Sei sulla pagina 1di 4

LETTERA ALLE FAMIGLIE

DELLA PARROCCHIA DI
C A P E Z Z A N O P I A N O R E
Via Sarzanese 147 - Tel. 0584 914007 - 347 64 66 961
e-mail: parrocchia.capezzano@alice.it
Visitateci sul Sito Internet: chiesacapezzano.altervista.org
N° 479 – 5 DICEMBRE 2010
II SETTIMANA DI AVVENTO – LITURGIA DELLE ORE II SETTIMANA

Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri!


Queste parole tratte dal libro del profeta Isaia, vengono pronunciate da
Giovanni Battista. Il suo forte invito alla conversione continua a risuonare nel
mondo spronando tutti noi, pellegrini della fede, ad accogliere degnamente il
Signore che viene. Prepariamogli la via nei nostri cuori, nelle nostre famiglie,
nelle comunità, nei gruppi, nell’ambiente di lavoro...! Nella prima lettura, il
profeta Isaia, invita il popolo, e tutti noi, a rinnovare la fiduciosa attesa del
Signore e descrive con immagini altamente poetiche questo avvento del Signore:
"Il lupo dimorerà insieme con l'agnello, la pantera si sdraierà accanto al
capretto; il vitello e il leoncello pascoleranno insieme e un fanciullo li guiderà. La
vacca e l'orsa pascoleranno insieme; si sdraieranno insieme i loro piccoli. Il leone
si ciberà di paglia, come il bue. Il lattante si trastullerà sulla buca dell'aspide; il
bambino metterà la mano nel covo di serpenti velenosi." Si tratta di espressioni
simboliche, che anticipano la realtà di una riconciliazione universale. A
quest'opera di rinnovamento cosmico siamo tutti chiamati a collaborare: ogni
uomo e donna di buona volontà.
San Paolo, nella seconda lettura ce ne indica il modo: la riconciliazione cosmica è
la naturale conseguenza della signoria di Cristo sulla storia, ma questa signoria
passa attraverso l'amore: "Accoglietevi gli uni gli altri come Cristo accolse voi."
Ecco il significato profondo dell'Avvento: accogliere Cristo ed aprire il cuore ad
ogni fratello e sorella. Da qui ha inizio quel processo di riconciliazione cantato da
Isaia nella prima lettura.
Prepariamoci al Natale risvegliando in noi e nel mondo intero la speranza della
fraternità che porta alla pace. Anzitutto la pace nei cuori, che si costruisce
deponendo le armi del rancore, della vendetta, del sospetto e di ogni forma di
egoismo.
Gesù bussa al tuo cuore
Forse siamo tutti un po' come Giovanni Battista in carcere: quando
sorgono i dubbi, le ansie, abbiamo bisogno di conferme.
Noi facciamo il nostro dovere: lavoriamo, studiamo, intratteniamo
relazioni, diamo qualcosa di noi stessi agli altri; poi sentiamo bisogno di
qualcos'altro, qualcosa di cui non sappiamo dire il nome...
Sarà troppo, sarà esagerato pensare che quel "qualcosa", quel "qualcuno"
è Dio?
Si tratta di un'esigenza profonda, intima, viscerale. Quando non capiamo
cosa sia, riempiamo, copriamo, quasi annebbiamo questa esigenza. La
"imbottiamo", per tenerla buona e al suo posto, e la ricopriamo di cose da
fare.
A volte la riconosciamo, questa benedetta esigenza di Dio, ma è "troppo
impegnativo" seguire le sue indicazioni. Meglio rimandare a domani, …
Cioè lontano, dopo, mai.
È la nostra natura, siamo fatti così... Signore, ci devi proprio capire, noi
abbiamo bisogno di segni, di essere scossi, di vederti... sennò non ti
seguiamo.
"Hai capito, Signore?" diciamo dentro di noi. Ed il Signore non capisce.
Noi gli chiediamo se ne vale davvero la pena e lui risponde a modo suo.
Arriva, passa, bussa al cuore, continua a camminare.
A volte ci destiamo, facciamo in tempo ad alzarci dalle comode poltrone
dei nostri interessi, a spoltrirci dai comodi divani dei nostri divertimenti
e narcisismi; a volte facciamo in tempo ad affacciarci dalla finestra del
nostro cuore e lo vediamo.
Lui, Gesù, che ci passa accanto ed opera prodigi: alcuni vedono con occhi
diversi la realtà, altri sentono finalmente la sua Parola, i poveri in spirito
si dicono beati, chi si dimenava negli stagni fangosi di una vita persa
trova il coraggio e la forza di rialzarsi, di ripulirsi, di andare oltre.
A volte ci viene la tentazione di andare alla porta, spalancarla, uscire per
strada e gridare: "Aspetta, Gesù, aspettami! Faccio ancora in tempo a
venire con te?".
E Lui si volta, guarda con tenerezza infinita dentro i nostri occhi. E si
ferma.
Preghiera a Gesù in avvento
Gesù ti sto aspettando. "Non tardare"
Ti sto aspettando, ma io so che Tu vieni
a cercarmi per lavorare nel tuo cantiere:
ti aspettano i bambini poveri che hanno fame,
fa' che io porti loro il pane quotidiano dell'amore;
ti aspettano le persone che soffrono,
fa' che io porti loro il pane quotidiano della speranza, andandoli a
trovare e stringendo le loro mani;
ti aspettano tanti uomini che hanno tutto ma non sono felici,
perché non hanno Te,
fa' che io porti loro il pane quotidiano del tuo amore,
che brilla come luce nella notte del non senso.
Gesù ti sto aspettando. "Non tardare".
Ti sto aspettando, ma io so che Tu vieni a cercarmi
per lavorare nel cantiere del tuo amore.
------------------------------------------------------------------------

