Sei sulla pagina 1di 3

Il cranio

La composizione di ossa si può dividere in:


neurocranio: contiene alcune strutture del SNC, il cervello con i suoi annessi
splancnocranio: o anche blocco facciale, proteggono e danno l'inizio agli apparati respiratorio e digerente.

Neurocranio: occipitale, 2 parietali, frontale, 2 temporali, sfenoide ed etmoide


Splancnocranio: 2 mascellari, paratino, 2 nasali , 2 cornetti nasali, 2 zigomatiche, 2 lacrimali, vomere mandibola.
Le ossa associate sono: ioide, staffa, incudine e martello.

Osso occipitale: presenta un buco posteriormente, il forame magno, attraverso il quale passa il midollo spinale che
diventerà tronco encefalico. Passano tutte le informazioni che devono andare e arrivano dalla periferia. Due
protuberanze si trovano ai lati del forame magno sono detti condili del forame magno. Passano anche i vasi sanguigni.
La superficie dell'osso presenta molteplici rilievi: linea nucale inferiore e superiore servono per l'attacco di legamenti.

Osso sfenoide: si articola con quasi tutte le altre ossa del cranio, ha una porzione centrale cubica, definita corpo dello
sfenoide; da qui si dipartono 2 lamine per ogni lato, più o meno orizziontali che vengono definite piccole ali e grandi
ali. Con la visione superiore si notano diverse strutture: nel corpo si vede una piccola fossa, la sella turcica, dove si
adagia la ghiandola ipofisaria, i fori ottici sono il passaggio dei nervi ottici e dei vasi, il solco del chiasma ottico
accoglie i nervi ottici, che si uniscono. Dai fori rotondo, ovale e spinoso passano altri nervi cranici.
Seni sfenoidali: alcune ossa contengono degli spazi vuoti che servono ad alleggerire l'osso e per alte funzioni.
Processi pterigoidei: servono per l'attacco di legamenti e muscoli.
Cresta sfenoidale

Osso temporale: si trova sul lato del cranio, ha questo nome perché negli uomini i capelli cominciano a ingrigire in
questa zona. Si divide in 3 parti: superiore squamosa, infriore mastoidea e timpanica.
Faccia esocranica:
Processo zigomatico: struttura che si protende verso l'osso zigomatico (processo zigomatico + processo temporale =
arcata zigomatica).
Meato acustico esterno: caratteristico, all'intrno dell'osso temporale viene accolto l'apparato vestibolo-uditivo.
Fossa mandibolare: si articola con la mandibola a formare l'articolazione temporo-mandibolare.
Processo mastoideo e processo stiloideo: attacci di muscoli e legamenti.
Faccia endocranica:
Parte petrosa o piramide del temporale: contiene le strutture dell'apparato uditivo-vestibolare assieme al meato
acustico interno, da cui esce il nervo stato-acustico.
Vedta inferiore:
Canale carotico: passa l'arteria carotide interna
Incisura giugulare: insieme all'incisura giugulare sull'osso temporale fi forma il foro giugulare.

Osso etmoide: ha una parte verticale, la lamina perpndicolare, che a un certo punto interseca una lamina orizzontale.
La porzione superiore della lamina verticale è detta crista galli; la lamina orizzontale è detta anche lamina cribrosa, in
quanto presenta molteplici fori: l'osso etmoide partecipa alla costruzione della cavità nasale, quindi i neuroni passano
attraverso la lamina cribrosa dell'atmoide per arrivare all'encefalo, unendosi in un nervo olfattivo.
Cornetti nasali medi e superiori o turbinati: due porzioni ossee che sporgono nella cavità nasale, servono per creare
turbini di aria per far si che questa sbatta contro le pareti, si umidifichi, riscaldi e purifichi.
Osso frontale: contiene le fosse oculari
Osso parietale: sono due, contengono gli attacchi per alcuni muscoli e tendini

Volta e base del cranio: piano del neurocranio che passa tra la clabella (in mezzo agli occhi) e arriva fino alla
protuberanza occipitale esterna.
Volta: frontale, due parietali e occipitale. Tendenzialmente ossa piatte legate da suture.
Sutura coronale: tra frontale e parietali
Sutura sagittale: tra i due parietali
Sutura lambdoidea: tra occipitale e parietali
Base: si costruisce su te livelli, il più alto è la fossa cranica anteriore, poi media e infine posteriore.
Fossa cranica anteriore: osso frontale e crista galli
Fossa cranica media: temporale e sfenoide
Fossa cranica posteriore: occipitale.
La base del cranio escavata per accogliere l'encefalo con tutti i suoi lobi, è modellata sulla forma del cervello.

