Sei sulla pagina 1di 483

New York

City

© Lonely Planet Publications. Per agevolarne l’utilizzo, questo libro non ha restrizioni digitali.Tuttavia ti ricordiamo che
l’uso è strettamente personale e non commerciale. Nello specifico, non caricare questo libro su siti di peer-to-peer,
non inviarlo via email e non rivenderlo. Per ulteriori informazioni, leggi le Condizioni di vendita sul nostro sito.
© Lonely Planet Publications

New York
City

Regis St Louis, Robert Balkovich, Ray Bartlett, Ali Lemer,


Michael Grosberg, Brian Kluepfel
Sommario
Pianificare il viaggio  4
Benvenuti a Itinerari............................24 Pasti............................... 39
New York City................... 4
Se vi piace.......................26 Locali e vita notturna 43
Top 16................................ 6
Mese per mese...............29 Divertimenti................. 46
Qualcosa di nuovo...........17
Shopping....................... 50
In breve............................ 18 Con i bambini..................33
Sport e attività.............53
Primo viaggio..................20 Come uno del posto........35
New York City
Trasporti urbani.............22 New York City gratis...... 37 LGBTIQ.......................... 56

Visitare New York City 58


I quartieri...................... 60 West Village, Chelsea e il Harlem
Meatpacking District....136 e Upper Manhattan......253
Lower Manhattan
e il Financial District.......62 Union Square, Flatiron Brooklyn....................... 269
District e Gramercy..... 169
SoHo e Chinatown.........88 Queens...........................311
Midtown.........................181
Gite di un giorno........330
East Village Upper East Side............ 218
e Lower East Side..........110 Pernottamento.......... 341
Upper West Side
e Central Park.............. 233

Conoscere New York City 359


New York City Sulla tavola La città
oggi............................... 360 dei newyorkesi..............373 arcobaleno................... 388
Storia............................ 362 Arti.................................377 New York City
Architettura................. 382 sullo schermo.............. 392

Guida pratica 397


Trasporti....................... 398 Informazioni................ 406 Guida linguistica........... 416

Cartine 435
400TMAX / GETTY IMAGES ©

PREDRAG VUCKOVIC / GETTY IMAGES ©


(A sinistra) Pretzel p39
Deliziose specialità da

PESKYMONKEY / GETTY IMAGES ©


tutto il mondo.

(In alto) Lower Manhat-


tan p62 La punta
dell’isola, centro degli
affari, ha siti imperdibili.

(A destra) Taxi p402


Un’icona newyorkese.

Harlem
e Upper
Manhattan
p253

Upper West
Side e
Central Park
p233
Upper
East Side
p218

West Village, Midtown


Chelsea e il p181
Meatpacking District
p136 Union Square, Queens
Flatiron District p311
e Gramercy
SoHo e p169
Chinatown
p88 East Village
e Lower
East Side
Lower Manhattan p110
e il Financial District
p62 Brooklyn
p269
Benvenuti
a New York City
Epicentro delle arti. Capitale culinaria
e dello shopping. Creatrice di mode e tendenze.
New York vanta molti primati e ha qualcosa
di irresistibile per tutti.

Capitale culinaria La notte è giovane


La scena gastronomica newyorkese non Quando il sole cala dietro l’Hudson e le luci
ha mai vissuto momenti migliori, grazie al dei grattacieli illuminano la notte, New York
trionfo di ingredienti di stagione e locali. si trasforma in un grande palcoscenico. Attori
Molti ristoranti hanno un orto sul tetto o famosi calcano le scene nei leggendari teatri
si riforniscono direttamente da aziende di Broadway, mentre concertisti, ballerini e
agricole, utilizzano carne e pesce provenienti musicisti di fama internazionale si esibiscono
da allevamenti sostenibili e privilegiano in locali grandi e piccoli in tutta la città.
l’artigianalità: dal caffè al whisky, dal New York offre di tutto, da un concerto rock
cioccolato al formaggio. Anche i bar hanno in un dive bar di Williams­burg a una serata
portato la creatività a nuove vette, con all’opera al Lincoln Center, più tutto quello
cocktail pre-Proibizionismo e piattini di che sta tra i due estremi: teatro sperimentale,
delizie: i gastropub sono oggi tra i locali più sketch comici improvvisati, film d’autore,
innovativi. E ovviamente ci sono food truck balletto, letture di poesia, burlesque, jazz e
per buongustai e 20.000 ristoranti tra cui molto altro. Qualunque spettacolo sogniate,
scegliere… con ogni probabilità lo troverete.

Epicentro delle arti Vagabondaggi urbani


Il Met, il MoMA e il Guggenheim sono Forma compatta e strade piene di sorprese:
solo i primi di una lista che fa girare la gioielli architettonici, caffè all’europea,
testa. In città troverete musei sui temi più suggestive librerie. NYC è una meraviglia
disparati, dalla Vienna fin de siècle alla per chi ama camminare. In questa città
vita degli immigrati nel Lower East Side, tentacolare, che conta più di 200 nazionalità,
gallerie colme di sculture giapponesi, dipinti per passare da un continente all’altro basta
americani postmoderni, tessuti himalayani spostarsi di qualche avenue. Perdetevi a
e folklore locale. Per scoprire i grandi artisti Chinatown tra colorati templi buddhisti
del presente e del futuro, curiosate nelle e chioschi di noodles fumanti, poi salite
gallerie d’arte di Chelsea e del Lower East a Nolita per le interessanti boutique e le
Side, che offrono moltissimi spazi espositivi degustazioni di caffè. Ogni quartiere ha
e mondani vernissage (se volete partecipare, un volto radicalmente diverso e il modo
fate un giro il giovedì). migliore per vivere la città è girarla a piedi.
YUKINORI HASUMI / GETTY IMAGES ©

Perché amo New York City


Regis St Louis, autore
Ci sono molte ragioni che spingono a innamorarsi di New York, ma io ho sempre apprezzato
soprattutto la sua energia. C’è così tanta creatività! Basta pensare alle gallerie d’arte e alle
sale da concerti – per non parlare dei ristoranti, che propongono piatti provenienti da ogni
angolo del pianeta. Nonostante abbia vissuto a New York per molti anni, non mi stanco mai di
esplorarla. Potrete fare il giro del mondo con un’unica corsa in metro e visitare quartieri con
una sorprendente varietà di culture ed etnie. La gente, la cucina, l’arte: NYC ha molte virtù,
ragion per cui così tante persone non potrebbero immaginare di vivere altrove.
Per ulteriori informazioni sui nostri autori, v. p480.

In alto: Times Square (p183)


Top 16
GINGERLOCKS / BUDGET TRAVEL ©
7
Statua della Libertà Broadway
ed Ellis Island (p64) e Times Square (p183)
1 Sin dal 1886, Lady Liberty ha dato il ben-
venuto a milioni di immigrati, sbarcati
nel porto di New York alla ricerca di una vita
2 Scritte al neon multicolori, atmosfera
elettrizzante: questa è l’America dell’im-
maginario collettivo. Dalla 40th St alla 54th
migliore. Oggi accoglie milioni di turisti, molti St, tra la Sixth Ave e la Eighth Ave, Broadway
dei quali salgono fin sulla corona per godere è la fabbrica dei sogni di NYC, un luogo dove
di uno dei più bei panorami dello skyline e l’amore, il tradimento, l’assassinio e il trionfo
della baia di New York. Nei pressi si trova Ellis si accompagnano a costumi di scena appari-
Island, porta d’accesso all’America per oltre scenti e colonne sonore emozionanti. Stella
12 milioni di nuovi arrivati tra il 1892 e il 1954. indiscussa del quartiere è Times Square. Più
Ora ospita uno dei musei più toccanti della che l’incrocio tra Broadway e la Seventh Ave,
città, tributo agli immigrati e al loro coraggio la piazza è un concentrato d’America: un
incrollabile. succedersi continuo e ipnotico di manifesti di
Holly­wood, scintillanti insegne pubblicitarie e
1Lower Manhattan cowboy palestrati a torso nudo.
e il Financial District
3Midtown

OSMANY TORRES MARTÍN / GETTY IMAGES ©


SONGQUAN DENG / SHUTTERSTOCK © ALEXANDER PROKOPENKO / SHUTTERSTOCK ©
8 PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O T o p 1 6
9
PISAPHOTOGRAPHY / SHUTTERSTOCK ©

PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O T o p 1 6
Central Park (p235) Metropolitan La High Line (p140)
3 Londra ha Hyde Park.
Parigi ha il Bois de
Boulogne. E New York ha
Museum of Art
(p221) 5 Eclatante trionfo del
rinnovamento urbano,
la High Line è – senza ombra
Central Park. Spazio verde
urbano tra i più famosi al 4 Grazie a una collezione
di più di due milioni di
pezzi, il Met è semplicemente
di dubbio – la più superba
dimostrazione dell’impegno
mondo, conta 341 ettari di continuo profuso da New
prati ondulati, montagno- stupefacente. I suoi tesori York nel trasformare vestigia
le punteggiate di massi, arrivano da ogni parte del e cicatrici del passato indu-
viali fiancheggiati da olmi, mondo, dalle sculture dell’an- striale in luoghi piacevoli. Un
giardini all’europea curati tica Grecia ai manufatti tribali tempo sede di brutti binari
alla perfezione, un lago e un della Nuova Guinea. Le sale sopraelevati che serpeggia-
reservoir – per non parlare dedicate al Rinascimento vano tra mattatoi e misere
di un teatro all’aperto, un sono colme di capolavori abitazioni, oggi la High Line è
angolo dedicato alla me- di grandi maestri europei, un nastro smeraldino di spazi
moria di John Lennon, un mentre i reperti dell’antico verdi che regalano momenti
suggestivo ristorante a bordo Egitto scatenano l’immagina- di tranquillità, pur nella folla.
lago (la Loeb Boathouse) e zione – soprattutto il Tempio Non sorprende, quindi, che
la celeberrima statua di Alice di Dendur, completo di muri abbia richiamato l’attenzione
nel Paese delle Meraviglie. La ricoperti di geroglifici risalenti degli immobiliaristi, invitando
sfida maggiore? Decidere da a 2000 anni fa e papiri che architetti famosi a creare
dove iniziare. sembrano crescere da uno spettacolari edifici residen-
stagno. Quando avrete fatto il ziali nei quartieri attigui.
1Upper West Side pieno, raggiungete la terrazza
e Central Park sul tetto per godervi la vista 1West Village, Chelsea
a perdita d’occhio su Central e il Meatpacking District
Park.
1Upper East Side
10
Musica e vita notturna (p43) Brooklyn (p269)

6 Lounge bar di tendenza aperti tutta la


notte nel retro di un ristorante cinese,
taquerias che ospitano spettacoli di cabaret
7 Cocktail bar retrò che ricreano l’atmosfe-
ra degli anni della Grande Depressione.
Ristoranti creativi che sfornano di tutto, dal
clandestini a tarda notte, discoteche grandi comfort food vegano a piatti stellati. E così
quanto stadi che risuonano dei bassi dei DJ tanti locali per concerti e chiassosi beer gar-
PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O T o p 1 6

e ‘after-after-after-parties’ sui tetti mentre den da soddisfare anche il più incallito dei not-
nasce il sole: un universo alternativo, che tambuli. Preferite le ore del giorno? Brooklyn
si intravede tra le pieghe della vita di tutti i ha splendidi parchi verdi (come il Prospect
giorni, accoglie sia i visitatori che sanno dove e il Brooklyn Bridge), magnifiche collezioni
cercare sia i newyorkesi. Se New York a mez- d’arte (tra cui quella del Brooklyn Museum)
zanotte non si trasforma in una zucca, perché e divertimenti kitsch lungo la boardwalk di
dovreste farlo voi? Coney Island. Non ditelo a Manhattan, ma
BAR SUL TETTO ALL’INK48 (P353) potreste godere della magia di NYC anche
senza attraversare il fiume…
6Locali e vita notturna THE MONA LISA OF WILLIAMSBURG, OPERA DI COLOSSAL MEDIA
E STEVEN PAUL

1Brooklyn

GREGORIO KOJI / SHUTTERSTOCK ©


11
SASCHA KILMER / GETTY IMAGES ©

PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O T o p 1 6
Il panorama
SIVAN ASKAYO / LONELY PLANET ©

gastronomico (p39)

8 Uno dei maggiori pregi


di New York è la sua stra-
biliante varietà di ristoranti. In
ogni singolo quartiere si trovano
gastropub dall’ambientazione
vintage, sushi e tapas bar,
bistrò alla francese, ristoranti di
barbecue, pizzerie, caffè vegani
e gli intramontabili deli, pronti a
farcire di formaggio e salmone
i loro bagel tostati. E questo
è solo l’inizio. Non ci sono
orari o regole per consumare un
pasto. Nulla vi vieta di ordinare
qualcosa da mangiare da un
food truck, sgranocchiare uno
spuntino mentre curiosate in
un mercato o sprofondare in un
soffice divanetto di pelle per un
vero banchetto alle 4 del mat-
tino dopo una notte passata in
giro per la città.
PIZZA DA ROBERTA’S (P297)

5Pasti
12
Empire State Ponte di Brooklyn MoMA (p188)
Building (p186) (p271)
11 Il Museum of Modern

9 10
L’impressionante grat- Completato nel Art (MoMA) possiede
tacielo art déco ha per- 1883, questo capola- quella che è forse la più
so il suo primato d’altezza, voro neogotico – costruito grande collezione al mondo
ma rimane una delle icone interamente in granito – ha di arte otto-novecentesca.
Qui troverete Notte stellata
PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O T o p 1 6

più riconoscibili di New ispirato poesie (Brooklyn


York. Apparso in decine di Bridge Blues di Jack di Van Gogh, il Cézanne del
film, l’Empire State Building Kerouac), canzoni (Brooklyn Bagnante, Les Demoiselles
regala ancora oggi uno dei Bridge di Frank Sinatra) d’Avignon di Picasso, One:
più bei panorami della città e moltissime opere d’arte Number 31 di Pollock e Andy
– in particolare al tramonto, (le fotografie di Walker Warhol e le sue Campbell’s
quando cominciano ad ac- Evans). È anche il modo più Soup Cans. E fate in modo
cendersi le luci della metro- scenografico per andare di avere il tempo per
poli (e degli stati vicini) – e da Manhattan a Brooklyn. ammirare anche Chagall,
continua a far girare la testa, Attraversandolo molto Dix, Rothko, de Kooning
soprattutto da quando vi è presto la mattina (vale a e Haring, assistere a una
stato installato un sistema dire all’alba), avrete il ponte proiezione cinematografica
di illuminazione a LED che pressoché tutto per voi. Un gratuita, bere un bicchiere di
crea effetti spettacolari con momento particolarmente vino nello Sculpture Garden,
la combinazione di più di 16 romantico è il tramonto, acquistare un oggetto di de-
milioni di colori. Se durante quando il cielo ambrato sign e infine concedervi una
una festività pubblica alze- crea un magnifico sfondo cena di classe al Modern,
rete gli occhi verso il cielo, su cui si staglia Lower il rinomato ristorante del
vedrete uno spettacolo lumi- Manhattan. Oltre che a piedi museo.
noso accendere la notte. sul passaggio riservato ai 1Midtown
pedoni, potreste provare
1Midtown ad attraversare il ponte in
bicicletta.
1Brooklyn

ROMAN SLAVIK / 500PX ©


13

PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O T o p 1 6
EMMA SHAW / LONELY PLANET © 1000 WORDS / SHUTTERSTOCK ©
14
One World

DROP OF LIGHT / SHUTTERSTOCK ©


Observatory (p71)
12 Il grattacielo più alto e
più atteso di New York
è arrivato: ben 104 piani che
incombono come un faro su
PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O T o p 1 6

Lower Manhattan. Prendete


uno degli ascensori interattivi
Sky Pod che sfrecciano fino
in cima: oltre al panorama
mozzafiato sulla città e sugli
stati vicini, offrono un filmato
in time-lapse che ripercorre lo
sviluppo dello skyline cittadino
dal 1600 a oggi. Potrete anche
sapere qualcosa su chi ha
contribuito alla costruzione del
grattacielo e vedere lo strato
di roccia su cui poggiano le
fondamenta.
1Lower Manhattan
e il Financial District

ART KOWALSKY / ALAMY ©


15
DROP OF LIGHT / SHUTTERSTOCK ©

PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O T o p 1 6

A zonzo senza meta (p148) Sull’acqua (p77)


13 Uno dei modi migliori per scoprire
New York è scegliere un quartiere,
infilare le scarpe più comode e passare la
14 Salpando dall’isola di Manhattan
su un traghetto, avrete modo di ap-
prezzare da una prospettiva diversa le sue
giornata in perlustrazione. Il Greenwich strade affollate, via via che lo skyline si rivela
Village è un ottimo punto di partenza, lentamente ai vostri occhi. Governors Island
grazie alle pittoresche strade acciottolate è la possibile meta di una bella gita sull’ac-
punteggiate di negozi illuminati dal sole, ai qua, grazie al nuovo parco, alle mostre d’ar-
caffè affacciati sugli stretti marciapiedi e te e alle stradine senza auto da percorrere
agli invitanti ristoranti vecchio stile. Per uno a piedi o in bicicletta. Potete anche arrivare
scorcio diverso della città, spingetevi nell’E- a Brooklyn non con la metro ma con il
ast Village alternativo, stimolate i vostri sensi traghetto dell’East River Ferry. Il molo vicino
a Chinatown o partecipate alla vita artistica al Brooklyn Bridge Park è un ottimo punto di
di Chelsea. Questa è una città che ispira accesso al borough. Il traghetto gratuito per
passeggiate senza meta. Staten Island regala infine splendidi scorci
della Statua della Libertà.
1West Village, Chelsea
e il Meatpacking District 1Lower Manhattan
e il Financial District
16
Shopping (p50)
15

WILLBRASIL21 / GETTY IMAGES ©


Date ascolto alle Holly Golightly e alle
Carrie Bradshaw di allora e di sempre:
New York incarna la civiltà dei consumi.
Centinaia di stilisti e designer – sia statunitensi
sia stranieri – giungono qui per mostrare con
orgoglio le proprie creazioni. Potrete metter
PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O T o p 1 6

mano al portafoglio in molti modi diversi, ma


di fatto fare shopping a New York non vuol dire
collezionare articoli da relegare in un armadio,
bensì avvicinarsi alla miriade di subculture che
convivono in città attraverso l’acquisto dei loro
manufatti e dei loro prodotti artigianali. MACY’S
(P216)

7Shopping

BRAVOKILOVIDEO / SHUTTERSTOCK ©

National September 11 Memorial and Museum (p68)


16 Nato dalle ceneri di Ground Zero, il National September 11 Memorial and Museum
è la bella e nobile risposta alla pagina più buia della storia cittadina. Là dove prima
svettavano le Twin Towers, oggi l’acqua scende come tante lacrime in scure cascate eleganti
dentro due vasche a specchio. Tutt’intorno i nomi di chi ha perso la vita l’11 settembre 2001
e nell’attentato del 1993 al World Trade Center. Nelle sale espositive sotterranee, il Memorial
Museum narra in modo toccante e con grande efficacia quei tragici eventi e ricorda il più
letale attentato terroristico mai compiuto su suolo americano.
1Lower Manhattan e il Financial District
© Lonely Planet Publications
17

Qualcosa di nuovo
Stonewall National Monument tà israeliano-africana, e lo Shrine (p265)
Nel 2016 l’allora presidente Barack Obama ospitano gruppi e solisti di altissimo livello
decretò che 3 ettari del West Village fossero ogni sera della settimana.
da considerare monumento nazionale, at-
tribuendo il primo riconoscimento di que- Uncommons
sta portata nella storia americana in onore New York ha adesso un proprio caffè in cui
del movimento per i diritti civili LGBTIQ. ci si può dedicare ai giochi da tavolo. Giù
(p143) nel West Village, potrete star svegli fino a
tardi a giocare sorseggiando birre artigia-
NYC in traghetto nali e sgranocchiando mozzarepas. (p155)
New York sta riscoprendo la comodità dei
traghetti, con rotte che collegano Manhat- Chefs Club
tan, Brooklyn e Queens. Esiste persino una In questo nuovo spazio a Nolita apprezzati
nuova linea che da Lower Manhattan porta chef da tutto il mondo si cimentano ai for-
a Rockaway Beach, una tratta panoramica nelli per periodi che vanno da poche setti-
che conduce in spiaggia alla stessa tariffa mane a vari mesi. (p99)
di una corsa di metropolitana. (p404)
La Second Avenue Subway
Mangiare ‘green’ Dopo 10 anni di costruzione e quasi $4,5
La passione per la cucina vegetariana e ve- miliardi di costi, ha finalmente aperto la li-
gana non fa che crescere. Troverete risto- nea della metropolitana che segue Second
ranti la cui proposta non comprende carne Avenue. Il nuovo tratto della Q ferma ora a
un po’ ovunque in città. Locali particolar- 72nd St, 86th St e 96th St, garantendo un
mente noti sono il Seasoned Vegan (p262) accesso più agevole all’Upper East Side.
ad Harlem e il Nix (p149) di Greenwich
Village, un ristorante stellato Michelin. Cibo, fantastico cibo
Il panorama dei ristoranti casual di NYC
Il nuovo Met Museum non fa che crescere e migliorare, con la
Nel 2016, il Met Breuer è andato a occu- continua aggiunta di nuove aree ristora-
pare lo spazio un tempo del Whitney Mu- zione in giro per la città. Il DeKalb Mar-
seum nell’Upper East Side. Dedicato a ope- ket Hall (p286) ospita decine di invitanti
re di artisti moderni e contemporanei, si banchetti gastronomici e cavalca l’onda del
è guadagnato recensioni entusiastiche da successo di complessi enogastronomici leg-
parte della critica. (p225) gendari come il Chelsea Market (p153).

