Sei sulla pagina 1di 123

RIZA SCIENZE

LA RIVISTA DI SCIENZA DELL’UOMO GENNAIO/FEBBRAIO 2020 - N. 370 - EURO 9,90 Periodico bimestrale P.I. 07/01/2020
Direttore responsabile: Daniela Marafante - Aut. Tribunale di Milano n. 601 del 30/12/1983 ISSN 1125-114X
Nuovo

Riza Scienze con: Come vincere gli attacchi di panico € 19,60 / Autostima € 19,40

LA CURA PIÙ ANTICA PER LA MENTE E IL CORPO

AYURVEDA
La via del benessere
Gli esercizi, l’automassaggio e l’alimentazione
che ci regalano salute, longevità e armonia interiore

FAI IL NOSTRO TEST


Così scopri qual è
la tua costituzione
e i rimedi su misura
proprio per te

• ECCO I TRATTAMENTI • LA DEPURAZIONE • LE ERBE RIGENERANTI


CON GLI OLI GIUSTI PER AYURVEDICA TI CHE TI RICARICANO
ELIMINARE LO STRESS MANTIENE GIOVANE DI ENERGIA VITALE

Cartone Riza Scienze 370 - Ayurveda_OK.indd 1 17/12/19 18:23


Editoriale

L’Ayurveda ci regala
la vera ricetta
di lunga vita
l’obiettivo della saggezza ayurvedica non è combattere
le malattie, ma nutrire la salute per ripristinare l’armonia
originaria che è alla base del benessere e della felicità

I
n questa rivista, scoprirai che la medicina mangiamo, l’ambiente in cui viviamo, la qualità
ayurvedica, con i suoi seimila anni di storia, dei nostri pensieri e delle nostre relazioni hanno
ha un messaggio estremamente attuale da ri- un impatto fondamentale sui nostri geni. Le no-
velarci. Gli antichi saggi indiani sapevano ciò stre scelte quotidiane hanno cioè la possibilità di
che oggi stiamo riscoprendo, ossia che lo sta- attivare i geni del benessere, lasciando inattivi
to di benessere o di malattia è determinato dal quelli connessi a condizioni di patologia.
modo in cui spendiamo la nostra esistenza quo- Ecco perché la qualità della vita, per la salute, è
tidiana, giorno dopo giorno. Se viviamo in ar- davvero fondamentale. Quindi, il più prezioso
monia con la nostra Natura e con la Natura che insegnamento di questa medicina senza tempo
ci circonda, allora fiorisce la salute, se è anche molto semplice: quando le
domina la disarmonia, invece, arriva- cose non vanno bene, inizia a riporta-
no le malattie... re l’equilibrio dai gesti più concreti:
Quando compare un malessere, quin- modifica l’orario in cui ti svegli, il
di, l’Ayurveda corre a riparare per pri- modo in cui respiri o in cui mangi…
ma cosa ciò che, nello stile di vita del- Sono proprio queste piccole azioni a
la persona, appare squilibrato o poco costruire il tessuto della vita quoti-
salubre. Soltanto in seguito interviene diana, e quindi della felicità e della
sul disturbo, che non è mai curato con salute. Nelle prossime pagine, scopri-
un rimedio standard, ma sempre con rai qual è la tua costituzione indivi-
un trattamento personalizzato, capace duale secondo i principi ayurvedici,
di tenere conto della specifica individualità di e come proteggerne l’equilibrio con la dieta, il
chi lo manifesta. massaggio, la depurazione, la meditazione, le
L’Ayurveda è principalmente un sistema di asana dello yoga e la stimolazione dei punti del
cura della salute, che offre un minuzioso inse- benessere con gli oli e i profumi più indicati,
gnamento sull’arte di vivere bene per evitare per aiutarti a prevenire i disturbi a cui vai più
che si manifestino patologie e disturbi. E oggi soggetto. Raccogli l’invito che l’Ayurveda ti
la scienza ci rivela che i saggi ayurvedici ave- lancia e inizia subito a cambiare approccio nei
vano proprio ragione: l’epigenetica, che studia confronti della salute, per trovare finalmente un
l’effetto delle condizioni di vita sull’attivazione modo di star bene efficace, che sia soltanto tuo.
di alcuni geni, infatti, conferma che il cibo che

003-005 Editoriale-Sommario_CORR.indd 3 17/12/19 17:00


PAG. 6 PAG. 24 PAG. 38

Sommario
LA SCIENZA LA COSTITUZIONE LA PURIFICAZIONE
DELLA VITA INDIVIDUALE ANTIAGE

PAG. 8 PAG. 26 PAG. 40


Longevità e salute Scopri il tuo dosha Rinnova
alla portata di tutti a fondo
PAG. 36 il tuo stile di vita
PAG. 14 Come si affrontano
Le tre energie i disturbi? PAG. 46
dominanti Ripulisci
la mente
con la meditazione

LA DIETA LO YOGA AYURVEDA


DELL’ARMONIA PER I DOSHA PER LA BELLEZZA

PAG. 96 PAG. 114


Riallinea Gli antichi rimedi
le energie per la pelle
del benessere
PAG. 118
PAG. 98 Le erbe indiane
Equilibra Vata per attenuare
PAG. 82 i disturbi
Rispetta la tua PAG. 102 del ciclo
Natura anche I movimenti
a tavola per Pitta
PAG. 92 PAG. 106
Ayurveda Le asana
per dimagrire per Kapha
4

003-005 Editoriale-Sommario_CORR.indd 4 16/12/19 16:21


PAG. 48 PAG. 66 PAG. 80

IL TRATTAMENTO
IL MASSAGGIO Direttore Generale: Liliana Tieger

DEI MARMA Immagini: 123rf, Adobe Stock, Shutterstock

Editore:
Edizioni Riza S.p.A.
PAG. 68 Via Luigi Anelli 1, 20122 Milano
tel.02/5845961
Il rituale antico fax 02/58318162
per rigenerarti www.riza.it

Con la collaborazione di:


PAG. 76 R. Compostella e D. Arena

Gli oli Distribuzione:


SO.DI.P. “Angelo Patuzzi” S.p.a.,
della tradizione via Bettola 18, 20092 Cinisello Balsamo (MI)

Stampato in Italia da:


Rotolito S.p.a. - Stabilimento
di Cernusco sul Naviglio (MI)

PAG. 50 Associato a:

Il tocco che risveglia


l’energia curativa
56
Garanzia di riservatezza per gli abbonati - L’Editore garantisce la massima riservatezza
PAG. dei dati forniti dagli abbonati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica o la
cancellazione scrivendo a: Edizioni Riza - via L. Anelli, 1 - 20122 Milano. Le informazioni
Le pressioni facili custodite nell’archivio elettronico Riza verranno utilizzate al solo scopo di inviare agli abbonati
vantaggiose proposte commerciali (art. 13, decreto legge 196/2003).
da imparare subito Le informazioni contenute nella presente pubblicazione sono a scopo informativo e divulgativo:
pertanto non intendono sostituire, in alcun caso, il consiglio del medico di fiducia.
Questa pubblicazione cita i nomi commerciali di prodotti cosmetici, fitoterapici o alimentari
per completezza di informazione e per libera scelta della redazione.

003-005 Editoriale-Sommario_CORR.indd 5 17/12/19 17:12


LA SCIEN Z
DELLA VITA
L’AYURVEDA È LA PIÙ ANTICA
MEDICINA ANCORA OGGI
PRATICATA. È UN INSIEME
DI CONOSCENZE ORIENTATE
ALLA CURA DELLA SALUTE,
CHE SI RAGGIUNGE ATTRAVERSO
UNO STILE DI VITA IN ARMONIA
CON LE CARATTERISTICHE
INDIVIDUALI. L’INSEGNAMENTO
PIÙ PREZIOSO DI QUESTA
DISCIPLINA È CHE,
CON LE GIUSTE STRATEGIE,
BENESSERE, VITALITÀ
E SODDISFAZIONE SONO
UN’ASPIRAZIONE RAGGIUNGIBILE
PER OGNUNO DI NOI

8 Longevità, salute e felicità


alla portata di tutti

14 Tre energie dominanti:


Vento, Fuoco e Terra

006-021 La scienza della vitaCORR.indd 6 16/12/19 15:47


N ZA
Ci insegna
a coltivare la salute
valorizzando
la nostra natura
individuale

006-021 La scienza della vitaCORR.indd 7 16/12/19 15:47


La Scienza della Vita
La chiave del benessere

LONGEVITÀ,
SALUTE E FELICITÀ
alla portata di tutti
LA SAGGEZZA DELL’INDIA CI RIVELA LA RICETTA PER UNA VITA SANA,
EQUILIBRATA E APPAGANTE... ED È PIÙ SEMPLICE DI QUANTO SI CREDA!

L’
Ayurveda è un’antica manifestazione di uno squili-
scienza medica e il brio causato dalla violazione
suo scopo è quello di delle leggi di natura, da ripor-
curare e mantenere la tare alla normalità ripristinando
qualità della vita e la longevità. l’armonia di corpo (Shrira),
È un’arte del vivere quotidiano mente (Manas) e anima (Atma).
che permette però anche di ac- La mente esprime il corpo; la
cedere a una profonda com- consapevolezza si trasforma in
prensione del mondo che ci materia. Quando spirito e men-
pararsi e vivere serenamente
circonda e di prendere consa- te sono in pace anche il corpo
l’evento; e se un individuo ha
pevolezza dell’inscindibile uni- lo è, ma là dove la coscienza è
bisogno di counseling psicolo-
tà di mente e corpo che caratte- turbata da conflitti e frustrazio-
gico o spirituale, o di ritrovare
rizza ogni individuo. Ed è ni, anche la fisiologia si altera
la salute di corpo, mente e spi-
proprio questa acquisizione di e subentra la malattia.
rito, la disciplina ayurvedica
consapevolezza la base della UN PENSIERO ANTICO,
offre procedure di grande effi-
salute e della felicità. DI GRANDE MODERNITÀ
cacia anche per questo.
L’Ayurveda abbraccia tutte le In sanscrito Ayurveda significa
Disciplina olistica dell’equili-
discipline necessarie per man- “saggezza della vita”, è uno dei
brio e della salute, l’Ayurveda
tenersi in salute integrando i più antichi sistemi medici oggi
considera la malattia come la
diversi approcci e adattandoli ancora praticati. Nato nell’In-
al singolo individuo. dia Vedica de II e del I millen-
I principali metodi di guarigio-
ne utilizzati oggi in Occidente,
Con l’Ayurveda nio a.C., i suoi principi hanno
ispirato le più antiche filosofie
come la fitoterapia, per esem- incontri la possibilità mediche della storia dell’uomo.
pio, hanno le loro radici nella Di Ayurveda si comincia ad
disciplina ayurvedica; e se una di star bene, di essere avere testimonianze nei Veda,
persona necessita di un’opera-
zione chirurgica sono disponi-
felice e di dare la la più antica e più completa do-
cumentazione del sapere che
bili le tecniche giuste per pre- svolta alla tua vita l’umanità conosca.

006-021 La scienza della vitaCORR.indd 8 16/12/19 15:47


Stai bene quando sei te stesso
I PRINCIPI GUIDA
• La prevenzione ha una grande
importanza e si realizza attraverso
il mantenimento dell’equilibrio.
• L’equilibrio di ognuno è individuale e
deriva dalla sua particolare costituzione.
• I fattori che possono perturbare
l’armonia dell’organismo sono sia interni
che esterni, di natura fisica o psichica.
• La salute è ordine e bilanciamento
di energie, la malattia invece è disordine.

Redatta in sanscrito, la madre di


tutte le lingue, e compilata in ver-
si, fu tramandata oralmente di ge-
nerazione in generazione per mi-
gliaia di anni, prima di essere
finalmente trascritta.

COMBATTE I DISTURBI
NUTRENDO LA SALUTE
Più che della cura, la medicina
ayurvedica si occupa della preven-
zione dei disordini del corpo e
della mente, da attuarsi attraverso
norme di comportamento e tecni-
che specifiche, quali la dietetica,
lo yoga, l’aromaterapia, che ope-
rano sulla persona nella sua inte-
rezza e aiutano a vivere in sintonia
con le leggi della natura, preser-
vando uno stato di equilibrio, es-
senziale per il benessere.
L’Ayurveda ha influenzato la me-
dicina tibetana, la Medicina Tra-
dizionale Cinese e perfino quella
ippocratica (al fondamento della
nostra filosofia medica fino al Ri-
nascimento), e oggi offre anche a
noi molti utili spunti, teorici e pra-
tici, come la dottrina dei dosha,
che ci invita a riconoscere la no-
stra individualità e a trasferirla
nella vita quotidiana, incorporan-
do nella nostra routine le abitudi-
ni e le pratiche più adatte a noi.

006-021 La scienza della vitaCORR.indd 9 16/12/19 15:47


La Scienza della Vita
I benefici dell’Ayurveda

ATTIVA LE TUE RISORSE


DI GUARIGIONE
L’ Ayurveda non è una medi-
cina alternativa, ma uno
stile di vita che ti invita a occu-
parti di te in modo completo,
migliorando subito la qualità
della tua vita.
Questa dottrina prevede una
dose quotidiana di esercizio fi-
sico, uno stile di vita attivo,
rispettoso dei ritmi del corpo,
della mente e della tua natura
individuale. Se ne seguiamo i
principi, i benefici sono davve-
ro innumerevoli.
L’intero processo digestivo è
alleggerito e l’intestino funzio-
na meglio, accrescendo il be-
nessere di tutto il corpo. L’or-
ganismo è depurato, protetto e
capace di gestire nel modo mi- mazione è l’anticamera di mol- l’insieme delle azioni atte a eli-
gliore la propria energia vitale. tissimi disturbi neurologici, di minare le tossine dal corpo in
La concentrazione, le presta- diabete, vari tipi di cancro, ar- vari modi: attraverso abluzioni,
zioni della mente e l’equilibrio triti e disturbi respiratori e car- restrizioni alimentari e digiuno,
emotivo migliorano. diocircolatori. assunzione di rimedi purgativi
La prima azione dell’Ayurveda e purificanti, come cumino, car-
SPEGNE I FOCOLAI è propria la riduzione dei fatto- damomo, finocchio e zenzero,
DELLE MALATTIE corretta respirazione e medita-
ri infiammanti e delle tossine
Una dieta squilibrata e abitudi- zione, per eliminare tutto ciò
proinfiammatorie.
ni alimentari poco sane, man- che appesantisce l’organismo e
La vitalità è immediatamente
canza di sonno, cattiva interferisce con il suo funzio-
incrementata e la salute
digestione, stress, namento ottimale.
subito più protetta.
stile di vita non
adatto alla pro- RIGENERA ABBASSA LA PRESSIONE
pria natura, A FONDO E IL COLESTEROLO
sedentarietà, In Ayurveda Oggi vi sono parecchie ricerche
fumo… sono le pratiche di a dimostrare che seguire uno
tutti fattori purificazione stile di vita improntato al rispet-
proinfiamma- prendono un to dei principi dell’Ayurveda è
tori. E oggi si nome a sé, un punto decisivo a favore del-
sa che l’infiam- Panchakarma, la salute cardiovascolare.

10

006-021 La scienza della vitaCORR.indd 10 16/12/19 15:47


Tra mente e corpo

TI INSEGNA
FA SCINTILLARE A DIRE ADDIO
LA TUA BELLEZZA ALLO STRESS
Anche per la bellezza Invitandoci a recuperare
l’ayurveda è una pratica un ritmo di vita più
molto gettonata. bilanciato e a misura
Secondo questa filosofia, d’uomo, l’Ayurveda è una
la bellezza esteriore cura naturale contro
nasce dall’armonia l’ansia e lo stress.
dell’organismo, intesa Molte delle sue pratiche
come unità di corpo, mente sono eccellenti per
e spirito. Pasti bilanciati, l’equilibrio psichico ed
esercizi tonificanti e uno stile di emotivo, come lo yoga,
vita condotto secondo i principi ayurvedici ti la meditazione, le pratiche
aiuteranno a mantenere la pelle più sana e giovane, il di respirazione,
cuoio capelluto più attivo e purificato. La saggezza i massaggi. Ma ci sono
ayurvedica raccomanda poi il consumo di prodotti anche tanti rimedi verdi
locali freschi e di stagione, di erbe e di vegetali che che ti aiutano
sono naturalmente antiossidanti e ricchi di grassi a rilassare la
buoni, altamente protettivi e benefici. muscolatura
e lasciare
andare i brutti
pensieri, o
Innanzitutto, i principi ayurve- smaltimento dei chili in ecces- recuperare
dici favoriscono il raggiungi- so. Favorendo la disintossica- la qualità
mento di livelli adeguati e non zione del corpo e il corretto del
pericolosi di colesterolo e il movimento, l’organismo sarà sonno.
mantenimento dei vasi sangui- purificato e dimagrire diventerà
gni in buona salute, prevenendo un processo naturale. In caso di
l’aterosclerosi, ossia il restrin- forte sovrappeso, un nutrizioni-
gimento delle arterie connesso sta ayurvedico sarà in grado di
a ictus e a infarti. fornire consigli personalizzati
Tali principi aiutano anche a e specifici, secondo il proprio
mantenere i livelli della pres- dosha specifico.
sione nei range della normalità
con il passare degli anni.
Ti lancia un invito
PER TORNARE
IN LINEA RAPIDAMENTE a cambiare approccio
Integrare nella propria routine
i principi dell’Ayurveda signi- nei confronti della salute,
fica dare una svolta più sana al per trovare un modo di star
proprio stile di vita, il che qua-
si automaticamente porterà allo bene che sia soltanto tuo...
11

006-021 La scienza della vitaCORR.indd 11 16/12/19 15:47


La Scienza della Vita
I benefici dell’Ayurveda

L’ANTICA MEDICINA DEGLI DEI


S econdo la leggenda fu
Brahma stesso, il creatore
secondo la fede indu, a formu-
i libri sacri della tradizione in-
duista. La filosofia ayurvedica
è basata sul Shad Darshan, le
Rishis illuminati; i maestri, non
è perciò una creazione della
mente dell’uomo, ma piuttosto
lare i principi dell’Ayurveda, sei filosofie di vita sviluppate una rivelazione emanata dal
che rivelò poi alle altre divinità dagli antichi saggi e dalle scrit- cuore dei saggi in meditazione.
del pantheon induista. In segui- ture dell’India. L’intero sapere arriva, così tra-
to alcuni saggi compassionevo- Tali scritture vengono chiamate manda la tradizione, dalle ca-
li, impietositi dal vedere la mi- “veda”, o corpo della conoscen- verne e dalle montagne dell’In-
serevole sorte degli uomini, za, secondo la tradizione avreb- dia, dove i Rishis avevano i loro
preda di sofferenza e malattie, bero più di 10.000 anni; i prin- Ashram e i loro discepoli. Gli
si raccolsero in meditazione cipali sono quattro: studenti giungevano fino a lì
sull’Himalaya, implorando • Rig veda; per studiare con i maestri che
Brahma di rivelare anche agli • Yajur veda; trasmettevano la conoscenza
uomini i segreti della scienza • Atharva veda; così come l’avevano ricevuta a
della salute. Ottenuta la cono- • Sama veda. loro volta, in uno stato di pro-
scenza, la racchiusero nei Veda, Tutta la tradizione vedica attin- fonda meditazione.
ge a una profonda saggezza Gli studenti imparavano su
spirituale e a pura “conoscenza base orale, non essendoci libri,
La dottrina medica rivelata” attraverso il cuore dei e così imprimevano nella loro
dell’India si sviluppò mente le nozioni acquisite, tan-
in parallelo con to da rendere questo sapere par-
quella egizia te di sé. La scelta di tramanda-
e sumerica, che poi re oralmente i fondamenti della
declinarono. disciplina nasceva dall’idea che
L’Ayurveda, invece, i mantra scritti avessero poca
è tuttora praticata energia e poca profondità.

12

006-021 La scienza della vitaCORR.indd 12 16/12/19 15:47


• la coscienza o intelligenza • JALA, o acqua, sono anche
(SATTVA); le forze coesive dei corpi, delle
• il movimento o l’azione molecole, degli atomi, della lin-
(RAJAS); fa e dei succhi vitali;
• l’inerzia che oppone resisten- • PRITHVI, o terra, sono an-
za ad esse (TAMAS). che tutte le sostanze organiche
e inorganiche. Questi cinque
LE FORME PRIMARIE: elementi sono tra loro connessi,
L’ENERGIA DELL’UNIVERSO I CINQUE ELEMENTI nel senso che il precedente per-
È ANCHE DENTRO DI NOI Da queste qualità immateriali mea tutti i successivi.
Secondo l’Ayurveda l’uomo e presero origine i cinque ele- Il processo creativo partì dalla
l’universo hanno un’origine co- menti fondamentali, PAN- condizione immanifesta di co-
mune. Gli antichi veggenti in- CHAMAHABUTA o forme scienza assoluta preesistente,
tuirono che all’inizio il mondo primarie, che sono i blocchi dove presero inizio le prime
esisteva in uno stato di coscien- basilari di costruzione dell’uni- sottili vibrazioni che modularo-
za (intelligenza) immanifesta, verso e dell’individuo. Questi no la formazione dell’elemento
puro livello di tutte le potenzia- elementi sono: etere, dai cui lievi movimenti si
lità (il campo quantico), luogo • AKASHA, o etere, è lo spa- generò l’elemento aria; poi l’at-
della creatività onnipotente. zio, il contenitore; trito generò calore luce, fuoco
Ciò che esiste all’interno • VAYU, o aria, è anche la for- che dissolse e liquefece parte
dell’universo esiste anche za che dà movimento alle ga- dell’etere nell’elemento acqua,
all’interno di ogni individuo. lassie, ai pianeti e agli elettroni il quale solidificandosi generò
Osservando che ogni cosa in attorno al nucleo; poi la terra. Dalla terra originò
natura è soggetta al ciclo della • TEJAS, o fuoco, è l’energia tutta la materia organica e inor-
creazione, dell’evoluzione e in tutte le sue forme, ed è lega- ganica, gli esseri viventi, i ve-
della dissoluzione, (sono le tre to alla trasformazione; getali, gli animali e l’uomo.
funzioni attribuite anche alle tre
grandi divinità indu: Brahma il
creatore, Vishnu il conservato-
re, Shiva il distruttore) indivi-
duarono i tre veri principi che
sottendono all’esistenza di ogni
forma materiale che definirono
i tre GUNA o qualità primarie:

L’AZIONE DEI CINQUE FATTORI NEL CORPO


L’Etere origina dalla chiarezza di Sattva. Il Fuoco proviene dall’energia di Rajas;
la Terra viene dall’inerzia di Tamas; l’Aria è il risultato dell’equilibrio di Sattva e Rajas,
ha la caratteristica di essere mobile; l’Acqua si crea tra Rajas e Tamas (mobilità e inerzia).
Sono i cinque stati di densità della materia: solido, liquido, gassoso, radiante ed etereo
e rappresentano anche la natura degli stati mentali e la qualità delle emozioni umane.

13

006-021 La scienza della vitaCORR.indd 13 16/12/19 15:47


La Scienza della Vita
I Dosha

TRE ENERGIE
DOMINANTI:
Vento, Fuoco
e Terra
LE TRE LE GRANDI ENERGIE FONDAMENTALI sto momento e che in genere non
si discosta profondamente dalla
CHE GOVERNANO L’INTERO UNIVERSO E STANNO
Prakriti». Quando in noi i dosha
ALLA BASE DI OGNI ATTIVITÀ DELLA FISIOLOGIA sono bilanciati, stiamo bene, sia
UMANA SONO CHIAMATE DOSHA sul piano fisico che su quello
psichico, ci sentiamo sereni e

«S
viviamo in armonia. Ma se sono
econdo la filo- sugli altri, definendo abitudini, sbilanciati, possono manifestar-
sofia Ayurve- preferenze e caratteristiche in- si disturbi di vario genere, se-
dica - spiega dividuali, e la predisposizione condo il dosha che in quel mo-
il dottor a diverse malattie e disturbi. I mento sovrabbonda. Lo
Compostella, medico terapista dosha non sono statici, ma si sbilanciamento dei dosha ci
ayurvedico e docente - esistono modificano in rapporto alle rende vulnerabili, è all’origine
tre energie fondamentali (do- esperienze della vita: ecco per- di tutti i disagi e può manifestar-
sha) che compongono tutte le ché, accanto alla Prakriti, esiste si come un malessere specifico
cose, compreso il nostro stesso anche la Vikriti, ossia l’assetto oppure come un senso generale
organismo: Vata (vento), Pitta doshico che presentiamo in que- di “qualcosa che non va”.
(fuoco) e Kapha (terra-acqua).
Sono dei fattori energetici che,
a vari livelli, organizzano la
struttura e il funzionamento del LA CONOSCENZA
nostro organismo, e determina- DELLA VITA
no il nostro modo di essere.
Il termine Ayurveda è dato dall’unione
OGNUNO DI NOI HA di due parole: Ahiu che significa “vita”
UN DOSHA DOMINANTE e Veda “conoscenza”.
Ognuno di noi è composto da Questa conoscenza riguarda quindi
un mix unico dei tre elementi, la natura, lo scopo e l’obiettivo della vita
che corrisponde alla sua costi- e tratta sia l’aspetto fisico sia quello
tuzione alla nascita (Prakriti). metafisico, salute e malattia, felicità
In genere, un dosha domina e tristezza, dolore e piacere.

14

006-021 La scienza della vitaCORR.indd 14 16/12/19 15:47


Lo squilibrio dei dosha è dovuto quasi sempre all’eccesso
di uno dei tre elementi Vata, Pitta o Kapha.

COSA ALTERA
IL NOSTRO EQUILIBRIO? Una saggezza millenaria
«Tutto ciò che ci tocca dal pun-
to di vista fisico o psichico può
alterare i dosha: traumi, clima GLI ANTICHI TESTI AYURVEDICI
troppo caldo o troppo freddo,
I due scritti più antichi in cui si possono trovare le basi
cambi di stagione, ma anche
della Medicina ayurvedica sono:
emozioni forti e l’avanzare
• il Caaraka Samhita che, risalente al 400 a.C. circa, è il più
dell’età. Dieta scorretta, routine
antico testo sanscrito dell’Ayurveda e descrive i cinque
inadatta, mancato rispetto dei
subdoshas di vata (vedere pag. 28);
cicli orari giornalieri, eccesso
• il Sushruta Samhita, opera del saggio Nagarjuna e che
di attività sessuale, di alcol o di
descrive la chirurgia, il sangue e i 5 subdoshas di Pitta).
tensione emotiva. Lo stress, per
esempio, aumenta Vata; la tri-
stezza squilibra Kapha e l’ec-
cesso di calore o di entusiasmo lo yoga, la meditazione, la sti- mente si potrà godere di un
influenzano Pitta. molazione dei sensi con i colo- buon equilibrio fisico.
Per armonizzare i dosha, si uti- ri, gli aromi e la musica, e l’er- Per questo, accanto alle tecni-
lizza la dieta, ma dà importanza boristeria», precisa l’esperto. che che agiscono sul corpo o
anche al rispetto dei ritmi gior- Anche la mente va purificata - sui sistemi sensoriali, vi sono
nalieri e stagionali e alle prati- «Nella tradizione orientale, anche tante tecniche per la
che depurative, come la pulizia l’assetto psichico è importante mente, come la meditazione o
del naso, della lingua e le ablu- per il benessere generalƒe di un lo Yoga, che riconnettono la
zioni (Panchakarma). Tra le individuo - spiega Compostel- dimensione fisica a quella men-
tecniche di equilibrio ci sono il la. Se i pensieri sono ossessivi tale ed emozionale, e riportano
massaggio dei punti energetici, e saturi di negatività, difficil- l’organismo in equilibrio».

15

006-021 La scienza della vitaCORR.indd 15 16/12/19 15:47


La Scienza della Vita
L’anatomia ayurvedica

SALUTE È ARMONIA DELLE ENERGIE

L’Ayurveda definisce la vita come l’unione di corpo, mente e spirito fondata


sulla coscienza cosmica e che abbraccia tutto ciò che esiste

L’ Ayurveda considera la sa-


lute uno stato di perfetta
armonia tra le forze di Vata,
pretazione più estesa “ciò che
partecipa alla formazione
dell’organismo”. Secondo la
I Dathu corrispondono, in qual-
che modo, ai tessuti ordinari
dell’organismo, hanno un valo-
Pitta e Kapha in accordo con la Medicina Ayurvedica è grazie re organico-strutturale e dina-
propria costituzione individua- alla continua espressione di in- mico-trasformativo perché si
le (Prakriti) e in equilibrio con telligenza naturale, che sono i trasformano continuamente e
i sette tessuti (Dhatus) e i tre dosha, che si formano i Dathu. sequenzialmente l’uno nell’al-
rifiuti del corpo (Malas). La Questi sette tessuti fondamen- tro. Scopriamo quindi le loro
persona che sta bene è quella tali del corpo sono quindi l’e- componenti.
che gode di un buon equilibrio spressione del campo d’azione • RASA (essenza) Plasma, chi-
psicofisico. Questo è possibile dei dosha che, se sono fuori lo, è il primo prodotto della di-
se ogni elemento che la carat- equilibrio, li danneggeranno gestione e del metabolismo.
terizza, il fuoco vitale (Agni), i aprendo la strada all’insorgere • RAKTA Parte cellulare del
tessuti del corpo (Dhatus) e le della malattia. plasma: è composto da eritro-
funzioni di scarto (Malas) fun- La formazione dei Dathu inizia citi ed emoglobina.
zionano in armonia. durante la gestazione grazie • MAMSA Tessuto muscolare.
all’assunzione dei nutrienti da Mantiene la forza fisica.
DHATU, I SETTE parte della madre, e prosegue • MEDA Tessuto adiposo.
TESSUTI DEL CORPO dopo la nascita attingendo alle • ASHTI Tessuto osseo.
Dathu significa letteralmente sostanze base necessarie diret- • MAJJA Midollo osseo, tes-
“ciò che sostiene” e in un’inter- tamente dal cibo. suto nervoso centrale.

16

006-021 La scienza della vitaCORR.indd 16 16/12/19 15:47


• SHUKRA Tessuto riprodutti- sequenza tutti gli altri ed è lun- va, intelligente e spontanea.
vo compresi semi e ovulo. go questa sequenza metabolica La diminuzione di Ojas porta
che le sostanze nutrienti vengo- alla malattia, la sua carenza alla
DAI PIÙ DENSI no concentrate fino a ottenere il morte. Ojas è favorita evitando
FINO AI PIÙ SOTTILI
prodotto ultimo del metaboli- gli stimoli eccessivi dei sensi e
I tessuti più densi del corpo
smo, un elemento assolutamen- praticando regolarmente la me-
fungono da materia prima per
te essenziale per la salute ditazione, assumendo abitual-
la formazione di quelli più sot-
dell’individuo: OJAS. mente latte, burro chiarificato e
tili. Ogni passaggio è catalizza-
zafferano e alcune erbe come la
to da specifici complessi enzi- OJAS, IL PRINCIPIO Withania sonnifera e l’Aspara-
matici “dhatu agni” che DELLA VITALITÀ
gus racemosus.
provvedono a estrarre da ogni Ojas è un principio vitale che
Ojas è consumata dall’ira, dal-
tessuto gli elementi necessari rende possibile la vita, dà ener-
la paura, dall’ansia, dalle pre-
per la formazione del tessuto gia, e lustro all’esistenza, è l’es-
occupazioni, dalla fame,
successivo e a garantire il rego- senza dell’essere umano.
dall’eccesso di fatica, dall’in-
lare fluire del processo. In Grazie a questo principio il tes-
sufficiente riposo, dall’abuso di
quest’ottica si comprende bene suto muscolare (mamsa) diven-
fumo e alcol, dall’assunzione di
come disturbi a un livello pos- ta pieno, i movimenti sono li-
cibi non freschi e conservati.
sono creare accumuli a monte beri e perfettamente coordinati,
Anche con l’età Ojas si riduce
della catena e carenze al di sot- voce e aspetto sono chiari ester-
e la sua carenza può essere re-
to. E così, da Rasa, il primo namente e internamente, l’atti-
sponsabile di un precoce invec-
prodotto del cibo, originano in vità di nervi e muscoli e degli
chiamento e predisporre anche
organi di senso diventa incisi-
alla comparsa di malattie cro-
nico-degenerative.

