Sei sulla pagina 1di 18

ALLEGATO 2

REGOLAMENTO ASSEGNAZIONE BORSA ERASMUS


(STUDENTI, DOCENTI, NON DOCENTI)

INDICE

SMS (Mobilità studenti per motivi di studio)


1 Requisiti per la candidatura

1.1 Merito;
1.2 Conoscenza linguistica;
1.3 Valutazione portfolio;
1.4 Chi non può fare domanda.

2 Bando e domanda di candidatura

2.1 Il Bando;
2.2 Come fare domanda;
2.3 La selezione delle domande.

3 Assegnazione delle destinazioni

3.1 Prima assegnazione;


3.2 Seconda assegnazione;
3.3 Riassegnazione di borse a seguito di rinuncia;
3.4 Adempimenti post-assegnazione (a cura dell’Ufficio Erasmus);
3.5 Adempimenti post-assegnazione (a cura degli studenti);
3.6 Tasse di iscrizione;
3.7 Rinunce e sanzioni disciplinari.

4 Riconoscimento degli studi svolti all’estero

4.1 Procedura di riconoscimento;


4.2 Regole per il riconoscimento;
4.3 Restituzione borsa.

SMP (Mobilità studenti per tirocinio)


1
1 Requisiti per la candidatura

1.1 Merito;
1.2 Conoscenza linguistica;
1.3 Valutazione portfolio;
1.4 Chi non può fare domanda.

2 Bando e domanda di candidatura

2.1 Il Bando;
2.2 Come fare domanda;
2.3 La selezione delle domande.

3 Assegnazione delle destinazioni

3.1 Prima assegnazione;


3.2 Seconda assegnazione;
3.3 Riassegnazione di borse a seguito di rinuncia;
3.4 Adempimenti post-assegnazione (a cura dell’Ufficio Erasmus);
3.5 Adempimenti post-assegnazione (a cura degli studenti);
3.6 Tasse di iscrizione;
3.7 Rinunce e sanzioni disciplinari.

4 Riconoscimento degli studi svolti all’estero

4.1 Procedura di riconoscimento;


4.2 Regole per il riconoscimento.

STA (Mobilità del personale docente per attività didattica)


1 Requisiti per la candidatura

1.1 Merito.

2 Bando e domanda di candidatura

2.1 Il Bando;
2.2 Come fare domanda;
2.3 La selezione delle domande.

3 Assegnazione delle destinazioni

3.1 Assegnazione.

STT (Mobilità del personale docente e non docente)


1 Requisiti per la candidatura

1.1 Merito.

2
2 Bando e domanda di candidatura

2.1 Il Bando;
2.2 Come fare domanda;
2.3 La selezione delle domande.

3 Assegnazione delle destinazioni

3.1 Assegnazione.

SMS (Mobilità studenti per motivi di studio)

1 Requisiti per la candidatura


1.1 Merito

3
Possono presentare domanda di partecipazione al programma di mobilità:

• gli studenti iscritti al primo anno del Diploma Accademico di 1° livello.


Tali studenti saranno ammessi con riserva in quanto l’ottenimento
della borsa è in ogni caso subordinato alle seguenti condizioni al
momento della partenza:
→ conseguimento di almeno 40 crediti;
→ regolarmente iscritti al secondo anno di corso;
→ aver sottoscritto il modello di accordo Istituto/studente,
• gli studenti iscritti al secondo anno del Diploma Accademico di 1°
livello che abbiano conseguito, al momento della presentazione della
domanda, almeno 40 crediti annuali. Tali studenti saranno ammessi
con riserva in quanto l’ottenimento della borsa è in ogni caso
subordinato alle seguenti condizioni al momento della partenza:
→ conseguimento di almeno 80 crediti;
→ regolarmente iscritti al terzo anno di corso;
→ aver sottoscritto il modello di accordo Istituto/studente,
• gli studenti iscritti al terzo anno del Diploma accademico di 1° livello
che abbiano conseguito, al momento della presentazione della
domanda, almeno 80 crediti annuali e che decidano di svolgere il loro
periodo all’estero nell’ambito dell’anno fuori corso per seguire il
progetto di tesi di diploma. Tali studenti saranno ammessi con riserva
in quanto l’ottenimento della borsa è in ogni caso subordinato alle
seguenti condizioni al momento della partenza:
→ conseguimento di almeno 120 crediti;
→ regolarmente iscritti al primo anno fuori corso; aver sottoscritto il
modello di accordo Istituto/studente,
• gli studenti iscritti al terzo anno del Diploma accademico di 1° livello
che siano orientati a partecipare alla prova di ammissione per
l’accesso al primo anno del Diploma Accademico di secondo livello a
condizione che il periodo di studio all’estero si svolga nel secondo
semestre dell’anno di riferimento. Tali studenti saranno ammessi
con riserva in quanto l’ottenimento della borsa è in ogni caso
subordinato alle seguenti condizioni al momento della partenza:
→ regolarmente iscritti al primo anno di corso del diploma
accademico di secondo livello;
→ aver sottoscritto il modello di accordo Istituto/studente,
• gli studenti iscritti al primo anno del Diploma Accademico di 2° livello
che abbiano conseguito, al momento della presentazione della
domanda, almeno 15 crediti annuali. Tali studenti saranno ammessi
con riserva in quanto l’ottenimento della borsa è in ogni caso
subordinato alle seguenti condizioni al momento della partenza:
→ conseguimento di almeno 40 crediti;
→ regolarmente iscritti al secondo anno di corso;
→ aver sottoscritto il modello di accordo Istituto/studente,
• gli studenti iscritti al secondo anno del Diploma accademico di 1°
livello che abbiano conseguito, al momento della presentazione della
domanda, almeno 40 crediti annuali e che decidano di svolgere il loro
periodo all’estero nell’ambito dell’anno fuori corso per seguire il
progetto di tesi di diploma. Tali studenti saranno ammessi con riserva
in quanto l’ottenimento della borsa è in ogni caso subordinato alle
seguenti condizioni al momento della partenza:
4
→ conseguimento di almeno 80 crediti;
→ regolarmente iscritti al primo anno fuori corso;
→ aver sottoscritto il modello di accordo Istituto/studente.

