Sei sulla pagina 1di 30

Extreme Apprenticeship:

un nuovo approccio
all'insegnamento dell'informatica
Gabriella Dodero e Vincenzo Del Fatto
unibz

Trento 5 aprile 2017


Sommario

● Extreme Apprenticeship: i principi


● Extreme Apprenticeship all'università
● … e a scuola
● Cosa abbiamo imparato
Motivazione
● L'informatica è materia di studio sia in percorsi
specializzati (scuole superiori a indirizzo informatico,
corsi di laurea in informatica) sia come „competenza
digitale“ (in varie scuole superiori e in corsi di laurea
scientifici e non)
● molti studenti la trovano difficile, e noiosa !!!
● Voti bassi, abbandoni, pochi studenti ne ricordano i
contenuti a qualche mese di distanza (quando
dovrebbero „servirsene“)
● Sono previste ore di „esercitazioni“, ma spesso sono
poche, e iniziano solo dopo numerose ore di teoria
● Si puo' migliorare?
Extreme Apprenticeship

● Basata su Cognitive Apprenticeship: attenzione al


processo di insegnamento, prima dei contenuti
● Insegnare come gli apprendisti nella „bottega“: si
lavora sotto la guida del „maestro“ per acquisire una
abilità
● Esempi tradizionali: le botteghe artigiane (sarto,
calzolaio...) per apprendere abilità manuali/pratiche
● Si può applicare anche alle abilità cognitive
● Il processo di apprendimento avviene in tre fasi:
● modelllazione, scaffolding e fading.
La fase di modellazione

● Lo studente deve acquisire un modello concettuale di


cosa deve fare, osservando il maestro che lo fa !
● Le lezioni, se si fanno, si basano su esempi svolti
assieme (ma si possono anche evitare/ridurre!!)
● Il maestro pensa ad alta voce mentre svolge
l'esempio, per mostrare i processi mentali che sta
utilizzando
La fase di scaffolding

● Gli studenti risolvono gli esercizi in presenza di un


maestro. Possono chiedere aiuto, se non sanno come
procedere.
● Il maestro non da' la soluzione, ma solo un
suggerimento per trovarla da soli
● Come proposto da Bruner ...
La fase di fading

● Quando lo studente inizia a lavorare da solo, lo


scaffolding diminuisce gradualmente
● Più gli studenti lavorano per conto proprio, più
cresce la loro abilità
XA e gli esercizi

● Gli esercizi non sono „applicazioni della teoria“


● Roumani li considera
● We think of them as teaching instruments that
complement lectures by teaching the same
material but in an exploratory fashion
● Gli esercizi sono fondamentali per aumentare la
motivazione degli studenti
XA e la motivazione

● La motivazione intrinseca è meglio di una ricompensa


● Esercizi troppo difficili uccidono la motivazione
intrinseca degli studenti più deboli
● Per aumentare la motivazione occorre proporre
esercizi come „sfide“, e obiettivi a breve termine che
possono essere raggiunti.
● Un feedback dal maestro aumenta la motivazione
● L'autostima e l'auto-efficacia aumentano la
motivazione
Principi di base di XA

(1) Si impara dalla pratica. Per acquisire una abilità


occorre fare pratica, per tutto il tempo che serve
(2) Il fedback deve essere continuo e bidirezionale.
L'apprendista riceve un feedback sul proprio lavoro, il
maestro riceve un feedback osservando come
l'apprendista affronta le sfide e le supera.
XA @ Helsinki

● Diminuire le ore di lezione (o non farle proprio!)


● Programmazione: la prima ora di introduzione al
corso
● Matematica: due ore a settimana (commenti agli
esercizi, „ricapitolare“ la teoria che si e' usata)
● Aumentare le ore di laboratorio, e aumentare il
numero di „teaching assistants“
● Correggere TUTTO! E far rifare quello che è
sbagliato!!
Superamento degli esami @
Helsinki, CS
● Programmazione per ● Programmazione per
non informatici informatici

Tradizionale XA Tradizionale XA
43.7% 70.1% 58.5% 71.3%
Bolzano: Sistemi Operativi

● Corso della laurea, 3. semestre, circa 30 studenti l'anno


● Valutazione: teoria (50%) con esame scritto; laboratorio
(50%) valutata con progetto
● La prima parte del laboratorio (2 cfu) è stata offerta dal
2011 al 2013 con XA, poi nuovamente negli ultimi due a.a.
ma con qualche modifica organizzativa
● Contenuti: scripting bash
Autovalutazione iniziale
● Alcuni studenti conoscevano lo scripting bash dalla
scuola superioere
● Molti non conoscevano nemmeno la linea di
comando...
Laboratorio

● Il docente è disponibile 6 ore la settimana in


laboratorio
● … ma è solo!!!
● Modalità blended (gli esercizi si possono anche
consegnare sulla piattaforma, da casa)
Blended XA & Moodle

