Sei sulla pagina 1di 6

STATUTO

Art. 1: Costituzione, denominazione e sede


E' costituita, ai sensi della legge 383/2000, l'Associazione di promozione sociale e culturale
denominata "A.e.R.For.A.”. Essa ha carattere nazionale. La sede legale dell'Associazione è in
via Collerotondo n. 86, 67051 Avezzano (AQ), presso lo Studio di Luigi Rodolfo Di Luzio;
eventuali variazioni della sede possono essere decise dal Consiglio Direttivo e non
costituiscono modifica statutaria. Non ha fini di lucro e gli eventuali utili debbono essere
destinati interamente alla realizzazione delle finalità istituzionali di cui al successivo art 2. La
durata di è illimitata.

Art. 2: Finalità
ha finalità di:
a) perseguire il fattore educativo, formativo, solidaristico, civile, culturale e tecnico, senza
alcuna discriminazione di sesso, razza, età e condizione sociale.
b) le finalità di cui al punto a) saranno perseguite in ambito scolastico ma anche al di fuori
dell’ambiente scolastico;
c) perseguire elevati standard qualitativi nell'esercizio della professione di insegnante nella
scuola dell'infanzia, nella scuola primaria, nelle scuole secondarie e nelle università in sintonia
con gli standard comunitari;
d) valorizzare la formazione iniziale dell'insegnante;
e) promuovere l'aggiornamento professionale permanente;
f) valorizzare i percorsi formativi ed educativi tramite e-learning;
g) tutelare e promuovere le competenze e dell'autonomia professionale degli insegnanti;
h) promuovere la cultura, la comunicazione e la socializzazione fra persone, gruppi di persone,
comunità reali o virtuali, nonché la condivisione e la diffusione di conoscenze, informazioni,
esperienze anche attraverso la partecipazione o l'organizzazione di eventi, manifestazioni o
convegni;
i) salvaguardare i diritti dei formatori, dei tutors e-learning, e dei corsisti;
j) valorizzare la figura del formatore e del tutor e-learning;
k) diffondere utili informazioni su corsi formativi e la condivisione delle relative problematiche;
l) diffondere nelle strutture scolastiche ed educative l'uso delle TIC (Tecnologie
dell'Informazione e della
Comunicazione) e di contribuire allo sviluppo delle abilità necessarie;
m) contribuire all'applicazione e all'utilizzo delle TD (tecnologie didattiche) con particolare
riferimento alle strategie multimediali nella didattica sia nello sviluppo che nel recupero,
nell'integrazione e nel disagio;
n) favorire lo scambio di esperienze e la condivisione dei problemi relativi, in un'ottica di
costruttivismo sociale;
o) partecipare allo sviluppo progettuale dei percorsi formativi promossi dagli istituti competenti
e di contribuire ad una corretta e proficua implementazione del sistema formativo in tutte le
sue espressioni;
p) configurarsi come Knowledge management intermedio (organizzazione, gestione,
condivisione e applicazione della conoscenza) tra gli istituti preposti alla progettazione dei
percorsi formativi e l'utenza finale;
q) rappresentare le istanze degli iscritti e dei corsisti presso le organizzazioni sindacali e le
istituzioni.

Art. 3: Risorse economiche


1) trae le risorse economiche per il funzionamento e per lo svolgimento delle proprie attività
da:
a) quote associative;
b) contributi degli aderenti e di privati;
c) contributi dello Stato, di enti e di istituzioni pubbliche o di Organismi internazionali;
d) donazioni e lasciti testamentari;
e) entrate patrimoniali;
f) entrate derivanti da convenzioni o da cessione di beni o eventuali servizi agli associati o ai
terzi;
g) entrate derivanti da attività commerciali e produttive marginali o da iniziative promozionali.
2) Il fondo comune costituito con le risorse di cui al comma precedente non può essere ripartito
fra i soci né durante la vita di A.e.R.For.A., né all'atto del suo scioglimento.
3) L'esercizio finanziario di A.e.R.For.A. ha inizio e termine rispettivamente il Io gennaio ed il 31
dicembre di ogni anno.
4) Al termine di ogni esercizio il Consiglio Direttivo redige il bilancio consuntivo e lo sottopone
all'approvazione dell'Assemblea Generale entro il 31 marzo di ciascun anno.

