Sei sulla pagina 1di 62

17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n.

140

LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI


LEGGE 14 giugno 2019, n. 55. ALLEGATO

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge MODIFICAZIONI APPORTATE IN SEDE DI


18 aprile 2019, n. 32, recante disposizioni urgenti per il ri- CONVERSIONE AL DECRETO-LEGGE 18 APRILE
lancio del settore dei contratti pubblici, per l’accelerazione
degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana e
2019, N. 32
di ricostruzione a seguito di eventi sismici.
L’articolo 1 è sostituito dal seguente:
«Art. 1 (Modifiche al codice dei contratti pubblici e
La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica sospensione sperimentale dell’efficacia di disposizioni
hanno approvato; in materia di appalti pubblici e in materia di economia
circolare). — 1. Al fine di rilanciare gli investimenti pub-
IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA blici e di facilitare l’apertura dei cantieri per la realizza-
zione delle opere pubbliche, per le procedure per le quali
i bandi o gli avvisi con cui si indice la procedura di scelta
PROMULGA del contraente siano pubblicati successivamente alla data
di entrata in vigore del presente decreto, nonché, in caso
la seguente legge: di contratti senza pubblicazione di bandi o di avvisi, per
le procedure in relazione alle quali, alla data di entrata
in vigore del presente decreto, non siano ancora stati in-
Art. 1. viati gli inviti a presentare le offerte, nelle more della ri-
forma complessiva del settore e comunque nel rispetto
dei princìpi e delle norme sancite dall’Unione europea,
1. Il decreto-legge 18 aprile 2019, n. 32, recante dispo- in particolare delle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e
sizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pub- 2014/25/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del
blici, per l’accelerazione degli interventi infrastrutturali, 26 febbraio 2014, fino al 31 dicembre 2020, non trovano
di rigenerazione urbana e di ricostruzione a seguito di applicazione, a titolo sperimentale, le seguenti norme del
eventi sismici, è convertito in legge con le modificazioni codice dei contratti pubblici, di cui al decreto legislativo
riportate in allegato alla presente legge. 18 aprile 2016, n. 50:
a) articolo 37, comma 4, per i comuni non capoluo-
2. Restano validi gli atti e i provvedimenti adottati e go di provincia, quanto all’obbligo di avvalersi delle mo-
sono fatti salvi gli effetti prodottisi e i rapporti giuridici dalità ivi indicate;
sorti sulla base dell’articolo 1 del medesimo decreto-leg-
ge 18 aprile 2019, n. 32. b) articolo 59, comma 1, quarto periodo, nella parte
in cui resta vietato il ricorso all’affidamento congiunto
della progettazione e dell’esecuzione di lavori;
3. La presente legge entra in vigore il giorno successivo
a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. c) articolo 77, comma 3, quanto all’obbligo di sce-
gliere i commissari tra gli esperti iscritti all’Albo istituito
La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sarà presso l’Autorità nazionale anticorruzione (ANAC) di
inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della cui all’articolo 78, fermo restando l’obbligo di individua-
Repubblica italiana. È fatto obbligo a chiunque spetti di re i commissari secondo regole di competenza e traspa-
osservarla e di farla osservare come legge dello Stato. renza, preventivamente individuate da ciascuna stazione
appaltante.
Data a Roma, addì 14 giugno 2019 2. Entro il 30 novembre 2020 il Governo presenta alle
Camere una relazione sugli effetti della sospensione per
gli anni 2019 e 2020, al fine di consentire al Parlamento
di valutare l’opportunità del mantenimento o meno della
MATTARELLA sospensione stessa.
3. Fino al 31 dicembre 2020 si applica anche ai setto-
ri ordinari la norma prevista dall’articolo 133, comma 8,
CONTE, Presidente del Con- del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, per i settori
siglio dei ministri speciali.
4. Per gli anni 2019 e 2020 i soggetti attuatori di opere
TONINELLI, Ministro delle per le quali deve essere realizzata la progettazione pos-
infrastrutture e dei tra- sono avviare le relative procedure di affidamento anche
sporti in caso di disponibilità di finanziamenti limitati alle sole
attività di progettazione. Le opere la cui progettazione è
Visto, il Guardasigilli: BONAFEDE stata realizzata ai sensi del periodo precedente sono con-

— 1 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

siderate prioritariamente ai fini dell’assegnazione dei fi- 12. Il collegio consultivo tecnico è formato da tre
nanziamenti per la loro realizzazione. membri dotati di esperienza e qualificazione professio-
5. I soggetti attuatori di opere sono autorizzati ad av- nale adeguata alla tipologia dell’opera. I componenti del
viare le procedure di affidamento della progettazione o collegio possono essere scelti dalle parti di comune ac-
dell’esecuzione dei lavori nelle more dell’erogazione del- cordo, ovvero le parti possono concordare che ciascuna
le risorse assegnate agli stessi e finalizzate all’opera con di esse nomini un componente e che il terzo componente
provvedimento legislativo o amministrativo. sia scelto dai due componenti di nomina di parte; in ogni
6. Per gli anni 2019 e 2020, i contratti di lavori di ma- caso, tutti i componenti devono essere approvati dalle
nutenzione ordinaria e straordinaria, ad esclusione degli parti. Il collegio consultivo tecnico si intende costituito
interventi di manutenzione straordinaria che prevedono al momento della sottoscrizione dell’accordo da parte dei
il rinnovo o la sostituzione di parti strutturali delle opere componenti designati e delle parti contrattuali. All’atto
o di impianti, possono essere affidati, nel rispetto delle della costituzione è fornita al collegio consultivo copia
procedure di scelta del contraente previste dal decreto dell’intera documentazione inerente al contratto.
legislativo 18 aprile 2016, n. 50, sulla base del proget- 13. Nel caso in cui insorgano controversie, il colle-
to definitivo costituito almeno da una relazione generale, gio consultivo può procedere all’ascolto informale delle
dall’elenco dei prezzi unitari delle lavorazioni previste, parti per favorire la rapida risoluzione delle controversie
dal computo metrico-estimativo, dal piano di sicurezza e eventualmente insorte. Può altresì convocare le parti per
di coordinamento con l’individuazione analitica dei costi consentire l’esposizione in contraddittorio delle rispetti-
della sicurezza da non assoggettare a ribasso. L’esecuzio- ve ragioni. L’eventuale accordo delle parti che accolga
ne dei predetti lavori può prescindere dall’avvenuta reda- la proposta di soluzione indicata dal collegio consultivo
zione e approvazione del progetto esecutivo. non ha natura transattiva, salva diversa volontà delle parti
7. Fino al 31 dicembre 2020, i limiti di importo di cui stesse.
all’articolo 215, comma 3, del decreto legislativo 18 apri- 14. Il collegio consultivo tecnico è sciolto al termine
le 2016, n. 50, per l’espressione del parere obbligatorio dell’esecuzione del contratto o in data anteriore su accor-
del Consiglio superiore dei lavori pubblici, anche ai fini do delle parti.
dell’eventuale esercizio delle competenze alternative e 15. Per gli anni 2019 e 2020, per gli interventi di cui
dei casi di particolare rilevanza e complessità, sono ele- all’articolo 216, comma 1-bis, del decreto legislativo
vati da 50 a 75 milioni di euro. Per importi inferiori a 75 18 aprile 2016, n. 50, le varianti da apportare al progetto
milioni di euro il parere è espresso dai comitati tecnici definitivo approvato dal Comitato interministeriale per la
amministrativi presso i provveditorati interregionali per programmazione economica (CIPE), sia in sede di reda-
le opere pubbliche. zione del progetto esecutivo sia in fase di realizzazione
8. Fino alla data di cui al comma 7 il termine di cui delle opere, sono approvate esclusivamente dal sogget-
all’articolo 215, comma 5, del decreto legislativo 18 apri- to aggiudicatore qualora non superino del 50 per cento
le 2016, n. 50, per l’espressione del parere del Consiglio il valore del progetto approvato; in caso contrario sono
superiore dei lavori pubblici, è ridotto a quarantacinque approvate dal CIPE.
giorni dalla trasmissione del progetto. 16. All’articolo 86 del decreto legislativo 18 aprile
9. Il Consiglio superiore dei lavori pubblici, in sede 2016, n. 50, dopo il comma 2 è inserito il seguente:
di espressione di parere, fornisce anche la valutazione di “2-bis. Ai soli fini della prova dell’assenza dei motivi
congruità del costo. Le amministrazioni, in sede di ap- di esclusione di cui all’articolo 80 in capo all’operatore
provazione dei progetti definitivi o di assegnazione delle economico che partecipa alla procedura, ai soggetti di cui
risorse, indipendentemente dal valore del progetto, pos- l’operatore economico si avvale ai sensi dell’articolo 89
sono richiedere al Consiglio la valutazione di congruità nonché ai subappaltatori, i certificati e gli altri documenti
del costo, che è resa entro trenta giorni. Decorso il detto hanno una durata pari a sei mesi dalla data del rilascio.
termine, le amministrazioni richiedenti possono comun- Fatta eccezione per il DURC, la stazione appaltante, per i
que procedere. certificati e documenti già acquisiti e scaduti da non oltre
10. Fino al 31 dicembre 2020, possono essere oggetto sessanta giorni e qualora sia pendente il procedimento di
di riserva anche gli aspetti progettuali che sono stati og- acquisto, può procedere alla verifica dell’assenza dei mo-
getto di verifica ai sensi dell’articolo 25 del decreto legi- tivi di esclusione con richiesta diretta agli enti certifica-
slativo 18 aprile 2016, n. 50, con conseguente estensione tori di eventuale conferma del contenuto dell’attestazione
dell’ambito di applicazione dell’accordo bonario di cui già rilasciata. Gli enti certificatori provvedono a fornire
all’articolo 205 del medesimo decreto legislativo. riscontro entro trenta giorni dalla richiesta. Decorso tale
11. Fino alla data di entrata in vigore del regolamen- termine il contenuto dei certificati e degli altri documenti
to di cui all’articolo 216, comma 27-octies, del decre- si intende confermato. I certificati e gli altri documenti in
to legislativo 18 aprile 2016, n. 50, al fine di prevenire corso di validità possono essere utilizzati nell’ambito di
controversie relative all’esecuzione del contratto le parti diversi procedimenti di acquisto”.
possono convenire che prima dell’avvio dell’esecuzio- 17. All’articolo 36 del decreto legislativo 18 aprile
ne, o comunque non oltre novanta giorni da tale data, sia 2016, n. 50, il comma 6-bis è sostituito dai seguenti:
costituito un collegio consultivo tecnico con funzioni di “6-bis. Ai fini dell’ammissione e della permanenza
assistenza per la rapida risoluzione delle controversie di degli operatori economici nei mercati elettronici di cui
ogni natura suscettibili di insorgere nel corso dell’esecu- al comma 6, il soggetto responsabile dell’ammissione
zione del contratto stesso. verifica l’assenza dei motivi di esclusione di cui all’ar-

— 2 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

ticolo 80 su un campione significativo di operatori eco- natura regolamentare del Ministro dell’ambiente e della
nomici. Dalla data di entrata in vigore del decreto di cui tutela del territorio e del mare possono essere emanate
all’articolo 81, comma 2, tale verifica è effettuata attra- linee guida per l’uniforme applicazione della presente
verso la Banca dati nazionale degli operatori economici disposizione sul territorio nazionale, con particolare rife-
di cui all’articolo 81, anche mediante interoperabilità fra rimento alle verifiche sui rifiuti in ingresso nell’impianto
sistemi. I soggetti responsabili dell’ammissione possono in cui si svolgono tali operazioni e ai controlli da effet-
consentire l’accesso ai propri sistemi agli operatori eco- tuare sugli oggetti e sulle sostanze che ne costituiscono
nomici per la consultazione dei dati, certificati e informa- il risultato, e tenendo comunque conto dei valori limite
zioni disponibili mediante la Banca dati di cui all’artico- per le sostanze inquinanti e di tutti i possibili effetti nega-
lo 81 per la predisposizione della domanda di ammissione tivi sull’ambiente e sulla salute umana. Entro dodici mesi
e di permanenza nei mercati elettronici. dalla data di entrata in vigore del decreto di cui al prece-
6-ter. Nelle procedure di affidamento effettuate dente periodo, i titolari delle autorizzazioni rilasciate suc-
nell’ambito dei mercati elettronici di cui al comma 6, la cessivamente alla data di entrata in vigore della presente
stazione appaltante verifica esclusivamente il possesso da disposizione presentano alle autorità competenti apposita
parte dell’aggiudicatario dei requisiti economici e finan- istanza di aggiornamento ai criteri generali definiti dalle
ziari e tecnico-professionali, ferma restando la verifica linee guida”.
del possesso dei requisiti generali effettuata dalla stazione 20. Al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, sono
appaltante qualora il soggetto aggiudicatario non rientri apportate le seguenti modificazioni:
tra gli operatori economici verificati a campione ai sensi a) all’articolo 23:
del comma 6-bis”.
1) al comma 3:
18. Nelle more di una complessiva revisione del co-
dice dei contratti pubblici, di cui al decreto legislativo 1.1) al primo periodo, le parole: “Con decreto
18 aprile 2016, n. 50, fino al 31 dicembre 2020, in de- del Ministro delle infrastrutture e trasporti, su proposta
roga all’articolo 105, comma 2, del medesimo codice, del Consiglio superiore dei lavori pubblici, di concerto
fatto salvo quanto previsto dal comma 5 del medesimo con il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e
articolo 105, il subappalto è indicato dalle stazioni ap- del mare e del Ministro dei beni e delle attività culturali e
paltanti nel bando di gara e non può superare la quota del turismo” sono sostituite dalle seguenti: “Con il rego-
del 40 per cento dell’importo complessivo del contratto di lamento di cui all’articolo 216, comma 27-octies,”;
lavori, servizi o forniture. Fino alla medesima data di cui 1.2) al secondo e al terzo periodo, la parola:
al periodo precedente, sono altresì sospese l’applicazio- “decreto”, ovunque ricorre, è sostituita dalla seguente:
ne del comma 6 dell’articolo 105 e del terzo periodo del “regolamento”;
comma 2 dell’articolo 174, nonché le verifiche in sede di 2) il comma 5 è sostituito dal seguente:
gara, di cui all’articolo 80 del medesimo codice, riferite
al subappaltatore. “5. Il progetto di fattibilità tecnica ed economica in-
dividua, tra più soluzioni, quella che presenta il miglior
19. Al fine di perseguire l’efficacia dell’economia cir- rapporto tra costi e benefici per la collettività, in relazio-
colare, il comma 3 dell’articolo 184-ter del decreto le- ne alle specifiche esigenze da soddisfare e prestazioni da
gislativo 3 aprile 2006, n. 152, è sostituito dal seguente: fornire. Per i lavori pubblici di importo pari o superiore
“3. Nelle more dell’adozione di uno o più decreti di cui alla soglia di cui all’articolo 35 anche ai fini della pro-
al comma 2, continuano ad applicarsi, quanto alle proce- grammazione di cui all’articolo 21, comma 3, nonché
dure semplificate per il recupero dei rifiuti, le disposizio- per l’espletamento delle procedure di dibattito pubblico
ni di cui al decreto del Ministro dell’ambiente 5 febbraio di cui all’articolo 22 e per i concorsi di progettazione e
1998, pubblicato nel supplemento ordinario n. 72 alla di idee di cui all’articolo 152, il progetto di fattibilità è
Gazzetta Ufficiale n. 88 del 16 aprile 1998, e ai regola- preceduto dal documento di fattibilità delle alternative
menti di cui ai decreti del Ministro dell’ambiente e della progettuali di cui all’articolo 3, comma 1, lettera ggggg-
tutela del territorio 12 giugno 2002, n. 161, e 17 novem- quater), nel rispetto dei contenuti di cui al regolamento
bre 2005, n. 269. Le autorizzazioni di cui agli articoli 208, previsto dal comma 3 del presente articolo. Resta ferma la
209 e 211 e di cui al titolo III-bis della parte seconda del facoltà della stazione appaltante di richiedere la redazione
presente decreto per il recupero dei rifiuti sono conces- del documento di fattibilità delle alternative progettuali
se dalle autorità competenti sulla base dei criteri indicati anche per lavori pubblici di importo inferiore alla soglia
nell’allegato 1, suballegato 1, al citato decreto 5 febbraio di cui all’articolo 35. Nel progetto di fattibilità tecnica ed
1998, nell’allegato 1, suballegato 1, al citato regolamento economica, il progettista sviluppa, nel rispetto del quadro
di cui al decreto 12 giugno 2002, n. 161, e nell’allegato 1 esigenziale, tutte le indagini e gli studi necessari per la
al citato regolamento di cui al decreto 17 novembre 2005, definizione degli aspetti di cui al comma 1, nonché gli
n. 269, per i parametri ivi indicati relativi a tipologia, pro- elaborati grafici per l’individuazione delle caratteristiche
venienza e caratteristiche dei rifiuti, attività di recupero dimensionali, volumetriche, tipologiche, funzionali e tec-
e caratteristiche di quanto ottenuto da tale attività. Tali nologiche dei lavori da realizzare e le relative stime eco-
autorizzazioni individuano le condizioni e le prescrizio- nomiche, secondo le modalità previste nel regolamento
ni necessarie per garantire l’attuazione dei princìpi di cui di cui al comma 3, ivi compresa la scelta in merito alla
all’articolo 178 del presente decreto per quanto riguarda possibile suddivisione in lotti funzionali. Il progetto di
le quantità di rifiuti ammissibili nell’impianto e da sotto- fattibilità tecnica ed economica deve consentire, ove ne-
porre alle operazioni di recupero. Con decreto non avente cessario, l’avvio della procedura espropriativa”;

— 3 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

3) al comma 6: 3) il terzo periodo è sostituito dal seguente: “Fino


3.1) dopo le parole: “paesaggistiche ed urba- alla data di entrata in vigore del regolamento di cui all’ar-
nistiche,” sono inserite le seguenti: “di verifiche relative ticolo 216, comma 27-octies, si applica la disposizione
alla possibilità del riuso del patrimonio immobiliare esi- transitoria ivi prevista.”;
stente e della rigenerazione delle aree dismesse,”; f) all’articolo 32, comma 2, secondo periodo, le pa-
3.2) le parole: “di studi preliminari sull’impat- role: “all’articolo 36, comma 2, lettera a),” sono sostituite
to ambientale” sono sostituite dalle seguenti: “di studi di dalle seguenti: “all’articolo 36, comma 2, lettere a) e b),”;
fattibilità ambientale e paesaggistica”; g) all’articolo 35:
3.3) le parole: “le esigenze di compensazioni 1) al comma 9, lettera a), la parola: “contempora-
e di mitigazione dell’impatto ambientale” sono sostituite neamente” è soppressa;
dalle seguenti: “la descrizione delle misure di compensa- 2) al comma 10, lettera a), la parola: “contempo-
zioni e di mitigazione dell’impatto ambientale”; raneamente” è soppressa;
4) dopo il comma 11 sono inseriti i seguenti:
3) al comma 18, le parole: “dei lavori”, ovun-
“11-bis. Tra le spese tecniche da prevedere nel quadro que ricorrono, sono sostituite dalle seguenti: “della
economico di ciascun intervento sono comprese le spese prestazione”;
di carattere strumentale sostenute dalle amministrazioni
aggiudicatrici in relazione all’intervento. h) all’articolo 36:
11-ter. Le spese strumentali, incluse quelle per sopral- 1) al comma 2, la lettera b) è sostituita dalla
luoghi, riguardanti le attività finalizzate alla stesura del seguente:
piano generale degli interventi del sistema accentrato del- “b) per affidamenti di importo pari o superiore a
le manutenzioni, di cui all’articolo 12 del decreto-legge 40.000 euro e inferiore a 150.000 euro per i lavori, o alle
6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla soglie di cui all’articolo 35 per le forniture e i servizi,
legge 15 luglio 2011, n. 111, sono a carico delle risor- mediante affidamento diretto previa valutazione di tre
se iscritte sui pertinenti capitoli dello stato di previsio- preventivi, ove esistenti, per i lavori, e, per i servizi e le
ne del Ministero dell’economia e delle finanze trasferite forniture, di almeno cinque operatori economici indivi-
all’Agenzia del demanio.”; duati sulla base di indagini di mercato o tramite elenchi di
b) all’articolo 24: operatori economici, nel rispetto di un criterio di rotazio-
1) al comma 2, le parole: “Con decreto del Mi- ne degli inviti. I lavori possono essere eseguiti anche in
nistero delle infrastrutture e dei trasporti, da adottare amministrazione diretta, fatto salvo l’acquisto e il noleg-
entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore del gio di mezzi, per i quali si applica comunque la procedura
presente codice, sentita l’ANAC,” sono sostituite dal- di cui al periodo precedente. L’avviso sui risultati della
le seguenti: “Con il regolamento di cui all’articolo 216, procedura di affidamento contiene l’indicazione anche
comma 27-octies,” e il secondo periodo è sostituito dal dei soggetti invitati”;
seguente: “Fino alla data di entrata in vigore del regola- 2) al comma 2, la lettera c) è sostituita dalle
mento di cui all’articolo 216, comma 27-octies, si applica seguenti:
la disposizione transitoria ivi prevista.”; “c) per affidamenti di lavori di importo pari o supe-
2) al comma 5, terzo periodo, le parole: “Il decre- riore a 150.000 euro e inferiore a 350.000 euro, mediante
to” sono sostituite dalle seguenti: “Il regolamento”; la procedura negoziata di cui all’articolo 63 previa con-
3) al comma 7: sultazione, ove esistenti, di almeno dieci operatori econo-
mici, nel rispetto di un criterio di rotazione degli inviti,
3.1) al primo periodo, le parole: “o delle con- individuati sulla base di indagini di mercato o tramite
cessioni di lavori pubblici” sono soppresse; elenchi di operatori economici. L’avviso sui risultati del-
3.2) al secondo periodo, le parole: “, concessio- la procedura di affidamento contiene l’indicazione anche
ni di lavori pubblici” sono soppresse; dei soggetti invitati;
c) all’articolo 26, comma 6, lettera b), sono aggiun- c-bis) per affidamenti di lavori di importo pari o su-
te, in fine, le seguenti parole: “ovvero dalla stazione ap- periore a 350.000 euro e inferiore a 1.000.000 di euro,
paltante nel caso in cui disponga di un sistema interno di mediante la procedura negoziata di cui all’articolo 63 pre-
controllo di qualità”; via consultazione, ove esistenti, di almeno quindici ope-
d) all’articolo 29, comma 1, il secondo, il terzo e il ratori economici, nel rispetto di un criterio di rotazione
quarto periodo sono soppressi; degli inviti, individuati sulla base di indagini di mercato o
e) all’articolo 31, comma 5: tramite elenchi di operatori economici. L’avviso sui risul-
1) al primo periodo, le parole: “L’ANAC con tati della procedura di affidamento contiene l’indicazione
proprie linee guida, da adottare entro novanta giorni anche dei soggetti invitati;”
dall’entrata in vigore del presente codice definisce” sono 3) al comma 2, la lettera d) è sostituita dalla
sostituite dalle seguenti: “Con il regolamento di cui all’ar- seguente:
ticolo 216, comma 27-octies, è definita”; “d) per affidamenti di lavori di importo pari o supe-
2) al secondo periodo, le parole: “Con le me- riore a 1.000.000 di euro e fino alle soglie di cui all’ar-
desime linee guida” sono sostituite dalle seguenti: ticolo 35, mediante ricorso alle procedure di cui all’ar-
“Con il medesimo regolamento di cui all’articolo 216, ticolo 60, fatto salvo quanto previsto dall’articolo 97,
comma 27-octies,”; comma 8”;

— 4 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

4) il comma 5 è abrogato; m) all’articolo 59:


5) al comma 7: 1) al comma 1-bis, dopo il primo periodo è aggiun-
to, in fine, il seguente: “I requisiti minimi per lo svolgi-
5.1) al primo periodo, le parole: “L’ANAC con mento della progettazione oggetto del contratto sono pre-
proprie linee guida, da adottare entro novanta giorni dalla visti nei documenti di gara nel rispetto del presente codice
data di entrata in vigore del presente codice, stabilisce le e del regolamento di cui all’articolo 216, comma 27-oc-
modalità di dettaglio per supportare le stazioni appaltanti ties; detti requisiti sono posseduti dalle imprese attestate
e migliorare la qualità delle procedure di cui al presente per prestazioni di sola costruzione attraverso un progetti-
articolo, delle” sono sostituite dalle seguenti: “Con il re- sta raggruppato o indicato in sede di offerta, in grado di
golamento di cui all’articolo 216, comma 27-octies, sono dimostrarli, scelto tra i soggetti di cui all’articolo 46, com-
stabilite le modalità relative alle procedure di cui al pre- ma 1; le imprese attestate per prestazioni di progettazione
sente articolo, alle”; e costruzione documentano i requisiti per lo svolgimento
5.2) al secondo periodo, le parole: “Nelle pre- della progettazione esecutiva laddove i predetti requisiti
dette linee guida” sono sostituite dalle seguenti: “Nel pre- non siano dimostrati dal proprio staff di progettazione.”;
detto regolamento” e le parole: “, nonché di effettuazione 2) dopo il comma 1-ter è inserito il seguente:
degli inviti quando la stazione appaltante intenda avvaler-
si della facoltà di esclusione delle offerte anomale” sono “1-quater. Nei casi in cui l’operatore economico si av-
soppresse; valga di uno o più soggetti qualificati alla realizzazione
del progetto, la stazione appaltante indica nei documenti
5.3) il terzo periodo è sostituito dal seguente: di gara le modalità per la corresponsione diretta al proget-
“Fino alla data di entrata in vigore del regolamento di cui tista della quota del compenso corrispondente agli oneri
all’articolo 216, comma 27-octies, si applica la disposi- di progettazione indicati espressamente in sede di offerta,
zione transitoria ivi prevista.”; al netto del ribasso d’asta, previa approvazione del pro-
6) dopo il comma 9 è aggiunto il seguente: getto e previa presentazione dei relativi documenti fiscali
del progettista indicato o raggruppato”;
“9-bis. Fatto salvo quanto previsto all’articolo 95,
comma 3, le stazioni appaltanti procedono all’aggiudica- n) all’articolo 76, dopo il comma 2 è inserito il
zione dei contratti di cui al presente articolo sulla base del seguente:
criterio del minor prezzo ovvero sulla base del criterio “2-bis. Nei termini stabiliti al comma 5 è dato avviso ai
dell’offerta economicamente più vantaggiosa”; candidati e ai concorrenti, con le modalità di cui all’arti-
i) all’articolo 46, comma 1, lettera a), dopo le parole: colo 5-bis del codice dell’amministrazione digitale, di cui
“vigente normativa” sono aggiunte, in fine, le seguenti: “; al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, o strumento
gli archeologi”; analogo negli altri Stati membri, del provvedimento che
determina le esclusioni dalla procedura di affidamento e
l) all’articolo 47: le ammissioni ad essa all’esito della verifica della docu-
1) il comma 2 è sostituito dal seguente: mentazione attestante l’assenza dei motivi di esclusione
di cui all’articolo 80, nonché la sussistenza dei requisiti
“2. I consorzi stabili di cui agli articoli 45, comma 2, economico-finanziari e tecnico-professionali, indicando
lettera c), e 46, comma 1, lettera f), eseguono le prestazio- l’ufficio o il collegamento informatico ad accesso riser-
ni o con la propria struttura o tramite i consorziati indi- vato dove sono disponibili i relativi atti”;
cati in sede di gara senza che ciò costituisca subappalto,
ferma la responsabilità solidale degli stessi nei confronti o) all’articolo 80:
della stazione appaltante. Per i lavori, ai fini della quali- 1) al comma 2, dopo il secondo periodo è aggiun-
ficazione di cui all’articolo 84, con il regolamento di cui to, in fine, il seguente: “Resta fermo altresì quanto previ-
all’articolo 216, comma 27-octies, sono stabiliti i criteri sto dall’articolo 34-bis, commi 6 e 7, del decreto legisla-
per l’imputazione delle prestazioni eseguite al consorzio tivo 6 settembre 2011, n. 159.”;
o ai singoli consorziati che eseguono le prestazioni. L’af- 2) al comma 3, al primo periodo, le parole: “in caso
fidamento delle prestazioni da parte dei soggetti di cui di società con meno di quattro soci” sono sostituite dalle
all’articolo 45, comma 2, lettera b), ai propri consorziati seguenti: “in caso di società con un numero di soci pari o
non costituisce subappalto”; inferiore a quattro” e, al secondo periodo, dopo le parole:
2) dopo il comma 2 è aggiunto il seguente: “quando è intervenuta la riabilitazione” sono inserite le se-
guenti: “ovvero, nei casi di condanna ad una pena accesso-
“2-bis. La sussistenza in capo ai consorzi stabili dei ria perpetua, quando questa è stata dichiarata estinta ai sen-
requisiti richiesti nel bando di gara per l’affidamento di si dell’articolo 179, settimo comma, del codice penale”;
servizi e forniture è valutata, a seguito della verifica della
effettiva esistenza dei predetti requisiti in capo ai singoli 3) al comma 5, la lettera b) è sostituita dalla
consorziati. In caso di scioglimento del consorzio stabile seguente:
per servizi e forniture, ai consorziati sono attribuiti pro “b) l’operatore economico sia stato sottoposto a fal-
quota i requisiti economico-finanziari e tecnico-orga- limento o si trovi in stato di liquidazione coatta o di con-
nizzativi maturati a favore del consorzio e non assegnati cordato preventivo o sia in corso nei suoi confronti un
in esecuzione ai consorziati. Le quote di assegnazione procedimento per la dichiarazione di una di tali situazio-
sono proporzionali all’apporto reso dai singoli consor- ni, fermo restando quanto previsto dall’articolo 110 del
ziati nell’esecuzione delle prestazioni nel quinquennio presente codice e dall’articolo 186-bis del regio decreto
antecedente”; 16 marzo 1942, n. 267”;

— 5 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

4) al comma 5, dopo la lettera c-ter) è inserita la 3) al comma 4, lettera b), le parole: “al decennio
seguente: antecedente” sono sostituite dalle seguenti: “ai quindici
“c-quater) l’operatore economico abbia commesso anni antecedenti”;
grave inadempimento nei confronti di uno o più subap- 4) al comma 6, quarto periodo, le parole: “nelle
paltatori, riconosciuto o accertato con sentenza passata in linee guida” sono sostituite dalle seguenti: “nel regola-
giudicato”; mento di cui all’articolo 216, comma 27-octies”;
5) il comma 10 è sostituito dai seguenti: 5) al comma 8, al primo periodo, le parole: “Le
“10. Se la sentenza penale di condanna definitiva non linee guida di cui al presente articolo disciplinano” sono
fissa la durata della pena accessoria della incapacità di sostituite dalle seguenti: “Il regolamento di cui all’artico-
contrattare con la pubblica amministrazione, la durata lo 216, comma 27-octies, disciplina” e, al secondo perio-
della esclusione dalla procedura d’appalto o concessione do, le parole: “Le linee guida disciplinano” sono sostitui-
è: te dalle seguenti: “Sono disciplinati”;
a) perpetua, nei casi in cui alla condanna consegue 6) al comma 10, primo periodo, le parole: “delle
di diritto la pena accessoria perpetua, ai sensi dell’artico- linee guida” sono sostituite dalle seguenti: “del regola-
lo 317-bis, primo periodo, del codice penale, salvo che la mento di cui all’articolo 216, comma 27-octies,”;
pena sia dichiarata estinta ai sensi dell’articolo 179, setti- 7) al comma 11, le parole: “nelle linee guida”
mo comma, del codice penale; sono sostituite dalle seguenti: “nel regolamento di cui
b) pari a sette anni nei casi previsti dall’articolo 317- all’articolo 216, comma 27-octies”;
bis, secondo periodo, del codice penale, salvo che sia in- r) all’articolo 86, comma 5-bis, le parole:
tervenuta riabilitazione; “dall’ANAC con le linee guida di cui all’articolo 83,
c) pari a cinque anni nei casi diversi da quelli di cui comma 2.” sono sostituite dalle seguenti: “con il regola-
alle lettere a) e b), salvo che sia intervenuta riabilitazione. mento di cui all’articolo 216, comma 27-octies.”;
10-bis. Nei casi di cui alle lettere b) e c) del comma 10, s) all’articolo 89, comma 11:
se la pena principale ha una durata inferiore, rispettiva- 1) al terzo periodo, le parole: “Con decreto del
mente, a sette e cinque anni di reclusione, la durata della Ministro delle infrastrutture e trasporti, da adottare entro
esclusione è pari alla durata della pena principale. Nei casi novanta giorni dalla data di entrata in vigore del presente
di cui al comma 5, la durata della esclusione è pari a tre codice, sentito il Consiglio superiore dei lavori pubblici,”
anni, decorrenti dalla data di adozione del provvedimen- sono sostituite dalle seguenti: “Con il regolamento di cui
to amministrativo di esclusione ovvero, in caso di conte- all’articolo 216, comma 27-octies,”;
stazione in giudizio, dalla data di passaggio in giudicato 2) il quarto periodo è sostituito dal seguente:
della sentenza. Nel tempo occorrente alla definizione del “Fino alla data di entrata in vigore del regolamento di cui
giudizio, la stazione appaltante deve tenere conto di tale all’articolo 216, comma 27-octies, si applica la disposi-
fatto ai fini della propria valutazione circa la sussistenza zione transitoria ivi prevista.”;
del presupposto per escludere dalla partecipazione alla t) all’articolo 95:
procedura l’operatore economico che l’abbia commesso”; 1) al comma 3, dopo la lettera b) è aggiunta la
p) all’articolo 83, comma 2, al secondo periodo, le seguente:
parole: “con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei “b-bis) i contratti di servizi e le forniture di impor-
trasporti da adottare, su proposta dell’ANAC entro un to pari o superiore a 40.000 euro caratterizzati da note-
anno dalla data di entrata in vigore del presente codice, vole contenuto tecnologico o che hanno un carattere
previo parere delle competenti Commissioni parlamenta- innovativo”;
ri” sono sostituite dalle seguenti: “con il regolamento di
cui all’articolo 216, comma 27-octies” e, al terzo periodo, 2) al comma 4, le lettere a) e c) sono abrogate;
le parole: “di dette linee guida” sono sostituite dalle se- 3) al comma 4, alla lettera b) sono aggiunte, in
guenti: “di detto regolamento”; fine, le seguenti parole: “, fatta eccezione per i servizi
q) all’articolo 84: ad alta intensità di manodopera di cui al comma 3, let-
tera a)”;
1) al comma 1, dopo il primo periodo sono ag-
giunti i seguenti: “L’attività di attestazione è esercitata u) all’articolo 97:
nel rispetto del principio di indipendenza di giudizio, ga- 1) il comma 2 è sostituito dai seguenti:
rantendo l’assenza di qualunque interesse commerciale “2. Quando il criterio di aggiudicazione è quello del
o finanziario che possa determinare comportamenti non prezzo più basso e il numero delle offerte ammesse è pari
imparziali o discriminatori. Gli organismi di diritto pri- o superiore a quindici, la congruità delle offerte è valutata
vato di cui al primo periodo, nell’esercizio dell’attività di sulle offerte che presentano un ribasso pari o superiore ad
attestazione per gli esecutori di lavori pubblici, svolgono una soglia di anomalia determinata; al fine di non rendere
funzioni di natura pubblicistica, anche agli effetti dell’ar- predeterminabili dagli offerenti i parametri di riferimento
ticolo 1 della legge 14 gennaio 1994, n. 20.”; per il calcolo della soglia di anomalia, il RUP o la com-
2) al comma 2, primo periodo, le parole: missione giudicatrice procedono come segue:
“L’ANAC, con il decreto di cui all’articolo 83, comma 2, a) calcolo della somma e della media aritmetica dei
individua, altresì,” sono sostituite dalle seguenti: “Con ribassi percentuali di tutte le offerte ammesse, con esclu-
il regolamento di cui all’articolo 216, comma 27-octies, sione del 10 per cento, arrotondato all’unità superiore, ri-
sono altresì individuati”; spettivamente delle offerte di maggior ribasso e di quelle

— 6 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

di minor ribasso; le offerte aventi un uguale valore di ri- 3) al comma 3-bis, le parole: “Il calcolo di cui al
basso sono prese in considerazione distintamente nei loro comma 2 è effettuato” sono sostituite dalle seguenti: “Il
singoli valori; qualora, nell’effettuare il calcolo del 10 per calcolo di cui ai commi 2, 2-bis e 2-ter è effettuato”;
cento, siano presenti una o più offerte di eguale valore 4) al comma 8, al primo periodo, le parole: “alle
rispetto alle offerte da accantonare, dette offerte sono al- soglie di cui all’articolo 35, la stazione appaltante può
tresì da accantonare; prevedere” sono sostituite dalle seguenti: “alle soglie di
b) calcolo dello scarto medio aritmetico dei ribassi cui all’articolo 35, e che non presentano carattere tran-
percentuali che superano la media calcolata ai sensi della sfrontaliero, la stazione appaltante prevede” e dopo le pa-
lettera a); role: “individuata ai sensi del comma 2” sono inserite le
c) calcolo della soglia come somma della media arit- seguenti: “e dei commi 2-bis e 2-ter” e il terzo periodo è
metica e dello scarto medio aritmetico dei ribassi di cui sostituito dal seguente: “Comunque l’esclusione automa-
alla lettera b); tica non opera quando il numero delle offerte ammesse è
d) la soglia calcolata alla lettera c) è decrementata inferiore a dieci”;
di un valore percentuale pari al prodotto delle prime due v) all’articolo 102, comma 8:
cifre dopo la virgola della somma dei ribassi di cui alla 1) al primo periodo, le parole: “Con decreto del
lettera a) applicato allo scarto medio aritmetico di cui alla Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, su proposta del
lettera b). Consiglio superiore dei lavori pubblici, sentita l’ANAC,”
2-bis. Quando il criterio di aggiudicazione è quello del sono sostituite dalle seguenti: “Con il regolamento di cui
prezzo più basso e il numero delle offerte ammesse è infe- all’articolo 216, comma 27-octies,”;
riore a quindici, la congruità delle offerte è valutata sulle 2) il terzo periodo è soppresso;
offerte che presentano un ribasso pari o superiore ad una z) all’articolo 111:
soglia di anomalia determinata; ai fini della determina-
zione della congruità delle offerte, al fine di non rendere 1) al comma 1, primo periodo, le parole: “Con de-
predeterminabili dagli offerenti i parametri di riferimento creto del Ministro delle infrastrutture e trasporti, da adot-
per il calcolo della soglia di anomalia, il RUP o la com- tare entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore del pre-
missione giudicatrice procedono come segue: sente codice, su proposta dell’ANAC, previo parere delle
competenti commissioni parlamentari, sentito il Consi-
a) calcolo della media aritmetica dei ribassi percen- glio superiore dei lavori pubblici e la Conferenza unifi-
tuali di tutte le offerte ammesse, con esclusione del 10 per cata di cui all’articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto
cento, arrotondato all’unità superiore, rispettivamente del- 1997, n. 281, sono approvate le linee guida che individua-
le offerte di maggior ribasso e di quelle di minor ribasso; no” sono sostituite dalle seguenti: “Con il regolamento di
le offerte aventi un uguale valore di ribasso sono prese in cui all’articolo 216, comma 27-octies, sono individuate”;
considerazione distintamente nei loro singoli valori; qua-
lora, nell’effettuare il calcolo del 10 per cento, siano pre- 2) al comma 2, al secondo periodo, le parole:
senti una o più offerte di eguale valore rispetto alle offerte “Con il medesimo decreto, di cui al comma 1, sono altre-
da accantonare, dette offerte sono altresì da accantonare; sì approvate linee guida che individuano” sono sostituite
b) calcolo dello scarto medio aritmetico dei ribassi dalle seguenti: “Con il medesimo regolamento di cui al
percentuali che superano la media calcolata ai sensi della comma 1 sono altresì individuate” e il terzo periodo è so-
lettera a); stituito dal seguente: “Fino alla data di entrata in vigore
del regolamento di cui all’articolo 216, comma 27-octies,
c) calcolo del rapporto tra lo scarto medio aritme- si applica la disposizione transitoria ivi prevista.”;
tico di cui alla lettera b) e la media aritmetica di cui alla
lettera a); aa) all’articolo 146, comma 4:
d) se il rapporto di cui alla lettera c) è pari o inferiore 1) al primo periodo, le parole: “Con decreto del
a 0,15, la soglia di anomalia è pari al valore della media Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, di
aritmetica di cui alla lettera a) incrementata del 20 per concerto con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti,
cento della medesima media aritmetica; da emanarsi entro sei mesi dalla data di entrata in vigore
del presente codice,” sono sostituite dalle seguenti: “Con
e) se il rapporto di cui alla lettera c) è superiore a il regolamento di cui all’articolo 216, comma 27-octies,”;
0,15 la soglia di anomalia è calcolata come somma della
media aritmetica di cui alla lettera a) e dello scarto medio 2) il terzo periodo è sostituito dal seguente: “Fino
aritmetico di cui alla lettera b). alla data di entrata in vigore del regolamento di cui all’ar-
ticolo 216, comma 27-octies, si applica la disposizione
2-ter. Al fine di non rendere nel tempo predeterminabi- transitoria ivi prevista.”;
li dagli offerenti i parametri di riferimento per il calcolo
della soglia di anomalia, il Ministero delle infrastrutture e bb) all’articolo 177, comma 2, le parole: “ventiquat-
dei trasporti può procedere con decreto alla ridetermina- tro mesi dalla data di entrata in vigore del presente codi-
zione delle modalità di calcolo per l’individuazione della ce” sono sostituite dalle seguenti: “il 31 dicembre 2020”;
soglia di anomalia”; cc) all’articolo 183, dopo il comma 17 è inserito il
2) al comma 3, dopo il primo periodo sono ag- seguente:
giunti, in fine, i seguenti: “Il calcolo di cui al primo pe- “17-bis. Gli investitori istituzionali indicati nell’elen-
riodo è effettuato ove il numero delle offerte ammesse co riportato all’articolo 32, comma 3, del decreto-legge
sia pari o superiore a tre. Si applica l’ultimo periodo del 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazio-
comma 6.”; ni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, nonché i sogget-

— 7 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

ti di cui all’articolo 2, numero 3), del regolamento (UE) b), della legge 23 agosto 1988, n. 400, su proposta del
2015/1017 del Parlamento europeo e del Consiglio, del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti di concerto
25 giugno 2015, secondo quanto previsto nella comuni- con il Ministro dell’economia e delle finanze, sentita la
cazione (COM(2015) 361 final) della Commissione del Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le re-
22 luglio 2015, possono presentare le proposte di cui al gioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, di
comma 15, primo periodo, associati o consorziati, qua- un regolamento unico recante disposizioni di esecuzio-
lora privi dei requisiti tecnici, con soggetti in possesso ne, attuazione e integrazione del presente codice, le linee
dei requisiti per partecipare a procedure di affidamento di guida e i decreti adottati in attuazione delle previgenti
contratti pubblici per servizi di progettazione”; disposizioni di cui agli articoli 24, comma 2, 31, com-
dd) all’articolo 196, i commi 3 e 4 sono abrogati; ma 5, 36, comma 7, 89, comma 11, 111, commi 1 e 2, 146,
ee) all’articolo 197: comma 4, 147, commi 1 e 2, e 150, comma 2, rimangono
in vigore o restano efficaci fino alla data di entrata in vi-
1) al comma 1, il primo periodo è sostituito dal gore del regolamento di cui al presente comma, in quan-
seguente: “La qualificazione del contraente generale è to compatibili con il presente codice e non oggetto delle
disciplinata con il regolamento di cui all’articolo 216, procedure di infrazione nn. 2017/2090 e 2018/2273. Ai
comma 27-octies.”; soli fini dell’archiviazione delle citate procedure di infra-
2) il comma 3 è abrogato; zione, nelle more dell’entrata in vigore del regolamento,
3) il comma 4 è sostituito dal seguente: il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti e l’ANAC
“4. Per la partecipazione alle procedure di aggiudica- sono autorizzati a modificare rispettivamente i decreti e
zione da parte dei contraenti generali, per gli affidamen- le linee guida adottati in materia. Il regolamento reca, in
ti di cui all’articolo 194, oltre all’assenza dei motivi di particolare, disposizioni nelle seguenti materie: a) nomi-
esclusione di cui all’articolo 80, è istituito il sistema di na, ruolo e compiti del responsabile del procedimento; b)
qualificazione del contraente generale, disciplinato con il progettazione di lavori, servizi e forniture, e verifica del
regolamento di cui all’articolo 216, comma 27-octies, ge- progetto; c) sistema di qualificazione e requisiti degli ese-
stito dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, che cutori di lavori e dei contraenti generali; d) procedure di
prevede specifici requisiti in ordine all’adeguata capaci- affidamento e realizzazione dei contratti di lavori, servizi
tà economica e finanziaria, all’adeguata idoneità tecnica e forniture di importo inferiore alle soglie comunitarie;
e organizzativa, nonché all’adeguato organico tecnico e e) direzione dei lavori e dell’esecuzione; f) esecuzione
dirigenziale”; dei contratti di lavori, servizi e forniture, contabilità, so-
spensioni e penali; g) collaudo e verifica di conformità; h)
ff) all’articolo 199: affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’in-
1) al comma 2, primo periodo, le parole: “alla gegneria e relativi requisiti degli operatori economici; i)
SOA” sono sostituite dalle seguenti: “all’amministra- lavori riguardanti i beni culturali. A decorrere dalla data
zione”; di entrata in vigore del regolamento cessano di avere effi-
2) al comma 4, al primo periodo, le parole: “del cacia le linee guida di cui all’articolo 213, comma 2, ver-
decreto di cui all’articolo 83, comma 2” sono sostituite tenti sulle materie indicate al precedente periodo nonché
dalle seguenti: “del regolamento di cui all’articolo 216, quelle che comunque siano in contrasto con le disposizio-
comma 27-octies” e il secondo periodo è soppresso; ni recate dal regolamento”.
gg) all’articolo 216: 21. Le disposizioni di cui al comma 20 si applicano alle
1) al comma 14, le parole: “delle linee guida procedure i cui bandi o avvisi, con i quali si indice una
indicate all’articolo 83, comma 2” sono sostituite dal- gara, sono pubblicati successivamente alla data di entrata
le seguenti: “del regolamento di cui all’articolo 216, in vigore della legge di conversione del presente decreto,
comma 27-octies”; nonché, in caso di contratti senza pubblicazione di bandi
2) al comma 27-bis, primo periodo, le parole: “del o avvisi, alle procedure in cui, alla medesima data, non
decreto di cui all’articolo 83, comma 2” sono sostituite sono ancora stati inviati gli inviti a presentare le offerte o
dalle seguenti: “del regolamento di cui all’articolo 216, i preventivi.
comma 27-octies”; 22. All’articolo 120 del decreto legislativo 2 luglio
3) il comma 27-sexies è sostituito dal seguente: 2010, n. 104, sono apportate le seguenti modificazioni:
“27-sexies. Per le concessioni autostradali già scadu- a) i commi 2-bis e 6-bis sono abrogati;
te o in scadenza entro trentasei mesi dalla data di entra- b) al comma 5, primo periodo, le parole: “Salvo
ta in vigore della presente disposizione, e il cui bando è quanto previsto al comma 6-bis, per l’impugnazione”
pubblicato entro il 31 dicembre 2019, il concedente può sono sostituite dalle seguenti: “Per l’impugnazione”;
avviare le procedure di gara per l’affidamento della con- c) al comma 7, primo periodo, le parole: “Ad ec-
cessione anche sulla base del solo fabbisogno predisposto cezione dei casi previsti al comma 2-bis, i nuovi” sono
dal medesimo concedente, limitatamente agli interventi sostituite dalle seguenti: “I nuovi”;
di messa in sicurezza dell’infrastruttura esistente”; d) al comma 9, le parole: “Nei casi previsti al com-
4) dopo il comma 27-septies è aggiunto il ma 6-bis, il tribunale amministrativo regionale deposita la
seguente: sentenza entro sette giorni dall’udienza, pubblica o in ca-
“27-octies. Nelle more dell’adozione, entro centottanta mera di consiglio, di discussione; le parti possono chiede-
giorni dalla data di entrata in vigore della presente dispo- re l’anticipata pubblicazione del dispositivo, che avviene
sizione, ai sensi dell’articolo 17, comma 1, lettere a) e entro due giorni dall’udienza” sono soppresse;

