Sei sulla pagina 1di 11

1 Gravità

Velocità
∆~x
~vm = (1)
∆t
∆~x
~vist = lim (2)
∆t→0 ∆t

Per calcolarne il modulo: q


v = vy2 + vx2 (3)
Per calcolare la direzione: vy
tan θ = (4)
vx

Accelerazione
∆~v
~am = (5)
∆t
∆~v
~aist = lim (6)
∆t→0 ∆t

Moto rettilineo uniforme A velocità costante:


x = vt + x0 (7)

Moto rettilineo uniformemente accelerato Ad accelerazione costante:


v = at + v0 (8)
1
x = x0 + v0 t + at2 (9)
2
2 2
v = v0 + 2a(x − x0 )
1
x − x0 = (v0 + v)t
2
1
x − x0 = vt − at2
2

Caduta libera
• Con partenza da fermo
1
x = gt2 (10)
2
(11)
p
v = 2gh

• Lancio verso l'alto


1
x = v0 t − gt2 (12)
2
Il corpo raggiunge terra al tempo:
2v0
t= (13)
g
ed inverte la sua velocità al tempo:
v0
t= (14)
g
Moto parabolico È la sovrapposizione di moto rettilineo uniforme e moto unifor-
memente accelerato.

θ=0 s
2h
x = ±v0x (15)
g

θ 6= 0
v02
R= sin 2θ (16)
g
(v0 sin θ)2
ymax = (17)
2g
vx = v0 cos θ

Leggi di Newton
F~ = m~a (18)
W = mg

Attrito
fk = µk N (19)
fs,max = µs N (20)

Moto circolare
v2
acp = (21)
r
Fcp = macp (22)

Lavoro
~s
L = F~ (23)
• lavoro della forza elastica L = 12 kx2

Energia cinetica
1
K = mv 2 (24)
2

Teorema delle forze vive


1 1
L = ∆K = mvf2 − mvi2 (25)
2 2

Potenza
L
P = (26)
t
P =F ·v (27)
Energia potenziale
L = −∆U = Ui − Uf (28)
• energia potenziale della forza peso U = mgh

• energia potenziale della forza elastica U = 12 kx2

Teorema di conservazione dell'energia


Ui + Ki = Uf + Kf (29)

Quantità di moto
p~ = m~v (30)
∆~p = I~ = F~m ∆t (31)

Urti

Completamente anelastico
m1 v1,i + m2 v2,i
Vf = (32)
m1 + m2

Elastico
m1 − m2
V1,f = ( )v0 (33)
m1 + m2
2m1
V2,f = ( )v0 (34)
m1 + m2

Centro di massa
m1 x1 + m2 x2 + ... + mn xn X mi xi
xCM = =
m1 + m2 + ... + mn i
M

m1 y1 + m2 y2 + ... + mn yn X mi yi
yCM = =
m1 + m2 + ... + mn i
M

Posizione angolare Denita la posizione angolare θ quale l'angolo misurato rispetto


ad una retta di riferimento (asse delle x); l'unità di misura è il radiante, adimensionale.

Velocità angolare
∆θ
ωm = (35)
∆t
∆θ dθ
ωist = lim = (36)
∆t→0 ∆t dt
Si può calcolare anche T, il periodo:

T = (37)
ω
Accelerazione angolare
∆ω
αm = (38)
∆t
∆ω dω d2 θ
αist = lim = = 2 (39)
∆t→0 ∆t dt dt

Cinematica rotazionale Le formule sono le stesse della cinematica normale.


ω = ω0 + αt (40)
1
θ = θ0 + ω0 t + αt2 (41)
2
ω 2 = ω02 + 2α(θ − θ0 ) (42)
aT = rα
aCP = rω 2

Moto di rotolamento È la sovrapposizione del moto di rotazione e il moto di roto-


lamento. La velocità nel punto più alto è v=2rω , al centro è v=rω , mentre nel punto
più basso è v=0.

Energia cinetica rotazionale e di rotolamento

Energia cinetica rotazionale


1
K = Iω 2 (43)
2
dove I è il momento di inerzia, misurato in kg · m2 ed è denito come:
I = mr2 (44)

Energia cinetica del moto di rotolamento


1 1 1 I
K = mv 2 + Iω 2 = mv 2 (1 + ) (45)
2 2 2 mr2

Dinamica rotazionale Tutto ha il proprio corrispondente anche nelle traslazioni.


Traslazione Rotazione
F~ (forza) ~τ = ~r × F~ (momento torcente)
F~ = m~a ~τ = I~a
p~ (quantità di moto)
~ = ~r × p~ (momento angolare)
L
~v
m~ L =~ I~ω
~
F~ = m~a = ∆~
∆t
p
~τ = I~a = ∆∆tL
L = F ∆x (lavoro) L = τ ∆θ (lavoro)

Essendo L = ∆K , se Ki =0 allora:
1
L = Kf = Iω 2
2
Leggi di gravitazione universale
m1 m2
F =G (46)
r2
dove G = 6,67 · 10−11 N m2 /kg2 è la costante di gravitazione universale.

