Sei sulla pagina 1di 15

IT

Fondo Europeo per


lo Sviluppo Regionale
COMUNITÀ EUROPEA
Isole Canarie Spagna

Lanzarote

Isole Canarie Spagna

Lanzarote
I

Premessa
N D I C E

1 Irlanda
Premessa
Descrizione 2 Dublino Regno Lanzarote è sinonimo di geologia allo stato puro, di paesaggi
Qualche cenno storico 6 Unito sottomarini e lunari, di acque limpide, di terra riarsa, di oasi
Itinerari 8 di palme, è convivenza armonica dell’Uomo e della natura.
Haría 8 Londra Il paesaggio di Lanzarote, ammirabile in tutto l’arco dell’anno,
Teguise 9 è fatto di giorni assolati, di bellissime spiagge esotiche e di
San Bartolomé 11 suggestive ed avvincenti vallate di origine vulcanica. Chi decide
Tinajo 13 di partire per Lanzarote è consapevole di aver scelto una
Parigi
Arrecife 14 meta privilegiata. Infatti, la più settentrionale delle isole
Tías 16 Canarie è l’unica ad essere stata premiata dall’UNESCO come
Yaiza 18 riconoscimento della tutela dell’ambiente insulare da parte dei
Francia
suoi abitanti. Un insieme di circostanze eccezionali fa sì che dal
Tempo libero 20
1993, Lanzarote vada fiera del titolo di Riserva della Biosfera,
Dati utili 22 Mar Cantábrico
un riconoscimento che ne sottolinea l’unicità, in cui natura e
arte si coniugano grazie al genio creatore di César Manrique, il
quale nutriva per quest’isola un amore senza pari. Chi si reca a
Portogallo
Lanzarote sa che l’attende una vacanza davvero diversa!
Madrid
Lisbona Lanzarote è fatta di 140 vulcani dalle riarse bocche dischiuse e
S PA G N A anelanti, disseminati su una superficie di 800 kmq, di fiumi
Océano pietrificati di liquirizia nera non più fumanti, di incantevole
Atlántico Mar architettura avvolta da un silenzio sereno. Bellezza purissima
Mediterraneo e spontanea. Saggezza depositatasi nel corso dei secoli.
Rispetto per i suoi paesaggi sempre in delirio, per il suo passato.
Ceuta Melilla
La luce abbagliante infiamma tutto l’ambiente circostante.

ISOLE CANARIE Il mistero di Lanzarote non è esprimibile a parole. Anche


Lanzarote
dopo esserci stati, ci si chiede se l’isola esista davvero.
La Palma
Allucinazione o miraggio?
Tenerife Fuerteventura
Gran Canaria Vulcano della
La Gomera Corona

El Hierro
Copertina: Stampato da:
Parque Nacional del Timanfaya
Retrocopertina: Testo: EGRAF, S.A.
Punta del Papagayo Progesmeca D.L. M. 30243-2006
Traduzione:
Raffaello Dal Col NIPO: 704-06-062-9
Pubblicato da:
© Turespaña
Secretaría de Estado Fotografia:
de Turismo y Comercio Archivo Turespaña Stampato in Spagna
Ministerio de Industria, Disegno grafico:
Turismo y Comercio P&L MARÍN 3ª edizione
bene prezioso. Infatti, oltre a Ciò nonostante, a tale siccità è
contare più di 6.000 pozzi privati riconducibile il suo carattere
in cui attingere l’acqua, singolare di modo che Lanzarote
Lanzarote è uno dei luoghi non è diversa soltanto dalle
pionieri al mondo in cui è stato altre isole dell’arcipelago delle
messo in funzione il primo Canarie ma anche da qualsiasi
impianto di dissalazione, sistema altro luogo al mondo. Tutelata,
costoso che oggigiorno produce in maggior o minor misura, per
l’un per cento dell’acqua oltre l’80%, il grande interesse
mondiale così ottenuta. ornitologico, marino,
In precedenza si erano vissute vulcanologico e botanico
numerose situazioni fa di Lanzarote un’isola davvero
Playa de Las Cucharas. Teguise drammatiche, particolarmente eccezionale comprendente
irregolari, il solerte contadino in concomitanza di periodi di 13 zone protette: la Reserva
coltiva miracolose cipolle, patate forte siccità, in cui si dovette far Natural Integral de los Islotes
americane, patate, uva, ecc., ricorso a navi cisterna per poter – Riserva naturale integrale degli
Descrizione grazie al lapilli, una cenere
igroscopica, di origine vulcanica,
soddisfare il fabbisogno d’acqua
degli isolani.
isolotti –; il Parque Natural del
Archipiélago Chinijo – Parco
Parte integrante dell’arcipelago la quale, nottetempo, assorbe
delle Canarie, sita a meno di l’umidità dell’atmosfera
150 km dal continente africano, rendendo possibile la vita, Vigneti. La Geria
le sue condizioni climatiche ne al pari di una spugna che
consentono la visita in tutto trattiene la rugiada
l’arco dell’anno. Dal rilievo basso impedendone l’evaporazione.
e leggermente montuoso – il
punto più alto non raggiunge i Ed è appunto nella zona
700 m sul livello del mare – detta de La Geria dove si può
la neve ne è assolutamente ammirare questa delicata
bandita. I gruppi montuosi più esecuzione acrobatica: un
elevati e più antichi sono gli patrimonio culturale di
Ajaches e Famara, dove si conta incalcolabile valore. Il vento
il maggior numero di endemismi incessante ha risvegliato
per chilometro quadrato di tutta l’ingegno degli isolani i quali,
Europa. per proteggere le proprie
colture inventarono i socos, delle
Ogni singola goccia d’acqua è mezze lune fatte di ceneri senza
un tesoro vitale. Oltre 3/4 di malta, vera e propria invenzione
questa superficie è disseminata di quest’isola.
di vulcani mentre sono del tutto
assenti sorgenti e ruscelli. Pur se Il bisogno impellente d’acqua
il clima è caldo, con temperature ha portato alla nascita di una
elevate e precipitazioni scarse e vera e propria cultura di tale