— 8 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

e) al comma 11, primo periodo, le parole: “Le di- All’articolo 2:


sposizioni dei commi 2-bis, 3, 6, 6-bis, 8, 8-bis, 8-ter, 9, al comma 1, capoverso Art. 110:
secondo periodo e 10” sono sostituite dalle seguenti: “Le al comma 1, dopo le parole: «dell’articolo 108»
disposizioni dei commi 3, 6, 8, 8-bis, 8-ter, 9 e 10”. sono inserite le seguenti: «del presente codice»;
23. Le disposizioni di cui al comma 22 si applicano al comma 4, dopo le parole: «Alle imprese che han-
ai processi iniziati dopo la data di entrata in vigore della no depositato la domanda di cui all’articolo 161,» sono
legge di conversione del presente decreto. inserite le seguenti: «anche ai sensi del»;
24. All’articolo 1 della legge 30 dicembre 2018, n. 145, al comma 4, lettera b), è aggiunto, in fine, il seguen-
il comma 912 è abrogato. te numero:
25. Per il periodo di vigenza del presente decreto, sono «2-bis) al quinto comma, la lettera b) è abrogata».
fatti salvi gli effetti dell’articolo 1, comma 912, della
legge 30 dicembre 2018, n. 145, per i soli comuni che, Dopo l’articolo 2 è inserito il seguente:
alla data di entrata in vigore del presente decreto, hanno «Art. 2-bis (Norme urgenti in materia di soggetti
avviato l’iter di progettazione per la realizzazione degli coinvolti negli appalti pubblici). — 1. All’articolo 1 del
investimenti di cui all’articolo 1, comma 107, della me- decreto-legge 14 dicembre 2018, n. 135, convertito, con
desima legge n. 145 del 2018 e non hanno ancora avviato modificazioni, dalla legge 11 febbraio 2019, n. 12, sono
l’esecuzione dei lavori. Per gli stessi comuni: apportate le seguenti modificazioni:
a) il termine di cui all’articolo 1, comma 109, della a) al comma 2, le parole: “ed anche assistiti” sono
legge 30 dicembre 2018, n. 145, è differito al 10 luglio sostituite dalle seguenti: “anche se assistiti”;
2019; b) al comma 6, le parole: “in misura non superiore a
b) il termine di cui all’articolo 1, comma 111, primo un quarto del suo importo” sono sostituite dalle seguenti:
periodo, della legge 30 dicembre 2018, n. 145, è differito “in misura massima determinata dal decreto adottato ai
al 31 luglio 2019; sensi del comma 7”.
c) il termine di cui all’articolo 1, comma 111, ultimo 2. All’articolo 2477 del codice civile, il secondo e il
periodo, della legge 30 dicembre 2018, n. 145, è differito terzo comma sono sostituiti dai seguenti:
al 15 novembre 2019. “La nomina dell’organo di controllo o del revisore è
26. Il Ministero dell’interno provvede, con proprio de- obbligatoria se la società:
creto, all’attuazione delle disposizioni di cui al comma 25 a) è tenuta alla redazione del bilancio consolidato;
nell’ambito delle risorse umane, strumentali e finanzia- b) controlla una società obbligata alla revisione le-
rie disponibili a legislazione vigente e, comunque, senza gale dei conti;
nuovi o maggiori oneri per il bilancio dello Stato.
c) ha superato per due esercizi consecutivi almeno
27. All’articolo 38 del decreto legislativo 18 aprile uno dei seguenti limiti: 1) totale dell’attivo dello stato pa-
2016, n. 50, dopo il comma 1 è inserito il seguente: trimoniale: 4 milioni di euro; 2) ricavi delle vendite e del-
“1-bis. Al fine di ottimizzare le procedure di affidamen- le prestazioni: 4 milioni di euro; 3) dipendenti occupati in
to degli appalti pubblici per la realizzazione delle scelte di media durante l’esercizio: 20 unità.
politica pubblica sportiva e della relativa spesa pubblica, L’obbligo di nomina dell’organo di controllo o del
a decorrere dal 1° gennaio 2020 la società Sport e salute revisore di cui alla lettera c) del secondo comma cessa
Spa è qualificata di diritto centrale di committenza e può quando, per tre esercizi consecutivi, non è superato alcu-
svolgere attività di centralizzazione delle committenze no dei predetti limiti”.
per conto delle amministrazioni aggiudicatrici o degli enti
aggiudicatari operanti nel settore dello sport e tenuti al 3. Al quinto comma dell’articolo 2477 del codice civi-
rispetto delle disposizioni di cui al presente codice”. le, le parole: “limiti indicati al terzo comma” sono sosti-
tuite dalle seguenti: “limiti indicati al secondo comma”».
28. A decorrere dalla data di entrata in vigore della
legge di conversione del presente decreto, le risorse del All’articolo 3:
Fondo Sport e Periferie di cui all’articolo 15 del decreto- al comma 1:
legge 25 novembre 2015, n. 185, convertito, con modifi- alla lettera a) è premessa la seguente:
cazioni, dalla legge 22 gennaio 2016, n. 9, sono trasferite «0a) all’articolo 59, comma 2, dopo la lettera c) è
alla società Sport e salute Spa, la quale subentra nella ge- aggiunta la seguente:
stione del Fondo e dei rapporti pendenti.
“c-bis) prove e controlli su materiali da costruzione
29. Per le attività necessarie all’attuazione degli inter- su strutture e costruzioni esistenti”»;
venti finanziati ai sensi dell’articolo 1, comma 362, della
legge 27 dicembre 2017, n. 205, l’Ufficio per lo sport si alla lettera a):
avvale della società Sport e salute Spa. al numero 1), capoverso 1, dopo le parole:
30. Per l’esecuzione dei lavori per la costruzione, il «allo sportello unico» sono aggiunte le seguenti: «tramite
completamento, l’adeguamento e la ristrutturazione dei posta elettronica certificata (PEC)»;
centri di cui all’articolo 14, comma 1, del testo unico di al numero 3), capoverso 4, dopo le parole: «Lo
cui al decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286, resta fer- sportello unico» sono inserite le seguenti: «, tramite PEC,»;
mo quanto previsto dall’articolo 2, comma 2, del decreto- al numero 4), capoverso 6, dopo le parole: «de-
legge 4 ottobre 2018, n. 113, convertito, con modificazio- posita allo sportello unico» sono inserite le seguenti: «,
ni, dalla legge 1° dicembre 2018, n. 132». tramite PEC,»;

— 9 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

al numero 5), capoverso 7, dopo le parole: «lo articolo, il Consiglio superiore dei lavori pubblici, entro
sportello unico» sono inserite le seguenti: «, tramite PEC,»; sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della leg-
la lettera b) è sostituita dalla seguente: ge di conversione del presente decreto, adotta specifici
provvedimenti».
«b) all’articolo 67:
1) al comma 7, le parole: “in tre copie” sono All’articolo 4:
soppresse e dopo le parole: “che invia” sono inserite le al comma 1, dopo le parole: «ritenuti prioritari» sono
seguenti: “tramite posta elettronica certificata (PEC)”; inserite le seguenti: «, individuati con uno o più decreti
2) è aggiunto, in fine, il seguente comma: del Presidente del Consiglio dei ministri, da adottare en-
“8-ter. Per gli interventi di cui all’articolo 94-bis, com- tro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore della
ma 1, lettera b), numero 2), e lettera c), numero 1), il legge di conversione del presente decreto, su proposta del
certificato di collaudo è sostituito dalla dichiarazione di Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, sentito il Mi-
regolare esecuzione resa dal direttore dei lavori”»; nistro dell’economia e delle finanze, previo parere delle
competenti Commissioni parlamentari,» ed è aggiunto, in
alla lettera c), capoverso 3, le parole: «, e dagli fine, il seguente periodo: «Con uno o più decreti succes-
altri elaborati» sono sostituite dalle seguenti: «e accom- sivi, da adottare con le modalità di cui al primo periodo
pagnato dagli altri elaborati»; entro il 31 dicembre 2020, il Presidente del Consiglio dei
alla lettera d), capoverso Art. 94-bis: ministri può individuare ulteriori interventi prioritari per
al comma 1, alinea, le parole: «di cui a capi» sono i quali disporre la nomina di Commissari straordinari.»;
sostituite dalle seguenti: «di cui ai capi»; il comma 2 è sostituito dal seguente:
al comma 1, lettera a), il numero 1) è sostituito dal «2. Per le finalità di cui al comma 1, ed allo scopo di
seguente: poter celermente stabilire le condizioni per l’effettiva re-
«1) gli interventi di adeguamento o migliora- alizzazione dei lavori, i Commissari straordinari, indivi-
mento sismico di costruzioni esistenti nelle località sismi- duabili anche nell’ambito delle società a controllo pubbli-
che ad alta sismicità (zona 1) e a media sismicità (zona 2, co, cui spetta l’assunzione di ogni determinazione ritenuta
limitatamente a valori di peak ground acceleration-PGA necessaria per l’avvio ovvero la prosecuzione dei lavori,
compresi fra 0,20 g e 0,25 g)»; anche sospesi, provvedono all’eventuale rielaborazione e
al comma 1, lettera b), il numero 1) è sostituito approvazione dei progetti non ancora appaltati, operando
dal seguente: in raccordo con i Provveditorati interregionali alle opere
«1) gli interventi di adeguamento o migliora- pubbliche, anche mediante specifici protocolli operativi
mento sismico di costruzioni esistenti nelle località sismi- per l’applicazione delle migliori pratiche. L’approvazione
che a media sismicità (zona 2, limitatamente a valori di dei progetti da parte dei Commissari straordinari, d’intesa
PGA compresi fra 0,15 g e 0,20 g, e zona 3)»; con i Presidenti delle regioni territorialmente competenti,
sostituisce, ad ogni effetto di legge, ogni autorizzazione,
al comma 1, lettera b), dopo il numero 3) è ag- parere, visto e nulla osta occorrenti per l’avvio o la prose-
giunto il seguente: cuzione dei lavori, fatta eccezione per quelli relativi alla
«3-bis) le nuove costruzioni appartenenti alla tutela ambientale, per i quali i termini dei relativi pro-
classe di costruzioni con presenza solo occasionale di cedimenti sono dimezzati, e per quelli relativi alla tutela
persone e edifici agricoli di cui al punto 2.4.2 del decreto di beni culturali e paesaggistici, per i quali il termine di
del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti del 17 gen- adozione dell’autorizzazione, parere, visto e nulla osta è
naio 2018;»; fissato nella misura massima di sessanta giorni dalla data
al comma 2, al primo periodo, dopo la parola: «de- di ricezione della richiesta, decorso il quale, ove l’autorità
finisce» sono inserite le seguenti: «, entro sessanta giorni competente non si sia pronunciata, detti atti si intendo-
dalla data di entrata in vigore della legge di conversio- no rilasciati. L’autorità competente può altresì chiedere
ne del decreto-legge 18 aprile 2019, n. 32,», al secondo chiarimenti o elementi integrativi di giudizio; in tal caso
periodo, le parole da: «comunque» fino a: «elencazioni il termine di cui al precedente periodo è sospeso fino al
o» sono soppresse, dopo il secondo periodo è inserito ricevimento della documentazione richiesta e, a partire
il seguente: «Le elencazioni riconducibili alle categorie dall’acquisizione della medesima documentazione, per
di interventi di minore rilevanza o privi di rilevanza, già un periodo massimo di trenta giorni, decorso il quale i
adottate dalle regioni, possono rientrare nelle medesime chiarimenti o gli elementi integrativi si intendono comun-
categorie di interventi di cui al comma 1, lettere b) e c).» que acquisiti con esito positivo. Ove sorga l’esigenza di
e, al terzo periodo, le parole: «di adeguamento delle stes- procedere ad accertamenti di natura tecnica, l’autorità
se» sono sostituite dalle seguenti: «di adeguamento alle competente ne dà preventiva comunicazione al Commis-
stesse»; sario straordinario e il termine di sessanta giorni di cui
al comma 4, le parole: «di al comma» sono sostituite al presente comma è sospeso, fino all’acquisizione delle
dalle seguenti: «di cui al comma»; risultanze degli accertamenti e, comunque, per un perio-
do massimo di trenta giorni, decorsi i quali si procede
dopo il comma 1 è aggiunto il seguente: comunque all’iter autorizzativo. I termini di cui ai periodi
«1-bis. Al fine di dare attuazione all’articolo 59, com- precedenti si applicano altresì per le procedure autoriz-
ma 2, lettera c-bis), del testo unico di cui al decreto zative per l’impiantistica connessa alla gestione aerobica
del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, della frazione organica dei rifiuti solidi urbani (FORSU)
come introdotta dal comma l, lettera 0a), del presente e dei rifiuti organici in generale della regione Lazio e di

— 10 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

Roma Capitale, fermi restando i principi di cui alla parte 6-ter. Al fine della più celere realizzazione degli in-
prima del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e nel terventi per la salvaguardia della Laguna di Venezia, le
rispetto delle disposizioni contenute nella parte seconda risorse assegnate dall’articolo 1, comma 852, della leg-
del medesimo decreto legislativo n. 152 del 2006»; ge 27 dicembre 2017, n. 205, pari a 25 milioni di euro
al comma 4 è aggiunto, in fine, il seguente periodo: per l’anno 2018 e a 40 milioni di euro per ciascuno degli
«Le modalità e le deroghe di cui al presente comma, non- anni dal 2019 al 2024, e destinate ai comuni della Lagu-
ché quelle di cui al comma 2, ad eccezione di quanto ivi na di Venezia, ripartite dal Comitato di cui all’articolo 4
previsto per i procedimenti relativi alla tutela di beni cultu- della legge 29 novembre 1984, n. 798, sono ripartite, per
rali e paesaggistici, e di cui al comma 3, si applicano anche le annualità 2018 e 2019, con decreto del Presidente del
agli interventi dei Commissari straordinari per il dissesto Consiglio dei ministri su proposta del Ministro delle in-
idrogeologico in attuazione del Piano nazionale per la mi- frastrutture e dei trasporti, sentiti gli enti attuatori.
tigazione del rischio idrogeologico, il ripristino e la tutela 6-quater. Al fine di assicurare la piena fruibilità de-
della risorsa ambientale, di cui al decreto del Presidente del gli spazi costruiti sull’infrastruttura del Ponte di Parma
Consiglio dei ministri 20 febbraio 2019, pubblicato nella denominato “Nuovo Ponte Nord”, la regione Emilia-
Gazzetta Ufficiale n. 88 del 13 aprile 2019, e ai Commis- Romagna, la provincia di Parma e il comune di Parma,
sari per l’attuazione degli interventi idrici di cui all’artico- verificata la presenza sul corso d’acqua principale su
lo 1, comma 153, della legge 30 dicembre 2018, n. 145.»; cui insiste la medesima infrastruttura di casse di espan-
al comma 5, ultimo periodo, dopo le parole: «posso- sione o di altre opere idrauliche a monte del manufatto
no avvalersi» sono inserite le seguenti: «, senza nuovi o idonee a garantire un franco di sicurezza adeguato ri-
maggiori oneri per la finanza pubblica,»; spetto al livello delle piene, possono adottare i neces-
sari provvedimenti finalizzati a consentirne l’utilizzo
al comma 6, ultimo periodo, dopo le parole: «può permanente attraverso l’insediamento di attività di in-
avvalersi» sono inserite le seguenti: «, senza nuovi o teresse collettivo sia a scala urbana che extraurbana,
maggiori oneri per la finanza pubblica,»; anche in deroga alla pianificazione vigente, nel rispetto
dopo il comma 6 sono inseriti i seguenti: della pianificazione di bacino e delle relative norme di
«6-bis. Per la prosecuzione dei lavori di realizzazione attuazione. Tale utilizzo costituisce fattispecie unica
del modulo sperimentale elettromeccanico per la tutela e e straordinaria. I costi per l’utilizzo di cui al presen-
la salvaguardia della Laguna di Venezia, noto come siste- te comma gravano sull’ente incaricato della gestione e
ma MOSE, con decreto del Presidente del Consiglio dei non comportano nuovi o maggiori oneri a carico della
ministri, su proposta del Ministro delle infrastrutture e dei finanza pubblica»;
trasporti, d’intesa con la regione Veneto, sentiti i Ministri al comma 7, dopo le parole: «legge 27 dicembre
dell’economia e delle finanze, dell’ambiente e della tutela 2013» sono inserite le seguenti: «, n. 147,» e sono ag-
del territorio e del mare, per i beni e le attività culturali e giunte, in fine, le seguenti parole: «e per l’abbattimento
delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, delle barriere architettoniche»;
la città metropolitana di Venezia e il comune di Venezia,
da adottare entro trenta giorni dalla data di entrata in vi- dopo il comma 7 sono inseriti i seguenti:
gore della legge di conversione del presente decreto, è «7-bis. Con decreto del Ministro delle infrastruttu-
nominato un Commissario straordinario incaricato di so- re e dei trasporti, di concerto con il Ministro dell’eco-
vraintendere alle fasi di prosecuzione dei lavori volti al nomia e delle finanze e con il Ministro dello sviluppo
completamento dell’opera. A tal fine il Commissario può economico, da emanare entro trenta giorni dalla data di
assumere le funzioni di stazione appaltante e opera in rac- entrata in vigore della legge di conversione del presen-
cordo con la struttura del Provveditorato interregionale te decreto, sono individuati gli interventi per realizzare
alle opere pubbliche per il Veneto, il Trentino-Alto Adige la Piattaforma unica nazionale (PUN) di cui all’arti-
e il Friuli Venezia Giulia. Per la celere esecuzione del- colo 8, comma 5, del decreto legislativo 16 dicembre
le attività assegnate al Commissario straordinario, con il 2016, n. 257, e per gli investimenti del Piano nazionale
medesimo decreto sono altresì stabiliti i termini, le moda- infrastrutturale per la ricarica dei veicoli alimentati ad
lità, le tempistiche, l’eventuale supporto tecnico, il com- energia elettrica, di cui all’articolo 17-septies del de-
penso del Commissario, il cui onere è posto a carico del creto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con mo-
quadro economico dell’opera. Il compenso del Commis- dificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134, cosiddet-
sario è fissato in misura non superiore a quella indicata to “PNire 3”, a favore di progetti di realizzazione di reti
all’articolo 15, comma 3, del decreto-legge 6 luglio 2011, di infrastrutture di ricarica dedicate ai veicoli alimen-
n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 lu- tati ad energia elettrica, immediatamente realizzabili,
glio 2011, n. 111. Il Commissario straordinario opera in valutati e selezionati dal Ministero delle infrastrutture
deroga alle disposizioni di legge in materia di contratti e dei trasporti.
pubblici, fatto salvo il rispetto dei princìpi generali posti
dai Trattati dell’Unione europea e dalle disposizioni delle 7-ter. All’onere derivante dal comma 7-bis, nel limite
direttive di settore, anche come recepiti dall’ordinamento complessivo di euro 10 milioni per l’anno 2019, si prov-
interno. Il Commissario può avvalersi di strutture delle vede mediante corrispondente riduzione del Fondo di
amministrazioni centrali o territoriali interessate nonché cui all’articolo 1, comma 1091, della legge 27 dicembre
di società controllate dallo Stato o dalle regioni, nel limite 2017, n. 205»;
delle risorse disponibili e senza nuovi o maggiori oneri al comma 9, le parole: «articolo 107, comma 3» sono
per la finanza pubblica. sostituite dalle seguenti: «articolo 107, terzo comma»;

— 11 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

dopo il comma 12 sono aggiunti i seguenti: dello stesso Progetto unico. Le opere civili degli inter-
«12-bis. All’articolo 1 della legge 30 dicembre 2018, venti “Potenziamento infrastrutturale Voltri-Brignole” e
n. 145, dopo il comma 148 è inserito il seguente: “Potenziamento Genova-Campasso” e la relativa impian-
tistica costituiscono lavori supplementari all’intervento
“148-bis. Le disposizioni dei commi da 140 a 148 si ap- “Linea AV/AC Milano-Genova: Terzo Valico dei Gio-
plicano anche ai contributi da attribuire per l’anno 2020 ai vi” ai sensi dell’articolo 89 della direttiva 2014/25/UE
sensi dell’articolo 1, comma 853, della legge 27 dicembre del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 febbraio
2017, n. 205. Per tali contributi sono conseguentemente 2014. È autorizzato l’avvio della realizzazione del sesto
disapplicate le disposizioni di cui ai commi da 854 a 861 lotto costruttivo della “Linea AV/AC Milano-Genova:
dell’articolo 1 della citata legge n. 205 del 2017”. Terzo Valico dei Giovi”, mediante utilizzo delle risorse
12-ter. All’articolo 1, comma 1, della legge 14 gen- già assegnate alla RFI per il finanziamento del contratto
naio 1994, n. 20, dopo il secondo periodo è inserito il di programma — parte investimenti RFI, nel limite di 833
seguente: “La gravità della colpa e ogni conseguente re- milioni di euro anche nell’ambito del riparto del Fondo
sponsabilità sono in ogni caso escluse per ogni profilo se per gli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Pa-
il fatto dannoso trae origine da decreti che determinano la ese, di cui all’articolo 1, comma 1072, della legge 27 di-
cessazione anticipata, per qualsiasi ragione, di rapporti di cembre 2017, n. 205.
concessione autostradale, allorché detti decreti siano stati 12-octies. Entro trenta giorni dalla data di entrata in
vistati e registrati dalla Corte dei conti in sede di controllo vigore della legge di conversione del presente decreto, il
preventivo di legittimità svolto su richiesta dell’ammini- Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Mi-
strazione procedente”. nistro delle infrastrutture e dei trasporti sentito il Ministro
12-quater. All’articolo 16 della legge 27 febbraio 1967, dell’economia e delle finanze, d’intesa con il Presidente
n. 48, dopo il secondo comma è inserito il seguente: della Giunta regionale della Liguria, nomina, con proprio
“In caso di assenza o impedimento temporaneo del Pre- decreto e senza oneri per la finanza pubblica, il Commis-
sidente del Consiglio dei ministri, il Comitato è presiedu- sario straordinario per il completamento dei lavori del
to dal Ministro dell’economia e delle finanze in qualità Nodo ferroviario di Genova e del collegamento dell’ulti-
di vice presidente del Comitato stesso. In caso di assenza mo miglio tra il Terzo Valico dei Giovi e il Porto storico
o di impedimento temporaneo anche di quest’ultimo, le di Genova, in deroga alla procedura vigente».
relative funzioni sono svolte dal Ministro presente più Dopo l’articolo 4 sono inseriti i seguenti:
anziano per età”. «Art. 4-bis (Norme in materia di messa in sicurezza
12-quinquies. All’articolo 61 del decreto-legge di edifici e territorio). — 1. Al fine di permettere il com-
24 aprile 2017, n. 50, convertito, con modificazioni, dalla pletamento della realizzazione degli interventi di messa
legge 21 giugno 2017, n. 96, sono apportate le seguenti in sicurezza di edifici e territorio da parte dei comuni, in
modificazioni: relazione ai contributi per investimenti concessi nel 2018
a) al comma 6, le parole: “31 dicembre 2019” sono ai comuni, all’articolo 1 della legge 27 dicembre 2017,
sostituire dalle seguenti: “31 gennaio 2021”; n. 205, sono apportate le seguenti modificazioni:
b) al comma 9, le parole: “con la consegna delle ope- a) al comma 859 sono aggiunte, in fine, le seguenti
re previste nel piano di cui al comma 4” sono sostituite parole: “, ad esclusione dei casi nei quali il mancato ri-
dalle seguenti: “il 31 dicembre 2021”. spetto dei termini sia stato determinato dall’instaurazione
12-sexies. Al primo periodo del comma 13 dell’arti- di un contenzioso in ordine alla procedura posta in essere
colo 55 della legge 27 dicembre 1997, n. 449, dopo le dal comune ai sensi dei commi 853 e seguenti”;
parole: “Nodo stazione di Verona” sono aggiunte, in fine, b) dopo il comma 859 è inserito il seguente:
le seguenti: “nonché delle iniziative relative all’interpor- “859-bis. Per i contributi assegnati per l’anno 2018,
to di Trento, all’interporto ferroviario di Isola della Scala il recupero di cui al comma 859 non si applica agli enti
(Verona) ed al porto fluviale di Valdaro (Mantova)”. beneficiari del medesimo contributo che hanno posto in
12-septies. Al fine di consentire il celere riavvio dei essere, entro i termini di cui al comma 857, le attività pre-
lavori del Nodo ferroviario di Genova e assicurare il col- liminari all’affidamento dei lavori rilevabili attraverso il
legamento dell’ultimo miglio tra il Terzo Valico dei Giovi sistema di monitoraggio di cui al comma 860, a condizio-
e il Porto storico di Genova, i progetti “Potenziamento ne che l’affidamento avvenga entro il 31 dicembre 2019”.
infrastrutturale Voltri-Brignole”, “Linea AV/AC Milano- Art. 4-ter (Commissario straordinario per la sicurezza
Genova: Terzo Valico dei Giovi” e “Potenziamento Ge- del sistema idrico del Gran Sasso). — 1. Entro quindici
nova-Campasso” sono unificati in un Progetto unico, il giorni dalla data di entrata in vigore della legge di con-
cui limite di spesa è definito in 6.853,23 milioni di euro versione del presente decreto, il Presidente del Consiglio
ed è interamente finanziato nell’ambito delle risorse del dei ministri, su proposta del Ministro delle infrastrutture
contratto di programma RFI. Tale finalizzazione è recepi- e dei trasporti sentito il Presidente della regione Abruzzo,
ta nell’aggiornamento del contratto di programma — par- con proprio decreto, nomina, fino al 31 dicembre 2021,
te investimenti tra il Ministero delle infrastrutture e dei un Commissario straordinario del Governo, scelto tra
trasporti e la RFI Spa per gli anni 2018-2019, che deve persone, anche estranee alla pubblica amministrazione, di
recare il quadro economico unitario del Progetto unico e comprovata esperienza gestionale e amministrativa, che
il cronoprogramma degli interventi. Le risorse che si ren- non siano in una situazione di conflitto di interessi, con
dono disponibili sui singoli interventi del Progetto unico il compito di sovraintendere alla progettazione, all’affi-
possono essere destinate agli altri interventi nell’ambito damento e all’esecuzione degli interventi indifferibili ed

— 12 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

urgenti volti a fronteggiare la situazione di grave rischio b) per le amministrazioni pubbliche diverse da quel-
idrogeologico e conseguire adeguati standard di qualità le di cui alla lettera a) il trattamento economico fonda-
delle acque e di sicurezza idraulica del sistema idrico del mentale e l’indennità di amministrazione sono a carico
Gran Sasso. esclusivo del Commissario straordinario;
2. Al Commissario straordinario è attribuito un com- c) ogni altro emolumento accessorio è corrisposto
penso, determinato con decreto del Ministro delle in- con oneri a carico esclusivo del Commissario straordi-
frastrutture e dei trasporti di concerto con il Ministro nario il quale provvede direttamente ovvero mediante
dell’economia e delle finanze, in misura non superiore apposita convenzione con le amministrazioni pubbliche
a quella indicata all’articolo 15, comma 3, del decreto- di provenienza o con altra amministrazione dello Stato o
legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, ente locale.
dalla legge 15 luglio 2011, n. 111, con oneri a carico delle 5. Il Commissario straordinario può nominare, con
risorse di cui al comma 12. proprio provvedimento, fino a due sub-commissari, il cui
3. Per l’esercizio dei compiti assegnati, il Commissa- compenso è determinato in misura non superiore a quella
rio straordinario si avvale di una struttura di supporto po- indicata all’articolo 15, comma 3, del citato decreto-legge
sta alle sue dirette dipendenze, costituita con decreto del n. 98 del 2011. L’incarico di sub-commissario ha durata
Presidente del Consiglio dei ministri e composta da un massima non superiore a quella del Commissario e nei
contingente massimo di undici unità di personale, di cui limiti delle risorse individuate al comma 12.
una unità di livello dirigenziale non generale e dieci unità 6. La struttura commissariale cessa alla scadenza
di personale non dirigenziale, scelto tra il personale del- dell’incarico del Commissario.
le amministrazioni pubbliche di cui all’articolo 1, com-
ma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, con 7. Per l’esercizio dei compiti assegnati, il Commissario
esclusione del personale docente, educativo ed ammini- straordinario può avvalersi, sulla base di appositi proto-
strativo-tecnico-ausiliario delle istituzioni scolastiche. Al colli d’intesa, di personale dell’ANAS Spa nei limiti delle
personale della struttura è riconosciuto il trattamento eco- risorse individuate al comma 12.
nomico accessorio corrisposto al personale dirigenziale e 8. È costituita una Cabina di coordinamento, presiedu-
non dirigenziale della Presidenza del Consiglio dei mini- ta dal Presidente della regione Abruzzo, con compiti di
stri nel caso in cui il trattamento economico accessorio di comunicazione ed informazione nei confronti delle popo-
provenienza risulti complessivamente inferiore. Al perso- lazioni interessate, nonché di coordinamento tra i diversi
nale non dirigenziale spetta comunque l’indennità di am- livelli di governo coinvolti e di verifica circa lo stato di
ministrazione della Presidenza del Consiglio dei ministri. avanzamento degli interventi di messa in sicurezza del
Nell’ambito del menzionato contingente di personale non sistema idrico del Gran Sasso. La Cabina di coordina-
dirigenziale possono essere nominati fino a cinque esperti mento è composta dai presidenti delle amministrazioni
o consulenti, scelti anche tra soggetti estranei alla pub- provinciali di L’Aquila e Teramo, dai sindaci dei comuni
blica amministrazione, in possesso di comprovata espe- di L’Aquila e Teramo, da due rappresentanti dell’Asso-
rienza, anche in deroga a quanto previsto dall’articolo 7 ciazione nazionale dei comuni italiani (ANCI), uno per la
del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, il cui com- provincia di L’Aquila e uno per la provincia di Teramo, dal
penso è definito con provvedimento del Commissario e presidente del Parco nazionale del Gran Sasso e dei Monti
comunque non è superiore ad euro 48.000 annui. della Laga, da un rappresentante del Ministero delle infra-
4. Il personale pubblico della struttura commissariale è strutture e dei trasporti, uno del Ministero dell’ambiente
collocato, ai sensi dell’articolo 17, comma 14, della legge e della tutela del territorio e del mare e uno del Ministero
15 maggio 1997, n. 127, in posizione di comando, fuori dell’istruzione, dell’università e della ricerca, nonché da
ruolo o altro analogo istituto previsto dai rispettivi ordi- un rappresentante, rispettivamente, per l’Azienda sanita-
namenti. All’atto del collocamento fuori ruolo è reso indi- ria locale di Teramo e per quella di L’Aquila. Il presidente
sponibile, per tutta la durata del collocamento fuori ruolo, della Cabina di coordinamento relaziona periodicamente
un numero di posti nella dotazione organica dell’ammi- al Presidente del Consiglio dei ministri. Per la partecipa-
nistrazione di provenienza equivalente dal punto di vista zione alla Cabina di coordinamento non spettano gettoni
finanziario. Il trattamento economico fondamentale ed di presenza, indennità o emolumenti comunque denomi-
accessorio del predetto personale è anticipato dalle am- nati. Gli eventuali rimborsi di spese sono posti a carico
ministrazioni di provenienza e corrisposto secondo le se- delle amministrazioni di appartenenza.
guenti modalità: 9. Per la realizzazione dei lavori di completa messa in
a) le amministrazioni statali di provenienza, ivi sicurezza dell’acquifero del Gran Sasso, il Commissario
comprese le agenzie fiscali, le amministrazioni statali ad straordinario può assumere direttamente le funzioni di
ordinamento autonomo e le università, provvedono, con stazione appaltante e opera in deroga alle disposizioni di
oneri a proprio carico esclusivo, al pagamento del trat- legge in materia di contratti pubblici, fatto salvo il rispet-
tamento economico fondamentale, nonché dell’indennità to dei vincoli inderogabili derivanti dall’appartenenza
di amministrazione. Qualora l’indennità di amministra- all’Unione europea. Con decreto del Ministro dell’inter-
zione risulti inferiore a quella prevista per il personale no, da adottare entro quindici giorni dalla data di entrata
della Presidenza del Consiglio dei ministri, il Commissa- in vigore della legge di conversione del presente decreto,
rio straordinario provvede al rimborso delle sole somme sono individuate speciali misure amministrative di sem-
eccedenti l’importo dovuto, a tale titolo, dall’amministra- plificazione per il rilascio della documentazione antima-
zione di provenienza; fia, anche in deroga alle relative norme.

— 13 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

10. Per la specificità del sistema di captazione delle ac- b) quanto a 1,4 milioni di euro per l’anno 2021,
que drenate a tergo delle gallerie autostradali del Traforo mediante corrispondente riduzione dello stanziamento
autostradale del Gran Sasso e all’interno dei laboratori del fondo speciale di parte corrente iscritto, ai fini del
dell’Istituto nazionale di fisica nucleare (INFN), al fine bilancio triennale 2019-2021, nell’ambito del program-
di garantire la tutela dell’acquifero del Gran Sasso e l’uso ma “Fondi di riserva e speciali” della missione “Fondi da
potabile della risorsa idrica captata dallo stesso, contem- ripartire” dello stato di previsione del Ministero dell’eco-
perando la coesistenza e la regolare conduzione delle gal- nomia e delle finanze per l’anno 2019, allo scopo parzial-
lerie autostradali e dei laboratori stessi, non si applica, mente utilizzando l’accantonamento relativo al Ministero
relativamente alle captazioni idropotabili delle gallerie dell’istruzione, dell’università e della ricerca;
stesse, lato Teramo e L’Aquila, l’articolo 94, comma 3, c) quanto a 20 milioni di euro per l’anno 2019, 50
del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, relativamen- milioni di euro per l’anno 2020 e 50 milioni di euro per
te alla previsione secondo cui la zona di tutela assoluta l’anno 2021, mediante corrispondente utilizzo dell’auto-
deve essere adibita esclusivamente a opere di captazione rizzazione di spesa recata dall’articolo 1, comma 95, della
o presa e ad infrastrutture di servizio. La protezione dei legge 30 dicembre 2018, n. 145, da imputare sulla quota
punti di captazione deve essere garantita dall’esecuzione parte del fondo attribuita al Ministero delle infrastrutture
degli interventi di messa in sicurezza determinati dall’at- e dei trasporti per euro 18 milioni per l’anno 2019, 45 mi-
tività del Commissario straordinario cui compete altresì lioni per l’anno 2020 e 43 milioni per l’anno 2021 e sulla
la messa in sicurezza delle infrastrutture quali le gallerie quota parte del fondo attribuita al Ministero dell’istruzio-
autostradali e i laboratori. Nelle zone di rispetto delle cap- ne, dell’università e della ricerca per euro 2 milioni per
tazioni idropotabili delle gallerie autostradali, individuate l’anno 2019, 5 milioni per l’anno 2020 e 7 milioni per
ai sensi dell’articolo 94, comma 4, del decreto legislati- l’anno 2021.
vo 3 aprile 2006, n. 152, sono consentiti gli interventi di Art. 4-quater (Sperimentazione e semplificazioni in
raccolta, trasporto e recupero di rifiuti prodotti a seguito materia contabile). — 1. In relazione all’entrata in vigore
degli interventi di messa in sicurezza come determinati del nuovo concetto di impegno di cui all’articolo 34 della
dall’attività del Commissario straordinario. La messa in legge 31 dicembre 2009, n. 196, al fine di garantire la
sicurezza delle attività preesistenti, quali le gallerie auto- sussistenza delle disponibilità di competenza e cassa oc-
stradali e i laboratori, è garantita dagli interventi determi- correnti per l’assunzione degli impegni anche pluriennali
nati dal Commissario straordinario. e la necessità di assicurare la tempestività dei pagamenti
11. Per la realizzazione degli interventi urgenti di cui in un quadro ordinamentale che assicuri la disponibilità
al presente articolo è autorizzata l’apertura di apposita in bilancio delle risorse finanziarie in un arco temporale
contabilità speciale intestata al Commissario straordina- adeguato alla tempistica di realizzazione delle spese di
rio, sulla quale confluiscono le risorse pubbliche all’uopo investimento sulla base dello stato avanzamento lavori, in
destinate o risorse di altra natura. via sperimentale per gli anni 2019, 2020 e 2021:
12. Agli oneri derivanti dalla costituzione e dal funzio- a) le somme da iscrivere negli stati di previsione del-
namento della struttura di supporto di cui ai commi 2, 3, la spesa in relazione a variazioni di bilancio connesse alla
4, 5 e 7 provvede il Commissario straordinario nel limite riassegnazione di entrate finalizzate per legge a specifici
delle risorse disponibili nella contabilità speciale. A tal interventi o attività sono assegnate ai pertinenti capitoli
fine è autorizzata la spesa di complessivi euro 700.000 in ciascuno degli anni del bilancio pluriennale in relazio-
per l’anno 2019 e di euro 1.400.000 per ciascuno degli ne al cronoprogramma degli impegni e dei pagamenti da
anni 2020 e 2021. presentare contestualmente alla richiesta di variazione;
13. Per la definizione dei progetti e per la realizzazione b) per le spese in conto capitale i termini di cui al
degli interventi strutturali di completa messa in sicurezza comma 3 dell’articolo 34-bis della legge 31 dicembre
dell’acquifero del Gran Sasso e del sistema di captazio- 2009, n. 196, sono prolungati di un ulteriore esercizio e
ne delle acque potabili, i cui oneri sono stati stimati dai quelli di cui al comma 4, primo periodo, del medesimo
rispettivi quadri economici, è autorizzata la spesa di euro articolo 34-bis sono prolungati di ulteriori tre esercizi;
20 milioni per l’anno 2019, 50 milioni per l’anno 2020 e c) le disposizioni di cui all’articolo 30, comma 2,
50 milioni per l’anno 2021. lettera b), della legge 31 dicembre 2009, n. 196, si appli-
14. Agli atti del Commissario straordinario si applica- cano anche alle autorizzazioni di spesa in conto capitale a
no, ove compatibili, le disposizioni di cui all’articolo 36 carattere permanente e a quelle annuali.
del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito, con 2. Al fine di semplificare e accelerare le procedure di
modificazioni, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229. assegnazione di fondi nel corso della gestione, dalla data
15. All’onere derivante dal presente articolo, pari a di entrata in vigore della legge di conversione del presen-
20,7 milioni di euro per l’anno 2019, a 51,4 milioni di te decreto le variazioni di bilancio di cui agli articoli 24,
euro per l’anno 2020 e a 51,4 milioni di euro per l’anno comma 5-bis, 27, 29 e 33, commi 4-ter e 4-sexies, della
2021 si provvede: legge 31 dicembre 2009, n. 196, sono disposte con decreti
a) quanto a 0,7 milioni di euro per l’anno 2019 e a del Ragioniere generale dello Stato.
1,4 milioni di euro per l’anno 2020, mediante corrispon- Art. 4-quinquies (Misure per l’accelerazione degli in-
dente utilizzo del fondo di cui al comma 5 dell’artico- terventi di edilizia sanitaria). — 1. Al fine di assicurare la
lo 34-ter della legge 31 dicembre 2009, n. 196, iscritto tempestiva realizzazione dei soli interventi del program-
nello stato di previsione del Ministero delle infrastrutture ma di investimenti del patrimonio strutturale e tecnologi-
e dei trasporti; co del Servizio sanitario nazionale, di cui all’articolo 20

— 14 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

della legge 11 marzo 1988, n. 67, previsti negli accordi 6. Agli interventi di cui ai commi 1 e 5 non si applica-
di programma sottoscritti dalle regioni e dalle province no le disposizioni per la risoluzione degli accordi previ-
autonome di Trento e di Bolzano, ai sensi dell’artico- ste dall’articolo 1, comma 310, della legge 23 dicembre
lo 5-bis del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, 2005, n. 266.
e dell’articolo 2 della legge 23 dicembre 1996, n. 662, 7. Per gli accordi aventi sviluppo pluriennale, i termini
che siano ritenuti prioritari e per i quali non risulti presen- di cui al comma 1 decorrono dalla data di inizio dell’an-
tata la relativa richiesta di ammissione al finanziamento nualità di riferimento prevista dagli accordi medesimi per
entro ventiquattro mesi dalla sottoscrizione dell’accordo ciascun intervento.
stesso, il Ministro della salute, con proprio decreto rico- 8. Per gli interventi di cui al presente articolo si appli-
gnitivo, previa valutazione del relativo stato di attuazione cano in quanto compatibili le disposizioni di cui all’arti-
in contraddittorio con la regione o la provincia autonoma colo 4, commi 2, 3 e 4, del presente decreto.
interessata, assegna a quest’ultima un termine congruo,
anche in deroga a quello previsto dall’articolo 1, com- 9. Con decreto del Presidente del Consiglio dei mini-
ma 310, della legge 23 dicembre 2005, n. 266, per prov- stri, su proposta del Ministro della salute, di concerto con
vedere all’ammissione al finanziamento. il Ministro dell’economia e delle finanze e con il Mini-
stro per gli affari regionali e le autonomie, sono stabiliti i
2. Decorso inutilmente il termine assegnato ai sensi termini, le modalità, le tempistiche, l’eventuale supporto
del comma 1, il Presidente del Consiglio dei ministri, su tecnico e le attività connesse alla realizzazione dell’opera.
proposta del Ministro della salute, sentiti la regione o la Art. 4-sexies (Autorizzazione di spesa per acquisizioni
provincia autonoma interessata, il Ministro per gli affa- e interventi in materia di sedi di servizio del Corpo na-
ri regionali e le autonomie e il Ministro dell’economia e zionale dei vigili del fuoco). — 1. Al fine di potenziare la
delle finanze, dispone la nomina di un Commissario stra- risposta operativa del Corpo nazionale dei vigili del fuo-
ordinario per la realizzazione dell’intervento, individuato co, è autorizzata la spesa di 5 milioni di euro per ciascuno
nell’ambito dei ruoli dirigenziali delle amministrazioni degli anni dal 2019 al 2023 per l’acquisto, la costruzione,
dello Stato, anche della carriera prefettizia, senza nuovi l’adeguamento, anche strutturale, e l’ammodernamento
o maggiori oneri per la finanza pubblica. Gli oneri per il delle sedi di servizio del medesimo Corpo.
compenso o eventuali altri oneri per il supporto tecnico Art. 4-septies (Disposizioni in materia di accelerazio-
al Commissario straordinario sono posti a carico dei qua- ne degli interventi di adeguamento dei sistemi di collet-
dri economici degli interventi da realizzare o completare. tamento, fognatura e depurazione anche al fine di evitare
Il compenso del Commissario è stabilito in misura non l’aggravamento delle procedure di infrazione in corso).
superiore a quella indicata all’articolo 15, comma 3, del — 1. Al fine di evitare l’aggravamento delle procedure di
decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modi- infrazione in corso n. 2014/2059 e n. 2017/2181, al Com-
ficazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111. missario unico di cui all’articolo 2, comma 1, del decreto-
3. Il finanziamento, erogato dal Ministero dell’econo- legge 29 dicembre 2016, n. 243, convertito, con modifica-
mia e delle finanze per stati di avanzamento lavori, af- zioni, dalla legge 27 febbraio 2017, n. 18, sono attribuiti
fluisce su apposito conto corrente di tesoreria intestato compiti di coordinamento per la realizzazione degli inter-
alla regione interessata e dedicato all’edilizia sanitaria venti funzionali a garantire l’adeguamento nel minor tem-
sul quale il Commissario straordinario opera in qualità di po possibile alla normativa dell’Unione europea e superare
Commissario ad acta. le suddette procedure di infrazione nonché tutte le proce-
dure di infrazione relative alle medesime problematiche.
4. Al fine di accelerare l’esecuzione degli interventi 2. Entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigo-
di cui al presente articolo, il Commissario straordinario re del presente decreto, i commissari straordinari di cui
può avvalersi, previa convenzione, di Invitalia Spa quale all’articolo 7, comma 7, del decreto-legge 12 settembre
centrale di committenza, nei limiti delle risorse previste 2014, n. 133, convertito, con modificazioni, dalla legge
nei quadri economici degli interventi da realizzare o com- 11 novembre 2014, n. 164, cessano le proprie funzioni.
pletare e comunque senza nuovi o maggiori oneri per la Il Commissario unico subentra in tutti i rapporti giuridici
finanza pubblica. attivi e passivi posti in essere.
5. Per le medesime finalità di cui al comma 1, per gli 3. Le regioni, avvalendosi dei rispettivi enti di governo
interventi ammessi al finanziamento per i quali, entro di- d’ambito, e i commissari straordinari di cui all’articolo 7,
ciotto mesi dalla relativa comunicazione alla regione o comma 7, del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133,
provincia autonoma, gli enti attuatori non abbiano pro- convertito, con modificazioni, dalla legge 11 novembre
ceduto all’aggiudicazione dei lavori e sia inutilmente 2014, n. 164, che cessano le funzioni, trasmettono al
scaduto il termine di proroga eventualmente assegnato ai Commissario unico, alla Presidenza del Consiglio dei mi-
sensi dell’articolo 1, comma 310, della legge 23 dicembre nistri, al Ministero dell’ambiente e della tutela del territo-
2005, n. 266, che siano ritenuti prioritari, il Ministro della rio e del mare e al Dipartimento della Ragioneria generale
salute, con proprio decreto ricognitivo, previa valutazio- dello Stato del Ministero dell’economia e delle finanze,
ne del relativo stato di attuazione in contraddittorio con entro quarantacinque giorni dalla data di entrata in vigore
la regione o la provincia autonoma interessata, assegna della legge di conversione del presente decreto una det-
a quest’ultima un termine congruo per addivenire all’ag- tagliata relazione in merito a tutte le misure intraprese e
giudicazione. Decorso inutilmente il termine assegnato, programmate, finalizzate al superamento delle procedure
si applicano le disposizioni di cui ai commi 2, 3, 4, 6, 8 e di infrazione n. 2014/2059 e n. 2017/2181, precisando,
9 del presente articolo. per ciascun agglomerato, la documentazione progettuale