Considerando la Terra:
mMT
F =G → massa gravitazionale
RT2

e sapendo che F = ma (massa inerziale ) è possibile scrivere:


mMT
ma = G
RT2

Energia potenziale gravitazionale


mMT
U = −G (47)
r
1 mMT
E = K + U = mv 2 − G = cost (48)
2 r
r
2GMT
vf uga = → velocità di fuga
RT

Moti oscillatori
1
f= → frequenza, Hz (49)
T

ω= → pulsazione (50)
T

x = A cos( t) = A cos(ωt + ϕ) → moto armonico semplice (51)
T
• v = −Aω sin ωt → vmax = −Aω

• a = −ω 2 x → amax = −Aω 2

Molla
F~ = −k~x → forza di richiamo (52)
r
k
ω= → pulsazione (53)
m
r
m
T = 2π → periodo di una molla (54)
k
mg
y0 = → nuova posizione di equilibrio (55)
k

Conservazione dell'energia
1 1 1
E = K + U = mv 2 + kx2 = mr2 ω 2 (56)
2 2 2
Pendolo semplice
mg
F~ = s (57)
L
s
L
T = 2π (58)
g

Meccanica dei uidi m


densità ρ= (59)
V
F
pressione P = (60)
A
dove V è il volume mentre A l'area.

Principio di Archimede Un corpo immerso in un uido riceve una spinta verso


l'alto pari al peso del volume di liquido spostato.
FA = ρ(liquido) g V(imm) (61)

Teorema della portata costante


A1 v1 = A2 v2 (62)

Paradosso idrodinamico (teorema di Bernoulli) In un sistema in cui la


velocità del uido aria possiamo calcolare la variazione di pressione.
1 1
P1 + ρv12 = P2 + ρv22 (63)
2 2
Se invece non cambia la velocità ma l'altezza, da y1 a y2 , otteniamo:
P1 + ρgy1 = P2 + ρgy2 (64)
In generale, se cambiano sia l'altezza che le dimensioni del condotto (quindi la velocità):
1 1
P1 + ρv12 + ρgy1 = P2 + ρv22 + ρgy2 (65)
2 2

Teorema di Torricelli
1
Patm + ρgh = Patm + ρgv22
2

(66)
p
v2 = 2gh
dove h è la distanza tra la parte superiore del liquido e il foro da cui esce.

Viscosità ed equazione di Poiseuille


vL
P1 − P2 = 8πη
A
(P1 − P2 )A2 (P1 − P2 )(πr2 )2
portata vA = = (67)
8πη 8πη
2 Elettromagnetismo
Campo Elettrostatico
e = 1,60 · 10−19 C
me = 9,11 · 10−31 kg mp = 1,673 · 10−27 kg mn = 1,675 · 10−27 kg

Legge di Coulomb
q1 q2
F =k (68)
r2
dove k è una costante che vale 8,99 · 109 N m2 /C2 .
Q
σ= → densità di carica (con A che vale 4πr2 ) (69)
A

Campo elettrico
F = qE (70)
• campo elettrico di una carica puntiforme E = k rq2

Flusso Z
φ(E) = ~ · d~S
E ~ (71)
S

Teorema di Gauss qinterne


φ(E) = (72)
0
dove 0 vale8,85 · 10−12 C2 /N m2
• campo elettrico di una sfera isolante uniformemente carica: all'interno della sfera
E = 3ρr0 , mentre all'esterno della sfera E = 4πQ0 r2

• campo elettrico di un cilindro con asse perpendicolare a una lamina (parallelo al


campo) E = 2σ0
• campo elettrico di un ciclindro (con al centro un lo e campo perpendicolare a
quest'ultimo) E = 2πλ0 r , dove λ = l(lunghezza
q
lo) è la densità lineare di carica ; il
usso invece è λl
0

Conservazione dell'energia

Lavoro e energia potenziale


L = −q0 Ed (73)

∆U = −L = q0 Ed (74)
U = qV (75)
1 2 1
mvi + qVi = mvf2 + qVf
2 2
Potenziale elettrico Si misura in volt (J/C)
∆U
V = = Ed (76)
q0

∆V
E=− (77)
∆S
Z B
∆V = − ~ dS
E ~
A

• per una carica puntiforme → U = k q1rq2 → V = k kq


r

Capacità di un condensatore
Q Q 0 A
C= = Q = (78)
V d 0 A d

che si misura in Farad (F = VC ).


