Sei sulla pagina 1di 217

QUADRI STRUMENTI BENZINA - DIESEL CON CAMBIO MANUALE Display

O "2 TRONIC" O AUTOMATICO

A. Limitatore di velocità
o
Regolatore di velocità.
(km/h o mph)
Pannello che raggruppa i quadranti e le 5. Display. B. Contachilometri parziale.
spie d'indicazione di funzionamento del 6. Pulsante di azzeramento della vi-
veicolo. (km o miglia)
sualizzazione.
C. Indicatore di manutenzione.
Quadranti Azzera la funzione selezionata (con-
tachilometri parziale o indicatore di (km o miglia) poi,
1. Contagiri. manutenzione). Indicatore di livello olio motore.
Indica la velocità di rotazione del 7. Pulsante d'illuminazione del qua- poi
motore (x 1 000 giri/min o rpm). dro strumenti. Contachilometri totalizzatore.
2. Livello del carburante. Agisce sull'intensità d'illuminazione (km o miglia)
Indica la quantità di carburante che del posto di guida.
Queste tre funzioni vengono visualiz-
rimane nel serbatoio. 8. Cambio "2 Tronic" o automatico. zate una dopo l'altra all'inserimento
3. Temperatura di raffreddamento. Indica il programma selezionato e la del contatto.
Indica la temperatura del liquido di raf- marcia inserita.
freddamento del motore (° Celsius).
4. Velocità del veicolo. Per maggiori informazioni, consultare il
Indica la velocità istantanea del vei- capitolo che corrisponde alla funzione e
colo in marcia (km/h o mph). alla relativa visualizzazione.

18
Spie
La spia è accesa in modo fisso o
Riferimenti visivi che segnalano al guidatore lo stato di un sistema (spie di funzio- ! lampeggiante.
namento o di disattivazione) o la presenza di un difetto (spia d'allarme). Alcune spie possono accendersi in
due modi. Soltanto mettendo in re-
lazione il tipo di accensione con lo
All'inserimento del contatto stato di funzionamento del veicolo
All'inserimento del contatto, alcune spie d'allarme si accendono per alcuni secondi. è possibile capire se la situazione
All'avviamento del motore queste spie devono spegnersi. è normale o se è presente un di-
fetto.
Se restano accese, prima di mettersi in marcia, controllare la spia d'allarme inte-
ressata.

Allarmi associati
L'accensione di alcune spie può essere accompagnata da un segnale sonoro e da
un messaggio sul display multifunzione.

Spie di funzionamento
L'accensione di una delle spie seguenti conferma l'attivazione del sistema corri-
spondente.

Spia è accesa Causa Azioni/Osservazioni

Indicatore lampeggiante Il comando d'illuminazione è


di direzione con cicalino. azionato verso il basso.
sinistro
Indicatore lampeggiante Il comando d'illuminazione è
di direzione con cicalino. azionato verso l'alto.
destro
Il comando d'illuminazione
Anabbaglianti fissa. è sulla posizione Spostare il comando sulla posizione desiderata.
"Anabbaglianti".

Il comando d'illuminazione
Abbaglianti fissa. Tirare il comando per riattivare gli anabbaglianti.
è azionato verso di sé.

19
Spia è accesa Causa Azioni/Osservazioni

Fendinebbia Fendinebbia anteriori Ruotare all'indietro per due volte la ghiera di


fissa.
anteriori azionati. comando per disattivare i fari fendinebbia.

Fanalini Fanalini fendinebbia Ruotare all'indietro la ghiera di comando per


fendinebbia fissa. posteriori azionati. disattivare i fanalini fendinebbia.
posteriori

Attendere lo spegnimento prima di avviare il motore.


Preriscaldamento Il contattore è sulla
fissa. La durata di visualizzazione è determinata dalle
motore Diesel 2ª posizione (Contatto).
condizioni climatiche.

Disinserire il freno di stazionamento per far


spegnere la spia: pedale del freno premuto.
Freno di Il freno di stazionamento è
fissa. Rispettare i consigli di sicurezza.
stazionamento inserito o mal disinserito.
Per maggiori informazioni sul freno di
stazionamento, consultare il capitolo "Guida".

20
Spie di disattivazione
L'accensione di una delle spie seguenti conferma l'arresto volontario del sistema corrispondente.

Spia è accesa Causa Azioni/Osservazioni

Il comando situato nel


cassettino portaoggetti è Portare il comando su "ON" per attivare l'Airbag
sulla posizione "OFF". frontale lato passeggero. In questo caso non
Sistema L'Airbag frontale lato collocare un seggiolino per bambini in posizione
Airbag, lato fissa. passeggero è disattivato. schienale verso la strada.
passeggero In questo caso, è possibile Il sistema Airbag del passeggero si attiva
collocare un seggiolino per automaticamente all'avviamento del veicolo
bambini "con le spalle verso (posizione "ON").
la strada".

Il tasto, situato
al centro del
cruscotto, è Premere il tasto per attivare l'ESP/ASR. La relativa
attivato, e la relativa spia si spegne.
spia è accesa. A partire da 50 km orari circa, il sistema si riattiva
ESP/ASR fissa. L'ESP/ASR è disattivato. automaticamente.
ESP: controllo dinamico di Il sistema ESP/ASR viene automaticamente
stabilità. attivato all'avviamento del veicolo.
ASR: antipattinamento delle
ruote.

21
Spie d'allarme Qualsiasi anomalia che provoca l'accensione di una spia d'allarme deve esse-
A motore avviato o con il veicolo in marcia,
l'accensione di una delle seguenti spie in-
! re seguita da un'azione indicata nel messaggio che appare sul display multi-
funzione.
dica un'anomalia che richiede l'intervento In presenza di problemi rivolgersi alla rete PEUGEOT.
del guidatore.

Spia è accesa Causa Azioni/Osservazioni

fissa, abbinata È indispensabile fermarsi nelle migliori condizioni


ad un'altra spia È riferita ai freni o alla di sicurezza.
STOP e accompagnata temperatura del liquido di
da un segnale raffreddamento. Parcheggiare, disinserire il contatto e rivolgersi
acustico. alla rete PEUGEOT.

Identificare l'anomalia consultando il messaggio


che appare sullo schermo, ad esempio:
Sono presenti anomalie - il livello dell'olio motore,
temporaneamente. poco importanti, che non - il livello del liquido lavacristallo,
sono abbinate ad una
specifica spia. - la pila del telecomando,
Service - la saturazione del filtro antiparticolato (Diesel).
Per le altre anomalie, rivolgersi alla rete PEUGEOT.

Sono presenti anomalie Identificare l'anomalia consultando il messaggio che


fissa. importanti, che non sono appare sullo schermo e rivolgersi tassativamente
abbinate ad una specifica spia. alla rete PEUGEOT.

Rabboccare con un liquido raccomandato da


Notevole diminuzione del PEUGEOT.
fissa. livello nel circuito dei freni. Se l'anomalia persiste, far verificare il circuito
Freni dalla rete PEUGEOT.

fissa, abbinata Anomalia del ripartitore


+ Far verificare dalla rete PEUGEOT.
alla spia ABS. elettronico di frenata (REF).

22
Spia è accesa Causa Azioni/Osservazioni

Antibloccaggio Il veicolo conserva una frenata classica.


Anomalia del sistema
delle ruote fissa. Guidare con prudenza, a velocità moderata, e
antibloccaggio delle ruote.
(ABS) rivolgersi al più presto alla rete PEUGEOT.

La regolazione dell'ESP/ Il sistema ottimizza la motricità e permette di


lampeggiante. ASR si attiva. migliorare la stabilità direzionale del veicolo.
Controllo
dinamico
di stabilità Tranne in caso di
(ESP/ASR) disattivazione con la spia del
fissa. Far verificare dalla rete PEUGEOT.
pulsante accesa, il sistema
ESP/ASR è in anomalia.

Deve spegnersi all'avviamento del motore.


Anomalia del sistema
fissa. Se non si spegne, rivolgersi al più presto alla rete
antinquinamento.
Sistema di PEUGEOT.
autodiagnosi
motore Rischio di distruzione del catalizzatore.
Anomalia del sistema di
lampeggiante. controllo motore. Far verificare dalla rete PEUGEOT.

Effettuare tassativamente un rifornimento di


carburante per evitare la panne.
Fino a quando non viene effettuato un rifornimento
con una quantità sufficiente di carburante questa
Livello Alla prima accensione, nel spia si accende ad ogni inserimento del contatto.
minimo di fissa serbatoio restano circa
carburante 5 litri di carburante. Capacità del serbatoio: circa 50 litri (Benzina) o
48 litri (Diesel).
Evitare che il serbatoio del carburante rimanga
vuoto, ciò potrebbe danneggiare i sistemi
antinquinamento e d'iniezione.

23
Spia è accesa Causa Azioni/Osservazioni

È indispensabile fermarsi nelle migliori condizioni


Temperatura di sicurezza.
La temperatura del circuito
massima del Attendere il raffreddamento del motore per
fissa - rossa. di raffreddamento è troppo
liquido di rabboccare, se necessario.
elevata.
raffreddamento Se il problema persiste, rivolgersi alla rete
PEUGEOT.

È indispensabile fermarsi nelle migliori condizioni


Pressione Anomalia del circuito di di sicurezza.
fissa.
olio motore lubrificazione del motore. Parcheggiare, disinserire il contatto e rivolgersi
alla rete PEUGEOT.

Anomalia del circuito


di carica della batteria Deve spegnersi all'avviamento del motore.
Carica fissa. (morsetti sporchi o allentati,
batteria Se non si spegne, rivolgersi alla rete PEUGEOT.
cinghia dell'alternatore
allentata o rotta...).

fissa se la
velocità è
inferiore a
10 km/h.
fissa e Una delle porte, il
Porta/e
accompagnata bagagliaio, il lunotto sono Chiudere l'elemento interessato.
aperta/e
da un segnale rimasti aperti.
acustico se
la velocità è
superiore a
10 km/hi.

Fari Anomalia del sistema fari


lampeggiante. Far verificare dalla rete PEUGEOT.
direzionali direzionali.

24
Spia è accesa Causa Azioni/Osservazioni

Si accende per alcuni Deve spegnersi all'avviamento del motore.


temporaneamente. secondi e poi si spegne
all'inserimento del contatto. Se non si spegne, rivolgersi alla rete PEUGEOT.

Airbag
Anomalia di uno dei sistemi
Airbag o pretensionatori
fissa. Far verificare dalla rete PEUGEOT.
pirotecnici delle cinture di
sicurezza.

Cintura di fissa e poi Il guidatore e/o il


sicurezza lampeggiante, passeggero anteriore
anteriore non accompagnata non ha allacciato o ha
allacciata/ da un segnale volutamente sganciato la
volutamente acustico d'intensità cintura di sicurezza.
sganciata crescente. Tirare la cinghia della cintura di sicurezza ed
inserire l'estremità nel dispositivo d'aggancio.
Cintura di sicurezza fissa, poi Uno o più passeggeri
posteriore lampeggiante, posteriori non hanno
non allacciata/ accompagnata da allacciato la cintura di
volutamente un segnale acustico sicurezza.
sganciata d'intensità crescente.

Guidare con prudenza e a velocità moderata.


Servosterzo fissa. Anomalia del servosterzo.
Far verificare dalla rete PEUGEOT.

Presenza Rischio di deterioramento del sistema d'iniezione


Presenza d'acqua nel filtro
d'acqua nel fissa. sui motori Diesel.
del gasolio.
gasolio Rivolgersi al più presto alla rete PEUGEOT.

Fermarsi immediatamente evitando brusche


manovre con volante e freni.
Una o più ruote sono forate
Ruota forata fissa. Riparare o sostituire la ruota danneggiata e far
o molto sgonfie.
controllare la pressione dei pneumatici il più
rapidamente possibile.
25
Indicatore di manutenzione Scadenza di manutenzione Scadenza di manutenzione inferiore
superiore a 1.000 Km a 1.000 Km
Sistema che indica al guidatore la sca- Ad ogni inserimento del contatto, la chiave che Esempio: si possono ancora percorrere
denza della successiva manutenzione simboleggia le operazioni di manutenzione si 900 Km fino alla successiva manutenzione.
da far effettuare secondo il programma accende per 5 secondi. La linea di visualizza-
di manutenzione del costruttore. All'inserimento del contatto e per la du-
zione del contachilometri totalizzatore indica il rata di 5 secondi, il display indica:
Questa scadenza è calcolata a partire numero di chilometri che si possono ancora
dall'ultimo azzeramento dell'indicatore. percorrere fino alla prossima manutenzione.
È determinata da due parametri: Esempio: si possono ancora percorrere
- il chilometraggio percorso, 4.800 Km fino alla successiva manutenzione.
- il tempo trascorso dall'ultima manu- All'inserimento del contatto e per la du-
tenzione. rata di 5 secondi, il display indica:

5 secondi dopo l'inserimento del contat-


to, il contachilometri totalizzatore torna
a funzionare normalmente. La chiave
rimane accesa, per segnalare che a
breve dovrà essere effettuata una ma-
nutenzione.

5 secondi dopo l'inserimento del con-


tatto, la chiave si spegne; il contachi-
lometri totalizzatore torna a funzionare
normalmente. Il display indica allora il
chilometraggio totale e parziale.

26
Superamento della scadenza di manutenzione Azzeramento dell'indicatore
Ad ogni inserimento del contatto, la di manutenzione
chiave lampeggia per 5 secondi, per
segnalare che a breve dovrà essere ef-
fettuata una manutenzione.
Esempio: la scadenza di manutenzione
è stata superata di 300 Km.
All'inserimento del contatto e per la du-
rata di 5 secondi, il display indica:

Dopo ogni manutenzione, l'indicatore di


5 secondi dopo l'inserimento del contat- manutenzione deve essere azzerato.
to, il contachilometri totalizzatore torna
a funzionare normalmente. La chiave La procedura di azzeramento è la se-
rimane accesa. guente:
 togliere il contatto,
 premere il pulsante di azzeramento
del contachilometri parziale e tener-
lo premuto,
 inserire il contatto; il display chilo-
metrico comincia il conteggio alla
rovescia,
 quando il dispaly indica "=0", rila-
sciare il pulsante; la chiave di ma-
i Il chilometraggio che rimane da
nutenzione sparisce.

percorrere può essere ponderato


dal fattore tempo, in funzione delle
abitudini di guida. i Dopo questa operazione, se si vuo-
La chiave può quindi accendersi le scollegare la batteria, bloccare il
anche se è stata superata la sca- veicolo ed attendere almeno cinque
denza dei due anni. minuti, altrimenti l'azzeramento non
verrà preso in considerazione.

27
Indicatore di livello olio motore Livello d'olio corretto Anomalia indicatore livello d'olio
Sistema che indica al guidatore il livello
corretto o non dell'olio motore.

È indicata dal lampeggiamento di "OIL --".


Rivolgersi alla rete PEUGEOT.
Mancanza d'olio

Astina manuale

Consultare il capitolo "Verifiche" per


localizzare l'astina manuale e il riempi-
È indicata dal lampeggiamento di "OIL", mento d'olio in funzione della motoriz-
abbinata all'accensione della spia ser- zazione.
vizio, da un segnale acustico, da un
Questa informazione è indicata per messaggio sul display multifunzione e
alcuni secondi all'inserimento del segnala la mancanza d'olio che rischia 2 tacche di livello sull'astina:
contatto, dopo l'informazione sulla ma- di danneggiare il motore. - A = maxi; non supe-
nutenzione. Se la mancanza d'olio è confermata rare mai questo livello
dalla verifica con l'astina manuale, rab- (rischio di danneggia-
boccare tassativamente il livello per evi- menti del motore)
tare di danneggiare il motore. - B = mini; rabboccare il
livello attraverso il tap-
po del serbatoio dell'
olio, con olio adatto alla
motorizzazione.

i La verifica del livello d'olio è valida


solo se il veicolo si trova in piano,
con il motore spento da almeno
15 minuti.

28
Indicatore di temperatura del Dopo qualche minuto di guida, la tem-
peratura e la pressione salgono nel cir-
liquido di raffreddamento
cuito di raffreddamento. i Sulle motorizzazioni benzina, il raf-
Sistema che indica al guidatore l'evo- Per ripristinare il livello: freddamento del motore è gestito
luzione della temperatura del liquido di  attendere il raffreddamento del mo- elettronicamente per migliorare i
raffreddamento del motore. tore, consumi. Di conseguenza, i livelli
di temperatura del liquido di raf-
 svitare il tappo di due giri per far freddamento non sono più legati
scendere la pressione, solo all'ambiente esterno ed all'uti-
 quando la pressione è scesa, togliere lizzo del veicolo.
il tappo, Per esempio, in città, è normale
 ripristinare il livello fino alla tacca avere una temperatura del liquido
"MAX" (linea circolare). di raffreddamento leggermente più
alta in condizioni di freddo che in
condizioni di caldo.

Con il motore avviato, se la lancetta si


trova:
- nella zona A, la temperatura è cor-
retta,
- nella zona B, la temperatura è trop-
po elevata; la spia di temperatura
max 1 e la spia di allarme centraliz-
zato STOP si accendono, accompa-
gnate da un segnale acustico e da
un messaggio sul display multifun-
zione.
Fermare tassativamente il veicolo nelle
migliori condizioni di sicurezza.
Rivolgersi alla rete PEUGEOT.

29
Contachilometri totalizzatore Reostato d'illuminazione OROLOGIO
Sistema di misurazione della distanza Permette di regolare manualmente l'in- Sistema integrato che visualizza l'ora e
totale percorsa dal veicolo dalla messa tensità luminosa del posto di guida in permette un'impostazione separata delle
su strada. funzione della luminosità esterna. Fun- ore e dei minuti.
ziona solamente con i fari accesi, tranne
i fari diurni.

I chilometraggi totale e parziale ven-


gono visualizzati per trenta secondi al- Pulsante 1: impostazione delle ore.
l'interruzione del contatto, all'apertura Attivazione Pulsante 2: impostazione dei minuti.
della porta del guidatore e bloccando o
sbloccando le porte del veicolo.  Premere il pulsante per far variare l'inten-
sità d'illuminazione del posto di guida.
 Quando l'illuminazione raggiunge la re- Impostazione
Contachilometri parziale golazione minima, rilasciare il pulsante,
poi premere di nuovo per aumentarla.  Premere brevemente il relativo pul-
Sistema di misurazione della distanza sante per ottenere uno scorrimento
percorsa quotidianamente o altro, dall' oppure lento
azzeramento del contatore da parte del  Quando l'illuminazione raggiunge la re- oppure
guidatore. golazione massima, rilasciare il pulsan-
te, poi premerlo di nuovo per diminuirla.  Tenere premuto il relativo pulsante
per ottenere uno scorrimento rapido
 Non appena l'illuminazione raggiun-
ge l'intensità desiderata, rilasciare il
pulsante.
Disattivazione
Quando i fari sono spenti o sono in mo-
 Con il contatto inserito, premere il pul- dalità giorno per i veicoli dotati di fari
sante fino alla comparsa degli zeri. diurni, qualsiasi azione sul pulsante non
30 produce effetto.
DISPLAY MONOCROMATICO A Comandi Menu generale
(SENZA AUTORADIO WIP SOUND)

 Premere il tasto "MENU" per far


scorrere le varie opzioni del menu
generale:
- configurazione veicolo,
- opzioni,
- regolazioni display,
- lingue,
Visualizzazioni sul display Si dispone di tre tasti di comando del - unità.
display:  Premere il tasto "OK" per selezio-
Visualizza le seguenti informazioni: - "ESC" per uscire dall'operazione in nare il menu desiderato.
- ora, corso,
- data, - "MENU" per far scorrere i menu o i
- temperatura esterna* (lampeggia in sottomenu,
caso di rischio di ghiaccio), - "OK" per selezionare il menu o il
- controllo delle aperture (porte, ba- sottomenu desiderato.
gagliaio, ecc.),
- computer di bordo (vedi fine del ca-
pitolo).
Dei messaggi d'allarme (ad es.: "Ano-
malia sist antinqu") o d'informazione
(ad es.: "Bagagliaio aperto") possono
essere visualizzati in modo tempora-
neo. Questi messaggi possono essere
cancellati premendo il tasto "ESC".

* Solo con climatizzatore.


31
Regolazioni display Lingue
Selezionando questo menu , è possibile Dopo aver selezionato il menu "Lingue",
accedere ai seguenti parametri: è possibile modificare la lingua di visua-
- anno, lizzazione del display (Français, Italiano,
Nederlands, Português, Português-
- mese, Brasil, Deutsch, English, Español).
- giorno,
- ora,
- minuti,
- modo 12 o 24 ore. Unità
Dopo aver selezionato il menu "Unità",
è possibile modificare i seguenti para-
metri:
- temperatura (°C o °F),
Configurazione veicolo - consumo di carburante (l/100 km,
mpg o km/l).
 Dopo aver selezionato una di que-
ste opzioni, premere il tasto "OK"
per modificarne il valore.

Selezionando il menu "Config veic" è


possibile attivare o disattivare i seguenti
equipaggiamenti:
- tergicristallo abbinato alla retromar-
cia (vedi capitolo "Visibilità"),
- fari direzionali (vedi capitolo "Visibi-
lità"),
 Attendere circa dieci secondi senza
- accensione temporizzata dei fari azione affinché il dato modificato
(vedi capitolo "Visibilità"). venga registrato oppure premere il
tasto "ESC" per annullare.
Il display torna poi alla schermata corrente.
Opzioni ! Per ragioni di sicurezza, il guidatore
deve tassativamente effettuare la
Selezionando il menu "Opzioni", è pos- configurazione dei display multifun-
sibile avviare una diagnosi dello stato zione a veicolo fermo.
degli equipaggiamenti (attivo, non atti-
vo, in anomalia).
32
DISPLAY MONOCROMATICO A Comandi Menu generale
(CON WIP SOUND)

 Premere il tasto "MENU" per accede-


re al menu generale, quindi premere
i tasti "" o "" per far scorrere i vari
menu:
- radio-CD,
Dal frontalino dell'autoradio è possibile: - configurazione veicolo,
 premere il tasto "MENU" per acce- - opzioni,
dere al menu generale, - regolazione display,
Visualizzazioni sul display  premere i tasti "" o "" per far
scorrere gli elementi sul display, - lingue,
Visualizza le seguenti informazioni:  premere il tasto "MODE" per cambia- - unità.
- ora, re l'applicazione permanente (compu-  Premere il tasto "OK" per selezio-
ter di bordo, modalità audio, ...), nare il menu desiderato.
- data,
- temperatura esterna* (lampeggia in  premere i tasti "" o "" per modi-
caso di rischio di ghiaccio), ficare un valore di regolazione,
 premere il tasto "OK" per confermare, Radio-CD
- controllo delle aperture (porte, ba- Con l'autoradio accesa, una volta selezio-
gagliaio, ecc.), oppure
nato il menu "Radio-CD", è possibile atti-
- modalità audio (radio, CD, ...),  premere il tasto "ESC" per uscire vare o disattivare le funzioni relative alla
- computer di bordo (vedi fine del ca- dall'operazione in corso. radio (selezione RDS, modalità REG), o
pitolo). al CD (introscan, lettura casuale, ripeti-
Dei messaggi di allarme (ad es.: "Ano- zione CD).
malia sistema antinquinamento") o d'in- Per maggiori informazioni sull'applica-
formazione (ad es.: "Bagagliaio aperto") zione "Radio-CD", fare riferimento alla
possono essere visualizzati in modo parte WIP Sound del capitolo "Audio e
temporaneo. Questi messaggi posso- Telematica".
no essere cancellati premendo il tasto
"ESC".

* Solo con climatizzatore.


33
Regolazioni display Lingue
Una volta selezionato il menu Regola- Dopo aver selezionato il menu "Lin-
zioni, è possibile accedere ai seguenti gue", è possibile modificare la lingua
parametri: di visualizzazione (Français, Italiano,
- anno, Nederlands, Portugues, Portugues-
Brasil, Deutsch, English, Espanol).
- mese,
- giorno,
- ora,
- minuti,
- modalità 12 o 24 ore. Unità di misura
Configurazione veicolo Dopo aver selezionato il menu "Unità",
è possibile modificare i seguenti para-
metri:
- temperatura (°C o °F),
- consumo di carburante (l/100 km,
mpg o km/l).

Una volta selezionato il menu di Confi-  Dopo aver selezionato una di que-
gurazione veicolo, è possibile attivare o ste opzioni, premere i tasti "" o
disattivare i seguenti equipaggiamenti: "" per modificarne il valore.
- tergicristallo abbinato alla retromar-
cia (vedi capitolo "Visibilità"),
- fari direzionali (vedi capitolo "Visibi-
lità"),
- accensione temporizzata dei fari
(vedi capitolo "Visibilità").

 Premere i tasti "" o "" per pas-


sare rispettivamente alla regolazio-
ne precedente o successiva.
 Premere il tasto "OK" per salvare
Opzioni la modifica o tornare alla scherma-
Una volta selezionato il menu "Opzioni",
ta corrente oppure premere il tasto ! Per ragioni di sicurezza, effettuare
tassativamente la configurazione
"ESC" per annullare.
è possibile avviare una diagnosi sullo del display multifunzione a veicolo
stato degli equipaggiamenti (attivo, non fermo.
attivo, in anomalia).

34
DISPLAY MONOCROMATICO C Comandi Menu generale
(CON WIP SOUND)

 Premere il tasto "MENU" per acce-


dere al menu generale:
- funzioni audio,
- computer di bordo (vedi alla fine
Dal frontalino dell'autoradio è possibile: del capitolo),
 premere il tasto "MENU" per acce- - personalizzazione-configurazione,
dere al menu generale, - telefono (kit viva voce).
Visualizzazioni sul display  premere i tasti "" o "" per far  Premere i tasti "" o "" per sele-
scorrere gli elementi sul display, zionare il menu desiderato, quindi
Visualizza le seguenti informazioni:  premere il tasto "MODE" per cambiare confermare premendo il tasto "OK".
- ora, l'applicazione permanente (computer
- data, di bordo, modalità audio, ...),
 premere i tasti "" o "" per modi- Menu "Funzioni audio"
- temperatura esterna* (lampeggia in
caso di rischio di ghiaccio), ficare un valore di regolazione, Con l'autoradio accesa, una volta sele-
- controllo delle aperture (porte, ba-  premere il tasto "OK" per confermare, zionato questo menu, è possibile attivare
gagliaio, ...), oppure o disattivare le funzioni relative alla radio
- modalità audio (radio, CD, ...),  premere il tasto "ESC" per uscire (RDS, REG, RadioText) o al CD (intro-
dall'operazione in corso. scan, lettura casuale, ripetizione CD).
- computer di bordo (vedi fine del ca-
pitolo). Per maggiori informazioni sull'applica-
zione "Funzioni audio", fare riferimento
Dei messaggi di allarme (ad es.: "Ano- alla parte WIP Sound del capitolo "Audio
malia sistema antinquinamento") o e Telematica".
d'informazione (ad es.: "Accensione
automatica dei fari attivata") possono
essere visualizzati in modo tempora-
neo. Questi messaggi possono essere
cancellati premendo il tasto "ESC".

* Solo con climatizzatore.


35
Menu "Computer di bordo"
Una volta selezionato questo menu, è
possibile consultare informazioni sullo
stato del veicolo (elenco degli allarmi,
stato delle funzioni, ecc.).

Elenco degli allarmi


Riepiloga i messaggi d'allarme attivi vi-
sualizzandoli in successione sul display
multifunzione.  Premere il tasto "MENU" per acce-
dere al menu generale.
 Premere le frecce, quindi il tasto
"OK" per selezionare il menu "Com-
puter di bordo".
Stato delle funzioni
Riepiloga lo stato attivo o non attivo delle
funzioni presenti sul veicolo.

Inserire la distanza fino alla  Nel menu "Computer di bordo",


destinazione scegliere una delle seguenti appli-
Questo consente di inserire un valore cazioni:
approssimativo di distanza fino alla de-
stinazione finale.

36
Esempio: regolazione della durata del- Configurazione display
l'accensione temporizzata dei fari Una volta selezionato questo menu, è
possibile accedere ai seguenti parametri:
 Premere i tasti "" o "", quindi il
tasto "OK" per selezionare il menu - regol. luminosità display,
desiderato. - regol. data e ora,
- scelta delle unità.

Scelta della lingua


Dopo aver selezionato questo menu
Menu "Personalizzazione- è possibile cambiare la lingua visua-
Configurazione"  Premere i tasti"" o "", quindi il lizzata sul display (Deutsch, English,
tasto "OK" per selezionare la linea Espanol, Français, Italiano, Nederlands,
"Accensione temporizzata fari". Portugues, Portugues-Brasil, Türkçe*).

Menu "Telefono"
Con l'autoradio accesa, una volta se-
Una volta selezionato questo menu, è lezionato questo menu, è possibile
possibile accedere alle seguenti funzioni: configurare il kit viva voce Bluetooth
- definire i parametri veicolo, (abbinamento), consultare le varie ru-
- configurazione display, briche telefoniche (chiamate, servizi...)
e gestire le comunicazioni (effettuare e
- scelta della lingua.  Premere i tasti "" o "" per impo- terminare una chiamata, doppia chia-
stare il valore desiderato (15, 30 o mata, modalità riservata, ...).
60 secondi), quindi il tasto "OK" per
Definire i parametri veicolo confermare. Per maggiori informazioni sull'applica-
Una volta selezionato questo menu, è zione "Telefono", consultare la parte
possibile attivare o disattivare i seguenti WIP Sound del capitolo "Audio e Tele-
equipaggiamenti: matica".
- tergicristallo abbinato alla retromar-
cia (vedi capitolo "Visibilità"),
- fari direzionali (vedi capitolo "Visibilità"),
- accensione temporizzata dei fari
 Premere i tasti "" o "", poi il ta-
! Per ragioni di sicurezza, effettuare
(vedi capitolo "Visibilità"), tassativamente la configurazione
sto "OK" per selezionare la casellina del display multifunzione a veicolo
- assistenza al parcheggio posteriore "OK" e confermare o il tasto "ESC"
(vedi capitolo "Guida"). fermo.
per annullare.
* Secondo la destinazione.
37
DISPLAY A COLORI Comandi
16/9 (CON WIP NAV)

i Per maggiori dettagli su queste


applicazioni, fare riferimento al ca-
pitolo "Audio e telematica" o alle
specifiche istruzioni ricevute con
gli altri documenti di bordo.

Dal frontalino anteriore del WIP Nav si


Visualizzazioni sul display può scegliere una delle applicazioni:
Visualizza automaticamente e diretta-  premere il tasto dedicato "RADIO",
mente le seguenti informazioni: "MUSIC", "NAV", "TRAFFIC",
"SETUP" o "PHONE" per accedere
- ora, al relativo menu,
- data,  ruotare la manopola per spostare la
- altitudine, selezione,
- temperatura esterna (il valore visua-  premere la manopola per confermare
lizzato lampeggia in caso di rischio la selezione,
di ghiaccio), oppure
- controllo delle aperture,  premere il tasto "ESC" per abban-
- messaggi di allarme e messaggi donare l'operazione in corso e tor-
sullo stato delle funzioni del veicolo, nare alla schermata precedente.
visualizzati in modo temporaneo,
- funzioni audio,
- informazioni del computer di bordo,
- informazioni del sistema di guida
imbarcato.

38
Menu "SETUP" Display
Questo menu permette di regolare la
luminosità del display, l'armonia dei co-
! Per ragioni di sicurezza, il guida-
tore deve tassativamente confi-
lori del display e il colore della mappa gurare il display multifunzione a
(modo giorno/notte o automatico). veicolo fermo.

Parametri veicolo
Questo menu permette di attivare o disat-
tivare alcuni equipaggiamenti di guida e
di confort:
- tergicristallo abbinato alla retromar-
 Premere il tasto "SETUP" per ac- cia (vedi capitolo "Visibilità"),
cedere al menu "SETUP", che per- - accensione temporizzata dei fari e
mette di scegliere una delle seguenti durata (vedi capitolo "Visibilità"),
funzioni: - fari direzionali (vedi capitolo "Visibi-
- "Lingue", lità").
- "Data e ora",
- "Display",
- "Parametri veicolo", Unità
- "Unità", Questo menu permette di scegliere le
unità: temperatura (°C o °F) e consumi
- "Parametri sistema". (km/l, l/100 o mpg).

Lingue
Questo menu permette di scegliere
la lingua di visualizzazione: Deutsch, Parametri sistema
English, Espanol, Français, Italiano, Questo menu permette di ripristinare la
Nederlands, Polski, Portugues, Türkçe*. configurazione originale, di visualizzare
la versione del software e di attivare i
Data e ora testi scorrevoli.
Questo menu permette di impostare la
data e l'ora, il formato della data e il for-
mato dell'ora (vedere il capitolo "Audio
e telematica" o le istruzioni specifiche ri-
cevute con gli altri documenti di bordo).
* Secondo il Paese di destinazione.
39
COMPUTER DI BORDO

Sistema che fornisce informazioni im-


mediate sul percorso effettuato (auto-
nomia, consumo...).

Display monocromatico A I dati del computer di bordo sono i se-  Alla successiva pressione, si torna
guenti: alla visualizzazione corrente.
- autonomia Azzeramento

Visualizzazione dei dati - consumo istantaneo

- distanza percorsa

- consumo medio
 Premere per almeno due secondi il
comando per azzerare la distanza
percorsa, il consumo medio e la ve-
locità media.
 Premere il pulsante che si trova al- - velocità media.
l'estremità del comando del tergicri-
stallo, per visualizzare uno dopo l'altro
i vari dati del computer di bordo.

40
Qualche definizione…

Autonomia Consumo istantaneo Distanza destinazione


(km o miglia) (l/100 km o km/l o mpg) (km o miglia)
Indica il numero di chilometri È la quantità media di carbu- È la distanza che rimane da per-
che possono ancora essere rante consumata negli ultimi correre fino alla destinazione fi-
percorsi con il carburante che rimane secondi. nale. È calcolata in modo istantaneo dal
nel serbatoio, in funzione del consumo sistema di navigazione se è attivata la
medio degli ultimi chilometri percorsi. guida imbarcata oppure è inserita dal-
l'utilizzatore.
Se la distanza non viene inserita, al po-
i Questa funzione viene visualizzata sto delle cifre vengono visualizzati dei
solo a partire da 30 Km orari. trattini.
i A volte questo numero aumenta
dopo un cambiamento di tipo di
guida o di strada, provocando una
notevole variazione del consumo Velocità media
immediato. (km/h o mph)
Consumo medio
È la velocità media calcolata dal-
(l/100 km o km/l o mpg) l'ultimo azzeramento del compu-
È la quantità media di carbu- ter (con il contatto inserito).
rante consumata dall'ultimo
Quando l'autonomia è inferiore a 30 Km, azzeramento del computer.
vengono visualizzati dei trattini. Dopo
un rabbocco di carburante di almeno
5 litri, l'autonomia viene visualizzata ap-
pena supera 100 Km. Distanza percorsa
(km o miglia)
Indica la distanza percorsa
dall'ultimo azzeramento del
Se mentre si guida vengono visua- computer.
! lizzati in modo durevole dei trattini
al posto delle cifre, rivolgersi alla
rete PEUGEOT.

42
COMPUTER DI BORDO Visualizzazione dei dati - il menu del percorso "2"
con:
la distanza percorsa,
Sistema che fornisce informazioni im-
mediate sul percorso effettuato (auto- il consumo medio,
nomia, consumo, ecc.). la velocità media,
per il secondo percorso.
 Alla pressione successiva, si torna
alla schermata corrente.
Display monocromatico C

Azzeramento del percorso

 Premere il pulsante che si trova al-


l'estremità del comando del tergi-
Display a colori 16/9 cristallo, per visualizzare uno dopo
l'altro i vari dati presenti sul compu-
ter di bordo:
- il menu delle informazioni
immediate, con:
l'autonomia,
il consumo immediato,
la distanza che rima-
ne da percorrere,
 Quando il percorso desiderato è vi-
sualizzato, premere il comando per
- il menu del percorso "1" almeno due secondi.
con:
la distanza percorsa, I percorsi "1" e "2" sono indipendenti e
il consumo medio, di utilizzo identico.
la velocità media, Il percorso "1" permette di effettuare,
ad esempio, dei calcoli giornalieri, ed il
per il primo percorso. percorso "2" dei calcoli mensili.

41
Qualche definizione…

Autonomia Consumo istantaneo Distanza destinazione


(km o miglia) (l/100 km o km/l o mpg) (km o miglia)
Indica il numero di chilometri È la quantità media di carbu- È la distanza che rimane da per-
che possono ancora essere rante consumata negli ultimi correre fino alla destinazione fi-
percorsi con il carburante che rimane secondi. nale. È calcolata in modo istantaneo dal
nel serbatoio, in funzione del consumo sistema di navigazione se è attivata la
medio degli ultimi chilometri percorsi. guida imbarcata oppure è inserita dal-
l'utilizzatore.
Se la distanza non viene inserita, al po-
i Questa funzione viene visualizzata sto delle cifre vengono visualizzati dei
solo a partire da 30 Km orari. trattini.
i A volte questo numero aumenta
dopo un cambiamento di tipo di
guida o di strada, provocando una
notevole variazione del consumo Velocità media
immediato. (km/h o mph)
Consumo medio
È la velocità media calcolata dal-
(l/100 km o km/l o mpg) l'ultimo azzeramento del compu-
È la quantità media di carbu- ter (con il contatto inserito).
rante consumata dall'ultimo
Quando l'autonomia è inferiore a 30 Km, azzeramento del computer.
vengono visualizzati dei trattini. Dopo
un rabbocco di carburante di almeno
5 litri, l'autonomia viene visualizzata ap-
pena supera 100 Km. Distanza percorsa
(km o miglia)
Indica la distanza percorsa
dall'ultimo azzeramento del
Se mentre si guida vengono visua- computer.
! lizzati in modo durevole dei trattini
al posto delle cifre, rivolgersi alla
rete PEUGEOT.

42
CONFORT

Il comando di temperatura permette di


ottenere il livello di confort desiderato,
miscelando l'aria dei vari circuiti.
Il comando di distribuzione d'aria per-
mette di diffondere l'aria nell'abitacolo
combinando più bocchette di aerazione.
Il comando del flusso d'aria permette di
aumentare o di diminuire la velocità del
ventilatore.

Frontalino di comando
I comandi di questo sistema sono rag-
gruppati sul frontalino A della console
centrale. A seconda del modello, le fun-
zioni presentate sono:
- livello di confort desiderato,
- flusso d'aria,
- ripartizione d'aria,
- sbrinamento e disappannamento,
- comandi manuali o automatici della
climatizzazione.
Diffusione d'aria
1. Diffusori di sbrinamento o di disap-
VENTILAZIONE Trattamento dell'aria pannamento del parabrezza.
2. Diffusori di sbrinamento o di disap-
L'aria che entra può seguire vari percor- pannamento dei vetri laterali ante-
Entrata d'aria si, a seconda dei comandi selezionati riori.
dal guidatore:
L'aria all'interno dell'abitacolo è filtrata e - arrivo diretto nell'abitacolo (entrata
3. Aeratori laterali chiudibili ed orientabili.
proviene dall'esterno, attraverso la boc- d'aria) 4. Aeratori centrali chiudibili ed orien-
chetta situata alla base del parabrezza, tabili.
o dall'interno, in ricircolo d'aria. - passaggio in un circuito di riscalda-
mento (riscaldamento) 5. Uscita d'aria verso il basso per i
passeggeri anteriori.
- passaggio in un circuito di refrigera-
zione (climatizzazione). 6. Uscita d'aria verso il basso per i
passeggeri posteriori.

43
CONFORT

i Per fare in modo che questi sistemi siano pienamente efficaci, rispettare le La condensa creata dalla climatiz-
seguenti regole d'uso e di manutenzione: zazione provoca un gocciolamento
 Per ottenere una ripartizione d'aria omogenea, non ostruire le bocchette d'acqua sotto al veicolo in sosta.
d'entrata d'aria esterna situate alla base del parabrezza, gli aeratori, le
uscite d'aria e la griglia d'entrata dell'aria situata nel bagagliaio.
 Non ricoprire il sensore di soleggiamento, situato sul cruscotto, serve a
regolare il sistema di climatizzazione.
 Far funzionare il sistema di climatizzazione per almeno 5 - 10 minuti, una
o due volte al mese, per mantenerlo in perfetto stato di funzionamento.
 Verificare lo stato del filtro dell'abitacolo e far sostituire periodicamente gli
elementi filtranti (vedi capitolo "Verifiche").
Raccomandiamo di scegliere un filtro abitacolo combinato. Grazie al suo
additivo attivo specifico, contribuisce a purificare l'aria respirata dagli oc-
cupanti e a tenere pulito l'abitacolo (riduzione dei sintomi allergici, dei cat-
tivi odori e dei depositi grassi).
 Per garantire il corretto funzionamento del sistema di climatizzazione, si
raccomanda anche di farlo controllare secondo quanto indicato nel libretto
di uso e manutenzione.
 Se il sistema non produce aria fredda, disattivarlo e rivolgersi alla rete
PEUGEOT.
In caso di traino di carico massimo in pendio ripido e con una temperatura
elevata, l'interruzione della climatizzazione permette di recuperare una certa
potenza del motore e di migliorare quindi la capacità di traino.

Se dopo una sosta prolungata al sole, la temperatura interna rimane molto


elevata, areare l'abitacolo per alcuni istanti.
Posizionare il comando del flusso d'aria ad un livello sufficiente per garantire
un corretto ricircolo dell'aria nell'abitacolo.
Il sistema di climatizzazione non contiene cloro e non presenta pericoli per lo
strato d'ozono.