— 15 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

e tecnica, le risorse finanziarie programmate e disponibili te massimo di 30 ore mensili effettivamente svolte, e co-
e le relative fonti. Entro i successivi sessanta giorni, il munque nel rispetto della disciplina in materia di orario di
Commissario unico, sulla base di tali relazioni e comun- lavoro di cui al decreto legislativo 8 aprile 2003, n. 66.”.
que avvalendosi dei competenti uffici regionali e degli 8. Dall’attuazione del presente articolo non devono
enti di governo d’ambito, provvede ad una ricognizione derivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza
dei piani e dei progetti esistenti inerenti agli interventi, ai pubblica. Le amministrazioni interessate provvedono alle
fini di una verifica dello stato di attuazione degli inter- attività di rispettiva competenza con le risorse umane, fi-
venti, effettuando anche una prima valutazione in merito nanziarie e strumentali disponibili a legislazione vigente».
alle risorse finanziarie effettivamente disponibili, e ne dà
comunicazione al Ministro dell’ambiente e della tutela All’articolo 5:
del territorio e del mare. al comma 1:
4. Con decreto del Presidente del Consiglio dei mini- la lettera a) è soppressa;
stri, su proposta del Ministro dell’ambiente e della tutela alla lettera b), le parole da: «dello stesso decreto»
del territorio e del mare, previa intesa con la Conferenza fino a: «380 del 2001» sono sostituite dalle seguenti: «del
permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le pro- testo unico di cui al decreto del Presidente della Repub-
vince autonome di Trento e di Bolzano, sono individuati blica 6 giugno 2001, n. 380»;
gli interventi, tra quelli per cui non risulti già intervenu- è aggiunta, in fine, la seguente lettera:
ta l’aggiudicazione provvisoria dei lavori, per i quali il
Commissario unico assume il compito di soggetto attua- «b-bis) le disposizioni di cui all’articolo 9, commi
tore. Con il medesimo decreto sono individuate le risorse secondo e terzo, del decreto del Ministro dei lavori pub-
finanziarie, disponibili a legislazione vigente, necessarie blici 2 aprile 1968, n. 1444, si interpretano nel senso che i
anche al completamento degli interventi funzionali volti limiti di distanza tra i fabbricati ivi previsti si considerano
a garantire l’adeguamento alle sentenze di condanna del- riferiti esclusivamente alle zone di cui al primo comma,
la Corte di giustizia dell’Unione europea pronunciate il numero 3), dello stesso articolo 9»;
19 luglio 2012 (causa C-565/10) e il 10 aprile 2014 (cau- dopo il comma 1 sono aggiunti i seguenti:
sa C-85/13). Con il medesimo decreto le competenze del «1-bis. Nell’ambito delle iniziative volte alla rigene-
Commissario unico possono essere estese anche ad altri razione delle aree urbane, l’autorizzazione di spesa di
agglomerati oggetto di ulteriori procedure di infrazione. cui alla legge 14 marzo 2001, n. 80, è rifinanziata per
Il decreto di cui al presente comma stabilisce la durata e l’importo di euro 500.000 per ciascuno degli anni dal
gli obiettivi di ciascun incarico del Commissario unico 2019 al 2025. All’onere derivante dal presente comma si
nonché la dotazione finanziaria necessaria al raggiungi- provvede mediante corrispondente riduzione dello stan-
mento degli obiettivi assegnati per ciascun incarico. ziamento del fondo speciale di conto capitale iscritto,
5. Sulla base di una specifica convenzione, il Com- ai fini del bilancio triennale 2019-2021, nell’ambito del
missario unico opera presso il Ministero dell’ambiente e programma “Fondi di riserva e speciali” della missione
della tutela del territorio e del mare, con sede presso il “Fondi da ripartire” dello stato di previsione del Mini-
medesimo Ministero. stero dell’economia e delle finanze per l’anno 2019, allo
6. Ai fini dell’attuazione dei poteri sostitutivi di cui scopo parzialmente utilizzando l’accantonamento relati-
al comma 5 dell’articolo 10 del decreto-legge 24 giugno vo al medesimo Ministero.
2014, n. 91, convertito, con modificazioni, dalla legge 1-ter. Le risorse disponibili relative al finanziamento
11 agosto 2014, n. 116, a seguito del provvedimento di per la riqualificazione urbanistica del comune di Cosen-
revoca, adottato ai sensi dell’articolo 20 del decreto-legge za nonché dei comuni di Zimella (VR) e di Montecchia
29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, di Crosara (VR) rispettivamente pari a 200.000 euro e a
dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2, le risorse confluiscono 150.000 euro ciascuno, autorizzate per l’anno 2018 ai sen-
direttamente nella contabilità speciale del Commissario si della legge 27 dicembre 2017, n. 205, e iscritte nello
con le modalità di cui ai commi 7-bis e 7-ter dell’artico- stato di previsione del Ministero delle infrastrutture e dei
lo 7 del citato decreto-legge n. 133 del 2014 e al Com- trasporti nella missione “Casa e assetto urbanistico”, pro-
missario è attribuito il compito di realizzare direttamente gramma “Politiche abitative, urbane e territoriali”, sono
l’intervento. conservate nel conto dei residui passivi per essere iscritte
7. All’articolo 2 del decreto-legge 29 dicembre 2016, nei pertinenti capitoli di bilancio dello stato di previsione
n. 243, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 feb- del Ministero dell’interno. Il Ministro dell’economia e del-
braio 2017, n. 18, sono apportate le seguenti modificazioni: le finanze è autorizzato ad apportare, con propri decreti, le
occorrenti variazioni di bilancio, anche in conto residui».
a) al comma 2, dopo le parole: “decreto legislativo
3 aprile 2006, n. 152” sono inserite le seguenti: “, o, in Nel capo I, dopo l’articolo 5 sono aggiunti i seguenti:
mancanza di questi ultimi, alle regioni”; «Art. 5-bis (Disposizioni in materia di ciclovie inte-
b) al comma 9, al primo periodo, dopo le parole: rurbane). — 1. Al comma 104 dell’articolo 1 della leg-
“nell’ambito delle aree di intervento” sono inserite le se- ge 30 dicembre 2018, n. 145, sono apportate le seguenti
guenti: “nonché del gestore del servizio idrico integrato modificazioni:
territorialmente competente” e dopo il primo periodo è a) le parole: “delle autostrade ciclabili” sono sostitu-
inserito il seguente: “Al personale di cui il Commissa- ite dalle seguenti: “di ciclovie interurbane, come definite
rio si avvale può essere riconosciuta la corresponsione di ai sensi dell’articolo 2, comma 1, lettera a), della legge
compensi per prestazioni di lavoro straordinario nel limi- 11 gennaio 2018, n. 2”;

— 16 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

b) le parole: “novanta giorni dalla data di entrata in Ministro dell’economia e delle finanze, designa il consi-
vigore della presente legge” sono sostituite dalle seguen- glio di amministrazione.
ti: “il 31 agosto 2019”. 2. La società può avvalersi, sulla base di apposite con-
Art. 5-ter (Norme applicabili in materia di procedi- venzioni e con oneri a carico della società stessa nell’am-
menti di localizzazione di opere di interesse statale). bito delle risorse disponibili a legislazione vigente, di
— 1. All’articolo 3 del regolamento di cui al decreto del personale proveniente dalle pubbliche amministrazioni,
Presidente della Repubblica 18 aprile 1994, n. 383, sono anche ad ordinamento autonomo, e può stipulare contratti
apportate le seguenti modificazioni: di lavoro a tempo determinato, nel rispetto della discipli-
a) al comma 1, le parole: “ai sensi dell’articolo 2, na applicabile, con esperti di elevata professionalità nelle
comma 14, della legge 24 dicembre 1993, n. 537” sono materie oggetto d’intervento della società medesima.
sostituite dalle seguenti: “ai sensi degli articoli da 14 a 3. Per le convenzioni di cui al comma 1 è autorizzata la
14-quinquies della legge 7 agosto 1990, n. 241”; spesa di 2 milioni di euro per l’anno 2019 e 5 milioni di
b) i commi 2, 3, 4 e 5 sono abrogati. euro a decorrere dall’anno 2020.
Art. 5-quater (Proroga di mutui scaduti). — 1. Al fine 4. All’onere derivante dal presente articolo, pari a 12
di consentire il completamento di opere di interesse pub- milioni di euro per l’anno 2019 e a 5 milioni di euro annui
blico, le somme residue relative ai mutui che sono stati a decorrere dall’anno 2020, si provvede:
trasferiti al Ministero dell’economia e delle finanze in at- a) quanto a 0,5 milioni di euro per l’anno 2019 e 2
tuazione dell’articolo 5, commi 1 e 3, del decreto-legge milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2020, median-
30 settembre 2003, n. 269, convertito, con modificazio- te corrispondente riduzione dell’autorizzazione di spesa
ni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326, il cui piano di recata dall’articolo 1, comma 238, della legge 30 dicem-
rimborso è scaduto il 31 dicembre 2018 e che pertanto bre 2004, n. 311. A tal fine, al terzo periodo dell’artico-
risultano a tale data non utilizzate dai soggetti mutuatari, lo 1, comma 238, della legge 30 dicembre 2004, n. 311, le
possono essere erogate anche successivamente alla sca- parole: “e all’importo di euro 9.309.900 annui a decorrere
denza dell’ammortamento dei predetti mutui ai fini della dall’anno 2020” sono sostituite dalle seguenti: “, all’im-
realizzazione degli interventi riguardanti l’opera oggetto porto di 11,5 milioni di euro per l’anno 2019 e all’importo
del mutuo concesso ovvero alla quale sono state destinate di 7.309.900 euro a decorrere dall’anno 2020”;
le somme mutuate a seguito dei diversi utilizzi autorizzati b) quanto a 1,5 milioni di euro per l’anno 2019 e a
dalla Cassa depositi e prestiti Spa, previo nulla osta dei 3 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2020, me-
Ministeri competenti, nel corso del periodo di ammorta- diante corrispondente riduzione del Fondo per interventi
mento. L’erogazione delle suddette somme è effettuata strutturali di politica economica, di cui all’articolo 10,
dalla Cassa depositi e prestiti Spa entro il 31 dicembre comma 5, del decreto-legge 29 novembre 2004, n. 282,
2021, su domanda dei soggetti mutuatari, previo nulla convertito, con modificazioni, dalla legge 27 dicembre
osta dei Ministeri competenti, sulla base dei documenti 2004, n. 307;
giustificativi delle spese connesse alla realizzazione delle c) quanto a 10 milioni di euro per l’anno 2019, me-
predette opere. diante corrispondente utilizzo dell’autorizzazione di spe-
Art. 5-quinquies (Disposizioni urgenti in materia di sa recata dall’articolo 1, comma 95, della legge 30 dicem-
infrastrutture). — 1. In considerazione della straordina- bre 2018, n. 145, da imputare sulla quota parte del fondo
ria necessità ed urgenza di assicurare la celere cantie- attribuita al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.
rizzazione delle opere pubbliche, è istituita, a decorrere Art. 5-sexies (Disposizioni urgenti per gli edifici con-
dal 1° settembre 2019, la società per azioni denomina- dominiali degradati o ubicati in aree degradate). —
ta “Italia Infrastrutture Spa”, con capitale sociale pari a 1. Negli edifici condominiali dichiarati degradati dal co-
10 milioni di euro interamente detenuto dal Ministero mune nel cui territorio sono ubicati gli edifici medesimi,
dell’economia e delle finanze, su cui il Ministero delle quando ricorrono le condizioni di cui all’articolo 1105,
infrastrutture e dei trasporti esercita il controllo di cui quarto comma, del codice civile, la nomina di un ammini-
all’articolo 16 del testo unico di cui al decreto legislativo stratore giudiziario può essere richiesta anche dal sindaco
19 agosto 2016, n. 175. La società, previa stipula di una del comune ove l’immobile è ubicato. L’amministratore
o più convenzioni con le strutture interessate del Mini- giudiziario assume le decisioni indifferibili e necessarie
stero delle infrastrutture e dei trasporti, ha per oggetto il in funzione sostitutiva dell’assemblea.
supporto tecnico-amministrativo alle direzioni generali in
materia di programmi di spesa che prevedano il trasferi- 2. Le dichiarazioni di degrado degli edifici condomi-
mento di fondi a regioni ed enti locali e che siano sottopo- niali di cui al comma 1 sono effettuate dal sindaco del
sti alle Conferenze di cui al decreto legislativo 28 agosto comune con ordinanza ai sensi dell’articolo 50, com-
1997, n. 281. Le risorse destinate alle convenzioni di cui ma 5, del testo unico delle leggi sull’ordinamento degli
al presente comma sono erogate alla società su un con- enti locali, di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000,
to di tesoreria intestato alla medesima società, apposita- n. 267, nel quadro della disciplina in materia di sicurez-
mente istituito, con le modalità previste dalle medesime za delle città di cui al decreto-legge 20 febbraio 2017,
convenzioni. Con decreto del Presidente del Consiglio n. 14, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 apri-
dei ministri, su proposta del Ministro delle infrastrutture le 2017, n. 48.
e dei trasporti, di concerto con il Ministro dell’economia 3. Dall’attuazione del presente articolo non devono
e delle finanze, è adottato lo statuto della società. Il Mini- derivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza
stro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il pubblica.

— 17 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

Art. 5-septies (Sistemi di videosorveglianza a tutela dei per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’im-
minori e degli anziani). — 1. Al fine di assicurare la più presa - Invitalia Spa, mediante la sottoscrizione di appo-
ampia tutela a favore dei minori nei servizi educativi per sita convenzione, con oneri a carico delle risorse di cui
l’infanzia e nelle scuole dell’infanzia statali e paritarie, all’articolo 8».
nello stato di previsione del Ministero dell’interno è isti- All’articolo 8:
tuito un fondo con una dotazione di 5 milioni di euro per
l’anno 2019 e 15 milioni di euro per ciascuno degli anni al comma 3, le parole: «Comuni di cui all’artico-
dal 2020 al 2024, finalizzato all’erogazione a favore di lo 1» sono sostituite dalle seguenti: «comuni di cui all’al-
ciascun comune delle risorse finanziarie occorrenti per legato 1».
l’installazione di sistemi di videosorveglianza a circuito All’articolo 10:
chiuso presso ogni aula di ciascuna scuola nonché per al comma 2, lettera a), dopo le parole: «nel supple-
l’acquisto delle apparecchiature finalizzate alla conserva- mento ordinario» sono inserite le seguenti: «n. 123»;
zione delle immagini per un periodo temporale adeguato.
al comma 3, dopo le parole: «dal giudice penale»
2. Al fine di assicurare la più ampia tutela a favore delle sono inserite le seguenti: «o dall’autorità amministrati-
persone ospitate nelle strutture socio-sanitarie e socio-as- va», le parole: «dall’articolo 24 del decreto legislativo
sistenziali per anziani e persone con disabilità, a carattere 22 gennaio 2004, n. 42» sono sostituite dalle seguenti:
residenziale, semiresidenziale o diurno, nello stato di pre- «dall’articolo 181 del codice di cui al decreto legislativo
visione del Ministero della salute è istituito un fondo con 22 gennaio 2004, n. 42» e sono aggiunte, in fine, le seguen-
una dotazione di 5 milioni di euro per l’anno 2019 e 15 ti parole: «o dell’autorità amministrativa competente».
milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2020 al 2024,
finalizzato all’installazione di sistemi di videosorveglian- All’articolo 11:
za a circuito chiuso presso ogni struttura di cui al presente al comma 1, lettera a), le parole da: «decreto del
comma nonché per l’acquisto delle apparecchiature fina- Ministero» fino alla fine della lettera sono sostituite dalle
lizzate alla conservazione delle immagini per un periodo seguenti: «decreto del Ministro delle infrastrutture e dei
temporale adeguato. trasporti n. 477 del 27 dicembre 2016».
3. Con apposito provvedimento normativo, nei limiti All’articolo 12, comma 1:
delle risorse di cui ai commi 1 e 2, che costituiscono il alla lettera b) sono aggiunte, in fine, le seguenti pa-
relativo limite di spesa, si provvede a dare attuazione agli role: «sulla base del prezzario regionale in vigore»;
interventi ivi previsti.
alla lettera c) sono aggiunte, in fine, le seguenti pa-
4. All’onere derivante dal presente articolo, pari a 10 role: «, nonché, per gli interventi sugli edifici di interesse
milioni di euro per l’anno 2019 e a 30 milioni di euro per storico-artistico, la documentazione attestante il possesso
ciascuno degli anni dal 2020 al 2024, si provvede, quan- di competenze tecniche commisurate alla tipologia di im-
to a 5 milioni di euro per l’anno 2019 e a 15 milioni di mobile e alla tipologia di intervento».
euro per ciascuno degli anni dal 2020 al 2024, mediante
corrispondente utilizzo dell’autorizzazione di spesa di cui All’articolo 13:
all’articolo 1, comma 95, della legge 30 dicembre 2018, al comma 2, lettere a) e c), le parole: «in contabilità
n. 145, relativa alla quota del Ministero dell’istruzione, speciale» sono sostituite dalle seguenti: «nelle contabilità
dell’università e della ricerca e, quanto a 5 milioni di euro speciali»;
per l’anno 2019 e a 15 milioni di euro per ciascuno degli al comma 3, terzo periodo, le parole: «si applicano»
anni dal 2020 al 2024, mediante corrispondente utilizzo sono sostituite dalle seguenti: «possono applicarsi»;
delle risorse di cui all’articolo 20 della legge 11 marzo
1988, n. 67». dopo il comma 5 è inserito il seguente:
All’articolo 6: «5-bis. Al fine di dare attuazione alla programmazione
degli interventi di cui al comma 1, i Commissari posso-
al comma 3, dopo le parole: «attraverso specifici no provvedere direttamente agli interventi inseriti nella
piani» sono inserite le seguenti: «di riparazione e di rico- programmazione e già oggetto di finanziamento per i
struzione degli immobili privati e pubblici e». quali l’ente proprietario non abbia manifestato la dispo-
All’articolo 7: nibilità a svolgere le funzioni di soggetto attuatore di cui
al comma 1: all’articolo 14»;
alla lettera h) sono aggiunte, in fine, le seguen- al comma 8, dopo le parole: «congruità economica
ti parole: «, ivi compresi gli interventi a sostegno delle degli stessi» sono inserite le seguenti: «e acquisiti i ne-
imprese che hanno sede nei territori interessati nonché il cessari pareri e nulla osta da parte degli organi competen-
recupero del tessuto socio-economico nelle aree colpite ti, anche mediante apposita conferenza di servizi ai sen-
dagli eventi sismici»; si degli articoli 14 e seguenti della legge 7 agosto 1990,
alla lettera i), dopo le parole: «a dotare i comuni di n. 241»;
cui all’allegato 2» sono inserite le seguenti: «, per i quali dopo il comma 8 è inserito il seguente:
non siano già stati emanati provvedimenti di concessione «8-bis. Con apposito atto da emanare ai sensi dell’arti-
di contributi per l’adozione dei medesimi strumenti,»; colo 7, comma 2, sono indicate le modalità di attuazione
dopo il comma 2 è aggiunto il seguente: del comma 6, nonché di acquisizione dei pareri e nulla
«2-bis. Per le attività di cui al comma 1, i Commis- osta da parte degli organi competenti, mediante apposita
sari possono avvalersi altresì dell’Agenzia nazionale conferenza di servizi».

— 18 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

All’articolo 14: autorizzata l’assunzione, nei limiti delle risorse finanzia-


dopo il comma 1 è aggiunto il seguente: rie corrispondenti alle assunzioni autorizzate con il prov-
vedimento di cui al presente comma.
«1-bis. Nell’ambito dei programmi d’intervento pre-
visti all’articolo 13, i Commissari straordinari possono 4. Le assunzioni sono effettuate con facoltà di attingere
autorizzare, nei limiti delle risorse disponibili, i soggetti dalle graduatorie vigenti, formate anche per assunzioni
attuatori di cui al comma 1 ad avvalersi dell’Agenzia na- a tempo indeterminato, per profili professionali com-
zionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo patibili con le esigenze. È data facoltà di attingere alle
d’impresa-Invitalia Spa, anche in qualità di centrale di graduatorie vigenti di altre amministrazioni, disponibili
committenza, secondo le modalità di cui all’articolo 7. I nel sito del Dipartimento della funzione pubblica della
Commissari straordinari possono inoltre rendere dispo- Presidenza del Consiglio dei ministri. Qualora nelle gra-
nibile ai soggetti attuatori di cui al comma l il supporto duatorie suddette non risulti individuabile personale del
dell’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti profilo professionale richiesto, il comune può procede-
e lo sviluppo d’impresa - Invitalia Spa in qualità di cen- re all’assunzione previa selezione pubblica, anche per
trale di committenza con oneri a carico delle risorse di cui soli titoli, sulla base di criteri di pubblicità, trasparenza
all’articolo 8». e imparzialità.
Dopo l’articolo 14 è inserito il seguente: 5. Nelle more dell’espletamento delle procedure pre-
«Art. 14-bis (Disposizioni concernenti il personale dei viste dal comma 4 e limitatamente allo svolgimento di
comuni). — 1. Tenuto conto degli eventi sismici di cui alla compiti di natura tecnico-amministrativa strettamente
delibera del Consiglio dei ministri del 28 dicembre 2018 connessi ai servizi sociali, all’attività di progettazione,
e del conseguente numero di procedimenti facenti cari- all’attività di affidamento dei lavori, dei servizi e delle
co ai comuni della città metropolitana di Catania indicati forniture, all’attività di direzione dei lavori e di controllo
nell’allegato 1, gli stessi possono assumere con contratti sull’esecuzione degli appalti, nell’ambito delle risorse a
di lavoro a tempo determinato, in deroga all’articolo 259, tal fine previste, i comuni di cui all’allegato 1, in deroga
comma 6, del testo unico delle leggi sull’ordinamento de- ai vincoli di contenimento della spesa di personale di cui
gli enti locali, di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, all’articolo 9, comma 28, del decreto-legge 31 maggio
n. 267, e ai vincoli di contenimento della spesa di perso- 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge
nale di cui all’articolo 9, comma 28, del decreto-legge 30 luglio 2010, n. 122, e di cui all’articolo 1, commi 557
31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, e 562, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, possono sot-
dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, e di cui all’articolo 1, toscrivere contratti di lavoro autonomo di collaborazione
commi 557 e 562, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, coordinata e continuativa, ai sensi e per gli effetti dell’ar-
nel limite di spesa di euro 830.000 per l’anno 2019 e di ticolo 7, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001,
euro 1.660.000 per l’anno 2020, ulteriori unità di perso- n. 165, con durata non superiore al 31 dicembre 2019. I
nale con professionalità di tipo tecnico o amministrativo- contratti di collaborazione coordinata e continuativa di
contabile, in particolare fino a 40 unità complessive per cui al precedente periodo possono essere rinnovati, anche
ciascuno degli anni 2019 e 2020. Ai relativi oneri si fa in deroga alla normativa vigente, per una sola volta e per
fronte, nel limite di euro 830.000 per l’anno 2019 e di una durata non superiore al 31 dicembre 2020, limitata-
euro 1.660.000 per l’anno 2020, con le risorse disponibili mente alle unità di personale che non sia stato possibile
nella contabilità speciale intestata al Commissario straor- reclutare secondo le procedure di cui al comma 4. La du-
dinario per la ricostruzione nei territori dei comuni della rata dei contratti di lavoro autonomo e di collaborazione
città metropolitana di Catania, di cui all’articolo 8. coordinata e continuativa non può andare oltre, anche in
2. Nei limiti delle risorse finanziarie previste dal com- caso di rinnovo, l’immissione in servizio del personale
ma 1 e delle unità di personale assegnate con i provvedi- reclutato secondo le procedure previste dal comma 4.
menti di cui al comma 3, i comuni della città metropo- 6. I contratti previsti dal comma 5 possono essere sti-
litana di Catania, con efficacia limitata agli anni 2019 e pulati, previa valutazione dei titoli ed apprezzamento del-
2020, possono incrementare la durata della prestazione la sussistenza di un’adeguata esperienza professionale,
lavorativa dei rapporti di lavoro a tempo parziale già in esclusivamente con esperti di particolare e comprovata
essere con professionalità di tipo tecnico o amministra- specializzazione anche universitaria di tipo amministrati-
tivo, in deroga ai vincoli di contenimento della spesa di vo-contabile e con esperti iscritti agli ordini e collegi pro-
personale di cui all’articolo 9, comma 28, del decreto-leg- fessionali ovvero abilitati all’esercizio della professione
ge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, relativamente a competenze di tipo tecnico nell’ambito
dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, e di cui all’articolo 1, dell’edilizia o delle opere pubbliche. Ai fini della deter-
commi 557 e 562, della legge 27 dicembre 2006, n. 296. minazione del compenso dovuto agli esperti, che, in ogni
3. Con provvedimento del Commissario straordinario caso, non può essere superiore alle voci di natura fissa
sono determinati i profili professionali e il numero mas- e continuativa del trattamento economico previsto per il
simo delle unità di personale che ciascun comune è au- personale dipendente appartenente alla categoria D dalla
torizzato ad assumere per le esigenze di cui al comma 1, contrattazione collettiva nazionale del comparto Funzioni
anche stipulando contratti a tempo parziale. Il provvedi- locali, si applicano le previsioni dell’articolo 2, comma 1,
mento è adottato sulla base delle richieste che i comuni del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con
avanzano al Commissario medesimo. Ciascun comune modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248, relativa-
può stipulare contratti a tempo parziale per un numero di mente alla non obbligatorietà delle vigenti tariffe profes-
unità di personale anche superiore a quello di cui viene sionali fisse o minime.

— 19 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

7. Le assegnazioni delle risorse finanziarie, necessarie del 2016. Fatta eccezione per particolari e comprovate ra-
per la sottoscrizione dei contratti previsti dal comma 6, gioni connesse alla specifica tipologia e alla dimensione
sono effettuate con provvedimento del Commissario stra- dell’intervento, le stazioni appaltanti affidano la redazio-
ordinario, assicurando la possibilità per ciascun comune ne della progettazione al livello esecutivo».
interessato di stipulare contratti di lavoro autonomo di All’articolo 18:
collaborazione coordinata e continuativa». dopo il comma 4 è inserito il seguente:
All’articolo 16: «4-bis. In caso di assenza o di impedimento tempora-
dopo il comma 3 è aggiunto il seguente: neo, le funzioni del Commissario sono esercitate dal di-
«3-bis. Nel quadro delle misure dirette a rendere più rigente in servizio presso la struttura di cui al comma 2
incisiva l’azione della Polizia di Stato nelle attività di che provvede esclusivamente al compimento degli atti di
contrasto delle infiltrazioni della criminalità organizzata ordinaria amministrazione. Per lo svolgimento delle fun-
nelle procedure di affidamento ed esecuzione dei contratti zioni espletate quale sostituto del Commissario, al diri-
pubblici e privati di cui al comma 1, dopo l’articolo 68 gente non spetta alcun compenso»;
del decreto legislativo 5 ottobre 2000, n. 334, è inserito il comma 5 è sostituito dal seguente:
il seguente: «5. La struttura commissariale cessa alla data di sca-
“Art. 68-bis (Disposizioni transitorie per il conferi- denza della gestione straordinaria, di cui all’articolo 6,
mento dei posti di funzione di livello dirigenziale). — 1. comma 2»;
Per l’anno 2019 le promozioni previste dagli articoli 6, al comma 6, le parole: «della provincia di Catania»
7, 9, 34, 36, 49 e 51 si conseguono, nel limite dei posti sono sostituite dalle seguenti: «della città metropolitana
disponibili al 30 giugno e al 31 dicembre del medesimo di Catania»;
anno, mediante scrutinio per merito comparativo al qua-
le è ammesso il personale che possieda l’anzianità di ef- dopo il comma 6 sono aggiunti i seguenti:
fettivo servizio nella qualifica prevista dalla legislazione «6-bis. Alle spese di funzionamento delle strutture
vigente, maturata rispettivamente entro le predette date commissariali, diverse da quelle indicate nei commi pre-
del 30 giugno e del 31 dicembre. Le citate promozioni cedenti, si provvede, nel limite massimo di euro 45.000
hanno effetto, rispettivamente, dal 1° luglio e dal 1° gen- per l’anno 2019, euro 90.000 per l’anno 2020 ed euro
naio successivi. I posti disponibili al 30 giugno 2019 sono 90.000 per l’anno 2021:
individuati con decreto del capo della polizia – direttore a) quanto a euro 30.000 per l’anno 2019 e a euro
generale della pubblica sicurezza in relazione alle vacan- 60.000 per ciascuno degli anni 2020 e 2021 per il Com-
ze di organico alla medesima data. missario straordinario per la ricostruzione della città me-
2. Alle promozioni aventi decorrenza dal 1° luglio tropolitana di Catania;
2019 si applicano i medesimi criteri di valutazione dei b) quanto a euro 15.000 per l’anno 2019 e a euro
titoli di cui all’articolo 62 del decreto del Presidente della 30.000 per ciascuno degli anni 2020 e 2021 per il Com-
Repubblica 24 aprile 1982, n. 335, applicati agli scrutini missario straordinario per la ricostruzione della provincia
aventi decorrenza dal 1° gennaio 2019. Al relativo onere, di Campobasso.
nel limite massimo di 500.000 euro per l’anno 2019, si 6-ter. Agli oneri derivanti dall’attuazione del com-
provvede mediante corrispondente riduzione dello stan- ma 6-bis si provvede a valere sulle risorse presenti sulle
ziamento del fondo speciale di parte corrente iscritto, contabilità speciali di cui all’articolo 8».
ai fini del bilancio triennale 2019-2021, nell’ambito del All’articolo 19:
programma ‘Fondi di riserva e speciali’ della missione
‘Fondi da ripartire’ dello stato di previsione del Ministero al comma 1, primo periodo, le parole: «ricadenti nel-
dell’economia e delle finanze per l’anno 2019, allo sco- la città metropolitana di Catania,» sono soppresse, dopo
po parzialmente utilizzando l’accantonamento relativo al le parole: «per l’anno 2020,» sono inserite le seguenti:
Ministero dell’interno”». «ripartiti, quanto a euro 1.700.000 per l’anno 2019 ed
euro 1.700.000 per l’anno 2020, per il Commissario stra-
All’articolo 17: ordinario per la ricostruzione della città metropolitana di
al comma 1, le parole: «non abbiano commesso Catania e, quanto a euro 300.000 per l’anno 2019 ed euro
violazioni in materia contributiva e previdenziale» sono 300.000 per l’anno 2020, per il Commissario straordina-
sostituite dalle seguenti: «non si trovino in condizioni»; rio per la ricostruzione della provincia di Campobasso,» e
il comma 5 è sostituito dal seguente: la parola: «annuo» è soppressa.
«5. L’affidamento degli incarichi di progettazione Nel capo II, dopo l’articolo 20 è aggiunto il seguente:
e dei servizi di architettura e ingegneria ed altri servizi «Art. 20-bis (Disposizioni in materia di bilanci). — 1. I
tecnici e per l’elaborazione degli atti di pianificazione comuni di cui all’allegato 1 approvano il conto economico
e programmazione urbanistica in conformità agli indi- e lo stato patrimoniale previsti dall’articolo 227 del testo
rizzi definiti dal Commissario per importi fino a 40.000 unico di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267,
euro avviene mediante affidamento diretto, per importi relativi all’esercizio 2018, entro il 31 luglio 2019 e li tra-
superiori a 40.000 euro e inferiori a quelli di cui all’arti- smettono alla Banca dati delle amministrazioni pubbliche
colo 35 del codice di cui al decreto legislativo 18 aprile entro trenta giorni dall’approvazione. Il mancato rispetto
2016, n. 50, avviene mediante procedure negoziate previa di tali termini comporta l’applicazione della procedura di
consultazione di almeno dieci soggetti di cui all’artico- cui all’articolo 141, comma 2, del medesimo testo unico
lo 46, comma 1, del medesimo decreto legislativo n. 50 di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, con

— 20 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

il termine ordinario di venti giorni ivi previsto, nonché 0b) dopo il comma 1-bis è inserito il seguente:
delle disposizioni dell’articolo 9, comma 1-quinquies, “1-ter. Sulla base delle specifiche e riscontrate esigen-
del decreto-legge 24 giugno 2016, n. 113, convertito, con ze connesse all’espletamento dei compiti demandati per
modificazioni, dalla legge 7 agosto 2016, n. 160». la riparazione e ricostruzione degli immobili danneggia-
All’articolo 21: ti dall’evento sismico e dell’andamento delle richieste di
al comma 1: contributo, ferma restando la deroga di cui al comma 1-bis,
il Commissario straordinario può autorizzare con proprio
alla lettera a), le parole: «Per l’anno 2019 è as- provvedimento gli Uffici speciali per la ricostruzione e
segnato un contributo straordinario dell’importo di 10 i comuni a stipulare, nei limiti previsti dall’articolo 36,
milioni di euro» sono sostituite dalle seguenti: «Per gli comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165,
anni 2019 e 2020 è assegnato un contributo straordinario dall’articolo 19 del decreto legislativo 15 giugno 2015,
dell’importo di 10 milioni di euro annui»; n. 81, e dall’articolo 1, comma 3, del decreto-legge 12 lu-
la lettera b) è sostituita dalla seguente: glio 2018, n. 87, convertito, con modificazioni, dalla legge
9 agosto 2018, n. 96, ulteriori contratti di lavoro a tem-
«b) al comma 2 è aggiunto, in fine, il seguente pe- po determinato per gli anni 2019 e 2020, con le modalità
riodo: “Per l’anno 2019 è destinato altresì un contributo previste al comma 1 e al comma 2 del presente articolo,
di 500.000 euro per le spese derivanti dall’attuazione di fino a 200 unità complessive di personale di tipo tecnico
quanto previsto dall’articolo 2-bis, comma 32, del de- o amministrativo-contabile da impiegare esclusivamente
creto-legge 16 ottobre 2017, n. 148, convertito, con mo- nei servizi necessari alla ricostruzione, nel limite di spesa
dificazioni, dalla legge 4 dicembre 2017, n. 172, e per di 4,150 milioni di euro per l’anno 2019 e 8,300 milio-
l’espletamento delle pratiche relative ai comuni fuori del ni di euro per l’anno 2020. Ai relativi oneri si fa fronte
cratere, trasferito all’Ufficio speciale per la ricostruzione mediante corrispondente utilizzo del fondo derivante dal
dei comuni del cratere di cui all’articolo 67-ter, commi 2 riaccertamento dei residui passivi ai sensi dell’articolo 49,
e 3, del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, comma 2, lettera a), del decreto-legge 24 aprile 2014,
con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134.”»; n. 66, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 giugno
al comma 2, dopo la parola: «2019» sono inserite le 2014, n. 89, iscritto nello stato di previsione del Ministero
seguenti: «e a 10 milioni di euro per l’anno 2020»; dell’economia e delle finanze. Con ordinanze commissa-
dopo il comma 2 è aggiunto il seguente: riali si provvede alla ripartizione del personale autorizzato
fra gli enti destinatari e alla definizione dei tempi, modali-
«2-bis. All’articolo 1-septies, comma 1, del decreto- tà e criteri per la regolamentazione del presente comma”»;
legge 29 maggio 2018, n. 55, convertito, con modifica-
zioni, dalla legge 24 luglio 2018, n. 89, le parole: “entro la lettera a) è sostituita dalla seguente:
quattrocentottanta giorni dalla comunicazione di avvio «a) al comma 2, primo periodo, dopo le parole: “per
del procedimento di recupero ai sensi del decreto del le esigenze di cui al comma 1” sono aggiunte le seguen-
Presidente del Consiglio dei ministri 14 novembre 2017, ti: “, anche stipulando contratti a tempo parziale previa
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 57 del 9 marzo dichiarazione, qualora si tratti di professionisti, e fermo
2018” sono sostituite dalle seguenti: “entro il 31 dicem- restando quanto previsto dall’articolo 53 del decreto legi-
bre 2019”». slativo 30 marzo 2001, n. 165, di non iscrizione o avve-
nuta sospensione dall’elenco speciale dei professionisti,
All’articolo 22: di cui all’articolo 34 del presente decreto”»;
al comma 1 è premesso il seguente: il comma 4 è sostituito dal seguente:
«01. All’articolo 48, comma 7, del decreto-legge 17 ot- «4. Al comma 990 dell’articolo 1 della legge 30 dicem-
tobre 2016, n. 189, convertito, con modificazioni, dalla bre 2018, n. 145, al primo periodo, le parole: “e di con-
legge 15 dicembre 2016, n. 229, le parole: “31 dicem- sentire la progressiva cessazione delle funzioni commis-
bre 2018” sono sostituite dalle seguenti: “31 dicembre sariali, con riassunzione delle medesime da parte degli
2019”»; enti ordinariamente competenti” sono soppresse»;
al comma 1, lettera c), dopo le parole: «e dai vice dopo il comma 4 è aggiunto il seguente:
commissari» è aggiunto il seguente periodo: «. Al Com- «4-bis. Al comma 5, terzo periodo, dell’articolo 67-ter
missario straordinario e agli esperti di cui al comma 6 del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con
sono riconosciute, ai sensi della vigente disciplina in ma- modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134, le parole: “
teria e comunque nel limite complessivo di euro 80.000 al personale in servizio al 30 settembre 2018” sono sostitui-
per l’anno 2019 e di euro 80.000 per l’anno 2020, le spe- te dalle seguenti: “al personale assegnato a ciascun comune
se di viaggio, vitto e alloggio connesse all’espletamen- nell’ambito del contingente di cui al presente comma”».
to delle attività demandate, nell’ambito delle risorse già
previste per spese di missione, a valere sulla contabilità Dopo l’articolo 22 è inserito il seguente:
speciale di cui all’articolo 4, comma 3»; «Art. 22-bis (Estensione dei benefici della zona franca
urbana ai professionisti). — 1. All’articolo 46 del decre-
al comma 2: to-legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito, con modifica-
alla lettera a) sono premesse le seguenti: zioni, dalla legge 21 giugno 2017, n. 96, sono apportate le
«0a) al comma 1, primo periodo, le parole: “, fino seguenti modificazioni:
a settecento unità per ciascuno degli anni 2017 e 2018” a) al comma 2, dopo le parole: “Le imprese” sono
sono soppresse; inserite le seguenti: “e i professionisti”;

— 21 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

b) al comma 3, dopo le parole: “alle imprese” sono stesso comune con qualsiasi destinazione urbanistica o su
inserite le seguenti: “e ai professionisti”; terreno anche non di proprietà o su altro terreno su cui si
c) al comma 4 è aggiunto, in fine, il seguente perio- vanti un diritto reale di godimento, previa acquisizione
do: “Per i professionisti le esenzioni sono concesse per il della dichiarazione di disponibilità da parte della proprie-
2019 e il 2020.”; tà senza corresponsione di alcun tipo di indennità o rim-
d) al comma 5, dopo le parole: “alle imprese” sono borso da parte della pubblica amministrazione, dichiarato
inserite le seguenti: “e ai professionisti”; idoneo per tale finalità da apposito atto comunale, o sulle
aree di cui all’articolo 4-ter del presente decreto. Entro
e) al comma 6, le parole: “dalle imprese beneficia- novanta giorni dall’emanazione dell’ordinanza di agibi-
rie” sono sostituite dalle seguenti: “dalle imprese e dai lità dell’immobile distrutto o danneggiato, i soggetti di
professionisti beneficiari”». cui al primo periodo provvedono, con oneri a loro carico,
All’articolo 23: alla demolizione o rimozione delle strutture temporanee
al comma 1: e amovibili di cui al presente articolo e al ripristino dello
alla lettera a), il capoverso 2-bis è sostituito dal stato dei luoghi.
seguente: 2. Dall’attuazione del comma 1 non devono derivare
«2-bis. L’affidamento degli incarichi di progettazione nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica”;
e dei servizi di architettura e ingegneria ed altri servizi b-ter) all’articolo 6, dopo il comma 2 è inserito il
tecnici e per l’elaborazione degli atti di pianificazione seguente:
e programmazione urbanistica in conformità agli indi- “2-bis. Ai fini dell’accesso ai contributi di cui al com-
rizzi definiti dal Commissario straordinario per importi ma 1, per gli immobili di interesse culturale ai sensi del
fino a 40.000 euro avviene mediante affidamento diretto, codice di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004,
per importi superiori a 40.000 euro e inferiori a quelli di n. 42, gli esiti ʽagibile con provvedimenti’, ʽparzialmente
cui all’articolo 35 del codice di cui al decreto legislativo agibile’ e ʽinagibile’ delle schede A-DC e B-DP di cui al
18 aprile 2016, n. 50, avviene mediante procedure ne- decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 23 feb-
goziate previa consultazione di almeno dieci soggetti di braio 2006, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 55 del
cui all’articolo 46, comma 1, del medesimo decreto legi- 7 marzo 2006, sono equiparati, rispettivamente, agli esi-
slativo n. 50 del 2016, iscritti nell’elenco speciale di cui ti ʽB’, ʽC’ ed ʽE’ delle schede AeDES di cui al decreto
all’articolo 34 del presente decreto. Fatta eccezione per del Presidente del Consiglio dei ministri 5 maggio 2011,
particolari e comprovate ragioni connesse alla specifica pubblicato nel supplemento ordinario n. 123 alla Gazzetta
tipologia e alla dimensione dell’intervento, le stazioni Ufficiale n. 113 del 17 maggio 2011”»;
appaltanti, secondo quanto previsto dal comma 4 dell’ar- dopo la lettera d) è inserita la seguente:
ticolo 23 del citato decreto legislativo n. 50 del 2016, affi- «d-bis) all’articolo 14, comma 3-bis.1:
dano la redazione della progettazione al livello esecutivo.
Agli oneri derivanti dall’affidamento degli incarichi di 1) dopo il primo periodo è inserito il seguen-
progettazione e di quelli previsti dall’articolo 23, com- te: “Gli interventi di cui all’allegato 1 all’ordinanza del
ma 11, del decreto legislativo n. 50 del 2016 si provvede Commissario straordinario n. 63 del 6 settembre 2018 e
con le risorse di cui all’articolo 4, comma 3, del presente quelli relativi alle chiese di proprietà del Fondo edifici di
decreto»; culto si considerano in ogni caso di importanza essenziale
ai fini della ricostruzione.”;
alla lettera b), capoverso 4-bis, dopo le parole:
«“B” o “C”» sono inserite le seguenti: «o “E” limitata- 2) all’ultimo periodo, le parole: “al preceden-
mente a livello operativo “L4”» ed è aggiunto, in fine, te periodo” sono sostituite dalle seguenti: “ai precedenti
il seguente periodo: «Con ordinanza commissariale sono periodi”»;
definiti le modalità e i criteri per la regolamentazione di dopo la lettera e) sono aggiunte le seguenti:
quanto disposto dal presente comma.»; «e-bis) all’articolo 34, il comma 7 è sostituito dal
dopo la lettera b) sono inserite le seguenti: seguente:
«b-bis) nel titolo I, capo I-bis, dopo l’articolo 4-ter è “7. Per gli interventi di ricostruzione privata diversi da
aggiunto il seguente: quelli previsti dall’articolo 8, con provvedimenti adottati
“Art. 4-quater (Strutture abitative temporanee ed amo- ai sensi dell’articolo 2, comma 2, sono stabiliti i criteri
vibili). — 1. Al fine di scongiurare fenomeni di abbando- finalizzati ad evitare concentrazioni di incarichi contem-
no del territorio, nei comuni di cui agli allegati 1 e 2 che poranei che non trovano giustificazione in ragioni di or-
presentano una percentuale superiore al 50 per cento di ganizzazione tecnico-professionale”;
edifici dichiarati inagibili con esito ‘E’ ai sensi del de- e-ter) all’articolo 48:
creto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 maggio a) al comma 11, il secondo periodo è sostituito dal
2011, pubblicato nel supplemento ordinario n. 123 alla seguente: “I soggetti diversi da quelli indicati dall’arti-
Gazzetta Ufficiale n. 113 del 17 maggio 2011, rispetto colo 11, comma 3, del decreto-legge 9 febbraio 2017,
agli edifici esistenti alla data dell’evento sismico, ai pro- n. 8, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 aprile
prietari di immobili distrutti o gravemente danneggiati 2017, n. 45, versano le somme oggetto di sospensione
dagli eventi sismici è consentita, previa autorizzazione previste dal decreto ministeriale 1° settembre 2016 e dai
comunale, l’installazione di strutture temporanee e amo- commi 1-bis, 10 e l0-bis, senza applicazione di sanzioni
vibili, sul terreno ove si trovano i medesimi immobili o e interessi, entro il 15 ottobre 2019, ovvero, mediante ra-
su altro terreno di proprietà ubicato nel territorio dello teizzazione fino a un massimo di 120 rate mensili di pari

— 22 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

importo, con il versamento dell’importo corrispondente d) al comma 2, le parole: “ed euro 4,5 milioni nell’an-
al valore delle prime cinque rate entro il 15 ottobre 2019; no 2019” sono sostituite dalle seguenti: “, euro 6 milioni
su richiesta del lavoratore dipendente subordinato o assi- nell’anno 2019 ed euro 2,25 milioni nell’anno 2020”;
milato, la ritenuta può essere operata anche dal sostituto e) al comma 5, dopo la lettera b-ter) è aggiunta la
d’imposta.”; seguente:
b) al comma 13, il terzo periodo è sostituito dal “b-quater) quanto a euro 1,5 milioni nel 2019 ed
seguente: “Gli adempimenti e i pagamenti dei contributi euro 2,25 milioni nel 2020, mediante corrispondente ri-
previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicura- duzione dello stanziamento del fondo speciale di parte
zione obbligatoria, sospesi ai sensi del presente articolo, corrente iscritto, ai fini del bilancio triennale 2019-2021,
sono effettuati entro il 15 ottobre 2019, anche mediante nell’ambito del programma ʽFondi di riserva e speciali’
rateizzazione fino a un massimo di 120 rate mensili di pari della missione ʽFondi da ripartire’ dello stato di previsio-
importo, con il versamento dell’importo corrispondente ne del Ministero dell’economia e delle finanze per l’anno
al valore delle prime cinque rate entro il 15 ottobre 2019, 2019, allo scopo parzialmente utilizzando l’accantona-
senza applicazione di sanzioni e interessi; su richiesta del mento relativo al Ministero dell’istruzione, dell’univer-
lavoratore dipendente subordinato o assimilato, la ritenu- sità e della ricerca”».
ta può essere operata anche dal sostituto d’imposta.”»; All’articolo 24:
è aggiunto, in fine, il seguente comma: al primo capoverso è premessa la seguente numera-
zione: «1.».
«1-bis. Per i comuni con popolazione superiore a All’articolo 25:
30.000 abitanti, colpiti dal sisma del 24 agosto 2016 ed
inclusi nell’elenco di cui al comma 13-bis dell’artico- al comma 1, lettera b), dopo le parole: «sentita la
lo 48 e all’allegato 1 del decreto-legge 17 ottobre 2016, Conferenza Stato-città ed autonomie locali”» sono inseri-
n. 189, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 di- te le seguenti: «, le parole: “, d’intesa con la Conferenza
cembre 2016, n. 229, al solo fine di procedere ad inter- Stato-città e autonomie locali,” sono soppresse»;
venti urgenti di manutenzione straordinaria o di messa al comma 2, dopo le parole: «comma 1» sono inse-
in sicurezza su strade ed infrastrutture comunali, che ab- rite le seguenti: «, pari a 5 milioni di euro per ciascuno
biano approvato il bilancio dell’anno 2018 alla data di degli anni 2019 e 2020, in termini di solo saldo netto da
entrata in vigore della legge di conversione del presente finanziare,».
decreto, onde attenuare gli effetti delle disposizioni di All’articolo 26:
cui al comma 897 dell’articolo 1 della legge 30 dicem- al comma 1, la lettera b) è sostituita dalla seguente:
bre 2018, n. 145, è assegnato un contributo di euro 5
milioni. All’onere derivante dal presente comma, pari a «b) all’articolo 28:
5 milioni di euro per l’anno 2019, si provvede mediante 1) al comma 1, alinea, le parole da: “Al fine di”
corrispondente riduzione dello stanziamento del fondo fino a: “citato articolo 25,” sono sostituite dalle seguenti:
speciale di conto capitale iscritto, ai fini del bilancio “Con delibera del Consiglio dei ministri”;
triennale 2019-2021, nell’ambito del programma “Fondi 2) al comma 1, lettera c), le parole: “delocaliz-
di riserva e speciali” della missione “Fondi da ripartire” zazione temporanea in altra località del territorio nazio-
dello stato di previsione del Ministero dell’economia e nale” sono sostituite dalle seguenti: “delocalizzazione,
delle finanze per l’anno 2019, allo scopo parzialmen- ove possibile temporanea, in altra località del territorio
te utilizzando l’accantonamento relativo al medesimo regionale”;
Ministero». 3) il comma 2 è abrogato»;
Dopo l’articolo 23 è inserito il seguente: al comma 2, le parole: «legge 16 novembre 2018,
«Art. 23-bis (Disposizioni in materia di continuità dei n. 139» sono sostituite dalle seguenti: «legge 16 novem-
servizi scolastici in seguito agli eventi sismici del Cen- bre 2018, n. 130,»;
tro Italia e dell’Isola di Ischia). — 1. All’articolo 18-bis dopo il comma 2 è aggiunto il seguente:
del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito, «2-bis. Ai fini del ristoro dei danni subiti dalle imprese
con modificazioni, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229, agricole continuano ad applicarsi le disposizioni di cui
sono apportate le seguenti modificazioni: all’articolo 1, commi da 422 a 428-ter, della legge 28 di-
cembre 2015, n. 208».
a) la rubrica è sostituita dalla seguente: “Misure ur-
genti per lo svolgimento degli anni scolastici 2016/2017, Dopo l’articolo 26 è inserito il seguente:
2017/2018, 2018/2019 e 2019/2020”; «Art. 26-bis (Misure per la ricostruzione dei territo-
ri colpiti dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012).
b) al comma 1, alinea, le parole: “e 2018/2019” sono — 1. All’articolo 39, comma 1, alinea, del decreto-legge
sostituite dalle seguenti: “, 2018/2019 e 2019/2020” e 28 settembre 2018, n. 109, convertito, con modificazioni,
dopo le parole: “siti nelle aree colpite dagli eventi sismici dalla legge 16 novembre 2018, n. 130, le parole: “a tal
di cui all’articolo 1” sono inserite le seguenti: “nonché fine attivati e” sono sostituite dalle seguenti: “a tal fine
nei comuni di Casamicciola Terme, Forio e Lacco Ameno attivati o ”.
dell’Isola di Ischia”;
2. Per i comuni delle Regioni Lombardia e Veneto indi-
c) al comma 1, lettera a), le parole: “e 2018/2019” viduati ai sensi dell’articolo 1, comma 1, del decreto-legge
sono sostituite dalle seguenti: “, 2018/2019 e 2019/2020”; 6 giugno 2012, n. 74, convertito, con modificazioni, dalla