● Impossibile verificare gli esercizi „in tempo reale“ in


laboratorio
● Il docente li esamina off-line
● Una piattaforma Moodle già conosciuta dagli studenti
serve alla consegna
● Moodle è indispensabile per gestire i voti !!
(54 esercizi x 30 studenti + gli esercizi inizialmente
errati e poi riconsegnati...)
Feedback

● Moodle manda automaticamente una mail allo


studente per informarlo che l'esercizio è stato corretto
● Lo studente vede il commento del docente
● In caso di errore il commento del docente lo spiega
(ma non da' la soluzione)
● In altri casi il commento è semplice (ok!) o è uno
smiley
● Ogni studente vede solo il proprio voto
I voti a Bolzano
● Più studenti passano al primo appello!!!
● Con „tradizionale“ indichiamo il totale delle tre coorti
precedenti la prima edizione di OS con metodologia
XA (101 studenti)
● Dopo tre anni non c'è più nessuno studente „storico“...

Tradizionale % XA %
33 33% 22 52%
Cosa abbiamo imparato

● XA funziona, sia in presenza, sia blended


● Gli studenti lavorano di più, e ne sono felici
● Gli studenti sanno di avere imparato, e rispettano le
scadenze
● Drop-out degli anni precedenti sono riusciti a superare
l'esame
● Chi ha abbandonato, non l'ha fatto per disperazione...
Opinioni degli studenti
● 1: Auto-efficacia: ho
imparato bash
scripting
● 2: Dagli esercizi ho
compreso meglio la
teoria
● 3: Ho impiegato
troppo tempo per il
laboratorio
Alcuni commenti
● Uno studente che si era auto-valutato
inizialmente come „scarso“:
This is new way of teaching. It is very interesting. I didn't
expected from myself, that without any knowledge about
bash and without any lectures, it is possible to learn so
much!
● Uno studente che si era auto-valutato come
„capace“:
writing a shell [a complex take-home activity] would have
been interesting, but anyway writing this script was a nice
experience
E a scuola?

● Esperienza pilota circa due anni fa, in una


scuola professionale (classe 4.), tecnico di
servizi di impresa
● Programmazione javascript (novità)
● Gli allievi reagiscono molto bene: metà vogliono
diventare programmatori !!

● Proviamo con gli insegnanti del PAS 42/A!!


Cosa è stato fatto e dove
● Nella classe di insegnamento 42/A, e anche in
matematica
● Nelle province di Trento e Bolzano (e anche in
una scuola in provincia di VR)
● In diversi tipi di scuole, anche professionali,
anche serali
● In diversi anni di studio
● Per studenti „regolari“
● ma anche per over-50
Alcuni esempi

● Moduli ECDL
● Programmazione di semplici algoritmi Pascal,
python, scratch
● HTML, CSS, javascript
● Linux CLI e bash scripting
● Ma anche espressioni numeriche e
fattorizzazione delle frazioni
Alcuni punti fermi
● Correggere tutto o quasi
● Concludere a casa e consegnare „dopo“
(via email, su piattaforma, su chiavetta...)
● Scaffolding, ovvero non dare la soluzione, ma aiutare
a scoprire l'errore
● Si lavora tanto, ma il tempo passa veloce
● Si apprende, e si e' consapevoli di avere appreso
(studenti ed insegnanti)

www.mycutegraphics.com
Alcuni punti aperti

● Come fare per classi numerose, senza codocenza?


● Si riesce ad attivare un peer tutoring tra studenti della
stessa classe?
● Se lo adottasse tutta la scuola, si potrebbe fare peer
tutoring tra classi diverse?
● E chi non fa mai i compiti?

www.mycutegraphics.com
Alcune belle sorprese
● Professore, non faccia più lezione col libro!
● „Stanno troppo zitti, forse hackerano la rete
della scuola?“
● FUNZIONAAAAAAA!!!!!!
● La collega di lettere prova,
tutta la classe prende 9 o 10
● I genitori finalmente capiscono
„quanto“ sta studiando il figlio

www.mycutegraphics.com
E poi....
● E3osvideos: canale youtube di „open
educational resources“ su Linux e bash,
pensato come supporto ad un breve MOOC di
orientamento

Fig. 5. A video screen-shot showing: (1) the teacher-avatar addressing the learning goal,
(2) with a discovery element for engaging, (3) the iconic representation of a terminal and
folders for favoring recognition rather recall

● E3OSMOOC, TalentItaly...
Credits

● RAGE webpage:http://www.cs.helsinki.fi/en/rage/
● Collaboratori per OS: F.Di Cerbo, N.El Ioini, V.Del Fatto,
F.Persia
● Co-autori di pubblicazioni collegate : R.Gennari,
F.Ravanelli, N. Mastachi, e una dozzina di insegnanti 42/A
● Collaborazioni in corso: Universita' di Verona (psicologia)
Grazie, Danke, Thanks, Kiitos!!
gdodero @ unibz . it