Sei sulla pagina 1di 157

Indice

Introduzione 4

Unità introduttiva Benvenuti! 7

Unità 1 Un nuovo inizio 20

Unità 2 Come passi il tempo libero? 31

Unità 3 Scrivere e telefonare 44


Unità 4 Al bar 57
Unità 5 Feste e viaggi 69

Unità 6 A cena fuori 81

Unità 7 Al cinema 94
Unità 8 Fare la spesa 107

Unità 9 In giro per i negozi 121

Unità 10 Che c’è stasera in TV? 134


Unità 11 Un concerto 149

Trascrizioni dei brani audio 157


Chiavi delle attività del Quaderno degli esercizi 167
Premessa

La Guida per l’insegnante è rivolta a tutti/e gli/le insegnanti che utilizzano Nuovo Progetto ita-
liano 1 nei corsi di italiano LS/L2. La nuova edizione di Progetto italiano 1 presenta, tra i numero-
si aggiornamenti, situazioni comunicative arricchite di spontaneità e naturalezza che, nel corso delle
unità, si alternano agli elementi grammaticali allo scopo di rinnovare continuamente l’interesse della
classe e il ritmo della lezione, attraverso attività brevi e motivanti. Un’ulteriore novità di Nuovo
Progetto italiano 1 è rappresentata dalle pagine di cui è stata arricchita ciascuna unità del Libro dello
studente: una pagina introduttiva (Per cominciare...) di attività preliminari, che ha lo scopo di crea-
re negli studenti l’indispensabile motivazione iniziale attraverso varie tecniche di riflessione e coin-
volgimento emotivo, di preascolto e ascolto, e una pagina finale (Autovalutazione) per dare agli stu-
denti l’opportunità di una revisione autonoma degli elementi comunicativi e lessicali e grammatica-
li dell’unità stessa, così come di quella precedente. Dal punto di vista metodologico, Nuovo Progetto
italiano 1 è più comunicativo e induttivo: l’allievo, come protagonista del percorso di apprendimento/
insegnamento, viene stimolato a “scoprire” la grammatica per poi metterla in pratica nelle varie attivi-
tà comunicative.
La Guida per l’insegnante rispetta la struttura del Libro dello studente: 11 Unità, più l’Unità intro-
duttiva e, all’interno di ciascuna di esse, le Sezioni contraddistinte da una lettera (A, B, C ...) a loro
volta scandite da attività numerate progressivamente (1, 2, 3 ...).
All’inizio di ogni unità troviamo un utile riepilogo delle strutture comunicative, lessicali e gram-
maticali in apprendimento, e gli argomenti di civiltà trattati. Inoltre, viene presentata la lista di even-
tuali materiali extra per lo svolgimento della lezione, materiali messi a disposizione del docente e che
consistono perlopiù in schede specifiche da fotocopiare e utilizzare per le differenti attività proposte.
Per ogni attività vengono forniti suggerimenti, consigli e preziose indicazioni, talvolta corrispon-
denti alle consegne del Libro dello studente ma sempre ampliate e maggiormente dettagliate, sui pro-
cedimenti da adottare per il loro svolgimento. Nei casi in cui le attività lo prevedano, sono presenti
le soluzioni delle stesse. Le attività più propriamente ludiche, sempre diverse e motivanti, hanno
comunque delle caratteristiche comuni e obbediscono ad una logica e ad una metodologia molto pre-
cise. Esse si articolano in:
- attività di fissaggio, realizzate con lo scopo di fornire agli studenti un modo efficace e diverten-
te di reimpiego immediato delle strutture grammaticali appena apprese;
- attività di estensione, incentrate sul rinforzo di quanto appreso fino a quel momento tramite il ri-
corso a lavori di gruppo o a brevi giochi che coinvolgono tutta la classe, in modo da evitare così
lo stress da errore che colpisce molti studenti alle prese con nuovi argomenti o strutture ritenute
difficili;
- attività ludiche vere e proprie, nel corso e/o al termine di ogni unità, sono momenti in cui
l’aspetto giocoso è più in evidenza, senza però perdere di vista l’oggetto dell’apprendimento, sia
esso grammaticale, lessicale, sintattico o comunicativo.
Con l’intento di rendere più agevole la produzione orale richiesta dai vari role-plays presenti nel
Libro dello studente, in questa Guida per l’insegnante i più significativi di essi sono preceduti da dia-
loghi guidati, facenti anch’essi parte dei materiali aggiuntivi, in cui gli studenti sono chiamati a svol-
gere delle conversazioni. Dal momento che si tratta di role-plays guidati con la funzione di prepara-
re gli studenti a quelli più liberi incontrati nel Libro dello studente, il compito a cui è chiamato lo stu-
dente è la semplice sostituzione e lo scambio delle nuove strutture comunicative, incontrate nell’uni-
tà, che costituiscono l’input principale dell’attività.
Riguardo agli argomenti grammaticali, si offrono chiare e semplici spiegazioni che agevolano la
loro presentazione, seguite spesso dalle attività di fissaggio sopra descritte. Nell’ultima scheda (Gram-
matica e Lessico) di ciascuna unità della Guida per l’insegnante, si riepilogano le strutture presenta-
te nelle tabelle del Libro dello studente, in cui però sono state cancellate delle parti che i discenti
devono completare allo scopo di poter controllare e fissare definitivamente quanto appreso nel corso
dell’unità. Inoltre, al termine di ogni unità si ricorda al docente la possibilità di sfruttare le attività
online presenti nel sito della nostra casa editrice (www.edilingua.it). Sempre dallo stesso sito è pos-
sibile scaricare ulteriori attività supplementari: si tratta di giochi e attività varie da svolgere in grup-
po, a coppie o anche singolarmente, suddivise per unità e mirate a rinforzare la competenza lessica-
le o grammaticale degli studenti in modo ludico e distensivo. Per ogni unità sono previste quattro
attività: un gioco soprattutto orientato verso il lessico, una practice orientata verso sintassi e seman-
tica, un memory in cui abbiamo l’associazione di frasi e immagini, e un quiz relativo ai vari argomen-
ti grammaticali, comunicativi e di civiltà. Mentre il gioco e la practice si diversificano, il memory e il
quiz mantengono una struttura fissa e la stessa tipologia, cambiano soltanto i contenuti in ogni unità.
Per ciascuna attività è presente una doppia spiegazione: una rivolta agli insegnanti per l’utilizzo in
classe, una per lo studente nell’eventualità che volesse esercitarsi da solo.
La Guida per l’insegnante offre anche: la Trascrizione dei dialoghi o dei brani non riportati nel
Libro dello studente o nel Quaderno degli esercizi, le Chiavi del Quaderno degli esercizi e le Solu-
zioni delle attività del Libro dello studente che vengono date man mano.
Nella speranza di aver contribuito a rendere ancora più efficace e piacevole l’utilizzo di Nuovo
Progetto italiano 1 nei corsi di lingua e cultura del Belpaese, l’autrice e la redazione augurano buon
lavoro a tutti i colleghi e ringraziano anticipatamente per i contributi e le critiche.
Elementi comunicativi - Presentazione di alcune parole italiane conosciute all’estero
- Computazione delle parole
- Presentarsi, presentare
- Salutare
- Nomi di nazionalità
- Dire la nazionalità
- Costruire frasi complete
- Numeri cardinali (1-10)
- Chiedere e dire il nome
- Chiedere e dire l’età
- Numeri cardinali (11-30)

Elementi grammaticali - Alfabeto


- Pronuncia (c-g)
- Sostantivi e aggettivi
- Accordo sostantivi e aggettivi
- Pronomi personali soggetto
- Indicativo presente di essere
- Pronuncia (s)
- Articolo determinativo
- Pronuncia (gn-gl-z)
- Indicativo presente di avere
- Indicativo presente di chiamarsi (io, tu, lui/lei)
- Pronuncia (doppie consonanti)

Materiale necessario Attività introduttiva: alcuni fogli formato A4


Sezione A, punto 6, attività ludica: alcune fotocopie della scheda numero 1 a pagi-
na 15 e alcune forbici
Sezione B, punto 4, attività ludica: alcune fotocopie della scheda numero 2 a pagi-
na 16
Sezione D, punto 3: le schede utilizzate durante l’attività ludica del punto B4
Sezione E, punto 5, attività ludica: alcune fotocopie della scheda numero 3 a pagi-
na 17
Il Baratto: la lavagna, il gesso o i pennarelli e tanti oggetti diversi
Lessico: alcune fotocopie della scheda numero 4 a pagina 18
Grammatica: alcune fotocopie della scheda numero 5 a pagina 19

Attività introduttiva ripetendoli ad alta voce e invitando gli studenti a


fare altrettanto.
- Se potete, fate disporre gli studenti in semicerchio
in modo che tutti possano guardarsi in faccia. - Chiedete ad ogni studente di suggerirvi una parola
italiana e scrivetela alla lavagna. Dato che non si
- Consegnate ad ogni studente un foglio formato A4.
può ripetere una parola già detta da un compagno,
- Prendete un foglio formato A4 anche per voi, ripie- al termine avrete tante parole per quanti sono gli
gatelo e scriveteci il vostro nome con un pennarel- studenti nella classe.
lo, quindi disponetelo sulla cattedra.
- Cercate di raggruppare per categorie le parole
- Chiedete agli studenti di scrivere il loro nome sul dette dagli studenti, ad esempio alimenti, bevande,
foglio e di esporlo davanti a sé. personaggi, monumenti famosi, saluti ecc. inseren-
dole in piccoli cerchi ai margini della lavagna.
- Cominciate ad imparare reciprocamente i nomi,

7
A Parole e lettere - Leggete nuovamente l’alfabeto in coro.
- Computate il vostro nome.
1
- Scrivete a grandi lettere al centro della lavagna: - Chiedete ad uno studente di computare il suo nome
e annotatelo alla lavagna. Procedete così fin quando
ITALIA
tutti gli studenti avranno computato il loro nome.
- Chiedete ai corsisti qual è la prima immagine che
associano all’Italia. Tracciate intorno alla parola 4
Italia* tante linee per quante persone avete in clas- - Invitate gli studenti a lavorare in coppia e pronun-
se e annotate su ognuna l’associazione di uno stu- ciare lettera per lettera le parole dell’attività 2.
dente, rappresentandola con uno schizzo o con una
parola. 5
- Fate ascoltare le parole dalla registrazione e chie-
- Invitate gli studenti ad aprire il Libro dello studen- dete agli studenti di ripeterle.
te a pagina 5. Lasciate un po’ di tempo per osser-
vare le immagini. Confrontate quindi le immagini - Osservate in plenum il modo in cui vengono pro-
con le parole precedentemente elencate e le asso- nunciate le consonanti c e g:
ciazioni fatte con il termine Italia.
- seguite da -a, -o, -u si pronunciano rispettiva-
*Lo sapevate? mente [k] e [g] come in casa, cosa, cucina e gatto,
dialogo, gusto;
I Greci chiamavano Esperia, ovvero Terra
d’Occidente, la penisola italiana. La parola - seguite da -i, -e si pronunciano rispettivamente
Italia all’inizio veniva usata per indicare l’at- [t∫] e [dz] come in cinema, cena e pagina, gelato;
tuale Calabria, luogo in cui vivevano genti del - seguite da -h si pronunciano rispettivamente [k] e
gruppo latino che avevano un vitello come [g] come in macchina, pacchetto e Inghilterra,
simbolo religioso. margherita.
Il termine Viteloi o Itali si estese e al tempo di
Augusto (63 a.C.-14 d.C.) indicava già la zona 6
geografica che tuttora corrisponde al territorio - Fate ascoltare le parole contenute nella registrazio-
italiano. ne chiedendo agli studenti di trascriverle negli ap-
positi riquadri contenuti nel Libro dello studente a
2 pagina 7.
- Chiedete agli studenti di lavorare in coppia e abbi- - Ripetete l’ascolto due o tre volte per dar tempo
nare le foto numerate alle parole presenti nella lista. agli studenti di scrivere e controllare.
- Fate il riscontro in plenum. - Invitate gli studenti a computare, alternandosi, le
Soluzione: 1, cinema; 2, cappuccino; 3, moda; 4, parole trascritte, in modo che possiate annotarle
musica; 5, opera; 6, arte; 7, espresso; 8, spaghetti alla lavagna e dar luogo contemporaneamente al
- Ci sono ancora altre parole italiane conosciute riscontro in plenum.
dagli studenti? Invitate la classe a suggerirvele e Soluzione: buongiorno, facile, americani, dialoghi, chi,
ad annotarle nell’apposito spazio, oppure ad inse- Genova, amici, centro, corso, pagare
rirne alcune scelte tra quelle citate nel corso del-
l’attività introduttiva. Attività ludica
- Dividete la classe in gruppi e consegnate ad ognu-
3 no una fotocopia della scheda numero 1 a pagina
- Fate ascoltare un paio di volte la lettura dell’alfa- 15 e un paio di forbici.
beto.
- Fate ritagliare le lettere e date alla classe dieci mi-
- Sottolineate il fatto che le lettere j, k, w, x, y sono nuti di tempo per comporre quante più parole pos-
presenti solo in parole straniere come ad esempio sibile con le lettere a disposizione, specificando
taxi, yogurt ecc., che l’italiano ha preso a prestito che ognuna di esse può essere utilizzata solamente
da altre lingue. una volta.
8
- In plenum fate il riscontro delle parole formate da- Attività ludica
gli studenti e dichiarate vincitore il gruppo che ha
- Fotocopiate la scheda numero 2 a pagina 16.
composto il maggior numero di parole corrette!
- Fate lavorare gli studenti in coppia.
B Italiano o italiana? - Consegnate una fotocopia ad ogni coppia.
1 - Chiedete agli studenti di “mettere nel sacco ... giu-
- Invitate gli studenti ad osservare le illustrazioni e sto” i sostantivi contenuti al centro della pagina.
le parole. Cosa notano? La discussione dovrebbe Specificate che alcuni sostantivi sono presenti più
portare alla seguente conclusione: volte perché devono essere inseriti in sacchi diversi.
- sostantivi che terminano in -o, come gatto, for- - Invitate gli studenti a servirsi delle indicazioni con-
mano il plurale con -i; tenute in Appendice a pagina 187 per i plurali irre-
golari o appartenenti a categorie che presentano
- sostantivi che terminano in -a, come casa, forma- alcune particolarità. Prendendo visione dell’Ap-
no il plurale con -e; pendice potranno svolgere l’attività con i sostantivi
- sostantivi che terminano in -e, come chiave, for- del gruppo A e B. Coloro che non hanno consulta-
mano il plurale con -i. to l’Appendice potranno svolgere l’attività tenendo
conto soltanto dei sostantivi presenti nel gruppo A.
2 - Ricordate agli studenti che per i sostantivi singola-
- Chiedete agli studenti di osservare immagini e paro-
ri in -e è necessario controllare nel dizionario per
le e di individuare, insieme al proprio vicino, quale
conoscerne il genere. Invitate pure gli studenti a
coppia di parole non corrisponde all’illustrazione.
scrivere con la matita, per poter eventualmente
Soluzione: gelato e gelati sono invertiti rispetto alle
“spostare” i sostantivi nel corso del riscontro in
immagini
plenum.
3 - Se volete, potete trasformare l’attività in una gara
- In plenum osservate la tabella sulla formazione del a tempo.
plurale. Questa riconferma le conclusioni a cui si
- Disegnate i quattro sacchi alla lavagna e quando gli
era giunti durante la discussione al punto 1, ovve-
studenti avranno terminato fatevi suggerire i loro
ro che i sostantivi in -o, come libro, formano il plu-
risultati e annotate i sostantivi “dentro i sacchi” alla
rale con -i; i sostantivi in -a, come borsa, formano
lavagna fino ad avere la seguente situazione:
il plurale con -e; i sostantivi in -e, come studente e
classe, formano il plurale con -i. - maschile singolare: mese, ragazzo, inglese, libro,
museo, anello, programma, caffè, tassista, cinema,
- Evidenziate la categoria di sostantivi singolari che
problema, sport, re;
termina in -e e ponete l’accento sul fatto che que-
sti possono essere sia maschili che femminili e che - femminile singolare: attrice, chiave, amica, pizza,
per entrambi i generi abbiamo -i come unica desi- arte, ragazza, università, azione, ipotesi, tassista;
nenza del plurale.
- maschile plurale: orologi, insegnanti, ragazzi,
- Invitate gli studenti a consultare in Appendice a stranieri, studenti, attori, caffè, pianisti, sport, re,
pagina 187 del Libro dello studente la tabella in cui cinema;
sono illustrati i sostantivi irregolari o altri che pre-
- femminile plurale: idee, ragazze, nazioni, amiche,
sentano alcune particolarità nella formazione del
chiavi, insegnanti, università, ipotesi, pianiste.
plurale.
- Chiedete agli studenti di conservare il foglio in cui
4 hanno svolto l’attività.
- Chiedete agli studenti di declinare al plurale i so-
stantivi dati. 5
Soluzione: 1. finestre, 2. librerie, 3. pesci, 4. notti, 5. - In plenum osservate la tabella riguardante gli ag-
alberi, 6. treni gettivi in -o. Come i sostantivi, gli aggettivi ma-

9
schili singolari in -o formano il plurale con -i e gli espressioni utilizzate per gli scopi indicati. Fatevi
aggettivi femminili singolari in -a formano il plu- suggerire le soluzioni e annotatele alla lavagna:
rale con -e.
Presentarsi/Presen- Dire/Chiedere la
- Chiedete agli studenti di mettere al plurale i so- Salutare
tare qualcuno nazionalità
stantivi e gli aggettivi dati. Questi sono Gary e Siete americani?
Soluzione: 1. ragazzi alti, 2. macchine rosse, 3. fine- Bob. Io sono americano.
stre aperte, 4. case nuove Buongiorno
Io sono Gianna. Lui è australiano.
Ciao
Questa è Dolores. Sei spagnola?
C Ciao, io sono Gianna... Io sono Matteo. Sono italiano.

1
4
- Osservate le foto: chi c’è? Quale potrebbe essere la
- Osservate i disegni e chiedete agli studenti alterna-
situazione?
tamente di formulare delle frasi come nell’esempio
- Fate ascoltare i due mini dialoghi e ricordate agli dato.
studenti che in questa fase devono solo individua- Soluzione: Lui è Paolo, è italiano; Lei è Maria, è bra-
re a quale foto corrisponde ciascun dialogo. siliana; Lui è Hamid, è marocchino; Loro sono Diego
Soluzione: 1.b, 2.a e Josè, sono argentini; Loro sono Maria e Carmen,
sono spagnole; Lei è Jane, è australiana; Loro sono
2 John e Larry, sono americani
- Fate ascoltare nuovamente i dialoghi e chiedete
agli studenti di completare le lacune. 5
Soluzione: a. sono; b. è, sei - Provate a simulare in classe qualche breve dialogo
sullo stile di quelli appena letti. Assumete voi il
3 ruolo di introdurre delle persone e lasciate che gli
- Chiedete agli studenti di completare la tabella con- studenti coinvolti si presentino, prendendo spunto
tenente la coniugazione del verbo essere al presen- dalle frasi scritte alla lavagna.
te indicativo ricavando le informazioni dai dialo-
- Lasciate che gli studenti lavorino in coppia e co-
ghi appena ascoltati.
struiscano dei mini dialoghi come nell’esempio.
Soluzione: sono, è
- Osservate i pronomi personali soggetto contenuti 6
nella tabella del verbo essere. Ricordate agli stu- - Invitate ogni studente a presentare un compagno
denti che in italiano normalmente il pronome per- alla classe.
sonale soggetto non viene ripetuto insieme al
verbo e rimane quindi sottinteso. Il pronome per- 7
sonale soggetto invece diventa essenziale quando - Fate ascoltare e ripetere le parole presenti nello
una forma verbale non è sufficiente ad indicare in schema relativo alla pronuncia di s.
maniera chiara la persona che compie l’azione ad
- Osservate in plenum:
es. io sono, loro sono o quando un soggetto si op-
pone ad un altro, ad esempio: Io sono italiano e tu - s è sempre sorda a inizio parola come in sorella;
di dove sei?
- s è doppia, quindi sorda, in alcune parole come
- Ponete agli studenti qualche domanda che li obbli- in osservate, espresso;
ghi a rispondere utilizzando essere, ad esempio:
- s è sonora in posizione intervocalica, come in
Sei inglese? Sei straniero? Voi due siete di Ma-
casa. Nelle regioni centro-meridionali si predi-
drid? I tuoi compagni sono italiani?
lige la variante sorda per la s intervocalica.
- Scrivete alla lavagna le seguenti categorie:
- s si pronuncia [∫] seguita da -ci o -ce come in
Presentarsi/Presen- Dire/Chiedere la uscita, pesce;
Salutare
tare qualcuno nazionalità
- s si pronuncia [sk] seguita da -ch come in sche-
- Chiedete agli studenti di cercare nel dialogo le ma, maschile.

10
8 3
- Fate ascoltare le parole contenute nella registrazio- - Invitate gli studenti a lavorare individualmente e a
ne chiedendo agli studenti di trascriverle negli ap- mettere l’articolo determinativo giusto davanti ai
positi riquadri contenuti nel Libro dello studente a sostantivi presenti. Procedete al riscontro in ple-
pagina 10. num.
Soluzione: 1. gli, 2. lo, 3. la, 4. il, 5. gli, 6. l’, 7. i, 8. il
- Ripetete l’ascolto due o tre volte per dar tempo
agli studenti di scrivere e controllare.
Attività ludica
- Invitate gli studenti a computare, alternandosi, le - Chiedete agli studenti di riprendere le schede su
parole trascritte, in modo che possiate annotarle al- cui hanno svolto l’attività indicata al punto B4. Le
la lavagna e dar luogo contemporaneamente al ri- parole sono già “nel sacco”. Questa volta si tratta
scontro in plenum. di assegnare ad ognuna il giusto articolo determi-
Soluzione: classe, museo, scendere, maschera, rosso, nativo. Gli studenti che hanno preso visione del-
isola, borsa, vestito, uscire, singolare l’Appendice potranno svolgere l’attività con i so-
stantivi del gruppo A e B. Coloro che non hanno
D Il ragazzo o la ragazza? consultato l’Appendice potranno svolgere l’attivi-
tà tenendo conto soltanto dei sostantivi presenti nel
1 gruppo A.
- Fate ascoltare la registrazione e chiedete agli stu-
denti di lavorare in coppia al fine di collegare le - Procedete al riscontro in plenum:
immagini alle frasi ascoltate. Ricordate che sono - maschile singolare: il mese, il ragazzo, l’inglese,
presenti due immagini di troppo! il libro, il museo, l’anello, il programma, il caffè,
Soluzione (da sinistra a destra e dall’alto in basso): 1. il tassista, il cinema, il problema, gli sport, i re;
terza foto in alto, 2. seconda foto in basso, 3. quarta
foto in basso, 4. terza foto in basso, 5. seconda foto in - femminile singolare: l’attrice, la chiave, l’amica,
alto, 6. prima foto in basso la pizza, l’arte, la ragazza, l’università, l’azione,
l’ipotesi, la tassista;
2 - maschile plurale: gli orologi, gli insegnanti, i ra-
- Osservate la tabella e sottolineate il fatto che la gazzi, gli stranieri, gli studenti, gli attori, i caffè,
pluralità di articoli determinativi è dovuta a ragio- i pianisti, gli sport, i re, i cinema;
ni fonetiche. L’articolo determinativo maschile sin-
golare presenta tre forme diverse: - femminile plurale: le idee, le ragazze, le nazioni,
le amiche, le chiavi, le insegnanti, le università,
- il davanti a sostantivi che iniziano per semplice le ipotesi, le pianiste.
consonante (es. il libro, il braccio ecc.);
- lo davanti a sostantivi che iniziano per z, s+con- 4
sonante, gn, ps, x, y, pn, allo scopo di evitare un - Chiedete agli studenti di formare delle frasi come
accumulo di consonanti difficili da articolare nell’esempio dato, seguendo le combinazioni pre-
(vedi nota a pagina 187); senti o creandone di nuove a loro piacimento.

- l’ davanti a sostantivi che iniziano per vocale, 5


allo scopo di evitare un accumulo di vocali. - Invitate gli studenti a completare la tabella con i
- Anche al femminile singolare utilizziamo l’ davanti numeri dati.
ai sostantivi che iniziano per vocale. Infine, possia- - Ripetete insieme i numeri a voce alta.
mo osservare che il plurale delle forme maschili lo
e l’ è gli, mentre il plurale femminile è sempre le. - Scrivete alla lavagna qualche semplice somma o
sottrazione aritmetica e fatevi dire il risultato. Ad
- Invitate gli studenti a lavorare individualmente e a esempio:
mettere l’articolo determinativo giusto davanti ai
sostantivi presenti. Procedete al riscontro in ple- 3+7=? 2+3=? 1+4=?
num. 5+3=? 8+1=? 4+2=?
Soluzione: 1. la, 2. le, 3. Gli, 4. il, 5. lo, 6. l’
11
6 riflessivi al futuro. Per ora si tratta di imparare le tre
- Fate ascoltare e ripetere le parole presenti nello espressioni senza analizzarle grammaticalmente.
schema relativo alla pronuncia di gn, gl, z e zz.
4
- Osservate in plenum: - Fate lavorare gli studenti individualmente chieden-
- gn si pronuncia [ç] come in bagno e spagnolo; do di abbinare le domande e le risposte. Procedete
al riscontro in plenum.
- gl si pronuncia [ë] se è seguita da -i come in fa- Soluzione: 1. b, 2. d, 3. a, 4. c
miglia e gli;
- gl si pronuncia [gl] se è seguita da -a, -e, -o, -u Attività ludica
come in inglese e globale; - Fate lavorare gli studenti in gruppi di quattro o cin-
que persone. Chiedete di pensare agli oggetti che
- z si pronuncia [dz] come in zaino, zero, azione,
hanno con loro, ad esempio il libro, il quaderno, il
canzone;
cellulare, la borsa, lo zaino, l’orologio ecc.
- zz si pronuncia [d-dz] quando è doppia come in
- Il primo studente inizia e dice Io ho lo zaino. Il
mezzo, azzurro, pezzo, pizza.
secondo studente deve ripetere quello che ha il
compagno, dicendo, ad esempio Marco ha lo zaino
7 ed aggiungere qualcosa di nuovo, per esempio E io
- Fate ascoltare le parole della registrazione chieden-
ho il cellulare. Il terzo studente deve ripetere quel-
do agli studenti di trascriverle nell’apposito riqua-
lo che hanno i due compagni e aggiungere un terzo
dro contenuto nel Libro dello studente a pagina 12.
oggetto.
- Ripetete l’ascolto due o tre volte per dar tempo
- Si procede così fino a che la lista di oggetti si al-
agli studenti di scrivere e ricontrollare.
lunga e comincia a essere difficile da memorizza-
- Invitate gli studenti a computare, alternandosi, le re. Gli studenti che sbagliano nell’elencare gli og-
parole trascritte, che voi provvederete ad annotare getti posseduti dai compagni sono eliminati.
alla lavagna.
- Vince chi non ha ancora commesso errori quando
Soluzione: cognome, meglio, Svizzera, esercizio, mag-
tutti gli altri sono ormai stati eliminati.
gio, vacanze, disegno, ragazza, zio, luglio
5
E Chi è? - Fate lavorare gli studenti in coppia e chiedete di
completare la tabella con i numeri dati.
1
- Fate ascoltare i mini dialoghi e chiedete agli stu- - Fate notare agli studenti che in ventuno e ventotto
denti di abbinarli alle illustrazioni. scompare la vocale finale -i di venti davanti alle
Soluzione: 4, 2, 1, 3 vocali u- e o- di uno e otto e quindi non si dice ven-
tiuno o ventiotto.
2 - Leggete in plenum la tabella e invitate gli studenti
- Proponete un altro ascolto dei dialoghi allo scopo a ripetere i numeri in coro.
di verificare le risposte date.
Attività ludica
3
- Invitate gli studenti a completare la tabella con il - Fotocopiate la scheda numero 3 a pagina 17 e di-
verbo avere, basandosi sui dialoghi appena ascol- stribuitene una copia per studente.
tati. - Chiedete agli studenti di riempire gli spazi vuoti
Soluzione: ha, hanno con le informazioni richieste: il loro nome e cogno-
- Osservate la tabella contenente le prime tre perso- me, la loro città e nazionalità, un personaggio e un
ne singolari di chiamarsi all’indicativo presente. prodotto italiano di loro gradimento.

- Informate gli studenti del fatto che chiamarsi è un - Invitateli a scrivere le parole utilizzate per riempire
verbo riflessivo e rimandate il trattamento dei verbi gli spazi all’interno della tabella, inserendo una let-

12
tera per casella verticalmente od orizzontalmente. agli studenti di scrivere e ricontrollare.
Ad esempio: Nome: Christopher.
- Invitate gli studenti a computare, alternandosi, le
In tabella: parole trascritte, che voi provvederete ad annotare
1 3 5 7 9 11 13 15 17 19 21 23 25 27 29 alla lavagna.
2 Soluzione: note, penna, mano, stella, bicchiere, latte,
doccia, torre, bottiglia, pioggia
4 C H R I S T O P H E R

- Fate lavorare gli studenti in coppia. Il gioco segue Test finale


le regole della nota “Battaglia navale”. Il compito - Se svolgete il test finale in classe, è necessario la-
consiste nell’individuare le posizioni in cui sono sciare agli studenti il tempo necessario per eseguir-
state trascritte le parole, chiamando un numero in lo e al termine procedere con la correzione in ple-
verticale e uno in orizzontale, ad esempio: 15 e 8. num che permette agli studenti di annotare i propri
Se nella casella corrispondente alla chiamata è pre- errori e calcolare autonomamente il proprio pun-
sente una lettera, lo studente deve comunicarla al teggio.
compagno affinché questi possa inserirla nella sua - Qualora lo riteniate più opportuno potete fotoco-
casella e continuare a chiamare allo scopo di rico- piare il test e distribuirlo agli studenti i quali, dopo
struire l’intera parola. Quando si chiama una casel- averlo svolto, vi consegneranno gli elaborati affin-
la in cui è presente una lettera si ha diritto a chia- ché li possiate correggere.
mare di nuovo, altrimenti “il diritto di chiamata”
passa al compagno! - Se fate svolgere il test a casa potete ugualmente
scegliere di controllarlo in plenum durante l’incon-
- Vince chi per primo riesce ad individuare tutte le tro successivo, oppure farvelo consegnare e resti-
parole del compagno. tuirlo corretto.

6 - La correzione in plenum del test può essere utile


- Invitate gli studenti a lavorare in coppia e a svolge- per tornare a discutere di questioni affrontate du-
re il role-play indicato assumento i ruoli di A e B. rante l’unità e che necessitano di un ulteriore mo-
mento di riflessione.
- Al termine ogni studente riferisce alla classe le in-
formazioni relative al compagno con cui ha appena Il baratto
lavorato.
- Dividete la classe in gruppi di quattro o cinque
persone.
7
- Fate ascoltare e ripetere le parole presenti nello - Chiedete agli studenti di raccogliere quindici og-
schema relativo alla pronuncia delle doppie conso- getti di loro proprietà e di esporli davanti a sé (li-
nanti. bri, chiavi, penne, borse, cellulari ecc.). Con-
trollate che ogni gruppo abbia effettivamente quin-
- Scrivete alla lavagna:
dici oggetti.
cassa/casa, carro/caro, fatto/fato, note/notte
- Scegliete alla lavagna una frase tratta dall’unità
- Fate osservare agli studenti l’importanza delle dop- introduttiva, ad esempio Questa è la macchina di
pie consonanti. In alcuni casi queste assumono Paolo.
valore contrastivo, ossia distinguono due parole di
significato diverso, come si può vedere nelle tre - Alla lavagna segnate una serie di trattini per quan-
coppie di sostantivi scritte alla lavagna. te sono le lettere che compongono le parole della
frase, distanziando un vocabolo dall’altro:
8 ______ _ __ ________ __ _____
- Fate ascoltare le parole della registrazione chieden- (Questa è la macchina di Paolo)
do agli studenti di trascriverle nei relativi riquadri - A turno i gruppi possono chiedervi di scrivere una
contenuti nel Libro dello studente a pagina 14. lettera che secondo loro compare nella frase. In
- Ripetete l’ascolto due o tre volte per dar tempo cambio della lettera però devono cedervi uno dei
quindici oggetti esposti. Se la lettera è presente,

13
dovrete sostituirla al trattino tutte le volte in cui ne indicata nella tabella sottostante. Nella terza co-
appare, ad esempio se la lettera richiesta è a, si lonna della tabella da completare gli studenti po-
avrà: tranno riportare l’equivalente nella loro lingua delle
_____a _ _a _a_____a __ _a___ frasi apprese nel corso dell’unità introduttiva. Il
- Il gruppo che ha barattato un oggetto per la lettera compito può essere svolto anche a casa in quanto si
effettivamente presente nella frase può tentare di tratta di un’attività di ripetizione e riflessione la cui
indovinare la frase. Se il tentativo è errato deve ce- verifica può avvenire autonomamente controllando
dere un altro oggetto. In caso di mancato tentativo e risfogliando l’unità appena trattata. Invitate i cor-
o di tentativo errato, il diritto di barattare una nuo- sisti a riferire eventuali dubbi o argomenti che non
va lettera passa ad un altro gruppo. sono chiari per poterli discutere in plenum durante
l’incontro successivo.
- Il gruppo che indovina la frase ha diritto alla resti-
tuzione di tutti gli oggetti che aveva ceduto per Grammatica
barattare le lettere.
- Distribuite la fotocopia della scheda numero 5 a
- Si possono fare tre o quattro manches scegliendo pagina 19 agli studenti e chiedete di completarla
tre o quattro frasi tratte dall’unità introduttiva. con gli elementi grammaticali mancanti. Il com-
pletamento può essere svolto a casa in quanto si
- Vince definitivamente il gruppo che alla fine del tratta di un’attività di ripetizione e controllo la cui
gioco ha conservato più oggetti per sé. verifica può avvenire autonomamente controllan-
do e risfogliando l’unità appena trattata. Invitate i
Lessico corsisti a riferire eventuali dubbi o argomenti che
- Distribuite le fotocopie della scheda numero 4 a pa- non sono chiari per poterli discutere in plenum
gina 18 agli studenti e chiedete di inserire le frasi durante l’incontro successivo.
della tabella in alto in corrispondenza della funzio-

14
Scheda numero 1
Unità introduttiva - A6, Attività ludica

A D E N A S U B I G

M O P T C E O Q A R

S T O A B U L I S Z

P E P I N E R T A O

H Q O U D I S F Q V

Z G C M I O B I C I

L I A B U F E D L O

C R I O N V A M T V

B A F U I C Z D R I

O U T D S L E M H R

F I G E N B I P E M

H H U I F E U V O T

N R O N I D P A L H

L M S O T E C G S L

C I P A G B O U E G

A D O Z M I E N O A

15
Scheda numero 2
Unità introduttiva - B4, D3, Attività ludica
Le parole nel sacco!

Maschile singolare Femminile singolare

A) mese - ragazzo - attrice - idee


chiave - amica - inglese - ragazze
pizza - orologi - insegnanti
ragazzi - libro - museo - stranieri
studenti - nazioni - amiche - arte
chiavi - ragazza - anello
insegnanti

B) programma - caffè - università


tassista - azione - ipotesi - attori
cinema - problema - sport - caffè
re - pianisti - università - sport
re - cinema - ipotesi
tassista - pianiste
Maschile plurale Femminile plurale

16
Scheda numero 3
Unità introduttiva - E5, Attività ludica
Battaglia navale
Nome: ...................................................................................................................
Cognome: ...........................................................................................................
Città: .....................................................................................................................
Nazionalità: ......................................................................................................
Personaggio italiano: .................................................................................
Prodotto italiano: ..........................................................................................

Orizzontale: Verticale:

1 3 5 7 9 11 13 15 17 19 21 23 25 27 29

10

12

14

16

18

20

22

24

26

28

30

17
Scheda numero 4
Unità introduttiva - Lessico

Io mi chiamo Andrea. Ciao! Chi è questa ragazza?

Piacere! Quanti anni hai? E tu come ti chiami?

18 Io sono Anna. Maria è brasiliana.

Salutare:

Presentarsi:

Esprimere soddisfazione
nel conoscere una persona:

Chiedere il nome
ad una persona:

Dire il proprio nome:

Dire la nazionalità
di una persona:

Chiedere l’età:

Dire la propria età:

Informarsi sull’identità
di una persona:

18
Scheda numero 5
Unità introduttiva - Grammatica

I sostantivi
maschile femminile
singolare: -o, -e plurale: -i singolare: -a, -e plurale: -e, -i
libro .......................... .......................... borse
studente .......................... classe ..........................
o  i a  e e  .......

Aggettivi in -o
ragazzo italiano ragazzi italian.......
ragazza italiana ragazze italian.......

Il verbo essere
io sono
tu .................... italiano/a
lui, lei è
noi ....................

voi siete italiani/e


loro ....................

L’articolo determinativo
maschile
singolare plurale
il ragazzo, bambino .......... ragazzi, bambini

l’ albero gli alberi


.......... studente, zio gli studenti, zii
femminile
singolare plurale
la ragazza le ragazze
.......... isola le isole

Il verbo avere
io ho
tu .................... 22 anni
lui, lei ha
noi abbiamo
voi .................... il libro
loro ....................

Il verbo chiamarsi
io mi chiamo Marco
tu ti .................... Sofia
lui, lei si chiama Roberto/a

19
Elementi comunicativi - Parlare al telefono
e lessicali - Parlare di una novità
- Chiedere come sta una persona
- Scrivere un’e-mail
- Chiedere e dare informazioni
- Fare conoscenza
- Salutare
- Rispondere a un saluto
- Dare del Lei
- Descrivere una persona

Elementi grammaticali - Le tre coniugazioni dei verbi (-are, -ere, -ire)


- Indicativo presente: verbi regolari
- Articolo indeterminativo
- Aggettivi in -e
- Forma di cortesia

Civiltà L’Italia: regioni e città

Materiale necessario Sezione A, punto 6, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 1 a
pagina 27 e alcuni dadi
Sezione C, punto 3, role-play guidato: alcune fotocopie della scheda numero 2 a
pagina 28
Sezione E, punto 3, role-play guidato: alcune fotocopie della scheda numero 2 a
pagina 28
Conosciamo l’Italia: alcune fotocopie ingrandite della scheda numero 3 a pagina 29
Grammatica e Lessico: alcune fotocopie della scheda numero 4 a pagina 30

Attività introduttiva 2
- Dividete la lavagna in due metà e scrivete le se- - Scrivete alla lavagna:
guenti parole: notizia importante orario agenzia
Nuovo inizio casa direttore gentile fortunata
- Discutete il significato delle parole in plenum:
- Dividete la classe in due gruppi e affidate ad un
quali sono già note agli studenti? Quali risultano
gruppo la parola nuovo e all’altro la parola inizio
comunque comprensibili?
chiedendo di suggerirvi tutto ciò che secondo loro
può esservi associato. Trascrivete i suggerimenti
3
alla lavagna nelle rispettive metà.
- Chiedete agli studenti di immaginare un dialogo
Per cominciare... che contenga le parole scritte alla lavagna: quale
potrebbe essere l’argomento di cui si parla? Se si
collegano le parole al sostantivo inizio, di che tipo
1
di inizio si tratta?
- In plenum osservate le foto. Quale inizio è conside-
rato più importante dagli studenti? Eventualmente
A E dove lavori adesso?
potete prendere in considerazione anche i suggeri-
menti scritti alla lavagna durante l’attività introdut-
tiva. 1
- Introducete il dialogo anticipando agli studenti che

20
ascolteranno una conversazione telefonica tra - Sottolineate le desinenze degli infiniti.
Gianna e Maria.
lavorare prendere aprire
- Leggete la lista di affermazioni relative all’attività arrivare chiudere finire
proposta e invitate la classe a concentrarsi sola-
mente sulle informazioni che permettono di deci- - Fate notare che le parti sottolineate corrispondono
dere quali sono vere e quali false. alle desinenze dell’infinito da cui dipende la co-
- Fate ascoltare il dialogo un paio di volte e proce- niugazione del verbo. In italiano esistono tre co-
dete al riscontro in plenum. niugazioni: la prima con i verbi che hanno l’infini-
Soluzione: 1. F, 2. F, 3. F, 4. V to in -are, la seconda con i verbi in -ere e la terza
con i verbi in -ire.
- Lasciate agli studenti il tempo per leggere indivi-
dualmente il dialogo e per sottolineare le parole 6
dell’attività 2, sezione Per cominciare. - Invitate gli studenti a leggere la tabella e comple-
tare le forme mancanti.
2
- Fate ascoltare ancora il dialogo chiedendo ai corsi- - Riflettete in plenum: il presente indicativo si forma
sti di leggere contemporaneamente il testo e di con- aggiungendo le desinenze del presente indicativo
centrarsi sulla pronuncia. alla radice del verbo.