Splacnocranio
Mandibola, ossa mascellari, ossa zigomatiche, ossa nasali, ossa lacrimali, vomere.

Osso nasale: costituiscono la volta del naso, ammortizzano il colpo per non danneggiare l'osso frontale.
Osso lacrimale: mopto piccolo, presenta il solco lacrimale, dove passano i dotti lacrimali.
Osso zigomatico: presenta 4 processi, come quello temporale, che forma l'arcata zigomatica con il processo
zigomatico del temporale.
Vomere: osso vagamente triangolare, si chiama così perché richiama la lama dell'aratro. Con l'etmoide costituisce il
setto nasale.
Osso mascellare: due, articolari tra loro e costituiscono le orbite, inferiormente oresentano un foro infraorbitario;
presentano i seni mascellari. Presenta i processi alveolari dove si articolano i denti (gonfosi).
Sono importanti perché vanno a costituire, assieme alle ossa palatine, il palato duro.
Mandibola: all'apice dei due rami oresenta due processi.
Processo coronoideo: sito di attacco per i muscoli mandibolari
Processo condiloideo: partecipa nella formazione dell'articolazione temporo-mandibolare.
Presenta dei processi alveolari per l'inserzione dei denti.
Articolazione temporo-mandibolare: l'unica articolazione mobile del cranio, diartrosi per contiguità; questa
articolazione presenta, al contrario delle altre articolazioni, una cartilagine fibrosa e non ialina, e un disco aricolare
che divide tutta l'articolazione in due camere indipendenti: si tratta quindi di un'articolazione doppia e completa. È
una condiloartrosi particolare, che permette più movimenti: alzamento e abbassamento ma anche scivolamento.

Osso ioide: associato al cranio, presenta un grande e un piccolo corno. Non si articola direttamente con nessun osso,
ma è ancorato al cranio tramite muscoli e legamenti, si trova poco sopra alla laringe. Si una in medicina legale per
verificare gli starngolamenti.

Cavità del cranio


Orbita, orale, nasale
Orbita: costituita da molte ossa. Il tetto è costituito prevalentemente dal frontale ma anche dalla piccola ala dello
sfenoide, il pavimento è dato dal mascellare e dal palatino, la parete è formata dallo zigomatico e dalla grande ala. Ci
sono due fessure: il canale ottico e la fessura orbitaria superiore e inferiore, dove passano vasi e nervi.
Cavità nasale: sono due, separate da un setto. Il setto è costituito dalla lamina oerpendicolare dell'etmoide che si
articola con il vomere. I cornetti superiori e medi fanno parte dell'etmoide, il cornetto inferiore no. Il pavimento è
costituito dalle ossa mascellari e palatine.
Seni paranasali: spazi vuoti scavati nell'osso che servono ad alleggerirlo. Sono cavità ricoperte da mucosa che
umidifica e purifica l'aria, sono spazi che servono nel processo di fonazilne, fungono da cassa di risonanza. Tutti i seni
paranasali comunicano con le cavità nasali (eliminazione del muco, sinusite).

Muscoli della testa


Masticatori: implicati nella masticazione, muovono la mandibola.
• Pterigoideo interno ed esterno
• Temporale
• Massetere
Mimici: implicati nei movimenti dei tegumenti facciali, questi muscoli si inseriscono infatti a livello della cute, servono
per aprire o chiudere orifizi encefalici, per l'alimentazione, la fonazione, la espirazione e l'espressione. I principali
sono:
• Epicranico
• estrinseci del padiglione auricolare
• delle palpebre
• del naso
• delle labbra (buccinatore, costituisce le guance e, durante la masticazione, le tiene adese alle arcate dentali)