1.2 La conoscenza linguistica

Per poter usufruire della borsa di mobilità è richiesta una conoscenza


adeguata della lingua in cui vengono tenuti i corsi presso l’Istituzione
ospitante, la cui valutazione sarà a cura del delegato LLP/Erasmus
dell’Istituto.
Il candidato sarà giudicato idoneo in presenza di uno dei seguenti titoli:

• conseguimento dell’idoneità alla lingua inglese presso l’I.S.I.A. (se


l’area linguistica prescelta è l’inglese);
• frequenza ad un corso di lingua, previa presentazione di attestato di
partecipazione;
• conseguimento di almeno un Diploma di scuola media superiore
Linguistico e/o Turistico o titoli superiori (es. Laurea in lingue e
letterature straniere);
• in assenza di uno dei titoli suindicati sarà cura del delegato
LLP/Erasmus verificare l’idoneità linguistica secondo le modalità che
riterrà più opportune.

Coloro i quali non possiedano i requisiti di idoneità linguistica, attraverso


l’Istituto di appartenenza potranno richiedere la partecipazione di un
corso EILC, destinato all’apprendimento di lingue meno conosciute, o,
qualora non fosse possibile, dovranno impegnarsi formalmente a seguire
un corso di lingua presso l’Università ospitante.

1.3 Valutazione portfolio

Ciascun candidato dovrà presentare, congiuntamente alla domanda di


partecipazione, un portfolio di lavori svolti nell’ambito del proprio
personale percorso didattico e professionale, relativo alle aree di
riferimento dell’Istituto di destinazione prescelto. Una Commissione,
appositamente costituita dal Direttore e composta dal delegato
LLP/Erasmus, che la presiederà, e da altri due docenti, valuterà tale
portfolio sulla base di un griglia di punteggi che sarà allegata al bando di
assegnazione delle borse Erasmus (vedi successivo art. 2).

1.4 Chi non può fare domanda

Oltre alla mancata appartenenza ai requisiti previsti dal punto 1.1 del
presente articolo, non possono fare domanda di partecipazione al
programma LLP/Erasmus:

• gli studenti che, nell’anno di presentazione della domanda, siano


iscritti fuori corso;
• gli studenti che abbiano già partecipato al programma LLP/Erasmus
(per motivi di studio);
5
• gli studenti che in passato abbiano rinunciato senza adeguati motivi ad
una borsa Erasmus.

2 Bando e domanda di candidatura

2.1 Bando

Nel corso del mese di gennaio sarà pubblicato il bando relativo a borse
Erasmus per l’anno accademico successivo. Il bando riporterà la data di
scadenza per la presentazione delle domande, l’elenco delle destinazioni
disponibili, la durata delle relative borse di studio e l’area linguistica. Per
area linguistica si intende quella della lingua in cui vengono tenuti i corsi
universitari nell’Istituzione ospitante.

2.2 Come fare domanda

La domanda di partecipazione verrà stilata utilizzando gli appositi moduli


in distribuzione presso l’ufficio Erasmus e presenti sul sito dell’Istituto
www.isiaurbino.it/erasmus.
Entro la data indicata nel bando essa dovrà essere riconsegnata, firmata
dallo studente, all’ufficio Erasmus, completa di:
• portfolio dello studente con i lavori rappresentativi dei diversi ambiti
disciplinari (grafica, fotografia, illustrazione, ecc);
• certificati o titoli comprovanti le conoscenze linguistiche;
• lettera con le motivazioni per le quali lo studente intende partecipare
al programma Erasmus.

