Sei sulla pagina 1di 2

PANORAMA

GESTIONE

Trasparenza Enti, la Civit detta le linee guida


di Domenico Pennone

a Commissione per la li programmi. In particolare, zato per garantire la traspa- La Commissione


L Valutazione, Trasparen-
za e l’Integrità delle am-
ministrazioni pubbliche (Ci-
questi dovranno definire, in
maniera chiara ed esaustiva,
tutte le iniziative che si inten-
renza.
Ma l’aspetto più significati-
vo della normativa, richiama-
per l’integrità della Pa
ha definito i criteri
vit) ha emanato, lo scorso 23 dono intraprendere per garan- ta dalle Linee guida, riguarda
settembre, la delibera n. tire un adeguato livello di tra- il profilo sanzionatorio. Final- con cui tutte le pubbliche
150/2010 - sottoposta in una sparenza, legalità e sviluppo mente, un provvedimento in
prima fase alla consultazione della cosiddetta “cultura del- materia di comunicazione e amministrazioni
degli enti di categoria e parti l’integrità”. Nel documento trasparenza prevede specifi-
sociali e poi approvato il for- dovranno essere anche indica- che sanzioni in caso di ina- e le Autonomie
ma definitiva lo scorso 14 ot- te le modalità, i tempi di at- dempienze. La mancata ado- dovranno promuovere,
tobre 2010 - - contenenti le tuazione, le risorse dedicate e zione e realizzazione del Pro-
“Linee guida per la predispo- gli strumenti di verifica del- gramma triennale per la tra- sentite le associazioni
sizione del programma trien- l’efficacia delle singole ini- sparenza e l’integrità o il
nale per la trasparenza e l’in- ziative. mancato assolvimento degli di cittadini e utenti,
tegrità” da redigere ai sensi obblighi di pubblicazione sul
dell’articolo 13 del decreto le- RUOLO DEL WEB sito istituzionale comporterà, specifici programmi
gislativo 27 ottobre 2009, n. Prima di esaminare i punti infatti, il divieto di erogazio- da aggiornare
150. Il decreto 150/2009 - salienti delle linee guida pro- ne della retribuzione di risul-
promulgato in attuazione del- poste dalla commissione è be- tato ai dirigenti preposti agli annualmente
la legge 4 marzo 2009, n. 15 ne ricordare che il Dlgs uffici coinvolti. C’è da augu-
- prevede, infatti, all’articolo 150/2009 ha individuato an- rarsi che, almeno questa vol- per garantire l’integrità
11, commi 2 e 8, lettera a), che, come principale stru- ta, il rischio di veder venir
che entro la fine del 2010 tut- mento per garantire meno una parte della retribu-
dei loro uffici
te le amministrazioni predi- “l’accessibilità totale”, quel- zione, convinca tutti i dirigen-
spongano e adottino il cosid- lo della pubblicazione sui siti ti “preposti” ad assolvere con
detto “Programma triennale istituzionali delle amministra- diligenza al loro compito.
per la trasparenza e l’integri- zioni pubbliche delle infor-
tà”. mazioni concernenti ogni ACCESSIBILITÀ TOTALE
In pratica, tutte le amministra- aspetto dell’organizzazione. Nel lungo documento appro-
zione pubbliche, sentite le as- In particolare è previsto l’ob- vato dalla commissione (22
sociazioni rappresentate nel bligo di pubblicazione on li- pagine), corredato da un alle-
Consiglio nazionale dei con- ne degli indicatori relativi gato che offre un modello
sumatori e degli utenti, do- agli andamenti gestionali, al- della sezione del sito che do-
vranno adottare uno specifi- l’utilizzo delle risorse per il vrà essere dedicata all’opera-
co programma in grado di ga- perseguimento delle funzioni zione trasparenza, viene in
rantire, appunto, la trasparen- istituzionali, dei risultati del- primo luogo ribadito il mo-
za e l’integrità dei loro uffici, l’attività di misurazione e va- derno concetto di trasparenza
con aggiornamento annuale lutazione svolta dagli organi che, come nel testo del Dlgs
dello stesso programma. competenti e la contabilizza- 150/2009 all’articolo 11 è in-
Visto il delicato e complesso zione dei costi imputati al tesa oggi come “accessibilità
impegno in cui dovranno es- personale per ogni servizio totale”.
sere coinvolte tutte le pubbli- erogato, nonché i dati del mo- In tal senso, tutti i cittadini,
che amministrazioni, la nor- nitoraggio del loro andamen- hanno il diritto ad avere dati
mativa ha inoltre affidato alla to nel tempo. chiari, leggibili, aperti su co-
Civit il compito di elaborare È evidente, quindi, che gran me viene amministrata la co-
delle Linee guida specifiche parte delle Linee guida siano sa pubblica e su come vengo-
per aiutare gli enti interessati dedicate proprio al modo in no spesi i loro soldi.
a preparare e adottare i singo- cui il web dovrà essere utiliz- Un concetto che, come in