- Invitate gli studenti a sottolineare le parole rispetto - Disegnate una tabella e scrivete le desinenze alla
alle quali hanno qualche difficoltà di pronuncia e lavagna, invitando gli studenti a suggerirvele.
poi fate ascoltare ancora al fine di risolvere i dubbi.
-are -ere -ire
- Fate lavorare gli studenti in coppia chiedendo loro io -o -o -o
di assumere i ruoli di Maria e Gianna e di leggere tu -i -i -i
il dialogo.
lui, lei -a -e -e
3 noi -iamo -iamo -iamo
- In plenum leggete le domande proposte e invitate voi -ate -ete -ite
gli studenti a dare le risposte. loro -ano -ono -ono
Soluzione: 1. Gianna ha un nuovo lavoro; 2. Gianna
lavora in un’agenzia di viaggi; 3. Sì, Gianna è molto - Soffermatevi sulla terza coniugazione e sul fatto
contenta del suo nuovo lavoro che a questa appartiene un sottogruppo di verbi, i
cosiddetti verbi in -isc, che presentano appunto il
4 suffisso -isc tra la radice e la desinenza in tutte e
- Gli studenti lavorano individualmente e completa- tre le persone singolari e nella terza plurale. Si trat-
no il dialogo con i verbi dati, aiutandosi eventual- ta di verbi regolari che all’infinito non è possibile
mente con il dialogo nella pagina a fianco. distinguere dagli altri in -ire che non presentano
Soluzione: lavoro, apre, chiude, prendo, arrivi questa particolarità, come ad esempio dormire, of-
frire, partire, sentire, riportati nella nota. Alcuni
5 tra i verbi in -isc più comuni sono quelli che appa-
- Adesso gli studenti lavorano in coppia al fine di iono nella nota, ovvero: capire, preferire, spedire,
inserire i verbi dell’attività precedente accanto al unire, pulire, chiarire, costruire ecc.
pronome personale giusto. - Osservate in plenum l’accento tonico delle varie
Soluzione: io: lavoro, prendo; tu: arrivi; lui, lei: chiu- forme verbali. Questo cade sulla penultima sillaba
de, apre fatta eccezione per la 3ª persona plurale in cui cade
- Scrivete alla lavagna: sulla terzultima sillaba.

lavoro prendo arrivi chiude apre finisco Attività di fissaggio


e chiedete agli studenti quali potrebbero essere gli - Fotocopiate la scheda numero 1 a pagina 27 e con-
infiniti dei verbi dati. Fateveli suggerire e inserite- segnatene una copia ad ogni coppia di studenti. Di-
li nella tabella che disegnerete alla lavagna. stribuite anche un dado per coppia.
21
- Spiegate le regole del gioco: - Chiedete agli studenti di leggere ancora il testo,
- uno studente inizia lanciando il dado e coniuga il sottolineare tutti gli articoli indeterminativi e rife-
primo verbo della lista al presente indicativo e alla rirveli affinché possiate scriverli alla lavagna:
persona indicata dalla faccia del dado (1 = prima
un un’ una uno una un un un
persona singolare, 2 = seconda persona singolare
ecc.), scrivendolo sulla linea accanto all’infinito e - Disegnate la seguente griglia:
inserendo accanto il numero tirato, come indicato
dall’esempio; maschile femminile
un una
- se il compagno è d’accordo sulla correttezza del
verbo coniugato, lo studente che ha tirato il dado uno un’
può inserire una crocetta o un cerchietto (X oppu-
- Chiedete agli studenti di trovare nel testo i sostan-
re O) nel primo dei tre quadranti destinati al filet-
tivi corrispondenti e suggerirvi in quale categoria
to. Se i due studenti non sono sicuri della correttez-
devono essere inseriti nella griglia. Avrete la se-
za della voce verbale possono rivolgersi all’inse-
guente situazione:
gnante;
- il gioco passa al compagno che a sua volta lancia maschile femminile
il dado, coniuga il verbo a seconda del risultato del giorno
lancio e, se il verbo è corretto, acquisisce il diritto ragazzo
un una ragazza
di inserire il suo segno nel quadrante del filetto; lavoro
uomo
- lo scopo è quello di inserire tre dei propri simbo-
li consecutivamente in orizzontale, verticale o dia- uno studente un’ amica
gonale nei quadranti del filetto. Ci sono tre qua-
dranti a disposizione e naturalmente vince chi fa 2
più filetti. Se dopo tre manches si è ancora sullo 0 - Osservate la tabella e discutete insieme: quali sono
a 0 (zero a zero), si continua fino al primo filetto le affinità e le differenze tra sostantivi quali palaz-
fatto. Per questo motivo è consigliabile invitare gli zo e amico? Lasciate che gli studenti formulino del-
studenti a scrivere con la matita per poter eventual- le ipotesi.
mente cancellare e utilizzare più volte i quadranti. Si tratta in ogni caso di sostantivi maschili, singo-
lari, però mentre palazzo comincia per consonante,
7 amico inizia per vocale. In entrambi i casi, l’artico-
- Fate lavorare ancora gli studenti in coppia e, sulla lo indeterminativo maschile singolare è un. Lo
base dell’esempio dato, chiedete loro di rivolgersi stesso vale per i sostantivi scritti alla lavagna:
reciprocamente le domande del testo e rispondere giorno, ragazzo e lavoro cominciano per conso-
con le informazioni contenute tra parentesi. nante, mentre uomo comincia per vocale ma l’arti-
Soluzione: 1. Ascolto musica italiana, 2. Arrivo oggi, colo indeterminativo è sempre un.
3. Guardano la televisione, 4. Prendiamo gli spaghet-
ti, 5. Capisco molto, 6. Partiamo domani - Ponete un altro quesito: cosa differenzia studente
dagli altri sostantivi maschili singolari? Studente
B Un giorno importante! comincia con la sequenza di consonanti s+t e per
questo motivo la forma dell’articolo indeterminati-
vo è uno.
1
- Invitate i corsisti ad osservare la foto e a formula- - Uno si usa davanti a tutti i sostantivi che iniziano
re in plenum qualche ipotesi sulla ragazza: per s+consonante (studente, sport, sconto ecc), z
Di dove è?, Che cosa fa? (zaino, zio), gn (gnocco), ps (psicologo), x (xilofo-
no), pn (pneumatico). Questo avviene per ragioni
- Lasciate agli studenti il tempo per leggere indivi-
fonetiche (eufonia), ovvero per non creare un ec-
dualmente il testo e per abbinare le affermazioni
cessivo accumulo di consonanti di difficile artico-
contenute nelle due colonne sottostanti.
lazione.
Soluzione: 1. g, 2. e, 3. f, 4. a, 5. d, 6. b
- Passate al femminile. Qual è la differenza tra i

22
sostantivi ragazza e amica? Il primo comincia per - Potete osservare lo specchietto presente nel libro a
consonante e l’altro per vocale. Nel primo caso riconferma della regola degli aggettivi in -e che ri-
l’articolo indeterminativo è una, mentre nel secon- mangono invariati passando dal maschile al fem-
do l’articolo una perde la -a finale e viene apostro- minile singolare e che al plurale prendono la -i per
fato trasformandosi così in un’. entrambi i generi.
- Osservando la tabella è possibile constatare che
5
per studentessa l’articolo rimane sempre una, in
- Invitate gli studenti a formare frasi come quella
quanto la presenza della vocale -a nell’articolo in-
dell’esempio utilizzando i sostantivi e gli aggettivi
determinativo femminile evita i problemi di accu-
dati. Successivamente, procedete con il riscontro
mulo di consonanti che si hanno al maschile.
in plenum.
- Al termine della discussione chiedete agli studenti
di completare il testo a pagina 20 del Libro dello Attività ludica
studente con l’articolo indeterminativo. - Prelevate di nuovo un oggetto da ogni studente.
Soluzione: una, un, un, una, una, una, una Questa volta vanno bene anche quelli rappresenta-
ti da un sostantivo al plurale, ad esempio gli oc-
Attività ludica chiali e le chiavi. Scrivete alla lavagna la lista de-
- Fatevi consegnare un oggetto da ogni studente, ad gli oggetti, preceduti dall’articolo determinativo, e
esempio il telefonino, il libro, la penna, uno zaino in plenum cercate e scrivete, sempre alla lavagna,
ecc. Prestate attenzione al fatto che i sostantivi rela- un aggettivo adeguato per ogni oggetto, ad esem-
tivi agli oggetti non siano plurali, pertanto rifiutate pio i libri interessanti, lo zaino pesante, la borsa
chiavi, occhiali ecc. Disponete gli oggetti sopra la grande, il telefonino piccolo. Rileggete due o tre
cattedra, poi mostrateli ad uno ad uno dicendo alla volte la lista e poi cancellate tutto. Chiedete agli
classe il loro nome preceduto dall’articolo indeter- studenti di scrivere una lista degli oggetti che avete
minativo, ad esempio un telefonino, una penna, mostrato, completa di articoli e aggettivi. Proce-
uno zaino ecc. Ripetete l’elenco tre volte, poi na- dete al riscontro in plenum. Chi ha la memoria mi-
scondete gli oggetti e chiedete agli studenti di scri- gliore? Chi ha tutti gli aggettivi corretti?
vere una lista degli oggetti che avete mostrato, pre-
ceduti naturalmente dall’articolo indeterminativo. C Di dove sei?
Al termine mostrate di nuovo gli oggetti e procede-
te al riscontro in plenum. Chi ha la memoria mi- 1
gliore? Chi ha tutti gli articoli corretti? - Fate ascoltare il dialogo un paio di volte e chiede-
te agli studenti di sottolineare le espressioni utiliz-
3 zate dai due ragazzi per chiedere informazioni.
- Fate lavorare i corsisti in coppia per sostituire a Soluzione: Scusa, per andare in centro?; Sei straniera,
turno gli articoli determinativi con quelli indeter- vero?; ...sei qui per lavoro?; ...abiti qui vicino?
minativi.
Soluzione: 1. un, 2. uno, 3. un, 4. un, 5. una, 6. un, 7. 2
un’, 8. una, 9. un - In plenum chiedete agli studenti di rispondere alle
tre domande date.
4 Soluzione: 1. Jennifer è americana, 2. È in Italia per
- Passate ad osservare gli aggettivi che accompagna- studiare, 3. Abita in via Verdi
no i vari sostantivi nella tabella e riscriveteli alla
lavagna: 3
- Invitate i corsisti a lavorare individualmente e a
interessante intelligente difficile
completare i mini dialoghi.
- Osservate insieme: i tre aggettivi terminano in -e e Soluzione: 1. Scusa, per andare in centro?; 2. Sei ita-
rimangono invariati al maschile e femminile sin- liana?/Sei portoghese?; 3. Di dove sei esattamente?;
golare. Al plurale la -e si trasforma in -i (interes- 4. Sei qui in vacanza?/Sei in Italia per studiare?; 5.
santi, intelligenti, difficili), anche in questo caso Dove abiti?
sia per il maschile che per il femminile.
- Osservate lo specchietto a pagina 22 del Libro dello
23
studente con lo schema riassuntivo di alcune espres- - 4) quando esci dall’ufficio alle 20,
sioni utili per chiedere e dare informazioni e discu- - 5) quando lasci gli amici dopo una serata in disco-
tetelo in plenum rispondendo alle eventuali doman- teca.
de che gli studenti vorranno porvi a proposito.
- Fate venire gli studenti al centro della classe.
Role-play guidato - Supponiamo che per iniziare abbiate scelto due
- Fotocopiate la scheda numero 2 a pagina 28. Fate studenti di nome Karl e Ross: dite alla coppia il
lavorare gli studenti in coppia e consegnate ad ogni numero della situazione che dovranno interpretare,
coppia una scheda. Invitate gli studenti a ripetere per esempio la numero 2 in cui Karl, a cui avete
più volte il dialogo dato, sostituendo le informazio- attribuito il ruolo di A, esce dalla biblioteca alle
ni scritte in caratteri diversi con quelle contenute 15.00 e saluta Ross, che risponde impersonando B.
nei riquadri sottostanti, con lo stesso carattere. Successivamente, a loro volta, Karl e Ross sceglie-
ranno due compagni a cui attribuire i ruoli di A e B
4 nell’interpretare un’altra situazione scelta a piaci-
- Invitate i corsisti a svolgere il role-play in coppia mento.
assumendo a turno i ruoli di A e B e rispondendo
alle domande. E Lei, di dov’è?

D Ciao Maria! 1
- Invitate gli studenti a leggere il dialogo e concen-
1 trarsi sulle informazioni in esso contenute, utili per
- Osservate in plenum le foto: che cosa hanno in co- rispondere alle tre domande sottostanti.
mune? Soluzione: 1. Il signore chiede alla signora dov’è via
Soluzione: ritraggono persone nell’atto di salutarsi Alberti; 2. La signora è svizzera; 3. La signora è in Ita-
lia in vacanza
2
- Fate ascoltare i mini-dialoghi e chiedete agli stu- 2
denti di abbinarli alle foto corrispondenti. - Scrivete grande alla lavagna:
Soluzione (le foto sono catalogate [a, b, c, d] da sini-
dare del tu dare del Lei
stra verso destra): 1. b, 2. a, 3. d, 4. c
- Formulate insieme delle ipotesi sul significato di
- Leggete e discutete insieme la tabella contenente
tali espressioni.
le varie espressioni per i saluti. Soffermatevi sul
fatto che in italiano il ciao, informale, si usa sia nel - Confrontate i due dialoghi contenuti nel riquadro
momento dell’incontro che quando ci si congeda. giallo e cercate di individuare le differenze. Chie-
ArrivederLa invece si usa in contesti formali con dete ai corsisti di sottolineare le forme verbali usate
una sola persona, mentre arrivederci si adatta in nel porre domande in entrambe i dialoghi. Sarà così
genere ad ogni situazione. più facile giungere alla conclusione che per il tu del
dialogo a sinistra i verbi sono alla seconda persona
3 singolare, mentre per il Lei del dialogo a destra
- Fate lavorare gli studenti in coppia con il compito sono alla terza persona singolare.
di formulare dei brevi dialoghi adatti alle situazio-
- Aggiungete altre espressioni relative allo stesso ar-
ni indicate.
gomento:
- Fate recitare qualche dialogo in plenum.
situazione informale situazione formale
(forma di cortesia)
4 Role-play Rol
- Scrivete alla lavagna le situazioni date, numeran- - Provate a raggruppare:
dole: dare del tu in una dare del Lei in una
- 1) all’università la mattina, situazione informale situazione formale
- 2) quando esci dalla biblioteca alle 15, (forma di cortesia)
- 3) al bar verso le 18,

24
3 occhi azzurri e naso alla francese. Bella rimane
- Avvicinatevi ad uno studente e cominciando con fuori dai cerchi perché è un aggettivo che riguarda
Scusi signore/signora/signorina, a seconda del ca- l’aspetto fisico complessivo.
so, rivolgetegli le domande elencate con la forma di
cortesia (-Come si chiama? -Quanti anni ha? -Stu- 3
dia o lavora? -Abita vicino?) invitandolo a replica- - Osservate le illustrazioni e il lessico utile alla de-
re con la risposta adeguata e un ...e Lei? di rilancio scrizione dell’aspetto e del carattere di una perso-
delle domande (esempio: Mi chiamo David, e Lei?). na e in plenum cercate di inserire gli aggettivi
mancanti.
- Lasciate che gli studenti lavorino in coppia e fac- Soluzione: bello, lunghi, neri/bruni, azzurri, simpatico
ciano la stessa cosa alternandosi nei ruoli di A e B.
- Evidenziate con ironia la perfezione nella descri-
Role-play guidato zione di Gloria e chiedete di descriverla al contra-
- Fotocopiate la scheda numero 2 a pagina 28. Fate rio utilizzando il lessico appena trattato.
lavorare gli studenti in coppia e consegnate a ogni
coppia una scheda. Leggete in plenum il dialogo e 4
sottolineate le frasi in cui si usa la forma del tu. - Osservate l’illustrazione in plenum: si tratta di La
Trascrivetele alla lavagna e in plenum fatevi sug- Gioconda di Leonardo da Vinci conservata nel
gerire l’equivalente delle frasi con la forma di cor- museo del Louvre di Parigi. Chiedete agli studenti
tesia. Avrete la seguente situazione: di inserire le parole date (i capelli, l’occhio e il
l Ciao! Come ti chiami? / Buongiorno, come si naso) negli opportuni spazi.
chiama? - Leggete insieme i vocaboli che circondano l’im-
l ...e tu? / ...e Lei?
magine della donna ritratta. Mentre leggete tocca-
l Di dove sei? / Di dove è?
te la parte del corpo in oggetto e chiedete agli stu-
l Tu sei straniera, vero? / Lei è straniera, vero?
denti di fare altrettanto ripetendo il sostantivo che
l Sei in Italia per studiare? / È in Italia per studiare?
quella parte indica.
l E dove abiti? / E dove abita?

- Invitate gli studenti a ripetere più volte il dialogo Attività ludica


dato, utilizzando la forma di cortesia e sostituendo - Scrivete alla lavagna:
le informazioni scritte in caratteri diversi con quel- Come è La Gioconda? Bella?
le contenute nei riquadri sottostanti con lo stesso
carattere. - Ricordate agli studenti che questa frase è simile ad
un’altra che hanno appena ascoltato. Quale? Si trat-
F Com’è? ta della prima battuta del dialogo E2, in cui si de-
scrive Gloria. Chiedete agli studenti di recitare un
1 dialogo simile a quello, variando ciò che è neces-
- Invitate i corsisti a leggere la lista di parole e a sot- sario per descrivere La Gioconda invece di Gloria.
tolineare gli aggettivi.
Soluzione: bello, simpatico, lungo, azzurro, biondo 5
- Ritornate sul lessico utile a descrivere l’aspetto e il
2 carattere di una persona e chiedete agli studenti di
- Chiedete di mettere nella giusta sequenza le battute descrivere se stessi. Invitateli quindi a descrivere
del dialogo e poi fatelo ascoltare per un controllo. un compagno senza dirne il nome e lasciate che il
Soluzione: 1 - 5 - 4 - 6 - 2 - 3 resto della classe indovini di chi si tratta.
- Disegnate tre grandi cerchi e scrivete: 6
carattere corpo testa - Invitate i corsisti a svolgere per iscritto il compito
indicato. Si tratta di descrivere il miglior amico.
- Chiedete agli studenti di aiutarvi a inserire le parti Tale attività potrà essere svolta sia in classe che
riguardanti la descrizione di Gloria nel cerchio come compito a casa. In entrambi i casi chiedete
opportuno. Avrete: carattere: simpatica; corpo: agli studenti di consegnarvi i propri elaborati affin-
alta, magra; testa: bruna, capelli non molto lunghi, ché possiate restituirli corretti.
25
Conosciamo l’Italia Autovalutazione
- Chiedete agli studenti cosa sanno dell’Italia in ge- - Invitate gli studenti a svolgere individualmente il
nerale e raccogliete le informazioni alla lavagna. test di autovalutazione e a controllare le soluzioni
a pagina 191 del Libro dello studente.
- Osservate insieme la cartina a pagina 27 del Libro
dello studente con le informazioni date. C’è qual-
Grammatica e Lessico
cosa di nuovo rispetto a quanto precedentemente
detto? Quali città e regioni risultano maggiormen- - Distribuite la fotocopia della scheda numero 4 a
te conosciute? pagina 30 a ciascuno degli studenti e chiedete di
completarla con gli elementi grammaticali e lessi-
- Fotocopiate la scheda numero 3 a pagina 29, divi- cali mancanti.
dete la classe in gruppi e consegnatene una copia
ad ognuno. - Fate confrontare il risultato prima con il compagno
di banco e poi con gli schemi presenti nel testo nel
- Stabilite un tempo massimo, ad esempio cinque corso dell’Unità 1.
minuti, entro il quale i nomi delle regioni e dei ca-
poluoghi di provincia dovranno essere riscritti al - Lasciate agli studenti il tempo per concentrarsi su
loro posto. questa attività di ripetizione e controllo e invitate-
li a riferire eventuali dubbi o argomenti che non
- Al vostro stop procedete con il controllo dei risul- sono chiari per poterli discutere in plenum.
tati, attaccando le fotocopie elaborate dagli studen-
ti alla lavagna.

26
Scheda numero 1
Unità 1 - A6, Attività di fissaggio

Esempio: mangiare = numero (n.) 6 = mangiano

prendere: n. …..… = ..................................................


guardare: n. …..… = ..................................................
abitare: n. …..… = ..................................................
capire: n. …..… = ..................................................
sentire: n. …..… = ..................................................
pensare: n. …..… = ..................................................
partire: n. …..… = ..................................................
scrivere: n. …..… = ..................................................
parlare: n. …..… = ..................................................
aprire: n. …..… = ..................................................
finire: n. …..… = ..................................................
ascoltare: n. …..… = ..................................................
vedere: n. …..… = ..................................................
leggere: n. …..… = ..................................................
pulire: n. …..… = ..................................................
vivere: n. …..… = ..................................................
studiare: n. …..… = ..................................................
preferire: n. …..… = ..................................................
lavorare: n. …..… = ..................................................
conoscere: n. …..… = ..................................................
dormire: n. …..… = ..................................................
scendere: n. …..… = ..................................................
chiudere: n. …..… = ..................................................
tornare: n. …..… = ..................................................
mettere: n. …..… = ..................................................
cominciare: n. …..… = ..................................................
ricevere: n. …..… = ..................................................

27
Scheda numero 2
Unità 1 - C4, E3, Role-play guidato

G Ciao! Come ti chiami?

H Katy, e tu?

G Emanuela! Piacere.

H Piacere. Di dove sei?

G Sono italiana, di Napoli. Tu sei straniera, vero?

H Si, sono greca, di Atene!

G Oh, che bello! Sei in Italia per studiare? italiano/a, di Firenze

H No, sono qui per lavoro. Sono ricercatrice


italiano/a, di Genova
al Politecnico di Milano.

G Davvero? Io lavoro all’Università. E dove abiti?


italiano/a, di Palermo
H Qui a Milano, vicino all’Università.
italiano/a, di Sassari

Emily / Francesca

sono americano/a, di Boston


Karl / Antonio
sono francese, di Parigi
Margot / Simona
sono cinese, di Hong Kong a Firenze
Khaled / Emiliano
sono libico/a, di Tripoli
a Roma

a Padova
interprete

insegnante di musica a Bologna

architetto/a

esperto/a di marketing

28
Scheda numero 3
Unità 1 - Conosciamo l’Italia

29
Scheda numero 4
Unità 1 - Grammatica e Lessico

Il presente indicativo
lavorare prendere aprire finire
io ........................ prendo apro finisco
tu lavori ........................ apri finisci
lui, lei, Lei lavora prende ........................ finisce
noi lavoriamo prendiamo apriamo finiamo
voi lavorate prendete aprite finite
loro lavorano prendono aprono ........................

L’articolo indeterminativo
maschile femminile
palazzo ragazza
un ..................
amico studentessa
studente amica
.................. un’
zaino edicola

Aggettivi in -e
il libro l’uomo il tema
interessant...... intelligente difficil......
la storia l’idea la partita

i libri gli uomini i temi


interessant...... intelligent...... difficili
le storie le idee le partite

Chiedere informazioni Dare informazioni


Scusa, per arrivare / andare ..................? Prendi l’autobus e ..............
Sei straniero, vero? Sì, .................. francese.
Di dove ..................? .................. di Napoli.
.................. qui per studiare? .................. in Italia per motivi di lavoro.
Da quanto .................. sei qui / studi l’italiano? Sono .................. Italia / studio l’italiano da 2 anni.
.................. abiti? .................. in via Giulio Cesare, al .............. 3.

Saluti
Buongiorno!
Buon pomeriggio!
.................................................
Buonanotte!
Ciao! (informale)
.................................................! (informale)
Ci vediamo! (informale)
.................................................!
ArrivederLa (formale)

Descrivere una persona


aspetto generale carattere occhi e capelli
........................ basso ........................ antipatico occhi: ................., capelli: ..............,
giovane ........................ allegro triste castani, neri, lunghi, biondi,
brutto bello scortese ........................ verdi bruni, rossi

30
Elementi comunicativi - Tempo libero
e lessicali - Attività del fine settimana
- Invitare
- Accettare o rifiutare un invito
- Chiedere e dare l’indirizzo
- Descrivere l’abitazione
- Numeri cardinali (30-2.000)
- Numeri ordinali
- I giorni della settimana
- Chiedere e dire che giorno è
- Chiedere e dire l’ora

Elementi grammaticali - Indicativo presente: verbi irregolari


- Indicativo presente dei verbi modali: potere, volere e dovere
- Preposizioni

Civiltà I mezzi di trasporto urbano

Materiale necessario Sezione A, punto 6, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 1
a pagina 38 e alcuni dadi
Sezione A, punto 7, attività di fissaggio: alcuni fogli formato A3
Sezione C, punto 3, attività estensiva: alcune fotocopie della scheda numero 2 a
pagina 39
Sezione D, punto 3: alcuni fogli formato A3 e dei pennarelli o matite colorate
Sezione F, punto 1, role-play guidato: alcune fotocopie della scheda numero 3 a
pagina 40
Sezione G, punto 2, attività ludica: un orologio da parete
DEVO, VOGLIO, POSSO: alcune fotocopie della scheda numero 4 a pagina 41
Grammatica e Lessico: alcune fotocopie della scheda numero 5 alle pagine 42 e 43

Attività introduttiva re di immaginare come trascorre il suo tempo libe-


ro una ricca star della musica pop.
- Scrivete alla lavagna:
tempo libero *Lo sapevate?
- Discutete in plenum il significato di questa espres- Eros Ramazzotti nasce a Roma il 28 ottobre
sione e le sue possibili associazioni. 1963. Fin da giovanissimo manifesta un’istinti-
va passione per la musica. Eros inizia a farsi
Per cominciare ... conoscere al grande pubblico vincendo il Fe-
1 stival di Sanremo del 1984 nella “sezione giova-
- In plenum osservate le foto e chiedete agli studen- ni” con la canzone Terra promessa. Nel-
ti quali sono le attività, tra quelle illustrate, che l’edizione seguente del Festival interpreta Una
preferiscono svolgere nel tempo libero. storia importante, inclusa nel primo album
Cuori agitati, che gli permette di affacciarsi sul
2 mercato europeo.
- Chiedete agli studenti se e cosa conoscono di Eros La vittoria tra i big a Sanremo nel 1986 con
Ramazzotti*. Adesso tu conferma la popolarità del giovane
Ramazzotti in Italia, cui fa seguito un notevole
- Invitate gli studenti a fantasticare un po’ e a cerca- interesse delle platee internazionali. Nella tarda

31
primavera del 1988 viene pubblicato il mini- re e venire, aiutandosi eventualmente con il dialo-
album Musica è, che ha un impatto inatteso sui go della pagina a fianco.
mercati discografici, superando le vendite degli Soluzione: vado, andate, viene, vengono
album precedenti. Dopo due anni di lontananza
dai palcoscenici esce In ogni senso, l’album che - Riflettete in plenum sull’irregolarità dei verbi an-
anticipa la prima esibizione di Ramazzotti negli dare e venire all’indicativo presente.
USA, uno show sold out al Radio City Music
Hall di New York. Numerose le collaborazioni e 5
le iniziative musicali del musicista che continua - Lasciate lavorare gli studenti individualmente chie-
da anni a godere del favore del pubblico inter- dendo loro di completare le frasi con le voci op-
nazionale. portune dei verbi andare e venire.
Soluzione: 1. vanno, 2. andiamo, 3. veniamo, 4. vai,
5. viene, 6. vengo
3
- Fate ascoltare una prima volta l’intervista a Eros
6
Ramazzotti chiedendo agli studenti di concentrarsi
- Invitate gli studenti a leggere la tabella e comple-
solo sull’argomento principale della conversazione.
tare le forme mancanti da ricercare nel dialogo
precedentemente ascoltato.
A Un’intervista Soluzione: sai, sto, esco, facciamo, gioco
1 - Riflettete in plenum: anche in questo caso, come per
- Leggete la lista di affermazioni relative all’attività andare e venire, siamo di fronte ad una serie di verbi
proposta e durante il secondo ascolto consigliate irregolari. Per quanto riguarda pagare, riportate l’at-
agli studenti di fare attenzione alla parti di conver- tenzione degli studenti sulla nota, in cui si spiega la
sazione che permettono loro di individuare le af- particolarità di questo verbo, che di fatto è un verbo
fermazioni corrispondenti a verità. regolare, ma necessita dell’introduzione della con-
sonante h tra radice e desinenza per la seconda per-
- Fate ascoltare il dialogo un paio di volte e proce-
sona singolare e la prima persona plurale.
dete al riscontro in plenum.
Soluzione: 1. b, 2. c - Lasciate agli studenti il tempo per consultare l’Ap-
pendice a pagina 188, in cui possono trovare altri
2 verbi irregolari e invitateli a porre eventuali
- Fate ascoltare ancora il dialogo chiedendo ai corsi- domande.
sti di leggere contemporaneamente il testo e di
concentrarsi sulla pronuncia. Attività di fissaggio
- Invitate gli studenti a sottolineare le parole rispetto - L’attività proposta di seguito è analoga a quella
alle quali hanno qualche difficoltà di pronuncia e della prima unità sul presente indicativo, con la
poi fate ascoltare ancora, al fine di risolvere i dubbi. differenza che ora vengono affrontati i verbi irre-
golari. Ciò permetterà agli studenti di concentrarsi
- Fate lavorare gli studenti in coppia chiedendo loro
maggiormente sulle forme verbali da coniugare e
di leggere il dialogo e di assumere i ruoli della
di prendere atto delle differenze di funzionamento
giornalista di Max e di Eros Ramazzotti.
tra i verbi anomali e quelli dell’unità precedente.
3 - Attenzione: gli studenti che hanno preso visione
- In plenum leggete le domande proposte e invitate dell’Appendice a pagina 188 potranno svolgere
gli studenti a dare le risposte. l’attività con i verbi della colonna A e B. Coloro
Soluzione: 1. Eros va a mangiare o bere qualcosa, 2. che non hanno consultato l’Appendice potranno
Ascolta musica e guarda la TV, 3. Fa delle gite o va svolgere l’attività tenendo conto soltanto dei verbi
al lago a pescare presenti nella colonna A. Per ciascuno di questi
verbi, gli studenti devono lanciare il dado più volte
4 coniugando due volte lo stesso verbo però ad una
- Gli studenti lavorano individualmente e completa- persona diversa corrispondente ad un numero usci-
no la tabella con le forme mancati dei verbi anda- to sulla faccia del dado.

32
- Fotocopiate la scheda numero 1 a pagina 38 e con- - Invitate gli studenti a scrivere sulla metà a sinistra
segnatene una copia ad ogni coppia di studenti. una domanda per ognuno dei verbi scritti alla lava-
Distribuite anche un dado per coppia. gna, ad esempio: Dove vai nel tempo libero?
- Spiegate le regole del gioco: - Dopo aver scritto le domande ogni studente inter-
- uno studente inizia lanciando il dado e coniuga vista tre compagni ponendo loro i quesiti da lui
il primo verbo della lista al presente indicativo e elaborati.
alla persona indicata dalla faccia del dado (1 =
- Al termine dell’intervista ogni studente lavora in-
prima persona singolare, 2 = seconda persona sin-
dividualmente cercando di raggruppare eventuali
golare ecc.), scrivendolo sulla linea accanto all’in-
risposte comuni o simile date dai suoi compagni
finito e inserendo accanto il numero tirato, come
per poterle riferire alla classe, ad esempio: Nel tem-
indicato dall’esempio;
po libero Karin e Johannes vanno al cinema.
- se il compagno è d’accordo sulla correttezza del
verbo coniugato, lo studente che ha tirato il dado B Vieni con noi?
può inserire una crocetta o un pallino (X oppure O)
nel primo dei tre quadranti destinati al filetto. Se i 1
due studenti non sono sicuri della correttezza della - Invitate i corsisti ad osservare le foto e a formula-
voce verbale possono rivolgersi all’insegnante; re in plenum qualche ipotesi sull’argomento dei
mini dialoghi.
- il gioco passa al compagno che, a sua volta, lan-
- Fate ascoltare le brevi conversazioni una prima
cia il dado, coniuga il verbo a seconda del risulta-
volta.
to del lancio e, se il verbo è corretto, acquisisce il
diritto di inserire il suo segno nel quadrante del - Durante il secondo e terzo ascolto suggerite agli
filetto; studenti di leggere contemporaneamente il testo.
- lo scopo è quello di inserire tre dei propri simbo- - Al termine degli ascolti riportate l’attenzione della
li consecutivamente in orizzontale, verticale o dia- classe sulle parti di frasi evidenziate in azzurro,
gonale nei quadranti del filetto. Ci sono tre qua- particolarmente adatte a formulare inviti, accettar-
dranti a disposizione e naturalmente vince chi fa li e rifiutarli e invitate gli studenti a consultare la
più filetti. Se dopo tre manches si è ancora sullo 0 tabella corrispondente a pagina 34 del Libro dello
a 0, si continua fino al primo filetto fatto. Per que- studente.
sto motivo è consigliabile invitare gli studenti a
scrivere con la matita per poter eventualmente 2
cancellare e utilizzare più volte i quadranti. - Lasciate agli studenti qualche minuto per comple-
tare i brevi dialoghi con le espressioni del punto 1
7 evidenziate in azzurro.
- Lasciate lavorare gli studenti in coppia chiedendo - Invitate i corsisti a confrontare il proprio lavoro
loro di alternarsi nel rispondere alle domande pro- con quello del vicino di banco.
poste, sulla base del modello dato.
Soluzione: 1. Facciamo colazione, 2. Perché sappia- - Procedete al riscontro in plenum, prevedendo la
mo la verità, 3. Oggi paghiamo noi, 4. Stanno molto possibilità di formulazioni diverse relativamente
bene, 5. Esce con gli amici, 6. Giocano a calcio alle parti da completare.

Attività di estensione 3
- Scrivete alla lavagna: - Invitate i corsisti ad osservare le immagini e a svol-
gere il role-play in coppia. Assumendo a turno i
andare venire dare sapere ruoli di A e B svolgono dei mini dialoghi in cui una
stare uscire fare giocare persona invita l’altra a fare qualcosa insieme e l’al-
- Consegnate ad ogni studente un foglio formato A3 tra accetta o rifiuta l’invito.
piegato a metà.

33
- Invitate gli studenti a leggere il dialogo tra Gianni
C Scusi, posso entrare? e Carla, esortandoli a concentrarsi solo sulle infor-
mazioni necessarie a rispondere alle domande.
1 Soluzione: 1. In via Giotto, 44; 2. È comodo e lumi-
- Invitate gli studenti ad osservare le tre frasi, tratte noso, con un grande balcone; 3. È piccolo: camera da
da giornali, e riproducetele alla lavagna: letto, cucina e bagno; 4. Gianni paga 650 euro al
mese e Carla paga 400 euro
Puoi sbagliare tutto, ma non il colore
Vuoi vincere una vacanza in Alto Adige/Südtirol?
2
Tutto quello che devi sapere - Invitate gli studenti ad osservare la piantina del-
- Sottolineate i verbi modali seguiti dal relativo infi- l’appartamento di Gianni e a completare le lacune
nito, ovvero puoi sbagliare, vuoi vincere, devi sa- con i nomi delle stanze che possono essere ricerca-
pere. ti nel dialogo.
Soluzione: 2. cucina, 3. camera da letto, 5. bagno
2
- Lasciate agli studenti qualche minuto per comple- 3
tare individualmente la tabella dei verbi modali e - Fate lavorare gli studenti in coppia con il compito
riflettere sul loro utilizzo. di descrivere il loro appartamento o la loro casa
ideale, dando le informazioni indicate nel Libro
- Analizzate in plenum: i verbi modali precedono un dello studente.
verbo all’infinito che ha il loro stesso soggetto e
per il quale esprimono la modalità dell’azione che Attività alternativa
può essere di volontà per volere, possibilità per po-
- Fate lavorare gli studenti in coppia o in gruppi di
tere e necessità per dovere.
tre persone. Consegnate un foglio formato A3 e i
pennarelli o le matite colorate.
3
- Lasciate lavorare gli studenti in coppia chiedendo - Invitate gli studenti a cercare un punto di accordo
loro di alternarsi nel rispondere alle domande pro- per quanto riguarda la loro casa ideale e di imma-
poste, sulla base del modello dato. ginarne una che riscuota il consenso di entrambi o
Soluzione: 1. Perché non può venire a Genova con di tutti e tre.
noi, 2. Voglio andare in montagna, 3. Dobbiamo tor-
nare alle sei, 4. No, purtroppo non possono venire, 5. - Chiedete agli studenti di disegnare la loro casa, sia
Perché vuole superare l’esame, 6. Deve tornare a casa l’esterno, che la pianta interna.
presto - Al termine gli studenti illustreranno la loro casa
ideale agli altri.
Attività estensiva
- Fotocopiate la scheda numero 2 a pagina 39 e con- 4
segnatene una copia ad ogni studente. - In plenum osservate la tabella dei numeri cardina-
li e ordinali e in particolare per gli ordinali consi-
- Invitate gli studenti a lavorare in coppia e a cerca- derate la nota in cui si sottolinea il fatto che dal-
re di immaginare e scrivere negli spazi opportuni l’11° in poi i numeri finiscono in -esimo. A questo
cosa devono, possono, vogliono fare le persone raf- proposito si può consultare la tabella in Appendice
figurate nelle illustrazioni. alla pagina 188.
- Raccogliete gli elaborati e attaccateli alla lavagna.
Attività di fissaggio
- Fate avvicinare gli studenti alla lavagna e discute-
- Scrivete alla lavagna tanti numeri a caso, compre-
te insieme su volontà, possibilità e necessità risul-
si tra 1 e 2000 e aggiungete anche alcuni ordinali,
tanti dagli elaborati.
ad esempio:
D Dove abiti? 390 683 88° 992 21° 66
1979 99 82 61 16° 5° 2000
1
- Fate un cerchio intorno ad un numero e chiedete ad
34
uno studente di leggere il numero cerchiato. Parto per Ancona
- Procedete così fino a quando tutti gli studenti Attività di fissaggio
avranno letto due o tre numeri a testa. - Riproducete il seguente schema alla lavagna:

E Vado in Italia. in Italia,


VADO/a
1 SONO al
- Leggete in plenum le tre frasi che gli studenti da
in
hanno incontrato nel corso dell’unità e invitateli a
VENGO a
ricercarle tra le pagine precedenti e sottolinearle.
da
- In plenum leggete la tabella contenente alcune pre- da
posizioni e il loro uso e riflettete insieme sul fatto PARTO per
che le preposizioni sono parole senza un significa- in
to univoco. Queste assumono valori diversi a se-
- Chiedete agli studenti di ricopiare lo schema che
conda del contesto in cui sono utilizzate e ciò ren-
avete disegnato alla lavagna.
de impossibile tradurle in una maniera che valga
per tutti i casi. Solo in pochi contesti possiamo sta- - Invitate gli studenti ad osservare attentamente la
bilire delle regole, che potete trascrivere alla lava- tabella contenente le preposizioni a pagina 37 del
gna: Libro dello studente per due o tre minuti.
nei casi di stato in luogo o moto a luogo - Chiedete agli studenti di chiudere il libro e di com-
utilizziamo: pletare la loro tabella con gli elementi che ricorda-
no, aggiungendone eventualmente altri che secon-
- in
do loro corrispondono a quanto appena appreso
con i nomi di continenti: sulle preposizioni.
Sono / Vado in America
- Dopo qualche minuto procedete al riscontro in ple-
con i nomi di nazioni: num, completando la tabella alla lavagna con i
Sono / Vado in Italia suggerimenti corretti degli studenti.
con i nomi di regioni:
Sono / Vado in Sicilia 2
- Lasciate lavorare gli studenti in coppia, chiedendo
-a loro di alternarsi nel rispondere alle domande pro-
con i nomi di città: poste, sulla base del modello dato.
Sono / Vado a Roma Soluzione: 1. Vado in aereo, 2. Dobbiamo andare in
centro, 3. Vanno in discoteca, 4. Vado a casa, 5. Viene
con un verbo all’infinito: da Palermo, 6. Va da Antonio
Sono / Vado a lavorare
- da F Che giorno è?
con le persone:
1
Sono / Vado da Antonio
- Fate ascoltare più volte il dialogo chiedendo agli
nei casi di moto da luogo, per indicare studenti di concentrarsi sugli impegni di Silvia per
la provenienza utilizziamo: il giorno 3, 5 e 6 del mese.
- da - Gli studenti lavorano in coppia e completano
Vengo da Siena l’agenda con gli impegni di Silvia che sono riusci-
ti a capire.
nei casi di moto per luogo per indicare
la destinazione utilizziamo: - Osservate la nota in giallo. I giorni della settimana
preceduti da articolo indicano un’abitudine, ad es.
- per il lunedì vado in palestra, significa che ogni lune-
dì vado in palestra. Se non sono preceduti da arti-
35
colo si riferiscono invece ad un evento che non si - Nella lingua parlata si preferisce limitarsi ai nume-
ripete abitualmente, ad es. venerdì vado a cena con ri da 1 a 12 ripetendoli per le ore pomeridiane e
i miei colleghi, significa che l’evento si verifica serali. Naturalmente il contesto indica il momento
solamente il prossimo venerdì. della giornata a cui ci si riferisce in tali casi. Ad
Soluzione: martedì 3 Silvia ha lezione all’università, esempio Ci vediamo stasera alle 9.00
giovedì 5 va a fare spese con Caterina, venerdì 6 è il
compleanno di suo fratello 2
- Chiedete agli studenti di leggere i vari orari e dise-
Role-play guidato gnare le lancette dei rispettivi orologi.
- Fotocopiate la scheda numero 2 a pagina 40. Fate
lavorare gli studenti in coppia e consegnate ad
ogni coppia una scheda. Invitate gli studenti a ripe-
tere più volte il dialogo, sostituendo le informazio-
ni scritte in caratteri diversi con quelle contenute
nei riquadri sottostanti, con lo stesso carattere.

2
- Chiedete agli studenti di svolgere un dialogo simi-
le a quello ascoltato raccontando che cosa fanno
durante la settimana.

3 - Invitate gli studenti a confrontare “i loro orologi”


- In plenum lasciate che gli studenti parlino del con quelli dei compagni e procedete poi al riscon-
tempo libero, quanto ne hanno, come lo trascorro- tro in plenum disegnando gli orologi alla lavagna.
no, dove vanno quando escono.
Attività ludica
G Che ora è / Che ore sono? - Se avete un vecchio orologio da parete, che non
funziona più, portatelo in classe e divertitevi a
1 muovere le lancette a vostro piacere, chiedendo
- Scrivete alla lavagna: ogni volta ad uno studente diverso di leggere l’ora-
che ora è? che ore sono? rio che avrete regolato.
- Spiegate che le due domande si usano indifferente- - Consegnate l’orologio ad uno studente e chiedete-
mente per chiedere l’ora. gli di regolare un orario e invitare un compagno a
leggerlo.
- Osservate gli orologi e gli orari scritti sotto e riflet-
tete. Davanti all’ora si usa: - Chi ha appena letto l’orario ha il diritto di ricevere
l’orologio e regolarne uno nuovo da far leggere ad
- le davanti alle ore da 2 a 24: un altro compagno.
Sono le tre.
- Procedete così fino a che tutti gli studenti avranno
- l’ davanti a una: letto e regolato un orario.
È l’una.
- Se non avete un orologio da portare in classe, pote-
- non si usa articolo davanti a mezzanotte e mez- te disegnare grandi orologi con gli orari alla lava-
zogiorno: gna e poi chiamare di volta in volta gli studenti a
È mezzanotte fare altrettanto.
- L’orario italiano prevede l’uso dei numeri da 1 a
24. Negli orari ufficiali, per esempio alla stazione 3
o per i programmi televisivi si usa questa possibi- - Lasciate lavorare gli studenti in coppia chiedendo
lità. Ad esempio Il treno per Firenze delle ore loro di alternarsi nel formulare domande e risposte
14.35 è in partenza dal binario 2. relativamente alle quattro illustrazioni sulla base
del modello dato.

36
Soluzione: 1. Sono le nove e venti; 2. Sono le dodici Autovalutazione
e quarantacinque, È mezzogiorno e tre quarti, È l’una
- Invitate gli studenti a svolgere individualmente il
meno un quarto; 3. Sono le diciotto e quindici, Sono
test di autovalutazione e a controllare le soluzioni
le sei e un quarto; 4. Sono le venti e trenta, Sono le
a pagina 191 del Libro dello studente.
otto e mezza/o

Conosciamo l’Italia DEVO, VOGLIO, POSSO


I mezzi di trasporto urbano
- Fotocopiate la scheda numero 4 a pagina 41 e con-
- Invitate gli studenti a svolgere le attività di lettura, segnatene una copia ad ogni studente.
risposte ai quesiti e abbinamenti indicati ai punti 1, - Invitate ogni studente ad inserire nella prima tabel-
2 e 3 di pagina 40 e 41 del Libro dello studente. la, con il titoletto IO una cosa che deve, vuole, può
Potete assegnare le letture come compito a casa, fare per ogni giorno della settimana, immaginando
consigliando agli studenti di servirsi di un buon di- che ci si riferisca alla settimana successiva a quel-
zionario. Ciò li abituerà ad essere indipendenti nel- la del giorno in cui ha luogo la lezione.
la selezione e ricerca di elementi linguistici ritenu-
ti particolarmente significativi per poter capire le - Chiedete agli studenti di scegliersi un compagno il
informazioni generali. cui nome verrà inserito nella seconda tabella e di
Soluzione: 1: 1. b, 2. a, 3. c; 2: vedi immagine sotto; intervistarlo riempendo le caselle con ciò che deve,
3: 2, 3, 4 vuole, può fare la prossima settimana. Natural-
mente anche il compagno farà altrettanto.
- Al termine delle due interviste gli studenti comple-
1 2 5 teranno la terza tabella con le cose comuni che
devono, vogliono, possono fare durante la settima-
na in questione.
- Procedete al riscontro in plenum ponendo qualche
X domanda sulle attività che gli studenti svolgeran-
no, magari insieme, secondo le loro agende!

Grammatica e Lessico
4 - Distribuite le fotocopie agli studenti della scheda
6 3 numero 5 alle pagine 42 e 43 e chiedete loro di
completarle con gli elementi grammaticali e lessi-
2 cali mancanti.
- Al termine della lettura, se la svolgete in classe, o
- Fate confrontare il risultato prima con il compagno
durante l’incontro successivo, svolgete la conversa-
di banco e poi con gli schemi presenti nel testo nel
zione seguendo i suggerimenti del punto 4 a pagina
corso dell’unità 2.
41 e utilizzate questo momento per rispondere alle
eventuali domande degli studenti relative ai testi - Lasciate agli studenti il tempo per concentrarsi su
letti o a curiosità sulle abitudini italiane in materia questa attività di ripetizione e controllo e invitate-
di mezzi di trasporto. li a riferire eventuali dubbi o argomenti che non
sono chiari per poterli discutere in plenum.
- Invitate gli studenti a svolgere, in classe, o preferi-
bilmente a casa, i compiti scritti del punto 5 a pagi-
na 41.
- Fatevi consegnare gli elaborati e restituiteli corretti.
- Esortate gli studenti ad usufruire delle attività on-
line previste dall’unità 2.

37
Scheda numero 1
Unità 2 - Sezione A6, Attività di fissaggio

Esempio: andare = = numero (n.) 6 = vanno

A
andare: n. …..… = ........................... n. …..… = ........................... n. …..… = ...........................
venire: n. …..… = ........................... n. …..… = ........................... n. …..… = ...........................
dare: n. …..… = ........................... n. …..… = ........................... n. …..… = ...........................
sapere: n. …..… = ........................... n. …..… = ........................... n. …..… = ...........................
stare: n. …..… = ........................... n. …..… = ........................... n. …..… = ...........................
uscire: n. …..… = ........................... n. …..… = ........................... n. …..… = ...........................
fare: n. …..… = ........................... n. …..… = ........................... n. …..… = ...........................
giocare: n. …..… = ........................... n. …..… = ........................... n. …..… = ...........................