Art. 4: Soci
1) Il numero degli aderenti è illimitato.
2) Possono essere soci di A.e.R.For.A. L le persone fisiche, altre associazioni e le persone
giuridiche che ne condividano gli scopi e che si impegnino a realizzarli e ad osservare e
sottoscrivere il presente statuto.

Art. 5: Criteri di ammissione ed esclusione dei soci


1) Chi intende associarsi deve inoltrare domanda sottoscrivendo l'apposito modulo on-line
predisposto dall'associazione A.e.R.For.A. oppure inoltrandolo presso la sede legale e deve
impegnarsi a rispettare il presente Statuto tramite la Piattaforma on-line, www.aerfora.it ,
sarà possibile richiedere l'iscrizione tramite la lista telematica
http://it.groups.yahoo.com/group/aerfora/. Il Consiglio Direttivo o il Presidente su delega di tale
organo ne decide l'ammissione.
2) la mancata accettazione della domanda di associazione è insindacabile e deve essere
motivata.
3) Il Segretario cura l'annotazione dei nuovi aderenti nel libro soci.
4) la qualità di socio non è trasmissibile a terzi e si perde per recesso, per decadenza o per
esclusione. Il recesso da parte dei soci deve essere comunicato in forma scritta all'associazione
A.e.R.For.A. almeno 3 mesi prima dello scadere dell'anno in corso e non dà diritto alla
restituzione delle quote associative versate.
5) La decadenza si perfeziona automaticamente con il mancato versamento della quota
associativa entro il termine previsto per il pagamento.
6) L'esclusione dei soci è deliberata dall'Assemblea Generale, su proposta del Consiglio
Direttivo per comportamento contrastante con gli scopi dell’A.e.R.For.A. e per persistenti
violazioni degli obblighi statutari. Prima di procedere all'esclusione devono essere contestati
per iscritto al socio gli addebiti che allo stesso vengono mossi, consentendo facoltà di replica.
L'esclusione non da diritto alla restituzione delle quote associative versate.

Art. 6: Doveri e diritti degli associati


1) I soci sono obbligali a:
a) osservare il presente statuto, i regolamenti interni e le deliberazioni legalmente adottate
dagli organi associativi;
b) mantenere sempre un comportamento corretto nei confronti di A.e.R.For.A.;
c) versare la quota associativa di cui al precedente articolo entro la data stabilita nel
Regolamento dal Consiglio Direttivo
2) I soci hanno diritto a:
a) partecipare a tutte le attività promosse dall'Associazione A.e.R.For.A.;
b) partecipare all'Assemblea con diritto di voto;
c) accedere alle cariche associative.
3) I soci non possono vantare alcun diritto nei confronti del fondo comune né di altri cespiti di
proprietà di A.e.R.For.A..

Art. 7: Organi dell'Associazione


Sono organi e cariche sociali dell' A.e.R.For.A.:
a) L'ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI ( = AG)
b) IL PRESIDENTE (= P)
c) IL CONSIGLIO DIRETTIVO (= CD)
Tutte le cariche sociali sopra elencate sono a titolo gratuito ed hanno durata triennale, sono
rinnovabili. E' fatto salvo il diritto al rimborso delle spese effettivamente sostenute in ragione
dell'incarico ricoperto e preventivamente autorizzate dal CD.