Suoni di Harlem Upgrade culturale


Da quando negli ultimi anni hanno aperto Il MoMA sta affrontando un importan-
i battenti diversi locali di musica live, Har- te lavoro di ampliamento, che aggiungerà
lem è diventato uno dei quartieri migliori 4500 mq di nuovo spazio espositivo. Il mu-
della città in cui ascoltare sonorità da tut- seo rimarrà aperto durante i lavori, in pro-
to il mondo. Il Silvana (p265), di proprie- gramma fino al 2019. (p188)
© Lonely Planet Publications
18

In breve
Per ulteriori informazioni, v. Guida pratica (p397)

Moneta
Dollaro statunitense ($) Budget giornaliero Programmare
$1 = €0,87; $1 = Sfr0,99 Meno di $100 in anticipo
Lingua ¨¨Letto in camerata: $40-70 Due mesi Prenotate l’hotel: più
si avvicina la data di arrivo, più i
Inglese ¨¨Trancio di pizza: $4 circa
prezzi aumentano. Procuratevi i
¨¨Taco da un food truck: biglietti dello spettacolo che pre-
Visti a partire da $3 ferite a Broadway.
Il Visa Waiver Program consente
¨¨Corsa in autobus Tre settimane Se volete cenare
ai visitatori di molti paesi, tra cui
o in metropolitana: $3 in un ristorante di classe, prenota-
Italia e Svizzera, di soggiornare
negli USA fino a 90 giorni senza te un tavolo.
visto; bisogna compilare un mo- Medio: $100-300
Una settimana Cercate in rete,
dulo ESTA prima del viaggio. ¨¨Camera doppia in un hotel sui blog e su Twitter informazioni
di media categoria: a partire da su ristoranti e bar di nuova aper-
Banche $200 circa tura e sulle mostre in corso.
Gli sportelli bancomat sono ovun- ¨¨Brunch per due in un
que e le carte di credito sono ac- ristorante di fascia media: $70 Siti web
cettate nella maggior parte degli
¨¨Cena per due in un locale di NYC: The Official Guide (www.
hotel, negozi e ristoranti. Nei mer-
medio livello: $130 nycgo.com) Il portale turistico uf-
cati, ai food truck e in alcuni risto-
ficiale di New York City.
ranti si paga solo in contanti. ¨¨Cocktail creativo in un lounge
bar: $14-19 Explore Brooklyn (www.explore
Telefoni cellulari ¨¨Biglietto scontato nei punti bk.com) Un sito web dedicato a
I viaggiatori internazionali posso- vendita TKTS per uno spettacolo eventi e locali di Brooklyn.
no utilizzare schede SIM locali nei a Broadway: $80 Free Williamsburg (www.free
propri smartphone o cellulari tri/ williamsburg.com), Brokelyn
quadriband, purché sbloccati. In Più di $300 (www.brokelyn.com) e Brooklyn
alternativa, è possibile acquistare Based (www.brooklynbased.com)
un telefono economico sul posto ¨¨Soggiorno al lussuoso
Tenetevi informati sulle ultime no-
e usare una scheda prepagata. NoMad Hotel: $325-850
tizie relative a questo borough.
¨¨Menu degustazione in un
Ora ristorante di classe: $90-325 New York Magazine (http://ny
Eastern Standard Time (GMT/ mag.com) Bar, ristoranti, eventi
¨¨Massaggio di 90 minuti nella e negozi: molto aggiornato.
UTC meno 5 ore; meno 6 ore ri- Great Jones Spa: $210
spetto all’Italia). New York Times (www.nytimes.
¨¨Posti in platea alla
com) Eccellente copertura di noti-
Informazioni turistiche Metropolitan Opera: $100-390
zie locali e spettacoli teatrali.
Visitor Information Center ufficia-
li in tutta la città: il principale è a Lonely Planet Italia (www.lone
Midtown (p410). lyplanetitalia.it/new-york-city)
Informazioni sulla destinazione,
prenotazioni alberghiere, forum
dei viaggiatori e molto altro.
19

QUANDO ANDARE
New York City
L’estate può essere °C/°F Temp Precipitazioni pollici/mm
torrida, ma porta con 40/104 10/250

sé molti eventi interes- 30/86 8/200


santi. D’inverno si può 20/68 6/150

PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O I n breve


verificare più d’una
10/50 4/100
bufera di neve. Le sta-
gioni migliori in molti 0/32 2/50

casi sono la primavera -10/14 0


e l’autunno. G F M A M G L A S O N D

Arrivo Trasporti locali Pernottamento


John F. Kennedy International Visitate il sito della Metro- In generale, aspettatevi
Airport L’AirTrain ($5) lo colle- politan Transportation Au- prezzi alti e camere picco-
ga ai treni della metropolitana thority (www.mta.info) per le. Le tariffe variano in fun-
($2,75), che in un’ora portano informazioni sui mezzi di zione della disponibilità,
a Manhattan. L’express bus per trasporto pubblico (autobus non secondo criteri di alta o
Grand Central o Times Squa- e metropolitana). I ritardi bassa stagione. Va da sé che
re costa $19. I taxi richiedono un sono diventati più frequenti durante le festività le tarif-
forfait di $52 esclusi i pedaggi con l’aumento degli utenti. fe si impennano. Le struttu-
e le mance (nonché un supple- re ricettive si riempiono in
Metropolitana Economica, per
mento nelle ore di punta). fretta, soprattutto in estate,
certi versi efficiente e in funzio-
e spaziano da quelle di ca-
LaGuardia Airport È l’aeropor- ne 24 ore, le prime volte può di-
tena tutte uguali a elegan-
to più vicino a Manhattan, ma sorientare. Con la MetroCard
ti boutique hotel. Nessun
il meno accessibile con il tra- una corsa costa $2,75.
quartiere di Manhattan può
sporto pubblico: prendete l’ex-
Autobus Comodi al di fuori del- dirsi caratterizzato da un
press bus Q70 dall’aeroporto
le ore di punta – soprattut- unico stile di alberghi; tro-
alla stazione della metro di 74th
to per attraversare la città da verete un miglior rapporto
St-Broadway. L’express bus per
est a ovest e viceversa. Accetta- qualità-prezzo a Brooklyn e
Midtown costa $16. La tariffa dei
no la MetroCard e la corsa costa nel Queens. Disseminati per
taxi oscilla tra $34 e $53, esclusi
come sulla metro. la città si trovano anche al-
i pedaggi e le mance.
Taxi Il tassametro parte da
cuni B&B e ostelli.
Newark Liberty Internatio-
$2,50 e sale di circa $5 ogni 20
nal Airport Prendete l’AirTrain
isolati; v. www.nyc.gov/taxi.
Siti utili
fino alla stazione ferroviaria del newyorkhotels.com (www.new
Newark Airport, poi un qualsia­ Bicicletta Il popolare program- yorkhotels.com) Si autoprocla-
si treno diretto alla Penn Sta- ma di bike sharing Citi Bike per- ma il sito ufficiale degli hotel
tion di New York ($13). Per i taxi mette di raggiungere como- newyorkesi.
si pagano da $60 a $80 (esclusi damente la maggior parte di
il pedaggio di $15 e la mancia). Manhattan. NYC (www.nycgo.com/hotels)
Mettete in conto 45-60 minuti. Riporta numerosi indirizzi tratti
Traghetti tra i boroughs La dalla NYC Official Guide.
New York City Ferry (www.fer-
Per saperne di più Lonely Planet Italia (www.
ry.nyc) fornisce comodi collega-
sull’arrivo, lonelyplanetitalia.it/new-york-
menti tra vari punti di Manhat-
v. p398. city) Al link ‘Dormire’ recen-
tan, Brooklyn e Queens.
sioni degli autori e prenotazio-
Per saperne di più ni online.
sui trasporti
urbani, v. p402. Per saperne di più
sul pernottamento,
v. p341.
© Lonely Planet Publications
20

Primo viaggio
Per ulteriori informazioni, v. Guida pratica (p397)

Prima Consigli di viaggio


di partire ¨¨La MetroCard è valida per metro, autobus e funivia per Roosevelt
Island. Se vi fermate un po’, acquistate il 7-Day Unlimited Pass.
¨¨Verificate che il passaporto
¨¨Sulle linee della metro circolano treni sia locali sia espressi.
abbia una validità residua
superiore alla durata del ¨¨Se un taxi ha la luce sul tetto accesa significa che è disponibile.
viaggio. ¨¨Quando date un indirizzo, fornite sempre anche l’indicazione
¨¨Accertatevi di rispondere dell’incrocio più vicino (per esempio, 700 Sixth Ave at 22nd St).
a tutti i requisiti richiesti ¨¨TKTS a Times Square (p185) vende biglietti a metà prezzo per
dall’ESTA. alcuni spettacoli e musical del giorno stesso. Le filiali di South Street
¨¨Controllate le restrizioni Seaport (p63) e Downtown Brooklyn (p47) hanno anche biglietti
sui bagagli imposte dalla per le matinée del giorno seguente.
compagnia aerea.
¨¨Stipulate un’adeguata Come vestirsi
assicurazione di viaggio.
L’estate a New York è afosa, quindi è bene portare vestiti leg-
¨¨Informate del viaggio la geri. Di giorno si possono indossare pantaloncini, gonne e
società che ha emesso la carta vestiti estivi, ma di sera i ristoranti e i bar di alto livello spes-
di credito/debito (per evitare so esigono un look più chic, perciò portate almeno un abito
il blocco della carta al primo elegante o una camicia a maniche lunghe, pantaloni e scarpe
utilizzo all’estero). adatte. Il clima instabile in primavera e in autunno impone
¨¨Prenotate con largo un abbigliamento a strati: pantaloni, jeans o vestiti più caldi,
anticipo ristoranti, spettacoli e con T-shirt, camicie a maniche lunghe, maglioncini e giac-
hotel molto richiesti. che. L’inverno può essere gelido, perciò vi serviranno guanti,
sciarpa, berretto, giacca termica impermeabile e stivali a pro-
va di pioggia. Di sera in molti ristoranti, bar e locali spesso
In valigia vige la regola del ‘dress to impress’ (vestirsi per far colpo).

¨¨Scarpe comode per


camminare, perché New York Da sapere
City si apprezza meglio a piedi. NYC è una delle città più sicure degli Stati Uniti: meno di
¨¨Scarpe e abito eleganti per i 300 omicidi nel 2017, con i crimini violenti in diminuzione
ristoranti e i bar più alla moda. per il 27° anno consecutivo. Nondimeno, siate prudenti.
¨¨Se assumete medicinali, ¨¨Non andate in giro a piedi in zone poco frequentate di notte.
portatene una scorta ¨¨Tenete il denaro per la giornata in una tasca interna o anteriore,
sufficiente per il viaggio. piuttosto che nella borsa o in una tasca posteriore.
¨¨Un adattatore per le prese ¨¨State attenti ai borseggiatori, soprattutto nelle zone affollate.
di corrente statunitensi. ¨¨Prendere la metro dopo la mezzanotte in genere non è pericoloso,
ma se si è da soli il taxi può essere una buona idea.
21

Per pagare

GARY LATHAM / LONELY PLANET ©


I bancomat sono ovunque;
le carte di credito sono ac-
cettate in quasi tutti gli ho-
tel, i negozi e i ristoranti.

PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O Prim o viaggi o


Nei mercati, ai food truck e
in alcuni locali si paga solo
in contanti. Per ulteriori
informazioni, v. p410.

Tasse e rimborsi
In ristoranti e negozi i prez-
zi non includono la tas-
sa sulla vendita (8,875%):
non ordinate un piatto da
$4,99 se in tasca avete solo
$5. Vari tipi di ‘beni di lusso’
sono soggetti a un’imposta
comunale del 5%; per que-
sti servizi si finisce per pa-
gare una tassa del 13,875%
(a cui a volte vanno aggiun-
te anche altre imposte spe-
cifiche). Vestiti e scarpe con
prezzo inferiore a $110 sono
esentasse. Per le camere
d’albergo si paga una ‘room
tax’ del 14,75%, a cui si ag-
giunge una tassa di soggior-
no di $3,50 a notte. Negli
USA non c’è un’IVA (VAT in
inglese) nazionale, quindi
gli stranieri non possono av-
valersi del sistema ‘tax-free’.

Mance
La mancia non è facoltati-
va; potete non darla solo se
il servizio è stato disastroso. Flatiron Building (p172)

Camerieri nei ristoranti 18-


20%, a meno che il servizio non
sia già addebitato sul conto.
Norme di comportamento
Educazione È una questione di cortesia salutare il personale che si in-
Bartender 15-20% per ogni contra nell’entrare e uscire da un negozio, un caffè o un ristorante.
giro, con un minimo di $1 per be-
Saluti Stringete la mano a uomini e donne quando incontrate qualcu-
vande e $2 per cocktail speciali.
no per la prima volta e quando prendete commiato. Le amiche vengo-
Taxisti 10-15%, arrotondato al no salutate con un bacio ‘aereo’ (accennato) sulla guancia.
dollaro successivo. Argomenti tabù Benché Donald Trump sia quasi universalmente
Facchini in aeroporto e hotel $2 sbeffeggiato a NYC, politica e religione sono due argomenti da evitare.
per collo, almeno $5 per carrello. Trasporti Permettete ai passeggeri di uscire dal vagone della metro-
Servizio al piano in hotel $2-4 politana prima di entrare; non bloccate le porte.
per notte, da lasciare in una bu- Mancia Non è facoltativa nei ristoranti e nei bar: attenzione a non
sta o sotto il cartoncino fornito. dimenticarvene.
© Lonely Planet Publications
22

Trasporti urbani
Per ulteriori informazioni, v. Trasporti (p398)

Parole chiave Alcune linee


Boro Taxi Se vi trovate a nord di Panorami Se volete godere di
Manhattan (a nord della W 110th ampi panorami di Manhattan,
Visitate il sito della Metropo-
St e della E 96th St) o in uno dei prendete le linee J, M o Z che
litan Transportation Authori-
boroughs periferici, potete fer- attraversano il Williamsburg
ty (www.mta.info) per infor-
mare questi taxi verdi, le cui ta- Bridge o le linee B, D, N o Q che
mazioni sui mezzi di trasporto
riffe (stabilite con il tassame- passano sul Manhattan Bridge.
pubblico (autobus e metropo-
tro) sono identiche a quelle dei È molto scenografica an-
litana) e sui (frequenti) ritardi.
taxi gialli. che la funivia Roosevelt Island
Metropolitana Economica, Tramway (p197).
Car service Telefonate per pre-
per certi versi efficiente e in
notare un’auto con autista (spes- Direzione: Uptown Le linee 4,
funzione 24 ore su 24, le pri-
so una berlina nera). È utile nel 5 e 6 portano nell’Upper East
me volte può disorientare. Con
viaggio di ritorno per l’aeroporto Side, così come la linea Q di
la MetroCard una corsa co-
o per andare in boroughs periferi- Second Ave. Per raggiungere
sta $2,75.
ci (dove ci sono pochi taxi). l’Upper West Side prendete i tre-
Autobus Comodi al di fuori ni B, C, 1, 2 o 3.
Citi Bike Le biciclette blu del
delle ore di punta – soprattut-
bike sharing sono ovunque a
to per attraversare la città da
est a ovest e viceversa. Accet-
New York; ci sono centinaia di Chiamare un taxi
punti di noleggio.
tano la MetroCard e la corsa ¨¨Se volete fermare uno dei
costa come sulla metro. Express Train/Local Train I tre- taxi gialli di NYC, cercatene uno
ni espressi della metropolitana con la luce accesa sul tetto (se è
Taxi Il tassametro parte da
saltano molte stazioni; i treni lo- spenta, il taxi è occupato).
$2,50 e sale di circa $5 ogni
cali fermano invece in ognu- ¨¨Rimanete in piedi a bordo
20 isolati; v. www.nyc.gov/taxi.
na. Per passare dall’uno all’altro strada in un punto visibile e fate
Bicicletta Il popolare pro- spesso basta solo spostarsi dal- un segno con il braccio.
gramma di bike sharing Citi la parte opposta del binario.
Bike permette di raggiungere ¨¨Una volta saliti sul taxi, dite
LIRR La linea ferroviaria Long dove siete diretti (i taxisti per
comodamente la maggior par-
Island Rail Road è utile per ar- legge non possono rifiutarsi di
te di Manhattan.
rivare velocemente al JFK e per portarvi dove volete).
Traghetti tra i boroughs raggiungere le spiagge.
¨¨Pagate la corsa all’arrivo in
La New York City Ferry (www.
MetroCard La sottile carta gial- contanti o con carta di credito
ferry.nyc) fornisce como-
la e blu si carica con il credito (utilizzando il touch screen
di collegamenti tra vari pun-
desiderato e si passa nel lettore sul retro del sedile anteriore).
ti di Manhattan, Brooklyn e
ogni volta che si prende un auto- Non dimenticate di lasciare la
Queens.
bus o che si entra nella metro. mancia (10-15%).
Uptown/downtown Uptown si-
gnifica andare verso nord
(Upper East Side, Harlem ecc.),
downtown verso sud (SoHo,
Lower Manhattan ecc.).
23

QUANDO ANDARE
CONSIGLI

¨¨Prestate attenzione ai sti della strada) a seconda diretta, che facendo meno
cartelli ‘Downtown’ e ‘Up- della direzione in cui viag- fermate alla fine vi farà ri-
town’ all’entrata delle sta- gia il treno. sparmiare tempo.
zioni della metropolitana. ¨¨Pianificate accurata- ¨¨Per i percorsi brevi e la

PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O T ras p o rti urbani


A volte gli ingressi alle mente il percorso. A volte stagione lo consente pren-
linee che vanno verso nord basta camminare per qual- dete in considerazione l’i-
o verso sud sono diversi che isolato per prendere potesi di montare in sella a
(in genere ai due lati oppo- una linea più veloce o più una Citi Bike.

Orari Norme Biglietti e tessere


¨¨L’ora di punta non dura mai di comportamento ¨¨Di colore giallo e blu, le
solo 60 minuti! Nei giorni feriali ¨¨Tenete pronta la MetroCard MetroCard (www.mta.info/
dalle 8 alle 9.30 e dalle 16.30 prima di attraversare i cancelli. metrocard) sono le carte con
alle 18.30, i treni della metro I newyorkesi sono abilissimi banda magnetica da convalidare
e gli autobus sono affollati a nel passare attraverso i tornelli su tutti i mezzi di trasporto
tal punto da essere snervanti. senza rallentare il passo. pubblico. Si può aggiungere
Su alcune linee, per esempio credito usando i semplici
la LIRR, le tariffe sono diverse ¨¨Ai binari della metro, distributori automatici presenti
piazzatevi accanto alle porte
a seconda del momento della nelle stazioni. Per ogni corsa in
del treno e aspettate che i
giornata (le peak fares – più metro o in autobus (tranne che
passeggeri escano prima di
alte delle off-peak fares – sono per gli express bus) vengono
salire.
applicate dalle 8 alle 10 e dalle addebitati $2,75.
16 alle 20 da lunedì a venerdì). ¨¨Sulle scale mobili, tenete il
¨¨Comprate una MetroCard per
lato destro; a sinistra la gente
¨¨Se non potete evitare di $1 ai distributori delle stazioni
sale o scende.
viaggiare nelle ore di punta della metro e caricate per
indicate, considerate che ¨¨Camminando sul esempio un credito di $20 (per
impiegherete più tempo marciapiede immaginate di otto corse e cambi è un buon
per arrivare a destinazione essere un veicolo su una strada: inizio). Se intendete spostarvi
(tenetene conto in particolare non fermatevi all’improvviso, molto, comprate un 7-Day
per/dall’aeroporto). adeguatevi alla velocità della Unlimited Pass ($32), tessera
folla intorno a voi e spostatevi di settimanale con corse illimitate
¨¨Fermare un taxi per strada
lato se volete guardare la cartina comoda per chi in un giorno si
può essere difficile nei giorni
o frugare in borsa in cerca sposta più volte.
feriali dalle 16 alle 17, a causa
dell’ombrello.
del cambio di turno dei taxisti. ¨¨I distributori automatici della
E quando piove, trovare un taxi metro accettano carte di credito
libero può essere un’impresa e bancomat (i più grandi anche
titanica! contanti). Se avete bisogno di
più credito, inserite la carta e
seguite le istruzioni (consiglio:
CITI BIKE quando vi viene richiesto il
codice postale, se non abitate
Per usare una Citi Bike, dovete per prima cosa compra-
negli USA digitate ‘99999’).
re una tessera d’accesso valida 24 ore o tre giorni ($12 o
$24, più tasse) presso un distributore automatico Citi Bike ¨¨I trasferimenti dalla metro
(www.citibikenyc.com). Vi sarà dato un codice a cinque ci- agli autobus, o viceversa, sono
fre per sganciare la bici dal posteggio. Se restituirete il gratuiti. Passate la carta nel
mezzo in un altro posteggio entro 30 minuti non paghere- lettore: non vi sarà addebitato
te alcun costo aggiuntivo. Reinserite la vostra carta di cre- alcun costo extra.
dito (non vi sarà addebitato alcun costo) e seguite le istru-
Per saperne
zioni per ritirare un’altra bici. Potete di più
prendere e lasciare la Per saperne di
Per saperne di più
trasporti
bicicletta entro 30 minuti quantesuivolte volete durante le 24 più sui trasporti
sull’arrivo, v. p200
ore o nei sette giorni prepagati. urbani, v. p201. urbani, v. p402.
© Lonely Planet Publications
24

Itinerari
Primo giorno Secondo giorno
Upper West Side Upper East Side (p218)
e Central Park (p233) Cominciate dallo stupefacente Met-
Trascorrete la mattinata a esplorare M ropolitan Museum of Art. Vagate
M le meraviglie di Central Park, ammi- tra le collezioni egizie e romane, ammirate
rando il muro di grattacieli che, a mo’ di for- i grandi maestri europei e poi salite sul tet-
tezza, cinge il parco. Partite da Columbus to (in estate) per la vista sul vicino Central
Circle, poi andate a nord-est passando per il Park. A seguire, visitate la Neue Galerie,
Central Park Zoo, la Bethesda Fountain, dove l’arte tedesca e austriaca è ospitata in
il Conservatory Water e gli Strawberry un palazzo del 1914.
Fields sul lato ovest. Se avete bambini al se-
guito, date un’occhiata agli scheletri di dino- Pranzo All’elegante Café Sabarsky
sauri dell’American Museum of Natural (p227), per gustare specialità austriache.
History, per poi raggiungere la Loeb Boat-
house e noleggiare una barca a remi. SoHo e Chinatown (p88)
Scendete verso SoHo per un pome-
Pranzo Da Zabar’s (p250) comprate
l’occorrente per un picnic a Central Park.
R riggio di shopping in Prince Street
e Spring Street, tra orde di turisti a caccia
dei marchi più famosi del mondo. Spingete-
Midtown (p181) vi fino a Mulberry Street, strada di China-
È ora di scoprire qualche meraviglia town che sembra lontana anni luce dal con-
R architettonica, come il Grand Cen- sumismo, ma che in realtà dista solo po-
tral Terminal, il Chrysler Building, la chi isolati. Passeggiate tra i templi buddhi-
New York Public Library e il Rocke­feller sti del quartiere, fermandovi per una tortina
Center. Chiudete il pomeriggio con il museo alla crema e un gelato alle mandorle.
più amato della città, il MoMA.
Cena Da Boulud Sud (p244), per delizie
Cena Da ViceVersa (p205), ma presto, della cucina mediterranea.
se vi aspetta uno show a Broadway.
Upper West Side
Midtown (p181) e Central Park (p233)
Passate la serata sotto le luci scintil- Gustate una cena pre-teatro da Bou-
N lanti di Broadway, scegliendo tra N lud Sud, un rinomato ristorante di
uno spettacolo di grande richiamo e qual- cucina mediterranea. Quindi attraversate la
cosa di più innovativo al Playwrights Ho- strada e raggiungete il Lincoln Center per
rizon o al Signature Theatre. Godete- assistere a uno spettacolo di lirica alla Met-
vi l’atmosfera un po’ da Las Vegas di Times ropolitan Opera House o a un concer-
Square dalla biglietteria TKTS, sorseggia- to sinfonico nella Avery Fisher Hall. Dopo
te un cocktail alla Rum House e poi salite in (avendo prenotato per tempo) andate a gu-
cima al Top of the Rock per dare la buona- stare qualche drink al Manhattan Cricket
notte alla città. Club, magnificamente originale.
25

PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O I tinerari


Terzo giorno Quarto giorno
Brooklyn (p269) Lower Manhattan
Prendete l’East River Ferry fino a e il Financial District (p62)
M Dumbo e ammirate Manhattan in Prendete lo Staten Island
tutto il suo splendore dal nuovo e lussu- M Ferry di prima mattina e guarda-
reggiante Brooklyn Bridge Park. Più tar- te il sole sorgere dietro i grattacieli di Low-
di, passeggiate per le strade acciottolate di er Manhattan. Poi schizzate in cima allo
Dumbo, curiosando tra librerie, boutique e One World Observatory per la meravi-
caffè. Non perdetevi la giostra d’epoca del gliosa vista sulla città, quindi visitate il toc-
Jane’s Carousel e il panorama dall’Empi- cante National September 11 Memorial
re Fulton Ferry. and Museum.

Pranzo Al caratteristico AlMar (p286), Pranzo Al Chelsea Market (p153),


per convenienti piatti del giorno. pieno di prelibatezze tutte da gustare.