B
cominciare: n. …..… = ..................................................
dire: n. …..… = ..................................................
mangiare: n. …..… = ..................................................
morire: n. …..… = ..................................................
pagare: n. …..… = ..................................................
piacere: n. …..… = ..................................................
porre: n. …..… = ..................................................
rimanere: n. …..… = ..................................................
salire: n. …..… = ..................................................
scegliere: n. …..… = ..................................................
sedere: n. …..… = ..................................................
spegnere: n. …..… = ..................................................
tenere: n. …..… = ..................................................
tradurre: n. …..… = ..................................................
trarre: n. …..… = ..................................................
proporre: n. …..… = ..................................................
mantenere: n. …..… = ..................................................
produrre: n. …..… = ..................................................
raccogliere: n. …..… = ..................................................

38
Scheda numero 2
Unità 2 - Sezione C3, Attività estensiva

Verbi da usare dopo i verbi modali:


andare, prendere, usare

Alberto .............. .............. al lavoro.


Alberto non .............. .............. la macchina.
Alberto .............. .............. il taxi.

Verbi da usare dopo i verbi modali:


stare, lavorare, utilizzare

Il sig. Colombo .............. .............. in spiaggia.


Il sig. Colombo .............. .............. anche in vacanza.
Il sig. Colombo .............. .............. il PC portatile.

Verbi da usare dopo i verbi modali:


andare, passare, portare

Il bambino non .............. .............. da solo la valigia.


I sigg. Rossi .............. .............. al check-in.
I sigg. Rossi .............. .............. prima al bar.

39
Scheda numero 3
Unità 2 - Sezione F1, Role-play guidato

G Senti Carlo, ti devo parlare.

H D’accordo. Adesso però non posso. Devo studiare.

G Allora quando possiamo incontrarci?

H Martedì va bene?

G No, martedì ho lezione.

H Allora che ne dici di giovedì?

G Purtroppo giovedì devo andare dal dentista.

H Allora facciamo venerdì.


Volentieri!
G Va bene. Allora a venerdì!

H A venerdì! Benissimo!

OK!
lunedì

mercoledì

sabato
ho un appuntamento
domenica
devo andare da Roberta

esco con gli amici

voglio andare al mare

40
Scheda numero 4
Unità 2 - DEVO, VOGLIO, POSSO

IO

lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica

devo

voglio

posso

.................................

lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica

deve

vuole

può

............................... ed io

lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica

dobbiamo

vogliamo

possiamo

41
Scheda numero 5
Unità 2 - Grammatica e Lessico

Presente indicativo dei verbi irregolari


andare venire
io vado vengo
tu ..................... vieni
lui, lei, Lei va .....................
noi ..................... .....................
voi andate venite
loro ..................... .....................

Presente indicativo dei verbi irregolari


dare sapere stare
io do so .....................
tu dai ..................... stai
lui, lei, Lei ..................... sa .....................
noi diamo sappiamo .....................
voi ..................... sapete state
loro danno ..................... stanno
uscire fare giocare
io esco ..................... gioco
tu ..................... fai .....................
lui, lei, Lei ..................... fa gioca
noi usciamo facciamo .....................
voi ..................... ..................... giocate
loro ..................... fanno .....................

I verbi modali
dovere volere potere
io devo ..................... .....................
tu devi vuoi .....................
lui, lei, Lei ..................... ..................... può
noi dobbiamo vogliamo .....................
voi ..................... ..................... potete
loro ..................... vogliono possono

42
Le preposizioni
............... Italia
a Roma
VADO / SONO
............... cinema
da Antonio
in Germania
VENGO ............... Pisa
............... te
da. Torino
PARTO ............... Ancona
in aereo

Invitare Accettare un invito Rifiutare un invito


Vieni? ............... grazie! ............... piacere ..............., ma non posso!
............... venire? Certo! Volentieri! Purtroppo, non ...............
Andiamo? D’accordo! No, grazie!
Che ............... dici? Perché no? È una bella ...............!

I numeri cardinali I numeri ordinali


30 trenta 1° primo
31 ................................ 2° ................................
40 quaranta 3° terzo
50 ................................ 4° ................................
60 sessanta 5° quinto
70 settanta 6° sesto
80 ................................ 7° ................................
90 novanta 8° ottavo
100 ................................ 9° ................................
200 ................................ 10° ................................
300 trecento 11° undicesimo
400 quattrocento 12° ................................
500 ................................ 13° tredicesimo
600 seicento 14° ................................
700 settecento 15° quindicesimo
800 ................................ 16° ................................
900 ................................ 17° diciassettesimo
1.000 mille 18° diciottesimo
1.900 millenovecento 19° ................................
2.000 ................................ 20° ................................

L’ora
Che ore sono? / Che ora ..........?
Sono ........ 7.30
Sono le 3 ....... 40
Sono le nove ....... / ....... un quarto
........ mezzogiorno

43
Elementi comunicativi - Spedire una busta, un pacco
e lessicali - Chiedere e dire l’orario di apertura e chiusura di un ufficio, un negozio ecc.
- Localizzare oggetti nello spazio
- Esprimere incertezza, dubbio
- Esprimere possesso
- Ringraziare, rispondere ad un ringraziamento
- Mesi e stagioni
- Numeri cardinali (1.000 - 1.000.000)
- Parlare del prezzo

Elementi grammaticali - Preposizioni articolate


- Il partitivo
- Espressioni di luogo
- C’è, ci sono
- Possessivi (mio/a, tuo/a, suo/a)

Civiltà - Scrivere un’e-mail o una lettera e telefonare

Materiale necessario Sezione A, punto 3, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 1 a
pagina 51
Sezione C, punto 1, attività ludica: alcune fotocopie della scheda numero 2 a pagi-
na 52 e alcuni dadi
Sezione F, punto 2, role-play guidato: alcune fotocopie della scheda numero 3 a pa-
gina 53
Conosciamo l’Italia, attività ludica: alcuni fogli formato A4 ripiegati orizzontal-
mente in tre.
DOMANDE E RISPOSTE: alcune fotocopie della scheda numero 4 a pagina 54
Grammatica e Lessico: alcune fotocopie della scheda numero 5 alle pagine 55 e 56

Attività introduttiva 3
- Scrivete alla lavagna: - Leggete la lista di affermazioni relative all’attività
proposta.
Qual è il tuo numero di telefono?
- Invitate agli studenti a dire a turno il proprio nume- - Fate ascoltare una prima volta il dialogo chiedendo
ro di telefono e trascrivete contemporaneamente i agli studenti di concentrarsi soltanto sulle afferma-
vari numeri alla lavagna affinché se ne possa con- zioni in esso presenti tra quelle elencate.
trollare l’esattezza. Soluzione: 1, 3, 6

Per cominciare... A Perché non scrivi un’e-mail?

1 1
- In plenum osservate le immagini e invitate gli stu- - Fate ascoltare di nuovo il dialogo per dare la pos-
denti a collegarle con le parole date. sibilità agli studenti di confermare o meno le pro-
prie risposte all’attività precedente.
2
- Discutete in plenum dei mezzi di comunicazione 2
maggiormente utilizzati dagli studenti nelle diver- - Fate ascoltare ancora il dialogo chiedendo ai corsi-
se situazioni. sti di leggere contemporaneamente il testo e di
concentrarsi sulla pronuncia.

44
- Invitate gli studenti a sottolineare le parole rispetto - Riflettete insieme: quando le preposizioni sempli-
alle quali hanno qualche difficoltà di pronuncia e ci di, a, da, in e su sono seguite da un articolo
poi fate ascoltare ancora, al fine di risolvere i dubbi. determinativo si legano direttamente a questo. Le
preposizioni di e in subiscono un mutamento tra-
- Fate lavorare gli studenti in coppia chiedendo loro
sformandosi in del e nel. Nel caso degli articoli
di assumere i ruoli di Nicola e Orlando e di legge-
determininativi lo, la, l’ inoltre, si ha il raddoppia-
re il dialogo.
mento della consonante per cui avremo dello, allo,
- Invitate gli studenti a porsi reciprocamente le quat- dallo, nello, sullo ecc.
tro domande relative al dialogo e a rispondere. Le preposizioni semplici con, per, tra e fra non si
Soluzione: 1. Nicola non riesce a parlare con la sua fa- legano all’articolo.
miglia perché hanno orari diversi, 2. L’internet point Riguardo alla preposizione con, non è raro incontra-
(che conosce Orlando) si trova vicino al cinema re la forma articolata col, al contrario di quanto
Odeon, 3. Per spedire una busta all’estero Nicola deve avviene per la forma articolata coi. Con gli altri arti-
andare in tabaccheria, comprare una busta e dei fran- coli è preferibile usare la preposizione e l’articolo
cobolli e imbucare tutto in una cassetta per le lettere, 4. separati (con + lo, con + la ecc.) per evitare che ci
Per spedire 4 libri Nicola deve andare alla posta si possa confondere con termini omofoni e omo-
grafi, ma di altro significato (il collo, la colla ...).
3 Ricordate infine che le preposizioni non hanno un
- Fate lavorare gli studenti individualmente. Chiede- significato univoco, ma ne assumono diversi a
te loro di rileggere con attenzione il dialogo al fine seconda del contesto in cui compaiono.
di completare le frasi nel riquadro con le giuste
- Sulla base di quanto detto invitate gli studenti a lavo-
preposizioni.
rare in coppia al fine di completare la tabella data.
Soluzione: dagli; all’; dei; alla; in; al, delle
- Procedete al riscontro in plenum.
4 Soluzione: alla, all’, dei, delle, sui, nella, negli, dallo
- Scrivete alla lavagna:
Attività di fissaggio
di a da in su con per tra fra
- Fotocopiate la scheda numero 1 a pagina 51 e con-
- Spiegate agli studenti che si tratta delle preposizio- segnatene una copia ogni due studenti.
ni semplici di cui si è trattato in parte nell’unità
- Invitate gli studenti a lavorare in coppia alternan-
precedente.
dosi e utilizzando penne di colori diversi: uno stu-
- Disegnate quindi la seguente tabella: dente chiama un numero e la parola sotto la cui
colonna il numero si trova e l’altro deve dire la
di + il a + il da + il giusta preposizione articolata rispettivamente alla
preposizione semplice e al sostantivo che corri-
in + il su + il con + il spondono alla casella contenente quel numero. Se
la preposizione articolata è giusta può inserirla in
per + il tra + il fra + il tabella e chiamare un numero, altrimenti il diritto
di chiamata rimane al compagno. Vince chi inseri-
sce il maggior numero di preposizioni articolate.
- Facendovi aiutare dagli studenti completate i
riquadri sottostanti con il risultato dell’incontro tra 5
le varie preposizioni semplici con l’articolo il. Avre- - Invitate gli studenti a porsi reciprocamente le do-
te la seguente situazione: mande relative alle sei illustrazioni e a rispondere
secondo il modello.
di + il a + il da + il Soluzione: 1. Alice viene dall’Olanda, 2. I guanti sono
del al dal nel cassetto, 3. I libri sono dei ragazzi, 4. Le riviste
in + il su + il con + il sono sul tavolo, 5. Vado al cinema una volta al mese,
nel sul con il 6. Le chiavi sono nella borsa
per + il tra + il fra + il
per il tra il fra il

45
6 - Spiegate agli studenti che queste frasi servono a
- Osservate la tabella riflettendo sulle preposizioni dare e ricevere informazioni riguardanti i diversi
semplici e articolate. Le prime sono utilizzate con orari e invitateli a sostituire i puntini con degli ele-
un luogo generico, le altre invece si utilizzano menti che completino le due frasi, ad esempio A
quando il luogo è seguito da un elemento che lo che ora inizia la lezione d’italiano? / Alle 10.00.
specifica e lo caratterizza. - Scrivete ancora alla lavagna:
7 A che ora .............................?
- In plenum formulate delle ipotesi sul significato di Dalle ............... alle ...............
dei e degli nelle frasi - Anche queste frasi servono a dare e ricevere infor-
Devo spedire dei libri alla mia ragazza. mazioni riguardanti i diversi orari, solo che stavol-
Stasera vengono a cena degli amici. ta la risposta indica un arco di tempo.

- Osservate la tabella alla pagina successiva allo - Invitate di nuovo gli studenti a sostituire i puntini
scopo di confermare o meno le ipotesi precedente- con degli elementi che completino le due frasi, ad
mente formulate. esempio A che ora è la lezione d’italiano? / Dalle
10.00 alle 11.00.
- Riflettete insieme: dei regali indica una quantità
indeterminata di regali infatti la preposizioni arti- 2
colata dei, in questo caso, ha la funzione di partiti- - Fate lavorare gli studenti in coppia. A turno assu-
vo e assume il significato di alcuni. mono i ruoli di A e B e svolgono dei mini dialoghi
Nella frase domandandosi gli orari in cui svolgono le attività
Vado a comprare del latte indicate.

invece la preposizione articolata ha il significato 3


di un po’ di. - Lasciate lavorare gli studenti in coppia chiedendo
loro di alternarsi nel dire a che ora aprono e chiu-
8 dono i vari negozi e servizi raffigurati nelle illu-
- Scrivete alla lavagna: strazioni.
Vuoi .....................?
C Dov’è?
Vado a comprare .........................
- Chiedete agli studenti di lavorare in coppia e di 1
formulare alcune frasi con l’articolo partitivo, sul - Fate lavorare gli studenti in coppia chiedendo loro
modello di quelle scritte alla lavagna. di abbinare le frasi alle immagini.
Soluzione: 1.l, 2.g, 3.a, 4.h, 5.c, 6.f, 7.e, 8.i, 9.b, 10.d
- Lasciate che qualche formulazione venga ripetuta
in plenum. - Scrivete alla lavagna le seguenti parole:
dentro accanto a intorno a dietro
B A che ora? davanti a sulla tra sotto
sopra vicino a
1
- Invitate i corsisti ad osservare le foto e a formula- - Sottolineate il fatto che accanto, intorno, davanti e
re in plenum qualche ipotesi sull’argomento dei vicino sono seguiti dalla preposizione a, quindi
mini dialoghi. formano delle locuzioni preposizionali, mentre
dentro, dietro, sulla, tra, sotto e sopra sono sem-
- Fate ascoltare le brevi conversazioni due o tre plicemente degli avverbi di luogo non accompa-
volte e chiedete agli studenti di abbinare i mini gnati da una preposizione.
dialoghi alle foto.
- Prendete la vostra borsa e una matita e divertitevi
- Scrivete alla lavagna: a spostare la matita mettendola dentro, accanto a,
A che ora ............................. ? dietro, davanti a ecc. rispetto alla borsa e formu-
Alle ...................... lando ogni volta la domanda: Dove è la matita?

46
- Invitate gli studenti a lavorare in coppia e, utiliz- Attività estensiva
zando due oggetti da spostare a loro piacimento, a
- Prendete la vostra borsa ed estraete un oggetto, ad
formulare delle domande in merito alla posizione
esempio una penna, dicendo agli studenti la frase
dell’uno rispetto all’altro.
relativa, ovvero in questo caso Nella borsa c’è una
penna.
Attività ludica
- Fotocopiate la scheda numero 2 a pagina 52 e con- - Dividete la classe in due gruppi: a turno ogni grup-
segnatene una copia ad ogni gruppetto di studenti po potrà dire una frase cercando di indovinare un
insieme ad un dado. oggetto che è nella vostra borsa, ad esempio Nella
borsa ci sono le chiavi. Se l’oggetto è contenuto
- Fate lavorare gli studenti in piccoli gruppi: a turno nella vostra borsa, mostratelo agli studenti e asse-
si lancia il dado e si avanza sulle caselle a seconda gnate un punto al gruppo che lo ha individuato.
del numero tirato. Quando si arriva su una casella, Ogni gruppo ha 8 tentativi a disposizione per indo-
si disegnano il cuore, la luna e la stella nelle posi- vinare cosa c’è nella vostra borsa e naturalmente
zioni indicate. Se si sbaglia a disegnare gli elemen- vince il gruppo che accumula il punteggio più alto.
ti nella posizione indicata si rimane fermi per un
giro. Se invece nella casella compaiono tutti e tre - Se volete potete far ripetere l’attività agli studenti
gli elementi non si ha niente da fare e anche in que- che lavorano in coppia e cercano di indovinare l’uno
sto caso ci si riposa per un giro! Vince chi arriva il contenuto della borsa o dello zaino dell’altro.
per primo al traguardo!
4
2 - Fate lavorare gli studenti in coppia: il compito
- Lasciate agli studenti qualche minuto per lavorare consiste nell’individuare le differenti posizioni dei
individualmente e scegliere le parole giuste per vari oggetti nelle due illustrazioni.
ogni frase, osservando la foto. - Procedete al riscontro in plenum.
- Procedete al riscontro in plenum. Soluzioni possibili: Nell’immagine A la lampada è a
Soluzione: 1. tra il, 2. davanti al, 3. dietro il, 4. a destra sinistra del divano mentre nell’immagine B è a destra,
del, 5. sopra il, 6. sul nell’immagine A ci sono i quadri sulla parete mentre
nell’immagine B non ci sono, nell’immagine A c’è il
3 camino mentre nell’immagine B non c’è il camino,
- Scrivete alla lavagna: nell’immagine A il vaso e il tavolo sono tra il divano
e la poltrona mentre nell’immagine B sono tra il diva-
Sopra il camino c’è uno specchio. no e il televisore, nell’immagine A il televisore è da-
Sul divano ci sono dei cuscini. vanti alla lampada mentre nell’immagine B il televi-
sore è tra il vaso e la poltrona.
- Sottolineate c’è e ci sono nelle due frasi e lasciate
che gli studenti formulino delle ipotesi sul loro uso.
D Mah, non so...
- Riflettete insieme: in questo contesto ci ha funzio-
ne di pronome di luogo e nella costruzione con il 1
verbo essere assume il significato di esistere, tro- - Fate lavorare gli studenti in coppia chiedendo loro
varsi in un posto. Utilizziamo c’ con la terza perso- di rimettere il dialogo in ordine.
na singolare del verbo essere (è) quando l’oggetto
è al singolare come nel caso di c’è uno specchio e - Procedete al riscontro in plenum.
ci con la terza persona del verbo essere (sono) al Soluzione: 1, 5, 7, 3, 8, 4, 2, 6
plurale quando l’oggetto è al plurale come nel caso
di ci sono dei cuscini. 2
- Chiedete agli studenti di rileggere il dialogo e sot-
- Lasciate agli studenti qualche minuto per comple- tolineare le espressioni utilizzate da Mario e Gian-
tare le lacune delle frasi date e procedete al riscon- ni per esprimere incertezza e dubbio per poi trascri-
tro in plenum. verle nell’apposito spazio.
Soluzione: c’è, ci sono, c’è, c’è Soluzione: probabilmente; beh; magari; non sono si-
curo; penso; mah, non so; almeno credo; forse

47
3 3
- Invitate i corsisti a svolgere il role-play in coppia. - Lasciate lavorare gli studenti in coppia, chiedendo
A turno assumono i ruoli di A e B e svolgono dei loro di osservare i disegni e formulare delle frasi con
mini dialoghi domandandosi quanto indicato nel l’uso dei possessivi, come indicato dall’esempio.
Libro dello studente e rispondendo con le espres-
- Procedete al riscontro in plenum.
sioni utili ad esprimere incertezza e dubbio.
Soluzioni possibili: 1. La tua macchina è nuova, 2. Il
mio televisore è grande, 3. Il suo regalo è bello, 4. La
E Di chi è?
tua scrivania è vecchia, 5. Il mio appartamento è in
centro, 6. La sua ragazza è italiana
1
- Leggete i fumetti ed osservate: le parole mia, tua e
F Grazie!
sua servono ad indicare il possesso della rivista.
1
2
- Fate ascoltare più volte i mini dialoghi e scrivete
- In plenum leggete la tabella contenente gli aggetti-
alla lavagna le espressioni in essi utilizzate per rin-
vi possessivi delle prime tre persone al maschile e
graziare e per rispondere al ringraziamento.
femminile singolare.
Grazie mille! – Prego!
- Riflettete insieme: gli aggettivi possessivi, come
Grazie! – Figurati!
tutti gli aggettivi, hanno lo stesso genere e numero
Grazie tante! – Di niente!
del sostantivo a cui si riferiscono e soprattutto
sono preceduti dall’articolo. I possessivi mia, tua e - Osservate lo schema contenente altre forme utili
sua presenti nei fumetti del punto 1 non sono ac- allo stesso scopo. Oltre a quelle già scritte alla la-
compagnati dall’articolo dato che in questo caso vagna abbiamo ti ringrazio, informale, e non c’è di
essi sono dei pronomi. Se utilizziamo i possessivi che.
come pronomi possiamo scegliere di utilizzare o
meno l’articolo e formulare indifferentemente frasi 2
del tipo: è mia, è la mia. - Lasciate agli studenti qualche minuto per lavorare
individualmente e completare i tre mini dialoghi.
- Rimandate ad un secondo momento la spiegazione
sui possessivi al plurale. - Procedete al riscontro in plenum.
Proposta di soluzione: 1. Grazie mille!, Di niente!;
- Invitate gli studenti a completare le lacune nelle
2. Che ore sono?, Prego!; 3. Alle 4., Grazie tante!
frasi indicate.

- Procedete al riscontro in plenum.


Role-play guidato
Soluzione: 1. è mio, 2. tuo, 3. suo, 4. sua, 5. tua, 6. mia - Fotocopiate la scheda numero 3 a pagina 53. Fate
lavorare gli studenti in coppia e consegnate ad
Attività estensiva ogni coppia una scheda. Invitate gli studenti a ripe-
tere più volte il dialogo, sostituendo le informazio-
- Fatevi consegnare quanti più oggetti possibili dagli ni scritte in caratteri diversi con quelle contenute
studenti, avendo cura di scegliere quelli indicati da nei riquadri sottostanti, con lo stesso carattere.
un sostantivo al singolare (ad esempio accettate il
telefonino ma rifiutate gli occhiali) e disponeteli
G Vocabolario e abilità
sopra la cattedra.
- Sollevate un oggetto per volta e dimostratevi di- 1
sposti a restituirlo solo se il legittimo proprietario - Invitate gli studenti a completare la tabella con i
ne dichiara il possesso formulando la frase appro- mesi dati e ad osservate la suddivisione dei mesi
priata, ad esempio, nel caso di un libro, è il mio tra le quattro stagioni indicate.
libro.
- Procedete al riscontro in plenum.
- Procedete così fino a che avrete restituito tutti gli Soluzione: ottobre, dicembre, aprile, agosto
oggetti.

48
2 di lettera che ne contenga alcune, ad esempio quel-
- Chiedete agli studenti di leggere i vari numeri e di la seguente che potete trascrivere alla lavagna e
inserire al posto dei puntini le cifre corrispondenti analizzare in plenum:
al numero scritto accanto. Caro Gianluca,
Soluzione: 1.990, 10.500 come stai? Piove sempre a Londra?
Novità? Io poche: come sai tra il lavoro, lo studio
3 non ho molto tempo libero, quindi non esco spesso
- Invitate gli studenti a porsi reciprocamente le do- con i nostri amici che comunque sento spesso al
mande e a dare le informazioni richieste come in- telefono e domandano sempre di te.
dicato dal modello. Tu, invece? Esci con i compagni di corso? Sono un
po’ gelosa, ma d’altra parte so che non è facile per
te essere da solo in un paese straniero. Tuttavia,
4
solo così puoi imparare la lingua meglio, no?
- Fate ascoltare la traccia 23 (esercizio numero 22 Allora, buon divertimento!!
del Quaderno degli esercizi) e chiedete agli stu-
denti di completare la tabella. Bacioni
Soluzione: 1. Roma, 2. La Torre Pendente, 3. Firenze, Flavia
4. Roma, 5. Ponte Vecchio, 6. Venezia, 7. Napoli, 8.
Milano, 9. Il Foro Romano, 10. Firenze ...telefonare

5 - Invitate gli studenti a leggere individualmente il


- Chiedete ai corsisti di immedesimarsi in Nicola, il testo e a rispondere alle domande. A tale scopo
protagonista del primo dialogo dell’unità e di scri- esortateli ad avvalersi dell’aiuto offerto dal glossa-
vere un’e-mail alla famiglia dando le informazioni rio in fondo a pagina 55 ed eventualmente di un
indicate. Tale attività potrà essere svolta sia come buon dizionario.
compito a casa che in classe. In entrambi i casi
chiedete agli studenti di consegnarvi i propri ela- - Procedete al riscontro in plenum e discutete insie-
borati affinché possiate restituirli corretti. me sulle differenze e somiglianze tra i servizi tele-
fonici e sulle abitudini relative al telefono in Italia
Conosciamo l’Italia e nei paesi d’origine degli studenti.
Soluzione: 1) 003902, 2) 115
Scrivere un’e-mail o una lettera...
- Esortate gli studenti ad usufruire delle attività on-
- Osservate in plenum le varie espressioni date per line previste dall’unità 3.
iniziare e concludere un’e-mail o una lettera infor-
male. Autovalutazione
- Analizzate le indicazioni relative al modo di indi- - Invitate gli studenti a svolgere individualmente il
care mittente e destinatario in una busta e in una e- test di autovalutazione e a controllare le soluzioni
mail. a pagina 191 del Libro dello studente.

- Consegnate ad ogni studente un foglio formato A4 DOMANDE E RISPOSTE


ripiegato orizzontalmente in tre parti, in modo da - Fotocopiate la scheda numero 4 a pagina 54 e rita-
sembrare una busta da lettere e invitateli a scrive- gliate lungo le linee tratteggiate formando un maz-
re l’indirizzo del destinatario di una loro lettera e a zetto di domande e un mazzetto di risposte.
scrivere il proprio come mittenti.
- Dividete la classe in gruppi e consegnate ad ogni
- Discutete il risultato dell’operazione precedente in gruppo un mazzetto di domande e un mazzetto di
plenum. Probabilmente ci saranno delle domande risposte che avrete precedentemente provveduto a
da parte degli studenti a causa del diverso modo di mischiare.
scrivere gli indirizzi nelle varie nazioni.
- Chiedete agli studenti di collegare le domande alle
- Date un’occhiata alle altre espressioni, in fondo a relative risposte. Ricordate che si tratta di doman-
pagina 54, utili per scrivere. Proponete un modello

49
de ed espressioni incontrate nello svolgimento del- Grammatica e Lessico
l’unità 3.
- Distribuite le fotocopie della scheda numero 5 alle
- L’attività è a tempo. Quando vi accorgete che gli pagine 55 e 56 agli studenti e chiedete di comple-
studenti sono quasi al termine dite STOP e proce- tarle con gli elementi grammaticali e lessicali man-
dete con il conteggio degli abbinamenti giusti per canti.
ogni gruppo. Naturalmente vince il gruppo che ha - Fate confrontare il risultato prima con il compagno
il maggior numero di abbinamenti corretti! di banco e poi con gli schemi presenti nel corso
dell’unità 3.
- Lasciate agli studenti il tempo per concentrarsi su
questa attività di ripetizione e controllo e invitate-
li a riferire eventuali dubbi o argomenti che non
sono chiari per poterli discutere in plenum.

50
Scheda numero 1
Unità 3 - Sezione A4, Attività di fissaggio

pacco zaino albero libri busta agenda lettere

di 23 77 90 31 90 1 5

a 13 18 12 82 53 4 63

da 66 54 58 68 29 75 15

in 83 98 71 79 56 14 99

su 41 61 88 65 78 84 30

con 78 92 27 34 25 32 43

per 49 85 62 40 19 47 72

tra 2 28 57 6 3 7 38

fra 16 39 33 67 48 11 95

51
Scheda numero 2

52
Unità 3 - Sezione C1, Attività ludica

il cuore la luna la stella Esempio: Il cuore è sotto la stella

VIA!

1 2 3 4 5 6
Il cuore è sotto la stel- La luna è tra il cuore e La stella è a destra Il cuore è accanto alla La luna è vicino alla
la la stella della luna luna stella

12 11 10 9 8 7
La stella è vicino al La luna è dentro il Il cuore è a sinistra Il cuore è tra la luna e Le stelle sono intorno
cuore cuore della stella la stella al cuore

13 14 15 16 17 18
La stella è dentro la Il cuore è davanti alla Le lune sono intorno La luna è a destra del
luna stella alla stella cuore

24 23 22 21 20 19
La luna è davanti al I cuori sono intorno La stella è tra il cuore La stella è a destra del La luna è dentro la
cuore alla stella e la luna cuore stella

25 26 27 28 29 30
Il cuore è accanto alla La stella è sul cuore La luna è dietro la La stella è sopra la La stella è dentro al
stella stella luna cuore

Hai vinto un cuore,


una luna e una stella!
Scheda numero 3
Unità 3 - Sezione F2, Role-play guidato

G Scusi, sa a che ora apre la posta?

H Alle 8.45.

G E sa, per caso, se è aperta anche di pomeriggio?

H È probabile, ma non sono proprio sicuro.

G Va bene! La ringrazio!

H Si figuri!

Alle 8.30
Probabilmente...
Dalle 8.30 alle 13.30
Forse...!
Alle 8.00

Magari...

Grazie!
Prego
Grazie mille!

Grazie tante! Di niente!

Non c'è di che!

53
Scheda numero 4

54
Unità 3 - DOMANDE E RISPOSTE

Dunque… la Banca
Scusa, sai dove è la
Dov’è l’internet point? È accanto al Duomo. Dove sono gli abiti? Sono dentro l’armadio. Intesa… è in Via
Banca Intesa…
Manzoni mi pare…

Che cosa c’è dietro Quanti abitanti


Dov’è la posta? È vicino al Duomo. C’è la finestra. Circa 3 milioni.
il divano? ci sono a Roma?

A che ora arriva il Quando inizia la


Alle 14.45. Che cosa compri? Del latte. Il 21 marzo.
treno da Firenze? primavera?

Scusi, questo è il No, questo è il treno Quando inizia


Chi inviti alla festa? Invito degli amici. Il 21 giugno.
treno per Venezia? per Verona. l’estate?

A che ora chiudono Nel soggiorno ci sono Quando inizia


All’una e mezzo. Sì, ci sono tre piante. Il 21 settembre.
le banche? delle piante? l’autunno?

Scusi quando è aperto


La mattina dalle 9 Cosa c’è in TV questa Mah, non so! Forse Quando inizia
lo studio del dottor Il 21 dicembre.
alle 13. sera? una partita di calcio. l’inverno?
Riotti?

Quando è il tuo Quanti giorni ha il


Dova va Michael? Va in Italia. È il 20 gennaio. 30 giorni.
compleanno? mese di aprile?

Oggi, con il treno Quanti giorni ha il Normalmente 28, a


Quando parti? Che ore sono? Sono le 10.
delle 10. mese di febbraio? volte 29.

Come si chiama la
Quanto costa in media
Dov’è il televisore? È accanto al camino. Circa 3.000 euro. persona che scrive Mittente.
uno scooter?
una lettera?
Come si chiama la
In che anno Colombo
Dove sono le sedie? Sono intorno al tavolo. Nel 1492. persona che riceve Destinatario.
scopre l’America?
una lettera?
Scheda numero 5
Unità 3 - Grammatica e Lessico

Le preposizioni articolate
di a da in su con per tra fra
il del ............ ............ ............ ............ ............ ............ ............ fra il
l’ ............ all’ ............ ............ ............ ............ ............ ............ ............
lo ............ ............ dallo ............ ............ ............ ............ ............ ............
la ............ ............ ............ nella ............ ............ ............ tra la ............
i ............ ............ ............ ............ sui ............ ............ ............ ............
gli ............ ............ ............ ............ ............ con gli ............ ............ ............
le ............ ............ ............ ............ ............ ............ per le ............ ............

Preposizioni semplici e articolate


......... Italia nell’Italia del Sud
in biblioteca ............. biblioteca comunale
......... banca ...... Banca Commerciale
va in ufficio va nell’ufficio del direttore
in treno ............. il treno delle 10
in chiesa nella chiesa di S. Maria
a teatro al teatro Verdi

Il partitivo
un regalo dei regali
un amico ............. amici
una ragazza delle ragazze
un po’ di latte del latte
un po’ di zucchero ............. zucchero

L’orario

- A che ora arriva il prossimo treno da Firenze?

- ............. 14.45

- A che ora posso trovare il dottor Riotti?

- ............. 9 alle 13.

55
Localizzare gli oggetti nello spazio

Gli abiti sono dentro l’armadio


Il televisore è accanto ......... camino
Le sedie sono intorno al tavolo
La libreria è dietro la scrivania
Il tavolino è davanti ......... lampada
La maschera è sulla parete
Il divano è tra le poltrone
Il tappeto è sotto ......... tavolino
Il quadro è sopra ......... camino
La pianta è vicino alla finestra

Ringraziare Rispondere ad un ringraziamento


Grazie! Prego!
Grazie ...................! ................... niente!
Grazie mille! Figurati!
Ti ringrazio! Non c’è ................... che!

56
Elementi comunicativi - Parlare al passato
e lessicali - Attività del tempo libero
- Raccontare al passato
- Situare un avvenimento nel passato
- Espressioni di tempo
- Colloquio di lavoro
- Ordinare e offrire al bar
- Esprimere preferenza
- Listino del bar

Elementi grammaticali - Participio passato: verbi regolari


- Passato prossimo
- Ausiliare essere o avere?
- Participio passato: verbi irregolari
- Avverbio ci
- Avverbi di tempo con il passato prossimo
- Verbi modali al passato prossimo

Civiltà - Gli italiani e il bar


- Il caffè
- Caffè, che passione!

Materiale necessario Sezione A, punto 5, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 1 a
pagina 63
Sezione A, punto 7, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 2 a
pagina 64 e alcuni dadi
Sezione B, punto 6, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 3 a
pagina 65
Sezione D, punto 4, role-play guidato: alcune fotocopie della scheda numero 4 a
pagina 66
DAI, RACCONTA!: alcune fotocopie della scheda numero 5 a pagina 67
Grammatica e Lessico: alcune fotocopie della scheda numero 6 a pagina 68

Per cominciare... 3
- Leggete la lista di affermazioni relative all’attività
1 proposta.
- In plenum invitate gli studenti ad osservare le im-
- Fate ascoltare una seconda volta il dialogo chie-
magini e a discutere: dove sono le persone fotogra-
dendo agli studenti di concentrarsi sulle informa-
fate? Che cosa fanno? Chiedete agli studenti quali
zioni utili a scegliere l’affermazione giusta tra quel-
sono le attività da loro preferite durante il fine set-
le indicate.
timana.
Soluzione: 1. b, 2. b
2
- Fate ascoltare una prima volta il dialogo e chiede- A Come hai passato il fine settimana?
te agli studenti di concentrarsi sulle varie attività di
cui parlano i due ragazzi. 1
Soluzione: fare spese, bere un caffé, mangiare una piz- - Fate ascoltare di nuovo il dialogo per dare la pos-
za, cenare, andare a trovare qualcuno, guardare un film, sibilità agli studenti di confermare o meno le pro-
andare in discoteca, guardare la TV, andare al cinema prie risposte all’attività precedente.

57
2 - Come si può vedere nel riquadro a pagina 60 del
- Fate ascoltare ancora il dialogo chiedendo ai corsi- Libro dello studente, il participio passato dei verbi
sti di leggere contemporaneamente il testo e di con- regolari si forma con le seguenti desidenze:
centrarsi sulla pronuncia. -ARE -ERE -IRE
- Invitate gli studenti a sottolineare le parole rispet- -ato -uto -ito
to alle quali hanno qualche difficoltà di pronuncia
e poi, se necessario, fate ascoltare ancora, al fine di Attività di fissaggio
risolvere i dubbi. - Fotocopiate la scheda numero 1 a pagina 63 e con-
segnatene una copia ad ogni studente.
- Fate lavorare gli studenti in coppia chiedendo loro
di assumere i ruoli di Lidia ed Enzo e di leggere il - Fate lavorare gli studenti in coppia: il compito con-
dialogo. siste nel collocare i verbi del grande cerchio nei cer-
chietti più piccoli suddividendoli per coniugazione
3 e formare così il participio passato di ognuno.
- Invitate gli studenti a porsi reciprocamente le do-
mande relative al dialogo e a rispondere. - Procedete al riscontro in plenum.
Soluzione: 1. Sono andate in centro a fare spese, poi
hanno bevuto un caffè e verso le 9 sono andate a man- 6
giare una pizza; 2. È andata da una collega, hanno - Leggete in plenum le frasi nella tabella contenenti
cenato e hanno guardato la TV; 3. È andato in disco- il passato prossimo formato con l’ausiliare avere e
teca; 4. È andato da Paola e insieme sono andati al invitate gli studenti a coniugare al passato prossi-
cinema mo i verbi tra parentesi dell’esercizio seguente, co-
me mostrato dall’esempio.
4 Soluzione: 1. ho visitato, 2. hanno lavorato, 3. ha ven-
- Fate lavorare gli studenti individualmente. Chie- duto, 4. hai comprato, 5. avete pensato
dete loro di leggere con attenzione il breve riassun-
to del dialogo e di completare le lacune con i par- 7
ticipi appropriati. - In plenum leggete le frasi nella tabella contenenti
Soluzione: uscita, andate, bevuto, andata, rimasta, il passato prossimo formato con l’ausiliare essere e
andati, tornati, avuto, entrati osservate: quando il passato prossimo si forma con
l’ausiliare essere, il participio passato viene decli-
5 nato a seconda del genere e del numero del sogget-
- Invitate gli studenti a leggere le frasi indicate nel to. Le desinenze sono le seguenti:
riquadro, tratte dal dialogo della pagina preceden-
te, e a riflettere: -o maschile singolare
quando si usa il passato prossimo? -a femminile singolare
come si forma? -i maschile plurale
-e femminile plurale
- Analizzate in plenum: il passato prossimo si usa
per raccontare un fatto compiuto nel passato, infat- - Invitate gli studenti a coniugare al passato prossi-
ti, nel caso del dialogo, ci si riferisce alle attività mo i verbi tra parentesi dell’esercizio seguente.
svolte durante il fine settimana appena trascorso. Soluzione: 1. siamo andati, 2. è uscita, 3. è partita, 4.
sei tornata, 5. sono arrivato
- Ricopiate le seguenti frasi alla lavagna:
Attività di fissaggio
Abbiamo guardato un film.
Sabato sono andata... - Fotocopiate la scheda numero 2 a pagina 64 e con-
Abbiamo ballato un sacco. segnatene una copia ad ogni studente.
Siamo entrati in sala.
- Fate lavorare gli studenti in coppia e consegnate ad
- Osservando queste frasi è possibile dedurre la re- ognuna un dado: il compito consiste nel collocare
gola di formazione del passato prossimo, compo- i verbi del grande cerchio nei due cerchietti più
sto dal verbo ausiliare essere o avere e dal parti- piccoli a seconda dell’ausiliare essere o avere con
cipio passato. cui questi sono coniugati al passato prossimo. A

58
turno gli studenti lanciano il dado per decidere a - Fatevi suggerire dalla classe l’infinito dei verbi in
quale persona coniugare il verbo. oggetto, ovvero fare, venire e succedere.
- Procedete al riscontro in plenum per quanto riguar- - Riflettete in plenum: oltre ai participi passati rego-
da la suddivisione tra verbi con ausiliare essere e lari formati con le desinenze -ato, -uto e -ito, esi-
verbi con ausiliare avere. ste una serie di verbi il cui participio passato è irre-
golare. I verbi in -ARE e -IRE sono spesso regola-
B Cosa ha fatto ieri? ri. Fare e dire, sono solo apparentemente verbi
della prima e della terza coniugazione perché in
1 realtà appartengono entrambe alla seconda (dal la-
- Chiedete agli studenti di immedesimarsi nella si- tino facere e dicere). I verbi in -ERE sono spesso
tuazione data e di lavorare in coppia assumendo ri- irregolari, anche se nella loro irregolarità possiamo
spettivamente i ruoli del poliziotto e di Luigi: il riscontrare quanto segue:
primo cerca di verificare quanto scritto nell’agen- - i verbi in -dere e -ndere formano il participio pas-
da del ragazzo e l’altro risponde alle sue domande. sato in -sso, -so o -sto (succedere - successo, pren-
2 dere - preso, chiedere - chiesto);
- Chiedete agli studenti di formulare qualche ipotesi - i verbi in -ncere e -ngere formano generalmente
sulla scelta dell’ausiliare essere o avere nella for- il participio passato in -nto (vincere - vinto, pian-
mazione del passato prossimo quindi analizzate la gere - pianto);
tabella sulla scelta dell’ausiliare, ricordando in - i verbi in -ggere formano generalmente il partici-
particolare che per quanto riguarda i verbi di movi- pio passato in -tto (correggere - corretto, leggere -
mento si usa essere nelle frasi in cui sono indicati letto);
l’inizio o la fine dell’azione e avere negli altri casi: - i verbi in -gliere formano generalmente il partici-
pio passato in -lto (scegliere - scelto).
Movimento con inizio o Movimento senza ini-
fine dell’azione zio o fine dell’azione 6
- Chiedete agli studenti di lavorare in coppia e di
Sono andata a Roma. Ho viaggiato in treno. abbinare i verbi all’infinito con i rispettivi partici-
Sono partito da Milano. Ho fatto una passeg- pi passati.
giata in centro. Soluzione: dire/detto, fare/fatto, scrivere/scritto, cor-
reggere/corretto, leggere/letto, prendere/preso, scen-
3 dere/sceso, spendere/speso, chiudere/chiuso, accen-
- Lasciate lavorare gli studenti in coppia chiedendo di dere/acceso, decidere/deciso, morire/morto, offrire/
leggere il dialogo tra Luigi e l’agente di polizia. offerto, aprire/aperto, soffrire/sofferto, venire/venuto,
essere/stato, stare/stato, vivere/vissuto, perdere/per-
- Soffermatevi ad analizzare le espressioni di tempo so, scegliere/scelto, chiedere/chiesto, rispondere/ri-
evidenziate in azzurro e la loro funzione nel rac- sposto, proporre/proposto, vedere/visto, rimanere/ri-
conto. masto, conoscere/conosciuto, vincere/vinto, piacere/
piaciuto, correre/corso, spegnere/spento, bere/bevu-
4
to, mettere/messo, promettere/promesso, succedere/
- Osservate le espressioni contenute nel riquadro.
successo, discutere/discusso.
Alcune sono nuove rispetto a quelle evidenziate
nel dialogo del punto precedente ma tutte hanno la - Invitate gli studenti a leggere e consultare la lista
funzione di dare il senso della successione crono- dei participi passati irregolari in Appendice a pagi-
logica ai fatti del racconto. na 189.
- Invitate gli studenti a raccontare una giornata di Attività di fissaggio
Luigi, basandosi sulle illustrazioni. - Invitate gli studenti a rileggere con attenzione la
5 tabella contenente i participi passati irregolari a
- Scrivete alla lavagna i seguenti participi tratti dal pagina 63 del Libro dello studente, lasciando loro
dialogo al punto 3: due o tre minuti di tempo a disposizione.

fatto venuta successo - Chiedete agli studenti di chiudere il Libro dello


studente.
59
- Fotocopiate la scheda numero 3 a pagina 65 e con- consiste nell’alternarsi chiedendo la data precisa
segnatene una copia ad ogni studente. degli avvenimenti indicati e fornendo la risposta.
Soluzione: 1. - Quando è entrato in circolazione l’Eu-
- Fate lavorare gli studenti in coppia: a turno inseri-
ro? - Il primo gennaio 2002; 2. - Quando ha ospitato le
scono nel cruciverba i participi passati dei verbi
Olimpiadi invernali Torino? - Nel febbraio del 2006; 3.
corrispondenti alle definizioni.
- Quando è diventata una repubblica l’Italia? - Il 2 giu-
- La prima coppia che termina il cruciverba può dire gno del 1946; 4. - Quando ha inventato la radio Gu-
“Stop” e a quel punto si procede al riscontro in ple- glielmo Marconi? - Nel 1905; 5. - Roberto Benigni,
num. quando ha vinto l’Oscar per La vita è bella? - Nel mar-
zo del 1998; 6. - Quando Laura Pausini ha vinto il fe-
7 stival di Sanremo? - Nel 1993, a febbraio.
- Fate lavorare gli studenti in coppia allo scopo di
formare delle frasi secondo il modello. Attività ludica
Soluzione: 1. ho/hai/ha/abbiamo preso, 2. hai chiesto, - Scrivete alla lavagna alcune date importanti nella
3. ha detto, 4. siamo rimasti/e, 5. ha vinto, 6. avete vostra vita, ad esempio la data di nascita, della lau-
conosciuto rea, del matrimonio ecc.
C Ha già lavorato...? - Dividete la classe in due grandi gruppi: a turno
ogni gruppo vi pone delle domande al fine di indo-
1 vinare cosa è successo nelle date in questione, ad
- Fate lavorare gli studenti in coppia chiedendo loro es. È nato/a nel 1968? La vostra risposta può esse-
di rimettere in ordine il dialogo tra la direttrice di re solamente Sì o No.
un’agenzia di viaggi e Maria Grazia, una ragazza
in cerca di lavoro, e al termine procedete al riscon- - Assegnate un punto ogni volta che un gruppo indo-
tro in plenum. vina l’avvenimento relativo ad una delle date scrit-
Soluzione: 1, 5, 2, 3, 6, 8, 7, 4 te alla lavagna. Naturalmente vince il gruppo che
colleziona più punti.
- Chiedete agli studenti di rispondere alle domande
sul dialogo. - Fate lavorare gli studenti in coppia o in gruppi di tre
Soluzione: 1. Ha finito l’università l’anno scorso, 2. persone. Ogni studente scrive una lista contenente
Ha lavorato a Padova tre anni fa e a Milano l’anno alcune date importanti della sua vita e i compagni
scorso per otto mesi, 3. Ha lasciato il lavoro prece- dovranno cercare di indovinare cosa è successo.
dente nel settembre scorso, 4. Perché non ha ancora
4
trovato niente di interessante
- Trascrivete alla lavagna le frasi tratte dal dialogo
2 della pagina precedente e sottolineate gli avverbi
- Osservate in plenum la tabella e sottolineate in par- in esse contenuti:
ticolare l’uso di fa e scorso per collocare avveni-
ci ho lavorato per otto mesi
menti in un momento del passato.
ha già lavorato in un’agenzia
- Analizzate anche articoli e preposizioni utilizzate non ho ancora trovato niente
nel caso in cui si esprime una data ben precisa. - Soffermatevi ad analizzare il ci: in questo caso ha
- Invitate gli studenti a lavorare in coppia e a svol- funzione di avverbio, si riferisce al luogo prece-
gere il role-play indicato. Lo studente A rivolge le dentemente nominato e si trova davanti al verbo.
domande al compagno e poi riferisce alla classe. Già e ancora invece si trovano tra il verbo ausilia-
Fate sì che tutti gli studenti si alternino nei ruoli di re e il participio passato.
A e B.
5
3 - In plenum leggete le due tabelle contenenti i vari
- Osservate in plenum le persone e le illustrazioni avverbi. Mentre l’avverbio ci si trova sempre da-
raffigurate: chi o cosa rappresentano? vanti al verbo, gli altri avverbi contenuti nella se-
conda tabella possono stare tra l’ausiliare e il par-
- Fate lavorare gli studenti in coppia: il compito
ticipio passato oppure dopo il verbo.

