Sei sulla pagina 1di 35

LA MARCATURA CE DEI COMPONENTI STRUTTURALI IN

ACCIAIO SECONDO LA EN 1090-1 e il CPR 305/2011

Ing. Umberto Vicentini


Bureau Veritas Italia SpA
Umberto.vicentini@it.bureauveritas.com
Tel. 345. 4559067
Lo scenario legislativo

CENTRO DI TRAFORMAZIONE (NTC2008)

MARCATURA CE dei COMPONENTI STRUTTURALI


METALLICI

EN1090-1 ESECUZIONE DI STRUTTURE IN ACCIAIO e DI


ALLUMINIO
Parte : Requisiti per la valutazione di conformità dei
componenti strutturali

Possibile dal 1 gennaio 2011


Obbligatoria dal 1 Luglio 2014

Bureu Veritas Italia SpA 2


La EN1090-1 e le norme a supporto

EN1090-2
Parte 2: Requisiti tecnici per la
realizzazione di strutture in acciaio

EN 1090-1
Requisiti per la valutazione di
conformità dei componenti
strutturali

EN1090-3
Parte 3: Requisiti tecnici per la
realizzazione di strutture in alluminio

Bureu Veritas Italia SpA 3


EN 1090-1 - Scopo

La norma specifica i requisiti per la valutazione della conformità


delle caratteristiche di performance per i componenti strutturali in
acciaio e alluminio, nonché per i kit immessi sul mercato come
prodotto da costruzione.
La valutazione di conformità riguarda le caratteristiche di
fabbricazione e, ove applicabile, le caratteristiche di progettazione
strutturale.
 La norma copre anche la valutazione della conformità dei
componenti in acciaio utilizzati in strutture composte acciaio-
calcestruzzo.
I componenti possono essere utilizzati direttamente, o nei lavori di
costruzione, o come componenti strutturali in forma di kit.
 La norma si applica ai componenti strutturali prodotti sia in serie
che non in serie, compresi i kit.

Bureu Veritas Italia SpA 4


EN 1090-1 - Scopo

 I componenti possono essere fatti di prodotti laminati a caldo o a


freddo, o prodotti fabbricati con altre tecnologie. Possono essere
prodotti in sezioni/profili di varia forma, prodotti laminati (piastre,
lamiere, nastri), barre, forgiati da acciaio e alluminio, protetti o non
protetti contro la corrosione da rivestimenti o altri trattamenti
superficiali, ad esempio anodizzazione dell’alluminio.
La norma copre i profilati strutturali piegati a freddo e le lamiere
come definito nella EN 1993-1-3 ed EN 1999-1-4.

Bureu Veritas Italia SpA 5


EN 1090-1 - Scopo

Non comprende la valutazione di conformità dei componenti per


controsoffitti, rotaie o traversine utilizzate nei sistemi ferroviari.
NOTA: Per alcuni componenti in acciaio e alluminio, sono state
sviluppate specifiche particolari per prestazioni e altri requisiti. Le
specifiche particolari possono essere emesse come una EN o come
clausole all'interno di una EN.
Un esempio è dato dalla EN 13084-7 Camini strutturalmente
indipendenti (Specifiche di prodotto applicabili ad elementi cilindrici
di acciaio da utilizzare per camini di acciaio a parete singola e per
pareti interne di acciaio). Tali specifiche particolari avranno la
precedenza in caso di non conformità con i requisiti della presente
norma europea.

Bureu Veritas Italia SpA 6


Definizioni
Dall’ Art. 2 del Regolamento CPR 2011 n°305, che abroga la direttiva 89/106
1) «prodotto da costruzione», qualsiasi prodotto o kit fabbricato e immesso sul mercato
per essere incorporato in modo permanente in opere di costruzione o in parti di esse e
la cui prestazione incide sulla prestazione delle opere di costruzione rispetto ai
requisiti di base delle opere stesse.
2) «kit», un prodotto da costruzione immesso sul mercato da un singolo fabbricante
come insieme di almeno due componenti distinti che devono essere assemblati per
essere installati nelle opere di costruzione.
3) «opere di costruzione», gli edifici e le opere di ingegneria civile.