Art. 8: L'Assemblea Generale


1) L'AG è composta da tutti i soci e può essere ordinaria e straordinaria.
2) L'AG ordinaria indirizza tutta l'attività di A.e.R.For.A. ed in particolare:
a) approva il bilancio consuntivo;
b) nomina i componenti del CD;
c) approva l'eventuale regolamento interno formulato dal CD e le eventuali variazioni;
d) approva il documento programmatico
e) delibera l’esclusione dei soci;
f) delibera su tutti gli altri oggetti sottoposti al suo esame dal CD.
3) L' AG ordinaria deve essere convocata almeno una volta all'anno, per l'approvazione del
rendiconto economico e finanziario e per l'approvazione del documento programmatico e ogni
qualvolta lo stesso Presidente o il Consiglio Direttivo o almeno un decimo degli associati ne
ravvisino l'opportunità.
4) L' AG straordinaria si riunisce per discutere e approvare le modifiche del presente statuto
poste all'ordine del giorno o in caso di richiesta di scioglimento di A.e.R.For.A.. L'AG
straordinaria è convocata dal Presidente o dal CD o su domanda sottoscritta da almeno un
terzo dei soci.
5) La convocazione dell' AG avverrà almeno trenta giorni prima, dieci in caso di AG in via
telematica, mediante avviso on-line nella lista telematica
http://it.groups.yahoo.com/group/aerfora/, che sarà utilizzata fino all'eventuale realizzazione di
uno specifico sito on-line, e dovrà contenere l'O.D.G.
6) Le AG ordinarie si terranno prevalentemente on-line, solo eccezionalmente saranno riunite
"fisicamente" nel luogo e nel giorno indicato all'O.D.G.
7) Le AG straordinarie si terranno esclusivamente "fisicamente" nel luogo e nel giorno indicate
nell'O.D.G
8) L'AG in via telematica è validamente costituita utilizzando gli strumenti sincroni e asincroni
on-line a disposizione e delibera con il voto favorevole fatto pervenire entro il termine stabilito
dall'O.D.G.
9) L'AG ordinaria è validamente costituita in prima convocazione con la presenza della
maggioranza assoluta degli associati aventi diritto di voto e delibera validamente con voto
favorevole della maggioranza dei presenti.
10) L'AG straordinaria in prima convocazione è validamente costituita quando sono presenti
due terzi degli associati aventi diritto di voto e delibera con il voto favorevole della
maggioranza dei presenti.
In seconda convocazione, tanto l'AG ordinaria che l'AG straordinaria saranno validamente
costituite qualunque sia il numero dei soci intervenuti e delibereranno con il voto favorevole
della maggioranza dei presenti. In caso di parità prevale il voto del Presidente dell' A.e.R.For.A..
La seconda convocazione è prevista per il giorno successivo alla stessa ora.
11) Nelle AG ogni socio, in regola con il versamento della quota associativa, ha diritto a un
voto.
12) Nell'AG ordinaria "fisicamente" convocata è possibile esprimere il voto anche tramite
delega. In ogni caso la delega deve ritenersi valida soltanto tra membri dell'AG e comunque
per un numero massimo di due deleghe.
In via telematica e nell'AG straordinaria non è ammessa la delega.
13) I verbali di ogni AG, redatti a cura del Segretario e sottoscritti dallo stesso e da chi ha
presieduto la riunione, vengono conservati agli atti per almeno tre anni in conformità alla legge
383/2000. E' riconosciuto il valore legale alla firma digitale.