— 23 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

legge 1° agosto 2012, n. 122, e dell’articolo 67-septies del All’allegato II:


decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con mo-
dificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134, l’esenzione la denominazione è sostituita dalla seguente: «Al-
dall’applicazione dell’imposta municipale propria previ- legato 2»;
sta dal secondo periodo del comma 3 dell’articolo 8 del la parola: «Guardiafilera» è sostituita dalla seguen-
decreto-legge 6 giugno 2012, n. 74, convertito, con modi- te: «Guardialfiera» e le parole: «Provincia di Catania»
ficazioni, dalla legge 1° agosto 2012, n. 122, è prorogata sono sostituite dalle seguenti: «Città metropolitana di
a decorrere dal 1° gennaio 2019, fino alla definitiva rico- Catania».
struzione e agibilità dei fabbricati interessati e comunque
non oltre il 31 dicembre 2019».
All’articolo 28:
al comma 1: LAVORI PREPARATORI
alla lettera c), capoverso g-bis), le parole: «ai
sensi dell’articolo.» sono sostituite dalle seguenti: «ai
sensi dell’articolo 1 del Codice»; Senato della Repubblica (atto n. 1248):

alla lettera g), capoverso 4-bis, le parole: «sem- Presentato dal Presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe CON-
pre che sono» sono sostituite dalle seguenti: «sempre che TE e dal Ministro delle infrastrutture e dei trasporti (Governo Conte-I)
siano»; il 18 aprile 2019.

al comma 4, la parola: «comportano» è sostituita Assegnato alle commissioni riunite 8ª (lavori pubblici, comunica-
dalle seguenti: «devono comportare»; zioni) e 13ª (territorio, ambiente, beni ambientali), in sede referente, il
19 aprile 2019, con pareri delle commissioni 1ª (affari costituzionali), 2ª
al comma 5, dopo le parole: «un veicolo nuovo della (giustizia), 5ª (bilancio), 6ª (finanze), 7ª (pubblica istruzione), 9ª (agri-
categoria M» sono inserite le seguenti: «e N», le parole: coltura), 10ª (industria), 14ª (Unione europea) e Questioni regionali.
«, dei dispositivi di telefonia mobile» sono soppresse e Esaminato dalle commissioni riunite 8ª (lavori pubblici, comunica-
sono aggiunti, in fine, i seguenti periodi: «Per gli appa- zioni) e 13ª (territorio, ambiente, beni ambientali), in sede referente, il
rati di telefonia mobile e per i veicoli nuovi di categoria 29 e 30 aprile 2019; il 7, 9, 10, 14, 15, 16, 21 e 28 maggio 2019.
N gli obblighi di commercializzazione al consumatore, Esaminato in aula il 29 maggio 2019; il 5 giugno 2019 ed appro-
di cui all’articolo 1, comma 1044, della legge 27 dicem- vato il 6 giugno 2019.
bre 2017, n. 205, decorrono dal 31 dicembre 2020. Per i
veicoli nuovi della categoria M sono fatti salvi i veicoli Camera dei deputati (atto n. 1898):
prodotti in data antecedente al 1° gennaio 2020 e messi in
circolazione sul mercato fino al 21 dicembre 2020, entro Assegnato alla VIII commissione (ambiente), in sede referente, il
il limite del 10 per cento dei veicoli messi in circolazione 7 giugno 2019 con pareri del Comitato per la legislazione e delle com-
missioni I (affari costituzionali), II (giustizia), IV (difesa), V (bilancio
nel 2019 per ciascun costruttore». e tesoro), VI (finanze), VII (cultura), IX (trasporti), X (attività produt-
Dopo l’articolo 28 è inserito il seguente: tive), XI (lavoro), XII (affari sociali), XIII (agricoltura), XIV (politiche
UE) e Questioni regionali.
«Art. 28-bis (Clausola di salvaguardia). — 1. Le dispo-
sizioni del presente decreto sono applicabili nelle regioni Esaminato dalla VIII commissione, in sede referente, il 7, 10 e
11 giugno 2019.
a statuto speciale e nelle province autonome di Trento e
di Bolzano compatibilmente con i rispettivi statuti e le re- Esaminato in aula l’11 e 12 giugno 2019, approvato il 13 giugno
lative norme di attuazione, anche con riferimento all’arti- 2019.
colo 10 della legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3».
All’articolo 29:
dopo il comma 1 è inserito il seguente: AVVERTENZA:
«1-bis. Agli oneri derivanti dall’attuazione dell’artico- La presente legge di conversione del decreto-legge 18 aprile 2019,
lo 4-sexies, pari a euro 5 milioni per ciascuno degli anni n. 32, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale - Serie generale - n. 92 del
dal 2019 al 2023, si provvede mediante corrispondente ri- 18 aprile 2019, è pubblicata, per motivi di massima urgenza, senza note,
duzione dell’autorizzazione di spesa di cui all’articolo 1, ai sensi dell’art. 8, comma 3 del regolamento di esecuzione del testo
comma 1091, della legge 27 dicembre 2017, n. 205». unico delle disposizioni sulla promulgazione delle leggi, sulla emana-
zione dei decreti del Presidente della Repubblica e sulle pubblicazioni
Nella rubrica del capo III, le parole: «del Centro Italia ufficiali della Repubblica italiana, approvato con decreto del Presidente
negli anni 2016» sono sostituite dalle seguenti: «del Nord della Repubblica 14 marzo 1986, n. 217.
e del Centro Italia negli anni 2012, 2016». Nella Gazzetta Ufficiale del 25 giugno 2019 si procederà alla ri-
All’allegato I: pubblicazione del testo della presente legge coordinata con il decreto-
legge sopra citato, corredato delle relative note, ai sensi dell’art. 10,
la denominazione è sostituita dalla seguente: «Al- commi 2 e 3 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre
legato 1»; 1985, n. 1092.

la parola: «Guardiafilera» è sostituita dalla seguen- Il testo del decreto-legge coordinato con la legge di conversione è
te: «Guardialfiera» e le parole: «Provincia di Catania» pubblicato in questa stessa Gazzetta Ufficiale alla pag. 70.
sono sostituite dalle seguenti: «Città metropolitana di
Catania». 19G00062

— 24 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

Sconto obbligatorio sul prezzo ex factory da praticar- Art. 3.


si alle strutture sanitarie pubbliche, comprese le strutture
sanitarie private accreditate con il Servizio sanitario na- Disposizioni finali
zionale, come da condizioni negoziali.
Validità del contratto: ventiquattro mesi. La presente determina ha effetto dal giorno successi-
vo alla sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della
Art. 2. Repubblica italiana, e sarà notificata alla società titolare
dell’autorizzazione all’immissione in commercio.
Classificazione ai fini della fornitura
Roma, 4 giugno 2019
La classificazione ai fini della fornitura del medici-
nale «Roactemra», è la seguente: medicinale soggetto a Il direttore generale: LI BASSI
prescrizione medica limitativa, vendibile al pubblico su
prescrizione di centri ospedalieri o di specialisti - reuma-
tologo, internista (RRL). 19A03854

TESTI COORDINATI E AGGIORNATI


Testo del decreto-legge 18 aprile 2019, n. 32 (in Gazzetta Uffi- o gli avvisi con cui si indice la procedura di scelta del
ciale - Serie generale - n. 92 del 18 aprile 2019), coordinato contraente siano pubblicati successivamente alla data di
con la legge di conversione 14 giugno 2019, n. 55 (in questa entrata in vigore del presente decreto, nonché, in caso
stessa Gazzetta Ufficiale alla pag. 1), recante: «Disposizioni di contratti senza pubblicazione di bandi o di avvisi, per
urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici,
per l’accelerazione degli interventi infrastrutturali, di ri- le procedure in relazione alle quali, alla data di entra-
generazione urbana e di ricostruzione a seguito di eventi ta in vigore del presente decreto, non siano ancora stati
sismici.». inviati gli inviti a presentare le offerte, nelle more della
riforma complessiva del settore e comunque nel rispetto
AVVERTENZA:
dei princìpi e delle norme sancite dall’Unione europea,
in particolare delle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e
Il testo coordinato qui pubblicato è stato redatto dal Ministero della 2014/25/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del
giustizia ai sensi dell’art. 11, comma 1, del testo unico delle disposi-
zioni sulla promulgazione delle leggi, sull’emanazione dei decreti del 26 febbraio 2014, fino al 31 dicembre 2020, non trovano
Presidente della Repubblica e sulle pubblicazioni ufficiali della Repub- applicazione, a titolo sperimentale, le seguenti norme del
blica italiana, approvato con D.P.R. 28 dicembre 1985, n. 1092, nonché codice dei contratti pubblici, di cui al decreto legislativo
dell’art. 10, comma 3, del medesimo testo unico, al solo fine di facilitare 18 aprile 2016, n. 50:
la lettura sia delle disposizioni del decreto-legge, integrate con le mo-
difiche apportate dalla legge di conversione, che di quelle richiamate a) articolo 37, comma 4, per i comuni non capoluo-
nel decreto, trascritte nelle note. Restano invariati il valore e l’efficacia go di provincia, quanto all’obbligo di avvalersi delle mo-
degli atti legislativi qui riportati. dalità ivi indicate;
Le modifiche apportate dalla legge di conversione sono stampate
con caratteri corsivi. b) articolo 59, comma 1, quarto periodo, nella parte
A norma dell’art. 15, comma 5, della legge 23 agosto 1988, n. 400 in cui resta vietato il ricorso all’affidamento congiunto
(Disciplina dell’attività di Governo e ordinamento della Presidenza del della progettazione e dell’esecuzione di lavori;
Consiglio dei ministri), le modifiche apportate dalla legge di conversione
hanno efficacia dal giorno successivo a quello della sua pubblicazione. c) articolo 77, comma 3, quanto all’obbligo di sce-
Nella Gazzetta Ufficiale del 25 giugno 2019, si procederà alla
gliere i commissari tra gli esperti iscritti all’Albo istituito
ripubblicazione del presente testo coordinato, corredato delle relative presso l’Autorità nazionale anticorruzione (ANAC) di cui
note. all’articolo 78, fermo restando l’obbligo di individuare i
commissari secondo regole di competenza e trasparen-
za, preventivamente individuate da ciascuna stazione
Capo I appaltante.
NORME IN MATERIA DI CONTRATTI PUBBLICI, DI 2. Entro il 30 novembre 2020 il Governo presenta alle
ACCELERAZIONE DEGLI INTERVENTI INFRA- Camere una relazione sugli effetti della sospensione per
STRUTTURALI, E DI RIGENERAZIONE URBANA gli anni 2019 e 2020, al fine di consentire al Parlamento
di valutare l’opportunità del mantenimento o meno della
Art. 1. sospensione stessa.
3. Fino al 31 dicembre 2020 si applica anche ai settori
Modifiche al codice dei contratti pubblici e sospensione ordinari la norma prevista dall’articolo 133, comma 8,
sperimentale dell’efficacia di disposizioni in materia del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, per i settori
di appalti pubblici e in materia di economia circolare speciali.
1. Al fine di rilanciare gli investimenti pubblici e di 4. Per gli anni 2019 e 2020 i soggetti attuatori di opere
facilitare l’apertura dei cantieri per la realizzazione del- per le quali deve essere realizzata la progettazione pos-
le opere pubbliche, per le procedure per le quali i bandi sono avviare le relative procedure di affidamento anche

— 70 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

in caso di disponibilità di finanziamenti limitati alle sole assistenza per la rapida risoluzione delle controversie di
attività di progettazione. Le opere la cui progettazione ogni natura suscettibili di insorgere nel corso dell’esecu-
è stata realizzata ai sensi del periodo precedente sono zione del contratto stesso.
considerate prioritariamente ai fini dell’assegnazione dei
finanziamenti per la loro realizzazione. 12. Il collegio consultivo tecnico è formato da tre
5. I soggetti attuatori di opere sono autorizzati ad av- membri dotati di esperienza e qualificazione professio-
viare le procedure di affidamento della progettazione o nale adeguata alla tipologia dell’opera. I componenti del
dell’esecuzione dei lavori nelle more dell’erogazione del- collegio possono essere scelti dalle parti di comune ac-
le risorse assegnate agli stessi e finalizzate all’opera con cordo, ovvero le parti possono concordare che ciascuna
provvedimento legislativo o amministrativo. di esse nomini un componente e che il terzo componente
sia scelto dai due componenti di nomina di parte; in ogni
6. Per gli anni 2019 e 2020, i contratti di lavori di ma- caso, tutti i componenti devono essere approvati dalle
nutenzione ordinaria e straordinaria, ad esclusione degli parti. Il collegio consultivo tecnico si intende costituito al
interventi di manutenzione straordinaria che prevedono momento della sottoscrizione dell’accordo da parte dei
il rinnovo o la sostituzione di parti strutturali delle opere componenti designati e delle parti contrattuali. All’atto
o di impianti, possono essere affidati, nel rispetto delle della costituzione è fornita al collegio consultivo copia
procedure di scelta del contraente previste dal decreto dell’intera documentazione inerente al contratto.
legislativo 18 aprile 2016, n. 50, sulla base del progetto
definitivo costituito almeno da una relazione generale, 13. Nel caso in cui insorgano controversie, il collegio
dall’elenco dei prezzi unitari delle lavorazioni previste, consultivo può procedere all’ascolto informale delle par-
dal computo metrico-estimativo, dal piano di sicurezza e ti per favorire la rapida risoluzione delle controversie
di coordinamento con l’individuazione analitica dei costi eventualmente insorte. Può altresì convocare le parti per
della sicurezza da non assoggettare a ribasso. L’esecu- consentire l’esposizione in contraddittorio delle rispetti-
zione dei predetti lavori può prescindere dall’avvenuta ve ragioni. L’eventuale accordo delle parti che accolga
redazione e approvazione del progetto esecutivo. la proposta di soluzione indicata dal collegio consulti-
7. Fino al 31 dicembre 2020, i limiti di importo di vo non ha natura transattiva, salva diversa volontà delle
cui all’articolo 215, comma 3, del decreto legislativo parti stesse.
18 aprile 2016, n. 50, per l’espressione del parere obbli-
gatorio del Consiglio superiore dei lavori pubblici, anche 14. Il collegio consultivo tecnico è sciolto al termine
ai fini dell’eventuale esercizio delle competenze alterna- dell’esecuzione del contratto o in data anteriore su ac-
tive e dei casi di particolare rilevanza e complessità, sono cordo delle parti.
elevati da 50 a 75 milioni di euro. Per importi inferiori a 15. Per gli anni 2019 e 2020, per gli interventi di cui
75 milioni di euro il parere è espresso dai comitati tecnici all’articolo 216, comma 1-bis, del decreto legislativo
amministrativi presso i provveditorati interregionali per 18 aprile 2016, n. 50, le varianti da apportare al progetto
le opere pubbliche. definitivo approvato dal Comitato interministeriale per
8. Fino alla data di cui al comma 7 il termine di cui la programmazione economica (CIPE), sia in sede di re-
all’articolo 215, comma 5, del decreto legislativo 18 apri- dazione del progetto esecutivo sia in fase di realizzazione
le 2016, n. 50, per l’espressione del parere del Consiglio delle opere, sono approvate esclusivamente dal soggetto
superiore dei lavori pubblici, è ridotto a quarantacinque aggiudicatore qualora non superino del 50 per cento il
giorni dalla trasmissione del progetto. valore del progetto approvato; in caso contrario sono ap-
9. Il Consiglio superiore dei lavori pubblici, in sede provate dal CIPE.
di espressione di parere, fornisce anche la valutazione di
congruità del costo. Le amministrazioni, in sede di ap- 16. All’articolo 86 del decreto legislativo 18 aprile
provazione dei progetti definitivi o di assegnazione delle 2016, n. 50, dopo il comma 2 è inserito il seguente:
risorse, indipendentemente dal valore del progetto, pos- «2-bis. Ai soli fini della prova dell’assenza dei mo-
sono richiedere al Consiglio la valutazione di congruità tivi di esclusione di cui all’articolo 80 in capo all’opera-
del costo, che è resa entro trenta giorni. Decorso il detto tore economico che partecipa alla procedura, ai soggetti
termine, le amministrazioni richiedenti possono comun- di cui l’operatore economico si avvale ai sensi dell’arti-
que procedere. colo 89 nonché ai subappaltatori, i certificati e gli altri
10. Fino al 31 dicembre 2020, possono essere oggetto documenti hanno una durata pari a sei mesi dalla data
di riserva anche gli aspetti progettuali che sono stati og- del rilascio. Fatta eccezione per il DURC, la stazione ap-
getto di verifica ai sensi dell’articolo 25 del decreto legi- paltante, per i certificati e documenti già acquisiti e sca-
slativo 18 aprile 2016, n. 50, con conseguente estensione duti da non oltre sessanta giorni e qualora sia pendente
dell’ambito di applicazione dell’accordo bonario di cui il procedimento di acquisto, può procedere alla verifica
all’articolo 205 del medesimo decreto legislativo. dell’assenza dei motivi di esclusione con richiesta diretta
11. Fino alla data di entrata in vigore del regolamen- agli enti certificatori di eventuale conferma del contenu-
to di cui all’articolo 216, comma 27-octies, del decre- to dell’attestazione già rilasciata. Gli enti certificatori
to legislativo 18 aprile 2016, n. 50, al fine di prevenire provvedono a fornire riscontro entro trenta giorni dalla
controversie relative all’esecuzione del contratto le parti richiesta. Decorso tale termine il contenuto dei certificati
possono convenire che prima dell’avvio dell’esecuzione, e degli altri documenti si intende confermato. I certificati
o comunque non oltre novanta giorni da tale data, sia e gli altri documenti in corso di validità possono essere
costituito un collegio consultivo tecnico con funzioni di utilizzati nell’ambito di diversi procedimenti di acquisto».

— 71 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

17. All’articolo 36 del decreto legislativo 18 aprile dei rifiuti, attività di recupero e caratteristiche di quanto
2016, n. 50, il comma 6-bis è sostituito dai seguenti: ottenuto da tale attività. Tali autorizzazioni individuano
«6-bis. Ai fini dell’ammissione e della permanenza le condizioni e le prescrizioni necessarie per garantire
degli operatori economici nei mercati elettronici di cui l’attuazione dei princìpi di cui all’articolo 178 del pre-
al comma 6, il soggetto responsabile dell’ammissione sente decreto per quanto riguarda le quantità di rifiuti
verifica l’assenza dei motivi di esclusione di cui all’ar- ammissibili nell’impianto e da sottoporre alle operazioni
ticolo 80 su un campione significativo di operatori eco- di recupero. Con decreto non avente natura regolamenta-
nomici. Dalla data di entrata in vigore del decreto di cui re del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio
all’articolo 81, comma 2, tale verifica è effettuata attra- e del mare possono essere emanate linee guida per l’uni-
verso la Banca dati nazionale degli operatori economici forme applicazione della presente disposizione sul terri-
di cui all’articolo 81, anche mediante interoperabilità torio nazionale, con particolare riferimento alle verifiche
fra sistemi. I soggetti responsabili dell’ammissione pos- sui rifiuti in ingresso nell’impianto in cui si svolgono tali
sono consentire l’accesso ai propri sistemi agli operato- operazioni e ai controlli da effettuare sugli oggetti e sulle
ri economici per la consultazione dei dati, certificati e sostanze che ne costituiscono il risultato, e tenendo co-
informazioni disponibili mediante la Banca dati di cui munque conto dei valori limite per le sostanze inquinanti
all’articolo 81 per la predisposizione della domanda di e di tutti i possibili effetti negativi sull’ambiente e sulla
ammissione e di permanenza nei mercati elettronici. salute umana. Entro dodici mesi dalla data di entrata in
vigore del decreto di cui al precedente periodo, i titolari
6-ter. Nelle procedure di affidamento effettuate delle autorizzazioni rilasciate successivamente alla data
nell’ambito dei mercati elettronici di cui al comma 6, la di entrata in vigore della presente disposizione presenta-
stazione appaltante verifica esclusivamente il possesso no alle autorità competenti apposita istanza di aggiorna-
da parte dell’aggiudicatario dei requisiti economici e fi- mento ai criteri generali definiti dalle linee guida».
nanziari e tecnico-professionali, ferma restando la verifi-
ca del possesso dei requisiti generali effettuata dalla sta- 20. Al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, sono
zione appaltante qualora il soggetto aggiudicatario non apportate le seguenti modificazioni:
rientri tra gli operatori economici verificati a campione a) all’articolo 23:
ai sensi del comma 6-bis». 1) al comma 3:
18. Nelle more di una complessiva revisione del co- 1.1) al primo periodo, le parole: «Con decreto
dice dei contratti pubblici, di cui al decreto legislativo del Ministro delle infrastrutture e trasporti, su proposta
18 aprile 2016, n. 50, fino al 31 dicembre 2020, in dero- del Consiglio superiore dei lavori pubblici, di concerto
ga all’articolo 105, comma 2, del medesimo codice, fatto con il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio
salvo quanto previsto dal comma 5 del medesimo artico- e del mare e del Ministro dei beni e delle attività cultu-
lo 105, il subappalto è indicato dalle stazioni appaltanti rali e del turismo» sono sostituite dalle seguenti: «Con il
nel bando di gara e non può superare la quota del 40 regolamento di cui all’articolo 216, comma 27-octies,»;
per cento dell’importo complessivo del contratto di la- 1.2) al secondo e al terzo periodo, la parola:
vori, servizi o forniture. Fino alla medesima data di cui «decreto», ovunque ricorre, è sostituita dalla seguente:
al periodo precedente, sono altresì sospese l’applicazio- «regolamento»;
ne del comma 6 dell’articolo 105 e del terzo periodo del 2) il comma 5 è sostituito dal seguente:
comma 2 dell’articolo 174, nonché le verifiche in sede di
gara, di cui all’articolo 80 del medesimo codice, riferite «5. Il progetto di fattibilità tecnica ed econo-
al subappaltatore. mica individua, tra più soluzioni, quella che presenta il
miglior rapporto tra costi e benefici per la collettività,
19. Al fine di perseguire l’efficacia dell’economia cir- in relazione alle specifiche esigenze da soddisfare e pre-
colare, il comma 3 dell’articolo 184-ter del decreto legi- stazioni da fornire. Per i lavori pubblici di importo pari
slativo 3 aprile 2006, n. 152, è sostituito dal seguente: o superiore alla soglia di cui all’articolo 35 anche ai fini
«3. Nelle more dell’adozione di uno o più decreti di della programmazione di cui all’articolo 21, comma 3,
cui al comma 2, continuano ad applicarsi, quanto alle nonché per l’espletamento delle procedure di dibattito
procedure semplificate per il recupero dei rifiuti, le di- pubblico di cui all’articolo 22 e per i concorsi di pro-
sposizioni di cui al decreto del Ministro dell’ambiente gettazione e di idee di cui all’articolo 152, il progetto di
5 febbraio 1998, pubblicato nel supplemento ordinario fattibilità è preceduto dal documento di fattibilità delle
n. 72 alla Gazzetta Ufficiale n. 88 del 16 aprile 1998, e alternative progettuali di cui all’articolo 3, comma 1,
ai regolamenti di cui ai decreti del Ministro dell’ambien- lettera ggggg-quater), nel rispetto dei contenuti di cui al
te e della tutela del territorio 12 giugno 2002, n. 161, e regolamento previsto dal comma 3 del presente articolo.
17 novembre 2005, n. 269. Le autorizzazioni di cui agli Resta ferma la facoltà della stazione appaltante di richie-
articoli 208, 209 e 211 e di cui al titolo III-bis della parte dere la redazione del documento di fattibilità delle alter-
seconda del presente decreto per il recupero dei rifiuti native progettuali anche per lavori pubblici di importo
sono concesse dalle autorità competenti sulla base dei inferiore alla soglia di cui all’articolo 35. Nel progetto di
criteri indicati nell’allegato 1, suballegato 1, al citato fattibilità tecnica ed economica, il progettista sviluppa,
decreto 5 febbraio 1998, nell’allegato 1, suballegato 1, nel rispetto del quadro esigenziale, tutte le indagini e gli
al citato regolamento di cui al decreto 12 giugno 2002, studi necessari per la definizione degli aspetti di cui al
n. 161, e nell’allegato 1 al citato regolamento di cui al comma 1, nonché gli elaborati grafici per l’individuazio-
decreto 17 novembre 2005, n. 269, per i parametri ivi in- ne delle caratteristiche dimensionali, volumetriche, tipo-
dicati relativi a tipologia, provenienza e caratteristiche logiche, funzionali e tecnologiche dei lavori da realizza-

— 72 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

re e le relative stime economiche, secondo le modalità sono sostituite dalle seguenti «Con il regolamento di cui
previste nel regolamento di cui al comma 3, ivi compre- all’articolo 216, comma 27-octies, è definita»;
sa la scelta in merito alla possibile suddivisione in lotti 2) al secondo periodo, le parole: “Con le me-
funzionali. Il progetto di fattibilità tecnica ed economica desime linee guida” sono sostituite dalle seguenti
deve consentire, ove necessario, l’avvio della procedura “Con il medesimo regolamento di cui all’articolo 216,
espropriativa.»; comma 27-octies,”;
3) al comma 6: 3) il terzo periodo è sostituito dal seguente: «Fino
3.1) dopo le parole: «paesaggistiche ed urba- alla data di entrata in vigore del regolamento di cui
nistiche,» sono inserite le seguenti: «di verifiche relative all’articolo 216, comma 27-octies, si applica la disposi-
alla possibilità del riuso del patrimonio immobiliare esi- zione transitoria ivi prevista.»;
stente e della rigenerazione delle aree dismesse,»; f) all’articolo 32, comma 2, secondo periodo, le pa-
3.2) le parole: «di studi preliminari sull’impat- role: «all’articolo 36, comma 2, lettera a),» sono sostitu-
to ambientale» sono sostituite dalle seguenti: «di studi di ite dalle seguenti: «all’articolo 36, comma 2, lettere a) e
fattibilità ambientale e paesaggistica»; b),»;
3.3) le parole: «le esigenze di compensazioni g) all’articolo 35:
e di mitigazione dell’impatto ambientale» sono sostituite
dalle seguenti: «la descrizione delle misure di compensa- 1) al comma 9, lettera a), la parola: «contempora-
zioni e di mitigazione dell’impatto ambientale»; neamente» è soppressa;
4) dopo il comma 11 sono inseriti i seguenti: 2) al comma 10, lettera a), la parola: «contempo-
raneamente» è soppressa;
«11-bis. Tra le spese tecniche da prevedere nel
quadro economico di ciascun intervento sono comprese 3) al comma 18, le parole: «dei lavori», ovun-
le spese di carattere strumentale sostenute dalle ammini- que ricorrono, sono sostituite dalle seguenti: «della
strazioni aggiudicatrici in relazione all’intervento. prestazione»;
11-ter. Le spese strumentali, incluse quelle h) all’articolo 36:
per sopralluoghi, riguardanti le attività finalizzate alla 1) al comma 2, la lettera b) è sostituita dalla
stesura del piano generale degli interventi del sistema seguente:
accentrato delle manutenzioni di cui all’articolo 12 del «b) per affidamenti di importo pari o superiore
decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modifi- a 40.000 euro e inferiore a 150.000 euro per i lavori, o
cazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111, sono a carico alle soglie di cui all’articolo 35 per le forniture e i ser-
delle risorse iscritte sui pertinenti capitoli dello stato di vizi, mediante affidamento diretto previa valutazione di
previsione del Ministero dell’economia e delle finanze tre preventivi, ove esistenti, per i lavori, e, per i servi-
trasferite all’Agenzia del demanio.”; zi e le forniture, di almeno cinque operatori economici
b) all’articolo 24: individuati sulla base di indagini di mercato o tramite
1) al comma 2, le parole: «Con decreto del Mi- elenchi di operatori economici, nel rispetto di un criterio
nistero delle infrastrutture e dei trasporti, da adottare di rotazione degli inviti. I lavori possono essere eseguiti
entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore del anche in amministrazione diretta, fatto salvo l’acquisto
presente codice, sentita l’ANAC,» sono sostituite dal- e il noleggio di mezzi, per i quali si applica comunque
le seguenti «Con il regolamento di cui all’articolo 216, la procedura di cui al periodo precedente. L’avviso sui
comma 27-octies,» e il secondo periodo è sostituito dal risultati della procedura di affidamento contiene l’indi-
seguente: «Fino alla data di entrata in vigore del regola- cazione anche dei soggetti invitati»;
mento di cui all’articolo 216, comma 27-octies, si applica 2) al comma 2, la lettera c) è sostituita dalle
la disposizione transitoria ivi prevista.»; seguenti:
2) al comma 5, terzo periodo, le parole: «Il decre- «c) per affidamenti di lavori di importo pari o
to» sono sostituite dalle seguenti: «Il regolamento»; superiore a 150.000 euro e inferiore a 350.000 euro, me-
3) al comma 7: diante la procedura negoziata di cui all’articolo 63 pre-
3.1) al primo periodo, le parole: «o delle con- via consultazione, ove esistenti, di almeno dieci operatori
cessioni di lavori pubblici» sono soppresse; economici, nel rispetto di un criterio di rotazione degli
3.2) al secondo periodo, le parole: «, conces- inviti, individuati sulla base di indagini di mercato o tra-
sioni di lavori pubblici» sono soppresse; mite elenchi di operatori economici. L’avviso sui risultati
della procedura di affidamento contiene l’indicazione an-
c) all’articolo 26, comma 6, lettera b), sono aggiun- che dei soggetti invitati;
te, in fine, le seguenti parole: «ovvero dalla stazione ap-
paltante nel caso in cui disponga di un sistema interno di c-bis) per affidamenti di lavori di importo
controllo di qualità»; pari o superiore a 350.000 euro e inferiore a 1.000.000
di euro, mediante la procedura negoziata di cui all’ar-
d) all’articolo 29, comma 1, il secondo, il terzo e il ticolo 63 previa consultazione, ove esistenti, di almeno
quarto periodo sono soppressi; quindici operatori economici, nel rispetto di un criterio
e) all’articolo 31, comma 5: di rotazione degli inviti, individuati sulla base di indagi-
1) al primo periodo, le parole: «L’ANAC con ni di mercato o tramite elenchi di operatori economici.
proprie linee guida, da adottare entro novanta gior- L’avviso sui risultati della procedura di affidamento con-
ni dall’entrata in vigore del presente codice definisce», tiene l’indicazione anche dei soggetti invitati»;

— 73 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

3) al comma 2, la lettera d) è sostituita dalla sono attribuiti pro quota i requisiti economico-finanziari
seguente: e tecnico-organizzativi maturati a favore del consorzio e
«d) per affidamenti di lavori di importo pari non assegnati in esecuzione ai consorziati. Le quote di
o superiore a 1.000.000 di euro e fino alle soglie di cui assegnazione sono proporzionali all’apporto reso dai
all’articolo 35 mediante ricorso alle procedure di cui singoli consorziati nell’esecuzione delle prestazioni nel
all’articolo 60, fatto salvo quanto previsto dall’artico- quinquennio antecedente.»;
lo 97, comma 8.»; m) all’articolo 59:
4) il comma 5 è abrogato; 1) al comma 1-bis, dopo il primo periodo, è ag-
5) al comma 7: giunto, in fine, il seguente: «I requisiti minimi per lo svol-
5.1) al primo periodo, le parole: «L’ANAC con gimento della progettazione oggetto del contratto sono
proprie linee guida, da adottare entro novanta giorni dal- previsti nei documenti di gara nel rispetto del presente
la data di entrata in vigore del presente codice, stabilisce codice e del regolamento di cui all’articolo 216, com-
le modalità di dettaglio per supportare le stazioni appal- ma 27-octies; detti requisiti sono posseduti dalle imprese
tanti e migliorare la qualità delle procedure di cui al pre- attestate per prestazioni di sola costruzione attraverso un
sente articolo, delle» sono sostituite dalle seguenti: «Con progettista raggruppato o indicato in sede di offerta, in
il regolamento di cui all’articolo 216, comma 27-octies, grado di dimostrarli, scelto tra i soggetti di cui all’arti-
sono stabilite le modalità relative alle procedure di cui al colo 46, comma 1; le imprese attestate per prestazioni di
presente articolo, alle»; progettazione e costruzione documentano i requisiti per
5.2) al secondo periodo, le parole: «Nelle pre- lo svolgimento della progettazione esecutiva laddove i
dette linee guida» sono sostituite dalle seguenti: «Nel predetti requisiti non siano dimostrati dal proprio staff di
predetto regolamento» e le parole: «, nonché di effettua- progettazione.»;
zione degli inviti quando la stazione appaltante intenda 2) dopo il comma 1-ter è inserito il seguente:
avvalersi della facoltà di esclusione delle offerte anoma- «1-quater. Nei casi in cui l’operatore economi-
le» sono soppresse; co si avvalga di uno o più soggetti qualificati alla realiz-
5.3) il terzo periodo è sostituito dal seguente: zazione del progetto, la stazione appaltante indica nei do-
«Fino alla data di entrata in vigore del regolamento di cumenti di gara le modalità per la corresponsione diretta
cui all’articolo 216, comma 27-octies, si applica la di- al progettista della quota del compenso corrispondente
sposizione transitoria ivi prevista.»; agli oneri di progettazione indicati espressamente in sede
6) dopo il comma 9 è aggiunto il seguente: di offerta, al netto del ribasso d’asta, previa approvazio-
«9-bis. Fatto salvo quanto previsto all’artico- ne del progetto e previa presentazione dei relativi docu-
lo 95, comma 3, le stazioni appaltanti procedono all’ag- menti fiscali del progettista indicato o raggruppato.»;
giudicazione dei contratti di cui al presente articolo sulla n) all’articolo 76, dopo il comma 2 è inserito il
base del criterio del minor prezzo ovvero sulla base del seguente:
criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa»; «2-bis. Nei termini stabiliti al comma 5 è dato
i) all’articolo 46, comma 1, lettera a), dopo le paro- avviso ai candidati e ai concorrenti, con le modalità di
le: «vigente normativa» sono aggiunte, in fine, le seguen- cui all’articolo 5-bis del codice dell’amministrazione di-
ti: «; gli archeologi»; gitale di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, o
l) all’articolo 47: strumento analogo negli altri Stati membri, del provve-
1) il comma 2 è sostituito dal seguente: dimento che determina le esclusioni dalla procedura di
affidamento e le ammissioni ad essa all’esito della veri-
«2. I consorzi stabili di cui agli articoli 45, fica della documentazione attestante l’assenza dei motivi
comma 2, lettera c), e 46, comma 1, lettera f), eseguono di esclusione di cui all’articolo 80, nonché la sussistenza
le prestazioni o con la propria struttura o tramite i con- dei requisiti economico-finanziari e tecnico-professiona-
sorziati indicati in sede di gara senza che ciò costituisca li, indicando l’ufficio o il collegamento informatico ad
subappalto, ferma la responsabilità solidale degli stessi accesso riservato dove sono disponibili i relativi atti.»;
nei confronti della stazione appaltante. Per i lavori, ai
fini della qualificazione di cui all’articolo 84, con il re- o) all’articolo 80:
golamento di cui all’articolo 216, comma 27-octies, sono 1) al comma 2, dopo il secondo periodo è aggiun-
stabiliti i criteri per l’imputazione delle prestazioni ese- to, in fine, il seguente: «Resta fermo altresì quanto previ-
guite al consorzio o ai singoli consorziati che eseguono sto dall’articolo 34-bis, commi 6 e 7, del decreto legisla-
le prestazioni. L’affidamento delle prestazioni da parte tivo 6 settembre 2011, n. 159.»;
dei soggetti di cui all’articolo 45, comma 2, lettera b), ai
propri consorziati non costituisce subappalto.»; 2) al comma 3, al primo periodo, le parole: «in
caso di società con meno di quattro soci» sono sostituite
2) dopo il comma 2, è aggiunto il seguente: dalle seguenti: «in caso di società con un numero di soci
«2-bis. La sussistenza in capo ai consorzi sta- pari o inferiore a quattro» e, al secondo periodo, dopo
bili dei requisiti richiesti nel bando di gara per l’affida- le parole: «quando è intervenuta la riabilitazione» sono
mento di servizi e forniture è valutata, a seguito della inserite le seguenti: «ovvero, nei casi di condanna ad una
verifica della effettiva esistenza dei predetti requisiti in pena accessoria perpetua, quando questa è stata dichia-
capo ai singoli consorziati. In caso di scioglimento del rata estinta ai sensi dell’articolo 179, settimo comma, del
consorzio stabile per servizi e forniture, ai consorziati codice penale»;

— 74 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

3) al comma 5 la lettera b) è sostituita dalla o finanziario che possa determinare comportamenti non
seguente: imparziali o discriminatori. Gli organismi di diritto pri-
«b) l’operatore economico sia stato sottoposto vato di cui al primo periodo, nell’esercizio dell’attività di
a fallimento o si trovi in stato di liquidazione coatta o di attestazione per gli esecutori di lavori pubblici, svolgono
concordato preventivo o sia in corso nei suoi confronti un funzioni di natura pubblicistica, anche agli effetti dell’ar-
procedimento per la dichiarazione di una di tali situazio- ticolo 1 della legge 14 gennaio 1994, n. 20.»;
ni, fermo restando quanto previsto dall’articolo 110 del 2) al comma 2, primo periodo, le parole:
presente codice e dall’articolo 186-bis del regio decreto «L’ANAC, con il decreto di cui all’articolo 83, comma 2,
16 marzo 1942, n. 267;»; individua, altresì,» sono sostituite dalle seguenti: «Con
4) al comma 5, dopo la lettera c-ter) è inserita la il regolamento di cui all’articolo 216, comma 27-octies,
seguente: sono, altresì, individuati;»;
«c-quater) l’operatore economico abbia com- 3) al comma 4, lettera b), le parole «al decennio
messo grave inadempimento nei confronti di uno o più antecedente» sono sostituite dalle seguenti: «ai quindici
subappaltatori, riconosciuto o accertato con sentenza anni antecedenti»;
passata in giudicato»;
5) il comma 10 è sostituito dai seguenti: 4) al comma 6, quarto periodo, le parole «nelle
linee guida» sono sostituite dalle seguenti: «nel regola-
«10. Se la sentenza penale di condanna defi- mento di cui all’articolo 216, comma 27-octies»;
nitiva non fissa la durata della pena accessoria della in-
capacità di contrattare con la pubblica amministrazione, 5) al comma 8, al primo periodo, le parole «Le
la durata della esclusione dalla procedura d’appalto o linee guida di cui al presente articolo disciplinano» sono
concessione è: sostituite dalle seguenti: «Il regolamento di cui all’ar-
a) perpetua, nei casi in cui alla condanna ticolo 216, comma 27-octies, disciplina» e, al secondo
consegue di diritto la pena accessoria perpetua, ai sensi periodo, le parole: «Le linee guida disciplinano» sono
dell’articolo 317-bis, primo periodo, del codice penale, sostituite dalle seguenti: «Sono disciplinati»;
salvo che la pena sia dichiarata estinta ai sensi dell’arti- 6) al comma 10, primo periodo, le parole «delle
colo 179, settimo comma, del codice penale; linee guida» sono sostituite dalle seguenti: «del regola-
b) pari a sette anni nei casi previsti dall’ar- mento di cui all’articolo 216, comma 27-octies,»;
ticolo 317-bis, secondo periodo, del codice penale, salvo
che sia intervenuta riabilitazione; 7) al comma 11, le parole: «nelle linee guida»
sono sostituite dalle seguenti: «nel regolamento di cui
c) pari a cinque anni nei casi diversi da all’articolo 216, comma 27-octies»;
quelli di cui alle lettere a) e b), salvo che sia intervenuta
riabilitazione. r) all’articolo 86, comma 5-bis, le parole:
10-bis. Nei casi di cui alle lettere b) e c) del «dall’ANAC con le linee guida di cui all’articolo 83,
comma 10, se la pena principale ha una durata inferiore, comma 2.» sono sostituite dalle seguenti: «con il regola-
rispettivamente, a sette e cinque anni di reclusione, la du- mento di cui all’articolo 216, comma 27-octies.»;
rata della esclusione è pari alla durata della pena prin- s) all’articolo 89, comma 11:
cipale. Nei casi di cui al comma 5, la durata della esclu-
sione è pari a tre anni, decorrenti dalla data di adozione 1) al terzo periodo, le parole: «Con decreto del
del provvedimento amministrativo di esclusione ovvero, Ministro delle infrastrutture e trasporti, da adottare entro
in caso di contestazione in giudizio, dalla data di pas- novanta giorni dalla data di entrata in vigore del presente
saggio in giudicato della sentenza. Nel tempo occorrente codice, sentito il Consiglio superiore dei lavori pubblici,»
alla definizione del giudizio, la stazione appaltante deve sono sostituite dalle seguenti: «Con il regolamento di cui
tenere conto di tale fatto ai fini della propria valutazione all’articolo 216, comma 27-octies,»;
circa la sussistenza del presupposto per escludere dal- 2) il quarto periodo è sostituito dal seguente:
la partecipazione alla procedura l’operatore economico «Fino alla data di entrata in vigore del regolamento di
che l’abbia commesso.»; cui all’articolo 216, comma 27-octies, si applica la di-
p) all’articolo 83, comma 2, al secondo periodo, le sposizione transitoria ivi prevista.»;
parole: «con decreto del Ministro delle infrastrutture e t) all’articolo 95:
dei trasporti da adottare, su proposta dell’ANAC entro un
anno dalla data di entrata in vigore del presente codice, 1) al comma 3, dopo la lettera b) è aggiunta la
previo parere delle competenti Commissioni parlamenta- seguente:
ri» sono sostituite dalle seguenti: «con il regolamento di «b-bis) i contratti di servizi e le forniture di im-
cui all’articolo 216, comma 27-octies» e, al terzo perio- porto pari o superiore a 40.000 euro caratterizzati da
do, le parole: «di dette linee guida» sono sostituite dalle notevole contenuto tecnologico o che hanno un carattere
seguenti: «di detto regolamento»; innovativo»;
q) all’articolo 84:
2) al comma 4, le lettere a) e c) sono abrogate;
1) al comma 1, dopo il primo periodo sono ag-
giunti i seguenti: «L’attività di attestazione è esercitata 3) al comma 4, alla lettera b) sono aggiunte, in fine,
nel rispetto del principio di indipendenza di giudizio, ga- le seguenti parole: «, fatta eccezione per i servizi ad alta
rantendo l’assenza di qualunque interesse commerciale intensità di manodopera di cui al comma 3, lettera a)»;

— 75 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

u) all’articolo 97: e) se il rapporto di cui alla lettera c) è supe-


1) il comma 2 è sostituito dai seguenti: riore a 0,15 la soglia di anomalia è calcolata come som-
«2. Quando il criterio di aggiudicazione è quel- ma della media aritmetica di cui alla lettera a) e dello
lo del prezzo più basso e il numero delle offerte ammesse scarto medio aritmetico di cui alla lettera b);
è pari o superiore a quindici, la congruità delle offerte è 2-ter. Al fine di non rendere nel tempo prede-
valutata sulle offerte che presentano un ribasso pari o su- terminabili dagli offerenti i parametri di riferimento per
periore ad una soglia di anomalia determinata; al fine di il calcolo della soglia di anomalia, il Ministero delle in-
non rendere predeterminabili dagli offerenti i parametri di frastrutture e dei trasporti può procedere con decreto alla
riferimento per il calcolo della soglia di anomalia, il RUP rideterminazione delle modalità di calcolo per l’indivi-
o la commissione giudicatrice procedono come segue: duazione della soglia di anomalia.»;
a) calcolo della somma e della media arit- 2) al comma 3, dopo il primo periodo, sono ag-
metica dei ribassi percentuali di tutte le offerte ammesse, giunti, in fine, i seguenti: «Il calcolo di cui al primo pe-
con esclusione del 10 per cento, arrotondato all’unità su- riodo è effettuato ove il numero delle offerte ammesse
periore, rispettivamente delle offerte di maggior ribasso sia pari o superiore a tre. Si applica l’ultimo periodo del
e di quelle di minor ribasso; le offerte aventi un uguale comma 6.»;
valore di ribasso sono prese in considerazione distinta- 3) al comma 3-bis, le parole: «Il calcolo di cui al
mente nei loro singoli valori; qualora, nell’effettuare il comma 2 è effettuato” sono sostituite dalle seguenti: “Il
calcolo del 10 per cento, siano presenti una o più offerte calcolo di cui ai commi 2, 2-bis e 2-ter è effettuato»;
di eguale valore rispetto alle offerte da accantonare, det- 4) al comma 8, al primo periodo, le parole «alle
te offerte sono altresì da accantonare; soglie di cui all’articolo 35, la stazione appaltante può
b) calcolo dello scarto medio aritmetico dei prevedere» sono sostituite dalle seguenti: «alle soglie di
ribassi percentuali che superano la media calcolata ai cui all’articolo 35, e che non presentano carattere tran-
sensi della lettera a); sfrontaliero, la stazione appaltante prevede» e dopo le
c) calcolo della soglia come somma della parole: «individuata ai sensi del comma 2» sono inserite
media aritmetica e dello scarto medio aritmetico dei ri- le seguenti: «e dei commi 2-bis e 2-ter» e il terzo periodo
bassi di cui alla lettera b); è sostituito dal seguente: «Comunque l’esclusione auto-
matica non opera quando il numero delle offerte ammes-
d) la soglia calcolata alla lettera c) è decre- se è inferiore a dieci»;
mentata di un valore percentuale pari al prodotto delle
prime due cifre dopo la virgola della somma dei ribassi di v) all’articolo 102, comma 8:
cui alla lettera a) applicato allo scarto medio aritmetico 1) al primo periodo, le parole: «Con decreto del
di cui alla lettera b). Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, su propo-
2-bis. Quando il criterio di aggiudicazione è sta del Consiglio superiore dei lavori pubblici, sentita
quello del prezzo più basso e il numero delle offerte am- l’ANAC,» sono sostituite dalle seguenti: «Con il regola-
messe è inferiore a quindici, la congruità delle offerte è mento di cui all’articolo 216, comma 27-octies,»;
valutata sulle offerte che presentano un ribasso pari o su- 2) il terzo periodo è soppresso;
periore ad una soglia di anomalia determinata; ai fini del- z) all’articolo 111:
la determinazione della congruità delle offerte, al fine di 1) al comma 1, primo periodo, le parole: «Con
non rendere predeterminabili dagli offerenti i parametri di decreto del Ministro delle infrastrutture e trasporti, da
riferimento per il calcolo della soglia di anomalia, il RUP adottare entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore
o la commissione giudicatrice procedono come segue: del presente codice, su proposta dell’ANAC, previo pa-
a) calcolo della media aritmetica dei ribassi rere delle competenti commissioni parlamentari, sentito
percentuali di tutte le offerte ammesse, con esclusione del il Consiglio superiore dei lavori pubblici e la Conferen-
10 per cento, arrotondato all’unità superiore, rispettiva- za unificata di cui all’articolo 8 del decreto legislativo
mente delle offerte di maggior ribasso e di quelle di mi- 28 agosto 1997, n. 281, sono approvate le linee guida che
nor ribasso; le offerte aventi un uguale valore di ribasso individuano» sono sostituite dalle seguenti: «Con il rego-
sono prese in considerazione distintamente nei loro sin- lamento di cui all’articolo 216, comma 27-octies, sono
goli valori; qualora, nell’effettuare il calcolo del 10 per individuate»;
cento, siano presenti una o più offerte di eguale valore 2) al comma 2, al secondo periodo, le parole:
rispetto alle offerte da accantonare, dette offerte sono al- «Con il medesimo decreto, di cui al comma 1, sono altre-
tresì da accantonare; sì approvate linee guida che individuano» sono sostituite
b) calcolo dello scarto medio aritmetico dei dalle seguenti: «Con il medesimo regolamento di cui al
ribassi percentuali che superano la media calcolata ai comma 1 sono altresì individuate» e il terzo periodo è so-
sensi della lettera a); stituito dal seguente: «Fino alla data di entrata in vigore
c) calcolo del rapporto tra lo scarto medio del regolamento di cui all’articolo 216, comma 27-octies,
aritmetico di cui alla lettera b) e la media aritmetica di si applica la disposizione transitoria ivi prevista.»;
cui alla lettera a); aa) all’articolo 146 comma 4:
d) se il rapporto di cui alla lettera c) è pari 1) al primo periodo, le parole: «Con decreto del
o inferiore a 0,15, la soglia di anomalia è pari al valore Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo,
della media aritmetica di cui alla lettera a) incrementata di concerto con il Ministro delle infrastrutture e dei tra-
del 20 per cento della medesima media aritmetica; sporti, da emanarsi entro sei mesi dalla data di entra-