60
Attività ludica 4
- Scrivete alla lavagna i seguenti avverbi: - Fate lavorare gli studenti in coppia chiedendo loro
di svolgere un dialogo tra due persone che voglio-
sempre già appena no mangiare e bere qualcosa in un bar. Consigliate
mai ancora più di aiutarsi con la lista data di domande e risposte.
- Fatevi suggerire dagli studenti il nome di cinque
personaggi famosi e scriveteli alla lavagna. Role-play guidato
- Fotocopiate la scheda numero 4 a pagina 66. Fate
- Dividete la classe in gruppi e assegnate il compito lavorare gli studenti in coppia e consegnate ad
di scrivere, per ogni personaggio famoso, che cosa ognuna una scheda. Invitate gli studenti a ripetere
ha fatto sempre, già, appena e che cosa non ha più volte il dialogo, sostituendo le informazioni
fatto mai, ancora, più. Ad esempio, supponiamo scritte in caratteri diversi con quelle contenute nei
che un personaggio famoso sia Eros Ramazzotti: si riquadri sottostanti, con lo stesso carattere.
possono costruire frasi del tipo Ha sempre giocato
a calcio, Ha già vinto un Festival di Sanremo, Ha 5
appena pubblicato un nuovo CD, Non ha mai can- - Scrivete alla lavagna:
tato alla Scala, Non è ancora famoso come Frank Ho dovuto pranzare presto.
Sinatra, Non è più sposato con la Hunziger. Sono dovuto partire presto.
- Osservate: in entrambe le frasi abbiamo il verbo
- Invitate gli studenti a lasciar spazio alla fantasia e
modale dovere al passato prossimo. Nella prima
all’ironia e al termine procedete al riscontro in ple-
frase però l’ausiliare è avere, mentre nella seconda
num.
l’ausiliare è essere. La scelta tra essere e avere nel
caso di verbi modali al passato prossimo dipende
D Cosa prendiamo? dal verbo ausiliare con cui si coniuga il verbo al-
l’infinito: ho pranzato - ho dovuto pranzare, sono
1 partito - sono dovuto partire. Questo risulta evi-
- Invitate gli studenti ad osservare le illustrazioni, dente analizzando la tabella a pagina 68 del Libro
quindi fate ascoltare una prima volta il dialogo dello studente.
chiedendo di mettere in ordine le immagini.
Soluzione: 4, 2, 1, 3 - Chiedete agli studenti di coniugare i verbi tra pa-
rentesi contenuti nell’esercizio e procedete al ri-
2 scontro in plenum.
- Fate ascoltare ancora una volta il dialogo e in ple- Soluzione: 1. ho voluto comprare, 2. ha voluto conti-
num lasciate che gli studenti rispondano alle do- nuare, 3. ha potuto affrontare, 4. siamo dovute torna-
mande. re, 5. ha potuto trovare
Soluzione: a. Le due ragazze hanno preso un cappuc-
cino, un caffè macchiato e una bottiglia di acqua mi- Attività estensiva
nerale; b. Claudio ha preso un panino con prosciutto - Scrivete alla lavagna:
crudo e mozzarella e una lattina di Coca cola ieri
lo scorso fine settimana
3 il mese scorso
- Leggete in plenum il listino del caffè Giolitti e un anno fa
discutete un po’ sulla varietà dell’offerta. Cosa pren- - Formulate qualche frase come esempio dicendo
dono gli studenti di solito al bar? Cosa preferiscono cosa avete dovuto, voluto, potuto fare nei momen-
nei diversi momenti della giornata? ti indicati alla lavagna, ad es. Ieri sono dovuta
- Fate lavorare gli studenti in coppia chiedendo loro andare in lavanderia, Lo scorso fine settimana ho
di rileggere il dialogo e individuare la spesa per potuto leggere a lungo ecc.
ognuno dei tre protagonisti. - Invitate gli studenti a lavorare in coppia o in grup-
Soluzione: Silvia ha pagato 1,60 €, Nadia ha pagato pi di tre persone per raccontarsi cosa hanno dovu-
3,10 € e Claudio ha pagato 3,40 € to, voluto, potuto fare nei momenti indicati alla
lavagna.
61
E Abilità Caffè, che passione!

1 - Invitate gli studenti a leggere individualmente il


- Fate ascoltare la traccia 26 (esercizio numero 15 testo a pagina 71 e a completare la tabella. A tale
del Quaderno degli esercizi) e chiedete agli stu- scopo esortateli ad avvalersi dell’aiuto offerto dal
denti di segnare cosa ordinano le due coppie e se le glossario in fondo alla pagina ed eventualmente di
4 affermazioni presenti nel testo sono vere o false. un buon dizionario.
Soluzione: a. Alberto e Valeria ordinano un panino Soluzione: 600; 7,5; 130; 76; 1,5; 6; 30
con prosciutto cotto e mozzarella, un cornetto, un
- Al termine delle tre attività di lettura potete ritor-
cappuccino e una bibita (una Coca cola). Giulio e
nare sulla conversazione del punto 2 a pagina 68 e
Alessia ordinano una birra media e un caffè;
aggiungere nuove informazioni e punti di vista a
b. 1. V, 2. F, 3. V, 4. F
quanto detto precedentemente.
2 - Esortate gli studenti ad usufruire delle attività onli-
- Sulla base dei vari quesiti proposti moderate la con- ne previste dall’unità 4.
versazione in classe sui vari tipi di caffè, le prefe-
renze degli studenti a proposito, il bar italiano e usi Autovalutazione
e costumi rispetto a bar e caffè nei diversi paesi. - Invitate gli studenti a svolgere individualmente il
test di autovalutazione e a controllare le soluzioni
3 a pagina 191 del Libro dello studente.
- Chiedete ai corsisti di scrivere un’e-mail a un ami-
co italiano per raccontare un fine settimana appena DAI, RACCONTA!
trascorso. Tale attività potrà essere svolta sia come
- Fotocopiate la scheda numero 5 a pag 67 e ritaglia-
compito a casa che in classe. In entrambi i casi
te lungo le linee tratteggiate formando un mazzet-
chiedete agli studenti di consegnarvi i propri ela-
to di immagini.
borati affinché possiate restituirli corretti.
- Dividete la classe in gruppi e consegnate ad ogni
Conosciamo l’Italia gruppo un mazzetto di immagini che avrete prece-
Gli italiani e il bar dentemente provveduto a mischiare.
- Chiedete agli studenti di rimettere in ordine gli av-
- Osservate in plenum le varie illustrazioni con le venimenti e raccontare il fine settimana trascorso
didascalie e discutete dei bar famosi e di quelli dalle persone raffigurate. Invitate i corsisti ad im-
preferiti dagli studenti. piegare tutto il proprio vocabolario e la propria
- Invitate gli studenti a leggere individualmente il fantasia nel racconto.
testo a pagina 69 del Libro dello studente e a ri- - Ascoltate i racconti in plenum.
spondere alle domande. A tale scopo esortateli ad
avvalersi dell’aiuto offerto dal glossario in fondo Grammatica e Lessico
alla pagina ed eventualmente di un buon dizionario. - Fotocopiate la scheda numero 6 a pagina 68. Di-
Soluzione: 1. b, 2. c stribuite la fotocopia agli studenti e chiedete di
completarla con gli elementi grammaticali e lessi-
Il caffè cali mancanti.

- Invitate gli studenti a leggere individualmente il - Fate confrontare il risultato prima con il compagno
testo a pagina 70 e ad indicare le affermazioni di banco e poi con gli schemi presenti nel testo nel
veramente presenti nel testo. A tale scopo esortate- corso dell’unità 4.
li ad avvalersi dell’aiuto offerto dal glossario in - Lasciate agli studenti il tempo per concentrarsi su
fondo alla pagina ed eventualmente di un buon questa attività di ripetizione e controllo e invitate-
dizionario. li a riferire eventuali dubbi o argomenti che non
Soluzione: 1, 3, 4 sono chiari per poterli discutere in plenum.

62
Scheda numero 1
Unità 4 - Sezione A5, Attività di fissaggio

comprare studiare mangiare telefonare


avere partire uscire entrare dormire ricevere finire
salire potere credere tornare volere conoscere vendere
dovere sentire andare spedire pulire ripetere
parlare stare sapere arrivare vestire
capire

ATO
entrare entrato
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................
UTO
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................
ITO
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................
......................... .........................

63
Scheda numero 2
Unità 4 - Sezione A7, Attività di fissaggio

entrare comprare studiare mangiare telefonare


avere partire uscire dormire ricevere credere tornare
ripetere sentire andare spedire pulire stare sapere
arrivare parlare capire

ESSERE
entrare sono entrato
......................... .................................
......................... .................................
......................... .................................
......................... .................................
......................... .................................
......................... .................................

AVERE
......................... .................................
......................... .................................
......................... .................................
......................... .................................
......................... .................................
......................... .................................
......................... .................................
......................... .................................
......................... .................................
......................... .................................
......................... .................................
......................... .................................
......................... .................................
......................... .................................
......................... .................................

64
Scheda numero 3
Unità 4 - Sezione B6, Attività di fissaggio

12

13 14 15

16

17

2 18

19 3

5 20

9 21

10

22

11

ALI
VERTIC
ere
17. scriv re
re ede
I 6. discute e 18. succ
ONTAL scer 19. perd
ere
ORIZZ re 12. cono
7. mette 13. fare 20. offrir
e
ere
1. aprire 8. prend 14. decid
ere re
21. piace e
ere 9. bere ner
2. chiud ere 15. stare 22. rima
3. vivere 10. chied 16. venir
e
ere
rre
4. propo re 11. vinc
de
5. rispon
6. dire

65
Scheda numero 4
Unità 4 - Sezione D4, Role-play guidato

G Allora Gianni, che cosa prendi?

H Non so, ho fatto colazione da poco...

G Allora, prendi qualcosa da bere...

H Sì, infatti... per me un succo d’arancia va bene.

G Io invece ho un po’ fame... Prendo un cornetto alla crema e un bel cappuccino!

H D’accordo. Allora vado a fare lo scontrino.

G No, aspetta. Offro io!

preferisci qualcosa da bere?


cosa prendiamo?

vuoi un caffè? prendi un succo d'arancia!

vuoi mangiare qualcosa?


vuoi bere qualcosa?

un tè
Per me

Vorrei un'acqua minerale

Ho voglia di
caffè freddo

un tramezzino al tonno e un'aranciata!

un pezzo di pizza e una coca cola!

una fetta di torta al caffè e un latte macchiato!

66
Scheda numero 5
Unità 4 - DAI, RACCONTA!

67
Scheda numero 6
Unità 4 - Grammatica e Lessico

Il passato prossimo
parlare = parlato
presente di avere o ....................... participio passato ricevere = .......................
finire = finito

Ausiliare avere + participio passato


ho parlato di te con Gianna.
hai mangi............. la pasta al dente?
ha ricevuto due cartoline.
abbiamo vend............. la vecchia casa.
avete capito il dialogo?
hanno dorm............. molte ore.

Ausiliare essere + participio passato


sono andato/a a teatro ieri.
sei tornato/........ dal lavoro?
è entrato/........ in un negozio.
siamo partiti/e un mese fa.
siete uscit......../e l’altro ieri?
sono saliti/........ al quarto piano.

Participi passati irregolari


dire detto vivere vissuto
fare ....................... perdere perso
scrivere scritto scegliere scelto
correggere corretto chiedere .......................
leggere ....................... rispondere risposto
prendere preso proporre proposto
scendere sceso vedere visto
spendere ....................... rimanere rimasto
chiudere chiuso conoscere .......................
accendere acceso vincere vinto
decidere ....................... piacere piaciuto
morire morto correre corso
offrire ....................... spegnere spento
aprire aperto bere .......................
soffrire sofferto mettere .......................
venire venuto promettere promesso
essere ....................... succedere .......................
stare stato discutere discusso

Quando...?
un’ora fa / tre giorni fa / qualche mese fa / molti anni fa / tempo fa
martedì scorso / la settimana scorsa / il mese scorso / nel dicembre scorso
l’estate scorsa / l’anno scorso

68
Elementi comunicativi - Festività: Natale e Capodanno
e lessicali - Fare progetti, previsioni, ipotesi, promesse per il futuro
- Periodo ipotetico (I tipo)
- Epressioni utili per viaggiare in treno
- Parlare del tempo meteorologico
- Organizzare una gita
- Feste e viaggi

Elementi grammaticali - Futuro semplice: verbi regolari e irregolari


- Usi del futuro semplice
- Futuro composto
- Uso del futuro composto

Civiltà - Gli italiani e le feste


- I treni in Italia

Materiale necessario Sezione A, punto 6, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 1 a
pagina 75 e alcuni dadi
Sezione A, punto 7, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 2 a
pagina 76
Sezione A, punto 8, attività di estensione: alcuni fogli colorati formato A4, divisi a
metà
Sezione C, punto 3, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 3 a
pagina 77
Sezione D, punto 4, role-play guidato: alcune fotocopie della scheda numero 4 a
pagina 78
COME SARÀ IL PROSSIMO ANNO?: alcune fotocopie della scheda numero 5 a
pagina 79
Grammatica e Lessico: alcune fotocopie della scheda numero 6 a pagina 80Per re

Per cominciare... zioni utili a scegliere l’affermazione giusta tra


quelle indicate.
Soluzione: 3
1
- In plenum osservate le immagini e discutete: dove
A Faremo un viaggio.
sono le persone fotografate? Che cosa fanno?
Gli studenti dove e come preferiscono trascorrere
1
le feste o le vacanze, e perché?
- Fate ascoltare di nuovo il dialogo per dare la pos-
2 sibilità agli studenti di confermare o meno le pro-
- Fate ascoltare una prima volta il dialogo e chiede- prie risposte all’attività precedente.
te agli studenti di segnare le città che Ugo e Angela
pensano di visitare. 2
Soluzione: Madrid, Lisbona, Parigi - Fate ascoltare ancora il dialogo chiedendo ai cor-
sisti di leggere contemporaneamente il testo e di
3 concentrarsi sulla pronuncia.
- Leggete la lista di affermazioni relative all’attività - Invitate gli studenti a sottolineare le parole rispetto
proposta. alle quali hanno qualche difficoltà di pronuncia e
- Fate ascoltare una seconda volta il dialogo chie- poi, se necessario, fate ascoltare ancora, al fine di
dendo agli studenti di concentrarsi sulle informa- risolvere i dubbi.

69
- Fate lavorare gli studenti in coppia chiedendo loro i, ad esempio cominciare-comincerò, mangiare-
di assumere i ruoli di Ugo e Aldo e di leggere il mangerò.
dialogo.
- Invitate gli studenti a coniugare al futuro i verbi tra
- Chiedete agli studenti di leggere il dialogo, questa parentesi contenuti nell’esercizio, basandosi sul-
volta cercando di individuare tutti i verbi che han- l’esempio dato.
no la stessa forma di farete e faremo.
- Procedete al riscontro in plenum.
- Riflettete insieme sul significato di farete e faremo Soluzione: piacerà, imparerai, Scriverò, smetterà, par-
e degli altri verbi individuati dagli studenti che tirete, diventerò
hanno la stessa forma: tali verbi indicano un’azio-
ne il cui compimento è collocato nel futuro rispet- Attività di fissaggio
to al momento dell’enunciazione. - Fate lavorare gli studenti in coppia o in gruppi di
Soluzione: faremo, andrete, partiremo, andremo, sa- tre. Fotocopiate la scheda numero 1 a pagina 75 e
remo, torneremo, farete, costerà, andrete, tornerà, consegnate una copia ad ogni coppia o gruppetto
verranno, andremo, vedremo di studenti insieme ad un dado.

3 - A turno gli studenti tirano il dado, coniugano il


- Invitate gli studenti a porsi reciprocamente le do- verbo al futuro semplice alla persona corrispon-
mande relative al dialogo e a rispondere. dente al numero ottenuto e lo trascrivono sul fo-
Soluzione: 1. Ugo e Angela faranno un viaggio e an- glio. Per ogni verbo si eseguono tre lanci e poi si
dranno in Spagna, Portogallo e Francia; 2. Aldo ha passa al verbo successivo.
pensato di andare a Zurigo per 2-3 giorni, però poi - Dopo aver completato la tabella per metà le coppie
Stefania ha deciso di andare a Venezia dai suoi geni- o i gruppetti possono scambiarsi gli elaborati per
tori; 3. Aldo inviterà degli amici a casa o forse andrà controllare la correttezza dei verbi coniugati e
in qualche posto a festeggiare con loro; 4. Ugo augu- completare l’altra metà della tabella.
ra ad Aldo e a Stefania buon Natale e buon Anno
- Procedete al riscontro in plenum.
4
- Fate lavorare gli studenti individualmente. Chiede- 7
te loro di leggere con attenzione il breve dialogo - Osservate le forme dei verbi irregolari al futuro
tra Ugo ed Angela e di completare le lacune con i semplice. Nel caso di stare, andare e fare richia-
verbi dati. mate l’attenzione sul fatto che questi verbi non
Soluzione: faranno, andrà, resterà, saremo, faremo, cambiano la vocale a del tema in e.
prenderemo, andremo - Chiedete agli studenti di completare le lacune e
procedete al riscontro in plenum.
5 Soluzione: saremo, avrete, starà, andrò, faranno
- Invitate gli studenti a raccontare brevemente per
iscritto come passeranno le feste le due coppie. - In plenum osservate l’Appendice a pagina 190 e
disegnate alla lavagna la tabella seguente:
6
- Invitate gli studenti ad osservare la tabella e a com-
pletare le lacune con le forme appropriate del verbo. 3ª persona
Infinito
Soluzione: tornerà, prenderete, partiremo singolare

- Richiamate l’attenzione degli studenti sul fatto che Verbi che perdono la
al futuro semplice solamente i verbi in -are cambia- andare andrò
vocale dell’infinito
no la vocale a dell’infinito in e. Per questo motivo
nei verbi in -care e -gare è necessario inserire una Verbi che perdono la
h tra la radice e le desinenze che cominciano per e vocale dell’infinito e rimanere rimarrò
al fine di conservare la consonante velare dell’infi- trasformano la l o la n volere vorrò
nito ad esempio: giocare-giocheremo, pagare-pa- del tema in rr
gheremo. I verbi in -ciare e -giare invece perdono la

70
- Richiamate l’attenzione degli studenti sul fatto giore insicurezza rispetto alla loro attuazione si
che, a parte l’irregolarità assoluta del verbo essere, preferisce utilizzare il futuro semplice, come ve-
al futuro semplice esistono altri verbi che presenta- diamo nella frase Prima o poi andrò in Sardegna.
no un tipo di irregolarità che rientra nelle categorie
sopra indicate. Attività di estensione
- Disegnate alla lavagna la seguente tabella:
Attività di fissaggio
- Fate lavorare gli studenti in coppia o in gruppi di Fare Fare Fare Fare Periodo
tre. Fotocopiate la scheda numero 2 a pagina 76 e progetti previsioni ipotesi promesse ipotetico
consegnate una copia ad ogni coppia o gruppetto
di studenti.
- La prima fase del lavoro consiste nel collocare gli - Dividete la classe in gruppi di tre o quattro perso-
infiniti contenuti nella sezione centrale superiore ne e consegnate ad ogni gruppo alcuni foglietti,
dell’ellissi, nelle rispettive sezioni laterali, uno per possibilmente colorati, grandi quanto un foglio
colonna, scegliendo il gruppo di appartenenza sulla formato A4 diviso a metà.
base della loro coniugazione al futuro semplice. - Invitate gli studenti a fare progetti, previsioni, ipo-
tesi, promesse di gruppo e a formulare dei periodi
- La seconda fase del lavoro consiste nel collocare i ipotetici. Ogni frase dovrà essere scritta in un fo-
verbi coniugati contenuti nella sezione centrale in- glietto diverso per un massimo di dieci foglietti a
feriore dell’ellissi, nella colonna dell’infinito a cui gruppo.
corrispondono. - Quando gli studenti avranno terminato, invitate
- Durante l’ultima fase si coniugano le voci mancan- ogni gruppo ad attaccare i propri foglietti alla lava-
ti di ogni verbo. gna nella colonna ritenuta appropriata.
- Procedete al riscontro in plenum controllando che
- Procedete al riscontro in plenum. le frasi formulate corrispondano effettivamente al-
la funzione indicata nella colonna in cui sono state
8 inserite.
- In plenum analizzate la tabella sugli usi del futuro
e lasciate alla classe il tempo per collegare le illu- B In treno
strazioni alle cinque diverse funzioni del futuro.
Soluzione: a.5, b.4, c.1, d.2, e.3 1
- Riflettete in plenum: il futuro non è usato solamen- - Chiedete agli studenti di osservare le foto e imma-
te per indicare azioni cronologicamente collocate ginare il significato delle quattro parole indicate. A
in un momento successivo a quello dell’enunciato. quale foto si possono associare le parole? Nel-
Molto spesso viene utilizzato con valore modale: l’immagine in alto a sinistra vediamo una bigliet-
infatti, nel caso in cui serva a formulare ipotesi, teria, a destra il controllore esegue un controllo dei
dubbi, supposizioni, deduzioni del parlante, deca- biglietti dei passeggeri, in basso a destra invece
de il suo valore temporale, come è possibile osser- vediamo dei binari.
vare nella frase dell’illustrazione e: Andrea non
viene con noi: avrà da fare. 2
- Fate ascoltare un paio di volte i brevi dialoghi e
- Scrivete alla lavagna: chiedete di abbinare i brani alle foto. Ricordate agli
Quest’estate vado al mare in Sardegna. studenti che c’è una foto in più rispetto ai dialoghi.
Prima o poi andrò in Sardegna. Soluzione (dall’alto al basso e da sinistra verso de-
stra): 4, 2, 1, x, 3, 5
Entrambe le frasi si riferiscono ad un’azione futu-
ra ma nella prima delle due abbiamo un indicativo 3
presente. In italiano il futuro semplice è spesso - Fate leggere i brevi dialoghi affinché gli studenti
sostituito dall’indicativo presente quando si parla possano confermare le risposte date precedente-
di azioni future che il parlante psicologicamente mente.
avverte come certe. Laddove invece esiste mag-

71
4 semplice e il participio passato del verbo.
- Chiedete agli studenti di lavorare in coppia e di ri- - Osservate in plenum la tabella sugli usi del futuro
leggere i dialoghi sottolineando in essi le parole e anteriore. Scrivete alla lavagna:
le frasi utili per viaggiare in treno.
Federico verrà dopo che avrà mangiato.
- Fatevi suggerire dagli studenti le parole da loro
sottolineate e trascrivetele alla lavagna. Dovreste - In questa frase compaiono due verbi, verrà al futu-
avere la seguente situazione: ro semplice e avrà mangiato al futuro composto.
Chiedete agli studenti quale è secondo loro l’ordi-
questa è la seconda classe Intercity ne di successione tra le due azioni. Se vogliamo
biglietti Eurostar
questo è il treno per Firenze? collocarle lungo la linea del tempo abbiamo la
Andata e ritorno
A che ora parte il prossimo solo andata seguente situazione:
treno per Firenze? supplemento
in arrivo enunciazione mangerà verrà
binario - L’azione avrà mangiato è espressa al futuro ante-
5 riore in quanto appunto precede un’altra azione,
- Chiedete agli studenti di completare i mini dialo- verrà, espressa al futuro semplice. Possiamo per-
ghi aiutandosi con le parole e le espressioni viste al tanto affermare che il futuro anteriore serve per
punto precedente e fate loro notare che alcune ri- esprimere un’azione futura che avviene prima di
sposte sono libere e che alcune domande possono un’altra al futuro con cui è messa in relazione.
avere più di una risposta. L’uso del futuro composto è una scelta del parlan-
Soluzione: 1. Andata e ritorno, 20 €; 2. Qual è il pros- te in quanto si potrebbe anche dire Federico man-
simo treno per Roma?; 3. Quando parte il prossimo gerà e poi verrà.
treno per Firenze?, Da quale binario parte?; 4. Sì, è Molto spesso il futuro anteriore è introdotto da
questo dopo che, (non) appena, quando, come possiamo
ben vedere nella tabella a pagina 80. La frase intro-
6 dotta da dopo che, (non) appena, quando può pre-
- Invitate gli studenti a lavorare in coppia e a svolge- cedere o seguire quella espressa con il futuro sem-
re il role-play indicato. Lo studente A è il viaggiato- plice, per cui possiamo dire: dopo che avrò finito
re e rivolge le domande utili ad ottenere le informa- gli esami farò un viaggio oppure farò un viaggio
zioni sul prossimo treno per Roma all’impiegato dopo che avrò finito gli esami.
della biglietteria, ovvero lo studente B. Fate sì che
tutti gli studenti si alternino nei ruoli di A e B. - Fate lavorare gli studenti in coppia: il compito con-
siste nel porsi reciprocamente le domande indicate
C In montagna e rispondere secondo il modello, coniugando i
verbi tra parentesi al futuro anteriore.
1 Soluzione: 1. Partiremo dopo che avremo vinto al
- Fate lavorare gli studenti in coppia chiedendo loro Lotto; 2. Verrà dopo che sarà passato da sua sorella;
di leggere il dialogo. 3. Andrà a vivere da sola quando avrà trovato lavoro;
4. Andrò in vacanza appena avrò dato l’esame; 5. Sì,
2 verrà appena avrà finito di studiare
- Chiedete agli studenti di indicare se le affermazio-
ni relative al dialogo sono giuste. Attività di fissaggio
Soluzione: 2, 3 - Fotocopiate la scheda numero 3 a pagina 77 e rita-
gliate la tabella in modo da ottenere un set di car-
3 tellini. Dividete la classe in gruppi di tre o quattro
- Scrivete alla lavagna: persone e consegnate ad ogni gruppo un set di car-
tellini.
avrà finito saranno passati
- Il gruppo mette il set di cartellini al centro del
- Osservate in plenum: siamo di fronte a due frasi
tavolo con la scritta rivolta verso il basso. Uno stu-
contenenti il futuro composto o anteriore. Questo
dente pesca una carta e completa la frase, ad esem-
si forma con gli ausiliari essere o avere al futuro
72
pio: Andrò in Tailandia dopo che avrò visitato la giorno fare una gita. Consigliate di utilizzare le
Cina. espressioni suggerite e quelle del punto precedente.
- Procedendo in senso orario, anche gli altri compa- Role-play guidato
gni completano la stessa frase in un foglio a parte. - Fotocopiate la scheda numero 4 a pagina 78. Fate
Quando tutti avranno eseguito il compito, un altro lavorare gli studenti in coppia e consegnate ad
studente pesca un’altra carta e si procede come ognuna una scheda. Invitate gli studenti a ripetere
prima. più volte il dialogo, sostituendo le informazioni
- Durante il riscontro in plenum fatevi semplicemen- scritte in caratteri diversi con quelle contenute nei
te riferire alcune delle formulazioni chiedendo agli riquadri sottostanti, con lo stesso carattere.
studenti cosa compreranno, impareranno, dove an-
dranno ecc. e quando faranno tutte queste cose. E Vocabolario e abilità

D Che tempo farà domani? 1a


- Invitate gli studenti a leggere il testo individual-
1 mente e a completarlo con le parole date. Al termi-
- Fate ascoltare il dialogo due o tre volte e chiedete ne procedete al riscontro in plenum.
agli studenti di indicare quali affermazioni sono Soluzione: religiosa, speciale, regali, cenone, tacchi-
corrette. no, panettone, bianca, Carnevale
Soluzione: 1. b, 2. c, 3. b, 4. a
1b
2 - Chiedete di abbinare le parole come nell’esempio
- In plenum osservate le icone corrispondenti alle dato.
diverse situazioni meteorologiche e commentatele, Soluzione: località-destinazione, crociera-nave, vali-
magari tentando di descrivere l’attuale situazione gie-bagagli, supplemento-Intercity, binario-stazione,
atmosferica fuori dalla classe. prenotazione-camera, tariffa-prezzo

- Fate ascoltare due o tre volte il dialogo chiedendo 2


di abbinare le illustrazioni alle parole. Ricordate - Sulla base dei vari quesiti proposti moderate la
che ad ogni parte dell’Italia possono corrispondere conversazione in classe sulle varie feste nazionali,
più illustrazioni. sulle abitudini di ognuno relativamente al Natale e
Soluzione: Sud: nuvoloso, pioggia; Nord: pioggia, al Capodanno, su come gli studenti hanno trascor-
nebbia; Centro: pioggia, temporale; Mar Adriatico: so le feste più recenti, sui loro viaggi e sulla situa-
mosso; Mar Tirreno: molto mosso; Venti: moderati; zione meteorologica passata e futura.
Temperature: in diminuzione
3
3 - Fate ascoltare la traccia 31 (esercizio 16 del Qua-
- Osservate in plenum la tabella contenente le derno degli esercizi) e invitate gli studenti a segna-
espressioni utili per parlare del tempo atmosferico re con una crocetta le affermazioni giuste.
e commentatela.
- Procedete al riscontro in plenum.
- Chiedete agli studenti di formulare qualche ipotesi Soluzione: 1. b, 2. c, 3. a, 4. a, 5. c
sul tempo atmosferico nelle varie città del mondo,
ad esempio, Come sarà oggi il tempo a Sidney? o 4
a descrivere le situazioni meteorologiche abituali - Chiedete ai corsisti di scrivere ad un amico che
nei vari periodi dell’anno, ad esempio, Che tempo vive a Perugia e li ha invitati a trascorrere le feste
fa di solito a Natale a Roma? presso di sé per ringraziarlo e spiegargli purtroppo
che per le feste sono già stati fatti altri programmi.
4 Tale attività potrà essere svolta sia come compito a
- Fate lavorare gli studenti in coppia chiedendo loro casa che in classe. In entrambe i casi chiedete agli
di svolgere dei mini dialoghi per parlare del tempo studenti di consegnarvi i propri elaborati affinché
del fine settimana e per decidere dove e in quale possiate restituirli corretti.

73
Conosciamo l’Italia Autovalutazione
Gli italiani e le feste - Invitate gli studenti a svolgere individualmente il
test di autovalutazione e a controllare le soluzioni
- Osservate in plenum le varie illustrazioni con le a pagina 191 del Libro dello studente.
didascalie e discutete dei vari tipi di festa e delle
feste preferite dagli studenti. COME SARÀ IL PROSSIMO ANNO?
- Invitate gli studenti a leggere individualmente il - Dividete la classe in gruppi e consegnate ad ogni
testo a pagina 84 del Libro dello studente e a se- gruppo una fotocopia della scheda numero 5 a
gnare le affermazioni esatte. A tale scopo esortate- pagina 79.
li ad avvalersi dell’aiuto offerto dal glossario in - Chiedete agli studenti di completare i fumetti con
fondo alla pagina ed eventualmente di un buon le loro previsioni per il prossimo anno relativa-
dizionario. mente ad un compagno a loro scelta, all’insegnan-
Soluzione: 2, 4 te, a un personaggio famoso, a loro stessi e al
mondo. Invitate i corsisti ad impiegare tutto il pro-
I treni in Italia prio vocabolario e la propria fantasia nel fare gli
indovini!
- Invitate gli studenti a leggere individualmente il
- Ascoltate le previsioni in plenum.
testo a pagina 85 e a rispondere brevemente alle
domande. A tale scopo esortateli ad avvalersi del-
Grammatica e Lessico
l’aiuto offerto dal glossario in fondo alla pagina ed
eventualmente di un buon dizionario. - Distribuite la fotocopia della scheda numero 6 a
Soluzione: 1. Perché la rete ferroviaria copre tutto il pagina 80 agli studenti e chiedete di completarla
territorio nazionale e la qualità dei servizi offerti è con gli elementi grammaticali e lessicali mancanti.
piuttosto alta; 2. Il Regionale collega piccole città e - Fate confrontare il risultato prima con il compagno
paesi della stessa regione, si ferma in tutte le stazioni di banco e poi con gli schemi presenti nel testo nel
e ha solo la 2ª classe, il Diretto fa meno fermate del corso dell’unità 5.
Regionale, l’Interregionale collega città di regioni
vicine e non fa molte fermate; 3. L’Intercity è un treno - Lasciate agli studenti il tempo per concentrarsi su
veloce, comodo, che ferma solo nelle principali città, questa attività di ripetizione e controllo e invitate-
l’Eurostar è molto moderno e veloce e collega solo le li a riferire eventuali dubbi o argomenti che non
grandi città; 4. Il biglietto elettronico può essere sono chiari per poterli discutere in plenum.
acquistato direttamente da casa
- Al termine delle due attività di lettura potete ritor-
nare sulla conversazione del punto 2 a pagina 83 e
parlare delle differenze tra le feste e le tradizioni
italiane e quelle dei paesi da cui provengono gli
studenti e dell’uso del treno in Italia e all’estero e
da parte dei corsisti.

- Esortate gli studenti ad usufruire delle attività on-


line previste dall’unità 5.

74
Scheda numero 1
Unità 5 - Sezione A6, Attività di fissaggio

lui, lei, loro


io tu noi voi
Lei
studiare

parlare

arrivare

imparare

prendere

leggere

smettere

ricevere

partire

finire

uscire

sentire

pagare

giocare

mangiare

cominciare

75
Scheda numero 2

76
Unità 5 - Sezione A7, Attività di fissaggio

essere
...................
...................
...................
...................
..................... ................... .....................
...................
...................
ARE ...................
R ...................
...................
...................
..................... ...................
volere fare andare ...................
................... .....................
starò rimanere stare essere avere venire ...................
................ ...................
vivere dare ...................
................ ................... ................
................ ................
................ vorrò saranno daremo farai vivranno andrà
................
................
fare verrete rimarranno avrai starò saremo
................
................ darete rimarrò vivrai andremo verrò
................... vivere ................
sarai faranno avrete vorrai staremo
................... ................
...................
...................
...................
...................
...................
...................
...................
................... .....................
rimanere ...................
.....................
rimarrò
................... ................... ...................
vorrò
...................
................... ...................
................... ................... ...................
................... ................... ...................
RR ...................
................... ...................
................... ................... ...................
...................
Scheda numero 3
Unità 5 - Sezione C3, Attività di fissaggio

Studierò ......................................................................... Cambierò ......................................................................

quando ............................................................................ non appena ...................................................................

............................................................................................. .............................................................................................

............................................................................................. .............................................................................................

Comprerò ...................................................................... Andrò a vivere in .......................................................

dopo che ........................................................................ dopo che ........................................................................

............................................................................................. .............................................................................................

............................................................................................. .............................................................................................

Smetterò di ................................................................... Leggerò ..........................................................................

quando ............................................................................ dopo che ........................................................................


............................................................................................. .............................................................................................

............................................................................................. .............................................................................................

Farò .................................................................................. Comincerò ....................................................................


non appena ................................................................... quando ............................................................................
............................................................................................. .............................................................................................

............................................................................................. .............................................................................................

77
Scheda numero 4
Unità 5 - Sezione D4, Role-play guidato

G Senti Carlo, che ne pensi di andare da qualche parte il prossimo fine settimana?

H Beh, io veramente ho già prenotato per andare a sciare a Cortina ...

G Ma che sorpresa! È un’idea meravigliosa! Hai dato un’occhiata alle previsioni del tempo?

H Sì, poco fa in Internet!

G E come sono?

H Non male mi sembra! È previsto sole e caldo fino a domenica mattina ...

G E poi?

H Beh, poi il tempo peggiora un po’!

G Allora è meglio rimandare?

H Ma no, scherzi? Anche se non ci sarà il sole ci organizzeremo e ci divertiremo lo stesso!!!

tre giorni a Venezia


Buone

al mare ad Amalfi
Così così
in un agriturismo in Toscana
Perfette

il tempo migliora

piove
il tempo cambia

forse ci saranno dei temporali il tempo è brutto

farà un po' freddo


tempo variabile

un po’ di vento e nuvole

tempo sereno

78
Scheda numero 5
Unità 5 - COME SARÀ IL PROSSIMO ANNO?

Per il/la nostro/a


compagno/a ....................:

Per il/la nostro/a insegnante:

Per ....................:

Per noi:

Per il mondo:

79
Scheda numero 6
Unità 5 - Grammatica e Lessico

Il futuro semplice
tornare prendere partire
io tornerò prenderò ...........................
tu tornerai ........................... partirai
lui, lei, Lei ........................... prenderà partirà
noi torneremo prenderemo partiremo
voi tornerete ........................... ...........................
loro ........................... prenderanno ...........................

Il futuro semplice dei verbi irregolari


essere avere andare stare fare
io sarò avrò ........................... starò ...........................
tu ........................... avrai andrai ........................... farai
lui, lei, Lei sarà ........................... andrà starà ...........................
noi saremo avremo ........................... ........................... faremo
voi ........................... avrete andrete starete ...........................
loro saranno ........................... ........................... staranno faranno

Futuro composto
.........................../avrai/avrà sarò/.........................../sarà
dopo che mangiato tornato
Federico verrà (non) appena
quando avremo/avrete/................... saremo/................./saranno
studiato arrivati/e

Che tempo fa? / Com’è il tempo?

Il tempo ............. bello / brutto Fa bel / brutto ...........................


È sereno / nuvoloso Fa freddo / caldo
C’è il sole / la nebbia / il vento Piove / nevica / tira vento

80
Elementi comunicativi - Parlare di problemi sentimentali
e lessicali - Esprimere possesso
- La famiglia
- Nomi di parentela
- Piatti italiani
- Ordinare al ristorante
- Esprimere preferenza (Vorrei..., Mi piace / Mi piacciono)
- Menù
- I pasti della giornata
- Verbi che si usano in cucina
- Utensili da cucina

Elementi grammaticali - Possessivi


- Possessivi con nomi di parentela
- Quello / Bello
- Volerci / Metterci

Civiltà - Gli italiani a tavola


- La pasta
- Dove mangiano gli italiani…

Materiale necessario Sezione A, punto 7, attività estensiva: alcune fotocopie della scheda numero 1 a pa-
gina 88 e alcuni dadi
Sezione B, punto 4, attività alternativa: alcune fotocopie della scheda numero 2 a
pagina 89
Sezione C, punto 7, role-play guidato: alcune fotocopie della scheda numero 3 a pa-
gina 90
Sezione D, punto 3, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 1 a
pagina 88 e alcuni dadi
MI PIACE...: alcune fotocopie della scheda numero 4 a pagina 91
Grammatica e Lessico: alcune fotocopie della scheda numero 5 alle pagine 92 e 93

Per cominciare... Soluzione: Elena ha litigato con la sua migliore amica,


Carla, perché è andata a cena con il ragazzo di Elena
1
3
- In plenum osservate le immagini e discutete: che
- Leggete le affermazioni relative all’attività propo-
tipo di locali sono quelli raffigurati? Quali sono
sta.
adatti ad una famiglia? Quali locali sono più indi-
- Fate ascoltare una seconda volta il dialogo chie-
cati per un pasto veloce? E per una cena romanti-
dendo agli studenti di concentrarsi sulle informa-
ca? Lasciate che gli studenti esprimano le loro pre-
zioni utili a scegliere l’affermazione giusta tra
ferenze rispetto ai luoghi in cui consumare un pa-
quelle indicate.
sto nelle diverse situazioni.
Soluzione: 1.a, 2.b
2
- Discutete in plenum. In quale contesto una cena al A Problemi di cuore
ristorante può essere un problema per una coppia?
Invitate gli studenti ad esprimere le proprie opinio- 1
ni, dopodiché fate ascoltare il dialogo una prima - Fate ascoltare di nuovo il dialogo per dare la pos-
volta per scoprire cosa è successo a Elena. sibilità agli studenti di confermare o meno le pro-
prie risposte all’attività precedente.
81
2 dare un’occhiata alle due pagine precedenti per
- Fate ascoltare ancora il dialogo chiedendo ai corsi- ricercare alcune forme di aggettivi possessivi utili
sti di leggere contemporaneamente il testo e di al completamento.
concentrarsi sulla pronuncia. Soluzione: miei, tuoi, sua, suo, nostri, vostre
- Invitate gli studenti a sottolineare le parole rispet- - Riflettete insieme: a quanto già precedentemente
to alle quali hanno qualche difficoltà di pronuncia detto si può aggiungere il fatto che in italiano i
e poi, se necessario, fate ascoltare ancora, al fine di possessivi della terza persona singolare hanno
risolvere i dubbi. un’unica forma indipendentemente se il riferimen-
- Fate lavorare gli studenti in coppia chiedendo loro to è al maschile o al femminile o se li si usa per la
di assumere i ruoli di Elena e di sua madre e di leg- forma di cortesia. Inoltre si osserverà che la terza
gere il dialogo. persona plurale loro non subisce variazioni.

- Chiedete agli studenti di leggere il dialogo, questa Attività di fissaggio


volta cercando di individuare i possessivi contenu-
- Riproponete l’attività svolta nel corso della terza
ti nel testo.
unità, ma questa volta dividete la classe in tre
- Procedete al riscontro in plenum. gruppi. Fatevi consegnare da ogni gruppo alcuni
Soluzione: mia, mio, suoi, sue, mio, suo oggetti comuni, per esempio tre libri, due paia di
occhiali, quattro telefonini ecc. e disponeteli sopra
3 la cattedra avendo cura di mantenere separati i
- Invitate gli studenti a porsi reciprocamente le do- gruppetti di oggetti uguali di ogni gruppo.
mande relative al dialogo e a rispondere.
- Indicate un gruppetto di oggetti e dimostratevi di-
Soluzione: 1. La mamma di Elena è sorpresa perché
sposti a restituirlo solo se i legittimi proprietari ne
Elena ha deciso di restare a casa; 2. Franco ha detto
dichiarano il possesso formulando la frase appro-
di essere libero di fare quello che vuole; 3. Elena ha
priata, ad esempio, nel caso di tre libri la frase giu-
risposto che come è libero lui, è libera anche lei
sta sarà: sono i nostri libri.
4 - Alternate le possibilità di risposta indicando degli
- Fate lavorare gli studenti individualmente. Chiede- oggetti e chiedendo ad un gruppo che non ne è pos-
te loro di leggere con attenzione il breve dialogo sessore di chi sono. In questo caso la risposta da
tra Elena e suo padre e di completare le lacune con dare potrà essere, ad esempio: sono i loro telefonini.
i possessivi dati.
- Procedete così fino a che avrete restituito tutti gli
Soluzione: tuoi, miei, mio, suoi, sue, sua, mia, miei,
oggetti.
mia
7
5
- Fate lavorare gli studenti in coppia: a turno si co-
- Invitate gli studenti a raccontare brevemente per
struiscono frasi secondo il modello dato.
iscritto cosa è successo ad Elena.
- Procedente al riscontro in plenum.
6 Soluzione: 1. Il loro bar è piccolo, 2. I miei amici so-
- Discutete in plenum: nel corso della terza unità si no giovani, 3. So che i vostri progetti sono importan-
sono trattate le prime tre forme dei possessivi al ti, 4. Ho saputo che le sue cugine sono simpatiche, 5.
singolare. Cosa ricordano gli studenti a proposito? Nostra figlia è molto intelligente
In particolare dovrebbe essere noto a tutti che gli
aggettivi possessivi, come tutti gli aggettivi, hanno Attività estensiva
lo stesso genere e numero del sostantivo a cui si - Dividete la classe in gruppi di tre o quattro persone.
riferiscono e soprattutto sono preceduti dall’artico-
lo. Inoltre i possessivi hanno la stessa forma per - Fotocopiate la scheda numero 1 a pagina 88 e con-
l’aggettivo e per il pronome. segnatene una copia ad ogni gruppo di studenti.