Brooklyn (p269) West Village, Chelsea


Spostatevi al Brooklyn Museum e il Meatpacking District (p136)
R per dare un’occhiata alle affascinan- Spostatevi nel Meatpacking District
ti opere d’arte provenienti dall’Africa, dal- R e visitate la nuova splendida sede
le Americhe e dall’antico Egitto, nonché ec- del Whitney Museum of American Art.
cellenti mostre temporanee. Poi fate una Dopo, salite le scale nei pressi che vi porte-
passeggiata a Prospect Park, fermando- ranno sulla High Line e passeggiate lungo
vi a bere qualcosa nel nuovo e scenografico questi binari ferroviari un tempo abbando-
complesso Lakeside. nati, fermandovi per uno spuntino, un caf-
fè e gli affascinanti scorci del paesaggio ur-
Cena Da Marlow & Sons (p297), per bano.
scoprire la rinascita culinaria di Brooklyn.
Cena Da RedFarm (p151), per la crea-
Brooklyn (p269) tiva cucina fusion asiatica.
Saltate su un ‘Boro Taxi’ e fate-
N vi portare a Williamsburg, nel- West Village, Chelsea
la parte settentrionale del borough, per gu- e il Meatpacking District (p136)
stare ostriche e cocktail d’autore al Mai- Camminate per le deliziose vie tor-
son Premiere. Salite al rooftop bar The N tuose di Greenwich Village e sco-
Ides per godere di una vista favolosa sul- pritene le radici soul con una serata di jazz
la città. Concludete la serata sull’altro lato dal vivo al Mezzrow, allo Smalls o al Vil-
della strada, al Brooklyn Bowl, dove po- lage Vanguard. A seguire, fermatevi per
trete giocare a bowling e ascoltare musi- un calice di vino e qualche spuntino nel vi-
ca dal vivo. vace Buvette, per poi finire la serata scate-
nandovi in pista da Cielo, uno dei migliori
tra i piccoli club della città.
© Lonely Planet Publications
26

Se vi piace...
Whitney Museum of American Brooklyn Museum Antichi reper-
Musei Art Apprezzato per l’arte d’avan- ti egizi, una splendida collezio-
guardia contemporanea e del No- ne di pittura americana e mostre
Metropolitan Museum of Art Il vecento. Ammirate le opere dei di Feminist Art all’avanguardia.
più enciclopedico dei musei ame- futuri grandi artisti d’America alla (p274)
ricani possiede persino un tempio Whitney Biennial. (p143)
egizio. (p221) Lower East Side Tenement Mu-
Frick Collection Una residen- seum Fantastica finestra sulla
MoMA Il museo più caro ai new- za della Gilded Age dove vedre- vita degli immigrati tra Ottocento
yorkesi ha spazi organizza- te opere di Vermeer, El Greco e e primi del Novecento. (p112)
ti in modo intelligente e il meglio Goya, oltre a un’incredibile fonta-
dell’arte moderna. (p188) na nel cortile. (p225)
Guggenheim Museum Le mostre Cloisters Museum & Gardens Skyline
non sono tutte indimenticabili, Tesori di epoca medievale, tra cui Empire State Building L’iconico
ma la vera star è lo spettacolare un meraviglioso arazzo del XVI edificio dona ampie vedute sulla
edificio progettato da Frank Lloyd secolo che rappresenta una cac- città dal suo svettante osservato-
Wright. (p220) cia all’unicorno. (p260) rio. (p186)

KEEP SMILING PHOTOGRAPHY / SHUTTERSTOCK ©

Coney Island (p285)


27
Brooklyn Bridge Park La vista Morgan Library & Museum La
spazia su downtown, sul pon- casa dell’industriale J.P. Morgan, Per saperne di più
te di Brooklyn e sul Manhattan con interni raffinati. (p196) ¨¨Pasti (p39)
Bridge. (p272)
Morris-Jumel Mansion Muse- ¨¨Locali e vita notturna
Governors Island Uno spazio um L’edificio più antico di Man- (p43)
verde e senza auto nel porto, hattan, in stile Federal. (p261)
¨¨Divertimenti (p46)

PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O S e vi p iace . . .


con scenografiche vedute di
Historic Richmond Town Vil- ¨¨Shopping (p50)
Manhattan e di Lady Liberty.
laggio di Staten Island fermo nel
(p76) ¨¨Sport e attività (p53)
passato, sede della scuola più
Top of the Strand Non limita- antica del paese. (p75) ¨¨New York LGBTIQ (p56)
tevi a osservare i grattacieli di
Gracie Mansion Aggrazia-
Midtown: siate parte del panora-
ta struttura in stile Federal, re-
ma mentre sorseggiate un drink. Tour Big Apple Greeter Pre-
sidenza ufficiale del sindaco.
(p208) notate per tempo la visita di un
(p226)
quartiere accompagnati da un
The Standard Hotel Vista su
volenteroso residente. (p405)
downtown dallo sciccoso roof-
top bar Le Bain. (p158) Gratis National September 11 Memo-
rial Un monumento austero e
Brooklyn Heights Promenade Central Park Lo spazio verde di
commovente. (p68)
Un’incredibile vista su Manhat- NYC per antonomasia. (p235)
tan, 24 ore al giorno. (p276)
High Line I visitatori arrivano
Roosevelt Island Dal Franklin D. per passeggiare, sedersi e fare New York
Roosevelt Four Freedoms Park picnic 10 m sopra il livello stra-
vecchia maniera
progettato da Louis Kahn si ve- dale, godendo di splendide ve-
dono fiume e skyline. (p195) dute del paesaggio urbano di Coney Island Un parco diverti-
Manhattan, sempre mutevole. menti che risale ai primi del No-
Cantor Roof Garden Bar Da vecento e un must: gli hot dog di
(p140)
fine aprile a fine ottobre, il giar- Nathan’s Famous. (p285)
dino sul tetto del Met dona in- Staten Island Ferry Il percorso
credibili vedute. (p224) tra Lower Manhattan e il quar- Barney Greengrass Dopo un
tiere St George di Staten Island secolo di attività, BG è ancora
East River State Park Ammira- uno dei migliori posti in città per
è una delle migliori avventure
te Midtown dal verde lungofiume il pesce affumicato. (p244)
gratuite a NYC. (p404)
di Williamsburg. (p284)
National Museum of the Ame- Russian & Turkish Baths Li-
rican Indian Le collezioni di beratevi dello stress tra i vapo-
Siti storici questa filiale dello Smithsonian ri di questo storico bagno turco
comprendono magnifici pezzi dell’East Village, che ha compiu-
Ellis Island Per molti immigrati to oltre 120 anni. (p135)
decorativi, tessuti e oggetti ceri-
la porta d’accesso alla libertà e a
moniali. (p72) Katz’s Delicatessen Carne affu-
una vita migliore. (p66)
David Zwirner Una delle miglio- micata che conquisterà persino i
Frick Collection Una delle po- palati più esigenti. (p122)
ri gallerie di Chelsea. (p153)
che residenze rimaste della Gil-
ded Age, ora sede di un museo Brooklyn Bridge Park Uno Marie’s Crisis Brani di musical
nell’Upper East Side. (p225) splendido parco che abbrac- e clienti che cantano a squarcia-
cia l’East River, con vedute moz- gola in questo leggendario gay
Lower East Side Tenement bar del West Village. (p157)
zafiato di Lower Manhattan.
Museum Scoprite la vita dei
(p272) Zabar’s Negozio di gastrono-
primi immigrati con un istrut-
tivo tour guidato in una del- SummerStage Serie di concerti mia dell’Upper West Side ama-
le case popolari in cui abitava- all’aperto a Central Park da giu- to dai buongustai sin dagli anni
no. (p112) gno a inizio settembre. (p240) ’30. (p250)

Museum of Chinese in Ameri- American Folk Art Museum McSorley’s Old Ale House
ca Tutto quel che c’è da sapere Una sbirciatina nel mondo Abraham Lincoln, Boss Tweed
su una comunità spesso ignora- dell’arte alternativa, con musica e Woody Guthrie sono tra i tan-
ta e che invece ha dato molto al gratuita il venerdì sera. (p241) ti che hanno brindato in que-
paese. (p91) sto pub con la segatura sul pavi-
mento. (p126)
28
Rue B Minuscolo jazz club Freemans In uno stretto vicolo,
Spazi verdi nell’East Village, ideale per con- un curioso ambiente da capan-
cludere la serata. (p123) no di caccia con legioni di aman-
Central Park Il parco più famo- ti del brunch. (p123)
so della città, con 341 ettari di Slipper Room Divertentissi-
prati ondulati e collinette roccio- mi spettacoli di burlesque in Little Branch Non si direbbe,
se. (p235) un esuberante locale del Lower ma in questo edificio del West
PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O S e vi p iace . . .

East Side. (p130) Village che sembra abbandona-


High Line Un nastro di verde su to si fanno cocktail grandiosi.
una vecchia ferrovia, con piante Employees Only Dopo la mez-
(p156)
selvatiche e sorprendenti punti zanotte non c’è solo il fast food.
panoramici. (p140) La riprova è questo gastrobar Apothéke Antica farmacia tra-
del West Village che serve buoni sformata in cocktail bar, nel cuo-
Prospect Park Il parco più ama- piatti fin dopo le 3. (p155) re di Chinatown. (p103)
to di Brooklyn per picnic, aqui-
loni, corsa e passeggiate in uno Veselka Il posto dove andare se PDT Bar celato dietro un locale
scenario naturale assai curato. vi viene voglia di mangiare va- di hot dog; si accede dalla cabi-
(p273) renyky (ravioli fatti in casa) alle na telefonica. (p126)
4 del mattino. (p119)
Hudson River Park Manhattan
sembra più verde che mai gra- Angoli poco noti
zie a questo nuovo parco sulla Vizi e sfizi
sponda ovest. (p144) Flushing Safari gastronomico
Barneys Rifarsi il guardaroba nel cuore di Queens, alla scoper-
Brooklyn Bridge Park Un nuovo per essere à la page qui costa un ta della più grande e avvincente
parco sul lungofiume di Dumbo bel po’. (p215) Chinatown di New York. (p317)
che arriva fino ai piedi di Atlantic
Ave. (p272) Dough Alcune delle migliori ciam- New York Botanical Garden Va-
belle del pianeta. (p289) sto giardino nel Bronx, che ospi-
Green-Wood Cemetery Rigoglio- ta 20 ettari di foresta e una ser-
sa oasi verde che risale al 1830 Pegu Club Lounge bar elegan-
ra in stile vittoriano. (p266)
circa, con una gran vista e sentie- te con una bella atmosfera, pia-
ri per passeggiare. (p278) cevolmente poco pretenziosa (e Inwood Hill Park Anche se fa
pazienza per i cocktail a $15). parte di Manhattan, questo par-
Brooklyn Botanic Garden (p104) co meravigliosamente selvaggio
Spettacolare in tre stagioni: in vi farà sentire come se foste in
primavera per i ciliegi in fiore, in Brandy Library Un rifugio per
campagna. (p261)
estate per la sgargiante fioritu- gentiluomini, dove sorseggia-
ra e in autunno per le foglie can- re un raro armagnac ambrato. Queens Museum Eccellenti mo-
gianti. (p281) (p83) stre senza il clamore mediatico
e la folla di altri spazi museali di
Bowery Hotel Un hotel magni-
Manhattan. (p318)
ficamente progettato a down-
Dove fare tardi town, ideale per concedersi un Dyckman Farmhouse Museum
Smalls All’1 non perdetevi gli soggiorno di lusso. (p346) L’ultima fattoria olandese rima-
‘after hours’ di questo pittore- sta a Manhattan. (p260)
sco locale jazz del West Village. Red Hook Girate su vecchie
(p164) Locali nascosti strade acciottolate vicino al lun-
Silvana Andate ad Harlem per Beauty & Essex Fuori sembra gofiume di Brooklyn, fermando-
jam session di world music se- un banco dei pegni, dentro è un vi a bere qualcosa nei dive bar
guite dalla selezione di talentuo- bar incantevole. (p127) e a mangiare nei locali di pesce.
si DJ. (p265) (p277)
Bathtub Gin Cocktail retrò in
IFC Center Film cult a mezza- un’atmosfera chic da Proibizio- Ditmas Park Trascorrete un po-
notte, in un cinema del West Vil- nismo, dietro una finta parete meriggio ammirando antiche di-
lage. (p161) nel retro di un caffè. (p159) more; quindi bevete qualcosa in
un bar di quartiere. (p282)
Chinatown Posticini nascosti Smith & Mills Dietro una por-
dietro facciate anonime dove ta anonima troverete interni in-
si mangia fino a tarda notte. dustrial chic (tipo fabbrica di
(p103) primo Novecento) e drink ben
mixati. (p85)
© Lonely Planet Publications
29

Mese per mese

IL MEGLIO nifestazione si conclude con io a inizio febbraio, a prez-


una festa per i partecipan- zi molto vantaggiosi si pos-
Tribeca Film Festival,
ti. Per orari di incontro e in- sono gustare le specialità di
aprile
formazioni, v. il sito web. alcuni dei migliori ristoran-
Cherry Blossom Festival, ti della città (www.nycgo.
aprile o maggio 3 Winter Jazzfest com/restaurant-week). Un
SummerStage, da giugno A metà gennaio, questa pranzo da tre portate costa
a fine agosto quattro giorni di musica circa $26 (e la cena $40).
Independence Day, luglio (www.winterjazzfest.com)
organizza più di 100 concer-
Village Halloween Parade,
ottobre
ti in una decina di sale, so- Marzo
prattutto nel West Village.
Dopo mesi di temperature
glaciali e cappotti

Febbraio invernali, il primo scorcio


Gennaio Le temperature polari
di primavera è accolto con
gioia da tutti – anche se
Dopo l’abbuffata delle fanno di febbraio un buon in genere è seguito da una
feste, la città torna alla mese per starsene al settimana sotto lo zero,
normalità. Nonostante le calduccio a sorseggiare un colpo di coda dell’inverno.
giornate corte, i newyorkesi drink o mangiare qualcosa
si godono il freddo con in qualche bar o bistrò. 1 Armory Show
il pattinaggio sulle piste La fiera d’arte contempora-
all’aperto e i weekend di sci z Lunar (Chinese) nea più grande di New York
sulle Catskills. New Year Festival (www.thearmoryshow.com)
Uno dei più animati festeg- arriva a marzo e dà spazio
2 Nuotata giamenti del Capodanno ci- alle opere di migliaia di ar-
di Capodanno nese del paese, con fuochi tisti internazionali su due
Salutate l’anno nuovo con d’artificio, draghi danzanti moli che si protendono sul
un gelido tuffo nell’Atlanti- e folle scatenate per le stra- fiume Hudson.
co! Unitevi al Coney Island de di Chinatown. La data
Polar Bear Club per que- cambia di anno in anno, ma z St Patrick’s
sta nuotata da brrrr…ividi capita per lo più ai primi di Day Parade
(www.polarbearclub.org). febbraio. Un pubblico numeroso, tur-
bolento e alticcio a causa
2 No Pants 5 Winter della birra verde il 17 marzo
Subway Ride Restaurant Week affolla la Fifth Ave per que-
Circa 4000 newyorkesi viva- Consolatevi per il tempo in- sta immensa parata di suo-
cizzano la seconda domeni- clemente con la Settima- natori di cornamuse, carri e
ca di gennaio girando senza na Invernale dei Ristoranti politici di origine irlandese.
pantaloni sui trasporti pub- (che in realtà dura circa tre La sfilata è la più grande e
blici. Aperta a tutti, la ma- settimane). Da fine genna- antica (1762) della città.
30
suscitare un senso di stupo- wood (p37). Arrivate pre-
Aprile re e reverenza. sto (si entra alle 17, ma la
coda si forma un’ora prima).
Arriva infine la primavera: z Fleet Week
alcuni locali (più ottimisti Per una settimana a fine z Mermaid Parade
di altri) allestiscono maggio Manhattan sembra Questa bizzarra sfilata del-
qualche tavolo all’aperto, il set di un film degli anni le sirene celebra il mare, la
PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O M ese p er mese

mentre le piazze ’40, in cui orde di marinai sabbia e l’estate (p36).


traboccano di colorati ‘scendono in città’ in cer- Lungo la boardwalk di Co-
tulipani e alberi in fiore. ca di avventure. È l’occasio- ney Island è tutto un luc-
ne per salire gratuitamente cichio di lustrini e costu-
3 Tribeca a bordo di navi arrivate da mi elaborati sul tema ma-
Film Festival ogni angolo del globo. rino. Si tiene il pomeriggio
Creato in risposta ai tragi- dell’ultimo sabato del mese;
ci eventi dell’11 settembre, 2 TD Bank Five basta mettersi un costume e
il festival cinematografico Boro Bike Tour chiunque è il benvenuto.
di downtown voluto da Ro- Maggio è il mese della bi-
bert De Niro (p48) si è cicletta, con gite, feste e al- z NYC Pride
rapidamente imposto sul tri eventi. Migliaia di cicli- L’ultima domenica di giu-
circuito indipendente. La sti prendono parte all’even- gno il mese dell’orgoglio
scelta è ardua, visto il pro- to principe della stagione, gay (www.nycpride.org) cul-
gramma di oltre 150 film, il Five Boro Bike Tour, una mina con una parata sul-
proiettati nel corso di 10 pedalata di 67 km in gran la Fifth Ave, uno spettaco-
giorni. parte su strade chiuse al lo di cinque ore con balle-
traffico veicolare o su piste rini, drag queen, poliziot-
che costeggiano il fiume. ti gay, uomini leather, casa-
Maggio linghe lesbiche e molti altri
rappresentanti della comu-
Le piogge di aprile fanno
sì che a maggio la città sia Giugno nità arcobaleno.

un’esplosione di alberi in L’estate è decisamente z Puerto Rican


fiore. Il tempo è caldo e arrivata e i newyorkesi Day Parade
mite, senza la spiacevole lasciano le scrivanie per Il secondo weekend di giu-
umidità estiva. rilassarsi negli spazi gno questa sfilata (ormai
verdi della città. Sono in quasi centenaria) sulla Fifth
z Cherry programma sfilate e cortei Ave, da 44th St a 86th St,
Blossom Festival lungo le strade principali, richiama migliaia di perso-
La tradizionale festa per la mentre nei parchi si ne di origine portoricana
fioritura dei ciliegi, nota in montano gli schermi per i armate di bandiera.
Giappone con il nome di film sotto le stelle.
Sakura Matsuri (p281), si
3 Bryant Park 3 River to
tiene in un weekend di fine River Festival
aprile o di inizio maggio nel Summer Film Festival Per 12 giorni a giugno, tea-
Brooklyn Botanic Garden. Da giugno fino ad agosto, tro, musica, danza e film ri-
Oltre ai magnifici e svettan- Bryant Park fa da sfondo empiono i parchi di down-
ti ciliegi, vi troverete intrat- ogni lunedì sera, appena fa town. Oltre 100 eventi gra-
tenimenti, attività e rinfre- buio, alla proiezione all’a- tuiti (p37) si svolgono
schi. La bellezza è tale da perto di classici di Holly- all’aperto a Lower Manhat-
tan e Governors Island.
SUMMERSTAGE
Il SummerStage (p240) di Central Park, da giugno a fine
agosto, presenta un incredibile cartellone di musica e dan- Luglio
za. Django Django, Femi Kuti, Shuggie Otis e la Martha Gra- La città si fa soffocante
ham Dance Company sono stati tra i protagonisti recenti. La e i newyorkesi scappano
maggior parte degli eventi è gratuita. Se avete bambini, c’è sulle spiagge di Long
un programma SummerStage Kids. Island. È comunque un
In alto: La parata del NYC Pride 31
mese pieno di turisti,
In basso: Drago cinese nella sfilata per il Lunar New Year Festival (p29)
provenienti dal Nord
America e dall’Europa.

3 Shakespeare

ANDREI ORLOV / SHUTTERSTOCK ©


in the Park
Manifestazione molto ama-

PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O M ese p er mese


ta, Shakespeare in the Park
(p240) omaggia il Bar-
do con spettacoli gratui-
ti a Central Park. Dove sta
l’inghippo? Ore di coda per
avere il biglietto, o la spe-
ranza di vincerlo in una lot-
teria. I biglietti sono distri-
buiti alle 12; non arrivate
dopo le 10.

z July Fourth
Fireworks
Il giorno dell’indipendenza
americana, il 4 luglio, si ce-
lebra con grandiosi fuochi
d’artificio sull’East River, a
partire dalle 21. Buoni punti
di osservazione sono i lun-
gofiumi del Lower East Side
e Williamsburg, a Brooklyn,
o qualsiasi postazione su
un tetto o appartamento di
Manhattan rivolto a est.

Settembre
Il Labor Day chiude
ufficialmente la stagione
della casa al mare negli
Hamptons, mentre il caldo
estivo scende a livelli più
MANDRITOIU / SHUTTERSTOCK ©

tollerabili. E con il rientro


al lavoro, il calendario
culturale prende il volo.

3 BAM’s Next
Wave Festival
Da oltre 30 anni, il festi-
val della Brooklyn Academy
of Music (p304), che dura
fino a dicembre, propone
spettacoli d’avanguardia di
rilievo mondiale di teatro,
musica e danza.
32
3 Electric Zoo i loro personaggi preferi- Comedy Festival (p47)
L’Electric Zoo (www.electric ti, desiderosi di divertirsi in con sketch, improvvisazioni
zoofestival.com), nel week- compagnia di spiriti affini. e spettacoli presentati da at-
end del Labor Day nel Ran- tori come Rosie O’Donnell e
dall’s Island Park, è il festi- 1 Open House Ricky Gervais.
val della musica elettronica New York
di New York che in passato Principale evento di archi- z Accensione
PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O M ese p er mese

ha avuto ospiti come Moby, tettura e design di tutti gli dell’albero di Natale
Afrojack, David Guetta, USA, la Open House New al Rockefeller Center
Martin Solveig e The Chem- York (www.ohny.org) pro- Il semplice clic di un inter-
ical Brothers. pone tour guidati da archi- ruttore accende l’enorme al-
tetti, conferenze, seminari bero del Rockefeller Cen-
z Feast di design, visite agli studi e ter, aprendo ufficialmente il
of San Gennaro performance site-specific. periodo delle feste. Con più
Vocianti folle locali si river- di 25.000 lucine, è di fatto
sano sulle strette vie di Lit- z Village il centro delle celebrazioni
tle Italy per giostre e più Halloween Parade natalizie e un must per chi
specialità italiane da gusta- La notte del 31 ottobre si- si trova qui a dicembre.
re di quanto il vostro sto- gnifica divertimento sfre-
maco possa sopportare. Di nato in città, con perso- z Thanksgiving
vecchia trazione, dura 11 naggi in costumi assurdi, Day Parade
giorni, a metà settembre; i più creativi e provocato- Enormi palloni gonfiati a
nel 2017 ha festeggiato i ri dei quali partecipano alla elio, bande delle scuole e
suoi primi 90 anni (p94). Village Halloween Parade milioni di spettatori avvol-
(p36) che sfila sulla Sixth ti in sciarpe e cappotti cele-
Ave nel West Village. È di- brano il giorno del Ringra-
Ottobre vertente da guardare, ma
ancor più se si partecipa.
ziamento (il quarto giovedì
del mese) con la famosa pa-
Brillanti colori riempiono rata di Macy’s, lunga 4 km.
le chiome degli alberi,
mentre la temperatura
scende e i dehors Novembre
chiudono. Insieme con Cadono le foglie e la Dicembre
maggio, ottobre è uno giacca cede il posto al L’inverno è arrivato, ma
dei mesi più piacevoli e cappotto. Negli ultimi le festività aiutano a
suggestivi per visitare la giorni prima del rigore riscaldare gli animi. Quasi
Grande Mela. invernale si corre la ben ogni edificio è adorno di
nota maratona, poi le luci e i department store
3 Blessing of the famiglie si radunano per il sulla Fifth Ave (nonché
Animals Thanksgiving. Macy’s) creano mondi
In onore della festa di san fiabeschi nelle vetrine.
Francesco, a inizio mese, i 2 New York
proprietari di animali da City Marathon z New Year’s Eve
compagnia vengono alla Ca- Corsa annuale di 42 km È decisamente il posto più
thedral Church of St John (www.nycmarathon.org), ambito dell’intero emisfe-
the Divine per l’annuale be- che la prima settimana del ro nord per salutare il nuo-
nedizione degli animali con mese richiama migliaia di vo anno: Times Square è
i loro amici: barboncini, lu- atleti da tutto il mondo e presa d’assalto da milioni
certole, pappagalli, lama e un numero anche maggio- di persone contente di stare
così via. re di spettatori entusia- schiacciate come sardine a
sti che fanno il tifo lungo il tracannare alcolici, treman-
z Comic Con percorso. do di freddo, per assiste-
I patiti del mondo dei fu- re alla discesa della sfera di
metti arrivano da vicino e 3 New York cristallo Waterford e conta-
da lontano per questo even- Comedy Festival re tutti insieme ‘10...9...8...’.
to ‘nerd’ (www.newyork I comici prendono d’assalto
comiccon.com) vestiti come la città durante il New York
© Lonely Planet Publications
33

Che cosa vedere


Per molti bambini, alcune delle principali
attrattive di NYC sono un vero spasso.

Con
Animali selvatici
La città ha vari zoo. Di gran lunga il
migliore,il Bronx Zoo (p266), è noto per i

i bambini
suoi ambienti naturali ben progettati. (La
foresta dei gorilla del Congo è uno spetta-
colo.) Se non avete tempo, andate a quelli
di Central Park e Prospect Park.

Statua della Libertà


Andando in battello alla Lady Liberty
(p65) si fa un giro del porto e si osserva
da vicino un simbolo, che la maggior parte
New York City ha in serbo molte dei bambini conosce solo dai libri.
attività dedicate ai più piccoli, Sul tetto del mondo
tra cui aree ricreative per giocare Un ascensore con il tetto in vetro porta
e parchi ombrosi dove correre al Top of the Rock (p197), con una vista
liberamente, nonché numerosi spettacolare sulle luci di New York.
musei e luoghi d’interesse adatti Coney Island
a loro. E ancora: giri in giostra, Hot dog. Gelati. Un parco divertimenti.
spettacoli di burattini e golosità Coney Island (p285) è quello che ci vuole
nei mercati sparsi in città. per un po’ di spensieratezza alla buona.

