Sei sulla pagina 1di 3

Lola Oggetto del messaggio: Re: Smaltimento materie prime cosmetiche scadute

Inviato: 13/02/2015, 19:00

Attenzione: questa è la mia personalissima opinione sulla durata delle


Grande Capa sostanze anche dopo la data di scadenza impressa sulla confezione,
basata sulla mia esperienza pratica personale. Non ho un laboratorio di
analisi per poter capire quelle cose che non si vedono con gli occhi e
non si sentono col naso, quindi se qualcuno ha idee diverse dalle mie
sull'argomento lo dica senza timore. Io non ho provato tutte le sostanze
in vendita, quindi su certe non posso dare il parere. Finisco col dire che
queste linee guida sono valide solo ed esclusivamente se le materie
prime sono conservate convenientemente, quindi non garantisco per
cantine umide, vasetti che non chiudono, sacchetti di plastica aperti
mille volte, verande che diventano forni d'estate.

Iscritto il: 28/09/2006, 9:47


Messaggi: 29948
Località: Monfalcone Aloe - Se in gel "ecobio" conservato con potassio sorbato e sodio
benzoato, e gelificato con xanthan, si butta alla scadenza. Se in gel non
ecobio, con conservanti normali, si butta dopo sei mesi dalla scadenza.
Il succo di aloe da bere si butta venti giorni dopo l'apertura, e va
conservato in frigo.
Acido citrico - Eterno quindi 5 anni dopo la scadenza, se in polvere, se
in soluzione acquosa fatta da voi due anni dopo averla fatta
Acido glicolico - Eterno quindi 5 anni dopo la scadenza, sia che sia in
polvere, sia che sia in soluzione acquosa al 70%
Acido lattico - Eterno quindi 5 anni dopo la scadenza
Acido linoleico - fino alla scadenza
Acido lipoico - Fino a tre anni dopo la scadenza, se conservato al buio
e ben chiuso
Acido salicilico - Eterno quindi 5 anni dopo la scadenza
Acque floreali - sei mesi - massimo un anno dopo la scadenza, poi
buttare
Alcool cetilico, cetilstearilico, cetil palmitato - Eterni quindi 5 anni
dopo la scadenza
Allantoina - Eterna quindi 4 anni dopo la scadenza
Allume - Eterno quindi 5 anni dopo la scadenza
Amido (di riso, maizena, frumina) - Fino a due anni dopo la scadenza
Aperoxid - Fino a un anno dopo la scadenza. Quando invecchia diventa
denso e più scuro, e perde la capacità antiossidante. Usatelo pure in
abbondanza, è un ottimo attivo anche per la pelle.
Ascorbil palmitato - Fino a sei mesi dopo la scadenza
Biosolv- ecobiosolv - Fino a due anni dopo la scadenza
Bisabololo - Fino a due anni dopo la scadenza
Burri vari - Dipende dal burro. i più duri durano moltissimo (tipo il
burro di sal, quello di tucuma, di cacao o kokum) quindi 4 anni dopo la
scadenza. Quelli morbidi (karitè, mango, avocado) durano meno, se li
mettete in frigo vi possono durare due anni dopo la scadenza, altrimenti
da sei mesi ad un anno.
Carbomer (e carbopol vari, e sodium carbomer, e poliacrilato di
sodio) - Eterno quindi 4 anni dopo la scadenza; se mal conservato
tende ad indurirsi in grumi, che non si idratano; prima di usarlo,
stemperarlo col cucchiaino e frullare più a lungo in modo da spaccare i
grumi di polverina e permettere l'idratazione.
Carbopol aqua - Fino a due anni dopo la scadenza
Ceramidi sk-influx - Fino ad un anno dopo la scadenza.
Cere (d'api, carnauba, candelilla, cere di agrumie di fiori) - Eterne
quindi dieci anni
Cetrimonium chloride - Anche 5 anni dopo la scadenza
Cheratina liquida al 25% - Fino a due anni dopo la scadenza
Cold emulsifier - Contiene olio di mandorle, quindi bisogna annusarlo e
comunque non tenerlo più di un anno dopo la scadenza.
Coloranti liquidi alimentari - Sono in base acquosa, non durano più di
un anno dalla scadenza (specialmente i Rebecchi che sono abbastanza
diluiti)
Collagene - Fino a sei mesi dopo la scadenza
Condizionanti per balsamo capelli in perline ( behentrimonium
chloride, BTMS, esterquat…) - Eterni quindi 5 anni dopo la scadenza
Conservanti vari (Cosgard, Phenonip…) - Fino a due anni dopo la
scadenza
Dry flo - Fino a 4 anni dopo la scadenza
Ewocream - Fino ad un anno dopo la scadenza; tende ad andare
rancido ed assumere cattivo odore
Isolan GO 33 - Fino ad un anno dopo la scadenza; tende ad andare
