Sei sulla pagina 1di 5

CHATEAUBRIAND (ROMANTICO)

Chateaubriand è pre-romantico e scrive soprattutto intorno a tre tematiche: vivere secondo le


passioni, come la noia, la disillusione, il rifiuto del mondo che non ci comprende, ricerca e
disgusto per la solitudine, incertezza, indecisione. Questi sono i sentimenti del giovane René,
primo eroe romantico vittima del “mal de vivre”. Il gusto per la natura, già anticipato da
Rousseau. Ci si avvicina alla natura, fonte di bellezza suprema, e la si descrive liricamente
all’interno delle opere.

René (1802) è in gran parte autobiografico. Racconta la storia di un giovane con un difficile
passato, e vaga per la foresta alla ricerca di una identità introvabile. La madre gli muore alla
nascita, il padre gli muore in quel periodo e lui è sconvolto e aspira al suicidio. Per impedire
questo, la sorella Amélie cerca di stargli vicino, ma si ammala e va a rinchiudersi in un convento.
Alla fine, René scopre che la sorella si era innamorata di lui e per questo si è allontanata. Lui
parte per l’America e qui gli arriva una lettera dove viene a conoscenza della morte della sorella.
Alla fine della confessione, René torna da sua moglie e vive una vita comune, senza mai arrivare
alla felicità e muore in una battaglia.

LAMARTINE (ROMANTICO)

Si occupa di politica con poesie civili, però lo ricordiamo in particolare per la raccolta Méditations
Poétiques nella quale descrive il suo amore, le sue riflessioni e i suoi sentimenti con un tono
elegiaco. Questa sua prima raccolta ottiene un successo tale che il 1820 (anno di pubblicazione)
passa generalmente per indicare la data d'inizio del romanticismo in Francia.

LE LAC

In questo poema, il poeta definisce la vita come un viaggio verso la morte.

Il tema principale è il volo del tempo. Dopo Lamartine inizia un dialogo con il lago (si tratta di una
personificazione), che divenne il simbolo del magnifico periodo in cui il poeta era con il suo
amante. Descrive soprattutto una notte durante la quale erano particolarmente felici. Elvira, la
moglie dell'amante del poeta nel poema, fa un'invocazione al tempo. Dovrebbe scorrere
velocemente per gli sfortunati che soffrono e lasciano tranquilli felici, per farli assaporare i
momenti più piacevoli. Ma il tempo crudele passa e quindi l'unica scelta è godersi il momento.

Il prossimo problema è quello della memoria. Considerando che la memoria si indebolisce con
gli anni, solo il lago può diventare la testimonianza di questo idillio sentimentale, poiché, come
elemento naturale, non è corrotto dal tempo. Così il poeta può rivivere i sentimenti più felici
nello stesso luogo per molto tempo.

REALISMO

E' un movimento artistico nato di fine 800. Gli autori vogliono rappresentare il vero e la società.
Le opere realiste sono solitamente delle opere di denuncia, per denunciare i problemi della
società. Alcune caratteristiche sono l'impersonalità, il determinismo e l'oggettività. In Francia
prende il nome di naturalismo e in Italia prende il nome di verismo.

STENDHAL (REALISMO)

In Stendhal la passione romantica che anima i personaggi si mischia con un brillante realismo
narrativo di cui l’autore si serve per mostrare la verità sul suo tempo. Stendhal instaura sempre
un rapporto diretto con i suoi personaggi, lodandoli ma anche rimproverandoli; un narratore
onnisciente che cerca di avvicinare il più possibile i lettori alle vicissitudini dei protagonisti delle
sue opere.

LE ROUGE ET LE NOIR

La storia di Julien seduce la moglie del signor De Renal. Scoperto, è costretto a lasciare la città.
Poi riesce a diventare segretario del marchese La Mole e si trasferisce a Parigi.

In quei salotti, la sua anima geniale e appassionata si innalza con facilità e suscita l’interesse di
Mathilde, figlia del marchese, annoiata dalla falsità dei suoi pretendenti. Julien e Mathilde
diventano amanti, avvolti in una passione malata di rivalsa sociale, al limite tra amore e odio.
Mathilde, in attesa di un figlio, ottiene dal padre il consenso alle nozze, ma il marchese chiede a
Madame De Renal informazioni su Julien ed ella lo denuncia come un cinico arrampicatore
sociale. Julien, venutolo a sapere, preso dall’impulso della vendetta, le spara con l'intento di
ucciderla e viene condannato a morte anche se la sua vittima resta solo ferita e lo conforta nei
suoi ultimi giorni e così rinasce l'amore profondo che legava i due.