44
CONFORT

RISCALDAMENTO/VENTILAZIONE CLIMATIZZAZIONE MANUALE

Frontalino con comandi manuali Frontalino con comandi manuali

Frontalino con comandi elettrici Frontalino con comandi elettrici

45
CONFORT

RISCALDAMENTO/ 3. Regolazione della distribuzione Frontalino con comandi manuali


VENTILAZIONE E ARIA d'aria
Parabrezza e vetri laterali.
CLIMATIZZATA MANUALE
I sistemi di riscaldamento/ventilazione
o climatizzazione possono funzionare
solo con il motore avviato. Parabrezza, vetri laterali e  Spostare il comando manuale verso
piedi dei passeggeri. destra per essere in posizione "Ri-
circolo d'aria interna".
1. Regolazione della temperatura
 Spostare il comando manuale ver-
 Ruotare la manopola dal so sinistra per tornare alla posizione
blu (freddo) al rosso (caldo) Piedi dei passeggeri (aeratori "Entrata d'aria esterna".
per modulare la temperatu- chiusi).
ra a piacere. Frontalino con comandi elettrici

Aeratori centrali e laterali.  Premere il tasto per far ri-


circolare l'aria interna. Si
2. Regolazione del flusso d'aria accende la relativa spia.
 Dalla posizione 1 alla posi-
zione 4, ruotare la manopo- La distribuzione d'aria può  Premere di nuovo il tasto per per-
la fino ad ottenere un flusso essere modulata mettendo la mettere l'entrata d'aria esterna. Si
d'aria sufficiente per garan- manopola su una posizione accende la relativa spia.
tire il confort. intermedia, contrassegnata
da un punto " ".
Sbrinamento - Disappannamento
4. Entrata d'aria/Ricircolo d'aria Per sbrinare o disappannare veloce-
i  Se si porta il comando del flus-
so d'aria sulla posizione 0 (di-
L'entrata d'aria esterna permette di evi- mente il parabrezza e i vetri laterali:
tare l'appannamento del parabrezza e  portare il comando d'entrata d'aria 4
sattivazione del sistema), il dei vetri laterali. sulla posizione "Entrata d'aria esterna",
confort termico non è più gesti-
to. Rimane tuttavia percepibile Il ricircolo d'aria interna permette di iso-  portare la manopola di distribuzione
un leggero flusso d'aria, dovuto lare l'abitacolo dagli odori e dai fumi d'aria 3 sulla posizione "Parabrezza",
allo spostamento del veicolo. esterni.  portare le manopole di temperatura
Appena è possibile, tornare sulla posi- 1 e di flusso d'aria 2 sulla posizione
zione entrata d'aria esterna per evitare i massima,
rischi di degrado della qualità dell'aria e  chiudere gli aeratori centrali,
l'appannamento.
 avviare la climatizzazione premendo
il tasto "A/C".
46
CONFORT

RISCALDAMENTO/VENTILAZIONE CLIMATIZZAZIONE MANUALE

Frontalino con comandi manuali Frontalino con comandi manuali

Frontalino con comandi elettrici Frontalino con comandi elettrici

45
CONFORT

RISCALDAMENTO/ 3. Regolazione della distribuzione Frontalino con comandi manuali


VENTILAZIONE E ARIA d'aria
Parabrezza e vetri laterali.
CLIMATIZZATA MANUALE
I sistemi di riscaldamento/ventilazione
o climatizzazione possono funzionare
solo con il motore avviato. Parabrezza, vetri laterali e  Spostare il comando manuale verso
piedi dei passeggeri. destra per essere in posizione "Ri-
circolo d'aria interna".
1. Regolazione della temperatura
 Spostare il comando manuale ver-
 Ruotare la manopola dal so sinistra per tornare alla posizione
blu (freddo) al rosso (caldo) Piedi dei passeggeri (aeratori "Entrata d'aria esterna".
per modulare la temperatu- chiusi).
ra a piacere. Frontalino con comandi elettrici

Aeratori centrali e laterali.  Premere il tasto per far ri-


circolare l'aria interna. Si
2. Regolazione del flusso d'aria accende la relativa spia.
 Dalla posizione 1 alla posi-
zione 4, ruotare la manopo- La distribuzione d'aria può  Premere di nuovo il tasto per per-
la fino ad ottenere un flusso essere modulata mettendo la mettere l'entrata d'aria esterna. Si
d'aria sufficiente per garan- manopola su una posizione accende la relativa spia.
tire il confort. intermedia, contrassegnata
da un punto " ".
Sbrinamento - Disappannamento
4. Entrata d'aria/Ricircolo d'aria Per sbrinare o disappannare veloce-
i  Se si porta il comando del flus-
so d'aria sulla posizione 0 (di-
L'entrata d'aria esterna permette di evi- mente il parabrezza e i vetri laterali:
tare l'appannamento del parabrezza e  portare il comando d'entrata d'aria 4
sattivazione del sistema), il dei vetri laterali. sulla posizione "Entrata d'aria esterna",
confort termico non è più gesti-
to. Rimane tuttavia percepibile Il ricircolo d'aria interna permette di iso-  portare la manopola di distribuzione
un leggero flusso d'aria, dovuto lare l'abitacolo dagli odori e dai fumi d'aria 3 sulla posizione "Parabrezza",
allo spostamento del veicolo. esterni.  portare le manopole di temperatura
Appena è possibile, tornare sulla posi- 1 e di flusso d'aria 2 sulla posizione
zione entrata d'aria esterna per evitare i massima,
rischi di degrado della qualità dell'aria e  chiudere gli aeratori centrali,
l'appannamento.
 avviare la climatizzazione premendo
il tasto "A/C".
46
CONFORT

5. Attivazione/Disattivazione della SBRINAMENTO - DISAPPANNAMENTO


climatizzazione DEL LUNOTTO  Spegnere lo sbrinamento del
La climatizzazione è prevista Il tasto di comando si trova sul lunotto posteriore e dei retro-
per funzionare efficacemente frontalino del sistema di riscal- visori esterni non appena lo si
in qualsiasi stagione, con i ve- damento o di climatizzazione. ritiene necessario, in quanto
tri chiusi. un basso consumo di corrente
permette di ridurre il consumo
di carburante.
Permette: Attivazione
- d'estate, di abbassare la temperatura,
Lo sbrinamento - disappannamento del
- d'inverno, quando si è al di sotto di lunotto può essere attivato solo a moto-
0 °C, di aumentare l'efficacia del di- re avviato.
sappannamento.
 Premere questo tasto per sbrinare il
lunotto e, secondo la versione, i re-
Attivazione trovisori esterni. La spia associata al
 Premere il tasto "A/C", si accende tasto si accende.
la relativa spia.
La climatizzazione non funziona Disattivazione
quando la manopola di regolazione
del flusso d'aria 2 è in posizione "0". Lo sbrinamento si spegne automatica-
mente per evitare un eccessivo consu-
mo di corrente.
Disattivazione
 È possibile interrompere il funzio-
 Premere di nuovo il tasto "A/C", si namento dello sbrinamento prima
accende la relativa spia. della sua disattivazione automatica
premendo di nuovo il tasto. La spia
associata al tasto si spegne.

i Se il motore viene spento prima


della disattivazione automatica
dello sbrinamento, quest'ultimo ri-
prende al successivo avviamento
del motore.

47
CONFORT

5. Attivazione/Disattivazione della SBRINAMENTO - DISAPPANNAMENTO


climatizzazione DEL LUNOTTO  Spegnere lo sbrinamento del
La climatizzazione è prevista Il tasto di comando si trova sul lunotto posteriore e dei retro-
per funzionare efficacemente frontalino del sistema di riscal- visori esterni non appena lo si
in qualsiasi stagione, con i ve- damento o di climatizzazione. ritiene necessario, in quanto
tri chiusi. un basso consumo di corrente
permette di ridurre il consumo
di carburante.
Permette: Attivazione
- d'estate, di abbassare la temperatura,
Lo sbrinamento - disappannamento del
- d'inverno, quando si è al di sotto di lunotto può essere attivato solo a moto-
0 °C, di aumentare l'efficacia del di- re avviato.
sappannamento.
 Premere questo tasto per sbrinare il
lunotto e, secondo la versione, i re-
Attivazione trovisori esterni. La spia associata al
 Premere il tasto "A/C", si accende tasto si accende.
la relativa spia.
La climatizzazione non funziona Disattivazione
quando la manopola di regolazione
del flusso d'aria 2 è in posizione "0". Lo sbrinamento si spegne automatica-
mente per evitare un eccessivo consu-
mo di corrente.
Disattivazione
 È possibile interrompere il funzio-
 Premere di nuovo il tasto "A/C", si namento dello sbrinamento prima
accende la relativa spia. della sua disattivazione automatica
premendo di nuovo il tasto. La spia
associata al tasto si spegne.

i Se il motore viene spento prima


della disattivazione automatica
dello sbrinamento, quest'ultimo ri-
prende al successivo avviamento
del motore.

47
CONFORT

CLIMATIZZATORE AUTOMATICO BIZONA  Ruotare la manopola 2 o 3 verso sini-


stra per ridurre il valore o verso destra
per aumentarlo.
Una regolazione su un valore di circa 21
permette di ottenere un confort ottimale.
Tuttavia, a seconda delle necessità, è fre-
quente la regolazione su valori da 18 a 24.
Si raccomanda inoltre di evitare una dif-
ferenza di regolazione tra il lato sinistro e
quello destro superiore a 3.

i Quando si entra nel veicolo, se la


temperatura all'interno è molto più
fredda o più calda della temperatu-
ra di confort, non è necessario mo-
dificare la temperatura visualizzata
Il climatizzatore può funzionare solo per raggiungere il confort desidera-
Quando il motore è freddo, per evitare
con il motore avviato.
i un'eccessiva diffusione di aria fredda, to. Il sistema compensa lo scarto di
temperatura automaticamente e il
il flusso d'aria raggiungerà il suo livel-
Funzionamento automatico lo ottimale solo progressivamente. più velocemente possibile.
1. Programma automatico confort In condizioni di tempo freddo, privi-
legia la diffusione d'aria calda uni- 4. Programma automatico visibilità
 Premere il tasto "AUTO". camente verso il parabrezza, i vetri
Appare il simbolo "AUTO". laterali e verso i piedi dei passeggeri. Il programma automatico con-
fort può rivelarsi insufficiente
2. Regolazione lato guidatore per disappannare o sbrinare
3. Regolazione lato passeggero velocemente il parabrezza e i
Si raccomanda di utilizzare questa mo- vetri laterali (umidità, passeg-
dalità, che regola automaticamente e Il guidatore e il passeggero geri numerosi, brina, ecc.).
in modo ottimizzato tutte le funzioni, anteriore possono regolare la
 Selezionare il programma automati-
la temperatura nell'abitacolo, il flusso temperatura desiderata sepa-
co visibilità.
d'aria, la distribuzione d'aria e il ricircolo ratamente.
d'aria, in base al valore di confort sele- Il sistema gestisce automaticamente
zionato. Il valore indicato sul display corrisponde l'aria condizionata, il flusso d'aria, l'en-
ad un livello di confort e non ad una tem- trata d'aria e distribuisce la ventilazione
Questo sistema è previsto per funzionare peratura in gradi Celsius o Fahrenheit. in modo ottimale verso il parabrezza e i
in modo efficace in qualsiasi stagione, con vetri laterali.
i vetri chiusi.

48
CONFORT

 Per interromperlo, premere di nuo- 6. Regolazione della distribuzione Il ricircolo d'aria permette di isolare l'abi-
vo il tasto "visibilità" o "AUTO", la d'aria tacolo dagli odori e dai fumi esterni.
spia del tasto si spegne e appare la  Premere più volte questo  Appena è possibile, premere di nuovo
scritta "AUTO". tasto per orientare alterna- questo tasto per consentire l'entrata
tivamente l'aria verso: d'aria esterna ed evitare l'appanna-
Regolazioni manuali mento.
È possibile effettuare scelte diverse da - il parabrezza, i vetri laterali e i piedi
quelle proposte dal sistema, modifican- dei passeggeri,
do una regolazione. Le altre funzioni - il parabrezza e i vetri laterali (disap-
continueranno ad essere gestite auto-
maticamente.
-
pannamento o sbrinamento),
gli aeratori centrali e laterali,
! Evitare il funzionamento prolungato
del ricircolo d'aria interna (rischio di
 Premere il tasto "AUTO" per torna- appannamento e di degrado della
re al funzionamento completamente - gli aeratori centrali, gli aeratori late-
rali e i piedi dei passeggeri, qualità d'aria).
automatico.
- i piedi dei passeggeri.

i Per rinfrescare o scaldare al mas-


simo l'abitacolo, è possibile supe- 7. Regolazione del flusso d'aria Disattivazione del sistema
rare il valore minimo 14 o il valore
massimo 28.  Premere il tasto "elica pic-  Premere il tasto "elica piccola" fino
 Ruotare la manopola 2 o 3 ver- cola" per diminuire il flusso alla scomparsa del simbolo dell'elica.
so sinistra fino a quando appa- d'aria. Questa azione disattiva tutte le funzioni
re "LO" o verso destra fino a del sistema di climatizzazione.
quando appare "HI".  Premere il tasto "elica Il confort termico non è più gestito. Ri-
grande" per aumentare il mane tuttavia percepibile un leggero
5. Attivazione/Disattivazione dell'aria flusso d'aria. flusso d'aria, provocato dal movimento
condizionata del veicolo.
 Premere questo tasto per  Premere di nuovo il tasto "elica
Il simbolo del flusso d'aria, l'elica, si grande" o "AUTO" per riattivare il
interrompere l'aria condi- riempie progressivamente in funzione
zionata. sistema con i valori selezionati pri-
del valore richiesto. ma della disattivazione.

La disattivazione può generare dei di- 8. Entrata d'aria/Ricircolo d'aria


sagi (umidità, appannamento).
 Una nuova pressione del tasto ga-  Premere questo tasto per
rantisce il ritorno al funzionamento far ricircolare l'aria. Viene ! Evitare di guidare troppo a lungo
con la climatizzazione disattivata.
automatico della climatizzazione. visualizzato il simbolo del
Appare il simbolo "A/C". ricircolo d'aria.

49
CONFORT

SEDILI ANTERIORI
Sedile composto da un cuscino, uno
schienale e un appoggiatesta regolabi-
li per adattare la propria posizione alle
migliori condizioni di guida e di confort.

1. Regolazione longitudinale 2. Regolazione in altezza del sedile 3. Regolazione dell'inclinazione


 Solleare il comando e far scorrere il del guidatore o del passeggero dello schienale
sedile in avanti o indietro.  Tirare il comando verso l'alto o spin-  Spingere il comando verso la parte
gerlo verso il basso fino ad ottenere posteriore.
la posizione desiderata.

50
CONFORT

4. Accesso ai sedili posteriori 5. Regolazione in altezza


(3 porte) dell'appoggiatesta
 Tirare il comando per ribaltare lo
! L'appoggiatesta è dotato di un siste-
ma che ne impedisce la discesa; si
schienale e far avanzare il sedile. tratta di un dispositivo di sicurezza
Quando si riposiziona il sedile, que- in caso di urto.
sto torna alla posizione iniziale. La regolazione è corretta quando
il bordo superiore dell'appoggia-
testa è alla stessa altezza della
parte superiore della testa.
Non guidare mai senza appoggia-
testa; per ragioni di sicurezza gli
appoggiatesta devono essere col-
locati e correttamente regolati.

 Per farlo risalire, tirarlo verso l'alto.


 Per rimuoverlo, premere il comando A
e tirarlo verso l'alto.
 Per ricollocarlo, inserire le aste del-
l'appoggiatesta nei fori rimanendo
allineati allo schienale.
 Per abbassarlo, premere contempo-
raneamente il comando A e l'appog-
giatesta.

Evitare che il piede del passeggero


! o un oggetto impediscano alla gui-
da di scorrimento del sedile di tor-
nare alla posizione iniziale; il ritorno
in questa posizione è indispensabi-
le per il bloccaggio longitudinale.
Prestare attenzione a non bloccare
la cintura di sicurezza per non in-
tralciare il passaggio dei passeggeri
posteriori.

51
CONFORT

6. Appoggiagomiti (tranne 3 porte) 7. Comando dei sedili riscaldati SEDILI POSTERIORI


Con il motore avviato, i sedili anteriori
possono essere riscaldati separata- Sedili a panchetta ribaltabili nella parte
mente. sinistra (2/3) o destra (1/3) per modulare
lo spazio di carico del bagagliaio.
 Utilizzare la manopola di regolazio-
ne, posta sul lato di ognuno dei sedili
anteriori, per accendere e scegliere il Appoggiatesta posteriori
livello di riscaldamento desiderato:
0: Arresto. Hanno una posizione alta (confort) e una
1: Lieve. posizione bassa (visibilità posteriore).
2: Medio.
3: Forte.

Possono essere ripiegati o rimossi.


 Per rimuoverlo, premere il pulsante
che si trova tra l'appoggiagomito e il
lato del sedile e tirarlo.

Sono inoltre smontabili; per rimuoverli:


 tirarli verso l'alto, fino all'arresto
 poi premere il comando.

Non circolare mai con gli appog-


! giatesta smontati; questi devono
sempre essere collocati e corretta-
i L'ordine di attivazione del riscal- mente regolati.
damento del o dei sedili rimane Gli appoggiatesta non sono inter-
memorizzato per due minuti dopo cambiabili, rispettare quindi la loro
l'interruzione del contatto. posizione originale quando si ricol-
locano.

52
CONFORT

6. Appoggiagomiti (tranne 3 porte) 7. Comando dei sedili riscaldati SEDILI POSTERIORI


Con il motore avviato, i sedili anteriori
possono essere riscaldati separata- Sedili a panchetta ribaltabili nella parte
mente. sinistra (2/3) o destra (1/3) per modulare
lo spazio di carico del bagagliaio.
 Utilizzare la manopola di regolazio-
ne, posta sul lato di ognuno dei sedili
anteriori, per accendere e scegliere il Appoggiatesta posteriori
livello di riscaldamento desiderato:
0: Arresto. Hanno una posizione alta (confort) e una
1: Lieve. posizione bassa (visibilità posteriore).
2: Medio.
3: Forte.

Possono essere ripiegati o rimossi.


 Per rimuoverlo, premere il pulsante
che si trova tra l'appoggiagomito e il
lato del sedile e tirarlo.

Sono inoltre smontabili; per rimuoverli:


 tirarli verso l'alto, fino all'arresto
 poi premere il comando.

Non circolare mai con gli appog-


! giatesta smontati; questi devono
sempre essere collocati e corretta-
i L'ordine di attivazione del riscal- mente regolati.
damento del o dei sedili rimane Gli appoggiatesta non sono inter-
memorizzato per due minuti dopo cambiabili, rispettare quindi la loro
l'interruzione del contatto. posizione originale quando si ricol-
locano.

52
CONFORT

Ribaltamento del sedile (Berlina)


Per ribaltare un sedile posteriore sen-
za danneggiarlo, iniziare sempre dalla
base, mai dallo schienale:
 se necessario, fare avanzare il sedi-
le anteriore,
 sollevare la parte anteriore della i
base 1, La base 1 può essere rimossa per
 ribaltare la base 1 contro il sedile aumentare il volume di carico.
anteriore, Premere i fissaggi della base del
 verificare il corretto posizionamento sedile per sganciarli.
della cintura sul lato dello schienale,

 tirare verso l'alto il comando 2 per


sbloccare lo schienale 3,
 mettere gli appoggiatesta in posizio-
ne bassa o toglierli se necessario,
 ribaltare lo schienale 3.

Riposizionamento del sedile


(Berlina)
Quando si ricolloca il sedile posteriore:
 raddrizzare lo schienale 3 e bloccarlo,
 riposizionare la base 1.
! Quando si ricolloca il sedile poste-
riore, prestare attenzione a non
bloccare le cinture di sicurezza.

53
CONFORT

6. Appoggiagomiti (tranne 3 porte) 7. Comando dei sedili riscaldati SEDILI POSTERIORI


Con il motore avviato, i sedili anteriori
possono essere riscaldati separata- Sedili a panchetta ribaltabili nella parte
mente. sinistra (2/3) o destra (1/3) per modulare
lo spazio di carico del bagagliaio.
 Utilizzare la manopola di regolazio-
ne, posta sul lato di ognuno dei sedili
anteriori, per accendere e scegliere il Appoggiatesta posteriori
livello di riscaldamento desiderato:
0: Arresto. Hanno una posizione alta (confort) e una
1: Lieve. posizione bassa (visibilità posteriore).
2: Medio.
3: Forte.

Possono essere ripiegati o rimossi.


 Per rimuoverlo, premere il pulsante
che si trova tra l'appoggiagomito e il
lato del sedile e tirarlo.

Sono inoltre smontabili; per rimuoverli:


 tirarli verso l'alto, fino all'arresto
 poi premere il comando.

Non circolare mai con gli appog-


! giatesta smontati; questi devono
sempre essere collocati e corretta-
i L'ordine di attivazione del riscal- mente regolati.
damento del o dei sedili rimane Gli appoggiatesta non sono inter-
memorizzato per due minuti dopo cambiabili, rispettare quindi la loro
l'interruzione del contatto. posizione originale quando si ricol-
locano.

52
CONFORT

Ribaltamento del sedile (SW)


Questa manipolazione è realizzabile
dai sedili anteriori o dal lunotto poste-
riore apribile.
Per ribaltare un sedile posteriore senza
danneggiarlo:
 se necessario, far avanzare il sedile
anteriore Verificare che non vi siano oggetti
 mettere gli appoggiatesta in posizione
! che intralciano lo spostamento del-
bassa la panchetta di sedili, sia sotto che
sopra.

 tirare in avanti il comando 1 per


sbloccare lo schienale 2 che si ripie-
ga facilmente sulla base 3.

i Ripegando lo schienale sulla base,


si dispone di un piano di carico
piatto.

Riposizionamento del sedile (SW)


 Quando si ricolloca il sedile poste-
riore, raddrizzare lo schienale 2 e
bloccarlo.
 Verificare che la spia rossa, situata
a livello del comando 1, non sia più
visibile.

54
CONFORT

RETROVISORI Regolazione Ripiegamento


 Spostare la leva nelle quattro dire-  dall'esterno; bloccare il veicolo con
zioni per orientare correttamente lo il telecomando o con la chiave.
specchietto del retrovisore.  dall'interno; con il contatto inserito,
Ripiegamento tirare il comando A all'indietro.
 Quando il veicolo è parcheggiato,
ripiegare manualmente il retrovisore
per proteggerlo.
Apertura
Apertura
 dall'esterno; sbloccare il veicolo con
 Prima di avviare il veicolo, aprire il il telecomando o con la chiave.
retrovisore.
 dall'interno; con il contatto inserito,
Modello elettrico tirare il comando A all'indietro.

Retrovisori esterni
Specchietto regolabile che permette la
visione posteriore laterale necessaria
per le situazioni di sorpasso o di par-
cheggio.

Modello manuale i Il ripiegamento e l'apertura dei re-


trovisori esterni possono essere di-
sattivati dalla rete PEUGEOT.

Regolazione
 Spostare il comando A a destra o a
sinistra per selezionare il retrovisore
corrispondente.
! Gli oggetti osservati sono in realtà
 Premere il comando B nelle quattro di- più vicini di quanto sembrano.
rezioni per effettuare la regolazione. Occorre tenerne conto per valutare
 Riposizionare il comando A sulla correttamente la distanza dei vei-
posizione centrale. coli che sopraggiungono.

55
CONFORT

Retrovisore interno Modello giorno/notte automatico


Specchio regolabile che consente la vi- i Per garantire la massima visibilità
sione posteriore centrale. durante le manovre, lo specchio si
È dotato di un dispositivo antiabbaglia- schiarisce automaticamente all'in-
mento utile in caso di poca luce. serimento della retromarcia.

Modello giorno/notte manuale

Grazie ad un captatore, che misura la


luce proveniente da dietro al veicolo, que-
sto sistema assicura automaticamente e
progressivamente il passaggio dalla mo-
dalità giorno alla modalità notte.
Comporta un dispositivo antiabbaglia-
Regolazione mento che scurisce lo specchio del
retrovisore: ciò permette di ridurre il di-
 Regolare il retrovisore per orientare corret- sagio del guidatore in caso di un fascio
tamente lo specchio in posizione "giorno". di luce proveniente dai veicoli che se-
guono o dal sole.
Posizione giorno/notte
 Tirare la leva per passare in posizio-
ne antiabbagliamento "notte".
 Spingere la leva per passare alla
posizione normale "giorno".

! Per ragioni di sicurezza, i retrovisori


devono essere regolati per ridurre
"l'angolo morto".

56
CONFORT

REGOLAZIONE DEL VOLANTE ZONE TELEPASS/PARCHEGGIO


Dispositivo di protezione contro il sole Dispositivo per applicare i trasmettitori
frontale o laterale e dispositivo di corte- Telepass e/o parcheggio.
sia con specchietto illuminato.

 A veicolo fermo, tirare il comando


per sbloccare il volante.
 Regolare l'altezza e la profondità
per trovare la posizione di guida più
adatta.  Quando il contatto è inserito, sol- Queste zone si trovano ai lati della base
levare lo sportellino protettivo; lo del retrovisore interno.
 Premere il comando per bloccare il
volante.
specchietto si illumina automatica- Si tratta di due zone non riflettenti del
mente. parabrezza atermico.
La visiera parasole prevede anche una
fessura porta biglietti autostradali.

i Il parabrezza atermico limita il ri-


! Per ragioni di sicurezza, queste
scaldamento nell'abitacolo atte-
nuando gli effetti dei raggi solari
manovre devono tassativamente (ultravioletti). Lo strato riflettente di
essere effettuate a veicolo fermo. cui è costituito blocca inoltre alcu-
ni segnali radioelettrici (Telepass,
ecc.).

57
CONFORT

TAPPETINI Ricollocazione LETTORE USB - WIP PLUG


Dispositivo amovibile di protezione del- Per ricollocarlo lato guidatore:
la moquette.  posizionare correttamente il tappetino,
 ricollocare i fissaggi premendo,
Applicazione  verificare il corretto fissaggio del
tappetino.
Per applicarli, lato guidatore, utilizzare
esclusivamente i fissaggi forniti in dota-
zione.
Gli altri tappetini sono semplicemente
appoggiati sulla moquette.
! Per evitare di intralciare i pedali:
- utilizzare solo tappetini adatti ai
fissaggi già presenti nel veico-
Rimozione lo. L'utilizzo di questi fissaggi è
indispensabile, È un modulo di collegamento, composto
Per rimuovere il tappetino lato guidatore: da una presa JACK e da una porta USB,
- non sovrapporre mai più tappe- situato nella console centrale.
 spostare indietro al massimo il sedile, tini.
 sganciare i fissaggi, Questo dispositivo permette di collegare
un'apparecchiatura portatile, come un letto-
 togliere il tappetino. re digitale tipo iPod® o una chiavetta USB.
Legge i formati di file audio (mp3, ogg,
wma, wav, ...) e li trasmette all'autoradio,
per poterli ascoltare attraverso gli alto-
parlanti del veicolo.
Questi file possono essere gestiti con i
comandi sotto al volante o con il fronta-
lino dell'autoradio, e possono essere vi-
sualizzati sul display multifunzione.
Durante l'utilizzo, l'apparecchiatura por-
tatile si ricarica automaticamente.

! Per ulteriori dettagli sull'utilizzo di


questo equipaggiamento, consul-
tare la parte WIP Sound del capi-
tolo "Audio e Telematica".

58
CONFORT

ALLESTIMENTI INTERNI

1. Cassettino portaoggetti
illuminato
(vedere particolari nella pagina
seguente)

2. Vano con tappetino


antisdrucciolo

3. Portacarte

4. Portaoggetti sulla porta

5. Vano con tappetino


antisdrucciolo

6. Presa USB
(vedere dettagli nella pagina
precedente)

7. Presa accessori 12 V
(vedere dettagli nella pagina
seguente)

8. Contenitori

9. Portalattine

59
CONFORT

Cassettino portaoggetti Presa accessori 12 V


illuminato*
Con la climatizzazione automatica, per-
mette di accedere all'aeratore B, che
può essere chiuso o aperto, e che eroga
la stessa aria climatizzata degli aeratori
dell'abitacolo.

È dotato di un vano superiore aperto, di  Per collegare un accessorio 12 V


una nicchia e di vani per contenere una (potenza massima: 120 W), aprire
bottiglia d'acqua, la documentazione di il coperchio e collegare l'adattatore
bordo del veicolo, ... corretto.
Nel coperchio sono previsti vani per ri-
porre penna, occhiali, gettoni, schede,
una lattina, ecc.
 Per aprire il cassettino sollevare la
maniglia.
La luce si accende all'apertura del co-
perchio.
Contiene il comando di disattivazione
dell'Airbag del passeggero anteriore A.

* Secondo la versione.
60
CONFORT

ALLESTIMENTI DEL
BAGAGLIAIO (BERLINA)
1. Ripiano posteriore
(vedere dettagli nella pagina
seguente)

2. Ganci
(vedere dettagli nella pagina
seguente)

61
CONFORT

Ripiano posteriore (Berlina) Ganci

Per togliere il ripiano: Permettono di agganciare delle borse.


 sganciare i due cordoncini
 sollevare leggermente il ripiano e to-
glierlo.

Il ripiano può essere sistemato in vari


modi:
- dietro sedili anteriori
- dietro sedili posteriori.

i Per la sostituzione di una ruota


Permettono di accedere facilmente
alla ruota di scorta, fissando il fondo
del bagagliaio con l'apposito cor-
doncino.

62
CONFORT

ALLESTIMENTI DEL
BAGAGLIAIO (SW)
1. Tendina copribagagli
(vedere dettagli nella pagina
seguente)

2. Presa accessori 12 V
(vedere dettagli nella pagina
seguente)

3. Ganci
(vedere dettagli nella pagina
precedente)

4. Cinghie di fissaggio

5. Anelli d'aggancio

6. Rete di contenimento per carichi


alti
(vedere dettagli nelle pagine
seguenti)

7. Contenitore

8. Rete per oggetti

9. Vano di contenimento
(vedere capitolo "Informazioni
pratiche - § Sostituzione di una
ruota")

63
CONFORT

Copribagagli (SW) Presa accessori 12 V (SW)


È costituito da tre parti ripiegabili su se
stesse.
Per riporlo, ripiegarlo su se stesso e
posarlo verticalmente in fondo al baga-
gliaio.

Per ripiegarlo a partire dal bagagliaio:


 prendere il copribagagli tenendolo
dalla cinghia A  Per collegare un accessorio 12 V
 ripiegarlo a fisarmonica fino ai sedili (potenza max. 120 Watt), togliere
posteriori. l'elemento protettivo e collegare
l'adattatore idoneo.
Per aprirlo a partire dal bagagliaio:
 Mettere la chiave in posizione
 prendere il copribagagli tenendolo contatto.
dalla cinghia A
 aprirlo fino ai montanti del baga-
gliaio.
Per accedervi a partire dai sedili poste-
riori:
 sollevare la parte anteriore del copri-
bagagli tenendolo dalla maniglia B.

i
Carico massimo
7,5 kg con copribagagli spiegato e
rete per carichi alti nella fila 2.

64
CONFORT

Rete per carichi alti (SW)


Attaccata ai fissaggi alti e agli anelli
ISOFIX o ai pulsanti, permette di uti-
lizzare tutto il volume di carico, fino al
tetto:
- dietro i sedili posteriori (fila 2)
- dietro i sedili anteriori (fila 1) quando
i sedili posteriori sono ripiegati.

i Quando si posiziona la rete, veri-


ficare che le fibbie delle cinghie
siano visibili dal bagagliaio; la mani-
polazione per allentarle o tenderle
sarà più facile.
Per utilizzarla nella fila 1: Per utilizzarla nella fila 2:
 aprire le protezioni dei fissaggi alti 1  ripiegare o togliere il copribagagli
 srotolare la rete per carico alto  aprire le protezioni dei fissaggi alti 2
 posizionare una delle estremità del-  srotolare la rete per carico alto
la barra metallica della rete nel re-  posizionare una delle estremità del-
lativo fissaggio alto 1, quindi fare la la barra metallica della rete nel re-
stessa cosa per l'altra estremità lativo fissaggio alto 2, quindi fare la
 distendere al massimo le cinghie stessa cosa per l'altra estremità
 fissare il moschettone di ognuna del-  attaccare il gancio di ognuna delle
le cinghie sul relativo pulsantino 3, cinghie nell'ancoraggio ISOFIX 4
situato sotto la base della panchetta corrispondente
di sedili  tendere le cinghie
 ripiegare i sedili posteriori  verificare che la rete sia ben aggan-
 tendere le cinghie senza sollevare ciata e tesa al massimo.
la panchetta dei sedili
 verificare che la rete sia ben aggan-
ciata e tesa al massimo.

65
APERTURE

CHIAVE CON TELECOMANDO Apertura del veicolo Chiusura del veicolo


Apertura della chiave Bloccaggio semplice con il
Sistema che permette l'apertura o la telecomando
chiusura centralizzata del veicolo me-  Premere innanzitutto il pulsante A
diante serratura o a distanza. Consente per aprire la chiave.
 Premere sul "lucchetto chiuso"
inoltre la localizzazione e l'avviamento per bloccare le porte del
del veicolo, nonché una protezione an- veicolo.
tifurto. Sbloccaggio con il telecomando
 Premere per almeno due se-
condi sul "lucchetto chiuso"
 Premere sul "lucchetto aper- per chiudere automatica-
to" per sbloccare le porte del mente i vetri (con alzacristalli
veicolo. elettrici sequenziali).

Sbloccaggio con la chiave Bloccaggio semplice con la chiave


 Ruotare la chiave a sinistra nella  Ruotare la chiave a destra nella
serratura della porta guidatore per serratura della porta guidatore per
sbloccare le porte del veicolo. bloccare le porte del veicolo.
Il bloccaggio è segnalato dall'accensio-
Lo sbloccaggio è segnalato dal lampeg- ne fissa per due secondi degli indicatori
giamento rapido per circa due secondi di direzione.
degli indicatori di direzione. Nel frattempo, in funzione della versione,
Nel frattempo, in funzione della versio- i retrovisori esterni si chiudono.
ne, i retrovisori esterni si aprono.

i Se una delle porte, il bagagliaio o


il lunotto restano aperti, la chiusura
centralizzata non avviene.

66
Chiusura centralizzata ad effetto Sbloccaggio e apertura a
globale con il telecomando compasso del lunotto (SW)
 Premere su "lucchetto chiuso" per
bloccare le porte del veicolo.
 Premere per oltre due se-
 Entro cinque secondi, premere di nuo- condi questo pulsante per
vo su "lucchetto chiuso" per la chiusu- aprire il lunotto in posizione
ra centralizzata ad effetto globale. a compasso. Questa azione
sblocca le porte del veicolo.
Chiusura centralizzata ad effetto
globale con la chiave
 Ruotare la chiave verso destra nella
serratura della porta del guidatore
per bloccare le porte del veicolo.
i Il bagagliaio ed il lunotto posterio-
re non possono essere aperti con-
 Entro cinque secondi, ruotare di nuo- temporaneamente.
vo la chiave verso destra per la chiu- Chiusura della chiave
sura centralizzata ad effetto globale.  Premere il pulsante A per chiudere
la chiave.
La chiusura centralizzata ad effetto glo- Protezione antifurto
bale è segnalata dall'accensione fissa
per due secondi degli indicatori di dire- Antiavviamento elettronico
zione. La chiave contiene un chip elettronico
Nel frattempo, in funzione della versione, dotato di uno specifico codice. All'inseri-
i retrovisori esterni si chiudono. mento del contatto, questo codice deve
essere riconosciuto per poter avviare il
motore del veicolo.
Questo antiavviamento elettronico
blocca il sistema di controllo del motore
qualche istante dopo il disinserimento
! i Le porte del veicolo si ribloccheranno del contatto ed impedisce l'avviamento
del motore per effrazione.
La chiusura centralizzata ad effet- automaticamente entro trenta secon-
to globale rende inattivi i comandi di, tranne se una porta viene aperta.
esterni ed interni delle porte. Questo dispositivo evita di sbloccare In caso di malfunzionamento,
Disattiva inoltre il pulsante del co- il veicolo inavvertitamente. si è avvertiti dall'accensione
mando centralizzato manuale. di questa spia, da un segnale
Pertanto, non lasciare mai persone acustico e da un messaggio sul
La chiusura e l'apertura dei retrovi- display multifunzione.
all'interno del veicolo quando è bloc- sori esterni possono essere disatti-
cato ad effetto globale. vate dalla rete PEUGEOT. In questo caso, il motore del veicolo
non si avvia; rivolgersi al più presto alla
rete PEUGEOT.
67
APERTURE

Avviamento del veicolo Localizzazione del veicolo Sostituzione della pila


 Inserire la chiave nel blocchetto Per localizzare un veicolo bloccato in
d'avviamento. un'area di parcheggio:
Il sistema riconosce il codice di av-  premere sul lucchetto chiuso, le pla-
viamento. foniere si accendono e gli indicatori
 Girare a fondo la chiave verso il cru- di direzione lampeggiano per alcuni
scotto, portandola sulla posizione 3 secondi.
(Avviamento).
 Non appena il motore è avviato, rila-
sciare la chiave.
Problemi al telecomando
Dopo aver scollegato la batteria, aver
sostituito la pila o in caso di malfunzio-
namento del telecomando, non è più
possibile aprire, chiudere e localizzare Pila cod.: CR1620/3 Volt.
il veicolo.
Questa pila di ricambio è disponi-
 In un primo tempo, utilizzare la chia- bile presso la rete PEUGEOT.
ve per aprire o chiudere il veicolo.
Se la pila è scarica, si è avvertiti
 In un secondo tempo, reinizializzare dall'accensione di questa spia,
il telecomando. da un segnale acustico e da un
Se il problema persiste, rivolgersi al più messaggio sul display multifun-
presto alla rete PEUGEOT. zione.

Arresto del veicolo


 Aprire il telecomando inserendo una
 Immobilizzare il veicolo. moneta nella tacca.
Reinizializzazione
 Girare a fondo la chiave verso di sé  Estrarre la pila esaurita dal suo al-
portandola sulla posizione 1 (Stop).  Disinserire il contatto. loggiamento.
 Estrarre la chiave dal blocchetto  Reinserire la chiave in posizione 2  Inserire la pila nuova nel suo alloggia-
d'avviamento. (Contatto). mento rispettando il senso originale.
 Premere sul lucchetto chiuso per al-  Richiudere il telecomando.
Dimenticanza chiave inserita cuni secondi.
 Reinizializzare il telecomando.
i Se si dimentica la chiave nel bloc-
 Disinserire il contatto ed estrarre la
chiave.
chetto d'avviamento viene emesso
un segnale acustico all'apertura Il telecomando è di nuovo funzionante.
della porta del guidatore.

68
Smarrimento delle chiavi
! Recarsi presso la rete PEUGEOT con il libretto di circolazione e un documento
Non gettare le pile del telecoman-
do nell'ambiente, contengono me-
d'identità. talli nocivi.
La rete PEUGEOT potrà così recuperare il codice della chiave e il codice del
trasponder per ordinare una nuova chiave.

Telecomando
Il telecomando ad alta frequenza è un sistema sensibile; evitare di manipolarlo
nelle tasche, altrimenti si rischia di sbloccare le serrature delle porte.
Evitare di manipolare i pulsanti del telecomando quando si è fuori dalla por-
tata e dalla vista del veicolo. Si rischia di renderlo inoperante e di dover effet-
tuare una nuova reinizializzazione.
Il telecomando non funziona finchè la chiave rimane inserita nel bloccasterzo,
anche a contatto disinserito, tranne per la reinizializzazione.

Chiusura del veicolo


Viaggiare con le porte bloccate può rendere più difficile l'accesso dei soccor-
ritori in caso di emergenza.
Per ragioni di sicurezza (bambini a bordo), estrarre la chiave dal bloccasterzo
quando si scende dal veicolo, anche per pochi minuti.

Protezione antifurto
Non apportare alcuna modifica al sistema antiavviamento elettronico, potreb-
bero verificarsi dei malfunzionamenti.

Quando si acquista un veicolo usato


Far effettuare una memorizzazione delle chiavi presso la rete PEUGEOT, per
essere sicuri di possedere le sole chiavi in grado di avviare il veicolo.

69
Chiusura centralizzata ad effetto Sbloccaggio e apertura a
globale con il telecomando compasso del lunotto (SW)
 Premere su "lucchetto chiuso" per
bloccare le porte del veicolo.
 Premere per oltre due se-
 Entro cinque secondi, premere di nuo- condi questo pulsante per
vo su "lucchetto chiuso" per la chiusu- aprire il lunotto in posizione
ra centralizzata ad effetto globale. a compasso. Questa azione
sblocca le porte del veicolo.
Chiusura centralizzata ad effetto
globale con la chiave
 Ruotare la chiave verso destra nella
serratura della porta del guidatore
per bloccare le porte del veicolo.
i Il bagagliaio ed il lunotto posterio-
re non possono essere aperti con-
 Entro cinque secondi, ruotare di nuo- temporaneamente.
vo la chiave verso destra per la chiu- Chiusura della chiave
sura centralizzata ad effetto globale.  Premere il pulsante A per chiudere
la chiave.
La chiusura centralizzata ad effetto glo- Protezione antifurto
bale è segnalata dall'accensione fissa
per due secondi degli indicatori di dire- Antiavviamento elettronico
zione. La chiave contiene un chip elettronico
Nel frattempo, in funzione della versione, dotato di uno specifico codice. All'inseri-
i retrovisori esterni si chiudono. mento del contatto, questo codice deve
essere riconosciuto per poter avviare il
motore del veicolo.
Questo antiavviamento elettronico
blocca il sistema di controllo del motore
qualche istante dopo il disinserimento
! i Le porte del veicolo si ribloccheranno del contatto ed impedisce l'avviamento
del motore per effrazione.
La chiusura centralizzata ad effet- automaticamente entro trenta secon-
to globale rende inattivi i comandi di, tranne se una porta viene aperta.
esterni ed interni delle porte. Questo dispositivo evita di sbloccare In caso di malfunzionamento,
Disattiva inoltre il pulsante del co- il veicolo inavvertitamente. si è avvertiti dall'accensione
mando centralizzato manuale. di questa spia, da un segnale
Pertanto, non lasciare mai persone acustico e da un messaggio sul
La chiusura e l'apertura dei retrovi- display multifunzione.
all'interno del veicolo quando è bloc- sori esterni possono essere disatti-
cato ad effetto globale. vate dalla rete PEUGEOT. In questo caso, il motore del veicolo
non si avvia; rivolgersi al più presto alla
rete PEUGEOT.
67
APERTURE

Avviamento del veicolo Localizzazione del veicolo Sostituzione della pila


 Inserire la chiave nel blocchetto Per localizzare un veicolo bloccato in
d'avviamento. un'area di parcheggio:
Il sistema riconosce il codice di av-  premere sul lucchetto chiuso, le pla-
viamento. foniere si accendono e gli indicatori
 Girare a fondo la chiave verso il cru- di direzione lampeggiano per alcuni
scotto, portandola sulla posizione 3 secondi.
(Avviamento).
 Non appena il motore è avviato, rila-
sciare la chiave.
Problemi al telecomando
Dopo aver scollegato la batteria, aver
sostituito la pila o in caso di malfunzio-
namento del telecomando, non è più
possibile aprire, chiudere e localizzare Pila cod.: CR1620/3 Volt.
il veicolo.
Questa pila di ricambio è disponi-
 In un primo tempo, utilizzare la chia- bile presso la rete PEUGEOT.
ve per aprire o chiudere il veicolo.
Se la pila è scarica, si è avvertiti
 In un secondo tempo, reinizializzare dall'accensione di questa spia,
il telecomando. da un segnale acustico e da un
Se il problema persiste, rivolgersi al più messaggio sul display multifun-
presto alla rete PEUGEOT. zione.

