Sei sulla pagina 1di 28

Il sistema di scansione GOM

Integrazione nel processo industriale

I nuovi sistemi di scansione consentono


una maggior integrazione nei processi
industriali produttivi e di sviluppo che
genera un grosso potenziale per :

- Ridurre i tempi di sviluppo

- Ottimizzare le procedure di produzione

- Migliorare la sicurezza del processo


RIVAGE
High-tech model-making

Da ZERO su strada in solo 6 mesi


RIVAGE – Da ZERO su strada in solo 6 mesi

La modelleria ITH in collaborazione con il Prof. Kally della “Stainbais-Transfarzentrum


Automotive Styling and Design” ebbero la brillante idea di studiare il design di una
macchina sportiva e di produrla con le stesse logiche di un’ auto di produzione in soli 6 mesi.
RIVAGE – FASE 1 “Sketches and design”

Il Prof. Kelly si è dato l’obbiettivo di disegnare un’auto sportiva che sviluppasse due
differenti emozioni:

• Un puro senso di potenza – comparabile ad un modello Porsche


• La velocità – che la gente tende ad associare a Ferrari

Una volta scelto il design il passaggio successivo è stato quello di passare dall’idea
all’oggetto passando attraverso un modello fisico 3D da poter toccare ed osservare.
RIVAGE – FASE 2 “Package model”

E’ stata scelta una Porsche 911 C2 Targa come base per lo studio della sport cars.
Tutte le parti della nuova autovettura sono state montate successivamente sul pianale della 911.
Il design originale non sarà più riconoscibile, solo lo chassis, le parti meccaniche quali trasmissione,
motore e sospensioni ed il sistema elettrico verranno riutilizzate.
Tutte le parti esterne estetiche sono state rimosse.
La Porsche 911 completamente nuda è stata trasportata all’interno dell’ambiente virtuale (poiché
non si disponeva di modelli CAD 3D originali) per fare ciò è stato utilizzato il sistema di scansione
GOM ATOS
RIVAGE – FASE 3 “Modello in clay scala 1:4”

Solo metà del modello è stato realizzato in clay in scala 1:4.


Questo modello rappresenta la prima versione del design realizzato partendo dai
bozzetti e dagli schizzi 2D.
Su questo modello sono state apportate tutte le modifiche allo stile fino
all’approvazione finale da parte di tutto il team.
RIVAGE – FASE 4 “Modello simmetrico scala 1:4”

Dopo la delibera del modello di stile in clay è alla realizzazione di un modello simmetrizzato
realizzato in un materiale più stabile: l’UREOL.
Il modello in clay è stato scansionato mediante il sistema GOM ATOS e riportato in un ambiente
virtuale dove avviene la simmetrizzazione e la rimozione delle imperfezioni contenute nel
modello manuale.
La realizzazione di questo modello è stata fatta in stereolitografia.
Il modello in questa fase risulta avere l’aspetto definitivo, tuttavia e’ ancora possibile apportare
modifiche prima della realizzazione del modello in scala 1:1
RIVAGE – FASE 5 “Digitalizzazione modello rilasciato scala 1:4”

Una volta deliberato il modello fresato simmetrizzato in scala 1:4 sarà necessario riportare il
modello deliberato in un ambiente virtuale per essere scalato e riprodotto con la
stereolitografia.
Per questo tipo di operazione sarà necessario utilizzare un sistema estremamente preciso per
catturare le forme e quindi verrà utilizzato il sistema GOM ATOS.
RIVAGE – FASE 6 “Scalatura dal modello 1:4 a 1:1”

Il modello 3D della macchina viene elaborato nel software GOM in grado di elaborare la
nuvola di punti (mesh).
Dal modello 3D è possibile estrapolare curve di stile da utilizzare successivamente per
la prototipazione o la matematizzazione.
RIVAGE – FASE 7 “Produzione del modello scala 1:1”

Il modello 3D così elaborato viene inviato ad un software in grado di realizzare direttamente in


stereolitografia la nuvola di punti o mesh.
RIVAGE – FASE 8 “Lavorazione del modello scala 1:1”

Sul modello in scala 1:1 vengono eseguiti dei test di riflessione.


