Sei sulla pagina 1di 2

05RDI - N.1_2007_p.

40-80Gloss 26-02-2007 17:14 Pagina 40

RI
D’ zione musicale. Notevoli, inoltre, gli
aspetti trasversali emersi dall’iniziati-
va, che forniscono spunti di grande
significatività in relazione a taluni
obiettivi essenziali perseguiti dal siste-
ma educativo e formativo.
L’iniziativa, nata nell’ambito dei pro-
getti attivati con l’utilizzo dei fondi
europei e, in particolare, nell’ambito
delle misure destinate al recupero e
alla prevenzione della dispersione sco-
lastica, ha finito per produrre esiti che
vanno al di là delle aspettative di coloro

Glossario
che l’hanno progettata. Un piccolo
microcosmo che contiene forti ele-
menti spendibili nel macrocosmo.
Il progetto è stato imperniato sulla
musica elettronica con un forte e signi-
ficativo aggancio alle nuove tecnologie

Didattica e questa impostazione ci porta necessa-


riamente a riflessioni sulla posizione
che la musica occupa nel panorama for-

della Musica
mativo, sotto un profilo che è squisita-
mente culturale prima che giuridico.
Dalla riforma Gentile, e quindi da oltre

e Tecnologie
ottanta anni, la musica, come le altre
manifestazioni della persona umana
affidate a forme espressive e comuni-

digitali
cative diverse dal linguaggio scritto e
parlato, è stata relegata ad un ruolo
marginale e secondario, quasi si trat-
tasse di attività ascrivibile a momenti
ludici, da posporre allo studio delle tra-
dizionali discipline umanistiche che, a
A CURA DI GEMMA FIOCCHETTA suo tempo, costituirono l’asse portante
dell’impianto formativo. Ciò può appa-
rire singolare in un Paese che nel
campo della musica conta splendide
tradizioni ed ha espresso compositori

Presentazione
I l progetto di rete della musica elet-
tronica è un’esperienza che, pur nei
ed esecutori strumentali di assoluto
rilievo. Una delle spiegazioni fonda-
mentali va ricercata nel fatto che, in
piccoli numeri delle scuole, dei docen- ambito scolastico formativo, la musica
ti e degli alunni coinvolti, si è progres- è stata considerata sempre dal punto di
DI SILVIO CRISCUOLI sivamente caricata di valenze così vista del professionista ed in particola-
significative sul piano generale da re dell’esecutore strumentale e non
farne un punto di riferimento in vista come disciplina con forti implicazioni
dell’attuazione dei processi di riforma educative, quale elemento che potesse
degli ordinamenti scolastici che inve- concorrere, unitamente agli altri saperi
stiranno anche gli assetti della forma- e con pari dignità, alla crescita della
05RDI - N.1_2007_p.40-80Gloss 26-02-2007 17:14 Pagina 41

RI
D’
GLOSSARIO
Didattica della Musica e Tecnologie digitali

41

persona umana in tutti i poliedrici


aspetti nei quali la stessa si esprime.
La legge 509/99, che ha innescato il
processo di trasformazione dei Conser-
vatori di musica in Istituzioni di Alta
Cultura, destinati ad una utenza già in
possesso di un diploma di istruzione
secondaria superiore, se, da un lato, ha
creato un vuoto di studi musicali pro-
pedeutici, dall’altro, ha costretto ad una
riflessione complessiva sulla revisione,
dei percorsi culminata nella Legge del
28 marzo 2003, n. 53 che, nell’ambito
del nuovo sistema di istruzione liceale,
ha previsto la presenza dell’innovativa
tipologia del Liceo musicale.
Considerato che il Liceo musicale, pro- menti nei modi di apprendere e di ope- ■ il suscitare un interesse partecipati-
prio in ragione della sua natura liceale, rare, trasformazioni che possono esse- vo alla didattica, non solo previene
non potrà mai svolgere funzione pedis- re recepite e promosse proficuamente abbandoni ma recupera al circuito for-
siquamente sostitutiva del percorso anche nella didattica quotidiana per mativo giovani che se ormai collocati
conservatoriale nella fascia di età scola- migliorare e facilitare i processi di al di fuori.
re 14-18 anni, si presenta la preziosa apprendimento in ambito disciplinare.
occasione di riconsiderare il fenomeno Un punto focale di interesse verso tale L’elencazione, non esaustiva dei dati
musicale e l’impianto ordinamentale iniziativa è dunque costituito dall’in- positivi emersi da questa iniziativa, for-
dei suoi studi in un’ottica culturale treccio tra tecnologia e didattica, tecno- nisce indicazioni utili esportabili al di
dinamica che tenga conto non solo del- logia e processi di apprendimento; là della specifica esperienza, eviden-
l’esigenza di salvaguardia della tradi- ■ l’utilizzo delle tecnologie consente il ziando elementi che debbono costitui-
zione, ma si apra a tutti quei nuovi passaggio dall’esecuzione strumentale re l’asse culturale portante dell’attua-
campi nei quali la musica si manifesta alla realizzazione del prodotto musica- zione della riforma ordinamentale. Di
e fornisce crescita culturale ed occupa- le finito che si materializza immediata- una riforma che non voglia essere solo
zione nella società odierna. mente attraverso l’uso delle apparec- diretta a modifiche architetturali del
In questo contesto di rinnovamento chiature a ciò destinate; sistema, ma voglia andare al cuore dei
occorre trovare riferimenti precisi per la ■ nuovi talenti hanno possibilità di evi- problemi veri, riavvicinando scuola e
costruzione di un tessuto innovativo e denziarsi, a se stessi prima che agli società attraverso contenuti condivisi
qui, accanto anche ad altre esperienze, altri, con vantaggi per i singoli e per il dai giovani che li rendano attori del
interviene il progetto “Rete telematica e settore; processo formativo e non semplici
musica elettronica” che fornisce nume- ■ le competenze e le abilità acquisite spettatori.
rose indicazioni utili, tra le quali ci limi- nel percorso dai giovani che vi si sono Indicazioni utili dunque per l’erigendo
tiamo ad indicare le più significative: dedicati aprono prospettive anche lavo- Liceo musicale, ma anche spunti larga-
■ la musica si apre all’utilizzo delle rative notevolissime, schiudendo le mente trasversali alle varie tipologie di
nuove tecnologie realizzando un con- porte di un mondo precedentemente istruzione e di formazione che daran-
nubio dal quale possono sostanziarsi forse solo immaginato; no corpo alla riforma.
molte e possibili tipologie di esperien- ■ il percorso comporta necessariamen-
ze e progettualità; te la partecipazione attiva del discente
■ le tecnologie musicali, sia quando il al processo di apprendimento permet-
loro impiego costituisce un supporto tendogli di esprimersi liberamente e in Le tecnologie musicali
alla produzione creativa, sia quando è modo creativo, eliminando alla radice
finalizzato e rivolto ad una riflessione quel ruolo passivo che nelle giovani
producono cambiamenti
estetica di ricerca e sviluppo di un pen- generazioni costituisce il motivo di nei modi di apprendere
siero tecnologico, producono cambia- dispersione più difficile da contrastare; e di operare