rancido ed assumere cattivo odore
Isolan GPS - Fino a 4 anni dopo la scadenza
Emulsionanti in perline (metilglucosio sesquistearato, PGE 3-
metilglucosio distearato, Montanov, Olivem…) - Eterni quindi 5 anni
dopo la scadenza
Esteri ed eteri (Coco caprylate, Cetiol Sensoft, Ethyl hexyl
stearate, dicaprylyl ether…) - Eterni quindi 5 anni dopo la scadenza
Estratti secchi di piante - Fino ad un anno dopo la scadenza; non è
che vanno a male, ma non funzionano più, le sostanze di cui sono
composti si degradano, o si ossidano.
Estratti glicerici di piante - Fino a due anni dopo la scadenza
Estratti glicolici di piante - Fino a tre anni dopo la scadenza
Farine naturali - Fino ad un anno dopo la scadenza
Farnesolo - Fino a due anni dopo la scadenza
Fitocheratina - Fino a sei mesi dopo la scadenza; tende ad impaccarsi
in un blocco unico.
rancido ed assumere cattivo odore
Isolan GO 33 - Fino ad un anno dopo la scadenza; tende ad andare
rancido ed assumere cattivo odore
Isolan GPS - Fino a 4 anni dopo la scadenza
Emulsionanti in perline (metilglucosio sesquistearato, PGE 3-
metilglucosio distearato, Montanov, Olivem…) - Eterni quindi 5 anni
dopo la scadenza
Esteri ed eteri (Coco caprylate, Cetiol Sensoft, Ethyl hexyl
stearate, dicaprylyl ether…) - Eterni quindi 5 anni dopo la scadenza
Estratti secchi di piante - Fino ad un anno dopo la scadenza; non è
che vanno a male, ma non funzionano più, le sostanze di cui sono
composti si degradano, o si ossidano.
Estratti glicerici di piante - Fino a due anni dopo la scadenza
Estratti glicolici di piante - Fino a tre anni dopo la scadenza
Farine naturali - Fino ad un anno dopo la scadenza
Farnesolo - Fino a due anni dopo la scadenza
Fitocheratina - Fino a sei mesi dopo la scadenza; tende ad impaccarsi
in un blocco unico.
Fragranze - Fino a tre anni dopo la scadenza; le fragranze andate
diventano marrone, e cambiano odore diventando acidule.
Gelificanti naturali (agar agar, gomma xanthan, gomma guar,
idrossietilcellulosa….) - Eterni quindi 4 anni dopo la scadenza
Glicerina - Eterna quindi 5 anni dopo la scadenza
Guar hydroxypropyl trimonium chloride - Eterno quindi 5 anni dopo
la scadenza
Insaponificabile di avocado - Fino ad un anno dopo la scadenza
Lecitina di soia - Se granulare fino alla scadenza (poi va rancida) se
lisolecitina fino a un anno dopo la scadenza
Liposomi di vitamine o di altro tipo - Fino ad un anno dopo la
scadenza; tendono a liquidificare a grumi ed assumere odore un po' di
pesce quando stanno andando.
Mentolo - Eterno quindi 5 anni dopo la scadenza
Miroir de sucre - Fino a due anni e mezzo dopo la scadenza. Quando
invecchia tende a diventare di sapore amaro.
Niacinamide - Fino a due anni dopo la scadenza
Oli essenziali - Dipende dall'olio essenziale. Quelli da buccia di agrumi
vanno messi subito in frigo, gli altri no. Gli oli di agrumi durano fino ad
un anno e mezzo dopo la scadenza, la lavanda e ylang ylang due anni,
rosa e gelsomino, vetiver e patchouli anche dieci anni, neroli dura poco
e va di pesce subito. Un olio essenzaile andato ha un odore strano, un
poco di pesce, un poco acidulo. Non è piacevole, ma non si capisce
subito, si sa solo che non piace e non si capisce il perchè.
Oli vegetali - Gli olii vegetali si usano tranquillamente fino a scadenza,
dalla scadenza in poi, sempre controllando a naso che siano ok: per i
primi tre mesi si può fare finta che non siano scaduti, per i secondi tre
mesi si usano in preparazioni a freddo che non devono durare un anno,
per i terzi tre mesi si usano in preparazioni a freddo da usare
velocemente e in gran quantità, tipo i bagnodoccia oleosi. Se è passato
un anno chiedetevi come mai, vuol dire che di quell'olio non avevate
bisogno o comunque non in quella quantità, prendetelo come lezione
per il futuro e non vogliate usare per forza una cosa diventata dannosa
visto che non lo avete fatto quando ne avreste avuto la possibilità. Nel
sapone mai vanno messi olii di dubbia durata, che il riscaldamento con
la soda, la pentola di acciaio, i cucchiaini e similari e l'esposizione all'aria
