Sei sulla pagina 1di 25

BDI BDI_RM

Reg. Uff. I

Prot. N° 1374059/19 del 14/11/2019

DIPARTIMENTO IMMOBILI E APPALTI


Servizio Appalti
Divisione Appalti Immobiliari

DISCIPLINARE DI GARA

Procedura aperta per l’affidamento dei lavori di restauro e riqualificazione


funzionale del complesso immobiliare di Villa Huffer e di via Milano 10/30
(C.I.G. 8042565697)

Pag. 1/25
479406/19
PREMESSA
La Banca d’Italia (di seguito, “Banca”) ha indetto, ai sensi dell’art. 60 del d.lgs. n. 50/2016
(di seguito anche “Codice”), una procedura aperta per l’affidamento dei lavori di restauro
e riqualificazione funzionale del complesso immobiliare di Villa Hüffer in via Nazionale,
191 a Roma e dell’adiacente edificio di via Milano 10/30, finalizzati alla realizzazione di
uno spazio espositivo permanente dedicato ai temi economici e monetari.
In ottemperanza a quanto indicato all’art. 34 del Codice, sono presenti nell’appalto
specifiche tecniche e requisiti in linea con gli obiettivi del Piano d’Azione per la sostenibilità
ambientale dei consumi nel settore della pubblica amministrazione (PAN GPP) contenute
nei criteri ambientali minimi per l’affidamento di servizi di progettazione e lavori per la
nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici, adottati con Decreto
ministeriale 11 ottobre 2017.
Il progetto è stato oggetto di regolare validazione in data 19 giugno 2019.
La procedura si svolgerà in modalità telematica secondo quanto indicato nelle “Condizioni
generali di utilizzo del Portale Gare Telematiche della Banca d’Italia” (di seguito,
“Condizioni”) e nelle “Istruzioni per l’utilizzo del Portale Gare Telematiche della Banca
d’Italia” (di seguito, “Istruzioni”) allegate alle Condizioni, accettate dagli operatori
economici accreditati al Portale all’atto dell’iscrizione e reperibili all’indirizzo web
https://gareappalti.bancaditalia.it. In particolare, in caso di malfunzionamenti del Portale
non dovuti a difetti di funzionamento delle apparecchiature e dei sistemi di collegamento
impiegati dal singolo Operatore di mercato e in caso di eventi di forza maggiore, si applica
quanto previsto nell’art. 14 delle Condizioni. Rimane a esclusivo carico del concorrente
ogni responsabilità relativa all’inosservanza di quanto previsto nelle Condizioni e nelle
Istruzioni.
Le condizioni, i requisiti e le modalità di partecipazione alla procedura di gara sono
stabiliti, oltre che nel bando di gara, nel presente disciplinare, nello schema di contratto e
nei relativi allegati, che costituiscono parte integrante e sostanziale della documentazione
di gara.
Tutta la documentazione di gara (amministrativa) sarà resa disponibile agli operatori
economici che siano stati abilitati all’utilizzo del suddetto Portale. La documentazione
tecnica sarà consegnata all’atto del sopralluogo obbligatorio.

1. INFORMAZIONI SULL’APPALTO

1.1. Oggetto dell’appalto


L’appalto, ai sensi dell’art. 28 del Codice, ha natura “mista” avendo a oggetto sia
l’esecuzione di lavori di restauro e riqualificazione funzionale del complesso immobiliare,
sia le prestazioni di conduzione e manutenzione ordinaria “a canone”, riconducibili alla
categoria dei “servizi”, oltre all’eventuale realizzazione di interventi di manutenzione
straordinaria o correttiva.
L’oggetto principale del contratto è rappresentato dai lavori.

1 Pag. 2/25
479406/19
In particolare, l’appalto riguarda lo svolgimento delle prestazioni di seguito indicate presso
gli stabili di proprietà della Banca d’Italia siti in Roma, via Nazionale 191 e via Milano,
10/30 :
- lavori di restauro e riqualificazione funzionale del complesso immobiliare per
l’adeguamento alla nuova destinazione museale;
- servizio di conduzione e manutenzione programmata dell’intero complesso ed eventuale
esecuzione di interventi di manutenzione correttiva;
- tutte le altre prestazioni meglio descritte nel Capitolato speciale d’appalto relativo ai
lavori e nel Capitolato della manutenzione nonché negli elaborati facenti parte del
progetto posto a base di gara.
Le prestazioni richieste dovranno essere eseguite secondo le previsioni degli acclusi schema
di contratto, capitolati e relativi allegati, che costituiscono parte integrante e sostanziale
della documentazione di gara.
Ai fini della partecipazione alla gara è previsto un sopralluogo obbligatorio presso gli
stabili e i luoghi di svolgimento delle prestazioni, secondo le modalità indicate al par. 2.8
del presente Disciplinare.

1.2. Base d’asta, durata e valore dell’appalto


I lavori avranno durata di 24 mesi (salvo diversa offerta dell’impresa). Il servizio di
manutenzione avrà durata di 24 mesi successivi al collaudo provvisorio (ovvero il
maggiore periodo offerto dall’appaltatore).
Il valore complessivo stimato dell’appalto, è pari a euro 10.554.005,79 oltre IVA ed è così
suddiviso:

 euro 10.168.007,65 oltre IVA quale importo complessivo dei lavori;


 euro 265.998,14 oltre IVA, non assoggettati a ribasso, quali oneri per la sicurezza
relativi ai lavori;
 euro 82.168,00 oltre IVA, non assoggettati a ribasso ai sensi dell’art. 95, comma 7, del
d.lgs. n. 50/2016, quale canone per la conduzione e manutenzione programmata
delle opere per i 24 mesi successivi al collaudo provvisorio (ovvero per il maggiore
periodo offerto dall’appaltatore) oltre a euro 1.832,00 quali oneri della sicurezza;
 euro 34.920,00 oltre IVA quale compenso stimato del “plafond” per l’esecuzione
degli interventi di manutenzione straordinaria o correttiva (a guasto) eventualmente
attivati in vigenza del rapporto contrattuale, oltre a euro 1.080,00 quali oneri per la
sicurezza.
La base d’asta risulta pertanto pari a euro 10.168.007,65 oltre IVA.
Ai sensi dell’art. 23, co. 16, del d.lgs. n. 50/2016, il costo della manodopera relativo ai lavori
oggetto del presente appalto è stato stimato in una percentuale pari al 33,31%.

1 Pag. 3/25
479406/19
2. MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA

2.1. Soggetti ammessi alla gara e requisiti di partecipazione


Sono ammessi a partecipare alla procedura in oggetto tutti i soggetti di cui agli artt. 45 e 48,
c. 8 del Codice che, a pena di esclusione dalla procedura di gara, non versino, alla data di
scadenza del termine di presentazione delle offerte (e per l’intera durata della procedura),
in uno dei motivi di esclusione di cui all’art. 80 del Codice e siano in possesso dei requisiti
di idoneità professionale di cui all’art. 83 del Codice, nonché degli ulteriori requisiti di
seguito indicati.
2.2 Requisiti di capacità tecnica e professionale:
Per la quota lavori (prestazione principale):
Attestazioni SOA:

CATEGORIA CLASSIFICA AVVALIMENTO SUBAPPALTO


OG2 – restauro e manutenzione dei VI NO SI(*)
beni immobili sottoposti a tutela. Prevalente
€ 6.204.927,45
OS28 – impianti termici e di IV SI SI(*)
condizionamento. Scorporabile
€ 1.610.080,65
OS30 – impianti elettrici, telefonici, IV NO 30%
radiotelefonici e televisivi. SIOS CATEGORIA
€ 2.015.821,53
OS24 – verde e arredo urbano. III SI SI(*)
Scorporabile
€ 603.176,16

(*) nei limiti del 40% dell’importo complessivo dei lavori.

Ulteriori requisiti per la quota lavori


- un sistema di gestione ambientale da attestare mediante certificazione secondo la
norma UNI EN ISO 14001 oppure tramite registrazione EMAS o equivalente, in
corso di validità (cfr. punto 2.1.1 Sistemi di gestione ambientale del D.M. 11 ottobre
2017).