Musei
RITU MANOJ JETHANI / SHUTTERSTOCK ©

Una meta irrinunciabile è l’American Mu-


seum of Natural History (p241), con i di-
nosauri, il mondo marino, il planetario e il
cinema IMAX. Pressoché ogni grande mu-
seo – il Met (p221), il MoMA (p188),
il Guggenheim (p220), il Museum of
the City of New York (p226) e il Cooper-
Hewitt National Design Museum (p225) –
ha un programma per bambini, ma le isti-
tuzioni minori talvolta sono persino più ac-
cattivanti. Il Lower East Side Tenement
Museum (p112) propone una visita inte-
rattiva durante la quale i bambini possono
incontrare un immigrato (un attore in co-
stume) dei secoli passati.

Bambini in età prescolare


I piccoli di età compresa tra uno e cinque
anni ameranno il Children’s Museum of
the Arts (p92) a West SoHo e il Brooklyn
Children’s Museum (p282) a Crown
Heights. Entrambi propongono letture di
Tazza da tè rotante a Central Park (p235) fiabe, corsi d’arte, laboratori e lezioni di
pittura.
34

NEW YORK DA SCOPRIRE


Per uno sguardo ravvicinato su New York dedicato ai giova-
ni esploratori procuratevi New York da scoprire Lonely Planet
Kids. In 19 fantastici percorsi tematici, la guida porta alla sco-
PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O C o n i bambini

perta dei segreti più inaccessibili e inconsueti della città.

Dai cinque anni in su High Line


I bambini più grandi possono arrampicarsi Il celebre ‘parco pensile’ di NYC (p140) ha
su vecchi treni della metro al New York street food, fontane in cui si può sguazza-
Transit Museum (p275) o scivolare giù per re, belle vedute ed eventi per le famiglie in
un palo al New York City Fire Museum estate – letture di fiabe, progetti di scienze
(p92). Ad Astoria, il Museum of the Moving e arte, cucina e altro. V. www.thehighline.
Image (p317) ha mostre interattive. org/activities/family_programs.

Riverside Park
Il Riverside Park (p240) nell’Upper West
Parchi e aree gioco Side ha una pista ciclabile con vista sul fiume
Central Park Hudson. Fate una pausa al River Run Play-
Più di 300 ettari di verde, un lago navi- ground (all’altezza di W 83rd St) o all’Hippo
gabile in barca a remi, una giostra, uno Playground (all’altezza di W 91st St).
zoo e una statua di Alice. Il parco gioco di
Heckscher, vicino alla Seventh Ave e Cen-
tral Park South, è il maggiore e più bello
dei 21 presenti a Central Park (p235). Per bambini e genitori
I mercati intorno a NYC sono ottimi per gli
Prospect Park spuntini, soprattutto Smorgasburg (p296),
Su una superficie di oltre 200 ettari, il Pro- le cui bancarelle vendono di tutto, dai
spect Park (p273) ha un sacco di diverti- ghiaccioli ai doughnut, dai sottaceti ai ta-
menti, tra cui uno zoo, vari parchi gioco, cos, passando per i sandwich di maiale.
attività interattive nella Lefferts Historic Anche il Chelsea Market (p153) offre molte
House e una pista di pattinaggio su ghiac- tentazioni – prendete l’occorrente per un
cio o asfalto (in estate anche con l’acqua). picnic e andate all’Hudson River Park.
Pedalò e kayak per l’unico lago di Brooklyn
e molte biciclette adatte ai bambini sono
disponibili nel LeFrank Center di Lakeside.
Teatro per bambini
Brooklyn Bridge Park Il piccolo Puppetworks (p306) a Park Slo-
Visitate i nuovi divertenti parchi giochi, pe (Brooklyn) offre divertenti spettacoli di
quindi andate al Pier 6, dove la fa da pa- burattini tutti i weekend dell’anno.
drona l’acqua, e mangiate una pizza da For-
nino (p287). Presso il Pier 2 ci sono lo
shuffleboard e le bocce e una pista da skate Informazioni
(in inverno per pattinaggio su ghiaccio).
Seggiolini Gli under 7 possono stare in braccio a
Hudson River Park un adulto in taxi o usare il proprio seggiolino. I ser-
vizi di ride-sharing talvolta offrono il seggiolino.
Sul lato ovest di Manhattan, questo parco
(p144) offre molte eccitanti avventure: Babysitter Contattate la Baby Sitters’ Guild
un minigolf vicino a Moore St (Tribeca), (www.babysittersguild.com).
un parco giochi nei pressi di West St (West
Risorse Consultate Time Out New York Kids (www.
Village), una giostra nei pressi di W 22nd
timeout.com/new-york-kids) e Mommy Poppins
St, divertimenti acquatici all’incrocio tra W
(www.mommypoppins.com).
23rd St e Eleventh Ave, e uno spazio ludico
a tema scientifico vicino a W 44th St. Metro Gratis per i bambini alti meno di 110 cm.
© Lonely Planet Publications
35

Si fa/non si fa: per strada


¨¨Fate cenno di fermarsi a un taxi solo se la luce sul
tetto è accesa. Se è spenta, tirate giù il braccio: la

Come uno
vettura è già occupata!
¨¨Al semaforo non è sempre necessario aspettare
il segnale ‘walk’ per i pedoni – attraversate quando il

del posto
traffico lo consente.
¨¨Mentre vi destreggiate tra i pedoni sul
marciapiede, immaginate di essere un veicolo: non
fermatevi all’improvviso, adeguatevi alla velocità
della folla intorno a voi e mettetevi da una parte se
dovete estrarre dalla borsa la cartina o l’ombrello. I
newyorkesi in genere rispettano lo spazio altrui, ma
vi finiranno addosso – senza chiedere scusa – se
intralciate il cammino.
¨¨Quando arriva il treno della metropolitana,
I newyorkesi hanno elaborato aspettate che i passeggeri scendano, poi salite con
strategie vincenti per vivere piglio deciso, tale da impedire che chiudano le porte
la notte, andare a cena fuori proprio davanti a voi.
e partecipare al calendario ¨¨A New York la coda si fa ‘on line’ invece che ‘in
culturale della città. Dai brunch line’; vi capiterà inoltre di sentire ‘quarter of’ anziché
‘quarter to’.
del weekend alle piacevoli giornate
primaverili al parco, ci sono molti
modi di fare i newyorkesi senza
pagare i loro affitti astronomici. Pasti e locali
La cultura del brunch
A New York il brunch è parte integrante del
tessuto sociale, un po’ come il teatime per i
STUART MONK / SHUTTERSTOCK ©

britannici. In genere è un rito del weekend


che si consuma tra le 11 e le 16 (anche se ci
sono locali, soprattutto a Brooklyn, che han-
no preso a servirlo tutti i giorni). Il brunch è
l’occasione di ritrovarsi tra amici per raccon-
tarsi i fatti della settimana e i progetti per il
weekend davanti a piatti che appartengono
alla tradizione del breakfast, il tutto innaf-
fiato con cocktail e caffè.

I weekend sono per dilettanti


I newyorkesi tendenzialmente evitano le
grandi discoteche, i bar molto affollati e
certi quartieri (East Village, Lower East
Side) durante i weekend, quando ci si tro-
va in mezzo a persone meno sofisticate del
solito. Durante la settimana, invece, la se-
rata fuori ha il vantaggio di poca folla, un
minor numero di tipi grezzi e di impiega-
ti ‘dalle 9 alle 5’, e più personaggi di setto-
ri creativi (attori, scrittori, artisti). Oltre a
ciò, potrete sfruttare le happy hour e piatti
o drink speciali.
Wollman Skating Rink (p252)
36

Mangiare al bar Guest of a Guest (@guestofaguest) Informazioni su


Molti dei migliori bar di New York hanno feste ed eventi sociali e della moda.
cancellato il confine tra il mangiare e il bere. Gothamist (@gothamist) Novità e curiosità nella
Accomodandosi su uno sgabello al banco Grande Mela.
e prendendo il menu, spesso si hanno sor-
prendenti opzioni culinarie. Potrebbero es- Hyperallergic (@Hyperallergic) Tweet dal blog d’arte
PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O C o me un o del  p o st o

sere ostriche, assaggini da condividere (ca- preferito dai newyorkesi.


pesante scottate, mini hamburger, patate Colson Whitehead (@colsonwhitehead) Romanzie-
fritte in olio al tartufo), taglieri di formaggi re e collaboratore del New Yorker, nato a Manhattan.
e salumi e altro ancora: insalata di barbabie-
tola al forno, sandwich da gourmet, carcio- Paul Goldberger (@paulgoldberger) Critico d’archi-
fi brasati, carré d’agnello. Per mangiare, non tettura, vincitore del premio Pulitzer.
pensate solo ai ristoranti; prendete in consi- Tom Colicchio (@tomcolicchio) Chef celebrità, pro-
derazione l’idea di avvicinarvi a un quartie- prietario del famoso franchising Craft.
re provando uno o più dei suoi gastropub.
Sam Sifton (@samsifton) Editor gastronomico del
New York Times.

Partecipare
La verità è che fare da spettatori è piuttosto Attività stagionali
noioso: partecipare è assai più divertente. E
potete farlo in molti modi. Indossate un co- Inverno
stume stravagante per la Village Halloween Anche un inverno uggioso può riservare
Parade (www.halloween-nyc.com; Sixth Ave, da qualche piacere, come pattinare sul ghiaccio!
Spring St a 16th St; h19-23 il 31 ott) o per la Da novembre o dicembre, le piste da ghiaccio
l’estiva Mermaid Parade (www.coneyisland.com; della città offrono gran divertimento (e un’ot-
hfine giu) a Coney Island. Iscrivetevi a una tima scusa per un drink al calduccio in un
corsa ufficiale (i New York Road Runners ne bar). I newyorkesi evitano il Rockefeller Cen-
organizzano una decina all’anno). Prendete ter e Bryant Park, assediati dai turisti, e patti-
una lezione di arrampicata al Brooklyn Boul- nano piuttosto a Central Park, Prospect Park
ders (p310) o da Cliffs (p329) a Queens. o Riverbank State Park.
Rispolverate qualche vostra vecchia poesia
e partecipate alla serata open-mic al Nuyor- Primavera
ican Poets Café (p131) o, se siete tipi più È la stagione dei parchi in fiore, dove si va
musicali, al Sidewalk Café (p131). Tra l’al- per un picnic, una passeggiata baciata dal
tro, il Brooklyn Brainery (p310) offre corsi sole e una pigra giornata sdraiati sull’erba. Il
serali e nel weekend negli ambiti più diver- massimo della fioritura si vede al New York
si. Qualunque sia il vostro passatempo pre- Botanical Garden e al Brooklyn Botanic Gar-
ferito – scacchi, hip-hop, disegno, architettu- den. Quest’ultimo ospita una deliziosa festa
ra, produzione di birra – troverete il modo di dei ciliegi molto amata dai ‘brooklyniti’, il
praticarlo a NYC, in compagnia di altri che Cherry Blossom Festival.
la pensano come voi.
Estate
L’estate è il tempo degli eventi all’aria aper-
ta: proiezioni cinematografiche a Bryant
Un uccellino mi ha detto… Park, feste di strada in tutta la città e concer-
Questa è la lista dei nostri ‘twitterati’ new- ti a Central Park, Hudson River Park, Pro-
yorkesi preferiti, che continuano a scrivere spect Park e in altri spazi verdi.
sulle ultime mode da seguire in città:
Everything NYC (@EverythingNYC) Alla ricerca delle
Autunno
cose migliori da vedere, fare e mangiare a New York. Il calendario culturale si intensifica di nuo-
vo quando i principali palcoscenici aprono
Pete Wells (@pete_wells) Critico gastronomico del la stagione degli spettacoli (da settembre a
New York Times. maggio) e le gallerie d’arte danno il via alle
New Yorker (@NewYorker) Analisi intelligenti di mostre (per inciso, i vernissage si tengono
politica e cultura. quasi sempre di giovedì sera).
© Lonely Planet Publications
37

Musica live, teatro e danza


In estate ci sono molti eventi gratuiti in cit-
tà. Da giugno a inizio settembre, il Summer-

New York
Stage (p240) propone oltre 100 spettaco-
li gratuiti in 17 parchi, tra cui Central Park.
Sempre a Central Park si svolge Shakespea-
re in the Park (p240): occorre tenacia per

City
accaparrarsi i biglietti gratuiti, ma ne vale la
pena. In passato vi hanno recitato attori del
calibro di Meryl Streep e Al Pacino. Prospect

gratis
Park ha da tempo un prestigioso calenda-
rio di concerti ed eventi all’aperto, Celebrate
Brooklyn (p278).
Il bel tempo porta anche il River to River
Festival (www.rivertorivernyc.com; hgiu), con
film ed eventi sui lungofiumi, sia nello
La Grande Mela non è proprio la Hudson River Park in Manhattan, sia nel
Brooklyn Bridge Park (www.brooklynbridge
città più economica del mondo. park.org; hmag-ott). Un’altra grande occasio-
Eppure ci sono molti modi per ne per i cinefili è l’HBO Bryant Park Sum�-
accedere al forziere di tesori di mer Film Festival (www.bryantpark.org; hmetà
NYC senza spendere nemmeno giu-agosto), con proiezioni gratuite il lunedì
sera.
un centesimo: concerti, spettacoli Alcuni locali offrono musica live gratis
teatrali e film a ingresso libero, tutto l’anno. Il BAMcafe (p304) a Brooklyn
serate a offerta nei musei, festival tiene concerti gratuiti (world music, R&B,
e tanti spazi verdi. jazz, rock) in certe serate del venerdì e del
sabato. Ad Harlem, Marjorie Eliot (p267)
la domenica apre casa sua per jam session
di jazz a ingresso libero.
KAMIRA / SHUTTERSTOCK ©

Musei e siti
Sempre gratuiti
¨¨La High Line (p140)
¨¨National September 11 Memorial (p68)
¨¨National Museum of the American Indian (p72)
¨¨Museum at FIT (p200)
¨¨Hamilton Grange (p259)
¨¨American Folk Art Museum (p241)
¨¨Nicholas Roerich Museum (p241)

Ingresso su offerta
¨¨American Museum of Natural History (p241)
¨¨Brooklyn Museum (p274)
¨¨Museum of the City of New York (p226)
¨¨Brooklyn Historical Society (p275)

HBO Bryant Park Summer Film Festival


38

Gratuiti o a offerta libera tis, per appena $2,75 potrete attraversa-


in certi giorni re il fiume da Lower Manhattan a Brook-
¨¨MoMA (p188) – 16-21 venerdì lyn, Queens o fino a Rockaway a bordo del
NYC Ferry (www.ferry.nyc) – una piacevo-
¨¨Guggenheim Museum (p220) – 17.45-19.45 le alternativa alla metropolitana. Da mag-
sabato gio a ottobre, si può anche prendere un tra-
PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O N ew  Y o rk C ity gratis

¨¨Whitney Museum of American Art (p143) – ghetto (gratuito al mattino nei weekend
19-22 venerdì estivi, altrimenti $2) per Governors Island
¨¨Neue Galerie (p225) – 18-21 primo venerdì (p76), un’oasi priva di auto con una vi-
del mese sta impagabile.
Per qualcosa di un po’ più ardito, fate un
¨¨Frick Collection (p225) – 14-18 mercoledì e giro su uno dei kayak disponibili gratuita-
18-21 primo venerdì del mese mente all’Hudson River Park, al Brooklyn
¨¨New Museum of Contemporary Art (p113) – Bridge Park e a Red Hook (p310).
19-21 giovedì
¨¨New-York Historical Society (p240) –
18-20 venerdì
Trasmissioni televisive
¨¨Jewish Museum (p225) – sabato ingresso
Alcuni degli show più famosi della TV ame-
libero, 17-20 giovedì su offerta
ricana (p214) si registrano a New York. Il
¨¨Rubin Museum of Art (p145) – 18-22 venerdì Late Show with Stephen Colbert, il Daily
¨¨Asia Society & Museum (p226) – 18-21 Show with Trevor Noah e il Tonight Show
venerdì da settembre a giugno con Jimmy Fallon mettono a disposizione
biglietti gratuiti: prenotateli sul sito.
¨¨Museo del National September 11 Memorial
(p68) – 17-20 martedì

Tour a piedi
Informazioni Uno dei modi migliori per scoprire la città è
Per conoscere gli eventi cittadini gratuiti o farsi accompagnare da uno dei suoi abitan-
scontati andate sui siti web Club Free Time ti. Consigliamo vivamente Big Apple Greeter
(www.clubfreetime.com) e The Skint (www. (p405), che offre visite guidate gratuite con
theskint.com). Elencano con aggiornamen- newyorkesi ben lieti di mostrare la loro cit-
ti quotidiani visite guidate, concerti, semi- tà ai visitatori.
nari, conferenze, inaugurazioni di mostre,
letture di libri e molto altro ancora.
Wi-fi
Se rimanete fuori tutto il giorno e avete bi-
Sull’acqua sogno di connettervi a internet, trovere-
Il traghetto che porta a Staten Island te il wi-fi gratuito in parchi pubblici come
(p404) non costa nulla e regala grandio- la High Line, Bryant Park, Battery Park,
se vedute della Statua della Libertà, da go- Tompkins Square Park e Union Square
dersi magari con una bella birra in mano Park. Offrono la connessione wi-fi gratuita
(si compra a bordo). Benché non sia gra- anche quasi tutti i caffè e molti ristoranti.
© Lonely Planet Publications
39

ONNES / GETTY IMAGES ©


Gansevoort Market (p146)

Pasti
Dalla rivisitazione di tradizioni culinarie di tutto il mondo a specialità
che si trovano solo qui, il panorama gastronomico di New York è infinito e
travolgente, orgoglioso testimone del caleidoscopio di nazionalità dei suoi
residenti. Anche se non siete fanatici della cucina etnica o buongustai de-
terminati a visitare tutti i locali di nuova apertura, a ogni angolo troverete
dove consumare pasti memorabili.

Tutti al mercato terzetto di aree ristorazione presso il Brook-


Non lasciatevi ingannare da cemento e asfal- field Place (p81), a Lower Manhattan.
to: New York City coltiva una sana passione Dall’altra parte del fiume, ci sono il nuovis-
per prodotti ortofrutticoli freschi e la mani- simo DeKalb Market Hall (p286) a Down-
festa in molti modi. In cima alla vostra lista town Brooklyn e la piccola area ristorazione
dovrebbe figurare il Chelsea Market (p138), di Berg’n (p294) a Crown Heights.
che è fornito di ogni bendidio sia nei nego- Molti quartieri hanno mercati ortofrut-
zi (dove potete far scorta per un picnic) sia ticoli. Uno dei più grandi è lo Union Squa-
nei chioschi (presso cui potete mangiare). re Greenmarket (p179), che si svolge tutto
Negli scorsi anni hanno aperto molte altre l’anno quattro giorni la settimana. ercate su
food halls simili, tra cui il Gansevoort Mar- Grow NYC (www.grownyc.org/greenmarket)
ket (p146) nel Meatpacking District e un l’elenco degli oltre 50 mercati della città.
40
A Brooklyn, i migliori mercati del week-
INFORMAZIONI end per chi ama le specialità già pronte
sono lo Smorgasburg (p296), con oltre 100
Orari di apertura venditori artigianali, e il Brooklyn Flea Mar-
Ogni newyorkese segue la propria tabella ket (p308), con decine di banchi.
di marcia, cosicché gli orari dei pasti tendo- Altrettanto popolari sono Eataly (p174)
no a confondersi tra loro: il breakfast è servi- e Dean & DeLuca (p107), di fascia alta,
PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O PA S T I

to dalle 7 alle 12, il pranzo dalle 11.30 alle 15 e con prodotti freschi e piatti pronti di otti-
la cena dalle 17 alle 23. Il beneamato brunch ma qualità. Whole Foods è un’altra catena
del weekend va dalle 11 alle 16. apprezzata, soprattutto la sede di Brooklyn
Fasce di prezzo (p290), ecofriendly e attenta al ‘km0’.
In questa guida le seguenti fasce di prezzo si
riferiscono a una portata principale, escluse
Tour e corsi
tasse e mance: Il modo migliore per scoprire l’infinita of-
ferta culinaria newyorkese è farsi accompa-
$ meno di $15
gnare da uno del posto o partecipare a un
$$ $15-25 corso di cucina. Provate:
$$$ più di $25 Institute of Culinary Education (p87) La più
Mance grande scuola culinaria d’America: corsi di alto li-
I newyorkesi lasciano una mancia pari al 18- vello a prezzi accessibili e tour gastronomici.
20% del conto finale. Nei takeaway è bene Urban Oyster (www.urbanoyster.com) Visite gui-
lasciare un dollaro nell’apposito barattolo. date a tema per foodies in locali di alta qualità si-
tuati per lo più a Lower Manhattan e Brooklyn.
Prenotazioni
I ristoranti più gettonati seguono una di Scott’s Pizza Tours (p288) Imprevedibile e di-
queste due regole: o richiedono la preno- vertente, Scott promette di svelare tutti i segreti
tazione e allora dovete telefonare prima sul tema pizze e focacce a New York City.
(a volte anche settimane o mesi) o servo-
Nosh Walks (p405) Myra Alperson conduce
no chi arriva per primo, quindi dovrete pre-
un’ampia gamma di tour gastronomici, dedicati
sentarvi quando aprono e mangiare presto,
per lo più alle innumerevoli cucine etniche di NYC.
per evitare una coda anche di due ore. App
come Open Table e Resy a volte permetto- Pizza A Casa (www.pizzaacasa.com) Scuola mol-
no di trovare tavoli all’ultimo minuto. to amata del Lower East Side, specializzata in le-
zioni su come impastare e farcire la pizza.
Siti web e blog
Yelp (www.yelp.com) Sito web esaustivo, con Chopsticks & Marrow (www.chopsticksand
contenuto e recensioni a cura degli utenti. marrow.com) Favoloso food blog su Queens a cura
di Joe DiStefano, che vive lì e vi organizza tour.
Open Table (www.opentable.com) Servizio
di prenotazione ‘con un clic’. League of Kitchens (www.leagueofkitchens.
Tasting Table (www.tastingtable.com) Iscri- com) Corsi di cucina di donne immigrate da di-
vetevi per conoscere le ultime novità. versi paesi nella loro cucina di casa, a Brooklyn e
Queens.
Eater (https://ny.eater.com) Notizie gastro-
nomiche e panoramica di ristoranti.
Vegetariani e vegani
Serious Eats (http://newyork.serious
Sebbene sul fronte vegetariano New York
eats.com) Indiscrezioni su ristoranti e artico-
sia rimasta indietro rispetto alla West Co-
li sulla scena culinaria.
ast e, anzi, sia stata a lungo irrisa dai fo-
Grub Street (www.grubstreet.com) Arti- odies più intransigenti, oggi l’offerta è in
coli sulla ristorazione newyorkese a cura di fase di rilancio. Ciò grazie all’affermazio-
esperti. ne del movimento del ‘km0’ e alla lenta ma
Restaurant Girl (www.restaurantgirl.com) continua comparsa di nuovi locali che han-
Blogger e critica gastronomica che gira i ri- no conquistato gli scettici con i loro am-
storanti di tutta la città. bienti accattivanti e alla moda, oltre che
Eating My NYC (https://eatingmynyc.com) con vini, liquori e dessert di alta qualità. In
Guru gastronomico nato e cresciuto a NYC. cima alla lista c’è Nix (p149), ristorante
vegetariano molto creativo che ha ricevuto
recensioni entusiastiche e una stella Miche-
41
Pasti quartiere per quartiere

r
e
Harlem e Upper Manhattan

Riv
Il comfort food americano

son
incontra sapori del resto

d
Hu
del mondo (p261)

PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O PA S T I
ú
#
Upper West Side e Central Park
Qualche ristorante top nel bel mezzo Central
Park
di una zona residenziale (p241) ú
#
0
00
00
0
000
0 ú
#
00
00
0
Upper East Side
00
0 000
0000 00 0 0
0Midtown
00 00
0 0 Pranzi da signore bene e
0 00 caffè di lunga tradizione (p226) # ú
00
0 00 0000
0 000
0 00
Cucina raffinata, cocktail 0
da00
manuale 0 Queens
0 0 00(p200) #0 0
0
e deli vecchia0 00 00
maniera
000
0 00
00
0
00
0
ú Un borough multiculturale
0
0 00 0
0 00
0 che soddisfa qualsiasi
0
000 0 desiderio (p319)
West Village, Chelsea e 000 00
0
Union
000Square, Flatiron
il Meatpacking District 00
0 000
District
0 0 0 e Gramercy
Brunch per vedere ed essere 0 0 0#
0visti,
00 ú 0 0#
0
wine bar e cucina Modern American (p146)
0 0
0 0
0 0
00
0
ú C’è di tutto, da ristoranti stellati
a hamburger nel parco (p173)

