Sei sulla pagina 1di 2

PROBLEMI CORTO (PROG 1-2)

0:22 cambiare la grafica del titolo spostando il titolo in basso e mettendo sopra la scritta la figura di
uno dei geni stilizzata (silhouette) del Genio per specificare chi è il genio

0:36-0:37 tagliare tutto l’inizio fino a quando la camera non smette di tremare e si vedono i piedi del
signore che arriva e subito dopo Sara

1:28 aggiungere la scena in cui si capisce che Sara è sordo-muta: Sara entra da Marlon (negozio
vintage) per guardare i vestiti, trova un grammofono che suona un vinile, si avvicina per “ascoltare”,
provare a sentire la musica. Subito dopo arriva il commesso, le chiede cosa le serve, lei comincia a
rispondergli con la lingua dei segni chiedendogli dove può trovare altri di questi vinili , lui non la
capisce, (scena nel subconscio, con Sara dentro l’acqua, che urla dalla cui bocca escono soltanto
bolle, su sfondo nero), lei allora prende un pennarello e scrive su un post-it quello che le serve:
“desidero respirare vibrazioni”. Lui stranito per la risposta inconsueta, le indica la strada per il
negozio di vinili più vicino. Mentre glielo indica, il dito indicherà in direzione di un poster del genio
affisso su di un muro.

1:54 tagliare il video togliendo la persona vestita di nero sullo sfondo

2:30 (il subconscio è ancora in acqua a muovere la testa e urlare)

2:47 (il subconscio esce dall’acqua e si sposta i capelli bagnati dagli occhi proprio nel momento dopo
che tocca le corde del violoncello)

3:00 togliere scena in nero

3:47 aumentare la durata del genio

3:51 (subconscio interessato al contrario di Sara spaventata)

4:04 riprende da qui, dopo la scena del subconscio e allungare la scena della fuga
5:05 inserire qualche secondo del genio di piazza rivoluzione senza enrico

5:33-5:35 (subconscio spaventato per avere perso i fogli urla con le luci che gli girano intorno)

5:49 togliere intermezzo albero

6:02 qualche secondo del genio del Garraffo (ricomincia da 6:05)

6:37 cambiare la sequenza di risate così: il genio ride, il subconscio ride, Sara ride

7:20 taglio camminata troppo lunga

7:35 (subconscio felice, piroetta)

7:43 eliminare tromba

8:07 eliminare scena in nero

8:37 (il subconscio cambia stanza entrando in una non nera, ma bianca, piena di luce, lì troverà il

violoncello)

Da qua in poi gireremo le scene come quelle già girate al politeama ma rifatte dal suo subconscio,
tutte queste verranno inserite durante l’esecuzione del pezzo nella realtà, come dei flash, ma tre
volte più emotive, ed esagerate, fino al finale, in cui Sara riderà prima nel subconscio, e poi nella
realtà