2.3. Ulteriori condizioni di partecipazione


A pena di esclusione dalla gara, entro la scadenza del termine di presentazione delle
offerte, i concorrenti dovranno:
- disporre della garanzia provvisoria ai sensi dell’art. 93 del Codice, da costituire
secondo le modalità indicate al par. 2.5, punto A3 del presente disciplinare;

1 Pag. 4/25
479406/19
- disporre dell’impegno di un fideiussore a rilasciare la cauzione definitiva ex art. 103
del Codice (cfr. par. 2.5, punto A4 del presente disciplinare). Tale condizione non si
applica alle microimprese, piccole e medie imprese e ai raggruppamenti temporanei
o consorzi ordinari costituiti esclusivamente da microimprese, piccole e medie
imprese;
- aver eseguito il versamento del contributo a favore dell’Autorità Nazionale
Anticorruzione (A.N.AC.) con le modalità indicate al par. 2.5, punto A10 del presente
disciplinare;
- aver effettuato il sopralluogo obbligatorio di cui al successivo paragrafo 2.8;
- in caso di ammissione al concordato preventivo possedere i documenti di cui all’art.
186-bis del R.D. 16 marzo 1942 n. 267;
- in caso di domanda di concordato di cui all’art. 161 del R.D. 16 marzo 1942 n. 267,
possedere i requisiti di cui agli artt. 110, comma 4, del Codice e 186-bis, comma 4, del
R.D. 16 marzo 1942 n. 267;
 nel caso di Raggruppamento temporaneo di imprese (d’ora in avanti RTI) non
ancora costituito al momento di presentazione dell’offerta, disporre dell’impegno a
conferire, in caso di aggiudicazione, mandato collettivo speciale irrevocabile con
rappresentanza a una delle imprese raggruppande, espressamente indicata quale
mandataria (contenuto nell’Allegato A1);
 in caso di RTI già costituito, possedere il mandato collettivo speciale;
 nel caso di GEIE o Consorzio di cui all’art. 45, comma 2, lett. e) del Codice non
ancora costituiti al momento di presentazione dell’offerta, disporre dell’impegno a
costituire, in caso di aggiudicazione, il GEIE o il Consorzio (contenuto nell’Allegato
A1) ovvero in caso di GEIE o Consorzio di cui all’art. 45, comma 2, lett. e) del Codice
già costituito, nonché dei Consorzi di cui all’art. 45 comma 2 lett. b) e c) del Codice,
disporre dell’atto costitutivo;
 in caso di RTI, Reti di imprese, GEIE o Consorzio di cui all’art. 45, comma 2, lett. e)
del Codice sia costituiti che non costituiti, disporre di una dichiarazione attestante
le quote di requisiti posseduti e di prestazioni che saranno eseguite dalle singole
imprese raggruppate/raggruppande, consorziate/consorziande, riunite/riunende
(contenuta nell’Allegato A1);
- in caso di avvalimento, possedere le condizioni previste a pena di esclusione nel
paragrafo 5.
Nel successivo paragrafo 2.5 vengono descritte le modalità di dichiarazione e di
dimostrazione del possesso dei predetti requisiti di partecipazione.

2.4. Modalità di presentazione dell’offerta


L’offerta, redatta in lingua italiana, è costituita dalla “Busta Amministrativa”, dalla “Busta
Tecnica” e dalla “Busta Economica”, da predisporre, a pena di esclusione dalla gara, sul
Portale nell’ambito della “RdO - Richiesta di offerta” relativa alla presente procedura.

1 Pag. 5/25
479406/19
Nei parametri predisposti per tali buste dovranno essere allegati i documenti ivi indicati e,
ove richiesto, apposta la firma digitale. Si precisa che, in caso di certificazioni/attestazioni
rilasciate in lingua diversa dall’italiano, dovrà essere presentata anche la relativa
traduzione giurata.
In particolare, per la presentazione dell’offerta sul Portale dovranno essere seguite le
operazioni descritte dettagliatamente al paragrafo VII - Presentazione on-line delle offerte –
nelle “Istruzioni” delle “Condizioni”1 (pagg. 15 e seguenti).
A pena di esclusione dalla gara, l’offerta dovrà essere trasmessa entro il termine previsto
dal bando di gara (punto IV.2.2). Si segnala che il termine per la presentazione delle
domande scadrà alle ore 16:00 e che, una volta superato detto termine, il Portale non
consentirà né di completare il processo di caricamento e di presentazione delle offerte né di
modificare la documentazione già caricata. Della data e dell’ora di arrivo farà fede la
marcatura temporale apposta dal Portale sulla documentazione di offerta presentata. A tal
fine si precisa che si farà riferimento al fuso orario italiano.
L’impresa concorrente potrà modificare o integrare i dati precedentemente trasmessi non
oltre la data e l’ora di scadenza del termine fissato per la presentazione dell’offerta. In tal
caso dovrà procedere alle operazioni di salvataggio delle modifiche e alla nuova
trasmissione secondo le modalità indicate nelle “Istruzioni” per la presentazione e la
trasmissione dell’offerta.
Non saranno ammesse offerte presentate con modalità diverse da quella telematica, salvo
quanto più avanti indicato limitatamente alla presentazione dei documenti di cui al
paragrafo 2.5, “garanzia provvisoria” e “impegno di un fideiussore” (punti A3 e A4).
L’offerta è irrevocabile e impegnativa per la durata di 180 giorni dalla data di scadenza
fissata per la ricezione delle offerte; su richiesta della Banca, la validità della stessa potrà
essere prorogata per ulteriori 180 giorni se, trascorsi i primi 180 giorni, non sia ancora
conclusa la procedura di aggiudicazione.

2.5. Contenuto della “Busta Amministrativa”


La “Busta Amministrativa” dovrà contenere i documenti indicati di seguito, redatti
utilizzando preferibilmente, ove previsti, i modelli predisposti dalla Banca, disponibili
nell’area “Allegati” della “RdO: rfq_686 - Procedura aperta lavori di restauro stabili Villa
Huffer e via Milano 10/30”, che formano parte integrante e sostanziale della presente
procedura.
Il modello di D.G.U.E. disponibile è in formato bloccato, con ciò intendendosi che le parti
bloccate non possono né debbono essere compilate. Il D.G.U.E. deve essere compilato in
dettaglio senza alcun rinvio a dichiarazioni e/o documenti a esso esterni/allegati.
SI INVITA I CONCORRENTI A NON ALLEGARE ULTERIORE DOCUMENTAZIONE
NON ESPRESSAMENTE RICHIESTA NEL PRESENTE DISCIPLINARE E A NON
DUPLICARE LE DICHIARAZIONI GIÀ RESE NELL’AMBITO DEI MODELLI
DISPONIBILI (al riguardo, per agevolare le operazioni di predisposizione/caricamento
della documentazione al Portale, nell’area Allegati del Portale telematico è stata acclusa
1
Per informazioni o supporto nelle operazioni di inserimento e trasmissione della documentazione e dell’offerta è disponibile
un servizio di assistenza tecnica raggiungibile con le modalità indicate nella home page del Portale:
https://gareappalti.bancaditalia.it/web/login.shtml.

1 Pag. 6/25
479406/19
un’apposita “CHECK-LIST” per i documenti da caricare e un “Elenco dei documenti da
NON inoltrare”).
Non è consentita la trasmissione di più file riuniti in un unico file compresso. Con
esclusivo riferimento all’offerta tecnica, qualora un singolo file sia di dimensioni
superiore a quelle consentite dal Portale in fase di caricamento, lo stesso potrà essere
compresso esclusivamente in formato ‘ZIP’.
La “Busta Amministrativa” dovrà quindi contenere:
A1. la dichiarazione di partecipazione, resa in conformità dell’Allegato A1, sottoscritta
mediante firma digitale dal legale rappresentante;
A2. il documento di gara unico europeo (DGUE), di cui all’art. 85 del Codice, redatto ai
sensi del D.P.R. n. 445/2000, reso in conformità dell’Allegato A2, sottoscritto mediante
firma digitale dal legale rappresentante; nel caso di partecipazione di RTI o di Consorzi le
suddette dichiarazioni dovranno essere firmate secondo quanto indicato al successivo
paragrafo 3.2;
A3. la garanzia provvisoria, rilasciata in conformità di quanto disposto dall’art. 93 del
Codice, per un importo di euro 211.080,12 pari al 2% dell’importo complessivo stimato;
L’importo della garanzia e del suo eventuale rinnovo è ridotto secondo le misure e le
modalità di cui all’art. 93, c. 7 del Codice. Per fruire delle riduzioni di legge, il possesso del
relativo requisito deve essere comprovato mediante presentazione di copia scansionata
della/e certificazione/i necessaria/e in corso di validità da inserire nella “Busta
Amministrativa”. Il possesso delle qualità di microimpresa, piccola e media impresa deve
essere segnalato in sede di compilazione del DGUE.
In caso di partecipazione in raggruppamento temporaneo di concorrenti o di Consorzi le
riduzioni di cui al citato articolo 93 (esclusa quella prevista al secondo periodo del c. 7)
sono accordate con le modalità e i termini di cui alla Delibera ANAC n. 1228/2017.
La garanzia provvisoria potrà essere costituita, a scelta del concorrente, in contanti2, con
bonifico3, in assegni circolari4 o in titoli del debito pubblico garantiti dallo Stato ovvero
mediante polizza fideiussoria rilasciata ai sensi dell’art. 93 del Codice.
A comprova della costituzione della fideiussione rilasciata ai sensi dell’art. 93 del Codice,
l’impresa concorrente dovrà inserire a Portale il documento informatico sottoscritto
digitalmente dal legale rappresentante o dal procuratore del fideiussore ovvero la copia
scansionata dell’originale della fideiussione, sottoscritta dai medesimi soggetti con
modalità tradizionale, accompagnata da una dichiarazione attestante la conformità
all’originale, sottoscritta digitalmente dal notaio o da altro pubblico ufficiale (cfr.
Condizioni).
2 In tal caso potrà essere effettuato un versamento presso una Filiale della Banca d'Italia sul conto V350254470-Partite passive
in sospeso delle U.C. con la causale “Cauzione ai sensi dell’art. 93 del Codice, a garanzia dell’offerta per la partecipazione alla
procedura aperta per l’affidamento dell’attività di Procedura aperta per l’affidamento dei lavori di restauro e riqualificazione
funzionale del complesso immobiliare di Villa Huffer e di via Milano 10/30”. La zona SECO dovrà essere valorizzata con il
codice 897. La ricevuta del versamento va inserita nella “Busta Amministrativa” secondo le modalità di cui all’art. 6 delle
“Condizioni”.
3 Il bonifico dovrà essere effettuato sul conto IBAN IT81O0100003245348400000001, indicando nella causale il codice