2
naturale dell’arcipelago Chinijo; tutelato de La Geria, il luogo
il Parque Natural de los Volcanes d’interesse scientifico degli
– Parco naturale dei vulcani; Jameos e quello dello Janubio.
il Monumento Natural de la
Corona – Monumento naturale Di tutti questi, è tappa d’obbligo
della corona; il Monumento il Parco Nazionale di Timanfaya
Natural de los Ajaches e il Monumento Naturale
– Monumento naturale degli delle Montagne del Fuoco con
Ajaches –; il Monumento Natural l’esotica carovana di cammelli e il
de la Cueva de los Naturalistas Centro studi, in cui l’esplosione e
– Monumento naturale della l’aggressività del vulcano che
grotta dei naturalisti; il incendiò la terra per quasi cinque Parco Nazionale di Timanfaya
Monumento Natural del Islote anni, è rimasta immutata.
de los Halcones – Monumento Tale panorama non mancherà di
naturale dell’isolotto dei falchi; il sorprendere il viaggiatore, dato In questo mare agitato di lava temperatura raggiunge i 600º C.
Paisaje Protegido de Tenegüime che si tratta di un’isola di immutabile, crescono oltre Ne è la riprova il ristorante
– Paesaggio tutelato di contrasti, in cui il paesaggio 180 specie vegetali diverse. “El Diablo”, immerso nel parco,
Tenegüime; il Paisaje Protegido muta inesorabilmente da un La colonizzazione biologica che sfrutta questa energia
de La Geria – il Paesaggio tratto all’altro. I 200 km2 del prorompe con cautela in questa calorica oppure le enormi
Parco di Timanfaya danno superficie particolarmente colonne di vapore che si elevano
l’impressione di assistere alla accidentata dove, a una con fragore allorquando la
Geyser. Timanfaya
genesi di un pianeta, profondità di soli 10 m, la guida riversa un secchio d’acqua
punteggiato di oltre un in una delle cavità del suolo.
centinaio di vulcani ormai Vulcano dei corvi
spenti che non mancheranno
di sorprendere chi lo contempla.
Ogni 15 minuti, dalle 10 del
mattino alle 16.15 del
pomeriggio, si effettuano delle
escursioni a bordo di un pullman
– la guagua nel vernacolo – in
cui, mentre ci si avventura in
questo bosco infuriato, una voce
in off narra la formazione di
questo paesaggio inquietante e
bellissimo nonché la descrizione
commovente di quel sacerdote di
Yaiza che, nel 1730, fu testimone
oculare del violento risveglio
della terra e delle lingue di
fuoco che precipitavano
vorticosamente a valle.