2.3 La selezione delle domande

Il delegato LLP/Erasmus dell’Istituto, sentito il parere del Consiglio


Accademico dell’ISIA di Urbino, curerà la selezione delle domande. La
selezione avverrà:
- verificando il possesso dei criteri di ammissione;
- valutando il portfolio dello studente.
La mancanza di uno dei requisiti citati comporterà l’esclusione dal
programma.
Il delegato LLP/Erasmus, nel rispetto delle procedure previste dal bando,
comunicherà alla segreteria, ai fini della relativa pubblicazione, l’elenco
dei candidati ritenuti idonei per l’assegnazione della borsa Erasmus.

In considerazione delle peculiarità didattiche dell’Istituto le quali


prevedono, tra l’altro, un determinato numero di studenti per ciascun
anno di corso (25), si stabilisce un tetto massimo di partecipanti al
programma Erasmus nella misura del 20% degli studenti di ciascun anno
di corso. Tale condizione appare necessaria per non pregiudicare il
corretto svolgimento dell’attività didattica dell’Istituto.

In conseguenza di quanto suddetto indicato le assegnazioni (vedi l’articolo


successivo) terranno conto anche di questo parametro numerico, sulla
base della posizione ricoperta dal candidato nella graduatoria finale.
6
3 Assegnazione delle destinazioni

3.1 Prima assegnazione

Sono ammessi a partecipare alla prima assegnazione delle destinazioni gli


studenti ritenuti idonei e che abbiano, al momento della presentazione
della domanda di partecipazione, soddisfatto il requisito della conoscenza
linguistica per la destinazione scelta, indipendentemente dalla
valutazione del portfolio.

3.2 Seconda assegnazione

Qualora siano ancora disponibili, dopo la prima assegnazione, posti


rimasti inutilizzati, si attingerà dalla graduatoria dei candidati idonei non
assegnatari. Se la graduatoria risulterà esaurita i posti ancora disponibili
saranno resi pubblici all’albo dell’Istituto e sul sito web e sarà possibile
fare domanda per tali posti entro il termine indicato nel relativo avviso
utilizzando il modulo disponibile sul sito dell’Istituto
www.isiaurbino.it/erasmus o presso l’ufficio Erasmus.
Le domande pervenute verranno valutate dal delegato LLP/Erasmus,
sentito il Consiglio Accademico dell’ISIA di Urbino.
I requisiti di partecipazione e di valutazione delle domande sono gli stessi
previsti per la prima fase.

3.3 Riassegnazione di borse a seguito di rinuncia

Si definisce rinuncia il recesso da una destinazione assegnata. Una


rinuncia immotivata è soggetta a sanzioni.
Se lo studente è costretto a rinunciare alla borsa dovrà presentare o
inviare via fax all’ufficio Erasmus una lettera (o apposito modulo
disponibile sul sito dell’Istituto www.isiaurbino.it/erasmus) contenente le
motivazioni della rinuncia.
Le destinazioni resesi disponibili in seguito a rinuncia potranno essere
riassegnate ai candidati idonei non assegnatari, seguendo l’ordine della
graduatoria. Se la graduatoria risulterà esaurita i posti ancora disponibili
saranno resi pubblici all’albo dell’Istituto e sul sito web e sarà possibile
fare domanda per tali posti entro il termine indicato nell’avviso esposto
all’albo.
Le domande pervenute verranno valutate dal delegato LLP/Erasmus,
sentito il Consiglio Accademico dell’ISIA di Urbino.
I requisiti di partecipazione e di valutazione delle domande sono gli stessi
previsti per la prima fase.
In particolare si ricorda che non possono partecipare all’assegnazione dei
posti liberatisi per rinuncia gli studenti che abbiano già ottenuto una
destinazione nelle assegnazioni precedenti (non è infatti possibile
rinunciare alla propria destinazione per concorrere a borse liberatisi per
rinuncia).

7
3.4 Adempimenti post-assegnazione (a cura dell’ufficio Erasmus)

Completata la procedura di assegnazione delle destinazioni, l’ufficio


Erasmus:

• comunicherà agli Istituti stranieri i nominativi, gli indirizzi e il periodo di


permanenza all’estero degli studenti vincitori di borsa;
• comunicherà all’Agenzia Nazionale LLP/Erasmus – Roma e Firenze -
l’elenco delle assegnazioni, allo scopo di espletare gli adempimenti
necessari a ottenere l’erogazione delle borse;
• tramite il delegato LLP/Erasmus definirà le discipline da frequentare
nell’Istituto ospitante e le relative equiparazioni con il piano di studi
interno dell’Istituto di appartenenza. L’accordo raggiunto sarà
vincolante sulla redazione del successivo learning agreement;
• comunicherà ai docenti dell’anno accademico, tramite il delegato
LLP/Erasmus, oggetto del programma di mobilità, le disposizioni da
seguire nei confronti degli studenti in partenza.

L’ufficio Erasmus è il riferimento per tutto ciò che riguarda gli aspetti
amministrativi e contrattuali di erogazione delle borse (accordo
finanziario, documentazione necessaria per la partenza, assistenza
sanitaria per l’estero, modalità e tempi di erogazione delle rate della
borsa, ecc).