«Colui il quale è stabile nel suo Sé,


che ha i dosha in equilibrio, Agni
in equilibrio, i Dhatus ben formati,
adeguata eliminazione dei Malas,
un buon funzionamento
del corpo e la cui mente,
anima e sensi sono pieni
di gioia, questa è chiamata
persona in salute»,
Sushruta Samhita, 15.38.

17

006-021 La scienza della vitaCORR.indd 17 16/12/19 15:47


La Scienza della Vita
L’anatomia ayurvedica

I CANALI SOTTILI
I FATTORI CHE
DELLA CIRCOLAZIONE LI ALTERANO
• Eccesso di cibo.

I l termine Srota deriva dalla


radice “sru” che significa “che
fluisce”. Gli Srota sono canali
raggiunge gli spazi extra e in-
tracellulari. Gli Srota, dal pun-
to di vista funzionale, possono
• Mangiare prima che il
pasto precedente sia
digerito.
o vasi della circolazione nel essere divisi in quattro gruppi • Cibo non sano.
corpo e costituiscono una fittis- principali: • Cibo incompatibile
sima rete di comunicazione, di • canali deputati al metaboli- con la propria
trasporto e di eliminazione smo e all’assorbimento delle costituzione.
estesa a tutti i distretti corporei. sostanze nutritive; • Dormire dopo i pasti.
Alcuni sono visibili e macro- • canali responsabili del nutri- • Movimento eccessivo.
scopici come il tubo digerente, mento dei tessuti; • Movimento
la trachea, i grossi vasi, gli ure- • canali di eliminazione; insufficiente.
teri, l’uretra, le vie biliari, i vasi • canali della mente che colle- • Soppressione
linfatici, altri sono di dimensio- gano la mente al corpo e vice- di bisogni naturali.
ni microscopiche e ultramicro- versa e che contribuiscono a • Caldo o freddo
scopiche e formano una fittissi- mantenere l’integrità psicoso- eccessivo.
ma rete di irrorazione che matica dell’individuo. • Commozioni o shock.
• Preoccupazioni
eccessive.

LA SODDISFAZIONE
DEI PROPRI BISOGNI
Stare bene è possibile se ascol-
tiamo le nostre esigenze e sod-
disfiamo i nostri bisogni, senza
giudizio, senza controllo ecces-
sivo o sforzo. Anche non sod-
disfare i bisogni fisici naturali
come starnutire, defecare,
espellere gas, vomitare, sbadi-
gliare, mangiare, bere, piange-
re, dormire, eiaculare se eccita-
ti possono pregiudicare Srota,
che può essere danneggiato
anche dal controllare eccessi-
vamente la collera, l’invidia,
Lo squilibrio dei dosha è la causa diretta di ogni tipo l’orgoglio, la vergogna, l’avidi-
di malattia. Osservando i sintomi del corpo e della tà, quando cioè a queste emo-
mente si può individuare la natura del malessere zioni non è offerto alcun canale
per sfogarsi.

18

006-021 La scienza della vitaCORR.indd 18 16/12/19 15:48


AGNI, IL FUOCO VITALE
L’ apertura normale di tutti i
canali è condizione assolu-
tamente essenziale per la salute
molecole omologhe alla com-
posizione dell’organismo. Sono
i cinque principi di trasforma- SEGNALI
e il benessere, mentre le altera- zione localizzati principalmen- DA NON
zioni del flusso, sempre dovute te nel fegato.
alla presenza o all’accumulo di 3) Sapta Dathu Agni. Sorta di
TRASCURARE
tossine e di scorie, sono causa complessi enzimatici in grado Ecco i segnali di Agni in
delle malattie. di estrarre da ogni tessuto gli disequilibrio.
Agni è il fuoco vitale, il fuoco elementi necessari per la for- • Malessere.
che, bruciando all’interno mazione del successivo. Sono • Mal di testa.
dell’organismo, anima i proces- sette: uno per ogni tessuto. • Svenimento.
si biologici della vita. Converte Le cattive abitudini che distur- • Stitichezza.
il cibo nei tessuti del corpo, bano sono le seguenti. • Diarrea.
corrisponde a tutte le attività • Digiuno. • Gusto amaro in bocca.
metabolico-enzimatiche, rap- • Eccesso di cibo. • Senso di spossatezza.
presenta il potere trasformativo • Mangiare prima che il pasto • Vertigini.
della digestione. precedente sia digerito. • Rigidità alla schiena
1) Jathar Agni. Fuoco digestivo • Mangiare in modo irregolare. e alla vita.
o gastrico che riguarda la dige- • Mangiare anche se indisposti. • Vomito.
stione più grossolana nello sto- • Cibo non sano. • Coliche.
maco e nell’intestino. è la prin- • Soppressione dei bisogni e • Anoressia.
cipale fonte di calore all’interno degli impulsi naturali. • Sbadigli.
del corpo. Mantiene e sostiene • Difficoltà di adattamento a • Dolori nel corpo.
tutti gli altri Agni nel corpo. luogo, clima e stagione. • Sete.
2) Pancha Buta Agni. Gruppo • Emozioni come collera, pre- • Febbre.
di enzimi che estrae dal cibo le occupazione e dolore.

19

006-021 La scienza della vitaCORR.indd 19 16/12/19 15:48


La Scienza della Vita
Proteggi il tuo benessere

TI AMMALI QUANDO TI ALLONTANI


TROPPO DA TE STESSO
È il vivere in armonia con la
propria natura individuale e
con l’ambiente che ci circonda
ma cosa invita a nutrire lo stato
di salute, correggendo le abitu-
dini quotidiane. Soltanto in se-
che non è mai considerato come
un malessere standard da cura-
re con un rimedio standard, ma
a modellare, giorno dopo gior- guito interviene sul disturbo, strettamente connesso all’equi-
no, la nostra salute. librio complessivo e alla natura
Quando qualcosa non va, della persona che lo manifesta.
l’Ayurveda, come facevano tut- Se i Dosha, i Dhatu Quindi il trattamento sarà sem-
te le antiche medicine, per pri- e i Mala sono in
buon equilibrio tra
di loro anche
il corpo, i sensi,
la mente e la
coscienza sono
in perfetta armonia

20

006-021 La scienza della vitaCORR.indd 20 16/12/19 15:48


A volte la mente ci inganna...
STRESS PSICHICO, CLIMATICO E RELAZIONALE
Ecco cosa ci indebolisce e rischia di farci ammalare.
• iperattivazione sensoriale - Esporsi a suoni o rumori troppo forti, fissare luci
intense, gustare sapori troppo decisi, ascoltare suoni terrificanti o assistere a
spettacoli paurosi o violenti, essere esposti a cattivi odori,
rimanere costantemente al buio, ricevere scarsi stimoli
cutanei, adottare un’alimentazione monotona.
• influenza climatica e ambientale - Inverni
troppo rigidi ed estati troppo calde, ambienti
insalubri e inquinamento.
• errori dell’intelletto - Questi sono la
conseguenza dell’incapacità di discriminare che
può nascere da una stimolazione forzata dei
bisogni naturali o dal compiere sforzi eccessivi,
oltre le proprie capacità.

pre nuovo, in rapporto a squilibrio ed è uno stato inna-


quell’individuo in particolare. turale dell’uomo.
Lasciamo alla medicina scien- L’uomo ammalato “non è in
tifica moderna il compito di sé”, la Medicina Ayurvedica
focalizzarsi sulla malattia e sul non fa altro che riportarlo nella • in Pitta - Sensazione di bru-
sintomo secondo un rapporto di sua condizione naturale (il sé). ciore, sete, disturbi in bocca,
causa effetto, ma completiamo- gastrite acida;
ne l’opera con l’apporto di tra- “AMA”, LA SOSTANZA • in Kapha - Vistosa magrezza,
CHE GENERA MALESSERE raffreddore, diabete;
dizioni olistiche, come l’Ayur-
Se Agni è danneggiato il distur- • in Vata - Disturbi urinari e
veda, in cui in primo piano non
bo digestivo metabolico che addominali.
è la nostra malattia, ma noi
consegue porta alla formazione
stessi, con le nostre caratteristi-
di Ama, una sostanza fetida e MALA I RIFIUTI DEL CORPO
che ed esigenze individuali.
molto appiccicosa prodotta dal- Mala sono i rifiuti dell’organi-
Il compito dell’Ayurveda è la putrefazione del cibo non smo, sono i componenti prodot-
quello di portarci a vivere in digerito che, dopo essersi accu- ti ed eliminati dal corpo a se-
armonia con l’intelligenza Co- mulata nella parete del tratto guito dei processi metabolici
smica, in modo da sperimenta- digestivo, penetra nei vasi ca- che formano i tessuti. Feci,
re l’unione con la natura e con pillari sanguigni o linfatici, urina e sudore sono i tre Mala
gli altri esseri viventi. causando ostruzioni del lume. principali la cui rimozione è
Questo è il concetto di salute Se non rimossa può alterarsi essenziale per la buona salute.
considerata come uno stato na- maggiormente e produrre so- Altri prodotti di scarto più sot-
turale dell’individuo, che ab- stanze tossiche che possono tili sono essudazione da occhi,
braccia quindi tutti gli aspetti raggiungere qualsiasi punto del naso, bocca, orecchie; tali so-
dell’essere umano, fisico, psi- corpo provocando processi pa- stanze possono diventare noci-
cologico e spirituale della vita tologici negli organi più deboli ve se si decide volontariamente
in continua armonia con l’am- di costituzione. In combinazio- di bloccarne l’eliminazione,
biente. Il suo opposto, la malat- ne con i dosha, Ama può cau- creando un circolo vizioso dan-
tia è riconducile a una causa di sare i seguenti disturbi: noso per la salute.

21

006-021 La scienza della vitaCORR.indd 21 16/12/19 15:48


INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

BE LL A PER L’ANNO NUOVO


Finalmente una pelle
soda. Con questo
collagene da bere il
2020 sarà il vostro
anno beauty!

Creme, lozioni e prodotti


vari si ammassano in ba-
gno: cosa non facciamo
noi donne per una pelle
luminosa, soda e senza COLLAGENE DA BERE INVECE UN RITUALE DI BELLEZZA
rughe? Ci siamo chie- CHE IN CREMA: SEMPLICE E CHE CONVINCE GIÀ MOLTE
ste, ma non si può usare INNOVATIVO DONNE
qualcosa di più semplice? Mentre le molecole di collagene del- Sono già molte le donne ad aver
Sì, si può: il collagene da le creme sono spesso troppo gran- semplificato il proprio rituale di
di per penetrare nella pelle, bellezza con Signasol e ad essere
bere unico nel suo
i peptidi di collagene di entusiaste dei risultati. Ad esempio,
genere, disponi- Signasol hanno un Ornella L.: “All’inizio non credevo
bile in farmacia peso molecolare che migliorasse veramente la pelle,
(Signasol). ridotto, agendo ma la mia è diventata visibilmente
dall’interno per la più bella. Lo raccomando!”

N
oi donne ci bellezza della pelle. Luciana D. racconta: “Grazie ai
prendiamo Ma ciò non è tutto: flaconcini mi rifornisco di Anti-Age
volentieri Signasol contiene dall’interno. Sono meravigliata di
tempo per i nostri ri- anche vitamine e mi- come funzioni.”
tuali di bellezza. Ma siamo nerali importanti per
sincere: nelle giornate più inten- una trama cutanea bella e Risultati degli studi
se spesso un trattamento o l’altro si luminosa. Un altro vantaggio è il stupefacenti dopo
perde per strada, nonostante alcuni biocatalizzatore naturale BioPerine®, solo 8 settimane
“problemini” abbiano bisogno della che favorisce l’assimilazione degli � Riduzione delle rughe
nostra attenzione. Perché dopotutto elementi da parte dell’organismo. fino al 50 %
chi di noi non lo sa: diverse creme Il risultato è chiaro: le riserve di � Aumento di collagene
nella pelle fino al 65 %
contro le rughe e oli speciali per la collagene vengono riempite, la pelle è
� Diminuzione degli inestetismi
pelle soda possono richiedere una più elastica e anche al tatto risulta più della cellulite
lunga applicazione. Ma con il beau- soda. Ma oltre all’utilizzo, Signasol è
ty drink Signasol è più facile: i pra- semplice anche nel dosaggio: basta Per il farmacista:
tici flaconcini sono pieni di peptidi un flaconcino al giorno! E allora, Signasol
di collagene, in grado di rassodare forse è arrivato il tempo di cambiare (PARAF 973866357))
la pelle dall’interno semplicemente. anche il vostro rituale di bellezza? www.signasol.it

Proksch et al., 2014, Skin Pharmacol Physiol 27:113-119; Proksch et al., 2014, Skin Pharmacol Physiol 27:47-55; Schunck et al., 2015, Journal of Medicinal Food 18 (12):1340-1348 • Integratore alimentare. Gli integratori
non vanno intesi come sostituti di una dieta equilibrata e variata e di uno stile di vita sano. • Nomi modificati

191209_IT-DP131_Scienze_V5_mr.indd 1 10.12.19 16:35


LA COSTITUZIO N
INDIVIDU A
I SAGGI AYURVEDICI
LA CHIAMANO PRAKRITI:
È LA COSTITUZIONE
INDIVIDUALE CHE OGNUNO HA
DALLA NASCITA. RISPETTARLA
PERMETTE DI ADOTTARE
LO STILE DI VITA PIÙ ADATTO
A MANTENERE LA SALUTE.
CONOSCERE LA VIKRITI,
CHE RAPPRESENTA INVECE
LA CONDIZIONE DEL MOMENTO,
CI AIUTA A INDIVIDUARE
LA CAUSA DI UN DISTURBO
E PORVI RIMEDIO, PER
RISTABILIRE L’EQUILIBRIO
ORIGINARIO E RICOMINCIARE
A STARE BENE

26 Scopri il tuo dosha:


Vata, Pitta o Kapha

36 Le tecniche ayurvediche
per migliorare la salute

024-037 Scopri il tuo dosha_CORR.indd 24 16/12/19 14:31


O NE
U ALE

Ognuno di noi ha punti di forza


e debolezza. Conoscere le caratteristiche
dominanti ci aiuta a capire
come vivere meglio e come intervenire
per ripristinare l’equilibrio quando
non siamo nel pieno della forma

024-037 Scopri il tuo dosha_CORR.indd 25 16/12/19 14:31


La costituzione individuale
Il test dei dosha

SCOPRI SE SEI
Vata, Pitta o Kapha
E
PER POTER APPLICARE I PRINCIPI DELLA cco un breve test per sapere se nella
tua costituzione prevale l’energia
MEDICINA AYURVEDICA È FONDAMENTALE
Vata, Pitta o Kapha, e scegliere così
CONOSCERE QUALE DOSHA È DOMINANTE i rimedi più adatti per equilibrarla. A
NELLA PROPRIA COSTITUZIONE pagina 33 trovi un ulteriore test di controllo.

1. COME È LA TUA CORPORATURA?


A. Magra e slanciata, con i muscoli sottili ......................................................................................... ❍
B. Media, simmetrica, con un buono sviluppo muscolare. Se prendo peso, lo perdo facilmente...... ❍
C. Larga, massiccia. Tendo ad accumulare peso................................................................................ ❍

2. COME È LA TUA PELLE?


A. Chiara, secca e sottile .................................................................................................................... ❍
B. Rosata, mista e irritabile ................................................................................................................ ❍
C. Pallida, spessa e un po’ grassa. ...................................................................................................... ❍

3. COME È LA TEMPERATURA DEL TUO CORPO?


A. Ho spesso mani e piedi freddi e preferisco gli ambienti caldi ...................................................... ❍
B. Ho sempre caldo e preferisco gli ambienti freddi ......................................................................... ❍
C. Mi adatto a tutte le temperature, ma non amo il freddo e l’umidità.............................................. ❍

4. DESCRIVI IL TUO TEMPERAMENTO


A. Entusiasta e amante dei cambiamenti, vitale, loquace ed estroverso ............................................ ❍
B. Determinato, ambizioso, controllato e coinvolgente ..................................................................... ❍
C. Alla mano, riservato, serio e tranquillo. Mi piace sostenere gli altri............................................. ❍

5. COME REAGISCI ALLO STRESS?


A. Divento ansioso e inizio a preoccuparmi ...................................................................................... ❍
B. Divento irritabile e a volte aggressivo ........................................................................................... ❍
C. Mi ritiro in me stesso e rallento il ritmo. ....................................................................................... ❍

6. PER COSA SEI PIÙ PORTATO?


A. Arti creative, design....................................................................................................................... ❍
B. Scienze, ingegneria ........................................................................................................................ ❍
C. Amministrazione, relazioni umane, professioni di cura. ............................................................... ❍

26

024-037 Scopri il tuo dosha_CORR.indd 26 16/12/19 14:31


LE ENERGIE festano e strutturano nell’uni- della mente con il corpo, tutte
FONDAMENTALI verso, come nell’essere umano, le speranze, le paure, i sogni e
Secondo l’Ayurveda i dosha i cinque elementi (spazio, aria, i desideri, così come le più pic-
sono le energie fondamentali fuoco, acqua e terra) e control- cole emozioni e aspirazioni la-
che governano l’universo. At- lano, regolandole, tutte le fun- sciano il loro marchio sulla fi-
traverso la loro azione si estrin- zioni biologiche e psicologiche siologia. Lo squilibrio dei
seca la manifestazione di ogni del corpo, della mente e della dosha è il primo segno che la
forma in natura e si svolge la coscienza. Quando sono in ar- mente e il corpo non sono per-
differenziazione dall’unità alla monia tra di loro producono fettamente coordinati.
molteplicità, dal livello del equilibrio e buona salute, al Ogni volta che accade qualcosa
campo quantico ai più diversi contrario sono fonte di una nella mente, c’è un evento cor-
aspetti della materia. I dosha, lo grande varietà di disturbi. rispondente nel corpo. Questa
ricordiamo, sono tre: I dosha consentono il dialogo interconnessione si realizza a
• VATA: spazio (akasha) aria livello sottile, dove mente e
(vayu); corpo si congiungono, dove
• PITTA: fuoco (tejas) acqua materia ed energia sono inter-
(jala); cambiabili, il livello del campo
• KAPHA: terra (prithvi). quantico, ed è a quel livello che
Sono energie sottili che mani- agiscono i dosha.

Dagli effetti
congiunti dei tre dosha
sulla mente e sul corpo
possono derivare
le condizioni
di equilibrio
e di squilibrio

SOLUZIONE
Maggioranza di A: vai al profilo Vata
Maggioranza di B: vai al profilo Pitta
Maggioranza di C: vai al profilo Kapha
27

024-037 Scopri il tuo dosha_CORR.indd 27 16/12/19 14:31


La costituzione individuale
Il test dei dosha

VATA, IL MOVIMENTO CONTINUO


V ata significa “ciò che
muove”. È responsa-
bile di tutte le attività e
DOMINA NELLE PERSONE
ATTIVE E DINAMICHE
Le persone in cui domina
di tutte le sensazioni Vata hanno una costituzio-
del corpo, controlla ne magra e nervosa, sono
gli impulsi lungo i mutevoli e irrequiete. I
nervi, la peristalsi tipi vata hanno la pelle
intestinale, il movi- sottile che tende a sec-
mento dell’apparato carsi facilmente, con
respiratorio, circola- mani e piedi spesso
torio, locomotore ed freddi o che tendono a
escretorio, controlla la raffreddarsi velocemente.
funzione di movimento Molto flessibili, si adattano
di tutto ciò che esiste facilmente, sono veloci nel
nell’universo. pensiero e nella parola, ma ten-
Così nella Caraka, il testo più dono a stancarsi presto e a di-
antico dell’Ayurveda, è descrit- menticare le cose in fretta; han-
to Vata: «Sostiene la Terra, dà no difficoltà di concentrazione
compattezza e movimento al ne della vita. e la loro vitalità è discontinua.
sole, alla luna, alle stelle ed ai Se Vata è in equilibrio conferi- Quando Vata è bilanciato, la
pianeti, crea le nubi, fa cadere sce mente vigile, dinamismo, persona è vivace, dinamica,
le piogge e scorrere i fiumi, entusiasmo, vitalità, evacuazio- creativa, comunicativa ed entu-
porta a maturità i fiori e i frutti, ne regolare, sonno profondo. siasta, ma diventa ansiosa, in-
fa germinare i semi e crescere
le piante.

L’ELEMENTO DELLA
TRASFORMAZIONE
STRESS, INSONNIA E NEVRALGIE
Vata è responsabile di ogni tra- I DISTURBI TIPICI
sformazione. Nel suo stato di Vata è connesso al sistema nervoso, quindi chi ha
equilibrio sostiene tutti gli or- dominante questo dosha è più suscettibile alle
gani del corpo. È responsabile tensioni nervose. Un disequilibrio determina difficoltà
di ogni tipo di azione e attività (in eccesso o difetto) come digestione difficile, con
mentale. Coordina le facoltà di costipazioni e disturbi intestinali come diarrea o
senso e dà compattezza ai tes- stitichezza; possono verificarsi problemi circolatori,
suti. Conferisce gioia ed entu- infiammazioni articolari e irregolarità mestruali. Altre
siasmo. Stimola il fuoco dige- patologie tipiche sono ansia, mal di testa, nevralgie,
stivo ed assorbe le impurità. crampi, disturbi del sonno o tic da stress. Frequenti gli
Elimina i prodotti di rifiuto. esaurimenti psicofisici, perché spesso Vata si accorge
Vata dà forma ai canali del cor- di essere esausto solo quando ha ormai consumato
po. Modella la struttura tutte le energie, e resta senza forze.
dell’embrione. Questo dosha è
responsabile della continuazio-

28

024-037 Scopri il tuo dosha_CORR.indd 28 16/12/19 14:31


Sei dinamico e nervoso

LE CARATTERISTICHE DEL TIPO


Il tipo Vata si distingue da:
• fisico sottile e leggero, troppo alto o troppo basso;
• magrezza con scarso tessuto muscolare e adiposo;
• pelle secca, ruvida, capelli sottili e fragili;
• vene e tendini sporgenti;
• estremità fredde;
• occhi piccoli, castani o neri;
• velocità nel mangiare, appetito e digestione
irregolare;
• tendenza alla stitichezza;
• scarsa resistenza alla fatica;
• irrequietezza, onicofagia, tremori, indecisione
nelle scelte, tendenza all’ansia e alle
preoccupazioni;
• facilità nello spendere denaro;
• incapacità di mantenere le amicizie;
• scarsa capacità di concentrazione;
• sonno leggero, insonnia;
• facilità all’entusiasmo;
• cambiamento frequente di opinione;
• originalità di pensiero.

sonne, irrequieta e deconcen- disequilibrato principalmente


trata se Vata è in eccesso. dallo stress, da surmenage psi-
cofisico, dal poco sonno, dai
SE È IN DISEQUILIBRIO lunghi viaggi, dall’alcool, dal
Vata in squilibrio conferisce: fumo, dalle diete rigorose ac-
ansia, preoccupazioni, inson- compagnate da rapido dimagri-
nia, nervosismo, debolezza, mento, dal salto dei pasti, dagli
disturbi dell’appetito, pelle sec- ambienti rumorosi e affollati,
ca, stitichezza, intolleranza al dalla stagione fredda.
freddo, dolori articolari, lomba- Gli squilibri di Vata sono di
ri, crampi muscolari. massima i più comuni. Charaka
Le cause - Vata dosha viene ne descrive ottanta.

«Quando Vata si muove in natura in condizioni aggravate,


scuote le cime delle montagne, agita gli alberi, causa le alte
maree negli oceani, lo straripamento dei laghi e dei fiumi, i
terremoti, i tuoni. A lui si devono la confusione delle stagioni
e l’irregolarità dei raccolti», (Caraka Samhita Sutra 12, 6-8)
29

024-037 Scopri il tuo dosha_CORR.indd 29 16/12/19 14:31


La costituzione individuale
Il test dei dosha

PITTA, LA FIAMMA IN MOVIMENTO


P itta significa “ciò che pro-
duce calore”. Pitta è
l’energia Cosmica che fa
leader e buon oratore, efficien-
te, carismatico e competitivo;
se Pitta è squilibrato invece
ardere il sole e le stelle, il soggetto è irascibile, su-
il fuoco gastrico che scettibile e aggressivo e
digerisce gli alimen- possessivo. «Essendo
ti, il complesso degli facilmente irritabili,
enzimi mitocondria- non tollerano di essere
li nelle cellule viven- contraddetti e in genere
ti. Fa sì che il cibo si mostrano impazienti
sia trasformato in tes- nei confronti di chi è
suti e in prodotti di meno svelto ed eficiente
scarto. Conferisce tem- di loro. (...). Quando è ben
peratura al corpo e bril- disciplinato, il loro naturale
lantezza alla carnagione. calore genera coraggio; in caso
Pista in equilibrio conferisce: contrario, si traduce in rabbia,
sicurezza, intraprendenza, alle- soprattutto quando sono affa-
gria, mente acuta, digestione ma compensato da un metabo- mati. Ed è proprio il calore, sia
buona, carnagione luminosa, lismo veloce. La pelle è cospar- fisico che mentale, la causa del-
cordialità. sa di nei ed efelidi, ed è spesso la maggior parte delle malattie
calda, arrossata e sudata. Il cal- che li colpiscono».
UN TEMPERAMENTO «I soggetti pitta sperimentano
APPASSIONATO do e la luce intensa provocano
ED ECCITABILE in genere un intenso fastidio. più di altri lo stimolo della
Il tipo Pitta ha una corporatura Un tipo Pitta in equilibrio è una fame, perché il loro fuoco di-
media, una costituzione atletica persona calorosa, amichevole, gestivo è sempre vivo e deside-
e un appetito in genere robusto, ma anche determinata, buon roso di bruciare» (R. Svoboda,
Ayurveda, Macro, 2017).
RISCHIA INFIAMMAZIONI
E ALTERAZIONI
COME DEFINIRE IL TUO DOSHA? ORMONALI
A volte può essere difficile individuare il proprio dosha Pitta in squilibrio conferisce:
prevalente:: «Dobbiamo vederci per come siamo e non irritabilità ostilità, cattiva dige-
per come vorremmo essere (...); esaminamo le stione, ulcera peptica, collera,
tendenze che abbiamo manifestato fin dalla prima eruzioni cutanee e infiamma-
infanzia. Chi non è in grado di identificarla o ha zioni della pelle, cute giallastra.
l’impressione di possedere tratti ambivalenti, si Pitta è legato al fuoco digestivo
consideri una persona vata. Le caratteristiche più e al sistema ormonale. Il suo
affidabili sono quelle di natura fisica, in quanto sono eccesso può portare a patologie
quelle più facili da osservare e più difficili da ignorare del tratto digerente, ed è con-
(R. Svoboda, Ayruveda, Macro 2017). nesso a tutto ciò che è rosso,
come le infiammazioni, il san-
gue o le ferite. Un’energia Pit-

30

024-037 Scopri il tuo dosha_CORR.indd 30 16/12/19 14:31


Sei passionale e impulsivo

I TRATTI DISTINTIVI
DI QUESTO TIPO
Pitta è caratterizzato da:
• corporatura media con buona presenza
di massa muscolare;
• colorito rossastro o giallastro, nei, lentiggini;
• capelli biondi o ramati, tendenza alle canizie
e alle calvizie;
• occhi brillanti e intelligenti spesso grigi,
marroni o verdi;
• temperatura cutanea alta, tendenza
alla traspirazione abbondante;
• ottimo appetito e digestione;
• evacuazione intestinale
una o più volte al giorno;
• sonno anche breve ma ristoratore;
• carattere forte, deciso, egocentrico,
irritabile, tendente alla collera;
• abilità nel gestire denaro;
• intelligenza brillante, tendenza
al comando;
• intuitività e acume;
• buone doti oratorie, eloquio pungente e pignolo.

ta sbilanciata determina distur- freddare” e “calmare”;


bi metabolici, infiammazioni, per esempio, con lunghe e len-
rash cutanei, allergie, bruciori te camminate vicino all’acqua,
di stomaco e reflusso, mal di sul bagnasciuga, oppure in zone
gola, febbre, colite. boschive. Sforzi eccessivi, fisi-
ci e mentali, andrebbero evitati.
Le cause - Squilibrano il dosha Nelle ore più calde del giorno,
Pitta lo stress accompagnato da questo tipo dovrebbe ripararsi
ira, collera, risentimento, pro- dal sole.
blemi incalzanti, il clima troppo
caldo e umido, l’eccessiva
esposizione al sole estivo. «Le persone pitta sono ingegneri nati,
Charaka descrive quaranta qua-
dri patologici. insuperabili nell’applicare la teoria
COSA FARE
alla pratica, ma spesso sono troppo
PER EQUILIBRARLO
Per equilibrare l’energia Pitta,
esigenti e irascibili per essere bravi
le parole d’ordine sono: “raf- amministratori», R. Svoboda
31

024-037 Scopri il tuo dosha_CORR.indd 31 16/12/19 14:31


La costituzione individuale
Il test dei dosha

KAPHA, IL PRINCIPIO UNIFICANTE


K apha significa “ciò che uni-
sce”. Rappresenta il
principio della coesione
in eccesso porta pigrizia e in-
dolenza, rende lenti e impaccia-
ti anche nel corpo, spesso in
che mantiene uniti i pia- sovrappeso.
neti e le stelle e che dà SE L’ELEMENTO
forma e compattezza ol- È IN ECCESSO
tre che forza e stabilità, Quando invece è in squili-
al corpo. È responsabile brio conferisce: pigrizia, de-
della lubrificazione delle pressione, sonnolenza, iner-
articolazioni e dell’immu- zia mentale, pesantezza,
nità e controlla l’equilibrio ingordigia, possessività, obesi-
dei fluidi a livello tissutale e tà, avversione al freddo umido,
cellulare. Se Kapha è in equili- ritenzione di liquidi, diabete.
brio conferisce: calma, corag- Il dosha Kapha è squilibrato
gio, forza, stabilità, compren- tere è calmo, tollerante e meto- dallo stress, dal senso di insi-
sione, generosità, forte sistema dico, dotato di una dolcezza curezza, dal senso di essere ri-
immunitario, vitalità. La perso- innata che lo rende attento alle fiutati, dall’eccessiva dipen-
na Kapha ha una costituzione e esigenze degli altri. denza, dal troppo sonno, dal
una struttura ossea robuste, una Introspettivo e riservato, si tro- clima freddo umido, dall’ali-
buona muscolatura e la pelle va a suo agio nelle situazioni mentazione troppo dolce, gras-
spessa e liscia, grassa. Il carat- prevedibili e armoniche. Kapha sa e pesante.

Sei riflessivo e metodico

L’IDENTIKIT DI QUESTO TIPO


Kapha è caratterizzato da:
• corporatura robusta; pelle morbida e grassa, carnagione
chiara, occhi grandi chiari e attraenti; capelli forti, folti,
ondulati o lisci in genere neri;
• denti forti, sorriso luminoso; voce dolce e chiara;
• appetito e digestione regolari e robusti; evacuazione
in genere regolare;
• resistenza alla fatica; lentezza nell’attività; tendenza
alla pigrizia; sonno lungo e profondo;
• buona memoria; carattere stabile, generoso, facile
al perdono; sistema immunitario forte;
• buona capacità di tipo organizzativo.

32

024-037 Scopri il tuo dosha_CORR.indd 32 17/12/19 15:40


LE CARATTERISTICHE PRINCIPALI
Marca con una crocetta i punti che ti descrivono meglio e verifica il tuo tipo.

