Sei sulla pagina 1di 38

CONCORSO 2018

AMBITO AD04

La Divina Commedia:
il Conte Ugolino
e la tragedia delle lotte comunali

PRINZIVALLI LAURA SARA


Alessandria, 31/07/2018
CONTESTO
CONTESTO
CONTESTO
DIDATTICA INCLUSIVA

PREREQUISITI

OBIETTIVI E TRAGUARDI
Scuola: Liceo Scienze Umane
METODOLOGIE
STRUMENTI
Classe: III
AMBIENTI

PROGRAMMAZIONE Utenza: - 24 alunni (13 femmine e 11 maschi)


E PROGETTAZIONE - livello medio-alto
COLLEGAMENTI - clima relazionale interno coeso
INTERDISCIPLINARI
- 3 alunni con BES
LEZIONE ► 1 con disabilità lieve
VERIFICA E VALUTAZIONE
► 1 con DSA (certificato per dislessia)
► 1 con disagio familiare
RECUPERO E
POTENZIAMENTO

RIFERIMENTI LEGISLATIVI
E NORMATIVI

BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO
DIDATTICA INCLUSIVA
DIDATTICA INCLUSIVA D.lgs. 66 del 2017

PREREQUISITI

OBIETTIVI E TRAGUARDI
BES 1° BES 2° BES 3°
METODOLOGIE fascia fascia fascia
STRUMENTI
AMBIENTI
1 alunno 1 alunno 1 alunno
PROGRAMMAZIONE con un lieve ritardo con DSA con disagio familiare
E PROGETTAZIONE ICD 10 OMS: F10 ICF: F81.0 (D.M. del 27/12/2012
(Legge 104/1992) disturbo e C.M. n. 8
COLLEGAMENTI specifico del 6/3/2013)
INTERDISCIPLINARI della lettura
(Legge 107/2010)
LEZIONE

VERIFICA E VALUTAZIONE

RECUPERO E
POTENZIAMENTO

RIFERIMENTI LEGISLATIVI PEI PDP


E NORMATIVI

BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO STRUMENTI COMPENSATIVI E DISPENSATIVI
DIDATTICA INCLUSIVA
BES 1° fascia BES 2° fascia BES 3° fascia
PREREQUISITI
• riduzione e • lettura ad alta voce da • verifiche e
OBIETTIVI E TRAGUARDI adattamento del parte dei compagni o interrogazioni
programma dell’insegnante supportate da schemi e
METODOLOGIE mappe concettuali
STRUMENTI • fotocopie • uso di immagini,
AMBIENTI semplificate schemi, mappe e • esonero/dispensa
supporti multimediali dallo svolgimento di
PROGRAMMAZIONE
E PROGETTAZIONE • verifiche adattate alcuni compiti
agli obiettivi minimi • tempi maggiori
COLLEGAMENTI previsti durante lo svolgimento • riduzione degli
INTERDISCIPLINARI delle prove esercizi e adattamento
• tempo maggiore per degli stessi durante le
LEZIONE lo svolgimento delle • verifiche prove
prove prevalentemente orali o
VERIFICA E VALUTAZIONE
con riduzione e
RECUPERO E • compiti a casa adattamento degli
POTENZIAMENTO differenziati esercizi

RIFERIMENTI LEGISLATIVI • Uso di mappe e • dispensa/esonero


E NORMATIVI schemi nello studio e dallo svolgimento di
durante le verifiche e alcuni compiti
BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA le interrogazioni
CONTESTO PREREQUISITI
DIDATTICA INCLUSIVA

PREREQUISITI

OBIETTIVI E TRAGUARDI

METODOLOGIE
STRUMENTI - Conoscenza di Dante e delle sue opere
AMBIENTE - Conoscenza della Divina Commedia (titolo, struttura,
PROGRAMMAZIONE metrica, e argomenti)
E PROGETTAZIONE - Conoscenza della struttura dell’Inferno
- Conoscenza dei canti VI, X e XIX dell’Inferno
COLLEGAMENTI
INTERDISCIPLINARI
- Conoscenza del contesto storico-culturale e socioeconomico
dell’epoca (comuni, lotte tra i comuni, guelfi e ghibellini)
LEZIONE - Capacità di analisi di un testo poetico e conoscenza delle più
importanti figure retoriche
VERIFICA E VALUTAZIONE
- Capacità di utilizzare le risorse digitali per reperire
RECUPERO E informazioni e produrre ricerche o elaborati
POTENZIAMENTO

RIFERIMENTI LEGISLATIVI
E NORMATIVI

BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO OBIETTIVI DI APPRENDIMEMTO
DIDATTICA INCLUSIVA D.M. 211 del 7/10/2010: Indicazioni Nazionali per i Licei.

PREREQUISITI CONOSCENZE ABILITÀ


(sapere) (saper fare)
OBIETTIVI E TRAGUARDI

METODOLOGIE - La suddivisione delle quattro - Capacità di recuperare nel testo


STRUMENTI zone dell’inferno informazioni sui personaggi
AMBIENTI - La storia del conte Ugolino - Saper esporre in modo chiaro e
(personaggio storico e coerente le informazioni
PROGRAMMAZIONE personaggio dantesco) acquisite
E PROGETTAZIONE
- Le diverse posizioni della critica - Saper scrivere in modo corretto
COLLEGAMENTI in merito al fatto che il conte ed esaustivo
INTERDISCIPLINARI abbia o meno divorato i propri - Riuscire a individuare tutti i
figli termini che si riferiscono alla
LEZIONE ferinità (disumanità) dei vari
personaggi (metafora della
VERIFICA E VALUTAZIONE caccia)
- Individuare legami tra la vita
RECUPERO E
POTENZIAMENTO dell’autore e le sue opere
- Riconoscere caratteri stilistici e
RIFERIMENTI LEGISLATIVI strutturali dei diversi testi
E NORMATIVI

BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO TRAGUARDI DI COMPETENZA
DIDATTICA INCLUSIVA Raccomandazioni del Parlamento Europeo per l’apprendimento permanente

