Sei sulla pagina 1di 6

MISURE DI PRESTAZIONE

Un Processo Produttivo può essere visto come


Es.
medico:
- effettua prima di tutto un analisi, intervistando il paziente
- Comincia a vagliare delle alternative per alleviare il malessere
- Diagnosi (analisi per capire che cosa provoca il malessere): esami del sangue, ecc
- Prescrive la ricetta
Analisi di terapia:
Studio svolto al miglioramento di un processo produttivo, svolto da un consulente
esterno ( venendo da fuori è più avvantaggiato)

Come si svolge l’analisi?


- Sopraluoghi e interviste ai vari owner dell’attivita`
Diagnosi (quali sono le cause del malessere del sistema produttivo)
Bisogna misurare i vari valori delle misure di prestazioni
Terapia: risolvere il problema

Schema :
Analisi  Diagnosi  Terapia
/Analisi: intervista a chi lavora nei processi operativi
Diagnosi: misurazione di grandezze oggettive che caratterizzano il sist operativo
/Terapia: prescrizioni riguardanti, come dev’essere modificato ciascun processo
operativo

// Analisi e Terapia: si apprende solo con l’esperienza


Indicatori di prestazione:
- Aiutarci nell’analisi di produzione
- Aiuta ad incentivare il personale a raggiungere gli obiettivi che l’azienda ha dato
es. all’universita` i voti sono indicatori da un incentivo, poiche il voto permette di
misurare la performance.
Diagnosi
Sistema di indicatori ( come deve essere?)
- Il sistema deve essere il piu completo possibile
- Gli indicatori devono essere misurati effettivamente e oggettivamente
Un indicatore di utilizzo delle macchine dato dal rumore prodotto dai macchinari
 non utile, non e` fondamentale.
- Gli indicatori devono essere controllati tempestivamente (non serve un controllo
solo per 6 mesi).
- Deve essere coerente con gli obbiettivi fissati dall’azienda
- Sintetico. Pochi indicatori che mi garantiscano la competenza

MISURE DI PRESTAZIONE
Prestazioni di efficienza (interne) : possono essere misurate da solo chi e` all’interni del
sist produttivo. Le prestazioni rilevano quanto sia lo sforzo (effort) del sistema
produttivo pereseguire le proprie priorita`.
Prestazioni di efficacia (esterne): possono essere rilevate sia da chi sta fuori o dentro
dal sist produttivo. Sono prestaz che consente di capire quanto bene il sist produttivo
sta servendo il mercato (qualita, prezzi, tempo)
Prestazione di efficienza
Puo` essere misurata anche dai materiali del proc prod.
Produttivita`: misura di prestazione
Es. misura di prestaz: giro in pista a Monza  3 o 15 min di corsa
3 min in una formula uno  tempo non buono
15 min a piedi  buono
Il contesto determina se un valore e` buono o non buono.

Disponibilita`:
es. nell’ impianto ho un macchinario: non e` sempre attivo. Ci sono momenti di pausa e
momenti di attivita`
stati:
- Mancanza ordini (MO): situazione di non attivita  non ci sono ordini
Tmo = tempo di MO
- Mancanza materiali (MM)
Tmm = t di mancanza materiali
- Fermo per sciopero (SC)
Tsc
- Fermo per cause operative (O)
 es materie prime sono in magazzino, non ho macchinari per la lavorazione
 microassenteismo
To
- Fermo per guasto (Tg)
- Fermo per manutenzione pianificate (Tf)
- Fermo di produzione per prove (Tpr)
- Fermo per setup (Ts)
- Tempo di produzione buona (Tb)
- Tempo di produzione di scarto (Ts)
Disponibilita : grandezza adimensionale che misura l’incidenza dei guasti e delle
fermate per manuntenzione programmata sul impianto stesso.
𝑇−𝑇𝑚𝑜−𝑇𝑠𝑐−𝑇𝑜−𝑇𝑔−𝑇𝑓
Come si usa? 𝐴=
𝑇−𝑇𝑚𝑜−𝑇𝑚𝑚−𝑇𝑠𝑐−𝑇𝑜

A = Disponibilita`
Potenzialita`: e` un numero di unita di misura del flusso, quantita`/tempo
- Potenzialita di targa PT: dato che mi viene dato dal costruttore della mcchina.
Flusso massimo che l’impianto puo` restituire. E` stata misurata in tempo molto
contenuto.
𝑞𝑡𝑎
Quantita di flusso che la macchina puo` produrre nel tempo 𝐹= .
𝑡
- Potenzialita` teorica Pt: misura di flusso, che si ottiene come Pt = PT * A
E` cio` che mi consente di settare il massimo valore accettabile  migliore
performance.
Questo succede nei impianti monoprodotto

