Sei sulla pagina 1di 1

AFFRONTARE UN INCONTRO CRITICO

[…] Agite allo stesso modo come se doveste incontrare qualcuno con cui avete un rapporto
conflittuale, affettivo. Qualche giorno prima dell'appuntamento. Vi installate in una poltrona
confortevole e mentalmente effettuate il tragitto fino a lui. Diventate cosciente di ogni sensazione
tattile del corpo, fino a che la sostanza muscolare, nervosa, e delle ossa sia solo calore e vibrazione.
Lasciando il corpo fisico nella poltrona alzatevi senza tuttavia ricreare la memoria fisiologica.
'vestitevi, mettete il vostro cappello e aprite la porta della vostra camera. Scendete le scale, saltate in
un taxi, prendete il treno o l' aereo se necessario, ed arrivate davanti a casa sua. Suonate il
campanello, salite al suo piano, entrate nell'appartamento ed incontratelo. Vedete le vostre reazioni,
ed eventualmente, le sue. Prendete coscienza del clima di affettività che si presenta. E ritrovatevi di
nuovo nella vostra poltrona. Di nuovo, evocate la radiazione di tutto il vostro corpo e attraverso
questa radiazione, rifate il tragitto in modo più preciso ancora.
Incontratelo, ancora! Dite quello che avete da dire. Lasciatelo rispondere. Vedete di nuovo le vostre
possibilità di reazione. Ritornate di nuovo alla vostra poltrona, etc. Ripetete questi elementi, ma
sempre in modo nuovo, finché vi sentite nella situazione, libera da ogni aggressività, da ogni difesa.
Arrivate a visualizzare la situazione totalmente a freddo. Constatate i fatti, senza mantenerne un
legame psicologico. Quando l'incontro fisico avrà effettivamente luogo. Constaterete un reale
cambiamento. Non soltanto in voi stessi. Ma anche nel vostro interlocutore. Quando sarete liberati
dall'affettività rispetto ad una persona e ad una situazione, fino ad un certo punto, liberate anche
loro. All'inizio, vedrete il vostro corpo di schiena e lo seguirete nel vostro spostamento. Questa
visualizzazione ha solo un valore preparatorio. Prima o poi, non vedrete più il corpo. Siete là, e
vedete quello che c'è davanti ed attorno al corpo. Le vostre percezioni si fanno dal punto di vista del
corpo sottile.

Eric Baret

Potrebbero piacerti anche