PREREQUISITI

OBIETTIVI E TRAGUARDI COMPETENZE CHIAVE COMPETENZE CHIAVE


18/12/2006 23/05/2018
METODOLOGIE
STRUMENTI
AMBIENTI - Comunicare nella madrelingua - Competenza multilinguistica
- Comunicare nelle lingue - Competenza digitale
PROGRAMMAZIONE straniere - Competenza personale, sociale e
E PROGETTAZIONE - Competenza digitale capacità di imparare a imparare
- Competenze sociali e civiche - Competenza in materia di
COLLEGAMENTI - Imparare ad imparare cittadinanza
INTERDISCIPLINARI - Competenza in materia di
- Consapevolezza ed espressione
LEZIONE culturale consapevolezza ed espressione
- Competenze matematiche, culturali
VERIFICA E VALUTAZIONE scientifiche e tecnologiche - Competenza matematica e
- Spirito di iniziativa ed competenza in scienze,
RECUPERO E imprenditorialità tecnologie e ingegneria
POTENZIAMENTO - Competenza alfabetica
funzionale
RIFERIMENTI LEGISLATIVI
E NORMATIVI
- Competenza imprenditoriale

BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO TRAGUARDI DI COMPETENZA
DIDATTICA INCLUSIVA

PREREQUISITI

OBIETTIVI E TRAGUARDI
- Competenza multilinguistica
METODOLOGIE - Competenza digitale
STRUMENTI - Competenza personale, sociale e capacità di imparare a imparare
AMBIENTI - Competenza in materia di cittadinanza
- Competenza in materia di consapevolezza ed espressione culturali
PROGRAMMAZIONE
E PROGETTAZIONE

COLLEGAMENTI - Capacità di fare confronti e collegamenti tra autori diversi e


INTERDISCIPLINARI tra discipline diverse
- Capacità di lettura critica
LEZIONE - Riflettere sul proprio percorso di apprendimento
- Capacità di lavorare in gruppo al fine di raggiungere un obiettivo comune
VERIFICA E VALUTAZIONE
- Padronanza della lingua (scritto e parlato)
RECUPERO E
POTENZIAMENTO

RIFERIMENTI LEGISLATIVI
E NORMATIVI

BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO PECUP
DIDATTICA INCLUSIVA Profilo educativo culturale e professionale - Allegato A del DPR 89/2010

PREREQUISITI

OBIETTIVI E TRAGUARDI

METODOLOGIE
STRUMENTI
AMBIENTI

PROGRAMMAZIONE
E PROGETTAZIONE

COLLEGAMENTI
INTERDISCIPLINARI

LEZIONE

VERIFICA E VALUTAZIONE

RECUPERO E
POTENZIAMENTO

RIFERIMENTI LEGISLATIVI
E NORMATIVI

BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO PECUP
DIDATTICA INCLUSIVA
1. AREA METODOLOGICA
- Aver acquisito un metodo di studio autonomo e flessibile, che consenta di condurre ricerche e
PREREQUISITI
approfondimenti personali e di continuare in modo efficace i successivi studi superiori,
naturale prosecuzione dei percorsi liceali, e di potersi aggiornare lungo l’intero arco della
OBIETTIVI E TRAGUARDI propria vita.

METODOLOGIE 2. AREA LOGICO-ARGOMENTATIVA


STRUMENTI - Saper sostenere una propria tesi e saper ascoltare e valutare criticamente le argomentazioni
altrui.
AMBIENTI
- Essere in grado di leggere e interpretare criticamente i contenuti delle diverse forme di
comunicazione.
PROGRAMMAZIONE
E PROGETTAZIONE 3. AREA LINGUISTICA E COMUNICATIVA
- Padroneggiare la scrittura in tutti i suoi aspetti, da quelli elementari (ortografia e morfologia) a
COLLEGAMENTI quelli più avanzati (sintassi complessa, precisione e ricchezza del lessico, anche letterario e
specialistico), modulando tali competenze a seconda dei diversi contesti e scopi comunicativi
INTERDISCIPLINARI
- Saper leggere e comprendere testi complessi di diversa natura, cogliendo le sfumature di
significato di ognuno di essi
LEZIONE - Saper utilizzare le tecnologie dell’informazione e della comunicazione per studiare, fare
ricerca, comunicare.
VERIFICA E VALUTAZIONE
4. AREA STORICO-UMANISTICA
- Conoscere i presupposti culturali e la natura delle istituzioni politiche, giuridiche, sociali ed
RECUPERO E
economiche, con riferimento particolare all’Italia e all’Europa, e comprendere i diritti e i doveri
POTENZIAMENTO che caratterizzano l’essere cittadini.
- Conoscere, con riferimento agli avvenimenti, ai contesti geografici e ai personaggi più
RIFERIMENTI LEGISLATIVI importanti, la storia d’Italia inserita nel contesto europeo e internazionale, dall’antichità sino
E NORMATIVI ai giorni nostri.

BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO
METODOLOGIE:
DIDATTICA INCLUSIVA STRUMENTI:
- Riattivazione delle conoscenze pregresse
PREREQUISITI - Lezione frontale (The lecture) - Libro di testo
OBIETTIVI E TRAGUARDI
- Lezione dialogata (communicative - Fotocopie
approach ) - Computer
METODOLOGIE - Lezione partecipata (task oriented lesson) - Internet
STRUMENTI - Cooperative learning - LIM
AMBIENTI - Peer tutoring - Lavagna
- Classi aperte (level oriented lesson) d’ardesia
PROGRAMMAZIONE
E PROGETTAZIONE - Schemi e mappe
- Padlet
COLLEGAMENTI
INTERDISCIPLINARI STRUMENTI
COMPENSATIVI:
LEZIONE AMBIENTI DI
- Audio libro APPRENDIMENTO:
VERIFICA E VALUTAZIONE
- Registratore
RECUPERO E - Computer - Aula
POTENZIAMENTO - Fotocopie - Aula informatica
- Schemi, mappe e - Casa
RIFERIMENTI LEGISLATIVI sintesi - Padlet
E NORMATIVI

BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO PLANNING
DIDATTICA INCLUSIVA
Calendarizzazione Tempi
PREREQUISITI II quadrimestre 4 ore
OBIETTIVI E TRAGUARDI