Art. 9: Il Consiglio Direttivo


1) Il CD è composto da 5 membri, eletti dalI'AG al proprio interno tra i soci in regola con il
versamento della quota sociale. II CD nomina tra i propri componenti il Presidente, il Vice
Presidente ed il Segretario con funzioni di tesoriere.
2) Il CD rimane in carica tre anni ed i suoi componenti sono rieleggibili. Le deliberazioni sono
adottate a maggioranza.
3) Nel caso che per qualsiasi ragione durante il corso dell'esercizio venissero a mancare uno o
più consiglieri, il Consiglio medesimo può provvedere alla loro sostituzione nominando i primi
tra i non eletti, che rimangono in carica fino allo scadere del mandato dell'intero Consiglio;
nell'impossibilità di attuare detta modalità il Consiglio può nominare altri soci che rimangono in
carica fino alla successiva Assemblea che ne delibera l'eventuale ratifica.
4) Il CD dovrà considerarsi sciolto e non più in carica qualora per dimissioni o per qualsiasi altra
causa venga a perdere la maggioranza dei suoi componenti eletti dall'assemblea nel corso del
mandato. In tal caso l'Assemblea deve provvedere alla nomina di un nuovo Consiglio Direttivo.
5) Il CD si riunisce di regola ogni trimestre e ogni qualvolta il Presidente lo ritenga necessario,
oppure se ne sia fatta richiesta dalla maggioranza dei membri del CD, mediante avviso scritto o
telematico, da recapitarsi almeno cinque giorni prima della data della riunione, contenente
ordine del giorno, luogo, data ed orario della seduta. In difetto di convocazione formale o di
mancato rispetto dei termini di preavviso, saranno ugualmente valide le riunioni cui
partecipano tutti i membri del CD.
Le riunioni del CD si terranno prevalentemente on-line; negli altri casi saranno riunite
"fisicamente" nel luogo e nel giorno indicato all'O.D.G.
Il CD in via telematica è validamente costituito, utilizzando gli strumenti sincroni e asincroni on-
line a disposizione e delibera con il voto favorevole della maggioranza dei suoi componenti
entro il termine stabilito. Ogni componente del CD ha diritto a un voto. Non è ammessa la
delega.
6) I verbali di ogni riunione del CD, redatti a cura del Segretario e sottoscritti dallo stesso e da
chi ha presieduto la riunione, vengono conservati agli atti per almeno tre anni in conformità
alla legge 383/2000. E' riconosciuto il valore legale alla firma digitale.
7) Sono compiti del CD:
a) attuare le finalità previste dallo statuto e l'attuazione delle decisioni dell'AG dei soci;
b) nominare il Presidente, il Vice-Presidente e il Segretario;
c) stabilire l'entità della quota associativa annuale ed indicarne i termini di pagamento;
d) redigere il documento programmatico annuale da sottoporre all'AG ordinaria;
e) redigere il rendiconto economico-finanziario annuale da sottoporre all'AG e ogni altra
documentazione contabile che si rendesse necessaria per legge;
f) fissare le date delle AG ordinarie dei soci da indire almeno una volta all'anno e convocare
l'AG straordinaria qualora venga richiesto da almeno un terzo dei soci;
g) redigere il regolamento interno relativo all'attività sociale da sottoporre all'approvazione
dell'AG,
h) deliberare sulle domande di nuove adesioni;
i) provvedere agli affari di ordinaria amministrazione che non siano di competenza dell'AG,
j) predisporre, almeno 15 giorni prima della convocazione dell'AG, ed eseguire i provvedimenti
di esclusione dei soci qualora si dovessero rendere necessari;
k) nominare, individuandoli in un elenco di autocandidature e con criteri da indicare nel
regolamento, i Coordinatori Regionali ed i Counselor provinciali come stabilito nel successivo
art. 13;
l) incaricare i Coordinatori Regionali di quelle attività che riterrà necessarie per il
raggiungimento degli obiettivi nell'ambito dell'autonomia formativa regionale;
m) sostituire i Coordinatori Regionali ed i Counselor Provinciali qualora insorgessero contrasti
con il raggiungimento degli obiettivi preposti;
Il documento programmatico, il rendiconto economico-finanziario e l'eventuale regolamento
interno saranno pubblicati on line nell'apposito spazio telematico e depositati presso la sede
dell'associazione A.e.R.For.A. entro i quindici giorni precedenti la data dell'AG per poter essere
consultati da ogni associalo.

Art. 10: Il Presidente


Il Presidente convoca e presiede l'AG e il CD; dirige A.e.R.For.A. e ne è il legale rappresentante.
Dà disposizioni per l'esecuzione delle deliberazioni del Consiglio Direttivo. In caso di urgenza
può compiere ogni atto necessario per la tutela degli interessi di A.e.R.For.A., da ratificarsi nella
prima riunione utile da parte del CD.

Art. 11: Il Vice Presidente


Il Vice Presidente sostituisce il Presidente in caso di sua assenza o impedimento temporaneo
ed in quelle mansioni nelle quali venga espressamente delegato.

