Sei sulla pagina 1di 2

QR8: Oltre il Reddito di Inclusione, un reddito garantito come diritto di base

BIN Italia - https://www.bin-italia.org/qr8-oltre-reddito-inclusione-un-reddito-garantito-diritto-base-2/

QR8: Oltre il Reddito di Inclusione, un reddito garantito come


diritto di base
Quaderni per il Reddito N° 8

Febbraio 2018

Oltre il Reddito di Inclusione, un reddito garantito come diritto di base

Clicca qui per leggere e scaricare gratis la pubblicazione

(ISSN 2611-5190)

144 pagine, 12 autori

Indice del QR8

Giuseppe De Marzo, Un reddito di dignità per garantire un’esistenza libera e dignitosa


Marco Bascetta, Un reddito di inclusione alla disciplina. Dalla lotta ai poveri al reddito di base
Roberta Carlini, La macchina della povertà. Il reddito di inclusione con lo sguardo all’ indietro
Roberto Ciccarelli, Non è mai troppo tardi per un reddito di base
Sandro Gobetti, La colpa della povertà non è dei poveri. Un reddito garantito per ribaltare la
narrazione dominante
Giuseppe Allegri, Dal contrasto alla povertà estrema alla necessità di un reddito garantito. Per
un cambio di paradigma
Andrea Fumagalli, Il valore politico ed economico dell’incondizionalità nella proposta del
reddito di base
Anna Maria Catenacci, Il reddito di inclusione tra universalità e condizionatezza. Le parole
sono importanti
Elena Monticelli, Quale nuovo ruolo per gli enti locali dopo il sistema del Reddito di Inclusione
Daniel Blake, Elogio della governance debole. Per un patto tra percettori del ReI e operatori
Giuseppe Bronzini, Il reddito minimo garantito alla luce del “pilastro sociale europeo”
Pier Virgilio Dastoli, Elementi essenziali di un patto per una comunità solidale e democratica

Dalla quarta di copertina:

1/2
QR8: Oltre il Reddito di Inclusione, un reddito garantito come diritto di base
BIN Italia - https://www.bin-italia.org/qr8-oltre-reddito-inclusione-un-reddito-garantito-diritto-base-2/

Non bisogna dunque solo porre l’accento sul bisogno materiale, ma


andare oltre perché un reddito garantito può rimuovere la miseria di
una mera sopravvivenza ed essere strumento di autodeterminazione e
liberare energie. Il peggior paradosso che si possa creare è proprio il reddito
di cittadinanza accompagnato dal senso di colpa, il reddito di dignità
con l’obbligo ad obbedire, il reddito minimo garantito con la
ricattabilità.

2/2

Powered by TCPDF (www.tcpdf.org)