Sei sulla pagina 1di 6

RIVETTATRICE A DOPPIA ALIMENTAZIONE S. 801 CON INVERTER DOC.

S801-010799
REV.0
INFORMAZIONI PRELIMINARI SEZIONE 2

SIAC S.p.A. Pag 1 /6

2.1. TARGHE - MARCATURE DI CONFORMITA'


2.2. IMBALLAGGIO
2.3. CONTROLLI PRELIMINARI
2.4. STOCCAGGIO
2.5. SUCCESSIVO RICOVERO MACCHINA
2.6. ISTRUZIONI PER LA RIMOZIONE E LO SMALTIMENTO DELL'IMBALLO
2.7. CONTROLLO MACCHINA E CORREDO DI FORNITURA
2.8 MOVIMENTAZIONE DELLA MACCHINA
RIVETTATRICE A DOPPIA ALIMENTAZIONE S. 801 CON INVERTER DOC. S801-010799
REV.0
INFORMAZIONI PRELIMINARI SEZIONE 2

SIAC S.p.A. Pag 2 /6

2.1. TARGHE - MARCATURE DI CON-


FORMITA'

Le macchine sono prodotte in conformità alla Direttiva


Comunitaria 89/392 CEE denominata Direttiva Macchi-
ne e successivi emendamenti 91/368 CEE, 93/44 CEE
e 93/68 CEE.
Tutte le parti che compongono le macchine sono ade-
guate alle richieste della Direttiva e la marcatura CE
ne testimonia la conformità.

Nella posizione di cui al dettaglio A di fig. 2-1 è apposta


la targa con gli estremi di identificazione del costrutto-
re, della macchina, dell'articolo per il quale la macchina
é predisposta, dei relativi ricambi di applicazione e del-
la marcatura CE.
La targhetta é fissata al corpo macchina con quattro ri-
vetti.

Leggibilità e conservazione della targa

La targa deve essere sempre conservata leggibile rela-


tivamente a tutti i dati in essa riportati provvedendo pe-
riodicamente alla sua pulizia.

Qualora si deteriori e/o non sia più leggibile, anche in


uno solo degli elementi informativi riportati, richiederne
un'altra al costruttore citando i dati contenuti nella targa
originale e provvedere obbligatoriamente alla sua sosti-
tuzione.

ATTENZIONE: La targa suddetta non deve essere ri-


mossa o coperta con altre targhe.

1. Codice articolo per il quale la macchina é predisposta


2. Numero di matricola macchina
3. Codice punzone (ricambio di applicazione superiore)
4. Codice pinza superiore
5. Codice ribaditore (ricambio di applicazione inferiore)
6. Massa=Kg
7. Caratteristiche linea elettrica di alimentazione
Fig.2-1
8. Potere di interruzione delle protezioni elettriche
9. Corrente assorbita a pieno carico
10. Corrente nominale assorbita dal carico maggiore
RIVETTATRICE A DOPPIA ALIMENTAZIONE S. 801 CON INVERTER DOC. S801-010799
REV.0
INFORMAZIONI PRELIMINARI SEZIONE 2

SIAC S.p.A. Pag 3 /6

Nelle posizioni (Fig.2-1) di cui ai dett. B, C, D,E ed


F di fig. 2-2 sono poste altre targhe autoadesive con Interpretazione dei pittogrammi:
avvertenze di sicurezza.
Pittogramma B : Si fa divieto di eseguire operazio-
Leggibilità e conservazione delle targhe ni di pulizia o manutenzione con tensione inserita;
tali operazioni devono essere effettuate solo con in-
Le targhe devono essere sempre conservate leggi- terruttore generale in posizione “O” e dopo aver tol-
bili relativamente a tutti i dati in esse contenute to la spina di alimentazione dal quadro di distribu-
provvedendo periodicamente alla loro pulizia. zione.
Qualora una targa si deteriori e/o non sia più leggi-
bile, anche in uno solo degli elementi informativi ri- Pittogramma C : Si fa divieto di manomettere o e-
portati, richiederne un'altra al costruttore citando i scludere le protezioni e i dispositivi di sicurezza
dati contenuti nel presente manuale o nella targa o-
riginate e provvedere obbligatoriamente alla sostitu- Pittogramma D : Si richiama l’attenzione che
zione. all’interno dell’apparecchiatura vi è la presenza di
parti con tensione di 220V.
ATTENZIONE: Le targhe suddette non devono es-
sere rimosse o coperte. E' vietato Pittogramma E : Si richiama l’attenzione che nella
apporre altre targhe sulla macchina zona interessata vi è pericolo di schiacciamento del-
senza la preventive autorizzazione le mani dovuto alle parti in movimento.
scritta del costruttore.
Pittogramma F : Si fa presente che la macchina è
destinata ad essere utilizzata da un solo operatore
alla volta, il quale deve essere a conoscenza delle
istruzioni d’uso contenute nel presente manuale per
operare in condizioni di sicurezza.

