Sei sulla pagina 1di 10

Istituto d’Istruzione Superiore

“L. DA VINCI – A. AGHERBINO”


MINISTERO
DELL’ISTRUZIONE,
Via Repubblica, 36/H – 70015 Noci (BA) UNIONE EUROPEA
DELL’UNIVERSITA’ E Tel. 0804977228 – Fax 0804974425
DELLA RICERCA
Codice Meccanografico BAI S05200L - C.F.91108120725

Liceo Scientifico e Liceo delle Scienze Umane: Via Repubblica, 36H


- 70015 Noci - Tel.0804977228 - Fax 0804974425
IPSIA: Via Diaz, 30 - 70017 Putignano - Tel. 0804059640-0804933100 - Fax: 0804912048
IPSIA: Via Paravento – 70015 Noci – Tel/fax: 0804977308
e -mail: bais05200l@istruzione.it e-mail pec: bais05200l@pec.istruzione.it

ANNO SCOLASTICO 2018 – 2019


PROGRAMMAZIONE DI TECNOLOGIE E TECNICHE DI INSTALLAZIONE E MANUTENZIONEV ANNO
CANCELLARE LE RIGHE DELLA TABELLA CHE NON INTERESSANO
SEZIONE SETTORE INDIRIZZO OPZIONE CURVATURA
PUTIGNANO INDUSTRIA E MANUTENZIONE E APPARATI, IMPIANTI E ELETTRICO
ARTIGIANATO ASSISTENZA TECNICA SERVIZI TECNICI
SEZ. A
INDUSTRIALI E CIVILI

Docente: Prof. Armando D’Errico - Prof. Domenico Leone


Testo in adozione: Savi, Nasuti, Vacondio “Tecnologie e tecniche di installazione e manutenzione”-Calderini
ANALISI DELLA SITUAZIONE INIZIALE

Premessa indispensabile alla stesura del presente piano di lavoro è stata l'identificazione delle condizioni di partenza: il primo
periodo di lezioni è servito perciò a prendere atto delle condizioni di preparazione raggiunte dalla classe nei precedenti cicli di
studi. In considerazione del numero di allievi è risultato opportuno eseguire i seguenti
Richiami: Concetto di potenza e di energia elettrica. Concetto di rendimento. Legge di Ohm. Effetto Joule. Influenza degli
agenti ambientali.
Partendo da tale analisi della situazione di base l'insegnamento avrà come obiettivo lo sviluppo della personalità dell'alunno
attraverso la valorizzazione dei lati positivi di ognuno di essi ed il miglioramento di quelli negativi. A questo scopo saranno
fornite conoscenze specifiche riguardanti tecnologie dei materiali e criteri di progettazione onde realizzare una sintesi con i
contenuti di altre discipline affini.
In particolare lo studente, in accordo con le indicazioni ministeriali per gli Istituti professionali di Stato, dovrà far ricorso alla
letteratura tecnica del settore nonchè utilizzare ed applicare normativa tecnica specifica e di legge, cataloghi, documentazioni
tecniche, listini e tutto quanto necessario per eseguire in modo corretto progetti, compiti, organizzazione di risorse e gestione di
unità produttive.
Il programma è stato articolato tenendo presente due momenti fondamentali che permettono agli alunni di maturare e
sviluppare le capacità di espressione, di osservazione e di comunicazione.
Il primo momento è quello in cui i ragazzi prendono coscienza di alcuni codici o linguaggi specifici della materia Tecnica e
delle sue leggi fondamentali per poi tradurre le conoscenze acquisite in linguaggio personale.
Il secondo momento, relativo all'attività pratica, svilupperà negli alunni la capacità di confronto attraverso l'analisi,
l'osservazione e la realizzazione di circuiti o dispositivi preposti al raggiungimento di un obiettivo reale.
Lo scopo di questo programma è anche quello di promuovere e sviluppare le potenzialità grafiche attraverso l'esecuzione e
l'interpretazione di disegni e schemi.
Le varie proposte di lavoro non saranno immodificabili, ma potranno essere affrontate ed approfondite tenendo conto del grado
di interesse degli allievi
FINALITÀ DEL PERCORSO QUINQUENNALE:

 utilizzare gli strumenti culturali e metodologici acquisiti per porsi con atteggiamento razionale, critico, creativo e responsabile nei confronti
della realtà, dei suoi fenomeni e dei suoi problemi, anche ai fini dell’apprendimento permanente;
 utilizzare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze comunicative nei vari contesti: sociali, culturali,
scientifici, economici, tecnologici e professionali;
 riconoscere le linee essenziali della storia delle idee, della cultura, della letteratura, delle arti e orientarsi agevolmente fra testi e autori
fondamentali, a partire dalle componenti di natura tecnico-professionale correlate ai settori di riferimento;
 stabilire collegamenti tra le tradizioni culturali locali, nazionali ed internazionali, sia in una prospettiva interculturale sia ai fini della mobilità
di studio e di lavoro;
 riconoscere il valore e le potenzialità dei beni artistici e ambientali; sviluppare ed esprimere le proprie qualità di relazione, comunicazione,
ascolto,cooperazione e senso di responsabilità nell’esercizio del proprio ruolo;
 comprendere le implicazioni etiche, sociali, scientifiche, produttive, economiche, ambientali dell’innovazione tecnologica e delle sue
applicazioni industriali, artigianali e artistiche.
COMPETENZE DEL PERCORSO QUINQUENNALE
1. acquisire le fondamentali abilità della progettazione
2. saper lavorare in gruppo
3. saper concludere un compito ricevuto
4. saper descrivere e documentare il proprio lavoro
5. saper utilizzare le documentazioni tecniche disponibili

L’articolazione dell’insegnamento di “Tecnologie e tecniche di installazione e manutenzione” in conoscenze e abilità è di seguito indicata
quale orientamento per la progettazione didattica del docente in relazione alle scelte compiute nell’ambito della programmazione
collegiale del Consiglio di classe.

CONOSCENZE quinto anno


Specifiche tecniche e funzionali dei componenti e dei dispositivi.
Tecniche e procedure di assemblaggio e di installazione di impianti e di apparati o dispositivi elettrici ed elettronici.
Tecniche e procedure di installazione di circuiti elettrici. Tecniche e procedure di montaggio di apparecchiature elettriche e sistemi di protezione.
Norme sulla sicurezza e sulla tutela ambientale. Procedure generali di collaudo e di esercizio. Livelli di manutenzione.
Classificazione degli interventi manutentivi. Struttura dei manuali di manutenzione. Caratteristiche di funzionamento e specifiche di macchine e
impianti meccanici, termici, elettrici ed elettronici. Certificazione di Qualità ed enti certificatori. Diagnostica del guasto e procedure di intervento.
Documentazione tecnica di interesse. Affidabilità di componenti e sistemi.
Disponibilità delle risorse sufficienti.

ABILITA’ quinto anno

Riconoscere e designare i principali componenti. Interpretare i dati e le caratteristiche tecniche dei componenti di apparati e impianti.
Assemblare e installare impianti, dispositivi e apparati. Osservare le norme di tutela della salute e dell’ambiente nelle operazioni di collaudo,
esercizio e manutenzione. Adottare i dispositivi di prevenzione e protezione prescritti dalle norme per la sicurezza nell’ambiente di lavoro.
Interpretare i contenuti delle certificazioni. Individuare i criteri per l’esecuzioni dei collaudi dei dispositivi.
Verificare la corrispondenza delle caratteristiche rilevate alle specifiche tecniche dichiarate.
Redigere la documentazione e le attestazioni obbligatorie. Procedure negli interventi di manutenzione.
Effettuare visite tecniche e individuare le esigenze d’intervento. Individuare le risorse strumentali necessarie all’erogazione del servizio.
Eseguire interventi di manutenzione ed effettuare il collaudo.
Stimare i costi relativi all’intervento.