3.5 Adempimenti post-assegnazione (a cura degli studenti)

Gli studenti vincitori di borsa dovranno:


• completare i crediti richiesti prima della partenza;
• curare personalmente, laddove richiesto, l’invio dei moduli relativi alla
prenotazione dell’alloggio. Informazioni utili al riguardo si possono
avere sia consultando i siti web delle Istituzioni ospitanti, sia
consultando la documentazione disponibile presso l’ufficio Erasmus;
• concorderà con il delegato LLP/Erasmus le discipline (estere) da
frequentare nell’Istituto ospitante e le relative equiparazioni (interne)
con il piano di studi dell’Istituto di appartenenza. Nel rispetto delle
modalità di svolgimento del programma didattico di ciascun disciplina
si terrà conto delle seguenti disposizioni:
a) se la disciplina interna è di durata annuale lo studente, al suo
ritorno, frequenterà le rimanenti lezioni del corso sulla base di un
graduale inserimento già concordato tra il delegato LLP/Erasmus e il
docente della disciplina in oggetto. In sede di esame lo studente
conseguirà un numero di crediti corrispondente alla differenza tra
quelli previsti dalla disciplina interna e quelli percepiti da quella
estera;
b) se la disciplina interna è di durata annuale ma con un numero di
crediti uguale o inferiore a quelli già percepiti all’estero, lo studente
non è tenuto a frequentare la disciplina al suo ritorno;
• nel caso di prolungamento del soggiorno all’estero, lo studente è
tenuto ad aggiornare l’accordo con il delegato LLP/Erasmus (e il
successivo learning agreement) sulla base del periodo aggiuntivo;
8
• individuare il progetto di studi (learning agreement). Una volta
assegnata la destinazione, il learning agreement sarà definito
attraverso una valutazione congiunta tra studente e responsabile di
destinazione, nel rispetto degli accordi concordati con l’Istituto di
appartenenza (vedi art. precedente). Copia del progetto di studi,
controfirmata dal Responsabile di destinazione, dovrà essere
consegnata all’Ufficio Erasmus dell’Istituto al momento
dell’accettazione del contratto di borsa. Qualora, giunto a destinazione,
fosse necessaria una modifica del Learning Agreement, lo studente è
tenuto a comunicare tempestivamente, per la necessaria
approvazione, le modifiche al docente responsabile;
• ove richiesto, inviare all’Istituto straniero una copia del proprio
progetto di studi.

3.6 Tasse di iscrizione

Gli studenti vincitori di una borsa Erasmus sono tenuti a pagare


regolarmente le tasse di iscrizione nell’Istituto di appartenenza. In base
alle norme LLP/Erasmus essi verranno iscritti presso l’Istituto di
destinazione per il solo anno accademico di riferimento, senza ulteriori
costi.

3.7 Rinunce e sanzioni disciplinari

Chi rinuncia a partire senza adeguati motivi non potrà partecipare alla
selezione delle borse Erasmus per gli anni accademici successivi.
La ragione di tale sanzione sta nel fatto che la rinuncia implica la
probabile perdita di opportunità di borse per potenziali altri beneficiari.

L’ISIA di Urbino si riserva la facoltà di prendere gli opportuni


provvedimenti disciplinari nei riguardi di quegli studenti che, nel corso
degli studi all’estero, siano stati oggetto di sanzioni disciplinari da parte
dell’Istituto ospitante. Sull’entità e sulla tipologia di tali provvedimenti si
pronuncerà il Consiglio Accademico dell’Istituto.

4 Riconoscimento degli studi svolti all’estero

4.1 Procedura di riconoscimento

La pratica di riconoscimento degli esami sostenuti nell’ambito del


Programma LLP/Erasmus deve essere comunicata, appena definita, via
fax all’Istituto di appartenenza e al rientro si consegnerà la
documentazione originale.
Lo studente dovrà consegnare alla segreteria del proprio Istituto:
• il certificato rilasciato dall’Istituto ospitante attestante la frequenza ai
corsi seguita, le votazioni dei relativi esami, altri eventuali attività
didattiche e i crediti complessivamente guadagnati dallo studente;
• una copia dell’ultimo learning agreement approvato dal responsabile di
destinazione;

9
• programma e contenuto dei corsi svolti all’estero, per consentire una
più accurata valutazione della possibile conversione dei crediti;
• una relazione conclusiva sull’esperienza di mobilità svolta.

4.2 Regole per il riconoscimento

Il numero massimo di crediti riconosciuti è pari a 60 se la borsa è annuale,


30 se la borsa è semestrale e 20 se la borsa è trimestrale.
Se nell’Istituto presso cui lo studente ha studiato non esiste un sistema di
crediti, si applica il criterio del carico di lavoro: il lavoro svolto all’estero
sarà tradotto in crediti dal delegato LLP/Erasmus, sentito il parere del
Consiglio Accademico, sulla base del confronto tra le materie considerate
affini (con relativo monte ore e crediti) nel piano di studi dell’ISIA.
I crediti guadagnati all’estero saranno acquisiti nel personale curriculum
studiorum dello studente e saranno registrati nel certificato degli studi.