Se invece non si è nel vuoto non bisogna utilizzare anche r :
Q
C = r
V

Intensità di corrente
∆Q
I= (79)
∆t
che si misura in Ampere (A = Cs ).

(Q = mc∆T ) (80)

dove m è la massa, c il calore specico e ∆t la variazione di temperatura.

Leggi di Ohm
∆V = RI (81)
R è la resistenza che si misura in Ohm (Ω = VA )
L
R=ρ (82)
A

Potenza dei circuiti elettrici


∆U
P = (83)
∆t

P = IV (84)
P = I 2R

P = V 2R
Resistenze
• in serie: l'intensità non cambia

 = I(R1 + R2 + R3 ) = IReq

• in parallelo: non cambia la dierenza di potenziale


1 1 1 1
I = ( + + )=
R1 R2 R3 Req

Circuiti con condensatori


• in parallelo
Q = fem(C1 + C2 + C3 ) = fem Ceq

• in serie
1 1 1 1
fem = Q( + + )=Q
C1 C2 C3 Ceq

Magnetostatica

Forza di Lorentz
F~ = q~v × B
~ = qvB sin θ (85)
B si misura in Tesla (T = N
A·m
) oppure in Gauss (G = 10−4 ).

F~ = I~l × B
~ (86)

Moto di particelle cariche in un campo magnetico (moto circolare unifor-


me)
v2
Fcp = m = qvB (87)
r
mv
r=
qB

Momento torcente
τ = N IAB sin θ (88)

Legge di Ampère Z
~ · dL
B ~ = µ0 I (89)
dove µ0 si chiama permeabilità magnetica del vuoto e vale 4 π · 10−7 T m/A.

Legge di Biot-Savart
µ0 I
B= (90)
2πr
Consideriamo ora due li: essi risentiranno del campo prodotto dall'altro. Il lo B
risente di un campo prodotto dal lo A B = mu2πd
0 IA
; la forza risentita dal lo B è:
µ0 IA µ0 IA IB
F = IB LB = IB L = L
2πd 2πd
Esempi di campi magnetici
• campo magnetico nel centro di una spira
N µ0 I
B=
2r

• campo magnetico di un solenoide


N
B = µ0 I = µ0 nI
L

Z
~ =
φ(B) ~ · dS
B ~
S

Se B è uniforme, il usso diventa:


~ = (B cos θ)A = BA cos θ
φ(B) (91)
Il usso di B si misura in Weber (Wb = 1 T m2 ) ed è, massimo quando il campo è
normale alla supercie, zero quando il campo è parallelo alla supercie.

Legge di Faraday
~
∆φ(B) ~ − φi (B)
φf (B) ~
f em = −N = −N (92)
∆t tf − ti

In un percorso chiuso:
Z ~
f em = E ~ = − dφ(B)
~ · dL
γ dt

Forza elettromotrice indotta cinetica


|f em| = BvI (93)
E = Bv (94)
s
(f em = Bd = Bdv)
t

Potenza e forza per mantenere una barretta a velocità costante


BV I B 2 vI 2
F = iIB = IB = (95)
R R
B 2 vI 2 B 2v2I 2
P = Fv = v= (96)
R R
BvI 2 B 2v2I 2
P = i2 R = ( ) R= (97)
R R

Generatore elettrico
f em = N ABω sin ωt
Induttanza
∆φ ∆I
f em = N | | = L| | (98)
∆t ∆t
l'induttanza L, si misura in Henry (H = V s/A)

Induttanza di un solenoide
N2
L = µ0 ( )A = µ0 n2 Al (99)
l

Energia in un campo magnetico


1
U = LI 2 (100)
2

Densità di energia magnetica


1 2
m = B (101)
2µ0

Equazioni di Maxwell Spiegano tutto l'elettromagnetismo ad esclusione della forza


di Lorentz.
con sorgenti nel vuoto
Legge di Gauss ~ · dS
~= Qint ~ · dS
~=0
R R
γ
E 0 γ
E

Legge di Gauss per il campo magnetico ~ · dS


~=0 ~ · dS
~=0
R R
γ
B γ
B
(solenoidalità di B)
~ ~
Legge di Faraday-Lenz ~ · dL
~ = − dφ(B) ~ · dL
~ = − dφ(B)
R R
γ
E dt γ
E dt

Legge di Ampère ~ · dL
~ = µ0 I ~ · dL
~ =0
R R
γ
B γ
B

Corrente di spostamento
~
dφ(E)
Is = 0 (102)
dt

Legge di Ampère-Maxwell
Z ~
~ = µ0 (I + 0 dφ(E) )
~ · dL
B (103)
γ dt

che nel vuoto diventa: Z ~


~ = µ0 0 dφ(E)
~ · dL
B
γ dt