DEGAS

Questo dipinto di modi della vita parigina evoca il problema dell'alcolismo, illustrato da altri
artisti e scrittori, come Zola. Il quadro rappresenta un uomo e una donna in un caffè. Ha l'aspetto
assente e triste, il viso pallido a causa dell'abuso dell'assenzio. La sua faccia è devastata dal vino.
Sulla tavola, alcuni oggetti tra cui un bicchiere di assenzio.Questi personaggi colpiscono per
l'estrema solitudine che esprimono. Solitudine accentuata dalla composizione. Degas gioca con
la costruzione dello spazio per accentuare la condizione psicologica dei personaggi.

UN ENTERREMENT A' ORNAN

Una sepoltura ad Ornans è un dipinto dipinto da Gustave Courbet nel 1850.Questo lavoro su
larga scala è stato oggetto di una violenta polemica. Abbiamo quindi criticato il dipinto per la sua
volgarità e i critici accusarono Courbet di dipingere "il brutto", "il banale" e "l'ignobile". Tuttavia,
La sepoltura di Ornans diventerà un'opera manifesta del realismo. Si tratta di un'opera
monumentale dipinta a Ornans, il paese natale di Courbet che ritrae, a grandezza naturale,
persone reali, abitanti del luogo. Courbet dipinge il funerale di un uomo qualunque, quasi si
fosse trovato a passare di lì per sbaglio. L''aspetto dimesso e umile dei partecipanti al funerale fa
pensare che l'evento immortalato non fosse poi così storicamente importante. I personaggi : a
sinistra il clero, a destra le donne con i fanciulli e al centro le figure a cui l'autore intendeva
attribuire maggiore importanza. I colori dominanti sono molto scuri

ZOLA (REALISTA)

ROUGON MAQUART

(Rougon-Macquart: storia naturale e sociale di una famiglia sotto il Secondo Impero) è una delle
opere più famose di Zola. Questa è una serie di venti romanzi dello scrittore francese Emile Zola
pubblicata tra il 1871 e il 1893.

Con questi romanzi, Zola intende descrivere la vita di una famiglia attraverso il suo albero
genealogico e riflettendo così la storia di un'epoca. Nell'introduzione all'opera, l'autore presenta
il suo progetto narrativo di rappresentazione della società seguendo il metodo scientifico.

L'autore, in accordo con i principi letterari del naturalismo, vuole dimostrare che l'eredità è un
fattore determinante per l'individuo.

L'ASSOMOIR

Ammazzatoio è il settimo volume del ciclo I Rougon-Macquart dello scrittore francese Émile Zola.

Il libro, ambientato nella Parigi operaia è frutto di una lunga e approfondita analisi dell'ambiente
da parte dell'autore, racconta una storia di alcolismo, miseria e degrado umano. È anche
linguisticamente innovativo perché Zola riproduce il gergo dell'ambiente che descrive.
L'ammazzatoio è la taverna dove i personaggi annegheranno nell'alcool.

Gervaise, l'amante di Lantier per anni, si trasferì a Parigi con i suoi due figli. Lantier lo abbandona
e Gervaise sposa Copeau, un lavoratore vittima di un grave incidente e per il quale viene speso il
trattamento di tutti i risparmi. Il taglio demoralizzato si arrende all'alcool e persino Gervaise
inizia a bere e si degrada sempre di più fino a diventare una prostituta. Alla morte di suo marito
in un ospizio, Gervaise viene ridotta a vivere in un seminterrato dove sarà finalmente trovata
morta.

GERMINAL

Questo è un altro esempio di romanzo naturalista.

Germinal parla di Étienne Lantier, figlio di Gervaise (vedi L'Assommoir) e fratellastro di Nana. Lui
cerca lavoro nelle miniere del nord. Entra così nei meandri di un universo infernale dove le
condizioni di vita sono miserevoli. La compagnia intende ridurre ulteriormente i salari e scoppia
un grosso sciopero. Durante una sommossa l'esercito ha sparato sui minatori. Lantier si salva e
va a Parigi dove spera di vedere "germinare" una nuova lotta rivoluzionaria.

Fedele al suo metodo sperimentale, l'autore Zola ha accumulato un'accurata documentazione


sugli scioperi dei minatori che hanno segnato gli ultimi anni del Secondo Impero. Zola visitò il
paese del nord della Francia, visitò la caserma e scese nei pozzi, si informò su malattie, incidenti,
salari.