— 76 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

ta in vigore del presente codice,» sono sostituite dalle 3) il comma 27-sexies è sostituito dal seguente:
seguenti: «Con il regolamento di cui all’articolo 216, «27-sexies. Per le concessioni autostradali
comma 27-octies,»; già scadute o in scadenza entro trentasei mesi dalla data
2) il terzo periodo è sostituito dal seguente: «Fino di entrata in vigore della presente disposizione, e il cui
alla data di entrata in vigore del regolamento di cui bando è pubblicato entro il 31 dicembre 2019, il conce-
all’articolo 216, comma 27-octies, si applica la disposi- dente può avviare le procedure di gara per l’affidamento
zione transitoria ivi prevista.»; della concessione anche sulla base del solo fabbisogno
bb) all’articolo 177, comma 2, le parole: «ventiquat- predisposto dal medesimo concedente, limitatamente
tro mesi dalla data di entrata in vigore del presente codi- agli interventi di messa in sicurezza dell’infrastruttura
ce» sono sostituite dalle seguenti: «il 31 dicembre 2020»; esistente»;
cc) all’articolo 183, dopo il comma 17, è inserito il 4) dopo il comma 27-septies, è aggiunto il
seguente: seguente:
«17-bis. Gli investitori istituzionali indicati «27-octies. Nelle more dell’adozione, entro
nell’elenco riportato all’articolo 32, comma 3, del decre- centottanta giorni dalla data di entrata in vigore della
to-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modifica- presente disposizione, ai sensi dell’articolo 17, comma 1,
zioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, nonché i soggetti
di cui all’articolo 2, numero 3), del regolamento (UE) lettere a) e b), della legge 23 agosto 1988, n. 400, su pro-
2015/1017 del Parlamento europeo e del Consiglio, del posta del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti di
25 giugno 2015, secondo quanto previsto nella comuni- concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze,
cazione (COM (2015) 361 final) della Commissione, del sentita la Conferenza permanente per i rapporti tra lo
22 luglio 2015, possono presentare le proposte di cui al Stato, le regioni e le Province autonome di Trento e di
comma 15, primo periodo, associati o consorziati, qualo- Bolzano, di un regolamento unico recante disposizioni di
ra privi dei requisiti tecnici, con soggetti in possesso dei esecuzione, attuazione e integrazione del presente codi-
requisiti per partecipare a procedure di affidamento di ce, le linee guida e i decreti adottati in attuazione delle
contratti pubblici per servizi di progettazione»; previgenti disposizioni di cui agli articoli 24, comma 2,
dd) all’articolo 196, i commi 3 e 4 sono abrogati; 31, comma 5, 36, comma 7, 89, comma 11, 111, commi
1 e 2, 146, comma 4, 147, commi 1 e 2, e 150, comma 2,
ee) all’articolo 197: rimangono in vigore o restano efficaci fino alla data di
1) al comma 1, il primo periodo è sostituito dal entrata in vigore del regolamento di cui al presente com-
seguente: «La qualificazione del contraente generale è ma, in quanto compatibili con il presente codice e non
disciplinata con il regolamento di cui all’articolo 216, oggetto delle procedure di infrazione nn. 2017/2090 e
comma 27-octies.»; 2018/2273. Ai soli fini dell’archiviazione delle citate pro-
2) il comma 3 è abrogato; cedure di infrazione, nelle more dell’entrata in vigore del
3) il comma 4 è sostituito dal seguente: regolamento, il Ministro delle infrastrutture e dei traspor-
ti e l’ANAC sono autorizzati a modificare rispettivamente
«4. Per la partecipazione alle procedure di i decreti e le linee guida adottati in materia. Il regola-
aggiudicazione da parte dei contraenti generali, per gli mento reca, in particolare, disposizioni nelle seguenti
affidamenti di cui all’articolo 194, oltre all’assenza dei
motivi di esclusione di cui all’articolo 80, è istituito il materie: a) nomina, ruolo e compiti del responsabile del
sistema di qualificazione del contraente generale, disci- procedimento; b) progettazione di lavori, servizi e forni-
plinato con il regolamento di cui all’articolo 216, com- ture, e verifica del progetto; c) sistema di qualificazione
ma 27-octies, gestito dal Ministero delle infrastrutture e requisiti degli esecutori di lavori e dei contraenti ge-
e dei trasporti, che prevede specifici requisiti in ordine nerali; d) procedure di affidamento e realizzazione dei
all’adeguata capacità economica e finanziaria, all’ade- contratti di lavori, servizi e forniture di importo inferiore
guata idoneità tecnica e organizzativa, nonché all’ade- alle soglie comunitarie; e) direzione dei lavori e dell’ese-
guato organico tecnico e dirigenziale»; cuzione; f) esecuzione dei contratti di lavori, servizi e
ff) all’articolo 199: forniture, contabilità, sospensioni e penali; g) collaudo e
verifica di conformità; h) affidamento dei servizi attinenti
1) al comma 2, primo periodo, le parole: «alla SOA» all’architettura e all’ingegneria e relativi requisiti degli
sono sostituite dalle seguenti: «all’amministrazione»; operatori economici; i) lavori riguardanti i beni cultura-
2) al comma 4, al primo periodo, le parole: «del li. A decorrere dalla data di entrata in vigore del rego-
decreto di cui all’articolo 83, comma 2» sono sostituite lamento cessano di avere efficacia le linee guida di cui
dalle seguenti: «del regolamento di cui all’articolo 216, all’articolo 213, comma 2, vertenti sulle materie indicate
comma 27-octies» e il secondo periodo è soppresso; al precedente periodo nonché quelle che comunque siano
gg) all’articolo 216: in contrasto con le disposizioni recate dal regolamento.».
1) al comma 14, le parole: «delle linee guida 21. Le disposizioni di cui al comma 20 si applicano
indicate all’articolo 83, comma 2» sono sostituite dal- alle procedure i cui bandi o avvisi, con i quali si indìce
le seguenti: «del regolamento di cui all’articolo 216, una gara, sono pubblicati successivamente alla data di
comma 27-octies»; entrata in vigore della legge di conversione del presente
2) al comma 27-bis, primo periodo, le parole: decreto, nonché, in caso di contratti senza pubblicazione
“del decreto di cui all’articolo 83, comma 2” sono sosti- di bandi o avvisi, alle procedure in cui, alla medesima
tuite dalle seguenti: “del regolamento di cui all’artico- data, non sono ancora stati inviati gli inviti a presentare
lo 216, comma 27-octies”; le offerte o i preventivi.

— 77 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

22. All’articolo 120 del decreto legislativo 2 luglio 28. A decorrere dalla data di entrata in vigore della
2010, n. 104, sono apportate le seguenti modificazioni: legge di conversione del presente decreto, le risorse del
a) i commi 2-bis e 6-bis sono abrogati; Fondo Sport e Periferie di cui all’articolo 15 del decreto-
legge 25 novembre 2015, n. 185, convertito, con modifi-
b) al comma 5, primo periodo, le parole: «Salvo cazioni, dalla legge 22 gennaio 2016, n. 9, sono trasferite
quanto previsto al comma 6-bis, per l’impugnazione» alla società Sport e salute Spa, la quale subentra nella
sono sostituite dalle seguenti: «Per l’impugnazione»; gestione del Fondo e dei rapporti pendenti.
c) al comma 7, primo periodo, le parole: «Ad ec- 29. Per le attività necessarie all’attuazione degli inter-
cezione dei casi previsti al comma 2-bis, i nuovi» sono venti finanziati ai sensi dell’articolo 1, comma 362, della
sostituite dalle seguenti: «I nuovi»; legge 27 dicembre 2017, n. 205, l’Ufficio per lo sport si
d) al comma 9, le parole: «Nei casi previsti al com- avvale della società Sport e salute Spa.
ma 6-bis, il tribunale amministrativo regionale deposita 30. Per l’esecuzione dei lavori per la costruzione, il
la sentenza entro sette giorni dall’udienza, pubblica o completamento, l’adeguamento e la ristrutturazione dei
in camera di consiglio, di discussione; le parti possono centri di cui all’articolo 14, comma 1, del testo unico di
chiedere l’anticipata pubblicazione del dispositivo, che cui al decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286, resta fer-
avviene entro due giorni dall’udienza» sono soppresse; mo quanto previsto dall’articolo 2, comma 2, del decreto-
e) al comma 11, primo periodo, le parole: «Le dispo- legge 4 ottobre 2018, n. 113, convertito, con modificazio-
sizioni dei commi 2-bis, 3, 6, 6-bis, 8, 8-bis, 8-ter, 9, se- ni, dalla legge 1° dicembre 2018, n. 132».
condo periodo e 10» sono sostituite dalle seguenti: «Le
disposizioni dei commi 3, 6, 8, 8-bis, 8-ter, 9 e 10». Art. 2.
23. Le disposizioni di cui al comma 22 si applicano ai Disposizioni sulle procedure
processi iniziati dopo la data di entrata in vigore della di affidamento in caso di crisi di impresa
legge di conversione del presente decreto.
24. All’articolo 1 della legge 30 dicembre 2018, n. 145, 1. Al codice dei contratti pubblici di cui al decreto le-
il comma 912 è abrogato. gislativo 18 aprile 2016, n. 50, l’art. 110 è sostituito dal
25. Per il periodo di vigenza del presente decreto, sono seguente:
fatti salvi gli effetti dell’articolo 1, comma 912, della «Art. 110 (Procedure di affidamento in caso di falli-
legge 30 dicembre 2018, n. 145, per i soli comuni che, mento dell’esecutore o di risoluzione del contratto e mi-
alla data di entrata in vigore del presente decreto, hanno sure straordinarie di gestione). — 1. Fatto salvo quanto
avviato l’iter di progettazione per la realizzazione degli previsto ai commi 3 e seguenti, le stazioni appaltanti, in
investimenti di cui all’articolo 1, comma 107, della me- caso di fallimento, di liquidazione coatta e concordato
desima legge n. 145 del 2018 e non hanno ancora avviato preventivo, ovvero di risoluzione del contratto ai sensi
l’esecuzione dei lavori. Per gli stessi comuni: dell’articolo 108 del presente codice ovvero di recesso
dal contratto ai sensi dell’articolo 88, comma 4-ter, del
a) il termine di cui all’articolo 1, comma 109, della decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, ovvero in
legge 30 dicembre 2018, n. 145, è differito al 10 luglio caso di dichiarazione giudiziale di inefficacia del con-
2019; tratto, interpellano progressivamente i soggetti che han-
b) il termine di cui all’articolo 1, comma 111, primo no partecipato all’originaria procedura di gara, risultanti
periodo, della legge 30 dicembre 2018, n. 145, è differito dalla relativa graduatoria, al fine di stipulare un nuovo
al 31 luglio 2019; contratto per l’affidamento dell’esecuzione o del comple-
c) il termine di cui all’articolo 1, comma 111, ultimo tamento dei lavori, servizi o forniture.
periodo, della legge 30 dicembre 2018, n. 145, è differito 2. L’affidamento avviene alle medesime condizio-
al 15 novembre 2019. ni già proposte dall’originario aggiudicatario in sede in
26. Il Ministero dell’interno provvede, con proprio offerta.
decreto, all’attuazione delle disposizioni di cui al com- 3. Il curatore della procedura di fallimento, autoriz-
ma 25 nell’ambito delle risorse umane, strumentali e fi- zato all’esercizio provvisorio dell’impresa, può eseguire i
nanziarie disponibili a legislazione vigente e, comunque, contratti già stipulati dall’impresa fallita con l’autorizza-
senza nuovi o maggiori oneri per il bilancio dello Stato. zione del giudice delegato.
27. All’articolo 38 del decreto legislativo 18 aprile 4. Alle imprese che hanno depositato la domanda di
2016, n. 50, dopo il comma 1 è inserito il seguente: cui all’articolo 161, anche ai sensi del sesto comma, del
«1-bis. Al fine di ottimizzare le procedure di affida- regio decreto 16 marzo 1942, n. 267, si applica l’artico-
mento degli appalti pubblici per la realizzazione delle lo 186-bis del predetto regio decreto. Per la partecipazio-
scelte di politica pubblica sportiva e della relativa spe- ne alle procedure di affidamento di contratti pubblici tra
sa pubblica, a decorrere dal 1° gennaio 2020 la socie- il momento del deposito della domanda di cui al primo
tà Sport e salute Spa è qualificata di diritto centrale di periodo ed il momento del deposito del decreto previsto
committenza e può svolgere attività di centralizzazione dall’articolo 163 del regio decreto 16 marzo 1942, n. 267
delle committenze per conto delle amministrazioni aggiu- è sempre necessario l’avvalimento dei requisiti di un altro
dicatrici o degli enti aggiudicatari operanti nel settore soggetto.
dello sport e tenuti al rispetto delle disposizioni di cui al 5. L’impresa ammessa al concordato preventivo non
presente codice». necessita di avvalimento di requisiti di altro soggetto.

— 78 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

6. L’ANAC può subordinare la partecipazione, Art. 2-bis


l’affidamento di subappalti e la stipulazione dei relati-
vi contratti alla necessità che l’impresa in concordato si Norme urgenti in materia di soggetti coinvolti
avvalga di un altro operatore in possesso dei requisiti di negli appalti pubblici
carattere generale, di capacità finanziaria, tecnica, econo- 1. All’art. 1 del decreto-legge 14 dicembre 2018, n. 135,
mica, nonché di certificazione, richiesti per l’affidamento convertito, con modificazioni, dalla legge 11 febbraio
dell’appalto, che si impegni nei confronti dell’impresa 2019, n. 12, sono apportate le seguenti modificazioni:
concorrente e della stazione appaltante a mettere a dispo-
sizione, per la durata del contratto, le risorse necessarie a) al comma 2, le parole: «ed anche assistiti» sono
all’esecuzione dell’appalto e a subentrare all’impresa au- sostituite dalle seguenti: «anche se assistiti»;
siliata nel caso in cui questa nel corso della gara, ovvero b) al comma 6, le parole: «in misura non superiore a
dopo la stipulazione del contratto, non sia per qualsiasi un quarto del suo importo» sono sostituite dalle seguenti:
ragione più in grado di dare regolare esecuzione all’ap- «in misura massima determinata dal decreto adottato ai
palto o alla concessione quando l’impresa non è in pos- sensi del comma 7».
sesso dei requisiti aggiuntivi che l’ANAC individua con 2. All’articolo 2477 del codice civile, il secondo e il
apposite linee guida. terzo comma sono sostituiti dai seguenti:
«La nomina dell’organo di controllo o del revisore è
7. Restano ferme le disposizioni previste dall’artico- obbligatoria se la società:
lo 32 del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito,
con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 114, a) è tenuta alla redazione del bilancio consolidato;
in materia di misure straordinarie di gestione di imprese b) controlla una società obbligata alla revisione
nell’ambito della prevenzione della corruzione.». legale dei conti;
c) ha superato per due esercizi consecutivi alme-
2. Le disposizioni di cui all’articolo 110 del decreto no uno dei seguenti limiti: 1) totale dell’attivo dello stato
legislativo n. 50 del 2016, come sostituito dal comma 1 patrimoniale: 4 milioni di euro; 2) ricavi delle vendite e
del presente articolo, si applicano alle procedure in cui delle prestazioni: 4 milioni di euro; 3) dipendenti occupa-
il bando o l’avviso con cui si indice la gara è pubblicato ti in media durante l’esercizio: 20 unità.
nel periodo temporale compreso tra la data di entrata in
vigore del presente decreto e la data di entrata in vigore L’obbligo di nomina dell’organo di controllo o del
del decreto legislativo 12 gennaio 2019, n. 14, nonché, revisore di cui alla lettera c) del secondo comma cessa
per i contratti non preceduti dalla pubblicazione di bandi quando, per tre esercizi consecutivi, non è superato alcu-
o avvisi, alle procedure in cui gli inviti a presentare le no dei predetti limiti».
offerte sono stati inviati nel corso del medesimo periodo 3. Al quinto comma dell’articolo 2477 del codice civi-
temporale. le, le parole: «limiti indicati al terzo comma» sono sosti-
tuite dalle seguenti: «limiti indicati al secondo comma».
3. A decorrere dalla data di entrata in vigore del decreto
legislativo 12 gennaio 2019, n. 14, si applicano le disposi- Art. 3.
zioni dell’articolo 372 del predetto decreto.
Disposizioni in materia di semplificazione
4. Al regio decreto 16 marzo 1942, n. 267, sono appor- della disciplina degli interventi strutturali in zone sismiche
tate le seguenti modificazioni:
1. Al testo unico delle disposizioni legislative e regola-
a) all’articolo 104, settimo comma, è aggiunto, in mentari in materia edilizia di cui al decreto del Presidente
fine, il seguente periodo: «È fatto salvo il disposto dell’ar- della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, sono apportate le
ticolo 110, comma 3, del decreto legislativo 18 aprile seguenti modificazioni:
2016, n. 50.»; 0a) all’articolo 59, comma 2, dopo la lettera c) è
b) all’articolo 186-bis: aggiunta la seguente:
«c-bis) prove e controlli su materiali da costruzio-
1) al terzo comma, è aggiunto, in fine, il seguente ne su strutture e costruzioni esistenti»;
periodo: «Le disposizioni del presente comma si appli- a) all’articolo 65:
cano anche nell’ipotesi in cui l’impresa è stata ammessa
a concordato che non prevede la continuità aziendale se 1) il comma 1 è sostituito dal seguente:
il predetto professionista attesta che la continuazione è «1. Le opere realizzate con materiali e siste-
necessaria per la migliore liquidazione dell’azienda in mi costruttivi disciplinati dalle norme tecniche in vigo-
esercizio.»; re, prima del loro inizio, devono essere denunciate dal
costruttore allo sportello unico tramite posta elettronica
2) il quarto comma è sostituito dal seguente: «Suc- certificata (PEC).»;
cessivamente al deposito della domanda di cui all’artico- 2) il comma 3 è sostituito dal seguente:
lo 161, la partecipazione a procedure di affidamento di
contratti pubblici deve essere autorizzata dal tribunale, e, «3. Alla denuncia devono essere allegati:
dopo il decreto di apertura, dal giudice delegato, acquisito a) il progetto dell’opera firmato dal proget-
il parere del commissario giudiziale ove già nominato.»; tista, dal quale risultino in modo chiaro ed esauriente le
calcolazioni eseguite, l’ubicazione, il tipo, le dimensioni
2-bis) al quinto comma, la lettera b) è abrogata. delle strutture, e quanto altro occorre per definire l’opera

— 79 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

sia nei riguardi dell’esecuzione sia nei riguardi della co- del presente testo unico, sono considerati, nel rispetto di
noscenza delle condizioni di sollecitazione; quanto previsto agli articoli 52 e 83:
b) una relazione illustrativa firmata dal pro- a) interventi «rilevanti» nei riguardi della pub-
gettista e dal direttore dei lavori, dalla quale risultino le blica incolumità:
caratteristiche, le qualità e le prestazioni dei materiali che
verranno impiegati nella costruzione.»; 1) gli interventi di adeguamento o miglioramento si-
smico di costruzioni esistenti nelle località sismiche ad
3) il comma 4 è sostituito dal seguente: alta sismicità (zona 1) e a media sismicità (zona 2, li-
«4. Lo sportello unico, tramite PEC, rilascia al mitatamente a valori di peak ground acceleration-PGA
costruttore, all’atto stesso della presentazione, l’attesta- compresi fra 0,20 g e 0,25 g);
zione dell’avvenuto deposito.»; 2) le nuove costruzioni che si discostino
4) l’alinea del comma 6 è sostituito dal seguente: dalle usuali tipologie o che per la loro particolare com-
«6. Ultimate le parti della costruzione che in- plessità strutturale richiedano più articolate calcolazioni
cidono sulla stabilità della stessa, entro il termine di ses- e verifiche;
santa giorni, il direttore dei lavori deposita allo sportello 3) gli interventi relativi ad edifici di interesse
unico, tramite PEC, una relazione sull’adempimento de- strategico e alle opere infrastrutturali la cui funzionalità
gli obblighi di cui ai commi 1, 2 e 3, allegando: »; durante gli eventi sismici assume rilievo fondamentale
5) il comma 7 è sostituito dal seguente: per le finalità di protezione civile, nonché relativi agli
«7. All’atto della presentazione della relazione edifici e alle opere infrastrutturali che possono assumere
di cui al comma 6, lo sportello unico, tramite PEC, ri- rilevanza in relazione alle conseguenze di un loro even-
lascia al direttore dei lavori l’attestazione dell’avvenuto tuale collasso;
deposito su una copia della relazione e provvede altresì b) interventi di «minore rilevanza» nei riguardi
a trasmettere tale relazione al competente ufficio tecnico della pubblica incolumità:
regionale.»;
1) gli interventi di adeguamento o miglioramento si-
6) dopo il comma 8, è aggiunto, in fine, il seguente: smico di costruzioni esistenti nelle località sismiche a
«8-bis. Per gli interventi di cui all’articolo 94- media sismicità (zona 2, limitatamente a valori di PGA
bis, comma 1, lettera b), n. 2) e lettera c), n. 1), non si compresi fra 0,15 g e 0,20 g, e zona 3);
applicano le disposizioni di cui ai commi 6, 7 e 8.»; 2) le riparazioni e gli interventi locali sulle
b) all’articolo 67: costruzioni esistenti;
1) al comma 7, le parole: «in tre copie» sono soppresse 3) le nuove costruzioni che non rientrano
e dopo le parole: «che invia» sono inserite le seguenti: nella fattispecie di cui alla lettera a), n. 2);
«tramite posta elettronica certificata (PEC)»;
2) è aggiunto, in fine, il seguente comma: 3-bis) le nuove costruzioni appartenenti
alla classe di costruzioni con presenza solo occasionale
«8-ter. Per gli interventi di cui all’articolo 94-bis, di persone e edifici agricoli di cui al punto 2.4.2 del de-
comma 1, lettera b), numero 2), e lettera c), numero 1), il creto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti del
certificato di collaudo è sostituito dalla dichiarazione di 17 gennaio 2018;
regolare esecuzione resa dal direttore dei lavori»;
c) interventi «privi di rilevanza» nei riguardi
c) all’articolo 93, i commi 3, 4 e 5 sono sostituiti dai della pubblica incolumità:
seguenti:
«3. Il contenuto minimo del progetto è determi- 1) gli interventi che, per loro caratteristiche
nato dal competente ufficio tecnico della regione. In ogni intrinseche e per destinazione d’uso, non costituiscono
caso il progetto deve essere esauriente per planimetria, pericolo per la pubblica incolumità.
piante, prospetti e sezioni, relazione tecnica e accompa- 2. Per i medesimi fini del comma 1, il Ministero delle
gnato dagli altri elaborati previsti dalle norme tecniche. infrastrutture e dei trasporti, d’intesa con la Conferen-
4. I progetti relativi ai lavori di cui al presen- za Unificata di cui all’articolo 8 del decreto legislativo
te articolo sono accompagnati da una dichiarazione del 28 agosto 1997, n. 281, definisce, entro sessanta giorni
progettista che asseveri il rispetto delle norme tecniche dalla data di entrata in vigore della legge di conversio-
per le costruzioni e la coerenza tra il progetto esecutivo ne del decreto-legge 18 aprile 2019, n. 32, le linee guida
riguardante le strutture e quello architettonico, nonché il per l’individuazione, dal punto di vista strutturale, degli
rispetto delle eventuali prescrizioni sismiche contenute interventi di cui al medesimo comma 1, nonché delle va-
negli strumenti di pianificazione urbanistica. rianti di carattere non sostanziale per le quali non occorre
il preavviso di cui all’articolo 93. Nelle more dell’ema-
5. Per tutti gli interventi il preavviso scritto con il nazione delle linee guida, le regioni possono confermare
contestuale deposito del progetto e dell’asseverazione di le disposizioni vigenti. Le elencazioni riconducibili alle
cui al comma 4, è valido anche agli effetti della denuncia categorie di interventi di minore rilevanza o privi di rile-
dei lavori di cui all’articolo 65.»; vanza, già adottate dalle regioni, possono rientrare nelle
d) dopo l’articolo 94, è inserito il seguente: medesime categorie di interventi di cui al comma 1, lette-
«Art. 94-bis (Disciplina degli interventi struttura- re b) e c). A seguito dell’emanazione delle linee guida, le
li in zone sismiche). - 1. Ai fini dell’applicazione delle regioni adottano specifiche elencazioni di adeguamento
disposizioni di cui ai capi I, II e IV della parte seconda alle stesse.

— 80 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

3. Fermo restando l’obbligo del titolo abilitativo all’in- quelli relativi alla tutela ambientale, per i quali i termini
tervento edilizio, non si possono iniziare lavori relativi ad dei relativi procedimenti sono dimezzati, e per quelli rela-
interventi «rilevanti», di cui al comma 1, lettera a), senza tivi alla tutela di beni culturali e paesaggistici, per i quali
preventiva autorizzazione scritta del competente ufficio il termine di adozione dell’autorizzazione, parere, visto
tecnico della regione, in conformità all’articolo 94. e nulla osta è fissato nella misura massima di sessanta
4. Fermo restando l’obbligo del titolo abilitativo all’in- giorni dalla data di ricezione della richiesta, decorso il
tervento edilizio, e in deroga a quanto previsto all’arti- quale, ove l’autorità competente non si sia pronunciata,
colo 94, comma 1, le disposizioni di cui al comma 3 non detti atti si intendono rilasciati. L’autorità competente
si applicano per lavori relativi ad interventi di «minore può altresì chiedere chiarimenti o elementi integrativi di
rilevanza» o «privi di rilevanza» di cui al comma 1, lette- giudizio; in tal caso il termine di cui al precedente perio-
ra b) o lettera c). do è sospeso fino al ricevimento della documentazione
5. Per gli stessi interventi, non soggetti ad autorizzazio- richiesta e, a partire dall’acquisizione della medesima
ne preventiva, le regioni possono istituire controlli anche documentazione, per un periodo massimo di trenta gior-
con modalità a campione. ni, decorso il quale i chiarimenti o gli elementi integrativi
si intendono comunque acquisiti con esito positivo. Ove
6. Restano ferme le procedure di cui agli articoli 65 e sorga l’esigenza di procedere ad accertamenti di natura
67, comma 1, del presente testo unico.». tecnica, l’autorità competente ne dà preventiva comu-
1-bis. Al fine di dare attuazione all’articolo 59, com- nicazione al Commissario straordinario e il termine di
ma 2, lettera c-bis), del testo unico di cui al decreto sessanta giorni di cui al presente comma è sospeso, fino
del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, all’acquisizione delle risultanze degli accertamenti e, co-
come introdotta dal comma 1, lettera 0a), del presente munque, per un periodo massimo di trenta giorni, decorsi
articolo, il Consiglio superiore dei lavori pubblici, entro i quali si procede comunque all’iter autorizzativo. I ter-
sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della leg- mini di cui ai periodi precedenti si applicano altresì per
ge di conversione del presente decreto, adotta specifici le procedure autorizzative per l’impiantistica connessa
provvedimenti. alla gestione aerobica della frazione organica dei rifiuti
solidi urbani (FORSU) e dei rifiuti organici in generale
Art. 4. della regione Lazio e di Roma Capitale, fermi restando
i princìpi di cui alla parte prima del decreto legislativo
Commissari straordinari, interventi sostitutivi 3 aprile 2006, n. 152, e nel rispetto delle disposizioni
e responsabilità erariali contenute nella parte seconda del medesimo decreto le-
1. Per gli interventi infrastrutturali ritenuti prioritari, gislativo n. 152 del 2006.
individuati con uno o più decreti del Presidente del Con- 3. Per l’esecuzione degli interventi, i Commissari stra-
siglio dei ministri, da adottare entro centottanta giorni ordinari possono essere abilitati ad assumere direttamen-
dalla data di entrata in vigore della legge di conversione te le funzioni di stazione appaltante e operano in deroga
del presente decreto, su proposta del Ministro delle infra- alle disposizioni di legge in materia di contratti pubblici,
strutture e dei trasporti, sentito il Ministro dell’economia fatto salvo il rispetto delle disposizioni del codice delle
e delle finanze, previo parere delle competenti Commis- leggi antimafia e delle misure di prevenzione, di cui al
sioni parlamentari, il Presidente del Consiglio dei mi- decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, nonché dei
nistri, su proposta del Ministro delle infrastrutture e dei vincoli inderogabili derivanti dall’appartenenza all’Unio-
trasporti sentito il Ministro dell’economia e delle finanze, ne europea. Per le occupazioni di urgenza e per le espro-
dispone la nomina di uno o più Commissari straordinari. priazioni delle aree occorrenti per l’esecuzione degli in-
Con uno o più decreti successivi, da adottare con le mo- terventi, i Commissari straordinari, con proprio decreto,
dalità di cui al primo periodo entro il 31 dicembre 2020, provvedono alla redazione dello stato di consistenza e del
il Presidente del Consiglio dei ministri può individuare verbale di immissione in possesso dei suoli anche con la
ulteriori interventi prioritari per i quali disporre la nomi- sola presenza di due rappresentanti della regione o de-
na di Commissari straordinari. gli enti territoriali interessati, prescindendo da ogni altro
2. Per le finalità di cui al comma 1, ed allo scopo di po- adempimento.
ter celermente stabilire le condizioni per l’effettiva realiz- 4. I Commissari straordinari operano in raccordo con la
zazione dei lavori, i Commissari straordinari, individua- Struttura di cui all’art. 1, comma 179, della legge 30 di-
bili anche nell’ambito delle società a controllo pubblico, cembre 2018, n. 145, anche con riferimento alla sicurezza
cui spetta l’assunzione di ogni determinazione ritenuta delle dighe e delle infrastrutture idriche, e trasmettono al
necessaria per l’avvio ovvero la prosecuzione dei lavori, Comitato interministeriale per la programmazione econo-
anche sospesi, provvedono all’eventuale rielaborazione mica i progetti approvati, il cronoprogramma dei lavo-
e approvazione dei progetti non ancora appaltati, ope- ri e il relativo stato di avanzamento, segnalando seme-
rando in raccordo con i Provveditorati interregionali alle stralmente eventuali anomalie e significativi scostamenti
opere pubbliche, anche mediante specifici protocolli ope- rispetto ai termini fissati nel cronoprogramma di realiz-
rativi per l’applicazione delle migliori pratiche. L’appro- zazione delle opere, anche ai fini della valutazione di de-
vazione dei progetti da parte dei Commissari straordina- finanziamento degli interventi. Le modalità e le deroghe
ri, d’intesa con i Presidenti delle regioni territorialmente di cui al presente comma, nonché quelle di cui al com-
competenti, sostituisce, ad ogni effetto di legge, ogni ma 2, ad eccezione di quanto ivi previsto per i procedi-
autorizzazione, parere, visto e nulla osta occorrenti per menti relativi alla tutela di beni culturali e paesaggistici,
l’avvio o la prosecuzione dei lavori, fatta eccezione per e di cui al comma 3, si applicano anche agli interventi dei

— 81 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

Commissari straordinari per il dissesto idrogeologico in nistri dell’economia e delle finanze, dell’ambiente e della
attuazione del Piano nazionale per la mitigazione del ri- tutela del territorio e del mare, per i beni e le attività
schio idrogeologico, il ripristino e la tutela della risorsa culturali e delle politiche agricole alimentari, forestali e
ambientale, di cui al decreto del Presidente del Consiglio del turismo, la città metropolitana di Venezia e il comune
dei ministri 20 febbraio 2019, pubblicato nella Gazzetta di Venezia, da adottare entro trenta giorni dalla data di
Ufficiale n. 88 del 13 aprile 2019, e ai Commissari per entrata in vigore della legge di conversione del presente
l’attuazione degli interventi idrici di cui all’art. 1, com- decreto, è nominato un Commissario straordinario inca-
ma 153, della legge 30 dicembre 2018, n. 145. ricato di sovraintendere alle fasi di prosecuzione dei la-
vori volti al completamento dell’opera. A tal fine il Com-
5. Con uno o più decreti del Presidente del Consiglio missario può assumere le funzioni di stazione appaltante
dei ministri, su proposta del Ministro delle infrastrutture e opera in raccordo con la struttura del Provveditorato
e dei trasporti di concerto con il Ministro dell’economia e interregionale alle opere pubbliche per il Veneto, il Tren-
delle finanze, sono stabiliti i termini, le modalità, le tem- tino-Alto Adige e il Friuli Venezia Giulia. Per la celere
pistiche, l’eventuale supporto tecnico, le attività connesse esecuzione delle attività assegnate al Commissario stra-
alla realizzazione dell’opera, il compenso per i Commis- ordinario, con il medesimo decreto sono altresì stabiliti i
sari straordinari, i cui oneri sono posti a carico dei quadri termini, le modalità, le tempistiche, l’eventuale supporto
economici degli interventi da realizzare o completare. I tecnico, il compenso del Commissario, il cui onere è po-
compensi dei Commissari sono stabiliti in misura non su- sto a carico del quadro economico dell’opera. Il compen-
periore a quella indicata all’art. 15, comma 3, del decreto- so del Commissario è fissato in misura non superiore a
legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito con modificazioni quella indicata all’art. 15, comma 3, del decreto-legge
dalla legge 15 luglio 2011, n. 111. I commissari possono 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla
avvalersi, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza legge 15 luglio 2011, n. 111. Il Commissario straordina-
pubblica, di strutture dell’amministrazione centrale o rio opera in deroga alle disposizioni di legge in materia
territoriale interessata nonché di società controllate dallo di contratti pubblici, fatto salvo il rispetto dei princìpi
Stato o dalle Regioni. generali posti dai Trattati dell’Unione europea e dalle di-
6. Al fine di fronteggiare la situazione di grave degrado sposizioni delle direttive di settore, anche come recepiti
in cui versa la rete viaria della Regione Siciliana, ancor dall’ordinamento interno. Il Commissario può avvalersi
più acuitasi in conseguenza dei recenti eventi meteorolo- di strutture delle amministrazioni centrali o territoriali
gici che hanno interessato vaste aree del territorio, ed allo interessate nonché di società controllate dallo Stato o
scopo di programmare immediati interventi di riqualifica- dalle regioni, nel limite delle risorse disponibili e senza
zione, miglioramento e rifunzionalizzazione della stessa nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica.
rete viaria al fine di conseguire idonei standard di sicurez-
za stradale e adeguata mobilità, con decreto del Presidente 6-ter. Al fine della più celere realizzazione degli in-
del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro delle terventi per la salvaguardia della Laguna di Venezia,
infrastrutture e dei trasporti sentito il Ministro dell’econo- le risorse assegnate dall’art. 1, comma 852, della legge
mia e delle finanze, d’intesa con il Presidente della Giun- 27 dicembre 2017, n. 205, pari a 25 milioni di euro per
ta regionale Siciliana, da adottarsi entro trenta giorni dalla l’anno 2018 e a 40 milioni di euro per ciascuno degli anni
data di entrata in vigore della legge di conversione del pre- dal 2019 al 2024, e destinate ai comuni della Laguna di
sente decreto, è nominato apposito Commissario straordi- Venezia, ripartite dal Comitato di cui all’art. 4 della legge
nario incaricato di sovraintendere alla programmazione, 29 novembre 1984, n. 798, sono ripartite, per le annualità
progettazione, affidamento ed esecuzione degli interventi 2018 e 2019, con decreto del Presidente del Consiglio dei
sulla rete viaria della Regione Siciliana. Con decreto del ministri su proposta del Ministro delle infrastrutture e dei
Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Mi- trasporti, sentiti gli enti attuatori.
nistro delle infrastrutture e dei trasporti di concerto con
il Ministro dell’economia e delle finanze sono stabiliti i
termini, le modalità, le tempistiche, l’eventuale supporto 6-quater. Al fine di assicurare la piena fruibilità de-
tecnico, le attività connesse alla realizzazione dell’opera, gli spazi costruiti sull’infrastruttura del Ponte di Parma
il compenso del Commissario, i cui oneri sono posti a ca- denominato «Nuovo Ponte Nord», la regione Emilia-
rico del quadro economico degli interventi da realizzare Romagna, la provincia di Parma e il comune di Parma,
o completare. Il compenso del Commissario è stabilito in verificata la presenza sul corso d’acqua principale su cui
misura non superiore a quella indicata all’art. 15, com- insiste la medesima infrastruttura di casse di espansione
ma 3, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito o di altre opere idrauliche a monte del manufatto idonee
con modificazioni dalla legge 15 luglio 2011, n. 111. Il a garantire un franco di sicurezza adeguato rispetto al
commissario può avvalersi, senza nuovi o maggiori oneri livello delle piene, possono adottare i necessari provve-
per la finanza pubblica, di strutture dell’amministrazione dimenti finalizzati a consentirne l’utilizzo permanente at-
interessata nonché di società controllate dalla medesima. traverso l’insediamento di attività di interesse collettivo
sia a scala urbana che extraurbana, anche in deroga alla
6-bis. Per la prosecuzione dei lavori di realizzazione pianificazione vigente, nel rispetto della pianificazione di
del modulo sperimentale elettromeccanico per la tutela e bacino e delle relative norme di attuazione. Tale utilizzo
la salvaguardia della Laguna di Venezia, noto come siste- costituisce fattispecie unica e straordinaria. I costi per
ma MOSE, con decreto del Presidente del Consiglio dei l’utilizzo di cui al presente comma gravano sull’ente in-
ministri, su proposta del Ministro delle infrastrutture e caricato della gestione e non comportano nuovi o mag-
dei trasporti, d’intesa con la regione Veneto, sentiti i Mi- giori oneri a carico della finanza pubblica.

— 82 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

7. Alla data di entrata in vigore della legge di conversio- sariale, rispetto all’avvio ovvero al completamento degli
ne del presente decreto sono da intendersi conclusi i pro- interventi di cui all’art. 86 della legge 27 dicembre 2002,
grammi infrastrutturali «6000 Campanili» e «Nuovi Pro- n. 289, con relativa indicazione delle modalità e delle
getti di Intervento», di cui al decreto-legge 21 giugno 2013 tempistiche occorrenti per l’avvio o il completamento de-
n. 69 convertito con modificazioni dalla legge 9 agosto gli interventi stessi;
2013, n. 98, alla legge 27 dicembre 2013, n. 147, e al de- b) le amministrazioni competenti cui trasferire gli in-
creto-legge 12 settembre 2014 n. 133 convertito con modi- terventi completati da parte della gestione commissariale;
ficazioni in legge 11 novembre 2014, n. 164. Con decreto
del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto c) i centri di costo delle amministrazioni competenti
con il Ministro dell’economia e delle finanze, da adottarsi cui trasferire le risorse presenti sulla contabilità specia-
entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del presente le n. 3250, intestata al Commissario ad acta, provenienti
provvedimento, si provvede alla ricognizione delle somme dalla contabilità speciale n. 1728, di cui all’art. 86, com-
iscritte nel bilancio dello Stato, anche in conto residui, e ma 3, della legge 27 dicembre 2002, n. 289.
non più dovute relative ai predetti programmi, con esclu- 9. Nell’ambito degli interventi di cui al comma 8, la
sione delle somme perenti. Le somme accertate a seguito Regione Campania provvede al completamento delle at-
della predetta ricognizione sono mantenute nel conto del tività relative al «Collegamento A3 (Contursi) - SS 7var
bilancio per essere versate all’entrata del bilancio dello (Lioni) - A16 (Grottaminarda) - A14 (Termoli). Tratta
Stato nell’anno 2019, qualora iscritte in bilancio nel conto campana Strada a scorrimento veloce Lioni-Grottaminar-
dei residui passivi, e riassegnate ad apposito capitolo di da» subentrando nei rapporti attivi e passivi in essere. La
spesa da istituire nello stato di previsione del Ministero Regione Campania è autorizzata alla liquidazione delle
delle infrastrutture e dei trasporti per il finanziamento di somme spettanti alle imprese esecutrici utilizzando risor-
un nuovo Programma di Interventi infrastrutturali per Pic- se finanziarie nella propria disponibilità, comunque de-
coli Comuni fino a 3.500 abitanti. Con il decreto di cui al stinate al completamento del citato collegamento e prov-
precedente periodo sono individuate le modalità e i termi- vede alle occorrenti attività di esproprio funzionali alla
ni di accesso al finanziamento del programma di interven- realizzazione dell’intervento. La Regione Campania può
ti infrastrutturali per Piccoli Comuni fino a 3.500 abitanti affidare eventuali contenziosi all’Avvocatura dello Sta-
per lavori di immediata cantierabilità per la manutenzione to, previa stipula di apposita convenzione, ai sensi dell’
di strade, illuminazione pubblica, strutture pubbliche co- art. 107, terzo comma, del decreto del Presidente della
munali e per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Repubblica 24 luglio 1977, n. 616.
7-bis. Con decreto del Ministro delle infrastrutture e 10. Con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei
dei trasporti, di concerto con il Ministro dell’economia e trasporti, di concerto con il Ministro dello sviluppo econo-
delle finanze e con il Ministro dello sviluppo economico, mico, da emanarsi entro trenta giorni dalla data di entrata
da emanare entro trenta giorni dalla data di entrata in in vigore della legge di conversione del presente decreto,
vigore della legge di conversione del presente decreto, si provvede alla costituzione di apposito Comitato di vigi-
sono individuati gli interventi per realizzare la Piatta- lanza per l’attuazione degli interventi di completamento
forma unica nazionale (PUN) di cui all’art. 8, comma 5, della strada a scorrimento veloce «Lioni-Grottaminarda»,
del decreto legislativo 16 dicembre 2016, n. 257, e per anche ai fini dell’individuazione dei lotti funzionali alla
gli investimenti del Piano nazionale infrastrutturale per realizzazione dell’opera. La costituzione e il funziona-
la ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica, di mento del Comitato, composto da cinque componenti di
cui all’art. 17-septies del decreto-legge 22 giugno 2012, qualificata professionalità ed esperienza cui non spetta-
n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto no compensi, gettoni di presenza, rimborsi spesa o altri
2012, n. 134, cosiddetto «PNire 3», a favore di progetti di emolumenti comunque denominati, non comporta nuovi
realizzazione di reti di infrastrutture di ricarica dedicate o maggiori oneri a carico della finanza pubblica.
ai veicoli alimentati ad energia elettrica, immediatamen- 11. Ai fini degli effetti finanziari delle disposizioni di cui
te realizzabili, valutati e selezionati dal Ministero delle ai commi 8 e 9, le risorse esistenti sulla contabilità speciale
infrastrutture e dei trasporti. 3250, intestata al commissario ad acta, provenienti dalla
7-ter. All’onere derivante dal comma 7-bis, nel limite com- contabilità speciale n. 1728, di cui all’art. 86, comma 3 del-
plessivo di euro 10 milioni per l’anno 2019, si provvede me- la legge 27 dicembre 2002, n. 289, sono riassegnate, ove
diante corrispondente riduzione del Fondo di cui all’art. 1, necessario, mediante versamento all’entrata del bilancio
comma 1091, della legge 27 dicembre 2017, n. 205. dello Stato, alle Amministrazioni titolari degli interventi.
8. Al fine di garantire la realizzazione e il completamen- 12. Per l’esecuzione degli interventi di cui ai commi 8 e
to delle opere di cui all’art. 86 della legge 27 dicembre 9, si applicano le disposizioni di cui all’art. 74, comma 2,
2002, n. 289, il Ministro delle infrastrutture e dei traspor- del testo unico delle leggi per gli interventi nei territori della
ti, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico e Campania, Basilicata, Puglia e Calabria colpiti dagli eventi
con il Ministro dell’economia e delle finanze, provvede, sismici del novembre 1980, del febbraio 1981 e del marzo
con apposito decreto, anche sulla base della ricognizione 1982, di cui al decreto legislativo 30 marzo 1990, n. 76.
delle pendenze di cui all’art. 49, comma 2, del decreto- 12-bis. All’art. 1 della legge 30 dicembre 2018, n. 145,
legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazio- dopo il comma 148 è inserito il seguente:
ni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134, a individuare: «148-bis. Le disposizioni dei commi da 140 a 148
a) le amministrazioni competenti che subentrano nei si applicano anche ai contributi da attribuire per l’anno
rapporti attivi e passivi della cessata gestione commis- 2020 ai sensi dell’art. 1, comma 853, della legge 27 di-

