Sei sulla pagina 1di 2

Il Tetano della Quinta Razza

LA SATANIZZAZIONE DEL MONDO

Sentiamo sempre più spesso parlare di poteri forti, di élite che controllano la società.
Approfondendo la ricerca in merito a queste organizzazioni, scopriamo che esse esistono da molti
secoli e che hanno influenzato in maniera massiccia i grandi cambiamenti storici e, scavando ancora
più in profondità, ci è dato di comprendere che queste èlite compongono una costellazione piuttosto
numerosa e che esistono dunque diversi gruppi che operano nell'ombra, seppure con finalità simili,
ma che sono spesso separati ed in lotta per rivendicare ciascuno il potere assoluto. Ma in sostanza,
le varie organizzazioni segrete assetate di potere, si dispongono su due schieramenti principali,
lungo le rotte contrapposte dei sentieri di luce e di tenebra, con le fratellanze bianche e quelle nere.
Le prime sembrano esserci per contrastare i piani maligni delle seconde e per combattere contro i
soprusi che affliggono l'umanità. Scopriamo dunque che si disputa una segreta battaglia tra bene e
male da secoli o forse millenni, ed i vortici generati da questo conflitto sono forse guidati dai “Re
del Mondo” che dimorano in Shamballa e Agharti... gli ordini impartiti da questi regni intra-terrestri
si ripercuotono sulla superficie del globo ferito dalle guerre, dai test nucleari, e le altre catastrofi
ambientali.

BENE e MALE. Ogni azione e ogni pensiero della nostra vita sono imbevuti di questi concetti a tal
punto che forse non ci siamo mai soffermati a riflettere sulla sostanza di queste definizioni, che ci
appaiono lampanti, incontrovertibili. Negli ultimi duemila anni, poi, sotto il giogo dei monoteismi
(che sono spiritualmente il punto più rozzo e basso toccato nella storia dall'uomo), nei cervelli della
massa è inculcata l'idea che perfino Dio abbia un acerrimo nemico. La saggezza dei tempi più
antichi ci insegna che il nome del principio generatore universale era taciuto poiché inconcepibile
all'uomo, che si contentava di adorare una miriade di demiurghi imperfetti!
Giocoforza, dopo aver sgomberato l'altare degli dei difettosi, per far posto ad un unico Dio che è
luce e bene, è stato necessario addossare i mali del mondo sulle spalle di un povero diavolo, quando
sarebbe stato sufficiente osservare l'ombra proiettata del nostro idolo per comprendere la verità che
la luce e l'ombra sebbene opposte sono complementari. Nelle leggi della creazione gli opposti sono
indispensabili e si equivalgono. Da questo punto di vista possiamo trarre qualche fruttuoso
ragionamento anche dal mondo cristiano, contemplando l'immagine di Lucifero per associarlo a
“satana” solo in quanto forza antagonista e non necessariamente maligna. Perciò, proprio perché gli
opposti si equivalgono e per maggior chiarezza, potremo intendere che dio è il “satana” di Lucifero.

Chiediamoci ora: quali cose ha portato, quali risultati ha prodotto questa separazione, o meglio
questa SATANIZZAZIONE del mondo ?

Possiamo rispondere che la separazione del principio unico ha portato il disordine. E questo CAOS
SATANICO soggioga entrambi gli schieramenti, separa il bene dal male rendendo gli uni necessari
agli altri; produce inesauribili conflitti.
E' bene precisare che se nella società comune i conflitti si sviluppano coi mezzi materiali, come
arsenali bellici, frodi economiche, leggi ingiuste... sul fronte esoterico le armi in dotazione ai cattivi
così come ai buoni, sono quelle che tradizionalmente vengono etichettate con il termine di
“stregoneria o magia”, nera o bianca che sia. Vi è dunque un uso strumentale delle leggi sottili della
materia, al punto che avrebbe più senso riconoscere o meno la legittimità della pratica magica,
piuttosto che disquisire sul suo impiego (buono o cattivo). Su questo punto è molto chiaro lo
sciamanesimo africano, poiché lo stregone del villaggio ha, per esempio, la facoltà di uccidere un
nemico a distanza, così come quella di guarire un ammalato. Dimostrando che è possibile superare
non solo concettualmente, la Satanizzazione.
Parliamo adesso della legge secondo natura, che si manifesta nel mondo fisico in una maniera che a
noi appare intollerabile. Proprio perché non possiamo catalogare le azioni del mondo animale con i
parametri di bene e di male, rispetto ai quali noi siamo gli unici disperati rappresentanti, abbiamo
dovuto riparare al nostro difetto con le nostre incapacità intellettuali e ci siamo inventati, assieme a
molte altre idiozie, la legge dell'ISTINTO.

La logica dovrebbe servire all'uomo per conoscere i processi delle cose e da quest'ultime esserne
risparmiato, avere la possibilità di sottrarsi. Ma oggi sprofondati nel pantano delle cose divise,
continueremo le nostre cruente battaglie in nome del bene e del male, satanizzando il mondo. E il
prevalere dell'una o dell'altra forza non servirà a salvarci dall'apocalittico sacrificio di sangue che
ciclicamente la Terra esige.
Posso dirvi che il mescolamento razziale senza precedenti che si sta -anche forzosamente- attuando
dovrebbe essere interpretato come un segnale chiaro dei tempi che ci aspettano. Il piccolissimo
gruppo di uomini che si salverà con lo scopo di diventare il seme della prossima razza, dovrà infatti
contenere la massima quantità di geni delle razze estinte, affinché nulla del passato si perda.

Ma noi, sordi e cechi a qualunque segnale proseguiremo per la solita strada, e saremo del tutto
impreparati ad affrontare i cataclismi che ci attendono.
Creperemo meritatamente ignoranti e stupidi, travolti dall'immane forza imparziale della Legge
secondo natura.

Questa nostra ostinazione non ci risparmierà il disprezzo del pianeta Terra. Con i pochi residui di
memoria abbiamo ricostruito un passato fasullo che studiamo nei libri di storia. Oggi crediamo di
abitare questo pianeta da poche migliaia di anni e di discendere dalle scimmie. Io invece credo che
esistiamo da tempi immemori, e siamo ben più antichi della più antica scimmia. Siamo i
sopravvissuti ai cataclismi ciclici

Potrebbero piacerti anche