Sei sulla pagina 1di 1

Mappa visuale

Capitolo 19 Acidi e basi si scambiano protoni


Il concetto di acido e di base in chimica si è evoluto nel tempo e teorie progressiva-
mente più generali sono state proposte da Boyle (1680), Arrhenius (1887), Brön-
sted e Lowry (1922) e Lewis (1923).

Boyle: gli acidi corrodono i Arrhenius: se una sostanza, Brönsted e Lowry: gli acidi Lewis: le sostanze acide
metalli e colorano in rosso il in acqua, libera ioni H1 è cedono protoni (H1) e le accettano una coppia di
tornasole; le basi sono sci- acida, se libera ioni OH2 è basi li accettano. elettroni da un’altra sostanza
volose al tatto, neutralizzano basica. (base, che la dona) per fare
gli acidi e colorano in blu il un legame covalente dativo.
tornasole.

Novità rispetto alle teorie


Novità rispetto alle teorie precedenti:
precedenti: le classi di
1) non ci si limita più all’ambiente acquoso;
acidi e di basi si ampliano
2) si sottolinea come il comportamento acido non sia assoluto: una sostanza si comporta da acido o da
notevolmente.
base in determinati contesti: una reazione acido-base consiste in un trasferimento protonico.
Si comportano per esempio
3) si evidenzia come in una reazione acido-base, l’acido e la base si trasformino in sostanze che sono
da acidi di Lewis cationi
rispettivamente la base e l’acido per la reazione opposta (coppie acido/base coniugate) e come
provenienti soprattutto dai
l’equilibrio sia spostato verso l’acido e la base più deboli.
metalli di transizione, mole-
cole con struttura elettronica
incompleta (es. AlCl3), mo-
Gli equilibri acido-base in soluzione si interpretano alla luce della teoria di Brönsted e Lowry. lecole il cui atomo centrale,
pur avendo completato
l’ottetto, può espanderlo
utilizzando orbitali di tipo
L’acqua, sostanza anfiprotica, dà autoprotolisi: H2O(l) 1 H2O(l) i H3O1(aq) 1 OH2(aq). d vuoti (SnCl4) e molecole
La costante di equilibrio (prodotto ionico dell’acqua) è data dalla relazione: aventi legami multipli polari
Kw 5 [H3O1] ? [OH2] con Kw, 25 °C 5 1,00 ? 10214. (es. CO2).
Si definisce pH il logaritmo decimale negativo della concentrazione molare degli ioni H1: pH = 2log[H1].
Da cui pOH 5 2log[OH2] e pH 1 pOH 5 14.

Si dice neutra una soluzione in cui [H1] 5 [OH2]. Per [H1] > 1027 M Gli equivalenti si ot-
la soluzione è acida, quando [H1] < 1027 M la soluzione è basica. Titolare significa trovare la
tengono moltiplicando
concentrazione incognita di una
normalità (N) e volume
soluzione [H3O1] [OH2] pH pOH soluzione aggiungendo un’altra
della soluzione. N è defi-
soluzione a titolo noto (titolante).
acida >10 27
<10 27
<7 >7 nita come il rapporto tra
Al punto di equivalenza, gli
il numero di equivalenti
neutra 51027 51027 57 57 equivalenti di titolante e titolato
di soluto e il volume della
basica <10 27
>10 27
>7 <7 sono uguali.
soluzione in litri.

Idrolisi salina: è la Una soluzione è acida nei confronti Una soluzione è basica se è in grado Una soluzione tampone
reazione tra gli ioni dell’acqua se è in grado di protonarla. di accettare protoni dall’acqua. modifica di poco il pH
del sale disciolto a seguito di modiche
e le molecole di aggiunte di un acido/
acqua. Gli anioni base forte. È formata da
A2 provenienti da un acido (base) debole
acidi deboli HA Acidi forti: Acidi deboli: si Basi forti: Basi deboli: si e dalla sua base (acido)
reagiscono con si ionizzano ionizzano solo si ionizzano ionizzano solo coniugata, in concentra-
l’acqua come basi completamen- in piccola parte; completamen- in piccola parte zioni simili.
deboli; i cationi BH+ te (es. HClO4, sono elettroliti te (es. NaOH, (es. NH3). C
provenienti da basi pHtampone 5 pKa 1 log s
HCl). covalenti deboli KOH). pOH =√NNNNNNN
Kb [base] Ca
deboli B reagiscono (es. CH3COOH). (equazione di Hender-
con l’acqua come pH = 2logMHA pOH = 2logMB
pH =√NNNNNNNN
Ka [acido] son-Hasselbalch).
acidi deboli.

Valitutti, Tifi, Gentile Le idee della chimica seconda edizione © Zanichelli 2009