- Invitate gli studenti ad osservare la tabella e a - A turno gli studenti lanciano il dado. La faccia del
completare le lacune, consigliando loro magari di dado indica contemporaneamente di quante casel-

82
le si può avanzare e l’aggettivo possessivo da uti- 3
lizzare ovvero - Fate lavorare gli studenti in coppia: a turno ci si ri-
volge le domande indicate e si risponde come mo-
mio / mia / miei / mie per
strato nell’esempio.
tuo / tua / tuoi / tue per Soluzione: 1. Sono andato al cinema con mia sorella,
2. Mario ha litigato con suo padre, 3. Parliamo della
suo / sua / suoi / sue per
nostra mamma, 4. Siamo andati dai nostri cugini, 5.
nostro / nostra / nostri / nostre per Sara ha telefonato a suo nonno, 6. Questa bici è del
mio fratellino
vostro / vostra / vostri / vostre per
- Procedete al riscontro in plenum.
loro per
- Chi sbaglia non può avanzare e deve restare fermo 4
per un giro. - Scrivete alla lavagna:
- Vince chi arriva per primo al traguardo. fidanzato/a separato/a
divorziato/a celibe/nubile
B La famiglia gemello/a figlio/a unico/a
suocero/a cognato/a
1 morto/a nuora/genero
- In plenum osservate l’albero genealogico raffigu- e spiegatene il significato.
rato a pagina 91 del Libro dello studente e rispon-
dete alle domande sui rapporti di parentela tra i - Invitate gli studenti a lavorare in coppia e a scam-
vari individui. Invitate gli studenti a cercare nella biarsi informazioni sulle proprie famiglie raccon-
tabella in basso le parole che non conoscono e pre- tando da chi sono composte e come sono le perso-
cisate che il termine nipote indica sia il figlio o la ne che ne fanno parte.
figlia del figlio o della figlia sia il figlio o la figlia - In plenum lasciate che gli studenti riferiscano le
del fratello o della sorella. Osservando l’albero ge- informazioni ricevute sulle famiglie dei loro com-
nealogico infatti vediamo che Giuseppe e Luigi so- pagni.
no nonno e nipote e che Giovanni e Monica sono
zio e nipote. Attività alternativa
Soluzione: Luigi e Monica sono fratello e sorella,
- Fotocopiate la scheda numero 2 a pagina 89 e con-
Giuseppe e Luigi sono nonno e nipote, Monica e
segnatene una copia ad ogni studente. Osservate in
Susanna sono cugine, Giovanni e Monica sono zio e
plenum: abbiamo l’inizio di un albero genealogico
nipote, Massimo e Patrizia sono marito e moglie
da completare.
2 - Disegnate alla lavagna un albero genealogico co-
- Osservate in plenum la tabella: l’articolo determina- me quello della scheda e completatelo con le infor-
tivo non si usa davanti a nomi di parentela al singo- mazioni relative ai vostri zii, fratelli e sorelle, figli,
lare non accompagnati da un altro aggettivo e non cugini ecc.
alterati. Quindi abbiamo la seguente situazione:
- Invitate gli studenti a lavorare in coppia: a turno
mia sorella uno studente racconta da chi è composta la propria
la mia sorella minore famiglia e l’altro, ascoltando le informazioni rice-
la mia sorellina vute, disegna e completa l’albero genealogico. Al
termine lo studente che ha raccontato della propria
- L’articolo si usa sempre davanti al possessivo loro, famiglia controllerà se l’albero genealogico dise-
con sostantivi di parentela al plurale, e davanti a gnato dal compagno corrisponde a verità.
mamma, ad esempio:
- In plenum gli studenti possono riferire le informa-
la loro madre zioni ricevute sulle famiglie dei compagni con cui
i miei nonni hanno svolto l’attività alternativa.
la mia mamma

83
C Al ristorante Nella tabella la vediamo seguita direttamente da
un sostantivo come bistecca o da un verbo all’infi-
1 nito come mangiare.
- Scrivete alla lavagna:
- Chiedete agli studenti di completare la frase vor-
apparecchiare la tavola rei... alla lavagna con un desiderio del momento e
trascrivete tutti i desideri espressi alla lavagna.
- Spiegate agli studenti che tale espressione indica
l’atto di preparare la tavola affinché possa esservi - Osservate nella tabella la contrapposizione tra mi
consumato un pasto. piace e mi piacciono esortando gli studenti a dirvi
a cosa, secondo loro, è dovuta la scelta tra la terza
- In plenum osservate l’immagine della tavola appa- persona singolare e plurale del verbo piacere.
recchiata e chiedete agli studenti di inserire i tre
sostantivi indicati al posto giusto. - Riflettete in plenum: come mostra la tabella, l’e-
Soluzione: da sinistra verso destra in senso orario: spressione mi piace è seguita da un sostantivo al
piatto, bicchiere, cucchiaio singolare o da un verbo all’infinito mentre l’espres-
sione mi piacciono è seguita da un sostantivo al
2 plurale.
- Fate ascoltare il dialogo e chiedete agli studenti di
- Soffermatevi ad osservare l’uso delle espressioni
indicare se le frasi riportate sono presenti o meno.
mi piace, ti piace, a me non piace affatto e a te non
Soluzione: 1, 2, 3, 4, 7, 8, 9
piace trattandole però solamente dal punto di vista
comunicativo e rimandando ad un altro momento
3 la spiegazione dei pronomi indiretti. Dite però agli
- Osservate le illustrazioni: queste rappresentano
studenti che le forme mi e ti possono essere usate
diversi piatti che possiamo abbinare ad alcune por-
solo quando precedono immediatamente il verbo,
tate di un pasto. Le portate sono i vari momenti in
altrimenti è indispensabile utilizzare a me e a te.
cui si mangiano alimenti diversi secondo una suc-
cessione che prevede generalmente antipasto, pri-
5
mo piatto, secondo piatto di carne o pesce con
- In plenum leggete il menù a pagina 94 e moderate
contorno, dolce e frutta.
la conversazione: quali sono i piatti conosciuti da-
- Fate ascoltare di nuovo il dialogo, questa volta gli studenti? Quali piatti invece sono del tutto sco-
invitando gli studenti ad abbinare le immagini al nosciuti? Tra i piatti indicati, quali sono quelli pre-
tipo di portata indicata. feriti in classe? E quali desiderano provare gli stu-
Soluzione: antipasto: prosciutto; primo: lasagne alla denti?
bolognese e spaghetti alla carbonara; secondo: vitel-
lo alle verdure e bistecca ai ferri; contorno: insalata 6
verde - Fate ascoltare i dialoghi di due coppie che ordina-
no al ristorante, invitando gli studenti a indicare
4 cosa ha ordinato ogni coppia contrassegnando con
- Scrivete alla lavagna: 1 i piatti ordinati dalla prima coppia e con 2 i piat-
ti ordinati dalla seconda coppia.
vorrei... Soluzione: 1: fettuccine ai funghi, penne all’arrabbia-
mi piace ta, bistecca ai ferri, involtini alla romana, acqua mi-
mi piacciono nerale; 2: rigatoni al sugo, farfalle ai quattro formag-
- Richiamate alla memoria degli studenti l’espres- gi, pollo all’aglio, scaloppine ai funghi, insalata ca-
sione vorrei che si è incontrata nel corso della prese, Sangiovese
quarta unità (pagine 66 e 67 del Libro dello studen-
te). Anche in questo caso la vediamo in un conte- 7
sto espressivo in cui indica il desiderio di avere - Fate lavorare gli studenti in coppia o a piccoli
qualcosa e non richiede la spiegazione del condi- gruppi: ognuno fa la propria ordinazione deciden-
zionale. do cosa prendere dal menù proposto!

84
Role-play guidato - Scrivete alla lavagna:
- Fotocopiate la scheda numero 3 a pagina 90. Fate
ho visto quel gatto
lavorare gli studenti in coppia e consegnate ad
ho visto un bel gatto
ognuna una scheda. Invitate gli studenti a ripetere
più volte il dialogo, sostituendo le informazioni ho visto quelle automobili
scritte in caratteri diversi con quelle contenute nei ho visto delle belle automobili
riquadri sottostanti, con lo stesso carattere.
- A turno gli studenti lanciano il dado. La faccia del
dado indica di quante caselle si può avanzare.
8
Quando si arriva su una casella si deve formulare
- In plenum osservate le illustrazioni e fatevi sugge-
una frase sul modello di quelle scritte alla lavagna,
rire dagli studenti i giusti aggettivi, tra quelli indi-
facendo attenzione alla giusta declinazione del-
cati a destra, per completare le frasi a sinistra.
l’aggettivo quello o bello.
Soluzione: 1. fresco, 2. piccante, 3. salato, 4. sapori-
to, 5. cotta - Chi sbaglia non può avanzare e deve restare fermo
per un giro.
D Facciamo uno spuntino? - Vince chi arriva per primo al traguardo.
1 4
- Fate lavorare gli studenti in coppia: il compito - Osservate le frasi contenute nei fumetti e scrivete
consiste nel leggere il dialogo e nel rispondere alle alla lavagna:
domande che seguono.
Soluzione: 1. Sara ha fame perché la mattina non fa volerci
colazione e beve solamente un caffè; 2. Mia a cola- Per fare la pizza ci vuole la farina.
zione mangia fette biscottate con burro e miele; 3.
Mia mangia un’insalata o della frutta, Sara se mangia Per fare il tiramisù ci vogliono i biscotti.
molto a pranzo salta la cena e fa merenda verso le sei.
metterci
Tutte e due, di solito, cenano prima delle 8
Per preparare il tiramisù ci metto mezz’ora.
- Procedete al riscontro in plenum.
- Invitate gli studenti a dire cosa, secondo loro, de-
2 termina la scelta di ci vuole e ci vogliono. Come
- In plenum osservate le immagini relative ai diver- possiamo vedere, ci vuole è seguito da un sostanti-
si alimenti e magari dite cosa mangiate voi a cola- vo al singolare, mentre ci vogliono è seguito da un
zione, dopodiché lasciate che gli studenti lavorino sostantivo al plurale. Il verbo volerci indica neces-
in coppia e si raccontino le proprie preferenze a sità. L’espressione ci metto, invece, relativa al ver-
colazione utilizzando le espressioni indicate. bo metterci, non cambia e, in questo contesto, indi-
ca il tempo necessario per fare qualcosa.
3
- Rivolgete alcune domande agli studenti utilizzan-
- Osservate in plenum la tabella contenente gli
do volerci e metterci, ad esempio: Quanto tempo ci
aggettivi quello e bello e riflettete insieme: l’ag-
vuole per cuocere gli spaghetti? Quanto ci metti
gettivo dimostrativo quello, così come il qualifica-
per venire a lezione? Quanto tempo ci vuole per
tivo bello, seguono la declinazione dell’articolo
andare a Roma in aereo? Quanti grammi ci vo-
determinativo. Ciò si verifica solamente quando
gliono per fare un Kg? e così via.
entrambi gli aggettivi precedono il nome.
5
Attività di fissaggio
- Lasciate agli studenti qualche minuto a disposizio-
- Dividete la classe in gruppi di tre o quattro persone. ne per formulare due frasi con quello o bello e due
- Fotocopiate la scheda numero 1 a pagina 85 e con- frasi con volerci o metterci.
segnatene una copia ad ogni gruppo di studenti. - Fate riferire le frasi formulate.

85
E Vocabolario e abilità dell’aiuto offerto dal glossario in fondo alla stessa
pagina ed eventualmente di un buon dizionario.
1 Soluzione: 1, 3, 5, 6
- Invitate gli studenti ad abbinare i verbi di sinistra
ai sostantivi di destra, eventualmente servendosi La pasta
del dizionario. Al termine procedete al riscontro
in plenum. 1
Soluzione: grattugiare il formaggio, cuocere la pasta, - Fate lavorare gli studenti in coppia chiedendo loro
affettare il salame, friggere il pesce, mescolare il di rimettere in ordine le istruzioni della ricetta, aiu-
sugo tandosi con le immagini e con il glossario in fondo
alla pagina.
2 Soluzione: 2, 1, 4, 3
- Scrivete alla lavagna:
2
serve per... - In plenum osservate le illustrazioni con i vari tipi
in plenum lasciate che gli studenti vi indichino a di pasta e abbinatele ai nomi sottostanti.
cosa servono i vari utensili da cucina completan- Soluzione: da sinistra a destra 2, 3, 1, 7, 4, 6, 8, 5
do la frase serve per… Dove mangiano gli italiani…
Soluzione: la pentola serve per cuocere la pasta; il te-
game serve per friggere; il cavatappi serve per aprire
- Invitate gli studenti a leggere individualmente il
le bottiglie; il colapasta serve per scolare la pasta; la
testo e ad inserirvi le parole. A tale scopo esortate-
grattugia serve per grattugiare il formaggio; il taglie-
li ad avvalersi di un buon dizionario.
re serve per affettare il salame o tagliare il pane; la
Soluzione: 1. fresca, 2. fuori, 3. piatti, 4. pizza, 5. lo-
pentola a pressione serve per cuocere i cibi più velo-
cali, 6. spuntino
cemente; il mestolo serve per mettere o prendere il
sugo - Al termine delle due attività di lettura potete ritor-
nare sulla discussione relativa alle abitudini ali-
3 mentari: in cosa sono diverse quelle italiane da
- Sulla base dei vari quesiti proposti, moderate la quelle degli studenti?
conversazione in classe sulla cucina italiana e quel-
- Esortate gli studenti ad usufruire delle attività on-
la del paese da cui provengono gli studenti, i piatti
line previste dall’unità 6.
preferiti in classe, i piatti del proprio paese noti
all’estero e quelli italiani noti nelle diverse nazioni.
Autovalutazione
Lasciate quindi che gli studenti raccontino dell’ul-
tima volta in cui hanno mangiato al ristorante. - Invitate gli studenti a svolgere individualmente il
test di autovalutazione e a controllare le soluzioni
- Chiedete ai corsisti di scrivere ad un amico italiano a pagina 191 del Libro dello studente.
in viaggio nel loro paese, raccontando della cucina,
dei piatti e delle abitudini alimentari locali ed espri- MI PIACE…
mendo le proprie preferenze rispettivamente alla - Fotocopiate la scheda numero 4 a pagina 91 e con-
cucina italiana. Tale attività potrà essere svolta sia segnatene una copia ad ogni studente.
come compito a casa che in classe. In entrambi i
casi chiedete agli studenti di consegnarvi i propri - Invitate gli studenti a compilare la prima parte
elaborati affinché possiate restituirli corretti. della scheda individualmente, scrivendo le proprie
preferenze relativamente a quanto indicato.
Conosciamo l’Italia
- Al termine gli studenti lavorano in coppia e si pon-
Gli italiani a tavola gono reciprocamente le domande indicate nella
seconda parte della scheda, confrontano i propri ri-
- Invitate gli studenti a leggere individualmente il sultati e discutono dei loro gusti personali.
testo a pagina 98 e a indicare le informazioni in
esso presenti. A tale scopo esortateli ad avvalersi - In plenum fate riferire i risultati delle varie discus-
sioni.

86
Grammatica e Lessico
- Distribuite le fotocopie della scheda numero 5 alle
pagine 92 e 93 agli studenti e chiedete di comple-
tarle con gli elementi grammaticali e lessicali man-
canti.
- Fate confrontare il risultato prima con il compagno
di banco e poi con gli schemi presenti nel testo nel
corso dell’unità 6.
- Lasciate agli studenti il tempo per concentrarsi su
questa attività di ripetizione e controllo e invitate-
li a riferire eventuali dubbi o argomenti che non
sono chiari per poterli discutere in plenum.

87
Scheda numero 1
Unità 6 - Sezioni A7 (Attività estensiva) e D3 (Attività di fissaggio)

1 2 3 4 5

partenza

gatto casa chiavi gelato giornale

10 9 8 7 6

zaino stivali automobili libreria finestra

11 12 13 14 15

panino penne bicchieri città quadri

20 19 18 17 16

riviste guanti computer telefonino orologio

21 22 23 24 25

abiti divano piante televisore tappeto

30 29 28 27 26

arrivo

pentola tegame colapasta regalo appartamento

88
Scheda numero 2
Unità 6 - Sezione B4, Attività alternativa

nonno nonna nonno nonna

..................... ..................... ..................... .....................

papà mamma

..................... .....................

io

.....................

89
Scheda numero 3
Unità 6 - Sezione C7, Role-play guidato

G Mhhh, quante cose buone! Hai già deciso cosa prendere?

H Non so... Per primo vorrei assaggiare le linguine al pesto.

G Io invece prendo gli spaghetti alla carbonara.

H E per secondo...? Prendiamo il pollo all’aglio?

G Mah... a me il pollo non va. Preferisco un contorno...


le penne all'arrabbiata
H Hai ragione... Ottima idea. E da bere?
le lasagne alla bolognese
G Non so. Ti piace il Lambrusco?
i tortellini al formaggio
H Sì, molto. Allora possiamo ordinare... Senta, scusi...

le farfalle ai quattro formaggi

le fettuccine ai funghi un'insalata mista

il risotto ai frutti di mare


un'insalata verde

un'insalata caprese

il maialino al forno

la bistecca ai ferri
Chianti
il filetto
Barolo

Pinot Grigio

90
Scheda numero 4
Unità 6 - MI PIACE…

A colazione mi piace/mi piacciono .................................................................................................................................................

A colazione non mi piace/non mi piacciono .................................................................................................................................

A pranzo mi piace/mi piacciono .......................................................................................................................................................

A pranzo non mi piace/non mi piacciono ......................................................................................................................................

A cena mi piace/mi piacciono ...........................................................................................................................................................

A cena non mi piace/non mi piacciono ...........................................................................................................................................

Quando vado al ristorante mi piace/mi piacciono ......................................................................................................................

Quando vado al ristorante non mi piace/non mi piacciono ......................................................................................................

Mi piace/non mi piace mangiare ......................................................................................................................................................

Mi piace/non mi piace leggere ..........................................................................................................................................................

Mi piace/non mi piace ascoltare .......................................................................................................................................................

La domenica mi piace/non mi piace ................................................................................................................................................

In vacanza mi piace/non mi piace ....................................................................................................................................................

A colazione mi piace/mi piacciono ..................................................., e a te? ...............................................................................

A colazione non mi piace/non mi piacciono ..................................................., e a te? ..............................................................

A pranzo mi piace/mi piacciono ..................................................., e a te? .....................................................................................

A pranzo non mi piace/non mi piacciono ..................................................., e a te? ....................................................................

A cena mi piace/mi piacciono ..................................................., e a te? .........................................................................................

A cena non mi piace/non mi piacciono ..................................................., e a te? ........................................................................

Quando vado al ristorante mi piace/mi piacciono ..................................................., e a te? ...................................................

Quando vado al ristorante non mi piace/non mi piacciono ..................................................., e a te? ...................................

Mi piace/non mi piace mangiare ..................................................., e a te? ...................................................................................

Mi piace/non mi piace leggere ..................................................., e a te? .......................................................................................

Mi piace/non mi piace ascoltare ..................................................., e a te? ...................................................................................

La domenica mi piace/non mi piace ..................................................., e a te? ...........................................................................

In vacanza mi piace/non mi piace ..................................................., e a te? ................................................................................

91
Scheda numero 5
Unità 6 - Grammatica e Lessico
I possessivi
Il mio motorino è costato 2000 euro.
Verrà anche una ............... amica.
io
I miei genitori sono abbastanza giovani.
Mamma, hai visto le mie calze blu?
Il tuo comportamento non è stato corretto!
Stasera veniamo a casa ...............
tu
Mi piacciono i tuoi occhi.
Alcune delle ............... idee sono interessanti, altre no.
Un ............... cugino ha sposato una mia amica
Se vedi la sua fidanzata, perdi la testa!
Sergio
Non parla mai dei suoi progetti futuri.
È grazie alle ............... conoscenze che ha trovato questo lavoro.
Bella la festa di Marina! E il suo appartamento enorme!
Io ho conosciuto una sua amica: Rita. Molto simpatica!
Marina
Sì, anche i ............... genitori sono delle persone serie.
Sì. E poi tutte le sue amiche mi sono sembrate carine.
Signor Vialli, ha trovato il ............... orologio?
La ............... casa è veramente molto bella.
signor Vialli
Signor Vialli, quanti anni hanno i suoi figli?
Complimenti! Ho seguito molte delle sue conferenze.
Il nostro palazzo è quello lì all’angolo.
La ............... famiglia è molto legata.
noi
Stasera verranno a cena i nostri amici.
Le ............... case sono molto vicine.
Come si chiama quel ............... amico di Palermo?
La vostra macchina nuova è fantastica!
voi
I ............... vicini di casa non ci sono mai?
Parlate delle vostre preferenze musicali.
Il loro negozio va molto bene.
Devi vedere la ............... casa di campagna: è stupenda!
Renato e Nadia
Anche Renato e Nadia hanno i ............... problemi.
Le loro feste non sono tanto divertenti.

Nomi di parentela e possessivi


mio marito i miei genitori
............ madre ....… ............ sorelle
tuo nipote i suoi fratelli
sua moglie ....… ............ cugine
............ figlio le nostre nipoti
vostra zia ....… ............ nonne

la mia mamma, ..… ...... papà, la mia sorellina, il nostro nipotino


il loro padre, ..… ...... zia, il loro fratello, la loro madre

92
Vorrei / Mi piace / Mi piacciono
una bistecca
un antipasto freddo
vorrei
mangiare un gelato
bere un bicchiere di vino
la pasta al dente
la cucina italiana
(non) mi piace mangiare fuori
provare qualcosa di nuovo
saltare il primo
gli spaghetti al pesto
.................................. i piatti piccanti
i dolci
Mi piace molto il pesce. A me non piace affatto!
Mi piacciono le lasagne. ....… ............,
invece, piacciono i tortellini.
Ti piace la carne? Sì, perché, a te non piace?
Ti piacciono le olive? A me molto, e ....… ............?

quello / bello

il ristorante quel / bel ristorante quei / ............ ristoranti


lo spettacolo quello / ............ spettacolo quegli / begli spettacoli
l’uomo quell’ / bell’uomo ............ / begli uomini

93
Elementi comunicativi - Raccontare la trama di un film
e lessicali - Parlare di ricordi
- Descrivere abitudini del passato
- Raccontare e descrivere al passato
- Collocare in ordine cronologico più azioni al passato
- Esprimere accordo o disaccordo
- Parlare di cinema

Elementi grammaticali - Indicativo imperfetto: verbi regolari e irregolari


- Uso dell’indicativo imperfetto
- Imperfetto o Passato prossimo?
- Verbi modali all’indicativo imperfetto
- Trapassato prossimo
- Uso del trapassato prossimo

Civiltà - Il cinema italiano moderno


- Il grande cinema italiano

Materiale necessario Sezione A, punto 8, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 1 a
pagina 100 e alcuni dadi
Sezione B, punto 5, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 2 a
pagina 101
Sezione C, punto 4, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 3 a
pagina 102
Sezione D, punto 1, role-play guidato: alcune fotocopie della scheda numero 4 a
pagina 103
SCOPRI IL CINEMA!: alcune fotocopie della scheda numero 5 a pagina 104
Grammatica e Lessico: alcune fotocopie della scheda numero 6 alle pagine 105 e 106

Per cominciare... pagina 103 del Libro dello studente e in plenum


lasciate che si formulino ipotesi diverse su una
1 possibile trama di film basata sulle immagini, ser-
- Scrivete alla lavagna: vendosi anche delle parole presenti al punto 2.
CINEMA 4
- Chiedete agli studenti che cosa associano alla paro- - Fate ascoltare il dialogo chiedendo agli studenti di
la cinema e trascrivete le associazioni suggerite al- concentrarsi sulle informazioni utili a confermare le
la lavagna intorno alla parola cinema. ipotesi appena formulate e a completare le frasi date.
Soluzione: 1. thriller psicologico, 2. qualche segreto,
- Chiedete agli studenti se vanno spesso al cinema, 3. di parlare, 4. scoprire la verità, 5. un’altra persona,
quando ci sono andati l’ultima volta e quale film 6. sparita di nuovo
hanno visto.
A Un film
2
- Leggete le parole contenute nel libro: quali sono 1
già note alla classe? Quali risultano comprensibili? - Fate ascoltare di nuovo il dialogo per dare la pos-
Discutete insieme il significato delle parole. sibilità agli studenti di confermare o meno le pro-
prie risposte all’attività precedente.
3
2
- Invitate gli studenti ad osservare le illustrazioni a
- Fate ascoltare ancora il dialogo chiedendo ai corsi-
94
sti di leggere contemporaneamente il testo e di con- 8
centrarsi sulla pronuncia. - Osservate in plenum la tabella e invitate gli stu-
- Invitate gli studenti a sottolineare le parole rispet- denti a suggerirvi le forme dei verbi irregolari al-
to alle quali hanno qualche difficoltà di pronuncia l’imperfetto utili a colmare le lacune.
e poi fate ascoltare ancora, al fine di risolvere i Soluzione: era, dicevi, faceva
dubbi. - Riflettete: a parte il verbo essere, l’irregolarità dei
- Fate lavorare gli studenti in coppia chiedendo loro verbi coniugati nella tabella è dovuta al fatto che
di assumere i ruoli di Giulia e Sergio e di leggere formano l’imperfetto aggiungendo le desinenze al-
il dialogo. l’infinito originario in latino, ovvero facere, dice-
re, bevere. Lo stesso vale per i verbi porre (ponere)
3 e tradurre (traducere), presenti nella nota.
- Invitate gli studenti a porsi reciprocamente le
domande relative al dialogo e a rispondere. Attività di fissaggio
Soluzione: 1. Perché aveva tanto da studiare; 2. Ogni - Fate lavorare gli studenti in gruppi di tre o quattro
tanto spariva e quando tornava non aveva voglia di persone. Fotocopiate la scheda numero 1 a pagina
parlare; 3. Perché viveva una doppia vita, credeva di 100 e consegnate una copia ad ogni gruppetto di
essere un’altra persona; 4. Alla fine hanno deciso di studenti insieme a un dado.
sposarsi, ma un giorno prima del matrimonio lei è - A turno gli studenti tirano il dado, vanno sulla
sparita di nuovo casella indicata e coniugano il verbo all’indicativo
imperfetto alla persona corrispondente al numero
4 ottenuto e lo trascrivono sul foglio.
- Fate lavorare gli studenti individualmente. Chiede-
te loro di leggere con attenzione il breve dialogo - Se un concorrente arriva in una casella in cui il
tra Sergio e Giulia e di completare le lacune con i verbo è già stato coniugato deve tornare indietro
verbi dati. alla casella da cui era partito.
Soluzione: spariva, doveva, guardavano, è suonato, è - Vince chi arriva per primo al traguardo.
uscita, andava, aveva, Credeva, viveva
- Invitate gli studenti a conservare i propri elaborati.
5
- Invitate gli studenti a riassumere brevemente per B Ricordi che risate?
iscritto la trama del film.
1
- In plenum, invitate gli studenti ad osservare le fo-
6 to: che cosa rappresentano? A cosa possono essere
- Osservate in plenum la tabella e invitate gli stu-
associate? Sulla base delle foto, quale può essere
denti a suggerirvi le forme dell’imperfetto utili a
l’argomento del dialogo?
colmare le lacune.
Soluzione: parlavo, leggeva, dormivate - Fate lavorare gli studenti in coppia chiedendo di
leggere il dialogo.
- Leggete le tre coniugazioni dei verbi all’imperfet-
to facendo notare alla classe che nella 1ª e 2ª per- - Discutete in plenum: qual è l’argomento del dialo-
sona plurale l’accento tonico cade sulla penultima go? Cosa ricordano i due protagonisti?
sillaba e nella 3ª persona plurale l’accento cade
sulla terzultima sillaba. 2
- Osservate in plenum le espressioni contenute nel
7 riquadro in fondo a pagina 106 del Libro dello stu-
- Fate lavorare gli studenti in coppia: osservando la dente, utili a parlare di ricordi.
tabella a turno si costruiscono frasi secondo il mo-
- Chiedete agli studenti di pensare a persone o even-
dello dato.
ti importanti della loro vita, situazioni strane che
Soluzione: 1. venivano, portavano; 2. preparava, guar-
hanno vissuto, film visti, vacanze, scherzi fatti, e
davo; 3. puliva; 4. andavo; 5. andavi; 6. parlava, rima-
invitateli a lavorare in coppia con il compito di
nevano
raccontarseli reciprocamente.
95
3 punto, qui incontriamo un’altra funzione dell’im-
- In plenum analizzate la tabella sugli usi di imper- perfetto, ovvero quella descrittiva, ad esempio nel-
fetto e passato prossimo e invitate gli studenti a le frasi era bellissimo, aveva i capelli corti, sem-
porvi eventuali domande a proposito. brava nervoso ecc.
Nelle narrazioni al passato, l’imperfetto è il tempo
4 della descrizione per eccellenza, in quanto si pre-
- Fate lavorare gli studenti in coppia: osservando la sta a rappresentare delle scene statiche in cui tutti
tabella del punto precedente si costruiscono delle gli elementi sono collocati sullo stesso piano tem-
frasi secondo il modello dato. porale.
Soluzione: 1. ascoltava, studiava; 2. erano; 3. aspetta-
vano, ho visto; 4. andavamo, portavamo; 5. ha telefo- Attività di fissaggio
nato, dormivo; 6. ha lavorato - Ricostituite i gruppi che si erano formati durante
l’attività di fissaggio prevista al punto A8 e invita-
- Predisponete una tabella alla lavagna la cui colon-
teli a riprendere gli elaborati compilati nel corso di
na a sinistra contenga le frasi dell’esercizio con i
tale attività.
verbi opportunamente coniugati.
- Fate lavorare gli studenti in gruppi di tre o quattro
- Chiedete agli studenti di collegare ogni frase ad
persone. Fotocopiate la scheda numero 2 a pagina
uno dei modelli di uso dell’imperfetto contenuti
101 e consegnate una copia ad ogni gruppo di stu-
nella tabella a pagina 107 e trascrivetelo nella co-
denti.
lonna a destra. Al termine dovreste avere la se-
guente situazione: - Invitate gli studenti a formulare delle frasi che cor-
rispondano ai vari casi di uso dell’imperfetto con-
Mentre ascoltava la musi- azioni contempo- tenuti nella colonna a sinistra, utilizzando i verbi
ca, studiava l’italiano. ranee coniugati durante l’attività di fissaggio al punto A8
e trascritti negli opportuni spazi dei cerchietti. Per
azione in un ogni riquadro si devono formulare 1 o 2 frasi. Qua-
Ieri sera alle 8 Gianna e
momento preciso lora l’attività di fissaggio al punto A8 non fosse
Francesca erano a casa.
non conclusa stata svolta, la scheda può essere utilizzata sempli-
Mentre aspettavo l’auto- cemente come fonte a cui attingere alcuni verbi.
azione in corso
bus, ho visto un vecchio - Raccogliete gli elaborati, attaccateli alla lavagna
interrotta
amico. ed analizzateli, discutendoli in plenum.
Quando andavamo da loro
azione passata
portavamo sempre qualco- 6
abituale ripetuta - Fate lavorare gli studenti in coppia al fine di rac-
sa alla loro figlia.
contare, eventualmente anche per iscritto, una sto-
Quando ha telefonato azione in corso ria basata sulle immagini presenti a pagina 109.
Luca, io dormivo ancora. interrotta
- In plenum ascoltate i vari racconti.
Ieri sera Sofia ha lavorato
azione conclusa
fino a mezzanotte. 7
- Analizzate la tabella contenente i verbi modali al-
l’imperfetto e al passato prossimo. Se diciamo
5
- Lasciate agli studenti il tempo per lavorare indivi- “volevamo salire sulla Torre Pendente” il nostro
dualmente al fine di leggere il testo dato e di com- interlocutore non sa se poi effettivamente siamo
pletare quello successivo. saliti o meno sulla Torre Pendente. I modali all’im-
perfetto esprimono un’intenzione, uno stato, una
- Procedete al riscontro in plenum: condizione o una situazione in cui si trova il par-
Soluzione: faceva, erano, è cominciato, è andata, sia- lante senza indicare cosa è effettivamente avvenu-
mo arrivati, pioveva, c’era, sembrava, Eravamo to dopo quel momento. Quando invece il verbo
modale è usato al passato prossimo, sappiamo cosa
- Osservate insieme: dopo gli usi visti fino a questo
è successo dopo.

96
Attività di fissaggio 4
- Scrivete alla lavagna: - Scrivete alla lavagna:

Ieri sera non sono uscito/a perché avevamo deciso


volevo guardare un film alla TV. era andato

- Provate a sostituire la parte evidenziata formulan- - Riflettete insieme: siamo di fronte ad un tempo ver-
do naturalmente una frase che abbia senso e utiliz- bale nuovo. Si tratta infatti del trapassato prossimo
zando comunque un verbo modale nel secondo pe- formato dall’ausiliare essere o avere all’imperfetto
riodo, ad esempio: e dal participio passato del verbo.
Il trapassato prossimo indica un fatto del passato
Ieri sera non sono uscito/a perché anteriore ad un altro fatto del passato. Il trapassato
volevo riposare un po’. prossimo è un tempo perfetto e quindi presenta un
Ieri sera non sono uscito/a perché evento nella sua globalità.
dovevo studiare. Possiamo prendere in considerazione la seguente
frase e collocarla lungo la linea del tempo:
- Fate lavorare gli studenti in coppia: a turno si for-
mulano più periodi possibili per completare la frase L’anno scorso sono tornata nella
Ieri sera non sono uscito/a perché… . La formula- città in cui avevo vissuto da bambina.
zione è orale, ma poi la frase deve essere annotata. momento dell’enunciato
- Vince lo studente che riesce a formulare il maggior
numero di frasi. avevo vissuto l’anno scorso oggi
da bambina sono tornata
8 (trapassato prossimo) (passato prossimo)
- Fate lavorare gli studenti in coppia: osservando la
L’evento espresso al trapassato prossimo avevo
tabella del punto precedente si completano le frasi
vissuto, precede quello espresso al passato prossi-
con l’imperfetto o con il passato prossimo.
mo sono tornata.
Soluzione: 1. Volevamo; 2. poteva, è partito; 3. ha do-
vuto; 4. voleva; 5. sono dovuti - Alla luce di quanto detto, osservate e discutete la
tabella sulla formazione e l’uso del trapassato
C Avevamo deciso di andare al cinema… prossimo.

1 Attività di fissaggio
- Fate ascoltare il dialogo chiedendo agli studenti - Fate lavorare gli studenti in coppia. Fotocopiate la
dove decidono di andare i ragazzi. scheda numero 3 a pagina 102 e consegnate due
Soluzione: a mangiare copie ad ogni coppia di studenti.
2 - In plenum leggete le prime due frasi contenute
- Fate ascoltare nuovamente il dialogo e chiedete nella scheda, cominciando da quella della casella
agli studenti di indicare quali frasi sono veramente di destra:
presenti.
L’estate precedente ero La scorsa estate sono
Soluzione: avevamo deciso di andare al cinema, era
andato in Tailandia. andato in vacanza
andato a vedere il film qualche giorno prima, alla fine
negli USA.
cosa avete fatto?, era tardi per lo spettacolo delle
10.30, un posto dove non era mai stata

3 - In coppia gli studenti formulano delle frasi relative


- In plenum formulate le domande agli studenti. ad attività diverse svolte nei periodi indicati. La
Soluzione: 1. Perché Laura aveva già visto il film, 2. novità consiste nel fatto che si parte dalla colonna
Perché un amico di Laura aveva detto che il film non di destra, in cui è riportato un certo momento pas-
era un granché, 3. Voleva andare in un posto dove sato, e ci si sposta verso quella di sinistra, in cui è
non era mai stata riportato lo stesso momento di un passato anterio-

97
re a quello di destra. Se vogliono, gli studenti pos- E Abilità
sono annotare le loro frasi, oppure svolgere l’atti-
vità solo oralmente. 1
- Fate ascoltare la traccia 38 (esercizio 26, pagina 76
- In plenum lasciate che gli studenti riferiscano alcu- del Quaderno degli esercizi) e invitate gli studenti
ne delle loro formulazioni. a segnare le affermazioni giuste.
- Procedete con il riscontro in plenum.
5 Soluzione: 1. b, 2. c, 3. c, 4. a
- Fate lavorare gli studenti in coppia: a turno si pon-
gono le domande date e, osservando la tabella e 2
l’esempio, rispondono utilizzando il trapassato - Sulla base dei vari quesiti proposti, moderate la
prossimo. conversazione in classe sulle abitudini degli stu-
Soluzione: 1. Perché non avevo studiato affatto fino a denti rispetto al fatto di andare al cinema, i criteri
ieri; 2. Sì, per fortuna non erano ancora partite; 3. di scelta dei film, la trama di un film di proprio
Qualcosa che non aveva mai cucinato prima; 4. No, gradimento, la differenza tra i film in TV e al cine-
era già cominciato; 5. Perché avevo bevuto molto la ma e i film italiani conosciuti.
sera prima; 6. Perché avevo dimenticato le mie chia-
vi in ufficio 3
- Chiedete ai corsisti di scrivere ad un amico italiano
D Sei d’accordo? per raccontare un film appena visto che è piaciuto
loro moltissimo, descrivendone la trama, i protago-
1 nisti ed esprimendo le proprie opinioni su interpre-
- Fate ascoltare i quattro dialoghi e chiedete alla tazione e regia. Tale attività potrà essere svolta sia
classe di abbinarli alle immagini sulla destra. come compito a casa che in classe. In entrambi i
Soluzione: (immagini dall’alto in basso) 3, 4, 2, 1 casi chiedete agli studenti di consegnarvi i propri
- Procedete al riscontro in plenum e richiamate l’at- elaborati affinché possiate restituirli corretti.
tenzione degli studenti sulle espressioni evidenzia-
te in blu, utili ad esprimere accordo o disaccordo Conosciamo l’Italia
rispetto ad un’opinione espressa. Il cinema italiano

Role-play guidato - Invitate gli studenti a leggere individualmente i


- Fotocopiate la scheda numero 4 a pagina 103. Fate vari testi sul cinema italiano alle pagine 113, 114 e
lavorare gli studenti in coppia e consegnate ad 115. A tale scopo esortateli ad avvalersi dell’aiuto
ognuna una scheda. Invitate gli studenti a ripetere offerto dai glossari in fondo alle pagine 113 e 115
più volte il dialogo, sostituendo le informazioni ed eventualmente di un buon dizionario.
scritte in caratteri diversi con quelle contenute nei - Fate lavorare gli studenti in coppia, affinché sulla
riquadri sottostanti, con lo stesso carattere. base di quanto letto possano individuare nei testi le
2 informazioni necessarie per rispondere alle do-
- In plenum osservate le espressioni contenute nel mande presenti in fondo a pagina 115.
riquadro a pagina 112 del Libro dello studente utili - Procedete al riscontro in plenum.
ad esprimere accordo o disaccordo. Soluzione: 1. Sono tutti e tre attori e registi; 2. Hanno
- Invitate gli studenti a lavorare in coppia e a utiliz- entrambe vinto il premio Oscar; 3. Sono tutti attori di
zare le espressioni viste per parlare di un film che fama internazionale; 4. La Ciociara, Ieri, oggi e do-
gli è piaciuto molto, del proprio attore/attrice, regi- mani, Matrimonio all’italiana, Sciuscià, Ladri di bici-
sta, genere di film preferito, di film e personaggi clette; 5. Fellini, Tornatore, Salvatores, Troisi, Beni-
cinematografici italiani. gni, De Sica, Visconti, Antonioni, Leone, Bertolucci;
6. Il neorealismo racconta l’Italia del dopoguerra e
- In plenum lasciate che gli studenti riferiscano le quindi degli anni ’40
parti più importanti delle loro conversazioni.
- Esortate gli studenti ad usufruire delle attività on-
line previste dall’unità 7.

98
Autovalutazione Grammatica e Lessico
- Invitate gli studenti a svolgere individualmente il - Fotocopiate la scheda numero 6 alle pagine 105 e
test di autovalutazione e a controllare le soluzioni a 106, distribuite le fotocopie agli studenti e chiede-
pagina 191 del Libro dello studente. te di completarle con gli elementi grammaticali e
lessicali mancanti.
SCOPRI IL CINEMA!
- Fate confrontare il risultato prima con il compagno
- Fate lavorare gli studenti in coppia o in gruppi di di banco e poi con gli schemi presenti nel testo nel
tre persone. Fotocopiate la scheda numero 5 a corso dell’unità 7.
pagina 104. Mantenete alcune schede e da altre
copie ritagliate i cartellini. - Lasciate agli studenti il tempo per concentrarsi su
questa attività di ripetizione e controllo e invitate-
- Consegnate ad ogni coppia o gruppetto di studenti li a riferire eventuali dubbi o argomenti che non
un set di cartellini e una copia intera della scheda. sono chiari per poterli discutere in plenum.
- Lasciate agli studenti qualche minuto di tempo per
osservare la scheda e tentare di memorizzare le
associazioni tra immagini e scritte.
- Ritirate la scheda.
- Gli studenti dispongono le carte alla rinfusa davan-
ti a sé, con immagini e scritte rivolte verso il basso.
A turno si gira una carta e vi si trova un’immagine
o una scritta. A questo punto, come nel gioco del
Memory, si deve girare un’altra carta sperando che
contenga il giusto abbinamento rispetto alla carta
che si ha in mano. Se l’abbinamento è corretto si
entra in possesso delle due carte e si ha diritto ad un
altro tentativo, se invece l’abbinamento è sbagliato
il gioco passa al compagno. Naturalmente vince chi
entra in possesso del maggior numero di carte.

99
Scheda numero 1
Unità 7 - Sezione A8, Attività di fissaggio

PARTENZA ascoltare venire


leggere studiare
.................... ....................
.................... ....................
.................... .................... avere
.................... ....................
....................
STOP
....................
riposo
per un giro!
capire piacere
essere ....................
.................... ....................
tornare .................... dormire ....................
.................... andare
.................... ....................
.................... ....................
....................
....................
STOP AVANTI
riposo di tre
per un giro! caselle

guardare
.................... rispondere
fare .................... ....................
.................... ....................
.................... tradurre
....................
STOP ....................
dire riposo INDIETRO
.................... per un giro! di tre
....................
AVANTI caselle
parlare di tre
.................... caselle finire
.................... scoprire
.................... STOP
vivere ....................
.................... riposo
.................... ....................
per un giro!
....................

bere dovere INDIETRO


.................... aprire preparare potere di tre
....................
.................... .................... .................... .................... caselle
STOP ....................
.................... .................... ....................
riposo
per un giro!

stare
....................
INDIETRO
....................
di tre
AVANTI lavorare
caselle dare
di tre ....................
.................... ....................
caselle!!! .................... rimanere
....................
ARRIVO!!! STOP ....................
uscire riposo
....................
per un giro!
....................

100
Scheda numero 2
Unità 7 - Sezione B5, Attività di fissaggio

AZIONE PASSATA ABITUALE-RIPETUTA

Es. Venivano ogni giorno a casa mia.

AZIONE IN UN MOMENTO PRECISO


NON CONCLUSA

Es. Ieri alle 10 dormivo.

AZIONI CONTEMPORANEE

Es. Mentre mangiavo, leggevo il giornale.

AZIONE CONCLUSA

Es. Ieri sono rimasto a casa tutto il giorno.

AZIONI SUCCESSIVE CONCLUSE

Es. Ha aperto il frigorifero e ha preso il latte.

AZIONE IN CORSO INTERROTTA

Es. Mentre camminavo, ho incontrato Livio.