Arresto del veicolo


 Aprire il telecomando inserendo una
 Immobilizzare il veicolo. moneta nella tacca.
Reinizializzazione
 Girare a fondo la chiave verso di sé  Estrarre la pila esaurita dal suo al-
portandola sulla posizione 1 (Stop).  Disinserire il contatto. loggiamento.
 Estrarre la chiave dal blocchetto  Reinserire la chiave in posizione 2  Inserire la pila nuova nel suo alloggia-
d'avviamento. (Contatto). mento rispettando il senso originale.
 Premere sul lucchetto chiuso per al-  Richiudere il telecomando.
Dimenticanza chiave inserita cuni secondi.
 Reinizializzare il telecomando.
i Se si dimentica la chiave nel bloc-
 Disinserire il contatto ed estrarre la
chiave.
chetto d'avviamento viene emesso
un segnale acustico all'apertura Il telecomando è di nuovo funzionante.
della porta del guidatore.

68
APERTURE

ALLARME Chiusura del veicolo con Chiusura del veicolo solo con
allarme globale protezione perimetrale
Sistema di protezione e di dissuasione
contro il furto del veicolo. Garantisce Disattivazione della protezione
due tipi di protezione, perimetrale e vo- volumetrica
lumetrica, nonché una funzione antief-  Disinserire il contatto.
frazione.
 Entro dieci secondi, premere il pul-
Protezione perimetrale sante A fino all'accensione fissa
della spia.
Il sistema gestisce l'apertura del veicolo.  Uscire dal veicolo.
L'allarme si attiva in caso di tentativo di  Bloccare le porte del veicolo con il
effrazione del veicolo forzando una por- pulsante del telecomando.
ta, il bagagliaio o il cofano motore.
Rimane attiva solo la protezione peri-
metrale; la spia del pulsante A lampeg-
Protezione volumetrica gia ogni secondo.

Il sistema gestisce la variazione di volu-


me nell'abitacolo. Attivazione
L'allarme si attiva se qualcuno rompe un  Disinserire il contatto ed uscire dal
veicolo.
vetro o si sposta all'interno del veicolo.
Per lasciare un animale nel veicolo o un  Bloccare il veicolo con il pulsante di
i Per essere acquisita, questa disat-
tivazione deve essere effettuata
vetro socchiuso, disattivare la protezione bloccaggio del telecomando. dopo ogni interruzione del contatto.
volumetrica. L'allarme è attivato; la spia del pulsante A
lampeggia ogni secondo.
Funzione antieffrazione
Disattivazione Riattivazione della protezione
Il sistema gestisce la disattivazione dei volumetrica
suoi componenti.  Sbloccare il veicolo con il pulsante
di sbloccaggio del telecomando.  Sbloccare le porte del veicolo con il
L'allarme si attiva in caso di tentativo di pulsante di sbloccaggio del teleco-
messa fuori uso dei fili della sirena, del L'allarme è disattivato; la spia del pul- mando.
comando centrale o della batteria. sante A si spegne.
 Ribloccare il veicolo tramite il tele-
comando.
L'allarme è nuovamente attivo con le
due protezioni; la spia del pulsante A
! Non apportare alcuna modifica al
sistema d'allarme, ciò potrebbe
lampeggia ogni secondo.
provocare dei malfunzionamenti.

70
Funzionamento dell'allarme Panne del telecomando Funzionamento automatico*
È segnalato dalla sirena e dagli indica-  Sbloccare le porte del veicolo inse- Secondo la legislazione in vigore nel
tori di direzione che lampeggiano per rendo la chiave nella serratura della Paese, può verificarsi uno dei seguenti
circa trenta secondi. porta del guidatore. casi:
Dopo il funzionamento, le protezioni  Aprire la porta; l'allarme si attiva. - 45 secondi dopo il bloccaggio delle
sono nuovamente attive.  Inserire il contatto; l'allarme s'inter- porte del veicolo con il telecoman-
rompe do, l'allarme si attiva, indipendente-
mente dallo stato delle porte e del
bagagliaio.
Chiusura del veicolo senza attivare - 2 minuti dopo la chiusura dell'ultima
porta o del bagagliaio, l'allarme si
! l'allarme
 Bloccare le porte del veicolo inse-
attiva.
rendo la chiave nella serratura della  Per evitare l'attivazione dell'allar-
Dopo dieci attivazioni consecutive, me entrando nel veicolo, premere
l'allarme si disattiva. porta del guidatore.
il pulsante di sbloccaggio del tele-
La spia del pulsante A lampeggia comando.
velocemente per indicare che l'al-
larme si è attivato durante l'assen- Malfunzionamento
za del guidatore. All'inserimento del All'inserimento del contatto, l'accensio-
contatto, questo lampeggiamento ne della spia del pulsante A per dieci
s'interrompe immediatamente. secondi indica un'anomalia a livello del-
Per evitare l'attivazione dell'allar- la sirena.
me durante il lavaggio del veicolo, Far verificare dalla rete PEUGEOT.
bloccarlo con la chiave nella serra-
tura della porta del guidatore.

* Secondo il Paese di destinazione.


71
APERTURE

ALZACRISTALLI Alzacristalli elettrici

Sistema destinato ad aprire o chiudere  Premere il comando o tirar- i I comandi degli alzacristalli sono
attivi per circa 45 secondi dopo
un vetro in modo manuale o automati- lo. Il vetro si ferma non ap- l'estrazione della chiave di contatto
co. Dotato di un sistema di protezione pena si rilascia il comando. o fino all'apertura di una porta an-
in caso di pizzicamento sui modelli se- teriore.
quenziali e di un sistema di disattiva-
zione in caso di uso errato dei comandi
posteriori su tutti i modelli.
i I comandi degli alzacristalli funzio-
Antipizzicamento
In modalità automatica, quando il vetro
nano per circa 45 secondi dopo
l'interruzione di contatto o fino al- risale ed incontra un ostacolo, si ferma
l'apertura di una porta anteriore. e scende parzialmente.

In caso di apertura improvvisa


Alzacristalli elettrici sequenziali i del vetro durante la chiusura (ad
esempio, in caso di gelo):
Vi sono due possibilità:  premere il comando fino all'
apertura completa,
 poi tirarlo immediatamente fino
alla chiusura,
- modalità manuale  trattenere il comando per circa
un secondo dopo la chiusura
1. Comando dell'alzacristallo  Premere il comando o tirarlo sen- del vetro.
elettrico lato guidatore. za superare il punto di resistenza.
2. Comando dell'alzacristallo Il vetro si ferma non appena si ri- Durante queste operazioni, la
elettrico lato passeggero. lascia il comando. funzione antipizzicamento non è
attiva.
3. Comando dell'alzacristallo - modalità automatica
elettrico posteriore destro.  Premere il comando o tirarlo oltre
4. Comando dell'alzacristallo al punto di resistenza. Il vetro si
elettrico posteriore sinistro. apre o si chiude completamente
5. Disattivazione dei comandi degli dopo aver rilasciato il comando.
alzacristalli posteriori.  Un nuovo impulso interrompe il
movimento del vetro.

72
Disattivazione dei comandi degli  premere il comando per far scende- VETRI CON APERTURA A
alzacristalli posteriori re automaticamente il vetro, COMPASSO
 una volta che il vetro è in posizione
bassa, premere di nuovo il comando Sulle versioni 3 porte, è un dispositivo
per circa un secondo. destinato ad aerare la zona posteriore,
Durante questa operazione, la fun- limitando l'apertura del vetro.
zione antipizzicamento non è attiva. Apertura

 Per la sicurezza dei bambini, pre-


mere il comando 5 per disattivare i
comandi degli alzacristalli posteriori
in qualsiasi loro posizione.
Con il pulsante premuto, la disattivazio-
ne è attiva. !
Con il pulsante rilasciato, la disattiva-
zione non è attiva. Togliere sempre la chiave di con-
tatto quando si scende dal veicolo,
anche per poco tempo.  Ribaltare la leva verso l'esterno.
In caso di pizzicamento durante la  Spingere la leva a fondo per blocca-
manipolazione degli alzacristalli,
Reinizializzazione invertire il movimento del vetro pre-
re il vetro in posizione aperta.
Dopo aver ricollegato la batteria, o in mendo il relativo comando.
caso di malfunzionamento, occorre rei- Quando il guidatore aziona i co- Chiusura
nizializzare il funzionamento degli alza- mandi degli alzacristalli, deve ac-  Tirare la leva per sbloccare il vetro.
cristalli: certarsi che nessuno impedisca la
corretta chiusura del vetro.  Ribaltare la leva a fondo verso l'inter-
 rilasciare il comando e poi tirarlo no per bloccare il vetro in posizione
fino alla chiusura completa, Il guidatore deve verificare che i chiusa.
 tenere ancora premuto il comando per passeggeri utilizzino correttamente
circa un secondo dopo la chiusura, gli alzacristalli.
Prestare attenzione ai bambini du-
rante le manovre dei vetri.

73
Disattivazione dei comandi degli  premere il comando per far scende- VETRI CON APERTURA A
alzacristalli posteriori re automaticamente il vetro, COMPASSO
 una volta che il vetro è in posizione
bassa, premere di nuovo il comando Sulle versioni 3 porte, è un dispositivo
per circa un secondo. destinato ad aerare la zona posteriore,
Durante questa operazione, la fun- limitando l'apertura del vetro.
zione antipizzicamento non è attiva. Apertura

 Per la sicurezza dei bambini, pre-


mere il comando 5 per disattivare i
comandi degli alzacristalli posteriori
in qualsiasi loro posizione.
Con il pulsante premuto, la disattivazio-
ne è attiva. !
Con il pulsante rilasciato, la disattiva-
zione non è attiva. Togliere sempre la chiave di con-
tatto quando si scende dal veicolo,
anche per poco tempo.  Ribaltare la leva verso l'esterno.
In caso di pizzicamento durante la  Spingere la leva a fondo per blocca-
manipolazione degli alzacristalli,
Reinizializzazione invertire il movimento del vetro pre-
re il vetro in posizione aperta.
Dopo aver ricollegato la batteria, o in mendo il relativo comando.
caso di malfunzionamento, occorre rei- Quando il guidatore aziona i co- Chiusura
nizializzare il funzionamento degli alza- mandi degli alzacristalli, deve ac-  Tirare la leva per sbloccare il vetro.
cristalli: certarsi che nessuno impedisca la
corretta chiusura del vetro.  Ribaltare la leva a fondo verso l'inter-
 rilasciare il comando e poi tirarlo no per bloccare il vetro in posizione
fino alla chiusura completa, Il guidatore deve verificare che i chiusa.
 tenere ancora premuto il comando per passeggeri utilizzino correttamente
circa un secondo dopo la chiusura, gli alzacristalli.
Prestare attenzione ai bambini du-
rante le manovre dei vetri.

73
APERTURE

PORTE Dall'interno Chiusura


Apertura Quando una porta è chiusa male:
- se il motore è avviato, que-
Dall'esterno sta spia si accende, accom-
pagnata da un messaggio
sul display multifunzione
per alcuni secondi.
- se il veicolo è in marcia (velocità
superiore ai 10 Km orari), questa
spia si accende, accompagnata da
un segnale acustico e da un mes-
saggio sul display multifunzione per
alcuni secondi.

 Tirare il comando della porta ante-


riore per aprirla; si sblocca comple-
tamente le porte del veicolo.
 Tirare il comando della porta poste-
 Dopo aver sbloccato le porte del riore per aprire la porta; si sblocca
veicolo con il telecomando o con la solo la porta azionata.
chiave, tirare la maniglia della porta.

! I comandi interni delle porte non


sono attivi fin quando le porte del
veicolo sono bloccate ad effetto
globale.

74
Comando centralizzato manuale Attivazione
Sistema per bloccare o sbloccare ma- i Se il veicolo è bloccato normal-
nualmente e completamente le porte mente o bloccato ad effetto globale
dall'interno. dall'esterno, la spia rossa lampeg-
gia e il pulsante A non è attivo.
 In questo caso utilizzare il tele-
comando o la chiave per sbloc-
care il veicolo.

Comando centralizzato
automatico
Sistema per bloccare o sbloccare auto-
maticamente e completamente le porte,
il bagagliaio e il lunotto posteriore du-
rante la marcia.  Premere per almeno due secondi il
È possibile attivare o disattivare questa pulsante A.
funzione. Un messaggio di conferma appare sullo
schermo multifunzione.
Bloccaggio Bloccaggio
 Premere il pulsante A per bloccare Quando la velocità è superiore a 10 Km
le porte del veicolo. orari, le porte, il bagagliaio e il lunotto po- Disattivazione
La spia rossa del pulsante si accende. steriore si bloccano automaticamente.  Premere di nuovo il pulsante A per
almeno due secondi.
Un messaggio di conferma appare sullo
i Se una delle porte è aperta, il bloc-
! Se una delle porte, il bagagliaio o
schermo multifunzione.

caggio centralizzato dall'interno il lunotto posteriore sono aperti, il


non è possibile. bloccaggio centralizzato automati-
co non avviene.

Sbloccaggio Sbloccaggio
 Premere di nuovo il pulsante A per  Al di sopra dei 10 Km orari, premere
sbloccare le porte del veicolo. il pulsante A per sbloccare tempora-
La spia rossa del pulsante si spegne. neamente le porte, il bagagliaio e il
lunotto posteriore.

75
APERTURE

Comando di emergenza BAGAGLIAIO (BERLINA) Comando di emergenza


Dispositivo per bloccare e sbloccare Dispositivo per sbloccare meccanica-
meccanicamente le porte in caso di mente il bagagliaio in caso di malfunzio-
guasto del bloccaggio centralizzato. namento del bloccaggio centralizzato.

Bloccaggio della porta conducente


 Inserire la chiave nella serratura,
quindi ruotarla verso destra.
Sbloccaggio della porta conducente
 Inserire la chiave nella serratura,
quindi ruotarla verso sinistra.

Bloccaggio delle porte passeggero


anteriore e posteriore
Apertura
 Dopo lo sbloccaggio del veicolo con
il telecomando o con la chiave, tira- Sbloccaggio
re la maniglia e sollevare lo sportello
del bagagliaio.  Ribaltare i sedili posteriori per avere
accesso alla serratura all'interno del
Chiusura bagagliaio.
 Inserire un piccolo cacciavite nel
Quando lo sportello del bagagliaio è foro A della serratura per sbloccare
chiuso male: il bagagliaio.
- se il motore è avviato,
questa spia si accende ac-
compagnata da un messag-
gio sul display multifunzione
 Inserire la chiave nel chiavistello, per alcuni secondi,
situato sul fianco della porta, quindi - se il veicolo è in marcia (velocità
ruotarla di un ottavo di giro. superiore a 10 Km orari), questa
spia si accende accompagnata da
Sbloccaggio delle porte passeggero un segnale acustico e da un mes-
anteriore e posteriore saggio sul display multifunzione per
 Tirare il comando interno di apertura alcuni secondi.
delle porte.
APERTURE

Comando di emergenza BAGAGLIAIO (BERLINA) Comando di emergenza


Dispositivo per bloccare e sbloccare Dispositivo per sbloccare meccanica-
meccanicamente le porte in caso di mente il bagagliaio in caso di malfunzio-
guasto del bloccaggio centralizzato. namento del bloccaggio centralizzato.

Bloccaggio della porta conducente


 Inserire la chiave nella serratura,
quindi ruotarla verso destra.
Sbloccaggio della porta conducente
 Inserire la chiave nella serratura,
quindi ruotarla verso sinistra.

Bloccaggio delle porte passeggero


anteriore e posteriore
Apertura
 Dopo lo sbloccaggio del veicolo con
il telecomando o con la chiave, tira- Sbloccaggio
re la maniglia e sollevare lo sportello
del bagagliaio.  Ribaltare i sedili posteriori per avere
accesso alla serratura all'interno del
Chiusura bagagliaio.
 Inserire un piccolo cacciavite nel
Quando lo sportello del bagagliaio è foro A della serratura per sbloccare
chiuso male: il bagagliaio.
- se il motore è avviato,
questa spia si accende ac-
compagnata da un messag-
gio sul display multifunzione
 Inserire la chiave nel chiavistello, per alcuni secondi,
situato sul fianco della porta, quindi - se il veicolo è in marcia (velocità
ruotarla di un ottavo di giro. superiore a 10 Km orari), questa
spia si accende accompagnata da
Sbloccaggio delle porte passeggero un segnale acustico e da un mes-
anteriore e posteriore saggio sul display multifunzione per
 Tirare il comando interno di apertura alcuni secondi.
delle porte.
BAGAGLIAIO (SW) LUNOTTO (SW)

Apertura Apertura Chiusura


 Dopo aver sbloccato le porte del veicolo  Dopo aver sbloccato le porte del  Richiudere il lunotto premendo al
con il telecomando o con la chiave, con veicolo con il telecomando o con centro del vetro.
il lunotto chiuso, tirare la maniglia A e la chiave, con il bagagliaio chiuso, Quando il lunotto è chiuso male:
sollevare lo sportello del bagagliaio. premere il comando B e sollevare il
Chiusura lunotto con la parte C del braccio del
tergicristallo.
 Abbassare lo sportello del baga- - se il motore è avviato,
gliaio con la maniglia interna. questa spia si accende,
Quando lo sportello del bagaglio è chiu- i Il bagagliaio e il lunotto non possono
essere aperti contemporaneamente.
accompagnata da un mes-
saggio sul display multifun-
so male: zione per alcuni secondi,
Se il tergicristallo posteriore è in
posizione di funzionamento, l'aper- - se il veicolo è in marcia (velocità su-
- se il motore è avviato, tura del lunotto avverrà solo alla periore ai 10 Km orari), questa spia si
questa spia si accende, fine del ciclo. accende, accompagnata da un segna-
accompagnata da un mes- le acustico e da un messaggio sul di-
saggio sul display multifun- splay multifunzione per alcuni secondi.
zione per alcuni secondi,
- se il veicolo è in marcia (velocità su-
periore ai 10 Km orari), questa spia si
accende, accompagnata da un segna- i Se il lunotto è aperto, il bloccaggio
le acustico e da un messaggio sul di- centralizzato non avviene.
splay multifunzione per alcuni secondi.
77
APERTURE

TETTO PANORAMICO TETTO PANORAMICO (SW)


(BERLINA) Dispositivo che comprende una super- !
Dispositivo che comprende una super- ficie panoramica in vetro colorato per In caso di pizzicamento durante la
ficie panoramica in vetro colorato, che aumentare la luminosità e la visione manovra della tendina, invertirne il
aumenta la luminosità e la visione all'in- all'interno dell'abitacolo. Dotato di una movimento premendo il relativo co-
terno dell'abitacolo. Dotato di una tendi- tendina di occultamento elettrica in due mando.
na di occultamento manuale in due parti parti per migliorare il confort termico. Quando il guidatore aziona il co-
per migliorare il confort termico. mando della tendina, deve verifica-
re che nessuno intralci la chiusura.
Apertura Apertura Il guidatore deve verificare che i
passeggeri utilizzino correttamente
la tendina di occultamento.
Prestare attenzione ai bambini du-
rante la manovra della tendina.

 Afferrare la tendina dalla maniglia e  Tirare il comando A.


spingerla all'indietro, fino all'arresto. La tendina si ferma non appena si rila-
scia il comando.

Chiusura Chiusura
 Afferrare la tendina dalla maniglia e  Premere il comando A.
tirarla in avanti, fino all'arresto. La tendina si ferma non appena si rila-
scia il comando.

78
SERBATOIO DEL CARBURANTE
Solo dopo aver ricollocato il tappo
Capacità del serbatoio: 50 litri circa i del serbatoio, la chiave può essere
(Benzina) o 48 litri (Diesel). estratta dalla serratura.

Livello minimo di carburante L'apertura del tappo può dare luogo a


un rumore d'aspirazione dell'aria. Que-
Al raggiungimento del livello mi- sta depressione, del tutto normale, è
nimo di carburante, questa spia provocata dalla tenuta del circuito del
si accende sul quadro strumenti. carburante.
Alla prima accensione, restano Per effettuare il rifornimento in totale si-
circa 5 litri di carburante nel serbatoio. curezza:
Per evitare di rimanere in panne, effet-  spegnere tassativamente il motore,
tuare tassativamente un rifornimento di  aprire lo sportellino del carburante,
carburante.  inserire la chiave nel tappo, quindi
Se il serbatoio rimane senza carburante ruotarla verso sinistra,
(Diesel), consultare il capitolo "Controlli".

Rifornimento  togliere il tappo ed appenderlo alla


linguetta situata sulla parte interna
dello sportellino,
 effettuare il pieno senza insistere
oltre la terza interruzione della pi-
stola di rifornimento, per non pro-
vocare malfunzionamenti.

Un'etichetta incollata all'interno dello


sportellino del serbatoio ricorda il tipo di
carburante da utilizzare in funzione del-
la motorizzazione.
Una volta terminato il rifornimento:
I rabbocchi di carburante devono esse-
re superiori a 5 litri per essere presi in  ricollocare il tappo,
conto dall'indicatore di livello del carbu-  ruotare la chiave verso destra, quindi
rante. estrarla dal tappo,
 richiudere lo sportellino.
79
APERTURE

Qualità del carburante utilizzato Qualità del carburante utilizzato POSIZIONAMENTO OBBLIGATO NEL
per i motori benzina per i motori Diesel BOCCHETTONE DI RIFORNIMENTO CARBURANTE
I motori benzina sono perfettamente I motori Diesel sono perfettamente com- È un dispositivo meccanico che impedi-
compatibili con i biocarburanti benzina patibili con i biocarburanti conformi agli sce l'errato rifornimento di benzina nel
di tipo E10 (contenenti il 10 % di eta- standard europei attuali e futuri (gasolio serbatoio di un veicolo Diesel, evitando
nolo), conformi alle norme europee che rispetta la norma EN 590 miscela- così di danneggiare il motore.
EN 228 e EN 15376. to con un biocarburante che rispetta la Situato all'entrata del serbatoio, il posi-
I carburanti di tipo E85 (contenenti fino norma EN 14214) che possono essere zionamento obbligato è visibile toglien-
all'85 % di etanolo) sono esclusivamen- distribuiti dalle stazioni di servizio (pos- do il tappo.
te riservati ai veicoli commercializzati sibilità di integrarvi fino al 7 % di Estere
per questo tipo di carburante (veicoli Metilico di Acido Grasso).
BioFlex). La qualità di etanolo deve ri- L'utilizzo del biocarburante B30 è pos-
spettare la norma europea EN 15293. sibile su alcuni motori Diesel; tuttavia,
Per il Brasile vengono commercializza- questo utilizzo è imprescindibile dal-
ti veicoli specifici, che funzionano con l'utilizzo condizionato della rigorosa
carburanti contenenti fino al 100 % di applicazione delle condizioni particola-
etanolo (tipo E100). ri di manutenzione. Rivolgersi alla rete
PEUGEOT.
L’uso di qualsiasi altro tipo di
(bio)carburante (oli vegetali o animali
puri o diluiti, nafta ad uso domestico,
ecc.) è rigorosamente vietato (rischio
di danneggiare il motore e il circuito del Funzionamento
carburante).
Inserendo la pistola di rifornimento nel
serbatoio Diesel, quest'ultima va in bat-
tuta sullo sportellino. Il sistema resta
bloccato e impedisce il rifornimento.
Non insistere inserendo una pistola
di rifornimento per Diesel.

DIESEL Il posizionamento obbligato permette


i un rifornimento mediante tanica.
Al fine di garantire un corretto in-
serimento del carburante, avvici-
nare il terminale della tanica senza
premerlo contro allo sportellino del
posizionamento obbligato.

80
APERTURE

Qualità del carburante utilizzato Qualità del carburante utilizzato POSIZIONAMENTO OBBLIGATO NEL
per i motori benzina per i motori Diesel BOCCHETTONE DI RIFORNIMENTO CARBURANTE
I motori benzina sono perfettamente I motori Diesel sono perfettamente com- È un dispositivo meccanico che impedi-
compatibili con i biocarburanti benzina patibili con i biocarburanti conformi agli sce l'errato rifornimento di benzina nel
di tipo E10 (contenenti il 10 % di eta- standard europei attuali e futuri (gasolio serbatoio di un veicolo Diesel, evitando
nolo), conformi alle norme europee che rispetta la norma EN 590 miscela- così di danneggiare il motore.
EN 228 e EN 15376. to con un biocarburante che rispetta la Situato all'entrata del serbatoio, il posi-
I carburanti di tipo E85 (contenenti fino norma EN 14214) che possono essere zionamento obbligato è visibile toglien-
all'85 % di etanolo) sono esclusivamen- distribuiti dalle stazioni di servizio (pos- do il tappo.
te riservati ai veicoli commercializzati sibilità di integrarvi fino al 7 % di Estere
per questo tipo di carburante (veicoli Metilico di Acido Grasso).
BioFlex). La qualità di etanolo deve ri- L'utilizzo del biocarburante B30 è pos-
spettare la norma europea EN 15293. sibile su alcuni motori Diesel; tuttavia,
Per il Brasile vengono commercializza- questo utilizzo è imprescindibile dal-
ti veicoli specifici, che funzionano con l'utilizzo condizionato della rigorosa
carburanti contenenti fino al 100 % di applicazione delle condizioni particola-
etanolo (tipo E100). ri di manutenzione. Rivolgersi alla rete
PEUGEOT.
L’uso di qualsiasi altro tipo di
(bio)carburante (oli vegetali o animali
puri o diluiti, nafta ad uso domestico,
ecc.) è rigorosamente vietato (rischio
di danneggiare il motore e il circuito del Funzionamento
carburante).
Inserendo la pistola di rifornimento nel
serbatoio Diesel, quest'ultima va in bat-
tuta sullo sportellino. Il sistema resta
bloccato e impedisce il rifornimento.
Non insistere inserendo una pistola
di rifornimento per Diesel.

DIESEL Il posizionamento obbligato permette


i un rifornimento mediante tanica.
Al fine di garantire un corretto in-
serimento del carburante, avvici-
nare il terminale della tanica senza
premerlo contro allo sportellino del
posizionamento obbligato.

80
COMANDI DEI FARI Comandi manuali
Dispositivo di selezione e di comando I fari sono comandati direttamente dal gui-
dei fari anteriori e dei fanali posteriori che Modello senza accensione AUTO datore mediante la ghiera A e la leva B.
garantiscono l'illuminazione del veicolo.

Illuminazione principale A. ghiera di selezione della modalità


d'illuminazione principale, con:
I fari anteriori e i fanali posteriori del vei-
colo sono progettati per adattare pro-
gressivamente la visibilità del guidatore fari spenti,
in funzione delle condizioni climatiche:
- luci di posizione, per essere visti,
- fari anabbaglianti, per illuminare la
strada senza abbagliare gli altri gui- luci di posizione,
datori,
- fari abbaglianti, per illuminare bene
la strada quando è libera.
fari anabbaglianti o abba-
Illuminazione supplementare glianti,
Sono disponibili altri fari per soddisfare Modello con accensione AUTO
particolari condizioni di guida:
accensione automatica dei
- fanalini fendinebbia posteriori, per fari.
essere visti da lontano,
- fari fendinebbia anteriori e fanali po- B. leva d'inversione dei fari, tirando: fari
steriori, per vedere ancora meglio, anabbaglianti/fari abbaglianti.
- fari direzionali, per illuminare meglio Nelle modalità fari spenti e luci di posi-
la strada in curva. zione, il guidatore può accendere diret-
tamente gli abbaglianti ("lampeggio dei
fari") tenendo tirata la leva.
Programmazioni
Sono disponibili anche varie modalità di
comando automatico dei fari in funzione
delle seguenti opzioni: Visualizzazioni
- accensione temporizzata dei fari, L'accensione della relativa spia sul quadro
- accensione automatica dei fari, strumenti conferma l'attivazione selettiva
- fari direzionali statici. dell'illuminazione selezionata.

81
C. ghiera di selezione dei fendinebbia.

Modello solo con fendinebbia


Funzionano con gli anabbaglianti e con
gli abbaglianti accesi.
! In qualsiasi condizione climatica
posteriori e luminosa, è vietato accendere i
fendinebbia anteriori e i fendineb-
bia posteriori. In queste situazioni,
la potenza dei loro fasci può abba-
fendinebbia posteriore gliare gli altri guidatori.
Non dimenticare di spegnere i fen-
dinebbia anteriori e i fendinebbia
 Per accendere i fendinebbia, ruotare posteriori quando non sono più ne-
la ghiera a impulsi C in avanti. cessari.
In caso di spegnimento automatico dei
fari (con modello AUTO), il fendinebbia
e gli anabbaglianti rimarranno accesi.
 Per spegnere tutti i fari, ruotare la
ghiera a impulsi C all'indietro.
i Dimenticanza fari accesi
L'attivazione di un segnale acustico
all'apertura di una porta anteriore
segnala che il guidatore ha dimen-
Modello con fendinebbia anteriori e ticato di spegnere i fari del veicolo,
posteriori dopo aver disinserito il contatto.
fendinebbia anteriori e posteriori
In questo caso, lo spegnimento dei
fari provoca l'interruzione del se-
 Per accendere i fendinebbia, ruota- gnale acustico.
re la ghiera a impulsi C in avanti. Con il contatto disinserito, se i fari
 Per spegnere i fendinebbia poste- anabbaglianti rimangono accesi,
riori, ruotare la ghiera a impulsi C questi si spegneranno automatica-
due volte di seguito all'indietro. mente dopo trenta minuti per non
In caso di spegnimento automatico dei scaricare la batteria.
fari (con modello AUTO) o manuale de-
gli anabbaglianti, i fendinebbia e le luci
di posizione rimarranno accesi.
 Ruotare la ghiera all'indietro per
spegnere i fendinebbia. Le luci di
posizione si spegneranno.

82
Fari diurni* Accensione automatica Abbinamento con l'accensione
temporizzata dei fari
Per i veicoli dotati di fari diurni, all'av- Le luci di posizione e i fari anabbaglianti L'abbinamento con l'accensione auto-
viamento del veicolo gli anabbaglianti si si accendono automaticamente, senza matica offre all'accensione temporizzata
accendono. intervento del conducente, in caso di dei fari altre possibilità:
scarsa luminosità esterna (captatore
Questa spia si accende sul dietro il retrovisore interno) o di attiva- - scelta della durata dell'accensione
quadro strumenti. zione dei tergicristalli. temporizzata dei fari per 15, 30 o
60 secondi nei parametri veicolo del
Non appena la luminosità torna ad menu di configurazione del display
Il posto di guida (display multifunzio- essere sufficiente o all'arresto dei ter- multifunzione
ne, frontalino comandi climatizzazione, gicristalli, i fari si spengono automatica-
ecc.) non si illumina, tranne al passag- mente. - attivazione automatica dell'accen-
gio in modalità accensione automatica sione temporizzata dei fari quando
dei fari o durante l'accensione manuale l'accensione automatica dei fari è in
dei fari. funzione.

Accensione temporizzata dei


fari (Funzione Follow me home) Anomalia di funzionamento
In caso di anomalia di funziona-
Il mantenimento temporaneo dei fari mento del captatore di lumino-
anabbaglianti accesi dopo il disinseri- sità, i fari si accendono insieme
mento del contatto, facilita l'allontana- alla spia di servizio, ad un se-
mento del guidatore in caso di poca gnale acustico e ad un messaggio sul
luce. display multifunzione.
Far verificare dalla rete PEUGEOT.
Attivazione
 Con il contatto disinserito, fare un
"lampeggio dei fari" con la leva B.
 Un secondo "lampeggio dei fari" in-
terrompe nuovamente la funzione.
Attivazione
 Portare la ghiera A sulla posizione
! In caso di nebbia o di neve, il capta-
tore di luminosità può rilevare una
"AUTO". L'accensione automatica è luce sufficiente. I fari non si accen-
accompagnata da un messaggio sul deranno quindi automaticamente.
Disattivazione display multifunzione.
L'accensione temporizzata dei fari si Non ricoprire il captatore di lumi-
spegne automaticamente dopo il bloc- Disattivazione nosità, abbinato al captatore di
caggio delle porte, in un arco di tempo  Portare la ghiera A in una posizione pioggia e situato al centro del para-
stabilito. diversa da "AUTO". La disattivazione brezza, dietro il retrovisore interno;
è accompagnata da un messaggio le relative funzioni non sarebbero
sul display multifunzione. più comandabili.

* Secondo il Paese di destinazione.


83
Fari diurni* Accensione automatica Abbinamento con l'accensione
temporizzata dei fari
Per i veicoli dotati di fari diurni, all'av- Le luci di posizione e i fari anabbaglianti L'abbinamento con l'accensione auto-
viamento del veicolo gli anabbaglianti si si accendono automaticamente, senza matica offre all'accensione temporizzata
accendono. intervento del conducente, in caso di dei fari altre possibilità:
scarsa luminosità esterna (captatore
Questa spia si accende sul dietro il retrovisore interno) o di attiva- - scelta della durata dell'accensione
quadro strumenti. zione dei tergicristalli. temporizzata dei fari per 15, 30 o
60 secondi nei parametri veicolo del
Non appena la luminosità torna ad menu di configurazione del display
Il posto di guida (display multifunzio- essere sufficiente o all'arresto dei ter- multifunzione
ne, frontalino comandi climatizzazione, gicristalli, i fari si spengono automatica-
ecc.) non si illumina, tranne al passag- mente. - attivazione automatica dell'accen-
gio in modalità accensione automatica sione temporizzata dei fari quando
dei fari o durante l'accensione manuale l'accensione automatica dei fari è in
dei fari. funzione.

Accensione temporizzata dei


fari (Funzione Follow me home) Anomalia di funzionamento
In caso di anomalia di funziona-
Il mantenimento temporaneo dei fari mento del captatore di lumino-
anabbaglianti accesi dopo il disinseri- sità, i fari si accendono insieme
mento del contatto, facilita l'allontana- alla spia di servizio, ad un se-
mento del guidatore in caso di poca gnale acustico e ad un messaggio sul
luce. display multifunzione.
Far verificare dalla rete PEUGEOT.
Attivazione
 Con il contatto disinserito, fare un
"lampeggio dei fari" con la leva B.
 Un secondo "lampeggio dei fari" in-
terrompe nuovamente la funzione.
Attivazione
 Portare la ghiera A sulla posizione
! In caso di nebbia o di neve, il capta-
tore di luminosità può rilevare una
"AUTO". L'accensione automatica è luce sufficiente. I fari non si accen-
accompagnata da un messaggio sul deranno quindi automaticamente.
Disattivazione display multifunzione.
L'accensione temporizzata dei fari si Non ricoprire il captatore di lumi-
spegne automaticamente dopo il bloc- Disattivazione nosità, abbinato al captatore di
caggio delle porte, in un arco di tempo  Portare la ghiera A in una posizione pioggia e situato al centro del para-
stabilito. diversa da "AUTO". La disattivazione brezza, dietro il retrovisore interno;
è accompagnata da un messaggio le relative funzioni non sarebbero
sul display multifunzione. più comandabili.

* Secondo il Paese di destinazione.


83
FARI DIREZIONALI STATICI Programmazione REGOLAZIONE DEI FARI
Sia con gli anabbaglianti che abbaglian- L'attivazione o disattivazio-
ti, questa funzione permette al fascio di ne di questa funzione vie-
luce di illuminare l'interno della curva con ne effettuata nel menu di
un angolo supplementare di circa 30°. configurazione del display
multifunzione.
L'utilizzo di questa funzione è ottimale
soprattutto a bassa e media velocità Questa funzione è attivata
(guida in città, strade tortuose, ecc.). per default.

Attivazione
con fari direzionali
È effettiva a partire da una certa velocità
e da un certo angolo di rotazione del vo-
lante.

Disattivazione Per non infastidire gli altri guidatori, i


fari devono essere regolati in altezza, in
È effettiva al di sotto di un certo angolo funzione del carico del veicolo.
di rotazione del volante. 0. Solo guidatore o guidatore + pas-
È realizzata all'inserimento della retro- seggero anteriore.
marcia. -. Regolazione intermedia.
1. 5 persone.
Anomalia di funzionamento -. 5 persone + carico nel bagagliaio.
senza fari direzionali 2. Solo guidatore + carico massimo
In caso di anomalia di funziona- autorizzato nel bagagliaio.
mento, questa spia lampeggia
sul quadro strumenti ed è ac-
compagnata da un messaggio
sul display multifunzione.
Far verificare dalla rete PEUGEOT.
i Questa posizione è sufficiente per
evitare di abbagliare gli altri veicoli.
Le posizioni superiori rischiano di limi-
tare il campo d'illuminazione dei fari.
Regolazione iniziale su posizione "0".

84
COMANDI DEL Modello con funzionamento Comandi manuali
TERGICRISTALLO intermittente
I tergicristalli sono comandati diretta-
Dispositivo di selezione e di comando mente dal guidatore mediante il coman-
dei vari tipi di funzionamento anteriore e do A e la ghiera B.
posteriore, che garantisce l'eliminazione
della pioggia e la pulizia.
Il tergicristallo anteriore e il tergicristallo Tergicristallo anteriore
posteriore del veicolo sono stati proget- A. comando di selezione della cadenza
tati per migliorare progressivamente la di funzionamento:
visibilità del guidatore in funzione delle
condizioni climatiche.
rapida (precipitazioni forti),
Programmazioni
normale (pioggia moderata),
Sono disponibili varie modalità di co-
mando automatico dei tergicristalli, in
funzione delle seguenti opzioni: intermittente (proporzionale
- funzionamento automatico del tergi- alla velocità del veicolo),
strallo anteriore,
Modello con funzionamento AUTO arresto,
- funzionamento del tergicristallo po-
steriore all'inserimento della retro-
marcia. movimento singolo (premere
verso il basso),

automatica (vedere pagina


seguente).

85
Tergicristallo posteriore B. ghiera di selezione del tergicristallo Lavacristallo anteriore e
posteriore: lavafari

arresto,

funzionamento intermittente,

funzionamento con tergicri-


stallo (durata determinata).

 Tirare il comando del tergicristallo


verso di sé. Il lavacristallo e il tergi-
Retromarcia cristallo funzionano per una durata
Quando si inserisce la retromarcia, se il limitata.
tergicristallo anteriore è in funzione, si I lavafari si attivano solo se gli anabba-
attiverà anche quello posteriore. glianti sono accesi.

Programmazione
L'attivazione o la disattiva-
zione della funzione si ef-
fettua mediante il menu di
configurazione del display i Con i fari diurni accesi, per attivare
multifunzione. i lavafari, posizionare il comando
d'illuminazione sugli anabbaglianti.
Questa funzione è attivata
! In caso di neve o di brina consistenti e per default. Sui veicoli dotati di climatizzazione
se si utilizza un portabicicletta monta- automatica, qualsiasi azione sul
to sul portellone posteriore, disattivare comando del lavacristallo provoca
il tergicristallo posteriore automatico la chiusura temporanea dell'entrata
mediante il menu di configurazione d'aria onde evitare la presenza di
del display multifunzione. cattivi odori all'interno dell'abitacolo.

86
Funzionamento automatico Posizione particolare del
tergicristallo anteriore
anteriore i Ad ogni interruzione del contatto
Il tergicristallo anteriore funziona in modo per più di un minuto, occorre riat-
automatico, senza che il guidatore debba tivare il funzionamento automatico
azionarlo, qualora venga rilavata la presen- dando un impulso verso il basso
za di pioggia (captatore di pioggia situato sul comando A.
dietro il retrovisore interno), adattando la
sua velocità all'intensità delle precipitazioni.

Anomalia di funzionamento
In caso di anomalia del funzionamento
automatico, il tergicristallo si azionerà in
modo intermittente.
Far verificare dalla rete PEUGEOT.

Entro un minuto dal disinserimento del


contatto, qualsiasi azione effettuata sul
comando del tergicristallo posiziona le
! Non coprire il captatore di pioggia,
abbinato al captatore di luminosità
spazzole al centro del parabrezza.
Questa azione consente di posizionare
e situato al centro del parabrezza, le spazzole in caso di parcheggio in
Attivazione dietro il retrovisore interno. inverno.
In caso di lavaggio automatico del Per ricollocare le spazzole in posizione
L'attivazione viene realizzata manual- iniziale dopo l'intervento, inserire il
mente dal guidatore portando il coman- veicolo, disinserire il contatto.
D'inverno, si consiglia di attende- contatto e manovrare il comando.
do A sulla posizione "AUTO".
L'attivazione è accompagnata da un mes- re lo sbrinamento completo del
saggio sullo schermo multifunzione. parabrezza prima di azionare il
funzionamento automatico del ter-
gicristallo.
Disattivazione
Il tergicristallo è disattivato manualmen-
te dal guidatore portando il comando A
su un'altra posizione e ricollocandola
quindi sulla posizione "0".
La disattivazione è accompagnata da un
messaggio sullo schermo multifunzione.

87
PLAFONIERE Plafoniera anteriore e posteriore
In modalità illuminazione perma-
i nente si dispone di vari tempi di
accensione:
- con il contatto disinserito, circa
dieci minuti,
- in modalità economia d'energia,
circa trenta secondi,
- con il motore avviato, illimitata-
mente.

Faretti di lettura carte


 Con il contatto inserito, azionare il
1. Plafoniera anteriore relativo interruttore.
2. Faretti di lettura carte In questa posizione, la plafoniera
s'illumina progressivamente:

- allo sbloccaggio del veicolo,


- all'estrazione della chiave di contatto,
- all'attivazione del pulsante di bloc-
caggio del telecomando, per localiz-
zare il veicolo.

Si spegne progressivamente:
- al bloccaggio del veicolo,
- all'inserimento del contatto,
- 30 secondi dopo la chiusura dell'ultima
porta.

3. Plafoniera posteriore Spenta in permanenza.

Illuminazione permanente.

88
SICUREZZA BAMBINI

SEGGIOLINO PER BAMBINI SUL SEDILE ANTERIORE


PER BAMBINI

La sicurezza dei bambini, che PEUGEOT "Schienale verso la strada" "Nel senso di marcia"
ha curato in particolar modo sin dalla fase Quando un seggiolino per bambini "con Quando un seggiolino per bambini vie-
di progettazione del veicolo, dipende an- schienale verso la strada" viene collocato ne posizionato "nel senso di marcia"
che dal modo di utilizzo del veicolo. sul sedile del passeggero anteriore, l'air- sul sedile del passeggero anteriore,
Per viaggiare con la massima sicurez- bag del passeggero deve tassativamente occorre regolare il sedile del veicolo in
za, rispettare le seguenti raccomanda- essere disattivato, altrimenti il bambino posizione longitudinale intermedia, con
zioni: rischia ferite gravi o addirittura mortali lo schienale verticale e lasciare l'airbag
- In conformità con la regolamenta- in caso di attivazione dell'airbag. del passeggero attivato.
zione europea, tutti i bambini di
età inferiore ai 12 anni o di statu-
ra inferiore a un metro e cinquan-
ta, devono essere trasportati su
seggiolini per bambini omologati,
adatti al loro peso, da collocare sui
sedili dotati di cinture di sicurezza o
di ancoraggi ISOFIX*,
- statisticamente, i sedili più sicuri
per il trasporto dei bambini sono
i sedili posteriori del veicolo,
- un bambino il cui peso è inferiore
a 9 Kg, deve tassativamente es-
sere trasportato su un seggiolino Posizione longitudinale
in posizione "schienale verso la intermedia
strada" sia anteriormente che po-
steriormente.

i PEUGEOT raccomanda di tra-


sportare i bambini sui sedili poste-
riori del veicolo:
- "con schienale verso la stra-
da" fino ai 2 anni di età, * La normativa sul trasporto dei bambini
- "nel senso di marcia" a parti- è specifica per ogni Paese. Consulta-
re dai 2 anni di età. re la legislazione vigente nel proprio
Paese.
89
SICUREZZA BAMBINI

SEGGIOLINI PER BAMBINI RACCOMANDATI DA PEUGEOT


PEUGEOT propone una gamma completa di seggiolini per bambini da fissare con
una cintura di sicurezza a tre punti:

Gruppo 0: dalla nascita a 10 Kg


Gruppi 1, 2 e 3: da 9 a 36 Kg
Gruppo 0+: dalla nascita a 13 Kg

L2
L1 "KIDDY Life"
Airbag passeggero OFF "RÖMER L'uso del cuscino
Baby-Safe Plus" addominale è
Da fissare con lo obbligatorio per
schienale verso la il trasporto dei
strada bambini
(da 9 a 18 Kg).