VATA PITTA KAPHA

Capelli secchi biondi, rossi delicati scuri folti, ondulati

Pelle secca, ruvida normale, soffice grassa

Carnagione scura colorita, rosea, rossiccia pallida, chiara

Occhi piccoli, castani vivaci, verdi o castani grandi,luminosi,azzurri

Denti irregolari giallastri bianchi, forti

Attività mentale veloce acuta, aggressiva stabile, calma

Memoria buona a breve term. buona in generale buona a lungo termine

Sogni di movimento focosi, violenti, di rabbia di acqua, romantici

Clima avvers. al freddo avversione al caldo avversione all’umido

Sonno interrotto, leggero profondo, media durata profondo, lunga durata

Reazione
allo stress si emoziona veloc. si arrabbia facilmente si arrabbia raramente

Freq. cardiaca
donne 80-90 70-80 60-70

Freq. cardiaca
uomini 70-85 60-70 50-60

Corporatura sottile media robusta

Peso scarso medio abbondante, ingrassa

Resist.
esercizio fisico scarsa buona eccellente

Forza fisica scarsa buona eccellente

Appetito irregolare vorace, buono moderato salta i pasti

Cibo e bevande preferib. calde preferib. fredde preferib. secche e calde


Attività veloce mediamente veloce lento all’inizio

Rapporto
con denaro non risparmia risparmia ma spende risparmia e accumula

Umore instabile cambia lentamente stabile, non cambia

Passo veloce, rapido medio lento e pesante

Voce tonalità alta media, chiara bassa, profonda

Varie indeciso canizie calvizie precoce apprendimento lento

Varie ama la musica corpo con nei e lentiggini generoso, perdona

33

024-037 Scopri il tuo dosha_CORR.indd 33 16/12/19 14:31


La costituzione individuale
Le caratteristiche psicologiche

I DOSHA MENTALI che spinge a scegliere, ad agire.


È causa di ignoranza, inerzia,

M olto tempo fa, gli antichi


rishi avevano concluso
per quanto concerne l’uomo,
mente. I tre dosha governano,
congiuntamente, tutti i proces-
si della vita: il catabolismo
depressione, stupidità, pigrizia.
Ma è anche l’impulso alla stasi,
al regresso.
che il corpo fisico è la proiezio- (Vata) il metabolismo (Pitta) e
ne della propria coscienza indi- l’anabolismo (Kapha). SATTVA, LA SPINTA
ALL’EVOLUZIONE
viduale. A livello mentale, Vata Anche la mente (Manas) pos-
Solo quando la mente si eman-
è responsabile della percezione siede i suoi dosha: Rajas e Ta-
cipa dall’influenza di Rajas e
sensoriale e della sua elabora- mas, entrambi responsabili dei
Tamas, sperimenta uno stato di
zione in esperienza, del movi- vari stati mentali.
completa purezza detto Sattva,
mento dei pensieri, dalla me-
RAJAS E TAMAS, L’IMPULSO manifestando le sue qualità più
moria alla coscienza e ancora
ALL’AZIONE E ALLA STASI elevate come coraggio, sinceri-
alla memoria. Pitta presiede sia
È causa di passione, collera, tà, gioia, compassione, discri-
il processo cognitivo che il di-
gelosia, orgoglio, avidità, attac- minazione e memoria. È l’im-
scernimento e il giudizio.
camento, invidia, dispiacere, pulso all’evoluzione, ad andare
Kapha conferisce stabilità alla
ansia, paura, eccitazione. È as- avanti, a progredire. Lo stato
sociato a tutte le passio- sattvico nella mente si riflette
ni che oscurano l’in- positivamente sulla fisiologia
telletto. ed esercita un potente effetto di
È l’impulso guarigione.

«Le malattie
non affliggono colui
che pensa, parla e agisce
in maniera eccellente,
e i cui pensieri, parole
e azioni sono carichi
di beatitudine
comprensione, conoscenza,
rispetto per i consigli
impartiti dai saggi
e amore per la
meditazione», Caraka

34

024-037 Scopri il tuo dosha_CORR.indd 34 16/12/19 14:31


PRAKRITI,
L’IMPRONTA CHE
CI CARATTERIZZA
S econdo gli insegnamenti
dell’Ayurveda, tutti gli uo-
mini nascono con una propria
costituzione, basata sulla diver-
sa combinazione delle tre ener-
gie Vata, Pitta e Kapha. Nella Può accadere che la Prakriti
fisiologia, la proporzione dei tre venga mascherata dalle impu-
dosha è varia con una tendenza rità accumulatesi nel tempo
predominante verso uno o più (Vikriti). In tali casi è necessa-
di essi. Possono esistere quindi rio correggere gli squilibri so-
costituzioni: vrapposti. Obiettivo primario
• MONODOSHICHE, dove dell’Ayurveda, infatti, è ripri-
prevale un solo dosha. Quando stinare e mantenere il giusto
un dosha è decisamente predo- equilibrio tra i tre dosha ripor-
minante sugli altri (maggiore tando alla luce la vera natura
del 60%). Queste si definiscono individuale.
costituzioni Vata, Pitta o Kapha.
• BIDOSHICHE, dove preval-
gono due dosha. Quando vi
Da dove nasce
sono due dosha predominanti
possono esserci le seguenti
combinazioni:
Vata Pitta; Pitta Vata; Vata
SI DEFINISCE AL MOMENTO
Kapha; Kapha Vata; Pitta DEL CONCEPIMENTO
Kapha; Kapha Pitta. La costituzione dell’individuo (Prakriti) è decisa
• TRIDOSHICHE, dove si ha al momento della fecondazione.
un equilibrio dei tre dosha. Determinanti sono cinque fattori:
Quando tutti e tre i dosha sono • il fattore paterno;
rappresentati in egual misura. • il fattore materno;
Questo sistema tiene conto sia
• le condizioni dell’utero;
degli aspetti psicologici sia di
• l’alimentazione materna;
quelli fisici, consentendo di in-
• la stagione del concepimento.
dividuare le linee di tendenza
In presenza di forti squilibri dei dosha
secondo cui un dato interagisce
con l’ambiente. dei genitori può anche non avvenire
Per conoscere la propria costi- il concepimento o verificarsi l’interruzione
tuzione, una sommaria valuta- della gravidanza o la comparsa
zione può essere ricavata da di malformazioni embrio-fetali.
appositi questionari.

35

024-037 Scopri il tuo dosha_CORR.indd 35 16/12/19 14:31


La costituzione individuale
I trattamenti ayurvedici

LE TECNICHE
PER MIGLIORARE
LA SALUTE
L’ Ayurveda dispone di una
serie di tecniche antiche, la
cui efficacia è stata comprovata
nel tempo e che sono molto pra-
ticate ancora oggi, sia in India
che in tutto il mondo.
Tali tecniche sono rivolte al ri-
equilibrio della mente, dei sen-
si, della fisiologia del corpo e
vanno dalla meditazione alla
cura attraverso i sensi (cromo-
terapia, musicoterapia, cristal-
loterapia, aromaterapia etc.)
all’uso di un ampia gamma di
preparati erboristici, allo yoga
e al riequilibrio dei punti ener- zioni, atteggiamento mentale,
getici a tecniche respiratorie e voglia di vivere, capacità di
di movimento. difesa, qualità dell’attività la-
vorativa, accettazione dell’am-
OGNUNO È FONDAMENTALE
CONOSCERE IL PROPRIO biente di lavoro, armonia fami-
DI NOI È UNICO TIPO COSTITUZIONALE liare, stile di vita, tolleranza
Nelle costituzioni Ogni tipo corporeo ha una pro- rispetto al clima. E soprattutto
bidoshiche e tridoshiche pensione o terreno verso certi il tipo di alimentazione.
le caratteristiche dei tre tipi di malattie e affinità con Ognuno è dotato di pregi e di-
tipi fondamentali Vata, certe cure. Il medico deve indi- fetti e sapere da quale caratte-
Pitta e Kapha si viduare la costituzione base del ristica della costituzione sono
mescolano in varie misure, paziente per poter fare una dia- determinati, dà la possibilità di
determinando un’infinita
gnosi corretta e prescrivere te- accettarli e viverli in modo più
varietà di differenze che
rapie efficaci o dare consigli felice e salutare.
rendono ogni individuo
sulla prevenzione. È per questo che dobbiamo ve-
unico e diverso da ogni
La malattia è uno squilibrio che derci per come siamo e non per
altro soprattutto nel suo
insorge all’interno di uno spe- come vorremmo essere, accet-
modo di essere sano
cifico assetto costituzionale, tando le specificità: qualsiasi
o malato.
dove sono determinanti un gran tipo di costituzione è compati-
numero di fattori anche sogget- bile con uno stato di buon be-
tivi: reattività, stato delle emo- nessere psicofisico.

36

024-037 Scopri il tuo dosha_CORR.indd 36 16/12/19 14:31


COME SI AFFRONTANO I DISTURBI?

O gni tipo di squilibrio o do-


lore del corpo, ma anche
infelicità della mente, trae mi-
danza nella medicina ayurvedi-
ca, che tiene in grande conside-
razione anche essenze e
glioramento dall’approccio profumi, per il loro effetto
ayurvedico, che è basato so- sull’energia dei dosha.
prattutto sul rafforzamento e il
miglioramento della salute.
3. CON UNA DIETA SANA,
CHE EQUILIBRA I DOSHA
(vai a pagina 80)
Mangiare non è solo un piacere,
ma una vera e propria medicina
e ogni sapore ha proprietà ener-
getiche che vanno a influenzare
6. CON LE POSIZIONI
il nostro organismo. YOGA MIGLIORI
(vai a pagina 94)
1. RINNOVANDO
LO STILE DI VITA Yoga e Ayurveda sono disci-
(vai a pagina 38) pline sorelle, e la pratica quo-
Le abitudini quotidiane sono a tidiana delle asana è una delle
fondamento della salute e routine più salutari e racco-
quando qualcosa non va, in pri- mandabili.
mo luogo bisogna esaminare e
rivedere la routine, per sanare
le disarmonie. 4. CON IL MASSAGGIO
E L’AZIONE SUI MARMA
(vai a pagina 48 e seguenti)
Il tocco di alcuni punti partico-
lari del corpo stimola i proces-
si di autoriparazione del corpo
e aiuta a ripristinare l’armonia
7. COLTIVANDO
di fisico e mente LA BELLEZZA, CHE DONA
ARMONIA E FIDUCIA
(vai a pagina 112)
2. CON LA PURIFICAZIONE La tradizione ayurvedica ci of-
DI CORPO, MENTE
E RESPIRO fre moltissimi rimedi di bellez-
(vai a pagina 42 e seguenti) za, perché è da sempre attenta
Non solo il corpo va tenuto all’aspetto estetico e sa che,
sgombro dalle tossine, attraver- quando ci sentiamo belli, stia-
so il digiuno o l’assunzione di mo meglio fisicamente ed emo-
rimedi depurativi (soprattutto tivamente. D’altra parte, secon-
5. CON GLI OLI
ai cambi di stagione), ma anche E I PROFUMI do l’Ayurveda, la bellezza è
la mente e il respiro; per star ADATTI AL TUO TIPO una qualità misteriosa che spri-
bene, vanno purificati possibil- (vai a pagina 76) giona spontaneamente, da un
mente ogni giorno. Gli oli sono usati con abbon- organismo in equilibrio.

37

024-037 Scopri il tuo dosha_CORR.indd 37 16/12/19 14:32


LA PURIFICAZIO N
ANTIAGE
TENERE DEPURATI IL CORPO E LA MENTE È IL PRIMO PASSO
FONDAMENTALE PER CONSEGUIRE IL BENESSERE.
POSSIAMO FARLO OGNI GIORNO, CON SEMPLICI PRATICHE
CHE MIGLIORANO LA QUALITÀ DELLA NOSTRA VITA
E DELLA SALUTE, MA ANCHE STAGIONALMENTE CON DIGIUNI
E DEPURAZIONI VERE E PROPRIE

«Chi osserva correttamente


le regole salutari qui esposte
non sarà privato di 100 anni
di vita sana», Caraka

40 Rinnova a fondo
il tuo stile di vita

46 Ripulisci anche la mente


con la meditazione

038-047 La purificazione antiage_CORR.indd 38 16/12/19 14:34


O NE

038-047 La purificazione antiage_CORR.indd 39 16/12/19 14:35


La purificazione antiage
Le basi della salute

RINNOVA A FONDO
il tuo stile di vita
LE PIÙ SEMPLICI ABITUDINI QUOTIDIANE COSTRUISCONO LA NOSTRA
SALUTE GIORNO DOPO GIORNO, E SONO A FONDAMENTO DEL BENESSERE.
OGGI ANCHE L’EPIGENETICA NE DÀ LA CONFERMA!

I
n quanto “scienza della vita”
l’Ayurveda comprende na-
turalmente competenze me-
diche per la cura delle ma-
lattie, ma anche e soprattutto
una vera filosofia di vita, cen-
trata su principi che garantisca-
no la corretta gestione della
salute, correggendo gli squilibri
del corpo prima che sfocino in
una malattia.
A tal fine l’Ayurveda prende in
considerazione la totalità
dell’uomo, mente, corpo e ani-
ma, collocandolo nel contesto
dell’inseparabile relazione con
l’ambiente naturale in cui vive
e con i sistemi relazionali e so-
ciali a cui appartiene.
La saggezza ayurvedica pone
una grande importanza allo sti-
le di vita, non solo per la pre-
venzione di tutte le malattie e
gli stati di infelicità, ma anche
per curare o attenuare la mag-
gior parte dei malesseri.
Si tratta di un sapere che in fon-
do è proprio di tutte le antiche
medicine: solo negli ultimi se-
coli e soprattutto oggi con la
scienza medica moderna, la
priorità la acquisisce la lotta
contro malattie specifiche.

40

038-047 La purificazione antiage_CORR.indd 40 16/12/19 14:35


Gesti quotidiani per star bene

TRE PASSI VERSO L’EQUILIBRIO


Gli stadi per il mantenimento o la reintegrazione della salute sono tre, secondo l’Ayurveda:
• attività quotidiane oppure stagionali da svolgersi in modo ciclico, per prevenire le malattie;
• azioni purificatrici quotidiane o stagionali;
• pratiche di rinnovamento e di rivitalizzazione.
Tutte queste azioni terapeutiche, dalle più semplici e alle più complesse, dovranno sempre
avvenire tenendo conto della costituzione e del dosha dominante al momento.

In Ayurveda, la salute si coltiva Studiando i principi dell’Ayur-


non solo combattendo la pato- veda troviamo analogie con i
logia in sé ma avendo cura del- risultati delle più avanzate ri- «L’uomo intelligente
le condizioni che permettono cerche delle scienze, dalla fisi- dovrebbe fare ogni
alla salute di rifiorire. ca alla medicina alla psicobio-
Uno stile di vita equilibrato è neurologia. possibile sforzo
spesso sufficiente ad attivare la Le strategie dell’Ayurveda mo-
risposta naturale di reazione e derna, inoltre, ripropongono in per conseguire
riparazione del corpo, più di un sistema modernizzato l’in- il benessere
qualsiasi trattamento. tera gamma degli approcci pra-
tici e teorici antichi. del corpo. Poiché
LE RIVELAZIONI
DELL’EPIGENETICA L’IMPORTANZA DI VIVERE gli esseri umani
SECONDO STAGIONE
Oggi l’epigenetica, la discipli-
na che studia l’effetto delle L’Ayurveda è molto attenta a sono incarnati nel
condizioni di vita sull’attiva- identificare e prevenire gli squi- corpo, esso è il vero
zione o addirittura la trasforma- libri causati dall’alternarsi dei
zione di alcuni geni, conferma diversi cicli stagionali: quando fondamento
l’organismo è portato a riadat-
che il cibo che mangiamo,
tarsi a nuove condizioni clima-
del benessere
l’ambiente in cui viviamo, la
qualità dei nostri pensieri e del- tiche ed energetiche, infatti, è della persona.
le nostre relazioni, il modo di più fragile e soggetto a squilibri
prenderci cura di noi ha un im- che aumentano la sua fragilità. È dovere di
Molti grandi riti collettivi della
patto sui nostri geni, negativo
tradizione indiana, non a caso,
ciascuno prendersi
o positivo; le nostre scelte di
vita hanno cioè la possibilità di prevedono pratiche di purifica- cura del proprio
attivare i geni del benessere, zione in determinati periodi
lasciando silenti quelli connes- dell’anno, contribuendo così a corpo, perché
si a condizioni di patologia. proteggere l’organismo dai di-
sturbi stagionali.
in mancanza di esso
DIETETICA La purificazione periodica, in viene meno tutto ciò
E RINGIOVANIMENTO particolare, aiuta l’organismo a
Ampio spazio è dato alle rego- liberarsi dei materiali di rifiuto che caratterizza
le quotidiane di dietetica e com- che, ostruendo i canali energe- gli esseri incarnati»,
portamento, nonché alle cure di tici, potrebbero aumentare le
ringiovanimento che sono oggi probabilità di insorgenza di ma- Caraka
oggetto di interesse e studio. lattie o di malesseri psicologici.

41

038-047 La purificazione antiage_CORR.indd 41 16/12/19 14:35


La purificazione antiage
Le basi della salute È importante
gratificarsi
con profumi,
DEPURA IL CORPO indumenti puliti,
fiori, gioielli
U na corretta routine quoti-
diana, secondo i principi
dell’Ayurveda, prevede una de-
ciare il nuovo ciclo del giorno
ben vigili e attivi, a eliminare
con calma le scorie esterne,
e colori piacevoli,
purazione costante di mente e mobilitando i materiali di rifiu- non per
corpo, attraverso i piccoli gesti to metabolici; attraverso l’eser-
e rituali di tutti i giorni. cizio fisico, per esempio lo frivolezza,
In particolare, la sveglia prima yoga, o il massaggio, ci si libe- ma per onorare
dell’alba, raccomandata dagli ra del sudore, si rimuovono le
antichi testi, ci aiuta a ricomin- scorie esterne attraverso il ba- il proprio corpo
e attrarre così
prosperità e gioia
su di sé
gno, che purifica anche gli or-
gani di senso. Infine, con il re-
spiro e la meditazione, si
“purga” anche la mente… (R.
E. Svoboda, Ayurveda, Ed. Ma-
cro 2017). Dopo il quotidiano
rituale di purificazione esegui-
to con calma, si è pronti a ini-
ziare la meglio le proprie atti-
vità quotidiane.
CON LE ABLUZIONI
La tradizione racco-
manda di evitare
l’utilizzo quoti-
diano di sapone,
o perlomeno di
prodotti molto
aggressivi per le
abluzioni per
non indebolire la
pelle. Mentre si la-
vano il corpo, spes-
so i praticanti intonano
canti o mantra, facendo in
modo che l’acqua trasporti le
vibrazioni della voce e purifichi
l’organismo a tutti i livelli

42

038-047 La purificazione antiage_CORR.indd 42 16/12/19 14:35


IL DIGIUNO CHE CURA
«L’antica terapia indu cominciava sempre con
un digiuno di sette giorni. In questo intervallo
di tempo, spesso il paziente guariva; altrimenti
alla fine si usavano le medicine. Anche allora,
queste erano impiegate parcamente; si faceva
ampio affidamento sulla dieta, sui bagni, sui
clisteri e sulle inalazioni», (C. G. Thakkur,
Introduzione all’Ayurveda).

dell’essere. Il luogo dove si


vive va sottoposto a depurazio-
(che trae beneficio anche dal
semplice riposo). Dormendo la
La sessualità
ne quotidiana, che può avveni- mente rielabora ciò che ha vis-
re anche con l’auto di fumiga- suto durante il giorno preceden-
zione. te e di dispone a ricominciare
È UN DONO
da capo. Il sonno nelle ore diur- L’Ayurveda pone grande
CON L’ESERCIZIO ne va però evitato, se non a in- attenzione all’attività
FISICO QUOTIDIANO
tervalli molto brevi, perché sessuale, ritenendo che
Dedicarsi all’attività fisica di
aumenta Kapha e favorisce l’o- una sessualità appagante
prima mattina è considerato
struzione dei canali. Al contra- sia un fattore
vantaggioso, perché in tal modo
rio, di notte è raccomandato il importantissimo per la
si bilancia Kapha, che in questa
sonno, mentre la veglia depau- salute. Si consiglia tuttavia
parte del giorno è dominante.
pera Kapha e aumenta eccessi- di limitare l’attività a
Non è mai consigliabile ecce-
vamente Vata. massimo 2-3 volte a
dere negli sforzi e si consiglia
Secondo i prinicipi ayurvedici, settimana, circoscrivendola
di evitare la pratica se vi sono
dormire con la testa a nord pro- a 2 volte al mese nelle
patologie vata, come disturbi
vocherebbe una certa irrequie- situazioni più estreme dal
respiratori, oppure pitta, come
tezza, tuttavia favorirebbe le punto di vista climatico.
infiammazioni e indigestione.
esperienze “sottili” e intuitive; Attenzione va posta
La pratica dello yoga, di cui
riposare con la testa a est, inve- all’olfatto, nutrito
troverai le asana consigliate per
ce, favorisce la meditazione; dall’utilizzo sapiente di
ogni tipo a pag. 94 e seguenti,
verso sud promuove un sonno fragranze e profumi, in
è tra le più indicate.
davvero riposante, mentre l’o- particolare il muschio,
CON IL SONNO rientamento a ovest è sconsi- il cardiotonico per
Il sonno è la rigenerazione del- gliato perché è ritenuto foriero eccellenza e afrodisiaco.
la mente, oltre che del corpo di sogni violenti e agitati.

43

038-047 La purificazione antiage_CORR.indd 43 16/12/19 14:35


La purificazione antiage
Le basi della salute

PURIFICA IL RESPIRO OGNI GIORNO


N el pensiero indiano, la respi-
razione non è soltanto l’aria
che entra ed esce dai polmoni,
PER RICARICARE
LE ENERGIE VITALI
In questo esercizio, ogni espi-
lici che toccano le punte degli
indici, a formare due piccoli
cerchi, e le altre tre dita distese
ma è il fluire delle energie vitali. razione permette al soffio indi- che puntano al suolo e poi si
Il respiro, poi, porta a percepire viduale di fondersi con il co- rilassano.
lo scambio energetico con l’Uni- smo, ogni inspirazione 2. Chiudere dolcemente gli oc-
verso: durante la fase di inspira- trasporta all’interno dell’orga- chi, a fessura, e prestare ascol-
zione si diviene consapevoli che nismo una fonte di Prana, ener- to per qualche minuto al respi-
un po’ dell’energia cosmica sta gia rinnovata. Si esegue così. ro naturale, spontaneo e
entrando in noi, mentre durante involontario, senza fare nulla,
l’espirazione si acquisisce la con- 1. Assumere sempre una posi- inizialmente, per modificarlo.
sapevolezza che un po’ della no- zione corretta che preveda il 3. Inspirare con lentezza dalle
stra energia individuale ritorna al busto ben diritto e solido alla narici, poi gonfiare le guance e,
cosmo da cui è generata. base, con il vertice del capo, mantenendole gonfie, espirare
Nello yoga, gli esercizi apposita- idealmente attirato dal cielo e a piccoli tratti pulsanti, fino allo
mente dedicati al respiro sono l’osso sacro dalla terra. Appog- svuotamento dei polmoni… poi
chiamati Pranayama e fanno par- giare le mani sulle ginocchia, rilassare il viso.
te della pratica quotidiana. con i palmi rivolti in alto, i pol- 4. Ripetere l’esercizio per qual-
che minuto e poi restare in
ascolto della traccia che ha la-
sciato e della sensazione che
affiora spontaneamente… sen-
za intervenire, senza giudicare,
semplicemente osservando.
5. In più… Con indice e medio
distesi e uniti disegna sulla
fronte un piccolo cerchio, in
senso antiorario, poi in senso
orario, quindi posizionali al
centro, poco sopra le sopracci-
glia. Con questo rito inserisci
Ajna Chakra, la sede del “terzo
CON LA PRATICA occhio”, al centro di un vero e
PUOI ALLUNGARE I TEMPI proprio Mandala.
Quando si raggiunge una buona pratica, i tempi si
possono modificare, tenendo sempre ben L’ESERCIZIO
DEL RILASSAMENTO
presente che trattenere a lungo a polmoni pieni
Ecco un esercizio che favori-
tende ad aumentare la pressione arteriosa,
sce un profondo rilassamento,
mentre eseguire la stessa operazione a polmoni
ideale da ripetere sia al matti-
vuoti tende a diminuirla; naturalmente se queste
no che alla sera.
apnee vengono mantenute a lungo.
1. Si inizia con una espirazio-
ne profonda, che dura sei se-

44

038-047 La purificazione antiage_CORR.indd 44 16/12/19 14:35


Depurando il respiro,
si dirige e si domina
l’energia della vita
(Prana), per
rigenerare le energie
vitali e prolungare
l’esistenza

condi, dalla narice destra,


chiudendo con l’anulare e il
mignolo uniti la narice sini-
stra. Trattenere a polmoni vuo-
ti per tre secondi.
2. Dalla stessa narice inspirare
per sei secondi e con il pollice
chiudere anche la narice destra
e trattenere il respiro a polmo-
ni pieni per tre secondi. Si in-
spira dalla stessa per sei se-
condi, si chiude e si espira
dalla narice destra.
3. Si continua così a respirare
a narici alternate con sei tem-
pi di inspiro ed espiro e poi tre
respiri di trattenimento a pieno
e a vuoto.
4. Aumentare gradualmente i
tempi di espirazione fino a
quando risulterà possibile e
semplice arrivare a dodici
tempi, pur mantenendo inva-
riati i trattenimenti a vuoto e a
pieno di tre secondi e al con-
tempo invariata l’inspirazione,
di sei secondi.

Spingi fuori l’aria

L’ESPIRAZIONE CHE TI RINNOVA A FONDO


All’inizio, dopo l’espirazione, a tratti resta aria nei polmoni e perciò si avverte l’esigenza
di espirare ancora, anche quando le guance sono tornate rilassate, ma una volta
appresa una buona pratica questo piccolo limite svanisce e l’espirazione riesce a far
espellere completamente l’aria e a svuotare totalmente i polmoni.

45

038-047 La purificazione antiage_CORR.indd 45 16/12/19 14:35


La purificazione antiage
Le basi della salute

RIPULISCI ANCHE LA TUA MENTE


L a meditazione è una delle
pratiche raccomandate su
base regolare, meglio se quoti-
è sempre saputo che l’introspe-
zione profonda porta una tra-
sformazione benefica, dona
rado si verificano anche espe-
rienze mistiche, che generano
pace e beatitudine (ananda).
diana, per purificare la mente e calma, rigenera il sistema ner-
migliorare l’equilibrio e la qua- voso, favorisce l’integrazione IL VIAGGIO VERSO DI TE
COMINCIA DAL RESPIRO
lità della vita. Non è un eserci- della psiche e la rende più uni-
Il modo più semplice per entra-
zio o un’attività intellettuale, taria, distogliendola da ciò che
re in meditazione è concentrar-
ma uno stato dell’essere che la disturba dall’esterno e ne
si sul proprio respiro.
arriva spontaneamente, quando devia il modo di essere natura-
Basta sedere in una posizione
il corpo e la mente sono stati le. Dalla meditazione possono
comoda e confortevole per le
preparati in modo adeguato e si nascere intuizioni importanti e
gambe in modo da non avver-
trovano nell’assetto adatto. spesso quando si termina una
tire alcuna tensione. Socchiu-
In italiano la parola meditare sessione si hanno le idee come
deriva dal latino “meditari”, rischiarate e rinnovate.
l’iterativo di “mederi”, che si- A livelli più alti, poi, non di
gnifica curare. Secondo
Anche in Occidente, quindi, si
la tradizione,
la meditazione
dovrebbe essere
la prima
azione di ogni
giorno
e il momento
migliore
per praticarla
è 2 ore
prima del sorgere
del sole,
durante
Brahaman-
Muhurti, l’ora
dell’assoluto
46

038-047 La purificazione antiage_CORR.indd 46 16/12/19 14:35


L’esercizio che viene dallo yoga
PROVA CON IL MANDALA
In sanscrito Mandala significa “cerchio magico”:
il mandala di base, infatti, è un semplice
cerchio colorato, con un punto al centro.
Appendi un mandala a una parete bianca e
siediti per terra a circa 3 metri di distanza.
Il punto centrale dovrà essere a livello degli
occhi. Fissare il punto centrale (Trataka),
senza sbattere le palpebre, inizialmente
per 30 secondi, aumentando
progressivamente questo intervallo.
Ruota il capo verso un punto vuoto della
parete, dove apparirà l’immagine illusoria
del mandala, con colori complementari.
Ripeti alcune volte.
L’esecuzione regolare facilita la proiezione
del prana, il fluido vitale, promuove
la concentrazione, calma la mente ed è un ottimo
esercizio per indurre l’entrata nella meditazione.

dere gli occhi e osservare se A questo punto, non si avverto-


stessi, come se ci si trovasse no più movimenti esterni della dela, la punta del naso (nasika-
davanti a uno specchio: la po- cassa toracica e l’addome non gra dristi) o il punto tra le
sizione assunta, il profilo del si gonfia, ma si percepisce un sopracciglia (bhrumadhya dri-
corpo, il lato destro, il lato sini- fluttuare interno, come un’onda sti). Tieni l’occhio calmo e ri-
stro e anche la parte dorsale. che va e viene, che scende e lassato; quando inizi a lacrima-
Sono gli occhi della mente che sale dolcemente. L’osservazio- re, chiudi gli occhi e rilassati.
guardano. Percepire la presenza ne silenziosa diviene sempre
del terreno e la sua solida pe- più intensa e piacevole: dona E ORA LASCIA
santezza, avvertire la distensio- una calma che, se viene prolun- SCIVOLARE I PENSIERI
ne delle spalle e la loro legge- gata, conduce spontaneamente Concentra completamente la
rezza, cogliere la linea tesa del dalla concentrazione a uno sta- mente sull’oggetto che hai scel-
busto verso il cielo. to meditativo. to (lo stesso della concentrazio-
Ascoltare il ritmo spontaneo ne, oppure un altro).
del respiro e il suo movimento DHARANA, Vanno bene anche un concetto,
superficiale: il sollevarsi e ab- LA CONCENTRAZIONE un chakra, un mantra oppure un
bassarsi delle ultime costole Concentra l’attenzione della mandala. Ti accorgerai che a
fluttuanti, il lieve gonfiarsi mente su qualcosa in modo uni- poco a poco gli stimoli esterni
dell’addome, l’ombelico. direzionale. Puoi recitare un si riducono e si entra in stato di
Dopo alcuni minuti, iniziare mantra (per esempio OM), op- yahara (ritiro dai sensi esterni).
quindi un ascolto più interiore, pure utilizzare un esercizio di Prima o poi, con la pratica, que-
a livello più profondo, che in- fissazione dello sguardo (Trata- sto si verifica inevitabilmente,
teressa il diaframma che scende ka), che può dirigersi su un basta solo avere calma e fidu-
durante l’inspirazione e risale punto preciso nel muro, un sim- cia. Contempla l’oggetto fino a
nella fase espiratoria. bolo sacro, una fiamma di can- “diventare” quell’oggetto.