METODOLOGIE
STRUMENTI
AMBIENTI 1:30 h
30 2h
min
PROGRAMMAZIONE
E PROGETTAZIONE

COLLEGAMENTI
INTERDISCIPLINARI
RECUPERO
DELLE
LEZIONE CONOSCENZE
PREGRESSE
VERIFICA E VALUTAZIONE

RECUPERO E
POTENZIAMENTO LEZIONE FRONTALE,
DIALOGATA E
PARTECIPATA
RIFERIMENTI LEGISLATIVI
E NORMATIVI
COOPERATIVE
BIBLIOGRAFIA E LEARNING
SITOGRAFIA
CONTESTO FOLLOW UP
STORIA: approfondimento sulla città di Pisa (novella Tebe=città
DIDATTICA INCLUSIVA
delle lotte fratricide)
PREREQUISITI
COSTITUZIONE E CITTADINANZA:
OBIETTIVI E TRAGUARDI
clan mafiosi in lotta all’interno della stessa città e comuni
METODOLOGIE commissariati (articoli di giornale su cui fare approfondimento a
STRUMENTI casa)
AMBIENTI

PROGRAMMAZIONE INGLESE: Shakespeare «Romeo and Juliet» storia


E PROGETTAZIONE Ambientata nella Verona del 1303, al tempo in cui
Dante, esule, era ospite degli Scaligeri
COLLEGAMENTI (VI canto del Purgatorio).
INTERDISCIPLINARI

LEZIONE STORIA DELL’ARTE:


Lorenzetti e ciclo di affreschi sull’allegoria ed Effetti del Buono e
VERIFICA E VALUTAZIONE
del Cattivo Governo (1338-1339) – primi affreschi di arte civile
RECUPERO E
POTENZIAMENTO
SCIENZE UMANE: l’uomo
RIFERIMENTI LEGISLATIVI e la sua umanità
E NORMATIVI

BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO CONTESTUALIZZAZIONE E ATTUALIZZAZIONE
DIDATTICA INCLUSIVA La Divina Commedia di Dante è un poema sempre attuale, perché
presenta le passioni e le debolezze umane che sono universali e senza
PREREQUISITI
tempo.
OBIETTIVI E TRAGUARDI
La storia del conte Ugolino è la più celebre della commedia (XXXII e XXXIII
METODOLOGIE canto dell’Inferno) e commuove gli animi più di chiunque altra, poiché il
STRUMENTI dolore di un padre nel vedere morire i suoi figli è l’inferno peggiore che
AMBIENTI esista. La torre in cui vennero rinchiusi Ugolino e i suoi familiari è
l’anticamera stessa dell’Inferno.
PROGRAMMAZIONE
E’ lui al contempo sia PECCATORE che VITTIMA.
E PROGETTAZIONE
PECCATORE perché traditore e il tradimento è per Dante il peggiore dei
COLLEGAMENTI peccati, perché è combiuto contro l’amore. Chi tradisce la fiducia perde la
INTERDISCIPLINARI dignità umana.
VITTIMA perché è costretto a veder morire i suoi figli e in questo Dante si
LEZIONE riconosce. Perciò la dura condanna politica e degli odi di parte che
conducono ad atroci conseguenze (TRAGEDIA) .
VERIFICA E VALUTAZIONE
I figli dovevano seguire il destino dei padri (secondo la legge del tempo).
RECUPERO E
POTENZIAMENTO L’invettiva contro Pisa e Genova chiude la storia.
L’autore si rivolge direttamente alla città e non ai suoi
RIFERIMENTI LEGISLATIVI abitanti. Esse sono il NIDO della peggiore malizia,
E NORMATIVI quella che porta a tradire colui che si fida.
BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO STEP 1/1: RIATTIVAZIONE DELLE CONOSCENZE PREGRESSE
DIDATTICA INCLUSIVA L’INFERNO DI DANTE

PREREQUISITI

OBIETTIVI E TRAGUARDI

METODOLOGIE
STRUMENTI
AMBIENTI
.
PROGRAMMAZIONE
E PROGETTAZIONE

COLLEGAMENTI
INTERDISCIPLINARI

LEZIONE

VERIFICA E VALUTAZIONE

RECUPERO E
POTENZIAMENTO

RIFERIMENTI LEGISLATIVI
E NORMATIVI

BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO
STEP 1/2:RIATTIVAZIONE DELLE CONOSCENZE PREGRESSE
CIACCO FARINATA DEGLI UBERTI BONIFACIO VIII
DIDATTICA INCLUSIVA
VI canto dell’Inferno X Canto dell’Inferno XIX Canto dell’Inferno

PREREQUISITI .III Cerchio: golosi. VI Cerchio: eretici. VIII Cerchio, 3° bolgia:


È la notte di venerdì 8 aprile (o 25 È la notte di sabato 9 aprile (o 26 simoniaci (Malebolge).
marzo) del 1300. marzo) del 1300. E’ l’alba di sabato 9 aprile (o 26 marzo)
OBIETTIVI E TRAGUARDI de 1300, al mattino.
E’ immerso nel fango, flagellato da E’ il grande capo ghibellino di
METODOLOGIE una pioggia battente e straziato da Firenze. Dentro un sepolcro I simoniaci (coloro che anno venduto
Cerbero, il cane a tre teste. infuocato aperto. Farinata cose sacre) sono conficcati a testa in giù
STRUMENTI Dante gli chiede: domanda a Dante chi fossero i suoi entro buche circolari dalle quali
AMBIENTI 1) Quale sarà l’esito delle antenati. Il poeta rivela la sua emergono solo le gambe, mentre sottili
discordie a Firenze. discendenza e Farinata osserva che fiammelle lambiscono loro le piante dei
2) Se tra i cittadini c’è qualcuno gli avi di Dante furono aspri nemici piedi e provocano dolore.
PROGRAMMAZIONE che si mantiene al di sopra di lui, dei suoi antenati e della sua Incontra papa Niccolò III, che predice la
E PROGETTAZIONE delle parti, desiderando solo parte politica (i Ghibellini), tanto futura dannazione di Bonifacio VIII e
il trionfo della giustizia, che li cacciò per due volte Clemente V. Invettiva di Dante contro la
3) Da che cosa hanno avuto da Firenze. corruzione ecclesiastica.
COLLEGAMENTI origine queste contese. Dante ribatte prontamente che, se Il dialogo fra lui e Dante avviene in un
INTERDISCIPLINARI Ciacco: essi furono cacciati, seppero forte contesto comico-realistico: Dante
1) oscura profezia in cui i Guelfi rientrare in città entrambe le volte, paragona se stesso a un frate che
LEZIONE Neri prevarranno sui Guelfi mentre non si può dire lo stesso confessa un assassino prima
Bianchi grazie a un degli avi di Farinata. Questi dell'esecuzione, con un grottesco
personaggio che si tiene in profetizza che anche Dante(1302) rovesciamento dei ruoli. Non meno
VERIFICA E VALUTAZIONE bilico tra i due partiti sarà esiliato. Il dannato chiede poi paradossale l'equivoco in cui cade il
(Bonifacio VIII). I Neri per quale motivo il Comune di papa, che scambia Dante per Bonifacio
conserveranno il potere per Firenze è così duro in ogni sua VIII venuto a prendere il suo posto nella
RECUPERO E lungo tempo, infliggendo legge contro la sua famiglia e buca e a spingerlo di sotto: il dannato sa
POTENZIAMENTO gravi pene alla parte avversa Dante risponde che ciò è per il che la morte di Bonifacio avverrà nel
(condanne ed esili). ricordo della battaglia di 1303, quindi è stupito di vederlo
2) i giusti a Firenze sono solo in Montaperti (1260), che arrossò di all'Inferno nella primavera del 1300, con
RIFERIMENTI LEGISLATIVI due, ma nessuno li ascolta. sangue il fiume Arbia. Farinata tre anni di anticipo. L'equivoco è un
E NORMATIVI 3) superbia, invidia ed avarizia osserva sconsolato che a quella espediente che consente a Dante di
sono le tre scintille che battaglia non partecipò lui solo, profetizzare la dannazione di papa
hanno acceso le lotte mentre fu l'unico a opporsi alla Caetani, proprio come farà più avanti con
BIBLIOGRAFIA E politiche. distruzione di Firenze in seguito Clemente V.
SITOGRAFIA alla vittoria dei Ghibellini.
CONTESTO STEP 1/3: RIATTIVAZIONE DELLE CONOSCENZE PREGRESSE
DIDATTICA INCLUSIVA
Discussione in classe sul compito assegnato a casa.
PREREQUISITI
COMPITO
OBIETTIVI E TRAGUARDI Visione, tesa al ripasso, del powerpoint e del video
METODOLOGIE (https://youtu.be/QLwIsN-aClE), caricati su padlet, sulla nascita e lo
STRUMENTI sviluppo dei comuni. Seguono domande di verifica (VERIFICA
AMBIENTI DIAGNOSTICA).
.
PROGRAMMAZIONE
E PROGETTAZIONE Punti cardine:
COMUNE MEDIEVALE ITALIANO
COLLEGAMENTI GUELFI e GHIBELLINI
INTERDISCIPLINARI
LOTTE TRA LE CITTA’ COMUNALI
LEZIONE
Domande:
VERIFICA E VALUTAZIONE
1) Quando e perché ha inizio in Italia il periodo comunale?
RECUPERO E 2) Quali sono i due sistemi comunali attuati?
POTENZIAMENTO 3) Perché nel sud Italia non si sviluppò la civiltà
comunale?
RIFERIMENTI LEGISLATIVI
E NORMATIVI 4) Chi erano i guelfi e chi erano i ghibellini?
5) Perché le città erano spesso in conflitto
BIBLIOGRAFIA E tra loro?
SITOGRAFIA
CONTESTO STEP 1/4: RIATTIVAZIONE DELLE CONOSCENZE PREGRESSE
DIDATTICA INCLUSIVA

PREREQUISITI

OBIETTIVI E TRAGUARDI

METODOLOGIE
STRUMENTI
AMBIENTI
.
PROGRAMMAZIONE
E PROGETTAZIONE

COLLEGAMENTI
INTERDISCIPLINARI

LEZIONE

VERIFICA E VALUTAZIONE

RECUPERO E
POTENZIAMENTO

RIFERIMENTI LEGISLATIVI
E NORMATIVI

BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO STEP 2/1: LEZIONE FRONTALE, DIALAOGATA E PARTECIPATA
DIDATTICA INCLUSIVA

PREREQUISITI
CAINA: dei parenti
OBIETTIVI E TRAGUARDI IX CERCHIO DELL’INFERNO: i traditori ANTENORA: della patria
divisi in TOLOMEA: degli ospiti
METODOLOGIE
STRUMENTI 4 zone GIUDECCA: dei benefattori
AMBIENTI concentriche
PROGRAMMAZIONE
E PROGETTAZIONE
E’ IL LAGO DI COCITO, uno dei
4 fiumi infernali nella cui ghiaccia
COLLEGAMENTI sono imprigionati i traditori.
INTERDISCIPLINARI