Gruppi 2 e 3: da 15 a 36 Kg

L4
"KLIPPAN Optima"
L3 A partire dai 6 anni
"RECARO Start" (circa 22 Kg),
utilizzare solo il
rialzo.

L5
"RÖMER KIDFIX"
Può essere fissato agli ancoraggi ISOFIX del veicolo.
Il bambino è trattenuto dalla cintura di sicurezza.

90
SICUREZZA BAMBINI

SEGGIOLINI PER BAMBINI RACCOMANDATI DA PEUGEOT


PEUGEOT propone una gamma completa di seggiolini per bambini da fissare con
una cintura di sicurezza a tre punti:

Gruppo 0: dalla nascita a 10 Kg


Gruppi 1, 2 e 3: da 9 a 36 Kg
Gruppo 0+: dalla nascita a 13 Kg

L2
L1 "KIDDY Life"
Airbag passeggero OFF "RÖMER L'uso del cuscino
Baby-Safe Plus" addominale è
Da fissare con lo obbligatorio per
schienale verso la il trasporto dei
strada bambini
(da 9 a 18 Kg).

Gruppi 2 e 3: da 15 a 36 Kg

L4
"KLIPPAN Optima"
L3 A partire dai 6 anni
"RECARO Start" (circa 22 Kg),
utilizzare solo il
rialzo.

L5
"RÖMER KIDFIX"
Può essere fissato agli ancoraggi ISOFIX del veicolo.
Il bambino è trattenuto dalla cintura di sicurezza.

90
SICUREZZA BAMBINI

COLLOCAZIONE DEI SEGGIOLINI PER BAMBINI FISSATI CON LA CINTURA DI SICUREZZA(BERLINA)


In conformità con la legislazione europea, questa tabella indica le possibilità di montaggio dei seggiolini per bambini da fissa-
re con una cintura di sicurezza ed omologati nella categoria universale (a) in funzione del peso del bambino e della posizione
nel veicolo.

Peso del bambino/età indicativa

Inferiore a 13 Kg Da 9 a 18 Kg Da 15 a 25 Kg Da 22 a 36 Kg
Posizione (gruppi 0 (b) e 0+) (gruppo 1) (gruppo 2) (gruppo 3)
Fino a ≈ 1 anno Da 1 a ≈ 3 anni Da 3 a ≈ 6 anni Da 6 a ≈ 10 anni

Sedile del passeggero anteriore (c)

- fissa U U U U

- regolabile in altezza

Sedili posteriori U U U U
laterali

Sedile posteriore U X X X
centrale

(a) Seggiolino universale per bambini: seggiolino per bambini da collocare su tutti i veicoli, con la cintura di sicurezza.
(b) Gruppo 0: dalla nascita fino a 10 Kg. Le culle e i lettini per auto non possono essere montati sul sedile passeggero anteriore.
(c) Consultare la legislazione vigente nel proprio Paese prima di collocare un seggiolino per bambini su questo sedile.
U: sedile adatto alla collocazione di un seggiolino per bambini da fissare con cintura di sicurezza ed omologato nella cate-
goria universale "con schienale rivolto alla strada" e/o "nel senso di marcia".
X: sedile non adatto alla collocazione di un seggiolino per bambini del gruppo di peso indicato.

91
SICUREZZA BAMBINI

COLLOCAZIONE DEI SEGGIOLINI PER BAMBINI FISSATI CON LA CINTURA DI SICUREZZA (SW)
In conformità con la legislazione europea, questa tabella indica le possibilità di montaggio dei seggiolini per bambini da fissare
con una cintura di sicurezza ed omologati nella categoria universale (a) in funzione del peso del bambino e della posizione nel
veicolo.

Peso del bambino/età indicativa

Inferiore a 13 Kg Da 9 a 18 Kg Da 15 a 25 Kg Da 22 a 36 Kg
Posizione (gruppi 0 (b) e 0+) (gruppo 1) (gruppo 2) (gruppo 3)
Fino a ≈ 1 anno Da 1 a ≈ 3 anni Da 3 a ≈ 6 anni Da 6 a ≈ 10 anni

Sedile del passeggero anteriore (c)

- fissa U U U U

- regolabile in altezza

Sedili posteriori U U U U
laterali

Sedile posteriore U* U* U* U*
centrale

* Il sedile posteriore laterale sinistro diventa inutilizzabile.

(a) Seggiolino universale per bambini: seggiolino per bambini da sistemare in qualsiasi veicolo, con la cintura di sicurezza.
(b) Gruppo 0: dalla nascita fino a 10 Kg. Le culle e i lettini per auto non possono essere montati sul sedile del passeggero
anteriore.
(c) Consultare la legislazione vigente nel proprio Paese prima di montare un seggiolino per bambini in questa posizione.
U: sedile adatto alla collocazione di un seggiolino per bambini da fissare con cintura di sicurezza ed omologato nella categoria
universale "con schienale rivolto alla strada" e/o "nel senso di marcia".
SICUREZZA BAMBINI

!
Un'errata installazione del seggiolino I bambini di età inferiore ai 10 anni Per una maggiore sicurezza, non la-
per bambini nel veicolo compromette non devono essere trasportati nella sciare:
la protezione del bambino in caso di posizione "nel senso di marcia" sul - uno o più bambini soli e senza
urto. sedile del passeggero anteriore, tran- sorveglianza nel veicolo,
Non dimenticare di allacciare le cin- ne se i sedili posteriori sono già oc-
cupati da altri bambini o non possono - un bambino o un animale in un
ture di sicurezza o le cinghie dei veicolo esposto al sole, con i vetri
seggiolini per bambini limitando al essere utilizzati o sono assenti.
chiusi,
massimo il gioco rispetto al corpo del Quando si colloca un seggiolino per
bambino, anche per percorsi di breve bambini "con schienale verso la stra- - le chiavi a portata di mano dei
durata. da" sul sedile anteriore, disattivare bambini all'interno del veicolo.
Per l'installazione del seggiolino per l'airbag del passeggero, altrimenti il Per impedire l'apertura accidentale
bambini con la cintura di sicurezza, bambino rischia ferite gravi o addi- delle porte e dei vetri posteriori, uti-
verificare che questa sia ben tesa sul rittura mortali in caso di attivazione lizzare il dispositivo "Sicurezza bam-
seggiolino e che lo trattenga salda- dell'airbag. bini".
mente al sedile del veicolo. Non aprire i vetri posteriori per più di
Per un'installazione ottimale del seg- un terzo.
giolino per bambini "nel senso di Per proteggere i bambini più piccoli
marcia", verificare che il suo schie- dai raggi del sole, fissare delle tendine
nale sia appoggiato allo schienale Collocazione di un rialzo parasole ai vetri posteriori.
del sedile del veicolo e che l'appog- La parte toracica della cintura di sicu-
giatesta non sia d'intralcio. rezza deve essere posizionata sulla
Se si deve rimuovere l'appoggiate- spalla del bambino senza toccare il
sta, riporlo correttamente o bloccarlo, collo.
onde evitare che diventi pericoloso in Verificare che la parte addominale
caso di brusca frenata. della cintura di sicurezza passi sopra
alle cosce del bambino.
PEUGEOT raccomanda di utilizzare
un rialzo con schienale, dotato di una
guida per cintura di sicurezza a livel-
lo della spalla.

93
SICUREZZA BAMBINI

FISSAGGI "ISOFIX" Si tratta di tre anelli per ogni sedile: Questo sistema di ancoraggio ISOFIX
garantisce un montaggio affidabile, so-
Il veicolo è stato omologato secondo la lido e rapido del seggiolino per bambini
nuova legislazione ISOFIX. all'interno del veicolo.
I sedili, rappresentati qui sotto, sono do- I seggiolini ISOFIX sono dotati di due
tati di ancoraggi ISOFIX regolamentari: sistemi di bloccaggio che si fissano fa-
cilmente ai due anelli A.
Alcuni di essi dispongono inoltre di una
Berlina cinghia alta da fissare all'anello B.
Per fissare questa cinghia, alzare l'ap-
poggiatesta del sedile del veicolo e far
passare il gancio tra le due aste dell'ap-
poggiatesta. Quindi fissare il gancio all'
anello B e tendere la cinghia alta.

- due anelli A situati tra lo schienale e


la seduta del sedile del veicolo, se-
gnalati da un'etichetta.

SW
! L'errata installazione del seggiolino
per bambini nel veicolo compro-
mette la protezione del bambino in
caso di collisione.

i Per sapere quali sono i seggiolini


ISOFIX che si adattano al proprio
veicolo, consultare la tabella rias-
suntiva di posizionamento dei seg-
giolini ISOFIX per bambini.
- un anello B, per il fissaggio della cin-
ghia alta chiamata TOP TETHER.

94
SICUREZZA BAMBINI

SEGGIOLINI ISOFIX RACCOMANDATI DA PEUGEOT E OMOLOGATI PER QUESTO VEICOLO

RÖMER Duo Plus ISOFIX (classe di dimensione B1)

Gruppo 1: da 9 a 18 Kg

Da collocare nel senso di marcia.


Dotato di una cinghia alta da fissare all'anello superiore B, chiamata
TOP TETHER.
Tre inclinazioni della scocca: posizione seduta, di riposo e sdraiata.

Questo seggiolino per bambini può anche essere utilizzato sui sedili privi di ancoraggi ISOFIX. In questo caso, deve
i essere obbligatoriamente fissato al sedile del veicolo mediante la cintura di sicurezza a tre punti.
Seguire le istruzioni di montaggio del seggiolino per bambini indicate sull'opuscolo di montaggio del fabbri-
cante del seggiolino stesso.

95
SICUREZZA BAMBINI

TABELLA RIASSUNTIVA PER LA COLLOCAZIONE DEI SEGGIOLINI ISOFIX PER BAMBINI (BERLINA)
Conformemente alla legislazione europea, questa tabella indica le possibilità di collocazione dei seggiolini ISOFIX per bam-
bini, da fissare sui sedili dotati di ancoraggi ISOFIX nel veicolo.
Per i seggiolini ISOFIX universali e semi universali, la classe di dimensione ISOFIX è determinata da una lettera compresa
tra A e G ed è indicata sul seggiolino accanto al logo ISOFIX.

Peso del bambino/età indicativa

Inferiore a 10 Kg
Inferiore a 10 Kg (gruppo 0)
Da 9 a 18 Kg (gruppo 1)
(gruppo 0) Inferiore a 13 Kg
Da 1 a 3 anni
Fino a circa 6 mesi (gruppo 0+)
Fino a circa 1 anno

"schienale verso "schienale verso "nel senso


Tipo di seggiolino ISOFIX A culla* la strada" la strada" di marcia"

Classe di dimensione ISOFIX F G C D E C D A B B1

Seggiolini ISOFIX universali


e semi universali che IUF**
IL-SU** X IL-SU** X IL-SU**
possono essere collocati IL-SU**
sui sedili posteriori

IUF: sedile adatto alla collocazione di un seggiolino Isofix Universale nel senso di marcia da fissare con la cinghia alta "Top Tether".
IL-SU: sedile adatto alla collocazione di un seggiolino Isofix Semi Universale, ossia:
- con schienale verso la strada dotato di cinghia alta "Top Tether" o di asta.
- nel senso di marcia, dotato di asta.
- seggiolino a culla dotato di cinghia alta "Top Tether" o di asta.
Per fissare la cinghia alta "Top Tether", consultare il capitolo "Ancoraggi Isofix".
X: sedile non adatto alla collocazione di un seggiolino ISOFIX della classe di dimensione indicata.
* La culla ISOFIX, fissata agli anelli inferiori di un sedile ISOFIX, occupa i tre sedili posteriori.
Per installarla sui sedili posteriori di una versione a 3 porte, la cintura di sicurezza anteriore deve essere regolata sulla
posizione abbassata al massimo.
Le culle e i lettini per auto non possono essere montati sul sedile del passeggero anteriore.
** L'appoggiatesta del sedile ISOFIX deve essere rimosso.
96
SICUREZZA BAMBINI

TABELLA RIASSUNTIVA PER LA COLLOCAZIONE DEI SEGGIOLINI PER BAMBINI ISOFIX (SW)
Conformemente alla legislazione europea, questa tabella indica le possibilità di collocazione dei seggiolini ISOFIX da fissare
sui sedili dotati di ancoraggi ISOFIX nel veicolo.
Per i seggiolini ISOFIX universali e semi universali, la classe di dimensione ISOFIX è determinata da una lettera compresa
tra A e G ed è indicata sul seggiolino accanto al logo ISOFIX.

Peso del bambino/età indicativa

Inferiore a 10 Kg
Inferiore a 10 Kg (gruppo 0)
Da 9 a 18 Kg (gruppo 1)
(gruppo 0) Inferiore a 13 Kg
Da 1 a 3 anni
Fino a circa 6 mesi (gruppo 0+)
Fino a circa 1 anno

"schienale verso "schienale verso "nel senso


Classe di dimensione ISOFIX A culla* la strada" la strada" di marcia"

Seggiolini ISOFIX F G C** D E C** D A B B1

Seggiolini ISOFIX universali


e semi universali che IUF(a)
IL-SU(a) IL-SU(a) IL-SU(a)
possono essere collocati IL-SU(a)
sui sedili posteriori

IUF: sedile adatto alla collocazione di un seggiolino Isofix Universale nel senso di marcia da fissare con la cinghia alta "Top Tether".
IL-SU: sedile adatto alla collocazione di un seggiolino Isofix Semi Universale, ossia:
- con schienale verso la strada dotato di cinghia alta "Top Tether" o di asta,
- nel senso di marcia, dotato di asta,
- una culla dotata di una cinghia alta "Top Tether" o di asta.
Per fissare la cinghia alta "Top Tether", consultare il capitolo "Fissaggi Isofix".
(a) L'appoggiatesta del sedile ISOFIX deve essere rimosso.
* Il seggiolino a culla ISOFIX, fissato agli anelli inferiori di un sedile ISOFIX, occupa i tre sedili posteriori ed impedisce l'uso
della modularità 2/3 - 1/3.
Le culle e i lettini per auto non possono essere collocati sul sedile del passeggero anteriore.
** Il sedile anteriore corrispondente deve essere regolato secondo la posizione più avanzata meno cinque tacche.
97
SICUREZZA BAMBINI

SICUREZZA MECCANICA SICUREZZA ELETTRICA


BAMBINI BAMBINI
Dispositivo meccanico per impedire Sistema di comando a distanza per vie-
l'apertura della porta posteriore con il tare l'apertura delle porte posteriori tra-
comando interno. mite i comandi interni.
Il comando si trova sulla battuta di ogni Il comando si trova al centro del cru-
porta posteriore. scotto.
Bloccaggio Attivazione

 Ruotare il comando rosso di un


quarto di giro verso sinistra con la
 Premere il pulsante A. ! Questo sistema è indipendente e
La spia del pulsante A si accende ed non sostituisce in alcun modo il co-
chiave di contatto. è accompagnata da un messaggio sul mando di bloccaggio centralizzato.
display multifunzione. Verificare lo stato della sicurezza
Sbloccaggio bambini ad ogni inserimento del
contatto.
 Ruotare il comando rosso di un Disattivazione
quarto di giro verso destra con la Togliere sempre la chiave di con-
 Premere di nuovo il pulsante A. tatto quando si esce dal veicolo,
chiave di contatto.
La spia del pulsante A si spegne ed è anche per un breve periodo.
accompagnata da un messaggio sul di- In caso di urto violento, la sicu-
splay multifunzione. rezza elettrica bambini si disattiva
automaticamente per permettere
l'uscita dei passeggeri posteriori.
SICUREZZA

INDICATORI DI DIREZIONE Funzione "autostrada" CHIAMATA D'EMERGENZA O


Dispositivo di selezione degli indicatori  Premere una sola volta verso l'alto
D'ASSISTENZA
di direzione sinistro o destro, che se- o verso il basso, senza superare il Questo dispositivo permette di effettua-
gnala il cambiamento di direzione del punto di resistenza del comando re una chiamata d'emergenza o d'assi-
veicolo. d'illuminazione; gli indicatori di dire- stenza ai servizi di soccorso o verso il
zione corrispondenti lampeggeran- call center PEUGEOT.
no tre volte.

 Abbassare la leva dei fari per girare Per maggiori dettagli sull'utilizzo di que-
a sinistra. sto equipaggiamento, consultare il capi-
 Alzare la leva dei fari per girare a tolo "Audio e telematica".
destra.

i Se ci si dimentica di togliere gli indica-


tori di direzione, dopo venti secondi,
il segnale acustico aumenterà fino
quando il veicolo raggiungerà una ve-
locità superiore ai 60 Km orari.

99
SICUREZZA

SEGNALE D'EMERGENZA Accensione automatica del AVVISATORE ACUSTICO


segnale d'emergenza
Sistema di allarme visivo che utilizza gli Sistema d'allarme sonoro per segnalare
indicatori di direzione per avvertire gli Durante una frenata d'emergenza, in agli altri guidatori un pericolo imminente.
altri guidatori in caso di panne, traino o funzione della decelerazione, il segnale
incidente. d'emergenza si accende automatica-
mente. Si spegne automaticamente alla
prima accelerazione.
 E' anche possibile spegnerlo pre-
mendo il tasto.

 Premere questo pulsante, gli indica-  Premere in corrispondenza di una


tori di direzione lampeggiano. delle razze del volante.
Funziona anche a contatto disinserito.

i Utilizzare l'avvisatore acustico con


moderazione e solo nei seguenti
casi:
- pericolo immediato,
- sorpasso di un ciclista o di un
pedone,
- avvicinamento ad un punto privo
di visibilità.

100
SICUREZZA

SEGNALAZIONE PNEUMATICI Ruota forata


SGONFI Questa spia e la spia STOP si ! Qualsiasi riparazione, sostituzione
accendono sul quadro strumen- di pneumatico su una ruota dotata
Sistema che garantisce il controllo au- di questo sistema deve essere ef-
tomatico della pressione dei pneumatici ti, accompagnate da un segna-
le acustico e da un messaggio fettuata dalla rete PEUGEOT.
durante la marcia.
sul display multifunzione che Se durante una sostituzione di
localizza la ruota interessata. pneumatico si monta una ruota
 Fermarsi immediatamente evitando non rilevata dal veicolo (esempio:
di effettuare brusche manovre con il montaggio di pneumatici da neve),
volante e con i freni. occorre far reinizializzare il sistema
 Sostituire la ruota danneggiata (fora- presso la rete PEUGEOT.
ta o molto sgonfia) e far controllare
la pressione dei pneumatici appena
possibile.

Sensore/i non rilevato/i o difettoso/i


Appare un messaggio sul display multi-
funzione, accompagnato da un segnale
! Questo sistema non esime dal far
controllare regolarmente la pressio-
Dei sensori, montati in ognuna delle acustico, per localizzare la ruota interes- ne dei pneumatici (vedere capitolo
valvole, attivano un allarme in caso di sata o indicare un'anomalia nel sistema. "Caratteristiche tecniche - paragra-
anomalia (velocità superiore ai 20 Km
Rivolgersi alla rete PEUGEOT per so- fo Elementi d'identificazione") per
orari). accertarsi che il comportamento
stituire il/i sensore/i difettoso/i.
dinamico del veicolo rimanga ot-
Il sistema di segnalazione pneumatici timale e per evitare un'usura pre-
i sgonfi è un'assistenza alla guida che coce dei pneumatici, soprattutto in
caso di guida in condizioni estreme
non sostituisce la vigilanza o il senso
di responsabilità del guidatore. (carico molto pesante, velocità ele-
vata).
Il controllo della pressione di gon
Ruota sgonfia fiaggio dei pneumatici deve essere
Questo messaggio viene visualiz-
Appare un messaggio sul display multi-
funzione, accompagnato da un segnale
i zato anche quando una delle ruote effettuato a freddo e almeno una
è lontana dal veicolo, in riparazio- volta al mese, senza dimenticare di
acustico, per localizzare la ruota inte- ne o durante il montaggio di una (o controllare la pressione della ruota
ressata. più) ruote sprovviste di sensore. di scorta.
 Far controllare al più presto la pres- La ruota di scorta non è dotata di Il sistema di rilevazione può esse-
sione dei pneumatici. sensore. re momentaneamente disturbato
Questo controllo deve essere effettuato da emissioni radioelettriche di fre-
a freddo. quenze vicine.

101
SICUREZZA

SISTEMI DI ASSISTENZA ALLA Anomalia di funzionamento Assistenza alla frenata d'emergenza


FRENATA* Sistema che consente, in caso d'emer-
L'accensione di questa spia,
Insieme di sistemi complementari per accompagnata da un segnale genza, di raggiungere più in fretta la
aiutare a frenare con la massima sicu- acustico e da un messaggio sul pressione ottimale di frenata e quindi di
rezza e in modo ottimale in situazioni di display multifunzione, indica ridurre la distanza di arresto.
emergenza: un'anomalia del sistema antibloccaggio
che può provocare una perdita di con- Attivazione
- sistema antibloccaggio delle ruote
(ABS), trollo del veicolo in frenata. Si attiva in funzione della velocità di pres-
sione del pedale del freno, diminuendo
- ripartitore elettronico della frenata la resistenza del pedale ed aumentando
(REF), L'accensione di questa spia,
abbinata alle spie STOP e ABS, l'efficacia della frenata.
- aiuto alla frenata di emergenza
(AFU). accompagnata da un segnale
acustico e da un messaggio sul
display multifunzione, indica un'ano-
malia del ripartitore elettronico che può
Sistema antibloccaggio delle provocare una perdita di controllo del
ruote e ripartitore elettronico di veicolo in frenata. ! In caso di frenata d'emergenza, pre-
mere con decisione senza rilasciare
frenata Fermarsi tassativamente nelle migliori il pedale.
Sistemi abbinati per aumentare la stabi- condizioni di sicurezza.
lità e la maneggevolezza del veicolo in
frenata, particolarmente su strade dis-
sestate e sdrucciolevoli.
In entrambi i casi, rivolgersi alla rete
PEUGEOT.
Attivazione
Il sistema antibloccaggio interviene au-
tomaticamente in presenza di rischio di
bloccaggio delle ruote.
Il funzionamento normale del sistema i In caso di sostituzione delle ruote
(pneumatici e cerchi), controllare
ABS può manifestarsi con leggere vi-
brazioni del pedale del freno. che siano conformi alle prescrizioni
del costruttore.

! In caso di frenata d'emergenza,


premere con decisione senza rila-
sciare la pressione.
* Secondo il Paese di destinazione.
102
SICUREZZA

SISTEMI DI CONTROLLO DELLA Sistema di abbinamento sterzo/


TRAIETTORIA ESP (SSP)
Antislittamento delle ruote Questo sistema ottimizza la stabilità
(ASR) e controllo dinamico della del veicolo e la sua capacità di frena-
stabilità (ESP) ta grazie all'associazione delle azioni
L'antislittamento delle ruote ottimizza dell'ESP e del servosterzo elettrico, in
la motricità, onde evitare lo slittamento caso di frenata su superfici con aderen-
delle ruote agendo sui freni delle ruote za differenziata tra le ruote di destra e
motrici e sul motore. quelle di sinistra.
Il controllo dinamico della stabilità agisce Permette di frenare maggiormente le
sul freno di una o più ruote e sul motore, ruote a contatto con la parte aderente
per far seguire al veicolo la traiettoria de- della strada e, anticipando l'instabilità
siderata dal guidatore, entro i limiti delle del veicolo, di applicare una leggera
leggi della fisica.  Premere il pulsante "ESP OFF", si- correzione dell'angolo di sterzata delle
tuato al centro del cruscotto. ruote per aiutare il guidatore a mante-
nere la traiettoria.
Attivazione L'accensione di questa spia sul
Questi sistemi si attivano automatica- quadro strumenti e della spia
mente ad ogni avviamento del motore del pulsante indica la disattiva-
del veicolo. zione dei sistemi ASR ed ESP. !
In presenza di difficoltà di aderen- I sistemi ASR/ESP aumentano la
za al suolo o di traiettoria, questi Riattivazione
sicurezza in caso di guida normale
sistemi entrano in funzione. Questi sistemi si riattivano automatica- ma non devono spingere il guidato-
Il funzionamento è segnalato mente dopo ogni interruzione del con- re ad una guida poco prudente o a
dal lampeggiamento di questa tatto o a partire da 50 km/h. velocità troppo elevate.
spia sul quadro strumenti.  Premere di nuovo il pulsante "ESP Il funzionamento di questi sistemi è
OFF" per riattivarli manualmente. garantito purché si rispettino le rac-
comandazioni del costruttore rela-
Disattivazione tivamente alle ruote (pneumatici e
Anomalia di funzionamento cerchi), ai componenti elettronici,
In condizioni eccezionali (avviamento nonché alle procedure di montaggio
del veicolo impantanato, immobilizzato e di intervento della rete PEUGEOT.
nella neve, su terreno mobile, ecc.), può L'accensione di questa spia, ac-
compagnata da un segnale acusti- Dopo un urto, far verificare questi
essere utile disattivare i sistemi ASR ed sistemi presso la rete PEUGEOT.
ESP per far slittare le ruote e ritrovare co e da un messaggio sul display
l'aderenza. multifunzione, indica un'anomalia
di funzionamento di questi sistemi.
Far verificare dalla rete PEUGEOT.

103
SICUREZZA

CINTURE DI SICUREZZA Bloccaggio Regolazione in altezza

Cinture di sicurezza anteriori


Le cinture di sicurezza anteriori sono
dotate di un sistema di pretensionatori
pirotecnici e di un limitatore di carico.
Questo sistema permette di migliorare
la sicurezza sui sedili anteriori in caso di
urto frontale. A seconda dell'importanza
dell'urto, i pretensionatori pirotecnici
tendono istantaneamente le cinture di
sicurezza sul corpo dei passeggeri.
Le cinture di sicurezza con pretensio-
natore pirotecnico sono attive quando il
contatto è inserito.
Il limitatore di carico attenua la pres-  Tirare la cinghia, poi inserire l'estre-  Per far scendere il punto d'aggan-
sione della cintura sul torace del pas- mità nel dispositivo d'aggancio. cio, premere il comando A e farlo
seggero. La protezione viene quindi  Verificare che la cintura di sicurezza scorrere verso il basso.
migliorata. sia correttamente allacciata tirando  Per far salire il punto d'aggancio, far
Nelle versioni 5 porte, sulla cintura di sulla cinghia. scorrere il comando A verso l'alto.
sicurezza è presente una guida di scor-
rimento che permette di tenere l'estre- Sbloccaggio
mità da agganciare il più vicino possibile Spia cinture di sicurezza non
al rinvio della cinghia.  Premere il pulsante rosso del dispo- agganciate/sganciate sul quadro
sitivo d'aggancio. strumenti
All'inserimento del contatto, que-
sta spia si accende sul quadro
strumenti se il guidatore non ha
allacciato la cintura di sicurezza.
A partire da circa 20 Km orari, questa
spia lampeggia per due minuti ed è ac-
compagnata da un segnale acustico
crescente. Trascorsi questi due minuti,
la spia rimane accesa finché il guidatore
non ha allacciato la cintura di sicurezza.
Questa spia si accende sul quadro
strumenti quando uno o più passeggeri
sganciano la cintura di sicurezza.
SICUREZZA

Spie cinture di sicurezza non Cinture di sicurezza posteriori Spie cinture di sicurezza
agganciate/volutamente sganciate volutamente sganciate
I sedili posteriori sono dotati di tre cin-
ture con avvolgitore, ciascuna dotata di
tre punti d'ancoraggio.

Bloccaggio
 Tirare la cinghia, quindi inserire l'estre-
mità nel dispositivo d'aggancio.
 Verificare che la cintura di sicurezza
sia correttamente allacciata tirando
1. Spia cintura di sicurezza anteriore la cinghia. All'inserimento del contatto, le relative
sinistra. spie rosse 3, 4 e 5 si accendono per cir-
2. Spia cintura di sicurezza anteriore Sbloccaggio ca 30 secondi, se la cintura di sicurezza
destra. non è agganciata.
 Premere il pulsante rosso del dispo-
3. Spia cintura di sicurezza posteriore sitivo d'aggancio. A motore avviato, la relativa spia rossa 3,
sinistra. 4 o 5 si accende ed è accompagnata da
un segnale acustico e da un messaggio
4. Spia cintura di sicurezza posteriore sul display multifunzione quando un pas-
centrale. seggero posteriore sgancia volutamente
5. Spia cintura di sicurezza posteriore la cintura di sicurezza.
destra.
Nella zona centrale, la relativa spia 1
o 2 si accende in rosso se la cintura
di sicurezza non è agganciata o viene
sganciata.
Con il motore avviato, la relativa spia
rossa 1 o 2 si accende ed è accompa-
gnata da un segnale acustico e da un
messaggio sul display multifunzione se
un passeggero anteriore ha sganciato
la cintura di sicurezza.

105
SICUREZZA

Il guidatore deve controllare che i Per essere efficace, una cintura di Raccomandazioni per i bambini:
i passeggeri abbiano allacciato corret-
tamente le cinture di sicurezza prima
sicurezza: - utilizzare un seggiolino per bam-
- deve aderire il più possibile al bini adatto se il passeggero ha
di avviare il veicolo. corpo, meno di 12 anni o se misura meno
Su qualunque sedile del veicolo, allac- - deve trattenere una sola persona di un metro e cinquanta,
ciare sempre la cintura di sicurezza, adulta, - non utilizzare il passa cinghia*
anche per percorsi di breve durata. quando si monta un seggiolino per
- non devere essere tagliuzzata né
Non invertire le fibbie delle cinture, sfilacciata, bambini,
altrimenti non funzionerebbero cor- - non utilizzare mai la stessa cintura
rettamente. - deve essere tirata davanti a sé
con un movimento regolare, verifi- per più persone,
Se i sedili sono dotati di appoggiago- cando che non si attorcigli, - non trasportare mai un bambino
miti*, la parte addominale della cin- sulle ginocchia.
tura deve sempre passare sotto allo - non deve essere trasformata né
stesso. modificata, per non alterarne le A seconda del tipo e dell'importanza
prestazioni. dell'urto, il dispositivo pirotecnico può
Le cinture di sicurezza sono dotate attivarsi prima e indipendentemente
di un avvolgitore che permette l'adat- In ragione delle prescrizioni di sicu-
rezza vigenti, qualsiasi intervento o dagli airbag. L'attivazione dei preten-
tamento automatico della lunghezza sionatori è accompagnata da una leg-
della cinghia alla morfologia della per- controllo deve essere effettuato pres-
so la rete PEUGEOT, che ne assicura gera fuoriuscita di fumo inoffensivo e
sona. La cintura di sicurezza si riav- da un rumore, dovuti all'attivazione
volge automaticamente quando non la garanzia e la corretta realizzazione.
Far verificare periodicamente le della cartuccia pirotecnica integrata
viene utilizzata. nel sistema.
Prima e dopo l'uso della cintura di si- cinture di sicurezza presso la rete
PEUGEOT e in particolare quando le In ogni caso, si accende la spia del-
curezza, verificare che si sia corretta- l'airbag.
mente avvolta. cinghie presentano segni di deteriora-
mento. Dopo un urto, far controllare ed even-
La parte inferiore della cinghia deve tualmente sostituire questo dispositi-
essere posizionata il più in basso Pulire le cinghie della cintura di sicu-
rezza con acqua e sapone o con un vo dalla rete PEUGEOT.
possibile sul bacino.
prodotto detergente per tessuti, ven-
La parte superiore deve essere posi- duto dalla rete PEUGEOT.
zionata nell'incavo della spalla.
Se si ribalta o si sposta un sedile an-
Gli avvolgitori sono dotati di un dispo- teriore o i sedili posteriori, verificare
sitivo di bloccaggio automatico in che la relativa cintura di sicurezza sia
caso di collisione, di frenata di emer- correttamente posizionata ed avvolta.
genza o di ribaltamento del veicolo.
Questo dispositivo può essere sbloc-
cato tirando rapidamente la cinghia e
rilasciandola.

* A seconda del modello.

106
SICUREZZA

AIRBAG Zone di rilevazione dell'urto Airbag frontali

Sistema progettato per ottimizzare la Sistema che protegge la testa e il tora-


sicurezza dei passeggeri (tranne per il ce del guidatore e del passeggero ante-
passeggero posteriore centrale) in caso riore in caso di urto frontale violento.
di urto violento. Questo sistema com- L'Airbag del guidatore è integrato al
pleta l'azione delle cinture di sicurezza centro del volante, quello del passeg-
dotate di limitatore di carico. gero anteriore nel cruscotto al di sopra
del cassettino portaoggetti.

In questo caso, i sensori elettronici re-


gistrano ed analizzano gli urti frontali e
laterali che si verificano nelle zone di ri-
levazione dell'urto:
- in caso di urto violento, gli Airbag
si attivano immediatamente e pro-
teggono i passeggeri (tranne il pas-
seggero posteriore centrale); subito A. Zona d'impatto frontale.
dopo l'urto, gli Airbag si sgonfiano B. Zona d'impatto laterale.
rapidamente per non intralciare la
visibilità o l'uscita eventuale dei pas-
seggeri,
- in caso di urto leggero, con impat-
to sulla parte posteriore e in alcune
condizioni di ribaltamento, gli Airbag
non si gonfiano; in questo genere di i
situazione, la cintura di sicurezza è L'attivazione del o degli Airbag è
accompagnata da una leggera Attivazione
sufficiente per garantire una prote-
zione ottimale. emissione di fumo inoffensivo e da Gli Airbag si attivano contemporanea-
un rumore, dovuti all'attivazione mente (tranne se l'Airbag frontale pas-
della cartuccia pirotecnica integra- seggero è disattivato) in caso di urto
ta nel sistema. frontale violento applicato su parte o
! Gli Airbag non funzionano se il Questo fumo non è nocivo, ma può su tutta la zona d'impatto frontale A,
contatto non è inserito. rivelarsi irritante per le persone secondo l'asse longitudinale del veico-
Questi equipaggiamenti funziona- sensibili. lo, su un piano orizzontale; il senso di
no una sola volta. Se si verifica un attivazione va dalla parte anteriore a
La detonazione può provocare una quella posteriore del veicolo.
secondo urto (durante lo stesso in- leggera diminuzione della capaci-
cidente o in un incidente successi- tà uditiva per un breve periodo di L'Airbag frontale s'interpone tra il pas-
vo), l'Airbag non funziona. tempo. seggero anteriore del veicolo e il cru-
scotto, e ne ammortizza la proiezione
in avanti.
107
SICUREZZA

Disattivazione Anomalia di funzionamento


Può essere disattivato solo l'Airbag
frontale passeggero:
! Per garantire la sicurezza dei bam-
bini, quando un seggiolino per Se questa spia si accende sul
bambini "con schienale rivolto alla quadro strumenti, accompagnata
 quando il contatto è disinserito, in- da un segnale acustico e da un
serire la chiave nel comando di disat- strada" viene montato sul sedile
passeggero anteriore, l'Airbag pas- messaggio sullo schermo multi-
tivazione dell'Airbag passeggero 1 funzione, rivolgersi alla rete PEUGEOT per
seggero deve tassativamente es-
 ruotarla in posizione "OFF" sere disattivato, per evitare lesioni far verificare il sistema. Gli Airbag potreb-
 quindi toglierla mantenendo questa gravi o addirittura letali al bambino bero non attivarsi in caso di urto violento.
posizione. in caso di apertura dell'Airbag.

Riattivazione
Se si rimuove il seggiolino per bambini, ! Se le due spie Airbag si accendono
fisse, non installare un seggiolino
portare il comando 1 in posizione "ON" per bambini "con schienale rivolto
per attivare nuovamente l'Airbag e ga- alla strada" sul sedile del passeg-
rantire la sicurezza del passaggero an- gero anteriore.
teriore in caso di urto.
Far verificare dalla rete PEUGEOT.

A seconda della versione del


veicolo, quando il contatto è
inserito, questa spia si accen-
de sul quadro strumenti e nella
zona centrale per tutta la durata
della disattivazione.

108
SICUREZZA

Airbag laterali* Zone di rilevazione dell'urto Attivazione


Si attiva contemporaneamente al relati-
Sistema che protegge il guidatore e il vo Airbag laterale in caso di urto laterale
passeggero anteriore in caso di urto la- violento che interessi una parte o tutta
terale violento e limita i rischi di traumi la zona d'impatto frontale B, perpendi-
al torace. colarmente all'asse longitudinale del
Ogni Airbag laterale è integrato nell'ar- veicolo su suolo orizzontale e dall'ester-
matura dello schienale del sedile ante- no all'interno del veicolo.
riore, lato porta. L'Airbag a tendina s'interpone tra il pas-
seggero anteriore o posteriore del vei-
colo e i vetri.

A. Zona d'impatto frontale. ! In caso di urto su un lato del veico-


B. Zona d'impatto laterale. lo o in caso di ribaltamento, l'Air-
bag potrebbe non attivarsi.
In caso di urto posteriore o frontale,
l'Airbag non si attiva.

Attivazione
Si attiva da un solo lato in caso di urto Airbag a tendina* Anomalia di funzionamento
laterale violento che interessi una parte
o tutta la zona d'impatto frontale B, per- Sistema che protegge il guidatore e i Se questa spia si accende sul
pendicolarmente all'asse longitudinale passeggeri in caso di urto laterale vio- quadro strumenti ed è accom-
del veicolo su suolo orizzontale, e dal- lento (tranne il passeggero posteriore pagnata da un segnale acustico
l'esterno all'interno del veicolo. centrale) e limita i rischi di traumi alla e da un messaggio sullo scher-
L'Airbag laterale s'interpone tra il pas- testa. mo multifunzione, rivolgersi alla rete
seggero anteriore del veicolo e il pan- Ogni Airbag a tendina è integrato nei PEUGEOT per far verificare il sistema.
nello della porta. montanti e nella parte superiore dell' Gli Airbag potrebbero non attivarsi in
abitacolo. caso di urto violento.

* A seconda del Paese di destinazione.


109
SICUREZZA

Per ottenere la massima efficacia


! degli airbag, rispettare le seguenti
regole di sicurezza:
Sedersi in modo normale e verticale. Airbag frontali
Allacciare la cintura di sicurezza e po- Non guidare tenendo il volante per le razze o lasciando le mani sulla parte
sizionarla correttamente. centrale del volante.
Non lasciare niente tra i passeggeri Non posare i piedi sul cruscotto lato passeggero.
anteriori e gli airbag (bambini, animali, Se possibile non fumare: l'attivazione degli airbag può provocare scottature o
oggetti, ecc.). ferite causate dalla sigaretta o dalla pipa.
Potrebbero intralciare il funzionamento Non smontare né forare il volante, non fargli subire urti violenti.
degli airbag o ferire i passeggeri ante-
riori.
Dopo un incidente o un furto del vei-
colo, far verificare i sistemi di airbag. Airbag laterali*
Qualsiasi intervento sul sistema di air- Coprire i sedili solo con foderine adatte, per non intralciare il funzionamento
bag è rigorosamente vietato, a meno degli airbag laterali. Rivolgersi alla rete PEUGEOT.
che non venga effettuato da persona- Non fissare o incollare oggetti sugli schienali dei sedili: potrebbero ferire il torace
le qualificato della rete PEUGEOT. o le braccia durante l'attivazione dell'airbag laterale.
Anche rispettando le precauzioni qui Non avvicinare eccessivamente il busto alla porta.
sopra, non sono esclusi rischi di ferite
o di leggere ustioni alla testa, al torace
e alle braccia in caso di attivazione del-
l'airbag. Infatti l'airbag si gonfia quasi
immediatamente (in pochi millesimi di Airbag a tendina*
secondo) e poi si sgonfia emettendo Non fissare o incollare oggetti sul sottotetto. Potrebbero provocare ferite alla
gas caldi attraverso i fori previsti allo testa quando l'airbag a tendina si gonfia.
scopo.
Non smontare le maniglie di sostegno situate sul sottotetto, che fanno parte del
fissaggio degli airbag a tendina.

* Secondo il Paese di destinazione.

110
FRENO DI STAZIONAMENTO Disinserimento CAMBIO MANUALE A 6 MARCE
 Tirare leggermente la leva del freno
di stazionamento, premere il pul-
sante di sbloccaggio poi abbassare Inserimento della retromarcia
a fondo la leva.
Con il veicolo in movimento,
l'accensione di questa spia e
dell'indicatore STOP, accompa-
gnata da un segnale acustico e
da un messaggio sul display multifun-
zione, indicano che il freno è inserito o
non è stato ben disinserito.

! Se la vettura è parcheggiata in
discesa, sterzare le ruote verso il
marciapiede, inserire il freno di sta-
Inserimento zionamento e una marcia.  Sollevare la ghiera sotto al pomello
e spingere la leva del cambio verso
 Tirare a fondo la leva del freno di sinistra, poi in avanti.
stazionamento per immobilizzare il
veicolo.

Inserire la retromarcia esclusiva-


! mente a veicolo fermo, con il motore
al minimo.

i Per sicurezza e per agevolare l'av-


viamento del motore:
- mettere sempre in folle,
- premere il pedale della frizione.

111
INDICATORE D'INSERIMENTO Esempio:
DELLE MARCE* - Terza marcia inserita. i In caso di guida con forti solleci-
tazioni alle prestazioni del motore
Sistema che permette di ridurre il con- (pressione prolungata del pedale
sumo di carburante, consigliando l'in- dell'acceleratore, ad esempio, per
serimento di marce superiori su veicoli effettuare un sorpasso...), il sistema
equipaggiati di cambio manuale. non consiglia di cambiare marcia.
Il sistema non propone mai:
- d'inserire la prima,
- d'inserire la retromarcia,
- d'inserire marce inferiori.
Funzionamento - Pressione moderata del pedale dell'
acceleratore.
Il sistema interviene solo nell'ambito
della guida in modalità economia.
Secondo la situazione di guida e l'equi-
paggiamento del veicolo, il sistema può
consigliare di cambiare marcia saltando
una o più marce. E' possibile seguire
quest'indicazione senza inserire le mar-
ce intermedie.
Le raccomandazioni d'inserimento delle
marce non devono essere considerate - Il sistema può proporre, secondo i
come obbligatorie. Infatti, la configura- casi, l'inserimento della marcia su-
zione della strada, l'intensità del traffico periore.
o la sicurezza restano degli elementi
determinanti nella scelta della marcia
ottimale. La responsabilità di seguire
o meno le indicazioni del sistema resta
quindi affidata al guidatore.
Questa funzione non può essere disat-
tivata.