47

038-047 La purificazione antiage_CORR.indd 47 16/12/19 14:35


IL MASSA G
GRAZIE AI TOCCHI GIUSTI E ALL’APPLICAZIONE DI OLI SPECIFICI,
L’ABYANGAM, IL NOME SANSCRITO DEL MASSAGGIO, STIMOLA
LA CIRCOLAZIONE, RIMUOVE LE TOSSINE E ATTIVA I PROCESSI INNATI
DI AUTORIPARAZIONE DELL’ORGANISMO. INOLTRE È RILASSANTE
E RINNOVA LE ENERGIE DI CORPO E PSICHE.
NELLE PROSSIME PAGINE TROVERAI TUTTI I PASSI INDISPENSABILI
PER ESEGUIRE CORRETTAMENTE QUESTA TECNICA, CHE È TRA LE PIÙ
ANTICHE ED EFFICACI TERAPIE MEDICHE OGGI ANCORA IN USO

50 Il tocco che risveglia


l’energia curativa

56 Le pressioni facili
da imparare subito

048-065 Il massaggio_CORR.indd 48 16/12/19 16:36


A GGIO

048-065 Il massaggio_CORR.indd 49 16/12/19 16:36


Il massaggio che guarisce
Abyangam

Il tocco che risveglia


L’ENERGIA CURATIVA
IL MASSAGGIO È UN CODICE DI COMUNICAZIONE NON VERBALE,
UNA RELAZIONE BENEFICA, CALDA, AMOROSA E CONFORTEVOLE,
CHE RIATTIVA LE CAPACITÀ DI AUTORIPARAZIONE DI CORPO E PSICHE

I
l massaggio ayurvedico è mappa del corpo dove ogni • rimuove gli scarti;
molto più di un tocco rilas- punto è in connessione energe- • attiva o stimola la funzionali-
sante. Entrare in contatto tica con gli organi interni. Di tà dei centri nervosi.
con la pelle dell’altro è en- conseguenza massaggiare tali Nell’Asthanga Hirydaya, uno
trare in contatto con l’“io” parti corrisponde al massaggio dei tre classici testi più antichi
dell’altro, agire sulla pelle è del relativo organo connesso. Il dell’Ayurveda, vengono ripor-
agire su di lui globalmente. Per nostro corpo e la nostra mente tati i benefici del massaggio
questo il massaggio è anche sono così profondamente uniti nella prevenzione e cura del
rapporto, contatto, relazione, che la struttura fisica equivale malessere e delle malattie.
tra chi lo fa e chi lo riceve. E a quella psichica. Sciogliere le 1) Previene l’invecchiamento e
l’ayurveda ha ben colto questa rigidità muscolari equivale a aumenta la longevità.
relazione. Ma c’è di più: la sciogliere le rigidità profonde 2) Allontana la vecchiaia.
pianta del piede, il padiglione dell’intera persona. 3) Allevia fatica e stress.
auricolare, la lingua, il palmo In particolare, il massaggio: 4) Cura e previene disordini del
della mano sono come una • stimola la circolazione; sistema nervoso.
5) Migliora la vista.
6) Nutre e rinvigorisce il corpo.
7) Favorisce il sonno e i so-
gni.
8) Rinforza i nervi e mi-
gliora l’idratazione
IL CUORE
DELL’INDIA
MANTIENE
IL SEGRETO
India è il luogo dove più si è
tramandata e conservata la
tradizione del Massaggio. Sono numerose,
in particolare nel Kerala e Tamil Nadu, i centri
dove viene praticata e insegnata l’antica arte
del massaggio ayurvedico.

50

048-065 Il massaggio_CORR.indd 50 16/12/19 16:36


Da praticare al mattino

PER CONSERVARE
UNA BUONA SALUTE
Il massaggio ayurvedico comprende
cinque livelli di cura:
• studio della persona;
• mantenimento della salute;
• prevenzione dell’accumulo dei dosha;
• eliminazione dell’aggravamento;
• cura dei disturbi dei dosha.

della cute. rodhara), nelle orecchie (karna-


9) L’olio sostiene il campo elet- purana), sui piedi
tromagnetico del corpo. (padabyangam), su specifici
10) Stimola il sistema immuni- punti del corpo con particolari
tario e le difese naturali. indicazioni (marmabyangam). una funzione di sensibilità tat-
11) Toglie l’eccesso di Vata. Gli oli utilizzati quindi non tile, di protezione, di elimina-
12) Mitiga i disturbi creati dal hanno solo una funzione lubri- zione, ma è capace di assimila-
vento e dal muco. ficante, ma possono essere se- re e portare all’interno le
lezionati anche a seconda della sostanze con le quali viene a
Già da alcune migliaia di anni loro azione specifica che può contatto. Occorrono sangue e
erano noti in India i benefici in essere: depurativa; rilassante; ossigeno affinché i processi cel-
campo preventivo e curativo emolliente; stimolante; rinfre- lulari avvengano correttamente
dell’uso sul corpo di oli natu- scante; nutritiva. e affinché i tessuti rimangano
rali. Tradizionalmente tali tera- L’organo pelle non si limita a in buona salute e l’accumulo di
pie erano praticate anche come sostanze tossiche venga imme-
auto trattamento quotidiano diatamente eliminato.
all’interno delle fa-
miglie stesse.
L’olio veniva
applicato su
tutto il corpo
(abyangam),
sulla testa
(shirobyan-
gam e shi-

51

048-065 Il massaggio_CORR.indd 51 16/12/19 16:36


Il massaggio che guarisce
Abyangam

STIMOLA
IL SISTEMA
LINFATICO
U no dei benefici più impor-
tanti dell’abyangam è la
stimolazione del sistema linfa-
RALLENTA JARA,
L’INVECCHIAMENTO
L’invecchiamento è un naturale
tico che percorre tutto il corpo, processo del corpo e sicura-
ad eccezione del cervello e del mente la morte è la maggior
midollo osseo. Il suo ruolo è certezza della vita. Sintomi di
quello di veicolare nutrimento invecchiamento sono: calvizie,
e rimuovere tossine dal sistema canizie, la perdita del sonno,
cellulare. Le cellule dei linfo- dei denti, diminuzione della vi-
nodi eliminano batteri, virus e sta e dell’udito; indebolimento
sostanze nocive. La linfa ha un della digestione, fragilità delle
contenuto alto di proteine pla- ossa (osteoporosi, artrite, debo-
smatiche che ricicla nel siero lezza della colonna).
del sangue anche con la finalità Altri segni di invecchiamento
di autonutrimento. Inoltre è ric- comprendono dolori, vertigini,
ca di cellule difensive e di fat- morbo di Parkinson, malattie
tori immunitari. Il sistema con- cardiache, delle arterie, iperten-
tiene vari aminoacidi tra cui il sione e diminuzione delle fun-
triptofano, di rilevante impor- zioni mentali (memoria, con-
tanza nella produzione di ener- centrazione etc.) e varie
gia e per l’equilibrio del siste- malattie organiche.
ma endocrino e nervoso. La Con il massaggio ayurvedico è
melatonina è un ormone sinte- possibile sostenere i processi
tizzato dal triptofano nella vitali e garantire una buona du-
ghiandola pineale ed è nota la rata della vita.
ATTENUA TENSIONE
sua funzione calmante. Il siste- L’olio indicato: olio di sesamo, E NERVOSISMO
ma linfatico gioca un importan- di senape o di mandorle, appli- Le tensioni sono causate da ec-
te ruolo nella formazione di cato lungo la colonna, la testa e cesso di Vata, energia che rego-
varie forme di edema. i piedi. la anche gli altri due dosha,
L’abyangam favorisce la pro- Pitta e Kapha. In questi casi per
duzione di melatonina oltre a equilibrare Vata e rimuovere
determinare una buona azione l’eccessiva tensione è indicato
antistaminica. È noto quanto un un abyangam giornaliero.
eccesso di istamina sia alla base L’olio indicato: olio Mahana-
di disturbi come l’iperacidità rayan è il più indicato per ri-
gastrica, il mal di testa, i dolori muovere i disordini che aggra-
muscolari e articolari. vano il sistema nervoso.

52

048-065 Il massaggio_CORR.indd 52 16/12/19 16:36


TOGLIE LA FATICA DAI MUSCOLI
(SHRAMA)
L’abyangam, attraverso l’uso di oli e movimenti di
mobilizzazione passiva, rimuove lo stress dai muscoli, le
tossine dagli organi, dalle cellule, dai tessuti, dal sangue.
Inoltre provvede a tonificare muscoli e nervi.

RAFFORZA LA VISTA
(DRISHTI) Scioglie le tensioni

MIGLIORA
LA QUALITÀ
DEL SONNO
La vista può essere indebolita (SWAPNA)
da luce scarsa, postura scorret- Il sonno e il riposo
ta, lettura di parole scritte trop- aiutano a recuperare
po in piccolo, esposizione ec- le energie
cessiva a monitor (televisione, consumate durante
computer, smartphone), luce l’attività giornaliera
troppo forte (sole, neon, inse- del corpo e della
gne luminose), abuso di cibi e mente. La perdita
bevande eccessivamente pic- di sonno porta a
canti. Con l’avanzare dell’età,
disturbi fisici e
possono comparire cataratta,
mentali. C’è chi
disturbi dell’accomodamento,
dorme troppo e chi
scarsa visione notturna, proble-
troppo poco.
mi al nervo ottico, infiamma-
Abyangam rimuove
zioni o distacco della retina.
le tossine, calma
Oltre all’applicazione di olio
i nervi, riequilibra
sulla colonna vertebrale, collo,
corpo e mente
testa e piedi, prima di andare a
secondo i bisogni
dormire si può anche:
naturali restituendo
• massaggiare in senso orario
organi e apparati
l’ombelico con olio di sesamo
all’equilibrio dei
o di cocco;
ritmi giornalieri.
• massaggiare i piedi con digi-
Si consiglia di
topressione dell’alluce e del
frizionare i piedi
secondo dito;
e le parti in tensione
• massaggiare le tempie e le na-
del corpo con oli
rici con burro ghee accompa-
caldi prima di
gnato all’assunzione quotidiana
andare a dormire.
di triphala e al lavaggio degli
occhi con burro ghee.

53

048-065 Il massaggio_CORR.indd 53 16/12/19 16:37


Il massaggio che guarisce
Abyangam

IL RIEQUILIBRIO
ENERGETICO
DEI DOSHA
L’ Abyangam è efficace per
mantenere l’equilibrio
energetico nelle varie tipologie
costituzionali, utilizzando gli
oli giusti; importante è anche la
diversità con cui viene eserci-
tata la pressione nei movimen-
ti del massaggio relativamente
al dosha da trattare.

VATA. Nello squilibrio di Vata


si può presentare eccessiva sec-
chezza sia della pelle sia dei
tessuti interni del corpo con
conseguenti disordini a livello
ghee erbalizzati con erbe paci- monare, alla pigrizia mentale.
dei nervi e delle ossa, stitichez-
ficanti Pitta dosha. Si usa l’olio di sesamo o di se-
za, ansia, debolezza immunita-
Per Pitta un tocco più profondo, nape erbalizzati con erbe atte a
ria. Il massaggio con oli erba-
rinfrescante, calmante. ridurre Kapha dosha, a ridurre
lizzati specifici per Vata,
i grassi, eliminare liquidi, au-
assicura un beneficio in tutte le
KAPHA. Nello squilibrio di mentare la forza del corpo e il
suddette situazioni.
Kapha c’è la tendenza a tratte- tono della pelle.
L’olio di uso più comune per
nere liquidi, alla formazione di Per Kapha il tocco sarà più de-
ridurre Vata è quello di sesamo
edemi, all’aumento del muco, ciso, vigoroso, stimolante e ri-
erbalizzato con erbe pacificanti
alla congestione sinusale e pol- scaldante.
Vata dosha. Per Vata è necessa-
rio un tocco pesante, stabiliz-
zante, riscaldante.

PITTA. Lo squilibrio di Pitta ANCHE L’APPARATO DIGERENTE


comporta eccesso di calore nel FUNZIONA MEGLIO
corpo come rush cutanei, ulce- I tessuti dell’organismo possono soffrire a causa
re, infezioni, disturbi degli oc- di un’alimentazione, di una digestione e di un
chi, del cuore, del sangue e metabolismo insufficienti. Ne risulta un accumulo
nella mente come ira, collere, di tossine e lo scarso utilizzo di sostanze nutrienti.
rabbie, aggressività. L’equili- Attraverso l’abyangam vengono favorite l’eliminazione
brio può essere riportato dall’u- delle scorie metaboliche con le feci, le urine, il sudore.
so di oli rinfrescanti e dolci Sono utili a tale proposito movimenti di sfregamento,
come l’ olio di cocco o burro pressione, impastamento con particolare attenzione
agli arti (longitudinali) e all’addome (circolari).
54

048-065 Il massaggio_CORR.indd 54 16/12/19 16:37


I principi base

LE SETTE
POSIZIONI
Il soggetto riceve
IMPARIAMO LA TECNICA il massaggio in progressione
in sette posizioni diverse per
la durata di circa 15 minuti
L a tradizione ayurvedica ob-
bliga, per le qualità empati-
che e intime del massaggio, che
movimenti sia l’abbondante
applicazione di oli appropriati.
L’effetto benefico dell’olio è
ognuna.
1. Seduto
2. Supino
questo sia praticato da persone quello di essere facilmente as-
3. Sdraiato sul lato destro
dello stesso sesso: uomo/uomo sorbibile dalla cute così che
4. Sdraiato sul lato sinistro
– donna/donna. Solo all’interno attraverso il sangue e la linfa
5. Prono
della famiglia lo scambio può può raggiungere i tessuti in pro-
6. Supino
avvenire in modo reciproco fa- fondità portando nutrimento,
7. Seduto
vorendo così una maggiore disintossicazione e rivitalizza-
esperienza di legame. Questi zione. La tecnica da adottare
dettami sono meno seguiti nel- dipende dalle condizioni, dal
la pratica del massaggio in oc- luogo, dal clima e dai partico- Ogni
cidente. In India è comune che lari disturbi che si intendono
il massaggio sia eseguito da due curare. In molte parti dell’India irrigidimento
operatori (quattro mani) che si praticano i massaggi all’aria
con gli stessi movimenti e la aperta, al mattino, alla luce del
muscolare,
stessa pressione lavorano in sole, oppure nelle ore serali. Il ogni contrazione,
sintonia sulle due metà del cor- massaggiatore deve praticare il
po del cliente con un effetto massaggio con grande calma e ogni impossibilità
armonizzante ed equilibrante. attenzione. Si consiglia di ini- di movimento
SI INIZIA SEMPRE ziare con un massaggio leggero
CON UNA CAREZZA come una carezza, per aumen- mostra l’esistenza
Nel massaggio sono di fonda- tare poi l’intensità della pres-
mentale importanza sia la tec- sione gradualmente e terminare
di un conflitto
nica con la quale si eseguono i con una pressione leggera. interiore
55

048-065 Il massaggio_CORR.indd 55 16/12/19 16:37


Il massaggio che guarisce
Iniziamo a praticarlo

LE PRESSIONI FACILI
da imparare subito
ECCO TUTTE LE INDICAZIONI TECNICHE PER INIZIARE FIN DA ORA
A SPERIMENTARE I BENEFICI DEL MASSAGGIO AYURVEDICO SU DI SÉ,
MA ANCHE SUGLI ALTRI, COME OTTIMA ABITUDINE QUOTIDIANA

Q uando la persona è
in posizione supi-
na si procede dagli
arti inferiori gra-
dualmente verso l’alto, in dire-
zione del cuore: piede, dita,
300 ml di olio, da scegliere in
accordo con la costituzione del
soggetto. Le manualità sono del
tipo sfregamenti, scorrimenti,
impastamenti, percussioni etc.
Le articolazioni vengono mas-
• Movimenti che iniziano dal
capo e vanno verso l’ombelico.
Rimuovono l’eccesso di stress
mentale e rinforzano i sensi.
• Movimenti che salgono
dall’ombelico alla testa.
gambe, mani, braccia, addome, saggiate con movimenti circo- Migliorano l’ossigenazione, il
torace, fianco sinistro, fianco lari, mentre per gli arti il movi- muco, la respirazione e la de-
destro, posizione prona piede, mento è longitudinale, ma ciò glutizione in generale.
gamba, glutei, lombi, schiena, che più importa è la precisa • Movimenti circolari intorno
collo e capo. corrispondenza di movimenti e all’ombelico.
Il massaggio con due operatori pressioni da parte di entrambi Migliorano la digestione il me-
richiede in genere l’uso di circa gli operatori. tabolismo e le funzioni del fe-

Un’antica tradizione indiana


IL MASSAGGIO CON I PIEDI
Nel Kerala è ancora in uso un tipo di massaggio che
anziché essere praticato con le mani viene eseguito
con i piedi. L’operatore si regge a una robusta
corda fissata sul soffitto e procede a effettuare
il massaggio con la pianta e le dita dei piedi.
Questo massaggio, assai vigoroso, è proposto
principalmente ad atleti e comunque riservato
a persone che godono di ottima salute, viene
eseguito su ogni parte del corpo sia verso l’alto
che verso il basso.

56

048-065 Il massaggio_CORR.indd 56 16/12/19 16:37


Le frecce indicano
le aree in cui
praticare
il massaggio
e le direzioni
principali dei
movimenti.
Da memorizzare!

gato e del piccolo intestino. di fino all’ombelico. per eliminare il sebo e l’untuo-
• Movimenti che dal cuore si Migliorano la circolazione ve- sità in eccesso dal corpo, e fa-
irradiano su fino alla schiena. nosa e linfatica. vorire così una depurazione
Migliorano le funzioni cardio- Questo schema può essere ripe- profonda della pelle.
circolatorie e linfatiche. tuto tre volte: davanti, dietro e Gli ubatan sono dei preparati
• Movimenti che vanno sui lati del corpo. In caso di composti da farine di ceci, di
dall’ombelico all’ano. ipertensione si può massaggia- lenticchie o di soya verde.
Migliorano la diuresi, la defe- re il capo per circa 20’ secondi. Dopo l’applicazione di ubatan
cazione, il flusso mestruale e la pelle va risciacquata sempli-
E ALLA FINE SI
possono facilitare il parto. APPLICANO GLI UBATAN cemente con acqua.
• Movimenti che vanno È consigliabile dopo il massag- La farina di ceci è utile per ri-
dall’ombelico ai piedi. gio rilassarsi per circa 30 minu- durre eccesso di Kapha, la fari-
Favoriscono l’afflusso di san- ti, fare un bagno o una doccia na di lenticchie è calda e parti-
gue alle estremità e l’ossigena- calda, utilizzando come deter- colarmente indicata per Vata
zione dei tessuti. gente per il corpo gli ubatan, mentre la farina di soya verde
• Movimenti che vanno dai pie- ottimi per sostituire il sapone è adatta per riequilibrare Pitta.

57

048-065 Il massaggio_CORR.indd 57 16/12/19 16:37


Il massaggio che guarisce
Iniziamo a praticarlo

I GESTI DA ESEGUIRE
I movimenti possono essere
eseguiti in diverse direzioni.
Alcuni esperti di massaggio
catezza e cura, infondendo pia-
cevoli sensazioni di benessere
e quiete. Chi riceve si sente
vocando una reazione di vaso-
dilatazione. Può essere pratica-
to su bambini, anziani, durante
ayurvedico suggeriscono che avvolto in un abbraccio di ca- la gravidanza, su persone debo-
nella persona sana i movimenti lore. Lo sfioramento si esegue li e ansiose.
possono essere eseguiti sia in con tutto il palmo della mano, Singolare tecnica di accarezza-
senso orario che antiorario. Per dal polso alle punta delle dita. mento è la ventilazione che si
le persone malate sarebbe utile La mano poggia morbidamente esegue per il viso e per la testa.
rispettare sempre il senso ora- sul corpo del ricevente. La L’effetto è rilassante.
rio. Ecco invece le tipologie di pressione è leggera.
tocco, con le quali esercitarsi. A livello cutaneo lo sfioramen- LA PERCUSSIONE
to stimola il ricambio dei tessu- Si esegue con la mano di piatto
SFIORAMENTO ti, provoca il distacco delle cel- (schiaffeggiamento) di taglio (il
E ACCAREZZAMENTO lule di sfaldamento e favorisce boro ulnare batte ritmicamente
Manovra semplice e intuitiva. l’eliminazione del sebo. Lo sulla cute) o a coppa. La mano-
Sfiorare il corpo significa acca- sfioramento profondo attiva il vra deve essere dolce e non
rezzare l’epidermide con deli- sistema nervoso vegetativo pro- deve provocare fastidio o dolo-

LE PIZZICATURE
Si tratta di pizzicare
i muscoli trasversalmente
a piene o tra due dita.
L’effetto è quello
di stimolare in profondità
le fibre muscolari
e attivare la circolazione
in tutti i tessuti circostanti
al punto trattato

58

048-065 Il massaggio_CORR.indd 58 16/12/19 16:37


re. Il movi- no lavorati
mento do- in profondi-
vrebbe tà con pres-
avvenire a sioni, strin-
livello dei gimenti.
polsi, le mani Si esegue con il
e le dita sono ri- pollice opposto
lassate. Il ritmo è all’indice, formando
costante. Provoca forte una “pinza” che consente
ipertermia, migliorando l’ap- alle mani di afferrare il musco-
porto di sostanze nutritive nel- lo e di spremerlo alternativa- ginnastica passiva. Si eseguono
la zona trattata. mente seguendo il più possibi- anche sfregamenti circolari con
Stimola l’elasticità delle fibre le la direzione delle fibre i pollici attorno alle articolazio-
muscolari e, se ripetuta per un muscolari. Una variazione è lo ni e sulle zone dei punti marma.
tempo sufficiente, ha effetto srotolamento che provoca lo L’olio sfregato attorno alle ar-
sedativo diminuendo l’eccita- scollamento del tessuto connet- ticolazioni lavora sul sistema
bilità nervosa. Viene spesso tivo sottocutaneo. linfatico riattivando il riassor-
usata nella zona di fianchi e L’impastamento ha azione dre- bimento venoso e linfatico, ri-
glutei, per richiamare il flusso nante sul liquido interstiziale, muovendo essudati, aderenze
sanguigno. Servono a risveglia- favorisce il ricambio dei liqui- fibrosiche e noduli muscolari.
re il corpo, a sensibilizzare e di, l’elasticità e il tono musco-
stimolare le terminazioni ner- lare. Da evitare in caso di feri- L’ANELLO
vose, stimolano la circolazione te aperte o in via di guarigione, E LO STRIZZAMENTO
e tonificano i muscoli. nel caso di vene varicose. Pressioni con una o due mani
Evitare tale manovra in caso di con movimenti anche incrocia-
varici, stati infiammatori, trom- LO SFREGAMENTO ti facendo scorrere le mani in
boflebiti e su ferite. Mani posate e piatto sulla pelle direzioni opposte, sono indica-
si esercita un movimento di fri- ti per le dita (mungitura) e gli
L’IMPASTAMENTO zione. Sfregamenti delicati arti, contribuiscono a migliora-
L’esecuzione è simile all’impa- sono rilassanti, sfregamenti vi- re la circolazione e la mobilità
stare la pasta. I muscoli vengo- gorosi hanno l’effetto di una sia articolare che muscolare.

Perfeziona la tecnica del tocco


LE VIBRAZIONI DELLE DITA
Usando le dita o il palmo della mano posto di piatto sulla
superficie da trattare. Si eseguono leggere pressioni
ritmate, intermittenti, con tremore. Agisce sulle
terminazioni nervose cutanee, sottocutanee e muscolari
con effetto sedativo. L’effetto è sedativo e
decontratturante. Non praticare la vibrazione su zone
infiammate, irritate o ipersensibili.

59

048-065 Il massaggio_CORR.indd 59 16/12/19 16:37


Il massaggio che guarisce
Iniziamo a praticarlo

L’AUTOMASSAGGIO È SEMPLICE,
MA MOLTO EFFICACE
L’ automassaggio è un’ottima risorsa di benessere, alla portata di tutto. Andrebbe praticato tutti i
giorni: al mattino prima degli esercizi di risveglio e alla sera prima di coricarsi e dopo aver effet-
tuato gli esercizi di rilassamento. Si può utilizzare qualsiasi olio consono alla propria condizione psi-
cofisica, senza eccedere nella quantità.
La durata media è di circa 20’ e la quantità massima di olio occorrente sarà di circa 30 ml.

LA MANIPOLAZIONE
DEL PIEDE
Si inizia da seduti e dal piede
sinistro. Oliare, spremere e ruo-
tare le dita, premere pompando
tra le dita, spremere la pianta,
stirare l’area della colonna
(arco plantare interno) verso
l’alluce, premere gli spazi tra i
metatarsi sul dorso, sfiorare
malleoli e caviglia.
dalle frecce. Applicare l’olio; 2. Frizioni e pompaggi.
1. Da seduti, si comincia il mas- eseguire sfioramenti e accarez- Fare sempre attenzione alla ri-
saggio dal piede sinistro. zamenti. Il tocco sui piedi non sposta della pelle sotto le dita,
Seguire le direzioni indicate deve mai essere troppo leggero. per dosare la pressione.

ginocchio
sinistro

lo sciatico e il retto
le anche
e lo sciatico l’utero
pancreas
occhi prostata
orecchie

ipofisi

narici e seni ginocchio


paranasali destro
surrenali
fegato appendice
60 e pancreas

048-065 Il massaggio_CORR.indd 60 16/12/19 16:37


Come si svolge la seduta
LA DURATA ETÀ DURATA

PUÒ 6 giorni 6 mesi 15’


6 mesi 3 anni 15’-20’
VARIARE
3 anni 18 anni 30’-45’
La durata
18 anni 40 anni 40’45’
del massaggio
dipende dall’età Oltre i 40 anni 60’ o più
e dallo stato di Persone non 15’-20’
salute della persona. in buona salute

3. Eseguire alcune frizioni e 8. Eseguire strizzamenti e anel- Stimola la “samana” e “apana”.


pressioni circolari. li. Scaricare all’esterno. Ripe- Un massaggio dolce alle gambe
tere con l’altro piede. stimola la sessualità. Uno più
forte stimola gli adduttori delle
gambe, stimola la circolazione,
rende più sciolti, aumenta la
sensibilità.
• Ripetere la sequenza sulla
gamba destra.

4. Eseguire una rotazione del


piede destro in senso orario e IL TRATTAMENTO
RILASSANTE
in seguito del piede sinistro in PER GAMBE E BRACCIA
senso antiorario. • Passare al polpaccio sinistro.
Oliare sfiorare dal basso all’al-
5. Flessione delle dita e rotazio- to (b/a), rotazione su ginocchio,
ne in senso orario e antiorario pompaggi su ginocchio e popli- • Passare a mano e braccio si-
di tutte le dita. teo, rotazioni lati ginocchio, nistro. Oliare, sfiorare (b/a),
rotazione lato esterno del pol- anelli (b/a), pressione su palmo
6. Oliare e massaggiare delica- paccio, rotazione su malleoli, della mano, pressioni su polso
tamente anche tra le dita. strizzamenti ad anello dall’alto, e avambraccio.
movimento a fontana, vibrazio- • Ripetere lo stesso movimento
7. Frizionare e pre- ne polpaccio, sfioramento (a/b) per mano e braccio destro.
mere seguendo le passare alla coscia sinistra,
frecce. Eseguire oliare, effettuare sfioramenti
una pressione an- (b/a), strizzamenti ad anello
che sulla punta b/a, percussioni a taglio su co-
delle dita. scia anteriore, percussioni a
coppa su coscia posteriore, • Quando il trattamento è finito
scuotimento. si consiglia all’operatore e alla
Il massaggio (dolce) sui distret- persona che ha ricevuto il mas-
ti linfatici agisce sull’intestino saggio di osservare un certo
cieco, sul plesso lombosacrale tempo di riposo, di meditazione
e sul plesso ipogastrico. oppure di sonno.

61

048-065 Il massaggio_CORR.indd 61 16/12/19 16:37


Il massaggio che guarisce
Iniziamo a praticarlo

IL TRATTAMENTO DELL’ADDOME
E DELLA SCHIENA
N ell’Ayurveda, l’applicazio-
ne di olio sulla pelle e ca-
pelli è raccomandata per tutti.
funga da afrodisiaco. Non solo,
infatti, la pelle diventa più ri-
cettiva e il corpo si rilassa, ma
autotrattamento. Ecco come
fare, passo per passo.
1. Sdraiarsi con le gambe flesse
Se eseguita regolarmente, una tutti i sensi vengono stimolati per lavorare sull’addome della
o due volte alla settimana, mar- dalla potente sollecitazione ol- persona da trattare.
tedì e venerdì per la donna, fattiva del profumo, che possia-
mercoledì e sabato per gli uo- mo regolare aggiungendo all’o-
mini, come consiglia l’astrolo- lio da massaggio qualche
gia medica indiana, non solo goccia di olio essenziale (i più
proteggerà la pelle e i capelli afrodisiaci sono considerati
dall’inquinamento, ma miglio- gelsomino, ylang yalng, neroli
rerà sensibilmente il sistema e patchouli).
immunitario prevenendo l’in- I tocchi che abbiamo visto nel-
vecchiamento precoce della la pagina precedente sono faci-
cute e dei tessuti di tutto il cor- li da praticare anche da sé.
po, la caduta dei capelli e addi- Schiena e addome, aree molto
rittura penetrando fino alle ossa importanti, si trattano invece in
e irrobustendole. coppia operatore-persona trat-
Si dice anche che il massaggio tata perché la superficie corpo-
ayurvedico con olio calmi la rea di questi distretti non è sem-
mente, protegga dallo stress e plice da raggiungere in

62

048-065 Il massaggio_CORR.indd 62 17/12/19 15:41


Oliare il percorso del colon;
versare l’olio nell’ombelico
scuotendo con medio e ese-
guendo le spirali in senso ora-
rio, sfioramento sottocostale e
su creste iliache.
2. Oliare torace, percorso co-
stole, aprire sterno e petto, sfio-
rare pettorali verso braccio,
dopodiché strizzare trapezi e
collo a mano piana.
• Occuparsi della schiena. Olia-
re glutei e lombi e strofinare,
oliare scapole e strofinare, olia-
re reni e strofinare.

IL VISO E IL CAPO
Il massaggio del viso e del capo
è facile da realizzare che in au-
totrattamento; tuttavia darà i Al mattino, effettuare anche procedendo verso il basso. Il
migliori benefici se è un’altra percussioni con polpastrelli e cliente è seduto. Con l’asciuga-
persona a praticarlo. mano a conca. mano intriso di acqua fredda,
• Oliare il viso (olio rinfrescante). gli si bagna il capo che poi ver-
Sfiorare dal centro verso l’alto o IL MASSAGGIO rà asciugato con asciugamano
l’esterno su mascella, mento, CON ACQUA FREDDA asciutto e un delicato massag-
guance, zigomi, orbite, fronte. Si utilizza acqua fredda in un gio. Via via si procederà così
• Eseguire movimenti tipo grande bacile e 2 asciugamani. per il viso, orecchie, collo e le
shampoo e cerchietti su testa. Si inizia il massaggio dal capo, regioni sottostanti.
Il cliente viene poi fatto sdraia-
re in posizione prona e il dorso
viene strofinato vigorosamente
per alcuni minuti con l’asciu-
gamano bagnato.
Successivamente dopo aver
asciugato la schiena il cliente
viene fatto sdraiare in posizione
supina per massaggiargli le
mani, il torace, l’addome e gli
arti inferiori con lo stesso pro-
cedimento precedente.
A conclusione si effettua un
massaggio su tutto il corpo del
cliente con piccoli colpi e vi-
brazioni. È un massaggio indi-
cato soprattutto per stemperare
gli eccessi di Pitta dosha.

63

048-065 Il massaggio_CORR.indd 63 17/12/19 15:42


Il massaggio che guarisce
Iniziamo a praticarlo

I SEI PASSI INDISPENSABILI


PER UN BUON TRATTAMENTO
E cco tutti gli accorgimenti
che operatore e cliente de-
vono rispettare prima, durante
che l’olio coli sul viso e negli
occhi facendoli bruciare.

e dopo la pratica del massaggio, 2. SI PRATICA A DIGIUNO


perché questo possa essere pro- Ai clienti dovrebbe essere detto
fondamente salutare per il cor- di non assumere alcun alimento
po e la mente. da un’ora e mezza a due prima
dell’inizio della terapia. Se per
1. LEGARE I CAPELLI ragioni mediche, il cliente deve maria. In nessun caso l’olio do-
Se i capelli sono lunghi, come mangiare, potrà consumare ali- vrebbe essere posto direttamen-
nella maggior parte dei casi per menti molto leggeri e facilmen- te su una piastra elettrica, per
le donne, dovrebbero essere te digeribili, come una tazza di non rischiare di scaldarlo trop-
raccolti con nastro dopo l’ap- latte con una fetta di pane, al- po, ma anche per conservarne
plicazione dell’olio sul cranio meno un’ora prima di sottopor- tutte le proprietà benefiche,
per evitare che ostacolino il si alla terapia. aromatiche e salutistiche.
massaggio o altri trattamenti
nella regione cervicale. 3. L’OLIO VA INTIEPIDITO 4. LA DETERSIONE FINALE
Dopo l’applicazione di olio sul Gli oli medicati che si usano Al termine di ogni terapia la
capo, una fascia morbida di lino nella terapia dovrebbero essere testa del paziente dovrebbe es-
dovrebbe essere legata attorno sempre intiepiditi (39°) a bagno sere detersa delicatamente con
alla fronte in modo da impedire un asciugamano asciutto e pu-
lito per eliminare sudore e olio.
Dopo la detersione del capo si
dovrebbero applicare al cuoio
capelluto 1-2 grammi di Ra-
snadchurna. Un leggero mas-

64

048-065 Il massaggio_CORR.indd 64 16/12/19 16:37


saggio con questa polvere im-
pedirà al cliente di prendersi un
raffreddore. Inoltre è utile per
proteggersi dalle allergie.