LEZIONE DANTE descrive il CERCHIO nei Canti XXXII, XXXIII e XXXIV, dopo
che il gigante Anteo ha deposto i due poeti infondo al pozzo che
VERIFICA E VALUTAZIONE delimita il confine tra questo Cerchio e quello precedente.
RECUPERO E
POTENZIAMENTO AL CENTRO c’è Lucifero intento a divorare,
con le sue tre bocche, Bruto, Cassio e Giuda.
RIFERIMENTI LEGISLATIVI Sono le sue ali che muovendosi creano
E NORMATIVI
un vento gelido che congela le acque.
BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO STEP 2/2: LEZIONE FRONTALE, DIALOGATA E PARTECIPATA
DIDATTICA INCLUSIVA
Presentazione degli ultimi versi del canto XXXII. Parafrasi,
PREREQUISITI analisi e commento svolto insieme.
OBIETTIVI E TRAGUARDI
Canto XXXII
METODOLOGIE Noi eravam partiti già da ello,
STRUMENTI
AMBIENTI ch'io vidi due ghiacciati in una buca,
. sì che l'un capo a l'altro era cappello;
PROGRAMMAZIONE e come 'l pan per fame si manduca,
E PROGETTAZIONE
così 'l sovran li denti a l'altro pose
COLLEGAMENTI là 've 'l cervel s'aggiugne con la nuca:
INTERDISCIPLINARI non altrimenti Tideo si rose
LEZIONE
le tempie a Menalippo per disdegno,
che quei faceva il teschio e l'altre cose.
VERIFICA E VALUTAZIONE "O tu che mostri per sì bestial segno
odio sovra colui che tu ti mangi,
RECUPERO E
dimmi 'l perché", diss'io, "per tal convegno,
POTENZIAMENTO
che se tu a ragion di lui ti piangi,
RIFERIMENTI LEGISLATIVI sappiendo chi voi siete e la sua pecca,
E NORMATIVI nel mondo suso ancora io te ne cangi,
BIBLIOGRAFIA E se quella con ch'io parlo non si secca".
SITOGRAFIA
CONTESTO STEP 2/3: LEZIONE FRONTALE, DIALOGATA E PARTECIPATA
DIDATTICA INCLUSIVA «…al pari di Tideo che per odio pressante rose le tempie di
PREREQUISITI Menalippo costui rodeva il teschio e la carne, il cervello…» vv.
130-132 (scena ripresta da Stazio)
OBIETTIVI E TRAGUARDI
Importante riferimento a Tebe, che ritorna poi altre volte come a voler
METODOLOGIE
STRUMENTI affermare la TRAGICA storia che si sta per narrare.
AMBIENTI Il registro tebano per gli antichi era quello più adatto per trattare
. l’umana nefandezza. Tebe era la città delle lotte fratricide. Le guerre tra
PROGRAMMAZIONE fratelli (le guerre civili) sono le più tragiche, il massimo dell’efferatezza
E PROGETTAZIONE umana. Tideo, eroe della mitologia greca, figlio del re di Calidone, è uno
dei protagonisti della spedizione dei Sette contro Tebe, dove
COLLEGAMENTI
uccise Menalippo restando però da lui mortalmente
INTERDISCIPLINARI
ferito; Anfiarao tagliò la testa a Menalippo e la gettò a T., che, morente,
LEZIONE vi conficcò ferocemente i denti; Atena che si era avvicinata per donargli
l’immortalità, si allontanò inorridita dal campo di battaglia.
VERIFICA E VALUTAZIONE
TRAGICA E’ LA STORIA PERSONALE CHE SI ANDRA’
RECUPERO E NARRARE E TRAGICHE SONO LE LOTTE TRA FAZIONI,
POTENZIAMENTO
TRACOMUNI, CAPACI DI RENDERE GLI UOMINI
RIFERIMENTI LEGISLATIVI DELLE BESTIE.
E NORMATIVI
«O tu che mostri per sì bestial segno» v. 133
BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO STEP 2/4: LEZIONE FRONTALE, DIALOGATA E PARTECIPATA
DIDATTICA INCLUSIVA
1. Lettura del Canto XXXIII, parafrasi, analisi e commento guidati.
PREREQUISITI 2. Visione del DVD La Divina Commedia – Inferno – Canto XXXIII -
DeAGOSTINI
OBIETTIVI E TRAGUARDI 3. Considerazioni personali dei ragazzi sul personaggio di Ugolino.
METODOLOGIE
STRUMENTI
AMBIENTI

PROGRAMMAZIONE
E PROGETTAZIONE

COLLEGAMENTI
INTERDISCIPLINARI

LEZIONE

VERIFICA E VALUTAZIONE

RECUPERO E
POTENZIAMENTO

RIFERIMENTI LEGISLATIVI
E NORMATIVI

BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO STEP 2/5: LEZIONE FRONTALE, DIALOGATA E PARTECIPATA
DIDATTICA INCLUSIVA
I 2 volti del
PREREQUISITI
Conte UGOLINO della GHERARDESCA
OBIETTIVI E TRAGUARDI

METODOLOGIE
STRUMENTI
AMBIENTI VITTIMA: PECCATORE:
in quanto padre straziato in quanto belva feroce e
PROGRAMMAZIONE d’amore e di dolore per disumana che divora il
E PROGETTAZIONE la condanna dei suoi figli cranio insanguinato.
innocenti. Imprigionato Accusato di tradimento.
COLLEGAMENTI
INTERDISCIPLINARI
con due figli (Gaddo e
Uguccione ) e due nipoti
LEZIONE (Nino detto il Brigata e
Anselmuccio, ancora
VERIFICA E VALUTAZIONE adolescente). I figli
chiedono aiuto al padre 9 mesi di reclusione e poi
RECUPERO E (aiuto morale: richiamo la morte per fame, dopo
POTENZIAMENTO il sogno profetico
alla cristianità «padre
RIFERIMENTI LEGISLATIVI mio perché non mi
E NORMATIVI aiuti?»)

BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO STEP 2/6: LEZIONE FRONTALE, DIALOGATA E PARTECIPATA
DIDATTICA INCLUSIVA

PREREQUISITI COMPITO A CASA: LAVORO SUL TESTO (CANTO XXXIII)

OBIETTIVI E TRAGUARDI 1) Individuare nel canto XXXIII e sottolineare le parti in cui sono presenti
il tema della DEUMANIZZAZIONE DEI PERSONAGGI (Ugolino e
METODOLOGIE l’arcivescovo Ruggieri) e quello della FAME. Preparare una C-map
STRUMENTI
AMBIENTI
riassuntiva che sarà presentata alla classe e valutata.
.
PROGRAMMAZIONE
E PROGETTAZIONE

COLLEGAMENTI
INTERDISCIPLINARI

LEZIONE

VERIFICA E VALUTAZIONE

RECUPERO E
POTENZIAMENTO

RIFERIMENTI LEGISLATIVI
E NORMATIVI

BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO STEP 3/1: COOPERATIVE LEARNING
DIDATTICA INCLUSIVA
COMPITO: anagrafe dei personaggi
PREREQUISITI Gli alunni divisi in 6 gruppi eterogenei di 4 componenti dovranno COSTRUIRE la
CARTA d’IDENTITA’ dei PERSONAGGI incontrati negli ultimi versi del XXXII canto
OBIETTIVI E TRAGUARDI dell’Inferno e di quelli incontrati nel XXXIII canto.

METODOLOGIE Dapprima lavoreranno in classe, poi in aula informatica, dove realizzeranno la carta su
STRUMENTI word, la stamperanno e la mostreranno alla classe, esponendo oralmente le fasi della
AMBIENTI loro ricerca e del loro lavoro.