Quadro sintetico dei moduli


N Competenze
Titolo del modulo Conoscenze Abilità di riferimento Periodo Prove di verifica
(da individuare tra quelle riportate sopra) (da individuare tra quelle riportate sopra) (da individuare tra quelle riportate sopra)
Unità di misura Conoscere i principali sistemi ed Saper utilizzare in ogni problema acquisire le fondamentali abilità
unità di misura la corretta unità di misura della progettazione
saper lavorare in gruppo
saper concludere un compito
ricevuto
S–O-P
1 Sett-ott.
saper descrivere e documentare il
proprio lavoro
saper utilizzare le documentazioni
tecniche disponibili
Quadro Normativo Conoscere e Osservare le norme Interpretare i contenuti delle acquisire le fondamentali abilità
di tutela della salute e certificazioni. Individuare i della progettazione
dell’ambiente nelle operazioni di criteri per l’esecuzioni dei saper lavorare in gruppo
collaudo, esercizio e collaudi dei dispositivi. saper concludere un compito
manutenzione Verificare la corrispondenza ricevuto
2 delle caratteristiche rilevate alle saper descrivere e documentare il ottobre S–O-P
specifiche tecniche dichiarate. proprio lavoro
Redigere la documentazione e le saper utilizzare le documentazioni
attestazioni obbligatorie. tecniche disponibili
Procedure negli interventi di
manutenzione
Sistemi automatici Conoscere le principali funzioni Saper affrontare problemi tecnici acquisire le fondamentali abilità
rappresentative dei segnali legati all’uso dei sistemi della progettazione
analogici. Conoscere la funzione automatici. saper lavorare in gruppo
di trasferimento. Conoscere i saper concludere un compito
3 sistemi di controllo in anello ricevuto Nov.-feb S–O-P
aperto e in anello chiuso saper descrivere e documentare il
proprio lavoro
saper utilizzare le documentazioni
tecniche disponibili
Guasti e Guasti, affidabilità, Effettuare una ricerca guasti. acquisire le fondamentali abilità
manutenzione manutenzione. Guasti sistematici Eseguire interventi di della progettazione
e non sistematici. Tasso di manutenzione ed effettuare il saper lavorare in gruppo
guasto. collaudo saper concludere un compito
Marzo-
4 Analisi dei guasti. Parametri di ricevuto S–O-P
aprile
affidabilità. Manutenzione saper descrivere e documentare il
ordinaria e straordinaria. proprio lavoro
Politiche di manutenzione. saper utilizzare le documentazioni
tecniche disponibili
Economia e Impresa, azienda, società. Saper costituire una azienda. acquisire le fondamentali abilità
organizzazione della Organizzazione aziendale. Gestire l’organizzazione della progettazione
produzione Programmazione e aziendale. saper lavorare in gruppo
coordinasmento della Gestire il problema sicurezza saper concludere un compito
Aprile-
5 produzione. nell’ambiente di lavoro ricevuto
Giugno
S–O-P
Sicurezza nei luoghi di lavoro. saper descrivere e documentare il
Rischio elettrico proprio lavoro
saper utilizzare le documentazioni
tecniche disponibili

Unità in cui è stato suddiviso il modulo

Modulo n.1

Titolo: Unità di misura Periodo: settembre - ottobre


Durata
N° Titolo Contenuti
in ore

1.1 Unità di misura Il sistema internazionale. Multipli e sottomultipli delle unità di misura. Simboli di grandezze e 6
unità di misura
Modulo n.2

Titolo: Quadro Normativo Periodo: ottobre

Durata
N° Titolo Contenuti
in ore

2.1 Principali enti normatori Principali Enti Normatori 6

2.2 Norme di Legge e norme Come nasce una norma CEI. Principali norme CEI di interesse 6
CEI
2.3 Marcatura CE Marchi di conformità di un prodotto alle norme 6

Modulo n.3

Titolo: Sistemi automatici Periodo: novembre-gennaio

Durata
N° Titolo Contenuti
in ore

3.1 Sistemi di controllo in anello Architettura di un sistema di controllo. Componenti. Trasduttori ed attuatori. La funzione di 40
aperto e sistemi retroazionati. trasferimento. Schemi a blocchi in cascata, parallelo, retroazione. Algebra degli schemi a blocchi.

3.2 Segnali canonici La funzione gradino, la funzione impulsiva, rampa. 12

3.3 Poli e zeri della f.d.t. Definizione di poli e zeri. Mappa dei poli e degli zeri. Guadagno statico e costanti di tempo. 30
Modulo n.4

Titolo: Guasti e Manutenzione Periodo: febbraio-aprile

Durata
N° Titolo Contenuti
in ore

4.1 Guasti Definizione. Guasti sistematici e non sistematici. Analisi dei guasti. Tasso di guasto 12

4.2 Affidabilità Definizione, Esempi. Parametri di affidabilità. Affidabilità di un sistema complesso 12

4.3 Manutenzione Definizione. Manutenzione ordinaria e straordinaria, correttiva o “a guasto”. Manutenzione preventiva 12

4.4 Gestione dei rifiuti Classificazione dei rifiuti. La gestione dei rifiuti 6

Modulo n.5

Titolo: Economia e organizzazione della produzione Periodo: aprile-giugno

Durata
N° Titolo Contenuti
in ore

5.1 Impresa, Azienda, Società L’Impresa, l’Azienda e la Società 6

5.2 Organizzazione aziendale L’Impresa come sistema di trasformazione. Organigrammi. Il Leasing, il franchising 6

5.3 Programmazione della Il marketing. Fasi di programmazione della produzione. Tecnica di produzione. Gestione delle scorte. 6
produzione Ciclo di vita dei prodotti. Costi di produzione.