Bureu Veritas Italia SpA 7


Definizioni
Quali sono le opere di ingegneria civile?
Vi rientrano anche le opere di ingegneria civile all'interno di un complesso industriale?
Ci aiuta a rispondere a questo quesito il Documento Interpretativo dei requisiti essenziali n. 1
relativo alla resistenza meccanica e stabilità delle opere.
Per opere di costruzione s'intende tutto cio' che e' costruito o che risulta dalle attivita'
di costruzione e che e' fissato al suolo. Questo termine comprende sia gli edifici sia le
opere di ingegneria civile. Nei documenti interpretativi le "le opere di costruzione"
sono anche denominate "le opere". Le opere di costruzione comprendono
segnatamente: abitazioni, edifici industriali, commerciali, uffici, ospedali, scuole, centri
ricreativi ed edifici agricoli, ponti, strade ed autostrade, ferrovie, reti di condutture,
stadi, piscine, moli, banchine, bacini, chiuse, canali, dighe, torri, cisterne, gallerie ecc.

Bureu Veritas Italia SpA 8


Definizioni

"L'opera deve essere concepita e costruita in modo che le azioni cui


puo' essere sottoposta durante la costruzione e l'utilizzazione non
provochino:

a) il crollo dell'intera opera o di una sua parte;

b) deformazioni di imponenza inammissibile;

c) danni ad altre parti dell'opera o alle attrezzature principali o


accessorie in seguito ad una deformazione di primaria imponenza
degli elementi portanti;

d) danni accidentali sproporzionati alla causa che li ha provocati"

Bureu Veritas Italia SpA 9


EN 1090 - Prodotti coinvolti

Bureu Veritas Italia SpA 10


Prodotti coinvoilti in un impianto di compressione

Gas
G.T. Turbine(G.T.)Package
Inlet Duct Acoustical
G.T. Enclosure\Building
Filter
House

Filter House GT Exhaust


& Inlet Duct Free Duct
GT Exhaust Duct Compressor
Supporting Standing Supporting Package
Structures Chimney Structure
EN 13084-7
Bureu Veritas Italia SpA 11
Perchè scegliere la EN1090 nel periodo di volontarietà?

► L’implementazione di un sistema di controllo della produzione in


fabbrica (FPC) secondo i requisiti della EN-1090 consente all’azienda di
ottimizzare i propri processi di produzione con un reale incremento della
produttività, delle capacità tecniche e della qualità dei prodotti.
► Un’azienda certificata EN-1090 ha la possibilità di immettere sul
mercato dei prodotti chiaramente distinguibili dai prodotti dei concorrenti
e con una forte visibilità commerciale in quanto accompagnati da
marcatura CE.
► Il mercato riconosce una capacità tecnica e qualitativa superiore dei
prodotti di un’azienda che, volontariamente, ha scelto di conformarsi ad
un sistema legislativo europeo.
► L’azienda ha la possibilità di espandere il proprio mercato operativo
potendo commercializzare liberamente i prodotti in tutto lo Spazio
Economico Europeo (30 stati), indipendentemente da eventuali
legislazioni nazionali.

Bureu Veritas Italia SpA 12


Perchè scegliere la EN1090 nel periodo di volontarietà?

► L’azienda ha la possibilità di partecipare a forniture di enti o grandi


aziende nazionali o estere che, sempre più spesso, indicano nei
capitolati la certificazione EN-1090 del produttore come requisito
essenziale per la fornitura di carpenterie metalliche.
► La certificazione EN-1090 dell’azienda è un’alternativa al rilascio, da
parte del Servizio Tecnico Centrale, dell’Attestato di Denuncia Attività
per i centri di trasformazione degli acciai per carpenteria metallica
prevista dalle Norme Tecniche per le Costruzioni del 2008 (NTC2008).
L’azienda è così sgravata da pratiche burocratiche con le autorità
ministeriali. L’attività di certificazione è infatti eseguita da un organismo
notificato (Bureau Veritas) che è in grado in tempi rapidi di rispondere
alle esigenze dell’azienda.

Bureu Veritas Italia SpA 13


Produzione per conto terzi (Rebranding) e EN 1090-1, è
possibile?

► D: Sono un’azienda che commercializza, apponendo il proprio


marchio, componenti strutturali metallici prodotti da altri e che
pertanto non effettua direttamente lavorazioni (foratura,
piegatura, saldatura,..) sugli elementi. La mia azienda può essere
certificata EN1090-1?

R: SI, la certificazione è rilasciata al Fabbricante.


Fabbricante: qualsiasi persona fisica o giuridica che fabbrichi un prodotto da
costruzione o che faccia progettare o fabbricare tale prodotto e lo commercializzi
con il suo nome o con il suo marchio (art.2 CPR 305/2011) + art. 15

Il fabbricante dovrà fornire evidenze a Bureau Veritas Italia, che effettua il


Controllo di Produzione in Fabbrica (FPC) in coerenza con i requisiti della
EN1090.
Bureau Veritas Italia effettuerà audit presso gli stabilimenti di produzione
(interni o esterni al fabbricante) al fine di certificare il FPC

Bureu Veritas Italia SpA 14


Come si individuano le classi di esecuzione (EXC)?