PROGRAMMAZIONE Dovranno :
E PROGETTAZIONE 1) Inserire un’immagine del personaggio;
2) Identificare il periodo storico in cui si collaca;
COLLEGAMENTI 3) Indicare la città natale;
INTERDISCIPLINARI 4) Indicare lo schieramento politico;
5) Indicare come vengono descritti da Dante;
LEZIONE 6) Sottolineare qual è la loro colpa e quale la loro punizione;
7) Indicare l’atteggiamento assunto da Dante nei loro confronti.
VERIFICA E VALUTAZIONE
Personaggi:
RECUPERO E - Tideo
POTENZIAMENTO - Menalippo
- Il conte Ugolino della Gherardesca
RIFERIMENTI LEGISLATIVI - Gaddo
E NORMATIVI - L’arcivescovo Ruggieri degli Ubaldini
- Frate Alberigo dei Manfredi
BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO
La valutazione è la fase del processo di
formazione che consente di misurare, in diversi
DIDATTICA INCLUSIVA momenti, il livello di acquisizione degli obiettivi
formativi individuati nella progettazione
PREREQUISITI
didattica. E’ un processo dinamico ed evolutivo.
OBIETTIVI E TRAGUARDI
FASI della VALUTAZIONE
METODOLOGIE
STRUMENTI
1) Iniziale (predittiva o diagnostica) accertare situazione
AMBIENTI 2) In itinere (formativa o di processo) individuare difficoltà
3) Finale (sommativa o di prodotto) accertare il
PROGRAMMAZIONE raggiungimento
E PROGETTAZIONE
apprendimenti finali
COLLEGAMENTI OGGETTI della VALUTAZIONE
INTERDISCIPLINARI 1) Il pregresso
LEZIONE
2) Il processo
3) La performance
VERIFICA E VALUTAZIONE 4) Il prodotto
PROVE di VERIFICA
RECUPERO E
POTENZIAMENTO 1) Orali, scritte, pratiche, grafiche
2) Iniziali, intermedie, finali
RIFERIMENTI LEGISLATIVI 3) Individuali o di gruppo
E NORMATIVI
4) Ad alta strutturazione, semi-strutturate e
BIBLIOGRAFIA E a bassa strutturazione
SITOGRAFIA
CONTESTO GRIGLIE e RUBRICHE di VALUTAZIONE
DIDATTICA INCLUSIVA
Check list :
PREREQUISITI
1) per rilevare, tramite l’osservazione, le conoscenze
OBIETTIVI E TRAGUARDI pregresse degli allievi
METODOLOGIE
STRUMENTI
Griglie di valutazione:
AMBIENTI 1) per la verifica scritta con item strutturati, semistrutturati e
ad alta strutturazione (questi ultimi per i BES)
PROGRAMMAZIONE 2) per l’osservazione dell’attività di gruppo;
E PROGETTAZIONE
3) per la realizzazione del prodotto (C.I.) ed esposizione orale
COLLEGAMENTI
INTERDISCIPLINARI Griglie di autovalutazione degli alunni
LEZIONE
Griglie di autovalutazione per il docente
VERIFICA E VALUTAZIONE

RECUPERO E
POTENZIAMENTO

RIFERIMENTI LEGISLATIVI
E NORMATIVI

BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO CHECK LIST D’OSSERVAZIONE SULL’ATTIVAZIONE DELLE
CONOSCENZE PREGRESSE
DIDATTICA INCLUSIVA

PREREQUISITI

OBIETTIVI E TRAGUARDI Allievo:___________________ Classe: ________


METODOLOGIE Comportamento SI NO
STRUMENTI Partecipa attivamente
AMBIENTI
Si fa influenzare dal gruppo
PROGRAMMAZIONE
Interviene solo se sollecitato
E PROGETTAZIONE
Non interviene, anche se sollecitato
COLLEGAMENTI
INTERDISCIPLINARI
Conoscenze, abilità e competenze SI NO
Ricorda fatti già esaminati
LEZIONE
Conosce già il concetto proposto
VERIFICA E VALUTAZIONE
Sa fare collegamenti con argomenti
studiati in precedenza, anche in altre
RECUPERO E
POTENZIAMENTO
discipline

RIFERIMENTI LEGISLATIVI
E NORMATIVI

BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO VERIFICA SULLE CONOSCENZE E LE ABILITA’

DIDATTICA INCLUSIVA 1) Chi è il dannato di cui Ugolino rode il capo? (1 punto)


2) Per quale motivo Ugolino accetta di narrare la sua storia a
PREREQUISITI
Dante? (1 punto)
OBIETTIVI E TRAGUARDI 3) Che cosa rappresentano i lupi nel sogno di Ugolino? (1 punto)
4) Qual è la colpa e qual è la pena del conte Ugolino? (1 punto)
METODOLOGIE
5) Qual è la colpa e qual è la pena dell’arcivescovo Ruggieri?
STRUMENTI
AMBIENTI (1punto)
6) Quale punizione viene augurata da Dante alla città di Pisa?
PROGRAMMAZIONE (1 punto)
E PROGETTAZIONE
7) Presenta la condizione dei personaggi del conte Ugolino e
COLLEGAMENTI dell’arcivescovo Ruggieri e il loro rapporto nell’Inferno da quali
INTERDISCIPLINARI vicende tale situazione dipende. (3 punti)
LEZIONE

VERIFICA E VALUTAZIONE GRIGLIA: 10 punti = 10


9 punti = 9
RECUPERO E
POTENZIAMENTO ….