— 83 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

cembre 2017, n. 205. Per tali contributi sono conseguen- del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 febbraio
temente disapplicate le disposizioni di cui ai commi da 2014. È autorizzato l’avvio della realizzazione del sesto
854 a 861 dell’art. 1 della citata legge n. 205 del 2017». lotto costruttivo della «Linea AV/AC Milano-Genova:
12-ter. All’art. 1, comma 1, della legge 14 gennaio Terzo Valico dei Giovi», mediante utilizzo delle risorse
1994, n. 20, dopo il secondo periodo è inserito il seguen- già assegnate alla RFI per il finanziamento del contratto
te: «La gravità della colpa e ogni conseguente respon- di programma – parte investimenti RFI, nel limite di 833
sabilità sono in ogni caso escluse per ogni profilo se il milioni di euro anche nell’ambito del riparto del Fondo
fatto dannoso trae origine da decreti che determinano la per gli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Pae-
cessazione anticipata, per qualsiasi ragione, di rapporti se, di cui all’art. 1, comma 1072, della legge 27 dicembre
di concessione autostradale, allorché detti decreti sia- 2017, n. 205.
no stati vistati e registrati dalla Corte dei conti in sede 12-octies. Entro trenta giorni dalla data di entrata in
di controllo preventivo di legittimità svolto su richiesta vigore della legge di conversione del presente decreto,
dell’amministrazione procedente». il Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del
12-quater. All’art. 16 della legge 27 febbraio 1967, Ministro delle infrastrutture e dei trasporti sentito il Mi-
n. 48, dopo il secondo comma è inserito il seguente: nistro dell’economia e delle finanze, d’intesa con il Pre-
sidente della Giunta regionale della Liguria, nomina, con
«In caso di assenza o impedimento temporaneo proprio decreto e senza oneri per la finanza pubblica, il
del Presidente del Consiglio dei ministri, il Comitato è Commissario straordinario per il completamento dei la-
presieduto dal Ministro dell’economia e delle finanze in vori del Nodo ferroviario di Genova e del collegamento
qualità di vice presidente del Comitato stesso. In caso di dell’ultimo miglio tra il Terzo Valico dei Giovi e il Porto
assenza o di impedimento temporaneo anche di quest’ul- storico di Genova, in deroga alla procedura vigente.
timo, le relative funzioni sono svolte dal Ministro presen-
te più anziano per età». Art. 4-bis
12-quinquies. All’art. 61 del decreto-legge 24 apri-
le 2017, n. 50, convertito, con modificazioni, dalla leg- Norme in materia di messa in sicurezza
ge 21 giugno 2017, n. 96, sono apportate le seguenti di edifici e territorio
modificazioni: 1. Al fine di permettere il completamento della realiz-
a) al comma 6, le parole: «31 dicembre 2019» sono zazione degli interventi di messa in sicurezza di edifici e
sostituite dalle seguenti: «31 gennaio 2021»; territorio da parte dei comuni, in relazione ai contributi
b) al comma 9, le parole: «con la consegna delle opere per investimenti concessi nel 2018 ai comuni, all’artico-
previste nel piano di cui al comma 4» sono sostituite dalle lo 1 della legge 27 dicembre 2017, n. 205, sono apportate
seguenti: «il 31 dicembre 2021». le seguenti modificazioni:
12-sexies. Al primo periodo del comma 13 dell’art. 55 a) al comma 859 sono aggiunte, in fine, le seguen-
della legge 27 dicembre 1997, n. 449, dopo le parole: ti parole: «, ad esclusione dei casi nei quali il mancato
«nodo stazione di Verona» sono aggiunte, in fine, le se- rispetto dei termini sia stato determinato dall’instaura-
guenti: «nonché delle iniziative relative all’interporto di zione di un contenzioso in ordine alla procedura posta
Trento, all’interporto ferroviario di Isola della Scala (Ve- in essere dal comune ai sensi dei commi 853 e seguenti»;
rona) ed al porto fluviale di Valdaro (Mantova)». b) dopo il comma 859 è inserito il seguente:
12-septies. Al fine di consentire il celere riavvio dei «859-bis. Per i contributi assegnati per l’anno
lavori del Nodo ferroviario di Genova e assicurare il col- 2018, il recupero di cui al comma 859 non si applica agli
legamento dell’ultimo miglio tra il Terzo Valico dei Giovi enti beneficiari del medesimo contributo che hanno posto
e il Porto storico di Genova, i progetti «Potenziamento in essere, entro i termini di cui al comma 857, le attività
infrastrutturale Voltri-Brignole», «Linea AV/AC Milano- preliminari all’affidamento dei lavori rilevabili attraverso
Genova: Terzo Valico dei Giovi» e «Potenziamento Ge- il sistema di monitoraggio di cui al comma 860, a condizio-
nova-Campasso» sono unificati in un Progetto unico, il ne che l’affidamento avvenga entro il 31 dicembre 2019».
cui limite di spesa è definito in 6.853,23 milioni di euro
ed è interamente finanziato nell’ambito delle risorse del Art. 4-ter
contratto di programma RFI. Tale finalizzazione è recepi- Commissario straordinario per la sicurezza
ta nell’aggiornamento del contratto di programma – par- del sistema idrico del Gran Sasso
te investimenti tra il Ministero delle infrastrutture e dei
trasporti e la RFI Spa per gli anni 2018-2019, che deve 1. Entro quindici giorni dalla data di entrata in vigore
recare il quadro economico unitario del Progetto unico e della legge di conversione del presente decreto, il Presi-
il cronoprogramma degli interventi. Le risorse che si ren- dente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro
dono disponibili sui singoli interventi del Progetto unico delle infrastrutture e dei trasporti sentito il Presidente
possono essere destinate agli altri interventi nell’ambito della regione Abruzzo, con proprio decreto, nomina, fino
dello stesso Progetto unico. Le opere civili degli inter- al 31 dicembre 2021, un Commissario straordinario del
venti «Potenziamento infrastrutturale Voltri-Brignole» Governo, scelto tra persone, anche estranee alla pubbli-
e «Potenziamento Genova-Campasso» e la relativa im- ca amministrazione, di comprovata esperienza gestio-
piantistica costituiscono lavori supplementari all’inter- nale e amministrativa, che non siano in una situazione
vento «Linea AV/AC Milano-Genova: Terzo Valico dei di conflitto di interessi, con il compito di sovraintendere
Giovi» ai sensi dell’art. 89 della direttiva 2014/25/UE alla progettazione, all’affidamento e all’esecuzione de-

— 84 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

gli interventi indifferibili ed urgenti volti a fronteggiare b) per le amministrazioni pubbliche diverse da quel-
la situazione di grave rischio idrogeologico e conseguire le di cui alla lettera a) il trattamento economico fonda-
adeguati standard di qualità delle acque e di sicurezza mentale e l’indennità di amministrazione sono a carico
idraulica del sistema idrico del Gran Sasso. esclusivo del Commissario straordinario;
2. Al Commissario straordinario è attribuito un com- c) ogni altro emolumento accessorio è corrisposto
penso, determinato con decreto del Ministro delle in- con oneri a carico esclusivo del Commissario straordi-
frastrutture e dei trasporti di concerto con il Ministro nario il quale provvede direttamente ovvero mediante
dell’economia e delle finanze, in misura non superiore apposita convenzione con le amministrazioni pubbliche
a quella indicata all’articolo 15, comma 3, del decreto- di provenienza ovvero con altra amministrazione dello
legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, Stato o ente locale.
dalla legge 15 luglio 2011, n. 111, con oneri a carico delle 5. Il Commissario straordinario può nominare, con
risorse di cui al comma 12. proprio provvedimento, fino a due sub-commissari, il cui
3. Per l’esercizio dei compiti assegnati, il Commissa- compenso è determinato in misura non superiore a quel-
rio straordinario si avvale di una struttura di supporto la indicata all’articolo 15, comma 3, del citato decreto-
posta alle sue dirette dipendenze, costituita con decreto legge n. 98 del 2011. L’incarico di sub-commissario ha
del Presidente del Consiglio dei ministri e composta da durata massima non superiore a quella del Commissario
un contingente massimo di undici unità di personale, di e nei limiti delle risorse individuate al comma 12.
cui una unità di livello dirigenziale non generale e dieci 6. La struttura commissariale cessa alla scadenza
unità di personale non dirigenziale, scelto tra il perso- dell’incarico del Commissario.
nale delle amministrazioni pubbliche di cui all’articolo 1, 7. Per l’esercizio dei compiti assegnati, il Commis-
comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, sario straordinario può avvalersi, sulla base di appositi
con esclusione del personale docente, educativo ed ammi- protocolli d’intesa, di personale dell’ANAS Spa nei limiti
nistrativo-tecnico-ausiliario delle istituzioni scolastiche. delle risorse individuate al comma 12.
Al personale della struttura è riconosciuto il trattamento
economico accessorio corrisposto al personale dirigen- 8. È costituita una Cabina di coordinamento, presie-
ziale e non dirigenziale della Presidenza del Consiglio dei duta dal Presidente della regione Abruzzo, con compiti di
ministri nel caso in cui il trattamento economico accesso- comunicazione ed informazione nei confronti delle popo-
rio di provenienza risulti complessivamente inferiore. Al lazioni interessate, nonché di coordinamento tra i diversi
personale non dirigenziale spetta comunque l’indennità livelli di governo coinvolti e di verifica circa lo stato di
di amministrazione della Presidenza del Consiglio dei mi- avanzamento degli interventi di messa in sicurezza del
nistri. Nell’ambito del menzionato contingente di perso- sistema idrico del Gran Sasso. La Cabina di coordina-
nale non dirigenziale possono essere nominati fino a cin- mento è composta dai presidenti delle amministrazioni
que esperti o consulenti, scelti anche tra soggetti estranei provinciali di L’Aquila e Teramo, dai sindaci dei comuni
alla pubblica amministrazione, in possesso di comprovata di L’Aquila e Teramo, da due rappresentanti dell’Asso-
esperienza, anche in deroga a quanto previsto dall’artico- ciazione nazionale dei comuni italiani (ANCI), uno per
lo 7 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, il cui la provincia di L’Aquila e uno per la provincia di Tera-
compenso è definito con provvedimento del Commissario mo, dal presidente del Parco nazionale del Gran Sasso e
e comunque non è superiore ad euro 48.000 annui. dei Monti della Laga, da un rappresentante del Ministe-
ro delle infrastrutture e dei trasporti, uno del Ministero
4. Il personale pubblico della struttura commissaria- dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare e
le è collocato, ai sensi dell’articolo 17, comma 14, della uno del Ministero dell’istruzione, dell’università e della
legge 15 maggio 1997, n. 127, in posizione di comando, ricerca, nonché da un rappresentante, rispettivamente,
fuori ruolo o altro analogo istituto previsto dai rispettivi per l’Azienda sanitaria locale di Teramo e per quella
ordinamenti. All’atto del collocamento in fuori ruolo è di L’Aquila. Il presidente della Cabina di coordinamen-
reso indisponibile, per tutta la durata del collocamento to relaziona periodicamente al Presidente del Consiglio
in fuori ruolo, un numero di posti nella dotazione orga- dei ministri. Per la partecipazione alla Cabina di coor-
nica dell’amministrazione di provenienza equivalente dal dinamento non spettano gettoni di presenza, indennità o
punto di vista finanziario. Il trattamento economico fon- emolumenti comunque denominati. Gli eventuali rimbor-
damentale ed accessorio del predetto personale è antici- si di spese sono posti a carico delle amministrazioni di
pato dalle amministrazioni di provenienza e corrisposto appartenenza.
secondo le seguenti modalità: 9. Per la realizzazione dei lavori di completa messa in
a) le amministrazioni statali di provenienza, ivi sicurezza dell’acquifero del Gran Sasso, il Commissario
comprese le agenzie fiscali, le amministrazioni statali ad straordinario può assumere direttamente le funzioni di
ordinamento autonomo e le università, provvedono, con stazione appaltante e opera in deroga alle disposizioni di
oneri a proprio carico esclusivo, al pagamento del tratta- legge in materia di contratti pubblici, fatto salvo il rispet-
mento economico fondamentale, nonché dell’indennità di to dei vincoli inderogabili derivanti dall’appartenenza
amministrazione. Qualora l’indennità di amministrazio- all’Unione europea. Con decreto del Ministro dell’inter-
ne risulti inferiore a quella prevista per il personale del- no, da adottare entro quindici giorni dalla data di entrata
la Presidenza del Consiglio dei ministri, il Commissario in vigore della legge di conversione del presente decreto,
straordinario provvede al rimborso delle sole somme ec- sono individuate speciali misure amministrative di sem-
cedenti l’importo dovuto, a tale titolo, dall’amministra- plificazione per il rilascio della documentazione antima-
zione di provenienza; fia, anche in deroga alle relative norme.

— 85 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

10. Per la specificità del sistema di captazione delle ac- b) quanto a 1,4 milioni di euro per l’anno 2021, me-
que drenate a tergo delle gallerie autostradali del Traforo diante corrispondente riduzione dello stanziamento del
autostradale del Gran Sasso e all’interno dei laboratori fondo speciale di parte corrente iscritto, ai fini del bi-
dell’Istituto nazionale di fisica nucleare (INFN), al fine di lancio triennale 2019-2021, nell’ambito del programma
garantire la tutela dell’acquifero del Gran Sasso e l’uso «Fondi di riserva e speciali» della missione «Fondi da
potabile della risorsa idrica captata dallo stesso, contem- ripartire» dello stato di previsione del Ministero dell’eco-
perando la coesistenza e la regolare conduzione delle gal- nomia e delle finanze per l’anno 2019, allo scopo parzial-
lerie autostradali e dei laboratori stessi, non si applica, mente utilizzando l’accantonamento relativo al Ministero
relativamente alle captazioni idropotabili delle gallerie dell’istruzione, dell’università e della ricerca;
stesse, lato Teramo e L’Aquila, l’articolo 94, comma 3, c) quanto a 20 milioni di euro per l’anno 2019, 50
del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, relativamen- milioni di euro per l’anno 2020 e 50 milioni di euro per
te alla previsione secondo cui la zona di tutela assoluta l’anno 2021, mediante corrispondente utilizzo dell’au-
deve essere adibita esclusivamente a opere di captazio- torizzazione di spesa recata dall’articolo 1, comma 95,
ne o presa e ad infrastrutture di servizio. La protezione della legge 30 dicembre 2018, n. 145, da imputare sulla
dei punti di captazione deve essere garantita dall’esecu- quota parte del fondo attribuita al Ministero delle infra-
zione degli interventi di messa in sicurezza determinati strutture e dei trasporti per euro 18 milioni per l’anno
dall’attività del Commissario straordinario cui compete 2019, 45 milioni per l’anno 2020 e 43 milioni per l’anno
altresì la messa in sicurezza delle infrastrutture quali le 2021 e sulla quota parte del fondo attribuita al Ministero
gallerie autostradali e i laboratori. Nelle zone di rispetto dell’istruzione, dell’università e della ricerca per euro 2
delle captazioni idropotabili delle gallerie autostradali, milioni per l’anno 2019, 5 milioni per l’anno 2020 e 7
individuate ai sensi dell’articolo 94, comma 4, del decre- milioni per l’anno 2021.
to legislativo 3 aprile 2006, n. 152, sono consentiti gli
interventi di raccolta, trasporto e recupero di rifiuti pro-
dotti a seguito degli interventi di messa in sicurezza come Art. 4-quater
determinati dall’attività del Commissario straordinario. Sperimentazione e semplificazioni in materia contabile
La messa in sicurezza delle attività preesistenti, quali le
gallerie autostradali e i laboratori, è garantita dagli in- 1. In relazione all’entrata in vigore del nuovo concetto
terventi determinati dal Commissario straordinario. di impegno di cui all’articolo 34 della legge 31 dicem-
11. Per la realizzazione degli interventi urgenti di cui bre 2009, n. 196, al fine di garantire la sussistenza delle
al presente articolo è autorizzata l’apertura di apposita disponibilità di competenza e cassa occorrenti per l’as-
contabilità speciale intestata al Commissario straordina- sunzione degli impegni anche pluriennali e la necessità
rio, sulla quale confluiscono le risorse pubbliche all’uo- di assicurare la tempestività dei pagamenti in un quadro
po destinate o risorse di altra natura. ordinamentale che assicuri la disponibilità in bilancio
12. Agli oneri derivanti dalla costituzione e dal funzio- delle risorse finanziarie in un arco temporale adeguato
namento della struttura di supporto di cui ai commi 2, 3, alla tempistica di realizzazione delle spese di investimen-
4, 5 e 7 provvede il Commissario straordinario nel limite to sulla base dello stato avanzamento lavori, in via speri-
delle risorse disponibili nella contabilità speciale. A tal mentale per gli anni 2019, 2020 e 2021:
fine è autorizzata la spesa di complessivi euro 700.000 a) le somme da iscrivere negli stati di previsione
per l’anno 2019 e di euro 1.400.000 per ciascuno degli della spesa in relazione a variazioni di bilancio connes-
anni 2020 e 2021. se alla riassegnazione di entrate finalizzate per legge a
13. Per la definizione dei progetti e per la realizzazione specifici interventi o attività sono assegnate ai pertinenti
degli interventi strutturali di completa messa in sicurezza capitoli in ciascuno degli anni del bilancio pluriennale
dell’acquifero del Gran Sasso e del sistema di captazione in relazione al cronoprogramma degli impegni e dei pa-
delle acque potabili, i cui oneri sono stati stimati dai ri- gamenti da presentare contestualmente alla richiesta di
spettivi quadri economici, è autorizzata la spesa di euro variazione;
20 milioni per l’anno 2019, 50 milioni per l’anno 2020 e b) per le spese in conto capitale i termini di cui al
50 milioni per l’anno 2021. comma 3 dell’articolo 34-bis della legge 31 dicembre
14. Agli atti del Commissario straordinario si applica- 2009, n. 196, sono prolungati di un ulteriore esercizio e
no, ove compatibili, le disposizioni di cui all’articolo 36 quelli di cui al comma 4, primo periodo, del medesimo
del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito, con articolo 34-bis sono prolungati di ulteriori tre esercizi;
modificazioni, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229. c) le disposizioni di cui all’articolo 30, comma 2,
15. All’onere derivante dal presente articolo, pari a lettera b), della legge 31 dicembre 2009, n. 196, si appli-
20,7 milioni di euro per l’anno 2019, a 51,4 milioni di cano anche alle autorizzazioni di spesa in conto capitale
euro per l’anno 2020 e a 51,4 milioni di euro per l’anno a carattere permanente e a quelle annuali.
2021, si provvede: 2. Al fine di semplificare e accelerare le procedure di
a) quanto a 0,7 milioni di euro per l’anno 2019 e a assegnazione di fondi nel corso della gestione, dalla data
1,4 milioni di euro per l’anno 2020, mediante corrispon- di entrata in vigore della legge di conversione del presen-
dente utilizzo del fondo di cui al comma 5 dell’artico- te decreto le variazioni di bilancio di cui agli articoli 24,
lo 34-ter della legge 31 dicembre 2009, n. 196, iscritto comma 5-bis, 27, 29 e 33, commi 4-ter e 4-sexies, della
nello stato di previsione del Ministero delle infrastrutture legge 31 dicembre 2009, n. 196, sono disposte con decreti
e dei trasporti; del Ragioniere generale dello Stato.

— 86 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

Art. 4-quinquies tazione del relativo stato di attuazione in contraddittorio


con la regione o la provincia autonoma interessata, as-
Misure per l’accelerazione segna a quest’ultima un termine congruo per addivenire
degli interventi di edilizia sanitaria all’aggiudicazione. Decorso inutilmente il termine asse-
1. Al fine di assicurare la tempestiva realizzazione dei gnato, si applicano le disposizioni di cui ai commi 2, 3, 4,
soli interventi del programma di investimenti del patri- 6, 8 e 9 del presente articolo.
monio strutturale e tecnologico del Servizio sanitario na- 6. Agli interventi di cui ai commi 1 e 5 non si applica-
zionale, di cui all’articolo 20 della legge 11 marzo 1988, no le disposizioni per la risoluzione degli accordi previ-
n. 67, previsti negli accordi di programma sottoscritti ste dall’articolo 1, comma 310, della legge 23 dicembre
dalle regioni e dalle province autonome di Trento e di 2005, n. 266.
Bolzano, ai sensi dell’articolo 5-bis del decreto legislati- 7. Per gli accordi aventi sviluppo pluriennale, i termini
vo 30 dicembre 1992, n. 502, e dell’articolo 2 della legge di cui al comma 1 decorrono dalla data di inizio dell’an-
23 dicembre 1996, n. 662, che siano ritenuti prioritari e nualità di riferimento prevista dagli accordi medesimi
per i quali non risulti presentata la relativa richiesta di per ciascun intervento.
ammissione al finanziamento entro ventiquattro mesi dalla 8. Per gli interventi di cui al presente articolo si appli-
sottoscrizione dell’accordo stesso, il Ministro della salute, cano in quanto compatibili le disposizioni di cui all’arti-
con proprio decreto ricognitivo, previa valutazione del re- colo 4, commi 2, 3 e 4, del presente decreto.
lativo stato di attuazione in contraddittorio con la regione
o la provincia autonoma interessata, assegna a quest’ulti- 9. Con decreto del Presidente del Consiglio dei mi-
ma un termine congruo, anche in deroga a quello previsto nistri, su proposta del Ministro della salute, di concer-
dall’articolo 1, comma 310, della legge 23 dicembre 2005, to con il Ministro dell’economia e delle finanze e con
n. 266, per provvedere all’ammissione a finanziamento. il Ministro per gli affari regionali e le autonomie, sono
stabiliti i termini, le modalità, le tempistiche, l’eventuale
2. Decorso inutilmente il termine assegnato ai sensi supporto tecnico e le attività connesse alla realizzazione
del comma 1, il Presidente del Consiglio dei ministri, su dell’opera.
proposta del Ministro della salute, sentiti la regione o la
provincia autonoma interessata, il Ministro per gli affa-
ri regionali e le autonomie e il Ministro dell’economia e Art. 4-sexies
delle finanze, dispone la nomina di un Commissario stra- Autorizzazione di spesa per acquisizioni e interventi in
ordinario per la realizzazione dell’intervento, individua- materia di sedi di servizio del Corpo nazionale dei
to nell’ambito dei ruoli dirigenziali delle amministrazioni vigili del fuoco.
dello Stato, anche della carriera prefettizia, senza nuovi
o maggiori oneri per la finanza pubblica. Gli oneri per il 1. Al fine di potenziare la risposta operativa del Corpo
compenso o eventuali altri oneri di supporto tecnico al nazionale dei vigili del fuoco, è autorizzata la spesa di 5
Commissario straordinario sono posti a carico dei qua- milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2019 al 2023
dri economici degli interventi da realizzare o completare. per l’acquisto, la costruzione, l’adeguamento, anche
Il compenso del Commissario è stabilito in misura non strutturale, e l’ammodernamento delle sedi di servizio
superiore a quella indicata all’articolo 15, comma 3, del del medesimo Corpo.
decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito con modifi-
cazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111. Art. 4-septies
3. Il finanziamento, erogato dal Ministero dell’econo- Disposizioni in materia di accelerazione degli interventi
mia e delle finanze per stati di avanzamento lavori, af- di adeguamento dei sistemi di collettamento, fognatura
fluisce su apposito conto corrente di tesoreria intestato e depurazione anche al fine di evitare l’aggravamento
alla regione interessata e dedicato all’edilizia sanitaria delle procedure di infrazione in corso.
sul quale il Commissario straordinario opera in qualità
di Commissario ad acta. 1. Al fine di evitare l’aggravamento delle procedure di
4. Al fine di accelerare l’esecuzione degli interventi infrazione in corso n. 2014/2059 e n. 2017/2181, al Com-
di cui al presente articolo, il Commissario straordinario missario unico di cui all’articolo 2, comma 1, del decreto-
può avvalersi, previa convenzione, di Invitalia Spa qua- legge 29 dicembre 2016, n. 243, convertito, con modifica-
le centrale di committenza, nei limiti delle risorse previ- zioni, dalla legge 27 febbraio 2017, n. 18, sono attribuiti
ste nei quadri economici degli interventi da realizzare o compiti di coordinamento per la realizzazione degli inter-
completare e comunque senza nuovi o maggiori oneri per venti funzionali a garantire l’adeguamento nel minor tempo
la finanza pubblica. possibile alla normativa dell’Unione europea e superare le
5. Per le medesime finalità di cui al comma 1, per gli suddette procedure di infrazione nonché tutte le procedure
interventi ammessi al finanziamento per i quali, entro di- di infrazione relative alle medesime problematiche.
ciotto mesi dalla relativa comunicazione alla regione o 2. Entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore
provincia autonoma, gli enti attuatori non abbiano pro- del presente decreto, i commissari di cui all’articolo 7,
ceduto all’aggiudicazione dei lavori e sia inutilmente comma 7, del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133,
scaduto il termine di proroga eventualmente assegnato ai convertito, con modificazioni, dalla legge 11 novembre
sensi dell’articolo 1, comma 310, della legge 23 dicem- 2014, n. 164, cessano le proprie funzioni. Il Commissario
bre 2005, n. 266, che siano ritenuti prioritari, il Ministro unico subentra in tutti i rapporti giuridici attivi e passivi
della salute, con proprio decreto ricognitivo, previa valu- posti in essere.

— 87 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

3. Le regioni, avvalendosi dei rispettivi enti di gover- lo 7 del citato decreto-legge n. 133 del 2014 e al Com-
no d’ambito, e i commissari straordinari di cui all’arti- missario è attribuito il compito di realizzare direttamente
colo 7, comma 7, del decreto-legge 12 settembre 2014, l’intervento.
n. 133, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 no- 7. All’articolo 2 del decreto-legge 29 dicembre
vembre 2014, n. 164, che cessano le funzioni, trasmetto- 2016, n. 243, convertito, con modificazioni, dalla leg-
no al Commissario unico, alla Presidenza del Consiglio ge 27 febbraio 2017, n. 18, sono apportate le seguenti
dei ministri, al Ministero dell’ambiente e della tutela del modificazioni:
territorio e del mare e al Dipartimento della Ragioneria a) al comma 2, dopo le parole: «decreto legislativo
generale dello Stato del Ministero dell’economia e delle 3 aprile 2006, n. 152» sono inserite le seguenti: «, o, in
finanze, entro quarantacinque giorni dalla data di entrata mancanza di questi ultimi, alle regioni»;
in vigore della legge di conversione del presente decreto,
una dettagliata relazione in merito a tutte le misure in- b) al comma 9, al primo periodo, dopo le parole:
traprese e programmate, finalizzate al superamento del- «nell’ambito delle aree di intervento» sono inserite le se-
le procedure di infrazione n. 2014/2059 e n. 2017/2181, guenti: «nonché del gestore del servizio idrico integrato
precisando, per ciascun agglomerato, la documentazione territorialmente competente» e dopo il primo periodo è
progettuale e tecnica, le risorse finanziarie programmate inserito il seguente: «Al personale di cui il Commissa-
e disponibili e le relative fonti. Entro i successivi sessanta rio si avvale può essere riconosciuta la corresponsione
giorni, il Commissario unico, sulla base di tali relazioni di compensi per prestazioni di lavoro straordinario nel
e comunque avvalendosi dei competenti uffici regionali e limite massimo di 30 ore mensili effettivamente svolte, e
degli enti di governo d’ambito, provvede ad una ricogni- comunque nel rispetto della disciplina in materia di ora-
zione dei piani e dei progetti esistenti inerenti agli inter- rio di lavoro di cui al decreto legislativo 8 aprile 2003,
venti, ai fini di una verifica dello stato di attuazione degli n. 66.».
interventi, effettuando anche una prima valutazione in 8. Dall’attuazione del presente articolo non devono
merito alle risorse finanziarie effettivamente disponibili, derivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza
e ne dà comunicazione al Ministro dell’ambiente e della pubblica. Le amministrazioni interessate provvedono alle
tutela del territorio e del mare. attività di rispettiva competenza con le risorse umane, fi-
nanziarie e strumentali disponibili a legislazione vigente.
4. Con decreto del Presidente del Consiglio dei mi-
nistri, su proposta del Ministro dell’ambiente e del-
la tutela del territorio e del mare, previa intesa con Art. 5.
la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, Norme in materia di rigenerazione urbana
le regioni e le province autonome di Trento e di Bol-
zano, sono individuati gli interventi, tra quelli per cui 1. Al fine di concorrere a indurre una drastica riduzione
non risulti già intervenuta l’aggiudicazione provvisoria del consumo di suolo e a favorire la rigenerazione del pa-
dei lavori, per i quali il Commissario unico assume il trimonio edilizio esistente, a incentivare la razionalizza-
compito di soggetto attuatore. Con il medesimo decreto zione di detto patrimonio edilizio, nonché a promuovere
sono individuate le risorse finanziarie, disponibili a le- e agevolare la riqualificazione di aree urbane degradate
gislazione vigente, necessarie anche al completamento con presenza di funzioni eterogenee e tessuti edilizi di-
degli interventi funzionali volti a garantire l’adegua- sorganici o incompiuti, nonché di edifici a destinazione
mento alle sentenze di condanna della Corte di giustizia non residenziale dismessi o in via di dismissione, ovvero
dell’Unione europea pronunciate il 19 luglio 2012 (cau- da rilocalizzare, tenuto conto anche della necessità di fa-
sa C-565/10) e il 10 aprile 2014 (causa C-85/13). Con il vorire lo sviluppo dell’efficienza energetica e delle fonti
medesimo decreto le competenze del Commissario unico rinnovabili e di assicurare il miglioramento e l’adegua-
possono essere estese anche ad altri agglomerati ogget- mento sismico del patrimonio edilizio esistente, anche
to di ulteriori procedure di infrazione. Il decreto di cui con interventi di demolizione e ricostruzione:
al presente comma stabilisce la durata e gli obiettivi di a) (soppressa);
ciascun incarico del Commissario unico nonché la do- b) all’articolo 2-bis del testo unico di cui al decreto
tazione finanziaria necessaria al raggiungimento degli del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380,
obiettivi assegnati per ciascun incarico. dopo il comma 1 sono aggiunti i seguenti:
5. Sulla base di una specifica convenzione, il Com- «1-bis. Le disposizioni del comma 1 sono finaliz-
missario unico opera presso il Ministero dell’ambiente zate a orientare i comuni nella definizione di limiti di den-
e della tutela del territorio e del mare, con sede presso il sità edilizia, altezza e distanza dei fabbricati negli ambiti
medesimo Ministero. urbani consolidati del proprio territorio.
6. Ai fini dell’attuazione dei poteri sostitutivi di cui al 1-ter. In ogni caso di intervento di demolizione
comma 5 dell’articolo 10 del decreto-legge 24 giugno e ricostruzione, quest’ultima è comunque consentita nel
2014, n. 91, convertito, con modificazioni, dalla legge rispetto delle distanze legittimamente preesistenti purché
11 agosto 2014, n. 116, a seguito del provvedimento di re- sia effettuata assicurando la coincidenza dell’area di se-
voca, adottato ai sensi dell’articolo 20 del decreto-legge dime e del volume dell’edificio ricostruito con quello de-
29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, molito, nei limiti dell’altezza massima di quest’ultimo.»;
dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2, le risorse confluiscono b-bis) le disposizioni di cui all’articolo 9, commi se-
direttamente nella contabilità speciale del Commissario condo e terzo, del decreto del Ministro dei lavori pubblici
con le modalità di cui ai commi 7-bis e 7-ter dell’artico- 2 aprile 1968, n. 1444, si interpretano nel senso che i li-

— 88 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

miti di distanza tra i fabbricati ivi previsti si considerano Art. 5-quater


riferiti esclusivamente alle zone di cui al primo comma,
numero 3), dello stesso articolo 9. Proroga di mutui scaduti
1-bis. Nell’ambito delle iniziative volte alla rigenera- 1. Al fine di consentire il completamento di opere di
zione delle aree urbane, l’autorizzazione di spesa di cui interesse pubblico, le somme residue relative ai mutui
alla legge 14 marzo 2001, n. 80, è rifinanziata per l’im- che sono stati trasferiti al Ministero dell’economia e del-
porto di euro 500.000 per ciascuno degli anni dal 2019 al le finanze in attuazione dell’articolo 5, commi 1 e 3, del
2025. All’onere derivante dal presente comma si provve- decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269, convertito, con
de mediante corrispondente riduzione dello stanziamento modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326, il
del fondo speciale di conto capitale iscritto, ai fini del cui piano di rimborso è scaduto il 31 dicembre 2018 e che
bilancio triennale 2019-2021, nell’ambito del program- pertanto risultano a tale data non utilizzate dai soggetti
ma «Fondi di riserva e speciali» della missione «Fon- mutuatari, possono essere erogate anche successivamen-
di da ripartire» dello stato di previsione del Ministero te alla scadenza dell’ammortamento dei predetti mutui ai
dell’economia e delle finanze per l’anno 2019, allo scopo fini della realizzazione degli interventi riguardanti l’ope-
parzialmente utilizzando l’accantonamento relativo al ra oggetto del mutuo concesso ovvero alla quale sono
medesimo Ministero. state destinate le somme mutuate a seguito dei diversi uti-
lizzi autorizzati dalla Cassa depositi e prestiti Spa, previo
1-ter. Le risorse disponibili relative al finanziamento nulla osta dei Ministeri competenti, nel corso del periodo
per la riqualificazione urbanistica del comune di Cosen- di ammortamento. L’erogazione delle suddette somme
za nonché dei comuni di Zimella (VR) e di Montecchia è effettuata dalla Cassa depositi e prestiti Spa entro il
di Crosara (VR) rispettivamente pari a 200.000 euro e 31 dicembre 2021, su domanda dei soggetti mutuatari,
a 150.000 euro ciascuno, autorizzate per l’anno 2018 previo nulla osta dei Ministeri competenti, sulla base dei
ai sensi della legge 27 dicembre 2017, n. 205, e iscritte documenti giustificativi delle spese connesse alla realiz-
nello stato di previsione del Ministero delle infrastruttu- zazione delle predette opere.
re e dei trasporti nella missione «Casa e assetto urba-
nistico», programma «Politiche abitative, urbane e ter-
ritoriali», sono conservate nel conto dei residui passivi Art. 5-quinquies
per essere iscritte nei pertinenti capitoli di bilancio dello Disposizioni urgenti in materia di infrastrutture
stato di previsione del Ministero dell’interno. Il Ministro
dell’economia e delle finanze è autorizzato ad apportare, 1. In considerazione della straordinaria necessi-
con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio, tà ed urgenza di assicurare la celere cantierizzazio-
anche in conto residui. ne delle opere pubbliche, è istituita, a decorrere dal
1° settembre 2019, la società per azioni denominata
Art. 5-bis «Italia Infrastrutture Spa», con capitale sociale pari a
10 milioni di euro interamente detenuto dal Ministero
Disposizioni in materia di ciclovie interurbane dell’economia e delle finanze, su cui il Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti esercita il controllo di cui
1. Al comma 104 dell’articolo 1 della legge 30 dicem- all’articolo 16 del testo unico di cui al decreto legisla-
bre 2018, n. 145, sono apportate le seguenti modificazioni: tivo 19 agosto 2016, n. 175. La società, previa stipula
di una o più convenzioni con le strutture interessate del
a) le parole: «delle autostrade ciclabili» sono sosti- Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, ha per og-
tuite dalle seguenti: «di ciclovie interurbane, come de- getto il supporto tecnico-amministrativo alle direzioni
finite ai sensi dell’articolo 2, comma 1, lettera a), della generali in materia di programmi di spesa che preve-
legge 11 gennaio 2018, n. 2»; dano il trasferimento di fondi a regioni ed enti locali e
b) le parole: «novanta giorni dalla data di entrata in che siano sottoposti alle Conferenze di cui al decreto
vigore della presente legge» sono sostituite dalle seguen- legislativo 28 agosto 1997, n. 281. Le risorse destinate
ti: «il 31 agosto 2019». alle convenzioni di cui al presente comma sono erogate
alla società su un conto di tesoreria intestato alla me-
Art. 5-ter desima società, appositamente istituito, con le moda-
lità previste dalle medesime convenzioni. Con decreto
Norme applicabili in materia di procedimenti del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta
di localizzazione di opere di interesse statale del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di con-
certo con il Ministro dell’economia e delle finanze, è
1. All’articolo 3 del regolamento di cui al decreto del adottato lo statuto della società. Il Ministro delle in-
Presidente della Repubblica 18 aprile 1994, n. 383, sono frastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro
apportate le seguenti modificazioni: dell’economia e delle finanze, designa il consiglio di
amministrazione.
a) al comma 1, le parole: «ai sensi dell’articolo 2,
comma 14, della legge 24 dicembre 1993, n. 537» sono 2. La società può avvalersi, sulla base di apposite con-
sostituite dalle seguenti: «ai sensi degli articoli da 14 a venzioni e con oneri a carico della società stessa nell’am-
14-quinquies della legge 7 agosto 1990, n. 241»; bito delle risorse disponibili a legislazione vigente, di
personale proveniente dalle pubbliche amministrazioni,
b) i commi 2, 3, 4 e 5 sono abrogati. anche ad ordinamento autonomo, e può stipulare con-

— 89 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

tratti di lavoro a tempo determinato, nel rispetto della Art. 5-septies


disciplina applicabile, con esperti di elevata professio-
nalità nelle materie oggetto d’intervento della società Sistemi di videosorveglianza a tutela dei minori
medesima. e degli anziani
3. Per le convenzioni di cui al comma 1 è autorizzata 1. Al fine di assicurare la più ampia tutela a favore dei
la spesa di 2 milioni di euro per l’anno 2019 e 5 milioni minori nei servizi educativi per l’infanzia e nelle scuole
di euro a decorrere dall’anno 2020. dell’infanzia statali e paritarie, nello stato di previsione
4. All’onere derivante dal presente articolo, pari a 12 del Ministero dell’interno è istituito un fondo con una do-
milioni di euro per l’anno 2019 e a 5 milioni di euro an- tazione di 5 milioni di euro per l’anno 2019 e 15 milioni
nui a decorrere dall’anno 2020, si provvede: di euro per ciascuno degli anni dal 2020 al 2024, finaliz-
zato all’erogazione a favore di ciascun comune delle ri-
a) quanto a 0,5 milioni di euro per l’anno 2019 e sorse finanziarie occorrenti per l’installazione di sistemi
2 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2020, di videosorveglianza a circuito chiuso presso ogni aula di
mediante corrispondente riduzione dell’autorizzazione ciascuna scuola nonché per l’acquisto delle apparecchia-
di spesa recata dall’articolo 1, comma 238, della leg- ture finalizzate alla conservazione delle immagini per un
ge 30 dicembre 2004, n. 311. A tal fine, al terzo perio- periodo temporale adeguato.
do dell’articolo 1, comma 238, della legge 30 dicembre 2. Al fine di assicurare la più ampia tutela a favore
2004, n. 311, le parole: «e all’importo di euro 9.309.900 delle persone ospitate nelle strutture socio-sanitarie e
annui a decorrere dall’anno 2020» sono sostituite dalle socio-assistenziali per anziani e persone con disabilità,
seguenti: «, all’importo di 11,5 milioni di euro per l’anno a carattere residenziale, semiresidenziale o diurno, nello
2019 e all’importo di 7.309.900 euro a decorrere dall’an- stato di previsione del Ministero della salute è istituito
no 2020»; un fondo con una dotazione di 5 milioni di euro per l’an-
b) quanto a 1,5 milioni di euro per l’anno 2019 e a no 2019 e 15 milioni di euro per ciascuno degli anni dal
3 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2020, me- 2020 al 2024, finalizzato all’installazione di sistemi di vi-
diante corrispondente riduzione del Fondo per interventi deosorveglianza a circuito chiuso presso ogni struttura di
strutturali di politica economica, di cui all’articolo 10, cui al presente comma nonché per l’acquisto delle appa-
comma 5, del decreto-legge 29 novembre 2004, n. 282, recchiature finalizzate alla conservazione delle immagini
convertito, con modificazioni, dalla legge 27 dicembre per un periodo temporale adeguato.
2004, n. 307; 3. Con apposito provvedimento normativo, nei limiti
c) quanto a 10 milioni di euro per l’anno 2019, me- delle risorse di cui ai commi 1 e 2, che costituiscono il
diante corrispondente utilizzo dell’autorizzazione di spe- relativo limite di spesa, si provvede a dare attuazione agli
sa recata dall’articolo 1, comma 95, della legge 30 di- interventi ivi previsti.
cembre 2018, n. 145, da imputare sulla quota parte del 4. All’onere derivante dal presente articolo, pari a 10
fondo attribuita al Ministero delle infrastrutture e dei milioni di euro per l’anno 2019 e a 30 milioni di euro per
trasporti. ciascuno degli anni dal 2020 al 2024, si provvede, quan-
to a 5 milioni di euro per l’anno 2019 e a 15 milioni di
Art. 5-sexies euro per ciascuno degli anni dal 2020 al 2024, mediante
corrispondente utilizzo dell’autorizzazione di spesa di cui
Disposizioni urgenti per gli edifici condominial all’articolo 1, comma 95, della legge 30 dicembre 2018,
degradati o ubicati in aree degradate n. 145, relativa alla quota del Ministero dell’istruzione,
dell’università e della ricerca e, quanto a 5 milioni di
1. Negli edifici condominiali dichiarati degradati dal euro per l’anno 2019 e a 15 milioni di euro per ciascu-
comune nel cui territorio sono ubicati gli edifici mede- no degli anni dal 2020 al 2024, mediante corrisponden-
simi, quando ricorrono le condizioni di cui all’artico- te utilizzo delle risorse di cui all’articolo 20 della legge
lo 1105, quarto comma, del codice civile, la nomina di 11 marzo 1988, n. 67.
un amministratore giudiziario può essere richiesta anche
dal sindaco del comune ove l’immobile è ubicato. L’am-
ministratore giudiziario assume le decisioni indifferibili e Capo II
necessarie in funzione sostitutiva dell’assemblea. DISPOSIZIONI RELATIVE AGLI EVENTI SISMICI
DELLA REGIONE MOLISE E DELL’AREA ETNEA
2. Le dichiarazioni di degrado degli edifici condo-
miniali di cui al comma 1 sono effettuate dal sindaco
del comune con ordinanza ai sensi dell’articolo 50, Art. 6.
comma 5, del testo unico delle leggi sull’ordinamento
degli enti locali, di cui al decreto legislativo 18 agosto Ambito di applicazione e Commissari straordinari
2000, n. 267, nel quadro della disciplina in materia di 1. Le disposizioni del presente Capo sono volte a disci-
sicurezza delle città di cui al decreto-legge 20 febbraio plinare gli interventi per la riparazione e la ricostruzione
2017, n. 14, convertito, con modificazioni, dalla legge degli immobili, l’assistenza alla popolazione e la ripre-
18 aprile 2017, n. 48. sa economica nei territori dei comuni di cui all’allegato
3. Dall’attuazione del presente articolo non devono 1 interessati dagli eventi sismici di cui alle delibere del
derivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza Consiglio dei ministri del 6 settembre 2018, pubblicata
pubblica. nella Gazzetta Ufficiale n. 213 del 13 settembre 2018, e

— 90 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

del 28 dicembre 2018, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale c) effettuano la ricognizione dei danni unitamente
n. 1 del 2 gennaio 2019, di seguito denominati «eventi». ai fabbisogni e determinano, di concerto con le regioni
2. Per lo svolgimento delle funzioni di cui al comma 1, rispettivamente competenti, secondo criteri omogenei, il
il Presidente del Consiglio dei ministri, d’intesa con i Pre- quadro complessivo degli stessi e stimano il fabbisogno
sidenti delle Giunte regionali competenti per territorio, con finanziario per farvi fronte, definendo altresì la program-
proprio decreto, nomina, fino al 31 dicembre 2021, il Com- mazione delle risorse nei limiti di quelle assegnate;
missario straordinario per la ricostruzione nei territori dei d) coordinano gli interventi di riparazione e ricostru-
comuni della provincia di Campobasso colpiti dagli eventi zione delle opere pubbliche di cui all’articolo 13;
sismici a far data dal 16 agosto 2018 e il Commissario stra- e) detengono e gestiscono le contabilità speciali a
ordinario per la ricostruzione nei territori dei comuni della loro appositamente intestate;
Città metropolitana di Catania colpiti dall’evento sismico f) coordinano e realizzano gli interventi di demoli-
del 26 dicembre 2018 i cui compensi sono determinati con zione delle costruzioni interessate da interventi edilizi;
lo stesso decreto, analogamente a quanto disposto per il
Commissario straordinario del Governo di cui all’artico- g) coordinano e realizzano la mappatura della situa-
lo 2 del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito, zione edilizia e urbanistica, per avere un quadro completo
con modificazioni, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229, del rischio statico, sismico e idrogeologico;
in misura non superiore ai limiti di cui all’articolo 15, h) espletano ogni altra attività prevista dal presente
comma 3, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, conver- Capo nei territori colpiti, ivi compresi gli interventi a so-
tito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111, stegno delle imprese che hanno sede nei territori interes-
e fatto salvo quanto previsto dall’articolo 34 della legge sati nonché il recupero del tessuto socio- economico nelle
23 agosto 1988, n. 400, con oneri a carico delle risorse aree colpite dagli eventi sismici;
disponibili sulle contabilità speciali di cui all’articolo 8. La i) provvedono, d’intesa con il Dipartimento della
gestione straordinaria, finalizzata all’attuazione delle mi- protezione civile, a dotare i comuni di cui all’allegato
sure oggetto del presente Capo, cessa il 31 dicembre 2021. 2, per i quali non siano già stati emanati provvedimenti
3. I Commissari straordinari, di seguito denominati di concessione di contributi per l’adozione dei medesi-
«Commissari», assicurano una ricostruzione unitaria e omo- mi strumenti, di un piano di microzonazione sismica di
genea nei territori colpiti dagli eventi, attraverso specifici III livello, come definita negli «Indirizzi e criteri per la
piani di riparazione e di ricostruzione degli immobili privati microzonazione sismica» approvati il 13 novembre 2008
e pubblici e di trasformazione e, eventualmente, di deloca- dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome,
lizzazione urbana finalizzati alla riduzione delle situazioni disciplinando con propri atti la concessione di contributi
di rischio sismico e idrogeologico e alla tutela paesaggistica ai comuni di cui all’allegato 2, con oneri a carico delle
e, a tal fine, programmano l’uso delle risorse finanziarie e risorse disponibili sulle contabilità speciali di cui all’ar-
adottano le direttive necessarie per la progettazione ed ese- ticolo 8, entro il limite complessivo di euro 380.000 per
cuzione degli interventi, nonché per la determinazione dei l’anno 2019, di cui euro 299.000 per la Regione Siciliana
contributi spettanti ai beneficiari sulla base di indicatori del ed euro 81.000 per la Regione Molise, definendo le rela-
danno, della vulnerabilità e di costi parametrici. tive modalità e procedure di attuazione;
4. Gli interventi e i piani discendenti dall’applicazione l) provvedono alle attività relative all’assistenza alla
del presente Capo sono attuati nel rispetto degli articoli 4 popolazione a seguito della cessazione dello stato di emer-
e 5 del decreto del Presidente della Repubblica 8 agosto genza, anche avvalendosi delle eventuali risorse residue
1997, n. 357, nonché degli strumenti di pianificazione e presenti nelle contabilità speciali, intestate ai Commissa-
gestione delle aree protette nazionali e regionali, indivi- ri delegati di cui all’articolo 2 dell’ordinanza n. 547 del
duate ai sensi della legge 6 dicembre 1991, n. 394. 21 settembre 2018 e all’articolo 15 dell’ordinanza n. 566
del 28 dicembre 2018, che vengono all’uopo trasferite
Art. 7. sulle rispettive contabilità speciali di cui all’articolo 8.
Funzioni dei Commissari straordinari 2. Per l’esercizio delle funzioni di cui al comma 1, i
Commissari provvedono con propri atti, nel rispetto del-
1. I Commissari esercitano le seguenti funzioni: la Costituzione e dei princìpi generali dell’ordinamento
a) operano in raccordo con il Dipartimento della giuridico.
protezione civile e, a seconda degli ambiti di competen- 2-bis. Per le attività di cui al comma 1, i Commissa-
za, con i Commissari delegati nominati, rispettivamente, ri possono avvalersi altresì dell’Agenzia nazionale per
ai sensi dell’articolo 1 dell’ordinanza del Capo del Dipar- l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa
timento della protezione civile n. 547 del 21 settembre – Invitalia Spa, mediante la sottoscrizione di apposi-
2018 e dell’articolo 1 dell’ordinanza del Capo del Dipar- ta convenzione, con oneri a carico delle risorse di cui
timento della protezione civile n. 566 del 28 dicembre all’articolo 8.
2018, al fine di coordinare le attività disciplinate dal pre-
sente Capo con gli interventi riguardanti il superamento Art. 8.
dei relativi stati di emergenza; Contabilità speciali
b) vigilano sugli interventi di riparazione e ricostru-
zione degli immobili privati di cui all’articolo 9, nonché 1. Nello stato di previsione del Ministero dell’econo-
coordinano la concessione ed erogazione dei relativi mia e delle finanze è istituito il Fondo per la ricostruzione
contributi; delle aree colpite dagli eventi sismici di cui all’articolo 6.