5. ALTRE INDICAZIONI LIBERA LE EMOZIONI INTRAPPOLATE


Ai clienti sarà consigliato di
evitare di esporsi a correnti d’a- Abbiamo osservato varie reazioni psicologiche da parte
ria (fredde o calde che siano) di pazienti sottoposti alla terapia dell’olio: alcuni si mettono
durante i giorni della terapia e a piangere, altri gridano euforici, altri diventano allegri o un
per un corrispondente numero po’ depressi. Il terapeuta dovrà essere ben preparato per far
di giorni successivi ad essa. fronte a tali reazioni. Questo forte impatto sulla mente
Si consiglia ai clienti di astener- esercitato dalle terapie fisiche è cosa nota nell’Ayurveda.
si, nel corso della terapia, da
esercizi fisici intensi e da atti-
vità mentali importanti.
modo equilibrato tra le varie minuti in attesa di fare una doc-
Tutte le terapie devono sempre
posture previste. cia o un bagno. La stanza dovrà
essere condotte sotto la super-
visione di un medico, oppure in essere calda e senza correnti
6. E ALLA FINE
consultazione con lui. CI VUOLE IL RIPOSO d’aria. Il corpo del cliente do-
Generalmente la durata di una Dopo le procedure citate, il vrà essere avvolto in un grande
terapia deve essere suddivisa in cliente potrà riposare per 15-20 telo da bagno.

Ascolta senza parlare


L’EFFETTO RIGENERANTE
DI UN’ORA DI SILENZIO
Quando due o più terapeuti si occupano di un cliente,
non dovrebbero conversare tra di loro. Essi dovrebbero
essere sufficientemente esperti da lavorare in modo
perfettamente sincronizzato senza alcuna necessità di
scambi verbali. Il terapeuta principale dovrà domandare
al cliente, prima dell’inizio del trattamento, come si
sente, se ha dormito, se ha evacuato, se ha appetito,
che reazione ha avuto al trattamento precedente etc.
Nel corso della terapia si dovranno osservare
attentamente le espressioni sul viso del cliente e, in
caso queste denotino stress, si dovrà subito intervenire.
In caso di reazioni psicologiche come il pianto, il cliente
dovrà essere confortato con parole dolci. Al di là di
queste circostanze, sarà meglio osservare il silenzio.

65

048-065 Il massaggio_CORR.indd 65 16/12/19 16:37


IL TRATTA M
DEI MARMA
con gli oli e le es s
SONO 107 I CENTRI ENERGETICI DISPOSTI SU TUTTO IL CORPO. ALCUNI
CORRISPONDONO AI CHAKRA, ALTRI AI PUNTI DELLA MEDICINA CINESE.
QUI LE ENERGIE VITALI AFFIORANO IN SUPERFICIE E IL MASSAGGIO
O LA STIMOLAZIONE DI QUESTE AREE AIUTA A TRATTARE TANTI TIPI
DI DISAGI, PREVIENE I DISTURBI E STIMOLA LE DIFESE NATURALI DEL CORPO

68 Il rituale antico
per rigenerarti

76 Gli oli della tradizione:


ecco come usarli

066-079 I punti marma_CORR.indd 66 16/12/19 14:57


A MENTO
s senze

066-079 I punti marma_CORR.indd 67 16/12/19 14:57


Il trattamento dei punti marma
Marmabyhangam

IL RITUALE ANTICO
per rigenerarti
IL MASSAGGIO DEI PUNTI MARMA È UNA TERAPIA STRAORDINARIA
CHE PORTA EQUILIBRIO AI CHAKRA E ARMONIZZA I DOSHA

I
marma sono centri di ener- scevano esattamente la posizio- Sono posizionati nel corpo in
gia vitale distribuiti su nu- ne di questi punti che se colpiti corrispondenza di vene, arterie,
merose parti del corpo e in potevano provocare una morte tendini, ossa, articolazioni.
particolare su alcuni punti rapida o lenta, invalidità perma- Alcuni ritengono siano il punto
anatomici vitali. nente, dolore acuto, paralisi d’incontro dei tre aspetti della
Caratteristica abbastanza co- parziale o totale. realizzazione del Sé: il Sé pro-
mune è quella di essere dolenti Le ferite potevano essere incu- fondo, il mondo esterno e tra i
alla pressione e pulsanti al tatto. rabili. Dei punti marma si parla due il Conoscitore, il Conosciu-
L’uomo è a conoscenza di que- nel Sushrut Samhita, antico te- to e il processo del conoscere.
sti punti da tempi antichi e l’ar- sto dell’Ayurveda. Questi punti sono ritenuti, inol-
te del loro trattamento era ap- I punti marma sono simili ai tre, il punto di congiunzione dei
plicata sia nel campo della punti all’agopuntura cinese so- corpi fisico, astrale e causale,
guerra che nel campo della lamente che per essere trattati sede di mantenimento dell’uni-
cura. Gli antichi guerrieri cono- non richiedono l’uso di aghi. tà di corpo, mente, spirito.

1. ADHIPATI 9. URVI Vie urinarie, II chakra


7° Chakra, stimola la chiarezza Shrota Udakavaha 18. NABHI
mentale 10 .VITAPAM Circolazione addominale, piccolo
2. KSHIPRA Tensione inguinale, impotenza intestino
Cuore, Polmone 11. ASTIH 19. HRIDAYA
3. KURUCHCHA Disturbi urinari Sadhara Pitta, Uyana Vata
Alochaka Pitta 12. KOHITAKSHA 20. STANMULA
4. KURUCHCHA SHIRAH Circolazione degli arti inferiori Kapha, Pitta, circolazione del sangue
Spasmi muscolari 13. MANIBANDHA 21. STANROHITA
5. GULPHA Allevia le contratture Kapha, Pitta, muscoli delle
Rimuove le tensioni 14. INDRABASTI braccia
6. TALHRIDAYATI Funzione intestinale, digestione 22. APASTAMBHA
Polmone energia 15. KURPARA Polmone, sistema neurove-
7. JANU Cuore, Milza, Fegato getativo, circolazione
Cuore, Milza, Fegato 16. KAKSHADHARA 23. APALABA
8. ANI Tensione muscolare Sangue, sistema neurovegetativo
Tensioni muscolari 17. BASTI KAPHA 24. GUDA

68

066-079 I punti marma_CORR.indd 68 16/12/19 14:57


1

38 38 32
34 35 34
34 39 39 34
37 37 41 41
40 40
42 42

45 31 31
44 44
22 22
16 16 30 30
23 23
21 21
20 19 20

15 15 28 28

27 27
18

17 25 25
13 26 26
12 11 12 13
3 3
23 23
6 10 24 10 6

9 9

8 8

7 7

14 14

5 5
2 2
4 4

Apparato riproduttivo, colon, 31. ANSA 38. UTKSHEPA


apparato urinario, I chakra Tensioni delle spalle e del collo Colon
25. KATIKATARUNA 32. ADHIPATI 39. SHRINGATARA
VATA, stitichezza Mente, nervi, epilessia Occhi, orecchie, naso, lingua, nervi
26. KUKUNDARA 33. SIMANTAKA 40. HAVA
Sistema riprod., sistema di Intelligenza, salute mentale, Odorato, seni paranasali, udito,
eliminazione, motilità delle consapevolezza, sangue stress
gambe, II chakra 34. SHANKHA 41. IDHURA
27. NITAMBA Colon Udito, stazione eretta del corpo
Digestione legata a VATA e PITTA, 35. STHAPANI 42. KRIKATIKA
vitalità Marma principali di VATA, Tremori, contratture
28. PARSHVA SANDHI regolatore della mente e dei sensi, 43. MATRIKA
PITTA, digestione, evacuazione dei nervi e dell’ipotalamo Circolazione sangue
29. VRIHATI 36. AVARTA 44. HANYA DHAMNI
III chalra, plesso solare Depressione, vista, postura Voce, gusto, udito
30. ANSA PHALAK 37. APANGA 45. VEEL DHAMNI
IV chakra Vista, stress Voce, respiro

69

066-079 I punti marma_CORR.indd 69 16/12/19 14:57


Il trattamento dei punti marma
Marmabyhangam

MEMORIZZA I MARMA PRINCIPALI


ADHIPATI

STAPHANI

I MARMA
VATA
MAGGIORI
STHAPANI Mente,
nervi, ipotalamo
HRIDAYA BASTI Apparato
urinario, colon
ADHIPATI Mente e
nervi
NABHI Punto
di incontro di vene
NABI e nervi
GUDA Apparato
BASTI
riproduttivo, colon,
GUDA
apparato urinario,
meteorismo

gio dei punti marma si possono


usare anche appropriati oli es-
senziali. Secondo la tradizione

V ata ha le qualità dell’aria e


dell’etere, Pitta del fuoco
e dell’acqua e Kapha della ter-
gruppi di punti marma che pos-
sono essere stimolati dal mas-
saggio o dall’automassaggio
questi punti sono raggruppati in
tre grandi categorie: i marma
delle gambe e piedi (shankha
ra e dell’acqua. L’eccesso di un così da ristabilire le funzionali- marma); i marma del tronco
dosha significa l’aumento di tà alterate (vedi le figure se- (madhjayamanga marma); i
quella qualità nel corpo o nella guenti). L’attivazione dei punti marma del collo e testa (ja-
mente. Gli squilibri possono marma da trattare inizia con trurdhva marma).
essere più o meno gravi e ri- l’applicazione di una pressione
guardare i più svariati sintomi sufficientemente profonda se- I PUNTI DELLA TESTA
relativi all’eccesso di un dosha guita da una vibrazione vera e Il massaggio sui punti marma
o anche al concomitante ecces- propria per una durata di 10/20 della testa e del collo pacifica
so degli altri. secondi. Può essere effettuata la mente e calma il sistema ner-
A ogni dosha corrispondono con un solo dito o con più di voso. È benefico nei casi di raf-
cinque sottogruppi o subdosha, uno, con il palmo di una sola freddore, costrizione nasale,
deputati alla regolazione delle mano o con entrambe. difficoltà respiratoria delle pri-
varie funzioni del corpo. Tutto il resto del corpo deve me vie aeree, pesantezza e mal
A questi punti corrispondono essere rilassato. Per il massag- di testa, tensione facciale, in-

70

066-079 I punti marma_CORR.indd 70 16/12/19 14:57


Simili ai punti di agupuntura della medicina cinese, sono centri neurolinfatici,
e se stimolati, migliorano l’efficienza degli organi corrispondenti del corpo. oltre
a rilassare la muscolatura. Attraverso i marma, poi, si può manipolare il Prana

sonnia. Stimola la memoria, IL LEGAME COI CHAKRA - Hridaia: circolazione sangue,


migliora la vista, l’udito e l’ol- VII Chakra della corona - ghiandola timo.
fatto. Rilassa tutto il corpo. Adhipati: Mente, nervi, aria, III Chakra del plesso solare
ghiandola pineale. - Nabhi: piccolo intestino, pan-
QUELLI COLLOCATI VI Chakra il terzo occhio - creas.
SUL TRONCO Sthapani: polmoni, app. respi- II Chakra sacrale - Basti: me-
Il massaggio sui punti marma ratorio, mente, nervi, colon, tabolismo idrico, sistema urina-
del tronco anteriore stimola e cuore, ossa. rio, gonadi, gh. pituitaria.
attiva gli organi della cavità to- V Chakra del collo - Nila e I Chakra della base - Guda:
racica e addominale. Indicato Manya: sangue, fegato, tiroide. app. ripr. e urinario, obesità,
in caso di stipsi, disordini me- IV Chakra centro del cuore prostata, app. escretorio.
struali, e gastroenterici. Rila-
scia i blocchi emotivi e sessua-
li. Ha un buon effetto sul ADHIPATI
circolo e sul respiro.
Il massaggio sui punti marma UTKSHEPA STAPHANI UTKSHEPA
del tronco posteriore sblocca le
VIDHURA VIDHURA
tensioni neuromuscolari ren-
dendo il corpo e la mente più
flessibili e aiuta a conservare la
giovinezza. L’azione equili-
brante del massaggio sulla co- NILA E MANYA
lonna vertebrale, per effetto
della correlazione vertebra/
funzione dell’organo, migliora
lo stato di funzionalità anche URVI URVI

degli organi interni. HRIDAYA


I marma delle braccia - Il
massaggio sui punti marma del-
le braccia lenisce il dolore, le ANI ANI
tensioni e la rigidità delle spal-
le, delle braccia, delle vertebre
cervicali. Rilassa il corpo, eli-
INDRABASTI INDRABASTI
minando la fatica.
NABI
SULLE GAMBE E SUI PIEDI
Il massaggio sui punti marma BASTI
delle gambe e dei piedi calma GUDA
il sistema nervoso migliora la
funzione di reni e vescica, fa-
vorisce il linfodrenaggio e la
circolazione sanguigna. Favo-
risce il sonno e in complesso
aumenta l’energia e lo stato di
rilassamento.

71

066-079 I punti marma_CORR.indd 71 16/12/19 14:57


Il trattamento dei punti marma
Gocce di benessere

IL MASSAGGIO CONTRO I DISTURBI


N ell’Ayurveda sono in uso
altre forme di massaggio/
oleazione con indicazioni parti-
colari per alcuni disturbi come
il ringiovanimento del sistema
nervoso centrale e autonomo
(Pizhichil), disturbi articolari,
circolatori, digestivi, metabolici
(Pindasweda); disturbi cerebrali
e dei sensi, della pelle, del collo
e del capo (Shirodhara); paralisi,
disturbi del sonno, catarri sinu-
sali, cefalea (Shirobasti).

PIZHICHIL: EQUILIBRA
IL SISTEMA NERVOSO
Questa terapia è una delle più
importanti per il trattamento dei
disturbi Vata. È indicato anche
in caso di artrite, rigidità artico-
lare, spasmi e in generale per
ringiovanire l’organismo. Ecco
cosa occorre per praticarlo.
• Olio medicato
• Tavolo Dhara
• 2 teli di cotone di 50 cm2
• 2 recipienti
• 2 o più operatori
• Bagno di acqua calda

Si fa sedere la persona sul tavo-


lo e si esegue abyangam con
olio medicato. Si lega un telo
intorno alla fronte per evitare
che l’olio coli sul viso. due o più operatori che osser- riscaldato. Al termine del trat-
L’olio medicato viene riscalda- vano una velocità di flusso me- tamento della durata di circa 50
to in un recipiente a bagno ma- dio, e un altezza di caduta mo- minuti, si effettua un leggero
ria e non appena raggiunge la derata. Si ripete la procedura in massaggio e si elimina l’olio in
temperatura voluta viene versa- tutte sette le posizioni indicate eccesso a cui seguirà una
to in un secondo recipiente. Si per l’abyangam. mezz’ora di riposo prima di
imbevono i teli nell’olio riscal- L’olio che cola sulla tavola vie- fare un bagno o una doccia. La
dato e quindi strizzati a mano ne raccolto e riusato sul cliente durata del massaggio può esse-
su entrambi i lati del corpo da dopo essere stato nuovamente re anche di 1 ora.

72

066-079 I punti marma_CORR.indd 72 16/12/19 14:57


SASTIKA PINDA SWEDA,
IL TRATTAMENTO DEPURATIVO
Q uesta procedura consiste
nel far sudare tutto il cor-
po o una parte specifica tramite
particolarmente indicata nell’i-
pertensione, diabete, malattie
della pelle e neuromuscolari.
plicazione dei tamponi. En-
trambi i lati del corpo vengono
massaggiati simultaneamente
l’applicazione esterna di piante Rafforza l’intero corpo, lo rin- con i tamponi. Va posta atten-
medicinali o impiastri medici- vigorisce e lo rende ben model- zione all’uniformità della tem-
nali avvolte in un telo.Viene lato. I sensi vengono affinati e peratura e della pressione su
anche usato nel tradizionale il processo d’invecchiamento tutte le parti del corpo. I tam-
Panchakarma. Esistono due tipi viene rallentato. Ti servono i poni devono essere sempre cal-
di Pinda Sweda a secondo che seguenti elementi. di. La direzione dei movimenti
venga utilizzato riso cotto (sa- • Decotto di Sida Cordifolia deve essere sempre verso il
stika pinda sweda) o foglie di • Riso 200 gr basso. Il trattamento viene in-
piante medicinali (patra potali • Latte di mucca 1 Lt. terrotto non appena il cliente
sweda). Il trattamento è utiliz- • 4 pezzi di stoffa di 50 cm2 inizia a sudare.
zato principalmente per le ma- • 4 cordoncini Alla fine del trattamento i sac-
lattie di Vata e Pitta. Rende il • Recipiente per la preparazione chetti vengono aperti il conte-
corpo elastico, scioglie gli in- del decotto e del riso nuto sparso e massaggiato per
dolenzimenti e i gonfiori dalle • Tavolo 5’ su tutto il corpo.
giunture. Rimuove i blocchi • 2 operatori Testa e corpo, dopo essere stati
energetici, migliora le condi- ripuliti, vengono unti con oli
zioni cardiocircolatorie, il me- Come si fa - Il riso cotto viene appropriati al disturbo dei do-
tabolismo, la digestione e il suddiviso in 4 parti uguali e sha. Segue un bagno tiepido.
recupero delle forze fisiche. messo in un telo di cotone. Le Poi la persona rimane coricata
Previene l’eccesso di sonno e estremità del telo vengono le- per circa un’ora coperta, protet-
contemporaneamente promuo- gate insieme con un cordoncino ta dai rumori, dal caldo ecces-
ve il sonno profondo. fino a formare una palla. sivo, in penombra, abbando-
La persona che si sottopone a nandosi a uno stato meditativo.
Rallenta il processo di invec- questo trattamento deve essere Solo dopo un’ora è concesso un
chiamento - Questa terapia è spalmata di olio prima dell’ap- pasto leggero.

73

066-079 I punti marma_CORR.indd 73 16/12/19 14:57


Il trattamento dei punti marma
Gocce di benessere

SHIRO DHARA, IL RITUALE “DIVINO”


CON L’OLIO MEDICATO
È una tecnica in cui gli oli me-
dicati, il latte o altro, vengo-
no versati con flusso continuo
sulla testa e particolarmente sul-
la fronte. Si tratta di uno specia-
le metodo di trattamento per le
malattie del sistema nervoso e
una varietà di disturbi dell’umo-
re. “Shiro” significa testa “Dha-
ra” significa contenitore da cui
fluisce qualche sostanza. È una
delle terapie più “ divine” e ri-
lassanti che si possano speri-

La funzione
IL RECIPIENTE mentare. Le persone che escono viene fatta sdraiare supina con
da questa terapia hanno un’e- la testa leggermente sollevata da
DHARA spressione raggiante e pare ab- un cuscino, gli occhi sono pro-
Dhara è un recipiente biano molti anni in meno, gli tetti da una fascia di cotone le-
di terracotta o rame occhi risultano più luminosi e le gata attorno al capo.
della capacità di circa labbra atteggiano spontanea- Il liquido scelto viene riscaldato
2 litri e mezzo con un mente a un sereno sorriso. a bagno maria versato nel reci-
piccolo foro centrale Shiro Dhara con olio si usa per piente Dhara e lasciato colare
attraverso il quale mal di testa cronici, emiplegia, con un leggero moto ondulatorio
viene fatto passare paralisi facciale, depressione, sulla parte superiore della fronte
uno stoppino di fili di insonnia e iperinsonnia. nel senso della lunghezza. Il re-
cotone fermato poi Shiro Dhara con Latte si usa per cipiente viene continuamente
con un nodo sul fondo malattie mentali, ansia, collera, ricolmato riutilizzando l’olio di
del vaso. insonnia, nervosismo. scolo e riscaldandolo ulterior-
Il tutto viene appeso a Per realizzarlo occorrono i se- mente. Durata del trattamento
una corda ben guenti ingredienti. dai 30 ai 50 minuti. Alla fine la
ancorata al soffitto in • Olio medicato o latte testa viene detersa delicatamen-
modo tale da avere • Recipiente Dhara te con un telo asciutto. Segue un
l’estremità dello • Tavola Dhara riposo da 10/15 minuti e poi un
stoppino a circa 3 dita • Bagno d’acqua bagno. L’ora migliore per il trat-
dalla fronte del cliente • 2 operatori tamento è il mattino presto o
in posizione supina. Si sottopone la persona prima ad tardo pomeriggio; la stagione la
abyangam con oli medicati e poi primavera o l’estate.

74

066-079 I punti marma_CORR.indd 74 16/12/19 14:57


SHIRO BASTI, L’UNGUENTO
CALDO CHE FA SPARIRE
LA CEFALEA
È una forma diversa dallo Shi-
ro Dhara di applicazione di
olio sul capo. Questo metodo LA SCELTA DELL’OLIO
consente alla testa di rimanere Gli oli per la testa variano a seconda dell’obiettivo
per un tempo anche lungo im- e della persona da trattare.
mersa nell’olio. Capelli secchi: olio di sesamo e di cocco.
Indicato in caso di paralisi fac- Dolori alle orecchie: olio di senape.
ciali, insonnia, secchezza della Eccesso di Vata: olio di sesamo, sandalo,
bocca e del naso, cataratta, cefa- ashwaganda.
lea e altre malattie del capo. Eccesso di Pitta: olio di cocco, di girasole, di Brahmi.
Inoltre previene e arresta la ca- Eccesso di Kapha: olio di senape.
duta dei capelli, migliora la me- Donne tra 40 e 50 anni: olio di semi di sesamo neri
moria, rinforza le radici dei ca- e germe di grano e di mandorla.
pelli rendendoli morbidi e Donne oltre i 50 anni: olio di semi di semi di sesamo
splendenti, cura i problemi degli nero, cocco, germe di grano, sandalo.
occhi e dei seni facciali. Per giovani sposi: olio di cocco, gelsomino, germe
Shiro basti equilibra gli aspetti di grano, mandorla.
dell’aria e dell’acqua tra il cer- Per tutti: olio di sesamo, di brahmi, di amalaki.
vello e la scatola cranica.
In alcuni casi Vata può essere
aggravato da un trattamento pro-
lungato. In questi casi è utile far
seguire un massaggio con olio
caldo e un bagno medicato.
Per basti si intende un conteni-
tore che riempito della miscela
di oli indicati viene collocato sul
capo. Può essere fatto di una
plastica flessibile, l’altezza è di
circa 20 cm mentre la sua cir-
conferenza è quella della testa
del cliente.
Viene posizionato sul capo e fis-
sato con foglia di banana o paste
erbalizzate. La durata di perma-
nenza sul capo è variabile e va
da mezz’ora fino anche a 1 ora
e mezza. Può essere ripetuto
giornalmente per un periodo di
tre, cinque e sette giorni.

75

066-079 I punti marma_CORR.indd 75 16/12/19 14:57


Il trattamento dei punti marma
Gocce di benessere

GLI OLI DELLA


TRADIZIONE
ayurvedica
BISOGNA SCEGLIERE L’OLIO
PIÙ ADATTO PER CIASCUNA
TIPOLOGIA, IN BASE ALL’EFFETTO
CHE SI DESIDERA OTTENERE
DAL MASSAGGIO. ECCO LA GUIDA
PRATICA PER NON SBAGLIARE

L’
Ayurveda fa un grande Withania Somnifera - È parti- Heracleum wallichi, Prunus
uso dell’olio, con colarmente indicato per tratta- puddum, Santalum album,
molta abbondanza, menti di tipo Vata. Utilizzalo Cyperu rotundus, Emblica offi-
per detergere, nutrire, sia per il massaggio alla testa cinalis, Terminalia belerica,
rilassare, apportare al corpo so- che del corpo. Aumenta la forza Terminalia chebula, Elettaria
stanze medicinali e trattare vari fisica e migliora la qualità del cardamomum, Solanum melon-
tipi di condizioni diverse. riposo, rinforza i nervi, nutre il gen, Solanum indicum, Rubia
corpo ed è un ottimo ringiova- cordifolia, Vitis vinifera, Bo-
UNGUENTO VATA nente. Aiuta a curare i segni erhaavia diffusa, Glycyrrhiza
Il massaggio con olio di tipo della pelle. glabra, Jasminum officinalis,
Vata restituisce umidità alla Aiuta a ridurre dosha Vata. Withania somnifera.
pelle, lenisce i nervi, rinforza Contiene: Sesamum indicum,
corpo e ossa, nutre i tessuti, OLIO PITTA
apre i pori della pelle in modo Lenitivo e rinfrescante per pel-
da espellere le tossine dal cor- L’olio lubrifica, li delicate, normali, sensibili,
po. Ha proprietà emollienti e calde, con capillari visibili, di
lenitive ed è adatto per pelli liscia, idrata e spessore medio, rende la pelle
normali e secche, disidratate e calma il corpo e i idratata e compatta. Le costitu-
atone, fredde, poco elastiche, zioni Pitta presentano spesso
sottili delicate e con tendenza sensi. In sanscrito pelle arrossata con eccessiva
alla formazione di rughe, quin- dilatazione dei capillari che
di in particolar modo per pelli si dice “snena”, possono essere soggetti a rottu-
non più giovani. Nutre la pelle che è sinonimo re. Sono predisposte al prurito,
e la rende idratata e compatta. infiammazioni, eruzioni cuta-
Ashwaganda Taila - Olio di di amore nee, foruncoli, couperose e a

76

066-079 I punti marma_CORR.indd 76 17/12/19 15:44


Si raccomanda sempre di agitare bene gli oli prima dell’uso perché alcuni oli da massaggio
possono diventare densi a causa della temperatura esterna. Tutti gli oli devono essere
riscaldati a una temperatura di 40 gradi prima di essere utilizzati.

I profumi per arricchirli

LE ESSENZE PER I DOSHA


Gli oli essenziali indicati per il riequilibrio dei dosha sono
applicati sui punti Marma relativi al dosha. Gli oli non
vanno applicati direttamente sulla pelle ma veicolati con
oli base: olio di sesamo per Vata, olio di cocco per Pitta,
olio di senape per Kapha. Il principale Marma per Vata è
situato in corrispondenza del terzo occhio, per Pitta al
centro del petto sul Chakra del cuore, per Kapha tra
l’ombelico e la sinfisi pubica. L’olio va applicato su questi
punti con un massaggio circolare di sfioramento eseguito
in senso orario per 35 volte.
problemi circolatori.
Applicare questo olio sul corpo
ha effetto rinfrescante ed emol-
liente e inoltre riequilibra l’ec-
cesso di Pitta.

VATA PITTA KAPHA


SANDALO SANDALO
ROSA ROSA
GELSOMINO GELSOMINO
GIGLIO LEMONGRASS
VANIGLIA GARDENIA
LAVANDA GERANIO PATCHOULI
PER I TIPI KAPHA PATCHOULI SANDALO
Lenitivo, stimolante, drenante, BASILICO BASILICO
è adatto a pelli grasse, oleose,
INCENSO INCENSO
seriche, fredde, pallide, gonfie,
poco vitali, spesse, e per tutte MIRRA MIRRA
quelle che presentano un’ecces- CEDRO CEDRO
siva secrezione sebacea con SALVIA SALVIA
brufoli e foruncoli. È utile nel MUSCHIO MUSCHIO
ridurre l’eccesso di Kapha.
Kapha tende a trattenere acqua. LOTO LOTO
Questo olio attraverso il mas- EUCALIPTO EUCALIPTO
saggio aiuta a rimuovere la ri- CANNELLA CANNELLA
tenzione idrica.

77

066-079 I punti marma_CORR.indd 77 16/12/19 14:57


Il trattamento dei punti marma
Gocce di benessere

L’UNGUENTO DI LIQUIRIZIA
E GLI ALTRI PREPARATI
L a liquirizia, o Glycyrrhiza
Glabra, è uno degli ingre-
dienti dell’olio indicato per
Utilizzalo sia per il massaggio
della testa che del corpo.
Il trattamento aumenta la forza
DHANWANTHARAM
TAILA, IDEALE
IN GRAVIDANZA
Vata. Utilizzato per il massag- fisica, sviluppa la muscolatura, Particolarmente indicato per i
gio del capo e per lo Shirodha- può aiutare a contrastare i disa- trattamenti di Panchakrma, Shi-
ra, per trattamento otoiatrico. gi del dosha Vata. Riduce dosha robasti Shirodhra e Pizhichilli.
Può essere applicato sul capo, Vata. Questo olio contiene: Si utilizza sia per la testa che
nel naso, nelle orecchie o con Aqua, Sesamum indicum, Ae- per il corpo. Utile per tutti i tipi
gargarismi unito a olio di sesa- gle marmelos, Mukia scabrella, di disturbi nervosi, dolore fisi-
mo. Contiene: Aqua, Acacia Cephalandra indica, Sida cor- co, coliche ginecologiche. Uti-
arabica, Acacia catechu, Sesa- difolia, Boerhaavia diffusa, lizzato per le donne in gravi-
mum indicum, Canphora, Cin- Azima tetracantha, Elettaria danza e anziani per alleviare il
namonum, Mirystica fragrans, cardamomum, Cuminum cymi- dolore e l’intorpidimento.
Eugenia caryophyllus,Illicium num, Glycyrrhiza glabra, My- Contiene: Aqua, Sida retusa,
verum, Rubia cordifolia, ristica fragans. Lac, Sesamum indicum, Hor-
Glycyrrhiza glabra, Curcuma
longa, Coleus barbatus.

BALA TAILA, L’OLIO PINDA TAILA,


RINVIGORENTE PER CHI SUDA TROPPO
Delicato olio da massaggio con
una forte azione ringiovanente Per pelli con sensazione di calore e con tendenza a
a base di Olio di Sida Cordifo- un’eccessiva sudorazione, arrossate; ha un effetto
lia. Ottimo per le costituzioni lenitivo e calmante per la pelle. Indicato per dolori
fisiche più esili, migliora l’a- causati da traumi. Riduce dosha Pitta.
spetto della pelle.

78

066-079 I punti marma_CORR.indd 78 16/12/19 14:57


Shasthika Taila

deum vulgare, Zizyphus jujuba,


Therminalia, Belerica, Termi-
nalia chebula, Withania somni-
fera, Elettaria, Cardamomum,
Anethum sowa, Emblica offici-
nalis, Phseolus trilobus, Santa-
lum album, Ipomaea panicola-
t a , Tr i g o n e l l a , F o e n u m
graecum, Cedrus deodara, Aco-
rus calamus, Aquilarea, Agal-
locha, Valeriana, Wallichii.