4.3 Restituzione borsa

Lo studente che nel periodo di permanenza all’estero come studente


Erasmus non ottenga almeno 10 crediti, dovrà motivarne il mancato
raggiungimento ed esibire un certificato dell’Istituto straniero con la
descrizione dell’attività didattica svolta che attesti che lo studente ha
cercato di ottemperare al Learning agreement. In caso contrario lo
studente dovrà restituire le mensilità di borsa godute.

SMP (Mobilità studenti per tirocinio)

1 Requisiti per la candidatura


1.1 Merito

Possono presentare domanda di partecipazione al programma di mobilità:

• gli studenti iscritti al primo anno del Diploma Accademico di 1° livello.


Tali studenti saranno ammessi con riserva in quanto l’ottenimento
della borsa è in ogni caso subordinato alle seguenti condizioni al
momento della partenza:
→ regolarmente iscritti al secondo anno di corso;
→ aver sottoscritto il modello di accordo Istituto/studente,
• gli studenti iscritti al secondo anno del Diploma Accademico di 1°
livello. Tali studenti saranno ammessi con riserva in quanto
l’ottenimento della borsa è in ogni caso subordinato alle seguenti
condizioni al momento della partenza:
→ regolarmente iscritti al terzo anno di corso;
→ aver sottoscritto il modello di accordo Istituto/studente,
• gli studenti iscritti al terzo anno del Diploma accademico di 1° livello.
Tali studenti saranno ammessi con riserva in quanto l’ottenimento
della borsa è in ogni caso subordinato alle seguenti condizioni al
momento della partenza:
→ regolarmente iscritti al primo anno fuori corso;

10
→ aver sottoscritto il modello di accordo Istituto/studente,
• gli studenti iscritti al terzo anno del Diploma accademico di 1° livello
che sono orientati a partecipare alla prova di ammissione per l’accesso
al primo anno del Diploma Accademico di secondo livello a condizione
che il periodo di tirocinio all’estero si svolga nel periodo estivo. Tali
studenti saranno ammessi con riserva in quanto l’ottenimento della
borsa è in ogni caso subordinato alle seguenti condizioni al momento
della partenza:
→ regolarmente iscritti al primo anno di corso del diploma
accademico di secondo livello;
→ aver sottoscritto il modello di accordo Istituto/studente,
• gli studenti iscritti al primo anno del Diploma Accademico di 2° livello.
Tali studenti saranno ammessi con riserva in quanto l’ottenimento
della borsa è in ogni caso subordinato alle seguenti condizioni al
momento della partenza:
→ regolarmente iscritti al secondo anno di corso;
→ aver sottoscritto il modello di accordo Istituto/studente,
• gli studenti iscritti al secondo anno del Diploma accademico di 2°
livello. Tali studenti saranno ammessi con riserva in quanto
l’ottenimento della borsa è in ogni caso subordinato alle seguenti
condizioni al momento della partenza:
→ regolarmente iscritti al primo anno fuori corso;
→ aver sottoscritto il modello di accordo Istituto/studente.

1.2 La conoscenza linguistica

Per poter usufruire della borsa di mobilità è richiesta una conoscenza


adeguata della lingua in cui si svolgerà l’attività presso l’impresa
ospitante, la cui valutazione sarà a cura del delegato LLP/Erasmus
dell’Istituto.
Il candidato sarà giudicato idoneo in presenza di uno dei seguenti titoli:

• conseguimento dell’idoneità alla lingua inglese presso l’I.S.I.A. (se


l’area linguistica prescelta è l’inglese);
• frequenza ad un corso di lingua, previa presentazione di attestato di
partecipazione;
• conseguimento di almeno un Diploma di scuola media superiore
Linguistico e/o Turistico o titoli superiori (es. Laurea in lingue e
letterature straniere);
• in assenza di uno dei titoli suindicati sarà cura del delegato
LLP/Erasmus verificare l’idoneità linguistica secondo le modalità che
riterrà più opportune.

1.3 Valutazione portfolio

Ciascun candidato dovrà presentare, congiuntamente alla domanda di


partecipazione, un portfolio di lavori svolti nell’ambito del proprio
personale percorso didattico e professionale. Il delegato LLP/Erasmus
dell’Istituto valuterà tale portfolio sulla base di una griglia di punteggi che

11
sarà allegata al bando di assegnazione delle borse Erasmus (vedi
successivo art. 2).