— 91 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

2. Per l’attuazione degli interventi di immediata neces- e) oneri sostenuti dai soggetti che abitano in locali
sità di cui al presente decreto, al fondo per la ricostru- sgomberati dalle competenti autorità, per l’autonoma si-
zione è assegnata una dotazione iniziale di complessivi stemazione, per traslochi, depositi e per l’allestimento di
euro 275,7 milioni per il quinquennio 2019-2023, con la alloggi temporanei.
seguente ripartizione: euro 38,15 milioni per l’anno 2019,
euro 58,75 milioni per l’anno 2020 ed euro 79,80 milioni 3. I contributi di cui al presente articolo sono conces-
per l’anno 2021, euro 30 milioni per ciascuno degli anni si, su richiesta, agli interessati che dimostrino il nesso di
2022 e 2023 da destinare alla ricostruzione nei territo- causalità diretto, comprovato da apposita perizia asseve-
ri dei Comuni della Città metropolitana di Catania; euro rata, tra il danno, anche in relazione alla sua entità, e gli
10 milioni per l’anno 2019, euro 19 milioni per l’anno eventi.
2020 ed euro 10 milioni per l’anno 2021 da destinare alla 4. Le disposizioni di cui al presente articolo si appli-
ricostruzione nei territori dei Comuni della provincia di cano nei limiti e nel rispetto delle condizioni previste dal
Campobasso. regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione, del
3. A ciascun Commissario è intestata una apposita con- 17 giugno 2014 e, in particolare, dall’articolo 50.
tabilità speciale aperta presso la tesoreria dello Stato nella 5. Agli oneri derivanti dall’attuazione del presente arti-
quale confluiscono le risorse finanziarie provenienti dal colo si provvede nel limite delle risorse disponibili sulle
Fondo di cui al presente articolo, a qualsiasi titolo de- contabilità speciali di cui all’articolo 8.
stinate o da destinare alla ricostruzione nei territori dei
comuni di cui all’allegato 1, alle spese di funzionamento
e alle spese per l’assistenza alla popolazione. Art. 10.
4. Agli oneri derivanti dal presente articolo, pari a 48,15 Criteri e modalità generali per la concessione
milioni di euro per l’anno 2019, 77,75 milioni di euro per dei contributi per la ricostruzione privata
l’anno 2020, 89,80 milioni di euro per l’anno 2021, euro
30 milioni per ciascuno degli anni 2022 e 2023 si provve- 1. Per gli interventi di ricostruzione o di recupero de-
de ai sensi dell’articolo 29. gli immobili privati situati nei territori dei comuni di cui
all’allegato 1, distrutti o danneggiati dagli eventi, da at-
Art. 9. tuarsi nel rispetto dei limiti, dei parametri, delle soglie e
delle modalità stabiliti con atti adottati dal Commissario
Ricostruzione privata ai sensi dell’articolo 7, comma 2, possono essere conces-
si, nel limite delle risorse disponibili sulla contabilità spe-
1. Ai fini del riconoscimento dei contributi nell’ambito ciale, di cui all’articolo 8, dei contributi per le seguenti
dei territori dei comuni di cui all’allegato 1, i Commis- tipologie di immobili:
sari provvedono a individuare i contenuti del processo di
ricostruzione e ripristino del patrimonio danneggiato sta- a) per gli immobili distrutti, un contributo fino al
bilendo le priorità sulla base dell’entità del danno subito 100 per cento del costo delle strutture, degli elementi ar-
a seguito della ricognizione effettuata ai sensi dell’artico- chitettonici esterni, comprese le finiture interne ed ester-
lo 7, comma 1, lettera c). ne e gli impianti, e delle parti comuni dell’intero edificio
per la ricostruzione da realizzare nell’ambito dello stes-
2. In coerenza con i criteri stabiliti nel presente Capo, so insediamento, nel rispetto delle vigenti norme tecni-
sulla base dei danni effettivamente verificatisi, i contribu- che che prevedono l’adeguamento sismico e nel limite
ti, fino al 100 per cento delle spese occorrenti, sono ero- delle superfici preesistenti, aumentabili esclusivamente
gati ai sensi dell’articolo 12, per far fronte alle seguenti ai fini dell’adeguamento igienico-sanitario, antincendio
tipologie di intervento e danno: ed energetico, nonché dell’eliminazione delle barriere
a) riparazione, ripristino, ricostruzione, delocaliz- architettoniche;
zazione e trasformazione nelle aree considerate ad alto
rischio sismico e idrogeologico, degli immobili di edilizia b) per gli immobili gravemente danneggiati, con li-
abitativa e ad uso produttivo e commerciale, per servizi velli di danneggiamento e vulnerabilità superiori alla so-
pubblici e privati, in relazione al danno effettivamente glia appositamente stabilita, un contributo fino al 100 per
subito; cento del costo degli interventi sulle strutture, con miglio-
ramento sismico o demolizione e ricostruzione, compresi
b) gravi danni a scorte e beni mobili strumentali l’adeguamento igienico-sanitario, energetico ed antincen-
alle attività produttive, industriali, agricole, zootecni- dio, nonché l’eliminazione delle barriere architettoniche,
che, commerciali, artigianali, turistiche, professionali, e del ripristino degli elementi architettonici esterni, com-
ivi comprese quelle relative agli enti non commerciali, ai prese le rifiniture interne ed esterne, e delle parti comuni
soggetti pubblici e alle organizzazioni, fondazioni o asso- dell’intero edificio;
ciazioni con esclusivo fine solidaristico o sindacale, e ai
servizi, inclusi i servizi sociali e socio-sanitari; c) per gli immobili con livelli di danneggiamento e
vulnerabilità inferiori alla soglia appositamente stabilita,
c) danni alle strutture private adibite ad attività so- un contributo fino al 100 per cento del costo della ripa-
ciali, socio-sanitarie e socio-educative, ricreative, sporti- razione con rafforzamento locale o del ripristino con mi-
ve e religiose; glioramento sismico delle strutture e degli elementi archi-
d) danni agli edifici privati di interesse storico- tettonici esterni, comprese le rifiniture interne ed esterne,
artistico; e delle parti comuni dell’intero edificio.

— 92 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

2. I contributi di cui al comma 1 possono essere con- dello stesso da parte del giudice competente dell’esecu-
cessi, a domanda del soggetto interessato, a favore: zione penale o dell’autorità amministrativa competente.
a) dei proprietari ovvero degli usufruttuari o dei ti- 4. Il contributo concesso è al netto di altri contributi
tolari di diritti reali di godimento che si sostituiscano ai pubblici percepiti dall’interessato per le medesime finali-
proprietari delle unità immobiliari danneggiate o distrutte tà di quelli di cui al presente Capo.
dal sisma e classificate con esito B, C o E ai sensi del de- 5. Rientrano tra le spese ammissibili a finanziamento le
creto del Presidente del Consiglio dei ministri del 5 mag- spese relative alle prestazioni tecniche e amministrative,
gio 2011, pubblicato nel supplemento ordinario n. 123 alla nei limiti di quanto determinato all’articolo 17, comma 3.
Gazzetta Ufficiale n. 113 del 17 maggio 2011, che alla 6. Le spese sostenute per tributi o canoni di qualsiasi
data degli eventi, con riferimento ai comuni di cui all’alle- tipo, dovuti per l’occupazione di suolo pubblico deter-
gato 1, risultavano adibite ad abitazione principale ai sensi minata dagli interventi di ricostruzione, sono inserite nel
dell’articolo 13, comma 2, terzo, quarto e quinto periodo, quadro economico relativo alla richiesta di contributo.
del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con
modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214; 7. Le domande di concessione dei contributi conten-
gono la dichiarazione, ai sensi degli articoli 46 e 47 del
b) dei proprietari ovvero degli usufruttuari o dei testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari
titolari di diritti reali di godimento che si sostituiscano in materia di documentazione amministrativa di cui al de-
ai proprietari delle unità immobiliari danneggiate o di- creto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000,
strutte dal sisma e classificate con esito B, C o E ai sensi n. 445, in ordine al possesso dei requisiti necessari per la
del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del concessione dei contributi di cui al comma 1 e all’even-
5 maggio 2011, che, alla data degli eventi, con riferimen- tuale spettanza di ulteriori contributi pubblici o di inden-
to ai comuni di cui all’allegato 1, risultavano concesse in nizzi assicurativi per la copertura dei medesimi danni.
locazione sulla base di un contratto regolarmente registra- 8. La concessione del contributo è annotata nei registri
to ai sensi del testo unico delle disposizioni concernenti immobiliari, su richiesta del Commissario straordinario,
l’imposta di registro di cui al decreto del Presidente della in esenzione da qualsiasi tributo o diritto, sulla base del
Repubblica 26 aprile 1986, n. 131, ovvero concesse in titolo di concessione, senza alcun’altra formalità.
comodato o assegnate a soci di cooperative a proprietà
indivisa, e adibite a residenza anagrafica del conduttore, 9. In deroga agli articoli 1120, 1121 e 1136, quarto e
del comodatario o dell’assegnatario; quinto comma, del codice civile, gli interventi di recupe-
ro relativi ad un unico immobile composto da più unità
c) dei proprietari ovvero degli usufruttuari o dei ti- immobiliari possono essere disposti dalla maggioranza
tolari di diritti reali di godimento o dei familiari che si dei condomini che comunque rappresenti almeno la metà
sostituiscano ai proprietari delle unità immobiliari dan- del valore dell’edificio e gli interventi ivi previsti devono
neggiate o distrutte dal sisma e classificate con esito B, C essere approvati con un numero di voti che rappresenti
o E ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei la maggioranza degli intervenuti e almeno un terzo del
ministri del 5 maggio 2011, diverse da quelle di cui alle valore dell’edificio.
lettere a) e b); 10. Ferma restando l’esigenza di assicurare il controllo,
d) dei proprietari ovvero degli usufruttuari o dei ti- l’economicità e la trasparenza nell’utilizzo delle risorse
tolari di diritti reali di godimento che si sostituiscano ai pubbliche, i contratti stipulati dai privati beneficiari di
proprietari, e per essi al soggetto mandatario dagli stessi contributi per l’esecuzione di lavori e per l’acquisizione
incaricato, delle strutture e delle parti comuni degli edifici di beni e servizi connessi agli interventi di cui al presente
danneggiati o distrutti dal sisma e classificati con esito B, articolo non sono ricompresi tra quelli previsti dall’arti-
C o E, ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio colo 1, comma 2, del codice dei contratti pubblici di cui
dei ministri del 5 maggio 2011, nei quali, alla data degli al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50.
eventi, con riferimento ai comuni di cui all’allegato 1 era 11. La selezione dell’impresa esecutrice da parte del
presente un’unità immobiliare di cui alle lettere a), b) e c); beneficiario dei contributi è compiuta tra le imprese che
e) dei titolari di attività produttive o commerciali ov- risultano iscritte nell’Anagrafe di cui all’articolo 16.
vero di chi per legge o per contratto o sulla base di altro
titolo giuridico valido alla data della domanda sia tenuto a Art. 11.
sostenere le spese per la riparazione o ricostruzione delle Interventi di riparazione e ricostruzione
unità immobiliari, degli impianti e beni mobili strumen- degli immobili danneggiati o distrutti
tali all’attività danneggiati dal sisma, e che alla data degli
relativi eventi sismici, con riferimento ai comuni di cui 1. I contributi per la riparazione o la ricostruzione de-
all’allegato 1, risultavano adibite all’esercizio dell’attivi- gli immobili danneggiati o distrutti dagli eventi, concessi
tà produttiva o ad essa strumentali. sulla base dei danni effettivamente verificatisi nelle zone
3. Nessun contributo può essere concesso per gli im- di classificazione sismica 1, 2 e 3 quando ricorrono le
mobili danneggiati oggetto di ordine di demolizione o condizioni per la concessione del beneficio, sono finaliz-
ripristino impartito dal giudice penale o dall’autorità am- zati a:
ministrativa ai sensi di quanto stabilito dall’articolo 181 a) riparare, ripristinare, demolire, ricostruire o delo-
del codice di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, calizzare e assoggettare a trasformazione urbana gli im-
n. 42, e dall’articolo 31 del decreto del Presidente della mobili di edilizia privata ad uso abitativo e non abitativo,
Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, se non previa revoca ad uso produttivo e commerciale, ad uso agricolo e per

— 93 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

i servizi pubblici e privati, compresi quelli destinati al 3. I comuni di cui all’allegato 1, dopo aver acquisito e
culto, danneggiati o distrutti dagli eventi. Limitatamen- verificato la documentazione di cui al comma 1, trasmet-
te agli interventi di riparazione e ripristino, per tali im- tono la stessa al Commissario competente.
mobili, l’intervento di miglioramento o di adeguamento 4. Il Commissario competente o un suo delegato concede
sismico deve conseguire il massimo livello di sicurezza il contributo con decreto nella misura accertata e ritenuta
compatibile in termini tecnico-economici con la tipolo- congrua. I contributi sono erogati, a valere sulle risorse del-
gia dell’immobile, asseverata da un tecnico abilitato, nel le contabilità speciali di cui all’articolo 8, sulla base di sta-
rispetto delle disposizioni concernenti la resistenza alle ti di avanzamento lavori relativi all’esecuzione dei lavori,
azioni sismiche di cui al decreto del Ministro delle infra- alle prestazioni di servizi e alle acquisizioni di beni neces-
strutture e dei trasporti n. 477 del 27 dicembre 2016; sari all’esecuzione degli interventi ammessi a contributo.
b) riparare, ripristinare, demolire e ricostruire, gli 5. Ciascun Commissario procede con cadenza mensile,
immobili «di interesse strategico», di cui al decreto del avvalendosi della collaborazione dei Provveditorati Ope-
Capo del Dipartimento della protezione civile 21 otto- re Pubbliche o degli uffici regionali territorialmente com-
bre 2003, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 252 del petenti, nell’ambito delle risorse umane, strumentali e
29 ottobre 2003, e quelli ad uso scolastico danneggiati o finanziarie disponibili a legislazione vigente, senza nuo-
distrutti dagli eventi. Per tali immobili, l’intervento deve vi o maggiori oneri per la finanza pubblica, a verifiche a
conseguire l’adeguamento sismico ai sensi delle vigenti campione sugli interventi per i quali sia stato adottato il
norme tecniche per le costruzioni; decreto di concessione dei contributi a norma del presente
c) riparare e ripristinare gli immobili soggetti alla articolo, previo sorteggio dei beneficiari in misura pari ad
tutela del codice dei beni culturali e del paesaggio di cui almeno il 10 per cento dei contributi complessivamente
al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, danneggiati concessi. Qualora dalle predette verifiche emerga che i
dagli eventi conseguendo il massimo livello di sicurezza contributi sono stati concessi in carenza dei necessari pre-
compatibile con le concomitanti esigenze di tutela e con- supposti, ovvero che gli interventi eseguiti non corrispon-
servazione dell’identità culturale del bene stesso. dono a quelli per i quali è stato concesso il contributo, il
Commissario dispone l’annullamento o la revoca, anche
Art. 12. parziale, del decreto di concessione dei contributi e prov-
vede a richiedere la restituzione delle eventuali somme
Procedura per la concessione indebitamente percepite.
e l’erogazione dei contributi 6. Con atti adottati ai sensi dell’articolo 7, comma 2,
sono definiti modalità e termini per la presentazione delle
1. L’istanza di concessione dei contributi è presentata domande di concessione dei contributi e per l’istruttoria
dai soggetti legittimati di cui all’articolo 10, comma 2, delle relative pratiche, anche prevedendo la dematerializ-
ai comuni di cui all’allegato 1 unitamente alla richiesta zazione con l’utilizzo di piattaforme informatiche.
del titolo abilitativo necessario in relazione alla tipologia
dell’intervento progettato. Alla domanda sono obbligato- 7. Nel caso in cui, sul bene oggetto di richiesta di con-
riamente allegati, oltre alla documentazione necessaria tributo, sia pendente una domanda di sanatoria, il proce-
per il rilascio del titolo edilizio: dimento per la concessione dei contributi è sospeso nelle
more dell’esame delle istanze di sanatoria e l’erogazione dei
a) la relazione tecnica asseverata a firma di profes- contributi è subordinata all’accoglimento di detta istanza.
sionista abilitato e in possesso dei requisiti di cui all’ar-
ticolo 17, attestante la riconducibilità causale diretta dei
danni esistenti agli eventi sismici, a cui si allega l’even- Art. 13.
tuale scheda AeDES, se disponibile o l’ordinanza di Ricostruzione pubblica
sgombero;
b) il progetto degli interventi proposti, con l’indica- 1. Con provvedimenti adottati ai sensi dell’articolo 7,
zione delle attività di demolizione, ricostruzione e ripara- comma 2, è disciplinato il finanziamento, nei limiti delle
zione necessarie nonché degli interventi di miglioramento risorse disponibili sulla contabilità speciale di cui all’arti-
sismico previsti, riferiti all’immobile nel suo complesso, colo 8, per la demolizione e ricostruzione, la riparazione
corredati da computo metrico estimativo da cui risulti e il ripristino degli edifici pubblici, delle chiese e degli
l’entità del contributo richiesto sulla base del prezzario edifici di culto di proprietà di enti ecclesiastici civilmente
regionale in vigore; riconosciuti, per gli interventi volti ad assicurare la fun-
zionalità dei servizi pubblici, e delle infrastrutture, non-
c) l’indicazione dell’impresa affidataria dei lavori, ché per gli interventi sui beni del patrimonio artistico e
con allegata documentazione relativa alla sua iscrizio- culturale, compresi quelli sottoposti a tutela ai sensi del
ne nell’Anagrafe di cui all’articolo 16 e al rispetto della codice dei beni culturali e del paesaggio di cui al decreto
normativa vigente in materia di antimafia, nonché, per legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, che devono prevedere
gli interventi sugli edifici di interesse storico-artistico, anche opere di miglioramento sismico finalizzate ad ac-
la documentazione attestante il possesso di competenze crescere in maniera sostanziale la capacità di resistenza
tecniche commisurate alla tipologia di immobile e alla delle strutture, nei comuni di cui all’allegato 1, attraverso
tipologia di intervento. la concessione di contributi per la realizzazione degli in-
2. All’esito dell’istruttoria relativa agli interventi ri- terventi individuati a seguito della ricognizione dei fab-
chiesti a norma della vigente legislazione, il comune rila- bisogni effettuata dal Commissario competente ai sensi
scia il corrispondente titolo edilizio. dell’articolo 7, comma 1, lettera c).

— 94 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

2. Al fine di dare attuazione alla programmazione de- 5. I Commissari straordinari provvedono, con oneri a
gli interventi di cui al comma 1, con atti adottati ai sensi carico delle risorse delle contabilità speciali di cui all’ar-
dell’articolo 7, comma 2, si provvede a: ticolo 8 e nei limiti delle risorse disponibili, alla diretta
a) predisporre e approvare un piano degli edifici attuazione degli interventi relativi agli edifici pubbli-
pubblici di cui al comma 1, delle chiese e degli edifici ci di proprietà statale, ripristinabili con miglioramento
di culto di proprietà di enti ecclesiastici civilmente rico- sismico.
nosciuti, che quantifica il danno e ne prevede il finanzia- 5-bis. Al fine di dare attuazione alla programmazione
mento nel limite delle risorse disponibili nelle contabilità degli interventi di cui al comma 1, i Commissari posso-
speciali di cui all’articolo 8; no provvedere direttamente agli interventi inseriti nella
b) predisporre e approvare un piano di interventi fi- programmazione e già oggetto di finanziamento per i
nalizzati ad assicurare la funzionalità dei servizi pubblici quali l’ente proprietario non abbia manifestato la dispo-
e delle infrastrutture a valere sulle risorse disponibili nel- nibilità a svolgere le funzioni di soggetto attuatore di cui
le contabilità speciali di cui all’articolo 8; all’articolo 14.
c) predisporre e approvare un piano dei beni cultura- 6. Sulla base delle priorità stabilite dai Commissari e in
li, che quantifichi il danno e ne preveda il finanziamento coerenza con il piano delle opere pubbliche e il piano dei
nei limiti delle risorse disponibili nelle contabilità spe- beni culturali di cui al comma 2, lettere a) e c), i soggetti
ciali di cui all’articolo 8. I piani sono predisposti sentito attuatori di cui all’articolo 14, comma 1, oppure i comuni
il Ministero per i beni e le attività culturali ovvero il com- interessati provvedono a predisporre ed inviare i progetti
petente Assessorato della Regione Siciliana; degli interventi al Commissario.
7. Ferme restando le previsioni dell’articolo 24 del de-
d) predisporre ed approvare un piano di interventi creto legislativo n. 50 del 2016, per la predisposizione dei
sulle aree interessate da fenomeni di dissesto idrogeologi- progetti e per l’elaborazione degli atti di pianificazione e
co, con priorità per dissesti che costituiscono pericolo per programmazione urbanistica, in conformità agli indiriz-
centri abitati ed infrastrutture, sentito il Commissario per zi definiti dal Commissario, i soggetti di cui al comma 6
il dissesto idrogeologico e nei limiti delle risorse disponi- del presente articolo possono procedere all’affidamento
bili nelle contabilità speciali di cui all’articolo 8. di incarichi ad uno o più degli operatori economici indi-
3. In sede di approvazione dei piani di cui al comma 2 cati all’articolo 46 del citato decreto legislativo n. 50 del
ovvero con apposito atto adottato ai sensi dell’articolo 7, 2016. L’affidamento degli incarichi di cui al primo perio-
comma 2, i Commissari individuano, con specifica moti- do è consentito esclusivamente in caso di indisponibilità
vazione, gli interventi, inseriti in detti piani, che rivestono di personale in possesso della necessaria professionalità.
un’importanza essenziale ai fini della ricostruzione nei
territori colpiti dagli eventi. La realizzazione degli inter- 8. I Commissari straordinari, previo esame dei progetti
venti di cui al primo periodo costituisce presupposto per presentati dai soggetti di cui al comma 6 e verifica della
l’applicazione della procedura di cui all’articolo 63, com- congruità economica degli stessi e acquisiti i necessari
ma 1, del codice dei contratti pubblici di cui al decreto pareri e nulla osta da parte degli organi competenti, an-
legislativo 18 aprile 2016, n. 50. Conseguentemente, per che mediante apposita conferenza di servizi ai sensi degli
gli appalti pubblici di lavori, di servizi e di forniture da articoli 14 e seguenti della legge 7 agosto 1990, n. 241,
aggiudicarsi da parte del Commissario possono applicar- approvano definitivamente i progetti esecutivi e adottano
si le disposizioni di cui all’articolo 63, commi 1 e 6, del il decreto di concessione del contributo.
decreto legislativo n. 50 del 2016. Nel rispetto dei principi 8-bis. Con apposito atto da emanare ai sensi dell’arti-
di trasparenza, concorrenza e rotazione, l’invito, conte- colo 7, comma 2, sono indicate le modalità di attuazione
nente l’indicazione dei criteri di aggiudicazione dell’ap- del comma 6, nonché di acquisizione dei pareri e nulla
palto, è rivolto, sulla base del progetto definitivo, ad al- osta da parte degli organi competenti, mediante apposita
meno cinque operatori economici iscritti nell’Anagrafe di conferenza di servizi.
cui all’articolo 16. In mancanza di un numero sufficiente
di operatori economici iscritti nella predetta Anagrafe, 9. I contributi di cui al presente articolo, nonché le spe-
l’invito deve essere rivolto ad almeno cinque operatori se per l’assistenza alla popolazione sono erogati in via
iscritti in uno degli elenchi tenuti dalle prefetture-uffici diretta.
territoriali del Governo ai sensi dell’articolo 1, commi 52 10. Il monitoraggio dei finanziamenti di cui al presente
e seguenti, della legge 6 novembre 2012, n. 190, e che articolo avviene sulla base di quanto disposto dal decreto
abbiano presentato domanda di iscrizione nell’Anagrafe legislativo 29 dicembre 2011, n. 229.
antimafia di cui al citato articolo 16. I lavori vengono affi-
dati sulla base della valutazione delle offerte effettuata da Art. 14.
una commissione giudicatrice costituita ai sensi dell’arti-
colo 77 del decreto legislativo n. 50 del 2016. Soggetti attuatori degli interventi relativi
4. Le regioni territorialmente competenti nonché gli alle opere pubbliche e ai beni culturali
enti locali delle medesime regioni, ove a tali fini da esse
individuati, previa specifica intesa, procedono all’esple- 1. Per la riparazione, il ripristino, il miglioramento si-
tamento delle procedure di gara relativamente agli immo- smico o la ricostruzione delle opere pubbliche e dei beni
bili di loro proprietà, nei limiti delle risorse disponibili e culturali, di cui all’articolo 13, comma 1, sono soggetti
previa approvazione da parte dei Commissari straordina- attuatori:
ri, ai soli fini dell’assunzione della spesa a carico delle a) la Regione Molise;
risorse delle contabilità speciali di cui all’articolo 8. b) la Regione Siciliana;

— 95 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

c) il Ministero per i beni e le attività culturali; essere con professionalità di tipo tecnico o amministra-
d) il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti; tivo, in deroga ai vincoli di contenimento della spesa di
e) l’Agenzia del demanio; personale di cui all’articolo 9, comma 28, del decreto-leg-
ge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni,
f) i comuni di cui all’allegato 1; dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, e di cui all’articolo 1,
g) il Ministero dell’istruzione, dell’università e della commi 557 e 562, della legge 27 dicembre 2006, n. 296.
ricerca; 3. Con provvedimento del Commissario straordinario
h) i soggetti gestori o proprietari delle infrastrutture; sono determinati i profili professionali e il numero mas-
i) le diocesi dei comuni di cui all’allegato 1, limita- simo delle unità di personale che ciascun comune è au-
tamente agli interventi sugli immobili di proprietà di enti torizzato ad assumere per le esigenze di cui al comma 1,
ecclesiastici civilmente riconosciuti e di importo inferiore anche stipulando contratti a tempo parziale. Il provvedi-
alla soglia di rilevanza europea di cui all’articolo 35 del mento è adottato sulla base delle richieste che i comuni
codice dei contratti pubblici di cui al decreto legislativo avanzano al Commissario medesimo. Ciascun comune
18 aprile 2016, n. 50; può stipulare contratti a tempo parziale per un numero di
l) le Province o Città metropolitane. unità di personale anche superiore a quello di cui viene
1-bis. Nell’ambito dei programmi d’intervento previ- autorizzata l’assunzione, nei limiti delle risorse finanzia-
sti all’articolo 13, i Commissari straordinari possono rie corrispondenti alle assunzioni autorizzate con il prov-
autorizzare, nei limiti delle risorse disponibili, i soggetti vedimento di cui al presente comma.
attuatori di cui al comma 1 ad avvalersi dell’Agenzia na- 4. Le assunzioni sono effettuate con facoltà di attingere
zionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo dalle graduatorie vigenti, formate anche per assunzioni
d’impresa-Invitalia Spa, anche in qualità di centrale di a tempo indeterminato, per profili professionali com-
committenza, secondo le modalità di cui all’articolo 7. I patibili con le esigenze. È data facoltà di attingere alle
Commissari straordinari possono inoltre rendere dispo- graduatorie vigenti di altre amministrazioni, disponibili
nibile ai soggetti attuatori di cui al comma l il supporto nel sito del Dipartimento della funzione pubblica della
dell’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti Presidenza del Consiglio dei ministri. Qualora nelle gra-
e lo sviluppo d’impresa - Invitalia Spa in qualità di cen- duatorie suddette non risulti individuabile personale del
trale di committenza con oneri a carico delle risorse di profilo professionale richiesto, il comune può procedere
cui all’articolo 8. all’assunzione previa selezione pubblica, anche per soli
titoli, sulla base di criteri di pubblicità, trasparenza e
Art. 14-bis imparzialità.
Disposizioni concernenti il personale dei comuni 5. Nelle more dell’espletamento delle procedure pre-
viste dal comma 4 e limitatamente allo svolgimento di
1. Tenuto conto degli eventi sismici di cui alla delibera compiti di natura tecnico-amministrativa strettamente
del Consiglio dei ministri del 28 dicembre 2018 e del con- connessi ai servizi sociali, all’attività di progettazione,
seguente numero di procedimenti facenti carico ai comuni all’attività di affidamento dei lavori, dei servizi e delle
della città metropolitana di Catania indicati nell’allegato forniture, all’attività di direzione dei lavori e di controllo
1, gli stessi possono assumere con contratti di lavoro a sull’esecuzione degli appalti, nell’ambito delle risorse a
tempo determinato, in deroga all’articolo 259, comma 6, tal fine previste, i comuni di cui all’allegato 1, in deroga
del testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti lo- ai vincoli di contenimento della spesa di personale di cui
cali, di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, all’articolo 9, comma 28, del decreto-legge 31 maggio
e ai vincoli di contenimento della spesa di personale di 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge
cui all’articolo 9, comma 28, del decreto-legge 31 mag- 30 luglio 2010, n. 122, e di cui all’articolo 1, commi 557
gio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge e 562, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, possono sot-
30 luglio 2010, n. 122, e di cui all’articolo 1, commi 557 toscrivere contratti di lavoro autonomo di collaborazione
e 562, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, nel limi- coordinata e continuativa, ai sensi e per gli effetti dell’ar-
te di spesa di euro 830.000 per l’anno 2019 e di euro ticolo 7, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001,
1.660.000 per l’anno 2020, ulteriori unità di personale n. 165, con durata non superiore al 31 dicembre 2019. I
con professionalità di tipo tecnico o amministrativo- contratti di collaborazione coordinata e continuativa di
contabile, in particolare fino a 40 unità complessive per cui al precedente periodo possono essere rinnovati, anche
ciascuno degli anni 2019 e 2020. Ai relativi oneri si fa in deroga alla normativa vigente, per una sola volta e per
fronte, nel limite di euro 830.000 per l’anno 2019 e di una durata non superiore al 31 dicembre 2020, limitata-
euro 1.660.000 per l’anno 2020, con le risorse disponi- mente alle unità di personale che non sia stato possibile
bili nella contabilità speciale intestata al Commissario reclutare secondo le procedure di cui al comma 4. La du-
straordinario per la ricostruzione nei territori dei comuni rata dei contratti di lavoro autonomo e di collaborazione
della città metropolitana di Catania, di cui all’articolo 8. coordinata e continuativa non può andare oltre, anche in
2. Nei limiti delle risorse finanziarie previste dal com- caso di rinnovo, l’immissione in servizio del personale re-
ma 1 e delle unità di personale assegnate con i provvedi- clutato secondo le procedure previste dal comma 4.
menti di cui al comma 3, i comuni della città metropoli- 6. I contratti previsti dal comma 5 possono essere sti-
tana di Catania, con efficacia limitata agli anni 2019 e pulati, previa valutazione dei titoli ed apprezzamento del-
2020, possono incrementare la durata della prestazione la sussistenza di un’adeguata esperienza professionale,
lavorativa dei rapporti di lavoro a tempo parziale già in esclusivamente con esperti di particolare e comprovata

— 96 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

specializzazione anche universitaria di tipo amministra- conseguimento delle attività di cui al comma 1, per gli
tivo-contabile e con esperti iscritti agli ordini e collegi anni 2019 e 2020 si provvede per euro 500 mila annui
professionali ovvero abilitati all’esercizio della profes- con le risorse della contabilità speciale di cui all’artico-
sione relativamente a competenze di tipo tecnico nell’am- lo 4, comma 3, del citato decreto-legge n. 189 del 2016
bito dell’edilizia o delle opere pubbliche. Ai fini della e per euro 500 mila annui con le risorse della contabili-
determinazione del compenso dovuto agli esperti, che, in tà speciale intestata al Commissario per la ricostruzione
ogni caso, non può essere superiore alle voci di natura nei territori dei comuni della Città metropolitana di Ca-
fissa e continuativa del trattamento economico previsto tania di cui all’articolo 8 del presente decreto, mediante
per il personale dipendente appartenente alla categoria corrispondente versamento all’entrata del bilancio dello
D dalla contrattazione collettiva nazionale del comparto Stato, per la successiva riassegnazione ad apposito capi-
Funzioni locali, si applicano le previsioni dell’articolo 2, tolo dello stato di previsione del Ministero dell’interno. Il
comma 1, del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, conver- Ministro dell’economia e delle finanze è autorizzato ad
tito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248, apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di
relativamente alla non obbligatorietà delle vigenti tariffe bilancio.
professionali fisse o minime. 3. Agli atti di competenza dei Commissari straordina-
7. Le assegnazioni delle risorse finanziarie, necessarie ri si applicano le disposizioni di cui all’articolo 36 del
per la sottoscrizione dei contratti previsti dal comma 6, decreto-legge n. 189 del 2016.
sono effettuate con provvedimento del Commissario stra- 3-bis. Nel quadro delle misure dirette a rendere più
ordinario, assicurando la possibilità per ciascun comune incisiva l’azione della Polizia di Stato nelle attività di
interessato di stipulare contratti di lavoro autonomo di contrasto delle infiltrazioni della criminalità organizzata
collaborazione coordinata e continuativa. nelle procedure di affidamento ed esecuzione dei contrat-
ti pubblici e privati di cui al comma 1, dopo l’articolo 68
Art. 15. del decreto legislativo 5 ottobre 2000, n. 334, è inserito
Contributi ai privati per i beni mobili danneggiati il seguente:
«articolo 68-bis. – (Disposizioni transitorie per il con-
1. In caso di distruzione o danneggiamento grave di ferimento dei posti di funzione di livello dirigenziale) –
beni mobili presenti nelle unità immobiliari distrutte o 1. Per l’anno 2019 le promozioni previste dagli articoli
danneggiate a causa degli eventi sismici e di beni mobi- 6, 7, 9, 34, 36, 49 e 51 si conseguono, nel limite dei posti
li registrati, può essere assegnato un contributo secondo disponibili al 30 giugno e al 31 dicembre del medesimo
modalità e criteri da definire con provvedimenti adottati anno, mediante scrutinio per merito comparativo al qua-
ai sensi dell’articolo 7, comma 2, nei limiti delle risorse le è ammesso il personale che possieda l’anzianità di ef-
disponibili sulla contabilità speciale di cui all’articolo 8, fettivo servizio nella qualifica prevista dalla legislazione
anche in relazione al limite massimo del contributo per vigente, maturata rispettivamente entro le predette date
ciascuna famiglia anagrafica residente come risultante del 30 giugno e del 31 dicembre. Le citate promozioni
dallo stato di famiglia alla data degli eventi. In ogni caso, hanno effetto, rispettivamente, dal 1° luglio e dal 1° gen-
per i beni mobili non registrati può essere concesso solo naio successivi. I posti disponibili al 30 giugno 2019 sono
un contributo forfettario. individuati con decreto del capo della polizia-direttore
2. Le disposizioni di cui al comma 1 si applicano nei generale della pubblica sicurezza in relazione alle vacan-
limiti e nel rispetto delle condizioni previste dal Regola- ze di organico alla medesima data.
mento (UE) n. 651/2014 della Commissione, del 17 giu- 2. Alle promozioni aventi decorrenza 1° luglio 2019 si
gno 2014, e in particolare dall’articolo 50. applicano i medesimi criteri di valutazione dei titoli di
cui all’articolo 62 del decreto del Presidente della Re-
Art. 16. pubblica 24 aprile 1982, n. 335, applicati agli scrutini
aventi decorrenza dal 1° gennaio 2019. Al relativo onere,
Legalità e trasparenza nel limite massimo di 500.000 euro, per l’anno 2019, si
1. Ai fini dello svolgimento, in forma integrata e coor- provvede mediante corrispondente riduzione dello stan-
dinata, di tutte le attività finalizzate alla prevenzione e al ziamento del fondo speciale di parte corrente iscritto,
contrasto delle infiltrazioni della criminalità organizzata ai fini del bilancio triennale 2019-2021, nell’ambito del
nell’affidamento e nell’esecuzione dei contratti pubblici programma «Fondi di riserva e speciali» della missione
e di quelli privati che fruiscono di contribuzione pubbli- «Fondi da ripartire» dello stato di previsione del Mini-
ca, aventi ad oggetto lavori, servizi e forniture, connes- stero dell’economia e delle finanze per l’anno 2019, allo
si agli interventi per la ricostruzione nei comuni di cui scopo parzialmente utilizzando l’accantonamento relati-
all’allegato 1, i Commissari si avvalgono della Struttura vo al Ministero dell’interno».
e dell’Anagrafe di cui all’articolo 30 del decreto-legge
17 ottobre 2016, n. 189, convertito, con modificazioni, Art. 17.
dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229 e si applicano le Qualificazione degli operatori economici
disposizioni previste dal medesimo articolo. per l’affidamento dei servizi di architettura e di ingegneria
2. Agli oneri finanziari relativi alle spese di funziona-
mento della Struttura di missione di cui all’articolo 30, 1. Gli incarichi di progettazione e direzione dei lavori
comma 1, del decreto-legge n. 189 del 2016, in relazione per la ricostruzione o riparazione e ripristino degli immo-
agli eventi di cui al presente Capo e in prosecuzione del bili danneggiati dagli eventi sismici possono essere affi-

— 97 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

dati dai privati ai soggetti di cui all’articolo 46 del codice ragioni connesse alla specifica tipologia e alla dimensio-
dei contratti pubblici di cui al decreto legislativo 18 aprile ne dell’intervento, le stazioni appaltanti affidano la reda-
2016, n. 50, che siano in possesso di adeguati livelli di zione della progettazione al livello esecutivo.
affidabilità e professionalità e non si trovino in condizio- 6. Agli oneri derivanti dall’affidamento degli incarichi
ni ostative al rilascio del Documento unico di regolarità di progettazione e di quelli previsti dall’articolo 23, com-
contributiva (DURC). ma 11, del codice dei contratti pubblici di cui al decre-
2. In ogni caso, il direttore dei lavori non deve ricoprire to legislativo n. 50 del 2016, si provvede con le risorse
né aver ricoperto negli ultimi tre anni le funzioni, di lega- delle contabilità speciali di cui all’articolo 8 del presente
le rappresentante, titolare, socio ovvero direttore tecnico, decreto.
nelle imprese invitate a partecipare alla selezione per l’af-
fidamento dei lavori di riparazione o ricostruzione, anche Art. 18.
in subappalto, né avere in corso o aver avuto negli ultimi
tre anni rapporti di coniugio, di parentela, di affinità ov- Struttura dei Commissari straordinari
vero rapporti giuridicamente rilevanti ai sensi e per gli 1. I Commissari, nell’ambito delle proprie competenze
effetti dell’articolo 1 della legge 20 maggio 2016, n. 76, e funzioni, operano con piena autonomia amministrativa,
con il titolare o con chi riveste cariche societarie nelle finanziaria e contabile in relazione alle risorse assegnate
stesse. A tale fine, il direttore dei lavori produce apposita e disciplinano l’articolazione interna delle strutture di cui
autocertificazione al committente trasmettendone altresì al comma 2, con propri atti in relazione alle specificità
copia al Commissario. I Commissari possono effettuare funzionali e di competenza.
controlli, anche a campione, in ordine alla veridicità di
quanto dichiarato. 2. Nei limiti delle risorse disponibili sulle contabilità
speciali di cui all’articolo 8, ciascun Commissario si av-
3. Il contributo massimo, a carico dei Commissari, che vale di una struttura posta alle proprie dirette dipendenze.
vi provvedono nei limiti delle risorse disponibili sulla La Struttura dei Commissari straordinari, è composta da
contabilità speciale di cui all’articolo 8, per tutte le atti- un contingente di personale scelto tra il personale delle
vità tecniche poste in essere per la ricostruzione privata, amministrazioni pubbliche di cui all’articolo 1, comma 2,
è stabilito nella misura del 10 per cento, incrementabile del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, con esclu-
fino al 12,5 per cento per i lavori di importo inferiore a sione del personale docente educativo ed amministrativo
500.000 euro, al netto dell’IVA e dei versamenti previ- tecnico ausiliario delle istituzioni scolastiche, nel numero
denziali. Per i lavori di importo superiore a 2 milioni di massimo di 5 unità per l’emergenza di cui alla delibera
euro, il contributo massimo è pari al 7,5 per cento. Con del 6 settembre 2018, di cui una unità dirigenziale di li-
provvedimenti adottati ai sensi dell’articolo 7, comma 2, vello non generale, e di 10 unità per l’emergenza di cui
sono individuati i criteri e le modalità di erogazione del alla delibera del 28 dicembre 2018, di cui due unità diri-
contributo previsto dal primo e dal secondo periodo, as- genziali di livello non generale. Al personale della strut-
sicurando una graduazione del contributo che tenga con- tura è riconosciuto il trattamento economico accessorio
to della tipologia della prestazione tecnica richiesta agli corrisposto al personale dirigenziale e non dirigenziale
operatori economici e dell’importo dei lavori; con i me- della Presidenza del Consiglio dei ministri nel caso in
desimi provvedimenti può essere riconosciuto un contri- cui il trattamento economico accessorio di provenienza
buto aggiuntivo, per le sole indagini o prestazioni specia- risulti complessivamente inferiore. Al personale non diri-
listiche, nella misura massima del 2,5 per cento, di cui lo genziale spetta comunque l’indennità di amministrazione
0,5 per cento per l’analisi di risposta sismica locale, al della Presidenza del Consiglio dei ministri. Nell’ambito
netto dell’IVA e dei versamenti previdenziali. del menzionato contingente di personale non dirigenziale
4. Per le opere pubbliche, compresi i beni culturali possono essere nominati un esperto o un consulente per
di competenza delle diocesi e del Ministero per i beni e l’emergenza di cui alla delibera del 6 settembre 2018 e tre
le attività culturali, con provvedimenti adottati ai sensi esperti o consulenti per l’emergenza di cui alla delibera
dell’articolo 7, comma 2, sono fissati il numero e l’im- del 28 dicembre 2018, scelti anche tra soggetti estranei
porto complessivo massimi degli incarichi che ciascuno alla pubblica amministrazione, in possesso di comprovata
dei soggetti di cui al comma 1 può assumere contempora- esperienza, anche in deroga a quanto previsto dall’artico-
neamente, tenendo conto dell’organizzazione dimostrata lo 7 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, il cui
dai medesimi. compenso è definito con provvedimento del Commissa-
rio e comunque non è superiore ad euro 48.000 annui.
5. L’affidamento degli incarichi di progettazione e
dei servizi di architettura e ingegneria ed altri servizi 3. Il trattamento economico fondamentale ed accesso-
tecnici e per l’elaborazione degli atti di pianificazione rio del personale pubblico della struttura commissariale,
e programmazione urbanistica in conformità agli indi- collocato, ai sensi dell’articolo 17, comma 14, della legge
rizzi definiti dal Commissario per importi fino a 40.000 15 maggio 1997, n. 127, in posizione di comando, fuori
euro avviene mediante affidamento diretto, per importi ruolo o altro analogo istituto previsto dai rispettivi ordi-
superiori a 40.000 euro e inferiori a quelli di cui all’ar- namenti, è anticipato dalle amministrazioni di provenien-
ticolo 35 del codice di cui al decreto legislativo 18 aprile za e corrisposto secondo le seguenti modalità:
2016, n. 50, avviene mediante procedure negoziate previa a) le amministrazioni statali di provenienza, ivi
consultazione di almeno dieci soggetti di cui all’artico- comprese le Agenzie fiscali, le amministrazioni statali ad
lo 46, comma 1, del medesimo decreto legislativo n. 50 ordinamento autonomo e le università, provvedono, con
del 2016. Fatta eccezione per particolari e comprovate oneri a proprio carico esclusivo, al pagamento del trat-

— 98 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

tamento economico fondamentale, nonché dell’indennità 6-bis. Alle spese di funzionamento delle strutture com-
di amministrazione. Qualora l’indennità di amministra- missariali, diverse da quelle indicate nei commi prece-
zione risulti inferiore a quella prevista per il personale denti, si provvede, nel limite massimo di euro 45.000 per
della Presidenza del Consiglio dei ministri, il Commissa- l’anno 2019, euro 90.000 per l’anno 2020 ed euro 90.000
rio straordinario provvede al rimborso delle sole somme per l’anno 2021:
eccedenti l’importo dovuto, a tale titolo, dall’amministra- a) quanto a euro 30.000 per l’anno 2019 e a euro
zione di provenienza; 60.000 per ciascuno degli anni 2020 e 2021 per il Com-
b) per le amministrazioni pubbliche diverse da quel- missario straordinario per la ricostruzione della città
le di cui alla lettera a) il trattamento economico fonda- metropolitana di Catania;
mentale e l’indennità di amministrazione sono a carico b) quanto a euro 15.000 per l’anno 2019 e a euro
esclusivo del Commissario; 30.000 per ciascuno degli anni 2020 e 2021 per il Com-
missario straordinario per la ricostruzione della provin-
c) ogni altro emolumento accessorio è corrisposto cia di Campobasso.
con oneri a carico esclusivo del Commissario il quale
provvede direttamente ovvero mediante apposita con- 6-ter. Agli oneri derivanti dall’attuazione del com-
venzione con le amministrazioni pubbliche di provenien- ma 6-bis si provvede a valere sulle risorse presenti sulle
za ovvero con altra amministrazione dello Stato o ente contabilità speciali di cui all’articolo 8.
locale.
Art. 19.
4. Con uno o più provvedimenti dei Commissari, adot-
tati ai sensi dell’articolo 7, comma 2, nei limiti delle risor- Interventi volti alla ripresa economica
se disponibili può essere riconosciuta:
1. Alle imprese del settore turistico, dei servizi con-
a) al personale non dirigenziale delle pubbliche am- nessi, dei pubblici esercizi e del commercio e artigianato,
ministrazioni di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto nonché alle imprese che svolgono attività agrituristica,
legislativo n. 165 del 2001, in servizio presso le strutture come definita dalla legge 20 febbraio 2006, n. 96, e dal-
di cui al presente articolo, direttamente impegnato nelle le pertinenti norme regionali, insediate da almeno dodici
attività di cui all’articolo 6, la corresponsione di compen- mesi antecedenti l’evento nei comuni di cui all’allegato
si per prestazioni di lavoro straordinario nel limite mas- 1 sono concessi contributi, nel limite complessivo massi-
simo di trenta ore mensili effettivamente svolte, oltre a mo di 2 milioni di euro per l’anno 2019 e di 2 milioni di
quelle già previste dai rispettivi ordinamenti, e comunque euro per l’anno 2020, ripartiti, quanto a euro 1.700.000
nel rispetto della disciplina in materia di orario di lavoro per l’anno 2019 ed euro 1.700.000 per l’anno 2020, per
di cui al decreto legislativo 8 aprile 2003, n. 66; il Commissario straordinario per la ricostruzione della
città metropolitana di Catania e, quanto a euro 300.000
b) al personale dirigenziale della struttura diretta- per l’anno 2019 ed euro 300.000 per l’anno 2020, per
mente impegnato nelle attività di cui all’articolo 6, un il Commissario straordinario per la ricostruzione della
incremento del 20 per cento della retribuzione mensile di provincia di Campobasso, a condizione che le stesse ab-
posizione prevista al comma 3, commisurato ai giorni di biano registrato, nei tre mesi successivi agli eventi, una
effettivo impiego. riduzione del fatturato in misura non inferiore al 30 per
4-bis. In caso di assenza o di impedimento tempora- cento rispetto a quello calcolato sulla media del mede-
neo, le funzioni del Commissario sono esercitate dal diri- simo periodo del triennio precedente. Il decremento del
gente in servizio presso la struttura di cui al comma 2 che fatturato può essere dimostrato mediante dichiarazione
provvede esclusivamente al compimento degli atti di ordi- dell’interessato ai sensi dell’articolo 46 del decreto del
naria amministrazione. Per lo svolgimento delle funzioni Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445,
espletate quale sostituto del Commissario, al dirigente accompagnata dall’estratto autentico delle pertinenti
non spetta alcun compenso. scritture contabili attinenti ai periodi di riferimento.
2. I criteri, le procedure, le modalità di concessione e
5. La struttura commissariale cessa alla data di sca- di calcolo dei contributi e di riparto delle risorse di cui al
denza della gestione straordinaria, di cui all’articolo 6, comma 1 tra i comuni interessati sono stabiliti con prov-
comma 2. vedimento del Commissario straordinario competente, da
6. All’attuazione del presente articolo si provvede, nel adottare nel rispetto del limite massimo di spesa di cui al
limite massimo di spesa di complessivi euro 642.000 medesimo comma 1, entro sessanta giorni dalla data di
per l’anno 2019, euro 700.000 per l’anno 2020 ed euro entrata in vigore della legge di conversione del presente
700.000 per l’anno 2021, suddivisi come segue: per il decreto.
Commissario straordinario per la ricostruzione della città 3. I contributi di cui al presente articolo sono erogati ai
metropolitana di Catania, euro 428.000 per l’anno 2019, sensi dell’articolo 50 del regolamento (UE) n. 651/2014
euro 466.500 per l’anno 2020 ed euro 466.500 per l’an- della Commissione, del 17 giugno 2014, ovvero ai sensi
no 2021 e per il Commissario straordinario per la rico- del regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione,
struzione della provincia di Campobasso, euro 214.000 del 18 dicembre 2013.
per l’anno 2019, euro 233.500 per l’anno 2020 ed euro 4. Agli oneri derivanti dall’attuazione del presente ar-
233.500 per l’anno 2021, a valere sulle risorse presenti ticolo si provvede a valere sulle risorse disponibili delle
sulle contabilità speciali di cui all’articolo 8. contabilità speciali di cui all’articolo 8.