Art. 12: Il Segretario con funzioni di tesoriere


Il Segretario dà esecuzione alle deliberazioni del Presidente e del CD, redige i verbali delle
riunioni, attende alla corrispondenza postale dandone immediata informazione on-line al CD.
Cura l'annotazione dei nuovi aderenti nel libro soci.
Come tesoriere cura l'amministrazione dell'Associazione A.e.R.For.A., si incarica della tenuta
dei libri contabili, nonché su mandato del CD, delle riscossioni e dei pagamenti da effettuarsi
con cadenza annuale. Il Segretario cura la pubblicazione on-line del registro contabile con
funzione "di notizia".
In caso di contrasto tra registro contabile cartaceo e telematico, deve ritenersi valido
esclusivamente quello cartaceo.
Art. 13: Counselor Provinciali
In ogni provincia in cui sono presenti iscritti ad A.e.R.For.A., possono essere individuati, da
parte del CD, in una lista di autocandidature, un Counselor Provinciale per ogni ordine di scuola
(scuola dell'infanzia, primaria, secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado,
università), i cui rispettivi incarichi avranno durata triennale. In caso di dimissioni, il
Coordinatore Regionale provvederà alla sostituzione. Il Counselor Provinciale avrà il compito di
a) tenere i rapporti con il Coordinatore Regionale nell'ambito della realtà scolastica provinciale
b) tenere i contatti con il CSA della provincia in cui svolge l'attività, allo scopo di attingere
informazioni in merito alle decisioni e alle iniziative relative alle attività di formazione rivolte
all'ordine di scuola di appartenenza, diventandone punto di riferimento informativo presso i
corsisti
c) tenere i contatti con i corsisti che ne faranno richiesta, svolgendo attività di Counselor,
raccogliendo le problematiche e le segnalazioni relative alle attività formative in corso
d) tabulare e comunicare al Coordinatore Regionale iniziative, proposte e dati utili al
miglioramento, all'interpretazione globale e al monitoraggio delle attività formative

Art. 15: Scioglimento


Lo scioglimento dell'Associazione A.e.R.For.A. è deliberato dall'AG, convocata in seduta
straordinaria, con l'approvazione, sia in prima che in seconda convocazione, di almeno 3/4 dei
soci presenti esprimenti il solo voto personale, con esclusione delle deleghe. L'AG, all'atto di
scioglimento di A.e.R.For.A., delibererà in merito alla destinazione dell'eventuale residuo attivo
del patrimonio di A.e.R.For.A.. La destinazione del patrimonio residuo avverrà a favore di altra
Associazione che persegua finalità analoghe ovvero a fini di pubblica utilità, fatta salva diversa
destinazione imposta dalla legge.

Art. 16: Clausola compromissoria


Gli associati si impegnano a non adire le vie legali per le eventuali divergenze di ordine
civilistico ed amministrativo che sorgano con A.e.R.For.A. e fra loro per motivi dipendenti dalla
vita associativa. Tali controversie insorgenti tra A.e.R.For.A. ed i soci medesimi saranno
devolute all'esclusiva competenza di un collegio Arbitrale composto da tre arbitri, due dei quali
nominati dalle parti, ed il terzo con funzioni di Presidente, dagli arbitri così designati o, in
difetto, dal Presidente dell'ordine dei dottori commercialisti di L’Aquila. La parte che vorrà
sottoporre la questione al collegio arbitrale dovrà comunicarlo all'altra con lettera
raccomandata A.R., da inviarsi entro il termine perentorio di 20 giorni dalla data dell'evento
originante la controversia, ovvero dalla data in cui la parte che ritiene di aver subito il
pregiudizio ne sia venuta a conoscenza, indicando pure il nominativo del proprio arbitro. L'altra
parte dovrà nominare il proprio arbitro entro il successivo termine perentorio di 20 giorni dal
ricevimento della raccomandata di cui al precedente punto ed in difetto l'arbitro sarà nominato,
su richiesta della parte che ha promosso l'arbitrato, dal Presidente dell'ordine dei dottori
commercialisti di località. L'arbitrato avrà sede in Avezzano (AQ) ed il collegio giudicherà ed
adotterà il lodo con la massima libertà di forma dovendosi considerare ad ogni effetto, come
irrituale. Il socio che attiva la procedura sopra citata, contestualmente dovrà informare per
conoscenza il CD tramite via telematica o in forma scritta.
Art 18: Rinvio
Per quanto non espressamente riportato in questo statuto valgono le norme del codice civile e
le altre norme di legge vigenti in materia di associazionismo Tale statuto costituisce parte
integrante e sostanziale dell'atto costitutivo in pari data redatto.
Letto, approvato e sottoscritto
Avezzano, _______________