Sei sulla pagina 1di 8

C O N S O R Z I O N E T T U N O

Esercizi dalle prove d’esame


di Elettrotecnica I

Esercizio 1

Il circuito in figura funziona in regime sinusoidale. Determinare l’andamento della corrente


iL1(t) che fluisce nell’induttore L1 e la potenza reattiva da esso assorbita.

R2 L2

I0(t) = √2 sin(ωt) A;
ω = 104 rad/s;
R1=R2=10 Ω;
I0 R1 L1 C
L1=0.5 mH;
L2=1 mH;
C=10 µF;

Esercizio 2

Il circuito in figura è in regime stazionario per t<0. All’istante t=0 il comportamento del
generatore J cambia, inducendo un transitorio. Determinare l’andamento della corrente
che fluisce nell’induttore L per t>0 e la potenza istantanea pL(t) da esso assorbita.

L
J = -3 u(-t) + 1.5 u(t) [A]

R1 = 10 Ω,
R2 = 5 Ω, J R1 R2 C
L = 1 mH
C = 20 µF

Con u(t) si è indicata la funzione «gradino unitario» di Heaveside

ultimo aggiornamento: 11 marzo 2005


Esercizio 3
R1 R3
i1 i2
R1 = 1 Ω;
R2 = 2 Ω;
R3 = 3 Ω; v1 R2 R4 v2
R4 = 4 Ω;
R5 = 5 Ω; R5

Data la rappresentazione in base corrente

v1 = R11i1 + R12i2
ovvero v=Ri
v2 = R21i1 + R22i2

del doppio bipolo in figura, determinarne la matrice delle resistenze Rij.

Esercizio 4
R1 R3
i1 i2

v1 R2 R4 v2
R1 = 1 Ω;
R2 = 2 Ω;
R3 = 3 Ω; R5
R4 = 4 Ω;
R5 = 5 Ω;

Data la rappresentazione in base tensione

i1 = G11v1 + G12v2
ovvero i=Gv
i2 = G21v1 + G22v2

del doppio bipolo in figura, determinarne la matrice delle conduttanze G.

ultimo aggiornamento: 11 marzo 2005