Sei sulla pagina 1di 3

GENOVA, 20 DICEMBRE 2019

MALTEMPO, REGIONE LIGURIA, DALLE 8 ALLE 12 DI DOMANI PROLUNGATA


ALLERTA GIALLA SUL LEVANTE LIGURE. ISOLATO L’ABITATO DI BADALUCCO
CON 800 ABITANTI. PRESIDENTE TOTI: EMERGENZA E’ PASSATA SENZA DANNI
SIGNIFICATIVI. IL LAVORO DI PULIZIA DEI RIVI HA PAGATO.

GENOVA. “Come avevamo previsto sono caduti su ponente e genovesato una media di
100 millimetri di pioggia con picchi di 200 nel ponente che ha avuto fiumi che sono andati
molto vicini al livello di guardia. Non ci sono stati comunque significativi danni, tranne che
nel paese di Badalucco isolato da due frane. Ora la perturbazione si sta spostando verso
levante. Sono particolarmente soddisfatto perché ancora l’emergenza passata senza
significativi danni a cose e persone: i cittadini, al di là del disagio, hanno imparato a
prendere sul serio i fenomeni e a comportarsi di conseguenza; inoltre la cura e la tutela del
territorio hanno determinato situazioni di minori rischi. Tranne una piccola finestra di
pioggia tra domani sera e domenica mattina, da domenica, a parte le previste mareggiata
non ci saranno piogge avremo un natale sotto il sole”. Lo ha detto il presidente di Regione
Liguria questa sera nel corso del punto stampa sull’allerta meteo, prolungata in gialla nel
levante ligure fino alle 12 di domani a cui hanno preso parte anche il sindaco di Genova
Marco Bucci, l’assessore regionale alla Protezione civile Giacomo Giampedrone e i vertici
di ARPAL.

A Badalucco si è determinata la situazione più difficile con il paese isolato a causa di una
frana. “Stiamo lavorando a stretto contatto con il sindaco – ha detto Giampedrone – per
togliere l’abitato dall’isolamento quanto prima”.
Strade chiuse anche a levante a causa di una frana al bivio con Riomaggiore e a Rapallo
in frazione Chignero dove ci sono alcune abitazioni isolate.

L’assessore Giampedrone ha ricordato che l’apertura della A6 avverrà solo al termine


dell’allerta e non prima comunque dei rilievi effettuati dalla Fondazione Cima.

Viene confermata l’attenuazione dei fenomeni temporaleschi sull’Imperiese e nel territorio


ingauno, restano comunque alti i livelli dei torrenti Argentina e Armea. Un centinaio i
millimetri di pioggia di media che si sono avuti con picchi locali di 280 millimetri.
E venti forti con raffiche fino a 160 km/h. La perturbazione si sta trasferendo verso il centro
e il levante ligure. Si attenda una nuova perturbazione tra la notte di sabato e domenica
che interesserà il centro-levante con possibilità di onde alte fino a 5 metri.

PRECIPITAZIONI
Piogge di intensità tra moderata e forte sul ponente. A Ceriana 48,6 millimetri di pioggia in
un’ora (218 mm da mezzanotte ad ora). La zona più colpita dalle precipitazioni è stata
l’entroterra di Sanremo.
La zona più colpita dalle precipitazioni è stata quella di Ceriana, dietro Sanremo con 41,4
mm di pioggia in un’ora, 180 millimetri di cumulata complessiva nelle ultime 10 ore.
Tenendo conto che sono stati oltre 2000 mm di pioggia caduta negli ultimi 40 giorni mentre
la media annua è di 1.700 mm.

FIUMI
E’ esondato il torrente Armea in due punti in zona ponte Savio e in via precauzionale è
stata chiusa via Caravelli. A Taggia il torrente Argentina è arrivato al secondo livello di
guardia.

VENTO
Continuano le raffiche di vento fino a burrasca forte. Sulla costa, a Fontana Fresca (alle
spalle di Sori) nel primo pomeriggio si è toccata una velocità media di 114.1 km/h con
raffiche fino a 142.6 km/h. Sui rilievi, invece, a Casoni di Suvero (nel comune di Zignago,
La Spezia) ha raggiunto una velocità media di 100.1 km/h con raffiche fino a 133,6 km/h.

FRANE
Isolato il Comune di Badalucco con gli 800 abitanti a causa di una frana. Evacuate anche
6 famiglie in località Regione Poggio, nessuna abitazione direttamente coinvolta.

In zona Osentina nel Comune di Taggia due vigili urbani isolati a causa di una frana. Si
sono messi in salvo in una casa.
Sulla SP 55 di Ceriana ha ripreso a muoversi la frana.

TRAFFICO AEREO
Otto voli in arrivo all’aeroporto di Genova sono stati dirottati a causa dell’allerta. Alcuni voli
sono stati fatti atterrare a Torino e a Pisa. Cinque invece i voli in partenza diretti a Roma,
Amsterdam, Tirana e Francoforte che sono stati cancellati.

NNNN