SoHo e Chinatown 0
0 0
00
Noodles che costano poco, 0 East Village e Lower East Side
caffè di tendenza e ritrovi per foodies (p95) ú Ristoranti senza pretese e cucine di ogni
#
00
000
0 genere, dall’asiatica alla mediorientale (p118)
0
000
00 ú
#
Lower Manhattan0e000000
il Financial District0
00
00
00
00
00
0 ú
#
000
00
Celebrity chef e un mercato000

# Brooklyn
francese da gourmet (p80)00 0

44
00 00 0 0
Pizzerie di quartiere, ristoranti
0
0
00
00
0 0
00
0 00
premiati dalla Michelin e cucina0
Modern American retrò (p285)
00
00
00
0

44 44
00
000
0 0
00
000
0
000
00

lin. Persino i ristoranti quattro stelle più diversi, fermandosi in zone designate – per
votati alla carne stanno scoprendo il richia- esempio intorno a Union Square, Midtown
mo dei legumi, come dimostra la sezione le e il Financial District – quindi se ne cercate
potager sul menu del Café Boulud (p228) uno in particolare è meglio che ne seguiate
che offre ricercati piatti di verdure. i movimenti su Twitter. Indichiamo qui al-
I vegani possono festeggiare l’arrivo in cuni dei nostri preferiti:
tutta la città di eccellenti locali dove posso- Mad Sq Eats (p174) Un sontuoso banchetto
no mangiare senza sensi di colpa. Tra i po- stagionale al Madison Square Park.
sti migliori, Modern Love (p295), che pro-
Kimchi Taco (www.twitter.com/kimchitruck) Ap-
pone comfort food a Williamsburg, e l’ele-
petitosi tacos farciti con manzo alla coreana, nati
gante Blossom (p154), a Chelsea e in al-
dall’incontro tra Messico e Corea.
tri punti della città. Altre istituzioni sono il
Candle Cafe (p227), con varie sedi sparse Calexico Cart (www.calexico.net/locations) Ric-
in tutta la città, e Seasoned Vegan (p262), chi burritos, tacos e quesadillas.
campione del soul food a Harlem. MysttikMasaala (www.facebook.com/Mysttik
Masaala) Cucina indiana da leccarsi i baffi, in tre
Food truck e food cart punti diversi della città.
Scordatevi i carretti di bagel o di hot dog. King Souvlaki (p320) Vale la pena di arrivare
Oggi c’è un nuovo genere di ‘ristoratori mo- fino ad Astoria per la squisita specialità greca.
bili’ che sforna piatti ottimi e cucina fusion Cool Haus (https://cool.haus/foodtrucks) Gelato
particolare. I food truck seguono percorsi con biscotto e altre delizie.
42
La scelta Jeffrey’s Grocery (p151) Locale Arcade Bakery (p80) Uno
Lonely Planet di quartiere molto amato, nel dei più buoni croissant alle man-
West Village. dorle della città, a Tribeca.
Chefs Club (p99) Chef in
visita da tutto il mondo fanno
Per tipo di cucina Brunch
sfoggio delle loro ricette.
PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O PA S T I

Battersby (p288) Eccellenze Asiatica Estela (p100) Wine bar con


‘farm-to-table’ in uno dei risto- Uncle Boons (p99) Gustosa geniali piatti di stagione.
ranti di Smith St, a Brooklyn. cucina thai, una stella Michelin e Rabbithole (p296) Brunch
Gramercy Tavern (p175) tanto divertimento a Nolita. squisiti tutti i giorni fino alle 16 in
Ingredienti di qualità, ricercatezza Zenkichi (p296) Tempio del questa gemma di Williamsburg.
culinaria e la scelta tra un’animata sushi a lume di candela. Cookshop (p154) Eccellente
taverna o una sala elegante.
Lan Larb (p98) Autentica locale con posti dentro e fuori.
RedFarm (p151) Intelligenti cucina thailandese del nord-est Cafe Mogador (p121) Icona
piatti di cucina fusion asiatica in un localino economico e del brunch nell’East Village.
con sapori audaci, senza allegro ai margini di Chinatown.
prendersi troppo sul serio. ViceVersa (p205) Elegante ri-
Italiana storante di cucina italiana e per
Foragers Table (p154) Un trionfo
il brunch ai margini del Theater
di cucina ‘farm-to-table’ con piatti Il Buco Alimentari & Vineria
District.
ecosostenibili, a Chelsea. (p100) Un ristorante che sa il fatto
suo e che vi fa sentire in Italia.
Rosemary’s (p149) Splendido NYC vecchio stile
Fascia di prezzo
locale del West Village con una
cucina memorabile. Barney Greengrass (p244)
$ Da più di 100 anni serve ottimo
Chelsea Market (p153) Cibo Roman’s (p290) Menu stagio- salmone affumicato e storione.
da tutto il mondo, servito in una nali e inventiva italiana.
grande fabbrica convertita. Russ & Daughters (p135)
Barbuto (p149) Serve cucina Rinomato deli ebraico.
Taïm (p147) Eccezionali sand- italiana moderna e creativa in un
wich di falafel. ambiente vivace. Zabar’s (p250) Gastronomia
kasher e gourmet sin dagli anni
Mamoun’s (p146) Celebri panini ’30 nell’Upper West Side.
Vegetariana
piccanti ripieni di shawarma a
prezzi stracciati. Nix (p149) Serve piatti vege- Margon (p204) Un locale cu-
tariani tra i migliori della città. bano senza pretese, sempre
Golden Shopping Mall uguale a se stesso.
(p324) Specialità asiatiche di Butcher’s Daughter (p99)
tutti i tipi a Queens. Creativo menu vegetariano.
Modern Love (p295) Comfort Mercati esclusivi
$$ food con ottimi piatti vegani. e gastronomie
Upstate (p120) Banchetto di
cucina di mare nell’East Village. Eataly (p174) Il paradiso di
Panetterie chi ama il cibo italiano.
Babu Ji (p149) Street food in-
diano in una simpatica sala da Dough (p289) Forse i migliori Whole Foods, Brooklyn
pranzo vicino a Union Square. doughnut di NYC, a Brooklyn. (p290) Cibo ecofriendly
nel quartiere reinventato
Four & Twenty Blackbirds
$$$ di Gowanus.
(p290) Divine fette di pies fatte
Eleven Madison Park (p174) Union Square Greenmarket
in casa a Gowanus.
Superba cucina d’avanguardia (p179) Deliziose verdure e ottimi
con guizzi sorprendenti. Dominique Ansel Kitchen dolci provenienti da produttori
(p147) Dolci prelibatezze dello dell’Upstate.
Blue Hill (p151) Un classico nel
chef pasticcere più famoso di
West Village che prepara i suoi Le District (p83) Vasto emporio
New York City, nel West Village.
piatti utilizzando ingredienti gastronomico ben rifornito di
provenienti da una fattoria prodotti francesi.
dell’Upstate New York.
© Lonely Planet Publications
43

MATT MUNRO / LONELY PLANET ©


Radegast Hall & Biergarten (p300)

Locali
e vita notturna
Quando si tratta di locali, New York soddisfa ogni desiderio, da cocktail
lounge di tendenza a storici dive bar, da locali con birre alla spina speciali
a caffè da puristi. E non bisogna dimenticare i leggendari locali notturni
cittadini, dagli esclusivi club per celebrità ai ruspanti ritrovi indie. E se vi
spingete a downtown o a Brooklyn scoprirete la città che non dorme mai.
Cocktail storici e birre artigianali La cultura delle birre artigianali mo-
Visto che siamo nella città dove è stato in- stra lo stesso dinamismo, come attesta il
ventato il concetto di ‘cocktail’, è norma- continuo aumento di birrifici, bar e nego-
le che la preparazione dei drink a New zi che offrono birre artigianali locali. Anche
York sia tuttora un affare serio. Da Jillian se Brooklyn non è più l’importante espor-
Vose del Dead Rabbit (p83) a Eben Free- tatore di un tempo, birrifici come Brooklyn
man del Genuine Liquorette (p103), i bar- Brewery (p284) e Sixpoint (www.sixpoint.
tender al top sono vere e proprie celebrità, com) ne hanno rinverdito la fama. Anche al-
che con la loro precisione hanno creato al- tri boroughs hanno cavalcato questa moda,
cuni dei cocktail più sofisticati e innovati- con nuove realtà quali SingleCut Beersmiths
vi del mondo. E spesso nel bicchiere fa ca- (www.singlecutbeer.com) e Big Alice Brewe-
polino la storia: la passione per le riscoper- ry (www.bigalicebrewing.com) a Queens, e
te e lo stile del Proibizionismo non accenna Bronx Brewery (p266) e Gun Hill Brewing
a diminuire. Co (www.gunhillbrewing.com) nel Bronx.
44
ro da snervanti attese e delusioni. Se non
INFORMAZIONI siete frequentatori abituali dei locali not-
turni, la sfida è indovinare il look. Potete
Siti web provare a ‘imbucarvi’ in un privé con lista
New York Magazine (www.nymag.com/ chiusa, ma è assai probabile che i butta-
nightlife) Opzioni per la vita notturna in fuori non ci caschino. Non dimenticate di
brillanti recensioni scritte da chi se ne portare denaro contante, in quanto molti
PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O L O C A L I E V I TA N O T T U R N A

intende. locali (anche i più esclusivi) spesso rifiuta-


Thrillist (www.thrillist.com) Panoramica no le carte di credito, e gli sportelli banco-
su cosa va per la maggiore o sulle tenden- mat presenti sul posto applicano commis-
ze a venire nel mondo dei bar di NYC, con sioni da usura.
interviste ai suoi protagonisti.
Urbandaddy (www.urbandaddy.com) In- La città del caffè
formazioni aggiornatissime e un’utile lista Il boom di torrefazioni specializzate ha tra-
delle tendenze del momento. sformato la cultura del caffè di New York,
un tempo alquanto povera. Sempre più re-
Time Out (www.timeout.com/newyork/
sidenti chiedono caffè preparati con chic-
nightlife) Recensioni e indirizzi di dove an-
chi monorigine e diverse tecniche di pre-
dare a bere e a ballare.
parazione, e si moltiplicano i corsi per chi
partyearth (www.partyearth.com/new- vuole saperne di più. Molte torrefazio-
york) Dettagliate recensioni di locali not- ni sono succursali locali di catene famo-
turni a cura dei più profondi conoscitori se, come Stumptown da Portland (p208) e
del popolo della notte. Blue Bottle dalla Bay Area di San Francisco
(p303). Si sente in particolare l’influenza
Orari di apertura degli australiani, grazie alla presenza di ca-
Gli orari sono variabili. Alcuni dive bar tene quali Little Collins (p205) e Bluesto-
aprono anche alle 8, ma la maggior par- ne Lane (p83).
te dei locali per bere inizia a lavorare alle
17. Molti bar restano aperti fino alle 4, altri
chiudono intorno all’1 a inizio settimana e Quartiere per quartiere
alle 2 da giovedì a sabato. I club in genere
sono aperti dalle 22 alle 4 o alle 5. Lower Manhattan e il Financial District
(p83) Gli schiavi del lavoro d’ufficio del FiDi al-
Prezzi lentano il nodo della cravatta in locali di ogni ge-
Durante l’happy hour le birre costano a nere, da birrerie specializzate a ‘brandy bar’ a rino-
partire da $4; si paga in genere $7 o $8 mati cocktail bar.
per una birra alla spina normale, di più per
SoHo e Chinatown (p103) Eleganti cocktail
marche importate in bottiglia. Un bicchie-
lounge, una manciata di dive bar e alcuni locali in
re di vino costa circa $9. I cocktail specia-
stile speakeasy.
li vanno da $14 a ben oltre i $20. Per en-
trare nei club, mettete in conto di spende- East Village e Lower East Side (p123) Orgo-
re da $5 a $30. gliosa patria dei dive bar più autentici, l’East Villa-
ge è ricco di opzioni.
West Village, Chelsea e il Meatpacking District
Clubbing (p154) Il jet set si riversa in questi quartieri, ric-
I newyorkesi sono alla perenne ricerca di chi di wine bar, esclusivi lounge bar e locali gay.
novità, ragion per cui il panorama dei loca- Union Square, Flatiron District e Gramercy
li notturni cambia alla velocità della luce. (p176) Bar vintage, cocktail bar gremiti e diver-
I promoter pubblicizzano gli eventi che tenti locali studenteschi: ce n’è per tutti i gusti.
ogni settimana si tengono presso i miglio-
Midtown (p205) Rooftop bar con vista dello
ri venue di tutta la città. Se non sono pre-
skyline, cocktail bar storici e dive bar senza tante
visti eventi speciali, si può fare affidamen-
pretese: benvenuti a Midtown.
to sulle piste da ballo delle storiche istitu-
zioni cittadine. Harlem e Upper Manhattan (p265) Fiorente
Quando si decide di andare per loca- mix di favolosi locali di musica live, bar in stile spe-
li, non è mai una cattiva idea pianificare akeasy e dive bar vecchia maniera.
con un certo anticipo; far mettere il pro- Brooklyn (p297) Brooklyn offre di tutto in quan-
prio nome in lista può mettere al ripa- to a vita notturna e Williamsburg ne è la capitale.
45
La scelta Astoria Bier & Cheese (p326) La Colombe (p105) Miscele forti
Lonely Planet Birra artigianale e formaggi di per intenditori, a downtown.
qualità ad Astoria, Queens.
Little Collins (p205) Un tributo
Silvana (p265) Bar seminterrato Bohemian Hall & Beer Garden alla cultura del caffè di Melbourne,
ad Harlem con ottima musica live (p326) Birre ceche servite da a Midtown East.
ogni sera della settimana. personale dal forte accento nel
Kaffe 1668 South (p84) Ottimo
beer garden prediletto di NYC.

PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O L O C A L I E V I TA N O T T U R N A
House of Yes (p300) Meta sen- caffè (e spazio per sedersi) a
za eguali per una notte di diver- Birreria (p176) Birre chiare non Tribeca.
timenti, in un ex magazzino di filtrate e non pastorizzate in un
Bushwick. rooftop bar di Flatiron.
Club e locali con DJ
Apothéke (p103) Lounge ricco
di atmosfera ed ex fumeria d’op- Carta dei vini Cielo (p157) Un moderno clas-
pio con ottimi cocktail; un po’ na-
sico del Meatpacking District.
scosto a Chinatown. Terroir Tribeca (p84) Una carta
Le Bain (p158) Una folla ben
Rue B (p123) Piacevole localino dei vini enciclopedica e illuminata
vestita continua a riversarsi in
dell’East Village con musica jazz nella trendy Tribeca.
questo club molto amato vicino
dal vivo e una clientela simpatica. La Compagnie des Vins alla High Line.
Maison Premiere (p300) Assen- Surnaturels (p104) Un tributo ai
Berlin (p123) Sembra di tornare
zio, julep e ostriche sono le stelle vini francesi a pochi passi da Little
alla sregolatezza delle discoteche
di questo tributo a New Orleans, a Italy.
d’un tempo in questa specie di
Williamsburg. Buvette (p155) Vivace wine bar bunker nell’East Village.
a lume di candela in una via albe-
Bossa Nova Civic Club (p301)
rata del West Village.
Cocktail Un piccolo locale alla moda di
Immigrant (p124) Vini e servizi Bushwick per chi cerca qualcosa
Bar Goto (p127) Icona del Lower eccellenti in un ambiente minima- di diverso dal solito.
East Side, al cui timone c’è il più lista dell’East Village.
celebre ‘mixologist’ di NYC.
Dive bar
Dead Rabbit (p83) Cocktail Appuntamenti
frutto di ricerche meticolose,
romantici Spring Lounge (p104) Beoni,
punch e pop-inns (birre chiare
impiegati incravattati e giovani
aromatizzate) in un locale del FiDi.
Manhattan Cricket Club cool si ritrovano in questo
Employees Only (p155) (p245) Cocktail bar intimo e veterano della protesta a Nolita.
Bartender professionisti e progettato in modo piacevole.
Sunny’s (p298) Il nostro dive
interessanti libagioni in un West
Pegu Club (p104) Drink d’auto- bar preferito a Red Hook, vicino al
Village senza tempo.
re in un locale di SoHo che si ispi- lungofiume di Brooklyn.
Lantern’s Keep (p209) Cocktail ra alla Birmania.
Cowgirl SeaHorse (p84) Ci si
classici ed eleganti in uno storico
Ten Bells (p127) Lume di candela, diverte sempre in questo locale a
hotel di Midtown.
bellezza, drink eccellenti e tapas tema nautico di Lower Manhattan.
Genuine Liquorette (p103) nel Lower East Side.
Una bodega in stile californiano a
Little Branch (p156) L’eleganza in Analcolici
Little Italy che serve drink creativi
stile speakeasy è di tendenza e
con giocosa irriverenza.
nessuno la propone meglio di North End Grill (p83) Squisiti
quest’oasi del West Village. succhi di frutta e prodotti
Birra artigianali nel bar-and-grill di
Danny Meyer, a downtown.
Caffè
Spuyten Duyvil (p300) Uno dei
NoMad (p351) Sofisticati
posti più amati di Williamsburg,
Stumptown Coffee Roasters mocktail (cocktail analcolici) in
con birre particolari e di alta
(p208) Baristi hipster servono il una lussuosa oasi vittoriana.
qualità.
caffè di questa torrefazione di
Flatiron Lounge (p176) Mocktail
Bier International (p265) Le Portland.
freschi preparati con ingredienti di
migliori birre europee alla spina,
Bluestone Lane (p83) Maestro stagione e stile art déco, a
ad Harlem.
della torrefazione australiana, Flatiron.
all’ombra di Wall St.
© Lonely Planet Publications
46

HIROYUKI ITO / CONTRIBUTOR / GETTY IMAGES ©


Il New York City Ballet che si esibisce in Glass Pieces presso il David H. Koch Theater (p239)

Divertimenti
Attori, musicisti, ballerini e artisti di ogni tipo sciamano verso le scin-
tillanti luci della Grande Mela, nella speranza di riuscire finalmente a
sfondare. Risultato? Il pubblico è viziato dal continuo afflusso di incredibili
talenti che si dedicano con passione al proprio mestiere e ne ridefiniscono i
confini. Non a caso si dice: ‘se ce la fai qui, ce la puoi fare ovunque’.
Teatro duzione inferiori rispetto a quelli degli spet-
Da quella leggendaria fabbrica di successi che tacoli di maggior richiamo. Gli spettacoli ‘off
è Broadway ai malconci teatri a scatola nera off Broadway’, in genere di teatro sperimen-
disseminati a downtown, il teatro a NYC è tale, vanno in scena in teatri ancora più pic-
presente in tutte le sue forme. I palcosceni- coli, spesso con costi di produzione ridotti al
ci più prestigiosi sono, naturalmente, quelli minimo.
di Broadway (soprannominata nel 1902 ‘The Alcuni dei migliori teatri non di Broadway
Great White Way’ per le sue insegne lumino- sono il Public Theater (p105), il Performing
se). È realmente qualcosa di magico sedersi in Garage (sede dello sperimentale Wooster
una delle sue sale eleganti e farsi trasportare Group), la St Ann’s Warehouse (p304) e la
altrove man mano che le luci si abbassano. Brooklyn Academy of Music (p304); questi
Il termine ‘off Broadway’ non ha un sen- ultimi due si trovano a Brooklyn. Per il resto,
so geografico: indica semplicemente teatri più la più alta concentrazione di teatri è nell’East
piccoli (da 200 a 500 posti) con budget di pro- Village e nel West Village.
47
Oltre ai teatri tradizionali, un’ottima occa-
sione per vedere spettacoli di qualità la offre INFORMAZIONI
Shakespeare in the Park (p240). La fila per
i biglietti in genere è lunga, ma si è ripaga- Calendari e recensioni
ti da posti a sedere gratuiti e spettacoli out- ¨¨Playbill (www.playbill.com), editore dei
door con grandi attori a Central Park. programmi gialli e bianchi distribuiti dalle
maschere di Broadway, ha anche una ver-

PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O D I V E R T I M E N T I
Musica live sione online.
NYC è la capitale USA della musica live: l’of- ¨¨Talkin’ Broadway (www.talking
ferta negli splendidi spazi sparsi nei vari bo- broadway.com) offre gustose recensioni,
roughs è tale da soddisfare tutti i gusti. La e mette a disposizione una bacheca dove
musica lirica e classica di più alto livello è ap- ognuno può vendere o comprare biglietti
pannaggio del Lincoln Center; i grandi del inutilizzati.
jazz e gli artisti emergenti suonano nei club ¨¨Tra le pubblicazioni tradizionali: New
di tutta la città, ma soprattutto a Harlem, a York Times, New York Magazine e Time
Midtown e nel Village. I grandi nomi della Out.
musica indie rock si esibiscono a downtown,
oltre che a North Brooklyn. Gli artisti più af- Biglietti
fermati suonano negli stadi, dal Madison Per comprare i biglietti, potete andare di-
Square Garden al Barclays Center, e l’estate rettamente ai botteghini dei teatri o servir-
porta con sé un’esplosione di festival all’aper- vi di una delle tante rivendite specializzate
to, tra cui diversi importanti eventi dedica- (molte delle quali chiedono un supplemen-
ti all’hip-hop. Per il cartellone aggiornato, v. to), ordinandoli online o per telefono.
New York Magazine e Time Out. Broadway Line (www.broadway.org) Pre-
sentazioni degli spettacoli di Broadway e
Danza biglietti a buon prezzo.
Chi ama la danza non avrà che l’imbarazzo SmartTix (www.smarttix.com) Ottimo per
della scelta, visto che sia il New York City tutto tranne Broadway, con informazio-
Ballet (p248) sia l’American Ballet The- ni su spettacoli comici, cabaret, arti del-
atre (cartina p464; %212-477-3030; www.abt. lo spettacolo, musica, danza e prosa a
org; David H. Koch Theater, Lincoln Center, 64th St, downtown.
all’altezza di Columbus Ave; b1 fermata 66th St-
Telecharge (www.telecharge.com) Ven-
Lincoln Center) hanno sede qui. Un altro im-
de biglietti per spettacoli di Broadway e
portante palcoscenico per la danza è il Joy-
‘off-Broadway’.
ce Theater (p161), con produzioni con-
temporanee da ogni angolo del globo. Non Theatermania (www.theatermania.com)
mancano poi le compagnie di danza mo- Calendari di eventi, recensioni e biglietti
derna, tra cui quelle di maestri quali Al- per tutti i tipi di spettacolo teatrale.
vin Ailey, Paul Taylor, Merce Cunningham, Ticketmaster (www.ticketmaster.com)
Martha Graham, Bill T. Jones, Mark Mor- Un’istituzione, con biglietti per ogni possi-
ris e di tutta una serie di coreografi emer- bile forma di divertimento di grande richia-
genti che spesso portano i loro spettacoli in mo di pubblico.
qualche palcoscenico di downtown e alla
TKTS Booths Biglietti scontati per spet-
Brooklyn Academy of Music (p304).
tacoli di Broadway del giorno stesso, con
Tenete presente che ci sono due stagioni
punti vendita a Midtown (p185), South
per la danza: quella primaverile, da marzo
Street Seaport (p63) e Downtown
a maggio, e quella tardo autunnale, da ot-
Brooklyn (www.tdf.org; 1 Metrotech Center,
tobre a dicembre. Ma potete star tranquilli
all’angolo tra Jay St e Myrtle Ave, Promenade,
di riuscire a trovare qualcosa in qualunque
Downtown Brooklyn; h11-18 mar-sab, spes-
periodo dell’anno.
so chiuso 15-15.30; bA/C, F, R fermata Jay
St-Metrotech).
Spettacoli comici
È facile farsi una bella risata nella Grande
Mela, dove i comici affinano i loro sketch posti migliori per la comicità si trovano
e improvvisano nuovi pezzi (nel caso dei a downtown, soprattutto intorno a Chel-
talenti meno noti, magari nella speran- sea e Greenwich Village. Diversi festi-
za di far colpo su qualche talent scout). I val, tra cui il New York Comedy Festival
48
(www.ny­comedy­festival.com; hnov), richiama-

JOSEPH M. ARSENEAU / SHUTTERSTOCK ©


no grandi nomi in città durante tutto l’ar-
co dell’anno.