4
Qualche cenno storico al servizio della corona della
Castiglia, si avventura nei
mari tenebrosi e riesce a
San Giuseppe e quello di
Santa Barbara –, portò alla
creazione di un’architettura
artefice, assieme a Madre
natura, di paesaggi singolari
e suggestivi come gli Jameos
Stando alle cronache sottomettere gli aborigeni e dalle linee sobrie per non del Agua o il Mirador del Río,
dell’antica Grecia, l’isola il loro re Guardafía. Di cultura destare l’avidità degli contribuendo così ad abbellire
veniva denominata Purpuraria neolitica e assai rudimentale, assalitori. Lunghi periodi di e a farci amare il paesaggio
perché ricca di un’infinità di tra i primi abitanti era diffusa siccità costrinsero gli abitanti grazie a un ingegno sottile.
roccelle, un lichene assai la poliandria, istituzione a emigrare finché negli Soprannominato il giardiniere
apprezzato a quel tempo da sociale per cui una donna anni Sessanta venne avviata dell’isola, César Manrique
cui si ricavano dei coloranti aveva contemporaneamente l’industria turistica, industria riuscì non soltanto a porre
naturali color porpora. più mariti. che, grazie all’operato di freno all’edilizia selvaggia
Ciò nonostante, il suo César Manrique, venne ma anche a tessere un delicato
nome odierno non si deve al A San Marcial de Rubicón introdotta nel rispetto del rapporto con l’ambiente
cavaliere della Tavola Rotonda si trova il primo insediamento paesaggio, della cultura e insulare – compito in cui da
innamorato della moglie di europeo e la prima diocesi delle tradizioni. sempre si cimentavano con
Re Artù, la regina Ginevra, delle Canarie le cui acque un certo successo l’agricoltore
bensì a Lanzerotto Malucello, erano, di norma, infestate La tutela ambientale dell’isola e il marinaio – per far sì che
navigatore genovese di pirati. A Teguise – più si deve in grande misura a gli abitanti di Lanzarote
approdato sull’isola nel volte rasa al suolo da corsari César Manrique (1919 – 1992), fossero pienamente
1312, denominazione questa barbareschi e inglesi – la consapevoli della sua
che differisce abbastanza costante minaccia di razzie memoria, della sua poesia
dall’ipotetico nome con – l’isola fu succube dell’ira dei e delle sue tradizioni.
cui era nota presso i primi pirati fino al XVIII sec. come César rispettò con fervore
abitanti, i maho: Titerogaca. testimoniato dalle fortezze religioso persino l’arsura
Lanzarote entra nei libri di erette a sua difesa e tuttora della terra.
storia agli inizi del XV sec., in perfetto stato di (www.cesarmanrique.com)
allorquando Jean de conservazione: il Castello
Béthencourt, un normanno di San Gabriele, quello di

Fondazione César Manrique. Teguise

Museo di Arte Contemporanea.


Castello di San José
Itinerari tranquillità e ove fissò la
sua ultima dimora César
Manrique. Al centro, si
stende la piazza allungata
per evitare di essere fatti
schiavi e per eludere le
razzie dei pirati. Di tanto
in tanto, questa grotta,
questo “fiume” partendo
da Órzola per approdare,
via mare, all’isola della
Graciosa dove si avrà modo
Abbondano gli scorci dirimpetto alla nuova chiesa dalle proporzioni davvero di degustare dell’ottimo pesce
suggestivi e sorprendenti dell’Incarnazione e il Museo mastodontiche, si trasforma e fare una bella nuotata
che non mancheranno Sacro. I villaggi circostanti in una magnifica sala da nelle acque della spiaggia
d’incantare il viaggiatore. dell’entroterra come Máguez concerto. Per sentire il vento Francesa o delle Conchas con
Ciascuno dei sette comuni in con il suggestivo eremo, sfiorare le nostre guance, l’Arcipelago Chinijo che fa da
cui è suddivisa l’isola, tutti a Guinate con il giardino ci si dovrà avviare verso sfondo.
stretto contatto con il mare, ornitologico, Ye e il suo Ye e visitare il Mirador del Río.
celano vari tesori. belvedere, riservano un Arroccato sul Risco de Famara,
SPIAGGE. Le spiagge più suggestive
pezzo d’aria pura e sana dall’alto si potrà ammirare sono quelle di Caletón Blanco,
a chi voglia gustarla. l’intero arcipelago degli ideale per i bambini, quella delle
isolotti o Arcipelago Chinijo. Cocinitas, La Garita o la zona
del Charco del Palo dove si può
Lungo la costa, gli ineluttabili Per un’escursione piacevole,
Haría Jameos del Agua fungono da
rifugio a una specie unica al
consigliamo di attraversare
praticare il naturismo.

Iniziando da nord, ci si mondo: il granchio cieco


imbatterà nei mulini vegetali albino. Il bellissimo auditorio
così soprannominati da e la Casa dei Vulcani, sede
Agustín de la Hoz, del
palmeto di Haría. Immerso
della Riserva della Biosfera
si nascondono anch’essi in Teguise
in una valle, un gruppo di questo spazio incantevole.
case più o meno basse dà Nelle immediate vicinanze, Teguise, dall’architettura
nome al capoluogo più verde all’interno del medesimo tubo nobile, fu la prima capitale
ove spiccano il biancore e la lavico degli Jameos, ecco la dell’isola nonché il primo
Cueva de los Verdes in cui si centro abitato delle Canarie
rifugiavano gli isolani in fuga assieme a Betancuria sull’isola
di Fuerteventura. Ottimo lo
Jameos del Agua. Haría stato di conservazione del suo
patrimonio: il Palazzo degli