11 DICEMBRE 2010 - n˚ 49-50 75


PANORAMA
GESTIONE

Un manifesto per l’open government strazioni, dall’altro a sovven-


zioni e benefici di natura eco-
nomica elargiti da soggetti
ensibilizzare cittadini, imprese e Amministra- “Manifesto”, i promotori hanno impiegato diversi
S zione pubblica e promuovere l’attuazione di
strategie dell’Open Government nel nostro Paese.
mesi, ottenendo il contributo di decine di esperti e
tecnici del settore, in particolare sul tema del-
pubblici, nonché agli acquisti
di beni e servizi.
Un altro aspetto concettuale
È questo l’obiettivo della neonata Associazione l’Open Government e dell’Open Data e le loro ribadito con chiarezza dalla
Italiana per l’Open Government, che riunisce implicazioni giuridiche. Il documento, recentemen- commissione Civit è quello
esperti di diritto e di nuove tecnologie, funzionari te presentato a Roma, rappresenta una solida ba- relativo alla necessità di con-
pubblici e privati, docenti universitari ed altri com- se di partenza per garantire questa nuova funzio- cepire la trasparenza non più
ponenti della società civile. «L’Open Government ne del governo: fornire dati e servizi, permettendo solo in maniera statica (la
(letteralmente “Governo Aperto”) - si legge nel do- a chiunque sia interessato di utilizzare quei dati semplice pubblicazione dei
cumento costitutivo dell’associazione - è innanzitut- per la collettività e consentendo notevoli risparmi dati) ma anche “dinamica”
to una dottrina secondo cui l’amministrazione de- rispetto al tradizionale modo di sviluppare siti e capace cioè di intervenire sul-
ve essere trasparente a tutti i livelli e consentire un applicazioni all’interno delle Pubbliche amministra- la struttura stessa dell’ammi-
controllo continuo del proprio operato mediante zioni. L’Open Data quindi come occasione di mi- nistrazione. La trasparenza si
l’uso delle nuove tecnologie. Un’amministrazione gliorare l’efficienza del settore pubblico trasferen- presenta nel documento della
che intavola una costante discussione con i cittadi- do alcune funzioni di analisi dell’amministrazione Civit, dunque, sotto un dupli-
ni, in modo da sentire quello che hanno da dire, e a terzi: organizzazioni non governative, istituti di ce profilo: un profilo
che prende decisioni basate sulle loro necessità». ricerca e imprese, che sanno combinare e usare i “statico”, consistente essen-
Tra le priorità dell’associazione, la stesura del co- dati in modo originale e creativo. zialmente nella pubblicità di
siddetto “Manifesto dell’Open Government”, docu- «L’Open Govenrment - sottolinea l’avvocato ed categorie di dati attinenti alle
mento in cui gli iscritti hanno raccolto una serie di esperto in diritto telematico Ernesto Belisario, tra i pubbliche amministrazioni
principi, comuni e condivisi, capaci di armonizza- principali promotori del progetto - è un’opportunità per finalità di controllo socia-
re i differenti progetti spiegando, anche ai “non concreta di ottenere, attraverso la rete, un’ammini- le che consente a tutti i citta-
addetti ai lavori”, i vantaggi che deriverebbero strazione più efficiente e una migliore democra- dini un’effettiva conoscenza
per tutti dall’adozione di politiche di Open Gov. zia. Quest’opportunità, però, può essere colta so- dell’azione delle pubbliche
Un vero e proprio Manifesto in dieci punti, subito lo a patto di comprendere che il vero cambiamen- amministrazioni, e un profilo
sottoposto all’attenzione generale attraverso una to è fuori dal Palazzo e che la vera innovazione “dinamico”, direttamente cor-
consultazione on line. Per la stesura del non è solo nelle tecnologie». (D.P.) relato alla performance in
grado di sollecitare e agevola-
re modalità di partecipazione
molti hanno osservato, è for- che l’attenzione sull’introdu- e coinvolgimento della collet-
temente avanzato rispetto a zione di una nuova idea di tività. Non più quindi solo in-
quello dettato dalla legge “Integrità e doveri di compor- formazione e distribuzione di
241/1990, dove la trasparen- tamento dei titolari di funzio- dati ma la possibilità di dare
za è considerata nei più ri- ni pubbliche”. Il riferimento a tutti i cittadini elementi per
stretti termini di diritto di ac- alla legalità e alla cultura del- valutare l’andamento delle at-
cesso ai documenti ammini- l’integrità, diventa, in tal sen- tività dell’amministrazione,
strativi, qualificato dalla tito- so, strumentale alla preven- partendo dagli obiettivi che
larità di un interesse e sotto- zione della corruzione nelle ci si è dati per arrivare ai ri-
posto a specifici requisiti e Pubbliche amministrazioni. sultati realmente ottenuti e in
limiti. La trasparenza è intesa quin- quali tempi realizzati.
Un concetto di accessibilità di come il mezzo attraverso Le Linee guida mettono infi-
nuovo che si rifà chiaramen- cui prevenire ed eventual- ne a disposizione delle ammi-
te alla moderna idea di “open mente, evidenziare situazioni nistrazioni delle semplici
government”. L’Open Gover- in cui possano annidarsi for- schede su come le informa-
nment, - letteralmente me di illecito e di conflitto di zioni in questa chiave vanno
“Governo Aperto” - lo ricor- interessi. pubblicate e fornisce come al-
diamo, è innanzitutto una dot- Ecco quindi la necessità del- legato un fondamentale elen-
trina secondo cui l’ammini- l’obbligo di pubblicazione di co con tutti i riferimenti di
strazione deve essere traspa- alcune tipologie di dati relati- legge, dettagliato e motivato,
rente a tutti i livelli e consen- vi da un lato ai dirigenti pub- ma soprattutto chiaro, di cosa
tire un controllo continuo del blici, al personale non diri- è già obbligatorio pubblicare
proprio operato mediante genziale e ai soggetti che, a sui siti Internet nella sezione
l’uso delle nuove tecnologie. vario titolo, lavorano nell’am- “Trasparenza, integrità e me-
Il documento pone quindi an- bito delle pubbliche ammini- rito”. l

76 11 DICEMBRE 2010 - n˚ 49-50