identificato dell’amministrazione cauzionata (BI2SDE) e, quale codice identificativo del versamento, il CIG della procedura.
La ricevuta del versamento va inserita nella “Busta Amministrativa” secondo le modalità di cui all’art. 6 delle “Condizioni”.
4 Cfr. nota n. 3 versamento in contanti.

1 Pag. 7/25
479406/19
In alternativa, l’originale della garanzia potrà essere inviato in formato cartaceo alla Banca
d’Italia in una busta chiusa recante all’esterno la denominazione o ragione sociale del
mittente nonché la scritta “Procedura aperta per l’affidamento dei lavori di restauro e
riqualificazione funzionale del complesso immobiliare di Villa Huffer e di via Milano
10/30” e la scritta in grassetto e sottolineata “NON APRIRE – CONTIENE
DOCUMENTAZIONE DI GARA”.
La garanzia provvisoria trasmessa in formato cartaceo dovrà pervenire entro la scadenza
del termine di presentazione delle offerte indicato al par. IV.2.2 del bando di gara. La busta
dovrà pervenire alla Banca d’Italia - Servizio Appalti - Divisione Appalti immobiliari - Via
Nazionale n. 91 – 00184, Roma, mediante:
 invio tramite servizio postale, a mezzo raccomandata, assicurata ovvero posta celere;
 consegna diretta presso lo sportello di ricezione della corrispondenza della Banca
d’Italia in Via Nazionale n. 91 - Roma, per mezzo di proprio incaricato o tramite
agenzia di recapito, esclusivamente nelle giornate non festive dal lunedì al venerdì,
dalle ore 8:00 alle ore 16:00.
Della data di arrivo farà fede esclusivamente l’indicazione della data e dell’ora di recapito
apposta (anche per mezzo di timbro oro-datario) dal personale della Banca incaricato della
ricezione.
Resta esclusa ogni responsabilità della Banca per il tardivo o mancato recapito.
Tale garanzia dovrà avere una durata non inferiore a 180 giorni dalla data di presentazione
dell’offerta e contenere la rinuncia alla preventiva escussione del debitore principale, la
rinuncia all’eccezione di cui all’art. 1957, c. 2, cod. civ. e la previsione dell’operatività entro
quindici giorni, a semplice richiesta scritta della Banca d’Italia.
La garanzia dovrà contenere altresì l’impegno del garante a rinnovare la garanzia
medesima per ulteriori 180 giorni nel caso in cui al momento della scadenza non sia ancora
intervenuta l’aggiudicazione.
La garanzia provvisoria così costituita sarà svincolata:
 automaticamente al concorrente aggiudicatario al momento della stipula del
contratto (art. 93, c. 6, del Codice);
 dopo l’aggiudicazione, in conformità a quanto previsto dall’art. 93, c. 9, del Codice e
art. 6 delle “Condizioni” per i restanti concorrenti.
La garanzia deve prevedere che la liberazione anticipata rispetto alle predette scadenze può
avere luogo esclusivamente con la consegna dell’originale della fideiussione da parte della
Banca al garante o con comunicazione scritta della Banca al garante.

Le polizze eventualmente inviate in formato cartaceo da parte dei concorrenti verranno


custodite presso il Servizio Appalti - Divisione Appalti immobiliari in armadi di sicurezza,
con modalità tali da assicurarne l’integrità e la riservata conservazione;
A4. l’impegno di un fideiussore a rilasciare, in caso di aggiudicazione, la cauzione
definitiva ai sensi dell’art. 103 del Codice. Tale impegno dovrà essere presentato ove non
già presente nella polizza fideiussoria di cui al punto precedente. Lo stesso andrà
prodotto anche nei casi in cui il concorrente abbia costituito la garanzia provvisoria
mediante versamento in contanti o in titoli del debito pubblico, con bonifico o con

1 Pag. 8/25
479406/19
assegno circolare presso una sezione di Tesoreria della Banca d'Italia o presso un’azienda
di credito autorizzata.
L’impegno dovrà essere presentato secondo le modalità di cui all’art. 6 delle “Condizioni”
previste per l’invio della garanzia provvisoria. In alternativa, l’originale dell’impegno
potrà essere inviato alla Banca d’Italia in formato cartaceo secondo le modalità previste al
punto A3 per la garanzia provvisoria.
L’impegno non dovrà essere presentato da parte delle microimprese, piccole e medie
imprese o dei raggruppamenti temporanei o consorzi ordinari costituiti esclusivamente
da microimprese, piccole e medie imprese;
A5. copia della certificazione EMAS (Regolamento n. 1221/2009) ovvero UNI EN ISO
14001, in corso di validità o equivalenti;
A6. in caso di avvalimento: a) dichiarazioni dell’ausiliaria contenenti quanto richiesto
dall’art. 89 del Codice; b) contratto concluso tra ausiliata e ausiliaria, sottoscritti
digitalmente (cfr. paragrafo 5 del presente disciplinare); c) il documento di gara unico
europeo (DGUE) dell’ausiliaria;
A7. in caso di raggruppamento temporaneo di imprese (RTI) già costituito al momento
della presentazione dell’offerta, copia scansionata del mandato collettivo speciale
irrevocabile con rappresentanza conferito alla mandataria;
A8. in caso di GEIE o Consorzio ordinario di cui all’art. 45, c. 2, lett. e) del Codice già
costituiti al momento della presentazione dell’offerta, copia scansionata dell’atto
costitutivo;
A.9.1. in caso di ammissione al concordato preventivo la documentazione di cui all’art. 186-
bis del R.D. 16 marzo 1942 n. 267;
A.9.2. in caso di domanda di concordato di cui all’art. 161 del R.D. 16 marzo 1942 n. 267, la
documentazione di cui agli artt. 110, comma 4, del Codice e 186-bis, comma 4, del R.D. 16
marzo 1942 n. 267;
A10. comprova del versamento del contributo di euro 200,00 a favore dell’Autorità
Nazionale Anticorruzione, ai sensi dell’art. 1, c. 65 e 67, della L. n. 266/2005 e della
deliberazione n. 1174 del 19.12.2018 dell’Autorità Nazionale Anticorruzione5 secondo le
istruzioni operative della stessa Autorità6. In particolare:
a) per i pagamenti effettuati on-line tramite carta di credito dovrà essere fornita copia
scansionata della “ricevuta di pagamento”;
b) per i pagamenti effettuati presso i punti vendita della rete dei tabaccai lottisti abilitati
al pagamento di bollette e bollettini dovrà essere fornita la copia scansionata del relativo
scontrino.
Per i soli operatori esteri potrà essere fornita ricevuta del bonifico bancario da effettuarsi
secondo le citate istruzioni dell’Autorità;

http://www.anticorruzione.it/portal/public/classic/AttivitaAutorita/AttiDellAutorita/_Atto?id=f06a8f950a7780420b8daa5f
e78c56a6
6
Cfr. http://www.anticorruzione.it/portal/public/classic/home/_riscossioni

1 Pag. 9/25
479406/19
A11. qualora la documentazione di gara sia stata sottoscritta da persona diversa dal legale
rappresentante dell’impresa, copia scansionata dell’atto di procura, che ne attesti i poteri di
firma.