Chiesa di San Michele. Teguise


attivo museo che fa spesso
da cornice a dibattiti e
conferenze. Tale fondazione
San Bartolomé
– costruita su un fiume di lava San Bartolomé circoscrive due
in cui le bolle vulcaniche sono paesaggi diametralmente
state mirabilmente accorpate diversi: a nord, il territorio
alla casa – sorveglia i valori dello jable, striscia di terreno
ambientali dell’isola e cerca arenoso calcareo-siliceo, di
di seguire la scia tracciata dal origini marine che da Famara
suo fondatore. si spinge verso le spiagge del
sud, favorendo colture che
sfruttano le sostanze nutrienti
apportate dal mare. Lo Jable è
Jardín de Cactus SPIAGGE. Lo spettacolo della lenzuolo pendente di saporite
spiaggia di Famara ove, da patate americane, meloni,
bambino, César Manrique
trascorreva le sue estati e ove cocomeri, ceci… Sul suo
Spínola, il convento di Santo Cactacee, risalta per la sua cominciò a forgiarsi quella cammino, da nord a sud ove
Domingo e quello di San singolare distribuzione e particolare sensibilità termina cullato dalle
che avrebbe poi
Francesco si ergono in un bellezza. Dall’alto, civetta sviluppato nell’età spiagge, crescono
labirinto di vie selciate in cui con il vento un mulino di adulta, è davvero colture impossibili.
perdersi per andare a ritroso farina di mais tostato mentre incredibile. Nella A sud, si trova
località turistica di
nel tempo. Il suo mercatino un ristorante consentirà al Costa Teguise l’anticamera de
vivace della domenica ne viaggiatore di deliziarsi ancor si trovano le La Geria,
spezza il silenzio abituale. di più in questo giardino spiagge de Las punteggiata di
Cucharas, Playa
Nelle immediate vicinanze, davvero unico. Bastián, El Charco piccoli casolari che
sul monte Guanapay, come e Los Topes. contrastano con il
a scrutare l’orizzonte, si erge A Taro de Tahíche, preceduta centro abitato di
il Castello di Santa Barbara, da una scultura mobile o San Bartolomé.
rimaneggiato di recente e giocattolo del vento, si trova
adibito a museo dedicato la Fondazione César
alla figura dell’emigrante. Manrique, dimora privata
Nel comune di Teguise, lungo dell’artista, oggi sede di un
la strada di Guatiza, immerso
negli orti di fichi d’India, Monumento al
contadino
dove si coltiva la cocciniglia,
Costa Teguise
una vecchia cava da dove si
estraeva materiale lavico
accoglie il Jardín de Cactus,
l’ultima opera architettonica
di César Manrique la quale,
oltre a spiccare per la
sorprendente varietà di

10
La Casa Ajei adibita a centro
culturale e la Casa del Mayor
Guerra, dichiarata Bene
casa tradizionale, accoglie
un centro di artigianato e un
ristorante ove degustare piatti
Tinajo forte attività agricola,
prediletto dagli sportivi di
élite grazie alle sue moderne
d’interesse culturale, sono della cucina locale. La Geria Tinajo, capoluogo, “su ogni infrastrutture poste nella
due degli edifici di spicco del si erge come un miracolo terrazzo vi si coltivano bulbi piccola località costiera de
patrimonio monumentale vegetale nell’aridità vulcanica. di cipolla” come descriveva La Santa. Ma il colore di
di questa località, punto di Nella sua lotta per la poeticamente Agustín de questa terra si accende il
approdo del viaggiatore sopravvivenza, l’agricoltore la Hoz gli originali camini 15 settembre, in occasione dei
dato che ospita l’aeroporto creò questo paesaggio inesistenti sulle altre isole festeggiamenti in onore della
internazionale di Guacimeta. antropico, artigianale, quasi dell’arcipelago. patrona, divenendo punto
un’opera d’arte, dove grazie di ritrovo di centinaia di
Quasi al centro dell’isola, ai suoi sforzi non solo è A Mancha Blanca si trova il pellegrini provenienti da ogni
nella zona della Mozaga riuscito a far nascere il verde piccolo santuario in cui si dove dell’isola a piedi o a
bucherellata da grotte ma da queste ceneri è riuscito venera la patrona di bordo di carri rudimentali
sotterranee, una a ricavare anche i vini più Lanzarote. La leggenda vuole e con indosso i costumi
monumentale scultura dal pregiati delle Canarie. Lungo che grazie al suo intervento, tradizionali e provvisti di
titolo Fecondità, opera di questo itinerario, si possono si riuscì a frenare il corso della formaggio e vino per rendere
César Manrique, rende visitare cantine aperte al lava proprio laddove sorge più sopportabile il cammino e
omaggio all’agricoltore di pubblico cui fanno da sfondo oggigiorno il santuario. per allietarlo. Anche le donne
Lanzarote nelle vicinanze le ampie bocche di fuoco del L’itinerario nell’entroterra dai volti incorniciati da
della Casa del Contadino. Timanfaya. dell’isola va effettuato con fazzoletti triangolari,
Quest’ultima, replica della tranquillità, senza pigiare indossano i costumi delle
troppo sull’acceleratore, loro antenate. A distinguere
SPIAGGE. Playa Honda, nei pressi
per poter così ammirare dalla le nubili dalle donne sposate
dell’aeroporto, vanta una delle strada, La Geria, campo di sono i copricapi: le prime
spiagge più estese dell’isola. vigneti sorprendenti che, indossano dei berretti
agli occhi dello scrittore José immacolati di tela mentre le
Luis Sampedro, sembravano seconde portano dei cappelli
magici smeraldi racchiusi nel di palma.
loro astuccio di velluto nero.
Si tratta del comune a più
Vigneti. La Geria SPIAGGE. quelle de La Santa e
La Isleta.