RIFERIMENTI LEGISLATIVI Totale punteggio: 10/10 facile


E NORMATIVI
trasformazione in
BIBLIOGRAFIA E voti decimali
SITOGRAFIA
CONTESTO VALUTAZIONE DELLA C- MAP
Scala OTTIMO/DISTINTO BUONO SUFFICIENTE NON SUFFICIENTE
DIDATTICA INCLUSIVA Prestazione

PREREQUISITI

OBIETTIVI E TRAGUARDI
Contenuti: Sono presenti il concetto Sono presenti il Sono presenti il Manca il concetto chiave
METODOLOGIE concetto chiave, chiave, i concetti generali concetto chiave, i concetto chiave e i o i concetti generali.
concetto generale e i concetti specifici. concetti generali e concetti generali,
STRUMENTI
e concetto parte dei concetti mancano i concetti
AMBIENTI specifico specifici. specifici o alcuni di
questi non sono validi.
PROGRAMMAZIONE
E PROGETTAZIONE
Relazioni (parole Sono presenti tutte le Buona parte delle Sono presenti alcune Non sono presenti parole
legame e link) parole legame tra i parole legame tra i parole legame e legame o quelle presenti
COLLEGAMENTI concetti e sono valide. concetti sono presenti quelle presenti sono non sono valide.
INTERDISCIPLINARI e valide. valide.

LEZIONE
Gerarchia E’ presente una gerarchia E’ presente una E’ presente una valida Non è presente una
valida con più di quattro gerarchia valida con gerarchia con più di gerarchia valida o quella
VERIFICA E VALUTAZIONE livelli. più di tre livelli. due livelli. presente ha un solo
livello.
RECUPERO E
Legami trasversali Sono presenti almeno due Sono presenti almeno E’ presente un legame Non sono presenti legami
POTENZIAMENTO legami trasversali. due legami trasversali. trasversale. trasversali.

RIFERIMENTI LEGISLATIVI Esempi Sono presenti molti Sono presenti alcuni Sono presenti pochi Non sono presenti
E NORMATIVI esempi validi e puntuali. esempi validi. esempi validi. esempi o quelli presenti
non sono validi.
BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO VERIFICA del PRODOTTO e del LAVORO DI GRUPPO
«Carta d’identità dei personaggi»
DIDATTICA INCLUSIVA
Categoria 4 3 2 1
PREREQUISITI
Uso degli strumenti Usa in maniera Usa in maniera Fruisce degli Ha difficoltà nell’uso
digitali critica gli strumenti autonoma gli strumenti digitali in degli strumenti
OBIETTIVI E TRAGUARDI
digitali integrandoli strumenti digitali modo passivo digitali
Voto: con il testo
METODOLOGIE
STRUMENTI
AMBIENTI
Rispetto del tempo e Rispetta Rispetta Non rispetta le Non rispetta
delle consegne le scadenze le scadenze, consegne o le le consegne
PROGRAMMAZIONE e le consegne ma è impreciso nelle scadenze e le scadenze
E PROGETTAZIONE Voto: consegne

COLLEGAMENTI
Contributo al Svolge attivamente Accetta e svolge il Lavora in gruppo con Lavora in gruppo solo
INTERDISCIPLINARI raggiungimento degli e volentieri proprio ruolo nel occasionali se sollecitato
obiettivi il proprio ruolo gruppo sollecitazioni
LEZIONE del gruppo nel gruppo

Voto:
VERIFICA E VALUTAZIONE

RECUPERO E Uso del lessico specifico Si esprime in modo Si esprime in modo Permane un utilizzo Utilizza termini non
chiaro e completo chiaro con un lessico impreciso sempre adeguati
POTENZIAMENTO Voto: con un lessico corretto del lessico, ma si al contesto
specifico auto-corregge
RIFERIMENTI LEGISLATIVI
E NORMATIVI

BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO
CONDIVISIONE DEI RISULTATI E RIFLESSIONE
DIDATTICA INCLUSIVA
Alunno________________________ Classe _____ Data_____________
PREREQUISITI
Autovalutazione
OBIETTIVI E TRAGUARDI sì No In parte
METODOLOGIE
1) Hai compreso quest’argomento?
STRUMENTI
AMBIENTI
2) Ritieni di aver studiato in modo
PROGRAMMAZIONE approfondito?
E PROGETTAZIONE 3) Ritieni che avresti potuto studiare in
COLLEGAMENTI
modo più approfondito?
INTERDISCIPLINARI 4) Hai trovato difficili le domande aperte
della verifica?
LEZIONE
5) Ritieni corretta la valutazione della tua
VERIFICA E VALUTAZIONE verifica?
RECUPERO E Scrivi eventuali osservazioni sulla verifica che ti è stata somministrata.
POTENZIAMENTO ______________________________________________________
__________________________________________________
RIFERIMENTI LEGISLATIVI
E NORMATIVI __________________________________________________

BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO RECUPERO E POTENZIAMENTO
DIDATTICA INCLUSIVA

PREREQUISITI
ATTIVITA’ PER IL RECUPERO ATTIVITA’ PER IL POTENZIAMENTO
OBIETTIVI E TRAGUARDI
- Peer tutoring - Cooperative learning (Jigsaw su
METODOLOGIE - Tutoring testi letterari, ricerche,
STRUMENTI - Lezioni a piccoli gruppi costruzione di powerpoint)
AMBIENTI
gestite dall’insegnante
PROGRAMMAZIONE con l’appoggio del
E PROGETTAZIONE docente di sostegno
COLLEGAMENTI
- Visione di semplici video
INTERDISCIPLINARI sull’argomento trattato
- Esercizi guidati
LEZIONE

VERIFICA E VALUTAZIONE

RECUPERO
RECUPERO EE
POTENZIAMENTO
POTENZIAMENTO

RIFERIMENTI LEGISLATIVI
Classi
E NORMATIVI aperte
BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO POTENZIAMENTO
DIDATTICA INCLUSIVA

PREREQUISITI
L’insegnante spiega l’attività e distribuisce dei documenti di alcuni critici
studiosi di Dante, al fine di scoprire la loro idea riguardo a:
OBIETTIVI E TRAGUARDI il conte Ugolino ha divorato i propri figli? (10 min.)

