Sei sulla pagina 1di 11

CONCERTO NATALE 2014

Notte santa del Natale,


notte d’oro, tutta incanto;
degli angeli c’è il canto,
su Betlemme è la cometa.

Alleluia! In alto il cuore


per la pace e per l’amore,
nella notte del Natale
è nato il Redentore!
Buona sera a tutti, eccoci di nuovo per passare un momento di gioia
insieme. Un momento di gioia che a come sorgente la nascita del nostro
Signore Gesù Cristo.
Cari bambini sta per nascere Gesù.

Vorrei incominciare questo nostro incontro di gioia mettendo in chiaro il


significato di qualche parola che verrà usata nel mio intervento,

ACETO: il vino in pensione


ALCOL: sostanza che uccide chi è vivo e conserva chi è morto.
APOSTROFO: una virgola che ha preso l`ascensore.
ASINO: un cavallo che non ha finito gli studi.
DIGERIRE: futuro del verbo mangiare.
GALLO: è quell`animale che chiude gli occhi quando canta perché sa la
parte a memoria.
INTERPRETE: un prete tifoso dell’Inter
ODIO: massimo comun divisore
PESSIMISTA: colui che piange quando splende il sole perché pensa che
dopo verrà brutto tempo.
OTTIMISTA: colui che gode quando piove perché sa che dopo verrà il
sereno.
SCHIAFFO: carezza ad alta velocità.
RIMORSO: indigestione dell`anima.
SON PICCINA SON
Non capiremo mai abbastanza quanto bene è capace di fare un semplice
sorriso. (madre teresa di calcutta)

 È natale anche qui


 Credo
 Buon natale
Dalla tua culla, o adorato Bambino
Tendi L’orecchio un momentino.
Mi senti?
Povere e deboli son le mie parole
Ma piene di fervido amore.
Esse dicono soltanto:
“Concedi, Gesù santo
ogni Grazia e tanto amore
al babbo, alla mamma e al mio cuore”.
COLMO
Per un veterinario….innamorarsi di una sua paziente
Per una sarta….. perdere il filo del discorso.
È la capacità di ridere che distingue gli uomini dagli animali (Aristoteles)

 Santa claus
 Male che fa male

Ho sognato che il Bambino


venne presso il mio lettino
e mi disse dolcemente:
“Per Natale non vuoi niente?”
Io pensai per prima cosa
a te mamma sì amorosa
a te babbo, buono tanto,
e gli dissi: “Gesù santo,
babbo e mamma benedici,
fa’ che sempre sian felici!”
il sorriso è un modo poco costoso per migliorare l`aspetto.
CHIERICI
Il missionario in pieno deserto, a tu a tu con un leone affamato.
“signore ispira a questo leone sentimenti cristiani”.
Il leone si raddrizza sulle zampe posteriori, ricongiunge le zampe anteriore e
con gli occhi al cielo bisbiglia: Dà o Signore, la tua benedizione al cibo che
sto per prendere.

“padre, posso fumare mentre prego?”


“eh no¡”.
“E pregare mentre fumo?”
“Questo sì¡”

Chi non ride mai non è persona seria.

 Rallegriamoci
Padre, mi accuso di guardarmi allo specchio molte volte al giorno e di
trovarmi bella…
Non angustiarti, figliola; non è un peccato, è un errore.
Quando papa Giovanni visitò l`ospedale di Santo Spirito a Roma, la
superiora delle suore si presentò così:
“santità, sono la superiora dello Spirito Santo”.
E il papa rispose:
direi che siete fortunata. Io non sono che il vicario de Gesù Cristo¡.

L`umorismo è la cintura di salvataggio nel turbinoso fiume della vita.

 Ave Maria

Diacono ……, novello, chiede al Padre King:


Quanto domandi per un matrimonio?
Secondo la bellezza della sposa – dice padre King- e allora ogni sposo,
per non sfigurare, mi dà sempre molto¡
Dopo qualche giorno il diacono celebra un matrimonio. Una volta
terminato il rito, lo sposo chiede al diacono quanto deve dargli.
Mi darai in proporzione della bellezza della sposa¡
Pronto lo sposo tira fuori centomila euro . il diacono guarda la sposa e
dice rivolto allo sposo: quanto devo darti indietro?

Beati quelli che sanno ridere di se stessi: non finiranno mai di


divertirsi.

 Jingle bell rock

Il parroco interroga – entrando in una famiglia appena arrivata in paese-


la bambina di quinta elementare:
Mi sa dire chi è Gesù?
Lei non sa rispondere. In quel mentre entra la mamma e il parroco le
dice:
come mai sua figlia non sa neanche dirmi chi è Gesù?
Abbia la bontà di scusarla, siamo appena arrivati in paese e non
conosciamo ancora nessuno.

Che cos`e il ciclo liturgico?


La bicicletta del parroco

L`allegria è la cura di tutti i mali, anche di quelli dovuti all `età.