Tinajo
prosperità del traffico
marittimo. Vi risiede oltre
la metà della popolazione.
Tappa d’obbligo è la
passeggiata del Charco di
San Ginés, il Castello di San
Gabriel, odierno osservatorio
astronomico, il Puente de las
Bolas, la Casa de los Arroyo,
antica dimora trasformata in
centro scientifico culturale.
A Naos, si erge il Castello di
San José dalle cui immense Arrecife
vetrate si possono intravedere
i porti di pesca e commerciale
di Arrecife, colonna vertebrale attualmente, accoglie il primo
dell’economia insulare. Museo Internazionale di Arte
Questo castello offre, a chi lo Contemporanea delle Canarie
desidera, la possibilità di con opere degli ultimi 40 anni,
Castello di San José. Arrecife
visitare una splendida mostra tra cui Tápies, Millares,
dell’architettura militare del Mompó, Chillida, ecc.
XVIII sec. nonché un ottimo
ristorante. Inoltre,
Arrecife parco Ramírez Cerdá. “Persino
gli uccelli se ne innamorano
SPIAGGE. El Reducto.

Dal 1847, Arrecife è il e decidono di restarvi” Quartiere di San Ginés. Arrecife


capoluogo di Lanzarote. potremmo pensare… Arrecife
Pur se l’industria turistica prese è il centro commerciale e
il via con l’antico Parador, amministrativo di Lanzarote,
odierna sede dell’Università divenuto capoluogo a metà
nazionale a distanza, la sua del XIX sec. grazie alla
attività principale è il
commercio. Una cinta di
scogli marini costeggia il
Ponte delle sfere. Arrecife
litorale, racchiudendo una
ricchezza biologica davvero
straordinaria. Nel cuore stesso
della città, annida una colonia
di aironi, uccelli migratori che,
curiosamente, da oltre cinque
anni hanno fissato la loro
dimora sui radi alberi del

14
Tías offerta, in termini di tempo
libero, è in grado di soddisfare
i turisti più esigenti. Puerto
La località di Tías è stata del Carmen è il fulcro
scelta dal Premio Nobel per la dell’attività turistica, sede
Letteratura José Saramago e di hotel di lusso, appartamenti
dal prolifico scrittore Vázquez in riva al mare, bungalow, ecc.
Figueroa per fissarvi le Assieme a Costa Teguise e
rispettive dimore. Si tratta all’emergente Playa Blanca,
del comune a maggiore è la località che conta il
vocazione turistica dell’isola, maggior numero di diversivi.
da dove prese il via lo sviluppo Quando il solleone è giunto al
turistico sfruttando la bellezza tramonto, è consigliabile
delle sue spiagge di fine passeggiare nel centro storico Puerto del Carmen
sabbia dorata. Dispone di di Puerto del Carmen o La
una moderna e qualificata Tiñosa, spazio turistico-
struttura ricettiva la cui marinero, dove si respira
un’aria davvero speciale e dove è tuttora visibile qualche ravvisabile l’architettura
traccia del suo passato recente indigena quali Conil, Mácher,
di villaggio di pescatori. Tegoyo, Masdache e Tías,
Puerto del Carmen fedele rappresentazione
Il clima di Tías, situata nella dell’identità del popolo
parte centromeridionale di Lanzarote. In quanto allo
dell’isola, è veramente svago, il Teatro Auditorium e
invidiabile. Oltre a offrire il Fondeadero sono due centri
riposo, panorami di bellezza civici sociali di grande
impareggiabile e ogni sorta di interesse.
servizi turistici, è costellata
di paesaggi rurali in cui è SPIAGGE. il litorale del comune di
Tías conta oltre sei chilometri
di spiagge: Playa Grande,
Matagorda e Los Pocillos a
Puerto del Carmen.
Playa de los Pocillos
Yaiza
Yaiza, più bianca delle nubi
e in netto contrasto con il
vulcano circostante, val bene
una visita in occasione dei
festeggiamenti di fine agosto Chiesetta di San Marcial. Femés
o a Natale. Nell’ammirare le
navate della chiesetta dei
Remedios, oggetto di un scrittore Arozarena ambientò
recente restauro, ci si potrà il suo romanzo “Mararía”,
addentrare in parte nella per visitare la chiesetta di
sua storia. Si giungerà poi a San Marcial e poter ammirare,
Femés, località in cui lo dal secondo punto più alto
dell’isola, un paesaggio
Playa del Papagayo
El Golfo
los Clicos, le Salinas de
davvero mozzafiato. Janubio, ecc. Dal porto di
Da non mancare l’idrovulcano Playa Blanca, si possono
del Golfo, gli Hervideros effettuare delle escursioni
– sorgenti d’acqua in barca fino all’Isola di Lobos
gorgogliante –, il Charco de o Fuerteventura. A Puerto
Calero si organizzano gite
in barca o a bordo di un
El Golfo
sottomarino nonché corsi
d’iniziazione alla navigazione
a vela.

