Sei sulla pagina 1di 1

Relazione sui video dal titolo :

IL SEGRETO OLTRE LA MATERIA CONSAPEVOLE (Tratti dal video originale in


inglese Perception. The reality beyond matter. )

Ciò che si nasconde al di là della materia.


L’uomo è cresciuto sotto l’effetto del condizionamento del mondo in cui vive.
Questo mondo viene vissuto come una realtà assoluta e come convinzione ma le
scoperte della scienza moderna hanno rivelato una realtà diversa. Il mondo che
conosciamo fin dalla nascita è quello percepito dai nostri cinque sensi. Gli
scenziati affermano che l’uomo è un’immagine e che tutto quello che viene
percepito e sperimentato è temporaneo e ingannevole.
La vista umana. L’atto di vedere si realizza per gradi. I fotoni (frammenti di luce)
viaggiano dall’oggetto all’occhio, fino alla retina che si trova nella parte
posteriore dell’occhio. Qui si trasformano in impulsi elettrici e che vengono poi
trasmessi dai neuroni alla parte posteriore del cervello. Quindi tutto ciò che
vediamo si realizza in questo punto del cervello di pochi centimetri. Quello che in
effetti osserviamo sono dei segnali elettrici nel nostro cervello dove tra l’altro la
luce non può penetrare. Questo vale per tutti gli altri nostri sensi, tutti vengono
percepiti dal cervello sotto forma di segnali elettrici ed il nostro cervello non
viene mai posto a stretto contatto con nessuna parte della realtà percepita. Tutto
ciò che percepiamo come materia sono solo segnali elettrici all’interno del nostro
cervello quindi un’interpretazione che il cervello dà ad impulsi elettrici. E’
difficile pensare che siamo costituiti unicamente da un cervello e che delle
percezioni senza riferimenti materiali concreti siano reali.
Il mondo nei sogni. Credere che ciò che percepiamo nei sogni è realtà è
un’illusione. Il mondo delle percezioni nel sogno è uguale al mondo percepito
come vita di veglia. Al risveglio di un sogno entriamo in un altro sogno più lungo
che noi chiamiamo vita reale.
L’essere reale e assoluto.
Kern Willer (neuroscenziato, cognitivista) e prima di lui i Greci si sono interrogati
su chi sia colui che realizza l’atto di conoscere. C’è un essere metafisico che usa la
vista, che vede e che sente ed è l’anima. I corpi che possediamo e il mondo che
vediamo nei nostri sogni non hanno alcuna realtà fisica. Il vero essere assoluto è
l’anima ed il mondo che abbiamo davanti è percepito solo dalle percezioni che
ha la nostra anima.
Se riconosciamo che il mondo materiale è costituito dalle percezioni che vengono
fornite all’anima allora dobbiamo riconoscere che esiste una fonte di tutte queste
percezioni. La materia non esiste per sua propria volontà ma è causata da un’altra
entità che la crea e la creazione è continua e costante.
L’Ente superiore responsabile della creazione che permette alla nostra anima di
vedere il tutto e che continua la sua creazione incessantemente ha una forza e
una potenza eterna e domina tutta la creazione in ogni istante. Questa forza
creatrice è la coscienza. La coscienza è l’unico vero essere assoluto ed è ciò che
viene chiamato Dio. La coscienza è eterna e contempla e realizza se stessa.
Essendo eterna e immortale, ha bisogno di vivere l’esperienza della vita e della
morte. La coscienza è l’unità del tutto, l’unione di tutte le esperienze ovvero
Spirito, Anima e Mente. Noi siamo l’osservatore e l’osservato. NOI SIAMO.