EN1090-1
Introduce il concetto di “Execution Class” in termini di requisiti
specificati classificati per l'esecuzione di un opera nel suo complesso,
di un singolo componente o di un dettaglio di un componente.
Seleziona e specifica quindi il livello di qualità appropriato relazionato
alla sicurezza che quel componente avrà nell’opera di costruzione

Necessità di rispettare Requisiti e


Execution class EXC Controlli più o meno stringenti da
effettuare in funzione delle
caratteristiche del prodotto da realizzare

• 4 classi di esecuzione con un incremento di requisiti che va da EXC 1 a EXC 4


• I requisiti da rispettare in funzione della EXC sono dati nell’Appendice A della
norma a supporto

Bureu Veritas Italia SpA 15


7. Classi di esecuzione

Come scegliere l’appropriata EXC?

AFFIDABILITA’ Consequence Class CC

EXC 1 - 4
Service Categories SC
Legate al rischio dell’installazione
RISCHI
POTENZIALI
Production Categories PC
Legate alla complessità di esecuzione

Componenti strutturali in acciaio


I criteri di scelta dell’EXC
differiscono in funzione del materiale
Componenti strutturali in alluminio
Bureu Veritas Italia SpA 16
7. Classi di esecuzione – Strutture in acciaio
Eurocodice 0
EN1990 Criteri generali di progettazione strutturale
APPENDICE B - DIFFERENZIAZIONE DELL’AFFIDABILITÀ STRUTTURALE PER
LE COSTRUZIONI

Consequence Class CCi (i = 1, 2 o 3)

CC1 = low CC2 = standard CC3 = high

Bureu Veritas Italia SpA 17


7. Classi di esecuzione – Strutture in acciaio (EN1090-2 All.B)

Service Categories SC
Categoria Parametri
-Strutture e componenti progettati soltanto per azioni quasi statiche

-Strutture e componenti le cui connessioni sono progettate per l’ azione sismica in regioni
SC1 con bassa sismicità e classe di duttilità DCL
-Strutture e componenti progettati per azioni a fatica da carroponti/gru meccanici (classe
S0)
-Strutture e componenti progettati per la resistenza a fatica in accordo alla EN 1993 (es.
Ponti stradali e ferroviari, gru, carriponte Classi da S1 a S9...), strutture suscettibili a
vibrazioni indotte da vento, folla o macchinari in rotazione
SC2
- Strutture e componenti progettati per l’ azione sismica in regioni con media o alta
sismicità ed in classe di duttilità DCM o DCH

DCL, DCM, DCH: classi di duttilità in accordo alla EN 1998-1

SC1 = static SC2 = fatigue

Bureu Veritas Italia SpA 18


7. Classi di esecuzione – Strutture in acciaio (EN1090-2 All.B)

Production Categories PC

Categoria Parametri
-componenti non saldati fabbricati con qualsiasi classe di acciaio
PC1
-componenti saldati fabbricati con classe di acciaio inferiore alla S355
-componenti saldati fabbricati con classe di acciaio uguale o superiore alla
S355
-componenti essenziali per l'integrità strutturale che vengono assemblati in situ
PC2 mediante saldatura
-componenti prodotti a caldo o che ricevono trattamenti termici durante la
produzione

PC1 <S355 PC2 ≥S355

Bureu Veritas Italia SpA 19


7. Classi di esecuzione – Strutture in acciaio (EN1090-2 All.B)

PROCEDURA PER LA DETERMINAZIONE DELLA EXC:


a) Selezionare la Classe di Conseguenza (CCi; i=1,2,3)espressa in termini di perdita di
vite umane, di conseguenze economiche, sociali ed ambientali (vedere EN 1990);
b) Selezionare la Categoria di Servizio e la Categoria di Produzione (vedi Tab. B.1 e B.2
EN1090-2);
c) Determinare quindi la Classe di Esecuzione come risultato delle due operazioni
precedenti, secondo quanto previsto dalla Tab. B.3 della EN1090-2

In Relazione alla
Execution Class
varieranno modalità e
frequenza di prove e
controlli sul prodotto in
questione\

Bureu Veritas Italia SpA 20


7. Classi di esecuzione – Strutture in acciaio (EN1090-2 All.B)

Bureu Veritas Italia SpA 21


Preparazione della Specifica del Componente

L’Annex A fornisce una linea guida per la preparazione della Specifica del
Componente (PCS).