Cinema e televisione
Dimenticate i classici multisala americani
che proiettano blockbuster. Uscire per an-
PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O D I V E R T I M E N T I

dare al cinema a New York è una cosa seria,


come dimostra il proliferare di sale che pro-
pongono produzioni indipendenti, classici,
film d’avanguardia, pellicole straniere o co-
munque fuori dall’ordinario. I frequenti fes-
tival cinematografici, come il Tribeca Film
Festival (%212-941-2400; www.tribecafilm.com;
hapr), contribuiscono a vivacizzare ulterior-
mente la scena.
Uno dei tesori per cinefili meno conosciu-
ti di New York è la ricca collezione di film
di tutti i generi e angoli del mondo del Mu-
seum of Modern Art (p188). La Film Socie-
ty del Lincoln Center (p248) proietta un’in-
credibile varietà di documentari e film d’es-
sai. Altrettanto notevole il BAM Rose Cine-
mas (p304), che predilige anch’esso film
d’autore e vecchie pellicole.
Una manciata di show televisivi (p38)
viene registrata a Midtown Manhattan, tra
Richard Rodgers Theatre (p210), la sede di Hamilton
cui il Saturday Night Live e il Late Show
with Stephen Colbert. È possibile far parte
del pubblico prenotandosi online o cercan-
do dei biglietti standby. coln Center (p239) e la celebre Carnegie
Hall (p212). Per qualcosa di più innovati-
vo, date un’occhiata alla programmazione
Opera lirica e musica classica della Brooklyn Academy of Music.
Quando si dice opera a New York, subito si
pensa allo sfarzo delle eccezionali produzio-
ni della Metropolitan Opera (p248). Ma Quartiere per quartiere
entro i confini cittadini convivono molte al-
tre realtà liriche. L’encomiabile compagnia Lower Manhattan e il Financial District
di Amore Opera (cartina p466; %347-948- (p85) A Tribeca hanno sede il Flea Theater e
4588; www.amoreopera.org; Riverside Theatre, 91 SoHo Rep, due prestigiose compagnie teatrali.
Claremont St, tra 120th St e 122nd St; biglietti a par- East Village e Lower East Side (p130) Perfor-
tire da $40; b1 fermata 116th St, 1 fermata 125th mance sperimentali, concorsi poetici e sketch co-
St) allestisce spettacoli magnifici nella sua mici riempiono di risate i teatri sotterranei.
nuova sede di uptown, il Riverside Theatre.
Tra le compagnie itineranti si segnala Ope- West Village, Chelsea e il Meatpacking District
ra on Tap (www.operaontap.org/newyork), che si (p159) Il centro non ufficiale del panorama jazzi-
esibisce non nei grandi teatri, ma nei bar di stico mondiale; a Chelsea si trovano inoltre molte-
Brooklyn. Un altro gruppo creativo di Bro- plici compagnie di danza.
oklyn è LoftOpera (%347-915-5638; www.loft Midtown (p210) Spettacoli all’insegna dell’esa-
opera.com; Brooklyn; biglietti $30), che, fedele al gerazione, novità del teatro americano, jazz ses-
suo nome, mette in scena opere condensate sion di alto livello e il meglio della comicità.
in un loft di Gowanus.
Upper West Side e Central Park (p245) Il Lin-
La scelta tra musica sinfonica, da camera
coln Center offre infiniti eventi culturali, altri teatri
o eseguita da solisti è molto ampia, e spes-
hanno spazi più raccolti per la musica live.
so sono le produzioni più all’avanguardia a
rubare la scena. Per spettacoli tradiziona- Brooklyn (p304) Un po’ di tutto, dagli spettacoli
li e su grande scala, da non perdere il Lin- classici ai gruppi di indie rock di Williamsburg.
49
La scelta Soho Rep (p85) Uno dei teatri Museum of Modern Art (p189)
Lonely Planet di prosa più incisivi e innovativi Un must per cinefili, con un cartel-
della città. lone splendidamente curato.
Richard Rodgers Theatre (p210) St Ann’s Warehouse (p304) Film Society of Lincoln Center
Sede di uno dei maggiori successi Fucina di creatività, con sede in (p248) Due cinema eccellenti al
di Broadway: Hamilton, una uno splendido nuovo spazio vicino centro della creatività di NYC.
lezione di storia americana con al lungofiume di Brooklyn.

PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O D I V E R T I M E N T I
sonorità tipicamente urbane.
Jazz
Brooklyn Academy of Music
Opera
(p304) Venerato teatro con ope-
e musica classica Jazz at Lincoln Center (p212) Un
re d’avanguardia, soprattutto nel
programma innovativo a cura del
famoso Next Wave Festival.
Metropolitan Opera House grande del jazz Wynton Marsalis.
Eugene O’Neill Theatre (p211) (p248) Affascinante cornice per Village Vanguard (p164) Mitico
Allestisce alcune delle migliori produzioni liriche tra le miglio- jazz club del West Village.
produzioni di Broadway, come il ri al mondo.
divertente Book of Mormon. Smalls (p164) Minuscolo locale
National Sawdust (p304) in un seminterrato del West Villa-
Jazz at Lincoln Center (p212) Compositori contemporanei d’a- ge che evoca decenni passati.
Vista su Central Park e concerti di vanguardia che fondono musica
altissimo livello. classica, opera e suoni dal mondo. Barbès (p304) Per celebrare la
musica più sconosciuta da ogni
Carnegie Hall (p212) Brooklyn Academy of Music angolo del mondo, a Park Slope.
Leggendaria sala da concerti, (p304) Opere innovative sul
valorizzata da un’acustica prestigioso palcoscenico di Birdland (p213) Locale di ten-
perfetta; ospita dall’opera al jazz. Brooklyn che sforna successi. denza a Midtown che ospita gran-
di ensemble, gruppi di jazz afro-
Brooklyn Bowl (p310) Eccellen- Bargemusic (p307) Quartetti cubano e altro.
te programma di concerti di funk, d’archi su una chiatta ormeggiata
indie rock e world music, più birra sull’East River.
e piste da bowling! Rock
Danza Bowery Ballroom (p131)
Show di Broadway Famosa sala da concerti di
Joyce Theater (p161) Il miglior downtown.
Book of Mormon (p211) Comicità palcoscenico di NYC dedicato
intelligente dai creatori di South esclusivamente alla danza. Music Hall of Williamsburg
Park. (p306) Indie rock a volontà a
New York Live Arts (p160) Brooklyn.
Chicago (p213) Uno degli show Spettacoli tendenzialmente spe-
più scintillanti di Broadway. rimentali, con compagnie di tut- Rockwood Music Hall (p130)
to il mondo. C’è sempre musica in questo
Kinky Boots (p212) Prenotate
locale del Lower East Side.
con largo anticipo per questo mu- New York City Center (p213)
sical fuori dalle righe. Eccellente programma di danza, Bell House (p304) Innovativo
nonché mini festival. programma di musica indie e folk
Hamilton (p210) Se non trovate
a South Brooklyn.
i biglietti, provate a fare la fila fuori Brooklyn Academy of Music
dal teatro per quelli rimessi in ven- (p304) Il Mark Morris Dance
dita in seguito alle rinunce. Group e altre compagnie. Comicità
Upright Citizens Brigade
Off-Broadway Film Theatre (p210) Sketch comici
spassosi e improvvisazioni.
Playwrights Horizons (p212) Nitehawk Cinema (p305) Otti-
Vetrina di sceneggiature potente- mo cibo e cocktail accompagna- Caroline’s on Broadway (p213)
mente espressive. no prime visioni e film stranieri, a Dove vedere le performance di
Williamsburg. comici famosi.
Signature Theatre (p212) Le
opere di alcuni dei migliori dram- Film Forum (p105) Altro inno- Creek and the Cave (p328)
maturghi in circolazione. vatore di downtown, con ottimo Locale comico fuori dagli schemi
repertorio di film indipendenti. a Long Island City.
© Lonely Planet Publications
50

GORAN BOGICEVIC / SHUTTERSTOCK ©


Brooklyn Flea (p308)

Shopping
New York City è una delle capitali mondiali di business, creatività e moda.
Non sorprende, dunque, che sia anche è una delle migliori destinazioni del
pianeta per lo shopping. Ogni nicchia è ben rappresentata – da boutique
indipendenti a epici department stores, dal vintage alla haute couture, dai
vinili all’Apple store, dagli antiquari ai mercati alimentari da gourmet.
Non mancano certo le occasioni per spendere!
Centro della moda sto solo, allora entrate direttamente nei de-
Essendo una delle capitali mondiali della partment stores. New York ne ha una quan-
moda, New York detta le tendenze che poi tità sconcertante, ma non perdetevi Barneys
tutti nel paese seguiranno. Se volete scoprire (p215), Bergdorf Goodman (p215), Macy’s
quali saranno le mode che vedrete per stra- (p216) e Bloomingdale’s (p215).
da la prossima stagione, visitate alcune delle
boutique più amate della città, anche se non Icone newyorkesi
intendete comprare nulla. Per fare solo alcu- Alcuni negozi sono assurti definitivamen-
ni nomi: Opening Ceremony, Issey Miyake, te al ruolo di leggenda, tanto che New York
Marc Jacobs, Steven Alan, Rag & Bone, John non sarebbe la stessa senza di loro. Per l’ab-
Varvatos, By Robert James e Piperlime. bigliamento firmato, Century 21 (p85) è
Se avete poco tempo, o se volete dare un’oc- un’istituzione, con capi di D&G, Prada, Marc
chiata a più marche concentrate in un po- Jacobs e di molte altre case di moda a prez-
51
zi scontati. Per gli amanti della parola scrit-
ta, Strand (p165) è la libreria più gran- INFORMAZIONI
de e più fornita della città. Gestito da ebrei
chassidici, B&H Photo Video (p216) è un Siti web
paradiso per patiti di apparecchi audio e The Goods by Vox (www.vox.com/the-
digitali. Per l’usato (vestiti, mobili e libri), goodsm) Nuovissimo blog di shopping.
un punto di riferimento da sempre è Hou- New York Magazine (www.nymag.com)

PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O S H OPP I N G


sing Works (p167), associazione no profit Opinioni attendibili sui migliori negozi del-
con numerosi punti vendita in città. la Grande Mela in cui strisciare la carta di
credito.
Mercatini delle pulci e vintage
The Glamourai (www.theglamourai.com)
Per quanto i newyorkesi siano attratti da Patinato blog di Downtown dedicato alla
tutto ciò che è nuovo e luccicante, trovano moda, pieno di innovative idee di stile.
anche divertente rovistare tra articoli e ve-
stiti usati. Il mercatino delle pulci più amato Da seguire
è il Brooklyn Flea (p308), ospitato in spazi Women’s Wear Daily (twitter.com/wwd)
diversi lungo tutto l’anno. Un’altra gemma è Le ultime notizie in fatto di moda a New
l’Artists & Fleas (p309), con artigiani e arti- York City e non solo, da una delle migliori
sti. L’East Village è il quartiere dei negozi di pubblicazioni di settore.
seconda mano e vintage – uniforme dell’in-
Andre Leon Talley (www.twitter.com/Offi
crollabile legione di hipster.
cialALT) È il redattore di moda più quota-
to di Vogue.
Svendite di campionario
L’abbigliamento scontato si trova tutto l’an- New York Times (www.twitter.com/NYT
no – in genere sotto forma di saldi di fine Fashion) Tutto quello che succede nel
stagione o vendite di liquidazione – ma mondo della moda.
spesso si tengono anche svendite di cam-
Orari di apertura
pionario, per lo più negli immensi magaz-
In generale, la maggior parte dei negozi è
zini del Fashion District di Midtown o a
aperta dalle 10 alle 19 circa nei giorni fe-
SoHo. Nate per disfarsi di capi unici difet-
riali e dalle 11 alle 20 circa il sabato. La do-
tati, oggi queste svendite liberano le case
menica alcuni negozi sono chiusi e altri os-
di moda delle rimanenze, mentre gli ac-
servano gli stessi orari di sempre. In gene-
quirenti trovano abiti firmati con un for-
re chiudono più tardi nei quartieri di down-
te sconto. Per avere notizie aggiornate, con-
town. Le piccole boutique hanno spesso
sultate NY Racked (http://ny.racked.com/
orari variabili; per esempio, molte aprono
sales). I negozi di usato in conto vendita
solo alle 12.
sono altri buoni posti per cercare capi di
marca (in ottime condizioni) a prezzi ridot- Tasse sulla vendita
ti; i patiti dello shopping sanno che l’Up- I capi di abbigliamento e le scarpe che co-
per East Side è un ottimo terreno di caccia, stano meno di $110 sono esentasse. Su
grazie a negozi come Michael’s (p232). tutto il resto viene invece applicata una
tassa dell’8,875% sul prezzo esposto.

Quartiere per quartiere


Midtown (p215) Department store leggenda-
Lower Manhattan e il Financial District ri, punti vendita di catene internazionali, qualche
(p85) Anche se non è un centro dello shopping, chicca conosciuta solo da pochi e… un gran guar-
Lower Manhattan riserva qualche perla rara. dare le vetrine!
SoHo e Chinatown (p105) West Broadway è Upper East Side (p231) Lungo Madison Ave sfi-
come un gigantesco centro commerciale all’aper- lano le boutique più costose di tutto il paese.
to, una specie di bazar globale.
Upper West Side e Central Park (p249) Sede
East Village e Lower East Side (p131) Un para- di alcuni ottimi negozi di libri (nuovi e usati), così
diso per hipster con articoli vintage e di design. come di alcune piccole boutique.
West Village, Chelsea e il Meatpacking District Brooklyn (p307) Un sano mix di boutique indi-
(p164) Bleecker St, arrivando da Abingdon Sq, è pendenti e negozi di usato (i cui proventi in alcuni
orlata di boutique, così come la vicina W 4th St. casi vanno a enti benefici).
52
La scelta Moda maschile Musica
Lonely Planet
By Robert James (p133) Abiti Rough Trade (p303) I dischi
Barneys (p215) I fashionisti maschili rigorosi di un nuovo in vinile sono tutt’altro che tra-
che fanno sul serio vengono da osannato stilista locale. montati in questo ampio nuovo
Barneys, dove sono certi di tro- negozio e spazio per concerti.
Nepenthes New York (p216)
vare le etichette che contano.
PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O S H OPP I N G

Collettivo giapponese che ven- A-1 Records (p133) Inesau-


Brooklyn Flea (p308) Arredi de un assortimento di prestigio- ribili scaffali di dischi nell’East
di modernariato, abiti vintage e se etichette. Village.
bric-a-brac. Odin (p165) Minuscola bou- Black Gold Records (p307)
ABC Carpet & Home (p179) tique del West Village con abbi- Vinili rari (più caffè e animali
Allestito su sei piani come un gliamento maschile unico. impagliati).
museo, ABC è pieno di tesori
grandi e piccoli. Per i bambini Casalinghi di design
MoMA Museum & Book Store
(p216) Perfetto per volumi il- Dinosaur Hill (p133) A East Shinola (p86) A Tribeca, ac-
lustrati, stampe, gioielli moderni Village, giocattoli divertenti e cessori insoliti di un’azienda
e originali articoli per la casa. creativi, libri e musica per ispira- all’avanguardia di Detroit.
re le giovani menti.
Idlewild Books (p165) Fonte di A&G Merch (p309) Intelligenti
ispirazione per viaggiatori e Mary Arnold Toys (p232) Un e creative idee arredo.
sognatori, con titoli su tutto il forziere di giochi, giocattoli e al-
Magpie (p250) Curiosità eco-
mondo. tre idee regalo.
friendly per il proprio nido.
Fishs Eddy (p179) Splendidi Books of Wonder (p179) Molte
pezzi per la casa in questo nego- eccellenti idee regalo, più letture Souvenir
zio che attira l’attenzione, vicino di storie nel negozio.
a Union Square. Lower East Side Tenement
Articoli vintage Museum (p112) Libri, gioielli,
Boutique di moda borse, foulard e altro.
Beacon’s Closet (p165) Un
New York Public Library
Rag & Bone (p107) Abiti dal nuovo look… e senza rapinare
(p197) Carta da lettere, shop-
taglio sartoriale per uomini e una banca, in questo splendido
per, fermalibri a forma di leone
donne, a SoHo e altrove. negozio vintage.
e T-shirt grafiche a soggetto let-
John Varvatos (p132) Abbi- Screaming Mimi’s (p167) Un terario.
gliamento robusto ma navigato vasto assortimento di abiti ac-
Museum of the City of New
in un ex rock club di downtown. cattivanti dei decenni passati.
York (p226) Idee regalo targate
Opening Ceremony (p107) Resurrection (p108) Abiti NYC nel bel gift- shop del museo.
Abiti e scarpe moderni che non quasi nuovi di haute couture.
passano inosservati per gli avan- Idee regalo particolari
guardisti della moda di SoHo. Librerie
De Vera (p107) Bellissimi og-
Moda femminile Strand Book Store (p165) In- getti in vetro e d’arte.
dubbiamente la miglior libreria
Brooklyn Superhero Supply
Shishi (p250) Rifatevi il guar- di seconda mano di NYC.
Co (p309) Eccentriche attrez-
daroba senza fare un mutuo, McNally Jackson (p108) Per zature per supereroi in erba; i ri-
in questo gioiellino dell’Upper curiosare tra i libri e ascoltare cavati vanno in beneficenza.
West Side. reading letterari a SoHo.
Obscura Antiques (p132) Un
Verameat (p132) Gioielli squisiti Housing Works Book Store vero ‘gabinetto di curiosità’ con
che uniscono bellezza e capriccio. (p109) Pittoresca libreria pezzi strani e misteriosi.
MiN New York (p105) Fragranze dell’usato con caffè interno, a
Bowne Stationers & Co
evocative in una profumeria Nolita.
(p86) Poster vintage di NYC,
pensata come una farmacia. 192 Books (p167) Perfetta li- carta da lettera a tema e altro, in
breria di quartiere a Chelsea. questa storica tipografia.
© Lonely Planet Publications
53

Sport e attività
Anche se fermare un taxi a New York può sembrare uno sport estremo e
aspettare un treno sul binario della metropolitana nell’afa estiva fa sudare
più che la sauna, nel loro tempo libero i newyorkesi amano fare vera attivi-
tà fisica. E considerati i limitati spazi verdi a loro disposizione, è sorpren-
dente per i visitatori scoprire quanto riescano a essere dinamici.
Sport spettacolo ball League): i New York Giants (www.giants.
BASEBALL com), team storico forte di quattro vittorie
New York è uno dei pochi angoli degli States nel Super Bowl (l’ultima nel 2011), e i New
dove il baseball regna ancora sovrano, sur- York Jets (www.newyorkjets.com), le cui par-
classando football e basket. I biglietti parto- tite registrano sempre il tutto esaurito.
no da $15 – un affarone per veder giocare i Entrambe giocano al nuovo MetLife Sta-
team di casa nei loro stadi da poco inaugura- dium (%201-559-1500, biglietteria 201-559-1300;
ti. Le due squadre della Major League dispu- www.metlifestadium.com; Meadowlands Sports
tano 162 partite di campionato, da aprile a Complex, East Rutherford, NJ; g351 da Port Autho-
ottobre, quando poi cominciano i playoff. rity, dNJ Transit dalla Penn Station a Meadowlands)
nel New Jersey (NJ Transit v da Manhattan
New York Yankees (p266) I Bronx Bombers sono ia Seacaucus Junction, $11 andata e ritorno).
la più importante dinastia del baseball negli USA: dal La stagione NFL va da agosto a gennaio o
1900 a oggi hanno vinto le World Series 27 volte. febbraio e conta 16 partite (in genere la do-
New York Mets (p328) Sono presenti nella National menica pomeriggio), cui si aggiungono fino a
League sin dal 1962, ma i Mets restano il team ‘nuovo’ tre turni di playoff prima del Super Bowl.
a New York; hanno vinto il campionato nel 2015.
HOCKEY
BASKET La NHL (National Hockey League) ha tre
Nell’NBA giocano due squadre di NYC. Il squadre nell’area metropolitana di NYC;
team arancio e blu dei New York Knicks ognuna scende in pista tre-quattro volte la
(www.nyknicks.com) continua a essere ama- settimana durante il campionato, da settem-
to dai newyorkesi nonostante gli occasionali bre ad aprile.
scandali, e disputa le partite in casa al New York Rangers (www.nyrangers.com) La più se-
Madison Square Garden (p213). Dall’altra guita di Manhattan, gioca al Madison Square Garden.
parte dell’East River, i Brooklyn Nets, ex
New Jersey Nets, giocano nel Barclays Cen- New York Islanders (www.newyorkislanders.com)
ter (p307), uno stadio high-tech. La stagio- Dopo la stagione di vittorie degli anni ’80 (quattro
ne NBA va da ottobre a maggio-giugno. La Stanley Cup consecutive), gli Islanders hanno perso
squadra di basket femminile New York Li- il favore locale. Le loro azioni sono in rialzo da quan-
berty è arrivata in finale quattro volte, ma do, nel 2015, si sono trasferiti al Barclays Center
non ha mai vinto un campionato. La WBNA (p307) di Brooklyn .
va da maggio a ottobre e il Madison Square
ROLLER DERBY
Garden ospita le partite in casa.
La serie tutta al femminile di NYC dedicata al
FOOTBALL roller derby, la Gotham Girls Roller Derby
Gran parte dei newyorkesi segue le partite (www.gothamgirlsrollerderby.com; biglietti $20-50;
delle due squadre della NFL (National Foot- hmarzo-agosto; c), ha quattro squadre: le
54
Bridge Park offre vista incredibile di Man-
INFORMAZIONI hattan per tutti i suoi 2 km.

Siti web Bicicletta


NYC Parks (www.nycgovparks.org) Infor- Negli ultimi anni NYC ha fatto passi da gi-
mazioni sui servizi nei parchi, tra cui pisci- gante per rendersi più ‘bike-friendly’, ag-
ne a ingresso libero, campi di basket e car- giungendo centinaia di chilometri di piste
PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O S PO R T E AT T I V I TÀ

tine delle piste ciclabili nei boroughs. ciclabili. Consigliamo comunque a chi non
New York Road Runners Club (www.nyrr. è esperto di limitarsi ai percorsi meno traf-
org) Organizza corse e gare in tutta la città ficati nei parchi e lungo le vie d’acqua.
durante i weekend, oltre alla maratona. Il bike-sharing Citi Bike (www.citibike
Central Park (www.centralparknyc.org)
nyc.com) è comodo per percorsi brevi, ma
Un interminabile elenco di attività ed even-
per quelli più lunghi è meglio il noleggio. I
ti nello spazio verde più amato di NewYork.
tour permettono di vedere molto e merita-
no di essere presi in considerazione. Consi-
NYC (www.nycgo.com/sports) Riporta gliamo Bike the Big Apple (p405).
tutti i principali eventi sportivi e le attività
in corso in città. Sport acquatici
Biglietti Questa è un’isola, dopo tutto, e le oppor-
Con così tante squadre e partite di campio- tunità per stare in acqua abbondano. La
nato, c’è sempre qualcosa da vedere. Alcu- Downtown Boathouse (p87) offre usci-
ne squadre hanno biglietterie e canali per te gratuite in kayak di 20 minuti (attrez-
la vendita online (alla voce ‘Tickets’), ma zatura compresa) in un tratto protetto
nella maggior parte dei casi potete procu- dell’Hudson; ha una sede anche su Gover-
rarvi i biglietti tramite Ticketmaster (www. nors Island. Anche la Manhattan Commu-
ticketmaster.com). Un altro sito di preven- nity Boathouse (p217), al molo della 56th
dita è StubHub (www.stubhub.com). St, ha uscite gratuite in kayak e lezioni.
A Central Park, la Loeb Boathouse
(p251) noleggia barche a remi per gite
Bronx Gridlock, le Brooklyn Bombshells, le romantiche, e in estate persino in gondo-
Manhattan Mayhem e le Queens of Pain. le alla veneziana. Per un’avventura in bar-
Sono tra le migliori giocatrici di questo sport ca a vela, salite sullo Schooner Adirondack
che vi possa mai capitare di vedere: come (p168) presso i Chelsea Piers.
All-Stars le rollers hanno vinto i campionati I surfisti si stupiranno nello scoprire una
mondiali per cinque volte, quattro delle comunità di cultori delle onde alla Rocka-
quali consecutive. Le partite si disputano way Beach (p316) di Queens, sulla 90th
ogni mese da marzo ad agosto in varie sedi; St, che da Midtown si raggiunge con una
benché esagitate, sono adatte anche alle corsa in treno di 75 minuti (linea A).
famiglie. Poiché registrano spesso il tutto
esaurito, comprate i biglietti in anticipo. Sport di strada
Cemento e asfalto sono dappertutto, quin-
Corsa di sono molti gli sport e persino i tornei
I circuiti di Central Park sono più praticabi- che si giocano per strada. Si trovano partite
li durante le ore in cui non circolano le auto, di pick-up basket in tutta la città: il campo
ma sono comunque affollati di ciclisti e pat- più famoso è il West 4th Street Basketball
tinatori. Il sentiero di 2,5 km che corre in- Courts, noto come ‘the Cage’ (la gabbia). In
torno al Jacqueline Kennedy Onassis Reser- alternativa potete provare l’Holcombe Ru-
voir (dove era solita correre Jackie O) è ri- cker Park ad Harlem, dove molti big del-
servato a corridori e pedoni; vi si accede tra l’NBA si sono fatti le ossa. Altre partite di
la 86th St e la 96th St. Frequentato da chi pick-up si disputano nel Tompkins Square
corre è il percorso lungo lo Hudson: il tratto Park e nel Riverside Park.
migliore è quello che va dalla 30th St a Bat- Anche la palla­muro e lo stickball sono
tery Park, a Lower Manhattan. Nell’Upper popolari: troverete campi di palla­muro in
East Side c’è un tracciato che costeggia FDR tutti i parchi cittadini. Per lo stickball, in-
Dr e l’East River (dalla 63rd St alla 115th St). vece, cercate la Emperors Stickball League
A Brooklyn, Prospect Park ha molti percorsi (www.stickball.com) del Bronx per assistere
(e un circuito di 4,8 km), mentre il Brooklyn a una partita la domenica nei mesi estivi.
55
La scelta Bryant Park (p199) Una pic- tevi il bagno turco, una hot tub e
Lonely Planet cola e piacevole oasi in mezzo ai una sauna tra pareti rocciose.
grattacieli di Midtown.
Central Park (p235) Il parco Madison Square Park (p172) Bowling
giochi della città ha colline on- Piccolo e grazioso parco tra
dulate, viali alberati, prati verdi e Midtown e downtown. Brooklyn Bowl (p310) Un
un bel lago.

PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O S PO R T E AT T I V I TÀ
Fort Greene Park (p278) De- classico di Williamsburg che è
Chelsea Piers Complex liziosa piccola oasi di verde a contemporaneamente un ritrovo
(p168) Ogni attività immagi- Brooklyn perfetta per un picnic. hipster, uno spazio per concerti
nabile, dal kickboxing all’hockey e una sala da bowling.
su ghiaccio, sotto un unico enor- Gantry Plaza State Park
(p316) Un incantevole parco Chelsea Piers Complex (p168)
me tetto.
dove rilassarsi sul lungofiume di Per una partita a bowwling
New York Spa Castle (p329) Long Island City, a Queens. seguita da una passeggiata
Un colosso tra le spa, ha prezzi lungo lo Hudson.
accessibili e si ispira alle antiche Inwood Hill Park (p261) Pace,
boschi e paludi a Upper Man- Lucky Strike (p217) Diverten-
tradizioni coreane.
hattan. te serata al bowling, a Midtown.
Brooklyn Bridge Park (p272)
Spazio verde splendidamente
progettato sul lungofiume: è l’or- Attività indoor Attività insolite
goglio di Brooklyn.
Cliffs (p329) Un gigantesco Royal Palms (p299) Nel regno
Prospect Park (p273) Fuggite dello shuffleboard troverete non
complesso da arrampicata a
la folla in questo magnifico par- solo campi, ma anche food truck
Long Island City, a Queens.
co di Brooklyn con sentieri, colli- e microbirrifici.
ne, un canale, un lago e prati. Brooklyn Boulders (p310)
Un altro posto magnifico per New York Trapeze School
i rocciatori – questo a South (p168) Sfoderate le vostre doti
Sport spettacolo Brooklyn. circensi in questa scuola per tra-
pezisti.
New York Yankees (p266) Jivamukti (p180) Elegante
centro yoga vicino a Union Gotham Girls Roller Derby
Una delle squadre di baseball
Square. (p53) Una delle migliori squadre
più vincenti degli Stati Uniti.
al mondo di questo sport di con-
New York Giants (p53) I Area Yoga & Spa (p310) Ottimo tatto disputa le proprie partite in
‘giganti’ giocano nel New Jersey. centro yoga nella salutista varie sedi.
Cobble Hill.
New York Knicks (p213) Ve- Jump into the Light VR (p135)
dete i Knicks andare a canestro 24 Hour Fitness (p217) Sfidate voi stessi in questa sala
al Madison Square Garden. Allenatevi a qualunque ora (e in giochi all’avanguardia dedicata
molte sedi diverse) in questo alla realtà virtuale.
Brooklyn Nets (p307) La nuo- centro per il fitness.
va squadra NBA è il simbolo del-
MNDFL (p167) Sentitevi rin-
la rinascita di Brooklyn. Giardini
giovaniti grazie a un corso di
Brooklyn Cyclones (p305) meditazione.
Gioca nella minor league di Brooklyn Botanic Garden
baseball vicino alla boardwalk (p281) Giardini giapponesi,
di Coney Island. Spa piante indigene e una fotogenica
fioritura dei ciliegi a primavera.
New York Mets (p328) L’altra
New York Spa Castle (p329) New York Botanical Garden
squadra di baseball di NYC gioca
Un paese delle meraviglie di ca- (p266) Venti ettari di foresta
al Citi Field, a Queens.
scate e bagni turchi; un po’ lon- con alberi secolari nel Bronx.
tano, a Queens.
Cloisters Museum & Gardens
Spazi verdi urbani Russian & Turkish Baths (p260) Graziosi giardini vicino
(p135) Simbolo dell’East Villa- a edifici medievaleggianti.
Governors Island (p76) Isola ge sin dal 1892.
chiusa al traffico poco lontana High Line (p140) A rubare la
da Lower Manhattan o Brooklyn. Great Jones Spa (p109) Pre- scena qui sono le piante selvati-
notate un massaggio, poi gode- che e l’erba altissima.
© Lonely Planet Publications
56

New York City


LGBTIQ
Da coppie di sposini che escono mano nella mano dall’ufficio comunale
indossando cappelli identici con la scritta Bride & Bride all’Empire Sta-
te Building che si tinge dei colori dell’arcobaleno durante il Gay Pride,
New York City è una delle città più gay-friendly del mondo. È difficile com-
petere con la ricchezza e la qualità delle sue offerte, dai cabaret ai locali
notturni, dai festival ai reading letterari.
Folleggiare nei giorni feriali Daniel Nardicio (www.danielnardicio.com)
Qui nella Grande Mela, ogni sera è buona Josh Wood (www.joshwoodproductions.com)
per vivere la città – soprattutto per la comu-
nità gay, che l’addenta con gusto durante la Spank (www.spankartmag.com)
settimana. Le serate di mercoledì e giove-
dì sono un imperversare di party, ma ai new- Quartiere per quartiere
yorkesi piace scatenarsi pure la domenica
(soprattutto in estate). Le feste del weekend, East Village e Lower East Side Versioni un po’ più
benché ugualmente spassose, tendono a es- buie, sudate e grezze dei locali del West Side.
sere più ‘bridge and tunnel’, pensate cioè per
chi viene da fuori, mentre i ‘Manhattanites’ Union Square, Flatiron District e Gramercy Ospi-
preferiscono ritrovarsi con gli amici, provare tano una piccola compagine di succursali di locali
nuovi ristoranti e far festa in casa. gay dell’East Village, West Village e Chelsea.
West Village, Chelsea e il Meatpacking District
Promotori di eventi Bar e club di fama consolidata nel Village, scena in
Per sintonizzarvi sulla giusta lunghezza d’on- declino nella costosa Chelsea.
da, seguite i vari annunci di eventi e i blog
Midtown Hell’s Kitchen il nuovo epicentro del mon-
dei promoter che più si adattano alle vostre
do arcobaleno, con una miriade di negozi, bar, risto-
abitudini. Ecco alcuni di quelli che preferia-
ranti e locali notturni gay o gay-friendly.
mo noi:
Brooklyn Un borough dalle molte facce con una co-
BoiParty (www.boiparty.com)
munità gay eterogenea e locali di varia natura sparsi
The Saint at Large (www.saintatlarge.com) un po’ dappertutto.

RISORSE LGBT
Il LGBT Community Center (p164), uno dei centri di attività e servizi per la comunità LGBT
più grandi del mondo, mette a disposizione materiale a profusione sugli eventi e sulla vita
notturna gay nella regione e ospita spesso eventi: dance party, mostre d’arte, spettacoli de-
gni di Broad­way, letture e dibattiti su temi politici. È inoltre sede del National Archive for Le-
sbian, Gay, Bisexual & Transgender History (consultabile dai ricercatori su appuntamento),
di un piccolo spazio espositivo noto come Campbell-Soady Gallery e di un centro dove con-
nettersi a internet e fare ricerche online.
57
La scelta Locali vecchio stile Dancing queens
Lonely Planet
Marie’s Crisis (p157) Un ex Industry (p209) Frequentatis-
NYC Pride (p30) Tutto lo locale di prostitute del Village simo bar di Hell’s Kitchen che a
spasso di una sfilata arcobaleno. diventato un piano bar dove si notte fonda si trasforma in club.
cantano celebri brani di musical.
Leslie-Lohman Museum of Monster (p158) Sfacciati go-

PIA NI FI CA RE I L VIAGG I O N E W Y O R K C I T Y L G B T I Q
Gay & Lesbian Art (p92) Il Stonewall Inn (p158) Prota- go boy e drag queen ancora più
primo museo al mondo sull’arte gonista delle rivolte delle drag osé intrattengono la clientela nel
LGBT. queen durante i disordini di Sto- seminterrato.
newall nel ’69.
Industry (p209) Uno dei locali Therapy (p210) Pista piccola
più amati nel quartiere in ascesa Julius Bar (p158) Il più vecchio ma divertente, perfetta quando
di Hell’s Kitchen. gay bar del Village. si ha bisogno di cambiare scena
rispetto ai mega club.
Marie’s Crisis (p157) Cantate Cock (p127) Ironicamente sconcio,
a squarciagola in questo un tempo un locale gay/punk.
divertente bar del West Village. Nei giorni feriali
Duplex (p161) Battute Per le donne Therapy (p210) Musica, drag
esagerate, crooner e un
queen e personaggi dello
divertentissimo piano bar in Ginger’s (p299) Drink speciali
showbiz movimentano le serate.
questo storico locale del Village. nella happy hour, karaoke e il
bingo la domenica richiamano le Flaming Saddles (p209)
Eagle NYC (p159)
ragazze in questo ‘G-spot’ di Barman-cowboy che vi versano
Dissolutezza e leather a più non
Brooklyn. liquori giù per la gola: chi ha
posso.
detto che durante la settimana
Cubbyhole (p158) Un veterano
ci si annoia?
del Village, con musica da
Hotel jukebox e clientela di habitué Boxers NYC (p177) Questo
che ama chiacchierare. bar sport vede ‘marcature stret-
Ink48 (p353) Vedute dello te’ fuori e dentro il campo.
skyline a breve distanza dai bar Henrietta Hudson (p158) Un
e club di Hell’s Kitchen. tipico dive bar, divertente e affol-
Standard East Village (p347)
lato di rocker molto cool. Festival
Un boutique hotel chic ma
NYC Pride (p30) A giugno,
frizzante nell’East Village. Di giorno un intero mese di feste, even-
Chelsea Pines Inn (p347) ti culturali e la famosa sfilata
Brunch on Ninth Avenue
Poster di Hollywood, camere lungo la Fifth Ave.
(p146) Occupate un tavolo sul
intitolate alle dive e un indirizzo
marciapiede e osservate la ‘fau- NewFest (www.newfest.org) Il
a Chelsea.
na’ tipica di Hell’s Kitchen. principale festival cinematogra-
Hotel Gansevoort (p349) Da fico gay di NYC, con una setti-
Shopping a Chelsea (p164)
jet set, con piscina sul tetto, nel mana di pellicole a ottobre.
Migliorate il vostro stile facendo
Meatpacking District.
acquisti da Nasty Pig e in altre MIX New York Queer Experi-
eccentriche boutique di mental Film Festival (www.face
Chelsea. book.com/mixnyc) Quattro gior-
ni di cinema gay d’avanguardia e
Pier 45 (p143) Pantaloncini
politico, a marzo.
stretti e coppie di fidanzatini: un
classico dell’estate al sole.
Fire Island (p333) Unitevi ai
ricchi e sexy in questo rifugio
gay tra dune di sabbia poco al
largo di Long Island.
© Lonely Planet Publications
58

PIERRE JEAN DURIEU / SHUTTERSTOCK ©


Visitare
New York City
Lower Manhattan Shopping. . . . . . . . . . . . . . . . 164 Divertimenti . . . . . . . . . . . . . 245
e il Financial District. . 62 Sport e attività. . . . . . . . . . . 167 Shopping. . . . . . . . . . . . . . . . 249
Da non perdere. . . . . . . . . . . . . 64 Sport e attività. . . . . . . . . . . 251
Che cosa vedere. . . . . . . . . . . 72
Union Square, Flatiron
District e Gramercy. . 169 Harlem
Pasti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 80
Locali e vita notturna . . . . . . 83 Da non perdere. . . . . . . . . . . . 171 e Upper Manhattan . . 253
Divertimenti . . . . . . . . . . . . . . 85 Che cosa vedere. . . . . . . . . . . 172 Da non perdere. . . . . . . . . . . . 255
Pasti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 173 Che cosa vedere. . . . . . . . . . 257
Shopping. . . . . . . . . . . . . . . . . 85
Locali e vita notturna . . . . . . 176 Pasti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 261
Sport e attività. . . . . . . . . . . . 87
Divertimenti . . . . . . . . . . . . . . 177 Locali e vita notturna . . . . . 265
SoHo e Chinatown. . . . 88 Shopping. . . . . . . . . . . . . . . . 179 Divertimenti . . . . . . . . . . . . . 267
Da non perdere. . . . . . . . . . . . . 90 Sport e attività. . . . . . . . . . . 180 Shopping. . . . . . . . . . . . . . . . 267
Che cosa vedere. . . . . . . . . . . 92 Sport e attività. . . . . . . . . . . 268
Pasti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 95
Midtown. . . . . . . . . . . . . 181
Da non perdere. . . . . . . . . . . . 183 Brooklyn . . . . . . . . . . . 269
Locali e vita notturna . . . . . 103
Che cosa vedere. . . . . . . . . . 196 Da non perdere. . . . . . . . . . . . 271
Divertimenti . . . . . . . . . . . . . 105
Pasti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 200 Che cosa vedere. . . . . . . . . . 275
Shopping. . . . . . . . . . . . . . . . 105
Locali e vita notturna . . . . . 205 Pasti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 285
Sport e attività. . . . . . . . . . . 109
Divertimenti . . . . . . . . . . . . . 210 Locali e vita notturna . . . . . 297
East Village Shopping. . . . . . . . . . . . . . . . 215 Divertimenti . . . . . . . . . . . . . 304
e Lower East Side. . . . . 110 Sport e attività. . . . . . . . . . . . 217 Shopping. . . . . . . . . . . . . . . . 307
Da non perdere. . . . . . . . . . . . 112 Sport e attività. . . . . . . . . . . 310
Che cosa vedere. . . . . . . . . . . 117 Upper East Side . . . . . 218
Da non perdere. . . . . . . . . . . 220 Queens. . . . . . . . . . . . . . 311
Pasti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 118
Locali e vita notturna . . . . . 123 Che cosa vedere. . . . . . . . . . 225 Da non perdere. . . . . . . . . . . . 313
Divertimenti . . . . . . . . . . . . . 130 Pasti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 226 Che cosa vedere. . . . . . . . . . 315
Shopping. . . . . . . . . . . . . . . . . 131 Locali e vita notturna . . . . . 228 Pasti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 319
Sport e attività. . . . . . . . . . . 135 Divertimenti . . . . . . . . . . . . . 231 Locali e vita notturna . . . . . 326
Shopping. . . . . . . . . . . . . . . . 231 Divertimenti . . . . . . . . . . . . . 328
West Village, Chelsea Sport e attività. . . . . . . . . . . 232 Shopping. . . . . . . . . . . . . . . . 329
e il Meatpacking Sport e attività. . . . . . . . . . . 329
District. . . . . . . . . . . . . . 136 Upper West Side
Da non perdere. . . . . . . . . . . . 138 e Central Park. . . . . . . 233 Gite di un giorno. . . . . 330
Che cosa vedere. . . . . . . . . . 143 Da non perdere. . . . . . . . . . . . 235
Pernottamento. . . . . . 341
Pasti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 146 Che cosa vedere. . . . . . . . . . 240
Locali e vita notturna . . . . . 154 Pasti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 241
Divertimenti . . . . . . . . . . . . . 159 Locali e vita notturna . . . . . 244 WTC Transportation Hub (p69)
59

NEW YORK CITY


DA NON PERDERE

Statua della Libertà.........64


Ellis Island.........................66
National September 11
Memorial and Museum...68
One World Trade Center... 70
Chinatown....................... 90
Lower East Side
Tenement Museum.........112
New Museum of
Contemporary Art..........113
St Marks Place................115
Chelsea Market.............. 138
High Line......................... 140
Washington
Square Park.................... 142
Union Square..................171
Times Square................. 183
Empire State Building.... 186
Museum of Modern Art.188
Grand Central Terminal.190
Rockefeller Center......... 192
Chrysler Building........... 193
Roosevelt Island............. 195
Guggenheim Museum.. 220
Metropolitan
Museum of Art............... 221
Central Park...................235
Lincoln Center............... 239
Cathedral Church
of St John the Divine......255
Il Ponte di Brooklyn........ 271
Brooklyn Bridge Park.....272
Prospect Park.................273
Brooklyn Museum.......... 274
MoMA PS1...................... 313
60

I quartieri

66
66
6 66
666
HUNTS

v e lt Dr
ver
sa ike ey

Ri y
9
# POINT
P kw
e
en p s

r
Av
ck rn er

ive

k
e
Ha Tu w J

ik
c

le

nR
np

Rikers
en

Central
e

nel

e
N

Island

os
ds
dso
Tu

Park
Ton

Ro
8

Hu
ey

Hu

#
# 7 #
rs

UNION li D COLLEGE
nry

â
Je

nk n
CITY CORONA POINT

66
666
6666
666
66
Metropolitan ASTORIA
He
ew

f
# al Pkw
Museum of Art Gra n d C entr
N

Fra

LONG

y
Museum of Modern Art â # ISLAND JACKSON
CITY HEIGHTS d
Times Square æ #æ# f
#
WOODSIDE Nort
hern Blv
Rockefeller CenterAve FLUSHING
Empire State Building æ n
# f
# kso
6 # SUNNYSIDE c
er

Ja Queens B
HOBOKEN y
b
# wy
#4 #
# lvd
East Riv

High Line æ ve pw xp
ki Sky 5 t A eens Ex dE

66
66
6 6
6666
66 66
Pulas i n lan
e np
o u g Is
wa

G re L on
Q
y

n-

NOHO ly MASPETH
JERSEY ok
FOREST
CITY # 3
2 #
nd A
ve Bro HILLS
National September 11 WILLIAMSBURG
Gra ve A wy
Memorial & Museum á # Brooklyn A M etro p o l it a n ve Pk
i n son
ng

i
# Bridge Park 1 Flu
sh Rob
# DUMBO
÷ Myrtle Av
e kie

66
66
66 66
66 6
66
Ellis BUSHWICK
Island Br J ac
BROOKLYN oa ve
aic a A
dw Ave
Statuaá FORT
# Governors HEIGHTS GREENE BEDFORD- ay Ja m ntic
della Libertà Island Fulto STUYVESANT A t l a
COBBLE n St
HILL
OR Y

PROSPECT CROWN
RED
W Y SE

HEIGHTS
K

HOOK PARK HEIGHTS


NE JER

Eastern Pkwy NEW


SLOPE LOTS
Upper Prospect

66666
66
a
W

New York Park #


NE

Bay Blvd
y

k
w

Li n d e n P
lt
FLATBUSH BROWNSVILLE Be
wy
C ros

SUNSET
n Pk PROSPECT BROOKLYN
PARK
toil
PARK SOUTH
sB

m Bay
BAY
Ha BOROUGH
CANARSIE ca
ai
ay B
Coney

RIDGE r t PARK m
Fo

6
6666
Ja

lvd

DYKER MAPLETON
y
w

HEIGHTS
Island A
y

H
w

s
Pk

ng

Staten
Ki
y

Island
Fl
Ba

Bel
us
ve

t Pk
wy BENSONHURST
hi
g n
Av

Big
e

Lower

66
6666
6
New York Bay Channel
ROCKAWAY
h r PARK
CONEY ac l D
ISLAND ay Inlet Be nne
kaw a
Roc Ch
ROXBURY
ROCKAWAY
POINT

ATLANTIC
OCEAN
e
# 00 5 km
2.5 miles
61

1 Lower Manhattan 6 Midtown p181


e il Financial District p62 È la zona ‘da cartolina’: Times Square, l’Empi-
Con simboli come Wall St, il National Sep- re State Building, i teatri di Broadway, i can-
tember 11 Memorial and Museum e la Sta- yon di grattacieli e i fiumi di persone lungo
tua della Libertà, la punta meridionale di le strade. Sempre qui si trovano il Museum
Manhattan, frenetico centro di business di of Modern Art (MoMA), Bryant Park, i lus-

I q uartieri L o cali
giorno, si assopisce di notte. Tribeca, tutta- suosi negozi della Fifth Ave e i gay bar di
via, continua a essere animata anche dopo il Hell’s Kitchen.
tramonto grazie a una scorta segreta di risto-
ranti e lounge bar.
7 Upper East Side p218
Boutique di lusso su Madison Ave e residen-
2 SoHo e Chinatown p88 ze sofisticate lungo la parallela Fifth Ave, che
Templi, venditori ambulanti che smerciano culmina nel tripudio del Museum Mile: uno
chincaglieria e locali che servono zuppe di dei tratti con il maggior tasso di cultura della
ravioli fumanti si allineano lungo le caotiche città, se non del mondo.
strade di Chinatown, mentre SoHo, nei pres-
si, fa da contraltare con le sue raffinate arterie
disseminate di vetrine con le marche più no- 8 Upper West Side
te del mondo. E da qualche parte tra i due c’è e Central Park p233
Little Italy (ormai veramente ‘little’).
Contraltare tipicamente newyorkese alla giun-
gla di cemento e asfalto, Central Park è una
fuga nel verde dai clacson e dai marciapiedi
3 East Village che non vedono mai il sole. L’Upper West Side,
e Lower East Side p110 che costeggia il parco con palazzi residenziali
Vecchio e nuovo si incontrano a ogni isolato di classe, ospita il Lincoln Center.
di questi due quartieri di downtown, tra i più
‘hot’ per la vita notturna e per una cucina a
prezzi contenuti che attira in egual misura stu- 9 Harlem e Upper
denti, banchieri e tipi scalcagnati. Manhattan p253
Harlem e Hamilton Heights, bastioni della cul-
tura afroamericana, offrono ristoranti e musi-
4 West Village, Chelsea e il ca. Arrivate fino a Inwood per un po’ di verde,
Meatpacking District p136 oppure fate un salto a Morningside Heights
Tortuose strade vecchio stile e townhouse ben per immergervi nella vita studentesca.
conservate offrono infinite opzioni per una ce-
netta intima o per un drink a due nel West Vil-
lage. Il vicino Meatpacking District pullula di a Brooklyn p269
locali notturni di gran moda; più a nord, Chel- Oggi è riconosciuto in tutto il mondo come si-
sea ospita centinaia di gallerie d’arte e un’ani- nonimo di ‘arte e tendenze’. In effetti è assai
mata scena gay. più di un covo di hipster, come vorrebbero certi
stereotipi: questo ampio borough ospita quar-
tieri tra i più interessanti, antichi e cultural-
5 Union Square, Flatiron mente vari di NYC, fantastici ristoranti, locali,
District e Gramercy p169 negozi e spazi per l’intrattenimento.
Intorno a Union Square non c’è molto da ve-
dere, ma succede sempre qualcosa tra l’accoz-
zaglia di dimostranti, artisti di strada e uomini b Queens p311
d’affari. A nord, Madison Square Park è un’ele- Composito mosaico di comunità, Queens è tut-
gante oasi di verde sulla strada per Midtown. to da scoprire, anche per i newyorkesi. Assag-
Le tranquille strade intorno a Gramercy sono giate le prelibatezze etniche di Astoria, ammi-
per lo più residenziali, ma contano una man- rate l’arte contemporanea a Long Island City e
ciata di ristoranti e locali di classe. fate surf a Rockaway Beach.
© Lonely Planet Publications
62

Lower Manhattan
e il Financial District
WALL STREET E FINANCIAL DISTRICT | NEW YORK HARBOR | BATTERY PARK CITY | EAST RIVER WATERFRONT
| CITY HALL E CIVIC CENTER

I top 5
1 Statua della Libertà Zero, oggi splendido luogo tacieli illuminati al tra-
(p64) Salire in cima alla commemorativo. monto attraversando il
statua più famosa degli Stati 3 One World Trade Cen- porto su un traghetto-icona:
Uniti, sbucare nella sua co- ter (p70) Schizzare fino fantastico e gratuito!
rona e ammirare la Grande in cima all’edificio più alto 5 Ellis Island (p66)
Mela di fronte a voi. dell’emisfero occidentale: Scoprire come l’America è
2 National September dallo One World Observatory diventata quel che è oggi
11 Memorial and Museum il panorama di Manhattan è nel punto d’arrivo degli emi-
(p68) Riflettere sulle vite strepitoso. granti più commovente e
perdute e sulla capacità 4 Staten Island Ferry storicamente importante del
di ricominciare al Ground (p87) Contemplare i grat- paese.