2.6. Contenuto della “Busta Tecnica”


La “Busta Tecnica” dovrà contenere, a pena di esclusione dalla gara, l’Offerta tecnica del
concorrente. Essa deve constare:
- di una “Scheda dell’offerta tecnica”, da predisporre utilizzando il fac-simile di cui
all‘Allegato B, e del relativo “Piano di sostenibilità ambientale”, acclusi al presente
Disciplinare, e degli ulteriori allegati ivi indicati (copia delle certificazioni richieste);
La scheda dell’offerta tecnica dovrà contenere le informazioni occorrenti per l’attribuzione
dei punteggi secondo quanto dettagliato nell’allegato C “Criteri di valutazione dell’offerta
tecnica e punteggi”.
Nella sezione relativa al criterio D (riduzione del tempo di esecuzione dei lavori) il
concorrente dovrà indicare il tempo di esecuzione lavori offerto (in giorni naturali e
consecutivi) che non potrà essere superiore al tempo contrattuale posto a base di gara, pari
a 730 giorni, né inferiore a 547 giorni.
In caso di offerte temporali che esprimano un tempo di esecuzione dei lavori inferiore alla
soglia minima fissata, le stesse verranno riportate al tempo minimo previsto
dall'Amministrazione mentre non saranno prese in considerazione, e pertanto saranno
escluse, le offerte che prevedono un termine di esecuzione dei lavori maggiore rispetto al
tempo contrattuale posto a base di gara.
A pena di esclusione dalla gara, la Scheda dell’offerta tecnica dovrà essere sottoscritta
digitalmente dal legale rappresentante dell’impresa concorrente o da persona munita di
specifici poteri di firma7, e caricata, sempre a pena di esclusione dalla gara, sul Portale,
seguendo le istruzioni dettagliatamente indicate al paragrafo VII dell’Allegato A delle
Condizioni. Con la sottoscrizione della “Busta Tecnica” si intende comunque sottoscritta
l’Offerta Tecnica ivi contenuta.
L’attribuzione dei punteggi sarà effettuata dalla Commissione giudicatrice secondo le
modalità di cui al successivo paragrafo 8. La Commissione attribuirà il punteggio tecnico a
ciascun concorrente sulla base dell’Offerta tecnica da questi presentata e potrà
eventualmente richiedere al concorrente i chiarimenti che si rendano necessari ai fini della
valutazione. Detti chiarimenti non potranno comunque comportare alcuna integrazione o
modifica dell’offerta presentata ai sensi dell’art. 83, c. 9, del Codice.
Al riguardo si dà atto che nel caso in cui risultino non compilate singole parti dell’allegato
B la Commissione non potrà procedere a soccorso istruttorio per acquisire l’informazione
mancante e pertanto effettuerà le valutazioni sulla base delle informazioni disponibili
procedendo a:
- non considerare il singolo elemento valutativo ai fini dell’attribuzione del punteggio
(es. l’esperienza indicata priva di data completa oppure di descrizione, ecc);

7
Cfr. precedente paragrafo 2.5 e, per i RTI e Consorzi, il paragrafo 3.2.

1 Pag. 10/25
479406/19
- non valorizzare l’intera figura ove l’informazione mancante riguardi il nominativo
della persona offerta;
A pena di esclusione dalla gara, l’Offerta tecnica non dovrà contenere indicazioni di
carattere economico.
L’Offerta tecnica formerà parte integrante del contratto che verrà stipulato con
l’aggiudicatario.

2.7. Contenuto della “Busta Economica”


La “Busta Economica” dovrà contenere, a pena di esclusione dalla gara, l’offerta
economica, da redigersi secondo l’allegato “Schema di presentazione offerta” (Allegato D).
Ai fini della presentazione dell’offerta, i concorrenti dovranno compilare in ogni sua parte
il predetto “Schema”, composto dalla lista completa delle lavorazioni, disponibile in
formato Excel nell’area “Allegati” della presente procedura.
In particolare, nelle prime colonne di cui si compone la lista delle lavorazioni sono riportati
il n. d’ordine, la descrizione sintetica delle varie lavorazioni e forniture con il relativo
articolo, l’unità di misura nonché il quantitativo previsto per ogni voce. I concorrenti
dovranno riportare i prezzi unitari che offrono per ogni lavorazione e fornitura espressi in
cifre. In automatico nell’ultima colonna risulteranno i prodotti tra le quantità e i prezzi
unitari.
Nel riepilogo posto in calce alla lista risulteranno in via automatica l’importo complessivo
offerto per l’esecuzione dei lavori, il ribasso percentuale, arrotondato alla terza cifra
decimale, e il totale generale comprensivo degli oneri di sicurezza non soggetti a ribasso.
L’importo complessivo offerto, calcolato in automatico dal file excel, deve intendersi, ai
sensi dell’art. 95 comma 10 del Codice, comprensivo dei costi della manodopera e degli
oneri aziendali concernenti l’adempimento delle disposizioni in materia di salute e
sicurezza sui luoghi di lavoro; tali oneri andranno indicati dal concorrente separatamente
negli appositi campi nella sezione riepilogo dello “Schema di presentazione dell’offerta”.
Lo “Schema di presentazione dell’offerta” dovrà essere quindi convertito in formato .pdf e
sottoscritto, a pena di esclusione dalla gara, mediante firma digitale dal legale
rappresentante o da persona munita di specifici poteri8, lo stesso dovrà quindi essere
inserito nella sezione “Area Generica Allegati” presente sul Portale all’interno della “Busta
economica”.
Il Ribasso percentuale costituirà il riferimento ai fini dell’attribuzione del punteggio
dell’offerta economica di cui al successivo paragrafo 8.2.
Ai fini della presentazione dell’offerta sul Portale, i concorrenti dovranno poi, all’interno
della “Busta economica”, riportare nel campo “offerta economica”, il ribasso percentuale
risultante dalla compilazione della lista completa delle lavorazioni, indicato alla lettera C
dello “Schema di presentazione dell’offerta”. Il medesimo ribasso percentuale offerto sarà
applicato in corso di esecuzione per contabilizzare il valore degli interventi di
manutenzione a valere sul plafond; quest’ultimo non sarà pertanto assoggettato a ribasso.

8
Per i RTI e Consorzi cfr. paragrafo 3.2.

1 Pag. 11/25
479406/19
In caso di discordanza tra il ribasso inserito sul Portale e quello risultante dallo “Schema”
sarà considerato valido quest’ultimo.
I prezzi unitari offerti dall’aggiudicatario costituiranno l’elenco prezzi unitari contrattuali.
Tutti i valori dei prezzi unitari dovranno essere espressi non oltre la seconda cifra decimale,
quello del ribasso sarà calcolato (e dovrà essere riportato nel campo “offerta economica”
predetto) non oltre la terza cifra decimale.

2.8. Sopralluogo obbligatorio


Tenuto conto delle caratteristiche degli edifici e della complessità dell’intervento oggetto
dell’appalto, è fatto obbligo ai concorrenti di effettuare, a pena di esclusione dalla gara, il
sopralluogo presso il complesso immobiliare di via Nazionale, 191 (Villa Huffer) e via
Milano 10/30, allo scopo di acquisire specifiche informazioni che possono influire sulla
formulazione dell’offerta.
Ai fini dell’effettuazione del sopralluogo, i concorrenti non oltre sette giorni prima del
termine per il ricevimento delle offerte indicato nel bando di gara dovranno inoltrare
tramite e-mail alla casella funzionale
Coordinamento_progetto_Museo_MonetaeFinanza@bancaditalia.it un’apposita richiesta
indicando i nominativi, con i relativi dati anagrafici, delle persone che effettueranno il
sopralluogo. La richiesta deve specificare l’indirizzo e-mail, di PEC e/o i numeri di fax cui
inviare la convocazione. In ogni caso sarà possibile prendere previ contatti ai seguenti
recapiti: 06 47922839; 06 47923578.
Il sopralluogo dovrà essere effettuato dal rappresentante legale dell’impresa concorrente o
da un dipendente dell’impresa da questo delegato (in questo caso alla richiesta andrà
acclusa anche la delega corredata di fotocopia dei documenti di identità del delegante e del
delegato).
Il sopralluogo verrà effettuato nei giorni concordati con la Banca; data e ora del sopralluogo
saranno comunicati con almeno due giorni di anticipo.

