Sei sulla pagina 1di 11

05/11/2018

Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei


Sistemi

Corso di Laurea in Scienze delle Attività Motorie e


Sportive

Teoria
dell’Allenamento
Matteo Romanazzi, PhD

Romanazzi Matteo

I metabolismi
Fonti energetiche e produzione di energia

Romanazzi Matteo

1
05/11/2018

C’è da sapere ….

• Il 60% - 70% dell’energia corporea viene dispersa sotto


forma di calore. La restante parte viene utilizzata per la
contrazione muscolare e i processi cellulari
• ATP è una molecola in grado di immagazzinare e conservare
energia
• L’energia nei sistemi biologici viene misurata in Kcal. 1
kilocaloria è la quantità di energia necessaria per innalzare 1
kg di acqua da 1°C a 15 °C.

Romanazzi Matteo

Le fonti energetiche

In situazione di riposo vengono utilizzati


carboidrati e grassi.

Le proteine vengono utilizzate a scopo


plastico ed in minima parte a scopo
energetico.

Ad intensità di lavoro medie ed alte sono i


carboidrati i principali fornitori di energia

Romanazzi Matteo

2
05/11/2018

Energia per la cellula

Il cibo viene catabolizzato per essere


utilizzato all’interno delle cellule

L’energia viene trasferita dai cibi all’ATP


tramite un processo chiamato
FOSFORILAZIONE.
ATP è una molecola utile ad immagazzinare e
conservare l’energia

Romanazzi Matteo

Carboidrati

Facilmente disponibili e facilmente metabolizzati dai


muscoli

Immagazzianti nel fegato e muscoli, vengono convertiti


in glucosio e trasportati ai muscoli per formare ATP

Romanazzi Matteo

3
05/11/2018

Grassi

Producono energia per attività prolungate e a bassa


intensità
Maggior disponibilità come riserva rispetto al glicogeno
Difficoltosi da utilizzare in quanto devono essere ridotti
in glicerolo e FFA (free fatty acids)
Solo FFA possono essere utilizzati a scopo energetico

Romanazzi Matteo

CARBOIDRATI e GRASSI

Romanazzi Matteo

4
05/11/2018

Riserve energetiche

Carboidrati g kcal
Glicogeno epatico 110 451
Glicogeno muscolare 250 1025
Glucosio circolante 15 62
Totale 375 1538
Gassi
Sottocutanei 7800 70980
Intramuscolari 161 1465
Totale 7961 72445

Nota. Questi dati sono stimati su una persona di 65 kg con 12% di TA


Romanazzi Matteo

Proteine

 Solo sotto forma di aminoacidi possono fornire


energia
 Possono essere utilizzate a scopo energetico
tramite la glucogenesi

 Possono produrre acidi grassi liberi (FFA) in periodi


di digiuno tramite la lipogenesi

Romanazzi Matteo

5
05/11/2018

Bioenergetica—Produzione di ATP

1.ATP-PCr (Sistema del fosfageno)


2.Sistema glicolitico
3.Sistema ossidativo

Romanazzi Matteo

ATP

Romanazzi Matteo

6
05/11/2018

ATP-PCr (sistema del fosfageno)


Anaerobico Alattacido

• Potenza : 9-10 mmol/kg dm/s;


• Capacità: 370 mmol/kg dm in circa 3 min di
esercizio dinamico
• PCr può essere aumentata con integrazione di
creatina

Reazione di Lohmann

Romanazzi Matteo

Il Sistema Glicolitico - Anaerobico Lattacido

 Richiede 12 reazioni enzimatiche per produrre ATP dal glicogeno (fegato e


muscoli) o glucosio (sangue)
 Non richiede utilizzo di ossigeno
 L’acido piruvico prodotto dalla glicolisi si trasforma in acido lattico

1 mole di glicogeno produce 3 mole ATP; 1 mole glucosio produce 2 mole di


ATP

Aumenta la potenza del metabolismo anaerobico a 10-14 mmol/kg dm/s


(insieme a PCr)

Romanazzi Matteo

7
05/11/2018

ATP e PCr nella CORSA VELOCE

Romanazzi Matteo

Il sistema ossidativo - Aerobico

 Lipolisi = scissione dei


trigliceridi in glicerolo e FFA
Utilizza lipidi sotto forma di trigliceridi
(plasmatici e muscolari) e acidi grassi
liberi in presenza di O2
 Produce ATP nei mitocondri cellulari.
Produce molta più energia dei sistemi
anaerobici.
• Una mole di glicogeno può produrre fino
a 39 molecole di ATP. Una mole di acido
grasso può produrre fino a 139 moli di
ATP

Romanazzi Matteo

8
05/11/2018

UTILIZZO DI DIFFERENTI FONTI


ENERGETICHE AD INTENSITA’ DIVERSE

Romanazzi Matteo

FATTORI PREDISPONENTI L’UTILIZZO DEI LIPIDI

 Intensità di lavoro
 tipo di lavoro muscolare
(continuo\intermittente -
breve\prolungato)
 % max potenza aerobica
 stato di allenamento
ossidazione grassi

 dieta
(kcal/h)

 stato di salute

Intensità esercizio (% VO2max)

Romanazzi Matteo

9
05/11/2018

Che cosa limita la capacità ossidativa?

 Attività degli enzimi ossidativi nei


muscoli

 Composizione delle fibre e quantità di


mitocondri

 Allenamento di resistenza

 Disponibilità ed assorbimento di
ossigeno

Romanazzi Matteo

I sistemi energetici ed esercizio

Romanazzi Matteo

10
05/11/2018

Le fonti energetiche: capacità, potenza e recupero

Aerobico Anaerobico Lattacido Anaerobico Alattacido


Potenza Minima Quasi Max Max

Capacità Illimitata 15” – 45” 10” – 15”

F.C. 120 - 150 > 160 Norm - > 180


Recupero 1:12 – 1:20 1:3 – 1:5 1:1 – 1:3

Romanazzi Matteo

Durata Metabolismo Rifornimento


1 a 4 sec Anaerobico ATP (nei muscoli)
4 a 10 sec Anaerobico ATP + CP
ATP + CP + glicogeno
10 a 45 sec Anaerobico
muscolare
45 a 120 sec Anaerobico-lattacido glicogeno muscolare
glicogeno muscolare +
120 a 240 sec Aerobico + Anaerobico
acido lattico
glicogeno muscolare +
240 a 600 sec Aerobico
FFA

Romanazzi Matteo

11