Su aree molto ampie della superficie esterna la curvatura risulta essere di ottima
qualità e necessita solo di alcune operazioni di smoothing.
Altre aree necessitano di modifiche più estensive dovute a ragioni di stile o tecniche.
RIVAGE – FASE 9 “Digitalizzazione del modello scala 1:1”

Il modello in scala 1:1 è così determinato, approvato e congelato, pertanto risulta


ancora necessario scansionare il modello per riportarlo in un ambiente 3D virtuale.
Questa volta è necessario l’utilizzo del sistema GOM ATOS insieme al sistema
fotogrammetrico TRITOP in grado di congelare l’errore su volumi di grandi dimensioni.
RIVAGE – FASE 10 “Modellazione 3D della parti”

All’interno del software CAD 3D è possibile importare la scansione del modello e


suddividerla in parti.
Per ogni parte verrà eseguita la matematizzazione e l’ingegnerizzazione in base al
posizionamento.
RIVAGE – FASE 11 “Modellazione speciale 3D dei proiettori e finestre”

Alcune parti del modello, nel dettaglio tutte le superfici a vetro ed i proiettori,
necessitano una modellazione CAD 3D in classe A mantenendo tra le superfici la
continuità di tangenza e curvatura.
RIVAGE – FASE 12 “Produzione delle parti”

La produzione delle parti esterne avviene nei modi piu’ disparati partendo dai modelli
CAD 3D:

• Fresatura

• Prototipazione rapida con varie tecnologie

• Stampi
RIVAGE – FASE 13 “Assemblaggio e verniciatura”

Tutte le parti realizzate vengono assemblate tra di loro e successivamente posizionate


sulla scocca del Porsche 911.
Dopo l’assemblaggio l’autovettura viene verniciata.
Il passaggio finale è condurre un test al banco per certificare il sistema frenante ed il
funzionamento del motore da 300 HP.
RIVAGE – FASE 14 “Parti interne”

L’allestimento interno rispecchia la stessa sensazione di sportività dell’esterno.


Molti componenti sono stati realizzati a mano, con l’utilizzo della prototipazione rapida
da un modello 3D nativo CAD.
Per la parte interna la fa da padrone la prototipazione rapida in grado di fornire parti
difficilmente realizzabili con processi tradizionali e con innumerevoli tipi di trattamenti
superficiali.
RIVAGE – FASE 15 “Modellazione 3D e realizzazione cerchioni”

I cerchioni sono stati disegnati dal Professor Kelly.


Dal suo disegno di stile è stato generato un modello CAD 3D che successivamente è
stato fresato.
RIVAGE – FASE 16 “Modellazione 3D in classe A”

Come per le superfici vetrate e per i proiettori è possibile produrre dei modelli CAD 3D
in classe A anche per le parti esterne.
ATOS Compact Scan

Sistema di
misura
Sistema compatto
Volumi di misura variabili completo

Portatile Scan & Probe

Tecnologia a luce blu


The Compact Class

Stereocamera da 2 o
5 megapixel

Possibilità di eseguire
misure complesse

Possibilità di eseguire
scansioni in ambienti
stretti ed angusti
Scan & Probe

Cattura piccoli dettagli grazie


alla grande risoluzione
Possibilità di combinare la
scansione con la misura a
contatto
Possibilità di cambiare la
misura da senza a contatto in
tempo zero
Scan & Probe

Cattura piccoli dettagli grazie alla grande


risoluzione
Possibilità di combinare la scansione con la
misura a contatto
Possibilità di cambiare la misura da senza a
contatto in tempo zero
Blue Light Technology

Scansione indipendente dai fattori ambientali


Veloce nella scansione di grandi componenti
Bassi costi di manutenzione
Alta qualità dei dati
Sistema di misura trasportabile

Facilità di trasporto
Leggero
Computer portatile per
l‘elaborazione di dati
performante
Sistema, treppiede, aree di
misura e tavola rotante
manuale in un case
Possibilita‘ di variare i campi di misura

Digitalizzare piccole e grandi parti con un unico sensore


Analisi della parte completa
Misure di grandi componenti fino a 10 mt