5.4 Sicurezza Sicurezza nei luoghi di lavoro. Rischio elettrico 10


Modulo n.6
Titolo: Attività di Laboratorio Periodo: settembre - maggio

Durata
N° Titolo Contenuti
in ore

6.1 Strumenti di misura Principali strumenti elettrici di misura

6.2 Illuminazione con LED Semplici circuiti di pilotaggio dei LED

6.3 Elettronica Digitale Circuiti logici combinatori e sequenziali

6.4 Automazione Principi elementari di controllo ON/OFF e proporzionale

Legalità, cittadinanza e Costituzione


□ Essere consapevoli della dimensione del diritto come espressione di patto sociale tra cittadini e tra cittadini e istituzioni
□ Essere consapevoli del carattere di reciprocità fra soggetti appartenenti a un contesto sociale
□ Essere consapevoli del fondamento su relazioni giuridiche dell’organizzazione personale e sociale
□ Essere consapevoli del valore di condizioni quali la dignità, la libertà, la solidarietà, la sicurezza e della necessità di conquistarle e proteggerle.
□ Conoscere la Costituzione Italiana e la sua storia
□ Saper collocare l’esperienza personale in un sistema di regole fondato sul diritto
□ Conoscere e comprendere usi corretti di beni e servizi finanziari

Conoscenza dell’ambiente e del territorio


□ Essere consapevoli delle connessioni esistenti tra aspetti geografici e strutture demografiche, economiche, sociali e culturali
□ Saper operare confronti tra tradizioni culturali locali e internazionali
□ Essere consapevoli dell’importanza dell’uso di strumenti tecnologici a tutela dell’ambiente e del territorio
□ Essere in grado di realizzare esperienze di inserimento e mobilità responsabili e autonome
□ Saper formulare valutazioni informate su problemi demografici, economici, socio-culturali, politici e ambientali
□ Saper vagliare la varietà e la qualità delle fonti di informazione
□ Saper operare raffronti critici
□ Conoscere e comprendere i concetti di ambiente naturale e ambiente artificiale
□ Saper utilizzare gli strumenti di rappresentazione cartografica

Formazione per la sicurezza


□ Acquisire stili di vita e di comportamento sani e sicuri
□ Acquisire la consapevolezza che la sicurezza è un valore intrinseco ad ogni attività
□ Saper applicare concetti di sicurezza
□ Padroneggiare l’uso di strumenti tecnologici , con particolare attenzione alla sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro
□ Saper assumere comportamenti attenti alla tutela della persona, dell’ambiente e del territorio
□ Essere consapevoli della dimensione etica del comportamenti
□ Essere in grado di riconoscersi nel sistema di regole a tutela della Persona, della collettività e dell’ambiente, fondate sulla Costituzione

METODOLOGIA
Come suggerito dalle linee guida, l’approccio metodologico deve incentivare l’apprendimento attivo attraverso la diffusione delle TIC e laddove
possibile, il raccordo più stretto della scuola con il mondo del lavoro. La progettazione e la realizzazione dei programmi di studio devono
privilegiare modalità didattiche più flessibili e idonee a riconoscere anche i saperi e le competenze comunque già acquisiti dagli studenti.
Si rimanda alla Programmazione del Consiglio di Classe per le indicazioni complete.

VALUTAZIONE
In ottemperanza a quanto prescritto dalla linee guida, nella valutazione si terrà conto che la certificazione finale concorre a definire un profilo
riconducibile al Quadro europeo delle qualifiche per l’apprendimento permanente (EQF), il cui criterio di confronto si basa sui risultati
dell’”apprendimento (learning outcomes) e risponde all'esigenza di raggiungere diversi obiettivi, tra cui quello di favorire la mobilità e
l’apprendimento permanente attraverso la messa in trasparenza di titoli di studio, qualifiche e competenze”.
Si rimanda alla Programmazione del Consiglio di Classe per il dettaglio dei criteri.

Il docente Prof. Armando D’Errico Prof. Domenico Leone