SPIAGGE. Yaiza dispone del Parco


naturale degli Ajaches in cui si
trovano le spiagge più belle
dell’isola: le Playas de Papagayo,
cui si giunge percorrendo una
strada non asfaltata. Degne di
nota sono le solitarie spiagge
di Playa Quemada, l’inquietante
spiaggia di sabbia nera de
El Golfo e Puerto Calero, un
porticciolo nautico in cui
ondeggia la bandiera blu dell’UE.

19
T empo
libero
offrire un interessante
ventaglio di possibilità sia sul
piano dello svago che del
riposo. Ricca e svariata è
ballo, discoteche e pub
davvero incantevoli. Inoltre,
Puerto del Carmen vanta un
importante Casinò per chi
Si potrà conoscere l’isola da
vicino anche attraverso i sensi.
Degustare la gastronomia
autoctona significa sedersi a
l’offerta degli sport ivi volesse tentare la dea fortuna. tavola per assaggiare un bel
Lanzarote vanta un’offerta praticabili, tant’è vero che Anche le feste popolari, piatto di pesce fresco in una
culturale che consente di numerosi sportivi prediligono particolarmente numerose delle località costiere quali
conoscere da vicino il folclore quest’isola per i loro nella stagione estiva, El Golfo, La Caleta de Famara,
locale grazie a manifestazioni allenamenti come nel caso dei rappresentano una proposta a Órzola, ecc. E se il pesce viene
che si svolgono negli hotel o ciclisti internazionali che dir poco interessante. Spiccano innaffiato con del vino locale,
presso gli Jameos del Agua e in battono le strade insulari. quella di San Marcial de preferibilmente de La Geria,
varie feste popolari dell’isola. I subacquei hanno a loro Rubicón, patrono dell’isola che l’abbinamento è perfetto.
Vi si potrà anche assistere a disposizione fondali si tiene a Femés e che segna Potrebbe trattarsi di una
festival, come quello di musica straordinari da esplorare, l’inizio dell’estate e quella vieja – scaro – grigia o rossa,
classica a febbraio o quello di particolarmente lungo le coste della patrona, Nostra Signora arrosto, stufato oppure a la
musica alternativa ed etnica, a di Mala o a sud dell’isola. dei Vulcani o la Madonna dei espalda, pesce dal becco di
ottobre, denominato Festival Il golf, l’equitazione, il tennis, Dolori che ne suggella quasi la pappagallo e piatto favorito
di Musica Visiva. l’atletismo, tutti gli sport fine. Ad agosto, ad Arrecife si dei locali. Non manca poi la
marini: motonautica, sci, festeggia San Gines, una sagra cernia, la corvina e il salmone
A far da cornice al programma vela, windsurf, ecc., nonché dal sapore popolare fatta di di Uga.
teatrale insulare sono, altre pratiche sportive che numerosi spettacoli notturni.
essenzialmente, San Bartolomé, richiedono luoghi adeguati, La festa più attesa e L’ottimo brodo di pesce o le
Tías o gli Jameos del Agua in sono praticabili presso comunque più allettante ha caratteristiche jareas, pejines o
cui vengono rappresentate infrastrutture moderne di luogo a febbraio. Si tratta del tollos preparate in casa, le
meravigliose opere provenienti cui dispongono gran parte Carnevale celebrato con patate “raggrinzite”, il
dalle migliori sale del Paese. degli hotel e villaggi turistici. grande sfarzosità cromatica e sancocho – piatto a base di
Lanzarote è anche sede grande senso dell’umorismo carne, yucca e banane – con
La Fondazione César Manrique, dell’Ironman, la prova di e che, prendendo il via ad il saggio accostamento di
oltre ad offrire un’esposizione Triathlon più impegnativa Arrecife, fa poi tappa in tutte ingredienti, i formaggi teneri
permanente delle opere e prestigiosa al mondo, le località dell’isola, cosicché i o stagionati, sono un esempio
dell’artista, accoglie con una dopo quella che si svolge alle festeggiamenti si protraggono della creatività culinaria legata
certa frequenza esposizioni Hawai. Gli appassionati di volo per oltre un mese. ai prodotti di questa terra.
itineranti. Il capoluogo, (deltaplano, parapendio, ecc.)
Arrecife, ospita varie sale d’arte troveranno in loco le I ranchos de pascua sono
Porto Calero
come la Casa della Cultura condizioni ideali per la pratica gruppi canori che si esibiscono
Agustín de la Hoz, la Galleria del loro sport favorito. la notte di Natale in occasione
El Aljibe ed El Almacén, opera della messa di mezzanotte.
anch’essa di César Manrique. Chi vuole godersi la notte, A Carnevale, le vie vengono
troverà a Playa Blanca, invase dalla parranda de los
Per quanto concerne le attività Arrecife, Puerto del Carmen buches o los diabletes de
all’aperto, la mitezza del clima e Costa Teguise deliziosi bar Teguise, esempio di tradizione
di Lanzarote consente di notturni all’aperto, sale da e gusto per la festa.