DESCRIZIONE

Es. Era bellissimo, aveva i capelli corti e


portava i jeans.

101
Scheda numero 3
Unità 7 - Sezione C4, Attività di fissaggio

L’estate precedente ero andato in Tailandia. La scorsa estate sono andato in vacanza negli USA.

Il fine settimana precedente .................................................... Lo scorso fine settimana ...........................................................


.................................................................................................................. ..................................................................................................................

Il mese precedente ...................................................................... Il mese scorso ................................................................................


.................................................................................................................. ..................................................................................................................

L’inverno precedente ................................................................ L’inverno scorso ...........................................................................


.................................................................................................................. ..................................................................................................................

Il Natale precedente ................................................................... Lo scorso Natale ...........................................................................


.................................................................................................................. ..................................................................................................................

Per il mio compleanno l’anno precedente ..................... Per il mio compleanno lo scorso anno ............................
.................................................................................................................. ..................................................................................................................

102
Scheda numero 4
Unità 7 - Sezione D1, Role-play guidato

G Sai che ieri sera mi sono rivisto Il Gattopardo di Luchino Visconti?

H Hai fatto proprio bene. Quel film io lo rivedo sempre volentieri. È bellissimo!

G Sono d’accordo con te! Luchino Visconti per me è stato davvero un grande regista!

H E poi... Claudia Cardinale... meravigliosa... È stata l’attrice italiana più bella!

G No, non sono d’accordo! La più bella era Sofia Loren!

H E che ne pensi di Alain Delon? In quel film è fantastico...

G D’altronde, il libro stesso di Giuseppe Tomasi di Lampedusa a me è piaciuto molto.

H Anche a me!

È stupendo!
Sì¸è proprio vero!
È meraviglioso!

Sì¸lo penso anch'io!


È incantevole!

Hai ragione!

No, non è vero!

No, non penso.


Gina Lollobrigida!

No, non credo.


Silvana Mangano!

Silvana Pampanini!

A me... insomma... non tanto!

A me lo stesso.

A me solo in parte.

103
Scheda numero 5
Unità 7 - SCOPRI IL CINEMA!

La scena più famosa di


Attrice italiana molto questo film vede la
famosa che ha vinto protagonista femminile
l’Oscar fare il bagno di notte
alla carriera nel 1990. dentro la Fontana di
Trevi.

È uno degli attori più Nel film Il postino il


belli e famosi del protagonista scopre la
cinema italiano. poesia dopo un incontro
È morto nel 1996. con Pablo Neruda.

Il comico romano e il
grande e bellissimo
Ladri di biciclette è uno attore teatrale
dei film più famosi del e cinematografico
neorealismo italiano. hanno recitato insieme
nel film La grande
guerra di Monicelli.

Il film Mediterraneo
Con il film La vita è
racconta la storia di
bella ha vinto tre Oscar
alcuni militari italiani
e ha avuto grande
in Grecia durante
successo in tutto il
la seconda
mondo.
guerra mondiale.

Un famoso comico Quattro film di questo


italiano di origine regista hanno vinto
napoletana che giocava l’Oscar. Lui stesso
spesso con le parole era un bravissimo
in maniera ironica. attore.

La bella attrice di
Con il film Caro diario
origine umbra vive
ha vinto il premio per la
oggi a Parigi
miglior regia al Festival
e ha un grande
di Cannes.
successo internazionale.

104
Scheda numero 6
Unità 7 - Grammatica e Lessico

Imperfetto
parlare leggere dormire
io parlavo leggevo .........................
tu parlavi ......................... dormivi
lui, lei, Lei ......................... leggeva dormiva
noi parlavamo leggevamo .........................
voi parlavate ......................... dormivate
loro ......................... leggevano .........................

Imperfetto irregolare
essere bere dire fare
io ero bevevo ......................... facevo
tu ......................... bevevi dicevi .........................
lui, lei, Lei era ......................... diceva faceva
noi eravamo bevevamo ......................... .........................
voi ......................... bevevate dicevate .........................
loro erano ......................... ......................... facevano

Imperfetto e passato prossimo


Imperfetto
Di solito andavo al lavoro in macchina.
azione passata abituale-ripetuta Da giovane lui non .................. (studiare) molto.
Venivano ogni giorno a casa mia.
Ieri alle 10 dormivo.
azione in un momento preciso non conclusa Il 3 marzo ero già in Italia.
Tre anni fa io .................. (lavorare) ancora in banca.
Imperfetto + imperfetto
Mentre mangiavo, leggevo il giornale.
azioni contemporanee Quando parlava, era sempre nervoso.
Camminava e .................. (parlare) al telefonino.
Passato prossimo
Sono stato in Italia per una settimana.
Sono rimasto a casa tutto il giorno.
azione conclusa
Ho studiato dalle cinque alle otto .
Io .................. (dormire) fino alle nove stamattina.

105
Passato prossimo + passato prossimo
Ha aperto il frigorifero e .................. (prendere) il
latte.
azioni successive concluse
Prima ho acceso la luce e poi la tv.
Ho chiamato Dino e abbiamo parlato a lungo.
Passato prossimo + imperfetto
Mentre camminavo, .................. (incontrare) Livio.
azione in corso interrotta
Mentre ero in macchina, è suonato il cellulare.

Verbi modali all’imperfetto


Sono uscito presto perché dovevo incontrare un amico.
Dopo una settimana di duro lavoro potevamo finalmente fare una gita.
Per qualche motivo Paolo non .............................. invitare Patrizia.
Verbi modali al passato prossimo
Sono uscito presto perché ho dovuto incontrare un amico.
Dopo una settimana di duro lavoro .............................. finalmente fare una gita.
Per qualche motivo Paolo non ha voluto invitare Patrizia.

Il trapassato prossimo
Quando siamo arrivati noi erano partiti.
Ero stanco perché .............................. dormito poco.

Parlare di ricordi
Ricordo che ...
Mi ricordo quella volta che ...
Non dimenticherò mai ...

Esprimere accordo Esprimere disaccordo

Non sono d’accordo (con quel che dici)!


Sono d’accordo (con te)!
Non credo.
Sì, è proprio vero/così!
No, non penso.
Sì, credo anch’io (lo stesso).
No, penso di no.
Sì, è vero! / Hai ragione!
Non è vero!

106
Elementi comunicativi - Fare la spesa al supermercato
e lessicali - Motivare la scelta di un prodotto
- Esprimere gioia, rammarico o disappunto
- Fare la spesa specificando la quantità
- Offrire, accettare, rifiutare un aiuto
- Tipi di contenitori e di negozi

Elementi grammaticali - Pronomi diretti


- Lo so, Lo sapevo, Lo saprò
- Pronome partitivo ne
- Pronomi diretti nei tempi composti
- L’ho saputo - L’ho conosciuto/a
- Pronomi diretti con i verbi modali
- Ce l’ho - Ce n’è

Civiltà - Dove fare la spesa


- Prodotti tipici italiani

Materiale necessario Sezione A, punto 7, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 1 a
pagina 115
Sezione D, punto 2, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 2 a
pagina 116
Sezione E, punto 2, role-play guidato: alcune fotocopie della scheda numero 3 a pa-
gina 117
SU E GIÙ A FARE LA SPESA!: alcune fotocopie della scheda numero 4 a pagina 118
e alcuni dadi
Grammatica e Lessico: alcune fotocopie della scheda numero 5 alle pagine 119 e 120

Per cominciare... - Procedete al riscontro in plenum.


Soluzione: 1, 4, 5, 6
1
- In plenum osservate le immagini e invitate gli stu- A Per me due etti di Parmigiano.
denti ad associarvi le parole date.
1
- Chiedete agli studenti quali tra i prodotti indicati - Fate ascoltare di nuovo il dialogo per dare la pos-
comprano più spesso e volentieri. sibilità agli studenti di confermare o meno le pro-
Soluzione: 1. yogurt, 2. biscotti, 3. latte, 4. caffè, 5. prie risposte all’attività precedente.
parmigiano, 6. mele, 7. arance, 8. prosciutto
2
2 - Fate ascoltare ancora il dialogo chiedendo ai corsi-
- Fate ascoltare il dialogo chiedendo agli studenti di sti di leggere contemporaneamente il testo e di
concentrarsi sui prodotti di cui parlano le due concentrarsi sulla pronuncia.
ragazze. - Invitate gli studenti a sottolineare le parole rispetto
- Procedete al riscontro in plenum. alle quali hanno qualche difficoltà di pronuncia e
Soluzione: caffè, biscotti, mele, banane, formaggio poi, se necessario, fate ascoltare ancora al fine di
risolvere i dubbi.
3 - Fate lavorare gli studenti in coppia chiedendo loro
- Fate ascoltare nuovamente il dialogo con l’obiettivo di assumere i ruoli di Ilaria e Donatella e di legge-
di indicare, tra quelle date, le affermazioni corrette. re il dialogo.

107
3 - Procedete al riscontro in plenum.
- Invitate gli studenti a porsi reciprocamente le do- Soluzione: lo, lo, li, li, li, le, le, le, lo
mande relative al dialogo e a rispondere.
Soluzione: 1. Perché Sergio preferisce Illy alle altre 6
marche; 2. Perché a Sergio piacciono tanto e perché - Invitate gli studenti a riassumere brevemente per
la confezione è più economica; 3. Compra le banane iscritto il dialogo introduttivo.
perché non ci sono le mele rosse che piacciono a
Sergio, ma soltanto quelle verdi; 4. Ilaria compra due 7
etti di Parmigiano Reggiano e Donatella compra il - Osservate in plenum le tre domande e le tre rispo-
Grana Padano ste: ancora una volta possiamo provare a sostituire
i pronomi con i sostantivi a cui si riferiscono e
4 quindi avremo la seguente situazione:
- Scrivete alla lavagna: lo = il caffè le = le banane
Le ricordo Lo prendi anche tu? la = Giorgia
- Riflettete in plenum: le due frasi sono presenti - Analizziamo solamente le risposte:
nella prima battuta di Donatella, nel dialogo del Perché lo preferisco agli altri.
punto A1. Esaminate la prima, le ricordo. Che cosa No, le trovo troppo mature.
ricorda Donatella? Lasciate che gli studenti vi sug- Sì, la conosco bene.
geriscano la risposta, ovvero Donatella ricorda le
cose che deve comprare. Passate quindi alla secon- - Naturalmente se leggiamo solamente la risposta
da lo prendi anche tu? Che cosa prende Ilaria? Ila- non riusciamo a capire il messaggio e potremmo
ria prende il caffè. porre delle domande:
- Annotate le frasi della battuta alla lavagna e scri- Che cosa preferisce agli altri? il caffè (lo)
vete accanto il loro equivalente. Sostituite il pro- Che cosa trova troppo mature? le banane (le)
nome con l’informazione per esteso, facendovela Chi conosce bene? Giorgia (la)
suggerire dagli studenti: - A questo punto possiamo affermare che i pronomi
Le ricordo = Ricordo le cose che devo comprare visti finora rispondono alle domande chi?/che co-
Lo prendi anche tu? = Prendi anche tu il caffè? sa? e rappresentano quindi il complemento ogget-
to o oggetto diretto della frase. Una volta che l’og-
- Che cosa sostituiscono i pronomi le e lo? getto in questione è stato menzionato, è possibile
le = le cose lo = il caffè sostituirlo ricorrendo al pronome diretto, per evita-
re ripetizioni.
- Invitate gli studenti a ricercare nel dialogo altri
pronomi simili a le e lo. - Osservando la tabella vediamo che mi e ti si riferi-
scono rispettivamente alla prima e seconda perso-
- Procedete al riscontro in plenum, chiedendo agli na singolare, lo alla terza persona maschile singo-
studenti di indicarvi a quali sostantivi si riferisco- lare, la alla terza persona femminile singolare, La
no i pronomi individuati. alla forma di cortesia, ci e vi rispettivamente alla
prima e seconda persona plurale, li alla terza per-
- Annotate il risultato alla lavagna: sona maschile plurale, le alla terza persona femmi-
ne = tre, quattro caffè lo, lo, lo, lo = caffè nile plurale.
li = i biscotti le, le = mele
Lo = questo, questa cosa lo = Sergio Attività di fissaggio
- Dividete la classe in gruppi di quattro o cinque
5 persone. Fotocopiate la scheda numero 1 a pagina
- Fate lavorare gli studenti individualmente e chie- 115 e consegnatene una copia ad ogni gruppo.
dete loro di completare il dialogo tra Donatella e
- Chiedete agli studenti di immaginare la seguente
Giorgia con i pronomi dati.
situazione: in occasione della fine del corso si è

108
deciso di organizzare una serata in allegria. Gli or- persona che parla è contenta e in quali non lo è?
ganizzatori hanno fatto una lista delle cose che ser- Soluzione: chi parla è contento nelle frasi c, d, f ; chi
vono ed ora bisogna suddividersi i compiti e sta- parla non è contento nelle frasi a, b, e
bilire chi porta cosa. Gli studenti inseriscono i loro
- Il plenum leggete le espressioni utilizzate per
nomi nella colonna a sinistra della tabella e uno
esprimere gioia e quelle usate per esprimere ram-
studente comincia ponendo la prima domanda sot-
marico o disappunto.
tostante: Chi porta la birra? Gli altri dovranno de-
cidere chi porta la birra, mettere una crocetta in
3
corrispondenza del nome dello studente e dell’og-
- Fate lavorare gli studenti individualmente e lascia-
getto da lui portato e formulare la frase, ad esem-
te loro il tempo per completare le frasi con le
pio: La porta Florian. Colui che porta l’oggetto
espressioni appena viste.
nominato procederà con la domanda successiva e
così via fino a completare la tabella. - Procedete al riscontro in plenum.
Soluzione: Accidenti/Mannaggia – Che bella notizia/
- Invitate gli studenti a conservare il loro elaborato.
Che bello – Che bello/Che bella sorpresa – Peccato/
Che peccato – Che rabbia/Che brutta notizia/
8
Accidenti/Mannaggia/Peccato/Che peccato – Che
- Fate lavorare gli studenti in coppia: osservando la
bello
tabella a turno si risponde alle domande secondo il
modello dato.
4
Soluzione: 1. La faccio io, 2. Le incontro oggi, 3. Ci
- Fate lavorare gli studenti in coppia: invitateli ad al-
accompagnano alcuni amici, 4. Sì, lo conosco anch’io,
ternarsi nei ruoli di A e B e a svolgere il role-play
5. Sì, ma ti sento male
dato.
9
- Osservate in plenum le frasi contenute nei fumetti:
C Quanto ne vuole?
in questi due casi il pronome lo si riferisce all’in-
tera frase precedente o ad una serie di suoi compo- 1
nenti, ovvero so che il Grana Padana costa di - Lasciate agli studenti qualche minuto di tempo a
meno e non sapevo che non mangi volentieri le disposizione per mettere in ordine il dialogo.
mele rosse quindi assume valore neutro. - Procedete al riscontro in plenum.
Soluzione: 1, 4, 5, 8, 6, 7, 3, 2
- Invitate gli studenti a lavorare in coppia e a com-
pletare le risposte con lo so, lo sapevo, lo saprò. 2
Soluzione: 1. No, non lo so; 2. Sì, lo sapevo; 3. Sì, lo - Scrivete alla lavagna:
so; 4. Lo saprò stasera; 5. No, non lo sapevo
ne prendo tre
B Che bello! ne prendo due
quanto ne vuole?
1 - Riflettete in plenum: le tre frasi sono contenute nel
- In plenum osservate i disegni e formulate delle dialogo al punto 1. Esaminate la prima, ne prendo
ipotesi: che cosa fanno le persone rappresentate? tre: Che cosa prende la signora? Lasciate che gli
Qual è il loro stato d’animo? studenti vi suggeriscano la risposta, ovvero La si-
gnora prende tre etti di prosciutto crudo. Passate
- Fate ascoltare il dialogo e chiedete agli studenti di
quindi alla seconda ne prendo due: Che cosa pren-
abbinare le frasi ai disegni.
de la signora? La signora prende due litri di latte.
Soluzione: (dall’alto al basso e da sinistra verso de-
Infine la terza frase Quanto ne vuole?: Che cosa
stra) c, e, a, b, d, f
vuole la signora? La signora vuole una certa
quantità di prosciutto.
2
- Osservate in plenum le frasi date: in quali casi la - Annotate le frasi alla lavagna e scrivete accanto il

109
loro equivalente sostituendo il pronome con l’in- svolgere un dialogo simile a quello del punto C1
formazione per esteso, facendovela suggerire dagli con l’aiuto delle parole date.
studenti:
D Dove li hai comprati?
Ne prendo tre = Prendo tre etti di prosciutto crudo
Ne prendo due = Prendo due litri di latte
Quanto ne vuole? = Quanto prosciutto vuole? 1
- Fate lavorare gli studenti in coppia. Il compito
- Che cosa sostituisce il pronome ne? consiste nel leggere il dialogo e rispondere alle
domande.
ne = (tre etti) di prosciutto crudo
ne = (due litri) di latte - Procedete al riscontro in plenum.
ne = (una certa quantità) di prosciutto Soluzione: 1. Li ha comprati da Bulgari, 2. Le ha com-
prate per il matrimonio di Alessia, 3. Perché Alessia e
- Analizziamo ancora le frasi:
Fabrizio non l’hanno invitata al loro matrimonio, 4.
Ne prendo tre Dino e altri vecchi amici
Ne prendo due
Quanto ne vuole? 2
- Scrivete alla lavagna:
- Anche in questo caso se leggiamo solamente que-
ste frasi non riusciamo a capire il messaggio e po-
l Che begli orecchini! Dove li hai comprati?
tremmo porre delle domande: l Li ho comprati da Bulgari.
Che cosa prende? Prendo 3 etti di prosciutto
crudo = ne prendo 3 etti
Che cosa prende? Prendo 2 litri di latte = ne pren-
l A me piacciono le tue scarpe.
l Grazie! Le ho comprate per il matrimonio
do 2 litri
di Alessia.
- A questo punto possiamo affermare che il pronome
ne, come gli altri pronomi diretti visti alla sezione - Anche in questo caso li e le sostituiscono il com-
A, risponde alle domande chi?/che cosa? e rappre- plemento oggetto, gli orecchini e le scarpe. Invi-
senta quindi il complemento oggetto o oggetto di- tate gli studenti a riflettere sulle frasi Li ho com-
retto della frase. In questo caso però il pronome si prati da Bulgari e Le ho comprate per il matrimo-
usa per indicare una determinata quantità del nio di Alessia e chiedete loro se notano qualcosa di
sostantivo a cui si riferisce e non cambia in rela- particolare. Discutete insieme: le due frasi in que-
zione al numero e al genere del sostantivo stesso. stione sono al passato prossimo e hanno come au-
siliare il verbo avere. Nonostante ciò il participio
- Osservate in plenum la tabella: oltre a quanto detto passato è declinato per genere e numero a seconda
possiamo notare che ne si usa nella negazione as- del sostantivo a cui si riferisce il pronome diretto
soluta non ne conosco nessuna, ma non si usa con che precede il verbo.
tutto/i/a/e, infatti nei casi in cui è presente tutto,
non ci si riferisce più ad una quantità dell’elemen- - In plenum osservate la tabella. Fate osservare che
to in questione, ma all’intero, all’intera quantità per le forme singolari del pronome diretto di terza
dell’elemento. persona lo e la è possibile l’elisione della vocale
davanti al verbo avere. Nel caso dei pronomi plu-
3 rali, invece, la vocale si conserva per distinguerli
- Invitate gli studenti a lavorare in coppia: a turno si dalle rispettive forme singolari.
rivolgono le domande date e rispondono tenendo
conto degli esempi forniti in tabella. Attività di fissaggio
Soluzione: 1. Ne vorrei un chilo; 2. Io ne prendo tre; - Ricostituite i gruppi formati per l’attività del punto
3. Sì, ne compro una dozzina di bottiglie; 4. Ne ab- A7. Fotocopiate la scheda numero 2 a pagina 116
biamo quattro; 5. No, ne compro solo uno e consegnatene una copia ad ogni gruppo.

- Chiedete agli studenti di immaginare stavolta la


4
- Fate lavorare gli studenti in coppia e invitateli a seguente situazione: dopo essersi preoccupati di

110
dividersi i compiti in relazione a quanto da procu- E Ti posso aiutare?
rare per la festa di fine corso, è finalmente arriva-
to il giorno stabilito e, prima di iniziare a prepara- 1
re, si controlla che tutto sia veramente disponibile. - Fate ascoltare i mini dialoghi e chiedete agli stu-
Gli studenti inseriscono i loro nomi nella colonna denti di indicare se chi risponde accetta o rifiuta
a sinistra della tabella e uno studente comincia po- l’aiuto offerto.
nendo la prima domanda sottostante: Chi ha porta-
to la birra? Gli altri dovranno cercare di ricordare - Procedete al riscontro in plenum.
chi aveva il compito di portare la birra, mettere una Soluzione: accetta: 2, 3, 4; non accetta: 1, 5, 6
crocetta in corrispondenza del nome dello studen-
te e dell’oggetto da lui portato e formulare la frase, 2
ad esempio: L’ha portata Florian. Chi risponde - Richiamate l’attenzione degli studenti sulle espres-
procederà con la domanda successiva e così via sioni presenti in tabella, utili ad offrire collabora-
fino a completare la tabella. zione e aiuto, ad accettarli e a rifiutarli.

- Al termine gli studenti possono confrontare il fo- - Fate ascoltare di nuovo i mini dialoghi e chiedete
glio dell’attività del punto A7 con quello appena agli studenti di indicare quali espressioni, tra quel-
elaborato e vedere se i piani sono stati rispettati o le appena viste, hanno ascoltato.
meno! - Procedete al riscontro in plenum.
Soluzione: Ti posso aiutare?; No, grazie; Vuoi una
3 mano?; La posso aiutare?; La ringrazio tanto; Hai
- Invitate gli studenti a lavorare in coppia: a turno si bisogno di aiuto?; Posso fare qualcosa?; Grazie, mol-
rivolgono le domande date e rispondono secondo il to gentile
modello.
- Procedete al riscontro in plenum. Role-play guidato
Soluzione: 1. Li ho visitati l’anno scorso; 2. No, ne - Fotocopiate la scheda numero 3 a pagina 117. Fate
abbiamo lette solo alcune; 3. Sì, l’ho comprato ieri; 4. lavorare gli studenti in coppia e consegnate ad
Sì, le abbiamo conosciute tutte; 5. Ne ho letto solo ognuna una scheda. Invitate gli studenti a ripetere
uno; 6. Perché oggi ne ho già presi tre più volte il dialogo, sostituendo le informazioni
scritte in caratteri diversi con quelle contenute nei
4 riquadri sottostanti, con lo stesso carattere.
- Invitate gli studenti a lavorare in coppia: questa
volta si tratta di completare il dialogo con la forma 3
verbale giusta tra quelle date a piè pagina. - Invitate gli studenti a lavorare in coppia e, alter-
nandosi, a utilizzare le espressioni viste per svol-
- Procedete al riscontro in plenum. gere i brevi dialoghi indicati nel role-play.
Soluzione: 1. lo sapevi, 2. L’ho saputo, 3. l’ha cono-
sciuto, 4. Lo aveva conosciuto, 5. l’ho saputo 4
- Fate lavorare gli studenti in coppia: il compito
5 consiste nel leggere il dialogo e rispondere alle
- Osservate la tabella e discutete della differenza di domande.
significato tra l’ho saputo e lo sapevo, la conosce-
vo e l’ho conosciuta: lo sapevo e la conoscevo in- - Procedente al riscontro in plenum.
dicano uno stato in cui si trovava il parlante che è Soluzione: 1. b, 2. b, 3. b
quello di sapere/non sapere, conoscere/non cono-
scere qualcuno o qualcosa. Le due espressioni al 5
passato prossimo invece, l’ho saputo e l’ho cono- - Scrivete alla lavagna:
sciuta, indicano l’azione di venire a sapere qualco- mi puoi accompagnare?
sa o fare la conoscenza di qualcuno in un momen- devo comprarlo oggi
to preciso.
- Chiedete agli studenti di indicarvi cosa notano
nella posizione dei pronomi mi e lo.

111
- Riflettete in plenum: i pronomi diretti finora visti 2
compaiono immediatamente prima del verbo. Se - In plenum osservate le immagini dei vari negozi e
osserviamo quanto scritto alla lavagna, vediamo invitate gli studenti ad abbinarli ai prodotti della
che il pronome appare immediatamente prima del lista.
verbo in mi puoi accompagnare? e unito all’infini-
to in devo comprarlo oggi. La possibilità di aggan- - Procedete al riscontro in plenum, sottolineando
ciare il pronome all’infinito, che in questi casi l’alternarsi delle diverse preposizioni in e al da-
perde la e finale, dipende dalla presenza dei verbi vanti ai sostantivi che indicano i tipi di negozi e
modali dovere, volere e potere. La posizione del dal davanti al sostantivo relativo alla persona che
pronome, immediatamente prima del verbo o unito vende un certo tipo di prodotto.
all’infinito diventa quindi una libera scelta del par- Soluzione: compriamo: 1. un dizionario in libreria, 2.
lante e non incide minimamente sul significato e la un mazzo di rose dal fioraio, 3. uno yogurt al super-
correttezza della frase. mercato, 4. i dolci in pasticceria, 5. un medicinale in
farmacia, 6. un chilo di arance dal fruttivendolo, 7. il
6 pane in panetteria, 8. i gamberi freschi dal pesciven-
- Sulla base di quanto detto, invitate gli studenti a dolo
completare la tabella. - Discutete in plenum: tutti i prodotti della lista pos-
- Procedete al riscontro in plenum. sono essere acquistati al supermercato oppure nei
Soluzione: Ti, vederci, Vi, accompagnarle relativi negozi specializzati. Quali sono le abitudi-
ni degli studenti? Dove preferiscono fare la spesa?
7
- Invitate gli studenti a lavorare in coppia e, alter- G Ce l’hai o no?
nandosi, a dare due risposte per ogni domanda, co-
me esemplificato dal modello. 1
Soluzione: 1. La devo parcheggiare qui/Devo parcheg- - Fate lavorare gli studenti in coppia. Il compito
giarla qui perché è l’unico posto, 2. Li vogliamo invi- consiste nel leggere il dialogo e mettere in ordine
tare/Vogliamo invitarli perché sono nostri amici, 3. Le cronologico le affermazioni sottostanti.
vuole accompagnare/Vuole accompagnarle perché è - Procedete al riscontro in plenum.
tardi, 4. Lo posso consegnare/Posso consegnarlo fra Soluzione: 1. a, 2. b, 3. e, 4. d, 5. c
un’oretta, 5. Ne devo comprare/Devo comprarne un
chilo 2
- Scrivete alla lavagna:
F Vocabolario
l Hai la lista della spesa?
l Sì, ce l’ho.
1
- Fate lavorare gli studenti in coppia. Il compito con- - Riflettete in plenum: il pronome l’ sta per la e si
siste nel collegare ogni contenitore al proprio con- riferisce alla lista della spesa. Nella risposta però è
tenuto. presente anche il pronome ci che davanti ad un
altro pronome si trasforma in ce. In questo caso ci,
- Scrivete alla lavagna:
trasformato in ce è un semplice rinforzo semantico
Questo/a è un/una... e fonico che però in frasi di questo genere diventa
obbligatorio, infatti la semplice risposta Sì, l’ho
- Richiamate l’attenzione sulla presenza della pre- non si usa. Osservando la tabella è possibile vede-
posizione di e invitate gli studenti a formulare le re come le risposte alle domande presenti richieda-
frasi per intero, ad esempio questa è una lattina di no l’utilizzo costante di ce.
Coca cola, questo è un tubetto di dentifricio ecc.
- Procedete al riscontro in plenum. Attività di fissaggio
Soluzione: una lattina di Coca cola, un tubetto di den- Scrivete alla lavagna:
tifricio, un vasetto di marmellata, una scatoletta di ton-
no, una bottiglia d’acqua, un pacchetto di spaghetti l Hai le chiavi?
l Sì, ce le ho.

112
l Hai il telefonino? 3
l No, non ce l’ho. - Chiedete ai corsisti di scrivere una breve storia
cominciando con le parole indicate. Tale attività
- Dividete la classe in due gruppi. A turno ogni grup- potrà essere svolta sia come compito a casa che in
po deve rivolgervi delle domande per cercare di in- classe. In entrambi i casi chiedete agli studenti di
dovinare gli oggetti, naturalmente non visibili, che consegnarvi i propri elaborati affinché possiate
avete con voi al momento. Stabilite un massimo di restituirli corretti.
domande, ad esempio 15.
- Assegnate un punto per ogni domanda a cui ri- Conosciamo l’Italia
sponderete affermativamente e dichiarate vincitore Dove fare la spesa
il gruppo che detiene il maggior punteggio al ter-
mine delle 15 domande. - Invitate gli studenti a leggere individualmente il
testo sui negozi italiani a pagina 130 del Libro del-
- Nella seconda fase dell’attività gli studenti lavora-
lo studente e a indicare le informazioni in esso pre-
no in gruppi di tre persone: due studenti domanda-
senti. A tale scopo esortateli ad avvalersi dell’aiu-
no a turno che cosa ha con sé al momento il terzo
to offerto dal glossario in fondo a pagina 131 ed
studente. Chi, su quindici, formula il maggior nu-
eventualmente di un buon dizionario.
mero di domande a cui il compagno risponderà in
modo affermativo, ha diritto ad essere colui che sa- - Procedete al riscontro in plenum.
rà interrogato dagli altri due compagni. Soluzione: 1, 3, 4

3 Prodotti tipici italiani


- Invitate gli studenti a lavorare in coppia e, alter-
nandosi, a dare le risposte alle domande indicate. - Invitate gli studenti a leggere individualmente i
Soluzione: 1. Ce n’è una; 2. Sì, ce ne sono due; 3. Ce brevi testi sui prodotti tipici italiani a pagina 131 e
li ha Pamela; 4. No, non ce l’ho io; 5. Sì, ce le abbia- ad abbinare le informazioni al testo giusto. A tale
mo scopo esortateli ad avvalersi dell’aiuto offerto dal
glossario in fondo alla pagina ed eventualmente di
H Abilità un buon dizionario.
- Procedete al riscontro in plenum.
1
- Fate ascoltare la traccia 42 (esercizio 21, pagina 86 Soluzione: 1. b, 2. c, 3. c, 4. b, 5. a, 6. a
del Quaderno degli esercizi) e invitate gli studenti - Esortate gli studenti ad usufruire delle attività on-
a: a) indicare i prodotti acquistati da Guido e Gra- line previste dall’unità 8.
zia e b) rispondere alle domande.
- Procedete con il riscontro in plenum. Autovalutazione
Soluzione: a) latte, formaggio, Kinder allo yogurt, - Invitate gli studenti a svolgere individualmente il
olio biologico, sugo Barilla, funghi, detersivo, caffe, test di autovalutazione e a controllare le soluzioni
crema idratante, gel, shampoo e dentifricio. b) 1. A a pagina 191 del Libro dello studente.
Grazia piace solo lo yogurt alla frutta ogni tanto; 2.
Scelgono il sugo Barilla perché è più buono; 3. SU E GIÙ A FARE LA SPESA!
Comprano Lavazza perché è in offerta speciale; 4. I - Fate lavorare gli studenti in gruppi di tre-cinque
ragazzi, alla fine, comprano la crema idratante, il gel persone. Fotocopiate la scheda numero 4 a pagina
per i capelli, uno shampoo e un dentifricio 118 e consegnatene una copia ad ogni gruppo, in-
sieme ad un dado.
2
- Il primo studente lancia il dado ed avanza fino alla
- Sulla base delle due situazioni date, invitate gli
casella corrispondente al numero tirato. Lì deve
studenti ad alternarsi nei ruoli di A e B e a svolge-
eseguire il compito richiesto e gli altri devono
re i due dialoghi del role-play.
decidere se la sua risposta è corretta o meno. Se la

113
risposta è corretta, lo studente può rimanere nella
casella, altrimenti deve tornare alla casella da cui è
partito. Se lo studente arriva in una casella con la
freccia rivolta verso l’alto può salire alla casella
indicata dalla freccia. Se arriva in una casella con
la freccia rivolta verso il basso deve scendere alla
casella indicata dalla freccia. Vince colui che arri-
va primo al traguardo.

Grammatica e Lessico
- Fotocopiate la scheda numero 5 alle pagine 119 e
120, distribuite le fotocopie agli studenti e chiede-
te di completarle con gli elementi grammaticali e
lessicali mancanti.
- Fate confrontare il risultato prima con il compagno
di banco e poi con gli schemi presenti nel testo nel
corso dell’unità 8.
- Lasciate agli studenti il tempo per concentrarsi su
questa attività di ripetizione e controllo e invitate-
li a riferire eventuali dubbi o argomenti che non so-
no chiari per poterli discutere in plenum.

114
Scheda numero 1
Unità 8 - Sezione A7, Attività di fissaggio
piatti e
sugo di macchina posate di
birra spaghetti vino caffè frutta bibite patatine formaggi dolce insalata salumi CD bicchieri
pomodoro fotografica plastica
di carta

Chi porta la birra? La porta ................................................. Chi porta il caffè? .....................................................................

Chi porta i formaggi? ..................................................................... Chi porta la macchina fotografica? .....................................................................

Chi porta gli spaghetti? ..................................................................... Chi porta la frutta? .....................................................................

Chi porta il dolce? ..................................................................... Chi porta i CD? .....................................................................

Chi porta il sugo di pomodoro? ..................................................................... Chi porta le bibite? .....................................................................

Chi porta l’insalata? ..................................................................... Chi porta piatti e bicchieri di carta? .....................................................................

Chi porta il vino? ..................................................................... Chi porta le patatine? .....................................................................

Chi porta i salumi? ..................................................................... Chi porta le posate di plastica? .....................................................................

115
Scheda numero 2

116
Unità 8 - Sezione D2, Attività di fissaggio
piatti e
sugo di macchina posate di
birra spaghetti vino caffè frutta bibite patatine formaggi dolce insalata salumi CD bicchieri
pomodoro fotografica plastica
di carta

Chi ha portato la birra? L’ha portata .......................................... Chi ha portato il caffè? .....................................................................

Chi ha portato i formaggi? ..................................................................... Chi ha portato la macchina fotografica? .....................................................................

Chi ha portato gli spaghetti? ..................................................................... Chi ha portato la frutta? .....................................................................

Chi ha portato il dolce? ..................................................................... Chi ha portato i CD? .....................................................................

Chi ha portato il sugo di pomodoro? ..................................................................... Chi ha portato le bibite? .....................................................................

Chi ha portato l’insalata? ..................................................................... Chi ha portato piatti e bicchieri di carta? .....................................................................

Chi ha portato il vino? ..................................................................... Chi ha portato le patatine? .....................................................................

Chi ha portato i salumi? ..................................................................... Chi ha portato le posate di plastica? .....................................................................


Scheda numero 3
Unità 8 - Sezione E2, Role-play guidato

G Non so come fare! Non ho trovato il libro di storia per l’esame...

H Dai, non preoccuparti. Ti posso aiutare?

G Grazie, ma non importa. ... Il problema è che sono andata in tutte le librerie della città: è esaurito dap-
pertutto!

H Lo so! Ma posso chiedere a Laura. Lei lo aveva comprato l’anno scorso.

G Davvero? Grazie! Sei molto gentile!

H Non c’è di che! Piuttosto il problema è l’esame... Io non so da dove cominciare!

G Hai bisogno di aiuto? Se vuoi ho tutti gli appunti e magari possiamo studiare insieme.

H Oh, questa sì che è una bella notizia!

No, grazie, non fa niente!


Posso darti una mano?

Ti ringrazio, ma non serve!


Vuoi una mano?

Posso essere d'aiuto? Grazie, ma non è possibile!

Ti ringrazio! Posso fare qualcosa per te?

Grazie mille! Ti posso aiutare?

Grazie davvero! Serve aiuto?

117
Scheda numero 4
Unità 8 - SU E GIÙ A FARE LA SPESA!

36 35 34 33 32 31

118
Prova a dire il nome di
Arrivo Cosa dici per accettare Lancia il dado un’altra Dove hai comprato le almeno quattro prodotti
un aiuto? volta! scarpe che indossi in che puoi comprare dal
questo momento? fruttivendolo.

25 26 27 28 29 30
Prova a dire il nome di
Come si chiama Cosa dici per offrire almeno quattro prodotti Quali sono gli
il contenitore aiuto? che puoi comprare al ingredienti del
dell’acqua? supermercato. tiramisù?

24 23 22 21 20 19
Chiedi ad un
Cosa hai comprato compagno quanta Come si chiama il Dove hai comprato i Come si chiama il
l’ultima volta che hai pasta mangia in media contenitore del tonno? libri di italiano? contenitore del
fatto la spesa? in una settimana. dentifricio?

13 14 15 16 17 18
Prova a dire il nome di Chiedi ad un
almeno quattro prodotti Come si chiama il Cosa dici per compagno quanti
che puoi comprare in contenitore della esprimere rammarico? libri legge
pasticceria. marmellata? in un anno.

12 11 10 9 8 7
Prova a dire il nome di Da quale città
Cosa dici per rifiutare almeno quattro prodotti proviene il prosciutto Lancia il dado Quali sono gli
un aiuto? che puoi comprare dal più famoso un’altra volta! ingredienti principali
tabaccaio. d’Italia? della pizza?

1 2 3 4 5 6

Partenza Il nome di due Cosa dici per Chiedi a un tuo Lancia il dado
formaggi italiani esprimere gioia? compagno quanti un’altra volta!
molto famosi. caffè beve al giorno.
Scheda numero 5
Unità 8 - Grammatica e Lessico

Pronomi diretti
mi salutano salutano me
....... ascolto con attenzione ascolto te
lo troviamo molto bello troviamo lui molto bello
....... incontro ogni giorno incontro lei ogni giorno
La ringrazio vivamente ringrazio Lei
ci conosce bene conosce noi bene
vi prego di non fumare prego voi di non fumare
....... chiamo spesso chiamo loro spesso
le vedo per strada vedo loro per strada

Il pronome partitivo ne
Quanti caffè bevi al giorno? Ne bevo almeno due.
Vuole anche del pane, signora? Sì, ....... vorrei un chilo.
Hai bevuto molto vino ieri? No, ne ho bevuto solo un bicchiere.
Conosci quelle ragazze? No, non ....... conosco nessuna.
Compri spesso riviste? Sì, ne compro molte ogni mese.
Quanti amici italiani hai? Ormai ne ho parecchi.

I pronomi diretti nei tempi composti


Quel ragazzo l’ho conosciut....... un anno fa.
Quella ragazza l’ho vista proprio ieri.
Quei ragazzi li ho incontrati la settimana scorsa.
Quelle ragazze le ho invitat....... a casa mia.
Di amici veri ne ho avut....... uno solo.
Di lettere non ne ho ricevuta nessuna.
Di film italiani ne ho vist....... molti.
Di gite ne ho fatte tantissime.

I pronomi diretti con i verbi modali


Mi puoi portare a casa? Puoi portar....... a casa?
....... devo convincere. Devo convincerti.
Lo voglio comprare. Voglio comprar.......
....... devo invitare. Devo invitarla.
Signorina, non La posso aiutare. Signorina, non posso aiutar.......
Ci vogliono vedere. Vogliono vederci.
Vi devono conoscere. Devono conoscer.......
Non li posso incontrare. Non posso incontrarli.
....... voglio accompagnare. Voglio accompagnarle.

Di pillole ne devo prendere una al giorno. Devo prender....... una al giorno.


Di esperienze ....... voglio fare molte. Di esperienze voglio farne molte.
Di soldi ne posso spendere pochi. Di soldi posso spender....... pochi.

119
Esprimere gioia Esprimere rammarico, disappunto
Che bello! Peccato!
Che bella idea! Che peccato!
Che bella giornata! Mannaggia!
Che bella sorpresa! Accidenti!
Che bella notizia! Che .............. notizia!
Che fortuna! Che rabbia!

Lo so!
Sapevi che andavano a vivere insieme? No, non .............. sapevo.
Come hai saputo del matrimonio di Alessia? L’ho saputo da un’amica comune.
Conoscevi la sorella di Loredana? Sì, la ....................... già.
Dove l’hai conosciuta? L’ho conosciuta ad una festa.

Offrire collaborazione/aiuto Accettare Rifiutare


Ti posso aiutare?
Vuoi una mano?
Grazie, sei molto gentile! Grazie, ma non importa.
Posso ....................... d’aiuto?
Volentieri! No, grazie, non ........... niente.
Hai bisogno di aiuto/di qualcosa?
La ....................... tanto! Grazie, faccio anche da solo.
Posso ....................... qualcosa per te/per Lei?
La posso aiutare in qualche modo?

Ce l’ho!
Hai il permesso di soggiorno? Sì, ce l’ho.
Hai la carta di credito? No, non .............. l’ho ancora.
Hai tu i nostri passaporti? Sì ce li .............. io.
Hai per caso le mie chiavi? No, mi spiace, non ce le ho.

C’è del vino? Sì, ce n’è una bottiglia.


C’è un portacenere? No, non ce n’è nemmeno uno.
Ci sono molti turisti in Italia? Sì, ce ne .............. molti.
Ci sono abbastanza olive verdi? Ce ne sono, ma poche.

120
Elementi comunicativi - Raccontare un incontro
e lessicali - Espressioni utili per fare le spese: taglia, numero, colore,
stile, prezzo, pagamento in contanti o con carta di credito
- Capi di abbigliamento
- Colori
- Chiedere ed esprimere un parere
- Espressioni e verbi impersonali

Elementi grammaticali - Verbi riflessivi


- Verbi riflessivi reciproci
- Verbi riflessivi nei tempi composti
- Verbi riflessivi con i verbi modali
- Forma impersonale

Civiltà - La moda italiana

Materiale necessario Sezione A, punto 6, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 1 a
pagina 128 e alcuni dadi
Sezione A, punto 9, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 1 a
pagina 128 e alcuni dadi
Sezione B, punto 5, role-play guidato: alcune fotocopie della scheda numero 2 a pa-
gina 129
Sezione F, punto 3, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 3 a
pagina 130 e alcuni dadi
SU E GIÙ A FARE LE SPESE!: alcune fotocopie della scheda numero 4 a pagina
131 e alcuni dadi
Grammatica e Lessico: alcune fotocopie della scheda numero 5 alle pagine 132 e 133

Per cominciare... - Procedete al riscontro in plenum.