Fig.2-2
RIVETTATRICE A DOPPIA ALIMENTAZIONE S. 801 CON INVERTER DOC. S801-010799
REV.0
INFORMAZIONI PRELIMINARI SEZIONE 2

SIAC S.p.A. Pag 4 /6

2.2. IMBALLAGGIO 2.3. CONTROLLI PRELIMINARI

Le macchine sono fornite senza imballo o con imballo - Rimossa la macchina dall'eventuale imballo
standard (non impermeabilizzato), previsto per tra- movimentarla come da istruzioni riportate al
sporto via terra e per ambienti coperti e non umidi, punto 2.8;
eventuali imballi speciali possono essere predisposti - Verificare che la macchina e tutti gli eventuali
su richiesta ed in tal caso sono fornite istruzioni parti- accessori previsti nell'ambito della fornitura sia-
colari sull'imballo. no integri ed in perfetto stato di conservazione
(nessuna traccia di ruggine, umidità, nessuna
Su ogni imballo (quando necessario) sono riportate ammaccatura, ecc.);
le seguenti indicazioni: - Verificare l’integrità dei cablaggi impianto elet-
trico (rotture, schiacciature, ecc.), controllare
- tipo di macchina ed estremi identificativi, che inoltre siano tutti correttamente bloccati con
- peso lordo; le apposite fascette;
- eventuali istruzioni per la movimentazione - Controllare le condizioni del cavo
d’alimentazione e della spina relativa e del con-
Imballo standard nettore rapido comando a pedale o bimanuale
(secondo i modelli);
L'imballo standard è costituito da una cassa di legno - Verificare che la corsia prevista per il raggiun-
di dimensioni e caratteristiche adeguate (fig. 2-3); la gimento del luogo d'installazione (movimenta-
macchina è protetta con un involucro in politene e zione della macchina) sia sgombra da ogni pos-
bloccata con opportune reggiature e/o tasselli in le- sibile ostacolo (cose e persone), prevedere e-
gno. ventuali barriere di protezione e raggiungere il
luogo d'installazione prescelto;
L'imballo, al ricevimento, deve essere integro, vale
a dire: 2.4. STOCCAGGIO
- non deve presentare segni d’urto o rotture;
Lo stoccaggio può essere effettuato al ricevimento
- non deve presentare segni che possano fare
macchina ed è consentito per un periodo massimo
supporre che lo stesso sia stato esposto a fonti
di sei mesi a condizione che:
di calore, gelo, acqua, ecc.;
- non deve presentare segni di manomissione.
al ricevimento l’eventuale imballo (cassa, protezio-
ne, ecc.) risulti integro come previsto al paragrafo
precedente. Nel caso che si riscontrassero situa-
zioni non conformi a quanto detto occorrerà liberare
la macchina dall'imballo, verificarne l’integrità e ri-
pristinare un imballo nuovo.

il luogo di stoccaggio deve essere un ambiente


chiuso con temperatura non inferiore ai -5 °C,
non superiore ai + 40 °C e con un tasso
d’umidità che non superi il valore di 80% l'even-
tuale imballo non risulti sottoposto ad urti, vi-
brazioni, e carichi sovrastanti.