Germinal è un romanzo politico che colpisce la Francia e l'intero paese europeo. Questo affresco
epico è una denuncia. Zola viene criticato per aver ritratto i lavoratori come bestie, stupefatti
dall'alcool, dalla privazione e dalla malattia. Lo scrittore naturalista si difende in una lettera: "Il
mio il lavoro è un'opera di verità. "

BALZAC (REALISTA)

E' uno scrittore realista. Balzac scrisse una novantina di romanzi e racconti, che cercò di ordinare
in un ciclo cui diede il nome di “Commedia umana” in contrapposizione alla “divina” Commedia
di Dante, scrittore realista, Balzac costruisce infatti attraverso le sue opere un minuzioso affresco
della vita sociale del suo tempo.

PAPA' GORIOT

Il protagonista è Papà Goriot è un ricco commerciante ritiratosi a vita privata nella pensione della
signora Vauquer. Goriot ha due figlie avide ed egoiste, che prosciugano a poco a poco i suoi averi
e lo conducono alla decadenza e alla morte. Nella stessa pensione vive Rastignac che vuole
avvicinarsi al mondo dell'elitè e della nobiltà francese. Per questo partecipa ai balli e proprio in
uno di questi balli conosce le figlie di Goriot. Le figlie perdono il loro denaro per colpa dei mariti.
Così chiedono al padre dei soldi ma lui non ne ha perchè ha acquistato una casa. Così Goriot va a
lavorare fino a sentirsi male. Nella pensione viveva anche il signor Vorraine che per aiutare
Rastiganac per la sua ascesa sociale, gli propone di uccidere un uomo, per poi sposare la figlia.
Rastignac puro di cuore e innamorato di Delphine, rifiuta. Pere Goriot peggiora, a questo
proposito, la scena finale mostra davvero la mancanza di affetto delle figlie verso il padre,
costretto anche nell'ultimo viaggio ad essere accompagnato dal solo Rastignac.

APOLLINAIRE (futurismo) (simbolismo)

Guillaume Apollinaire è stato un poeta continuamente alla ricerca di stili e nuove forme di
espressione per cogliere la molteplicità dell'esistenza.

Alcools

Nella prima raccolta, Alcools, spiccano l'eccezionale ricchezza di toni e la varietà di forme
espressive. Accanto a componimenti di ardita modernità stanno poesie di semplicità e chiarezza
esemplari; versi liberi e irregolari si affiancano a versi quasi classici, materiali tratti dall'attualità
più cruda e bassa accompagnano cadenze quasi romantiche ed elegiache. Con musicalità il poeta
affronta tematiche malinconiche e oniriche, spesso tristi.

Calligrammi

Per affrontare le questioni poste dalla rivoluzione industriale: quelle relative all'automobile, al
cinema, ecc. Ricorre quindi a nuovi strumenti tecnici ed espressivi: l'eliminazione della
punteggiatura, il verso libero, lo sperimentalismo grafico del calligramma. Nella seconda raccolta,
Calligrammi, la sua ricerca espressiva va ancora più avanti: vi appaiono l'"ideogramma lirico", in
cui il poeta disegna oggetti con le lettere dei versi, il "poema-conversazione", in cui si
sovrappongono frammenti di dialogo, i "testi simultanei", che accostano brani di origine diversa.

"La colombe poignardée et le jet d'eau"

Questo è un calligramma di Apollinaire scritto sul fronte durante il mondo prima guerra e
appartiene alla raccolta calligrammi. Il primo disegno evoca gli amori perduti e il secondo gli
amici dispersi. Quindi la grafica non ha solo una funzione decorativa: aggiunge un senso di
significato.

SURREALISMO

Il Surrealismo è un movimento culturale sorto a Parigi dopo la Prima guerra mondiale. Nato
come corrente letteraria, riguarda principalmente la poesia. . Il Surrealismo intende esprimere
ciò che va oltre la realtà tangibile. Si propone di rappresentare la dimensione del sogno, i
turbamenti dell’inconscio, le libere associazioni del pensiero. Per fare questo, è necessario
oltrepassare i limiti della ragione e accantonare il buon senso comune, dando libero sfogo
all’immaginazione. La poesia surrealista era caratterizzata dalla giustapposizione di parole che
non erano legate l'una all'altra da processi logici, ma psicologici e inconsci.

ELUARD (surrealismo)

LA CURVA DEI TUOI OCCHI

Questa poesia ha come tema centrale il mondo visto attraverso gli occhi di un altro e narra
dell'esperienza di vita di due amanti in cui uno si sente vivo solo nella misura in cui l'altro è al
suo fianco. Il poeta osserva gli occhi della sua donna e vi vede riflessa la vita che hanno trascorso
insieme; nei suoi occhi si riconosce e ricorda gli istanti vissuti: gli occhi puri della donna
trasformano in leggerezza, fantasia e fiaba tutte le esperienze passate.

Potrebbero piacerti anche