1.4 Chi non può fare domanda

Oltre alla mancata appartenenza ai requisiti previsti dal punto 1.1 del
presente articolo, non possono fare domanda di partecipazione al
programma LLP/Erasmus:

• gli studenti che, nell’anno di presentazione della domanda, siano


iscritti fuori corso;
• gli studenti che abbiano già partecipato al programma LLP/Erasmus
(per tirocinio);
• gli studenti che in passato abbiano rinunciato senza adeguati motivi ad
una borsa Erasmus.

2 Bando e domanda di candidatura

2.1 Bando

Nel corso del mese di gennaio sarà pubblicato il bando relativo a borse
Erasmus per l’anno accademico successivo. Il bando riporterà la data di
scadenza per la presentazione delle domande, l’elenco delle destinazioni
disponibili, la durata delle relative borse di studio e l’area linguistica.

2.2 Come fare domanda

La domanda di partecipazione verrà stilata utilizzando gli appositi moduli


in distribuzione presso l’ufficio Erasmus e presenti sul sito dell’Istituto
www.isiaurbino.it/erasmus.
Entro la data indicata nel bando essa dovrà essere riconsegnata, firmata
dallo studente, all’ufficio Erasmus, completa di:
• portfolio dello studente con i lavori rappresentativi dei diversi ambiti
disciplinari (grafica, fotografia, illustrazione, ecc);
• certificati o titoli comprovanti le conoscenze linguistiche.

2.3 La selezione delle domande

Il delegato LLP/Erasmus dell’Istituto, sentito il parere del Consiglio


Accademico dell’ISIA di Urbino, curerà la selezione delle domande. La
selezione avverrà:
- verificando il possesso dei criteri di ammissione;
- valutando il portfolio dello studente.

La mancanza di uno dei requisiti citati comporterà l’esclusione dal


programma.

12
Il delegato LLP/Erasmus, nel rispetto delle procedure previste dal bando,
comunicherà alla segreteria, ai fini della relativa pubblicazione, l’elenco
dei candidati ritenuti idonei per l’assegnazione della borsa Erasmus.

In conseguenza di quanto suddetto indicato le assegnazioni (vedi l’articolo


successivo) terranno conto anche di questo parametro numerico, sulla
base della posizione ricoperta dal candidato nella graduatoria finale.

3 Assegnazione delle destinazioni

3.1 Prima assegnazione

Sono ammessi a partecipare alla prima assegnazione delle destinazioni gli


studenti ritenuti idonei e che abbiano, al momento della presentazione
della domanda di partecipazione, soddisfatto il requisito della conoscenza
linguistica per la destinazione scelta, indipendentemente dalla
valutazione del portfolio.

Gli studenti risultanti idonei ma che non soddisfino ancora il requisito


linguistico richiesto, andranno ad occupare le borse vacanti e si
impegneranno a raggiungere un’adeguata conoscenza linguistica prima
della partenza (vedi art. 1.2).
Il mancato rispetto dell’impegno assunto farà decadere dall’eventuale
assegnazione e dal godimento della borsa.

3.2 Seconda assegnazione

Qualora siano ancora disponibili, dopo la prima assegnazione, posti


rimasti inutilizzati, si attingerà dalla graduatoria dei candidati idonei non
assegnatari. Se la graduatoria risulterà esaurita i posti ancora disponibili
saranno resi pubblici all’albo dell’Istituto e sul sito web e sarà possibile
fare domanda per tali posti entro il termine indicato nel relativo avviso
utilizzando il modulo disponibile sul sito dell’Istituto
www.isiaurbino.it/erasmus o presso l’ufficio Erasmus.
Le domande pervenute verranno valutate dal delegato LLP/Erasmus,
sentito il Consiglio Accademico dell’ISIA di Urbino.
I requisiti di partecipazione e di valutazione delle domande sono gli stessi
previsti per la prima fase.

3.3 Riassegnazione di borse a seguito di rinuncia

Si definisce rinuncia il recesso da una destinazione assegnata. Una


rinuncia immotivata è soggetta a sanzioni.
Se lo studente è costretto a rinunciare alla borsa dovrà presentare o
inviare via fax all’ufficio Erasmus una lettera (o apposito modulo
disponibile sul sito dell’Istituto www.isiaurbino.it/erasmus) contenente le
motivazioni della rinuncia.
Le destinazioni resesi disponibili in seguito a rinuncia potranno essere
riassegnate ai candidati idonei non assegnatari, seguendo l’ordine della
graduatoria. Se la graduatoria risulterà esaurita i posti ancora disponibili

13
saranno resi pubblici all’albo dell’Istituto e sul sito web e sarà possibile
fare domanda per tali posti entro il termine indicato nell’avviso esposto
all’albo.
Le domande pervenute verranno valutate dal delegato LLP/Erasmus,
sentito il Consiglio Accademico dell’ISIA di Urbino.
I requisiti di partecipazione e di valutazione delle domande sono gli stessi
previsti per la prima fase.
In particolare si ricorda che non possono partecipare all’assegnazione dei
posti liberatisi per rinuncia gli studenti che hanno già ottenuto una
destinazione nelle assegnazioni precedenti (non è infatti possibile
rinunciare alla propria destinazione per concorrere a borse liberatisi per
rinuncia).