3. PARTECIPAZIONE DI RAGGRUPPAMENTI TEMPORANEI DI IMPRESE (RTI),


RETI DI IMPRESE, GEIE, CONSORZI E AGGREGAZIONI TRA IMPRESE

3.1. Condizioni di partecipazione


È ammessa la partecipazione alla procedura dei soggetti di cui all’art. 45 e 48, c. 8, del
Codice, con il rispetto delle condizioni di cui al decreto stesso e in particolare delle
prescrizioni di cui agli artt. 47 e 48 del Codice nonché del presente disciplinare.
Ai sensi dell’art. 48, c. 14, del Codice, in caso di partecipazione di aggregazioni tra imprese
aderenti al contratto di rete di cui all'art. 3, c. 4-ter, del D.L. 10 febbraio 2009, n. 5,
convertito con modificazioni dalla legge 9 aprile 2009, n. 33, si applica la disciplina in
materia di raggruppamenti temporanei di imprese di cui all’art. 48 del Codice, secondo le
indicazioni contenute nella Determinazione A.V.C.P. (ora A.N.AC.) n. 3/2013.
Si fa presente che:
- in caso di partecipazione alla gara di concorrente costituito da imprese raggruppate o
raggruppande, riunite o riunende, consorziate o consorziande, nelle forme di cui all’art. 45,
c. 2, lettere d), e) e g) del Codice, l’impresa indicata come mandataria/capogruppo sarà

1 Pag. 12/25
479406/19
l’unico soggetto abilitato a operare nel Portale, fermo restando che la documentazione
dovrà essere sottoscritta digitalmente, laddove previsto, da tutti i soggetti che compongono
il RTI, il GEIE o il Consorzio;
- in caso di partecipazione alla gara di Consorzi di cui all’art. 45, c. 2, lettere b) e c) del
Codice, il Consorzio sarà l’unico soggetto abilitato a operare nel Portale, fermo restando
che la documentazione dovrà essere sottoscritta digitalmente, ove previsto, anche da
ciascuno dei consorziati per conto dei quali il Consorzio partecipa alla gara.
In caso di partecipazione dei soggetti di cui all’art. 45, c. 2, lett. b) e c) del Codice, il
Consorzio è tenuto a indicare per quale/i impresa/e il Consorzio concorre e quali
prestazioni ciascuna di esse eseguirà nell’ambito dell’appalto. In tali casi è fatto divieto ai
consorziati per conto dei quali il Consorzio concorre di partecipare, in qualsiasi altra
forma, alla gara.
Qualora il Consorzio non indichi per quale/i consorziato/i concorre, si intende che lo
stesso partecipa in nome e per conto proprio.

3.2. Requisiti e documentazione da produrre


Per la partecipazione alla gara in Raggruppamento temporaneo di imprese (RTI), GEIE,
Consorzio o aggregazione costituita sulla base di un contratto di rete trovano
applicazione le disposizioni vigenti (nello specifico gli artt. 47, 48, del Codice e l’art. 92 del
D.P.R. n. 207/10). In particolare dovranno essere osservate le seguenti condizioni:
 la dichiarazione di cui al punto A1 del paragrafo 2.6 del presente disciplinare dovrà
essere sottoscritta digitalmente:

 In caso di RTI, GEIE o Consorzio di cui all’art. 45, c. 2, lett. e) del Codice non
ancora costituiti al momento della presentazione dell’offerta, dai legali
rappresentanti di ciascuna impresa raggruppanda, riunenda o consorzianda;

 in caso di RTI, GEIE o Consorzio di cui all’art. 45, c. 2, lett. e) del Codice già
costituiti al momento della presentazione dell’offerta, dal legale rappresentante
dell’impresa mandataria, del GEIE o del Consorzio;

 in caso di Consorzio di cui all’art. 45, c. 2, lett. b) e c) del Codice, dai legali
rappresentanti del Consorzio;

 il documento di gara unico europeo (DGUE) di cui al punto A2 del paragrafo 2.6 del
presente disciplinare, sottoscritto digitalmente dal legale rappresentante, dovrà essere
prodotto:
 in caso di RTI, GEIE, Consorzio di cui all’art. 45, c. 2, lett. e) del Codice o
aggregazioni fondate su un contratto di rete, da ciascuna impresa raggruppata o
raggruppanda, riunita o riunenda, consorziata o consorzianda;

 in caso di Consorzio di cui all’art. 45, c. 2, lett. b) e c) del Codice, dal Consorzio e da
ciascuna consorziata designata a eseguire le prestazioni;

1 Pag. 13/25
479406/19
 la garanzia provvisoria dovrà essere intestata all’intero RTI/Consorzio/GEIE e deve
riguardare tutte le imprese del raggruppamento;

 la dichiarazione di impegno a produrre la garanzia definitiva dovrà essere intestata


all’intero RTI/Consorzio/GEIE e deve riguardare tutte le imprese del raggruppamento;

 la ricevuta di versamento del contributo all’A.N.AC. potrà essere riferita:

 in caso di RTI/Consorzio ordinario/GEIE anche a una delle imprese


raggruppate/raggruppande, consorziate/consorziande, riunite/riunende;

 in caso di Consorzio di cui all’art. 45, c. 2, lett. b) e c), del Codice, anche al solo
Consorzio o a una delle imprese consorziate per conto delle quali il Consorzio
concorre;

 il sopralluogo dovrà essere effettuato:

 in caso di RTI, GEIE, Consorzio di cui all’art. 45, c. 2, lett. e) del Codice, da uno dei
soggetti raggruppati o raggruppandi, riuniti o riunendi, consorziati o consorziandi;

 in caso di Consorzio di cui all’art. 45, c. 2, lett. b) e c) del Codice, dal Consorzio o da
una delle imprese consorziate per conto delle quali il Consorzio concorre;

 l’offerta tecnica e l’offerta economica dovranno essere sottoscritte digitalmente:

 in caso di RTI, GEIE o Consorzio di cui all’art. 45, c. 2, lett. e) del Codice non
ancora costituiti al momento della presentazione dell’offerta, dai legali
rappresentanti di tutte le imprese raggruppande, riunende o consorziande;

 in caso RTI, GEIE o Consorzio di cui all’art. 45, c. 2, lett. e) del Codice già costituiti
al momento della presentazione dell’offerta, dal legale rappresentante dell’impresa
mandataria, del GEIE o del Consorzio;

 in caso di Consorzio di cui all’art. 45, c. 2, lett. b) e c) del Codice, dal legale
rappresentante del Consorzio.

 Con riferimento al possesso della qualificazione SOA valgono le seguenti prescrizioni a


pena di esclusione:
 in caso di Consorzi di cui all’art. 45, comma 2, lett. b) e c) del Codice, dal Consorzio.
Resta fermo che le consorziate indicate come esecutrici per le lavorazioni relative alla
categoria OG2 dovranno in ogni caso essere in possesso, a pena di esclusione, della
qualificazione SOA riferita alla stessa categoria OG2 per classifica corrispondente
alle quote di lavori che intendono assumere9.
 in caso di RTI o Consorzio di cui all’art. 45, comma 2, lett. e):

9 cfr. Deliberazione ANAC 23/7/2019 n. 710.

1 Pag. 14/25
479406/19
QUOTE DI QUALIFICAZIONE ED ESECUZIONE IN CASO DI RTI\CONSORZI
ORDINARI

MISTO
CATEGORIA CLASSIFICA E
IMPORTO
MASSIMO VERTICALE ORIZZONTALE

OG2 – restauro e VI 100% Almeno 40%


manutenzione dei beni Prevalente mandataria mandataria(*)
immobili sottoposti a € 6.204.927,45
tutela Almeno 10%
mandante (**)

OS28 – impianti termici IV


e di condizionamento. Scorporabile
€ 1.610.080,65 Per ciascuna
categoria:
OS30 – impianti IV Per ciascuna almeno 40%
elettrici, telefonici, SIOS categoria: qualunque
radiotelefonici e € 2.015.821,53 100% impresa del
televisivi. mandataria/ RTI (**) /
mandante Almeno 10%
qualunque
impresa del RTI (**)
OS24 – verde e arredo III
urbano. Scorporabile
€ 603.176,16

 (*) La mandataria in ogni caso, per la specifica categoria di lavori, deve possedere i
requisiti ed eseguire le prestazioni in misura maggioritaria. A tal fine la prescrizione non si
riterrà rispettata in presenza di quote paritarie.
 (**) Ciascuna impresa dovrà possedere l’attestazione SOA per classifica adeguata alla quota di
lavori che intende assumere e, in ogni caso, almeno in I classifica.

Con riferimento agli ulteriori requisiti valgono le seguenti prescrizioni.

Il possesso della registrazione EMAS o certificazione secondo la norma UNI EN ISO 14001
di cui al paragrafo 2.2 deve essere attestato:

 in caso di RTI, GEIE, Consorzio di cui all’art. 45, c. 2, lett. e) del Codice, da
tutte le imprese raggruppate o raggruppande, riunite o riunende consorziate o
consorziande che svolgeranno i lavori;
 in caso di Consorzio di cui all’art. 45, c. 2, lett. b) e c) del Codice, dal Consorzio
o da tutte le consorziate esecutrici che svolgeranno i lavori.

