Sei sulla pagina 1di 9

Cerchi informazioni sulla dieta del Dottor Lemme?

Ti farò un esempio della mia


esperienza con questa dieta e troverai anche un pdf gratis con delle ricette! Anche
Briatore è dimagrito seguendo la Dieta Lemme, tu cosa aspetti?

Ideata dal Dr. Lemme, questa dieta è da lui stesso chiamata “filosofia alimentare”. Il
motivo per cui è così particolare e amata è che questa dieta non ti chiede di rinunciare
al cibo (infatti è una dieta proteica) ma ti propone un modo nuovo e innovativo per
assumerlo. Una dieta gratis per perdere 10 kgin un mese è un gioco da ragazzi,
rinuncia ai chili di troppo ma non al cibo grazie a questa dieta che riscuote sempre più
successo! Vuoi scoprirne di più sulla Dieta Lemme?

IN COSA CONSISTE LA DIETA?

Dimenticati pane, latte, sale e bevande gasate! Pasta, carne e pesce sono parte
centrale della filosofia della Dieta Lemme, che è una dieta abbastanza particolare.
Non ti chiede di rinunciare alla pasta, ma di mangiarla al mattino!

La famosa dieta del Dottor. Lemme si divide in una parte di dimagrimento e in una di
mantenimento. La vera rivoluzione della Dieta Lemme sta nel mangiare a colazione
pasti tipici dei pranzi principali. Assumere i pasti più calorici all’inizio della giornata fa sì
che abbia più tempo per smaltirli, senza rinunciarci.

Questa dieta è conosciuta come la “dieta degli spaghetti a colazione” , perché ha


fatto scalpore l’idea del Dottore di far consumare questo cibo, tipico del pranzo, a inizio
giornata. I media e molti programmi hanno trattato questa dieta ma molte sono state le
testimonianze favorevoli e i risultati ottenuti. Il menu che la contraddistingue rientra tra i
regimi proteici ma spesso la dieta viene anche considerata una dieta dissociata,
perché esclude il consumo di carboidrati e proteine insieme.
Le controindicazioni più importanti sono per le donne in gravidanza e in allattamento:
è assolutamente sconsigliato per loro seguire la dieta del Dott. Lemme perché non
apporterebbe al bambino i nutrienti necessari ad un sano sviluppo.

Altre problematiche che possono insorgere sono affaticamento di reni e fegato, dovuto
alle grandi quantità di proteine. Sconsiglio quindi totalmente questa dieta a c hi ha già
questo tipo di problemi.
La mancanza di zucchero e sale nella dieta può portare a cali di pressione e sensazioni
di stanchezza, ma basta abituarsi il primo periodo e poi il nostro corpo risponderà nel
migliore dei modi!

Esiste anche una versione vegetariana della Dieta Lemme! Non rinunciare alla tua
linea, potrai avere un menu della Lemme fatto solo con cibi vegetariani che
apporteranno al tuo corpo il giusto fabbisogno evitando carne e pesce.

La Dieta Lemme è adatta a tutti ed è tra le diete meno restrittive che ci siano, merita
veramente di essere conosciuta e compresa. Un nuovo modo di dimagrire senza troppe
rinunce, una dieta quella del dottor.Lemme, che raccoglie ogni giorno commenti
positivi da tantissimi che l’hanno già provata!

CONOSCIAMO DI PIÙ IL DR. LEMME!

Alberico Lemme, il dietologo della star, è diventato noto per aver fatto perdere a
Briatore 17 kg senza troppe rinunce. È proprio questo che vanta come cavallo di
battaglia: la Dieta Lemme non ti chiede di rinunciare al cibo ma solo di cambiarne
l’orario di assunzione.

Sempre pronto a controbattere alle critiche che gli vengono mosse, il famoso farmacista
non si è tirato indietro e ha molti cadetti che ne seguono le orme. Ha inoltre aperto uno
stabilimento a Desio, in provincia di Milano, in cui produce i cibi consigliati nella sua
dieta con modalità di preparazione innovative e prive di grassi .

La Lemme infatti ha un ampio menù tra cui scegliere: non ti obbliga a rinunciare né ai
dolci né alla frittura! Per costruire la sua filosofia alimentare ha studiato i principi
medici e biochimici che stanno alla base dell’obesità, cercando di abbattere le
associazioni dannose di cibi per portare a un dimagrimento.
PERCHÉ FUNZIONA?
Le esperienze e le opinioni di chi l’ha provato sono state ottime. Nello star system
è una delle diete più conosciute e più utilizzate. Paola Perego, Lorella Cuccarini e altri
hanno ammesso di seguirla costantemente per tenersi in forma.
Alla base del successo della dieta del Dottor.Lemme c’è una sua innovativa in tuizione,
riassumibile nei sui 5 principi fondanti.

• Identificare l’indice glicemico degli alimenti e non le calorie

• Dare importanza alla composizione chimica degli alimenti

• Modificare l’orario di assunzione dei pasti

• Evitare determinate associazioni dei pasti

• Identificare il pool enzimatico di ognuno

Il punto fondamentale della Dieta Lemme è quindi non badare alle calorie bensì
all’indice glicemico e, come sempre, associarvi dello sport.

