c​, ​f​, ​p​, ​q​, ​t​: ​spostare, cisterna, scappare,
squadernare, sfogliare​;
• all’interno di una parola, quando preceduta da un’altra consonante: ​borsa, denso,
falso​;
• all’inizio di una parola, quando seguita da una vocale: ​signora, sera, sale, sultano,
soggetto​;
• all’interno di una parola, quando è doppia: ​grosso, passo, commesso​.

La ​z​ si pronuncia sonora (/dz/):


• quando è scritta tra due vocali: ​azalea, azoto, ozono, bizantino​ ​(Fanno eccezione i
gruppi ​-zia​, ​-zie​, ​-zio​)​;
• nei suffissi ​-izzare​, ​-izzatore​, ​- izzazione​: ​civilizzare, civilizzatore, cinvilizzazione​;
• nelle parole di origine straniera, che hanno la pronuncia adattata all’italiano: ​freezer,
bazar, zombie, zapping, zip, zoom​;
• in principio di parola: ​zanzara​. (Più comunemente, ma ​le eccezioni sono molte: zio​)

La ​z​ si pronuncia sorda (/ts/):


• davanti ai gruppi vocalici ​-ia​, ​-ie​, ​-io​: ​grazia, balbuzie, spazio​. ​(Fanno eccezione
azienda, romaziere, ronzio​)​;
• dopo la ​l​: ​alzare, balzo, calza​;
• nelle parole che finiscono in ​-anza​, ​-enze​, ​-ezza​, ​izia​, ​-ozzo​, ​-ozza​, ​-ziare​, ​-zione​:
tolleranza, incoscienza, correttezza, giustizia, gargarozzo​ ​(eccezione: ​rozzo​)​, ​piccozza,
deliziare, organizzazione​.
Parole ed espressioni comuni della lingua italiana

Pasti ​ ​I mesi dell’anno


Colazione (fare colazione) Gennaio
Pranzo (pranzare) Febbraio
Cena (Cenare) Marzo
Aprile
I giorni della settimana​ Maggio
Lunedì Giugno
Martedì Luglio
Mercoledì Agosto
Giovedì Settembre
Venerdì Ottobre
Sabato Novembre
Domenica Dicembre

Le stagioni dell’anno​ ​La giornata


Primavera Mattina
Estate Pomeriggio
Autunno Sera
Inverno Notte

I saluti
Buongiorno Ciao
Buon pomeriggio Ci vediamo
Buonasera A presto
Buonanotte A fra poco
Ciao A più tardi
Salve Arrivederci
Arrivederla
Il tempo
Oggi
Ieri
Domani
Altroieri
Dopodomani
Dialogo informale ​ ​ ialogo formale
D
- Ciao, Marta. Come stai? - Buongiorno, signor Bianchi. Come sta?
- Bene, grazie, e tu? - Bene, grazie, e lei?
- Non c’è male, grazie. - Abbastanza bene, grazie.
- Ci vediamo. - Arrivederci.
- Ciao. - Arrivederci.

Alcuni colori
Verde, bianco, rosa, rosso, giallo, arancione, azzurro, blu, celeste, grigio, marrone,
nero.

I numeri
0. Zero 10. Dieci 20. Venti 1000. Mille
1. Uno 11. Un​dici​ 30. Trenta 2000. Duemila
2. Due 12. Do​dici​ 40. Quaranta 1000000. Un Milione
3. Tre 13. Tre​dici​ 50. Cinquanta 1000000000. Un Miliardo
4. Quattro 14. Quattor​dici​ 60. Sessanta
5. Cinque 15. Quin​dici​ 70. Settanta
6. Sei 16. Se​dici​ 80. Ottanta
7. Sette 17. ​Dici​assette 90. Novanta
8. Otto 18. ​Dici​otto 100. Cento
9. Nove 19. ​Dici​annove 500. Cinquecento
Compiti per casa

Traduci
Mi chiamo Marcos e sono un ragazzo brasiliano. Vivo a São Paulo, dove lavoro in un
ufficio commerciale. Ora sono in Italia per imparare l’italiano, una lingua utile per il mio
lavoro. Abito in una pensione del centro e dalla finestra della mia camera vedo la piazza
principale della città; spesso guardo la gente che passa.Per la pensione pago molto,
perciò, cerco un appartamento in affitto a un buon prezzo. Studio all’università e seguo
un corso elementare. Quando la lezione finisce, torno a casa con una ragazza inglese e
parliamo un po’ in italiano.
_____________________________________________________________________
_____________________________________________________________________
_____________________________________________________________________
_____________________________________________________________________
_____________________________________________________________________
_____________________________________________________________________
Completa con i numeri per esteso
1. Il gelato costa (2) _______________ euro.
2. Questa camicia costa (20) _______________ euro.
3. Mio cugino pesa (65) _______________ chili.
4. Questo anello è d’oro a (18) _______________ carati.
5. Il treno parte alle (22) _______________.
6. Il mio computer costa (1500) _______________ euro.
7. La mia macchina fotografica ha un rullino da (36) _______________ foto.
8. Non posso imbarcare sull’aereo una valigia di oltre (32) _______________ chili.
9. Il limite di velocità in autostrada è di (130) _______________ km/h.
10. La macchina porta al massimo (5) _______________ persone.

Scrivi i seguenti numeri per esteso


1000. _________________________________________________________________
2000. _________________________________________________________________
4006. _________________________________________________________________
5015. _________________________________________________________________
6120. _________________________________________________________________
7302. _________________________________________________________________
8838. _________________________________________________________________
9297. _________________________________________________________________
10500. ________________________________________________________________
23451. ________________________________________________________________
38897. ________________________________________________________________
46555. ________________________________________________________________
59010. ________________________________________________________________
60001. ________________________________________________________________
71362. ________________________________________________________________
82463. ________________________________________________________________
95957. ________________________________________________________________
110011. _______________________________________________________________