Sei sulla pagina 1di 5

I RICCI E LE MELE

ERA UNA NOTTE D’AUTUNNO, MA NEL CIELO SPLENDEVA LA LUNA.


CINQUE RICCI, DUE GROSSI E TRE PICCOLI, SI AVVIARONO IN FILA VERSO
UN CAMPO DI MELI.
SI FERMARONO SOTTO I PRIMI ALBERI. A TERRA C’ERANO DELLE MELE CHE
IL VENTO AVEVA FATTO CADERE. CON IL MUSO E LE ZAMPE FECERO
ROTOLARE LE MELE, SPINGENDOLE IN UN MUCCHIO. MA LE MELE CADUTE
ERANO POCHE.
PAPÀ E MAMMA RICCIO SI GUARDARONO ATTORNO, SCELSERO UN
ALBERO E VI SI ARRAMPICARONO. POI, DONDOLANDOSI SUL RAMO
CARICO DI MELE, NE FECERO CADERE TANTE. DISCESERO. SPINSERO
ANCHE QUESTE MELE VICINO ALLE ALTRE.
POI TUTTI SI ARROTOLARONO E SI SDRAIARONO SULLE MELE CHE
RIMASERO INFILZATE NEI LORO ACULEI. COSÌ, CARICHI DI MELE, SE NE
TORNARONO IN FILA NELLA LORO TANA.
COMPRENSIONE: RISPONDI ALLE DOMANDE

1. IN QUALE MOMENTO DELLA GIORNATA SI SVOLGE LA STORIA?

________________

MATTINA POMERIGGIO SERA NOTTE

2. E IN QUALE STAGIONE? _________________

INVERNO PRIMAVERA ESTATE AUTUNNO

3. CHI SONO I PROTAGONISTI DELLA STORIA? ________________________________

RICCI TOPI RANE

4. QUANTI SONO IN TUTTO? ________________________

3 5 7
5. QUALI FRUTTI RACCOLGONO? ___________________

UVA PERE MELE

6. CON QUALI PARTI DEL CORPO? COLORALE

7. I RICCI RITORNANO NELLA TANA CON ___________________________

POCHE MELE TANTE MELE


RISCRIVI LE PAROLE ACCANTO ALLE IMMAGINI CORRETTE

VENTO TANA LUNA RICCIO

MELA RAMO ALBERO NOTTE


(MELO)

----------------------------- ------------------------------

----------------------------- -------------------------------

------------------------------ ------------------------------

------------------------------ -------------------------------