1 Pag. 15/25
479406/19
A pena di esclusione, ai fini della qualificazione, il RTI, Consorzio o GEIE nel loro
complesso dovranno possedere la totalità dei requisiti speciali, secondo quanto previsto
dalle vigenti disposizioni in materia.

4. SUBAPPALTO
Il subappalto è ammesso nei limiti previsti dalla normativa vigente, con le modalità di cui
all’art. 105 del Codice e secondo quanto disposto dallo schema di contratto allegato al
presente disciplinare.
Tenuto conto dell’esigenza di assicurare un elevato livello di efficienza e di ridurre i rischi
di coordinamento all’interno del cantiere al fine di garantire il regolare avanzamento delle
lavorazioni nel rispetto del cronoprogramma e la realizzazione dello spazio espositivo
secondo le tempistiche programmate, il subappalto non può superare la quota del 40 %
dell’importo complessivo del contratto.
Il subappalto delle lavorazioni riconducibili alla categoria superspecialistica OS30 non può
superare il 30% del valore stimato delle relative opere. Tale limite non è computato ai fini
del raggiungimento del limite di cui all’art. 105, c. 2 del Codice.
Il subappalto non comporta alcuna modificazione agli obblighi e agli oneri
dell’aggiudicatario che rimane unico e solo responsabile nei confronti della Banca.
Il concorrente deve indicare nel documento di gara unico europeo (DGUE – Allegato A2)
l’intenzione di ricorrere al subappalto, i lavori o le parti di opere che intende subappaltare e
la relativa incidenza espressa in termini percentuali.
Per i RTI costituendi, ogni componente dovrà indicare nel proprio DGUE la percentuale di
subappalto a valere sulla quota di esecuzione dei lavori che intende assumere.

5. AVVALIMENTO
Il concorrente, singolo, raggruppato o consorziato, può soddisfare la richiesta relativa al
possesso dei requisiti di carattere tecnico e professionale richiesti dal presente disciplinare
avvalendosi di un altro soggetto, ai sensi e secondo le modalità di cui all’art. 89 del Codice.
Ai sensi degli artt. 89, c. 11 e 146, c. 3 del Codice l’avvalimento è escluso ai fini del
possesso dei requisiti di qualificazione per le categorie OG2 (trattandosi di opere relative
a beni culturali) e OS30 (categoria SIOS di ammontare complessivo presunto superiore al
10% dell’importo contrattuale).
Non sarà in ogni caso preso in considerazione l’avvalimento operato dal concorrente ai
fini della valorizzazione dell’offerta tecnica atteso quanto stabilito dall’A.V.C.P. con
determinazione n. 2 del 1 agosto 2012.

6. MANCANZA, INCOMPLETEZZA O IRREGOLARITÀ DEGLI ELEMENTI E DELLE


DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE
Salvo l’ipotesi di falsa dichiarazione o di falsa documentazione, in caso di mancanza,
incompletezza o irregolarità essenziali degli elementi e del documento di gara unico
europeo (DGUE), ovvero di mancanza, incompletezza o irregolarità degli elementi e delle

1 Pag. 16/25
479406/19
dichiarazioni, anche di soggetti diversi dal concorrente, che devono essere prodotte in base
alla legge e al presente disciplinare, la Banca applicherà quanto previsto dall’art. 83, c. 9, del
Codice.
Ove ricorra l’ipotesi sopra riferita, l’operatore economico verrà invitato mediante
comunicazione scritta, secondo i casi, a rendere, integrare o regolarizzare la
documentazione suddetta entro il termine massimo di dieci giorni decorrenti dalla
ricezione della richiesta, pena l’esclusione dalla presente procedura di gara.
La Banca d’Italia si riserva, in ogni caso, la facoltà di richiedere chiarimenti in ordine alla
documentazione prodotta dalle imprese.
In caso di comunicazione del concorrente della volontà di non avvalersi del soccorso
istruttorio e, comunque, in caso di inutile decorso del termine, la Banca procede
all’esclusione del concorrente dalla procedura.

7. PROCEDURA DI AGGIUDICAZIONE
Le operazioni di gara saranno svolte operando l’inversione procedimentale di cui all’art.
133 del Codice, ai sensi di quanto previsto dall’art. 1, comma 3, della n. 55 del 2019.
La valutazione delle offerte tecniche ed economiche sarà affidata a una Commissione
giudicatrice, nominata dopo la scadenza del termine per la presentazione delle offerte ai
sensi degli artt. 77 e 216, c. 12, del Codice.
In esito alle valutazioni della Commissione si procederà alle valutazioni di carattere
amministrativo mediante la nomina di un Seggio di gara con il supporto della Divisione
Appalti Immobiliari del Servizio Appalti della Banca d’Italia.

Le operazioni di gara prenderanno avvio, in seduta pubblica, presumibilmente nella data


indicata al punto IV.2.7 del bando di gara (salvo diversa comunicazione mediante il Portale
Gare telematiche), nei locali della Banca d’Italia (Servizio Appalti, “Centro D. Menichella”,
Viale Luigi Einaudi n. 1 – Frascati, RM) con l’ausilio di strumenti di videoproiezione al fine
di consentire ai presenti di visualizzare le operazioni svolte sul Portale.
Le operazioni di gara potranno essere aggiornate ad altra ora o a data successiva. Le
successive sedute pubbliche avranno luogo presso la medesima sede, nelle giornate e negli
orari che saranno comunicati ai concorrenti tramite Portale.
Alle sedute pubbliche potranno assistere i legali rappresentanti dei concorrenti ovvero
soggetti muniti di delega conferita dai suddetti legali rappresentanti.
A tale riguardo e a soli fini organizzativi, il concorrente dovrà accreditarsi mediante il
Portale utilizzando la funzionalità di messaggistica (area “messaggi”) almeno 2 giorni
prima della data di ciascuna seduta, indicando nome, cognome, luogo, data di nascita ed
estremi di un documento identificativo del soggetto delegato dall’Impresa che interverrà
alla seduta, fornendo indicazione dei poteri di rappresentanza o della delega conferita
all’incaricato medesimo.
L’accesso e la permanenza degli incaricati dai soggetti concorrenti nei locali ove si terranno
le operazioni di aggiudicazione sono subordinati al rispetto delle norme in vigore presso la
Banca e all’esibizione di un documento d’identità dell’incaricato.

1 Pag. 17/25
479406/19
Nel corso della prima seduta pubblica, si provvederà all’apertura della “Busta Tecnica” e
alla constatazione dei documenti in essa contenuti.
Per ragioni connesse al funzionamento del “Portale”, al solo fine di attivare la fase di
apertura delle “Buste Tecniche”, si procederà a sbloccare la fase relativa alla valutazione
delle “Buste Amministrative” dei concorrenti, senza procedere all’apertura delle stesse per
verificarne il contenuto.
Successivamente, in seduta riservata, la Commissione procederà all’esame delle offerte
tecniche, alla verifica della rispondenza delle stesse alle prescrizioni dei documenti di gara
e all’attribuzione dei punteggi nell’ambito dell’offerta economicamente più vantaggiosa
secondo i criteri indicati nel presente Disciplinare e nei relativi allegati.
Nel corso della seconda seduta pubblica, di cui sarà data preventiva informativa mediante
il Portale utilizzando la funzionalità di messaggistica (area “messaggi”), la Commissione
procederà:
- a comunicare l’esito dell’esame delle offerte tecniche e i punteggi attribuiti a ciascuna
offerta;
- ad aprire la “Busta Economica” dei concorrenti e a valutare la regolarità delle stesse;
- a dare lettura delle offerte economiche e ad assegnare i relativi punteggi;
- a determinare – tramite apposita funzione del portale telematico - i punteggi totali per
ogni concorrente, sommando quelli ottenuti in sede di valutazione delle offerte tecniche e
quelli attribuiti alle offerte economiche;
- a redigere la graduatoria di gara in ordine decrescente di punteggio totale;
- a individuare tramite portale le offerte anomale ai sensi dell’art. 97 del Codice.
La Banca si riserva di chiedere la documentazione a comprova dell’offerta tecnica, ovvero
le dichiarazioni dei soggetti in essa indicati che confermino le informazioni rese dal
concorrente nella medesima offerta nonché il relativo impegno professionale per l’appalto,
copia della documentazione relativa alle qualifiche ed esperienze del personale tecnico e
ogni ulteriore documentazione ritenuta necessaria a comprovare quanto offerto dal
concorrente. Tale documentazione sarà valutata dalla Commissione in seduta riservata e
qualora non sia comprovato quanto dichiarato, la Commissione procederà al riesame
dell’offerta, ferma restando ogni valutazione della Banca ai sensi dell’art. 80, c. 5, del
Codice.
Si procederà quindi alla verifica di congruità dell’offerta prima classificata, ove questa
risulti anormalmente bassa, richiedendo le giustificazioni sulle voci di prezzo o i costi
proposti e sugli altri elementi di valutazione dell’offerta medesima.
Ove l’offerta sottoposta a verifica non risulti congrua, si procederà in ordine di graduatoria
fino a individuare la migliore offerta.
La Banca si riserva in ogni caso la facoltà di valutare – ai sensi dell’art. 97, comma 6, del
Codice - la congruità delle offerte che, in base a elementi specifici, appaiano anormalmente
basse.
Ai fini delle valutazioni di congruità, si fa sin d’ora presente che i concorrenti nei confronti
dei quali verrà avviata la procedura di verifica saranno chiamati a indicare in dettaglio i