— 99 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

Art. 20. ciali di cui all’articolo 8, un contributo per ciascuna con-


tabilità fino ad un massimo complessivamente di 500.000
Sospensione dei termini euro con riferimento all’anno 2019, da erogare nel 2020, e
fino ad un massimo complessivamente di 500.000 di euro
1. I redditi dei fabbricati ubicati nei comuni di cui per l’anno 2020, per sopperire ai maggiori costi affrontati
all’allegato 1, purché relativi ad immobili distrutti o fat- o alle minori entrate registrate a titolo di TARI-tributo di
ti oggetto di ordinanze sindacali di sgombero comunque cui all’articolo 1, comma 639, della legge 27 dicembre
adottate entro il 30 giugno 2019, in quanto inagibili total- 2013, n. 147, o di TARI-corrispettivo di cui allo stesso
mente o parzialmente a causa degli eventi di cui al pre- articolo 1, commi 667 e 668.
sente Capo, non concorrono alla formazione del reddito
imponibile né ai fini del calcolo dell’imposta sul reddi-
to delle persone fisiche e dell’imposta sul reddito delle Art. 20-bis
società né del calcolo dell’indicatore della situazione Disposizioni in materia di bilanci
economica equivalente (ISEE), fino alla definitiva rico-
struzione e agibilità dei fabbricati medesimi e non oltre 1. I comuni di cui all’allegato 1 approvano il conto eco-
l’anno di imposta 2020. I fabbricati di cui al primo pe- nomico e lo stato patrimoniale previsti dall’articolo 227
riodo sono, altresì, esenti dall’applicazione dell’imposta del testo unico di cui al decreto legislativo 18 agosto
municipale propria di cui all’articolo 13 del decreto-legge 2000, n. 267, relativi all’esercizio 2018, entro il 31 luglio
6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, 2019 e li trasmettono alla Banca dati delle amministra-
dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, e dal tributo per i zioni pubbliche entro trenta giorni dall’approvazione. Il
servizi indivisibili di cui all’articolo 1, comma 639, della mancato rispetto di tali termini comporta l’applicazione
legge 27 dicembre 2013, n. 147, a decorrere dalla rata in della procedura di cui all’articolo 141, comma 2, del me-
scadenza successivamente al 31 dicembre 2018 fino alla desimo testo unico di cui al decreto legislativo 18 ago-
definitiva ricostruzione o agibilità dei fabbricati stessi e sto 2000, n. 267, con il termine ordinario di venti gior-
comunque non oltre l’anno di imposta 2020. Ai fini del ni ivi previsto, nonché delle disposizioni dell’articolo 9,
presente comma, il contribuente può dichiarare, entro il comma 1-quinquies, del decreto-legge 24 giugno 2016,
31 dicembre 2019, la distruzione o l’inagibilità totale o n. 113, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 ago-
parziale del fabbricato al comune, che nei successivi venti sto 2016, n. 160.
giorni trasmette copia dell’atto di verificazione all’ufficio
dell’Agenzia delle entrate territorialmente competente.
Con decreto del Ministro dell’interno adottato di concerto Capo III
con il Ministro dell’economia e delle finanze, entro trenta DISPOSIZIONI RELATIVE AGLI EVENTI SISMICI
giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conver- DELL’ABRUZZO NELL’ANNO 2009, DEL NORD
sione del presente decreto, sentita la Conferenza Stato- E DEL CENTRO ITALIA NEGLI ANNI 2012, 2016 E
città ed autonomie locali, sono stabiliti, anche nella forma 2017 E NEI COMUNI DI CASAMICCIOLA TERME
di anticipazione, i criteri e le modalità per il rimborso ai E LACCO AMENO DELL’ISOLA DI ISCHIA NEL
comuni interessati del minor gettito connesso all’esenzio- 2017
ne di cui al secondo periodo.
2. Agli oneri derivanti dall’applicazione del comma 1, Art. 21.
pari ad euro 1,85 milioni per l’anno 2019, euro 2,178
milioni per l’anno 2020 ed euro 0,19 milioni per l’anno Contributo straordinario per il Comune de L’Aquila e
2021 si provvede ai sensi dell’articolo 29. ulteriori provvidenze per i comuni del cratere e fuori
3. Con riferimento ai settori dell’energia elettrica, cratere
dell’acqua e del gas, ivi inclusi i gas diversi dal gas na-
turale distribuiti a mezzo di reti canalizzate, nonché per i 1. All’articolo 3 del decreto-legge 24 giugno 2016,
settori delle assicurazioni e della telefonia, le competenti n. 113, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto
autorità di regolazione, con propri provvedimenti adotta- 2016, n. 160, sono apportate le seguenti modificazioni:
ti entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della a) al comma 1, dopo il secondo periodo, è inserito il
legge di conversione del presente decreto, possono pre- seguente: «Per gli anni 2019 e 2020 è assegnato un con-
vedere, per i comuni di cui all’allegato 1, esenzioni dal tributo straordinario dell’importo di 10 milioni di euro
pagamento delle forniture di energia elettrica, gas, acqua annui.»;
e telefonia, comprensive sia degli oneri generali di siste- b) al comma 2 è aggiunto, in fine, il seguente pe-
ma che degli eventuali consumi, per il periodo intercor- riodo: «Per l’anno 2019 è destinato altresì un contribu-
rente tra l’ordinanza di inagibilità o l’ordinanza sindacale to di 500.000 euro per le spese derivanti dall’attuazio-
di sgombero e la revoca delle medesime, individuando ne di quanto previsto dall’articolo 2-bis, comma 32, del
anche le modalità per la copertura delle esenzioni stesse decreto-legge 16 ottobre 2017, n. 148, convertito, con
attraverso specifiche componenti tariffarie, facendo ricor- modificazioni, dalla legge 4 dicembre 2017, n. 172, e per
so, ove opportuno, a strumenti di tipo perequativo. l’espletamento delle pratiche relative ai comuni fuori del
4. Al fine di assicurare ai comuni di cui all’allegato 1 cratere, trasferito all’Ufficio speciale per la ricostruzio-
la continuità nello smaltimento dei rifiuti solidi urbani, ne dei comuni del cratere di cui all’articolo 67-ter, commi
i Commissari sono autorizzati a concedere, con propri 2 e 3, del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito,
provvedimenti, a valere sulle risorse delle contabilità spe- con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134».

— 100 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

2. Agli oneri derivanti dal presente articolo, pari a 10,5 dati per la riparazione e ricostruzione degli immobili
milioni di euro per l’anno 2019 e a 10 milioni di euro danneggiati dall’evento sismico e dell’andamento delle
per l’anno 2020, si provvede a valere sulle risorse di cui richieste di contributo, ferma restando la deroga di cui
all’articolo 7-bis, comma 1, del decreto-legge 26 aprile al comma 1-bis, il Commissario straordinario può au-
2013, n. 43, convertito, con modificazioni, dalla legge torizzare con proprio provvedimento gli Uffici specia-
24 giugno 2013, n. 71. li per la ricostruzione e i comuni a stipulare, nei limiti
2-bis. All’articolo 1-septies, comma 1, del decreto- previsti dall’articolo 36, comma 2, del decreto legislativo
legge 29 maggio 2018, n. 55, convertito, con modifica- 30 marzo 2001, n. 165, dall’articolo 19 del decreto legi-
zioni, dalla legge 24 luglio 2018, n. 89, le parole: «entro slativo 15 giugno 2015, n. 81, e dall’articolo 1, comma 3,
quattrocentottanta giorni dalla comunicazione di avvio del decreto-legge 12 luglio 2018, n. 87, convertito, con
del procedimento di recupero ai sensi del decreto del modificazioni, dalla legge 9 agosto 2018, n. 96, ulteriori
Presidente del Consiglio dei ministri 14 novembre 2017, contratti di lavoro a tempo determinato per gli anni 2019
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 57 del 9 marzo e 2020, con le modalità previste al comma 1 e al comma 2
2018» sono sostituite dalle seguenti: «entro il 31 dicem- del presente articolo, fino a 200 unità complessive di
bre 2019». personale di tipo tecnico o amministrativo-contabile da
impiegare esclusivamente nei servizi necessari alla rico-
Art. 22. struzione, nel limite di spesa di 4,150 milioni di euro per
l’anno 2019 e 8,300 milioni di euro per l’anno 2020. Ai
Misure relative al personale tecnico in servizio presso relativi oneri si fa fronte mediante corrispondente utilizzo
gli enti locali e gli uffici speciali per la ricostruzione del fondo derivante dal riaccertamento dei residui passivi
ai sensi dell’articolo 49, comma 2, lettera a), del decreto-
01. All’articolo 48, comma 7, del decreto-legge 17 ot- legge 24 aprile 2014, n. 66, convertito, con modificazio-
tobre 2016, n. 189, convertito, con modificazioni, dalla ni, dalla legge 23 giugno 2014, n. 89, iscritto nello stato
legge 15 dicembre 2016, n. 229, le parole: «31 dicem- di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze.
bre 2018» sono sostituite dalle seguenti: «31 dicembre Con ordinanze commissariali si provvede alla ripartizio-
2019». ne del personale autorizzato fra gli enti destinatari e alla
1. All’articolo 50 del decreto-legge 17 ottobre 2016, definizione dei tempi, modalità e criteri per la regola-
n. 189, convertito, con modificazioni, dalla legge mentazione del presente comma»;
15 dicembre 2016, n. 229, sono apportate le seguenti a) al comma 2, primo periodo, dopo le parole: «per
modificazioni: le esigenze di cui al comma 1» sono aggiunte le seguen-
a) al comma 3, lettera a), le parole «nella misura ti: «, anche stipulando contratti a tempo parziale previa
massima di cento unità» sono soppresse; dichiarazione, qualora si tratti di professionisti, e fermo
b) al comma 3-bis, lettera c), dopo le parole «è cor- restando quanto previsto dall’articolo 53 del decreto le-
risposto con oneri a carico esclusivo del Commissario gislativo 30 marzo 2001, n. 165, di non iscrizione o avve-
straordinario» sono aggiunte, in fine, le seguenti: «, il nuta sospensione dall’elenco speciale dei professionisti,
quale provvede direttamente ovvero mediante apposita di cui all’articolo 34 del presente decreto»;
convenzione con le amministrazioni pubbliche di pro- b) al comma 3-bis, secondo periodo, le parole «an-
venienza ovvero con altra amministrazione dello Stato o che in deroga al limite previsto dal comma 3-quinquies
ente locale»; del presente articolo, per una sola volta e» sono soppresse
c) al comma 7, lettera c), dopo le parole «Commis- e le parole «31 dicembre 2018» sono sostituite dalle se-
sario Straordinario» sono aggiunte le seguenti: «, previa guenti: «31 dicembre 2019 e comunque nel rispetto dei
verifica semestrale dei risultati raggiunti a fronte degli limiti temporali previsti dalla normativa europea»;
obiettivi assegnati dallo stesso e dai vice commissari. Al c) il comma 3-quinquies è abrogato.
Commissario straordinario e agli esperti di cui al com- 3. All’articolo 2-bis, comma 32, quarto periodo, del
ma 6 sono riconosciute, ai sensi della vigente discipli- decreto-legge 16 ottobre 2017, n. 148, convertito, con
na in materia e comunque nel limite complessivo di euro modificazioni, dalla legge 4 dicembre 2017, n. 172, dopo
80.000 per l’anno 2019 e di euro 80.000 per l’anno 2020, le parole «dalla legge 7 agosto 2012, n. 134,» sono inseri-
le spese di viaggio, vitto e alloggio connesse all’espleta- te le seguenti: «è assegnato temporaneamente all’Ufficio
mento delle attività demandate, nell’ambito delle risorse speciale per i comuni del cratere e».
già previste per spese di missione, a valere sulla contabi-
lità speciale di cui all’articolo 4, comma 3». 4. Al comma 990 dell’articolo 1 della legge 30 dicem-
bre 2018, n. 145, al primo periodo, le parole: «e di con-
2. All’articolo 50-bis del decreto-legge 17 ottobre sentire la progressiva cessazione delle funzioni commis-
2016, n. 189, convertito, con modificazioni, dalla leg- sariali, con riassunzione delle medesime da parte degli
ge 15 dicembre 2016, n. 229, sono apportate le seguenti enti ordinariamente competenti» sono soppresse.
modificazioni:
4-bis. Al comma 5, terzo periodo, dell’articolo 67-ter
0a) al comma 1, primo periodo, le parole: «, fino del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con
a settecento unità per ciascuno degli anni 2017 e 2018» modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134, le paro-
sono soppresse»; le: «al personale in servizio al 30 settembre 2018» sono
0b) dopo il comma 1-bis è inserito il seguente: sostituite dalle seguenti: «al personale assegnato a cia-
«1-ter. Sulla base delle specifiche e riscontrate scun comune nell’ambito del contingente di cui al presen-
esigenze connesse all’espletamento dei compiti deman- te comma».

— 101 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

Art. 22 - bis per la ricostruzione, possono altresì curare l’istruttoria


per il rilascio delle concessioni di contributo e di tutti gli
Estensione dei benefìci della zona franca urbana adempimenti conseguenti. Con ordinanza commissariale
ai professionisti sono definiti le modalità e i criteri per la regolamentazio-
1. All’articolo 46 del decreto-legge 24 aprile 2017, ne di quanto disposto dal presente comma.»;
n. 50, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giu- b-bis) nel titolo I, capo I-bis, dopo l’articolo 4-ter è
gno 2017, n. 96, sono apportate le seguenti modificazioni: aggiunto il seguente:
a) al comma 2, dopo le parole: «Le imprese» sono «Art. 4-quater. – (Strutture abitative temporanee
inserite le seguenti: «e i professionisti»; ed amovibili) – 1. Al fine di scongiurare fenomeni di ab-
b) al comma 3, dopo le parole: «alle imprese» sono bandono del territorio, nei comuni di cui agli allegati 1
inserite le seguenti: «e ai professionisti»; e 2 che presentano una percentuale superiore al 50 per
c) al comma 4 è aggiunto, in fine, il seguente perio- cento di edifici dichiarati inagibili con esito “E” ai sen-
do: «Per i professionisti le esenzioni sono concesse per il si del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri
2019 e il 2020.»; 5 maggio 2011, pubblicato nel supplemento ordinario
n. 123 alla Gazzetta Ufficiale n. 113 del 17 maggio 2011,
d) al comma 5, dopo le parole: «alle imprese» sono rispetto agli edifici esistenti alla data dell’evento sismico,
inserite le seguenti: «e ai professionisti»; ai proprietari di immobili distrutti o gravemente danneg-
e) al comma 6, le parole: «dalle imprese beneficia- giati dagli eventi sismici è consentita, previa autorizza-
rie» sono sostituite dalle seguenti: «dalle imprese e dai zione comunale, l’installazione di strutture temporanee e
professionisti beneficiari». amovibili, sul terreno ove si trovano i medesimi immobili
o su altro terreno di proprietà ubicato nel territorio dello
Art. 23. stesso comune con qualsiasi destinazione urbanistica o
su terreno anche non di proprietà o su altro terreno su
Accelerazione della ricostruzione pubblica nelle regioni cui si vanti un diritto reale di godimento, previa acquisi-
colpite dagli eventi sismici del 2016 e 2017 nelle zione della dichiarazione di disponibilità da parte della
regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria proprietà senza corresponsione di alcun tipo di indenni-
1. Al decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito, tà o rimborso da parte della pubblica amministrazione,
con modificazioni, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229, dichiarato idoneo per tale finalità da apposito atto co-
sono apportate le seguenti modificazioni: munale, o sulle aree di cui all’articolo 4-ter del presente
a) all’ articolo 2, il comma 2-bis è sostituito dal decreto. Entro novanta giorni dall’emanazione dell’ordi-
seguente: nanza di agibilità dell’immobile distrutto o danneggiato,
i soggetti di cui al primo periodo provvedono, con oneri a
«2-bis. L’affidamento degli incarichi di progetta- loro carico, alla demolizione o rimozione delle strutture
zione e dei servizi di architettura e ingegneria ed altri temporanee e amovibili di cui al presente articolo e al
servizi tecnici e per l’elaborazione degli atti di pianifi- ripristino dello stato dei luoghi.
cazione e programmazione urbanistica in conformità
agli indirizzi definiti dal Commissario straordinario per 2. Dall’attuazione del comma 1 non devono de-
importi fino a 40.000 euro avviene mediante affidamento rivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza
diretto, per importi superiori a 40.000 euro e inferiori a pubblica»;
quelli di cui all’articolo 35 del codice di cui al decreto b-ter) all’articolo 6, dopo il comma 2 è inserito il
legislativo 18 aprile 2016, n. 50, avviene mediante pro- seguente:
cedure negoziate previa consultazione di almeno dieci «2-bis. Ai fini dell’accesso ai contributi di cui al
soggetti di cui all’articolo 46, comma 1, del medesimo comma 1, per gli immobili di interesse culturale ai sensi
decreto legislativo n. 50 del 2016, iscritti nell’elenco del codice di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004,
speciale di cui all’articolo 34 del presente decreto. Fatta n. 42, gli esiti “agibile con provvedimenti”, “parzialmen-
eccezione per particolari e comprovate ragioni connesse te agibile” e “inagibile” delle schede A-DC e B-DP di
alla specifica tipologia e alla dimensione dell’intervento, cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri
le stazioni appaltanti, secondo quanto previsto dal com- 23 febbraio 2006, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
ma 4 dell’articolo 23 del citato decreto legislativo n. 50 n. 55 del 7 marzo 2006, sono equiparati, rispettivamente,
del 2016, affidano la redazione della progettazione al li- agli esiti “B”, “C” ed “E” delle schede AeDES di cui al
vello esecutivo. Agli oneri derivanti dall’affidamento de- decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 mag-
gli incarichi di progettazione e di quelli previsti dall’arti- gio 2011, pubblicato nel supplemento ordinario n. 123
colo 23, comma 11, del decreto legislativo n. 50 del 2016 alla Gazzetta Ufficiale n. 113 del 17 maggio 2011»;
si provvede con le risorse di cui all’articolo 4, comma 3, c) all’articolo 6 i commi 10 e 10-ter sono abrogati
del presente decreto»; e il comma 13 è sostituito dal seguente: «13. La selezio-
b) all’articolo 3, dopo il comma 4, è inserito il ne dell’impresa esecutrice da parte del beneficiario dei
seguente: contributi è compiuta esclusivamente tra le imprese che
«4-bis: Limitatamente agli immobili e alle unità risultano iscritte nell’Anagrafe di cui all’articolo 30.»;
strutturali danneggiate private, che a seguito delle verifi- d) all’articolo 12, il comma 3 è sostituito dal seguen-
che effettuate con scheda AeDES risultino classificati ina- te: «3. L’ufficio speciale per la ricostruzione, ovvero i
gibili con esito “B” o “C” o “E” limitatamente a livello comuni nei casi previsti dal comma 4-bis dell’articolo 3,
operativo “L4”, i comuni, d’intesa con l’Ufficio speciale verificata la spettanza del contributo e il relativo importo,

— 102 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

trasmettono al vice commissario territorialmente compe- 1-bis. Per i comuni con popolazione superiore a 30.000
tente la proposta di concessione del contributo medesimo, abitanti, colpiti dal sisma del 24 agosto 2016 ed inclu-
comprensivo delle spese tecniche.»; si nell’elenco di cui al comma 13-bis dell’articolo 48 e
d-bis) all’articolo 14, comma 3-bis.1: all’allegato 1 del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189,
convertito, con modificazioni, dalla legge 15 dicembre
1) dopo il primo periodo è inserito il seguente: 2016, n. 229, al solo fine di procedere ad interventi ur-
«Gli interventi di cui all’allegato 1 all’ordinanza del genti di manutenzione straordinaria o di messa in sicu-
Commissario straordinario n. 63 del 6 settembre 2018 e rezza su strade ed infrastrutture comunali, che abbiano
quelli relativi alle chiese di proprietà del Fondo edifici di approvato il bilancio dell’anno 2018 alla data di entra-
culto si considerano in ogni caso di importanza essenzia- ta in vigore della legge di conversione del presente de-
le ai fini della ricostruzione.»; creto, onde attenuare gli effetti delle disposizioni di cui
2) all’ultimo periodo, le parole: «al precedente al comma 897 dell’articolo 1 della legge 30 dicembre
periodo» sono sostituite dalle seguenti: «ai precedenti 2018, n. 145, è assegnato un contributo di euro 5 milioni.
periodi»; All’onere derivante dal presente comma, pari a 5 milioni
di euro per l’anno 2019, si provvede mediante corrispon-
e) all’articolo 34, comma 5, terzo periodo, le parole dente riduzione dello stanziamento del fondo speciale di
«2 per cento» sono sostituite dalle seguenti «2,5 per cen- conto capitale iscritto, ai fini del bilancio triennale 2019-
to, di cui lo 0,5 per cento per l’analisi di risposta sismica 2021, nell’ambito del programma «Fondi di riserva e
locale,» e il comma 6 è sostituito dal seguente: «6. Per le speciali» della missione «Fondi da ripartire» dello stato
opere pubbliche, compresi i beni culturali di competenza di previsione del Ministero dell’economia e delle finan-
delle diocesi e del Ministero per i beni e le attività cultu- ze per l’anno 2019, allo scopo parzialmente utilizzando
rali, con provvedimenti adottati ai sensi dell’articolo 2, l’accantonamento relativo al medesimo Ministero.
comma 2, sono fissati il numero e l’importo complessivo
massimi degli incarichi che ciascuno dei soggetti di cui
al comma 1 può assumere contemporaneamente, tenendo Art. 23-bis
conto dell’organizzazione dimostrata dai medesimi.»; Disposizioni in materia di continuità dei servizi scolastici
e-bis) all’articolo 34, il comma 7 è sostituito dal in seguito agli eventi sismici del Centro Italia e
seguente: dell’Isola di Ischia
«7. Per gli interventi di ricostruzione privata di-
versi da quelli previsti dall’articolo 8, con provvedimenti 1. All’articolo 18-bis del decreto-legge 17 ottobre
adottati ai sensi dell’articolo 2, comma 2, sono stabiliti 2016, n. 189, convertito, con modificazioni, dalla legge
i criteri finalizzati ad evitare concentrazioni di incarichi 15 dicembre 2016, n. 229, sono apportate le seguenti
contemporanei che non trovano giustificazione in ragioni modificazioni:
di organizzazione tecnico-professionale»; a) la rubrica è sostituita dalla seguente: «Misure ur-
e-ter) all’articolo 48: genti per lo svolgimento degli anni scolastici 2016/2017,
2017/2018, 2018/2019 e 2019/2020»;
a) al comma 11, il secondo periodo è sostituito dal
seguente: «I soggetti diversi da quelli indicati dall’arti- b) al comma 1, alinea, le parole: «e 2018/2019» sono
colo 11, comma 3, del decreto- legge 9 febbraio 2017, sostituite dalle seguenti: «, 2018/2019 e 2019/2020» e
n. 8, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 aprile dopo le parole: «siti nelle aree colpite dagli eventi sismici
2017, n. 45, versano le somme oggetto di sospensione di cui all’articolo 1» sono inserite le seguenti: «nonché
previste dal decreto ministeriale 1° settembre 2016 e dai nei comuni di Casamicciola Terme, Forio e Lacco Ameno
commi 1-bis, 10 e l0-bis, senza applicazione di sanzioni dell’Isola di Ischia»;
e interessi, entro il 15 ottobre 2019, ovvero, mediante ra- c) al comma 1, lettera a), le parole: «e 2018/2019»
teizzazione fino a un massimo di 120 rate mensili di pari sono sostituite dalle seguenti: «, 2018/2019 e 2019/2020»;
importo, con il versamento dell’importo corrispondente
al valore delle prime cinque rate entro il 15 ottobre 2019; d) al comma 2, le parole: «ed euro 4,5 milioni
su richiesta del lavoratore dipendente subordinato o assi- nell’anno 2019» sono sostituite dalle seguenti: «, euro
milato, la ritenuta può essere operata anche dal sostituto 6 milioni nell’anno 2019 ed euro 2,25 milioni nell’anno
d’imposta.»; 2020»;
b) al comma 13, il terzo periodo è sostituito dal e) al comma 5, dopo la lettera b-ter) è aggiunta la
seguente: «Gli adempimenti e i pagamenti dei contributi seguente:
previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicura- «b-quater) quanto a euro 1,5 milioni nel 2019
zione obbligatoria, sospesi ai sensi del presente articolo, ed euro 2,25 milioni nel 2020, mediante corrispondente
sono effettuati entro il 15 ottobre 2019, anche mediante riduzione dello stanziamento del fondo speciale di par-
rateizzazione fino a un massimo di 120 rate mensili di te corrente iscritto, ai fini del bilancio triennale 2019-
pari importo, con il versamento dell’importo corrispon- 2021, nell’ambito del programma “Fondi di riserva e
dente al valore delle prime cinque rate entro il 15 ottobre speciali” della missione “Fondi da ripartire” dello stato
2019, senza applicazione di sanzioni e interessi; su ri- di previsione del Ministero dell’economia e delle finan-
chiesta del lavoratore dipendente subordinato o assimi- ze per l’anno 2019, allo scopo parzialmente utilizzando
lato, la ritenuta può essere operata anche dal sostituto l’accantonamento relativo al Ministero dell’istruzione,
d’imposta.» dell’università e della ricerca.».

— 103 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

Art. 24. sure di delocalizzazione, laddove possibile temporanea,


in altra località del territorio regionale, entro i limiti delle
Proroga disposizioni deposito risorse finanziarie individuate con delibera del Consiglio
e trasporto terre e rocce da scavo dei ministri, sentita la regione interessata, e secondo i cri-
1. All’articolo 28, del decreto-legge 17 ottobre 2016, teri individuati con la delibera di cui all’articolo 28.»;
n. 189, convertito, con modificazioni, dalla legge
15 dicembre 2016, n. 229, sono apportate le seguenti b) all’articolo 28:
modificazioni:
a) al comma 11, primo periodo, dopo le parole «pre- 1) al comma 1, alinea, le parole da: «Al fine di»
senza di amianto» sono inserite le seguenti: «oltre i limiti fino a: «citato articolo 25,» sono sostituite dalle seguen-
contenuti al punto 3.4 dell’allegato D alla parte IV del ti: «Con delibera del Consiglio dei ministri»;
decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152,»;
b) al comma 13-ter, le parole «per un periodo non 2) al comma 1, lettera c), le parole: «delocaliz-
superiore a trenta mesi» sono sostituite dalle seguenti: zazione temporanea in altra località del territorio nazio-
«fino al 31 dicembre 2019». nale» sono sostituite dalle seguenti: «delocalizzazione,
ove possibile temporanea, in altra località del territorio
Art. 25. regionale»;
Compensazione ai comuni delle minori entrate 3) il comma 2 è abrogato.
a seguito di esenzione di imposte comunali
1. All’articolo 1 della legge 30 dicembre 2018, n. 145 2. Il Commissario straordinario di cui all’articolo 1 del
sono apportate le seguenti modificazioni: decreto-legge 28 settembre 2018, n. 109, convertito, con
a) al comma 997, le parole da «L’imposta» fino a modificazioni, dalla legge 16 novembre 2018, n. 130, in-
«dovuta» sono sostituite dalle seguenti: «L’imposta co- dividua con propria ordinanza i criteri e le modalità per la
munale sulla pubblicità e il canone per l’autorizzazione concessione di forme di ristoro di danni subiti dai cittadi-
all’installazione dei mezzi pubblicitari, riferiti alle inse- ni residenti nelle zone interessate dalle attività di cantiere,
gne di esercizio di attività commerciali e di produzione di nei limiti delle risorse disponibili sulla propria contabilità
beni o servizi, nonché la tassa per l’occupazione di spazi speciale non destinate a diversa finalità e comunque nel
ed aree pubbliche e il canone per l’occupazione di spa- limite complessivo di 7 milioni di euro.
zi ed aree pubbliche non sono dovuti, a decorrere dal 1°
(gradi) gennaio 2019 fino al 31 dicembre 2020,»; 2-bis. Ai fini del ristoro dei danni subiti dalle imprese
b) al comma 998, le parole «regolamento del Mi- agricole continuano ad applicarsi le disposizioni di cui
nistro dell’economia e delle finanze, di concerto con il all’articolo 1, commi da 422 a 428-ter, della legge 28 di-
Ministro dello sviluppo economico» sono sostituite dalle cembre 2015, n. 208.
seguenti: «decreto del Ministro dell’economia e delle fi-
nanze, di concerto con il Ministro dell’interno, sentita la
Conferenza Stato-città ed autonomie locali», le parole: Art. 26-bis
«d’intesa con la Conferenza Stato-città e autonomie lo-
cali,» sono soppresse e le parole «definite le modalità di Misure per la ricostruzione dei territori colpiti
attuazione del comma 997» sono sostituite dalle parole dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012
«stabiliti i criteri e definite le modalità per il rimborso ai
comuni interessati del minor gettito derivante dall’appli-
cazione del comma 997». 1. All’articolo 39, comma 1, alinea, del decreto-legge
2. Agli oneri derivanti dal comma 1, pari a 5 milioni 28 settembre 2018, n. 109, convertito, con modificazioni,
di euro per ciascuno degli anni 2019 e 2020, in termi- dalla legge 16 novembre 2018, n. 130, le parole: «a tal
ni di solo saldo netto da finanziare, si provvede ai sensi fine attivati e» sono sostituite dalle seguenti: «a tal fine
dell’articolo 29. attivati o».

Art. 26. 2. Per i comuni delle regioni Lombardia e Veneto indivi-


duati ai sensi dell’articolo 1, comma 1, del decreto-legge
Misure per la semplificazione delle procedure per 6 giugno 2012, n. 74, convertito, con modificazioni, dalla
l’immediato ristoro dei danni subiti dalle attività legge 1° agosto 2012, n. 122, e dell’articolo 67-septies
economiche e produttive e dai privati a seguito di del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con
eventi calamitosi modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134, l’esen-
zione dall’applicazione dell’imposta municipale propria
1. Al decreto legislativo 2 gennaio 2018, n. 1, sono ap- prevista dal secondo periodo del comma 3 dell’articolo 8
portate le seguenti modificazioni: del decreto-legge 6 giugno 2012, n. 74, convertito, con
a) all’articolo 25, comma 2, la lettera f) è sostituita modificazioni, dalla legge 1° agosto 2012, n. 122, è pro-
dalla seguente: rogata a decorrere dal 1° gennaio 2019, fino alla defini-
«f) all’attuazione delle misure per far fronte alle tiva ricostruzione e agibilità dei fabbricati interessati e
esigenze urgenti di cui alla lettera e), anche attraverso mi- comunque non oltre il 31 dicembre 2019.

— 104 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

Art. 27. danti gli scenari di rischio, l’organizzazione dei servizi


di protezione civile del proprio territorio e le misure di
Presidio zona rossa dei Comuni di Casamicciola Terme autoprotezione;
e Lacco Ameno
ee-sexies) misure di autoprotezione: azioni rac-
1. Dopo l’articolo 18 del decreto-legge 28 settembre comandate, utili a ridurre i rischi e ad attenuare le con-
2018, n. 109, convertito, con modificazioni, dalla legge seguenze derivanti dagli eventi di cui all’articolo 7 del
16 novembre 2018, n. 130, è inserito il seguente: decreto legislativo 2 gennaio 2018, n. 1;”;
«articolo 18-bis (Presidio zona rossa dei comuni di b) all’articolo 4, comma 3, dopo la lettera h), è
Casamicciola Terme e Lacco Ameno). – 1. Al fine di raf- aggiunta la seguente: «h-bis) promuovere e favorire,
forzare il dispositivo di vigilanza e sicurezza della zona nell’imminenza o in caso di eventi di cui all’articolo 7 del
rossa dei comuni di Casamicciola Terme e Lacco Ame- decreto legislativo 2 gennaio 2018, n. 1, attraverso le tec-
no, interessati dagli eventi sismici del 21 agosto 2017, nologie dell’informazione e della comunicazione, l’ado-
il contingente di personale militare di cui all’articolo 1, zione di misure di autoprotezione da parte dei cittadini;»;
comma 688, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, è in-
crementato di 15 unità dalla data di entrata in vigore del c) all’articolo 13, comma 6, dopo la lettera g), è ag-
presente articolo e fino al 31 dicembre 2019. Si applicano giunta la seguente: «g-bis) garantendo l’attivazione del
le disposizioni di cui all’articolo 7-bis, commi 1, 2 e 3, servizio IT-alert come definito ai sensi dell’articolo 1 del
del decreto-legge 23 maggio 2008, n. 92, convertito, con Codice»;
modificazioni, dalla legge 24 luglio 2008, n. 125. d) all’articolo 14, comma 5, dopo la lettera a), è in-
2. Agli oneri derivanti dall’attuazione del comma 1, serita la seguente: «a-bis) promuovere e favorire, nell’im-
pari ad euro 418.694 per il 2019, si provvede a valere minenza o in caso di eventi di cui all’articolo 7 del decreto
sulle risorse finanziarie di cui all’articolo 19.». legislativo 2 gennaio 2018, n. 1, attraverso le tecnologie
dell’informazione e della comunicazione, l’adozione di
Art. 28. misure di autoprotezione da parte dei cittadini;»;
Modifiche al decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259, e) all’articolo 144, comma 1, la lettera e) è abrogata;
recante «Codice delle comunicazioni elettroniche» f) all’allegato n. 1, parte A, dopo il punto 12, è ag-
1. Al decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259, recante giunto il seguente: «12-bis) garantire l’attivazione del
Codice delle comunicazioni elettroniche, sono apportate servizio IT-alert come definiti ai sensi dell’articolo 1 del
le seguenti modificazioni: Codice;»;
a) all’articolo 1, comma 1, dopo la lettera ee) sono g) all’allegato n. 25, articolo 40, dopo il comma 4, è
inserite le seguenti: inserito il seguente: «4-bis. Per il perseguimento di finali-
«ee-bis) Sistema di allarme pubblico: sistema di tà istituzionali di interesse pubblico e per il coordinamen-
diffusione di allarmi pubblici agli utenti finali interessati to delle attività legate alla prevenzione delle calamità na-
da gravi emergenze e catastrofi imminenti o in corso, che turali ed alla salvaguardia della vita umana, dell’ambiente
può utilizzare servizi mobili di comunicazione interper- e dei beni, nonché per le finalità di ordine pubblico, gli
sonale basati sul numero, servizi di diffusione radiotele- Enti Pubblici Territoriali, previo consenso del Ministero,
visiva, applicazioni mobili basate su un servizio di acces- possono rendere partecipi all’utilizzo della propria rete di
so a internet. Qualora gli allarmi pubblici siano trasmessi comunicazione elettronica altri soggetti. In questo caso
tramite servizi di comunicazione elettronica accessibili al l’obbligo del pagamento dei corrispettivi rimane in capo
pubblico diversi da quelli di cui al primo periodo, la loro all’Ente titolare dell’autorizzazione, ferma restando l’ap-
efficacia deve essere equivalente in termini di copertura plicazione a quest’ultimo della minore tra le riduzioni di
e capacità di raggiungere gli utenti finali, compresi quelli cui all’articolo 32, sempre che siano applicabili ai servizi
presenti solo temporaneamente nella zona interessata. Gli svolti.».
allarmi pubblici devono essere facili da ricevere per gli
utenti finali; 2. Entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della
legge di conversione del presente decreto, con decreto del
ee-ter) servizio di Cell Broadcast Service: Servi-
zio che consente la diffusione di messaggi a tutti i termi- Presidente del Consiglio dei ministri, di concerto con il
nali presenti all’interno di una determinata area geogra- Ministro dello sviluppo economico, sentiti il Garante per
fica individuata dalla copertura radiomobile di una o più la protezione dei dati personali e l’Autorità per le garan-
celle; zie nelle comunicazioni, sono individuate:
ee-quater) messaggio IT-alert: Messaggio invia- a) le modalità e i criteri di attivazione del servi-
to, attraverso un Servizio di Cell Broadcast Service, dalle zio IT-alert come definito all’articolo 1 comma 1, lette-
componenti del Servizio nazionale della protezione civi- ra ee-quinquies), del decreto legislativo n. 259 del 2003,
le, nell’imminenza o nel caso degli eventi previsti all’arti- come modificato dal comma 1 del presente articolo, da
colo 7 del decreto legislativo 2 gennaio 2018, n. 1, e dagli realizzarsi secondo gli standard internazionali applica-
ulteriori soggetti a tal fine abilitati; bili e per l’erogazione di eventuali contributi per gli in-
ee-quinquies) servizio IT-alert: sistema di allarme vestimenti volti al potenziamento e all’innovazione delle
pubblico che trasmette, ai terminali presenti in una de- reti dei gestori e alla gestione operativa della piattaforma
terminata area geografica, dei Messaggi IT-alert riguar- occorrente;

— 105 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

b) le modalità e i criteri di attivazione dei messaggi Art. 28 - bis


IT-alert come definiti ai sensi dell’articolo 1, comma 1,
lettera ee-quater), del decreto legislativo n. 259 del 2003, Clausola di salvaguardia
come modificato dal comma 1 del presente articolo;
1. Le disposizioni del presente decreto sono applicabili
c) le modalità di definizione dei contenuti dei mes- nelle regioni a statuto speciale e nelle province autonome
saggi IT-alert, tenendo conto degli scenari prevedibili in di Trento e di Bolzano compatibilmente con i rispettivi
relazione agli eventi di cui all’articolo 7 del decreto legi- statuti e le relative norme di attuazione, anche con riferi-
slativo 2 gennaio 2018, n. 1, e dell’opportunità di attivare mento all’articolo 10 della legge costituzionale 18 otto-
misure di autoprotezione dei cittadini ai sensi dell’artico- bre 2001, n. 3.
lo 1, comma 1, lettera ee-sexies), del decreto legislativo
n. 259 del 2003, come modificato dal comma 1 del pre- Art. 29.
sente articolo;
Norma di copertura
d) le modalità di gestione della richiesta per l’attiva-
zione dei messaggi IT-alert di cui all’articolo 1, comma 1, 1. Agli oneri derivanti dall’attuazione degli articoli 8,
lettera ee-quinquies), del decreto legislativo n. 259 del 20 e 25 pari complessivamente a 55 milioni di euro per
2003, come modificato dal comma 1 del presente articolo; l’anno 2019, a 84,928 milioni di euro per l’anno 2020, a
89,990 milioni di euro per l’anno 2021 e a 30 milioni di
e) le modalità di autorizzazione della richiesta di at- euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023, si provvede:
tivazione di cui alla lettera d); a) quanto a 5 milioni di euro per l’anno 2019 e a
30 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020, 2021,
f) le modalità di invio dei messaggi IT-alert; 2022 e 2023, mediante corrispondente riduzione dello
g) i criteri e le modalità al fine di garantire che stanziamento del fondo speciale di conto capitale iscritto,
l’utilizzo e il trattamento dei dati eventualmente raccolti ai fini del bilancio triennale 2019-2021, nell’ambito del
nell’ambito del funzionamento del sistema IT-alert av- programma «Fondi di riserva e speciali» della missione
venga nel rispetto della normativa in materia di protezio- «Fondi da ripartire» dello stato di previsione del Mini-
ne dei dati personali e che sia escluso l’utilizzo dei mede- stero dell’economia e delle finanze per l’anno 2019, allo
simi dati per finalità diverse da quelle di cui al presente scopo, parzialmente utilizzando l’accantonamento relati-
articolo. vo al medesimo Ministero;
b) quanto a 15 milioni di euro per ciascuno degli
3. In caso di inosservanza delle disposizioni di cui al anni 2019 e 2020 e a 59,990 milioni di euro per l’anno
presente articolo, si applicano le sanzioni previste dall’ar- 2021, mediante corrispondente riduzione del fondo de-
ticolo 98 del decreto legislativo 1° agosto 2003, n. 259. rivante dal riaccertamento dei residui passivi ai sensi
dell’articolo 49, comma 2, lettera a), del decreto-legge
4. Le disposizioni di cui al presente articolo non de- 24 aprile 2014, n. 66, convertito, con modificazioni, dalla
vono comportare nuovi o maggiori oneri a carico della legge 23 giugno 2014, n. 89, iscritto nello stato di previ-
finanza pubblica. sione del Ministero dell’economia e delle finanze;
5. Nelle more del recepimento della direttiva (UE) c) quanto a 30 milioni di euro per l’anno 2019 e a
2018/1972, del Parlamento europeo e del Consiglio, 34,928 milioni di euro per l’anno 2020, mediante corri-
dell’11 dicembre 2018, ai fini dell’attuazione dell’artico- spondente riduzione dell’autorizzazione di spesa di cui
lo 1, comma 1044, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, all’articolo 7-bis del decreto-legge 26 aprile 2013, n. 43,
per «apparecchi atti alla ricezione della radiodiffusione convertito, con modificazioni, dalla legge 24 giugno
sonora» si intendono i ricevitori autoradio venduti singo- 2013, n. 71, rifinanziata dalla legge 23 dicembre 2014,
larmente o integrati in un veicolo nuovo della categoria M n. 190;
e N nonché i ricevitori con sintonizzatore radio che ope- d) quanto a 5 milioni di euro per ciascuno degli anni
rino nelle bande destinate al servizio di radiodiffusione 2019 e 2020, mediante corrispondente riduzione, in ter-
secondo il Piano nazionale di ripartizione delle frequenze mini di solo saldo netto da finanziare, delle somme iscrit-
di cui al decreto del Ministro dello sviluppo economico te nella Missione «Politiche economiche-finanziare e di
5 ottobre 2018, pubblicato nel supplemento ordinario alla bilancio e di tutela della finanza pubblica», Programma
Gazzetta Ufficiale n. 244 del 19 ottobre 2018 ad esclusio- «Regolazioni contabili, restituzioni e rimborsi di impo-
ne delle apparecchiature utilizzate dai radioamatori e dei ste» dello stato di previsione del Ministero dell’economia
prodotti nei quali il ricevitore radio è puramente acces- e delle finanze, nei medesimi anni.
sorio. Per gli apparati di telefonia mobile e per i veicoli
nuovi di categoria N gli obblighi di commercializzazione 1-bis. Agli oneri derivanti dall’attuazione dell’artico-
al consumatore, di cui all’articolo 1, comma 1044, della lo 4-sexies, pari a euro 5 milioni per ciascuno degli anni
legge 27 dicembre 2017, n. 205, decorrono dal 31 dicem- dal 2019 al 2023, si provvede mediante corrispondente
bre 2020. Per i veicoli nuovi della categoria M sono fatti riduzione dell’autorizzazione di spesa di cui all’artico-
salvi i veicoli prodotti in data antecedente al 1° gennaio lo 1, comma 1091, della legge 27 dicembre 2017, n. 205.
2020 e messi in circolazione sul mercato fino al 21 di- 2. Il Ministro dell’economia e delle finanze è autoriz-
cembre 2020, entro il limite del 10 per cento dei veicoli zato ad apportare, con propri decreti, le occorrenti varia-
messi in circolazione nel 2019 per ciascun costruttore. zioni di bilancio.”.

— 106 —
17-6-2019 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 140

Art. 30. Città metropolitana di Catania:


1. Aci Bonaccorsi;
Entrata in vigore 2. Aci Catena;
1. Il presente decreto entra in vigore il giorno suc- 3. Aci Sant’Antonio;
cessivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta 4. Acireale;
Ufficiale della Repubblica italiana e sarà presentato alle 5. Milo;
Camere per la conversione in legge. 6. Santa Venerina;
7. Trecastagni;
8. Viagrande;
9. Zafferana Etnea.
ALLEGATO 1

Comuni colpiti dagli eventi sismici di cui alle delibere del Consiglio dei
ministri del 6 settembre 2018 e del 28 dicembre 2018. ALLEGATO 2
Provincia di Campobasso:
1. Acquaviva Collecroce; Comuni colpiti dagli eventi sismici di cui alle delibere del Consiglio dei
2. Campomarino; ministri del 6 settembre 2018 e del 28 dicembre 2018 per i quali si
3. Castelbottaccio; applica l’art. 7, comma 1, lettera i) del presente decreto.
4. Castelmauro; Provincia di Campobasso:
5. Guardialfiera; 1. Acquaviva Collecroce;
6. Guglionesi; 2. Castelmauro;
7. Larino;
3.Guardialfiera;
8. Lupara;
4. Montecilfone.
9. Montecilfone;
Città metropolitana di Catania:
10. Montefalcone del Sannio;
1. Aci Bonaccorsi;
11. Montemitro;
12. Montorio nei Frentani; 2. Aci Catena;
13. Morrone del Sannio; 3. Aci Sant’Antonio;
14. Palata; 4. Acireale;
15. Portocannone; 5. Milo;
16. Rotello; 6. Santa Venerina;
17. San Felice del Molise; 7. Trecastagni;
18. San Giacomo degli Schiavoni; 8. Viagrande;
19. San Martino in Pensilis; 9. Zafferana Etnea.
20. Santa Croce di Magliano;
21. Tavenna. 19A03970

ESTRATTI, SUNTI E COMUNICATI


AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO composizione: una compressa rivestita contiene:
principio attivo: 75 microgrammi di gestodene e 20 microgram-
Autorizzazione all’importazione parallela mi di etinilestradiolo;
del medicinale per uso umano «Estinette» eccipienti: nucleo della compressa: sodio calcio edetato, ma-
gnesio stearato, silice colloidale anidra, povidone K-30, amido di mais,
lattosio monoidrato. Rivestimento: giallo chinolina (E104), povidone
Estratto determina IP n. 389 del 29 maggio 2019 K-90, titanio diossido (E171), macrogol 6000, talco, calcio carbonato
(E170), saccarosio.
Descrizione del medicinale da importare e attribuzione del numero Officine di confezionamento secondario:
di identificazione: è autorizzata l’importazione parallela del medicina-
le ESTINETTE 75 microgramas/20 microgramas comprimidos reve- Prespack, Jacek Karonski Poland, Skorzewo, ul. Sadowa 38.
stidos, 63 comprimidos dal Portogallo con numero di autorizzazione 60-185
5994280, intestato alla società Laboratorios Effik e prodotto da Gedeon Pharm@Idea S.r.l., via del commercio, 5 - 25039 Travagliato
Richter, PLC, con le specificazioni di seguito indicate a condizione che (BS)
siano valide ed efficaci al momento dell’entrata in vigore della presente STM Pharma Pro S.r.l. strada provinciale pianura, 2 - 80078
determina. Pozzuoli (NA).
Importatore: Programmi sanitari integrati S.r.l. con sede legale in
via Giovanni Lanza, 3 - 20100 Milano. Classificazione ai fini della rimborsabilità
Confezione: ESTINETTE «0,075 mg + 0,020 mg compresse rive- Confezione: ESTINETTE «0,075 mg + 0,020 mg compresse rive-
stite» 21 compresse in blister PVC/PVDC/AL; stite» 21 compresse in blister PVC/PVDC/AL;
codice A.I.C. n.: 047543018 (in base 10) 1FBWRB (in base 32); codice A.I.C. n.: 047543018;
forma farmaceutica: compressa rivestita; classe di rimborsabilità: C (nn).

— 107 —