L'informazione appare sotto forma di


freccia sul display del quadro strumenti.

* Secondo la motorizzazione.
112
CAMBIO "2 TRONIC" (BERLINA) Leva del cambio Comandi sotto al volante
Cambio manuale pilotato a cinque marce
che offre, a scelta, il confort dell'automati-
smo o il piacere dell'inserimento manuale
delle marce.
Vengono proposte tre modalità di guida:
- la modalità automatizzata per la
gestione automatica delle marce da
parte del cambio,
- la modalità sequenziale per l'inseri-
mento manuale delle marce da parte
del guidatore,
- la modalità automatica sequen-
ziale per effettuare un sorpasso, ad
esempio, rimanendo in modalità au-
tomatizzata ed utilizzando le funzio- R. Retromarcia +. Comando di inserimento della mar-
ni della modalità sequenziale.  Con il pedale del freno premuto, cia superiore.
spostare la leva verso l'alto per se-  Premere dietro al comando sotto al
lezionare questa posizione. volante "+" per inserire le marce su-
N. Punto morto (folle). periori.
 Con il pedale del freno premuto, se- -. Comando di inserimento della mar-
lezionare questa posizione per av- cia inferiore.
viare il veicolo.  Premere dietro al comando sotto al
A. Modalità automatizzata. volante "-" per inserire le marce in-
feriori.
 Spostare la leva verso il basso per
selezionare questa modalità.
M. +/- Modalità sequenziale con inseri-
mento manuale delle marce.
 Spostare la leva verso il basso, poi
verso sinistra per selezionare que-
sta modalità, quindi:
- dare un impulso in avanti per in- i I comandi sotto al volante non
permettono di selezionare il punto
serire le marce superiori, morto (folle) o di inserire e disinse-
- oppure dare un impulso all'indietro rire la retromarcia.
per passare alle marce inferiori.

113
Visualizzazioni sul quadro strumenti Avviamento del veicolo Modalità sequenziale
 Selezionare la posizione N.  Dopo l'avviamento del veicolo, sele-
 Premere il pedale del freno. zionare la posizione M per passare
alla modalità sequenziale.
 Avviare il motore.
L'indicazione AUTO sparisce e
N appare sul quadro strumenti. le marce inserite appaiono una
dopo l'altra sul quadro strumenti.

I vari cambi di marcia sono possibili solo


i N lampeggia sul quadro strumenti
se la leva del cambio non è sulla
se il regime motore lo permette.
posizione N all'avviamento. In caso di velocità ridotta, quando ci si
avvicina ad uno stop o ad un semafo-
ro, il cambio scala automaticamente in
prima.
Posizioni della leva del cambio  Selezionare la prima (posizione M o A)
N. Neutral (Punto morto) o la retromarcia (posizione R).
R. Reverse (Retromarcia)  Disinserire il freno di stazionamento.
1, 2, 3, 4, 5. Marce in modalità sequen-  Togliere il piede dal pedale del fre-
Modalità automatizzata
ziale no, quindi accelerare.
AUTO. Si accende quando si selezio-  Dopo l'utilizzo della modalità sequen-
na la modalità automatizzata, e ziale, selezionare la posizione A per
si spegne quando si passa alla tornare alla modalità automatizzata.
modalità sequenziale. AUTO e 1 o R appaiono sul AUTO e la marcia inserita ap-
. In modalità automatizzata, questa quadro strumenti. paiono sul quadro strumenti.
spia si accende se il cambio rileva una
scarsa aderenza del fondo stradale.

 Premere il pedale del fre- Il cambio funziona allora in modalità au-


no quando questa spia toattiva, senza intervento del guidatore,
lampeggia (ad es.: avvia- i In caso di sosta in pendìo, non
utilizzare l'acceleratore per immo-
e seleziona in permanenza la marcia
più adatta in funzione dei seguenti pa-
mento del motore).
bilizzare il veicolo, ma il freno di rametri:
stazionamento. - stile di guida,
In caso di avviamento in pendìo, - tipo di strada,
i All'inserimento della retromarcia accelerare progressivamente rila-
- carico del veicolo.
viene emesso un segnale acustico. sciando il freno di stazionamento.

114
Modalità automatizzata "neve"  Selezionare la posizione N.
i Se si preme il pedale dell'accelera- In modalità automatizzata, se il veicolo
 Premere il pedale del freno.
tore superando il punto di resisten- rileva una scarsa aderenza del fondo  Attendere 30 secondi circa fino a
za, il cambio seleziona la marcia stradale, il cambio passa automatica- quando sul quadro strumenti appare
inferiore per permettere una mag- mente in modalità automatizzata neve. N o una marcia.
giore accelerazione.  Rilasciare il pedale del freno.
 e AUTO appaiono sul qua- Il cambio è di nuovo operativo.
dro strumenti.

Modalità "automatica Arresto del veicolo Anomalia di funzionamento


sequenziale"
Prima di spegnere il motore, è possibile Quando il contatto è inserito,
In modalità automatizzata è possibile passare alla posizione N (punto morto). l'accensione di questa spia e
tornare in qualsiasi momento all'utilizzo In questo caso, inserire tassativamente il lampeggiamento di AUTO,
dei comandi sotto al volante. il freno di stazionamento per immobiliz- accompagnati da un segnale
L'utilizzo di questi comandi permette di zare il veicolo. acustico e da un messaggio sul display
selezionare manualmente le marce in multifunzione, indicano un'anomalia di
situazioni che richiedano un passaggio funzionamento del cambio.
più rapido alla marcia inferiore rispetto Far verificare dalla rete PEUGEOT.
alla modalità automatizzata (arrivo in
una rotonda, uscita da un parcheggio in Reinizializzazione
pendìo ripido, sorpasso, ecc.).
Dopo aver scollegato la batteria, occor-
Il cambio inserisce la marcia richiesta se
il regime motore lo permette. AUTO ri- re reinizializzare il cambio. ! Premere obbligatoriamente il pedale
del freno durante l'avviamento del mo-
mane visualizzato sul quadro strumenti.  Inserire il contatto. tore.
Dopo qualche istante il cambio gestisce di Quando il veicolo è in marcia, non
nuovo le marce in modalità automatica. selezionare mai la posizione N.
 e AUTO appaiono sul qua-
dro strumenti. La retromarcia R deve essere in-
serita solo quando il veicolo è im-
mobilizzato con il pedale del freno
premuto.
In ogni caso, inserire tassativa-
mente il freno di stazionamento per
immobilizzare il veicolo.

115
CAMBIO AUTOMATICO Leva del cambio Visualizzazioni sul quadro strumenti
Il cambio automatico a quattro marce
offre, a scelta, il confort dell'automati-
smo integrale, arricchito da un program-
ma sport e da un programma neve, o il
cambio manuale.
Vengono quindi proposte quattro moda-
lità di guida:
- il funzionamento automatico per la
gestione elettronica delle marce da
parte del cambio,
- il programma sport per fornire uno
stile di guida più dinamico,
- il programma neve per migliorare la
guida in caso di scarsa aderenza,
- il funzionamento manuale per il P. Stazionamento. Quando si sposta la leva nella griglia per
cambio sequenziale delle marce da - Immobilizzo del veicolo, freno di sta- selezionare una posizione, la relativa
parte del guidatore. zionamento inserito o disinserito. spia si accende sul quadro strumenti.
- Avviamento del motore. P. Parking (Stazionamento)
R. Retromarcia. R. Reverse (Retromarcia)
- Manovra di retromarcia, veicolo fermo N. Neutral (Folle)
e motore al minimo. D. Drive (Guida automatica)
Griglia delle marce
N. Folle. S. Programma sport
- Immobilizzo del veicolo, freno di sta- . Programma neve
zionamento inserito. 1, 2, 3, 4. Marcia inserita in funziona-
- Avviamento del motore. mento manuale
D. Funzionamento automatico. -. Valore non valido in funzionamento
M. +/- Funzionamento manuale con manuale
inserimento sequenziale delle
quattro marce.
Pedale del freno premuto
 Dare un impulso in avanti per inseri-
re la marcia più alta.
 Premere il pedale del freno
o all'accensione di questa spia
1. Leva del cambio.  Dare un impulso all'indietro per in- sul quadro strumenti (es: av-
2. Pulsante "S" (sport). serire la marcia più bassa. viamento del motore).
3. Pulsante "" (neve).
116
Avviamento del veicolo Funzionamento automatico Programmi sport e neve
 Inserire il freno di stazionamento.  Selezionare la posizione D per l'in- Questi due programmi specifici com-
 Selezionare la posizione P o N. serimento automatico delle quattro pletano il funzionamento automatico in
marce. condizioni di utilizzo molto particolari.
 Avviare il motore.
In caso contrario, si è avvertiti da un Il cambio funziona allora in modalità au-
segnale acustico, accompagnato da un toadattativa, senza intervento del guida- Programma sport "S"
messaggio sul display multifunzione. tore. Seleziona in modalità permanente  Premere il pulsante "S", dopo aver
 Con il motore avviato, premere il pe- la marcia che meglio si adatta allo stile avviato il motore.
dale del freno. di guida, al tipo di strada ed al carico Il cambio privilegia automaticamente
 Disinserire il freno di stazionamento. del veicolo. uno stile di guida dinamico.
 Selezionare la posizione R, D o M, Per ottenere un'accelerazione massima
senza toccare la leva, premere a fondo
 Rilasciare progressivamente il pe- il pedale dell'acceleratore (kick down). Sul quadro strumenti appare S.
dale del freno. Il cambio scala automaticamente alla
Il veicolo si sposta immediatamente. marcia inferiore o resta nella marcia
selezionata fino al regime massimo del
motore.
Programma neve ""
In frenata, il cambio scala automatica-
mente alla marcia inferiore per offrire un  Premere il pulsante "", dopo aver
i Se con il veicolo in marcia si selezio- freno motore efficace. avviato il motore.
na inavvertitamente la posizione N, Se si rilascia bruscamente il pedale del- Il cambio si adegua alla guida su strada
far rallentare il motore poi seleziona- l'acceleratore, il cambio non passa alla scivolosa.
re la posizione D per accelerare. marcia superiore per migliorare la sicu- Questo programma facilita l'avviamen-
rezza. to e la motricità in condizioni di scarsa
aderenza.
Quando il motore è avviato al mi-
! nimo, con i freni disinseriti, se è Sul quadro strumenti appare .
selezionata la posizione R, D o M,
il veicolo si sposta anche senza in-
tervenire sull'acceleratore.
Non lasciare mai bambini senza Ritorno al funzionamento automatico
sorveglianza all'interno del veicolo ! Non selezionare mai la posizione N
quando il motore è avviato. quando il veicolo è in marcia.  In qualsiasi momento, premere nuo-
In caso di operazioni di manuten- Non selezionare mai le posizioni P vamente il pulsante selezionato per
zione con il motore avviato inserire o R, se il veicolo non è completa- disattivare il programma selezionato e
il freno di stazionamento e selezio- mente fermo. tornare alla modalità autoadattativa.
nare la posizione P.

117
Funzionamento manuale Valore non valido in funzionamento Anomalia di funzionamento
manuale
 Selezionare la posizione M per
inserire le marce in modalità Questo simbolo appare se la Con il contatto inserito, l'accen-
sequenziale. marcia non è inserita corretta- sione di questa spia, accompa-
mente (selettore tra due posi- gnata da un segnale acustico
 Spingere la leva verso il segno + per zioni). e da un messaggio sul display
inserire la marcia superiore. multifunzione indica un'anomalia di fun-
 Tirare la leva verso il segno - per in- zionamento del cambio.
serire la marcia inferiore. In questo caso, il cambio passa in mo-
dalità emergenza bloccandosi in terza.
Il passaggio da una marcia all'altra av- Arresto del veicolo E' possibile udire un forte colpo passan-
viene unicamente se le condizioni di ve- do da P a R e da N a R. Questo urto non
locità del veicolo ed il regime del motore Prima di spegnere il motore, è possibile presenta rischi per il cambio.
lo permettono; altrimenti prevarranno passare alla posizione P o N affinché il Non superare la velocità di 100 km orari
momentaneamente le leggi del funzio- cambio sia in folle. nei limiti della normativa locale.
namento automatico. In entrambi i casi, inserire il freno di sta- Rivolgersi al più presto alla rete PEUGEOT.
zionamento per immobilizzare il veicolo.
D scompare e le marce sele-
zionate appaiono in succes-
sione sul quadro strumenti.
In sovra o sottoregime, la mar-
cia selezionata lampeggia per
qualche secondo, quindi viene visualiz-
zata la marcia realmente inserita.
Il passaggio dalla posizione D (automa-
i ! Rischio di danneggiamenti del
cambio:
Se la leva non si trova nella posi-
tico) alla posizione M (manuale) può es- zione P, all'apertura della porta del - premendo contemporaneamente i
sere realizzato in ogni momento. guidatore o circa 45 secondi dopo il pedali dell'acceleratore e del freno,
Quando il veicolo è fermo o a bassissi- disinserimento del contatto, si è av- - forzando, in caso di panne bat-
ma velocità, il cambio seleziona auto- vertiti da un messaggio sul display teria, l'inserimento della leva
maticamente la marcia M1. multifunzione. del cambio dalla posizione P ad
I programmi sport e neve non funzionano  Portare la leva alla posizione P; un'altra.
in modalità manuale. il messaggio scompare. Al fine di limitare il consumo di car-
burante durante una sosta prolun-
gata a motore avviato (ad esempio
in coda...), posizionare la leva delle
marce su N e inserire il freno di sta-
zionamento.

118
LIMITATORE DI VELOCITÀ Comandi sotto al volante Visualizzazioni sul quadro strumenti
Sistema che impedisce di superare la
velocità del veicolo programmata dal
guidatore.
Quando si raggiunge la velocità limite,
il pedale dell'acceleratore non agisce
più.
L'attivazione del limitatore è manuale:
richiede una velocità programmata di
almeno 30 Km orari.
La disattivazione del limitatore viene
ottenuta azionando manualmente il co-
mando.
Premendo con decisione il pedale del-
l'acceleratore, è possibile superare tem-
poraneamente la velocità programmata. I comandi di questo sistema sono rag- Le informazioni programmate sono rag-
Per tornare alla velocità programmata, gruppati sulla leva A. gruppate sul display del quadro strumenti.
è sufficiente scendere ad una velocità 1. Ghiera di selezione della modalità 5. Indicazione di attivazione/
inferiore alla velocità programmata. limitatore disattivazine della limitazione
Il valore di velocità programmato rimane 2. Tasto di riduzione del valore 6. Indicazione di selezione della
memorizzato all'interruzione del contatto. 3. Tasto di aumento del valore modalità limitatore
4. Tasto di attivazione/disattivazione 7. Valore della velocità programmata
della limitazione

i Il limitatore non può in alcun caso


sostituire il rispetto dei limiti di ve-
locità, né la vigilanza o il senso di
responsabilità del guidatore.

119
Programmazione Anomalia di funzionamento
 Portare la ghiera 1 sulla posizione In caso di anomalia di funzionamento
"LIMIT": la modalità limitatore è del limitatore, la velocità si cancella e
selezionata ma non è ancora atti- viene sostituita da trattini lampeggianti.
va (OFF). Rivolgersi alla rete PEUGEOT per far
Non è necessario attivare il limita- verificare il sistema.
tore per regolare la velocità.

 Impostare il valore di velocità premendo il tasto 2 o 3 (ad


es.: 110 Km orari).
È possibile modificare successivamente la velocità pro-
grammata con i tasti 2 e 3:
- di + o - 1 Km orario = pressione breve,
- di + o - 5 Km orari = pressione lunga,
- con passi di + o - 5 Km orari = pressione continua.
 Attivare il limitatore premendo il tasto 4.
 Disattivare il limitatore premendo il tasto 4: il display con-
ferma la disattivazione (OFF).
 Riattivare il limitatore premendo di nuovo il tasto 4.

Superamento della velocità programmata


Una pressione del pedale dell'acceleratore non consente !
di superare la velocità programmata, tranne premendo con
decisione fino a superare il punto di resistenza. In caso di discesa ripida, il limitato-
Il limitatore verrà quindi momentaneamente disattivato e la re di velocità non potrà impedire al
velocità programmata continuerà ad essere visualizzata e a veicolo di superare la velocità pro-
lampeggiare. grammata.
Il ritorno alla velocità programmata, tramite decelerazione Per evitare di bloccare i pedali:
volontaria o meno del veicolo, annulla automaticamente il - verificare il corretto funziona-
lampeggiamento. mento del tappetino,
Ritorno alla guida normale - non sovrapporre mai più tappetini.
 Portare la ghiera 1 sulla posizione "0": la selezione del-
la modalità limitatore è annullata. Viene nuovamente vi-
sualizzato il contachilometri totalizzatore.
120
REGOLATORE DI VELOCITÀ Comandi sotto al volante Visualizzazioni sul quadro strumenti
Sistema che mantiene automaticamen-
te la velocità del veicolo al valore pro-
grammato dal guidatore, senza dover
agire sul pedale dell'acceleratore.
L'attivazione del regolatore è manuale
e richiede una velocità minima del vei-
colo di 40 Km orari e l'inserimento:
- della quarta marcia per il cambio
manuale,
- nella guida sequenziale, della
seconda marcia per il cambio
"2 Tronic" o automatico,
- della posizione A per il cambio
"2 Tronic" o D per il cambio automatico.
La disattivazione del regolatore avvie- I comandi di questo sistema sono rag- Le informazioni programmate sono rag-
ne azionando manualmente o premen- gruppati sulla leva A. gruppate sul display del quadro stru-
do i pedali del freno e della frizione o 1. Ghiera di selezione della modalità menti.
quando è attivo il sistema ESP per ra- regolatore, 5. Indicazione di interruzione/ripresa
gioni di sicurezza. 2. Tasto di diminuzione del valore, della regolazione,
Premendo il pedale dell'acceleratore, è 3. Tasto di aumento del valore, 6. Indicazione di selezione della
possibile superare temporaneamente la modalità regolatore,
velocità programmata. 4. Tasto di interruzione/ripresa della
regolazione. 7. Valore della velocità programmata.
Per tornare alla velocità programmata,
è sufficiente rilasciare il pedale dell'ac-
celeratore.
Il disinserimento del contatto annulla
tutti i valori di velocità programmati.

i Il regolatore non può in alcun caso


sostituire il rispetto dei limiti di ve-
locità, né la vigilanza o il senso di
responsabilità del guidatore.
Si raccomanda di tenere sempre i
piedi accanto ai pedali.

121
Programmazione Anomalia di funzionamento
 Portare la ghiera 1 sulla posizione In caso di anomalia di funzionamento
"CRUISE": la modalità regolatore del regolatore, la velocità si cancella e
è selezionata ma non è ancora at- provoca il lampeggiamento dei trattini.
tiva (OFF). Rivolgersi alla rete PEUGEOT per far
verificare il sistema.
 Regolare la velocità programmata
accelerando fino alla velocità de-
siderata, quindi premere il tasto 2
o 3 (ad es: 110 Km orari).
È possibile modificare successivamente la velocità pro-
grammata con i tasti 2 e 3:
- di + o - 1 Km orario = pressione breve,
- di + o - 5 Km orari = pressione prolungata,
- per passi di + o - 5 Km orari = pressione continuata.

 Disattivare il regolatore premendo il tasto 4: il display


conferma la disattivazione (OFF). ! Quando la regolazione è attiva,
prestare attenzione nel tenere pre-
muto uno dei tasti di modifica della
velocità programmata: la velocità
del veicolo potrebbe cambiare ra-
 Riattivare il regolatore premendo nuovamente il tasto 4. pidamente.
Non utilizzare il regolatore di velo-
cità su una strada scivolosa o con
un traffico intenso.
Superamento della velocità programmata In caso di pendìo ripido, il regolatore
Il superamento volontario o non della velocità programmata di velocità non potrà impedire al vei-
provoca il suo lampeggiamento sul display. colo di superare la velocità program-
mata.
Il ritorno alla velocità programmata, mediante decelerazio-
ne volontaria o non del veicolo, annulla automaticamente il Per evitare di bloccare i pedali:
lampeggiamento. - verificare il corretto posiziona-
mento del tappetino,
Ritorno alla guida normale - non sovrapporre mai due tap-
petini.
 Portare la ghiera 1 sulla posizione "0": la selezione della
modalità regolatore è annullata. Viene di nuovo visualiz-
zato il contachilometri totalizzatore.
122
ASSISTENZA AL PARCHEGGIO Per attivare l'assistenza al parcheggio, Quando la distanza "parte posteriore
POSTERIORE inserire la retromarcia. del veicolo/ostacolo" è inferiore a cir-
L'attivazione è accompagnata da un ca trenta centimetri, il segnale acustico
Sistema costituito da quattro captatori di segnale acustico. diventa continuo e il simbolo "Pericolo"
prossimità, situati nel paraurti posteriore. appare sul display multifunzione.
Per interrompere l'assistenza al par-
cheggio, mettere la leva del cambio in
folle.

i Il sistema di assistenza al parcheg-


gio non sostituisce in alcun caso la
vigilanza e il senso di responsabili-
tà del guidatore.

Rileva tutti gli ostacoli (persone, veico-


li, alberi, barriere, ecc.) situati dietro al
veicolo, ma non può rilevare gli ostacoli
situati sotto al paraurti.

L'informazione di prossimità viene for-


nita da:
i La presenza di picchetti o di ogget- - un segnale acustico la cui frequenza
ti simili può essere rilevata all'inizio aumenta mano a mano che il veicolo
della manovra, ma può non esserlo si avvicina all'ostacolo,
quando il veicolo arriva in prossimità
degli stessi. - un grafico sul display multifunzione*,
con dei quadratini sempre più vicini
al veicolo. * Secondo la versione.
123
Disattivazione/Attivazione dell'assistenza Anomalia di funzionamento
al parcheggio posteriore
La disattivazione o l'attiva- In caso di difetto di funziona-
zione della funzione si ef- mento, all'inserimento della
fettua passando dal menu retromarcia, questa spia si ac-
di configurazione del di- cende sul quadro strumenti
splay multifunzione. e/o appare un messaggio sul display,
accompagnato da un segnale acustico
(bip breve).
Rivolgersi alla rete PEUGEOT.

Lo stato della funzione è memoriz- In presenza di brutto tempo o in


i zato all'interruzione del contatto. i inverno, accertarsi che i sensori
Per maggiori dettagli sull'accesso non siano ricoperti di fango, brina
al menu dell'assistenza al parcheg- o neve. All'inserimento della retro-
gio, attenersi alla parte di parame- marcia, un segnale acustico (bip
traggio del veicolo corrispondente lungo) indica che i sensori possono
al display multifunzione. essere sporchi.
Quando la velocità del veicolo è
inferiore a 10 km/h, alcuni rumori
(provocati da moto, camion, martel-
lo pneumatico...) possono attivare
i segnali acustici dell'assistenza al
La funzione verrà disattivata auto- parcheggio.
i maticamente in caso di traino di un
rimorchio o di montaggio di un por-
tabicicletta (veicolo equipaggiato
di gancio traino o di portabicicletta
omologato da PEUGEOT.

124
COFANO MOTORE  Sganciare la leva C dal suo allog- MANCANZA DI CARBURANTE
Dispositivo di protezione e di accesso giamento. (DIESEL)
agli organi del motore per la verifica dei  Fissare la leva in una delle due tac-
vari livelli. che per tenere il cofano aperto. Per i veicoli dotati di motore HDI, se il
serbatoio rimane senza carburante, è
Apertura necessario reinnescare il circuito di car-
burante (vedere figura corrispondente).
 Aprire la porta anteriore sinistra. Se il motore non si avvia al primo tenta-
 Tirare il comando interno A, situato sul- tivo, non insistere.
la parte bassa del telaio della porta. Azionare nuovamente la pompetta di
reinnesco, poi il motorino d'avviamento.

Motore 1.4 Turbo HDI


 Riempire il serbatoio del carburante
con almeno cinque litri di gasolio.
 Aprire il cofano motore.
 Azionare la pompa di reinnesco, fino
Chiusura all'indurimento (alla prima pressione
potrebbe risultare dura).
 Estrarre la leva dalla tacca di fissaggio.  Azionare il motorino d'avviamento
 Fissare la leva nel suo alloggiamento. fino all'avviamento del motore.
 Abbassare il cofano e rilasciarlo a  Richiudere il cofano motore.
 Spingere verso sinistra il comando fine corsa.
esterno B e sollevare il cofano.
 Tirare il cofano per verificare che sia
ben chiuso.
Motore 1.6 Turbo HDI 16V
 Riempire il serbatoio del carburante
con almeno cinque litri di gasolio.
La posizione del comando interno  Aprire il cofano motore.
i impedisce l'apertura del cofano fin  Azionare la pompa di reinnesco, fino
quando la porta anteriore sinistra è all'indurimento (alla prima pressione
chiusa. potrebbe risultare dura).
A motore caldo, manipolare con  Azionare il motorino d'avviamento
precauzione il comando esterno e fino all'avviamento del motore.
l'asta di sostegno del cofano moto-  Richiudere il cofano motore.
re (rischio di ustioni).

126
MOTORI BENZINA

Permettono di accedere alla verifica del livello dei vari liquidi e alla sostituzione di alcuni elementi.

1. Serbatoio del liquido di raffredda- 4. Filtro dell'aria. 7. Batteria.


mento. 5. Serbatoio del liquido dei freni. 8. Astina di livello olio motore.
2. Filtro abitacolo. 6. Scatola dei fusibili. 9. Riempimento olio motore.
3. Serbatoio del lavacristallo e del la-
vafari.

127
MOTORI DIESEL

Permettono di accedere alla verifica del livello dei vari liquidi, alla sostituzione di alcuni elementi e al reinnesco del carburante.

1. Serbatoio del liquido di raffredda- 4. Pompa di reinnesco. 7. Batteria.


mento. 5. Serbatoio del liquido dei freni. 8. Astina di livello olio motore.
2. Filtro abitacolo. 6. Scatola dei fusibili. 9. Riempimento olio motore.
3. Serbatoio del lavacristallo e del lava- 10. Filtro dell'aria.
fari.

128
VERIFICA DEI LIVELLI Livello liquido freni Per evitare ustioni, svitare il tappo di
due giri per far scendere la pressione.
Verificare regolarmente tutti i livelli e Il livello di questo liquido deve Quando la pressione è scesa, togliere il
rabboccare se necessario, salvo indica- essere vicino al riferimento tappo e ripristinare il livello.
zione contraria. "MAXI". Altrimenti, verificare
In caso di notevole riduzione di uno dei l'usura delle pastiglie dei freni.
livelli, far verificare il relativo circuito Sostituzione del liquido del circuito
presso la rete PEUGEOT. Sostituzione del liquido del circuito di raffreddamento
Dovendo intervenire nel vano moto- di frenata
Questo liquido non deve essere sostituito.
re, prestare attenzione, poiché alcune Fare riferimento al libretto di manutenzione per
zone del motore possono essere estre- conoscere la periodicità di questa sostituzione.
mamente calde (rischio di ustioni). Caratteristiche del liquido
Caratteristiche del liquido Questo liquido deve essere conforme
alle raccomandazioni del costruttore.
Livello d'olio Questo liquido deve essere conforme
alle raccomandazioni del costruttore e
Questa verifica è valida solo se alle norme DOT4. Livello del liquido lavacristalli e
il veicolo si trova su un terreno lavafari*
piano, con il motore spento da
almeno 15 minuti. Livello del liquido di Il livello minimo di questo liqui-
Deve essere effettuata all'inserimento raffreddamento do è indicato da un segnale
del contatto, con l'indicatore di livello acustico e da un messaggio sul
olio sul quadro strumenti oppure con Il livello di questo liquido deve display multifunzione.
l'astina manuale. essere vicino al riferimento
"MAXI", senza superarlo. Rabboccare il livello alla prossima sosta
del veicolo.
Quando il motore è caldo, la
Sostituzione olio motore temperatura di questo liquido viene re-
Fare riferimento al libretto di manuten- golata dall'elettroventola, che funziona
zione per conoscere la periodicità di anche con il contatto disinserito. Caratteristiche del liquido
questa sostituzione. Per i veicoli dotati di filtro antiparti- Per una pulizia ottimale e per evitare
Per conservare l'affidabilità dei motori e colato, l'elettroventola può funziona- il gelo, il rabbocco o la sostituzione di
dei dispositivi antinquinamento, è vieta- re dopo l'arresto del veicolo, anche a questo liquido non deve essere effet-
to usare additivi nell'olio motore. motore freddo. tuata con acqua.
Il circuito di raffreddamento è in pres-
sione: quindi attendere almeno un'ora
Caratteristiche dell'olio dopo lo spegnimento del motore prima
di intervenire.
L'olio deve corrispondere alla motorizza-
zione del proprio veicolo ed essere confor-
me alle raccomandazioni del costruttore.
* Secondo il Paese di destinazione.
129
Livello additivo gasolio (Diesel Filtro antiparticolato (Diesel)
con filtro antiparticolato)
Salvo indicazione contraria, controllare La manutenzione del filtro antiparticolato
Il livello minimo di questo additivo è indi- questi elementi rispettando il libretto di deve tassativamente essere effettuata
cato dall'accensione della spia servizio, manutenzione in funzione della moto- dalla rete PEUGEOT.
accompagnata da un segnale acustico rizzazione.
e da un messaggio sul display multifun- Altrimenti, farli controllare presso la rete
zione. PEUGEOT.

Rabbocco Batteria
i Dopo il funzionamento prolungato
del veicolo a bassissima velocità o
Il rabbocco di questo additivo deve tas- al regime minimo, si possono nota-
sativamente essere effettuato presso La batteria non necessita di re emissioni di vapore acqueo dal
la rete PEUGEOT nel più breve tempo manutenzione. tubo di scarico durante le accelera-
possibile. Verificare tuttavia se i morset- zioni. Queste emissioni non incido-
ti sono puliti e ben stretti, so- no sul comportamento del veicolo
prattutto d'estate e d'inverno. e sull'ambiente.
In caso di interventi alla batteria, con-
Prodotti esausti sultare il capitolo "Informazioni prati-
che" per conoscere le precauzioni da
rispettare prima di scollegare e dopo
aver ricollegato la batteria.
! Filtro dell'olio
Evitare il contatto prolungato dell'olio
e dei liquidi esausti con la pelle. Filtro dell'aria e filtro dell'abitacolo Sostituire il filtro dell'olio ad
Questi liquidi sono nocivi per la sa- ogni sostituzione dell'olio del
lute e a volte molto corrosivi. Consultare il libretto di ma-
nutenzione per conoscere la motore.
periodicità di sostituzione di Consultare il libretto di ma-
questi elementi. nutenzione per conoscere la
In funzione dell'ambiente cir- periodicità di sostituzione di
costante (atmosfera polverosa, ecc.) e questo elemento.
dell'utilizzo del veicolo (guida in città,
ecc.), sostituirli più spesso, se ne-
Non gettare l'olio e i liquidi esausti cessario.
nella fognatura o per terra. Un filtro abitacolo saturo può deteriorare
Svuotare l'olio esausto negli appositi le prestazioni del sistema di climatizza-
contenitori della rete PEUGEOT. zione e generare degli odori sgradevoli.

130
Livello additivo gasolio (Diesel Filtro antiparticolato (Diesel)
con filtro antiparticolato)
Salvo indicazione contraria, controllare La manutenzione del filtro antiparticolato
Il livello minimo di questo additivo è indi- questi elementi rispettando il libretto di deve tassativamente essere effettuata
cato dall'accensione della spia servizio, manutenzione in funzione della moto- dalla rete PEUGEOT.
accompagnata da un segnale acustico rizzazione.
e da un messaggio sul display multifun- Altrimenti, farli controllare presso la rete
zione. PEUGEOT.

Rabbocco Batteria
i Dopo il funzionamento prolungato
del veicolo a bassissima velocità o
Il rabbocco di questo additivo deve tas- al regime minimo, si possono nota-
sativamente essere effettuato presso La batteria non necessita di re emissioni di vapore acqueo dal
la rete PEUGEOT nel più breve tempo manutenzione. tubo di scarico durante le accelera-
possibile. Verificare tuttavia se i morset- zioni. Queste emissioni non incido-
ti sono puliti e ben stretti, so- no sul comportamento del veicolo
prattutto d'estate e d'inverno. e sull'ambiente.
In caso di interventi alla batteria, con-
Prodotti esausti sultare il capitolo "Informazioni prati-
che" per conoscere le precauzioni da
rispettare prima di scollegare e dopo
aver ricollegato la batteria.
! Filtro dell'olio
Evitare il contatto prolungato dell'olio
e dei liquidi esausti con la pelle. Filtro dell'aria e filtro dell'abitacolo Sostituire il filtro dell'olio ad
Questi liquidi sono nocivi per la sa- ogni sostituzione dell'olio del
lute e a volte molto corrosivi. Consultare il libretto di ma-
nutenzione per conoscere la motore.
periodicità di sostituzione di Consultare il libretto di ma-
questi elementi. nutenzione per conoscere la
In funzione dell'ambiente cir- periodicità di sostituzione di
costante (atmosfera polverosa, ecc.) e questo elemento.
dell'utilizzo del veicolo (guida in città,
ecc.), sostituirli più spesso, se ne-
Non gettare l'olio e i liquidi esausti cessario.
nella fognatura o per terra. Un filtro abitacolo saturo può deteriorare
Svuotare l'olio esausto negli appositi le prestazioni del sistema di climatizza-
contenitori della rete PEUGEOT. zione e generare degli odori sgradevoli.

130
Cambio manuale Pastiglie dei freni
Il cambio manuale non neces- L'usura dei freni dipende dal- !
sita di manutenzione (nessu- lo stile di guida, in particolare Utilizzare solo prodotti raccoman-
na sostituzione dell'olio). per i veicoli utilizzati in città, dati da PEUGEOT o prodotti che
Consultare il libretto di manu- per brevi distanze. Può esse- abbiano le stesse qualità e carat-
tenzione per conoscere la pe- re necessario far controllare lo teristiche.
riodicità di controllo del livello stato dei freni anche al di fuori dei ta-
gliandi di manutenzione. Per ottimizzare il funzionamento di
di questo componente. organi importanti come il circuito
Un abbassamento del livello di liquido di frenata, PEUGEOT seleziona e
dei freni indica, a parte il caso di perdita propone prodotti specifici.
nel circuito, un'usura delle pastiglie.
Cambio "2 Tronic" Per non danneggiare gli organi
elettrici, è tassativamente vietato
Il cambio non necessita di ma- utilizzare il lavaggio ad alta pres-
nutenzione (nessuna sostitu- sione del vano motore.
zione dell'olio). Stato di usura dei dischi/
tamburi dei freni
Consultare il libretto di manu-
tenzione per conoscere la pe- Per qualsiasi informazione re-
riodicità di controllo del livello lativa al controllo dello stato di
di questo componente. usura dei dischi e/o dei tam-
buri dei freni, rivolgersi alla
Cambio automatico rete PEUGEOT.

Il cambio automatico non ne-


cessita di manutenzione (nes-
suna sostituzione dell'olio).
Consultare il libretto di manu- Freno di stazionamento
tenzione per conoscere la pe-
riodicità di controllo di questo Se si nota un'eccessiva cor-
componente. sa del freno di stazionamento
o una perdita di efficacia dello
stesso, è necessario effettuare
una regolazione anche al di fuori
dei tagliandi di manutenzione.
Il controllo di questo sistema deve tas-
sativamente essere effettuato presso la
rete PEUGEOT.

131
KIT DI RIPARAZIONE Utilizzo del kit
TEMPORANEA DEI PNEUMATICI
Effettuare l'operazione seguendo tutte
Sistema completo, costituito da un le tappe.
compressore e da un prodotto di riem-  Interrompere il contatto.
pimento incorporato, che consente una
riparazione temporanea del pneuma-  Ruotare il comando A sulla posizio-
tico per consentire di recarsi all'officina ne "Riparazione (SEALANT)".
più vicina.  Verificare che l'interruttore B sia sul-
la posizione "0".

Accesso al kit

 Collegare il tubo bianco C alla val-


vola del pneumatico da riparare.

 Collegare la presa elettrica del com-


pressore alla presa 12 V del veicolo.
 Incollare l'etichetta autoadesiva di li-
i Il kit di riparazione è disponibile
presso la rete PEUGEOT.
mitazione di velocità sul volante del
veicolo, per ricordarsi che una ruota
È destinato a riparare la maggior è ad uso temporaneo.
parte delle forature che potrebbe-  Avviare il motore del veicolo e la-
ro compromettere il pneumatico, sciarlo avviato.
localizzate sul battistrada o sulla
spalla del pneumatico. Evitare di ri-
muovere dal pneumatico eventuali
corpi estranei.

132
 Avviare il compressore portando
l'interruttore B in posizione "1" fino
a quando la pressione del pneuma- i Se, entro cinque-sette minuti circa,
non viene raggiunta questa pres-
tico raggiunge i 2,0 bar. sione, significa che il pneumatico
non è riparabile; consultare la rete
PEUGEOT per la riparazione del
veicolo.

 Scollegare il kit e prestare atten-


zione a non sporcare il veicolo con
tracce di liquido. Tenere il kit a por-
tata di mano.
 Guidare immediatamente per circa
cinque chilometri, a velocità mode-
rata (tra 20 e 60 Km orari) per riem-
pire il foro. Controllo/Gonfiaggio
 Fermarsi per verificare la riparazio- i occasionale
ne e la pressione con il kit. È possibile utilizzare questo kit per
gonfiare anche palloni o pneumati-
ci di bicicletta.
Per fare ciò, ruotare il selettore
 Ruotare il comando A sulla posizio- sulla posizione "Gonfiaggio (AIR)",
ne "Gonfiaggio (AIR)". collegare il tubo nero con l'adatta-
tore adeguato sull'accessorio da
 Collegare il tubo nero D alla valvola gonfiare, poi seguire il resto della
della ruota riparata. procedura qui sotto fino all'estra-
zione del kit.
E' possibile utilizzare questo kit
anche per controllare o gonfiare
occasionalmente i pneumatici. Per
effettuare quest'operazione, atte-
nersi ai sei punti seguenti:

133
 Collegare nuovamente la presa
elettrica del compressore alla presa
12 V del veicolo. !
 Avviare di nuovo il motore del veico-
lo e lasciarlo avviato. Attenzione, se ingerito, il prodotto è
nocivo ( es: glicole etilenico, colo-
fonia, etandiolo...) e irritante per gli
occhi. Tenere questo prodotto fuori
dalla portata dei bambini.
La data limite di utilizzo del liquido
è indicata sulla confezione.
La confezione è monouso; una vol-
ta iniziata, deve essere sostituita.
 Regolare la pressione con il com- Per aprire la confezione, svitare il
pressore (per gonfiare, interruttore B tappo e tirare.
in posizione "1"; per sgonfiare, inter-
ruttore B in posizione "0" e pressione Dopo l'utilizzo, non gettare la confe-
del pulsante E), secondo l'etichetta di zione nella spazzatura, ma riconse-
pressione dei pneumatici del veicolo, gnarla alla rete PEUGEOT o ad un
situata all'altezza della porta del gui- ente specializzato nel riciclaggio.
datore. Ricordarsi di acquistare una nuova
Un conseguente calo di pressione confezione presso la rete PEUGEOT.
indica che la perdita non è stata ri-
parata correttamente; consultare la
rete PEUGEOT per la riparazione
del veicolo.
 Togliere il kit e riporlo.

 Guidare a velocità moderata (80 Km


orari al massimo), limitando a
!  Recarsi appena possibile pres-
so la rete PEUGEOT.
200 Km circa la distanza percorsa.
Dopo la diagnosi del pneumati-
co da parte di un tecnico, que-
sto raccomanderà di effettuarne
la riparazione o la sostituzione.

134
SOSTITUZIONE DI UNA RUOTA*
Elenco degli attrezzi Altri accessori
Modo operativo per la sostituzione
di una ruota forata o difettosa con la
ruota di scorta, utilizzando gli attrezzi in
dotazione.

Accesso agli attrezzi

5. Anello amovibile per il traino.


Vedere il paragrafo "Traino del
veicolo".
Tutti questi attrezzi sono specifici per
questo veicolo. Non utilizzarli per un
altro veicolo.

1. Manovella smontaruota.
Permette di rimuovere il copricer-
Gli attrezzi si trovano sotto il fondo del chio e di togliere le viti di fissag-
bagagliaio. gio della ruota. Ruota con copricerchio
Per accedervi: 2. Cric con manovella integrata. i Allo smontaggio della ruota, to-
 aprire il bagagliaio, Permette di sollevare il veicolo. gliere prima il copricerchio con la
 sollevare il pianale del bagagliaio, 3. Attrezzo per i coperchietti dei bulloni. manovella smontaruota 1 tirando a
 immobilizzarlo agganciando il/icor- Permette di rimuovere gli ele- livello del passaggio della valvola.
doncino/i al/ai ganci/o di supporto menti protettivi (coperchietti) dei Al rimontaggio della ruota, ri-
del ripiano posteriore, bulloni che si trovano sulle ruote montare il copricerchio iniziando
 rimuovere la scatola che contiene in alluminio. con il posizionamento della sua
gli attrezzi. 4. Boccola per bulloni antifurto (si- tacca all'altezza della valvola e
tuata nel vano portaoggetti). premendo poi sul contorno con il
palmo della mano.
Permette di adattare la manovella
smontaruota ai bulloni speciali
"antifurto".
* Secondo la destinazione.
135
Accesso alla ruota di scorta Estrazione della ruota
(Berlina)  Svitare la vite centrale gialla.
 Sollevare la ruota di scorta verso di sé.
 Estrarre la ruota dal bagagliaio.

Riposizionamento della ruota


 Riposizionare la ruota nel relativo
alloggiamento.
La ruota di scorta si trova sotto al piana-  Allentare la vite centrale gialla di
le del bagagliaio. qualche giro, quindi collocarla al
Per accedervi, vedere il paragrafo "Ac- centro della ruota.
cesso agli attrezzi" della pagina prece-  Stringere a fondo la vite centrale per
dente. fissare la ruota.

Fissaggio della ruota di scorta


i in lamiera  Ricollocare il contenitore al centro
della ruota.
Se il veicolo è dotato di cerchi in
alluminio, è normale constatare,  Ricollocare il pianale del bagagliaio.
al serraggio dei bulloni durante il
rimontaggio, che le rondelle non
sono a contatto con la ruota di
scorta in lamiera. La ruota viene Segnalazione pneumatici sgonfi
fissata grazie all'appoggio conico i La ruota di scorta non possiede
dei bulloni. captatori. La riparazione della ruota
forata deve essere effettuata pres-
so la rete PEUGEOT.