3.4 Adempimenti post-assegnazione (a cura dell’ufficio Erasmus)

Completata la procedura di assegnazione delle destinazioni, l’ufficio


Erasmus:

• comunicherà alle imprese straniere i nominativi, gli indirizzi ed il


periodo di permanenza all’estero degli studenti vincitori di borsa;
• comunicherà all’Agenzia Nazionale LLP/Erasmus – Roma e Firenze -
l’elenco delle assegnazioni, allo scopo di espletare gli adempimenti
necessari ad ottenere l’erogazione delle borse;
• stipulerà un training agreement con l’impresa ospitante.

L’ufficio Erasmus è il riferimento per tutto ciò che riguarda gli aspetti
amministrativi e contrattuali di erogazione delle borse (accordo
finanziario, documentazione necessaria per la partenza, assistenza
sanitaria per l’estero, modalità e tempi di erogazione delle rate della
borsa, ecc).

3.5 Adempimenti post-assegnazione (a cura degli studenti)

Gli studenti vincitori di borsa dovranno:


• curare personalmente, laddove richiesto, l’invio dei moduli relativi alla
prenotazione dell’alloggio;
• nel caso di prolungamento del soggiorno all’estero, lo studente è
tenuto ad aggiornare l’accordo con il delegato LLP/Erasmus (e il
successivo training agreement) sulla base del periodo aggiuntivo;
• sottoscriverà l’accordo Placement Erasmus con l’Istituto di
appartenenza.

3.6 Tasse di iscrizione

Gli studenti vincitori di una borsa Erasmus sono tenuti a pagare


regolarmente le tasse di iscrizione nell’Istituto di appartenenza.

3.7 Rinunce e sanzioni disciplinari

14
Chi rinuncia a partire senza adeguati motivi non potrà partecipare alla
selezione delle borse Erasmus per gli anni accademici successivi.
La ragione di tale sanzione sta nel fatto che la rinuncia implica la
probabile perdita di opportunità di borse per potenziali altri beneficiari.

L’ISIA di Urbino si riserva la facoltà di prendere gli opportuni


provvedimenti disciplinari nei riguardi di quegli studenti che, nel corso
degli studi all’estero, siano stati oggetto di sanzioni disciplinari da parte
dell’Istituto ospitante. Sull’entità e sulla tipologia di tali provvedimenti si
pronuncerà il Consiglio Accademico dell’Istituto.

4 Riconoscimento degli studi svolti all’estero

4.1 Procedura di riconoscimento

Al termine del periodo di Placement Erasmus l’impresa ospitante deve


rilasciare allo studente un transcript of work, relativo al lavoro svolto in
accordo con il training agreement, e un attestato che certifichi le date del
periodo di mobilità.

4.2 Regole per il riconoscimento

Previa acquisizione della documentazione prevista, di cui sopra, l’Istituto


di appartenenza garantirà allo studente il totale riconoscimento, previsto
dal regolamento d’Istituto, delle attività indicate nel training agreement e
portate a termine con successo.

STA (Mobilità dei docenti per attività didattica)

1 Requisiti per la candidatura

1.1 Merito

Possono partecipare al programma tutti i docenti (strutturati e


contrattisti) che prestino servizio presso l’Istituto ospitante.
Il docente interessato potrà richiedere la mobilità all’interno del semestre
assente da lezioni e comunque senza compromettere in alcun modo
l’attività didattica dell’Istituto di appartenenza.
La mobilità non potrà avere una durata superiore a 6 settimane e
comunque non inferiore a 5 ore di docenza (1 giorno).

15
2 Bando e domanda di candidatura

2.1 Bando

Nel corso del mese di gennaio sarà pubblicato il bando relativo a borse
Erasmus per l’anno accademico successivo. Il bando riporterà la data di
scadenza per la presentazione delle domande, l’elenco delle destinazioni
disponibili e l’area linguistica.

2.2 Come fare domanda

La domanda di partecipazione verrà stilata utilizzando gli appositi moduli


in distribuzione presso l’ufficio Erasmus e presenti sul sito dell’Istituto
www.isiaurbino.it/erasmus.
Entro la data indicata nel bando essa dovrà essere riconsegnata, firmata
dal docente, all’ufficio Erasmus, completa di:
• Il teaching programme, contenente gli obiettivi, il contenuto della
docenza e i risultati attesi, il quale sarà sottoscritto da entrambe le
parti;
• certificati o titoli comprovanti le conoscenze linguistiche.

2.3 La selezione delle domande

Il delegato LLP/Erasmus dell’Istituto, sentito il parere del Consiglio


Accademico dell’ISIA di Urbino, curerà la selezione delle domande. La
selezione avverrà:
- verificando il possesso dei criteri di ammissione;
- valutando il teaching programme del docente.
La mancanza di uno dei requisiti citati comporterà l’esclusione dal
programma.
Il delegato LLP/Erasmus, nel rispetto delle procedure previste dal bando,
comunicherà alla segreteria, ai fini della relativa pubblicazione, l’elenco
dei candidati ritenuti idonei per l’assegnazione della borsa Erasmus.