Soluzione: 1. b, 2. a, 3. b, 4. b
1
- In plenum osservate le immagini e invitate gli stu- A Un incontro
denti a cercare di individuare quale negozio vende
abiti, quale scarpe e quale accessori vari. 1
Soluzione (da sinistra a destra): scarpe, accessori, abiti - Fate ascoltare di nuovo il dialogo per dare la pos-
sibilità agli studenti di confermare o meno le pro-
2 prie risposte all’attività precedente.
- Osservate le immagini a pagina 134: a quali situa-
zioni si riferiscono? Se le consideriamo le illustra- 2
zioni di una storia, che tipo di storia possiamo im- - Invitate gli studenti ad osservare i disegni della
maginare? Lasciate che gli studenti formulino le pagina precedente e a collegare ognuno di essi ad
loro ipotesi. un verbo del dialogo.
- Procedete al riscontro in plenum.
3 Soluzione: 1. mi sento (proprio) distrutto, 2. mi alzo
- In plenum leggete il test a risposta multipla. alle sette, 3. ci eravamo incontrati, 4. ci siamo diverti-
- Fate ascoltare il dialogo chiedendo agli studenti di ti, 5. ti sei innamorato
concentrarsi sulle informazioni necessarie ad indi-
viduare le affermazioni esatte tra quelle proposte 3
dal test. - Fate ascoltare ancora il dialogo chiedendo ai corsi-
121
sti di leggere contemporaneamente il testo e di nito. Se osserviamo l’esempio dato, Patrizia si ve-
concentrarsi sulla pronuncia. ste, notiamo che il soggetto e l’oggetto coincidono,
infatti il significato della frase è Patrizia veste se
- Invitate gli studenti a sottolineare le parole rispet-
stessa.
to alle quali hanno qualche difficoltà di pronuncia
e poi fate ascoltare ancora, se necessario, al fine di - Passando ad osservare il verbo divertirsi, presente
risolvere i dubbi. in tabella, possiamo innanzitutto vedere che questo,
come vestirsi, è un verbo riflessivo. Con i verbi
- Fate lavorare gli studenti in coppia chiedendo loro
riflessivi dobbiamo coniugare il verbo normalmen-
di assumere i ruoli di Carlo e Vittorio e di leggere
te e farlo precedere dal pronome riflessivo opportu-
il dialogo.
no. A tale scopo invitate gli studenti a suggerirvi i
- Invitate gli studenti a porsi reciprocamente le do- due pronomi mancanti, basandosi sugli esempi di
mande relative al dialogo e a rispondere. verbi riflessivi precedentemente incontrati.
Soluzione: ti, si
- Procedete al riscontro in plenum.
Soluzione: 1. Perché ieri sera ha fatto le ore piccole, - A questo punto potete coniugare anche il verbo
2. È andato alla sua festa, 3. Si erano incontrati l’an- vestirsi, aggiungendo alla coniugazione di vestire,
no scorso, 4. Si rivedranno domani sera scritta alla lavagna, i relativi pronomi riflessivi mi,
ti, si, ci, vi, si.
4
- Fate lavorare gli studenti individualmente e chie- Attività di fissaggio
dete loro di completare il dialogo tra Dacia e Carlo - Dividete la classe in gruppi di quattro o cinque
con i verbi dati. persone. Fotocopiate la scheda numero 1 a pagina
- Procedete al riscontro in plenum. 128 e consegnatene una copia ad ogni gruppo, in-
Soluzione: si è divertito, si è innamorato, si erano vi- sieme ad un dado.
sti, si rivedranno, si sono sentiti, ti puoi fidare - Chiedete agli studenti di scegliersi ognuno la pro-
pria pedina e di piazzarla su una casella qualsiasi.
5 A turno uno studente lancia il dado, decide se
- Invitate gli studenti a riassumere brevemente per avanzare o retrocedere rispetto alla casella in cui si
iscritto il dialogo tra Carlo e Vittorio. trova. A questo punto deve formulare una doman-
da in base all’azione che trova nella casella in cui
6 giunge e scegliere un compagno al quale rivolgere
- Scrivete alla lavagna: la domanda, ad esempio Quando ti senti bene? In
vestire vestirsi quale occasione ti vesti elegantemente? Il compa-
gno risponde e a sua volta lancia il dado, si sposta
- Analizzate in plenum: il verbo vestire è un verbo verso la casella corrispondente al numero lanciato,
regolare della terza coniugazione. Coniugatelo, procedendo o arretrando e pone una domanda ad
scrivendolo alla lavagna: un altro studente. Si procede così fino a che tutti
vesto gli studenti avranno formulato e risposto a cinque
vesti quesiti. Le risposte date vengono annotate in modo
veste da poter riferire alla classe in quale occasione i
vestiamo compagni fanno le cose previste dalla tabella.
vestite
vestono 7
- Fate lavorare gli studenti in coppia: il compito con-
- Si può osservare l’esempio dato di utilizzo del siste nell’abbinare le frasi delle due colonne.
verbo vestire: Patrizia veste la sua bambina. In Soluzione: 1. e, 2. d, 3. f, 4. a, 5. c, 6. b
questo caso il soggetto, Patrizia, compie un’azio-
ne rispetto all’oggetto, la sua bambina. 8
- Il verbo vestirsi è un verbo riflessivo, come possia- - Osservate in plenum le frasi contenute nella tabel-
mo vedere dal pronome riflessivo si unito all’infi- la: in questo caso i verbi sono riflessivi reciproci,
in quanto esprimono un’azione che due soggetti

122
compiono scambievolmente. I verbi riflessivi reci- a sua volta pone una domanda ad un altro studen-
proci seguono le regole dei verbi riflessivi per te. Si procede così fino a che tutti gli studenti
quanto riguarda la loro coniugazione e utilizzano avranno risposto ad almeno quattro o cinque que-
gli stessi pronomi alle tre persone plurali. siti. Le risposte date vengono annotate in modo da
poter riferire alla classe in quale occasione i com-
- Invitate gli studenti a lavorare in coppia e a coniu-
pagni hanno fatto le cose previste dalla tabella l’ul-
gare i verbi tra parentesi, quindi procedete al ri-
tima volta.
scontro in plenum.
Soluzione: 1. si amano, 2. si incontrano, si salutano,
10
3. si danno, 4. vi sentite, 5. ci vediamo
- Invitate gli studenti a lavorare in coppia e a coniu-
gare i verbi tra parentesi, come indicato nell’esem-
9
pio, quindi procedete al riscontro in plenum.
- Scrivete alla lavagna:
Soluzione: 1. Ieri sera invece si sono addormentati
Ci eravamo incontrati anche l’anno scorso. davanti alla tv, 2. Anche questa volta mi sono lavato
Ci siamo divertiti un sacco. le mani, 3. Anche oggi ci siamo sentiti per telefono,
Ti sei innamorato!!! 4. Oggi però si è vestito bene, 5. Stamattina mi sono
alzato tardi
- Provate ad analizzare le frasi in plenum: che tipo
di verbi abbiamo? Qual è il tempo dei verbi in que-
B L’ho vista in vetrina...
stione? Siamo di fronte a due verbi riflessivi diver-
tirsi e innamorarsi coniugati al passato prossimo e
1
un riflessivo reciproco conoscersi, coniugato al
- In plenum osservate e commentate la foto: dove si
trapassato prossimo. Cosa possiamo notare? I ver-
trovano le due donne? Di cosa staranno parlando?
bi riflessivi e reciproci sono sempre coniugati con
l’ausiliare essere, pertanto il participio passato del - Fate ascoltare una prima volta la registrazione,
verbo è declinato per numero e genere a seconda chiedendo agli studenti di concentrarsi sulle infor-
del soggetto. mazioni utili a capire dove e tra chi si svolgono i
due dialoghi.
- Osservate in plenum le frasi contenute nella tabel-
Soluzione: Entrambi i dialoghi si svolgono tra una
la: come possiamo coniugare le due lacune?
commessa e una cliente, il primo in un negozio di
Soluzione: Ti sei (innamorato/a), Ci siamo (conosciu-
abbigliamento e il secondo in un negozio di calzature
ti/e)

Attività di fissaggio 2
- Fate ascoltare ancora i dialoghi e chiedete agli stu-
- Dividete la classe in gruppi di quattro o cinque denti di scegliere le affermazioni giuste tra quelle
persone. Fotocopiate la scheda numero 1 a pagina date.
128 e consegnatene una copia ad ogni gruppo, Soluzione: 1. a, 2. a, 3. b, 4. a
insieme ad un dado e scrivete alla lavagna:
Quando/In quale occasione ................................. 3
l’ultima volta? - Fate ascoltare ancora i dialoghi, invitando gli stu-
denti a leggere contemporaneamente il testo al fine
- Chiedete agli studenti di scegliersi una pedina e di di confermare o meno le proprie risposte all’attivi-
piazzarla su una casella qualsiasi. Dopo ogni lan- tà precedente.
cio il gruppo può decidere se avanzare o retrocede-
re. A turno uno studente lancia il dado, muove la 4
pedina, quindi formula una domanda in base all’a- - Dividete la classe in due gruppi. Il gruppo A si
zione che trova nella casella in cui giunge e sceglie occupa del dialogo A e il gruppo B del dialogo B.
un compagno al quale rivolge la domanda. Questa Il compito consiste nell’analizzare il dialogo cer-
volta però la frase è formulata al passato, ad esem- cando di individuare le espressioni utili per fare
pio Quando ti sei sentito/a veramente bene l’ulti- acquisti.
ma volta? In quale occasione ti sei vestito/a ele-
gantemente l’ultima volta? Il compagno risponde e - Dividete la lavagna in due sezioni e trascrivete le

123
frasi che gli studenti hanno individuato in ogni dia- li relativi all’abbigliamento.
logo, completando poi con altre espressioni che Soluzione: a) maglietta/t-shirt, pullover/maglione,
magari gli studenti non hanno preso in considera- elegante/raffinato, indossare/portare; b) stretto/largo,
zione e che sono comunque utili allo scopo prefis- corto/lungo, classico/moderno, spogliarsi/vestirsi
sato, fino ad ottenere il seguente quadro:
3
A B
- Invitate gli studenti a suggerirvi i nomi dei colori
C’è anche in bianco? Vorrei vedere quelle scarpe
utili a completare le tre lacune.
di pelle in vetrina.
Soluzione: nero, celeste, blu
La posso provare? Ci sono anche in marrone o
solo in nero? - Andate in giro per la classe indicando di volta in
Quanto costa? Posso provare quelle mar- volta oggetti diversi e chiedete alternatamente agli
roni? studenti di che colore sono.
Perfetto! La prendo Quanto vengono?
Non c’è lo sconto? 4
Accettate carte di credito? - Fate lavorare gli studenti in gruppo. A turno un
compagno descrive il capo che vuole comprare tra
Role-play guidato quelli esposti in vetrina e gli altri cercano di indo-
- Fotocopiate la scheda numero 2 a pagina 129. Fate vinare di quale capo si tratta dicendo la spesa ad
lavorare gli studenti in coppia e consegnate ad esso relativa. Chi indovina procede descrivendo il
ognuna una scheda. Invitate gli studenti a ripetere capo successivo.
più volte il dialogo, sostituendo le informazioni
scritte in caratteri diversi con quelle contenute nei
5
riquadri sottostanti, con lo stesso carattere. - A turno gli studenti descrivono l’abbigliamento di
un compagno presente in classe e gli altri cercano
5 di indovinare di chi si tratta.
- Invitate gli studenti a lavorare in coppia e, alter-
nandosi, a utilizzare le espressioni viste per svol-
D A che ora ci possiamo vedere?
gere il dialogo indicato nel role-play.
1
C Capi di abbigliamento - Invitate gli studenti ad osservare le frasi relative
alle due vignette e chiedete loro cosa notano riguar-
1 do ai pronomi riflessivi nelle frasi in questione.
- Fate lavorare gli studenti individualmente. Lascia-
te loro qualche minuto di tempo per osservare le - Riflettete in plenum: come possiamo vedere in
tre foto con le rispettive associazioni di sostantivi tabella, qualora nella frase sia presente un verbo
e immagini e per cercare di individuare le due as- modale, dovere, potere, volere, i pronomi riflessivi,
sociazioni errate. come quelli diretti visti nell’unità precedente, pos-
sono stare o immediatamente prima del verbo o alla
- Procedete al riscontro in plenum, invitando gli stu- fine, uniti all’infinito in modo da formare un’unica
denti a porre eventuali domande sul significato dei parola.
sostantivi presi in considerazione.
Soluzione: il numero 11 e il numero 13 sono invertiti 2
- Fate lavorare gli studenti in coppia: a turno coniu-
2 gano i verbi tra parentesi sulla base di entrambi i
- Lasciate che gli studenti lavorino ancora indivi- modelli previsti dall’esempio.
dualmente con il compito di abbinare i sinonimi
nella tabella a sinistra (a) e i contrari in quella a de- - Procedete al riscontro in plenum.
stra (b). Soluzione: 1. mi posso cambiare/posso cambiarmi, 2.
si devono mettere/devono mettersi, 3. se vi volete
- Procedete al riscontro in plenum, invitando gli stu- lavare/se volete lavarvi, 4. ci vogliamo incontrare/
denti a porre eventuali domande sul significato dei vogliamo incontrarci, 5. ti devi arrabbiare/devi arrab-
vocaboli presi in considerazione o su altri vocabo- biarti

124
3 - Invitate gli studenti ad esprimere la loro opinione
- Osservate le quattro frasi presenti nei fumetti. In a proposito, sulla base della loro esperienza o di
questo caso abbiamo dei verbi modali con dei ver- ciò che conoscono dello stile di vita italiano.
bi riflessivi al passato prossimo. Se il pronome ri- - Fate lavorare gli studenti in coppia e chiedete loro
flessivo precede il verbo, l’ausiliare da utilizzare è di assumere i ruoli di Jenny e Giorgio e di leggere
essere, se il pronome riflessivo segue il verbo, il dialogo.
l’ausiliare da utilizzare è avere. Questo vale per
tutti i tempi composti. - Gli studenti lavorano ancora in coppia e indicano
se le affermazioni date sono contenute o meno nel
- Fate lavorare gli studenti in coppia: a turno coniu- dialogo.
gano i verbi tra parentesi sulla base di entrambi i
modelli previsti dall’esempio. - Procedete al riscontro in plenum.
Soluzione: 2, 5, 6
- Procedete al riscontro in plenum.
Soluzione: 1. ti sei voluto vestire/hai voluto vestirti, 2
2. non si sono potute incontrare/non hanno potuto in- - Scrivete alla lavagna le affermazioni numero 3, 4,
contrarsi, 3. ci siamo dovuti rivolgere/abbiamo dovu- 5 e 6.
to rivolgerci, 4. si è voluta occupare/ha voluto occu-
parsi, 5. non si è potuto difendere/non ha potuto di- Non si esce molto la sera in tutte le città italiane.
fendersi Di solito, quando si esce, si va al cinema o a tea-
tro.
E Cosa ne pensi? In genere ci si diverte senza spendere tanti soldi.
Alla mensa si mangia bene.
1 - Chiedete agli studenti di indicarvi il soggetto delle
- Fate ascoltare i mini dialoghi e chiedete agli stu- frasi quindi riflettete insieme: il soggetto delle fra-
denti di abbinarli alle immagini. si è rappresentato dal si impersonale. Il si imperso-
- Procedete al riscontro in plenum. nale indica un soggetto indefinito.
Soluzione: a. immagine in alto a sinistra, b. immagi-
ne in alto a destra, c. immagine in basso a destra, d. 3
immagine in basso a sinistra - Osservate in plenum la tabella: il si impersonale
può essere anche sostituito da uno. In ogni caso il
2 verbo usato impersonalmente per generalizzare
- Osservate in plenum le espressioni presenti in ta- l’azione da esso espressa è coniugato alla terza per-
bella, utili a chiedere ed esprimere un parere. sona singolare. Se il verbo usato impersonalmente
con soggetto si è un riflessivo abbiamo la seguen-
- Richiamate particolare attenzione sulla nota, sotto- te situazione:
lineando il fatto che credo che sia e penso che sia
sono forme del congiuntivo che si utilizzano in In Italia si si diverte molto.
certe strutture di frasi utili ad esprimere un parere. In questo caso assistiamo alla trasformazione del
Rimandate al futuro però la spiegazione del con- primo si in ci.
giuntivo.
In Italia ci si diverte molto.
3
- Invitate gli studenti a lavorare in coppia e, alter- Attività di fissaggio
nandosi, a utilizzare le espressioni viste per svol- - Dividete la classe in gruppi. Fotocopiate la scheda
gere i brevi dialoghi indicati nel role-play. numero 3 a pagina 130 e consegnatene una copia
ad ogni gruppo, insieme ad un dado.
F Come si vive in Italia?
- Chiedete agli studenti di scegliersi ognuno la pro-
pria pedina e di piazzarla su una casella qualsiasi.
1
A turno uno studente lancia il dado, decide se avan-
- Scrivete alla lavagna:
zare o retrocedere rispetto alla casella in cui si tro-
Come si vive in Italia? va. A questo punto deve formulare una domanda in
125
base all’azione che trova nella casella in cui giun- scritte alla lavagna con quante più opzioni possibili.
ge e scegliere un compagno al quale rivolgere la
- Procedete con il riscontro in plenum.
domanda, ad esempio Dove si mangia bene in que-
sta città? Quando ci si arrabbia? Il compagno ri-
sponde e a sua volta lancia il dado, si sposta verso
G Abilità
la casella corrispondente al numero lanciato, pro-
cedendo o arretrando e pone una domanda ad un 1
altro studente. Si procede così fino a che tutti gli - Fate lavorare gli studenti individualmente. Il com-
studenti avranno formulato e risposto a cinque que- pito consiste nel leggere il resoconto degli acquisti
siti. Eventualmente potete scrivere i due esempi natalizi effettuati dalla signora Andretti e collega-
alla lavagna in modo che gli studenti abbiamo un re le descrizioni alle immagini.
modello di riferimento a loro disposizione. - Invitate gli studenti a confrontare il proprio abbi-
- Lasciate che gli studenti formulino qualche do- namento con quello dei vicini di banco.
manda e qualche risposta in plenum. - Procedete al riscontro in plenum.
Soluzione: sciarpa rosa di lana per Maria-g, cravatta
4 grigia a righe per Tonino-e, guanti neri di pelle rive-
- Fate lavorare gli studenti in coppia: a turno coniu- stiti di pelliccia per Laura-i, vestito verde a fiori per
gano i verbi tra parentesi sulla base di entrambi i la signora Andretti-m, maglia blu di cotone a mani-
modelli previsti dall’esempio. che lunghe per il marito-c
- Procedete al riscontro in plenum.
Soluzione: 1. si deve pagare/uno deve pagare, 2. si 2
mangia/uno mangia, 3. non si telefona/uno non telefo- - Fate ascoltare la traccia 46 (esercizio 21, pagina 100
na, 4. si spende/uno spende, 5. ci si sposa/uno si sposa del Quaderno degli esercizi) e invitate gli studenti a
indicare le affermazioni esatte.
- Richiamate l’attenzione degli studenti sui due
esempi di frasi in cui sono presenti gli aggettivi - Procedete con il riscontro in plenum.
ottimista e stanco. Nella frase impersonale costrui- Soluzione: 1. c, 2. c, 3. b, 4. a
ta con il si gli aggettivi sono declinati al plurale.
3
- Sulla base dei vari quesiti proposti, moderate la
5
- In plenum riflettete sulle espressioni impersonali conversazione in classe rispetto allo stile di ognu-
presenti in tabella. Tutti i verbi in blu sono alla ter- no in fatto di abbigliamento, i luoghi preferiti per
za persona singolare. La struttura base di queste fare spese, l’importanza attribuita ai vestiti, i pe-
frasi quindi è: riodi dei saldi e il livello di gradimento della moda
italiana nel proprio paese.
è + aggettivo + verbo all’infinito
bisogna + verbo all’infinito 4
- Chiedete ai corsisti di scrivere un’email ad
- Scrivete la seguente lista alla lavagna:
un’amica che studia a Roma per informarla del
è possibile ................... loro prossimo breve viaggio nella capitale, delle
bisogna ................... spese che hanno intenzione di fare e per chiederle
è necessario ................... consigli rispetto allo shopping in Italia, in partico-
è meglio ................... lare a Roma. Tale attività potrà essere svolta sia
è facile ................... come compito a casa che in classe. In entrambi i ca-
è difficile ................... si chiedete agli studenti di consegnarvi i propri ela-
è giusto ................... borati affinché possiate restituirli corretti.
è inutile ...................
è utile ...................
è bello ...................
- Dividete la classe in gruppi e date agli studenti
qualche minuto di tempo per completare le frasi

126
Conosciamo l’Italia Grammatica e Lessico
La moda italiana - Fotocopiate la scheda numero 5 alle pagine 132 e
133, distribuite le fotocopie agli studenti e chiede-
- Invitate gli studenti a leggere individualmente i te di completarle con gli elementi grammaticali e
testi sulla moda e sugli stilisti italiani e a scegliere lessicali mancanti.
le informazioni giuste. A tale scopo esortateli ad - Fate confrontare il risultato prima con il compagno
avvalersi dell’aiuto offerto dal glossario in fondo a di banco e poi con gli schemi presenti nel testo nel
pagina 147 ed eventualmente di un buon diziona- corso dell’unità 9.
rio.
- Lasciate agli studenti il tempo per concentrarsi su
- Procedete al riscontro in plenum. questa attività di ripetizione e controllo e invitate-
Soluzione: 1. b, 2. c, 3. b, 4. a li a riferire eventuali dubbi o argomenti che non
sono chiari per poterli discutere in plenum.
- Esortate gli studenti ad usufruire delle attività on-
line previste dall’unità 9.

Autovalutazione
- Invitate gli studenti a svolgere individualmente il
test di autovalutazione e a controllare le soluzioni
a pagina 191 del Libro dello studente.

SU E GIÙ A FARE LE SPESE!


- Scrivete alla lavagna:
Fare le spese Fare la spesa
- Discutete in plenum: Fare le spese significa com-
prare oggetti diversi, di abbigliamento, arredamen-
to, libri, regali ecc. Fare la spesa invece significa
comprare cibi, bevande e oggetti d’uso quotidiano
o frequente (detersivi, sapone ecc.). Ricordate che
durante l’unità precedente ci si è occupati del fare
la spesa, mentre questa volta si tratta di fare le
spese, o come si dice ormai comunemente fare
shopping.
- Fate lavorare gli studenti in gruppi di tre-cinque
persone. Fotocopiate la scheda numero 4 a pagina
131 e consegnatene una copia ad ogni gruppo, in-
sieme a un dado.
- Il primo studente lancia il dado ed avanza fino alla
casella corrispondente al numero tirato. Lì deve
eseguire il compito richiesto e gli altri devono
decidere se la sua risposta è corretta o meno. Se la
risposta è corretta lo studente può rimanere nella
casella, altrimenti deve tornare alla casella da cui è
partito. Se lo studente arriva in una casella con la
freccia rivolta verso l’alto può salire alla casella
indicata dalla freccia. Se arriva in una casella con
la freccia rivolta verso il basso deve scendere alla
casella indicata dalla freccia. Vince colui che arri-
va primo al traguardo.

127
Scheda numero 1
Unità 9 - Sezione A6, A9, Attività di fissaggio

128
sentirsi informarsi
vestirsi
veramente annoiarsi farsi la doccia sentirsi male divertirsi sul tempo
elegantemente
bene metereologico

fidarsi di una
alzarsi presto
persona

esprimersi in addormentarsi
italiano Quando/In quale occasione ................................................? presto

truccarsi/
prepararsi per il
farsi la barba
corso di italiano
con cura

sentirsi pieni di innamorarsi di


rilassarsi svegliarsi tardi vestirsi sportivo arrabbiarsi preoccuparsi
energia una persona
Scheda numero 2
Unità 9 - Sezione B5, Role-play guidato

G Buongiorno! Posso aiutarla?

H Buongiorno. Senta, ho visto quel cappotto in vetrina ... è blu o nero?

G Quello in vetrina è blu, però ce l’abbiamo anche in bianco, nero e marrone.

H Ah, che bello! Posso provare quello bianco?

G Certo. Una 46?

H Guardi io in genere porto la 44/46... non so... preferisco provare una 46!

G D’accordo. Lo vado a prendere... Ecco a Lei...

H Come mi sta?

G Oh, io lo trovo molto elegante!

H Beh... Piace molto anche a me! Costa molto?

G Costa 800 euro. Però è un misto cashmere quindi non è molto.

H Insomma... Mi sembra un po’ caro, ma mi piace da morire. Lo prendo comunque!

Mi può dire quanto viene?


di che colore è?

Quanto viene? c’è anche in altri colori?

Quanto costa? è blu?

È molto bello! Che taglia porta?

È proprio perfetto!
Che taglia preferisce?
Le sta molto bene!

Una 44?

129
Scheda numero 3
Unità 9 - Sezione F3, Attività di fissaggio

130
fare lunghe parlare a andare in incontrarsi
nuotare arrabbiarsi mangiare male
camminate bassa voce bicicletta con gli amici

mangiare bene annoiarsi un po’

divertirsi molto Dove/Quando ....................................................................? andare in vacanza

sciare dormire molto

bere un comprare un
sentire freddo pescare svegliarsi presto spendere molto rilassarsi molto
ottimo vino vestito nuovo
Scheda numero 4
Unità 9 - SU E GIÙ A FARE LE SPESE!
36 35 34 33 32 31
Prova a dire il nome di
Cosa dici per chiedere Lancia il dado Cosa dici per almeno quattro
Arrivo la taglia ad una un’altra volta! esprimere un accessori di
persona? parere? abbigliamento.

25 26 27 28 29 30
Chiedi ad un
compagno qual è il Prova a dire il nome Cosa si indossa Prova a dire almeno
regalo più bello di almeno quattro quando fa molto quattro aggettivi utili a
che ha ricevuto. stilisti italiani. freddo? definire un vestito.

24 23 22 21 20 19
Chiedi ad un compa- Chiedi ad un compa- Chiedi ad un compa-
Cosa hai comprato gno se preferisce gno qual è il suo stile Prova a dire il nome di gno cosa indossa
l’ultima volta che fare o ricevere di abbigliamento almeno quattro colori. volentieri il fine
hai fatto le spese? regali. preferito e perché. settimana?

13 14 15 16 17 18
Quando hai comprato Chiedi ad un compa- Chiedi ad un
i vestiti che indossi gno se preferisce fare Prova a dire il nome compagno se gli
le spese nei centri di almeno quattro
in questo momento? commerciali o in piace fare regali
tessuti. e di che tipo.
centro e perché.

12 11 10 9 8 7
Quali sono i prodotti
Cosa dici per chiedere Prova a dire il nome “made in Italy” più Lancia il dado Quali sono gli stilisti
il prezzo di qualcosa? di almeno quattro diffusi nel tuo un’altra volta! italiani preferiti dai
capi da donna. paese? giovani?

1 2 3 4 5 6
Cosa dici per Chiedi a un
Partenza Prova a dire il nome esprimere un parere compagno che Lancia il dado
di almeno quattro su un capo numero di scarpe un’altra volta!
capi da uomo. d’abbigliamento? porta.

131
Scheda numero 5
Unità 9 - Grammatica e Lessico

I verbi riflessivi
io .......... diverto
tu ti diverti
lui, lei, Lei .......... diverte
noi ci divertiamo
voi .......... divertite
loro si divertono

I verbi reciproci
Noi ci vediamo spesso.
Voi vi amate molto.
Piero e Lisa .......... guardano.

I verbi riflessivi nei tempi composti


Mi sono sbrigato/a per fare in tempo.
.......... sei innamorato/a di nuovo?
Si è sentito/a male.
.......... siamo conosciuti/e solo ieri.
Vi siete fermati/e a Piazza Navona?
Si sono visti/e parecchie volte.

I verbi riflessivi con i verbi modali


Dobbiamo fermarci per un attimo. .......... dobbiamo fermare per un attimo.
A che ora vuoi svegliar.......... domani? A che ora ti vuoi svegliare domani?
Possiamo trovarci stasera? Ci possiamo trovare stasera?

La forma impersonale
In mensa uno mangia molto bene. In mensa si mangia molto bene.
Se uno non studia, non impara. Se non .......... studia, non si impara.
.......... si diverte molto. Ci si diverte molto.
Uno si sveglia presto. Ci .......... sveglia presto.

132
Alcune espressioni impersonali

È possibile …...…… con la carta di credito.


Bisogna leggere le istruzioni.
È necessario lavorare di più.
È meglio andare via.
Non è facile/difficile …...…… nuove amicizie.
Non è giusto parlare così.
È inutile/…...…… cercare di convincerlo.
È bello stare con te.

Parlare di numero e
Chiedere il prezzo Parlare del colore Esprimere un parere
taglia
quant’è/quanto viene? di …...…… colore è? è …...…… elegante! che numero porta?
…...…… costa? c’è anche in blu? è di/alla moda! che taglia è?
c’è lo/uno sconto? lo preferisco nero è bellissimo! è un po’ stretto!

Chiedere un parere Esprimere un parere


che ne pensi? lo …...…… un po’…
che …...…… dici? secondo me è…
cosa ne pensi di…? penso che sia… / credo che sia…

133
Elementi comunicativi - Discutere di un programma televisivo
e lessicali - Criticare e/o motivare le proprie preferenze televisive
- Chiedere qualcosa in prestito
- Esprimere un parere
- Esprimere dispiacere
- Chiedere un favore
- Esprimere un desiderio
- Parlare di generi e programmi televisivi
- Dare consigli
- Dare ordini
- Chiedere e dare indicazioni stradali

Elementi grammaticali - Pronomi indiretti


- Pronomi diretti e indiretti nei tempi composti
- Pronomi indiretti con i verbi modali
- Imperativo diretto: verbi regolari
- Imperativo negativo
- Imperativo con i pronomi
- Imperativo diretto: verbi irregolari

Civiltà - La televisione in Italia


- I maggiori quotidiani

Materiale necessario Sezione A, punto 6, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 1 a
pagina 142
Sezione D, punto 7, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 2 a
pagina 143
Sezione E, punto 6, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 3 a
pagina 144 e alcuni dadi
Sezione F, punto 2, role-play guidato: alcune fotocopie della scheda numero 4 a
pagina 145
DAMMI UN CONSIGLIO!: alcune fotocopie della scheda numero 5 a pagina 146
Grammatica e Lessico: alcune fotocopie della scheda numero 6 alle pagine 147 e 148

Per cominciare... 3
- Fate ascoltare nuovamente il dialogo con l’obietti-
1 vo di indicare quali affermazioni sono vere e quali
- In plenum osservate le immagini e invitate gli stu- false.
denti a raccontare quali programmi televisivi
- Procedete al riscontro in plenum
guardano più spesso e che cosa hanno visto ulti-
Soluzione: 1. F, 2. V, 3. V, 4. V, 5. F
mamente.
A C’è una trasmissione su...
2
- Fate ascoltare il dialogo chiedendo agli studenti di 1
concentrarsi sull’argomento della conversazione - Fate ascoltare di nuovo il dialogo per dare la pos-
tra Simone e Daniela: di che cosa parlano? sibilità agli studenti di confermare o meno le pro-
Soluzione: Simone e Daniela parlano di programmi prie risposte all’attività precedente.
televisivi

134
2 gli studenti vi suggeriscano la risposta, ovvero al
- Fate ascoltare ancora il dialogo chiedendo ai cor- conduttore. Passate quindi al pronome della secon-
sisti di leggere contemporaneamente il testo e di da frase le ha offerto. A chi ha offerto un posto di
concentrarsi sulla pronuncia. lavoro il signore? Alla signora.

- Invitate gli studenti a sottolineare le parole rispet- - Sostituite il pronome con l’informazione per este-
to alle quali hanno qualche difficoltà di pronuncia so, facendovela suggerire dagli studenti:
e poi, se necessario, fate ascoltare ancora al fine di gli raccontano = raccontano al conduttore
risolvere eventuali dubbi. le ha offerto = ha offerto alla signora
- Fate lavorare gli studenti in coppia chiedendo loro - A questo punto possiamo affermare che i pronomi
di assumere i ruoli di Daniela e Simone e di legge- gli e le rispondono alla domanda a chi? e rappre-
re il dialogo. sentano quindi l’oggetto indiretto o complemento
di termine.
3
- Invitate gli studenti a porsi reciprocamente le - Osservando la tabella vediamo che mi e ti si riferi-
domande relative al dialogo e a rispondere. scono rispettivamente alla prima e seconda persona
Soluzione: 1. I telespettatori telefonano e raccontano singolare, gli alla terza persona maschile singolare,
le proprie esperienze, 2. Secondo Simone questi pro- le alla terza persona femminile singolare, Le alla
grammi servono solamente a sfruttare le persone, 3. forma di cortesia, ci e vi rispettivamente alla prima
Dice che la settimana scorsa un signore ha chiamato e seconda persona plurale, gli alla terza persona
in diretta e ha offerto un posto di lavoro a una madre maschile e femminile plurale. Richiamate l’atten-
di tre figli che aveva raccontato le sue difficoltà eco- zione degli studenti sul fatto che il pronome indiret-
nomiche, 4. Perché Simone le dice che questi pro- to di terza persona plurale può essere espresso anche
grammi gli sembrano un prodotto della sottocultura con loro. La forma loro segue il verbo ed è utilizza-
televisiva e poi guarda una partita ta più raramente della forma gli. Inoltre, fate presen-
te che nella lingua parlata spesso gli italiani tendo-
- In plenum lasciate che gli studenti esprimano la no erroneamente a sostituire il le della terza persona
loro opinione a proposito della discussione tra Si- femminile singolare con gli e, altrettanto erronea-
mone e Daniela. mente, a raddoppiare i pronomi utilizzando insieme
le due forme, tonica e atona (a me mi, a te ti, ecc.).
4 Infine, si può sottolineare il fatto che i pronomi indi-
- Fate lavorare gli studenti individualmente e chie- retti della colonna di destra sono sempre immedia-
dete loro di completare il dialogo tra Simone e tamente prima del verbo.
Daniela con i pronomi dati.
- Disegnate alla lavagna la seguente tabella:
- Procedete al riscontro in plenum.
Soluzione: ti, mi, gli, gli, mi, ti, le a me mi
a te ti
5
- Invitate gli studenti a riassumere brevemente per a Carlo gli
iscritto il dialogo tra Simone e Daniela. a Elena le
a Lei Le
6
- Scrivete alla lavagna: a noi ci
i telespettatori gli raccontano le loro esperienze a voi vi
un signore le ha offerto un posto di lavoro a Rita e Tiziana gli
- Riflettete in plenum: le due frasi sono presenti nel-
- Osservate le frasi contenute nella tabella del libro
la terza e nella quarta battuta di Daniela, nel dialo-
e riflettete sulle differenze tra i pronomi della co-
go del punto A1. Esaminate il pronome contenuto
lonna di destra e quelli di sinistra. In entrambi i
nella prima frase gli raccontano. A chi raccontano
casi siamo di fronte a dei pronomi indiretti che
le proprie esperienze i telespettatori? Lasciate che

135
rispondono alla domanda A chi? I pronomi della 7
colonna di sinistra però sono pronomi tonici, forti, - Fate lavorare gli studenti in coppia: osservando la
mentre gli altri sono pronomi atoni, deboli. I pro- tabella a turno si costruiscono le frasi secondo
nomi tonici sono dotati di un accento proprio e per l’esempio.
questo motivo possono stare da soli o comunque Soluzione: 1. Ci interessano i documentari; 2. Lo-
lontani dal verbo, ad esempio: renzo le telefonerà alle dieci; 3. Che cosa gli regali?;
A chi piace la pizza? A me. 4. Purtroppo non ti scrivo molto spesso; 5. Gli chie-
derò di aiutarmi; 6. Signora Berti, Le sembra logico
A me la pizza piace molto. tutto ciò?
I pronomi atoni (deboli) invece, a destra, non sono 8
dotati di un accento proprio e per questo motivo - Osservate in plenum le frasi in tabella: nella colon-
non possono stare da soli e devono stare sempre na a sinistra compaiono dei pronomi diretti con
davanti al verbo, ad esempio: verbi al passato prossimo. In questo caso, come già
Mi piace molto la pizza. visto nelle unità precedenti, il participio passato
del verbo è declinato a seconda del pronome. Nella
NO!: Mi la pizza piace molto colonna a destra invece abbiamo dei pronomi indi-
- A questo punto potete invitare gli studenti a cerca- retti e il participio passato del verbo rimane inva-
re di individuare le differenze tra i pronomi diretti riato.
e i pronomi indiretti. Dalla discussione dovrebbe
risultare quanto segue: 9
- Invitate gli studenti a lavorare in coppia e a formu-
- i pronomi diretti rispondono alle domande chi/
lare le frasi sostituendo le parti sottolineate con i
che cosa? e sostituiscono il complemento og-
pronomi indiretti.
getto o oggetto diretto della frase mentre i pro-
Soluzione: 1. Gli ho fatto vedere le foto della Costiera
nomi indiretti rispondono alla domanda a chi? e
Amalfitana!; 2. Gli abbiamo raccontato le nostre av-
sostituiscono il complemento di termine o og-
venture; 3. Gli ho inviato un telegramma di congratu-
getto indiretto della frase;
lazioni; 4. Le ho consigliato di non frequentare quel
- i pronomi diretti di terza persona sono lo e la per
ragazzo; 5. Il concorso gli darà l’opportunità di vin-
il singolare e li e le per il plurale. I pronomi indi-
cere una vacanza
retti di terza persona sono gli e le per il singola-
re e gli per il plurale. 10
- Osservate in tabella l’uso dei pronomi indiretti con
Attività di fissaggio il verbo piacere al passato: il verbo piacere è pre-
- Dividete la classe in gruppi. Fotocopiate la scheda ceduto dal pronome indiretto. Poiché il soggetto
numero 1 a pagina 142 e ritagliate lungo le linee del verbo piacere è la cosa che piace, ovvero nelle
tratteggiate preparando per ogni copia un set di frasi in tabella il regalo di Davide, la sua cravatta,
cartellini con i pronomi e un set con le frasi da i programmi di ieri e le nostre fotografie, e il verbo
completare. ausiliare utilizzato è essere, il participio del verbo
è declinato a seconda del soggetto, cioè della cosa
- Consegnate ad ogni gruppo il set di cartellini con i
che è piaciuta.
pronomi e il set di cartellini con le frasi da comple-
tare spiegando che il compito consiste nel mettere - Invitate gli studenti a lavorare in coppia e a com-
i pronomi al posto giusto. Nonostante in alcune pletare le lacune con il verbo piacere al passato.
frasi siano possibili più soluzioni, l’ importante è Soluzione: 1. mi è piaciuto, 2. ci è piaciuta, 3. Ti sono
che alla fine tutti i cartellini con i pronomi siano piaciuti, 4. mi sono piaciute
stati utilizzati.
B Mi puoi dare una mano?
- Lasciate agli studenti qualche minuto di tempo e
durante il riscontro in plenum assegnate ad ogni 1
gruppo un punto per ogni frase corretta. Natural- - In plenum ascoltate come possono essere utilizzati i
mente vince chi consegue il punteggio più alto. pronomi indiretti per esprimere gli scopi comunicati-
vi indicati a destra.

136
2 6
- Fate lavorare gli studenti in coppia e chiedete di - Fate lavorare gli studenti in gruppi: il compito con-
completare le frasi con le espressioni appena viste. siste nell’osservare i programmi televisivi della
Soluzione: 1. ti dispiace, 2. mi va, 3. Mi presti, 4. Mi pagina accanto e nello scegliere fra le tre attività
dispiace, 5. Mi dà fastidio, 6. mi puoi dare una mano indicate quella che si vuole eseguire. Il tempo a
disposizione è di circa cinque minuti e naturalmen-
3 te l’insegnante è a disposizione per fornire aiuto e
- Il plenum osservate le frasi in tabella. Con i verbi suggerimenti.
modali il pronome indiretto può precedere o segui-
re il verbo. Quando segue il verbo si unisce all’in- D Cambia canale, per favore!
finito formando con esso una sola parola.
1
C Cos’hai visto ieri? - Fate lavorare gli studenti in coppia. Il compito con-
siste nell’abbinare le frasi ai prodotti pubblicizzati.
1
- Procedete al riscontro in plenum.
- Lasciate agli studenti qualche minuto di tempo per
Soluzione: 1. Clarks Springers, 2. Pierino e il lupo, 3.
leggere la conversazione telefonica tra Cesare e
La nuova enciclopedia, 4. Tarallucci
Cleopatra.
- Invitate una coppia di studenti ad assumere i ruoli 2
di Cesare e Cleopatra e a leggere il dialogo ad alta - Chiedete agli studenti di leggere le battute e di sot-
voce. tolineare i verbi in esse presenti, utilizzati per
esprimere un ordine o un invito a fare qualcosa.
- Sottolineate gli aspetti ironici della conversazione.
- Fatevi riferire i verbi sottolineati e scriveteli alla
2 lavagna inserendoli in tabella, con il relativo infi-
- Chiedete agli studenti di indicare le affermazioni nito accanto:
veramente presenti nel dialogo.
Soluzione: 2, 3, 5, 6 cambia cambiare
guardate guardare
3 leggi leggere
- Invitate gli studenti ad osservare la lista con le tra-
smissioni televisive più seguite in una settimana di svolgete svolgere
aprile e moderate la conversazione sulle preferen- finiamo finire
ze televisive degli italiani rispetto a quelle dei usciamo uscire
paesi di provenienza degli studenti. apri aprire
4
- Chiedete agli studenti di indicarvi i soggetti non
- Lasciate agli studenti un minuto per abbinare tra
espressi dei verbi nella colonna di sinistra e inseri-
loro i sinonimi, quindi procedete al riscontro in
teli in tabella:
plenum.
Soluzione: notiziario-telegiornale, canale-rete, show- (tu) cambia cambiare
varietà, spot-pubblicità, episodio-puntata
(voi) guardate guardare
5 (tu) leggi leggere
- Gli studenti in coppia completano le frasi con le (voi) svolgete svolgere
parole date.
(noi) finiamo finire
- Procedete al riscontro in plenum. (noi) usciamo uscire
Soluzione: 1. telecomando, 2. antenna parabolica, 3.
(tu) apri aprire
servizi, 4. televisore, 5. conduttore

137
3 Soluzione: 1. Non fare, 2. non chiamate, 3. Non esse-
- Osservate la tabella contenuta nel libro e quella re, 4. non tradire, 5. non passiamo
alla lavagna: in questo caso ci troviamo di fronte a
dei verbi coniugati al modo imperativo. Attività di fissaggio
- Dividete la classe in gruppi di quattro persone o, se
- Chiedete agli studenti di suggerirvi i verbi per
preferite, fate lavorare gli studenti in coppia. Con-
completare le lacune, quindi riflettete: le desinen-
segnate ad ogni coppia o ad ogni gruppo una foto-
ze dell’imperativo sono uguali a quelle dell’indica-
copia della scheda numero 2 a pagina 143.
tivo presente per la prima e la seconda persona
plurale, mentre per la seconda persona singolare le - Se gli studenti lavorano in coppia, ognuno di loro
desinenza sono -a per la prima coniugazione, -i per utilizzerà una penna o matita di colore diverso per
la seconda e terza coniugazione. svolgere l’attività. Se gli studenti lavorano in grup-
Soluzione: leggi, aprite po, si divideranno in due coppie e ognuna utilizze-
rà una penna o matita di colore diverso per svolge-
- Il modo imperativo è utilizzato per assolvere a di-
re l’attività.
versi obiettivi della comunicazione, tra cui il dare
ordini, invitare a fare, pregare di fare, consigliare, - A turno una coppia o uno studente chiama una let-
esortare, suggerire ecc. tera e un numero. La coppia avversaria o lo studen-
te avversario deve individuare il verbo corrispon-
- Per i verbi essere e avere, invitate gli studenti a
dente al numero chiamato e coniugarlo alla perso-
consultare l’Appendice a pagina 190.
na e alla forma dell’imperativo corrispondente alla
lettera chiamata, ad esempio C3 seguiamo, B6 non
4
aprire. Se la risposta è giusta lo studente o la cop-
- Invitate gli studenti a lavorare in coppia e a com-
pia ha il diritto di scrivere il verbo coniugato nella
pletare le frasi con i verbi dati alla rinfusa.
casella corrispondente con la propria penna, altri-
- Procedete al riscontro in plenum. menti la casella deve essere sbarrata e non può più
Soluzione: 1. Lavora, 2. uscite, 3. Fate, 4. Partecipa, essere utilizzata. A questo punto la coppia o lo stu-
5. spegni, 6. venite dente avversario deve chiamare una lettera e un
numero e così via. Si procede così fino a che tutte
5 le caselle avranno o un verbo coniugato o una sbar-
- Leggete le battute e chiedete agli studenti cosa no- ra. Vince la coppia o lo studente che ha il maggior
tano nell’uso dell’imperativo rispetto a quanto fi- numero di verbi coniugati con il proprio colore!
nora appreso. Al termine, in plenum, potete discutere le caselle
sbarrate e individuare la giusta coniugazione del
- Riflettete insieme: in questo caso le frasi contenen-
verbo in esse contenuta.
ti verbi all’imperativo sono alla forma negativa. Per
noi e voi le forme dell’imperativo non subiscono
E Prendilo pure!
variazioni rispetto all’imperativo affermativo, men-
tre per la seconda persona singolare tu l’imperativo
negativo si costruisce utilizzando il verbo all’infini- 1
to come in non aprire e non prendere. - Leggete le frasi e chiedete agli studenti a cosa si ri-
feriscono secondo loro.
6 - Scrivete alla lavagna:
- Osservate la tabella e invitate gli studenti a com-
pletare le lacune, quindi procedete con il riscontro affrontalo usatemi acquistatelo
in plenum. scrivici coccolateli
Soluzione: non leggere, non aprite - Prendete in considerazione un verbo per volta:

7 affrontalo affronta che cosa? il mal di gola


- Invitate gli studenti a lavorare in coppia e a com- usatemi usate chi? me / il cestino
pletare le frasi con i verbi dati alla rinfusa. acquistatelo acquistate che cosa? il biglietto
scrivici scrivi a chi? a noi
- Procedete al riscontro in plenum. coccolateli coccolate che cosa? i capelli

138
2 6
- Fate ascoltare i mini dialoghi e invitate gli studen- - Sulla base di quanto detto osservate la tabella: qui
ti a rispondere alle domande. vediamo che anche i verbi andare, dire e stare
hanno la forma tronca per la seconda persona sin-
- Procedete al riscontro in plenum.
golare dell’imperativo, quindi anche nel loro caso
Soluzione: 1. Alice vuole il giornale di Gianni per leg-
in presenza di un pronome si ha il raddoppio della
gere l’articolo sulle vacanze studio. Gianni le ri-
sua consonante iniziale, fatta eccezione per gli.
sponde che può prenderlo ma lo deve restituire perché
lui non l’ha ancora letto; 2. Le chiede di girargli l’e-
Attività di fissaggio
mail con la statistica sulle vendite dei quotidiani; 3.
Lucio non deve andare a lezione perché è domenica - Fate lavorare gli studenti in gruppi. Fotocopiate la
scheda numero 3 a pagina 144 e consegnatene una
3 copia ad ogni gruppo, insieme ad un dado. Ogni
- Invitate gli studenti ad osservare le due tabelle e a studente ha una pedina che lo rappresenta sul
completare le lacune. Riflettete insieme: come si è piano di gioco. A turno gli studenti lanciano il dado
già visto nel punto E1, qualora nella frase compa- e avanzano fino alla casella corrispondente al lan-
ia un imperativo alla forma affermativa e un pro- cio effettuato. Quando arrivano nella casella devo-
nome, quest’ultimo segue il verbo con cui forma no riformulare la frase in essa presente trasforman-
un’unica parola. Se l’imperativo è utilizzato alla dola in una frase con l’imperativo e un pronome
forma negativa il pronome può seguire o precede- che sostituisca il complemento scritto in neretto,
re il verbo. ad esempio Devi dire la verità a me = Dimmi la
Soluzione: strappala, preparati, Non andarci, Non vi verità. Se la frase è giusta possono scriverla e oc-
incontrate cupare la casella, altrimenti devono tornare alla
casella di partenza. Se arrivano in una casella in
4 cui la frase è già stata riformulata e scritta devono
- Fate lavorare gli studenti in coppia: il compito con- tornare alla casella in cui si trovavano prima di
siste nel porsi reciprocamente le domande e rispon- effettuare il lancio. Naturalmente vince chi arriva
dere secondo il doppio esempio. per primo al traguardo.