KARPOORADI TAILA,
ALLEVIA IL DOLORE
ARTICOLARE L’ALLEATO DEGLI ATLETI
Particolarmente indicato per
Shasthika Taila è utile per malattie nervose, dolori
trattamenti Kapha. È un olio
muscolari, intorpidimento, spondilite. Perdita della
alla fragranza di canfora. La
muscolatura dopo ingessatura, miopatia. Adatto ad
sua azione può favorire l’elimi-
atleti che vogliono invigorire la potenza muscolare.
nazione dei blocchi e favorire
Adatto unicamente per il massaggio del corpo.
la circolazione. Allevia il dolo-
re e le infiammazioni articolari.
Aiuta a curare asma, polmonite,
pleurite solo per il massaggio MANANRAYANA TAILA, KAYATHIRUMENI TAILA,
del corpo. Riduce dosha Kapha STIMOLA CONTRO IL MAL DI TESTA
LA CIRCOLAZIONE Indicato per trattamenti Vata.
e Vata. Contiene: Aqua, Cocos
Questo olio grazie alle sue pro- Utile in caso di mal di testa cau-
lucifera, Apium graveolens,
prietà può favorire la circola- sati da infiammazioni provoca-
Canphora, Cinnamomum.
zione sanguigna. È indicato in te da cadute o da lesioni ester-
KSHEERABALA TAILA casi di stanchezza e di dolori ne. Utile sia per il massaggio
PREVIENE LE INFLUENZE del corpo, per la debolezza mu- del corpo che della testa.
Particolarmente indicato per scolare. Dà forza e vigore. Tale olio può essere adatto an-
dosha Pitta. Ottimo tonico. È È una delle formulazione di oli che per Shirodhara e Pizhichil-
utile per massaggi alla testa e al del Kerala più famose a base di li. Riduce dosha Vata.
corpo. Ha proprietà antiossi- alte concentrazioni di piante
danti, ringiovanisce il corpo e ayurvediche, ne contiene ben
la pelle e può migliorare il si- 47. È un olio cosiddetto Sha-
stema immunitario. Ottimo per stroka creato secondo l’antica
massaggi prima e dopo la gra- formula menzionata nel “Bhai-
vidanza. Riduce le vertigini il shajyaRatnavali”.
mal di testa, allevia il dolore di
tipo bruciante, la nevralgia tri-
geminale e quella posterpetica.
Ottimo per la salute in genere.
Riduce dosha Pitta e Vata. Con-
tiene: Lac, Aqua, Sida retus,
Sesamum indicum.
79

066-079 I punti marma_CORR.indd 79 16/12/19 14:57


LA DIETA
DELL’ARMONIA
PRIMA ANCORA DI CONOSCERE LE PROPRIETÀ
NUTRIZIONALI DEGLI ALIMENTI, IL PENSIERO
AYURVEDICO HA CREATO UNA VERA E PROPRIA
SCIENZA DEI SAPORI, DA UTILIZZARE PER PRESERVARE
LA SALUTE, MA ANCHE COME PRIMA ARMA
PER COMBATTERE TUTTI I DISTURBI.
ANDIAMO A SCOPRIRLA, PER INIZIARE SUBITO
A NUTRIRCI UN PO’ MEGLIO E IN ARMONIA
CON LA NOSTRA COSTITUZIONE INDIVIDUALE

82 Rispetta la tua Natura,


anche a tavola

92 Ayurveda è la nuova ricetta


per dimagrire davvero

080-093 La dieta dell'armonia_CORR.indd 80 16/12/19 15:24


080-093 La dieta dell'armonia_CORR.indd 81 16/12/19 15:24
La dieta dell’armonia
Curarsi con i sapori

Rispetta la tua Natura,


ANCHE A TAVOLA
NELLA TRADIZIONE INDIANA, COME NELLE ANTICHE MEDICINE GRECA
E CINESE, LE PROPRIETÀ DEGLI ALIMENTI DIPENDONO DAL LORO SAPORE,
DALLA TEMPERATURA E DALLA CAPACITÀ DI IDRATARE O DI ASCIUGARE

L
a dieta è la variabile che conservare la salute. Gli esper- gior parte delle malattie si può
più di ogni altra influen- ti delle antiche medicine di un ricondurre a una dieta scorretta,
za il nostro stato di salu- tempo sapevano benissimo che e un’alimentazione appropriata
te ed è fondamentale per ogni disturbo ha la sua dieta è considerata indispensabile per
mantenere l’organismo in uno specifica, raccomandata per conservare salute e longevità.
stato di equilibrio e di benesse- guarire prima e meglio.
re. Oggi è noto ciò che l’Ayur- Al giorno d’oggi, però, questa CON IL CIBO CI SI CURA
veda conosce e prescrive da percezione è estranea alla men- OGNI GIORNO
millenni: che un’alimentazione talità collettiva, che preferisce Il modo di alimentarsi condi-
quotidiana sana, e perfino alcu- cercare nei farmaci soluzioni ziona fortemente l’equilibrio di
ni periodi di digiuno, sono es- veloci, lasciando intatto lo stile una persona. Farlo male, velo-
senziali per regolare gli squili- di vita che ha provocato il ma- cemente o stressandosi peggio-
bri del corpo, vivere a lungo e lessere. Nell’Ayurveda, la mag- ra qualsiasi disturbo, e ne crea
certamente altri. Ogni cibo, poi,
oltre ai componenti che ci fan-
no da “carburante” possiede
LA DIETA GIUSTA DIPENDE anche un’energia più sottile che
influenza profondamente anche
DALLA TUA COSTITUZIONE il nostro equilibrio, e abitudini
Nella tradizione ayurvedica, una buona sbagliate alterano in modo pa-
alimentazione tiene in considerazione in tologico la nostra natura indivi-
particolar modo i seguenti fattori: duale. Ecco perché la dieta è
• la costituzione individuale; uno dei primi aspetti su cui è
• le caratteristiche della persona (età, mente, opportuno intervenire, secondo
emozioni…); la visione ayurvedica. Se non ci
• la qualità intrinseca del cibo; si alimenta bene è difficile rag-
• la modalità di preparazione e lo stato emotivo di giungere uno stato di benessere.
chi l’ha preparato;
• le associazioni tra gli alimenti e le quantità; NON BASTA MANGIARE
• il clima, la stagione e il momento della giornata; PER NUTRIRSI
• le regole associate all’alimentazione. Molti dei malesseri più comuni
derivano proprio dalla tendenza
a nutrirsi male, e troppo: ecco

82

080-093 La dieta dell'armonia_CORR.indd 82 16/12/19 15:24


Com’è la tua dieta?
FAI LA 1. Colazione 2. Colazione 3. Colazione
........................................ ........................................ ........................................
PROVA QUI ........................................ ........................................ ........................................
Prima di iniziare a ........................................ ........................................ ........................................
leggere, ti Pranzo Pranzo Pranzo
proponiamo un ........................................ ........................................ ........................................
veloce esame della ........................................ ........................................ ........................................
tua alimentazione ........................................ ........................................ ........................................
quotidiana. elenca Cena Cena Cena
qui ciò che hai ........................................ ........................................ ........................................
mangiato negli ........................................ ........................................ ........................................
ultimi tre giorni. Poi ........................................ ........................................ ........................................
volta pagina… e Spuntini Spuntini Spuntini
scopri se ti nutri ........................................ ........................................ ........................................
bene, in rapporto ........................................ ........................................ ........................................
alla tua costituzione. ........................................ ........................................ ........................................

perché tanti individui, pur man-


giando a sufficienza, soffrono
di carenze e addirittura di mal-
nutrizione, che è all’origine di
molte malattie. Il primo passo,
allora, è acquisire la consape- Nutrirsi
volezza di come ci nutriamo.
La scelta degli alimenti è cru- è un’esperienza
ciale, e va fatta con cura, predi-
ligendo quelli che provengono
sensoriale,
da ambienti non inquinati, me- un’interazione
glio se dalla propria terra d’o-
rigine, optando sempre per l’ac- viva con le
quisto di materie prime integre
(ossia grani, farine, frutta, ver-
energie sottili
dura, legumi…) con cui cuci- della natura
nare i piatti da sé, cercando,
mentre lo si fa, di mantenere
uno stato di armonia.

83

080-093 La dieta dell'armonia_CORR.indd 83 16/12/19 15:24


La dieta dell’armonia
Curarsi con i sapori

I seI gustI (Rasa) della salute


«A differenza della dieteti-
ca occidentale, l’Ayur-
veda non considera la compo-
sizione chimica degli alimenti,
ma li qualifica in base a sei
sapori: dolce, acido, salato,
astringente, amaro, piccante,
qualità che influenzano le ri-
spettive energie, facendole au-
mentare o inibendole.
Importanti anche le proprietà
fisiche di ogni cibo (pesante o
leggero, oleoso o secco). Gli
alimenti acidi, salati e piccanti
sono sempre “caldi”; quelli dol-
ci, amari e astringenti sono
sempre “freddi”.

La dieta quotidiana deve tener Vata e Pitta, aumenta Kapha.


Da sapere conto dell’assetto doshico, del-
le emozioni, dell’età della per-
Si trova in: cereali, latte e latti-
cini, frutta dolce, verdura cotta,
sona; poi ovviamente della qua- zucchero e dolci.
lità intrinseca del cibo, delle Se nella dieta è in eccesso: so-
L’EFFETTO modalità di preparazione, delle vrappeso, difficoltà respirato-
SUI DOSHA quantità e delle associazioni. rie, eccesso di muco, tosse.
Infine, non vanno sottovalutati
Pesantezza e il clima, la stagione, le ore del- ACIDO
untuosità la giornata; l’atto del nutrirsi È formato dagli elementi
diminuiscono Vata e deve avvenire con calma, senza fuoco e terra, ha un’azione
Pitta, ma aumentano stress e in uno stato di presenza stimolante sul fuoco digestivo
Kapha. leggerezza e mentale», spiega Romeo Com- e toglie gli eccessi d’aria
asciuttezza postella, medico esperto in me- accumulati nell’apparato
diminuiscono Kapha dicina ayurvedica. digerente.
e aumentano Vata e Si trova in: frutti aspri come
Pitta. Il calore DOLCE limone, arancia, ananas, frutto
diminuisce Vata e Si trova nei cibi in cui predo- della passione, ciliegia e susina;
Kapha, ma aumenta minano gli elementi terra e ac- prodotti acidi del latte (yogurt,
Pitta. La freddezza qua. Ha un effetto calmante sui panna) sostanze fermentate
diminuisce Pitta, sensi e sulla mente, favorisce la (vino, aceto, salsa di soia…).
ma aumenta Vata crescita dei tessuti, della pelle Se in eccesso: rende assetati,
e Kapha. e dei capelli. Nutre, ringiovani- indebolisce i denti e il tessuto
sce e ammorbidisce. Riduce muscolare.

84

080-093 La dieta dell'armonia_CORR.indd 84 16/12/19 15:24


I cibi sono odori,
SALATO AMARO
colori e sapori che
I suoi elementi sono acqua e Aria ed etere sono i suoi ele-
producono effetti
fuoco; riduce la salivazione, la menti. Questo sapore favorisce
diversi nel corpo,
rigidità, ha un effetto sedativo il recupero del senso del gusto
e non dovrebbero
e ripulisce i canali del corpo. e ha un effetto sfiammante;
essere scelti solo in
Si trova in: sale e cibo al quale inoltre migliora la pelle, nutre
base alla predilezione
è stato aggiunto sale. il fuoco digestivo, è antinfiam-
gustativa, perché
Se in eccesso: stimola la sete, matorio, detox e antibatterico.
ogni costituzione ha i
crea ristagni, genera un eccesso Ha il potere di aumentare Vata
suoi alimenti alleati e
di acidità e può deteriorare an- e diminuire Pitta e Kapha.
quelli nemici.
che la dentatura. Si trova in: olive, pompelmo,
cacao, cicoria, cetriolo amaro,
PICCANTE spinaci, cavolo verde, cavoletti
È composto dall’unione di aria di Bruxelles.
e fuoco, ha un effetto sgonfian- Se in eccesso: riduce la forza e
te, riduce il grasso, il prurito e rovina i tessuti del corpo.
migliora la condizione della
pelle. Disinfetta il cavo orale. ASTRINGENTE
Ha l’effetto di accrescere Pitta I suoi elementi sono la terra e
e Vata e di diminuire Kapha. l’aria; questo sapore ha l’effet-
Si trova in: spezie come pepe- to di purificare il sangue, favo-
roncino, pepe nero, mostarda, rire la digestione.
zenzero, cumino, chiodi di ga- Questo sapore stimola l’elimi-
rofano, cardamomo, aglio, ani- nazione delle tossine e promuo-
ce, cannella, curcuma, timo, ve anche il superamento dei
origano e menta. disturbi intestinali.
Se in eccesso: limita le lubrifi- Si trova in: curcuma, miele,
cazione delle articolazioni, di- noci, nocciole, legumi, verdura
minuisce il latte materno, il cruda, melagrana, bacche e
seme e il grasso. frutti acerbi, mele.

85

080-093 La dieta dell'armonia_CORR.indd 85 16/12/19 15:24


La dieta dell’armonia
Curarsi con i sapori

VATA HA BISOGNO DI DOLCEZZA


E DI CIBI RICCHI E INVITANTI
V ata ha a che fare col sistema
neurovegetativo, Pitta con
quello digestivo e ormonale,
non siamo tutti uguali, anzi, ogni
organismo, per funzionare bene
sul piano psicofisico, ha neces-
COSA PORTARE A TAVOLA
Sono adatti i cibi dolci, oleosi,
acidi e salati, meglio se caldi, da
Kapha con quello immunitario. sità molto differenti! L’alimen- assumere a orari regolari.
«Oggi anche la nostra medicina tazione da supermercato, stan- Ecco gli alimenti indicati per
scientifica riconosce in queste le dard per tutti, non può quindi questo dosha.
tre “colonne portanti” della vita, che farci male… Se oggi la Frutta: banana, cocco, mela,
che regolano il funzionamento scienza si è specializzata nel fichi, pompelmo, uva, mango,
dell’intera esistenza, e che trattare le malattie, lo scopo del- melone dolce, papaya, pesche,
all’Ayurveda sono note da mil- le le più antiche medicine era ananas, prugne, bacche, ciliegie,
lenni», suggerisce Romeo Com- invece quello di curare la salute; da assumere a digiuno.
postella. Questa dieta antichis- infatti Ayurveda, che vuol dire Verdura: ortaggi cotti, aspara-
sima, che - lo ricordiamo - ha “scienza della vita”, ci insegna gi, bietole, carote, aglio, cipolle,
più di seimila anni di “anzianità” a rispettare scrupolosamente il patate dolci, ravanelli, zucchine,
- ha un messaggio importante e nostro corpo quando stiamo spinaci e pomodori (gli ultimi
attuale da farci riscoprire: per bene, proprio per evitare che lo due con moderazione).
quanto riguarda l’alimentazione, stato di benessere declini. Cereali: avena, riso e grano.

Aromi curativi

LE SPEZIE CHE LO
RINVIGORISCONO
Per tenere Vata in equilibrio, quando
nella costituzione prevalga questo
dosha, si può usare il seguente mix di
spezie (churna), da impiegare per
esempio sulle verdure a crudo, in
infusione in acqua bollente (oppure tè),
o tostato: 1 cucchiaio di semi di cumino,
1 cucchiaio di curcuma, 1 cucchiaio
di zenzero in polvere, mezzo cucchiaio
di assafetida, mezzo cucchiaio di
sedano selvatico in polvere e una
punta di cucchiaino di semi di fieno
greco. Si macina il tutto con il
minipimer, oppure lo si pesta nel
mortaio, fino a ottenere una polvere.

86

080-093 La dieta dell'armonia_CORR.indd 86 16/12/19 15:24


Vata rappresenta
GLI INTEGRATORI tutto ciò che
PER RICARICARE LE ENERGIE nel corpo
Quando un tipo Vata si sente giù è
perché ha davvero esaurito le riguarda
energie… ecco allora che si può
correre
il movimento.
ai ripari con i rimedi tonici già È pura
indicati a questo tipo, come
ashwagandha, triphala guggul, trasformazione,
Manoli, Capparis e, soprattutto, e gli elementi
il mitico ginseng (da
assumere in compresse corrispondenti
o sotto forma di
infuso).
sono vento
ed etere

Cibi animali: carne bianca di Chi appartiene a questo tipo do- la mente, la musica sinfonica e
pollo o tacchino, uova, pesce e vrebbe concedersi qualche pau- tutte le tecniche di rilassamento.
gamberetti. sa rilassante durante il giorno, Per riportare il dosha Vata in
Legumi: con moderazione, azu- aiutandosi magari con una tisana equilibrio, bisognerebbe anche
chi, lenticchie, soia oppure fa- calda (un’ottima miscela è a evitare di stare svegli fino a tar-
gioli mung. base di fiori di tiglio, fiori di da notte, di fare troppa attività
Condimenti: come dolcificanti, arancio, radice di liquirizia e fisica e, alla sera, di esporsi trop-
zucchero bruno di cocco e come semi di finocchio) o un massag- po a lungo alla luce elettrica.
condimenti tutti i tipi di oli, e gio calmante. Sono ottimi a que- Tutte attività che bisognerebbe
come spezie zenzero, curry, sto scopo anche i bagni caldi e evitare anche in caso di disturbi
pepe nero e peperoncino. le saune, le attività rilassanti per da eccesso di Vata.
Latticini: latte, burro, ricotta,
formaggi magri, ghee.
Norme a tavola: lunghi digiuni
non sono indicati. Bisogna evi-
tare di mangiare in modo veloce
e irregolare, di bere bibite fredde
e gassate, di sedersi a tavola con
la mente piena di pensieri.
Vata in eccesso: si riduce con i
sapori dolci e gli alimenti caldi.

QUANDO È TROPPO,
EQUILIBRALO COSÌ
Per smorzare gli eccessi di Vata,
bisogna “riscaldare” e “rallenta-
re”, ma anche creare un clima
sicuro e accogliente, attorno e
dentro di sé.

87

080-093 La dieta dell'armonia_CORR.indd 87 16/12/19 15:24


La dieta dell’armonia
Curarsi con i sapori

A PITTA SERVE LA FRESCHEZZA


U na nutrizione appropriata
ha quindi un ruolo indi-
spensabile per conservare salute
librato, tutta la salute ne risente.
Uno dei primi obiettivi
dell’Ayurveda è quindi depurare
Frutta: mele, avocado, cocco,
fichi, melone dolce, arance dol-
ci, pere ananas, prugne fresche
e longevità e prevenire la mag- il sistema gastroenterico con ali- e secche, melagrana. Da evitare
gior parte degli squilibri e delle menti adeguati alle caratteristi- la frutta secca.
malattie. «In Medicina Ayurve- che del paziente, affinché assi- Verdura: ortaggi dolci, amari,
dica la dieta è completamente milazione, digestione ed asparagi, cavolo, cetrioli, cavol-
personalizzata e basata su uno evacuazione avvengano corret- fiore, sedano, fagiolini, lattuga,
studio dettagliato della fisiologia tamente», suggerisce Cinzia Pa- piselli, prezzemolo, patate, ger-
e della fisiopatologia individua- nico, medico chirurgo, omeopa- mogli in generale.
le, attraverso alcuni metodi tra- ta e ayurveda. Cereali: orzo, avena cotta, riso
dizionali, come la diagnosi del basmati, riso bianco, frumento.
polso che ci avverte delle fragi- L’ALIMENTAZIONE IDEALE Legumi: tutti a eccezione delle
lità ancora prima che si trasfor- È AMARA E IDRATANTE lenticchie.
mino in malesseri, dandoci la La dieta ideale è costituita da Condimenti: zucchero integra-
possibilità di risanarle in tempo. alimenti dal gusto dolce, astrin- le (evitare il miele), e come con-
L’alimentazione ha un ruolo gente e amaro, con cibi freschi dimenti sono da evitare le spezie
davvero cruciale in questo siste- in estate e caldi in inverno. Ecco tranne coriandolo, cannella, car-
ma, perché se l’alvo non è equi- i più indicati. damomo, finocchio e curcuma,

Se il tuo dosha
dominante
è Pitta, evita
di consumare
in eccesso
bevande come
la cola, il caffè
e il tè nero e
ricordati di
idratarti spesso e
abbondantemente

88

080-093 La dieta dell'armonia_CORR.indd 88 16/12/19 15:24


Quando il “fuoco” divampa

PROVA IL CONDIMENTO
ALLA MENTA
Per preparare un condimento rinfrescante, ottimo
su verdure samosa e altre pietanze indiane, ma
anche nostrane, ideale per rinfrescare le nature in
cui domina Pitta, ti serve una tazza di foglie di
menta fresca, una tazza di foglie di coriandolo, una
tazza di cocco grattugiato, un cucchiaino di
zucchero di canna, un cucchiaio di curcuma, un
cucchiaio di assafetida, un cucchiaio di semi di
senape, 2 cucchiai di olio vegetale, 2 peperoncini
verdi, un cucchiaio di succo di limone. trita le foglie
di menta e di coriandolo, i peperoncini verdi e il
cocco; condisci con sale, zucchero e succo di
limone. Fai saltare nell’olio l’assafetida, la senape e la
curcuma e unisci il mix prima preparato.

ma in quantità ridotte. Sì a olio L’INFUSO SPEZIATO


di cocco, di oliva, di girasole PERFETTO PER TE
oppure di soia. Il churna, ossia il misto di spe- AYURVEDA
Alimenti animali: carne bianca zie, ideale per Pitta è costituito E CUCINA
di pollo, tacchino o coniglio, al- dal mix seguente, che si può
bume d’uovo, gamberetti. preparare a casa, pestando gli MEDITERRANEA
Latticini: burro non salato, ri- ingredienti in un mortaio. Quel sfatiamo un mito: quella
cotta, latte, ghee. che occorre è: 1 cucchiaio di ayurvedica non è una cucina
Da evitare: sottaceti, ketchup, coriandolo, 1 cucchiaio di cumi- necessariamente indiana, ma
cibi in scatola, carne rossa, be- no, 1 cucchiaio di finocchio, 1 si può mettere in pratica
vande gassate o alcoliche, cere- cucchiaio di zafferano, un cuc- utilizzando cibi e
ali, alimenti salati, acidi ma an- chiaio di curcuma e 1 cucchiaio preparazioni appartenenti
che piccanti. di zenzero. a tradizioni culinarie anche
Norme a tavola: non digiunare La mistura si può spargere sulle molto diverse. ecco perché
troppo a lungo, assicurarsi di pietanze, cotte o crude, oppure possiamo benissimo
bere un adeguato quantitativo di sciogliere in acqua calda, da mangiare all’italiana,
liquidi, e non sedersi a tavola in bere in infusione. componendo però i pasti
preda a timori o rabbia. secondo i suggerimenti
Pitta in eccesso: si equilibra con ayurvedici, che prevedono
un’alimentazione che predilige un’alimentazione
sapori dolce, astringente e ama- individualizzata, rispettosa
ro. È importante anche rinfre- nelle nostra costituzione.
scare e idratare il corpo, che Per iniziare ad ascoltarsi e ad
tende a surriscaldarsi, soprattut- agire per il proprio equilibrio.
to in estate (ma non solo).

89

080-093 La dieta dell'armonia_CORR.indd 89 16/12/19 15:24


La dieta dell’armonia
Curarsi con i sapori

ECCO COME ASCIUGARE KAPHA


L’ alimentazione ideale per
questo tipo ha una predomi-
nanza di sapori piccanti, astrin-
da cucinare in modo leggero e
da pasti non troppo abbondanti.
Ecco gli alimenti indicati.
Verdura: quelle pungenti e
amare; bietole, cavolo, carote,
cavolfiore, sedano, melanzane,
genti e amari, con periodi ricor- Frutta: mele, albicocche, bac- aglio, lattuga, funghi, cipolle,
renti di digiuno controllato. che, ciliegie, fichi secchi, man- prezzemolo, piselli, ravanelli,
Per equilibrare Kapha, le parole go, pesche, pere, uva passa, pru- spinaci, germogli.
d’ordine sono innanzitutto ri- gne secche. Cereali: orzo, granoturco, mi-
scaldare e asciugare. glio, avena secca, riso basmati,
Da evitare, invece, il riposino segale.
dopo i pasti, gli spuntini troppo Per moderare Cibi animali: carne bianca di
frequenti, l’eccesso di cibi dolci, pollo o tacchino, coniglio, fagia-
grassi, di latte e di bevande fred- il dosha servono no, gamberetti, uova con mode-
de e gassate. sapori piccanti, razione.
Legumi: tutti a eccezione dei
LA DIETA INDICATA astringenti fagioli, dei fagioli di soia e delle
L’alimentazione ideale per lenticchie nere.
Kapha è fatta di cibi semplici, e amari Condimenti: per dolcificare

CHURNA PER KAPHA


Il misto di spezie ideale per Kapha si prepara
pestando in un mortaio mezzo cucchiaio
di chiodi di garofano, mezzo cucchiaio
di zafferano, mezzo cucchiaio di cardamomo,
2 cucchiai di zenzero in polvere e 2 cucchiai
di curcuma in polvere. si può conservare
in un barattolo ben chiuso per alcuni mesi
e utilizzare sulle pietanze a crudo, oppure
in infusione in acqua bollente o tè.

90

080-093 La dieta dell'armonia_CORR.indd 90 16/12/19 15:24


Per tutte le costituzioni

ORARI, FRESCHEZZA
E STAGIONALITÀ
«Alcune regole da rispettare sono
universali e valide per tutte le
costituzioni: prediligere cibi freschi e
di stagione, aver cura che l’orario dei
pasti sia regolare e il momento
alimentare privo di stress. Con
l’Ayurveda riscopriamo il piacere di
mettere i nostri bisogni in cima alla
lista delle priorità, adattando le
abitudini alimentari al nostro
bioritmo, e non viceversa!»,
spiega la dottoressa Panico.

solo miele integrale e jaggery. degli scompensi emotivi prodot- saggio secco, il linfodrenaggio
Olio di mandorla, di granoturco ti dalla cattiva digestione. e lo Shiatsu. Bisogna impegnar-
e di girasole in quantità minime. Non si raccomanda però di atte- si in attività coinvolgenti sia
Latticini: poco latte. nersi soltanto agli orari: è fon- mentalmente che fisicamente.
Da evitare: i cibi dolci, acidi e damentale anche riconoscere e
salati, lo yogurt e gli alimenti assecondare il proprio naturale La purificazione delle vie ae-
grassi, l’eccesso di yogurt e di bisogno alimentare. ree - I tipi Kapha dovrebbero
formaggi stagionati, a frutta dol- Il cibo consumato quando non praticare regolarmente lavaggi
ce, le bevande fredde e gassate. si ha fame (per consuetudine nasali per purificare le vie aeree
Norme a tavola: evitare di dor- oppure per fame nervosa), infat- superiori e proteggersi da raf-
mire dopo i pasti e in generale ti, produce Ama, l’accumulo freddori e infiammazioni dei
durante il giorno; di fare pasti tossinico che agisce nel corpo seni paranasali.
frequenti; i lavori troppo seden- come una sorta di “veleno”. Si effettuano con l’apposito
tari e gli ambienti troppo freddi bricco (Neti lota) riempito di
e umidi. LA TISANA soluzione salina isotonica tiepi-
ARMONIZZANTE
da, da acquistare in farmacia.
MAI MANGIARE Per equilibrare gli eccessi di
SENZA APPETITO Kapha, sono ideali le tisane
L’ Udara Agni, il “fuoco digesti- composte da aromi caldi e spe-
vo”, è l’energia che digerisce i ziati, che attivano il metaboli-
cibo e separa i nutrienti dagli smo, favoriscono la digestione
scarti. La sua attività segue un e attenuano i gonfiori, come il
ciclo quotidiano, da rispettare cardamomo, lo zenzero e i chio-
per evitare Ama (una sorta di di di garofano o il pepe nero.
accumulo tossinico), che è la Si possono fare bagni caldi ed
radice della malattia ma anche esercizio fisico; ottimi il mas-

91

080-093 La dieta dell'armonia_CORR.indd 91 16/12/19 15:24


La dieta dell’armonia
Curarsi con i sapori
AYURVEDA
È LA NUOVA RICETTA
PER DIMAGRIRE
L’ Ayurveda attribuisce il so-
vrappeso e l’obesità a uno
squilibrio che può essere dovu-
viduale della persona.
Le pratiche fisiche migliori
sono quelle di semplice esecu-
to a diversi fattori, dai quali zione che non comportano
dipende anche il trattamento l’impegno di attrezzi meccani-
preso in considerazione. ci, e che tra l’altro non sono
In generale - come scrivono R. costose e possono essere segui-
Compostella e D. Arena (Cu- te ed eseguite da chiunque.
rarsi con l’Ayurveda, Riza
PEPE, CURCUMA
Scienze n. 318, novembre E ZENZERO SEMPRE
2014): «Le raccomandazioni NEI TUOI PIATTI
dietetiche consistono nell’assu- Sempre in accordo con la pro-
mere sostanze alimentari leg- pria costituzione individuale, il
gere, riscaldanti e snellenti. Si regime alimentare considerato
prescriverà una dieta in cui vi migliore per perdere peso se-
sia una preponderanza di sapo- condo i principi ayurvedici è a
re piccante e amaro, composta base di riso basmati, orzo op-
da elementi leggeri di fuoco, pure fagioli mung, ossia soia
aria ed etere, in grado di pro- verde e lenticchie rosse.
durre leggerezza nel corpo. Si consiglia di bere acqua tie-
Il sapore dolce deve essere li- pida al naturale. Non ammesso
mitato, in quanto i suoi elemen- l’utilizzo di altri dolcificanti
ti di terra e acqua accrescono la fuorché il miele, in quantità li-
qualità della pesantezza. mitate. Per cucinare, si sugge-
La dieta sarà leggera, senza mai risce di usare olio di sesamo o
praticare il digiuno completo o di senape. Le spezie considera-
adottare un regime alimenta- te più snellenti sono il pepe, la
re troppo rigido, poiché il curcuma e lo zenzero. Gli or-
metabolismo potrebbe taggi migliori sono quelli dal
s u b ir e ulter io r i sapore astringente, amaro e
scompensi. piccante. Andrebbero forte-
la raccomanda- mente limitati, invece, gli ali-
zione è quella menti preparati con farine di
di praticare un frumento, quali pane, pizza,
graduale eserci- focaccia, torte, biscotti, e zuc-
zio fisico, che chero; inoltre, evitare o ridurre
non dovrà mai es- per un certo periodo i latticini
sere troppo faticoso o e gli alimenti non vegetariani
stremante, ma sempre in (cioè le carni). Sconsigliate,
accordo con la forza indi- anche le bevande fredde.
92

080-093 La dieta dell'armonia_CORR.indd 92 16/12/19 15:24


Per trovare l’equilibrio impara
a riconoscere le necessità del tuo corpo
nelle diverse fasi dell’anno
LA DIETA
SECONDO
STAGIONE
Itesti classici dell’Ayurveda
descrivono cinque stagioni:
Vasanta, ossia la primavera, che
va dal 16 marzo al 15 maggio.
Grisma, l’estate, che va dal 16
maggio al 15 luglio.
Varsa, l’autunno o la stagione
delle piogge, che va dal 16 lu-

I REGOLATORI
DEL PESO
Per trattare il
sovrappeso, il medico
ayurveda deve
comprenderne le glio al 15 settembre. rata invece di tipo vata: in ge-
origini, e i fattori da Sharat, il pieno autunno, che si nerale, si prediligeranno ali-
considerare sono sei: estende da dal 16 settembre al menti dalle qualità opposte a
1. indebolimento 15 novembre. Hemanta, il pri- Vata, per diminuirne l’essenza,
del fuoco digestivo mo inverno, che va dal 16 no- cioè cibi caldi, nutrienti, acidi
(agni); vembre al 15 gennaio. Sishira, e salati o dolci.
o tardo inverno, che va dal 16 Nella stagione primaverile è
2. produzione gennaio al 15 marzo. invece preferibile un’alimenta-
di tossine, ama; cibo zione che moderi Kapha, ossia
mal digerito che IL CICLO ANNUALE
DEI SAPORI più leggera qualitativamente e
appesantisce PER STAR BENE SEMPRE quantitativamente, con meno
l’organismo; Alle nostre latitudini il clima è cibi grassi, pesanti, oleosi, dol-
3. energia nervosa, diverso da quello indiano, e ci, freddi, acidi e salati, aumen-
determinata possiamo suddividerlo, secon- tando invece il consumo di
dall’alterazione di Vata; do gli stessi principi, idealmen- amaro, piccante e astringente.
te in tre macro-stagioni: stagio- Infine, in estate bisognerebbe
4. canali della
ne Vata, inverno (da novembre ridurre gli alimenti acidi, salati
circolazione bloccati;
a febbraio); stagione Pitta, esta- e piccanti, preferendo cibi dal
5. stile di vita te (da marzo a giugno) e stagio- gusto dolce, amaro e astringen-
inappropriato. ne Kapha, primavera, (da luglio te, per sostenere Agni, il fuoco
a ottobre). La stagione dove il digestivo che in questa stagione
freddo è più intenso è conside- tende a essere meno intenso.