1 Pag. 18/25
479406/19
costi della manodopera, nonché tutti gli altri costi connessi con l’esecuzione delle
prestazioni individuate nel Capitolato.
Saranno inoltre oggetto di richiesta di giustificazioni il costo dei materiali, dei mezzi
d’opera e degli automezzi da utilizzare per l’espletamento delle prestazioni, le spese
generali, con l’indicazione specifica, all’interno delle stesse, dei costi della sicurezza
aziendale e della quota di utile, nonché i costi connessi con l’esecuzione degli interventi
integrativi proposti nell’offerta tecnica.
Il Responsabile del procedimento potrà comunque richiedere ulteriori elementi
giustificativi oltre quelli sopra indicati.
In proposito, si fa presente che le analisi dei prezzi dovranno risultare coerenti con il
ribasso proposto.
Nel corso della terza seduta pubblica, di cui sarà data preventiva informativa mediante il
Portale utilizzando la funzionalità di messaggistica (area “messaggi”), il Seggio di gara
procederà:
- all’apertura della “Busta Amministrativa” del concorrente primo classificato e alla
verifica della presenza, regolarità e completezza della documentazione prodotta.
Potranno essere successivamente effettuati approfondimenti in ordine alla
documentazione esaminata, anche al fine di acquisire eventuali integrazioni o
chiarimenti;
- successivamente, a dare atto delle risultanze delle verifiche compiute.
In caso di esito positivo delle valutazioni di congruità e delle verifiche dell’offerta
amministrativa prima in graduatoria, verrà formulata la proposta di aggiudicazione.
Nel caso di eventuale esclusione del concorrente primo classificato, si provvederà nei
confronti del secondo classificato secondo le modalità precedentemente descritte.
Tutte le operazioni di gara saranno verbalizzate.

8. MODALITÀ DI AGGIUDICAZIONE
La gara verrà aggiudicata - ai sensi dell’art. 95 del Codice - sulla base del criterio
dell’offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto
qualità prezzo.
Il punteggio totale massimo di 100 punti è così ripartito:
Offerta tecnica: max 75 punti;
Offerta economica: max 25 punti;

8.1. Attribuzione del punteggio tecnico


L’esame delle offerte tecniche e l’attribuzione dei relativi punteggi avverrà secondo i criteri
di valutazione di cui all’Allegato C e con riferimento ai seguenti elementi:

criterio A Struttura organizzativa e operativa max 25 punti

1 Pag. 19/25
479406/19
criterio B Materiali e componenti con prestazioni superiori/ max 40 punti
aggiuntive rispetto a quelle di progetto
criterio C Piano di sostenibilità ambientale max 5 punti
criterio D Riduzione del tempo di esecuzione dei lavori max 5 punti

A ciascuna offerta presentata sarà pertanto assegnato un punteggio, secondo i criteri


specificati di seguito e nelle schede allegate al presente disciplinare (Allegati B e C).
Nel caso di sub-criteri in cui i valori premianti sono quantitativi, il punteggio tra 0 e il
massimo attribuibile è ottenuto per interpolazione lineare10 in funzione del parametro
offerto rispetto a quello di progetto e a quello limite accettato ad eccezione dei sub-criteri
per i quali è previsto un punteggio a scaglioni ovvero un punteggio fisso attribuito
mediante il criterio SI/NO (cfr. Allegato C).
Il punteggio relativo alla riduzione del tempo di esecuzione dei lavori (criterio D) (max 5
punti) sarà attribuito seguendo il metodo dell’interpolazione lineare tra il coefficiente pari a
uno, attribuito al valore dell’elemento tempo offerto più conveniente per la stazione
appaltante e coefficiente pari a zero, attribuito al valore dell’elemento tempo offerto pari a
quello posto a base di gara. In tal senso, si procederà a valorizzare il punteggio sulla base
del tempo di esecuzione proposto secondo la formula di cui alla nota n. 10.
Resta fermo l’obbligo di rispettare almeno i valori del Capitolato, a pena di esclusione. Nel
caso le soluzioni migliorative offerte eccedano il valore limite accettato non verranno
attribuiti i punteggi previsti per il relativo subprofilo.
In aggiunta alle regole concernenti l’attribuzione dei punteggi relativi al criterio A di cui
all’Allegato C, si fa presente che le figure professionali offerte non possono essere
modificate nella fase di gara e fino alla stipula del contratto, pena l’impossibilità di
attribuire il punteggio per l’intera figura oggetto di proposta di modifica.

10
Formula interpolazione lineare:

(Vi  Vmin )
pi  P 
(Vmax  Vmin )
dove:
 pi: punteggio assegnato all’offerta del concorrente i-esimo per quel determinato criterio
 P: punteggio assegnato al criterio;
 Vmax: valore del criterio cui corrisponde il punteggio massimo (valore limite accettato);
 Vmin: valore del criterio cui corrisponde il punteggio minimo (valore di progetto);
 Vi: valore del criterio offerto dal concorrente i-esimo.

In tal modo:
o Se il concorrente offre il meglio  Vi=Vmax  coefficiente=1  punteggio pieno
o Se il concorrente offre il minimo  Vi=Vmin  coefficiente=0  punteggio nullo
o Se il concorrente offre un migliorativo  0<coefficiente<1  punteggio intermedio

1 Pag. 20/25
479406/19
In relazione all’attribuzione dei punteggi relativi al criterio A si precisa altresì che per i
singoli ruoli dovrà essere indicato un solo nominativo a pena di esclusione dalla
procedura per equivocità dell’offerta.

Il punteggio complessivo dell’offerta tecnica verrà arrotondato alla terza cifra decimale11;
nei calcoli interni dei sub-profili verranno utilizzati tutti i decimali disponibili.
Non si procederà alla riparametrazione dei punteggi dell’offerta tecnica.

8.2. Attribuzione del punteggio economico


Il punteggio dell’offerta economica (max 25 punti) sarà attribuito dal portale applicando la
seguente formula12:
Pi = Vi × 25
dove
Pi = punteggio attribuito al concorrente i-esimo

Dove

= ribasso offerto dal concorrente i-esimo


= ribasso dell’offerta più conveniente

Ulteriori disposizioni
Non sono ammesse e pertanto verranno escluse le offerte:
 che non esprimano un ribasso;
 non conformi alle modalità e alle condizioni indicate nel bando di gara e nel presente
disciplinare a pena di esclusione e/o nelle quali siano sollevate eccezioni e/o riserve di
qualsiasi natura alle condizioni specificate nello schema di contratto e di Capitolato
speciale ovvero che siano sottoposte a condizione, espresse in modo indeterminato o
con semplice riferimento ad altra offerta propria o di altri.
Si precisa che la Banca d’Italia si riserva la facoltà di non aggiudicare la gara ai sensi
dell’art. 95, c. 12, del Codice, se nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione
all’oggetto del contratto o se non soddisfi gli oneri di cui all’art. 30, c. 3 del Codice (cfr. art.
94, c. 2).
11 Detto arrotondamento avverrà per difetto nel caso in cui la quarta cifra decimale sia compresa tra 0 e 4 e per
eccesso nel caso in cui la quarta cifra decimale sia compresa tra 5 e 9.
12
Ai fini dell’arrotondamento del punteggio relativo all’offerta economica cfr. nota precedente.

1 Pag. 21/25
479406/19
In caso di parità fra più offerte, si procederà all’aggiudicazione all’impresa che abbia
conseguito il punteggio più elevato nell’offerta tecnica; nel caso di ulteriore parità si
procederà all’estrazione a sorte dell’aggiudicatario.