136
Accesso alla ruota di scorta Estrazione della ruota
(SW)  Svitare la vite centrale gialla.
 Sollevare la ruota di scorta verso di
sé tenendola dalla parte posteriore.
 Estrarre la ruota dal bagagliaio.

Riposizionamento della ruota


 Riposizionare la ruota nel relativo
alloggiamento.
La ruota di scorta si trova sotto al piana-  Allentare la vite centrale gialla di
le del bagagliaio. qualche giro, quindi collocarla al
Per accedervi, vedere il paragrafo centro della ruota.
"Accesso agli attrezzi" della pagina  Stringere a fondo la vite centrale per
precedente. fissare la ruota.

Fissaggio della ruota di scorta  Ricollocare il contenitore al centro


i in lamiera della ruota.
Se il veicolo è dotato di cerchi in  Ricollocare il fondo del bagagliaio.
alluminio, è normale constatare,
al serraggio dei bulloni durante il
rimontaggio, che le rondelle non
sono a contatto con la ruota di Segnalazione pneumatici sgonfi
scorta in lamiera. La ruota viene
fissata grazie all'appoggio conico i La ruota di scorta non possiede
dei bulloni. captatori. La riparazione della ruo-
ta forata deve essere effettuata
presso la rete PEUGEOT.

137
Smontaggio della ruota Elenco delle operazioni
 Togliere il coperchietto cromato su ognu-
no dei bulloni utilizzando l'attrezzo 3.
 Se il veicolo ne è dotato, montare la
boccola antifurto 4 sulla manovella
smontaruota 1 per sbloccare il bul-
lone antifurto.
 Sbloccare gli altri bulloni solo con la
manovella smontaruota 1.

 Mettere il cric 2 a contatto con l'al-


loggiamento anteriore A o posterio-
re B previsto sotto la scocca, il più
vicino possibile alla ruota da sosti-
i Parcheggio del veicolo tuire.
Immobilizzare il veicolo in modo  Aprire il cric 2 fino a quando la sua
da non intralciare il traffico: il suolo base à a contatto con il suolo. Veri-
deve essere orizzontale, stabile e ficare che l'asse della base del cric
non scivoloso. sia perpendicolare all'alloggiamento
Inserire il freno di stazionamento, A o B utilizzato.
disinserire il contatto ed inserire la
prima marcia*, in modo da blocca-
re le ruote.
Se necessario, sistemare uno spes-  Sollevare il veicolo, lasciando uno
sore sotto la ruota diagonalmente spazio sufficiente tra la ruota e il suo-
opposta a quella da sostituire. lo, per poter montare poi facilmente
Verificare che i passeggeri siano la ruota di scorta (non forata).
usciti dal veicolo e che si trovino  Smontare i bulloni e conservarli in
una zona sicura. un luogo pulito.
Non sdraiarsi mai sotto ad un vei-  Togliere la ruota.
colo sollevato con il cric; utilizzare
un supporto.

* posizione R per il cambio "2 Tro-


nic"; posizione P per il cambio au-
tomatico.
138
Montaggio della ruota Elenco delle operazioni
 Posizionare la ruota sul mozzo.
 Avvitare i bulloni fino in battuta.
 Effettuare un preserraggio del bullone
antifurto con la manovella smontaruo-
ta 1 dotata della boccola antifurto 4
(se il veicolo ne è dotato).
 Effettuare un preserraggio degli altri
bulloni solo con la manovella smon-
taruota 1.

 Abbassare completamente il veicolo.


 Ripiegare il cric 2 e toglierlo.

i
Dopo la sostituzione di una ruota
 Bloccare il bullone antifurto con la
Per riporre correttamente la ruota manovella smontaruota 1 dotata
forata nel bagagliaio, togliere l'ele- della boccola antifurto 4.
mento protettivo centrale.  Bloccare gli altri bulloni solo con la
Far controllare rapidamente il serrag- manovella smontaruota 1.
gio delle viti e la pressione della ruota  Rimontare i coperchietti cromati su
di scorta presso la rete PEUGEOT. ogni bullone.
Far riparare la ruota forata e rimon-  Riporre gli attrezzi nel contenitore.
tarla subito sul veicolo.

139
SOSTITUZIONE DI Modello con fari classici Sostituzione degli indicatori
UNA LAMPADINA di direzione

Procedimento per la sostituzione di una


lampadina bruciata con una nuova sen-
za l'utilizzo di attrezzi.

Fari anteriori
I fari sono equipaggiati di vetri in poli-
carbonato, rivestiti con una vernice di
protezione:
 non pulirli con un panno asciutto
o abrasivo, con un prodotto de-
tergente o con del solvente, Modello con fari anabbaglianti a
 utilizzare una spugna e acqua e sa- modulo ellittico e fari direzionali
pone,
 Ruotare di un quarto di giro il porta-
 se si utilizza un getto ad alta pres- lampada e rimuoverlo.
sione in punti particolarmente spor-
chi, evitare di insistere sui fari, sui  Togliere la lampada e sostituirla.
fanali e sul loro contorno, per evitare Per rimontarla, effettuare le stesse ope-
di danneggiare la vernice di prote- razioni in senso inverso.
zione e le guarnizioni di tenuta.

i Le lampade di color ambra, come


i  Evitare di toccare direttamente
quelle degli indicatori di direzione,
devono essere sostituite con lam-
la lampada con le dita: usare pade che abbiano le stesse carat-
dei panni che non lascino pe- teristiche e lo stesso colore.
lucchi.
La sostituzione di una lampada 1. Indicatori di direzione
alogena deve essere effettuata con (PY21W ambra).
il faro spento da alcuni minuti (ri-
schio di gravi ustioni). 2. Luci di posizione (W5W).
È tassativo utilizzare lampade di 3. Fari anabbaglianti (H7-55W).
tipo antiultravioletti (UV) per non 4. Fari abbaglianti (H1-55W).
deteriorare il faro. 5. Fari direzionali (H7-55W).
6. Fari fendinebbia (H11-55W).

140
Sostituzione delle luci di posizione Sostituzione dei fari fendinebbia
 Scollegare il connettore principale Per la sostituzione di queste lampade,
del faro. rivolgersi alla rete PEUGEOT.
 Rimuovere il coperchio protettivo di
plastica tirando la linguetta.
 Ruotare il portalampada di un quar-
to di giro e toglierlo.
Sostituzione degli indicatori di direzione
 Togliere la lampada e sostituirla. laterali integrati nei retrovisori
Per il rimontaggio, effettuare le stesse
operazioni in senso inverso.

Sostituzione dei fari anabbaglianti,


dei fari abbaglianti e dei fari
direzionali
 Scollegare il connettore principale
del faro.
 Togliere il relativo coperchio protetti-
vo in plastica tirando la linguetta.

 Inserire un cacciavite al centro del-


l'indicatore, tra l'indicatore e la base
del retrovisore.
 Scollegare il connettore del faro cor-  Agire sul cacciavite per estrarre l'in-
rispondente. dicatore e rimuoverlo.
 Spostare la molla per rimuovere la  Scollegare il connettore dell'indica-
lampada. tore.
Per il rimontaggio, effettuare le stesse Per il rimontaggio, effettuare le stesse
operazioni in senso inverso. operazioni in senso inverso.
Per procurarsi un nuovo indicatore, ri-
volgersi alla rete PEUGEOT.

141
Fanalini posteriori (Berlina) Sostituzione dei fanali
Queste lampade (esclusi i fari a diodi) devono
essere sostituite dall'esterno del bagagliaio:

 togliere la vite di fissaggio del fanale


 estrarre il fanale dall'esterno
 scollegare il connettore del fanale
 rimuovere la guarnizione di tenuta
del fanale

 premere le quattro linguette e toglie-


1. Luci di stop (P 21 W). re il portalampada
2. Luci di posizione (diodi).  ruotare la lampada di un quarto di
3. Fari fendinebbia (P 21 W). giro e sostituirla.
4. Indicatori di direzione Per il rimontaggio, effettuare queste
(PY 21 W ambra). operazioni in senso inverso.
5. Luci di retromarcia (R 10 W).

i Le lampade di color ambra, come


quelle degli indicatori di direzione,
devono essere sostituite con lam-
pade dotate delle stesse caratteri-
i Se il veicolo è dotato di sistema
stiche e dello stesso colore. audio JBL, sul lato destro, aprire lo
sportello per accedere alla vite di
Per la sostituzione di fari a diodi, fissaggio.
rivolgersi alla rete PEUGEOT.

142
Sostituzione della terza luce di stop Sostituzione dell'illuminazione della
targa (W 5 W)
(4 lampade W 5 W)
! Lavaggio ad alta pressione
Se si utilizza questo tipo di lavag-
gio su macchie persistenti, non in-
sistere sui fari, sui fanali e sul loro
contorno, per evitare di danneg-
giarne la vernice e la guarnizione
di tenuta.

 Premere i pernetti di fissaggio da  Inserire un cacciavite sottile in uno


ogni lato del fanale. dei fori esterni dell'elemento protet-
 Estrarre il fanale dall'esterno. tivo trasparente.
 Ruotare di un quarto di giro il porta-  Spingerlo verso l'esterno per sgan-
lampada che corrisponde alla lam- ciarlo.
pada difettosa e toglierlo.  Togliere l'elemento protettivo tra-
 Togliere la lampada e sostituirla. sparente.
 Togliere la lampada e sostituirla.
Per il rimontaggio, effettuare queste
operazioni in senso inverso.

143
Fanali posteriori (SW) Sostituzione dei fanali
Queste cinque lampade si sostituiscono
dall'esterno del bagagliaio:

 togliere lo sportellino di accesso


 scollegare il connettore del fanale
 togliere la vite di fissaggio del fanale
 estrarre il fanale

 premere le quattro linguette e toglie-


1. Luci di stop (P 21 W). re il portalampada
2. Luci di posizione (R 5 W).  girare la lampada di un quarto di
3. Indicatori di direzione giro e sostituirla.
(PY 21 W ambra) Per il rimontaggio, effettuare queste
4. Fanalini fendinebbia (P 21 W). operazioni in senso inverso.
5. Luci di retromarcia (R 10 W) Fare attenzione ad inserire il fanale nel-
le relative guide, rimanendo nell'asse
del veicolo.
Stringere sufficientemente la vite di fis-
saggio per garantire la tenuta del fanale.

i Le lampade di color ambra, come


gli indicatori di direzione, devono
essere sostituite da lampade che
abbiano le stesse caratteristiche e
lo stesso colore.

144
Sostituzione della terza luce di stop Sostituzione dell'illuminazione della
targa (W 5 W)
(4 lampade W 5 W)
! Lavaggio ad alta pressione
Se si utilizza questo tipo di lavag-
gio su macchie persistenti, non in-
sistere sui fari, sui fanali e sul loro
contorno, per evitare di danneg-
giarne la vernice e la guarnizione
di tenuta.

 Togliere i due dadi di fissaggio del  Inserire un cacciavite sottile in uno dei
fanale. fori esterni della parte trasparente.
 Estrarre il fanale.  Spingerla verso l'esterno per sgan-
 Premere le quattro linguette e to- ciarla.
gliere il portalampada.  Togliere la parte trasparente.
 Togliere la lampada e sostituirla.  Togliere la lampadina e sostituirla.
Per il rimontaggio, effettuare queste
operazioni in senso inverso.
Stringere sufficientemente la vite di fis-
saggio per garantire la tenuta del fanale.

145
SOSTITUZIONE DI UN FUSIBILE Sostituzione di un fusibile
Modalità per la sostituzione di un fusi- Prima di sostituire un fusibile, è neces- i Installazione di accessori elettrici
bile bruciato con un fusibile nuovo, per sario conoscere qual è la causa della
rimediare ad una panne della relativa panne e porvi rimedio. Il circuito elettrico del veicolo è sta-
funzione. to progettato per funzionare con
 Localizzare il fusibile bruciato con- equipaggiamenti di serie o in op-
trollando lo stato del suo filamento. zione.
Prima di installare altri equipaggia-
menti o accessori elettrici sul veico-
lo, rivolgersi alla rete PEUGEOT.

!
Funzionante Bruciato PEUGEOT declina ogni responsa-
bilità in caso di spese di riparazio-
 Per estrarre il fusibile dal suo allog- ne o di malfunzionamenti derivanti
giamento, utilizzare la pinzetta spe- dall'installazione di accessori ausi-
ciale. liari non forniti e non raccomandati
Accesso agli attrezzi  Sostituire sempre il fusibile bruciato
da PEUGEOT e non montati se-
condo le indicazioni, in particolare
La pinzetta di estrazione si trova sul re- con un fusibile dello stesso ampe- quando il consumo degli apparec-
tro del coperchio della scatola dei fusi- raggio. chi supplementari collegati supera
bili del cruscotto.  Verificare la corrispondenza tra il i 10 milliampère.
Per accedervi: numero inciso sulla scatola, l'ampe-
raggio e le tabelle qui sotto.
 sganciare il coperchio tirando la par-
te superiore,
 staccare completamente il coperchio,
 togliere la pinzetta.

146
Fusibili nel cruscotto Tabelle dei fusibili
La scatola dei fusibili si trova nella parte
inferiore del cruscotto (lato sinistro).
Fusibile N° Amperaggio Funzioni

G39 20 A Amplificatore Hi-Fi.

G40 20 A Sedili riscaldati lato guidatore e passeggero.

Fusibile N° Amperaggio Funzioni

F1 15 A Tergicristallo posteriore.

F2 - Non utilizzato.

Accesso ai fusibili F3 5A Calcolatore Airbag e pretensionatori pirotecnici.


 vedi paragrafo "Accesso agli attrezzi".
Contattore pedale della frizione, presa diagnosi,
retrovisore interno fotocromatico, climatizzazione,
F4 10 A captatore angolo volante, pompa filtro
antiparticolato (Diesel).

Alzacristalli elettrici, alzacristalli elettrici sequenziali


F5 30 A posteriori, tendina d'occultamento del tetto
panoramico (SW).

Alzacristalli elettrici sequenziali anteriori,


F6 30 A alimentazione retrovisori richiudibili.

Plafoniera anteriore e posteriore, faretto lettura


F7 5A carte, faretti illuminazione visiera parasole,
illuminazione cassettino portaoggetti, orologio.

147
Fusibile N° Amperaggio Funzioni

Autoradio, radiotelefono, display multifunzione,


orologio, comandi sotto al volante, segnalazione
F8 20 A pneumatici sgonfi, calcolatore elettronico gestione
rimorchio.

F9 30 A Presa 12 V anteriore, presa 12 V posteriore (SW).

Sirena d'allarme, calcolatore allarme, fari


F10 15 A direzionali.

Presa diagnosi, contattore antifurto bassa corrente,


F11 15 A calcolatore cambio automatico.

Captatore di pioggia/luminosità, amplificatore, calcolatore


F12 15 A elettronico gestione rimorchio, modulo scuola guida.

Calcolatore elettronico gestione motore, relais


F13 5A ABS, contattore doppia funzione freno, leva del
cambio "2 Tronic".

Quadro strumenti, spie delle cinture di sicurezza,


F14 15 A regolazione fari, climatizzazione, kit vivavoce,
calcolatore assistenza al parcheggio, Airbag.

Chiusura centralizzata e chiusura centralizzata ad


F15 30 A effetto globale.

F17 40 A Sbrinamento lunotto e retrovisori esterni.

SH - Shunt PARCO.

148
Fusibili nel vano motore Tabella dei fusibili
La scatola dei fusibili si trova nel cofano
motore, accanto alla batteria (lato sinistro). Fusibile N° Amperaggio Funzioni

Alimentazione calcolatore motore e relais di


comando gruppo motoventilatore, elettrovalvole
distribuzione e canister (1.6 THP 16V), flussometro
F1 20 A aria (Diesel), pompa d'iniezione (Diesel), sonda
presenza acqua nel gasolio (Diesel), elettrovalvole
EGR, riscaldamento aria (Diesel).
F2 15 A Avvisatore acustico.
F3 10 A Lavacristallo anteriore e posteriore.
F4 20 A Lavafari.
Pompa del carburante (benzina), elettrovalvole
F5 15 A Turbo (1.6 THP 16V).
Accesso ai fusibili
 Sganciare il coperchio. F6 10 A Captatore velocità veicolo, cambio automatico.
 Sostituire il fusibile (vedi relativo pa-
ragrafo).
Servosterzo elettrico, fari direzionali, relais
 Dopo l'intervento, richiudere accu- F7 10 A di comando fari direzionali, centralina di
ratamente il coperchio, per garantire commutazione e protezione (Diesel).
la tenuta ermetica della scatola dei
fusibili.
F8 25 A Comando del motorino d'avviamento.
F9 10 A Calcolatore ABS/ESP, contattore del pedale del freno.

Azionatori calcolatore motore (benzina: bobine


di accensione, elettrovalvole, sonde a ossigeno,
F10 30 A iniettori, bruciatori, termostato pilotato) (Diesel:
elettrovalvole, bruciatori).

F11 40 A Ventilatore climatizzazione.


F12 30 A Bassa/Alta velocità tergicristallo anteriore.

149
Fusibile N° Amperaggio Funzioni

F13 40 A Alimentazione BSI (+ sotto contatto).

F14 30 A Riscaldatore gasolio (Diesel).


F15 10 A Faro abbagliante sinistro.
F16 10 A Faro abbagliante destro.
F17 15 A Faro anabbagliante sinistro.
F18 15 A Faro anabbagliante destro.

Tabella dei maxi fusibili

Fusibile N° Amperaggio Funzioni

MF1* 70 A Gruppo motoventilatore.


MF2* 20 A/30 A Pompa ABS/ESP.
MF3* 20 A/30 A Elettrovalvole ABS/ESP.
Scatola 1

MF4* 60 A Alimentazione BSI.


MF5* 60 A Alimentazione BSI.
MF6* 30 A Gruppo motoventilatore supplementare (1.6 THP 16V)
MF7* 80 A Scatola fusibili nell'abitacolo.
MF8* 30 A Calcolatore cambio "2 Tronic".
Scatola 2

* I maxi fusibili sono una protezione MF9* 80 A Scatola di riscaldamento (Diesel).


supplementare per i sistemi elettrici. MF10* 80 A Servosterzo elettrico.
Tutti gli interventi sui maxi fusibili de-
vono essere effettuati presso la rete MF11* 40 A Motore elettrico Valvetronic (1.6 THP 16V).
PEUGEOT.

150
BATTERIA Avviamento con un'altra batteria
Modalità per ricaricare la batteria scari-
ca o per riavviare il motore con un'altra  Collegare il cavo rosso al morsetto
batteria. (+) della batteria in panne A, quin-
di al morsetto (+) della batteria di
emergenza B.
Accesso alla batteria

 Collegare un'estremità del cavo ver-


de o nero al morsetto (-) della batte-
ria d'emergenza B.
 Collegare l'altra estremità del cavo
verde o nero ad un punto di massa C
La batteria si trova nel vano motore, a del veicolo in panne, il più lontano
sinistra. possibile dalla batteria (ad esempio,
Per accedervi: al supporto motore destro).
 aprire il cofano con la maniglia inter-
na, poi con quella esterna,
 fissare l'asta di sostegno del cofano,
 togliere il coperchietto in plastica
per accedere ai due morsetti.

 Azionare il motorino d'avviamento,


far funzionare il motore.
 Attendere il ritorno al minimo e scol-
legare i cavi.

151
Ricarica della batteria con un Ricollegare i cavi
caricabatterie
 Posizionare la fascetta 1 aperta sul ! Non scollegare i morsetti quando il
motore è avviato.
 Scollegare la batteria del veicolo. morsetto (+) della batteria.
 Premere verticalmente la fascetta 1 Non ricaricare le batterie senza
 Rispettare le istruzioni d'uso fornite aver scollegato i morsetti.
dal fabbricante del caricabatterie. per posizionarla correttamente con-
tro la batteria. Non spingere il veicolo per avviare
 Ricollegare iniziando dal morsetto (-). il motore se questo è equipaggiato
 Verificare la pulizia dei morsetti e dei  Bloccare la fascetta abbassando
nuovamente la levetta 2. di cambio "2 Tronic".
terminali. Se sono ossidati (ricoperti
da un deposito biancastro o verda- Non forzare la levetta, perché se la fa-
stro), smontarli e pulirli. scetta non è ben posizionata, il bloc- Prima di scollegare la batteria
caggio risulta impossibile; ricominciare
la procedura. Prima di scollegare la batteria, di-
sinserire il contatto ed attendere
2 minuti.
Prima di scollegare la batteria,
Scollegare i cavi chiudere i vetri e le porte anteriori.
Le batterie contengono sostanze
nocive come l'acido solforico e il
piombo. Devono essere smaltite Dopo aver ricollegato la batteria
secondo le prescrizioni di legge e Dopo aver ricollegato la batteria,
non devono in alcun caso essere inserire il contatto ed attendere
gettate con i rifiuti domestici. 1 minuto prima di avviare, per per-
Consegnare le pile e le batterie mettere l'inizializzazione dei siste-
esaurite ad un punto di raccolta mi elettronici. Tuttavia, se dopo
specializzato. questa manipolazione sono ancora
presenti leggere anomalie, rivol-
gersi alla rete PEUGEOT.
Facendo riferimento al capitolo cor-
rispondente, reinizializzare:
 Sollevare al massimo la levetta di - la chiave con telecomando,
bloccaggio.
i Se il veicolo non viene utilizzato - gli alzacristalli elettrici sequenziali,
- il sistema di navigazione imbar-
per più di un mese, si consiglia di
scollegare la batteria. cato GPS.

152
MODALITÀ ALLEGGERIMENTO Attivazione della modalità SOSTITUZIONE DI UNA SPAZZOLA
ELETTRICO DEL TERGICRISTALLO
Una volta trascorsi questi trenta minu-
Sistema che gestisce l'uso di alcune ti, sul display multifunzione appare un Modo operativo per sostituire una spaz-
funzioni rispetto al livello di energia re- messaggio di attivazione della modalità zola del tergicristallo usata con una
stante nella batteria. economia e le funzioni attive vengono spazzola nuova, senza bisogno di at-
Quando il veicolo è in marcia, questa mo- messe in stand-by. trezzi.
dalità disattiva temporaneamente alcune Smontaggio di una spazzola
funzioni, come l'aria condizionata, lo sbri- anteriore o posteriore
namento del lunotto posteriore, ecc.
Le funzioni disattivate vengono auto-
i Se contemporaneamente è in cor-  Sollevare il relativo braccio.
so una chiamata, questa prosegui-
maticamente riattivate non appena le rà per 5 minuti con il viva voce del  Sganciare la spazzola e rimuoverla.
condizioni lo permettono. WIP Sound.
Rimontaggio di una spazzola
anteriore o posteriore
 Verificare le dimensioni della spaz-
D'ENERGIA zola. La spazzola più corta deve es-
sere montata lato passeggero.
Sistema che gestisce la durata di uti- Disattivazione della modalità  Collocare la nuova spazzola ed ag-
lizzo di alcune funzioni per preservare ganciarla.
una carica sufficiente della batteria. Queste funzioni verranno riattivate au-  Ripiegare il braccio con precauzione.
Dopo l'arresto del motore, alcune fun- tomaticamente al successivo utilizzo
zioni come l'autoradio, i tergicristalli, i del veicolo.
fari anabbaglianti, le plafoniere, ecc.  Per poter utilizzare immediatamente
possono essere utilizzate ancora per queste funzioni, riavviare il motore e
una durata massima di trenta minuti. lasciarlo avviato per alcuni istanti.
Il tempo di cui si dispone sarà allora il
doppio del tempo di funzionamento del
motore. Tuttavia, questo tempo sarà
sempre compreso tra cinque e tren-
ta minuti.

! Se la batteria è scarica, il motore


non può essere avviato (vedi relati-
vo paragrafo).

153
TRAINO DEL VEICOLO Traino del proprio veicolo Traino di un altro veicolo
Modo operativo per far trainare il proprio
veicolo o trainare un altro veicolo con
un dispositivo meccanico amovibile.

Accesso agli attrezzi

 Nel paraurti anteriore, tirare il coper-  Nel paraurti posteriore, sganciare il


chietto per sganciarlo. coperchietto premendo la sua parte
 Avvitare l'anello di traino fino in battuta. inferiore.
 Installare la barra di traino.  Avvitare l'anello di traino fino in battuta.
 Attivare il segnale di emergenza del  Installare la barra di traino.
veicolo trainato.  Attivare il segnale di emergenza del
veicolo trainato.
L'anello di traino si trova nel bagagliaio,
sotto al pianale.
Per accedervi:
 aprire il bagagliaio,
 sollevare il pianale,
 immobilizzarlo agganciando il cor-
doncino al gancio di supporto del
i  Posizionare la leva del cambio ! In caso di traino con le quattro ruo-
te al suolo, utilizzare sempre una
in folle (posizione N per il cam-
ripiano posteriore, bio "2 Tronic" o automatico. barra di traino.
 estrarre l'anello di traino dalla scato- Il mancato rispetto di questa par- In caso di traino con due ruote al
la di supporto. ticolarità può portare al deteriora- suolo, utilizzare sempre un attrez-
mento di alcuni organi di frenata e zo di sollevamento professionale.
all'assenza di servofreno al riavvia- In caso di traino a motore spento,
mento del motore. il servofreno e il servosterzo non
funzionano.

154
GANCIO TRAINO 207 99G TRAINO DI UN RIMORCHIO, La guida con rimorchio sottopone il vei-
DI UNA ROULOTTE... colo trainante a forti sollecitazioni ed
esige un'attenzione particolare da parte
del guidatore.
Dispositivo meccanico adatto solamen- Dispositivo meccanico destinato all'ag-
te al fissaggio di un portabicicletta*. gancio di un rimorchio o di una roulotte, Consigli per la guida
con segnalazione e illuminazione com-
plementari. Ripartizione dei carichi
 Distribuire il carico nel rimorchio in
modo che gli oggetti più pesanti si
trovino il più vicino possibile all'as-
sale e che il peso sul gancio traino
non superi il valore massimo auto-
rizzato.
La densità dell'aria diminuisce man
mano che si sale in quota, riducendo le
prestazioni del motore. La massa mas-
sima trainabile deve essere ridotta del
10 % ogni 1 000 metri di altezza.
Consultare il capitolo "Caratteristiche
tecniche" per conoscere le masse e i
Il veicolo è essenzialmente destinato a carichi trainabili in funzione del tipo di
trasportare persone e bagagli, ma può veicolo.
anche essere utilizzato per trainare un
rimorchio.
Vento laterale
 Tener conto dell'aumento della sen-
Si raccomanda di utilizzare unica- sibilità al vento.
i L'assistenza al parcheggio poste-
riore verrà disattivata automati-
i mente i dispositivi e i fasci originali
PEUGEOT che sono stati collau- Raffreddamento
camente in caso di utilizzo di un dati ed omologati fin dalla proget-
gancio traino originale PEUGEOT. tazione della vettura, affidandone il Il traino di un rimorchio in salita fa au-
montaggio alla rete PEUGEOT. mentare la temperatura del liquido di
Si raccomanda di non salire su raffreddamento.
marciapiedi troppo alti (rischio di In caso di montaggio al di fuori
danneggiamento del veicolo). della rete PEUGEOT, questo deve Il ventilatore è azionato elettricamente
tassativamente essere effettua- e la sua capacità di raffreddamento non
to utilizzando i dispositivi elettrici dipende quindi dal regime motore.
situati nella parte posteriore del  Per diminuire il regime motore, ral-
veicolo e seguendo le raccoman- lentare.
* Il portabicicletta non può essere fissa- dazioni del costruttore.
to al portellone del veicolo.
155
La massa massima trainabile in salita
prolungata dipende dall'inclinazione del
pendìo e dalla temperatura esterna.
In ogni caso, sorvegliare la temperatura
del liquido di raffreddamento.

 In caso di accensione della


spia di allarme e della spia
STOP, fermare il veicolo
appena possibile e spegne-
re il motore.

Freni
Il traino di un rimorchio aumenta la di-
stanza di frenata.

Pneumatici
 Controllare la pressione dei pneu-
matici del veicolo trainante e del
rimorchio rispettando le pressioni
raccomandate.

Illuminazione
 Verificare l'impianto elettrico di se-
gnalazione del rimorchio.

i La funzione assistenza al parcheg-


gio verrà automaticamente disat-
tivata in caso di utilizzo di gancio
traino originale PEUGEOT.

156
MONTAGGIO DELLE BARRE MONTAGGIO DELLE BARRE
DEL TETTO (BERLINA) DEL TETTO (SW)
Per montare le barre del tetto trasversa- Per montare delle barre longitudinali sul
li utilizzare i quattro fissaggi rapidi previ- tetto, rivolgersi alla rete PEUGEOT.
sti allo scopo. Per montare delle barre trasversali sul
 sollevare i coperchietti, tetto rispettarne il posizionamento, indi-
cato dai riferimenti sulle barre longitu-
 regolare i fissaggi rapidi delle barre dinali.
del tetto.
Utilizzare gli accessori consigliati da
PEUGEOT rispettando le istruzioni di
montaggio del fabbricante.
Per trasportare un carico sul tetto, il
veicolo deve essere dotato di barre del
tetto longitudinali sulle quali verranno
i montate delle barre trasversali.
Massa massima autorizzata sul Le barre del tetto longitudinali non pos-
portabagagli, per un'altezza di ca- sono essere smontate.
rico che non superi 40 cm (salvo
portabici): 65 Kg.
Se l'altezza supera i 40 cm, adat-
tare la velocità del veicolo al tipo di
strada, per non danneggiare le bar- ! È vietato fissare le cinghie all'estremi-
tà delle barre del tetto longitudinali.
re del tetto e i fissaggi sul tetto.
Rispettare le legislazioni nazionali
e le norme sul trasporto di oggetti
più lunghi del veicolo. i Massa massima autorizzata sulle
barre del tetto, per un'altezza di ca-
rico che non superi i 40 cm (tranne
portabicicletta): 75 Kg.
Se l'altezza supera i 40 cm, ade-
guare la velocità del veicolo al tipo
di strada, per non danneggiare le
barre del tetto e i fissaggi sul tetto.
Rispettare la legislazione naziona-
le in materia di trasporto di oggetti
più lunghi del veicolo.

157
ACCESSORI "Confort": "Tecnic":
È possibile disporre di un'ampia scelta tappetini*, contenitore del baga- liquido lavacristallo, detergenti
di accessori e ricambi originali rivolgen- gliaio, rete di contenimento, arco vari per pulizia e manutenzio-
dosi alla rete PEUGEOT. di protezione sugli appoggiate- ne interna ed esterna.
Gli accessori e ricambi sono stati col- sta, accendisigari, battitacco del-
laudati e approvati per affidabilità e si- le porte in alluminio o PVC.
curezza. Per il tempo libero: barre del tet-
Sono tutti adatti al veicolo e sono dotati to, portabiciclette per rimorchio,
di riferimento e garanzia PEUGEOT. portabiciclette per barre del tetto,
portasci, portabagagli sul tetto, rialzi e seg- È possibile procurarsi dei kit di trasfor-
L'offerta della Boutique PEUGEOT giolini per bambini, tendine laterali e tendina mazione "Azienda" per passare da
è strutturata in 5 famiglie: PROTECT - posteriore, appoggiagomito centrale ante- un'autovettura ad un veicolo aziendale.
CONFORT - AUDIO - DESIGN - riore, alloggiamento sotto al ripiano.
TECNIC, ed è dedicata a:
Gancio traino che richiede tassativa-
mente un montaggio da parte della rete
PEUGEOT.

"Protect": "Audio": A seconda del Paese di commercia-


i lizzazione, i gilet catarifrangenti di
allarme antintrusione, mar- autoradio, navigatori, kit vi- sicurezza, i triangoli di segnalazio-
chiatura dei vetri, antifurti per vavoce, caricatore CD, alto- ne e le lampadine di ricambio sono
ruote, test etilometro, kit di parlanti, lettore DVD, kit di obbligatori a bordo del veicolo.
pronto soccorso, triangolo di collegamento per lettore MP3
segnalazione, gilet catarifran- o lettore CD, USB Box, assi-
gente di sicurezza, sistema di stenza al parcheggio anterio-
rilevazione veicoli rubati, kit di re e posteriore.
riparazione provvisoria pneu- ! Il montaggio di un equipaggiamen-
matici, catene da neve, pneu- to o di un accessorio elettrico non
matici antislittamento.
"Design": omologato da PEUGEOT può pro-
vocare un'anomalia del sistema
foderine per sedili compatibili elettronico del veicolo.
con gli Airbag laterali, pomel- Si consiglia di tenere in conside-
lo in alluminio, fendinebbia, razione questa particolarità e di
deflettori delle porte, spoiler, contattare un rappresentante del-
paraspruzzi in stile, cerchi in la Marca per conoscere la gamma
* Per evitare di bloccare i pedali: alluminio, copricerchi, corni- degli equipaggiamenti o accessori
- verificare il corretto posiziona- ci dei retrovisori cromate, kit omologati.
mento e fissaggio del tappetino carrozzeria.
- non sovrapporre mai più tappetini.
158
10
MODELLI: MOTORIZZAZIONE E CAMBIO

MOTORI BENZINA 1.4 75 CV 1.4 16V 90 CV* 1.4 VTi 16V 95 CV

Cilindrata (cm3) 1 360 1 360 1 397

Alesaggio x corsa (mm) 75 x 77 75 x 77 75 x 77

Potenza massima norma CEE (kW) 54 65 70

Regime di potenza max (giri/min) 5 400 5 250 6 000

Coppia massima norma CEE (Nm) 118 133 136

Regime di coppia massima (giri/min) 3 300 3 250 4 000

Carburante Senza piombo Senza piombo Senza piombo

Catalizzatore Sì Sì Sì

Manuale "2 Tronic" Manuale


CAMBIO (5 marce) (5 marce) (5 marce)

CAPACITÀ OLIO (in litri)

Motore (con sostituzione filtro dell’olio) 3,25 3,25 4,25

Cambio - Ponte 1,9 - 1,9

* Non disponibile su SW e SW Outdoor.

159
10 CARATTERISTICHE TECNICHE

MODELLI: MOTORIZZAZIONE E CAMBIO

MOTORI BENZINA 1.6 VTi 16V 120 CV 1.6 THP 16V 150 CV*

Cilindrata (cm3) 1 598 1 598

Alesaggio x corsa (mm) 77 x 85,8 77 x 85,8

Potenza massima norma CEE (kW) 88 110

Regime di potenza max (giri/min) 6 000 5 800

Coppia massima norma CEE (Nm) 160 240

Regime di coppia massima (giri/min) 4 250 1 400

Carburante Senza piombo Senza piombo

Catalizzatore Sì Sì

Manuale Autom. Manuale


CAMBIO
(5 marce) (4 marce) (6 marce)

CAPACITÀ OLIO (in litri)

Motore (con sostituzione filtro dell’olio) 4,25 4,25 4,25

Cambio - Ponte 1,9 - 1,9

* Non disponibile su SW e SW Outdoor.


PEUGEOTraccomanda di utilizzare carburante senza piombo RON98 per ottenere le migliori prestazioni del motore.
160
10
MODELLO: MOTORIZZAZIONE E CAMBIO

1.4 Turbo HDI 1.6 Turbo HDI 16V 1.6 Turbo HDI 1.6 Turbo HDI
MOTORI DIESEL 70 CV* 90 CV 90 CV 99g* 110 CV

Cilindrata (cm3) 1 398 1 560 1 560 1 560

Alesaggio x corsa (mm) 73,7 x 82 75 x 88,3 75 x 88,3 75 x 88,3

Potenza massima norma CEE (kW) 50 66 68 66 80

Regime di potenza max (giri/min) 4 000 4 000 4 000 4 000

Coppia massima norma CEE (Nm) 160 215 230 215 240

Regime di coppia massima (giri/min) 2 000 1 750 1 750 1 750

Carburante Gasolio Gasolio Gasolio Gasolio

Catalizzatore Sì Sì Sì Sì

Filtro antiparticolato (FAP) No Sì No Sì No Sì

Manuale Manuale Manuale Manuale


CAMBIO (5 marce) (5 marce) (5 marce) (6 marce)

CAPACITÀ OLIO (in litri)

Motore (con sostituzione filtro dell’olio) 3,75 3,25 3,25 3,25

Cambio - Ponte 1,9 1,9 1,9 1,9

* Non disponibile su SW e SW Outdoor.


167
10
MASSE E CARICHI TRAINABILI BERLINA (in kg)

Motori benzina 1.4 75 CV 1.4 16V 90 CV

Cambio Manuale "2 Tronic"

- Massa a vuoto (in ordine di marcia) 1 300 - 1 288 - 1 232 1 241 - 1 231

- Carico utile 320 - 292 - 338 409 - 399


- Massa massima autorizzata a pieno carico
1 620 - 1 580 - 1 570 1 650 - 1 630
(MTAC)
- Massa massima autorizzata a pieno carico più rimorchio (MTRA)

con pendenza del 12 % 2 400 2 580

- Rimorchio frenato (con riporto del carico nei limiti dell’MTRA)

con pendenza del 10 % o 12 % 780 - 820 - 830 930 - 950

con pendenza dell’8 % 830 - 870 950 - 970


- Rimorchio frenato*** (con riporto del carico nei 950 1 150
limiti dell’MTRA)
- Rimorchio non frenato 600 - 600 - 590 600

- Peso massimo sul gancio traino 38 - 38 - 46 46

*** La massa del rimorchio frenato può essere aumentata, nei limiti dell’MTRA, a condizione di diminuire la massa massima
autorizzata a pieno carico del veicolo trainante; attenzione, il traino di un veicolo può compromettere la tenuta di strada
del veicolo trainante (rispettare la legislazione vigente nel Paese).
I valori della massa massima autorizzata a pieno carico più rimorchio e dei carichi trainati indicati sono validi per un’altitudine
massima di 1 000 metri; il carico trainabile citato deve essere ridotto del 10 % ogni 1 000 metri di altitudine.
Nel caso di veicolo trainante, è vietato superare il limite di velocità di 100 km/h (rispettare la legislazione vigente nel proprio
Paese).
Temperature esterne elevate possono provocare riduzioni delle prestazioni del veicolo per proteggere il motore; quando la
temperatura esterna è superiore ai 37 °C, limitare la massa trainata.
161
10 CARATTERISTICHE TECNICHE

MASSE E CARICHI TRAINABILI BERLINA (in Kg)

Motori Benzina 1.4 VTi 16V 95 CV

Cambio Manuale

- Massa a vuoto (in ordine di marcia) 1 253 - 1 240

- Carico utile 387 - 400


- Massa massima autorizzata a pieno carico 1 640
(MTCA)
- Massa massima autorizzata a pieno carico più rimorchio (MTRA)

con pendenza del 12 % 2 580

- Rimorchio frenato (nei limiti della MTRA)

con pendenza del 10 o 12 % 940

con pendenza dell’8 % -


- Rimorchio frenato*** (con riporto del carico nei 1 150
limiti della MTRA)
- Rimorchio non frenato 600

- Peso massimo sul gancio traino 46

*** La massa del rimorchio frenato può essere aumentata, nei limiti dell’MTRA, riducendo in proporzione l’MTAC del veicolo
trainante; attenzione: il traino con un veicolo trainante poco carico può comprometterne la tenuta di strada.
I valori della massa massima autorizzata a pieno carico più rimorchio e dei carichi trainati indicati sono validi per un’altitudine
massima di 1 000 metri; il carico trainabile citato deve essere ridotto del 10 % ogni 1 000 metri di altitudine.
Nel caso di veicolo trainante, è vietato superare il limite di velocità di 100 km/h (rispettare la legislazione vigente nel proprio
Paese).
Temperature esterne elevate possono provocare riduzioni delle prestazioni del veicolo per proteggere il motore; quando la
temperatura esterna è superiore ai 37 °C, limitare la massa trainata.
162
10
MASSE E CARICHI TRAINABILI BERLINA (in Kg)

Motori Benzina 1.6 VTi 16V 120 CV 1.6 THP 16V 150 CV

Cambio Manuale Autom. Manuale

- Massa a vuoto (in ordine di marcia) 1 275 1 321 - 1 312 1 370 - 1 356

- Carico utile 375 - 365 374 - 366 340 - 344


- Massa massima autorizzata a pieno carico 1 650 - 1 640 1 695 - 1 678 1 710 - 1 700
(MTAC)
- Massa massima autorizzata a pieno carico più rimorchio (MTRA)

con pendenza del 12 % 2 600 2 645 - 2 638 2 640

- Rimorchio frenato (nei limiti della MTRA)

con pendenza del 10 o 12 % 950 - 960 950 - 960 930

con pendenza dell’8 % 1 000 - 1 010 1 000 - 1 010 1 000


- Rimorchio frenato*** (con riporto del carico nei 1 150 1 150 1 150
limiti dell’MTRA)
- Rimorchio non frenato 600 600 600

- Peso massimo sul gancio traino 46 46 46

*** La massa del rimorchio frenato può essere aumentata, nei limiti dell’MTRA, riducendo in proporzione l’MTAC del veicolo
trainante; attenzione: il traino con un veicolo trainante poco carico può comprometterne la tenuta di strada.
I valori della massima autorizzata a pieno carico più rimorchio e dei carichi trainati indicati sono validi per un’altitudine
massima di 1 000 metri; il carico trainabile citato deve essere ridotto del 10 % ogni 1 000 metri di altitudine.
Nel caso di veicolo trainante, è vietato superare il limite di velocità di 100 km/h (rispettare la legislazione vigente nel proprio
Paese).
Temperature esterne elevate possono provocare riduzioni delle prestazioni del veicolo per proteggere il motore; quando la
temperatura esterna è superiore ai 37 °C, limitare la massa trainata.
163
10 CARATTERISTICHE TECNICHE

MASSE E CARICHI TRAINABILI BERLINA (in kg)

1.4 Turbo 1.6 Turbo 1.6 Turbo HDI 1.6 Turbo


Motori Diesel HDI 70 CV HDI 90 CV 90 CV 99g HDI 16V 110 CV

Cambi Manuale Manuale Manuale Manuale

- Massa a vuoto (in ordine di marcia) 1 261 - 1 251 - 1 269 1 280 - 1 272 - 1 290 1 260 - 1 279 1 328 - 1 319 - 1 358

- Carico utile 399 - 369 - 341 420 - 408 - 340 445 - 450 382 - 391 - 323
- Massa massima autorizzata a pieno
carico (MTAC) 1 660 - 1 620 - 1 610 1 700 - 1 680 - 1 630 1 630 - 1 654 1 710 - 1 710 - 1 681

- Massa massima autorizzata a pieno carico più rimorchio (MTRA)

con pendenza del 12 % 2 600 2 650 1 630 - 1654 2 690

- Rimorchio frenato (nei limiti dell’MTRA)

con pendenza del 10 % o 12 % 940 - 980 - 990 950 - 970 - 1 020 980

con pendenza dell’8 % 940 - 980 980 - 1 000 1 030


- Rimorchio frenato** (con riporto del 1 150 1 150 1 150 1 150
carico nei limiti dell’MTRA)
- Rimorchio non frenato 600 600 600 600

- Massa massimo sul gancio traino 46 46 46 46

** La massa trainata frenata può essere aumentata, nei limiti della massa massima autorizzata a pieno carico più rimorchio, a condizione di diminuire la massa massima autorizzata
a pieno carico del veicolo trainante; attenzione, il traino del veicolo trainante può comprometterne la tenuta su strada (rispettare la legislazione vigente nel Paese).
I valori della massa massima autorizzata a pieno carico più rimorchio e dei carichi trainati indicati sono validi per un’altitudine
massima di 1 000 metri; il carico trainabile citato deve essere ridotto del 10 % ogni 1 000 metri di altitudine.
Nel caso di veicolo trainante, è vietato superare il limite di velocità di 100 km/h (rispettare la legislazione vigente nel proprio
Paese).
Temperature esterne elevate possono provocare riduzioni delle prestazioni del veicolo per proteggere il motore; quando la
temperatura esterna è superiore ai 37 °C, limitare la massa trainata.
168
10 CARATTERISTICHE TECNICHE

MASSE E CARICHI TRAINABILI SW (in Kg)

Motori Benzina 1.4 75 CV 1.4 VTi 16V 95 CV

Cambi Manuale Manuale

- Massa a vuoto (in ordine di marcia) 1 271 1 290

- Carico utile 371 401


- Massa massima autorizzata a pieno carico 1 642 1 691
(MTAC)
- Massa autorizzata a pieno carico più rimorchio (MTRA)

con pendenza del 12 % 2 422 2 591

- Rimorchio frenato (nei limiti dell’MTRA)

con pendenza del 10 o 12 % 780 900

con pendenza dell’8 % 800 900


- Rimorchio frenato*** (con riporto del carico nei 1 045 1 150
limiti dell’MTRA)
- Rimorchio non frenato 600 600

- Peso massimo sul gancio traino 42 46

*** La massa del rimorchio frenato può essere aumentata, nei limiti dell’MTRA, riducendo in proporzione l’MTAC del veicolo
trainante; attenzione: il traino con un veicolo trainante poco carico può comprometterne la tenuta di strada.
I valori della massa massima autorizzata a pieno carico più rimorchio e dei carichi trainati indicati sono validi per un’altitudine
massima di 1 000 metri; il carico trainabile citato deve essere ridotto del 10 % ogni 1 000 metri di altitudine.
Nel caso di veicolo trainante, è vietato superare il limite di velocità di 100 km/h (rispettare la legislazione vigente nel proprio
Paese).
Temperature esterne elevate possono provocare riduzioni delle prestazioni del veicolo per proteggere il motore; quando la
temperatura esterna è superiore ai 37 °C, limitare la massa trainata.
164
10
MASSE E CARICHI TRAINABILI SW (in Kg)

Motori Benzina 1.6 VTi 16V 120 CV

Cambio Manuale Autom.