20 21
Sul piano della produzione
vinicola, già Carlo III e Walter
Scott ebbero modo di elogiare
le virtù dei vini de La Geria.
Oltre al miracolo di essere
riusciti a far crescere la vite
in questo mare di cenere
inospitale, dei vini de La Geria
sorprende la nitidezza dei loro
sapori e, di tutti loro, sono
particolarmente degni di
nota i vini malvasia dall’aroma
intenso. A Lanzarote, luogo
di produzione dei migliori
vini bianchi delle Canarie, ha
sede un Consiglio normativo Teguise
dei vini DOC. Ceramica. Teguise sono aperte al pubblico fino alle
ore 14. Le mance si danno in
È altresì raccomandabile far segno di riconoscimento per un
visita a uno degli uffici del servizio debitamente prestato,
turismo di cui dispone Arrecife, sia all’albergo che a bordo
di una nave oppure di un Costa Teguise, Playa Blanca, di un taxi.
aereo. Dispone di due porti l’aeroporto e Puerto del

Dati utili principali con linee regolari


di traffico interinsulare:
Playa Blanca con
Fuerteventura e Arrecife
Carmen, per ogni sorta di
informazioni utili inerenti
l’isola, gite, alloggio, ecc.
Per quanto riguarda il
paesaggio, occorre tener
presente il fatto che per
cancellare qualsiasi impronta
con la penisola, con Ristoranti, bar e caffè rimangono impressa sul terreno ci vogliono
Gran Canaria e Tenerife. aperti fino alle prime ore del degli anni. Di conseguenza,
A Lanzarote è stata avviato All’aeroporto giungono, mattino. Le farmacie – di cui si raccomanda di non deviare
un modello di sviluppo ogni giorno, voli diretti ve ne sono sempre alcune di dai sentieri o dalle strade e,
compatibile con la provenienti da importanti turno – aprono la mattina e il in particolar modo, di evitare
preservazione dell’ambiente. città europee oltre che da altri pomeriggio. Di norma, le banche la raccolta di materiali vulcanici
Chi la visita e vi abita è tenuto capoluoghi dell’arcipelago
a contribuire alla sua e dalla penisola, in particolare
conservazione, mantenendola da Madrid e Barcellona.
pulita e intatta. Per gli spostamenti sull’isola,
si consiglia di noleggiare
Dotata dei migliori un’auto oppure prenotare
collegamenti di tutto gite organizzate presso
l’arcipelago, si potrà qualsiasi agenzia di viaggio
approdare sull’isola a bordo o hotel.