9. AGGIUDICAZIONE
La Banca procederà all’aggiudicazione una volta intervenuta l’approvazione della proposta
di aggiudicazione, ai sensi dell’art. 33, c. 1 del Codice.
La Banca provvederà a effettuare le comunicazioni di cui all’art. 76, c. 5 del Codice secondo
le modalità e i termini ivi stabiliti.
La Banca si riserva, ai sensi dell’art. 80, c. 6 del Codice, la facoltà di procedere in qualunque
momento della procedura a verificare l’eventuale sussistenza delle cause di esclusione,
richiedendo se del caso, alle imprese concorrenti, l’indicazione dei soggetti di cui ai c. 2 e 3
dell’art. 80 cui si riferiscono le dichiarazioni rese nell’allegato A2 (DGUE).
Qualora dai controlli risulti, in capo all’aggiudicatario, la mancanza di uno dei requisiti di
ammissione alla gara, si procederà all’aggiudicazione al concorrente che segue in
graduatoria.
Ai sensi dell’art. 32, c. 7, del Codice, l’aggiudicazione diventerà efficace dopo la verifica in
capo all’aggiudicatario dell’assenza delle cause di esclusione di cui all’art. 80 del Codice,
nonché del possesso dei requisiti richiesti dal bando di gara e dal presente disciplinare,
conformemente alla vigente normativa.
Prima della stipula del contratto, la Banca procederà alla verifica del mantenimento delle
certificazioni di qualità richieste come requisiti di partecipazione.
Non si darà luogo alla stipula laddove non siano rispettati i requisiti fissati nel disciplinare
tecnico per le figure professionali coinvolte nell’appalto, ovvero gli impegni assunti con la
sottoscrizione dell’offerta tecnica.

10. STIPULA DEL CONTRATTO


Divenuta efficace l’aggiudicazione, si provvederà a stipulare con il concorrente
aggiudicatario un contratto conforme allo schema allegato al presente disciplinare, che
verrà integrato con l’offerta presentata in gara.
La stipula del contratto non potrà comunque essere effettuata prima che siano trascorsi 35
giorni dall'invio dell’ultima delle comunicazioni del provvedimento di aggiudicazione (art.
32, c. 9, del Codice). Detto termine non si applica nei casi previsti dal comma 10, lettera a),
del citato articolo 32.
Ai sensi dell’art. 209, c. 2, del Codice, il contratto non conterrà la clausola compromissoria
relativa alle controversie sui diritti soggettivi derivanti dall’esecuzione del contratto.
La Banca si riserva di applicare quanto previsto dall’art. 110 del Codice.
L’aggiudicatario, all’atto della stipula del contratto, dovrà comprovare i poteri del
rappresentante che sottoscriverà il contratto medesimo, mediante produzione di idoneo
documento autenticato nelle forme di legge, qualora questo non sia stato già acquisito nel

1 Pag. 22/25
479406/19
corso della gara. Nel caso di Raggruppamento temporaneo di imprese (RTI), di Consorzio
di cui all’art. 45, c. 2, lett. e) del Codice dovrà essere prodotto il mandato collettivo speciale
con rappresentanza in favore dell’impresa mandataria ovvero l’atto costitutivo del
Consorzio.

11. GARANZIA DEFINITIVA E ASSICURAZIONE


Prima della stipula, a garanzia di tutte le obbligazioni nascenti dal contratto o al medesimo
correlate ai sensi di legge, l’aggiudicatario dovrà costituire, in favore della Banca d’Italia,
una garanzia definitiva rilasciata in conformità di quanto previsto dall’art. 103 del Codice.
L’importo della garanzia dovrà essere pari al 10 per cento del valore del contratto, fatte
salve le eventuali maggiorazioni di cui al predetto art. 103.
L’importo della garanzia potrà essere ridotto ai sensi dell’art. 93, c. 7, del Codice. Per fruire
di tale beneficio, l’aggiudicatario dovrà fornire evidenza del possesso delle certificazioni
previste, in corso di validità.
La garanzia dovrà essere mantenuta per tutta la durata del contratto e sarà
progressivamente svincolata a misura dell’avanzamento dell’esecuzione con le modalità di
cui all’art. 103, c. 5, del Codice.
La mancata costituzione della garanzia definitiva determinerà la decadenza
dall’affidamento e l’escussione della garanzia provvisoria.
A copertura dei rischi per danni comunque arrecati nell’esecuzione dell’appalto dovrà
essere stipulata una polizza di assicurazione per danni e per responsabilità civile verso terzi
per massimali pari a quelli previsti nello schema di contratto.

12. SPESE PER LA PUBBLICAZIONE


Trova applicazione il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti del 2
dicembre 2016 in ordine al rimborso da parte dell’aggiudicatario delle spese per la
pubblicazione del bando e degli avvisi relativi alla presente procedura di gara, al momento
stimate in circa 7.000,00 euro al netto degli oneri fiscali. Tale rimborso avverrà entro il
termine di 60 giorni dall’aggiudicazione con le modalità che verranno indicate.

13. COMUNICAZIONI E CHIARIMENTI


Eventuali informazioni complementari e/o chiarimenti sul contenuto del bando di gara, del
presente disciplinare, dello schema di contratto e degli altri documenti di gara, potranno
essere richiesti attraverso l’area messaggi, attiva sul Portale o, per i soli operatori non
ancora abilitati all’utilizzo del Portale, tramite e-mail alla casella
servizio.app.appalti.immobiliari@bancaditalia.it.
Le richieste di chiarimenti dovranno pervenire almeno sette giorni prima del termine per il
ricevimento delle offerte indicato nel bando di gara.
I chiarimenti sul bando, sul presente disciplinare di gara e suoi allegati e/o eventuali
informazioni in merito alla presente procedura di gara verranno pubblicati sul Portale se di
interesse generale.

1 Pag. 23/25
479406/19
14. INFORMATIVA PRIVACY

In conformità con quanto disposto dalla normativa europea e nazionale in materia di


privacy, si informa che la Banca d’Italia, via Nazionale 91, ROMA, effettua il trattamento
dei seguenti dati personali in relazione alla partecipazione a procedure di selezione o alla
stipula di contratti:
- nominativo, partita IVA e codice fiscale dell’imprenditore;
- indirizzo e numero di telefono dell’imprenditore;
- nominativi degli esponenti aziendali ed estremi dei relativi documenti di
identificazione;
- dati personali relativi a condanne penali e reati o a connesse misure di sicurezza
degli esponenti aziendali, ove necessari per l’accertamento della sussistenza dei
requisiti prescritti per la stipula di contratti pubblici.
Il trattamento dei dati è necessario per il perseguimento della finalità di espletamento delle
procedure di appalti di lavori, servizi e forniture; in particolare i dati, sono necessari ai fini
dello svolgimento della gara di appalto per l’affidamento dei lavori di restauro e
riqualificazione funzionale del complesso immobiliare di Villa Huffer e di via Milano
10/30.
Si precisa che, qualora vengano acquisiti anche dati personali relativi a condanne penali e
reati o a connesse misure di sicurezza, le fonti normative che ne legittimano il trattamento
sono la normativa europea e nazionale in materia di privacy.
I dati sono trattati secondo le seguenti modalità: conservazione su supporto cartaceo o
mediante procedure informatiche, con l’impiego di misure di sicurezza idonee a garantire
la riservatezza dei dati personali nonché ad evitare l’indebito accesso ai dati stessi da parte
di soggetti terzi o di personale non autorizzato. I dati non sono comunicati a terzi né diffusi.
I dati saranno trattati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per i quali
le informazioni sono state raccolte.
I dati non saranno diffusi all'esterno e potranno essere comunicati a terzi nei soli casi
previsti da norme di legge o di regolamento.
Sarà cura dell’impresa concorrente comunicare tempestivamente a questo Istituto,
nell’interesse degli esponenti aziendali, l’eventuale modifica o integrazione dei dati già
segnalati.

15. PROCEDURE DI RICORSO


L’Organismo competente per le procedure di ricorso è il Tribunale Amministrativo
Regionale competente.
Per i termini di presentazione del ricorso si fa rinvio a quanto previsto dall’art. 120 del
D.Lgs. n. 104/2010 (Codice del Processo Amministrativo).

1 Pag. 24/25
479406/19
16. RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Il Responsabile del procedimento è l’arch. Maria Elisabetta Piu, dipendente della Banca
d’Italia.

17. ALLEGATI
Il presente disciplinare di gara è corredato dei seguenti allegati:
 Allegato 1: schema di contratto e relativi allegati;
 Allegato A1: fac-simile di dichiarazione di partecipazione;
 Allegato A2: fac-simile del documento di gara unico europeo (DGUE);
 Allegato B: Schema di presentazione dell’offerta tecnica;
 Allegato C: Criteri di valutazione dell’offerta tecnica e punteggi;
 Allegato D: Schema di presentazione dell’offerta
 Check-list e Elenco documenti da NON inoltrare.

PER DELEGA DEL DIRETTORE GENERALE


firma 1

1 Pag. 25/25
479406/19