- Massa a vuoto (in ordine di marcia) 1 302 1 335

- Carico utile 403 402


- Massa massima autorizzata a pieno carico 1 705 1 737
(MTCA)
- Massa massima autorizzata a pieno carico più rimorchio (MTRA)

con pendenza del 12 % 2 605 2 687

- Rimorchio frenato (nei limiti dell’MTRA)

con pendenza del 10 o 12 % 900 950

con pendenza dell’8 % 950 950


- Rimorchio frenato*** (con riporto del carico nei 1 150 1 150
limiti dell’MTRA)
- Rimorchio non frenato 600 600

- Peso massimo sul gancio traino 46 46

*** La massa del rimorchio frenato può essere aumentata, nei limiti dell’MTRA, riducendo in proporzione l’MTAC del veicolo
trainante; attenzione: il traino con un veicolo trainante poco carico può comprometterne la tenuta di strada.
I valori della massa massima autorizzata a pieno carico più rimorchio e dei carichi trainati indicati sono validi per un’altitudine
massima di 1 000 metri; il carico trainabile citato deve essere ridotto del 10 % ogni 1 000 metri di altitudine.
Nel caso di veicolo trainante, è vietato superare il limite di velocità di 100 km/h (rispettare la legislazione vigente nel proprio
Paese).
Temperature esterne elevate possono provocare riduzioni delle prestazioni del veicolo per proteggere il motore; quando la
temperatura esterna è superiore ai 37 °C, limitare la massa trainata.
165
10
MASSE E CARICHI TRAINABILI SW (in kg)

Motori Diesel 1.6 Turbo HDI 90 CV 1.6 Turbo HDI 110 CV

Cambio Manuale Manuale

- Massa a vuoto (in ordine di marcia) 1 339 1 350

- Carico utile 402 408


- Massa massima autorizzata a pieno carico 1 741 1 758
(MTAC)
- Massa massima autorizzata a pieno carico più rimorchio (MTRA)

con pendenza del 12 % 2 691 2 708

- Rimorchio frenato (nei limiti dell’MTRA)

con pendenza del 10 % o 12 % 950 950

con pendenza dell’8 % 980 1 000


- Rimorchio frenato** (con riporto del carico nei 1 150 1 150
limiti dell’MTRA)
- Rimorchio non frenato 600 600

- Massa massima sul gancio traino 46 46

** La massa del rimorchio frenato può essere aumentata, nei limiti dell’MTRA, a condizione di diminuire la massa massima autorizzata a pieno carico MTAC
del veicolo trainante; attenzione, il traino del veicolo trainante può compromettere la tenuta di strada (rispettare la legislazione vigente nel Paese).
I valori dell’MTRA e dei carichi trainati indicati sono validi per un’altitudine massima di 1 000 metri; il carico trainabile citato
deve essere ridotto del 10 % ogni 1 000 metri di altitudine.
Nel caso di veicolo trainante, è vietato superare il limite di velocità di 100 km/h (rispettare la legislazione vigente nel proprio
Paese).
Temperature esterne elevate possono provocare riduzioni delle prestazioni del veicolo per proteggere il motore; quando la
temperatura esterna è superiore ai 37 °C, limitare la massa trainata.
169
10 CARATTERISTICHE TECNICHE

MASSE E CARICHI TRAINABILI SW OUTDOOR (in kg)

Motori benzina 1.4 VTi 16V 95 CV 1.6 VTi 16V 120 CV

Cambio Manuale Manuale Autom.

- Massa a vuoto (in ordine di marcia) 1 330 1 378 1 415

- Carico utile 391 354 351


- Massa massima autorizzata a pieno carico 1 721 1 732 1 766
(MTAC)
- Massa massima autorizzata a pieno carico più rimorchio (MTRA)

con pendenza del 12 % 2 572 2 582 2 716

- Rimorchio frenato (nei limiti dell’MTRA)

con pendenza del 10 % o 12 % 900 850 950

con pendenza dell’8 % 900 900 950


- Rimorchio frenato*** (con riporto del carico nei 1 150 1 150 1 150
limiti dell’MTRA)
- Rimorchio non frenato 600 600 600

- Peso massimo sul gancio traino 46 45 46

*** La massa del rimorchio frenato può essere aumentata, nei limiti dell’MTRA, riducendo in proporzione l’MTAC del veicolo
trainante; attenzione: il traino con un veicolo trainante poco carico può comprometterne la tenuta di strada.
I valori della massa massima autorizzata a pieno carico più rimorchio e dei carichi trainati indicati sono validi per un’altitudine
massima di 1 000 metri; il carico trainabile citato deve essere ridotto del 10 % ogni 1 000 metri di altitudine.
Nel caso di veicolo trainante, è vietato superare il limite di velocità di 100 km/h (rispettare la legislazione vigente nel proprio
Paese).
Temperature esterne elevate possono provocare riduzioni delle prestazioni del veicolo per proteggere il motore; quando la
temperatura esterna è superiore ai 37 °C, limitare la massa trainata.
10 CARATTERISTICHE TECNICHE

MASSE E CARICHI TRAINABILI SW OUTDOOR (in kg)

Motori diesel 1.6 Turbo HDI 90 CV 1.6 Turbo HDI 110 CV

Cambio Manuale Manuale

- Massa a vuoto (in ordine di marcia) 1 387 1 431

- Carico utile 378 352


- Massa massima autorizzata a pieno carico 1 765 1 783
(MTAC)
- Massa massima autorizzata a pieno carico più rimorchio (MTRA)

con pendenza del 12 % 2 715 2 733

- Rimorchio frenato (nei limiti dell’MTRA)

con pendenza del 10 % o 12 % 950 950

con pendenza del 8 % 950 950


- Rimorchio frenato** (con riporto del carico nei 1 150 1 150
limiti dell’MTRA)
- Rimorchio non frenato 600 600

- Massa massima sul gancio traino 46 46

** La massa del rimorchio frenato può essere aumentata, nei limiti della massa massima autorizzata a pieno carico più rimorchio, a condizione di diminuire la massa massima
autorizzata a pieno carico del veicolo trainante; attenzione, il traino del veicolo trainante può comprometterne la tenuta di strada (rispettare la legislazione vigente nel Paese).
I valori della massima autorizzata a pieno carico più rimorchio e dei carichi trainati indicati sono validi per un’altitudine
massima di 1 000 metri; il carico trainabile citato deve essere ridotto del 10 % ogni 1 000 metri di altitudine.
Nel caso di veicolo trainante, è vietato superare il limite di velocità di 100 km/h (rispettare la legislazione vigente nel proprio
Paese).
Temperature esterne elevate possono provocare riduzioni delle prestazioni del veicolo per proteggere il motore; quando la
temperatura esterna è superiore ai 37 °C, limitare la massa trainata.
170
10
DIMENSIONI (IN MM)
207 berlina (versioni 3 e 5 porte) 207 SW/207 SW Outdoor

* SW con barre del tetto.


** SW Outdoor con barre del tetto.
171
10 CARATTERISTICHE TECNICHE

ELEMENTI D’IDENTIFICAZIONE C. Numero di telaio sulla scocca


Questo numero è indicato su un’etichet-
Dispositivi di marchiatura visibili per ta autodistruttiva incollata sul montante
l’identificazione e la ricerca del veicolo. centrale, vicino al riscontro della serra-
tura della porta del guidatore.

D. Etichetta costruttore
Questa etichetta è incollata sul fianco
della porta, lato guidatore.
Comprende i seguenti dati:
- dimensioni dei cerchi e dei pneuma-
tici,
- marche dei pneumatici raccoman-
dati dal costruttore,
- pressioni di gonfiaggio,
- codice del colore vernice.

! Le ruote con pneumatici 205/45


R17 e solamente per SW Outdoor,
205/55 R16, non possono essere
dotate di catene da neve. Per qual-
siasi informazione, rivolgersi alla
rete PEUGEOT.

i Il controllo della pressione di gon-


fiaggio deve essere effettuato a
freddo e almeno una volta al mese.

A. Numero di telaio nel vano motore B. Numero di telaio sul cruscotto


Questo numero è inciso sulla carrozzeria Questo numero è indicato su un’etichetta Una pressione di gonfiaggio insuf-
accanto al filtro dell’abitacolo. incollata e visibile attraverso il parabrezza. ficiente fa aumentare il consumo di
carburante.

172
WIP Nav
AUTORADIO MULTIMEDIALE/TELEFONO BLUETOOTH
GPS EUROPA TRAMITE SCHEDA SD

SOMMARIO
Il dispositivo WIP Nav è protetto in modo da funzionare
01 In breve p. 174
solo su questo veicolo. In caso d'installazione su un
altro veicolo, rivolgersi alla rete PEUGEOT per la
02 Comandi sotto al volante p. 175
configurazione del sistema.
03 Funzionamento generale p. 176
04 Navigazione - Guida p. 178
Per ragioni di sicurezza, il guidatore deve tassativamente
05 Informazioni sul traffico p. 185
effettuare le operazioni che richiedono particolare
attenzione a veicolo fermo.
06 Radio p. 187
A motore spento, il funzionamento del WIP Nav in
modalità Economia d'Energia, può interrompersi dopo
07 Lettori musicali multimediali p. 188
qualche minuto per preservare la batteria.
08 Telefono Bluetooth p. 191
09 Configurazione p. 193
10 Computer di bordo p. 194
Alcune funzioni descritte in questo libretto saranno
disponibili nel corso dell'anno. 11 Struttura delle schermate p. 195
Domande frequenti p. 198
173
01 IN BREVE
FRONTALINO WIP Nav

1 11

3 4 5 6
2 13
16
12
7 8 9 10

14 15

Motore spento 6. Accesso al Menu telefono. Visualizzazione della lista delle chiamate. 13. Selezione frequenza radio precedente/successiva.
- Pressione breve: accensione/spegnimento. Selezione brano CD o MP3 precedente/successivo.
- Pressione prolungata: pausa lettura CD, mute per la radio. 7. Accesso al Menu MODE. Selezione linea precedente/successiva di una lista.
Motore avviato Selezione della visualizzazione in successione di:
- Pressione breve: pausa lettura CD, mute per la radio. Radio, Mappa, NAV (se la navigazione è in corso), Telefono 14. Tasti da 1 a 6:
- Pressione prolungata: reinizializzazione del sistema. (se è in corso una conversazione). Computer di bordo. Selezione stazione radio memorizzata.
Pressione prolungata: visualizzazione schermata nera (DARK). Pressione prolungata: memorizzazione della stazione
2. Regolazione del volume (ogni modalità è indipendente, ascoltata.
compreso il messaggio e l'allarme navigazione). 8. Accesso al Menu "Navigazione". Visualizzazione delle ultime
destinazioni. 15. Lettore scheda SD di navigazione solamente.
3. Accesso al Menu Radio. Visualizzazione dell'elenco delle stazioni.
9. Accesso al Menu "Trafic. Visualizzazione degli annunci sul 16. Manopola di selezione della visualizzazione sul display e
4. Accesso al Menu Musica. Visualizzazione dei brani. traffico in corso. secondo il contesto del menu.
Pressione breve: menu contestuale o conferma.
3 - 4. Pressione prolungata: accesso alle regolazioni audio: 10. ESC: uscita dall'operazione in corso. Pressione prolungata: menu contestuale specifico della lista
balance davanti/dietro, sinistra/destra, toni bassi/alti, visualizzata.
acustiche musicali, loudness, correzione automatica del 11. Espulsione del CD.
volume, inizializzazione delle regolazioni.
12. Selezione frequenza radio precedente/successiva nella lista.
5. Accesso al Menu SETUP. Selezione cartella MP3 precedente/successiva.
Pressione prolungata: accesso alla copertura GPS e alla Selezione pagina precedente/successiva di una lista.
modalità dimostrazione.

174
02 COMANDI SOTTO AL VOLANTE

RADIO: passaggio alla stazione radio successiva dell'Elenco.


Pressione prolungata: ricerca automatica crescente di frequenze.
CD: selezione del brano successivo.
CD: pressione continua: avanzamento veloce.
RADIO: selezione crescente stazione memorizzata.
Selezione elemento successivo nella rubrica.
Aumento del volume.

Mute: interruzione del


suono mediante la
- Cambiamento di modalità sonora. pressione simultanea
- Chiamata dalla rubrica telefonica. dei tasti aumento e
- Sganciare/Riagganciare il telefono. diminuzione del volume.
- Pressione di oltre 2 secondi: accesso
alla rubrica telefonica. Ripristino del suono:
mediante pressione di uno
dei due tasti del volume.

RADIO: selezione decrescente stazione memorizzata. Diminuzione del volume


Selezione elemento precedente nella rubrica
telefonica.

RADIO: passaggio alla stazione radio precedente dell'elenco.


Pressione prolungata: ricerca automatica decrescente di frequenze.
CD: selezione del brano precedente.
CD: pressione continua: ritorno rapido.

175
03 FUNZIONAMENTO GENERALE

Premendo più volte il tasto MODE, si accede ai seguenti menu:

RADIO/LETTORI MUSICALI
MULTIMEDIALI
MAPPA A PIENO SCHERMO

TELEFONO
(Se la conversazione è in corso)
NAVIGAZIONE
(Se è in corso la navigazione)

COMPUTER DI BORDO

SET UP:
Lingue*, data e ora*, visualizzazione,
parametri veicolo*, unità e parametri sistema, TRAFFIC:
"Modalità demo". informazioni TMC e messaggi.
* Disponibile secondo il modello.

Per la pulizia del display si raccomanda di utilizzare un panno


Per una visione globale del dettaglio dei menu da selezionare,
morbido non abrasivo (ad esempio quello utilizzato per pulire gli
vedere capitolo 10.
occhiali) senza aggiungere prodotti detergenti.

176
03 FUNZIONAMENTO GENERALE
VISUALIZZAZIONE IN FUNZIONE DEL CONTESTO

TELEFONO: RADIO:
La pressione della manopola OK permette
RIAGGANCIARE IN MODALITÀ FM
di accedere ai menu rapidi, a seconda 1 1
della visualizzazione sul display. MESSA IN ATTESA INFORMAZIONI SUL TRAFFICO (TA)
1 2

1
CHIAMARE RDS
2

NAVIGAZIONE (SE GUIDA IN CORSO): 1


TONI DTMF RADIOTEXT
2

1
INTERROMPI GUIDA 1
MODALITÀ QUADRO STRUMENTI MODALITÀ REGIONALE
2

1
RIPETI IL MESSAGGIO 1
MICROFONO OFF BANDA AM
2

1
DEVIARE PERCORSO IN MODALITÀ AM
LETTORI MUSICALI MULTIMEDIALI: 1

1
INFO ITINERAIO INFORMAZIONI SUL TRAFFICO (TA)
1 INFORMAZIONI SUL TRAFFICO (TA) 2

2
MOSTRA DESTIN. AGGIORNA LISTA AM
1
OPZIONI DI LETTURA 2

2
INFO PERCORSO BANDA FM
2
2
NORMALE
3
Criteri di guida
2
CASUALE MAPPA A PIENO SCHERMO:
3
Criteri esclusione.
2
RIPETIZIONE CARTELLA INTERROMPI GUIDARIPRENDI GUIDA
1
3 Numero di satelliti
2
INTRODUZIONE BRANO DESTINAZIONE
1
2
SPOSTARE MAPPA
1
SCEGLIERE MODALITÀ CENTRI D'INTERESSE POI
1
1 MESSAGGIO VOCALE
INFORMAZIONI SUI LUOGHI
1
1
OPZIONI GUIDA
1
REGOLAZIONI MAPPA

1
SPOSTARE MAPPA

177
04 NAVIGAZIONE - GUIDA
Inserire e lasciare la scheda SD di navigazione nel lettore del frontalino per poter utilizzare le funzioni

SCELTA DI UNA DESTINAZIONE


di navigazione.
I dati della scheda SD di navigazione non devono essere modificati.
Gli aggiornamenti dei dati cartografici sono disponibili presso la rete PEUGEOT.

1 4 Selezionare la funzione "Inserire


indirizzo" e premere la manopola per
Premere il tasto NAV. confermare.

INSERIRE INDIRIZZO

5
Una volta selezionato il Paese,
L'elenco delle ultime 20 destinazioni appare sotto la fun
funzione Menu ruotare la manopola e selezionare la
"Navigazione". funzione città. Premere la manopola
per confermare.

2 Premere nuovamente il tasto NAV 6


o selezionare la funzione Menu
"Navigazione" e premere la manopola Selezionare una alla volta le lettere
per confermare. della città confermando ogni volta con
una pressione della manopola.
MENU "NAVIGAZIONE"

3 Selezionare la funzione "Inserire


destinazione" e premere la manopola
per confermare. Un elenco predefinito (dall'inserimento delle prime lettere) delle città
nel Paese scelto è accessibile con il tasto LIST della
lla tastiera
tas virtuale.
INSERIRE DESTINAZIONE

178
04 NAVIGAZIONE - GUIDA
Per cancellare una destinazione a partire dalle fasi da 1 a 3, selezionare "Scegliere fra le
Pe
ultime destinazioni". Una pressione prolungata su una delle destinazioni visualizza una lista
di azioni fra le quali si può scegliere:
Elimina destinazione.
Elimina ultima destinazione.

7 10
Ruotare la manopola e selezionare OK.
Premere la manopola per confermare. Quindi selezionare "Avviare guida" e
premere la manopola per confermare.

Per un inserimento più veloce, è possibile digitare dirett


direttamente il AVVIARE GUIDA
codice postale dopo aver selezionato la funzione "CAP" "CAP".
Utilizzare la tastiera virtuale per digitare le lettere e i numeri.
num
Selezionare il criterio di guida:
"Percorso più veloce"/"Percorso breve/"Ottimizza tempo
tempo/distanza" e
8 premere la manopola per confermare.
Ripetere le fasi da 5 a 7 per le La scelta di una destinazione può anche essere effettua
ffettuata dalla
funzioni "Via" e "Numero civico". "Rubrica" o dalle "Ultime destinazioni".

RUBRICA ULTIME DESTINAZIONI


Selezionare la funzione "Salva nella rubrica" per salvare
salvar l'indirizzo
inserito in una scheda della rubrica. Premere la manop
anopola per
confermare la selezione.
Il WIP Nav permette di registrare fino a 500 schede contatto.
Èp possibile ingrandire o rimpicciolire la mappa con la ma
manopola.
È possibile spostare la mappa o sceglierne l'orientamen
tamento con
9 il menu rapido della MAPPA A PIENO SCHERMO.. Prem Premere la
Durante la guida, una pressione manopola poi selezionare "Regolazioni mappa".
dell'estremità del comando dei fari
richiama l'ultima istruzione di guida.

179
04 NAVIGAZIONE - GUIDA
OPZIONI DI GUIDA
Il percorso scelto dal radiotelefono WIP Nav dipende direttamente dalle opzioni di guida.
Se queste opzioni vengono modificate, il percorso può cambiare completamente.

1 5 Selezionare la funzione "Considera


traffico".
Premere il tasto NAV. Questa funzione permette di
accedere alle opzioni "Senza
deviazione" o "Con conferma".

CONSIDERA TRAFFICO
2 Premere nuovamente il tasto NAV
o selezionare la funzione Menu
"Navigazione" e premere la manopola
per confermare. 6
Selezionare la funzione "Calcola
MENU "NAVIGAZIONE" deviaz.". Questa funzione permette di
accedere alle opzioni ESCLUSIONI
(autostrade, pedaggio, traghetto).
3 Selezionare la funzione "Opzioni di
guida" e premere la manopola per
CALCOLA DEVIAZ.
confermare.

OPZIONI DI GUIDA
7
Ruotare la manopola e selezionare
la funzione "Ricalcola percorso" per
4 Selezionare la funzione "Criteri di prendere in conto le opzioni di guida
guida" e premere la manopola per scelte. Premere la manopola per
confermare. Questa funzione permette confermare.
di modificare i criteri di guida.
RICALCOLA PERCORSO
CRITERI DI GUIDA

180
04 NAVIGAZIONE - GUIDA
Una volta scelta la destinazione è possibile aggiungere delle tappe al percorso.

1 5
Inserire ad esempio un nuovo
indirizzo.
Premere il tasto NAV.

INSERIMENTO NUOVO INDIRIZZO

2 Premere nuovamente il tasto NAV 6 Una volta inserito il nuovo indirizzo,


o selezionare la funzione Menu selezionare "OK" e premere la
"Navigazione" e premere la manopola manopola per confermare.
per confermare.
MENU "NAVIGAZIONE" OK

3 7
Selezionare la funzione "Tappe" e Selezionare "Ricalcola percorso" e
premere la manopola per confermare. premere la manopola per confermare.

TAPPE RICALCOLA PERCORSO

4 Selezionare la funzione "Aggiungi


tappe" (5 tappe al massimo) e La tappa deve essere raggiunta o eliminata per consent
nsentire alla guida
premere la manopola per confermare. di continuare verso la successiva destinazione. Altrimen
trimenti il WIP Nav
riporterà sistematicamente verso la tappa precedente.
nte.
AGGIUNGI TAPPA

181
04 NAVIGAZIONE - GUIDA
RICERCA DEI CENTRI D'INTERESSE I centri d'interesse (POI) segnalano tutti i luoghi dei servizi presenti nelle vicinanze (hotel, attività

(POI) commerciali, aeroporti, ecc.).

Selezionare la funzione "POI nella


1 6
località" per cercare dei centri
Premere il tasto NAV. d'interesse nella città desiderata.
Scegliere il Paese e poi inserire il nome
della città con la tastiera virtuale.
POI NELLA LOCALITÀ
Premere nuovamente il tasto NAV
2 o selezionare la funzione Menu
"Navigazione" e premere la manopola
per confermare.
MENU "NAVIGAZIONE" Un elenco delle città presenti nel Paese selezionato
to è a
accessibile
con il tasto LIST della tastiera virtuale.

3 Selezionare la funzione "Ricerca


POI" e premere la manopola per
confermare.
RICERCA POI 7 Selezionare la funzione "POI nel
Paese" per cercare dei centri
d'interesse nel Paese desiderato.
4 Selezionare la funzione "POI nelle
vicinanze" per cercare dei centri POI NEL PAESE
d'interesse nei pressi del veicolo.
POI NELLE VICINANZE

8 Selezionare la funzione "POI lungo


Selezionare la funzione "POI vicino
5 il percorso" per cercare dei centri
alla destinazione" per cercare dei d'interesse in prossimità dell'itinerario.
centri d'interesse vicini al punto di
arrivo del percorso. POI LUNGO IL PERCORSO
POI VICINO ALLA DESTINAZIONE

182
04 NAVIGAZIONE - GUIDA Quest'icona appare quando più POI sono riuniti
nella stezza zona. Uno zoom su quest'icona
consente di vedere i dettagli dei POI.
LISTA DEI PRINCIPALI CENTRI D'INTERESSE (POI)

* Secondo la disponibilità nel Paese 183


04 NAVIGAZIONE - GUIDA
REGOLAZIONI DELLA NAVIGAZIONE

1 Il volume sonoro degli allarmi dei POI Zone a rischio si regola


solamente durante la diffusione dell'allarme.
Premere il tasto NAV.

5 Selezionare la funzione "POI sulla


mappa" per selezionare la funzione
POI da visualizzare per default sulla
2 Premere nuovamente il tasto NAV mappa.
o selezionare la funzione Menu
POI SULLA MAPPA
"Navigazione" e premere la manopola
per confermare.
6 Selezionare "Configurare allarmi zone
MENU "NAVIGAZIONE"
a rischio" per accedere alle funzioni
"Visualizzazione sulla mappa",
"Allarme visivo in prossimità" e
3 Selezionare la funzione "Allarme sonoro in prossimità".
"Impostazioni" e premere la manopola
per confermare.
CONFIGURARE ALLARMI ZONE A RISCHIO

IMPOSTAZIONI

AGGIORNAMENTO DEI POI ZONE A RISCHIO


4 Selezionare la funzione "Volume
dei messaggi vocali" e ruotare la Per l'aggiornamento è necessario un lettore compatibile SDHC
manopola per regolare il volume di (High Capacity).
ogni sintesi vocale (informazioni sul Telecaricare da internet (www.peugeot.fr oppure www.peugeot.co.uk)
traffico, messaggi d'allarme, ecc.). il file di aggiornamento.
Aprire questo file e copiare i documenti estratti nel dossier
VOLUME DEI MESSAGGI VOCALI DATABASE della scheda SD, in sostituzione di quelli esistenti.

184
05 INFORMAZIONI SUL TRAFFICO I messaggi TMC (Trafic Message Channel) sono delle informazioni relative al traffico e alle
condizioni meteorologiche, ricevute in tempo reale e trasmesse al guidatore sotto forma di annunci
sonori e visivi sulla mappa di navigazione.
CONFIGURARE IL FILTRO E LA Il sistema di guida può quindi proporre un percorso alternativo.

VISUALIZZAZIONE DEI MESSAGGI TMC

1 4 Selezionare la funzione "Filtro


Premere il tasto TRAFFIC. geografico" e premere la manopola
per confermare.
FILTRO GEOGRAFICO

La lista dei messaggi TMC appare sotto al Menu "Traffico",


selezionati in ordine di vicinanza. Poi selezionare il raggio del filtro
5
(in km) desiderato in funzione del
percorso, premere la manopola per
2 Premere nuovamente il tasto confermare.
TRAFFIC o selezionare la funzione Quando si selezionano tutti
Menu "Traffico" e premere la i messaggi sul percorso, si
manopola per confermare. raccomanda di aggiungere un filtro
geografico (in un raggio di 5 Km,
MENU "TRAFFICO" ad esempio) per ridurre il numero
di messaggi visualizzati sulla
mappa. Il filtro geografico segue lo
3 Selezionare un filtro a scelta: spostamento del veicolo.
TUTTI I MESSAGGI SUL PERCORSO

MESSAGGI D'ALLARME SUL PERCORSO


I filtri sono indipendenti e i loro risultati si sommano.
SOLO MESSAGGI D'ALLARME Si raccomanda di utilizzare un filtro per il percoso e un filtro per i
TUTTI I MESSAGGI
dintorni del veicolo:
- 3 km o 5 km per una regione con traffico intenso,
I messaggi appaiono sulla mappa e - 10 km per una regione con traffico normale,
nella lista. - 50 km per i lunghi percorsi (autostrada).
Per uscire, premere ESC.

185
05 INFORMAZIONI SUL TRAFFICO
PRINCIPALI SIMBOLI TMC ASCOLTARE I MESSAGGI TA

1 Triangolo nero e blu: informazioni generali, ad esempio: La funzione TA (Trafic Announcement) rende prioritario l'ascolto dei
messaggi d'allarme TA. Per essere attiva questa funzione necessita
una buona ricezione di una stazione radio che emette questo tipo
di messaggi. Quando viene emessa un'informazione sul traffico, il
sistema multimediale in corso (Radio, CD, Jukebox, ...) s'interrompe
automaticamente per diffondere il messaggio TA. L'ascolto normale
del sistema multimediale riprende al termine dell'emissione del
messaggio.

1
Quando il sistema multimediale in
2 Triangolo rosso e giallo: informazioni sul traffico, ad esempio: corso di ascolto viene visualizzato sul
display, premere la manopola.

2
Appare il menu rapido della modalità che permette di accedere
ac a:

INFO TRAFIC (TA)

3
Selezionare info trafic (TA) e premere
il comando per confermare e per
poter accedere alle regolazioni
corrispondenti.

186
06 RADIO
L'ambiente esterno (colline, edifici, gallerie, sottosuoli, ecc.) può disturbare la ricezione, anche in
modalità RDS. Questo fenomeno è normale nella propagazione delle onde radio e non indica in
alcun modo un'anomalia dell'autoradio.

SELEZIONARE UNA STAZIONE RDS - MODALITÀ REGIONALE

1 1
Premere il tasto RADIO per Quando la stazione radio ascoltata
visualizzare l'elenco in ordine è visualizzata sul display, premere la
alfabetico delle stazioni captate manopola.
localmente.
Selezionare la stazione scelta
ruotando la manopola e premere per 2 Appare il menu rapido della modalità radio e permette
ette d
di accedere ai
confermare. seguenti comandi rapidi:
INFO TRAFFICO (TA)

RDS
In ascolto radio, premere uno dei tasti per TESTO RADIO
selezionare la stazione precedente o successiva
nell'elenco. MODALITÀ REGIONALE

AM

3 Selezionare la funzione desiderata


Una pressione prolungata di uno dei tasti avvia e premere la manopola per
la ricerca automatica di una stazione verso le confermare ed accedere alle relative
frequenze inferiori o superiori. impostazioni.

L'RDS, se è visualizzato, permette di continuare ad d asc


ascoltare la
Premere uno dei tasti del tastierino numerico, per oltre 2 secondi, stessa stazione grazie al controllo della frequenza.. Tuttavia,
Tutta in
per memorizzare la stazione ascoltata. alcune condizioni, il controllo di questa stazione RDS DS no
non è garantito
Premere il tasto del tastierino numerico per richiamare
mare lla stazione in tutto il Paese, in quanto le stazioni radio non coprono
prono il 100 % del
memorizzata. territorio. Ciò spiega la perdita di ricezione della stazione
tazione durante il
percorso effettuato.

187
07 LETTORI MUSICALI MULTIMEDIALI
CD, CD MP3/WMA
INFORMAZIONI E CONSIGLI

Il WIP Nav legge solo i file audio con estensione ".mp3" e velocità
Il formato MP3, abbreviazione di MPEG 1, 2 & 2.5 Audio Layer 3, e
di trasmissione di 8 - 320 Kbps o con estensione e velo velocità di
il formato WMA, abbreviazione di Windows Media Audio e proprietà
trasmissione di 5 - 384 Kbps.
di Microsoft, sono norme di compressione audio che he permettono
pe di
Supporta anche la modalità VBR (Variable Bit Rate).
installare parecchie decine di file musicali sullo stesso disco.
Tutti gli altri tipi di file (.mp4, .m3u...) non possono essere letti.

Per poter leggere un CDR o un CDRW masterizzato, ato, se


selezionare
preferibilmente gli standard ISO 9660 livello 1, 2 o Jolie
Joliet durante la
masterizzazione.
Se il disco viene masterizzato in un altro formato, è possibile
pos che la Si consiglia di nominare i file con meno di 20 caratteri, escludendo i
lettura non avvenga correttamente. caratteri speciali (ad es.: " " ? ; ù) onde evitare problemi
blemi di lettura o di
Si consiglia di utilizzare sempre lo stesso standard di visualizzazione.
masterizzazione su uno stesso disco, con la più bassa
assa velocità
v
possibile (4x massimo) per una qualità acustica ottimale
ttimale.
Nel caso particolare di un CD multisessione, si raccoma
ccomanda lo
standard Joliet.

188
07 LETTORI MUSICALI MULTIMEDIALI
SELEZIONARE/ASCOLTARE LA MUSICA
CD, CD MP3/WMA

1 4
Selezionare la modalità musicale
desiderata: CD, CD MP3/WMA.
Premere il tasto MUSIC. Premere la manopola per
confermare. La lettura inizia.

5
Premere uno dei tasti freccia in alto
La lista dei brani o dei file MP3/WMA viene visualizzata sotto Menu o freccia in basso per selezionare la
"Musica". cartella successiva/precedente.

2 Premere nuovamente il tasto MUSIC 6


o selezionare la funzione Menu Premere uno dei tasti per selezionare
"Musica", e premere la manopola per un brano musicale.
confermare. Tenere premuto uno dei tasti per un
avanzamento o un ritorno veloce.
MENU "MUSICA"

3 Selezionare la funzione "Scegliere la


modalità" e premere la manopola per La lettura e la visualizzazione di una compilation MP3/WMA
MP3/W
confermare. possono dipendere dal programma di masterizzazione zione e/o dai
parametri utilizzati. Raccomandiamo di utilizzare lo standard
stan di
SCEGLIERE LA MODALITÀ masterizzazione ISO 9660.

189
07 LETTORI MUSICALI MULTIMEDIALI
UTILIZZARE L'ENTRATA AUDIO ESTERNA (AUX)
CAVO AUDIO JACK/USB NON FORNITO

1 3

Selezionare la funzione "Entrata


Collegare l'equipaggiamento esterno ausiliaria" e premere la manopola per
(lettore MP3/WMA…) alla presa audio attivarla.
JACK o alla porta USB, utilizzando un
cavo audio adatto.

ENTRATA AUSILIARIA

2
4

Premere il tasto MUSIC e premere Selezionare la modalità musicale


nuovamente il tasto o selezionare la AUX e premere la manopola
funzione Menu "Musica" poi premere per confermare. La lettura inizia
la manopola per confermare. automaticamente.

MENU "MUSICA" La visualizzazione e la gestione dei comandi si effettuan


fettuano
direttamente sull'equipaggiamento esterno.

190
08 TELEFONO BLUETOOTH
* I servizi disponibili dipendono dalla rete, dalla scheda SIM e dalla compatibilità degli apparecchi
Bluetooth utilizzati. Verificare sul manuale del proprio telefono e presso l'operatore telefonico, i servizi
COLLEGARE UN TELEFONO ai quali si può accedere. Presso la rete è disponibilie una lista di telefoni mobili che propongono la
migliore offerta.

3 Per il primo collegamento,


Per ragioni di sicurezza e poiché richiedono una partico
articolare
attenzione da parte del guidatore, le operazioni dii abbinamento
abbin tra selezionare "Cerca telefono" e
il telefono Bluetooth e il sistema kit vivavoce del WIP
IP Nav
Na devono premere la manopola per confermare.
essere effettuate a veicolo fermo e con il contatto inseri
inserito. Selezionare poi il nome del telefono.

CERCA TELEFONO

1
Attivare la funzione Bluetooth del telefono. 4
L'ultimo telefono collegato si ricollega Inserire il codice di autentificazione
automaticamente. sul telefono. Il codice da inserire è
visualizzato sul display.

Una volta collegato il telefono, il sistema WIP Nav può ssincronizzare


2 la rubrica e la lista delle chiamate. Questa sincronizzazi
izzazione può
durare qualche minuto*.
Premere il tasto PHONE.
1 Per cambiare il telefono collegato,
premere il tasto PHONE, poi
selezionare Menu "Telefono" e
premere la manopola per confermare.

L'elenco dei telefoni precedentemente collegati (4 al mamassimo) viene 2 Selezionare "Collega telefono".
visualizzato sul display multifunzione. Selezionare
e il telefono
tele scelto Selezionare il telefono e premere per
per il nuovo collegamento. confermare.
COLLEGA TELEFONO

191
08 TELEFONO BLUETOOTH
RICEVERE UNA CHIAMATA EFFETTUARE UNA CHIAMATA

1 1
Premere il tasto PHONE.
Una chiamata in entrata è annunciata da una suoneria
neria e da una
finestra sul display multifunzione.
Nel Menu "Telefono"o" appare
app la lista delle ultime 20 chiam
chiamate emesse
e ricevute dal veicolo. È possibile selezionare un numero
numer e premere
la manopola per avviare la chiamata.
2 Selezionare la voce "Sì" per accettare Selezionare la funzione Menu
o "No" per rifutare e confermare 2 "Telefono" e premere la manopola per
premendo la rotella. confermare.
TELEFONO
SÌ NO
Scegliere "Componi numero", quindi
comporre il numero di telefono sulla
Per riagganciare, premere il tasto tastiera virtuale.
3
PHONE o premere la manopola COMPONI NUMERO
e selezionare "Riagganciare", poi
confermare premendo la manopola. La scelta
ta di un
u numero può anche essere effettuata ta dalla
dall rubrica
telefonica. È possibile selezionare "Seleziona da rubrica
ubrica". Il WIP Nav
RIAGGANCIARE
permette di registrare fino a 4.000 voci.
Premere per oltre due secondi l'estremità del comando
ando sotto al
volante per accedere alla rubrica telefonica.

Per cancellare un numero, premere il tasto PHONE,E, poi premere a


chiamata o per chiudere la telefonata in corso. lungo il numero da chiamare. Viene visualizzato un
n elenco
elen di azioni,
tra cui:
Elimina digitazione
Elimina elenco
192
09 CONFIGURAZIONE
REGOLAZIONE DELLA DATA E DELL'ORA
La funzione SETUP permette di accedere a: Lingue, Data e ora, Visualizzazione, Luminosità, Colori,
Colore mappa, Parametri veicolo, Unità, Parametri sistema.

Questa regolazione è necessaria dopo aver scollegato


legato la batteria. 5

Selezionare la funzione "Formato


1 data" e premere la manopola per
Premere il tasto SET UP. confermare.

2
Selezionare la funzione "Data e ora" e
premere la manopola per confermare. 6
Confermare il formato desiderato
premendo la manopola.
DATA E ORA Selezionare la funzione "Formato
ora" e premere la manopola per
confermare.
3 Selezionare la funzione "Impostare
data e ora" e premere la manopola
per confermare.
Confermare il formato desiderato premendo la manop
anopola.
IMPOSTARE DATA E ORA Premendo per almeno 2 secondi il tasto SET UP si ac
accede a:

4 DETTAGLI APPARECCHIO
Impostare i parametri con le frecce
di direzione, confermando ogni volta COPERTURA GPS
con una pressione della manopola.
MODALITÀ DIMOSTRAZIONE

193
10 COMPUTER DI BORDO/PARAMETRI VEICOLO
COMPUTER DI BORDO QUALCHE DEFINIZIONE

1
Premere il tasto MAIN o premere Autonomia: visualizza il numero di chilometri che posspossono essere
ripetutamente il tasto MODE fino percorsi con il carburante rimanente nel serbatoio,, in ba
base al
alla visualizzazione sul display del consumo medio degli ultimi chilometri percorsi.
computer di bordo. Questo valore visualizzato può variare dopo un cambia
ambiamento di
velocità del veicolo o del rilievo percorso.
Non appena l'autonomia è inferiore ai 30 Km, vengono gono visualizzati
- Menu "veicolo": dei trattini. Dopo avere aggiunto almeno 5 litri di carbura
arburante,
Autonomia, consumo istantaneo e l'autonomia viene ricalcolata e visualizzata non appena
pena si superano
distanza ancora da percorrere. i 100 Km.
- Menu "1" (percorso 1): Se i trattini sono visualizzati in modo fisso al posto dei numeri,
Velocità media, consumo medio rivolgersi alla rete PEUGEOT.
e distanza percorsa calcolata sul
percorso "1". Consumo istantaneo: calcolato e visualizzato solo
lo a p
partire dai
- Menu "2" (percorso 2) con le 30 km/h.
stesse caratteristiche per un
secondo percorso. Consumo medio: è la quantità media di carburante
nte co
consumato
dall'ultimo azzeramento del computer.
Distanza percorsa: calcolata a partire dall'ultimo azzer
azzeramento del
computer di bordo.
Distanza ancora da percorrere: calcolata in base e alla destinazione
finale, inserita dall'utilizzatore. Se è stato attivato un percorso
Ogni pressione del pulsante, situato all'estremità del co
comando del guidato, il sistema di navigazione la calcola in modo do istantaneo.
ista
tergicristallo, permette di visualizzare in successione,
ne, i vvari dati del
computer di bordo, in funzione del tipo di display. Velocità media: è la velocità media calcolata dall'ultimo
l'ultimo
azzeramento del computer (contatto inserito).

