Sei sulla pagina 1di 2

La ragioneria un tempo si occupava di 3 aspetti fondamentali:

rilevazione dei fatti amministrativi,determinazione dei risultati e


alla fine un’interpretazione dei fatti e dei risultati. Nel tempo la
ragioneria si è indirizzata maggiormente verso l’economia
aziendale ,che studia il comportamento delle aziende.L’economia
aziendale fa parte di uno dei due rami della scienza economia.
L’altro ramo della scienza economica è l’economia politica che è
un po’ l’opposto dell’economia aziendale perché studia il
comportamento economico dei grandi aggregati. L’economia
aziendale quindi studia principalmente : La decisione,l’esecuzione
e il controllo e il feedback.La fase piu importante è quella in cui si
prende una decisione.La decisione viene presa secondo una
razionalita obiettiva o una razionalita limitata e in queste due vi
sono due protagonisti differenti .L’uomo economico e l’uomo
amministrativo la cosa che li differenzia è sia per come sono che
per come operano.L’economia aziendale adotta come modello
l’uomo amministrativo poiché più realistico. I’uomo
amministrativo opera secondo le seguenti fasi:individuazione del
problema,definizione del problema,sviluppo di
soluzioni,individuazione della conseguenze e alla fine la scelta
dell’opzione più conveniente.La definizione di azienda è semplice
l’azienda è un istituto economico duraturo che produce beni e
servizi per il soddisfacimento dei bisogni umani.L’azienda è un
sistema aperto.L’azienda serve per soddisfare i bisogni umani
appunto le persone nella vita mirano a dei fini questi fini il
perseguimento di tali fini genera nelle persone dei bisogni e per
soddisfare tali bisogni le persone consumano dei beni.L’azienda
cerca di soddisfare i bisogni sia delle persone interne che quelle
esterne ad essa.L’attività economia dell’azienda mira alla
produzione di beni e servizi e al consumo di essi. L’attività
economia si svolge in 4 classi di istituti che possono essere
economici e non. Famiglie, imprese,enti no profit,istuti pubblici
territoriali e internazionali.L’istituto è un sistema coordinato e
complementari di persone ,beni ed operazioni.Nel processo
organizzativo si creano dei ruoli e delle relazioni strettamente
connesse e dipendenti tra loro. Ilprocesso organizzativosi svolge
secondo le seguenti fasi: 1) determinazione degli obiettivi da
realizzare; 2) determinazione delle funzioni da svolgere; 3)
scomposizione e ricomposizione delle funzioni per creare dei
ruoli da assegnare alle persone; 4) specificazione, per ogni ruolo,
dei compiti e delle responsabilità (mansionario);
5) definizione delle linee di influenza per indirizzare le persone.