93

080-093 La dieta dell'armonia_CORR.indd 93 16/12/19 15:24


LO YOGA
PER I DOSHA
L’AYURVEDA E LO YOGA SONO DUE DISCIPLINE COMPAGNE, ANTICHISSIME
E DESCRITTE NEGLI ANTICHI TESTI VEDICI. ENTRAMBE AGISCONO
IN MODO COMPLEMENTARE PER FAVORIRE L’EQUILIBRIO PSICO-FISICO
ED ENERGETICO E UNO STATO DI SALUTE E DI BENESSERE.
È IMPOSSIBILE ADDENTRARSI NELL’UNA SENZA IMBATTERSI
ANCHE NELL’ALTRA E ACCOGLIERLA NELLA PROPRIA ROUTINE QUOTIDIANA

96 Riallinea le energie
del benessere

98 Equilibra Vata
con le posizioni giuste

102 I movimenti per Pitta,


per vincere la tensione

106 Le asana per Kapha


e il Saluto al Sole

094-111 Le asana per i dosha_CORR.indd 94 16/12/19 15:33


094-111 Le asana per i dosha_CORR.indd 95 16/12/19 15:33
Lo yoga per i dosha
Le posizioni per te

Riallinea le energie
DEL BENESSERE
LE POSIZIONI DELLO YOGA (O ASANA) REGALANO BENESSERE, LEGGEREZZA,
VITALITÀ; MIGLIORANO IL PORTAMENTO, DANNO FLESSIBILITÀ
ALLA COLONNA E TONIFICANO ARMONIOSAMENTE TUTTI I MUSCOLI

H
atha significa forza. suoi benefici. Perseverando de protagonista dello Yoga. Nel
L’Hatha Yoga, infat- nella pratica, i cambiamenti che simbolismo indiano, l’intero
ti, richiede al prati- si potranno notare saranno stra- universo ruota intorno a una
cante qualche sfor- ordinari, sul piano fisico, men- spina dorsale. Dal punto di vi-
zo, ma soprattutto molta tale, energetico e spirituale. sta yogico, questa parte del cor-
tenacia, per manifestare tutti i La colonna vertebrale è la gran- po racchiude l’energia sottile

L’AMBIENTE
CHE TI CALMA
È importante, quando se ne
ha la possibilità, praticare in
un luogo tranquillo e, magari,
all’aperto. È consigliato
anche cercare un posto non
troppo rumoroso per la
pratica delle asana che
potranno essere
accompagnate da musica
soft e rilassante. Spegniamo
il telefono e il cellulare,
in modo che niente possa
disturbare il nostro rituale
di benessere. L’incenso può
favorire l’ascolto
e l’introspezione.

96

094-111 Le asana per i dosha_CORR.indd 96 16/12/19 15:33


Da dove cominciare...
ORGANIZZA LA TUA SEQUENZA
L’importante è adattare la pratica dello Yoga alla
propria struttura psico fisica e alle proprie esigenze.
Ci sono però alcune regole generali per strutturare la
propria pratica.
1. Rilassamento e preparazione della mente.
Eventuale canto del mantra OM.
2. Esercizi di riscaldamento.
3. Posizione capovolta o semicapovolta.
4. Distensione in avanti e flessione indietro.
5. Torsione.
6. rilassamento profondo e canto OM.

che dal coccige (dove si trova re possibilmente vuote.


il primo chakra) corre fino alla
Praticato con • Meglio indossare abiti como-
cima della testa. Questo canale costanza, lo yoga di, meglio se chiari e fatti di
si chiama Sushumna nadi, o fibra naturale.
canale benedetto: da qui risale è uno splendido • Mettersi a piedi nudi per tutte
le posture erette perché è im-
l’energia del serpente risveglia-
to, la Kundalini Shakti.
modo per iniziare portante sentire il terreno. Si
Quasi tutte le posizioni sono la giornata può utilizzare un tappetino per
predisposte per sollecitarla e le posizioni a terra.
rafforzarla, perché la sua elasti- • Il momento migliore per la • Prima di eseguire una asana,
cità è alla base della buona sa- pratica degli esercizi è il matti- visualizzarla con la mente, per-
lute e della corretta circolazio- no o la sera al tramonto. Non correndone tutte le fasi.
ne dell’energia all’interno del tutti hanno la possibilità di pra- Così si migliora l’esecuzione e
corpo. Queste asana hanno an- ticare in queste ore, perciò si soprattutto si aumenta la con-
che un buon effetto calmante suggerisce, almeno all’inizio, sapevolezza.
contro gli stati di ansia. di scegliere un momento in cui • I movimenti devono essere
Per prepararsi è utile fare qual- ci si sente bene fisicamente, ben lenti, la respirazione regolare
che allungamento dei legamen- disposti mentalmente e si ha il ed eseguita con il naso.
ti delle gambe e mobilizzare tempo necessario per comple- A ogni inspirazione, si perfe-
anche il bacino. tare una seduta in tranquillità. ziona la posizione, mentre espi-
• Inizialmente è meglio non su- rando si rende più profondo il
ADATTO ANCHE perare i quindici minuti di atti- rilassamento.
AI PRINCIPIANTI vità. Successivamente, con • Dopo ogni asana occorre un
Ogni seduta inizia con il silen- l’acquisizione della pratica, si momento di ascolto, nel corpo
zio e l’immobilità del proprio può arrivare anche a una o due e nella mente, dell’eco lasciata
corpo. Il respiro calmo e rego- ore. Le asana vanno mantenute dalla posizione.
lare gradualmente diviene più per il tempo in cui sono confor- • Dopo una sequenza occorre
lento e più profondo. tevoli e permettono una buona un rilassamento profondo di
Con il tempo e l’esercizio si respirazione, calma e regolare. almeno 10-15 minuti.
acquisiranno forza e tranquilli- • L’esecuzione delle asana deve • Evitare la pratica durante il
tà e avrà inizio un profondo avvenire sempre lontano dai ciclo mestruale e per 30 giorni
cambiamento. pasti, con la vescica e le visce- dopo il parto.

97

094-111 Le asana per i dosha_CORR.indd 97 16/12/19 15:33


Lo yoga per i dosha
Calmare l’elemento aria

PER EQUILIBRARE VATA


P er equilibrare Vata sono
adatte posizione che gene-
rano pressione nella parte infe-
Come eseguirla
• Sedersi su un grosso libro o
su un cuscino compatto e duro
• Le braccia sono distese, con
le mani aperte e il palmo in
avanti, appoggiate di taglio sul-
riore del tronco, ossia nella - che con la pratica potrà essere le ginocchia, con pollice e indi-
zona del colon e dell’area pel- eliminato. Le gambe sono tese ce uniti. Oppure semplicemen-
vica, come Padmasana, o le davanti a sé, la destra è piegata, te appoggiate con il palmo
varianti più semplici, per esem- con il calcagno posto sotto la sulle ginocchia.
pio Sukhasana; ma anche le coscia sinistra. • Il corpo, come la mente, de-
posizioni che insistono sulla • Si piega la gamba sinistra, in- vono restare il più possibile
colonna, come ad esempio Pa- crociando le caviglie. L’ordine rilassati e distesi.
schimottanasana. delle gambe si può alternare. • Gli occhi vanno chiusi, per
L’importante è eseguirle con •A poco a poco, con la pratica, favorire il raccoglimento.
lentezza, calma, puntando sulla le ginocchia dovranno essere •Si respira con lentezza, con-
stabilizzazione del corpo, che è portate a toccare quasi il terre- centrandosi sull’aria che entra
ciò che più giova a Vata. no. La spina dorsale, il collo e ed esce dai polmoni.
la testa devono restare dritti. • Si resta in posizione inizial-
POSIZIONE FACILE mente per minimo 2 minuti, per
SUKHASANA
passare gradualmente a un mas-
È la più agevole delle posizioni
simo di 6 minuti.
sedute che si utilizzano per la
meditazione. In sanscrito Sukha
significa piacevole. Jnana-Mudra

SIMBOLO
DELLA
CONOSCENZA
Le dita sono tese e
unite, con indice e
pollice ripiegati, le cui
estremità si toccano.
Questo è Jnana-Mudra,
il gesto psichico della
saggezza, il cui nome in
sanscrito significa
“simbolo della
conoscenza”. È uno dei
gesti più usati in
meditazione e
Pranayama. Tra le due
dita unite, si sigilla il
Prana, l’energia vitale.
98

094-111 Le asana per i dosha_CORR.indd 98 16/12/19 15:33


PASCIMOTTANASANA,
STIRAMENTO DEL LATO OVEST

I n questa asana si distende tut-


ta la parte posteriore del cor-
po, dalla nuca ai talloni. Oltre
a fortificare i muscoli addomi-
nali e il sistema nervoso, questa
posizione dà una straordinaria
calma mentale e psichica; in
più, potenzia l’energia sessuale
e previene l’eiaculazione pre-
coce. Si esegue così.
Sdraiato sulla schiena, con le sce con l’addome, poi con il Concentrati sul secondo
gambe unite, porta le braccia torace. La testa arriva all’altez- Chakra. Per sciogliere la posi-
dietro la testa, agganciando i za delle caviglie (ci si perfezio- zione, “srotola” una vertebra
pollici uno all’altro. na con la pratica). Si procede per volta. Inspira allungando le
Solleva le braccia e portale sul- fino ad avere il tronco sulle braccia dietro la testa, ed espira
le cosce, solleva la testa e il gambe. Non piegare le gambe, riportandole vicino al corpo.
tronco fino a 90°. rilassa i muscoli di viso, spalle, Variante: si può eseguire anche
Sposta in avanti il peso del cor- schiena, cosce, polpacci, brac- a due. La prima persona disten-
po, avanzando progressivamen- cia e piedi, che non stai usando de la colonna, mentre la secon-
te col bacino per toccare le co- in questo momento. da la estende.

ARDUA BHUJANGASANA,
IL MEZZO COBRA
P uò anche essere usata come
energico riscaldamento di
tutto il corpo. Ottima per allun-
li e i legamenti tirare.
Senza muovere il resto del cor-
po, sposta le mani sul ginocchio
gare i legamenti delle gambe. sinistro, mentre tendi la destra.
Si pratica così. Il tronco resta dritto, con il
Comincia in ginocchio, allun- mento in dentro.
gando davanti a te la gamba Solleva le braccia, arcuando
sinistra. Appoggia il piede bene tutto il dorso, mantenendo sem-
a terra e avanza con il tronco pre il mento in dentro.
mentre pieghi la gamba in una Esegui alcune respirazioni poi
posizione di affondo. sciogliere.
Piega le dita del piede destro a Ripeti anche dall’altro lato.
mezza punta.
Ruota il bacino e senti i musco-

99

094-111 Le asana per i dosha_CORR.indd 99 16/12/19 15:33


Lo yoga per i dosha
Padmasana

IL FIORE DI LOTO:
ECCO COME SI ESEGUE
È una posizione antichissima,
in cui il profilo del corpo as-
somiglia a un petalo della pian-
tezza del ginocchio mettendo il
piede sopra la coscia sinistra,
vicino all’attaccatura del femo-
ta di loto, Nelumbo nucifera, re, con la pianta in alto.
sacro in tutto l’Oriente. Nella • Si piega allo stesso modo la posto sui talloni, con il palmo
sua semplicità, è una delle posi- gamba sinistra, con il piede so- rivolto verso l’alto.
zioni più difficili da mantenere, pra la coscia destra. Le caviglie La destra sopra la sinistra,
ma fa da base per tante altre fi- si trovano incrociate, con i tal- anch’essa con il palmo verso
gure. Si consiglia di avvicinarsi loni uniti proprio in prossimità l’alto. Le dita sono unite.
a questa posizione dopo aver del pube e i piedi a contatto con • La posizione si può perfezio-
preso dimestichezza con altre l’addome. nare con Bhurumadhya Drishti,
posizioni sedute, in particolare • Le ginocchia, con la pratica, oppure Nasagra Drishti o Jalan-
con Virasana. Anche la pratica potranno essere portate quasi a dhar (vedi pagina 98).
della posizione dell’albero (vedi contatto con il suolo. La spina • Va mantenuta minimo 15 se-
pagina 106) può essere utile. Si dorsale va mantenuta dritta, con condi, per arrivare gradualmen-
esegue così. il petto in fuori e le spalle indie- te a un massimo di 2 minuti, o
• Ci si siede per terra, con le tro. È possibile invertire la posi- anche di più se si usa durante la
gambe in avanti. zione di gambe e piedi. meditazione.
• Si piega la gamba destra all’al- • Il dorso della mano sinistra va
Bhurumadhya Drishti - Si
guarda il più in alto possibile,
cercando di fissare il punto tra
le sopracciglia, per almeno 5
IL MANTRA DELLA SPIRITUALITÀ secondi e massimo 2 minuti,
È al centro del mantra “Om mani padme hum”, senza sbattere le palpebre. È
“salve o gioiello nel fiore di loto”. Simboleggia consigliato al mattino.
l’apertura spirituale, che emana dall’indistinto Rinforza la vista e i muscoli
primordiale, come il loto emerge dalle acque oculari, rende vivace lo sguardo,
torbide di fiumi e stagni. In India lo chiamano anche sprigiona la forza interiore e sti-
Pankaja, nato dal fango. Samsara (confusione) e mola l’intuitività; migliora la
Nirvana (liberazione) non sono separati. Il boccio concentrazione.
chiuso è simbolo delle possibilità di ogni essere,
mentre aperto è segno dell’armonia cosmica. Lo Nasagra Drishti - In alternati-
Yoga indiano e tibetano rappresentano la sequenza va, eseguire Nasagra-Drishti
dei chakra, come fiori di loto di diversi colori e con (dal sanscrito, “fissare la punta
differente numero di petali, fino ad arrivare a quello del naso”), che si esegue come
in cima alla testa, un fiore di loto dai cento petali. recita il Bhagavad-Gita, Il Can-
to del Beato: «Lo Yogi sostenga
eretto e immobile il suo corpo,

100

094-111 Le asana per i dosha_CORR.indd 100 16/12/19 15:33


«Come un loto puro,
meraviglioso, non è
macchiato dalle acque,
io non sono macchiato
dal mondo»,
Anguttaranikaya, 2, 39.

il capo e il collo con lo sguardo


fisso alla punta del naso, senza
guardarsi intorno».

POTENZIA LA FORZA
DI VOLONTÀ
È la posizione più indicata per
realizzare la respirazione Prana-
yama e la meditazione (Dhya-
na). Rende snodati gli arti infe-
riori, rafforza i tendini delle
gambe, tonifica tutta la regione
pelvica e aumenta la circolazio-
ne nell’area addominale; fortifi-
ca il sistema nervoso e migliora
la stabilità psicofisica e la calma
interiore. Ma soprattutto Padma-
sana accresce la forza di volon-
tà e la centratura in sé.

101

094-111 Le asana per i dosha_CORR.indd 101 16/12/19 15:34


Lo yoga per i dosha
Equilibrare l’elemento fuoco

Asana PER PITTA


LE PERSONE DI TIPOLOGIA PITTA SI POSSONO buono stimolo. Eseguila così.
7. Si comincia in posizione Sa-
GIOVARE DELLE POSIZIONI STIMOLANTI
vasana (supino, con le braccia
PER MILZA, FEGATO E INTESTINO, ben dritte lungo i fianchi e i
CHE EQUILIBRANO IL FUOCO GASTRICO palmi sul pavimento).
8. Espirando si premono le

L
mani e le braccia sul pavimen-
e asana più consigliate L’ARATRO HALASANA,
to, si alzano lentamente entram-
sono l’aratro, Halasana, PER VINCERE LO STRESS
Nella Halasana, il corpo assu- be le gambe tese e unite fino a
la candela, Sarvangasa- portarle a 30° dal pavimento.
na, ma anche Tadasana, me una posizione che ricorda
un antico aratro (in sanscrito Ci si ferma in questa posizione
una posizione che rafforza ra- per 2 secondi.
dicamento e stabilità. Hala). Si tratta di una asana uti-
lissima soprattutto in caso di 9. Si sollevano ulteriormente le
Prima di iniziare una sequenza gambe, mentre si espira di nuo-
di asana, bisogna preparare i difficoltà digestive e costipa-
zione intestinale. vo. Si arriva a portarle a circa
muscoli e i tendini, ma anche la 60 ° dal pavimento e si sosta
mente, che dovrebbe diventare Questa posizione rende elastica
la spina dorsale, migliora la cir- per 2 secondi.
testimone non giudicante di tut- 10. Si portano le gambe a 90°
to quello che succede nel corpo. colazione sanguigna e mantiene
giovane e agile tutto il corpo. dal pavimento, formando in
Per accedere a questa dimen- questo modo un angolo retto
sione ricettiva, mettiti in una Anche i muscoli addominali si
rinforzano e la tiroide riceve un con il suolo, portandosi nella
posizione comoda, seduta op- posizione detta Ardha-Halasa-
pure sdraiata. Chiudi gli occhi, na, o aratro.
mantenendo la consapevolezza 11. Espirando si portano lenta-
che stai per entrare in un mondo
interiore. Ascolta il “concerto”
dei suoni che aggiungono
dall’esterno, senza discrimina-
re, “registrando” con la mente,
semplicemente, quello che per-
cepisci. Porta l’attenzione
all’interno e al tuo respiro: espi-
razione e inspirazione comin-
ciano ad avere la stessa durata;
durano a ogni respiro sempre
un poco di più. Mentalmente,
ripeti cantando il mantra OM.

102

094-111 Le asana per i dosha_CORR.indd 102 16/12/19 15:34


Tadasana

LA POSIZIONE DELLA MONTAGNA


Con questa posizione assumi la forza e la stabilità della montagna
(Tada in sanscrito). Eseguila così.
1. In piedi, gambe parallele e piedi uniti. Braccia distese lungo i fianchi
con le dita delle mani tese.
2. Resta immobile, eseguendo almeno 20 respirazioni diaframmatiche.
3. Rilassati, sciogliendo braccia e gambe.
4. Variante: in posizione di partenza, intreccia le mani sopra la testa,
ruota le mani intrecciate con i palmi in alto e inspirando sollevati sulle
punte dei piedi. Resta così, respirando con il diaframma. Oppure
esegui una cinquantina di piccoli passetti. Dopo 6-8 respirazioni,
sciogli il corpo. Si esegue dopo aver bevuto 5-6 bicchieri di acqua a
temperatura ambiente, per stimolare la peristalsi.

mente le gambe tese oltre la mente dietro la nuca.


testa, toccando il terreno con i Si portano i piedi ulteriormente
piedi e sollevando il tronco da indietro, mentre la pressione L’OBIETTIVO
terra. La spina dorsale si incur- risale sulle vertebre cervicali. NON È
va mentre la zona lombo-sacra- Il mento resta premuto sul pet- LA PERFEZIONE
le viene sottoposta a una note- to, senza contratture.
vole pressione. 15. Mantenere la posizione fi- Ognuno dovrà cercare di
Mani e braccia restano ferme. nale per 5 secondi. realizzare le asana al meglio,
Si sosta in questa posizione per Quando ci si sente pronti si pos- senza però dimenticare che
circa 2 secondi. sono aggiungere 5 secondi in non è una perfetta
12. Si spingono i piedi ancora più, fino ad arrivare a un mas- realizzazione l’obiettivo da
un po’ più distanti dalla testa, simo di un minuto. perseguire. Lo Yoga, infatti
spostando la pressione nella re- Oppure lo si esegue una volta, non è uno sport, ma un
gione dorsale. sostando per 5 secondi, ripeten- mezzo per ottenere una
Ci si ferma per 2 secondi. dolo, man mano che si acquisi- mente e un’energia libere
13. Si slitta ulteriormente con i sce allenamento, per un massi- dai blocchi.
piedi più indietro possibile e si mo di 3 volte. Mentre esegui le asana,
sosta per 2 secondi. 16. Si eseguono a ritroso tutti i perciò, fai attenzione
14. Si piegano le braccia all’al- movimenti, eseguendoli mentre soprattutto alla qualità:
tezza del gomito, mentre le si inspira. • di ogni gesto, per acuire la
mani si intrecciano delicata- Si ripete la sequenza. consapevolezza del corpo;
• di ogni respirazione, per
migliorare la
consapevolezza del corpo
Bisogna praticarla con molta sottile e della sua energia;
cautela, o addirittura • della presenza mentale,
per migliorare la
evitarla, se si hanno problemi consapevolezza psichica.
alla spina dorsale
103

094-111 Le asana per i dosha_CORR.indd 103 16/12/19 15:34


Lo yoga per i dosha
Equilibrare l’elemento fuoco

LA POSIZIONE DELLA CANDELA


P er eseguire bene questa po-
sizione sono consigliabili
alcuni esercizi preliminari, che
ra e la fronte alle mani, in atte-
sa che la circolazione si sia
stabilizzata.
colazione a livello di volto e
nuca. Si esegue così.

esponiamo qui di seguito. 1. Sdraiati sulla schiena con le


VIPARITA KARANI
Per irrobustire e rendere più MUDRA, POSIZIONE mani sul pavimento e i palmi
flessibile il collo, si consiglia DEL LAGO ROVESCIATO verso l’alto. Gambe distese e
questo esercizio. È una delle posizioni rovescia- rilassate.
1. Siedi sui talloni con le mani te fondamentali; è un’ottima 2. Inspirando solleva le gambe
vicino alle ginocchia. Posa la posizione per principianti da formando un angolo prima di 30°
fronte a terra. padroneggiare prima di effet- e poi di 60 °, fino a portarle a 90°.
2. Inspira mentre rotoli in avanti tuare la candela, che sollecita 3. Solleva il bacino usando le
con la testa, facendo entrare il maggiormente il collo e la nuca. mani, appoggiando i gomiti per
mento nella forcella dello sterno. Migliora la memoria, irrora terra. Le ossa pelviche si ap-
3. Espirando torna alla posizio- bene la ghiandola pineale, fa- poggiano ai palmi.
ne di partenza. vorisce la digestione e scioglie 4. Mantieni le gambe dritte, for-
4. Ripeti tre volte e infine fer- la costipazione; stimola il dre- mando un angolo ottuso con il
mati in posizioni per 10 respi- naggio e protegge la circolazio- tuo corpo.
razioni, piegando la testa al ne degli arti inferiori. È racco- 5. Respira di pancia, fluidamen-
massimo, ma rilassando tutti i mandata alle donne in te, e tocca con la punta della
muscoli, soprattutto quelli del- gravidanza. Questa asana aiuta lingua il palato superiore, dietro
la schiena e della nuca. anche a distendere la pelle del ai denti (khechari mura).
5. Torna seduto lentamente, ap- viso e previene la caduta dei 6. Mantieni la posizione per un
poggiando prima i gomiti a ter- capelli perché migliora la cir- paio di minuti.

104

094-111 Le asana per i dosha_CORR.indd 104 16/12/19 15:34


L’ASANA VERA E PROPRIA
SI RAGGIUNGE PER GRADI
S arvangasana dà forza e vi-
talità al corpo (Anga) intero
mati per 2 secondi inspirando.
7. Solleva lentamente le gambe,
(Sarva) e offre una potente sti- mentre espiri solleva le gambe
molazione delle ghiandole ti- fino a 60°, fermandoti 2 secon-
roide e paratiroidi. Sarvangasa- di. Portale a 90°, fino a formare
na favorisce l’eliminazione un angolo retto rispetto al pavi-
delle tossine e mantiene giova- mento. Resta per 2 secondi.
ne l’organismo. Anche le ghian- 8. Tieni le braccia ben tese lun-
dole sessuali maschili e femmi- go il suolo, solleva il torace e le
nili traggono giovamento da gambe più in alto. La schiena e
questa posizione yoga. le gambe dovrebbero formare
Infine, la mente è rigenerata una linea continua, perpendico-
dall’afflusso di sangue che ar- lare al pavimento. Resta fermo
riva al cervello, e il sistema per 2 secondi, con il mento pre-
nervoso migliora il suo equili- muto contro il petto.
brio. La posizione della cande- 9. Piega le braccia all’altezza
la fa dilatare i vasi sanguigni del gomito per sorreggere i
del torace, nutrendo gli organi fianchi poco sotto le ascelle. Il
che sono collocati in questa corpo si regge su braccia, spal-
sede, come i polmoni e il cuore. le, collo e testa. Respira lenta-
Verso tutto il corpo è inviata mente con l’addome.
una grande quantità di sangue 10. Mantieni gli occhi aperti,
ossigenato, diretta in particola- fissando i piedi, oppure chiusi,
re verso tiroide e viscere addo- direzionando la mente sulla ti-
minali. Anche la circolazione roide. Mantieni minimo 10 se-
delle gambe trae sollievo dalla condi la posizione finale, au-
posizione rovesciata. La “can- mentando quando ti senti
dela” migliora la qualità del pronto di 10 secondi, fino a un
sonno ed è leggermente cal- massimo di 2 minuti.
mante. Comporta una fase di- 11. Ritorna in posizione supina,
namica e una statica: si possono ripetendo al contrario tutte le
eseguire entrambe o una sola. fasi, muovendoti ad ogni respi-
razione. Stai rilassato, respiran-
COME PRATICARLA do naturalmente.
5. Comincia in posizione Sava-
sana (supino, con le braccia ben
dritte lungo i fianchi e i palmi
sul pavimento).
6. Espirando premi mani e brac-
cia sul pavimento, alza lenta-
mente le gambe tese e unite fino
a circa 30° dal pavimento. Fer-

105

094-111 Le asana per i dosha_CORR.indd 105 16/12/19 15:34


Lo yoga per i dosha
Bilanciare aria e terra

Asana PER KAPHA


LE POSIZIONI MIGLIORI PER QUESTO DOSHA SONO QUELLE CHE STIMOLANO
IN PARTICOLARE STOMACO, TORACE E TESTA, DOVE RISIEDE KAPHA

L
e asana più adatte sono mente piantate nel terreno. La equilibrio sulla sinistra, pre-
le torsioni del busto, posizione dell’albero, Vriksha- mendo la pianta del piede de-
come Ardha Matsyen- sana (dal sanscrito Vriksha, al- stro contro la parte iniziale del-
drasana, la mezza posi- bero), impariamo dalle piante e la coscia sinistra, in modo tale
zione della ruota, come Ardha a diventare stabili, ma flessuosi. da mantenere il tallone più in
Chakrasana e la posizione Ecco come eseguirla. alto possibile, vicino all’attac-
dell’albero, Vriksasana. Ottime catura del bacino.
anche le posizioni vigorose e 1. Inizia a praticarla vicino a Rimani con il corpo dritto, il
dinamiche come nella sequenza una parete o a un punto di ap- petto in fuori, controllando che
del saluto al sole, che è racco- poggio, per facilitare il mante- la gamba piegata rimanga ad
mandata per tutti e tre i tipi. nimento dell’equilibrio. angolo retto. Resta immobile
Con la pratica, non avrai più per almeno 10 secondi e respi-
POSIZIONE DELL’ALBERO, bisogno di sostegno. ra in modo naturale. Ripeti con
VRIKSHASANA
l’altra gamba.
Qual è il segreto dell’equilibrio
2. In piedi, piega lentamente la
di un albero? Radici profonda-
gamba destra e mantieniti in LE BRACCIA
Quando hai acquisito una certa
pratica, aggiungi le mani e le
braccia. Elenchiamo varie po-
LA VARIANTE sture in ordine di difficoltà.
CHE PREPARA 2. Piega le braccia a gomito,
congiungendole davanti al pet-
ALLA POSIZIONE to, in posizione di “preghiera”.
DEL LOTO 3. Inizia con le braccia lungo i
Disponi il piede sulla coscia fianchi, inspirando. Allontanale
un poco più verso l’esterno, di 30-40 centimetri mantenen-
in modo che la pianta sia do i palmi delle mani in avanti,
rivolta in fuori e in alto (in il pollice e l’indice piegati con
modo simile alla posizione le estremità delle dita unite.
Virasana, la posizione 4. Piega le braccia a gomito,
dell’Eroe). congiungendole davanti al pet-
Alterna le gambe. to, in posizione di “preghiera”.
È utilissima soprattutto per Mentre inspiri, solleva più che
sciogliere le articolazioni puoi le braccia con le mani uni-
degli arti inferiori. te fino a portarle sopra la testa,
con le braccia allungate.
Distendi più che puoi anche il

106

094-111 Le asana per i dosha_CORR.indd 106 16/12/19 15:34


Lavorare sul radicamento
e sull’equilibrio ti dà forza e grazia
per affrontare meglio le sfide
e lo stress quotidiani

corpo. Mantieni la testa con lo fica cuore e polmoni. Favorisce


sguardo in avanti e respira nor- il controllo dell’equilibrio neu-
malmente. Espirando, ritorna ro-muscolare.
nella posizione di partenza e
ripeti 3 volte. Ti aiuta a sintonizzarti
5. Porta le mani dietro la schie- sull’interno - La posizione
na, piega i gomiti, con i palmi dell’albero migliora anche l’e-
delle mani rivolti indietro. Alza quilibrio della psiche, regalan-
le mani, congiungendole a mo’ dole la stabilità e l’imperturba-
di preghiera e cercando di fare bilità dell’albero. È un
aderire palme e dita. Ruota in allenamento per la mente, che
dentro le mani e spingile in alto deve mantenersi in equilibrio,
dietro la schiena. concentrandosi su ogni piccolo
movimento del corpo, quindi ci
POSIZIONE DINAMICA aiuta a percepire sempre meglio
Ripeti almeno due volte man- le nostre sensazioni interne e a
tenendo la posizione per 10 se- sintonizzarci su di esse.
condi. Aggiungi poco alla volta
una ripetizione in più fino ad
arrivare a 7.

POSIZIONE STATICA
Mantieni per 15 secondi, ag-
giungendo ogni settimana 15
secondi in più, fino ad arrivare
a un massimo di 3 minuti per
ogni gamba.

MIGLIORA L’EQUILIBRIO
FISICO E INTERIORE
Questa posizione agisce sul
centro dell’equilibrio, che si
trova nel cervelletto, influen-
zando il sistema propriocettivo,
che ci consente di percepire la
posizione del nostro corpo nel-
lo spazio e ne migliora l’equi-
librio. Inoltre Vrikshasana toni-

107

094-111 Le asana per i dosha_CORR.indd 107 16/12/19 15:34


Lo yoga per i dosha
Surya Namaskara

IMPARIAMO IL SALUTO AL SOLE


I l saluto al sole, in sanscrito
“Surya Namaskara”, è una se-
quenza di 12 asana che risale
COME SI ESEGUE
Il numero delle posizioni e la
tecnica variano secondo le di-
POSIZIONE 1:
PRANAMASANA
(Posizione della preghiera)
probabilmente al tempo dei verse scuole di Yoga. La versio- In piedi, a piedi uniti o poco
Veda, gli antichi libri sacri del- ne che proponiamo qui, “Rishi- distanziati l’uno dall’altro, pa-
la religione induista. Ottima per kesh”, elaborata da Swami ralleli. Inspirando, arretrare il
equilibrare kapha, è eccellente Sivananda, è la più conosciuta. mento e allungare bene la testa
per tutti e tre i dosha, e dovreb- Nella versione che qui illustra- verso l’alto e, retrovertendo il
be essere praticata regolarmen- ta, sono state introdotte minime bacino, portare le mani giunte
te. Ideale per aprire una sequen- variazioni relative alla posizio- di fronte al torace.
za di yoga, ha una duplice ne della testa e della schiena per Espirando, rilassare tutto il cor-
funzione: scioglie il corpo e lo preservare la colonna vertebra- po, cercando di svuotare i pol-
prepara ad affrontare lo stress le e facilitare la respirazione moni il più possibile senza
della giornata, e realizza una involontaria, grazie alle nuove emettere alcun suono.
perfetta sintesi tra corpo, mente conoscenze di “yoga del respi- Ripetere almeno due respira-
e spirito, tipico nello yoga, se ro” del maestro Rino Siniscal- zioni complete.
eseguito in una condizione di chi. Le posizioni e il respiro
Cosa si ottiene - Favorire uno
profonda interiorizzazione. sono complementari: si inspira
stato di concentrazione e calma
Surya Namaskara è anche la durante i piegamenti all’indie-
in preparazione alla sequenza.
preparazione migliore per le tro per facilitare l’espansione
asana, perché riscalda i musco- del torace e si espira durante i POSIZIONE 2
li e distende i tendini. piegamenti in avanti in cui av- HASTA UTTANASANA
Non dimentichiamo però che viene una compressione del (Posizione delle braccia in alto)
questa sequenza non è un eser- torace e dell’addome. Mantenendo l’allungamento
cizio ginnico: è fondamentale
l’atteggiamento interiore con
cui la si esegue, che si appro-
fondisce man mano che la tec- INDICAZIONI IMPORTANTI
nica viene appresa nella sua
1. Imparare bene la sequenza delle posizioni e
esecuzione materiale.
iniziare a ritmo lento per abituare il corpo, e poi
aumentare gradualmente.
1 2. Inspirare ed espirare correttamente come
2 indicato nelle singole posizioni.