22
e vegetali. La vegetazione Prefisso telefonico TRASPORTI
scarseggia e numerose specie internazionale % 34
sono uniche al mondo. AENA (Aeroporti spagnoli e Compagnia di navigazione
Adoperarsi per evitare di Informazioni Turistiche navigazione aerea) Fred Olsen
disseminare rifiuti nonché di TURESPAÑA % 902 404 704 % 928 517 214
usare inutilmente l’acqua, bene www.spain.info www.aena.es www.fredolsen.es
insufficiente la cui produzione, Trasmediterránea Autostazione di Arrecife
mediante la dissalazione Turismo de Canarias % 928 824 930 % 928 811 522
dell’acqua marina, è assai www.canarias-turismo.com www.trasmediterranea.es Informazioni Stradali
onerosa.
Compagnia di navigazione % 900 123 505
Ente per il Turismo di Lanzarote
Armas www.dgt.es
L’ampia offerta ricettiva Blas Cabrera. Arrecife
% 928 517 912
dell’isola – da incantevoli % 928 811 762
www.navieraarmas.com
alberghi a cinque stelle fino www.turismolanzarote.com
agli agriturismo circondati dal
fascino e dal sapore della terra –
le consente di soddisfare le UFFICI DEL TURISMO INFORMAZIONI GENERALI
esigenze di qualsiasi visitatore.
Arrecife % 928 811 762 Emergenze % 112 Vigili Urbani % 092
Giunta l’ora dello shopping, la Puerto del Carmen Pronto Soccorso % 061 Informazione Cittadina % 010
cosa migliore da fare è % 928 515 337 Carabinieri % 062 PPTT % 902 197 197
avventurarsi per Calle Real de Aeroporto % 928 820 704 Polizia Nazionale % 091 www.correos.es
Arrecife (o Calle León y Castillo)
o nel mercato domenicale di Centri di Arte, Cultura e Turismo
Teguise. A chi fosse alla ricerca Vía Modular, 15. Arrecife UFFICI SPAGNOLI DEL TURISMO ALL'ESTERO
di prodotti artigianali o più % 928 801 500
strettamente legati alla cultura ITALIA Roma
insulare, la Casa Museo del Associazione di Imprese Milano Ufficio Spagnolo del Turismo
Campesino – Casa-museo del Turistiche (AETUR) Ufficio Spagnolo del Turismo Via del Mortaro, 19 - interno 5
contadino –, il mercato del % 928 811 654 Via Broletto, 30 ROMA-00187
sabato ad Haría e la fiera MILANO - 20121 % 3906/ 678 31 06
dell’artigianato che si svolge % 3902/ 72 00 46 17 ) 3906/ 679 82 72
ogni anno a metà settembre a ) 3902/ 72 00 43 18 www.turismospagnolo.it
ALLOGGIO
Mancha Blanca sapranno www.turismospagnolo.it e-mail: roma@tourspain.es
offrirgli un incantevole souvenir: Associazione degli Impresari e-mail: milan@tourspain.es
una tovaglia a rosette, un cesto di Alberghi e Appartamenti di
fatto di palma, i majos del (ASOLAN)
Mojó… % 928 516 025 AMBASCIATA A MADRID

Italia
Lagasca, 98
% 915 776 529
) 915 757 776
24
Punta Mosegos
I S L A S C A N A R I A S Autostrada
Punta Delgada Strada locale
ALEGRANZA
Lanzarote Ferrovia
La Palma Punta de la Mareta
Punta Trabuco Parco nazionale
Parco naturale
Tenerife
Castello
PARQUE NATURAL
ARCHIPIÉLAGO CHINIJO
Grotte
Fuerteventura Golf
Porticciolo
Faro
La Gomera
Aeroporto
Punta de la Camella Interesse turistico
El Hierro Gran Canaria MONTAÑA CLARA Punta Gorda

Playa de las Conchas


Pedro Barba
GRACIOSA

Punta de las Carreras Caleta Punta Fariones


del Sebo Órzola
O C É A N O Punta del Pobre
s
ita sa
“Mirador del Río” Caletón Blanco
cin nce
s Co Fra Ye Punta Prieta
la ya
de Pla La Corona
A T L Á N T I C O P lay
a

Los Lomillos
Máguez “Cueva de los Verdes”
“Risco de Famara”
“Los Jameos del Agua”
Haría
Punta de Mujeres
L A N Z A R O T E Punta de Penedo Playa de Famara
“Palmeral
de Haría” Arrieta
Playa de la Isleta 670 Tabayesco
Morro Negro Playa de la Garita
Playa de la Santa Caleta Emb.
de Famara del Mala
La Santa Sóo Mala Punta Pasito
“El Jable” Los Valles
Punta Gaviota Muñique LZ-1
“Jardín Charco del Palo
de Cactus”
Tinajo El Mojón Guatiza
Tiagua Teguise
La Vegueta Teseguite
Tao LZ-30 Nazaret
Punta de la Ensenada Tinguatón
Mancha Blanca Mozaga
Punta de Tierra Negra
PARQUE NACIONAL Tahiche
DE TIMANFAYA San Bartolomé
Montañas Masdache Montaña
del Fuego Blanca Costa Teguise
Punta de Tope
PARQUE NATURAL Vegas de LZ-20 Playa Bastián
DE LOS VOLCANES Cueva de los
Teroyo Güime
Playa de El Golfo El Golfo Naturalistas
Yaiza “La Geria”
Tegoyo Conil LZ-2 Arrecife
“Los Hervideros” Tías
Uga Mácher Playa Honda
“Salinas de
Janubio” Punta Montañosa
Puerto Calero Playa de los Pocillos
Femés
Puerto del Carmen
Playa Quemada
N
Los Ajaches
Punta Gines

Playa Blanca Punta Gorda

Punta Pechiguera
Playa del Papagayo 0 4 8 Km.

Punta del Papagayo


CARTOGRAFÍA: GCAR, S.L. Cardenal Silíceo, 35
Tel. 91 416 73 41 - 28002 MADRID - AÑO 2001