Il tempo dell'attesa
Signore, sovente non attendo niente o attendo cose.
E mi ritrovo con il cuore vuoto.
Risveglia in me il desiderio di attendere le persone.
Di attendere te.
Dammi capacità di decifrare l'inquietudine
che sempre mi prende:
è la tua voce che mi invita a desiderare il nuovo.
Fa' che senta nell'aria il profumo
della tua dolce presenza.
Tu, l'amico vero che mai mi abbandona.
Tu, mio futuro sognato
e già divenuto realtà.
Perché a te è cara la mia esistenza.
Vieni, Signore, nel mio quotidiano!
CALENDARIO DELLA SETTIMANA
DOMENICA 5 DICEMBRE
SANTE MESSE ORE 7 - 9 - 11
ORE 15 – CELEBRAZIONE DEL SACRAMENTO DEL BATTESIMO
LUNEDI’ 6
ORE 21- GRUPPI GIOVANI
MARTEDI’ 7
ORE 17 MESSA FESTIVA
MERCOLEDI’ 8 - IMMACOLATA CONCEZIONE
SANTE MESSE ORE 7 - 9 - 11
GIOVEDI’ 9
ORE 15 - INCONTRO DI PREGHIERA PER LE VOCAZIONI
VENERDI’ 10
ORE 17,30 - ORA DI ADORAZIONE
ORE 21 - CORSO IN PREPARAZIONE AL MATRIMONIO
SABATO 11
ORE 14,30 PULIZIA DELLA CHIESA
16 ORECONFESSIONI
ORE 17 MESSA FESTIVA
DOMENICA 12 DICEMBRE
SANTE MESSE ORE 7 - 9 - 11
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
OFFERTE PER I LAVORI DELLA CHIESA
€ 300,00 Da F. C. In ringraziamento
€ 50.00 Da F. I.
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dio della libertà


che prepari le Tue vie
sovvertendo i nostri cammini.
Dio di speranza nella desolazione
e di desolazione nella falsa speranza,
donaci di lasciarci sovvertire da Te,
per vivere fino in fondo
la santa inquietudine,
che apre il cuore e la vita
all'avvento del Tuo Figlio,
il liberatore fra noi.