PPCS (Purchaser Provided Component Specification)


2 Possibilità
MPCS (Manufacturer Provided Component Specification)

In molti casi entrambi (costruttore e cliente) contribuiscono insieme nella


definizione del PCS.
E’ necessario che i documenti d’offerta e contrattuali forniscano chiare evidenze su
come sono divisi i compiti e le responsabilità in merito alla preparazione del PCS.

Dichiarare conforme un prodotto rispetto ad


una determinata PCS non copre quegli
aspetti del progetto non considerati dal
costruttore!

Bureu Veritas Italia SpA 22


Preparazione della Specifica del Componente
PPCS (Purchaser Provided Component Specification)
Specifiche del Componente Fornite dal Committente
Il committente fornisce al fabbricante tutte le specifiche tecniche necessarie per
produrre il componente, inclusi i dati geometrici e le indicazioni per eseguire il
lavoro come un disegno costruttivo (Metodo 3a)

MPCS (Manufacturer Provided Component Specification)


Specifiche del Componente Fornite dal Fabbricante

Il produttore dichiara la geometria e Il produttore dichiara la geometria, le


le proprietà del materiale del proprietà del materiale del componente e
componente e qualsiasi altra le caratteristiche strutturali derivanti dalla
informazione necessaria per progettazione del componente
permettere ad altri di eseguire una
progettazione strutturale.
Metodo 2 per progetti secondo Eurocodice
(Metodo 1)
Metodo 3b per progetti secondo altre
specifiche indicate dal cliente nell’ordine

Bureu Veritas Italia SpA 23


Preparazione della Specifica del Componente

Schemi di flusso
delle informazioni
tra committente e
fabbricante che
genererano 4
diversi format di
etichette in base al
metodo seguito

TAB A.1

Bureu Veritas Italia SpA 24


L’iter di certificazione del FPC

Bureu Veritas Italia SpA 25


Etichettatura e Marcatura CE

Le informazioni che devono sempre essere presenti sull’etichetta sono:


- Numero identificativo dell’Organismo di certificazione
- Ragione sociale del fabbricante
- Le ultime 2 cifre dell’anno in cui la marcatura CE è stato affissa
- Numero del certificato di controllo di produzione in fabbrica
- Il riferimento alla normativa europea armonizzata
- Descrizione del componente (nome, materiali, dimensione, uso
previsto…)
- Riferimento alla specifica del componente (PCS)
- Classe di esecuzione EXC
- Informazioni sulle Caratteristiche Essenziali (tab ZA.1)

Bureu Veritas Italia SpA 26


Etichettatura e Marcatura CE
Art. 3 DPR 499 del 1997, comma 3

La marcatura CE:
è costituita dalle iniziali "CE" secondo il simbolo grafico che segue

in caso di riduzione o di ingrandimento, deve rispettare le proporzioni indicate per


il simbolo grafico graduato di cui alla lettera a);
deve avere sostanzialmente i suoi diversi elementi della stessa dimensione
verticale, che non può essere inferiore a 5 mm;
è seguita dal numero di identificazione dell'organismo che interviene durante la
fase di controllo della produzione;
è accompagnata dal nome o dal marchio specifico del produttore, dalle ultime due
cifre dell'anno di apposizione della marcatura CE, nei casi appropriati dal numero
del certificato CE di conformità e, se del caso, da indicazioni che permettano di
individuare le caratteristiche del prodotto in funzione delle specifiche tecniche.
Bureu Veritas Italia SpA 27
Etichettatura e Marcatura CE

Bureu Veritas Italia SpA 28


Etichettatura e Marcatura CE (Metodo 1 ZA.3.2)
Il produttore dichiara la geometria e le proprietà del materiale del componente e qualsiasi
altra informazione necessaria per permettere ad altri di eseguire una progettazione
strutturale
Es. di informazioni da
fornire in etichetta:
-Dati geometrici
-Saldabilità
-Resistenza alla frattura (acciaio)
- Reazione al fuoco
- Rilascio di cadmio
- Emissione di radioattività
- Durabilità (in funzione delle
specifiche del componente)
- EXC
-Riferimento alla specifica del
componente

Bureu Veritas Italia SpA 29


Etichettatura e Marcatura CE (Metodo 2 ZA.3.3)
Il produttore dichiara la geometria, le proprietà del materiale del componente e le caratteristiche
strutturali derivanti dalla progettazione del componente in accordo agli EC (il produttore esegue la
progettazione strutturale)