3 Assegnazione delle destinazioni

3.1 Assegnazione
Il delegato LLP/Erasmus dell’Istituto, ai fini dell’assegnazione, terrà conto
delle seguenti priorità:
• alle attività nelle quali il periodo di insegnamento del docente
ERASMUS sarà parte integrante del programma di studio dell’Istituto
ospitante;
• alle attività di mobilità che conducano alla produzione di nuovo
materiale didattico;
• alle attività di mobilità che saranno utilizzate per consolidare ed
ampliare i rapporti tra dipartimenti e facoltà e per preparare futuri
progetti di cooperazione.

16
Per garantire la partecipazione del maggior numero possibile di docenti la
priorità sarà data inoltre ai docenti che si rechino all’estero per la prima
volta nell’anno accademico in corso.
Al termine della mobilità l’assegnatario presenterà una breve relazione
sui risultati ottenuti più rilevanti.

STT (Mobilità del personale docente e non docente)

1 Requisiti per la candidatura

1.1 Merito

Può partecipare al programma tutto il personale docente (strutturati e


contrattisti) e non docente (strutturati) che presti servizio presso l’Istituto
ospitante.
Le borse sono assegnate esclusivamente per effettuare un periodo di
formazione all’estero presso un Istituto di Istruzione Superiore (in
presenza di accordi istituzionali) o un’impresa ospitante (non è richiesto
un accordo istituzionale ma è auspicabile la presenza di un accordo tra le
parti).
Un’eventuale formazione linguistica o partecipazione a
seminari/workshop/conferenze, potranno essere ritenute attività
ammissibili per la mobilità staff training esclusivamente in presenza di
una chiara e definita strategia di formazione per lo staff coinvolto. Nel
caso del personale docente si potrà richiedere la mobilità all’interno del
semestre assente da lezioni e comunque senza compromettere in alcun
modo l’attività didattica dell’Istituto di appartenenza. Per quanto
concerne il personale non docente non potranno accedere alla mobilità
più di una unità per semestre.
La mobilità non potrà avere una durata superiore a 6 settimane e
comunque non inferiore a 1 settimana (5 giorni lavorativi).

2 Bando e domanda di candidatura

2.1 Bando

Nel corso del mese di gennaio sarà pubblicato il bando relativo a borse
Erasmus per l’anno accademico successivo. Il bando riporterà la data di
scadenza per la presentazione delle domande, l’elenco delle destinazioni
disponibili, la durata delle relative borse di studio e l’area linguistica.

2.2 Come fare domanda

La domanda di partecipazione verrà stilata utilizzando gli appositi moduli


in distribuzione presso l’ufficio Erasmus e presenti sul sito dell’Istituto
www.isiaurbino.it/erasmus.
Entro la data indicata nel bando essa dovrà essere riconsegnata, firmata
dal candidato, all’ufficio Erasmus, completa di:

17
• Work plan, contenente gli obiettivi, i risultati attesi in termini di
apprendimento o formazione, le attività svolte e se possibile un
programma del periodo, il quale sarà sottoscritto da entrambe le parti.

2.3 La selezione delle domande

Il delegato LLP/Erasmus dell’Istituto, sentito il parere del Consiglio


Accademico dell’ISIA di Urbino, curerà la selezione delle domande. La
selezione avverrà:
- verificando il possesso dei criteri di ammissione;
- valutando il work plan del candidato.
La mancanza di uno dei requisiti citati comporterà l’esclusione dal
programma.
Il delegato LLP/Erasmus, nel rispetto delle procedure previste dal bando,
comunicherà alla segreteria, ai fini della relativa pubblicazione, l’elenco
dei candidati ritenuti idonei per l’assegnazione della borsa Erasmus.

3 Assegnazione delle destinazioni

3.1 Assegnazione
Il delegato LLP/Erasmus dell’Istituto, ai fini dell’assegnazione, terrà conto
delle seguenti priorità:
• alle attività di mobilità che conducano alla produzione di nuovo
materiale didattico/strumenti di lavoro;
• alle attività di mobilità che saranno utilizzate per consolidare ed
ampliare i rapporti tra dipartimenti e facoltà e per preparare futuri
progetti di cooperazione.

Per garantire la partecipazione del maggior numero possibile di docenti la


priorità sarà data inoltre ai docenti che si rechino all’estero per la prima
volta nell’anno accademico in corso.
Al termine della mobilità l’assegnatario presenterà una breve relazione
sui risultati ottenuti più rilevanti.

Per quanto non previsto dal presente regolamento, si rimanda al


bando in pubblicazione a gennaio. L’elenco degli Istituti partners è
in continuo aggiornamento ed è consultabile presso l’ufficio
Erasmus.

18