3 4 5

108

094-111 Le asana per i dosha_CORR.indd 108 16/12/19 15:34


Accende l’intuizione

IL NOSTRO CORPO
È LUCE CONDENSATA
Il culto del sole è una delle più antiche forme di
spiritualità umana, documentato fin dalla
Preistoria e ancora molto vivo in India, dove ogni
giorno milioni di persone iniziano la giornata
rendendo omaggio all’astro nascente.
Nella concezione yogica, il corpo è luce solare
concentrata. Omaggiando il sole, dunque,
rendiamo omaggio anche allo spirito, l’aspetto
più elevato di noi stessi.

della testa con il mento arretra- avanti, partendo dalle anche.


to e aumentando la retroversio- Mantenere la colonna vertebra-
Lo yoga
ne del bacino, inspirando solle- le allungata finché le dita delle è come una luce
vare le braccia sopra la testa, mani toccano il pavimento ac-
mantenendole separate all’al- canto o davanti ai piedi. Con la che una volta
tezza delle spalle. Allungando-
si, inclinare leggermente indie-
fronte cercare di toccare le gi-
nocchia. Non forzare. Tenere le
accesa non
tro la parte superiore del tronco. gambe dritte. Nella posizione si oscurerà più.
finale cercare di contrarre l’ad-
L’effetto - Allungare gli organi dome per espellere il massimo Migliore
addominali, rimuovendo gli ec- volume d’aria. è la tua pratica,
cessi di grasso e migliorando la
digestione. Esercitare i musco- Lo scopo - Ridurre l’eccesso di più risplendente
li delle spalle e delle braccia, grasso nella regione addomina-
tonificare i nervi spinali ed le, migliorare la digestione e sarà la tua
espandere i polmoni. aiutare a rimuovere la costipa- fiamma,
È una posizione stimolante per zione. Favorire la circolazione
la colonna vertebrale e le ghian- del sangue, rendere la colonna B.S.K. Iyengar
dole surrenali. vertebrale flessibile e tonificare
i nervi spinali.
POSIZIONE 3 Questa posizione stimola la co-
PADAHASTASANA lonna vertebrale e l’area delle 11 12
(Posizione delle mani ai piedi) ghiandole endocrine e dà bene-
Espirando, flettere il busto fici a fegato e milza.
10

8 9
7

109

094-111 Le asana per i dosha_CORR.indd 109 16/12/19 15:34


Lo yoga per i dosha
Surya Namaskara

LA SEQUENZA
CHE RISCHIARA LA MENTE
A ndrebbe eseguito all’alba,
con il viso rivolto a est,
davanti al sole reale, oppure
stenuto dalle due mani, dal pie-
de sinistro, dal ginocchio destro
e dalle dita del piede.
quella direzione. La testa senza
esercitare alcuna tensione va
verso lo sterno.
immaginandolo semplicemen-
te. Questo sole interiore illumi- L’effetto - Massaggiare gli or- A cosa serve - Rinforzare i ner-
nerà la tua giornata. gani addominali e migliorare il vi e i muscoli nelle braccia e
loro funzionamento. nelle gambe. Favorire la flessi-
POSIZIONE 4 I muscoli delle gambe vengono bilità della colonna. Tonificare
ASHWA allungati. Si ottiene un maggio- i nervi spinali, garantendo loro
SANCHALANASANA
(Posizione equestre) re equilibrio nervoso. un flusso fresco di sangue.
Appoggiare i palmi delle mani È una posizione stimolante per
il bacino e le anche. POSIZIONE 6
a terra ai lati dei piedi, separan-
ASHTANGA NAMASKARA
do bene le dita. Inspirando, al- (Saluto con le otto parti
POSIZIONE 5
lungare la gamba destra indie- del corpo)
ADHO MUKHA SVANASANA
tro il più lontano possibile (si (Posizione del cane a testa A polmoni vuoti, senza respira-
può anche piegare il ginocchio in giù) re, piegare e abbassare entram-
a terra), appoggiando a terra le Espirando, raddrizzare la gam- be le ginocchia.
punte delle dita del piede e ba sinistra e mettere il piede Abbassare il torace e poi il
spingendo il bacino in avanti. sinistro accanto al destro. Con- mento, fino a farli toccare terra,
Contemporaneamente piegare temporaneamente sollevare i mantenendo tuttavia i glutei e
la gamba sinistra, mantenendo glutei e abbassare la testa in l’addome sollevati e piegando
il piede sinistro statico nella modo che si trovi in mezzo alle bene i gomiti.
stessa posizione. braccia. Il corpo dovrebbe for-
Arretrare il mento, allungando mare i due lati di un triangolo. L’effetto - Rinforzare i musco-
la testa e la schiena ed espan- Nella posizione finale le gambe li delle gambe e delle braccia.
dendo in avanti il torace. e le braccia dovrebbero essere Sviluppare il torace.
Nella posizione finale il peso dritte (ma inizialmente possono Questa posizione stimola la co-
del corpo dovrebbe essere so- essere mantenute anche legger- lonna vertebrale.
mente piegate). La ripetizione del saluto al sole
1 I talloni dovrebbero essere in è anche un esercizio energico
2 contatto con il pavimento o al- che permette di tonificare ar-
meno portati idealmente verso moniosamente la muscolatura.

3 4 5

110

094-111 Le asana per i dosha_CORR.indd 110 16/12/19 15:34


POSIZIONE 7 spingere il bacino in avanti. Ar-
BHUJANGASANA retrare il mento, allungando la
(Posizione del cobra) testa e la schiena, ed espandere
Inspirando, scivolare con il pet- in avanti il torace.
to in avanti, abbassando i glutei
e le anche verso il pavimento, POSIZIONE 10
e sollevare il busto dalla vita PADAHASTASANA
distendendo le braccia. (Posizione delle mani
ai piedi)
Arretrare il mento, allungando
Espirando, portare il piede de-
la testa verso l’alto, retroverte-
stro vicino al piede sinistro tra
I PUNTI DEBOLI
re il bacino ed espandere il to-
le mani. Raddrizzare le gambe DI KAPHA
race in avanti.
e cercare di portare la fronte L’eccesso di Kapha
quanto più possibile vicino alle aumenta il muco nelle vie
I benefici che ottieni - Questa
ginocchia senza forzare. respiratorie e
posizione rende flessibile la co-
lonna vertebrale e stimola gli nell’intestino; a livello
POSIZIONE 11 psichico genera rigidità
organi addominali. HASTA UTTANASANA
(Posizione delle braccia
e fissazioni mentali. Il tipo
POSIZIONE 8 in alto) Kapha, perciò, è soggetto
ADHO MUKHA SVANASANA Inspirando, sollevare il busto a influenze, sinusiti,
(Posizione del cane a testa bronchiti e tutti i disturbi
lentamente e allungare tutto il
in giù)
corpo, arretrando il mento, al- legati a un eccesso di fluidi
Espirando, senza spostare i pal- corporei, come ritenzione
lungando la testa verso l’alto e
mi delle mani e i piedi dal pun- idrica ed edemi. Spesso ha
retrovertendo il bacino, e solle-
to in cui erano nell’asana pre-
vare le braccia sopra il capo, il metabolismo lento e la
cedente, appoggiare le punte
estendendo leggermente il bu- tendenza ad accumulare
delle dita dei piedi a terra e,
sto all’indietro. peso; può soffrire
mantenendo le gambe dritte,
Tenere le braccia separate alla di colesterolo alto e
sollevare i glutei per tornare
larghezza delle spalle. di diabete.
nella posizione chiamata del
Svogliatezza e
cane a testa in giù. POSIZIONE 12 depressione e difficoltà di
PRANAMASANA adattarsi ai cambiamenti
POSIZIONE 9 (Posizione della preghiera)
ASHWA SANCHALANASANA si riscontrano spesso.
Espirando, abbassare le braccia
(Posizione equestre)
e portare i palmi uniti di fronte
Inspirando, mantenere i palmi
al petto, nella posizione della
delle mani a terra e piegare la
preghiera iniziale, mantenendo
gamba sinistra, portando il pie-
il mento arretrato, la testa allun-
de sinistro in mezzo alle mani. 11 12
gata, la retroversione del bacino
Allo stesso tempo, abbassare il
e l’allineamento della colonna.
ginocchio destro fino a terra e
10

8 9
7

111

094-111 Le asana per i dosha_CORR.indd 111 16/12/19 15:34


AYURVE D
PER LA BELLEZ Z
e la salute
femminile
IL PENSIERO INDIANO TIENE IN CONSIDERAZIONE LA BELLEZZA
DEL CORPO COME UN VALORE, CHE MANIFESTA LA SALUTE
E L’EQUILIBRIO DI OGNI PERSONA.
QUANDO CI SENTIAMO BENE NEL NOSTRO “INVOLUCRO”
STIAMO SUBITO MEGLIO DAL PUNTO DI VISTA ENERGETICO,
E SE FISICAMENTE SIAMO IN FORMA, CI SENTIAMO SUBITO
ANCHE PIÙ BELLI: È TUTTA UNA QUESTIONE DI ARMONIA,
E L’AYURVEDA CI INSEGNA A COLTIVARLA

114 Gli antichi rimedi


che danno luce alla pelle

118 Le erbe indiane attenuano


i disturbi femminili

112-122 Ayurveda donna_CORR.indd 112 17/12/19 15:45


E DA
Z ZA

112-122 Ayurveda donna_CORR.indd 113 16/12/19 15:39


Ayurveda per la bellezza
La giovinezza si riattiva

Gli antichi rimedi


CHE DANNO
LUCE E SPLENDORE
ALLA PELLE
ECCO LE RICETTE PIÙ USATE DA MILLENNI E ANCORA OGGI NEL CONTINENTE
INDIANO DA UOMINI E DONNE, PER VALORIZZARE L’ESTETICA DEL CORPO
E PROTEGGERNE LA BELLEZZA GIORNO DOPO GIORNO

C
he la bellezza nasca da, mentre Pitta si arrossa più che tengano conto dello squili-
dall’interno, l’Ayur- facilmente e va moderato con brio del dosha.
veda lo sa da sem- elementi rinfrescanti e disten- Per Vata il cui squilibrio provo-
pre: equilibrare il sivi. Kapha, invece, tende ad ca secchezza, rughe, screpola-
corpo, sostenere la salute dige- avere la pelle spessa e grassa, ture, sono indicati l’olio di se-
stiva e rispettare nella vita quo- con impurità e imperfezioni, da samo, di avocado e burro ghee.
tidiana il proprio dosha porta ripulire delicatamente. Per Pitta, alla cui disarmonia
inevitabilmente a un migliora- sono associati arrossamenti,
mento dell’aspetto estetico e IL MASSAGGIO DEL VISO eczemi, acne sono indicati olio
della piacevolezza del corpo. Oltre al massaggio del corpo va di cocco, di girasole e zaffera-
Tuttavia questa tradizione è an- preso in considerazione il mas- no. Per Kapha il cui eccesso
che incredibilmente ricca di saggio del viso eseguito con oli provoca ritenzione dei liquidi,
rimedi specificamente indicati
per la cura meramente estetica
di pelle e capelli.
Così come accade per la cura LO SCIACQUO DOLCE
della salute, anche per quella
per la bellezza bisogna sempre
PER PROFUMARE IL RESPIRO
tenere presente la costituzione La tradizione indiana utilizza l’olio come collutorio. Può
individuale, ossia il dosha o i suonare strano, eppure quest’abitudine migliora molto
dosha dominanti. l’igiene orale e la salute delle gengive. Si può
Vata in genere ha la pelle secca risciacquare la bocca per esempio con olio di sesamo
e i pori sottili, è maggiormente o di cocco. Possiamo aggiungere anche una goccia di
predisposto alle rughe e ha bi- olio essenziale a nostra scelta.
sogno di un’idratazione profon-

114

112-122 Ayurveda donna_CORR.indd 114 16/12/19 15:39


Il burro Ghee

UN ELISIR DI BELLEZZA
Il latte grasso chiarificato o burro è noto
anche come Ghee. Per prepararlo si scalda il
burro al di sopra dei 100 gradi, poi si rimuove
il liquido dovuto all’ebollizione; filtrando il
residuo rimane il Ghee. Il suo colore è giallo
tendente al bianco e questo dipende dal
carotene contenuto. È ottimo per gli occhi,
stimola la digestione, sostiene la bellezza,
migliora la memoria e la capacità
di resistenza, promuove la longevità
e protegge il corpo da molte malattie.

ristagni linfatici e gonfiori pal- num melon-


pebrali, olio di mandorle, di gena.
oliva e di senape. Shanti Taila
Per tridosha olio di sesamo di per togliere
cocco a seconda della stagione. la stanchez-
za - Questo
GLI OLI E I PROFUMI olio ha proprietà
CHE TI FANNO RIFIORIRE lenitive ed emol-
Il massaggio con l’olio è con- lienti. Allevia la stan-
siderato essenziale anche nei chezza aiuta a rimuovere la
trattamenti di bellezza, perché stanchezza muscolare e dà lu-
si ritiene depuri la pelle, la sti- centezza e vigore alla pelle. Il
moli, oltre naturalmente a nu- massaggio con questo olio sti-
trirla con tante sostanze speci- mola la circolazione linfatica
fiche. Alcuni degli oli più soprattutto se applicato con
raccomandati per i trattamenti frizioni e movimenti circolari
beauty sono i seguenti. effettuati sulle giunture in
modo da favorire la secrezione
Dasamool Taila, per allegge- di fluidi dai linfonodi. Questo
rire il corpo - Per trattamenti processo fa sì che circolino nel
per tutti i dosha Vata, Pitta e corpo più proteine, glucosio,
Kapha; va utilizzato per tratta- minerali e ossigeno presenti nel
menti della pelle. Unicamente sistema linfatico. Riduce: do-
per il massaggio del corpo. sha Vata e Kapha.
Contiene: Sesamum indicum, Contiene: Tulsi (Ocinum san-
Tribulus terrestris, Aegle mar- ctum), Ashwaganda (Withania
melos, Permana, Integrifolia, somnifera) Shankhpushpi
Oroxylum, Gmelina arborea, (Convolvulus pluricaulis) e
Stereospermum tetrago, Sola- Bala Beej (Sida cordifolia).

115

112-122 Ayurveda donna_CORR.indd 115 17/12/19 15:46


Ayurveda per la bellezza
La giovinezza si riattiva

RISPLENDI IN OGNI STAGIONE,


COI RITUALI DI BELLEZZA
D a non dimenticare, poi,
l’approccio stagionale,
che vale anche per la bellezza. L’OLIO D NEEM
In estate un obiettivo per tutti Se la pelle è
sarà quello di bilanciare Pitta caratterizzata da
(che domina quando il clima è imperfezioni, è
molto caldo), assicurandosi ri- utilissimo l’olio di neem,
medi dalle qualità opposte, che dalle proprietà
ne stemperino gli eccessi, come sfiammanti, asciuganti
l’olio di cocco, che in estate e antisettiche. Basta
diventa un ottimo rinfrescante. immergervi un cotton fioc e picchiettarlo
Un ottimo idratante per la pelle direttamente sulle zone del viso più colpite. Il
disidratata nella stagione ven- trattamento si esegue alla sera, dopo che la pelle sarà
tosa, invece, è considerato l’o- stata ben pulita, aprendo i pori precedentemente con
lio di castoro. Per assorbire il vapore e poi tamponando con un asciugamano.
l’eccesso di untuosità dalla pel-
le, invece, un rimedio tradizio-
nale è la farina di ceci, da spol-
verizzare sul viso e poi togliere nella, aggiungendo anche qual- luminosa la pelle, grazie a una
con un pennello. che goccia di olio essenziale di profonda esfoliazione. Si inizia
rosa, e immergervi le mani per dai piedi e si risale con lenti
IN INVERNO 15 minuti. movimenti circolari, insistendo
IL BAGNO DI LATTE nella zona del cuore.
NELLE GIORNATE LA FRIZIONE SNELLENTE
PIÙ FREDDE Utilizza quotidianamente guan- IN ESTATE
Il latte intero è un ottimo deter- ti Gharshana o una spazzola IL MAGICO POTERE
gente della pelle, depura i pori naturale per frizionare a secco DELL’IDROLATO DI ROSE
e rimuove dalla superficie della il tuo corpo. È uno dei più an- L’idrolato di rosa è invece un
cute le impurità. Ma non solo: tichi rimedi snellenti e tonifi- ottimo tonico rinfrescante. Abi-
la ricchezza di grassi lo rende canti: questa stimolazione ener- tuati a portarlo in borsetta, ver-
anche molto idratante ed gica, infatti, sollecita la sandolo per esempio in un pic-
emolliente. È idea- rigenerazione dei tes- colo contenitore spray da
le anche per le suti, smuove le viaggio, e vaporizzalo più vol-
mani: puoi tossine e i liqui- te al giorno sulla pelle del viso
per esempio di intrappolati e del décolleté.
riempire di in profondità
latte a tem- e, ovviamen-
peratura te, rende più
ambiente
oppure cal-
do una baci-

116

112-122 Ayurveda donna_CORR.indd 116 16/12/19 15:39


Patra Potali Sweda
PADABYHANGAM, salutare che viene consigliata
IL MASSAGGIO DEI PIEDI prima di andare a dormire, an-
I piedi rappresentano dei punti che tutte le sere, e consiste LA VARIANTE
terminali sia per le vie energe- nell’applicazione di olio di se- CON LE FOGLIE
tiche che nervose dell’intero samo caldo su dorso e pianta È simile al trattamento
organismo così che massag- del piede. Massaggiare per al- denominato Sastika Pinda
giandoli tonifichiamo tutto il cuni minuti con movimenti di Sweda (vedi pagina 73),
corpo. Il massaggio ayurvedico accarezzamento, sfregamento e ma più semplice da
dei piedi è una semplice pratica mobilitazione delle articolazio- preparare. Si tratta di una
ni delle dita. varietà di Karshana
Indicato in caso di secchezza, (snellente) Swedana ed
screpolature e rughe della pelle, è particolarmente utile nei
stati di torpore, stanchezza, casi di obesità Vata e di
crampi, sciatalgie. Rilascia le disturbi Kapha.
contratture muscolari e dei vasi Gli ingredienti sono: foglie
dei piedi e delle gambe. Riduce fresche di tamarindo, Vitex
Vata nel corpo e rinforza sia le negundo, Calotropis
membra che i piedi stessi. procera, Datura
stramonium, Ricinus
IN PRIMAVERA
communis, limoni e cocco
L’OLIO DI COCCO
PER RIPARARE fresco. Anche in questo
I CAPELLI caso, alla fine del
Per la cura delle trattamento la persona
chiome, uno dei dovrà stare in penombra,
prodotti più utiliz- in silenzio e leggermente
zati è l’olio di coc- coperta per almeno un’ora.
co, spesso arricchi-
to con altri oli, per
esempio quello di
eccellente stimolante per la cre-
rosmarino, che è un
scita dei capelli. Bisogna insi-
stere non solo sulle lunghezze,
ma anche sul cuoio capelluto,
così da promuovere la circola-
zione e favorire l’eliminazione
delle cellule morte.

IL PIÙ DOLCE SCRUB VISO


I granelli dello zucchero aiuta-
no a rimuovere la patina di cel-
lule morte dallo strato superfi-
ciale della pelle del viso e del
corpo. Puoi mischiarlo a petali
di rosa essiccati e polverizzati
o bhringraj (un’erba ayurvedica
dall’effetto ringiovanente).

117

112-122 Ayurveda donna_CORR.indd 117 16/12/19 15:39


Ayurveda per la bellezza
Valorizzare la femminilità

Le erbe indiane
per attenuare subito
I DISTURBI DEL CICLO
NEL PENSIERO INDIANO IL CICLO MESTRUALE È QUALCOSA DI SACRO,
CHE OGNI MESE RIGENERA IL CORPO FEMMINILE E LO PURIFICA.
E PER EVITARNE I DISTURBI, BASTA COLTIVARE IL PROPRIO EQUILIBRIO

I
n Occidente, il ciclo me- KAPHA, PITTA E VATA mente. Spesso in questa fase
struale a lungo è stato con- SI ALTERNANO OGNI MESE del mese si accendono la crea-
siderato qualcosa di impuro, Alla fine della mestruazione, tività, la voglia di stare con gli
da nascondere e da neutra- nella parte del ciclo mestruale altri e di fare l’amore.
lizzare, una debolezza che ogni chiamata rutukala, domina l’e- Se l’ovulo non viene fecondato,
mese “marchia” il genere fem- nergia Kapha, che consente l’i- il corpo si apre e si ripulisce e
minile e lo rende più fragile. La spessimento dell’endometrio e, si entra nella fase Vata del ciclo.
filosofia ayurvedica, al contra- con il passare dei giorni, fa sen- Passiamo così dall’abbondanza
rio, lo vede piuttosto come un tire più piene, gonfie e femmi- di Kapha alla leggerezza di
privilegio che ha lo scopo non nili. Al momento dell’ovulazio- Vata, sperimentando diversi
soltanto di rinnovare le risorse ne si entra nella fase rutavateta stati energetici.
generatrici della donna, ma an- kala, dominata da Pitta; possia-
che di depurare l’intero organi- mo avvertire un senso di calore LA SINDROME
e la tendenza a sudare maggior- PREMESTRUALE
smo dalle tossine.
I sintomi della sindrome pre-
mestruale sono legati a un dise-
quilibrio dei dosha e dei subdo-
ORA BISOGNA CALMARE VATA sha e dall’accumulo di Ama
(tossine). In particolare, il sub-
Riposati maggiormente per favorire il processo e cerca dosha che presiede il ciclo me-
di rivolgere le energie più all’esterno che all’interno, struale è collocato nella parte
evitando i fattori che irritano o creano disturbo. Evita inferiore dell’addome e viene
gli esercizi troppo vigorosi, da sostituire con chiamato Apana Vata.
camminate rilassanti o stretching. Quando è in disequilibrio, an-
Svegliati attorno alle 6 di mattina e vai a dormire prima che il ciclo mestruale è doloro-
delle 10; pasti a orari regolari; esercizi di respirazione so e compare in modo irregola-
e di meditazione: questo aiuta significativamente re. L’irritabilità e la difficoltà di
a smorzare Vata in eccesso. concentrazione, invece, nasco-
no dal disequilibrio sia di Apa-

118

112-122 Ayurveda donna_CORR.indd 118 16/12/19 15:40


E per sostenerti...

CI SONO I RIMEDI AYURVEDICI


MUSTA, PER REGOLARIZZARE IL FLUSSO
In botanica si chiama Cypero rotundus; abbassa il livello di Pitta e di Kapha e rende il ciclo
più regolare; soprattutto se somministrato sotto forma di decotto, aiuta a smaltire Ama.

GINKGO BILOBA, ANTI-RITENZIONE


Si utilizza per alleviare la ritenzione di liquidi e la tensione mammaria.
Migliora anche la concentrazione nei giorni del ciclo.

SHATAVARI CONTRO L’IRRITABILITÀ


Questa pianta, che in botanica si chiama Asparagus racemosus,
rafforza il sistema riproduttivo ed è utile per contrastare l’irritabilità e il nervosismo.

na Vata che di Prana Vata, che tuto e senso di disperazione, di muli troppe scorie, evitando
controlla la mente. Se invece angoscia e di sopraffazione. caffè e sigarette o alcol. Sostie-
esce dalla propria armonia ni l’intestino consumando ogni
Sadhaka Pitta, ecco che compa- giorno una tazza di mele cotte
LO STILE DI VITA
iono gli sbalzi d’umore. CHE PREVIENE DOLORI con prugne o fichi secchi e au-
La sensazione di stanchezza e E CALI D’UMORE menta il consumo di liquidi e di
di affaticamento, poi, sono de- La prima strategia è quella di frutta fresca.
terminate dall’accumulo di liberarsi di Ama, anzi evitare Ricorda che i giorni del ciclo
Ama che, se si concentra nell’a- che si accumuli, mantenendo sono un’opportunità di dedicar-
rea del seno, dà origine a ten- l’organismo depurato e in equi- si quelle attenzioni che nei gior-
sioni e dolorabilità e se entra librio. Come? Con una dieta ni “normali” non ci concede-
nei canali della mente può pro- leggera che non appesantisca i remmo, e quindi di prendersi
vocare tristezza, umore abbat- processi digestivi e non accu- cura di sé e rigenerarsi a fondo.

119

112-122 Ayurveda donna_CORR.indd 119 16/12/19 15:40


Ayurveda per la bellezza
Valorizzare la femminilità

GRAVIDANZA E PARTO
SECONDO NATURA
I ncorporare alcuni principi
dell’Ayurveda alla propria
vita quotidiana può diventare
sua intuizione è accentuata.
I cambiamenti emotivi nel pe-
riodo perinatale sono continui
una straordinaria opportunità di e travolgenti, perciò le pratiche
benessere e di crescita, durante di meditazione e gli esercizi di
la gravidanza. respirazione rilassanti sono al-
Nella filosofia indiana, questo tamente consigliati, non solo
momento speciale della vita durante la gestazione, ma anche
femminile ha anche un valore nel cosiddetto “quarto trime-
spirituale: la futura mamma ri- stre” (quando il bambino è già
splende come se fosse circon- nato), e soprattutto nell’anno
data da un’aura luminosa e la successivo al parto.
In questa fase, la salute della
mamma è strettamente connes-
sa alla salute e alle possibilità
di sviluppo armonico del bam-
bino: perciò una mamma che
sta bene e si prende cura di sé
potrà garantire equilibrio e mi-
gliori risorse al suo bambino.
Gli farà davvero un regalo!

LE DOLCI CAREZZE
PER PROTEGGERE
IL NEONATO
Dopo il parto bisogna tenere sotto
controllo l’energia Vata (che si
accumula negli spazi vuoti),
attraverso massaggi, e anche
il neonato verrà massaggiato con
regolarità. Nella tradizione si fascia
l’addome, per favorire il ritorno
degli organi nella posizione
consueta. In India si suggerisce
di mangiare marmellata di noce
di betel, per rafforzare l’utero.

120

112-122 Ayurveda donna_CORR.indd 120 16/12/19 15:40


NADI SODHANA,
L’ONDA PURIFICATRICE
CHE STEMPERA L’ANSIA
Nei momenti di maggiore ten-
sione, per esempio prima del
parto o nei primi mesi di vita
del neonato, tieni a mente alcu-
ni semplici esercizi, da pratica- evitare gli avanzi e gli alimenti UN MASSAGGIO
indigesti. Latticini biologici, PER VOLERTI BENE
re al bisogno. Massaggiare la pelle con gli oli
Ci vuole pochissimo per ese- frutta a guscio, grani, legumi
vari, frutta di stagione e vege- migliori è un rituale che dona
guirli, ma i benefici sono dav- un benessere profondo a mente,
vero notevoli. tali cotti e crudi sono ideali per
la dieta della gestante. corpo e spirito; li fa funzionare
Ecco un Pranayama molto utile in armonia, ed è un modo per
che purifica mente e cervello prendersi cura di sé e del pro-
agendo sui canali sottili dove Il latte d’oro per promuovere
le difese immunitarie - Uno prio bambino.
scorre l’energia. Ricorda che in sanscrito la pa-
1. Siedi in Siddhasana, Varjasa- dei segreti dell’Ayurveda per
promuovere lo sviluppo di un rola olio, “sneha”, significa in-
na o Padmasana, con la schiena fatti anche “amore”.
ben dritta, il torace aperto, la buon sistema immunitario nel
bambino è il cosiddetto “elisir Oltretutto oleare e quotidiana-
testa leggermente inclinata in mente la pelle sui fianchi e at-
avanti. La mano sinistra è po- d’oro”, che si realizza misce-
lando un cucchiaio di latte tie- torno alla vita aiuta anche a
sata sul ginocchio corrispon- promuoverne l’elasticità e a
dente, la destra è davanti al pido e un cucchiaio di ghee. Da
bere tutti i giorni. prevenire le smagliature.
viso, con indice e medio ripie-
gati a contatto del naso; il pol-
lice chiude la narice destra,
mentre anulare e mignolo co-
prono quella sinistra. Nella tradizione ayurvedica,
2. Appoggia lentamente la
mano al naso chiudendolo men-
il bambino che sta per
tre appoggi e stringi l’area tra nascere sogna per tutto
osso e cartilagini.
3. Espirando svuota i polmoni. il tempo della gestazione
Chiudi la narice destra e inspi-
ra con calma dalla sinistra.
le proprie vite
Trattieni qualche secondo ed passate, nell’attesa
espira con la destra. Inspira dal-
la destra, trattieni ed espira dal- di quella che
la sinistra. sta per
4. Esegui almeno 10 ripetizioni.
cominciare
AL “PANCIONE” SERVE
CIBO DI QUALITÀ
Per nutrire i dhatu, i tessuti del
bambino, occorre mangiare cibi
sempre freschi, non processati,

121

112-122 Ayurveda donna_CORR.indd 121 16/12/19 15:40


Ayurveda per la bellezza
Valorizzare la femminilità

BIBLIOGRAFIA
• Chopra D., “Benessere
Totale”, Ed. Sperling &
Kupfer editori, Milano 1993.
• Compostella R., Arena D.,
“Conoscere i Chakra”, Ed.
Riza, Milano, 2001.
• Compostella R., Arena D.,
“La dieta Ayurvedica”, Ed.
Riza, Milano 1999.
• Compostella R.,
“Ayurveda Maharishi”, Ed.
Riza, Milano, 1997.
• Dattatraylad V., M.A.S. C.,
“Textbook of ayurveda”,
Ed.The Ayurvedic Press,
New Mexico, 2002.
ENTRA A PASSO LEGGERO • Frawley D., Ranade S.,

NELLA MATURITÀ...
“Ayurveda Nature’s
Medicine”, Ed. Jainendra
Press, Dehli, 2004.

C on la menopausa, il proces-
so principale che, dal pun-
to di vista dell’Ayurveda, si
dici, che nutre ojas. Si utilizza
come condimento ed è dotato
di proprietà antiossidanti.
• Govindam S. V.,
“Massaggio Ayurvedico”,
Ed. Mediterranee, 1997.
verifica nel corpo è il dissecca- • Con le spezie più digestive, • Lele A., Ranade S., Frawley
mento progressivo degli umori. come cumino, finocchio, co- D., “Secrets of Marma”, Ed.
Per restituire al corpo la sua riandolo, curcuma e zafferano. Chankhamba Sanskrit
giovinezza, la medicina ayur- • Con la respirazione a narici Pratishtan, Dehli, 2005.
vedica suggerisce di: alternate Nadi Shodhana (vedi • Nanal V.M., “Massaggio
• intensificare il massaggio pagina 44-45 e pag. 121). Ayurvedico”, Ed. M.I.R.,
Abhyanga, con abbondanti oli • Con lo yoga Nidra. Montespertoli, 2000.
che calmano Vata. • Shanti Gowans,
• Praticare il trattamento shiro- UNA CAREZZA “Ayurveda”, Ed. Tiny Tot
dara, che facendo colare dell’ CONTRO LE TENSIONI Publications, Dehli, 2002.
olio medicato sulla fronte sti- Un ottimo olio per massaggi si • Svoboda R. E., “Ayurveda.
mola la ghiandola pineale e la prepara con 2 cucchiai di olio Vita, salute e longevita”, Ed.
produzione di melatonina. di sesamo, 2 cucchiai di olio di Macro, Cesena, 2017.
• Aumentare l’idratazione, at- germe di grano e 10 gocce di • Swami Sadashwatirtha,
traverso acqua, brodi e tisane, oli essenziali a scelta tra basili- “The Ayurvedic
e con una dieta molto ricca di co, arancio, chiodi di garofano, Encyclopedia”, Ed.
frutta e verdura. geranio, rosa, che sono caldi, Ayurvedic Holistic Center
• Con il rimedio Chyavanprash, acidi e dolci. Si insiste soprat- Press, Bayville, NY 2004.
uno dei classici antiage ayurve- tutto sulle piante dei piedi.

122

112-122 Ayurveda donna_CORR.indd 122 16/12/19 15:40