Es. di informazioni da
fornire in etichetta
-Dati geometrici
-Saldabilità
-Resistenza alla frattura (acciaio)
- Reazione al fuoco
- Rilascio di cadmio
- Emissione di radioattività
- Durabilità ( da dichiarare in funzione delle
specifiche del componente)
CARATTESITICHE STRUTTURALI
-Capacità portante
-Deformazione allo SLS
-Resistenza alla fatica
-Resistenza al fuoco
-Progettazione:Riferimento alle
specifiche/documenti di calcolo
-Produzione: Riferimento alla specifica del
componente e EXC

Bureu Veritas Italia SpA 30


Etichettatura e Marcatura CE (Metodo 3a ZA.3.4)
Il produttore dichiara la geometria, le proprietà del materiale del componente e le caratteristiche
strutturali derivanti dalla progettazione del componente sviluppata direttamente dal committente

Es. di informazioni da
fornire in etichetta
-Dati geometrici
-Resistenza alla frattura (acciaio)
- Reazione al fuoco
- Rilascio di cadmio
- Emissione di radioattività
CARATTERISTICHE
STRUTTURALI:
- Riferimento al progetto eseguito
dal Cliente
-Produzione: Riferimento alla
specifica del componente e EXC

Bureu Veritas Italia SpA 31


Etichettatura e Marcatura CE (Metodo 3b ZA.3.5)
Il produttore dichiara la geometria, le proprietà del materiale del componente e le caratteristiche
strutturali derivanti dalla progettazione del componente (sviluppata dal produttore) che va incontro
alle specifiche tecniche fornite dal committente
Es. di informazioni da
fornire in etichetta
-Dati geometrici
-Saldabilità
-Resistenza alla frattura (acciaio)
- Reazione al fuoco
- Rilascio di cadmio
- Emissione di radioattività
- Durabilità ( da dichiarare in
funzione delle specifiche del
componente)
CARATTESITICHE STRUTTURALI
- Progettazione:Riferimento alle
specifiche/documenti di calcolo
-Capacità portante
-Deformazione allo SLS
-Resistenza alla fatica
-Resistenza al fuoco
-Produzione: Riferimento alla
specifica del componente e EXC

Bureu Veritas Italia SpA 32


Caratteristiche di Prestazione – Annex ZA

L’opzione NPD (Nessuna Prestazione Determinata)

Il requisito relativo ad una certa caratteristica non è applicabile in quegli stati membri nei quali non
vi siano regolamentazioni per tale caratteristica per l’impiego previsto del prodotto.
In questo caso il fabbricante che immette il prodotto sul mercato di questi stati, non è tenuto a
determinare né a dichiarare la prestazione del prodotto relativa alla caratteristica non
regolamentata, e può quindi utilizzare l’opzione “Nessuna Prestazione Determinata” (NPD) nelle
informazione che accompagnano la marcatura CE. Tuttavia, l’opzione NPD non può essere
utilizzata nel caso in cui la caratteristica sia soggetta ad un livello di soglia.

Bureu Veritas Italia SpA 33


La Dichiarazione di Prestazione

riferimento del prodotto-tipo per il quale la dichiarazione di


prestazione è stata redatta
il sistema o i sistemi di valutazione e verifica della costanza
della prestazione del prodotto da costruzione
il numero di riferimento e la data di pubblicazione della norma
armonizzata o della valutazione tecnica europea usata per la
valutazione di ciascuna caratteristica essenziale
 se del caso, il numero di riferimento della documentazione
tecnica specifica usata ed i requisiti ai quali il fabbricante dichiara
che il prodotto risponda
l'uso o gli usi previsti del prodotto da costruzione,
conformemente alla specifica tecnica armonizzata applicabile

Bureu Veritas Italia SpA 34


La Dichiarazione di Prestazione

Il requisito relativo ad una certa caratteristica non è applicabile in


quegli stati membri nei quali non vi siano regolamentazioni per tale
caratteristica per l’impiego previsto del prodotto.
In questo caso il fabbricante che immette il prodotto sul mercato di
questi stati, non è tenuto a determinare né a dichiarare la prestazione
del prodotto relativa alla caratteristica non regolamentata, e può
quindi utilizzare l’opzione “Nessuna Prestazione Determinata” (NPD)
nelle informazione che accompagnano la marcatura CE. Tuttavia,
l’opzione NPD non può essere utilizzata nel caso in cui la
caratteristica sia soggetta ad un livello di soglia.

La dichiarazione di prestazione è redatta in


base al modello di cui all'allegato III del CPR

Bureu Veritas Italia SpA 35