Questi i due semplici e chiari principi fondanti!

Come potrai notare, la pasta secondo la dieta è da consumarsi al mattino. Potrà


sembrarti strano, ma alla base c’è un motivo scientifico: il metabolismo
glicemico infatti funziona meglio al mattino, e consumando in quel frangente di tempo i
carboidrati, si assisterà ad un dimagrimento.

La Dieta Lemme ha un preciso schema a due fasi che consente di perdere fino a 10 kg
in un mese e di mantenere poi il peso raggiunto grazie a una seconda fase di
educazione alimentare. La Lemme quindi fornisce a chi la segue degli accorgimenti da
seguire, facendogli capire quali sono i cibi che assimila maggiormente e quali le
associazioni per lui più dannose.
IL MENU DA SEGUIRE

Ti riporto un esempio di menu settimanale completo della Dieta Lemme. Ti ricordo che è
un menù approssimativo: il vero menù viene infatti calibrato sui tuoi indici glicemici
e sui tuoi progressi ogni due giorni dal Dottor Lemme in persona! Vuoi capire cosa
potrai mangiare? Ecco un menu completo per vedere coi tuoi stessi occhi che nella
dieta del Dottor Lemme le rinunce non sono previste!

Primo e Secondo giorni

• COLAZIONE: caffè e tacchino

• PRANZO: caffè e filetto di manzo

• CENA: caffè e pesce spada

Terzo e cuarto giorni

• COLAZIONE: caffè e pasta olio e peperoncino

• PRANZO: caffè e petto di pollo

• CENA: caffè e sogliola

Quinto e sesto giorni

• COLAZIONE: caffè e carciofi

• PRANZO: caffè e fiorentina

• CENA: caffè e orata

Settimo e Ottavo giorno

• COLAZIONE: caffè e pasta olio e peperoncino

• PRANZO: caffè e petto di pollo

• CENA: caffè e sogliola


Nono e Decimo giorni

• COLAZIONE: caffè e fragole

• PRANZO: caffè e filetto di vitello

• CENA: caffè e brancino

11° e 12° giorni

• COLAZIONE: caffè e pasta olio e peperoncino

• PRANZO: caffè e petto di pollo

• CENA: caffè e sogliola

13° e 14° giorni

• COLAZIONE: caffè e pompelmo

• PRANZO: caffè e galletto amburghese

• CENA: caffè e pesce spada

15° e 16° giorni

• COLAZIONE: caffè e pasta olio e peperoncino

• PRANZO: caffè e filetto di manzo

• CENA: caffè e sogliola

17° e 18° giorni

• COLAZIONE: caffè e frittata

• PRANZO: caffè e petto di pollo

• CENA: caffè e orata

19° e 20° giorni

• COLAZIONE: caffè e pasta olio e peperoncino

• PRANZO: caffè e filetto di manzo

• CENA: caffè e sogliola


ESEMPI DI RICETTE
Nel pdf che trovi in questa pagina potrai scoprire gratis le ricette tipiche del professor
Lemme. I piatti che troverai seguono i principi della Dieta Lemme e sono utili per avere
un’idea del percorso che seguono le persone che intraprendono questa filosofia
alimentare.

LA VARIANTE VEGETARI ANA DELLA DIETA


LEMME
Anche se sei vegetariana puoi usufruire dei benefici della Dieta Lemme. Le
testimonianze di chi ha provato questa tipologia di dieta sono positive, anche se con il
menu vegetariano la varietà di cibo si riduce, resta comunque una dieta ricca di varie
ricette e gusti. La carne prevista dal menu originale della dieta viene sostituita da
grandi quantità di proteine vegetali ad alto contenuto proteico. Legumi e frutta secca
quindi saranno alla base del menu e delle ricette.

Tra i principi del Dottor.Lemme c’è quello di una filosofia alimentare e di un’e ducazione
alimentare, e infatti anche in questa variante è molto importante imparare a conoscere
gli ortaggi. Infatti inserire nel proprio menu la giusta quantità di ortaggi per raggiungere
un equilibrato fabbisogno è una delle prime cose che questa filoso fia vegetariana del
Dottor.Lemme ti insegna. La varietà di cibo offerta nel menu Lemme originale, data da
pasta, carne e pesce, viene sostituita con ortaggi e verdure verdi.

Un esempio di menu vegetariano Lemme dovrebbe comprendere patate, peperoni,


broccoli, avocado, carciofi, cavoli, spinaci e asparagi. Abbinati a queste verdure il
Dottor.Lemme suggerisce i legumi, cioè ceci, fave, piselli, soia, fagioli e in particolare le
lenticchie, che apportano proteine al menu della dieta.