per la necessaria stagionatura sono tutti elementi che ci garantiscono un
sapone irrancidito nel giro di sei mesi.
pantenolo - Fino a 3 anni dopo la scadenza, non ho mai visto
aletrazioni evidenti nel pantenolo anche molto vecchio a dire la verità.
PGE 4-caprato - PGE 3-caprato - Semieterni, finoa 3 anni dopo la
scadenza
PGE-10 laurato - fino a due anni e mezzo dopo la scadenza; quando
va a male puzza di un odore penetrante e spiacevole (di suo ha un
odore forte ma non spiacevole, di detesivo>)
Piante secche intere - Fino ad un anno dopo la scadenza; non è che
vanno a male, ma non funzionano più, le sostanze di cui sono composti
si degradano, o si ossidano.
Polveri (Ossido di zinco, riempitivi per decorativi, talco, miche,
ossidi, biossido di titanio…) - Sono eterni se tenuti al chiuso lontano
dall'umidità. Ma non posso dire che sono eterni, e non userei una
polvere di vent'anni fa, quindi diciamo 5 anni dopo la scadenza
Potassio sorbato e sodio benzoato - Eterni quindi 5 anni dopo la
scadenza
Propylene glycol - Eterno
Proteine idrolizzate - se in polvere scadono due o tre mesi dopo la
scadenza, se in soluzione non fai da te ma comprata sei mesi dopo la
scadenza
Proteine quaternizzate (proquat silk, proquat milk, proquat
keratin) - Anche un anno e mezzo dopo la scadenza
Roba alimentare scaduta - Non pensate nemmeno per un secondo di
usare la vostra pelle come fosse un bidone della spazzatura!
Sodio ascorbil fosfato (e magnesio ascorbil fosfato) - Se ben
conservato 3 anni dopo la scadenza
Sodio ialuronato - Eterno quindi 5 anni dopo la scadenza, se in
polvere, se in soluzione acquosa fino ad un anno dopo la scadenza.
Quando va a male diventa liquido come l'acqua.
Sodio lattato - Eterno
Sodio pca - Eterno quindi 5 anni dopo la scadenza
Solubol - Fino a sei mesi dopo la scadenza
Squalano sintetico - Eterno quindi 5 anni dopo la scadenza
Tensioattivi (SLES, perlanti, cocoglucoside&gliceryl oleate,
sarcosinato, diacetato e betaine) - Fino a due anni e mezzo dopo la
scadenza, tutti escluse le betaine che durano meno (un anno e mezzo
dopo la scadenza, quando vanno a male prendono un odore come di
pesce, amaro e spiacevole e nessuna fragranza riesce a coprirlo). Il
Rewoteric (disodio coccoanfodiacetato) va trasferito in vaso subito, che
col tempo diventa solido e non esce più dalla bottiglia.
Tinovis ADE o ADM - Fino a un anno dopo la scadenza. Trasferirlo
appena arrivato in un vasetto di vetro, sbatterlo ogni volta che ci si
ricorda, quando si è separato troppo metterlo ad intiepidire a
bagnomaria e mescolare con cura per rimettere in circolo il deposito che
si è indurito sul fondo.
Quando va a male diventa liquido come l'acqua.
Sodio lattato - Eterno
Sodio pca - Eterno quindi 5 anni dopo la scadenza
Solubol - Fino a sei mesi dopo la scadenza
Squalano sintetico - Eterno quindi 5 anni dopo la scadenza
Tensioattivi (SLES, perlanti, cocoglucoside&gliceryl oleate,
sarcosinato, diacetato e betaine) - Fino a due anni e mezzo dopo la
scadenza, tutti escluse le betaine che durano meno (un anno e mezzo
dopo la scadenza, quando vanno a male prendono un odore come di
pesce, amaro e spiacevole e nessuna fragranza riesce a coprirlo). Il
Rewoteric (disodio coccoanfodiacetato) va trasferito in vaso subito, che
col tempo diventa solido e non esce più dalla bottiglia.
Tinovis ADE o ADM - Fino a un anno dopo la scadenza. Trasferirlo
appena arrivato in un vasetto di vetro, sbatterlo ogni volta che ci si
ricorda, quando si è separato troppo metterlo ad intiepidire a
bagnomaria e mescolare con cura per rimettere in circolo il deposito che
si è indurito sul fondo.
Tocoferolo - Fino a un anno e mezzo dopo la scadenza, e solo se è
tocoferolo puro. Se sono quei dubbi mix di aroma zone in cui il
tocoferolo è in tracce, probabilmente saranno già ossidati alla scadenza.
Umectol - Fino a sei mesi dopo la scadenza
Urea - Eterna quindi 5 anni dopo la scadenza
Vitamina a - Fino a sei mesi dopo la scadenza
Vitamina c (acido ascorbico) - Se ben conservato fino a tre anni dopo
la scadenza. Se ha tracce marroni buttare all'istante.