METODOLOGIE ORGANIZZAZIONE
STRUMENTI
AMBIENTI Gli alunni vengono divisi in 4 gruppi eterogenei di 6
PROGRAMMAZIONE
componenti ciascuno. I banchi vengono disposti
E PROGETTAZIONE in modo che gli allievi possano interagire tra loro,
senza che nessuno venga escluso. (5 min.)
COLLEGAMENTI
INTERDISCIPLINARI L’insegnante suddivide il materiale didattico in 6 parti
indipendenti. Gli alunni all’interno di ogni gruppo
LEZIONE ricevono un numero da 1 a 6.
VERIFICA E VALUTAZIONE
Ogni numero corrisponde a un documento
preciso. (5 min.)
RECUPERO
RECUPERO EE n.1 (Bosco) n.4 (Contini)
POTENZIAMENTO
POTENZIAMENTO n.2 (De Sanctis) n.5 (Nuvoli)
n.3 (Contini) n.6 (Croce)
RIFERIMENTI LEGISLATIVI
E NORMATIVI

BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO POTENZIAMENTO
DIDATTICA INCLUSIVA
ATTIVITA’
PREREQUISITI 1) Ogni membro del gruppo legge individualmente il
proprio documento e cerca di comprenderne il
OBIETTIVI E TRAGUARDI significato.
(10 min.)
METODOLOGIE
STRUMENTI
AMBIENTI
2) Si formano i gruppi degli esperti, ognuno dei quali è
composto dagli alunni provenienti dai diversi gruppi
PROGRAMMAZIONE 1 2 3 che hanno ricevuto la stessa sezione di contenuti.
E PROGETTAZIONE In questi gruppi viene discussa la sezione specifica e
4 5 6 ciascun allievo apprende e approfondisce l’argomento
COLLEGAMENTI proposto grazie al confronto con gli altri.
INTERDISCIPLINARI (20 min.)
LEZIONE
3) Si ricompongono i gruppi originari e ogni alunno
VERIFICA E VALUTAZIONE presenta agli altri, in modo chiaro e approfondito, i
contenuti di cui è in possesso. Gli allievi espongono ai
RECUPERO
RECUPERO EE compagni partendo da colui che ha analizzato il
POTENZIAMENTO
POTENZIAMENTO documento n. 1, seguendo un ordine
cronologico.
RIFERIMENTI LEGISLATIVI
E NORMATIVI
(40 min.)
VERIFICA
BIBLIOGRAFIA E TEST individuale a crocette su quanto appreso.
SITOGRAFIA (30 min.)
CONTESTO RIFERIMENTI LEGISLATIVI E NORMATIVI
DIDATTICA INCLUSIVA
La Costituzione italiana, art. 33 e 34 (diritto allo studio).
PREREQUISITI
D.P.R. 89 DEL 15/03/2010: Regolamento recante revisione dell’assetto
OBIETTIVI E TRAGUARDI ordinamentale, organizzativo e didattico dei Licei.
D.M. 211 del 7/10/2010: Indicazioni Nazionali per i Licei.
METODOLOGIE
STRUMENTI D. lgs. N.226 del 17/10/2005: PECUP (profilo educativo, culturale e professionale del
AMBIENTI secondo ciclo di istruzione).

PROGRAMMAZIONE L. 107 del 2015: Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione.
E PROGETTAZIONE
Raccomandazioni del Parlamento Europeo in materia di Competenze chiave per
COLLEGAMENTI l’apprendimento permanente (18/12/2006 e 22/5/2018).
INTERDISCIPLINARI
L. 104/1992 (disabilità).
LEZIONE L. 170/2010 e D.M. n° 5669 del 12 luglio 2011 e allegate Linee guida per il diritto allo
studio degli alunni e degli studenti con Disturbi specifici di apprendimenti (DSA).
VERIFICA E VALUTAZIONE D.M. 27/12/2012 e C.M. n. 8 del 6/03/2013 (BES)
D.lgs. 66 del 2017
RECUPERO E
POTENZIAMENTO

RIFERIMENTI NORMATIVI
RIFERIMENTI LEGISLATIVI
E NORMATIVI

BIBLIOGRAFIA E
SITOGRAFIA
CONTESTO BIBLIOGRAFIA
DIDATTICA INCLUSIVA TESTI E MANUALI SLIDES E APPUNTI PAS
PREREQUISITI ●Barbuto Emiliano e Mariani Giuseppe, ● Bergamo Maria Grazia,
Avvertenze generali, Edides, 2016. Docimologia.
OBIETTIVI E TRAGUARDI
● Dante Alighieri, La Divina Commedia. ● Guastavigna Marco,
METODOLOGIE Inferno, Oscar Mondadori, 2014. Tecnologia dell’istruzione.
STRUMENTI
AMBIENTI ● Da Re Franca, Valutare e Certificare a ● Masuelli Erico, Tecnologia
scuola, Pearson Academy, 2018. dell’istruzione.
PROGRAMMAZIONE
E PROGETTAZIONE ● Rossi Stefano, Condurre la classe ● Palmieri Silvia, Pedagogia.
capovolta, Pearson Academy, 2017.
COLLEGAMENTI ● Scalenghe Elena, Didattica
INTERDISCIPLINARI ● Campana Giovanni, Bisogni educativi Generale.
speciali (BES), Edises, 2018.
LEZIONE
● De Grandis Chiara, La dislessia,
VERIFICA E VALUTAZIONE Erickson, 2007.

RECUPERO E ● Trinchero Roberto, Valutare


POTENZIAMENTO l’apprendimento nell’e-learning,
Erickson, 2006.
RIFERIMENTI LEGISLATIVI
E NORMATIVI ● Luperini Romano, Il nuovo. La scrittura e
l’interpetazione, vol.1, Palumbo editore, 2011.
BIBLIOGRAFIA
BIBLIOGRAFIAE
SITOGRAFIA
SITOGRAFIA
CONTESTO SITOGRAFIA
DIDATTICA INCLUSIVA

PREREQUISITI
http://www.treccani.it/enciclopedia/tideo/
OBIETTIVI E TRAGUARDI
file:///C:/Users/GianLuka/Desktop/ATLAS.pdf
METODOLOGIE
https://www.iccasalbianco.gov.it/upload/as15-
STRUMENTI 16/PNSD/rubriche%20valutative.compressed.pdf
AMBIENTI (Rubriche valutative di Fiorino Tessaro)

PROGRAMMAZIONE
E PROGETTAZIONE

COLLEGAMENTI
INTERDISCIPLINARI

LEZIONE

VERIFICA E VALUTAZIONE

RECUPERO E
POTENZIAMENTO

RIFERIMENTI LEGISLATIVI
E NORMATIVI

BIBLIOGRAFIA
BIBLIOGRAFIAE
SITOGRAFIA
SITOGRAFIA