Per aumentare la quantità di abbinamenti possibili sono da aggiungersi anche i cereali


come frumento, riso, miglio, farro, grano e orzo, per compensare gli aminoacidi
mancanti della carne. Se sei appassionata di cibi esotici e particolari, con questa Dieta
Lemme potrai sbizzarrirti! Infatti sono consigliati il seitan, il tofu, il tempeh e la quinoa.
Se sei veramente un amante di sapori particolare, ti farà piacere sapere che il
Dottor.Lemme consiglia anche di consumare alghe, come la spirulina, per avere un
fabbisogno completo e ricco di vitamine.

Pensi di dover rinunciare alla “dolcezza”? Ti sbagli , il menu della dieta consiglia
oltre a pinoli, arachidi e noci, anche mandorle, pistacchi e nocciole! Anche la Lemme
Vegetariana è gustosa, tanto quanto il menu di quella originale!

OPINIONI SULLA DIETA LEMME


Le esperienze e le opinioni sulla dieta del Professor Lemme non mancano sul web! Tra
adorazioni e critiche, i commenti di chi grazie ai suoi principi ha veramente cambiato la
propria vita sono molti. Tra le testimonianze che pot rai trovare, ciò che colpisce di più è
che questa modalità di assunzione di cibi ha portato molte persone a perdere 10 kg in
un solo mese.
I costi sono simili a quelli di tante altre diete proposte nei centri dimagranti, ma con
la differenza che con la Dieta Lemme il gusto nel menù resta ricco e variegato. Non
avrai la tentazione di cedere alle voglie di dolce perché il menu è bilanciato per
apportare tutto ciò che serve al tuo corpo per sentirsi sazio e soddisfatto.

Inoltre la costante presenza della pasta e tante ricette ricche di gusto ti faranno vivere
l’esperienza della dieta come una modificazione delle tue abitudini, più che come una
rinuncia! Certamente la Dieta Lemme funziona, se seguita anche dal menu di
mantenimento poi i risultati sono sorprendenti e duraturi.

SPAGHETTI AGLIO, OLIO E PEPERONCINO


• 1 peperoncino
• 4 spicchi di aglio
• 4 cucchiai di olio di oliva
• 320 gr pasta di semola (di grano duro)

Laviamo il peperoncino, tagliamolo a cerchietti ed eliminiamo gran parte dei semi. Sbucciamo
4 spicchi di aglio, eliminiamo l’eventuale germoglio e tagliamolo in piccole fette. Scaldiamo in
una padella 4 cucchiai di olio, mettiamoci l’aglio e facciamolo dorare a fuoco moderato, facendo
attenzione a non bruciarlo. Aggiungiamo anche il peperoncino.

Lessiamo 320 grammi di spaghetti integrali in una pentola con l’acqua salata, scoliamoli
leggermente al dente e trasferiamoli nella padella con l’olio al peperoncino e l’aglio. Saltiamo il
tutto per pochi secondi e aggiungiamo altri 4 cucchiai di olio d’oliva. A questo punto, il piatto è
pronto per essere servito.
BRANZINO AL LIMONE
• 1 pizzico di pepe
• 3 limoni
• 1 cucchiaio di olio di oliva
• 4 filetti di branzino o spigola
• Cous Cous
• 1 spolverata di erba cipollina
• 1 pizzico di sale

Prepariamo 4 filetti di branzino da circa 250 g ciascuno. Se troviamo spine, eliminiamole con
una pinzetta. Laviamo 2 limoni e tagliamoli a rondelle. Spremiamo invece il succo del terzo
limone. Scaldiamo una padella con un fondo antiaderente aggiungendo un cucchiaio d’olio e
posizioniamo sul fondo le rondelle di limone.

Aggiungiamo i filetti di pesce alla padella, coprendo il tutto con il coperchio e lasciando
cuocere il tutto per circa sei minuti a fiamma media. Al termine dei sei minuti, aggiungiamo sale,
pepe e il succo di limone. Lasciamo cuore i filetti per altri 2-3 minuti. Aggiungiamo l’erba
cipollina tagliuzzata al pesce e serviamo il piatto a tavola, abbinandoci il cous cous o il riso.
COSCE DI POLLO AL FORNO
• 8 cosce di pollo
• 1 limone
• 1 rametto di rosmarino
• 3-4 foglie di salvia
• 5-6 spicchi d’aglio
• 3 cucchiai di olio di oliva extravergine
• 1 pizzico di sale
• 1 pizzico di pepe

Disponiamo 8 cosce di pollo in una teglia unta con 2-3 cucchiai di olio extravergine.
Mettiamoci anche gli aghi di 1 rametto di rosmarino, 3 foglie di salvia e 5 spicchi
d’aglio schiacciati, senza spellarli. Inseriamo la teglia in forno già caldo a 180-200°C e
lasciamo cuocere le cosce di pollo per 30 minuti. Copriamoli con la carta stagnola, facciamoli
raffreddare e conserviamoli in frigo.

Il giorno successivo, riportiamo le cosce a temperatura ambiente e mettiamole nel forno già
caldo a 200°C per 5 minuti. Togliamo l’alluminio, aggiungiamo un pizzico di sale e pepe,
lasciamo cuocere il tutto per altri 10 minuti. Dopodiché, possiamo togliere le cosce di pollo dal
forno e servirle in tavola.