Sei sulla pagina 1di 1

Milano, 11 novembre 2019

Alla c.a. del Presidente del Consiglio di Municipio 7

Mozione: solidarietà alla Senatrice Liliana Segre e condanna del razzismo e dell’antisemitismo

PREMESSO CHE:

-La Senatrice a vita Liliana Segre, nostra concittadina milanese, è sopravvissuta all’Olocausto e a 89 anni è
una dei sempre meno numerosi testimoni viventi degli orrori storici che taluni vorrebbero negare o sminuire;

-Il 30 gennaio 1944 Liliana Segre venne deportata ad Auschwitz dal binario 21 della Stazione Centrale di
Milano insieme al padre Alberto, che fu assassinato nel campo di concentramento come in seguito anche i
suoi genitori, i nonni di Liliana Segre;

-Dopo lunghi anni nei quali non è riuscita a raccontare la propria traumatica esperienza di persecuzione,
Liliana Segre ha trovato la forza di dedicarsi a una preziosa opera di testimonianza, affinché i crimini
compiuti contro l’umanità in quel drammatico periodo fossero conosciuti dalle generazioni più giovani, così
da scongiurarne la ripetizione;

-Nel 2012 da testi di Liliana Segre e Tadeusz Borowski è stato ricavato lo spettacolo teatrale “Come un
ermellino nel fango”, ideato per commemorare i milioni di vittime nei campi di concentramento nazisti,
anche come monito per il futuro. L'opera descrive tre fasi della Shoah: le discriminazioni razziali sempre più
intense attraverso i ricordi di Liliana Segre da bambina, la cosiddetta “soluzione finale” con gli stermini degli
ebrei nei lager; la liberazione dei superstiti e la loro difficoltà a reinserirsi in un società ancora indifferente,
come lo era stata durante i rastrellamenti, nei confronti dei destini di nostri connazionali mandati a morire;

-Il 19 gennaio 2018, nell’80° anniversario delle vergognose leggi razziali emanate dal regime fascista
italiano, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha nominato Liliana Segre Senatrice a vita;

-Il primo atto legislativo proposto dalla Senatrice Segre è stata la proposta di una Commissione parlamentare
di indirizzo e controllo sui fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all'odio e alla
violenza. Il Senato ha approvato tale proposta il 30 ottobre 2019, nonostante l’astensione di Lega Nord,
Forza Italia e Fratelli d’Italia;

-Il 7 novembre scorso, a seguito delle numerose minacce e degli insulti ricevuti, alla Senatrice Segre è stata
assegnata una scorta;

IL CONSIGLIO DI MUNICIPIO 7 DELIBERA

-Di esprimere la propria solidarietà nei confronti della Senatrice Liliana Segre per le vigliacche minacce e gli
insulti ricevuti;

-Di esprimere la propria incondizionata condanna nei confronti di ogni forma di razzismo, antisemitismo e
discriminazione;

-Di ribadire la propria ferma adesione ai valori affermati dalla Costituzione italiana, dalle normative in
vigore contro i fenomeni discriminatori e dalla tradizione inclusiva e libertaria della città di Milano,
medaglia d’oro della Resistenza antifascista;

Cons. LORENZO ZACCHETTI


Gruppo consiliare PD