194
11 STRUTTURA SCHERMATE
1 FUNZIONE PRINCIPALE
2 SCELTA A
3 scelta A1
3 scelta A2 1 MENU "MUSICA" 1 MENU "RADIO"
2 SCELTA B...
2 SELEZIONA LA MODALITÀ 2 BANDA AM/FM

2 REGOLAZIONI AUDIO 3 Banda FM

3 Balance/Fader 3 Banda AM

1 MENU "TRAFFICO" 3 Bassi/Alti 2 SCEGLIERE FREQUENZA

2 TUTTI I MESSAGGI SUL PERCORSO 3 Acustica musicale 2 REGOLAZIONI AUDIO

2
MESSAGGI D'ALLARME SUL PERCORSO 4 Nessuna 3 Balance/Fader

2
SOLO MESSAGGI D'ALLARME 4 Classica 3 Bassi/Alti

2
TUTTI I MESSAGGI 4 JAZZ 3 Acustica musicale

2
FILTRO GEOGRAFICO 4 Rock/pop 4 Nessuna

Entro 3 km 4 Techno 4 Classica


3

Entro 5 km 4 Vocale 4 JAZZ


3

Entro 10 km 3 Loudness 4 Rock/pop


3

Entro 50 km 3 Correzione volume automatica 4 Techno


3

Entro 100 km 3 Inizializzare regolazioni audio 4 Vocale


3

3 Loudness

3 Correzione automatica del volume

3 Inizializzare regolazioni audio

195
1 MENU "NAVIGAZIONE" 2 TAPPE 2 OPZIONI DI GUIDA

2
INTERROMPI GUIDA/RIPRENDI GUIDA 3 Aggiungi tappa 3 Criteri di guida

2
DIGITA DESTINAZIONE 4 Digita nuovo indirizzo 4 Percorso più veloce

3 Digita nuovo indirizzo 4


Guidami verso casa 4
Percorso più breve

4 Paese 4
Seleziona dalla rubrica 4
Ricalcola tempo/distanza

4 Località 4
Scegli tra le ultime destinazioni 3
Considera traffico

4 Via 3
Ottimizza itinerario 4
Senza deviazioni

4
Numero civico 3
Sostituisci tappa 4
Con conferma

4
Avvia guida 3
Elimina tappa 3
Criteri d'esclusione

4
CAP 3
Ricalcola itinerario 4
Evita autostrade

4
Salva nella rubrica 4
Percorso più veloce 4
Escludi autostrade

4
Incrocio 4
Percorso più breve 4
Escludi traghetti

4
Centro città Ricalcola tempo/distanza Ricalcola percorso
4 3

4
Coordinate GPS RICERCA POI REGOLAZIONI
2 2

4
Digita sulla mappa Nelle vicinanze Volume messaggi vocali
3 3

3
Guidami verso casa POI vicino alla destinazione POI sulla mappa
3 3

3
Seleziona dalla rubrica POI nella città Configura allarmi zone a rischio
3 3

3
Scegli tra le ultime destinazioni POI nel Paese Visualizzazioni sulla mappa
3 4

3
Informazioni stazione TMC POI lungo il percorso Allarme vis
3 4

Allarme son
4

196
1 MENU "TELEFONO" 1 MENU "SETUP" 4 Dark blue

2 COMPONI NUMERO 2 LINGUA* 3


Colore mappa

2 SELEZIONA DA RUBRICA 3 Deutsch 4


Mappa in modalità diurna

2 LISTE DELLE CHIAMATE 3 English 4


Mappa in modalità notturna

2 COLLEGA UN TELEFONO 3 Español 4


Mappa giorno/notte auto

3 Cerca telefono 3
Français 2
PARAMETRI VEICOLO*

3 Telefoni collegati 3
Italiano 3
Informazioni veicolo

4
Scollega telefono 3
Nederlands 4
Elenco allarmi

4
Rinomina telefono 3
Polski 4
Stato delle funzioni

4
Elimina telefono 3
Portuguese 2
UNITÀ

4
Elimina tutti i telefoni 2
DATA E ORA* 3
Temperatura

4
Mostra dettagli 3
Regolare data e ora 4
Celsius

2
REGOLAZIONI 3
Formato della data 4
Fahrenheit

3
Scegli suoneria 3
Formato dell'ora 3
Km e km/l

3
Regola volume suoneria 2
VISUALIZZAZIONE 4
Distanza

3
Digita numero segreteria 3
Luminosità 4
km e l/100

3
Colori 4
miglia (mi) e MPG

4
Pop titanium 2
PARAMETRI SISTEMA

4
Toffee 3
Ripristina configurazione fabbrica

4
Blue steel 3
Versione software

* Disponibile secondo il modello. Technogrey Testo scorrevole


4 3

197
DOMANDE RICORRENTI
DOMANDA RISPOSTA SOLUZIONE

Per consentire una qualità di ascolto ottimale, le regolazioni audio Controllare che le regolazioni audio (Volume,
di qualità tra le varie (Volume, Bassi, Alti, Acustiche, Loudness) possono essere adattate alle Bassi, Alti, Acustiche, Loudness) siano adatte
modalità audio (radio, varie modalità audio; questo può generare delle differenze riscontrabili alle modalità ascoltate. Si consiglia di regolare le
CD...). quando si cambia modalità (radio, CD...). funzioni AUDIO (Bassi, Alti, Balance Anteriore-
Posteriore, Sinistra-Destra) sulla posizione
centrale, di selezionare l'acustica musicale
Lineare, di regolare la correzione loudness sulla
posizione "Attivo" nella modalità CD e sullla
posizione "Non att" nella modalità radio.

Il CD viene espulso Il CD è inserito a rovescio, è illegibile, non contiene dati audio o contiene - Verificare il senso di inserimento del CD nel
sistematicamente o non un formato audio illegibile dall'autoradio. lettore.
viene letto dal lettore. - Verificare lo stato del CD: il CD non potrà
Il CD è protetto da un sistema di protezione antipirateria non riconosciuto essere letto se è troppo danneggiato.
dall'autoradio. - Verificare il contenuto se si tratta di un CD
inciso: consultare i consigli del capitolo Audio.
- Il lettore CD dell'autoradio non legge i DVD.
- Se di qualità insufficiente, alcuni CD incisi non
verranno letti dal sistema audio.

Il suono del lettore CD è Il CD utilizzato è rigato o di cattiva qualità. Inserire CD di buona qualità e conservarli in
distorto. buone condizioni.

Le regolazioni dell'autoradio (bassi, alti, acustiche) non sono adatte. Riportare il livello di alti o bassi a 0, senza
selezionare acustiche.

198
RISPOSTA SOLUZIONE

Le stazioni memorizzate La gamma d'onda selezionata non è quella giusta. Premere il tasto BAND AST per ritrovare la
non funzionano gamma d'onda (AM, FM1, FM2, FMAST) nella
(nessun suono, viene quale sono memorizzate le stazioni.
visualizzato 87,5 Mhz...).

La qualità di ricezione Il veicolo è troppo lontano dal trasmettitore della stazione ascoltata o non è Attivare la funzione "RDS" per consentire al
della stazione radio presente alcun trasmettitore nella zona geografica attraversata. sistema di verificare se è presente nella zona
ascoltata peggiora geografica un'emittente più potente.
progressivamente o le
stazioni memorizzate
non funzionano L'ambiente (collina, palazzo, galleria, parcheggio sotterraneo...) blocca la Questo fenomeno è normale e non indica un
(nessun suono, ricezione, anche nella modalità ricerca di frequenza RDS. malfunzionamento dell'autoradio.
viene visualizzato
87,5 Mhz...).

L'antenna è assente o è stata danneggiata (ad esempio durante un Far controllare l'antenna dalla rete PEUGEOT.
lavaggio o in un parcheggio sotterraneo).

Interruzioni del suono Il sistema RDS ricerca durante questa breve interruzione un'eventuale Disattivare la funzione "RDS" se il fenomeno è
da 1 a 2 secondi nella frequenza che consenta una migliore ricezione della stazione. troppo frequente e sempre sullo stesso percorso.
modalità radio.

A motore spento, Quando il motore è spento, il tempo di funzionamento dell'autoradio Avviare il motore del veicolo per far ricaricare la
l'autoradio si spegne dipende dalla carica della batteria. batteria.
dopo svariati minuti di Lo spegnimento è normale: l'autoradio entra in modalità economia di
utilizzo. energia e si spegne allo scopo di preservare la batteria del veicolo.

199
DOMANDA RISPOSTA SOLUZIONE

La casellina "Info All'avviamento, il sistema impiega alcuni minuti per captare le informazioni Attendere la ricezione delle informazioni
traffico (TA)" è spuntata. sul traffico. sul traffico (visualizzazione sulla mappa dei
Tuttavia alcuni ingorghi pittogrammi d'informazione sul traffico).
sull'itinerario non sono
indicati in tempo reale. In alcuni Paesi, solo i grandi assi stradali (autostrade, ecc.) sono presi in Questo fenomeno è normale. Il sistema dipende
considerazione per le informazioni sul traffico. dalle informazioni sul traffico disponibili.

Il tempo di calcolo di un Le prestazioni del sistema possono essere momentaneamente rallentate Attendere la fine della copia del CD o
itinerario sembra a volte se un CD è in copia sul Jukebox contemporaneamente al calcolo di un interrompere la copia prima di attivare
più lungo del solito. itinerario. un'operazione di guida.

Si riceve un allarme Il sistema indica tutti i radar che si trovano in un'area a cono situata Ingrandire la mappa per visualizzare l'esatta
radar che non si trova davanti al veicolo, e può rilevare i radar posizionati su strade vicine o posizione del radar.
sul proprio percorso. parallele.

L'allarme sonoro dei L'allarme sonoro non è attivo. Attivare l'allarme sonoro in Menu "Navigazione",
radar non funziona. Regolazioni, Configurare allarme zone a rischio.
Il suono dell'allarme è regolato al minimo. Aumentare il volume sonoro dell'allarme al
passaggio davanti ad un radar.

L'altitudine non viene All'avviamento, l'inizializzazione del GPS può impiegare fino a 3 minuti per Attendere l'avviamento completo del sistema.
visualizzata. captare correttamente più di 3 satelliti. Verificare che la copertura GPS sia di almeno
3 satelliti (pressione prolungata del tasto SETUP,
quindi selezionare "Copertura GPS" .

A seconda dell'ambiente geografico (galleria, ecc.) o meteorologico, le Questo fenomeno è normale. Il sistema è
condizioni di ricezione del segnale GPS possono variare. dipendente dalle condizioni di ricezione del
segnale GPS.

Il calcolo dell'itinerario I criteri di esclusione sono probabilmente in contrasto con la posizione Verificare i criteri di esclusione.
non viene eseguito. attuale (esclusione delle strade a pagamento su un'autostrada a
pagamento).
200
DOMANDA RISPOSTA SOLUZIONE

I tempi di attesa dopo Quando si inserisce un nuovo supporto, il sistema legge un certo numero Questa lettura può durare alcuni secondi.
l'inserimento di un CD di dati (cartella, titolo, artista, ...). Questo rappresenta un fenomeno normale.
sono lunghi.

Impossibile collegare il È possibile che il Bluetooth del telefono sia disattivato o che l'apparecchio - Verificare che il Bluetooth del telefono sia
telefono Bluetooth. non sia visibile. attivato.
- Verificare che il telefono sia visibile.

Il suono del telefono Il suono dipende sia dal sistema che dal telefono. Alazare il volume del WIP Nav, eventualmente
collegato al Bluetooth al massimo e alzare il suono del telefono, se
non è udibile. necessario.

201
WIP Sound AUTORADIO/BLUETOOTH

SOMMARIO
Il dispositivo WIP Sound è codificato in modo da poter 01 In breve p. 204
funzionare unicamente su questo veicolo. Per poterlo
montare su un altro veicolo, rivolgersi alla rete PEUGEOT 02 Comandi sotto al volante p. 205
per la configurazione del sistema.
03 Menu generale p. 206
04 Audio p. 207
05 Lettore USB - WIP Plug p. 210
06 WIP Bluetooth p. 213
Per ragioni di sicurezza, il guidatore deve realizzare le
07 Configurazione p. 215
operazioni che richiedono particolare attenzione a veicolo
fermo. 08 Computer di bordo p. 216
Quando il motore è spento, il funzionamento
dell'autoradio può interrompersi dopo qualche minuto per 09 Struttura delle schermate p. 217
preservare la batteria.
Domande frequenti p. 219

203
01 IN BREVE

2 9
3 4 5 6 7 8

1 11
10
15 14 13 12

1. Accensione/Spegnimento e regolazione del volume. 8. Interrompere l'operazione in corso. 13. Visualizzazione del menu generale.
2. Espulsione del CD. 9. Attivazione/Disattivazione della funzione TA (Info Traffico). 14. Tasti da 1 a 6:
Pressione prolungata: accesso alla modalità PTY (Tipi di Selezione stazione radio memorizzata.
3. Selezione della modalità di visualizzazione del display: Programmi radio). Pressione prolungata: memorizzazione di una stazione.
Funzioni audio (AUDIO), Computer di bordo (TRIP) e
Telefono (TEL). 10. Conferma. 15. Il tasto DARK modifica la visualizzazione dello schermo per
un maggior confort di guida notturna.
4. Selezione della modalità: 11. Ricerca automatica crescente/decrescente di frequenze. 1ª pressione: illuminazione solo della fascia superiore.
radio, CD audio/CD MP3, USB, connessione Jack, Selezione brano CD MP3 o USB precedente/successivo. 2ª pressione: visualizzazione schermo nero.
Streaming. 3ª pressione: ritorno alla visualizzazione standard.
12. Selezione crescente/decrescente di frequenze.
5. Selezione delle gamme d'onda FM1, FM2, FMast e AM. Selezione cartella MP3 precedente/successiva.
Selezione cartella/genere/artista/playlist precedente/
6. Regolazione delle opzioni audio: balance anteriore/ successiva del lettore USB.
posteriore, sinistra/destra, loudness, acustiche musicali.
7. Visualizzazione della lista delle stazioni locali, dei brani del
CD o delle cartelle MP3.

204
02 COMANDI SOTTO AL VOLANTE

RADIO: ricerca automatica frequenza crescente.


CD/MP3/USB: scelta del brano successivo.
CD/USB: pressione continua: avanzamento
RADIO: selezione decrescente della stazione veloce.
memorizzata. Selezione elemento precedente.
USB: selezione del genere/artista/rubrica
precedente nella lista di classificazione.
Selezione elemento precedente di un menu.
Aumento del volume.
Silenzio: interruzione
del suono
- Cambio della modalità sonora. mediante pressione
- Conferma di una selezione. contemporanea dei tasti
- Aprire/chiudere una chiamata aumento e diminuzione
- Pressione superiore a del volume.
2 secondi: accesso al menu Ripristino del suono
telefono. mediante pressione di
uno dei due tasti del
volume.
RADIO: selezione crescente della stazione Diminuzione del volume.
memorizzata.
USB: selezione del genere/artista/rubrica
precedente nell'elenco di classificazione. RADIO: ricerca automatica frequenza
Selezione elemento successivo di un menu. decrescente.
CD/MP3/USB: scelta del brano precedente.
CD/USB: pressione continua: ritorno veloce.
Selezione elemento successivo.

205
03 MENU GENERALE

TELEFONO: kit vivavoce,


FUNZIONI AUDIO: radio, CD,
abbinamento, gestione di una
USB, opzioni.
comunicazione.

> DISPLAY MONOCROMATICO C

COMPUTER DI BORDO: digitazione PERSONALIZZAZIONE-


delle distanze, allarmi, stato delle CONFIGURAZIONE: parametri veicolo,
funzioni. visualizzazione, lingue.

> DISPLAY MONOCROMATICO A Per avere una visione globale


del dettaglio dei menu da
selezionare, consultare la sezione
"Struttura delle schermate" di
questo capitolo.

206
04 AUDIO
L'ambiente esterno (collina, palazzo, galleria, parcheggio sotterraneo...) può bloccare la ricezione,
anche in modalità ricerca di frequenza RDS. Questo fenomeno è normale nella propagazione
delle onde radio e non significa in alcun caso un difetto dell'autoradio.

RADIO
SELEZIONE DI UNA STAZIONE
RDS

1 1
Premere più volte il tasto SOURCE e Premere il tasto MENU.
selezionare la radio.

2 Premere il tasto BAND AST per 2


selezionare una gamma d'onda: FM1, Selezionare FUNZIONI AUDIO poi
FM2, FMast o AM. premere OK.

3 Premere brevemente uno dei tasti 3 Selezionare la funzione


per effettuare una ricerca automatica PREFERENZE BANDA FM poi
delle stazioni radio. premere OK.
PREFERENZE BANDA FM

4 Selezionare ATTIVARE RICERCA DI


Premere uno dei tasti per effettuare 4
FREQUENZA (RDS) poi premere OK.
una ricerca manuale delle stazioni Sullo schermo appare RDS.
radio.
ATTIVARE RICERCA DI FREQUENZA (RDS)

Premere il tasto LIST REFRESH La modalità RDS, se visualizzata, consente di continuare ad


per visualizzare l'elenco delle ascoltare la stessa emittente grazie alla ricerca di frequenza.
stazioni ricevute localmente Tuttavia, in alcune condizioni, la ricerca di frequenza di questa
(massimo 30 stazioni). emittente RDS non è assicurata in tutto il Paese, poiché le stazioni
Per aggiornare questo elenco, radio non coprono il 100 % del territorio. Questo spiega la perdita di
premere per almeno due secondi. ricezione della stazione durante il tragitto.
207
04 AUDIO
CD CD MP3
ASCOLTO DI UN CD ASCOLTO DI UNA RACCOLTA MP3

Inserire una raccolta MP3 nel lettore.


L'autoradio ricerca l'insieme dei brani musicali;
l'operazione può durare da qualche secondo a diverse
Inserire solo CD di forma circolare. decine di secondi prima che la lettura abbia inizio.
Alcuni sistemi antipirateria su disco originale o CD
copiati con un masterizzatore personale, possono
generare malfunzionamenti indipendenti dalla qualità
del lettore originale. Su uno stesso disco, il lettore CD può leggere fino a 255 file MP3
Senza premere il tasto EJECT, inserire nel lettore un distribuiti su 8 livelli di cartelle. Si raccomanda tuttavia di limitarsi a
CD: la lettura inizia automaticamente. due livelli, per ridurre i tempi di accesso alla lettura del CD.
Durante la lettura, la sequenza delle cartelle non è rispettata,
e tutti i file vengono visualizzati sullo stesso livello.

1 1
Per ascoltare un disco già inserito, Per ascoltare un disco già inserito,
premere più volte ripetutamente il tasto premere più volte il tasto SOURCE e
SOURCE e selezionare CD. selezionare CD.

2 2 Premere uno dei tasti per selezionare


Premere uno dei tasti per selezionare
un brano del CD. un brano del CD.
Premere il tasto LIST REFRESH per Premere il tasto LIST REFRESH per
visualizzare l'elenco dei brani del CD. visualizzare la lista delle cartelle della
Per andare avanti e indietro in modo raccolta MP3.
veloce, tenere premuto uno dei tasti. Tenere premuto uno dei tasti per un
avanzamento o un ritorno veloce.

208
04 AUDIO
CD MP3
INFORMAZIONI E CONSIGLI

Il formato MP3, abbreviazione di MPEG 1,2 & 2.5 Audio Layer 3 è


uno standard di compressione audio che consente di registrare molti
file musicali su uno stesso disco.
L'autoradio legge unicamente i file audio con l'estensione ".mp3" con
una percentuale di campionatura di 22,05 KHz o 44,1 KHz. Tutti gli
altri tipi di file (.wma, .mp4, .m3u...) non possono essere letti.

I CD vuoti non vengono riconosciuti dal sistema e rischiano di


danneggiarlo.

Per poter leggere un CDR o un CDRW masterizzato, selezionare al


momento dell'incisione gli standard ISO 9660 livello 1,2 o Joliet di
preferenza.
Se il disco viene masterizzato in un altro formato, è possibile che la Si consiglia di nominare i file con meno di 20 caratteri, escludendo
lettura non avvenga correttamente. i caratteri particolari (es: " " ? ; ù) per evitare problemi di lettura o di
Su uno stesso disco, si raccomanda di utilizzare sempre lo stesso visualizzazione.
standard di masterizzazione con la velocità più bassa possibile
(al massimo 4 x) per una qualità del suono ottimale.
Nel caso particolare di un CD multisessione, si raccomanda lo
standard Joliet.

209
05 LETTORE USB - WIP PLUG
La lista degli equipaggiamenti compatibili e i tassi di compressione supportati sono disponibili
UTILIZZARE LA PRESA USB - WIP PLUG presso la rete PEUGEOT.

1 COLLEGAMENTO DI UNA CHIAVETTA USB


Questo apparecchio è composto da una porta
USB e da una presa Jack*. I files audio vengono 1
trasmessi da un equipaggiamento portatile Collegare direttamente o mediante cavetto, la
tipo walkman digitale o da una chiavetta USB, chiavetta alla presa USB. Se l'autoradio è accesa,
all'apparecchio WIP Sound, per essere ascoltati la modalità USB viene rilevata immediatamente
attraverso gli altoparlanti del veicolo. alla sua connessione. La lettura inizia
automaticamente dopo un certo periodo di tempo,
che dipende dalla capacità della chiavetta USB.
I formati di file riconosciuti sono .mp3 (solo
mpeg1 layer 3), .wma (solo standard 9,
2 Chiavetta USB (1.1, 1.2 e 2.0) o Ipod® di compressione da 128 k/bit), .wav e .ogg.
generazione 5 o superiori: Le playlist accettate sono di tipo m3u, .pls, .wpl.
- le chiavette USB devono essere formattate
come FAT o FAT 32 (NTFS non supportato),
- il cavetto dell'Ipod® è indispensabile,
- la navigazione nella base di file si effettua
mediante i comandi al volante,
- per una migliore connessione, il software IPod Il sistema compone delle liste di lettura (memoria temporanea) il cui
deve essere aggiornato regolarmente. tempo di creazione dipende dalla capacità del lettore USB.
Le altre modalità sono accessibili durante questo intervallo.
Le liste di lettura sono attualizzate ad ogni interruzione del contatto o
collegamento di una chiavetta USB.
3 Altri lettori Ipod® di generazioni precedenti e lettori Alla prima connessione viene proposta una classificazione dei
che utilizzano il protocollo MTP*: brani per cartella. Alla successiva connessione, il sistema di
- lettura solo mediante cavetto Jack-Jack (non classificazione scelto in precedenza rimane invariato.
fornito),
- la navigazione nella base di file si effettua
dall'apparecchio portatile.
* A seconda del veicolo.

210
05 LETTORE USB - WIP PLUG
UTILIZZARE LA PRESA USB - WIP PLUG

2 4 Premere uno di questi tasti per


Premere a lungo LIST per visualizzare le
varie classificazioni. accedere al brano precedente/
Scegliere per Cartella/Artista/Genere/ successivo della lista in fase di lettura.
Playlist, premere OK per selezionare la Per andare avanti/indietro
classificazione scelta, poi di nuovo OK per velocemente, tenere premuto uno
confermare. dei tasti.
OK

- per Cartella: tutte le cartelle contenenti


file audio riconosciuti sulla periferica, 5
elencati in ordine alfabetico, senza Premere uno dei tasti per accedere
rispettare la struttura. al Genere, Cartella, Artista o Playlist
- per Artista: tutti i nomi degli artisti precedente/successivo della lista in
definiti negli ID3 Tag, elencati in ordine fase di lettura.
alfabetico.
- per Genere: tutti i generi definiti negli
ID3 Tag.
- per Playlist: secondo le playlist
registrate sulla periferica USB. CONNESSIONE IPOD® MEDIANTE LA PRESA USB

1 Le liste disponibili sono Artista, Genere e Playlist (come quelle


3 Premere brevemente LIST per definite nell'iPod®).
visualizzare la classificazione scelta La Selezione e la Navigazione sono descritte nelle fasi da 1 a
in precedenza. 5 precedenti.
Far scorrere la lista con i tasti sinistra/
destra e alto/basso.
Confermare la selezione premendo Non collegare alla presa USB hard disk o apparecchiature USB
OK. diverse dalle apparecchiature audio, per non danneggiare l'impianto.

211
05 LETTORE USB - WIP PLUG
UTILIZZO DELL'ENTRATA AUSILIARIA (AUX) REGOLAZIONE DEL VOLUME
PRESA RCA DELL'APPARECCHIO AUSILIARIO

L'entrata ausiliaria RCA consente il collegamento di Regolare innanzitutto il volume


un'apparecchiatura portatile (lettore MP3...). dell'equipaggiamento esterno.

1 2

Collegare l'equipaggiamento portatile


(lettore MP3...) alle prese audio (bianca Poi regolare il volume dell'autoradio.
e rossa, tipo RCA) servendosi di un
cavo audio specifico non fornito.

Premere più volte il tasto SOURCE e La visualizzazione e la gestione dei comandi si


selezionare AUX. effettuano mediante l'equipaggiamento esterno.

212
06 WIP BLUETOOTH
I servizi offerti dipendono dalla rete, dalla scheda SIM e dalla compatibilità degli apparecchi Bluetooth

TELEFONO BLUETOOTH utilizzati.


Verificare sul manuale del telefono e con l'operatore, quali sono i servizi a cui si accede. Presso la rete
DISPLAY C è disponibile un elenco dei telefoni cellulari che propongono la migliore offerta disponibile nella rete.
Rivolgersi alla rete PEUGEOT.

ABBINAMENTO DI UN TELEFONO Il menu "TELEFONO" permette di accedere alle seguenti funzioni:


Rubrica*, Lista delle chiamate, Gestione degli abbinamenti.
Per ragioni di sicurezza e poiché richiedono una particolare * Se la compatibilità del cellulare è totale.
attenzione da parte del guidatore, le operazioni di abbinamento tra
il telefono cellulare Bluetooth e il sistema kit vivavoce Bluetooth Nella lista, selezionare il telefono da collegare. È possibile collegare
dell'autoradio, devono essere effettuate a veicolo fermo e a contatto 6
un solo telefono alla volta.
inserito.
Sul display viene visualizzata una tastiera
7
Saisir code authentiication

virtuale: comporre un codice di almeno 4 cifre. _

1 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9

Attivare la funzione Bluetooth del telefono. Confermare con Ok. OK OK Del

2 8
Premere il tasto MENU. Sul display del telefono scelto viene visualizzato un
messaggio: per accettare l'abbinamento, digitare
questo codice sul telefono, poi confermare con Ok.

3 Selezionare nel menu.


- Bluetooth telefonia - Audio
- Configurazione Bluetooth 9 Se l'operazione fallisce il numero di prove è illimitato.
- Effettuare una ricerca Bluetooth
Sul display appare la scritta "Abbinamento Nome_telefono riuscito".
10 Il collegamento automatico autorizzato è attivo solo dopo aver
4 Appare una finestra con la scritta "Ricerca in corso...". configurato il telefono.
La rubrica e la lista delle chiamate sono accessibili dopo la
sincronizzazione temporizzata.
5
Nella finestra appaiono i primi 4 telefoni riconosciuti.
L'abbinamento può anche essere effettuato dal telefono.

213
06 WIP BLUETOOTH
STREAMING AUDIO BLUETOOTH
(DISPONIBILE NEL CORSO DELL'ANNO)

RICEVERE UNA CHIAMATA Diffusione senza fili dei files musicali del telefono attraverso
l'equipaggiamento audio. Il telefono deve saper gestire i profili
bluetooth adeguati (Profili A2DP/AVRCP).
1 Una chiamata in entrata è annunciata da una suoneria e da una
finestra sul display multifunzione. Iniziare l'abbinamento tra il telefono e il veicolo.
1
Questo abbinamento può essere iniziato dal menu
telefono del veicolo o attraverso la tastiera del
2 Selezionare la voce SI' sul display
telefono. Vedi tappe da 1 a 10 nelle pagine precedenti.
usando i tasti e confermare con OK.
Durante la fase di abbinamento, il veicolo deve essere
SI fermo e con la chiave in posizione contatto.

Premere OK sui comandi al volante per accettare 2 Selezionare nel menu telefono, il telefono da collegare.
la chiamata. Il sistema audio si collega automaticamente ad un telefono appena
abbinato.

CHIAMATA IN USCITA
3 Attivare la modalità streaming
premendo il tasto SOURCE*.
1 Dal menu Bluetooth telefonia Audio, selezionare Gestire la chiamata Il pilotaggio dei brani d'ascolto usuali
telefonica poi Chiama, Lista delle chiamate o Rubrica. è possibile attraverso i tasti del
frontalino della Radio e i comandi al
volante**. Le informazioni contestuali
2 possono essere visualizzate sul
Premere per almeno due secondi l'estremità del display.
comando sotto al volante per accedere alla rubrica.
Oppure
Per comporre un numero, utilizzare la tastiera del * In alcuni casi, la lettura dei files Audio deve essere attivata dalla tastiera.
telefono, a veicolo fermo. ** Se il telefono supporta la funzione.

214
07 CONFIGURAZIONE
IMPOSTAZIONE DATA E ORA
DISPLAY C

1 5
Premere il tasto MENU. Premere per confermare la scelta.

Selezionare la funzione
2 PERSONALIZZAZIONE - 6
CONFIGURAZIONE con i tasti
freccia. Selezionare la funzione REGOL.
DATA E ORA con i tasti freccia.

PERSONALIZZAZIONE - CONFIGURAZIONE REGOL. DATA E ORA

3 7
Premere per confermare la scelta. Premere per confermare la scelta.

4 8
Impostare i parametri uno ad uno,
Selezionare la funzione
confermando con il tasto OK.
CONFIGURAZIONE
Selezionare quindi la voce OK sul
VISUALIZZATORE con i tasti freccia.
display e confermare.

CONFIGURAZIONE VISUALIZZATORE OK

215
08 COMPUTER DI BORDO

Ogni pressione del pulsante, situato all'estremità del QUALCHE DEFINIZIONE


comando del tergicristallo, permette di visualizzare
i vari dati del computer di bordo, in funzione del Autonomia: visualizza il numero di chilometri che possono essere
display: percorsi con il carburante rimanente nel serbatoio, in base al consumo
medio degli ultimi chilometri percorsi.
Questo valore visualizzato può variare dopo un cambiamento di velocità
del veicolo o del rilievo percorso.
Non appena l'autonomia è inferiore ai 30 Km, vengono visualizzati dei
trattini. Dopo avere aggiunto almeno 5 litri di carburante, l'autonomia viene
ricalcolata e visualizzata non appena si superano i 100 Km.
Se i trattini sono visualizzati in modo fisso al posto dei numeri, rivolgersi
alla rete PEUGEOT.

9 Consumo istantaneo: calcolato e visualizzato solo a partire dai 30 km/h.

Consumo medio: è la quantità media di carburante consumato dall'ultimo


- la tendina "veicolo" con: azzeramento del computer.
l'autonomia, il consumo istantaneo e la distanza ancora da percorrere,
- la tendina "1" (percorso 1) con: Distanza percorsa: calcolata a partire dall'ultimo azzeramento del
la velocità media, il consumo medio e la distanza percorsa calcolati sul computer di bordo.
percorso "1",
- la tendina "2" (percorso 2) con le stesse caratteristiche per un secondo Distanza ancora da percorrere: calcolata in base alla destinazione finale,
percorso. inserita dall'utilizzatore. Se è stato attivato un percorso guidato, il sistema
di navigazione la calcola in modo istantaneo.

Azzeramento Velocità media: è la velocità media calcolata dall'ultimo azzeramento del


Quando è visualizzato il percorso desiderato, premere il comando computer (contatto inserito).
per almeno due secondi.

216
09 STRUTTURA SCHERMATE
monocromatico A 1 FUNZIONE PRINCIPALE
2 SCELTA A
Monocromatico C
3 Scelta A1
Una pressione del comando OK permette
3 Scelta A2
2 SCELTA B...
di accedere a dei menu rapidi, secondo la
visualizzazione sul display:
RADIO
1
RADIO-CD 1 REGOL VISUAL
attiva/disattiva RDS
1
2
RICERCA RDS 2 ANNO
attiva/disattiva modalità REG
1
MODALITA' REG 2 MESE
2
attiva/disattiva radiotext
1
RIPETIZIONE CD 2 GIORNO
2

LETT. CASUALE 2 ORA CD/CD MP3


2

1
CONFIG VEIC* 2 MINUTI attiva/disattiva Intro
1

2
TERGICR POST 2 MODALITA' 12/24 H attiva/disattiva ripetizione brani (tutto il CD in corso per
CD, tutta la cartella in corso per CD MP3)
ACC TEMP 1
2
1 LINGUE
1
OPZIONI attiva/disattiva lettura casuale (tutto il CD in corso per CD,
2 FRANCAIS tutta la cartella in corso per CD MP3)
DIAGNOSI 1
2
2 ITALIANO
3 consulta
2 NEDERLANDS USB
3 esci
2 PORTUGUES attiva/disattiva ripetizione brani (della cartella/artista/
1
UNITA' genere/playlist in corso di lettura)
1
2 PORTUGUES-BRASIL
TEMPERATURA: °CELSIUS/°FAHRENHEIT
2
2 DEUTSCH attiva/disattiva lettura casuale (della cartella/artista/
CONSUMO CARBURANTE: KM/L - L/100 - MPG genere/playlist in corso di lettura)
2 1
2 ENGLISH

2 ESPANOL
* I parametri variano a seconda del veicolo.

217
09 STRUTTURA SCHERMATE
monocromatico A 1 FUNZIONE PRINCIPALE
2 SCELTA A
Monocromatico C
3 Scelta A1
Una pressione del comando OK permette
3 Scelta A2
2 SCELTA B...
di accedere a dei menu rapidi, secondo la
visualizzazione sul display:
RADIO
1
RADIO-CD 1 REGOL VISUAL
attiva/disattiva RDS
1
2
RICERCA RDS 2 ANNO
attiva/disattiva modalità REG
1
MODALITA' REG 2 MESE
2
attiva/disattiva radiotext
1
RIPETIZIONE CD 2 GIORNO
2

LETT. CASUALE 2 ORA CD/CD MP3


2

1
CONFIG VEIC* 2 MINUTI attiva/disattiva Intro
1

2
TERGICR POST 2 MODALITA' 12/24 H attiva/disattiva ripetizione brani (tutto il CD in corso per
CD, tutta la cartella in corso per CD MP3)
ACC TEMP 1
2
1 LINGUE
1
OPZIONI attiva/disattiva lettura casuale (tutto il CD in corso per CD,
2 FRANCAIS tutta la cartella in corso per CD MP3)
DIAGNOSI 1
2
2 ITALIANO
3 consulta
2 NEDERLANDS USB
3 esci
2 PORTUGUES attiva/disattiva ripetizione brani (della cartella/artista/
1
UNITA' genere/playlist in corso di lettura)
1
2 PORTUGUES-BRASIL
TEMPERATURA: °CELSIUS/°FAHRENHEIT
2
2 DEUTSCH attiva/disattiva lettura casuale (della cartella/artista/
CONSUMO CARBURANTE: KM/L - L/100 - MPG genere/playlist in corso di lettura)
2 1
2 ENGLISH

2 ESPANOL
* I parametri variano a seconda del veicolo.

217
STRUTTURA SCHERMATE monocromatico C
ELENCO DEGLI ALLARMI
Una pressione del tasto MENU permette di 2

visualizzare: 3 Diagnosi
1
TELEFONO BLUETOOTH
STATO DELLE FUNZIONI*
2
2
CONFIGURAZIONE BLUETOOTH
1 FUNZIONI AUDIO Funzioni attivate o disattivate
3
3
Collegare/Scollegare un cellulare
2 PREFERENZE BANDA FM
3 Funzione telefono
3 ricerca di frequenza (RDS)
1
PERSONALIZZAZIONE - CONFIGURAZIONE
3 Funzione Streaming audio
4 attiva/disattiva DEFINIRE I PARAMETRI VEICOLO*
2
4 Consultare i cellulari abbinati
3 modalità regionale (REG) CONFIGURAZIONE SCHERMO
2
4 Eliminare un cellulare abbinato
4 attiva/disattiva regol. luminosità schermo
3
4 Effettuare una ricerca Bluetooth
3 visualiz. radiotext (RDTXT) schermo normale
4
2 CHIAMARE
4
attiva/disattiva schermo inverso
4
3 Lista delle chiamate
2 MODALITA' DI LETTURA regolazione luminosità (- +)
4
4 Rubrica
3 ripetizione album (RPT) regol. data e ora
3
GESTIONE DELLA CHIAMATA
2
4 attiva/disattiva regol. giorno/mese/anno
3
Chiudere la chiamata in corso
3
3 lettura casuale brani (RDM) regol. ora/minuti
4
Attivare la modalità riservata
3
4 attiva/disattiva scelta 12/24 ore
4
scelta delle unità
3

l/100 km - mpg - km/l


1
COMPUTER DI BORDO 4

°Celsius/°Fahrenheit
4
2
DIGITARE DISTANZA FINO ALLA DESTINAZIONE
SCELTA DELLA LINGUA
2
Distanza: x km
3

* I parametri variano a seconda del veicolo.

218
DOMANDE RICORRENTI
DOMANDA RISPOSTA SOLUZIONE

Tra le varie modalità Per consentire una qualità di ascolto ottimale, le regolazioni audio Controllare che le regolazioni audio (Volume,
audio (radio, CD...) (Volume, Bassi, Alti, Acustica, Loudness) possono essere adattate alle Bassi, Alti, Acustiche, Loudness) siano adatte
esistono differenze di varie modalità sonore, che possono provocare differenze riscontrabili alle modalità ascoltate. Si consiglia di regolare le
qualità sonora. quando si cambia modalità (radio, CD...). funzioni AUDIO (Bassi, Alti, Balance Anteriore -
Posteriore, Sinistra-Destra) in posizione
intermedia, di selezionare l'acustica musicale
"Nessuna", di regolare la correzione loudness
sulla posizione "Attivo" in modalità CD e sulla
posizione "Non att" in modalità radio.

Il CD viene espulso Il CD è inserito a rovescio, è illeggibile, non contiene dati audio o contiene - Verificare il senso di inserimento del CD nel
sistematicamente o non un formato audio illegibile dall'autoradio. lettore.
viene letto dal lettore. Il CD è protetto da un sistema di protezione antipirateria non riconosciuto - Verificare lo stato del CD: il CD non potrà
dall'autoradio. essere letto se è troppo danneggiato.
- Verificare il contenuto se si tratta di un CD
inciso: consultare i consigli del capitolo "Audio".
- Il lettore CD dell'autoradio non legge i DVD.
- Se di qualità insufficiente, alcuni CD incisi non
verranno letti dal sistema audio.

Sullo schermo viene La connessione Bluetooth s'interrompe. Ricaricare la batteria dell'equipaggiamento


visualizzato il messaggio E' possibile che il livello di carica della batteria della periferica sia insufficiente. collegato alla periferica.
"Errore periferica USB".
La chiavetta USB non viene riconosciuta. Riformattare la chiavetta.
La chiavetta può essere danneggiata.

Il suono del lettore CD è Il CD utilizzato è rigato o di cattiva qualità. Inserire CD di buona qualità e conservarli in
deteriorato. buone condizioni.

Le regolazioni dell'autoradio (bassi, alti, acustiche) sono inadatte. Riportare il livello di alti o bassi a 0, senza
selezionare acustiche.

219
DOMANDA RISPOSTA SOLUZIONE

Le stazioni memorizzate La gamma d'onda selezionata non è quella giusta. Premere il tasto BAND AST per ritrovare la
non funzionano gamma d'onda (AM, FM1, FM2, FMAST) nella
(assenza di suono, quale sono memorizzate le stazioni.
vengono visualizzati
87,5 Mhz...).

L'annuncio sul traffico La stazione radio non partecipa alla rete regionale di informazioni sul Selezionare una radio che trasmetta informazioni
(TA) è visualizzato. traffico. sul traffico.
Non si riceve alcuna
informazione sul traffico.

La qualità di ricezione Il veicolo è troppo lontano dal trasmettitore della stazione ascoltata o non è Attivare la funzione RDS allo scopo di consentire
della stazione radio presente alcun trasmettitore nella zona geografica attraversata. al sistema di verificare se è presente nella zona
ascoltata peggiora geografica un trasmettitore più potente.
progressivamente o le
stazioni memorizzate L'ambiente (collina, palazzo, galleria, parcheggio sotterraneo...) blocca la Questo fenomeno è normale e non indica un
non funzionano ricezione, anche in modalità ricerca di frequenza RDS. malfunzionamento dell'autoradio.
(assenza di suono,
viene visualizzato
87,5 Mhz...). L'antenna è assente o è stata danneggiata (per esempio durante un Far verificare l'antenna dalla rete PEUGEOT.
lavaggio o in un parcheggio sotterraneo).

Interruzioni del suono Il sistema RDS ricerca, durante questa breve interruzione, un'eventuale Disattivare la funzione RDS se il fenomeno è
da 1 a 2 secondi in frequenza che consenta una migliore ricezione della stazione. troppo frequente e sempre sullo stesso percorso.
modalità radio.

A motore spento, Quando il motore è spento, il tempo di funzionamento dell'autoradio Avviare il motore del veicolo allo scopo di
l'autoradio si spegne dipende dalla carica della batteria. ricaricare la batteria.
dopo svariati minuti di Lo spegnimento è normale: l'autoradio entra in modalità economia di
utilizzo. energia e si spegne allo scopo di preservare la batteria del veicolo.

Il messaggio Per proteggere l'equipaggiamento in caso di temperatura ambiente troppo Interrompere il sistema audio per qualche minuto
"Surriscaldamento sistema elevata, l'autoradio passa ad una modalità automatica di protezione per far raffreddare il sistema.
audio" viene visualizzato termica che porta ad una riduzione del volume sonoro o all'arresto della
sullo schermo. lettura del CD.

220
10 CARATTERISTICHE TECNICHE

MASSE E CARICHI TRAINABILI BERLINA (in kg)

1.4 Turbo 1.6 Turbo 1.6 Turbo HDI 1.6 Turbo


Motori Diesel HDI 70 CV HDI 90 CV 90 CV 99g HDI 16V 110 CV

Cambi Manuale Manuale Manuale Manuale

- Massa a vuoto (in ordine di marcia) 1 261 - 1 251 - 1 269 1 280 - 1 272 - 1 290 1 260 - 1 279 1 328 - 1 319 - 1 358

- Carico utile 399 - 369 - 341 420 - 408 - 340 445 - 450 382 - 391 - 323
- Massa massima autorizzata a pieno
carico (MTAC) 1 660 - 1 620 - 1 610 1 700 - 1 680 - 1 630 1 630 - 1 654 1 710 - 1 710 - 1 681

- Massa massima autorizzata a pieno carico più rimorchio (MTRA)

con pendenza del 12 % 2 242 - 2 265 2 650 1 630 - 1654 2 690

- Rimorchio frenato (nei limiti dell’MTRA)

con pendenza del 10 % o 12 % 600 950 - 970 - 1 020 980

con pendenza dell’8 % - 980 - 1 000 1 030


- Rimorchio frenato** (con riporto del 850 1 150 1 150
carico nei limiti dell’MTRA)
- Rimorchio non frenato 600 600 600

- Massa massimo sul gancio traino 46 46 46 46

** La massa trainata frenata può essere aumentata, nei limiti della massa massima autorizzata a pieno carico più rimorchio, a condizione di diminuire la massa massima autorizzata
a pieno carico del veicolo trainante; attenzione, il traino del veicolo trainante può comprometterne la tenuta su strada (rispettare la legislazione vigente nel Paese).
I valori della massa massima autorizzata a pieno carico più rimorchio e dei carichi trainati indicati sono validi per un’altitudine
massima di 1 000 metri; il carico trainabile citato deve essere ridotto del 10 % ogni 1 000 metri di altitudine.
Nel caso di veicolo trainante, è vietato superare il limite di velocità di 100 km/h (rispettare la legislazione vigente nel proprio
Paese).
Temperature esterne elevate possono provocare riduzioni delle prestazioni del veicolo per proteggere il motore; quando la
temperatura esterna è superiore ai 37 °C, limitare la massa trainata.
168