Fig.2-3
RIVETTATRICE A DOPPIA ALIMENTAZIONE S. 801 CON INVERTER DOC. S801-010799
REV.0
INFORMAZIONI PRELIMINARI SEZIONE 2

SIAC S.p.A. Pag 5 /6

2.5. SUCCESSIVO RICOVERO MACCHI- 2.7.CONTROLLO MACCHINA E CORRE-


NA DO DI FORNITURA

In caso di successive ricovero della macchina dopo La macchina e relativo corredo di fornitura (come
l'uso, ad operazioni di manutenzione eseguite (puli- concordato con il costruttore) devono risultare in per-
zia e lubrificazione come previsto agli specifici pa- fetto stato di conservazione.
ragrafi in questo manuale) questa può essere im- La fornitura, è sottoposta prima della spedizione ad
magazzinata per un periodo non superiori ai tre un’accurata procedure di controllo, tuttavia è sempre
mesi purché: consigliabile verificare che la stessa sia completa ed
in ordine al momento della ricezione del materiale.
- in ambiente chiuso, non polveroso, privo d’agenti In caso di difetti e/o incompletezza, fare comunica-
aggressivi e con le seguenti caratteristiche: tem- zione immediata al costruttore ed attenersi alle sue i-
perature minima non inferiore ai - 5 °C, tempe- struzioni, prima di procedere alla messa in servizio
ratura massima non superiore ai + 40 °C; della macchina.
- umidità non superiore al valore di 80%;
- posta in modo tale che non si possano verificare Corredo di fornitura standard
deformazioni, schiacciamenti, rotture;
- non sottoposta ad urti, vibrazioni e carichi sovra- - Scheda di collaudo interno costruttore;
stanti. - Dichiarazione di conformità CE;
- Libretto istruzioni per l'installazione, l'uso, la ma-
ATTENZIONE: Per periodi di stoccaggio superiori nutenzione e catalogo delle parti di ricambio.
ai tre mesi o in condizioni ambien-
tali diverse da quelle sopra speci-
ficate richiedere procedure di con-
servazione al costruttore.

2.6. ISTRUZIONI PER LA RIMOZIONE E


LO SMALTIMENTO DELL'IMBALLO

- Aprire l'imballo ed accedere alla macchina sen-


za demolire il pallet di base;
- Recuperare i documenti a corredo della mac-
china verificando che non ci siano difformità tra
quanto riportato sui documenti di spedizione e
quanto contenuto nell'eventuale imballo stesso;
- Smaltire l'imballo secondo quanto descritto :

i componenti, l’imballo sono prodotti assimilabili ai


normali rifiuti solidi urbani quindi possono essere
smaltiti senza alcuna difficoltà.
Si consiglia di smaltire separatamente i prodotti
(raccolta differenziata) per un adeguato riciclaggio
attenendosi comunque alle normative specifiche
vigenti nel luogo d’installazione.
NON DISPERDERE I PRODOTTI DELL'IMBAL-
LO NELL’AMBIENTE.
RIVETTATRICE A DOPPIA ALIMENTAZIONE S. 801 CON INVERTER DOC. S801-010799
REV.0
INFORMAZIONI PRELIMINARI SEZIONE 2

SIAC S.p.A. Pag 6 /6

2.8 MOVIMENTAZIONE DELLA MAC-


CHINA Non disponendo d’idonea attrezzatura per la movi-
mentazione utilizzare un carrello manuale (4) con pia-
nale di carico.
Per rimuovere il pallet di base, sollevare la macchina
con imbracatura in stoffa o nylon, con capacità di ca- ATTENZIONE: L’operazione in tal caso richiede la
rico di almeno 200 Kg. (1, fig. 2-4) da posizionarsi presenza di due persone per il carico
sotto il tavolo di base (2) prestando attenzione al ca- e lo scarico.
blaggio impianto elettrico. Non inclinare di oltre 10°÷15° ri-
Rimuovere il pallet (3). spetto alla verticale la macchina
poiché il maggior peso delta stes-
Movimentare la macchina e posizionarla nel luogo
sa é concentrato in alto (corpo
d’installazione prescelto. macchina).

Fig. 2-4