Sei sulla pagina 1di 2

Cos’è il Codice Lauri?

Il Manoscritto Lauri (collezione Gaetano Lauri, Pescara, Cartaceo 225 x


165 mm., 178 p. numerate. Legatura a cartoni) è uno dei tre manoscritti
apografi del Trattato della Pittura di Leonardo da Vinci. Gli altri due do-
cumenti sono: il Manoscritto Belt 36 e il Manoscritto Biblioteca Leonar-
diana.

progetto grafico Paola D’Ugo


Il Codice Lauri, copia abbreviata del Trattato della Pittura, è di proprietà
della famiglia Lauri di Pescara e non è stato fino ad ora mai pubblicato,
né studiato, ma solo esposto a Urbino e Cerreto Guidi per la prima volta.

“Probabilmente eseguito nella seconda metà del XVII secolo tra Roma e l’A-
bruzzo, (forse nel territorio di Celano, come suggerisce la filigrana, unica in
tutto il manoscritto), il Ms. Lauri ripropone una divisione in 365 capitoli per-
fettamente identica a quella dell’editio princeps del 1651, pur con minime va-
riazioni del testo, forse volute dal copista al fine di migliorarne l’aspetto grafico
e fonetico”.
[C. Pedretti, G. Baratta, Leonardo e il libro di pittura, (R. Nanni a cura di),
Edizioni Associate, 1997 Palermo, pp. 78-81] Studio e pubblicazione di un manoscritto inedito:
il “Progetto Codice Lauri”
Partner del progetto
Il “Progetto Codice Lauri”

Segreteria Scientifica Comitato Direttivo


Giampaolo Ghilardi Adriano Lauri
g.ghilardi@unicampus.it Sergio Morini
La nostra metodologia Vittoradolfo Tambone
Alessandro Vezzosi

Lo studio del documento che si vuole realizzare segue la metodologia


propria della logica della complessità, consapevoli che una realtà multidi-
mensionale come un prodotto del genio di Leonardo non potrebbe essere
compreso attraverso una osservazione riduzionistica.
I punti di vista adottati nella nostra metodologia sono 7 e sono utilizzati
per realizzare una sintesi conoscitiva, descrittiva e interpretativa unitaria.

Ambito 1 Ambito 4
La storia del Codice Lauri. Etica del pittore.
Oltre alla storia del Manoscritto in relazio- Leonardo di fatto realizza ciò che si può teo-
ne alla famiglia Lauri, si realizzerà uno studio rizzare come “etica del lavoro ben fatto” e che
bio-chimico del documento attraverso l’analisi per la prima volta presenteremo a partire dal
del DNA, che potrà offrire dati oggettivi sul lavoro del pittore.
percorso affrontato dal Codice nei secoli, cer-
cando di rispondere alla domanda: come mai
a Pescara?
Ambito 5
“Dell’ombra, del lume e della prospettiva”.
L’ottica di Leonardo sarà comparata alla Fi-
Ambito 2 sica più moderna, anche nella sua dimensione
Comparazione con gli altri apografi. non-lineare.

Lo studio comparativo con gli altri codici


permetterà di delineare oggettivamente l’ap- Ambito 6
porto originale del Codice Lauri alla storia del Codice Lauri e Metodologia Clinica.
Trattato della Pittura di Leonardo.
Nel Codice Lauri troviamo una vera “filo-
sofia del guardare” che vogliamo tradurre in

Ambito 3
orientamenti pratici, per migliorare l’osserva-
zione clinica. La concezione estetica del Codice
Disseminazione
Anatomia nel Codice Lauri.
Lauri sarà utilizzata per riflettere sull’esisten-
L’importanza dell’anatomia per Leonardo è za di una indicazione oggettiva nella Chirur- Pubblicazione del Codice Lauri e di studi correlati in
ben nota e spinge a studiare la possibile utilità gia estetica. lingua italiana, inglese, cinese e russa.
di Leonardo anche per le scienze anatomiche
contemporanee. A tal fine si realizzerà uno Mostre e convegni 2018-2020 in Italia e all’estero.
studio statistico sulle ricorrenze e le correla-
Ambito 7
Prospettiva, animali, uomini e florilegi.
zioni di parti anatomiche presenti nel Codice Realizzazione di un modello multimediale divulgativo-
in relazione anche alla dimensione statico/di- Studio ermeneutico della simbologia pre- didattico secondo realtà immersiva e aumentata.
namico. sente nel Codice Lauri.

Il “Progetto Codice Lauri”