- Potenzialita` di mix = Potenzialita` teorica per impianti mix


∑ 𝑄𝑏 + 𝑄𝑠
𝑃𝑚𝑖𝑥 =
∑ 𝑇𝑃𝑏 + 𝑇𝑃𝑠
Qb = quantita buona prodotta nell’intervallo “i”
TPb = tempo di produzione buona nell’intervallo “i”

PRODUTTIVITA DI UN IMPIANTO

output produzione buona versata a mag. valorizz. in ore STD


𝑃= =
input Tempo di apertura

t effettivo di produzione produzione buona vers e maggiore in h STD


P=U*µ 𝑈= µ=
t di apertura tempo eff.di produzione

Utilizzo = quanto sfrutto il mio impianto


Rendimento = quanto bene faccio funzionare l’impianto, quando lavora
T effettivo di produzione = T – Tmo – Tmm – Tsc – To – Tg – Tf – Tpr = Tpb + Tps + Ts
Cos’e` megli Tsetup o Tstandard?
Meglio tempo di setup, tempo a cui bisogno tendere.

PRODUTTIVITA DELLA MDO


output produzione buona versata a mag. valorizz. in ore STD
𝑃= =
input ore pagate
𝑃 =U∗ µ
ore lavorate
𝑈=
ore pagate
produzione buona vers e maggiore in h STD
µ=
ore lavorate

Le ore pagate  sono le ore timbrate (ingresso entrata/uscita dei dipendenti)

PRODUTTIVITA DEI MATERIALI

output volume ottenuto


𝑃= =
input volume effettivamente impiegato

volume ottenuto volume teoric impiegato


= ∗
volume teoricamente impiegato volume effettivamente impiegato

Fenomeno degli Fenomeno degli sfridi


scarti

Sfrido: Residuo della lavorazione di materiali o prodotti vari

MISURE DI PRESTAZIONE DI EFFICACIA PER SISTEMI SU COMMESSA


DP Ritardo non pianificato

DO DR DE
Ritardo pianificato

Tempestivita: velocita del sist nel rispondere alla richiesta del cliente
= Lead Time = DE(data di consegna effettiva) – DO(data di ordine)
DP= consegna pianificata
Puntualita: servire il cliente entro il tempo da lui richiesto
= Ritardo = DE - DR
Data nella quale saro in grado di consegnare il prodotto al cliente
Tra DO e DR : data di inserimento ordine, data possibile inizio produzione, data
effettiva inizio produzione
# 𝑔𝑖𝑜𝑟𝑛𝑖 𝑑𝑖 𝑝𝑜𝑡𝑒𝑛𝑧 𝑠𝑡𝑜𝑐𝑘𝑜𝑢𝑡
𝐼𝑛𝑐𝑖𝑑𝑒𝑛𝑧𝑎 𝑑𝑖 𝑝𝑜𝑡𝑒𝑛𝑧𝑖𝑎𝑙𝑖 𝑠𝑡𝑜𝑐𝑘𝑜𝑢𝑡 =
# 𝑔𝑖𝑜𝑟𝑛𝑖 𝑑𝑖 𝑎𝑝𝑒𝑟𝑡.
#𝑑𝑖 𝑒𝑛𝑡𝑟𝑎𝑡𝑒 𝑛𝑒𝑙𝑙𝑜 𝑠𝑡𝑎𝑡𝑜 𝑑𝑖 𝑠𝑡𝑜𝑐𝑘𝑜𝑢𝑡

# 𝑔𝑖𝑜𝑟𝑛𝑖 𝑑𝑖 𝑝𝑜𝑡𝑒𝑛𝑧 𝑠𝑡𝑜𝑐𝑘𝑜𝑢𝑡


𝑝𝑒𝑟𝑠𝑖𝑠𝑡𝑒𝑛𝑧𝑎 𝑑𝑎𝑙𝑙𝑜 𝑠𝑡𝑎𝑡𝑜 𝑑𝑖 𝑝𝑜𝑡𝑒𝑛𝑧 𝑠𝑡𝑜𝑐𝑘𝑜𝑢𝑡 =
# 𝑑𝑖 𝑒𝑛𝑡𝑟𝑎𝑡𝑒 𝑛𝑒𝑙𝑙𝑙𝑜 𝑠𝑡𝑎𝑡𝑜 𝑑𝑖 𝑝𝑜𝑡𝑒𝑛𝑧 𝑠𝑡𝑜𝑐𝑘𝑜𝑢𝑡

SIST PER IL MAGAZZINO


Potenziali stock out : un giorno nel quale la giacenza di un prodotto finito arriva a 0.