 Vivi

Un parroco osserva entrare in chiesa una ragazza quasi del tutto


svestita. Le si avvicina mentre la ragazza sta immergendo le dita
nell`acqua santa per fare il segno della croce, e le dice:
signorina, senta, se è soltanto per immergere le dita nell`acqua, non
c`era bisogno che si spogliasse così.

Perché le donne escono col capellino?


Per non uscire senza niente in testa.

BALLETTI

 Vorrei incontrarti fra

Tuo marito è molto cambiato con il matrimonio?


Altro che¡ prima parlava sempre del suo cuore: adesso parla sempre del
suo fegato.
Dio creò il mondo e si riposò.
Dio creò l`uomo e si riposò.
Dio creò la donna e da allora né Dio né l`uomo si riposarono più.

Certo che Giobbe fu decisamente sfortunato. Dio fu inesorabile con lui.


Gli tolse i beni, la salute, i figli; ma, quel che è peggio, gli lasciò la
moglie.

La gioia è il mezzo migliore per predicare il cristianesimo.

 Vivo per lei

Io sono Napoleone – afferma un matto- io sono andato dalle Alpi alle


Piramidi, io ho conquistato mezzo mondo¡
Beeh, se è per questo – replica un altro – io sono Mosè e sul monte
Sinai ho ricevuto direttamente dalle mani di Dio i Dieci Comandamenti.
Cosa ti ho dato io sul monte Sinai? Interviene un terzo.

Pronto¡ parlo col manicomio?


No, guardi signore…. Qui non abbiamo telefono¡

Per arrabbiarsi si mettono in movimento 65 muscoli,


per sorridere solo 19. Facciamo economia: sorridiamo.

 Alleluia è il tempo della gioia

Parroco al capezzale di un vecchietto….avergli

Una ricca signora morente chiede al parroco che le amministra l`olio


santo: mi dica sinceramente, i miei nipoti qui fuori, piangono o ridono?
Piangono, signora¡
Signore ti ringrazio, vuol dire che sto meglio¡
BAMBINI
Gesù bambino è nato,
gli angeli dal cielo l'han portato
nella povera capanna
tra le braccia della mamma.
Bello, biondo e ricciolino,
benedice ogni bambino,
ed ascolta con amore
la preghiera del suo cuore

Pierino alla mamma:


mamma, perché papà non ha capelli sulla testa?
Perché ha studiato molto; è molto istruito.
E allora tu mamma?
Taci e mangia.

Pierino, perché hai messo la calza al rovescio?


Perché dall`altra parte c`era un buco.

Antonella domanda:
il sostantivo parentesi è maschile o femminile?
……risponde
È maschile. Non ho mai sentito dire “Suor parentesi, ma sempre Fra
parentesi.

Mi addormentai e sognai che la vita era gioia, mi svegliai e mi accorsi che la


vita era servizio, servii s trovai la gioia.

 Albero di natale
La mamma al suo ragazzino:
bravissimo, vedo con piacere che sei tornato da scuola tutto contento.
Dunque la scuola ti piace¡
E il piccolo con dignità:
ti prego mamma di non confondere l`andata con il ritorno.

Tema: se fossi ricco cosa faresti?


Uno studente consegna un foglio completamente bianco e, quando l
`insegante chiede spiegazione, risponde:
È la mia risposta, professore: se fossi ricco non farei niente¡

 Da fratello a fratello padre nostro

"Natale è festa di gioia e pace,


ogni rancore si spegne o tace;
tutto si scorda, tutto sì cancella,
deve esser giorno sol d'allegria.
Dunque scordatevi, o miei diletti,
le mie mancanze e i miei difetti.
Se io promettessi di essere buono,
mi neghereste forse il perdono?
Tace la mamma, tu, babbo, taci.
Son dunque assolto: che io vi baci!"

 È natale anche qui


"È Natale, è Natale,
chi sta bene e chi sta male:
c'è chi mangia il panettone,
lo spumante ed il torrone:
ed invece in qualche terra
i bambini fan la guerra.
Caro dolce Bambinello,
fa che il mondo sia più bello
e con gli uomini in letizia
tutti in pace ed amicizia.
Ad ognuno fai trovare
ogni giorno da mangiare.
Della neve ogni fiocco
tu trasformalo in balocco
che poi cada lì vicino
ad ogni piccolo bambino.
Manda a tutti il proprio dono
e fammi essere più buono".

tu che cerchi la felicità : dimenticala


non si trova. Non ce, non è cosa, non è merce.
È frutto, coltivala, dissoda il terreno, getta il seme, annaffia il germoglio,
sostieni il fusto, le foglie, accontentati della pianta e della sua ombra.
Come d`incanto, un giorno che non sai, la felicità penderà dai suoi rami.

 Alla fine
Din don domani è festa
si mangia la minestra
la minestra non mi piace
si mangia pane e brace
la brace è troppo nera
si mangia pane e pera
la pera è troppo bianca
si mangia pane e panca
la panca è troppo dura
si va a letto addirittura".