- Procedete al riscontro in plenum. F Gira a destra!


Soluzione: 1. Parlatele!/Non parlatele!, 2. Mangialo!/
Non mangiarlo!, 3. Andiamoci!/Non andiamoci!, 4. 1
Comprateli!/Non comprateli!, 5. Alzatevi!/Non alza- - In plenum osservate le sei espressioni dell’attività
tevi!, 6. Scrivigli/Non scrivergli e spiegatene il significato.

5 - Fate lavorare gli studenti in coppia. Il compito con-


- Invitate gli studenti a lavorare in coppia. Il compi- siste nell’ascoltare i mini dialoghi e dire se e quan-
to consiste nell’individuare le formi verbali in blu te volte si è sentita ogni espressione indicata.
costituite da un imperativo e nel dire qual è l’infi- Soluzione: una volta: al primo incrocio, gira a destra,
nito corrispondente. gira a sinistra, poi gira subito; due volte: va’ sempre
dritto
- Procedete al riscontro in plenum.
Soluzione: 1. dammi=dare, 2. vacci=andare, 3. 2
fa’=fare, 4. dille=dire, 5. da’=dare, 6. facci=fare - Fate ascoltare ancora i mini dialoghi e chiedete di
- Riflettete in plenum sulle forme in blu? Cosa nota- indicare a quale dialogo corrisponde ogni cartina.
no gli studenti? I verbi dare e fare alla seconda Soluzione: 1. b, 2. a, 3. c
persona singolare dell’imperativo presentano le
forme tronche da’ e fa’. Quando le forme tronche Role-play guidato
si uniscono ad un pronome si raddoppia la conso- - Fotocopiate la scheda numero 4 a pagina 145. Fate
nante iniziale del pronome come in dammi, vacci, lavorare gli studenti in coppia e consegnate ad
dille, facci, fatta eccezione per il pronome gli con ognuna una scheda. Invitate gli studenti a ripetere
cui non si ha il raddoppio, esempio digli. più volte il dialogo, sostituendo le informazioni

139
scritte in caratteri diversi con quelle contenute nei Conosciamo l’Italia
riquadri sottostanti, con lo stesso carattere.
La televisione in Italia
3
- Invitate gli studenti a leggere individualmente il
- Fate lavorare gli studenti in coppia: seguendo la
testo sulla televisione in Italia a pagina 166 del
cartina di Roma a turno gli studenti si rivolgono al
Libro dello studente e a indicare le informazioni in
compagno chiedendo indicazioni per raggiungere i
esso presenti. A tale scopo, esortateli ad avvalersi
luoghi indicati nei punti a, b, c, d, e, ed f.
dell’aiuto offerto dal glossario nella pagina se-
G Abilità guente ed eventualmente di un buon dizionario.
- Procedete al riscontro in plenum.
1 Soluzione: 2, 5, 6, 7
- Fate ascoltare la traccia 51 (esercizio 23, pagina
111 del Quaderno degli esercizi) e invitate gli stu- - Osservate le immagini relative ai programmi tele-
denti a indicare le affermazioni presenti e a com- visivi più amati dagli italiani. Quali sono le diffe-
pletare la tabella con gli elementi mancanti. renze principali che gli studenti notano tra la tele-
- Procedete con il riscontro in plenum. visione italiana e quella del loro paese?
Soluzione: a: 2, 3, 5; b:
La stampa italiana
rivista contenuto/caratteristica settimanale mensile

Panorama attualità, politica, economia  - Invitate gli studenti a leggere individualmente il


testo a pagina 167 sulla stampa italiana e ad indi-
Espresso attualità, politica, economia 
care le affermazioni esatte. A tale scopo, esortateli
Max giovanile, moderno  ad avvalersi dell’aiuto offerto dal glossario nella
Chi giovanile, moderno 
stessa pagina ed eventualmente di un buon dizio-
nario.
Donna
giovanile, moderno 
moderna - Procedete al riscontro in plenum.
Grazia moda, costume, attualità  Soluzione: 1. b, 2. c, 3. a
Bell’Italia viaggi  - Esortate gli studenti ad usufruire delle attività on-
Tv sorrisi
programmi televisivi 
line previste dall’unità 10.
e canzoni

Vogue moda  Autovalutazione


Abitare arredamento  - Invitate gli studenti a svolgere individualmente il
test di autovalutazione e a controllare le soluzioni
a pagina 191 del Libro dello studente.
2
- Sulla base dei vari quesiti proposti, moderate la DAMMI UN CONSIGLIO!
conversazione in classe rispetto alle abitudini tele- - Fate lavorare gli studenti in gruppi di quattro o cin-
visive degli studenti e alle loro opinioni sulla TV que persone. Fotocopiate la scheda numero 5 a pagi-
in genere e sulla TV nel proprio paese. Chiedete na 146 e consegnatene una copia ad ogni gruppo.
quindi se e quale tipo di giornali e riviste leggono
e apprezzano e che cosa pensano della pubblicità - A turno gli studenti scelgono dalla lista due degli
sui mass media. otto problemi “individuali” della colonna di sini-
stra e li spiegano ai loro compagni i quali devono
3 dare dei consigli alla persona per risolvere il pro-
- Chiedete ai corsisti di scrivere una breve storia blema. Dopodichè si formano delle coppie o dei
basate sulle illustrazioni. Tale attività potrà essere sottogruppi all’interno del gruppo e a turno si scel-
svolta sia come compito a casa che in classe. In gono due dei problemi della colonna di destra, da
entrambi i casi chiedete agli studenti di consegnar- illustrare agli altri compagni. Naturalmente, anche
vi i propri elaborati affinché possiate restituirli in questo caso gli altri devono proporre una serie
corretti. di soluzioni possibili.

140
Grammatica e Lessico
- Fotocopiate la scheda numero 6 alle pagine 147 e
148, distribuite le fotocopie agli studenti e chiede-
te di completarle con gli elementi grammaticali
mancanti.
- Fate confrontare il risultato prima con il compagno
di banco e poi con gli schemi presenti nel testo nel
corso dell’unità 10.
- Lasciate agli studenti il tempo per concentrarsi su
questa attività di ripetizione e controllo e invitate-
li a riferire eventuali dubbi o argomenti che non
sono chiari per poterli discutere in plenum.

141
Scheda numero 1
Unità 10 - Sezione A6, Attività di fissaggio

mi mi mi ti ti ti gli gli

gli le le le Le Le Le ci

ci ci vi vi vi gli gli gli

Per domani sera ............ mandi Le riviste femminili non ............


Ma perché quando ti chiamo
un messaggio? Così se vuoi ti interessano molto. Le trovo tutte
non ............ rispondi mai?
vengo a prendere. uguali e noiose.

Scusa, ............ posso chiedere Se vieni questa sera, ............


Hai provato il panino con lo
una cosa? Sai a che ora inizia presento i miei compagni di
speck? ............ piace?
la lezione di yoga? corso!

La macchina di Carlo è rotta e Se vedi Luca, ............ dici che


Luigi è davvero un amico:
in questi giorni ............ presto questa sera non posso passare
............ voglio molto bene.
spesso la mia. da casa sua?

Chiara non risponde. Più tardi Se domani sera viene mia madre Luisa ha detto che ............ serve
riprovo e magari ............ lascio a cena, ............ preparo qualcosa ancora un po’ di tempo per
un messaggio in segreteria. di speciale! preparare l’esame.

Signor Direttore, non ............


Va bene Signora, domani
sembra che abbiamo avuto un Scusi professore, ............ posso
............ spedisco i documenti
gran successo alla Fiera di parlare un attimo?
che mi ha chiesto.
Milano?

Qui a Milano stiamo bene Tesoro, a che ora hanno detto Prima di andare al supermercato
ma ............ manca un po’ che ............ telefoneranno guardiamo un po’ che cosa
il nostro mare. Carla e Mario? ............ serve.

Ragazzi, ............ prometto che Voi non sapete come sono


Potete dirmi chi ............
questa settimana pulirò andate le cose: adesso ............
racconta queste storie?
l’appartamento! racconto la storia!

È da un po’ che non sento Michele e Linda sono un po’ Questa sera andiamo a trovare i
i miei genitori. Questa sera strani ultimamente. Ma che nostri zii così finalmente ............
............ telefono. cosa ............ succede? portiamo le foto del matrimonio!

142
Scheda numero 2
Unità 10 - Sezione D7, Attività di fissaggio

A B C D
(tu) (tu non) (noi) (voi)

ascoltare

prendere

seguire

pulire

sentire

aprire

mettere

scrivere

guardare

10

venire

143
Scheda numero 3
Unità 10 - Sezione E6, Attività di fissaggio

PARTENZA!

Devi dire la verità a


me. Dovete studiare la
lezione. Non dobbiamo
..........................................
aiutare Carlo. Devi dare un bacio a
..........................................
.......................................... Maria.
..........................................
Dobbiamo mangiare
verdure. Dobbiamo fare la
Non devi andare al spesa domani.
.......................................... bar. Dovete telefonare
..........................................
alla professoressa.
Devi fare il dolce. ..........................................
..........................................

..........................................

Dovete restituire il
libro a Claudio.
.......................................... Non dovete dire il
segreto.
Devi stare a sentire
me. Devi dire la verità a ..........................................

..........................................
Giulia.
Devi scrivere a me.
..........................................
Dobbiamo studiare i
verbi. ..........................................

.......................................... Dovete comprare i


fiori.
..........................................

Dovete ricordarvi le Dobbiamo andare in


chiavi. segreteria subito.
Devi fare una
..........................................
vacanza. ..........................................
Non devi chiudere la
.......................................... finestra.
..........................................
Non dobbiamo pren-
dere il caffè.
..........................................
Devi fare gli auguri a
Devi parlare al Signor Sandro.
Rossi. Non dobbiamo
dimenticare Luca. ..........................................
.......................................... ARRIVO!
..........................................

144
Scheda numero 4
Unità 10 - Sezione F2, Role-play guidato

G Scusi... Sa dirmi dov’è la Fontana di Trevi?

H Dunque... Deve andare sempre dritto per Via del Corso, poi girare a destra all’angolo con Via delle Muratte
e di nuovo dritto.

G Quanto tempo ci vuole?

H A piedi sono una ventina di minuti.

G E da lì per andare al Colosseo?

H Beh... dalla Fontana di Trevi è un po’ complicato...

G Ho capito... Ah! Qui ho una cartina. Può indicarmi la strada?

H Ma certo! Un attimo, metto gli occhiali. Allora... questa è Via del Corso...

Mi può dire dove è la Fontana di Trevi?

la Fontana di Trevi?
Ci vuole molto?
Dov'è la Fontana di Trevi?
È lontana?

Quanto dista da qui?

E poi per andare a Piazza Venezia?

Ed è lontana dal Vaticano?

E la stazione Termini dov’è? Può farmi vedere la strada?

Può aiutarmi?

Può indicarmi il percorso?

145
Scheda numero 5
Unità 10 - DAMMI UN CONSIGLIO!

Devi comprare un regalo originale per Dovete imparare il cinese nel più breve
la tua collega e non sai cosa scegliere. tempo possibile per un incarico di lavoro.

Dovete andare ad una festa elegante


Vuoi dimagrire senza fare sacrifici a tavola.
e non sapete cosa mettervi.

Hai perso la borsa in spiaggia con i soldi Volete comprare un piccolo appartamento
e tutti i documenti. a Roma e non sapete come fare.

Vuoi ricominciare a fare un po’ di sport Questa sera avete venti persone a cena
e non sai che cosa è meglio per te. e non avete tempo per cucinare.

Volete fare un viaggio in Oriente e


Ultimamente ti senti un po’ solo/a...
non sapete come organizzarvi.

Il prossimo fine settimana volete andare


Vuoi imparare a ballare e non riesci a
a vedere una mostra in un’altra città,
convincere il tuo partner a iscriversi
ma la vostra macchina è rotta e
ad un corso insieme a te.
i treni sono in sciopero.

Volete organizzare una serata davvero


Vuoi cambiare lavoro.
speciale per i vostri genitori.

Hai comprato un telefonino nuovo e Avete comprato i biglietti per il teatro


non funziona! ma non potete andarci.

146
Scheda numero 6
Unità 10 - Grammatica e Lessico

Pronomi indiretti
A me la musica classica piace molto. La musica classica mi piace molto.
A te interessa la politica? .......... interessa la politica?
Offro la mia collaborazione a Carlo. Gli offro la mia collaborazione.
Quando telefonerai a Elena? Quando .......... telefonerai?
Signore/a, a Lei piace sciare? Signore/a, Le piace sciare?
A .......... questa storia sembra strana. Questa storia ci sembra strana.
Alessio non presterà mai dei soldi a voi. Alessio non vi presterà mai dei soldi.
Ai miei genitori non chiedo mai niente. Non .......... chiedo mai niente.
Telefono spesso a Rita e Tiziana. .......... telefono spesso
Offro il caffè agli ospiti = Gli offro il caffè = Offro loro il caffè.

I pronomi nei tempi composti


Pronomi diretti Pronomi indiretti
Mi ha visto/a ieri. Mi ha detto la verità.
Ti ho convint..........? Ti ho spiegato tutto.
L’ho conosciuto/a tempo fa. Gli abbiamo regalat.......... un vaso cinese.
Ci ha chiamato/i/e Andrea. Ci hanno prestato la loro moto.
Vi abbiamo presentato/i/e a tutti. Vi ho telefonato più volte.
Li ho portat.......... a casa. Gli ha spedito una lettera.
Le ho prese in giro. Gli ho offert.......... un po’ di torta.

Il verbo piacere al passato


Ti è piaciuto il regalo di Davide?
Non mi è piaciuta la sua cravatta.
Non ci sono piaciut.......... i programmi di ieri.
Vi sono piaciute le nostre fotografie?

I pronomi indiretti con i verbi modali


Mi puoi dare una mano? Puoi darmi una mano?
Non ti devo spiegare nulla. Non devo spiegar.......... nulla.
Gli voglio regalare uno stereo. Voglio regalargli uno stereo.
Cosa .......... vuoi chiedere? Cosa vuoi chiederle?
Direttore, .......... posso parlare? Direttore, posso parlarLe?
Ci devi consegnare le chiavi. Devi consegnar.......... le chiavi.
.......... volevo fare gli auguri! Volevo farvi gli auguri!
Purtroppo, non gli posso dare di più. Purtroppo, non posso dar.......... di più.

147
L’imperativo diretto
tu guarda! leggi! ........................!
- finisci!
noi guardiamo! ........................! apriamo! - finiamo!
voi ........................! leggete! aprite! - ........................!

L’imperativo negativo
tu non guardare! non leggere! non .................! - non finire!
noi non ........................! non leggiamo! non apriamo! - non ..................!
voi non guardate! non ........................! non aprite! - non finite!

L’imperativo con i pronomi


Ti serve il giornale? Tieni.......... pure!
Vuoi l’intera pagina? Strappala!
Mi volete parlare? Parlatemi adesso!
Devi telefonare a Caterina! Telefona.......... domattina!
Quante riviste compriamo? Compriamone due!
Vedrai Guido? Di.......... che gli devo parlare!
Non ti sei preparato ancora? Preparati subito!
È da un po’ che non ci vediamo. Vediamo.......... stasera!

L’imperativo negativo con i pronomi


Non tenerlo! Non .......... tenere!
Non andarci! Non ci andare!
Non parlar..........! Non ne parlare!
Non preoccuparti! Non .......... preoccupare!
Non incontrate..........! Non vi incontrate!

Verbi irregolari all’imperativo diretto


andare dare dire fare stare
va’ ................. di’ ................. sta’
andiamo diamo ................. facciamo .................
................. date dite fate state

Chiedere qualcosa Esprimere Esprimere Chiedere Esprimere


in prestito un parere dispiacere un favore un desiderio
Senti, puoi farmi
Ci presti il tuo
Mi ................., ma un favore?
dizionario?
Quel che dice non non ti posso A dire la verità
mi sembra logico. aiutare. Mi ................. un non
Mi ................. in
piacere? mi ................. di
prestito questa
Ti pare giusto? Vi dà fastidio se uscire stasera.
cassetta?
apro un po’? Mi puoi dare una
mano per favore?

148
Elementi comunicativi - Parlare di un concerto
e lessicali - Chiedere un favore, giustificarsi, proporre delle alternative
- Esprimere un desiderio realizzabile
- Chiedere qualcosa in modo gentile
- Dare consigli
- Esprimere un’opinione personale
- Fare un’ipotesi
- Riferire un’opinione altrui, una notizia
- Esprimere un desiderio non realizzato oppure non realizzabile
- Esprimere il futuro nel passato
- Lessico sulla musica

Elementi grammaticali - Condizionale semplice: verbi regolari e irregolari


- Usi del condizionale
- Condizionale composto
- Riepilogo: condizionale semplice o composto?

Civiltà - La musica italiana moderna

Materiale necessario Sezione A, punto 8, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 1 a
pagina 156 e alcuni dadi
Sezione B, punto 3a, role-play guidato: alcune fotocopie della scheda numero 2 a
pagina 157
Sezione C, punto 8, attività di fissaggio: alcune fotocopie della scheda numero 1 a
pagina 156 e alcuni dadi
FAREI... CAMBIEREI... AVREI FATTO... AVREI CAMBIATO!: alcune fotocopie del-
la scheda numero 3 a pagina 158
Grammatica e Lessico: alcune fotocopie della scheda numero 4 alle pagine 159 e 160

Per cominciare... che gli studenti possano confermare o meno le ipo-


tesi precedentemente formulate e indicare le tre
informazioni corrette tra quelle indicate.
1
Soluzione: 1, 4, 5
- In plenum leggete i nomi dei cantanti contenuti
nella locandina del concerto e chiedete agli studen-
ti quali di questi conoscono e se ce ne sono alcuni A Ti piacerebbe andare al concerto?
famosi nei loro paesi.
1
2 - Fate ascoltare di nuovo il dialogo per dare la pos-
- Invitate gli studenti a raccontare le loro esperienze sibilità agli studenti di confermare o meno le pro-
in materia di concerti. prie risposte all’attività precedente.

3 2
- Fate ascoltare le prime cinque battute del dialogo, - Fate ascoltare ancora il dialogo chiedendo ai corsi-
fino a “Quasi...”. Gli studenti in coppia provano a sti di leggere contemporaneamente il testo e di
formulare delle ipotesi sulla continuazione del dia- concentrarsi sulla pronuncia.
logo. - Invitate gli studenti a sottolineare le parole rispetto
alle quali hanno qualche difficoltà di pronuncia e
4 poi fate ascoltare ancora, se necessario, al fine di
- Procedete con l’ascolto dell’intero dialogo in modo risolvere eventuali dubbi.
149
- Fate lavorare gli studenti in coppia chiedendo loro perde la i grafica davanti alle desinenze.
di assumere i ruoli di Simone e Angela e di legge-
- Spostate la riflessione su ciò che esprime il condi-
re il dialogo.
zionale e sui suoi usi: il condizionale viene utiliz-
- Chiedete agli studenti di leggere ancora il dialogo, zato per esprimere un desiderio, fare richieste in
questa volta con lo scopo di sottolineare tutti i modo gentile, dare consigli, fare supposizioni.
verbi simili a “piacerebbe” e “vorresti”.
- Mostrate qualche esempio di uso scegliendolo tra
- Procedete al riscontro in plenum. le frasi del dialogo e scrivendolo alla lavagna:
Soluzione: vorrei, sarebbe, potremmo, sarebbe, man-
esprimere un desiderio:
derebbe, avrebbe, potrei, potreste, potresti, dispiace-
Certo che ci vorrei essere!
rebbe
fare richieste in modo gentile:
3 Senti, potremmo trovarne uno anche per Silvia?
- Invitate gli studenti a porsi reciprocamente le do- dare consigli:
mande relative al dialogo e a rispondere. Potresti fare un regalo a qualcuno, per esempio.
Soluzione: 1. Angela sembra sorpresa perché sapeva
che i biglietti erano andati a ruba; 2. Li ha trovati gra- fare supposizioni/esprimere un’azione possibile:
zie ad un amico che lavora per l’agenzia che organiz- Anche se è un amico mi manderebbe a quel paese
za il concerto; 3. Perché pensa che sarebbe troppo
chiedere all’amico ancora un altro biglietto; 4. Forse 7
Angela vorrebbe andare al concerto soltanto con la - Fate lavorare gli studenti in coppia: osservando la
sua amica Silvia, senza Simone tabella, a turno si costruiscono le frasi usando il
condizionale.
- In plenum lasciate che gli studenti esprimano la Soluzione: 1. mangeremmo, 2. accetterei, 3. faresti, 4.
loro opinione a proposito della discussione tra uscirebbe, 5. invitereste
Simone e Daniela.
8
4
- Osservate il collegamento presente in tabella tra
- Fate lavorare gli studenti individualmente e chie-
l’infinito e la prima persona singolare al futuro e al
dete loro di completare il dialogo tra Simone e
condizionale del verbo essere, quindi lasciate agli
Daniela con i verbi dati.
studenti qualche minuto di tempo per lavorare
- Procedete al riscontro in plenum. individualmente e collegare le altre forme verbali
Soluzione: vorresti, vorrei, potrebbe, piacerebbe, pre- allo stesso modo.
ferirei, farebbe, sarebbe
- Invitate gli studenti a confrontare i loro collega-
5 menti con i vicini di banco quindi procedete al
- Invitate gli studenti a riassumere brevemente per riscontro in plenum.
iscritto il dialogo tra Angela e Simone. Soluzione: avere/avrò/avrei, dare/darò/darei, fare/
faro/farei, stare/starò/starei, dovere/dovrò/dovrei, po-
6 tere/potrò/potrei, sapere/saprò/saprei, andare/andrò/
- In plenum leggete la tabella e invitate gli studenti andrei, volere/vorrò/vorrei
a suggerirvi le forme adatte a completare le lacu-
- Riflettete insieme: anche nel caso dei verbi irrego-
ne, ovvero parleresti, leggerebbe e preferirei.
lari si possono riscontrare delle analogie tra le
- Riflettete in plenum: i verbi contenuti in tabella forme del futuro e quelle del condizionale, come si
sono coniugati al condizionale semplice. La forma può vedere dalla tabella a pagina 172 e da quella in
del condizionale può essere memorizzata facil- Appendice a pagina 190 che sarebbe bene analiz-
mente facendo riferimento a quella del futuro, par- zare in plenum.
lerò-parlerei, leggerò-leggerei, dormirò-dormirei.
Anche nel caso del condizionale è necessario ricor- Attività di fissaggio
dare che, come per il futuro, per i verbi in -care e - Fotocopiate la scheda numero 1 a pagina 156. Di-
-gare si inserisce una h tra la radice del verbo e le videte la classe in gruppi di almeno 4 persone e
desinenze, mentre nei verbi in -ciare e -giare si consegnate ad ogni gruppo una scheda e un dado.
150
- All’interno di ogni gruppo gli studenti si suddivi- Lasciate che gli studenti ve le suggeriscano e an-
dono ulteriormente in due sottogruppi. A turno uno notatele alla lavagna:
studente di un sottogruppo lancia il dado. Il nume-
avrei voglia di fare un giro in centro
ro che esce corrisponde ad una colonna della tabel-
io preferirei fare una gita, vorrei andare ad Assisi
la e alla persona a cui dovrà essere coniugato il
a me piacerebbe andare al mare
verbo al condizionale semplice. La lettera invece
io resterei volentieri in città
viene decisa da uno studente del sottogruppo av-
versario. Ad esempio se il lancio corrisponde a 2 e - Osservate le altre frasi utili ad esprimere un desi-
il gruppo avversario sceglie la lettera B si dovrà derio contenute nella tabella in fondo alla pagina.
coniugare il verbo cercare alla seconda persona
singolare del condizionale semplice ovvero cer- 1b
cheresti. Se il verbo coniugato è giusto lo si scrive - Fate lavorare gli studenti in coppia allo scopo di
nella casella, altrimenti la casella viene sbarrata. Il realizzare dei brevi dialoghi in cui si esprimono i
lancio successivo spetta al gruppo avversario e si propri desideri nelle circostanze date.
procede così alternandosi e scrivendo i verbi co-
- In plenum formulate qualche domanda su ciò che
niugati in due colori diversi a seconda del gruppo
direbbero gli studenti nelle circostanze date.
che li ha coniugati, affinché al termine sia possibi-
le controllare chi ha coniugato il maggior numero
2a
di verbi. Al termine, in plenum, potete discutere le
- In plenum leggete le frasi contenute nei fumetti
caselle sbarrate e individuare la giusta coniugazio-
utili a fare delle richieste in modo gentile.
ne del verbo in esse contenuta.
- Osservate le altre frasi utili a fare delle richieste in
9 modo gentile a pagina 174.
- Invitate gli studenti a lavorare in coppia e a co-
struire delle frasi osservando la tabella precedente, 2b
quindi procedete con il riscontro in plenum. - Fate lavorare gli studenti in coppia allo scopo di
Soluzione: 1. sapreste, 2. Andresti, 3. dovrebbe, 4. porsi reciprocamente delle domande in modo gen-
vorremmo, 5. farebbe tile nelle situazioni date.
- In plenum formulate qualche domanda su ciò che
B Usiamo il condizionale per...
direbbero gli studenti nelle circostanze date.
- Spiegate agli studenti che questa sezione è intera-
3a
mente dedicata alla riflessione dettagliata sugli usi
- Assegnate i ruoli di Vera e Laura a due studenti e
del condizionale.
chiedete di leggere in plenum il dialogo.
1a - Lasciate agli studenti qualche minuto per indicare
- Assegnate i ruoli di Gianni, Lisa, Marta e Debora se le affermazioni sono vere o false.
a quattro studenti e chiedete di leggere in plenum
- Procedete al riscontro in plenum.
il dialogo.
Soluzione: 1. F, 2. V, 3. F, 4. V, 5. F
- Lasciate agli studenti qualche minuto per rispon-
- Riflettete in plenum: nel dialogo compaiono alcu-
dere individualmente alle domande, quindi proce-
ne frasi in cui il condizionale è utilizzato per dare
dete al riscontro in plenum.
consigli. Quali sono? Lasciate che gli studenti ve
Soluzione: 1. Debora vorrebbe andare al mare perché
le suggeriscano e annotatele alla lavagna:
fa molto caldo, 2. Marta preferirebbe visitare Assisi
perché non c’è mai stata, 3. Lisa vorrebbe fare un io al posto tuo mi iscriverei in palestra
giro per i negozi perché è da un po’ che non fa spese, forse dovresti andare da un ortopedico
4. Gianni resterebbe volentieri in città oppure potresti fare nuoto
- Riflettete in plenum: nel dialogo compaiono nu- - Osservate le altre frasi utili ad esprimere un desi-
merose frasi in cui il condizionale è utilizzato per derio contenute nella tabella a pagine 175.
esprimere un desiderio realizzabile. Quali sono?

151
Role-play guidato ne delle regole grammaticali già note riguardanti la
- Fotocopiate la scheda numero 2 a pagina 157. Fate scelta degli ausiliari essere e avere nella coniuga-
lavorare gli studenti in coppia e consegnate ad zione dei verbi. Gli ausiliari sono coniugati al con-
ognuna una scheda. Invitate gli studenti a ripetere dizionale semplice a cui si aggiunge poi il partici-
più volte il dialogo, sostituendo le informazioni pio passato del verbo.
scritte in caratteri diversi con quelle contenute nei Il condizionale composto è utilizzato per esprime-
riquadri sottostanti, con lo stesso carattere. re azioni non realizzate nel passato e azioni consi-
derate non realizzabili nel presente e nel futuro e
3b per esprimere il futuro nel passato. Rimandate ad
- Fate lavorare gli studenti in coppia allo scopo di un altro momento la spiegazione di quest’ultima
realizzare dei brevi dialoghi in cui si danno dei funzione.
consigli nelle circostanze date.
3
- In plenum formulate qualche domanda chiedendo - Invitate gli studenti a lavorare in coppia e ad alter-
agli studenti di riferire cosa direbbero nelle circo- narsi nel rispondere alle domande seguendo l’e-
stanze date. sempio dato.
4a - Procedete al riscontro in plenum.
- In plenum leggete le frasi contenute nei fumetti, Soluzione: 1. Ci saremmo andati, ma non avevamo il
utili a esprimere un’opinione personale, fare un’i- biglietto; 2. L’avrei invitata, ma non l’ho vista; 3. Sa-
potesi, riferire un’opinione o un’ipotesi altrui o rei arrivato prima, ma c’era tanto traffico; 4. L’avrem-
una notizia non confermata. mo superato, ma siamo stati sfortunati; 5. Mi sarei
svegliata, ma non è suonata la sveglia
4b
- Fate lavorare gli studenti individualmente lascian- 4
do loro qualche minuto per completare le lacune - In plenum leggete le frasi contenute nei fumetti,
con i verbi dati. utili a esprimere un desiderio non realizzato nel
passato.
- Procedete con il riscontro in plenum.
Soluzione: 1. dovrebbero essere, 2. coinvolgerebbe,
5
3. tornerebbe, 4. dovrebbe avere, 5. dovrebbe comin- - Fate lavorare gli studenti individualmente lascian-
ciare do loro qualche minuto per completare le frasi
coniugando i verbi tra parentesi al condizionale
C Ci sarei andato, ma… semplice o composto quindi procedete al riscontro
in plenum.
1 Soluzione: 1. Sarei andato/a, 2. Andrei, 3. Verreste/
- Ritornate al dialogo tra Angela e Simone all’inizio Sareste venuti/e, 4. Sareste venuti/e, 5. Mangeremmo/
dell’unità 11: qual era l’argomento della conversa- Avremmo mangiato, 6. Avremmo mangiato
zione?
- Fate ascoltare il dialogo tra Simone e un suo amico 6
quindi lasciate agli studenti qualche minuto per - In plenum leggete le frasi contenute nei fumetti,
indicare se le affermazioni sono esatte o meno. utili a esprimere un desiderio non realizzabile nel
futuro. Ricordate che il condizionale composto si
- Procedete con il riscontro in plenum. usa anche per un desiderio futuro quando sappia-
Soluzione: 1. F, 2. F, 3. V, 4. V, 5. V, 6. F mo già che non può essere realizzato.

2 7
- Fate ascoltare nuovamente il dialogo affinché gli - Fate lavorare gli studenti individualmente lascian-
studenti possano verificare le proprie risposte. do loro qualche minuto per completare le frasi
- In plenum osservate la tabella relativa al condizio- coniugando i verbi tra parentesi al condizionale
nale composto e riflettete insieme: come ogni tem- semplice o composto quindi procedete al riscontro
po composto il condizionale richiede l’applicazio- in plenum.

152
Soluzione: 1. sarei partito/a, 2. andrei, 3. ci saremmo chiamato Antonella perché ha dimenticato il cellula-
sposati, 4. ci sposeremmo, 5. avrebbe chiamato, 6. re a casa; 3. No, non ci è andata perché pensava che
chiamerebbe lei e Roberto ci sarebbero andati insieme
- In plenum osservate la tabella a pagina 180, in cui
8
vediamo a confronto futuro e condizionale compo-
- Fate lavorare gli studenti in coppia: il compito
sto. Nella colonna a sinistra abbiamo delle frasi
consiste nell’esprimere i propri desideri nelle si-
composte da due periodi, uno principale al presen-
tuazioni date usando il condizionale semplice o
te dice, spero e sono sicuro e l’altro al futuro pas-
composto.
serà, chiamerai, andrai in cui si esprime appunto
- In plenum potete fare qualche domanda chiedendo un’azione che si verificherà in un momento futuro
agli studenti di riferire cosa direbbero nelle circo- rispetto a quello presente del periodo principale.
stanze date. Nella colonna a destra abbiamo delle frasi compo-
ste da due periodi, uno principale al passato ha
Attività di fissaggio detto, speravo, ero sicuro e l’altro al condizionale
composto sarebbe passato, avresti chiamato, sare-
- Fotocopiate la scheda numero 1 a pagina 156. Di-
sti andato in cui si esprime un’azione che si verifi-
videte la classe in gruppi di almeno 4 persone e
cherà in un momento futuro rispetto a quello pas-
consegnate ad ogni gruppo una scheda e un dado.
sato del periodo principale, ma comunque sempre
- All’interno di ogni gruppo gli studenti si suddivi- passato rispetto al presente. In questo caso il con-
dono ulteriormente in due sottogruppi. A turno uno dizionale serve ad esprimere il futuro nel passato.
studente di un sottogruppo lancia il dado. Il nume-
ro che esce corrisponde ad una colonna della tabel- 2
la e alla persona a cui dovrà essere coniugato il ver- - Invitate gli studenti a lavorare in coppia e a trasfor-
bo al condizionale composto. La lettera invece vie- mare le frasi secondo il modello.
ne decisa da uno studente del sottogruppo avver-
- Procedete al riscontro in plenum.
sario. Ad esempio se il lancio corrisponde a 2 e il
Soluzione: 1. Speravo che alla festa avrei rivisto tutti
gruppo avversario sceglie la lettera B si dovrà co-
i vecchi amici, 2. Eravamo certi che le vacanze sareb-
niugare il verbo cercare alla seconda persona sin-
bero state bellissime, 3. Eri sicura che saresti riuscita
golare del condizionale composto ovvero avresti
a fare tutto da sola?, 4. Speravano che l’esame finale
cercato. Se il verbo coniugato è giusto lo si scrive
sarebbe stato facile, 5. Non sapevo ancora cosa avrei
nella casella, altrimenti la casella viene sbarrata. Il
fatto da grande
lancio successivo spetta al gruppo avversario e si
procede così alternandosi e scrivendo i verbi co- 3
niugati in due colori diversi a seconda del gruppo - In plenum analizzate la tabella riassuntiva sul con-
che li ha coniugati affinché al termine sia possibi- dizionale semplice e composto ed invitate gli stu-
le controllare chi ha coniugato il maggior numero denti a porvi tutte le domande che riterranno utili
di verbi. Al termine, in plenum, potete discutere le ai fini della comprensione dell’argomento.
caselle sbarrate e individuare la giusta coniugazio-
ne del verbo in esse contenuta. E Vocabolario e abilità
D Sarei passato... 1
- Invitate gli studenti ad abbinare le parole alle im-
1 magini, quindi procedete al riscontro in plenum.
- Fate lavorare gli studenti in coppia. Il compito
- Chiedete agli studenti se suonano qualche stru-
consiste nel mettere in ordine il dialogo e rispon-
mento musicale e quale.
dere alle domande.
Soluzione: 1. chitarra, 2. cuffie, 3. tastiera, 4. micro-
- Procedete al riscontro in plenum. fono, 5. batteria
Soluzione: 1, 2, 4, 7, 6, 3, 5;
1. Roberto non è passato da Antonella perché è usci- 2
to; le aveva detto che probabilmente sarebbe passato, - Fate lavorare gli studenti in coppia: il compito
ma che non era proprio sicuro; 2 Roberto non ha consiste nel completare le frasi con le parole date.
153
- Procedete con il riscontro in plenum. te o di un gruppo che piace tanto anche a lei. Tale
Soluzione: 1. cantante, 2. tournée, 3. testi, 4. suona, 5. attività potrà essere svolta sia come compito a casa
festival, 6. autore che in classe. In entrambi i casi chiedete agli stu-
denti di consegnarvi i propri elaborati affinché pos-
3 siate restituirli corretti.
- Fate ascoltare la traccia 54 (esercizio 25, pagina
123 del Quaderno degli esercizi) e invitate gli stu- Conosciamo l’Italia
denti a indicare le affermazioni giuste e a comple- La musica italiana moderna
tare la tabella con gli elementi mancanti.
- Procedete con il riscontro in plenum. - Invitate gli studenti a leggere individualmente i
Soluzione: a: 1. a, 2. b, 3. a, 4. c; b: vari testi sulla musica italiana moderna e i suoi
protagonisti e a indicare le informazioni esatte. A
tale scopo possono avvalersi di un dizionario.
Canzone A r t i s ta
- Procedete al riscontro in plenum.
Il cielo in una stanza Gino Paoli Soluzione: b, a, a
Questo piccolo - Esortate gli studenti ad usufruire delle attività on-
Claudio Baglioni
grande amore line previste dall’unità 11.
Sapore di sale Gino Paoli
Autovalutazione
In ginocchio da te Gianni Morandi - Invitate gli studenti a svolgere individualmente il
test di autovalutazione e a controllare le soluzioni
Il ragazzo a pagina 191 del Libro dello studente.
Adriano Celentano
della via Gluck

Anna Lucio Battisti FAREI... CAMBIEREI...


AVREI FATTO... AVREI CAMBIATO...
E penso a te Lucio Battisti
- Fate lavorare gli studenti in coppia. Fotocopiate la
Piazza Grande Lucio Dalla scheda numero 3 a pagina 158 e consegnatene una
copia ad ogni coppia.
L’anno che verrà Lucio Dalla
- A turno gli studenti scelgono a piacere dalla lista
Vita spericolata Vasco Rossi uno dei dieci argomenti fino a che ogni studente ne
avrà cinque. Per ogni argomento lo studente deve
spiegare al compagno cosa farebbe o cosa cambie-
4 rebbe oggi e cosa avrebbe fatto o cosa avrebbe
- Sulla base dei vari quesiti proposti, moderate la cambiato in passato.
conversazione in classe rispetto a generi musicali e
- Quando tutti gli studenti avranno discusso i vari
cantanti preferiti dagli studenti, le proprie abitudi-
argomenti, invitateli a girare per la classe e intervi-
ni rispetto all’ascolto della musica, l’importanza
stare altri compagni per sapere cosa farebbero,
che le attribuiscono, racconti relativi a concerti a
cambierebbero ecc. rispetto ai temi da loro trattati.
cui gli studenti hanno assistito e infine la diffusio-
ne della musica italiana nel proprio paese. - Al termine procedete con il riscontro in plenum,
lasciando che gli studenti riferiscano qualcosa del-
5 le loro conversazioni.
- Fate lavorare gli studenti in coppia: il compito
consiste nello svolgere il role-play indicato. Grammatica e Lessico
- Fotocopiate la scheda numero 4 alle pagine 159 e
6 160, distribuite le fotocopie agli studenti e chiede-
- Chiedete ai corsisti di scrivere un’e-mail a un’ami- te di completarle con gli elementi grammaticali
ca italiana per raccontare il concerto di un cantan- mancanti.

154
- Fate confrontare il risultato prima con il compagno
di banco e poi con gli schemi presenti nel testo nel
corso dell’unità 11.
- Lasciate agli studenti il tempo per concentrarsi su
questa attività di ripetizione e controllo e invitate-
li a riferire eventuali dubbi o argomenti che non
sono chiari per poterli discutere in plenum.

155
Scheda numero 1

156
Unità 11 - Sezioni A8 e C8, Attività di fissaggio

potere lavorare leggere cominciare avere accettare


A
................................. ................................. ................................. ................................. ................................. .................................

piacere cercare andare partire cambiare vendere


B
................................. ................................. ................................. ................................. ................................. .................................

comprare bere volere fare scrivere rimanere


C
................................. ................................. ................................. ................................. ................................. .................................

parlare dormire uscire dare mangiare preferire


D
................................. ................................. ................................. ................................. ................................. .................................

sapere invitare vivere essere mettere dovere


E
................................. ................................. ................................. ................................. ................................. .................................
Scheda numero 2
Unità 11 - Sezione B3a, Role-play guidato

G Ciao... Che fai di bello?

H Leggevo questo depliant di una scuola di musica... mi piacerebbe studiare pianoforte.

G Davvero? Che bello! Hai già studiato un po’ di musica?

H Sì, da piccola, ma ho dimenticato tutto e sarebbe meglio ricominciare da zero.

G Secondo me dovresti cercare un insegnante privato.

H Forse... però la cosa diventa molto costosa.

G Mah... Dovresti sentire Daniela. Lei fa il Conservatorio e conosce tanti studenti che danno lezioni private.

H Hai ragione. È una buona idea. Potresti darmi il suo numero di telefono?

G Certo! Aspetta che lo cerco...

vorrei imparare a suonare il violino.

andrei volentieri a scuola di chitarra. sarebbe necessario

sarebbe bello suonare il flauto. dovrei

preferirei

Forse un’idea potrebbe essere

Forse faresti bene a


Mi daresti
Io al posto tuo preferirei
Ti dispiacerebbe darmi

Mi potresti dare

157
Scheda numero 3
Unità 11 - FAREI... CAMBIEREI... AVREI FATTO... AVREI CAMBIATO...

amici

vacanze
tempo libero

casa
nella mia città
Farei....
Cambierei....
Avrei fatto....
Avrei cambiato....
lavoro
amore

in Italia
famiglia

scuola

158
Scheda numero 4
Unità 11 - Grammatica e Lessico

Il condizionale semplice
parlare leggere preferire
io parlerei leggerei ..........................
tu parleresti .......................... preferiresti
lui, lei, Lei .......................... leggerebbe preferirebbe
noi parleremmo leggeremmo ..........................
voi parlereste .......................... preferireste
loro .......................... leggerebbero ..........................

Il condizionale semplice dei verbi irregolari


essere sarei
avere ..........................
dare darei
fare farei
stare ..........................
dovere dovrei
potere ..........................
sapere saprei
andare ..........................
volere vorrei

Il condizionale composto
avrei sarei
avresti .......................... uscito/a
.......................... visto il film ma era sarebbe ma è cominciato
avremmo già cominciato saremmo a piovere
avreste .......................... usciti/e
.......................... sarebbero

Esprimere il futuro nel passato


OGGI (FUTURO) IERI (PASSATO)
Sergio dice che passerà. Sergio ha detto che sarebbe passato.
Spero che mi chiamerai. Speravo che mi .......................... ..........................
Sono sicuro che ci andrai. Ero sicuro che ci saresti andato.

159
Condizionale semplice e composto: differenze
Condizionale semplice Condizionale composto
Esprimere un desiderio non realizzabile: Esprimere un desiderio non realizzato:
Mangerei volentieri un altro po’. Sarei arrivato in tempo, ma ho perso il treno!
Chiedere gentilmente: Esprimere un desiderio non realizzabile:
Mi presteresti il tuo libro? Avrei comprato il regalo, ma è troppo caro.
Esprimere opinione / ipotesi / notizia: Azione futura rispetto ad un’altra passata:
Non ……….....….. essere molto difficile. Ha detto che ……….....….. venuto.
Dare consigli (realizzabili): Dare consigli (non più realizzabili):
Dovresti spendere di meno! Avresti ……….....….. spendere di meno.

Esprimere un desiderio
Chiedere qualcosa gentilmente Dare consigli
(realizzabile)
Vorrei andare fuori... Potresti...
Potresti...?
Mi piacerebbe rimanere... Dovresti...
Mi daresti...?
Preferirei uscire... Perché non...?
Ti / Le dispiacerebbe...?
Andrei (volentieri) a... Io, al ……….....….. tuo... andrei...
Potrebbe..., per piacere?
Avrei voglia di visitare... Faresti bene a...
……….....….. bello organizzare Un’idea sarebbe...

160