0
0 0
0 00 00 00 0 0
0 0
0
00
0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
0 0 0000 00 0000 0 0
0 0
0 00 0
0 0
0
0000 0 0 0 0 0 0 0 0 0 CHINATOWN
0 0 St
0 0 0 0 0
0 0
0 0
0 TRIBECA 0 0000 0000 00 on
0
000 00 0
0 00 0 Duane 0 0 0 0 0 0 0 Ro
w
dis
Pl

0 0 0 0 St
0 0 0 0 0 0
00 0
0 0
0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 k a Dr
0 0 00
St James

0 0 0 0 0 0 0 0 0 ar M
elt
Gre

W Broadway

0
0 00 00 00000
0 0
0 0
0 0
0 0
0 000 ev
tre St

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
P

0 0 0 0 0 s
enw

0
Nelson0A 0 Chambers St 0 o
0
0 0
0 0
Rockefeller0 0
0 0 0 0 0 Ro
0 0 0 City 00000 0
Hall 00
D
ich

000
Broadway

C en

Park 0 0 0 0 i n
0 0 0 0 0 0 TWO k l
Murray St 0
Park 0 0 0 00
0 000 an
St

0 0 0 0 BRIDGES
0 0
0 0
0 0
0 0
0 a n0
Fr0
0 Fr
Wes

0 0 0 kfort
0 0 0
w

0 0 0 0 00 0 S t
Ro

0 0 0 0 0 0
0 0 0 0 0 0 0
0 0
Bar
0 clay St r 0 00 Bro
t St

0 0 00 0 0 okly
k

0 0 0 0 0 Pa
l St

0 00 00 0 00
0 0
0 0
0 0
0 0 0 0 n Br
0 0
0 00 0
ey 0
S t 0 0 0 0 0 0 0
0 00
idge
es 0 0 0 0 0
Pear

0
(We

V0 0 0 0
Church St

00
0 00 0 0 0 0 0 #
3
0
0 0
0 0
0 0
0 0
0 00 00
0 0 0 0
t

0 0 0 0 0 0 00 0 0 0
S

0 0 0 0 0 0
0 0
0 0
0 0 0 0 0 0 0 0 Fu lto n St
t

0
st S

0 0 0 0 0 0 0 0 0
nt

0 0 0
Gold S

00 0
0 0000 00 00 00 0 0#0 0 0 0 0 0
2 0 0 0 0
Fro

0 0 0 0 0
0 000000000000 0 0 0 0
0 0
ide

0 0
North
0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 00 00 0
0 0
0 C
0
Cove
0 0
000 00 00 0
00000000000 0 0 0 0 ortland LOWER
0 0 0 0 0 0 00
0
Hw

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
0 t MANHATTAN
0 0 0 0 0 0 0 0 tS
0 BATTERY
0 0 0 0 0 000
0 000000 0
0 0
0 0 0 0 0
y)

0
0 0
PARK 00 0
CITY 0 0 0 0 0
00 St 0 00000
Ma
00 000 0 iden Brooklyn
00 000
r

0 Albany
La Bridge Park
Rive
Nassau St
Hud

Dr
Trinity Pl

(Pier 1)
Broadway

t
elt
nt S
son

Wall St
East
sev

St
Riv

Fro
Roo
Green

r
ve
er

a
St
Battery Pl

Be
in D
er
wich S

0
Wat

0 0
nk l

0 0
0 0
000
Fra

0 0000000
W

0 0 0 0 Pl
t

0 0 0
hi t

r y FINANCIAL
0 0 0 00
Robert F at t e 0 0 0
0 0
0 0
eh

Wagner Jr B Battery 0
0 0
DISTRICT
0 0
0 0
al l

Park Park 0 0
0 0
0 00
St

00
0 0
So

0
0 0 0
00
0 0 0
ut

St 0 0000
h

Via d 0 0
uct 0
0
0
0
00
000
Upper New York Bay 0
#
4 0 500 m
e
D

#0 0.25 miles
D

# (1.2mi)
5 # (1.9mi)
1
Per maggiori dettagli v. cartina a p438 A
63
I consigli
Un po’ di programmazione vi aiuterà a risparmiare molto
tempo a Lower Manhattan. Acquistate online i biglietti per Lonely Planet
le imperdibili Ellis Island (p66) e Statua della Libertà Se cercate biglietti sconta-
(p64; prendete il primo traghetto della mattina ed evi- ti per gli show di Broadway,
tate i weekend, specie in estate). Avrete bisogno di quattro evitate la biglietteria in Times
o cinque ore per esplorare entrambe – portate il necessa- Square e scegliete la filia-
rio per un picnic perché in loco il cibo è pessimo. Convie- le TKTS (www.tdf.org; tra Front

Low er M an h at tan e il Financial D is tric t 


ne acquistare online anche i biglietti per il museo e memo- St e John St; h11-18 lun-sab, 11-
riale dell’11 Settembre e il vicino One World Observatory. 16 dom; bA/C, 2/3, 4/5, J/Z
Diversi musei della zona di Battery Park, come lo fermata Fulton St; R/W ferma-
Skyscraper Museum (p77), il Museum of Jewish Herita- ta Cortlandt St) di South Street
ge (p76) e il National Museum of the American Indian Seaport. Qui le code sono più
(p72), possono tranquillamente riempire mezza gior- veloci e si possono acquista-
nata. Per rendervi conto della frenetica attività del Finan- re anche i biglietti per le ma-
cial District, visitatelo durante le ore d’ufficio; se volete tinée del giorno dopo (diver-
osservare con calma le case in stile Federal, i templi neo- samente dalla sede di Times
classici e i primi grattacieli di New York, tornate più tardi. Square). La app offre la lista
Se il tempo è dalla vostra parte, godetevi il sole e la vi- in tempo reale dei posti di-
sta del fiume dal Pier 15 (South Street Seaport) o attraver- sponibili.
satelo sul ponte di Brooklyn: la vista di Lower Manhattan
vi lascerà senza fiato. Ogni sera è movimentata nei rino-
mati ristoranti e cocktail bar di Tribeca.
5 Il meglio –
Ristoranti
¨¨Locanda Verde (p81)
Vita di quartiere ¨¨Bâtard (p81)
¨¨Caffè Altro che le solite catene: chi se ne intende va ¨¨North End Grill (p83)
da Bluestone Lane (p83) e La Colombe (p84). ¨¨Brookfield Place (p81)
¨¨Vino Il vino scorre gratis la domenica pomeriggio da ¨¨Two Hands (p81)
Pasanella & Son (p86).
V. p80.A
¨¨Shopping Un giro al Pearl River Mart (p86) per
trovare simpatici souvenir dal tocco asiatico.

6 Il meglio –
¨¨Cultura Spettacoli teatrali che spingono il pubblico a
chiedere il bis al Flea Theater (p85). Locali
¨¨Evasioni Bicicletta, relax e arte interessante nell’oasi
¨¨Dead Rabbit (p83)
estiva di Governors Island (p76).
¨¨Brandy Library (p83)
¨¨Smith & Mills (p85)
Trasporti ¨¨Bluestone Lane (p83)
V. p83.A
¨¨Metropolitana Il Financial District è ben collegato
con il resto di Manhattan e Brooklyn, Queens e il

1 Dove rivivere
Bronx. Fulton St è la principale stazione di scambio: qui
passano le linee A/C, J/Z, 2/3 e 4/5. La linea 1 termina al il passato
South Ferry, dove parte il traghetto per Staten Island.
¨¨Autobus Dal terminal dello Staten Island Ferry gli ¨¨Ellis Island (p66)
autobus utili sono M15 (per East Village, Midtown ¨¨Fraunces Tavern Museum
East, Upper East Side e East Harlem), M55 e M20 (per (p72)
Tribeca, West Village, Chelsea e Midtown West). ¨¨South Street Seaport
¨¨Traghetti Lo Staten Island Ferry Terminal (p87) Museum (p77)
è all’estremità meridionale di Whitehall St. I traghetti ¨¨African Burial Ground
per Governors Island (p76) partono dall’adiacente National Monument (p80)
Battery Maritime Building. I battelli per Liberty Island e ¨¨Federal Hall (p74)
Ellis Island (p65) salpano dal vicino Battery Park.
V. p66.A
DA NON PERDERE
STATUA DELLA LIBERTÀ

HAYLEON68 / BUDGET TRAVEL ©


Lady Liberty guarda implacabile l’Europa ‘decadente’ CURIOSITÀ
sin dal 1886. Soprannominata la ‘Madre degli esuli’, la
statua condanna simbolicamente le rigide strutture ¨¨La Statua della
sociali del Vecchio Continente. ‘Datemi le vostre stan- Libertà pesa 225 ton-
che, povere masse accalcate, bramose di vivere libere, nellate e misura 93 m
i miserabili rifiuti dei vostri lidi brulicanti’, dichiara la dal suolo alla cima della
statua nel famoso poema The New Colossus (1883) di torcia.
Emma Lazarus.
DA SAPERE
Dall’Egitto all’America
Molti sarebbero sorpresi di sapere che, in realtà, il gigan- ¨¨cartina p438, C8
tesco dono della Francia agli USA in origine era stato con- ¨¨%212-363-3200,
cepito dallo scultore Frédéric-Auguste Bartholdi come un biglietti 877-523-9849
colosso da porre all’entrata del Canale di Suez, una delle ¨¨www.nps.gov/stli
massime opere dell’ingegneria francese del XIX secolo. Il
¨¨Liberty Island
tributo di Bartholdi all’ingegno gallico voleva incorporare
due elementi delle sette meraviglie del mondo antico: il Co- ¨¨interi/bambini con Ellis
Island $18,50/9, con la
losso di Rodi e il faro di Alessandria d’Egitto. Nonostante
corona $21,50/12
stuzzicasse la vanità umana, l’ambizioso monumento non
riuscì ad attirare finanziatori né in Francia né in Egitto e ¨¨h9.30-17, orario prolun-
il sogno di Bartholdi sembrò destinato a restare sulla car- gato in estate
ta. Fu un amico dello scultore, Edouard René Lefèbvre de ¨¨fper Liberty Island,
Laboulaye, a salvare il progetto. Giurista, scrittore e attivi- b1 fermata South Ferry;
sta antischiavista, de Laboulaye propose di regalarlo all’A- 4/5 fermata Bowling
merica come simbolo del repubblicanesimo e dei valori Green
democratici alla base della società francese come di quella
americana. Bartholdi colse al volo l’occasione e trasformò
il suo colosso di Suez nella ‘Libertà che illumina il mondo’, un pregevole dono per com-
memorare il centenario della Dichiarazione d’Indipendenza americana.
65

La costruzione della Lady CONSIGLI


L’artista dedicò quasi vent’anni a trasformare il suo
sogno in realtà – ossia creare il monumento cavo e Per riuscire a visitare sia
trasportarlo a pezzi al New York Harbor, dove venne la Statua della Libertà
assemblato. Durante questo periodo il progetto ven- sia Ellis Island in giorna-
ne ostacolato da seri problemi finanziari, ma fu so- ta, occorre prendere un

Low er M an h at tan e il Financial D is tric t S tatua della libertà


stenuto in parte grazie all’impegno profuso nella rac- traghetto della compa-
colta dei fondi dall’editore di quotidiani Joseph Pu- gnia Statue Cruise
litzer, oltre che dalla poetessa Emma Lazarus, la cui Ferry (cartina p438;
citata poesia in onore di Lady Liberty faceva parte di %877-523-9849; www.
una campagna per raccogliere denaro per la costru- statuecruises.com; interi/
zione del piedistallo della statua, progettato dall’ar- bambini a partire da
chitetto americano Richard Morris Hunt. Il lavoro di $18,50/9; hpartenze
Bartholdi subì molti ritardi anche per via di difficoltà 8.30-16; b4/5 fermata
d’ordine tecnico, poi risolte grazie all’abilità dell’inge- Bowling Green; R/W ferma-
gnere specialista in strutture metalliche Gustave Eiffel ta Whitehall St; 1 fermata
(proprio l’Eiffel della torre parigina). L’opera fu ter- South Ferry) prima delle
minata in Francia nel 1884 (con otto anni di ritardo 14. Il controllo di sicurez-
rispetto al centenario) e trasportata via mare suddi- za al terminal del tra-
visa in 350 pezzi imballati in 214 casse; riassemblata ghetto è simile a quelli
nell’arco di quattro mesi, venne issata sul piedistallo aeroportuali e può dura-
di granito realizzato negli USA e quindi solennemen- re anche 90 minuti in
te inaugurata nell’ottobre 1886 con la prima ‘ticker- alta stagione.
tape parade’ e una flottiglia di almeno 300 imbarca-
zioni. Affidata al National Park Service nel 1933, nel
1984 la statua fu inserita dall’UNESCO nella lista dei Consigliamo vivamen-
siti Patrimonio dell’Umanità proprio mentre si avviava te di prenotare i bi-
un intervento di restauro sul rame ormai ossidatosi. glietti: oltre ad assicu-
rarvi un’ora precisa per
La ‘Liberty’ oggi la visita, vi eviterà co-
Chi prenota per tempo il biglietto può arrampicarsi de interminabili.
per i ripidi 393 scalini fino alla corona di Lady Liber-
ty, da cui si gode una vista straordinaria sulla città e
sul porto. L’accesso alla corona è però limitato e l’u- SIMBOLI
nico modo per essere tra i fortunati è prenotare con
il maggior anticipo possibile (fino a sei mesi prima). Il libro delle leggi nella
Ognuno può prenotare un massimo di quattro bi- mano sinistra della sta-
glietti e i bambini devono essere alti almeno 120 cm. tua reca la data dell’indi-
Se non riuscite a ottenere i biglietti per la corona, pendenza americana:
potreste avere maggior fortuna con quelli per il pie- July IV MDCCLXXVI
distallo, che offre anch’esso una splendida vista. Pure (4 luglio 1776). Nella co-
questi sono limitati e devono essere prenotati in an- rona i raggi evocano il
ticipo, online o per telefono. Solo i possessori dei bi- sole, i sette mari e i con-
glietti per la corona o per il piedistallo possono acce- tinenti, e al posto delle
dere al museo allestito nel piedistallo stesso. gemme ci sono 25 fine-
Se non riuscite a ottenere alcun biglietto, non di- stre. Per ribadire la sua
sperate. Nella tariffa del traghetto per Liberty Island condizione di libertà da
sono compresi l’accesso alla zona intorno alla statua oppressione e schiavi-
(dove troverete anche un gift shop e un selfservice) e tù, la Lady ha ai suoi pie-
tour guidati o audiotour individuali. (Consiglio: por- di catene e ceppi spez-
tate con voi uno spuntino da gustare contemplando zati. La torcia è una co-
lo skyline di Manhattan.) pia del 1986: l’originale si
trova nel museo presen-
te nel sito.
66

DA NON PERDERE
ELLIS ISLAND

Ellis Island è la porta d’ingresso all’America più famo- IN PRIMO PIANO


sa e importante dal punto di vista storico, un luogo in
cui la disperazione del Vecchio Continente incontrava ¨¨Immigration Museum
le promesse del Nuovo Mondo. Tra il 1892 e il 1924 più ¨¨Architettura dell’edifi-
di 12 milioni di immigrati entrarono negli USA, portan- cio principale
do con sé i loro sogni, attraverso questa stazione di ¨¨Muro d’onore degli
accoglienza. Si stima che circa il 40% degli america- immigrati e rovine di
ni abbia come minimo un antenato che si sottopose al- Fort Gibson
le procedure di immigrazione nell’isola, a conferma del
ruolo di rilievo che questo fazzoletto di terra nel porto
di NYC ha avuto nella costruzione dell’America d’oggi. DA SAPERE
Dopo un restauro costato 160 milioni di dollari, l’edificio
¨¨cartina p438, B8
principale dell’isola fu riaperto al pubblico nel 1990 come
Ellis Island Immigration Museum. Oggi chi raggiunge l’i- ¨¨%212-363-3200,
sola in traghetto può tentare di immaginare che cosa pro- biglietti 877-523-9849
varono, allo sbarco, i primi immigrati, per poi rivivere, me- ¨¨www.nps.gov/elis
diante le mostre interattive del museo, i sentimenti di spe- ¨¨Ellis Island
ranza, trionfo e a volte amaro sconforto che provarono mi- ¨¨traghetto (compresa
lioni di persone giunte fin qui in cerca di un nuovo inizio. la Statua della Libertà)
Tra di loro ci furono l’ungherese Erik Weisz (Harry Houdi- interi/bambini $18,50/9
ni), Rodolfo Guglielmi (Rodolfo Valentino) e l’nglese Archi- ¨¨h9.30-17, orario prolun-
bald Alexander Leach (Cary Grant). gato in estate
¨¨fper Ellis Island, b1
Immigration Museum fermata South Ferry; 4/5
Il museo si sviluppa su tre piani. Per trarne il meglio optate fermata Bowling Green
per un audiotour individuale che dura 50 minuti (gratuito
insieme al biglietto del traghetto, in distribuzione alla re-
ception). Grazie ai testi discorsivi di varie fonti, che raccolgono riflessioni di storici e archi-
tetti e le testimonianze degli immigrati, il tour illustra efficacemente la corposa collezione
di oggetti personali, documenti ufficiali, fotografie e spezzoni di film. È un’esperienza toc-
cante, che riporta in vita ricordi individuali – felici e dolorosi – proprio nelle sale e nei cor-
ridoi dove avvennero i fatti.
La collezione è divisa in mostre permanenti e temporanee. Se avete poco tempo, saltate
quella al primo piano intitolata Journeys: The Peopling of America 1550–-1890 e concentra-
tevi sul secondo piano, che ospita le due mostre più significative. La prima, Through Ame-
rica’s Gate, esamina una dopo l’altra le procedure attraverso cui i nuovi arrivati dovevano
passare, da un interrogatorio di ben 29 domande a un esame fisico che generava non poco
imbarazzo (incluso il segno in gesso apposto su coloro che erano sospettati di essere mala-
ti), nella bella sala a volta chiamata Registry Room. La seconda, Peak Immigration Years,
indaga le ragioni che spinsero gli emigranti a partire e le sfide che costoro dovettero af-
frontare una volta approdati sul suolo americano. Di particolare interesse è la collezione di
fotografie d’epoca con immagini tratte dalla vita quotidiana dei coraggiosi nuovi arrivati.
Al terzo piano trova spazio la mostra Restoring a Landmark, che narra la storia della co-
struzione, del declino e della rinascita dell’edificio: i cartelloni che mostrano scrivanie, se-
die e altri oggetti abbandonati sono stranamente inquietanti. La cosa migliore dell’audio-
tour è che permette di ottenere informazioni dettagliate sulle mostre e la storia dell’iso-
la. In ogni caso, utilizzando i telefoni che si trovano in tutte le aree espositive, è possibile
ascoltare anche le memorie, registrate negli anni ’80 ma sempre commoventi, di molti im-
migrati che sbarcarono a Ellis Island, oppure prendere parte al tour gratuito di 45 minuti
guidato da un park ranger. Se prenotato per telefono con tre settimane d’anticipo, è dispo-
nibile anche un tour per non udenti (nella lingua dei segni americana).
67

Architettura del Main Building DEBUTTO


Con l’edificio principale di Ellis Island, gli architetti IRLANDESE
Edward Lippincott Tilton e William A. Boring volle-
ro creare un ‘prologo’ americano maestoso e dovero- Il primo immigrato regi-
samente impressionante. I due progettisti vinsero il strato a Ellis Island fu la
concorso per ridisegnare l’edificio dopo che l’origina- quindicenne irlandese

Low er M an h at tan e il Financial D is tric t E llis I sland


le struttura in legno fu distrutta da un incendio nel Anna ‘Annie’ Moore. La-
1897. Avendo studiato all’École des Beaux-Arts di Pa- sciata la County Cork, do-
rigi, non sorprende il fatto che abbiano scelto lo sti- po un viaggio di 12 giorni
le, appunto, Beaux-Arts. L’edificio ricorda una gran- in terza classe Annie mise
diosa stazione ferroviaria, con maestose entrate a tre piede sull’isola il 1° gen-
archi, murature con alternanza di mattoni di diverso naio 1892, accompagna-
colore a scopo decorativo e quoin (pietre angolari) e ta dai suoi fratelli Phillip e
belvedere in granito. All’interno spicca la sala lunga Anthony. I tre erano venu-
103 m del secondo piano dove avvenivano le registra- ti in America per raggiun-
zioni, la Registry Room (nota anche come Great Hall). gere i genitori emigra-
Era sotto il suo bel soffitto a volta che i nuovi arriva- ti a New York quattro an-
ti dovevano mettersi in fila per farsi controllare i do- ni prima. Sposata poi con
cumenti e dove coloro che erano ritenuti indegni di l’immigrato tedesco Jo-
rimanere (poligami, indigenti, criminali e anarchici) seph Augustus Schayer,
erano rispediti alla terra d’origine. Il soffitto origina- Annie mise al mondo 11
le rivestito d’intonaco fu seriamente danneggiato nel figli, di cui solo cinque so-
1916, quando i tedeschi fecero esplodere chiatte cari- pravvissero. Annie morì il
che di munizioni nel vicino Black Tom Wharf. Nella 6 dicembre 1924 e fu se-
disgrazia l’evento fu una benedizione, perché la ver- polta al Calvary Cemete-
sione ricostruita fu rivestita di magnifiche piastrelle ry di Queens.
disposte a spina di pesce su idea di Rafael Guastavi-
no. L’ingegnere di origine catalana è anche il creatore
del bel soffitto piastrellato del Grand Central Oyster L’OSPEDALE DI
Bar & Restaurant (p203) del Grand Central Terminal. TUTTE LE NAZIONI

Il muro d’onore degli immigrati All’inizio del XX secolo


e le rovine di Fort Gibson l’ospedale di Ellis Island
Dalla mostra al primo piano Journeys: The Peopling (che oggi non esiste più)
of America 1550-1890 si può accedere all’esterno, do- era uno tra i più grandi
ve l’American Immigrant Wall of Honor reca incisi i del mondo. Soprannomi-
nomi di oltre 700.000 immigrati. Di una lunghezza nato ‘ospedale di tutte le
senza uguali, la sequela di nomi sul muro è un proget- nazioni’, contava 22 edi-
to legato a una raccolta di fondi: ogni americano che fici ed era in prima linea
vuole registrare il nome di un antenato fa un’offerta. nella battaglia americana
Quando il muro fu costruito, negli anni ’90, vennero contro le malattie ‘impor-
alla luce i resti dell’insediamento originario dell’isola, tate’. La storia affascinan-
Fort Gibson – le rovine sono visibili nell’angolo sud- te di questa istituzione è
ovest del monumento. Eretta nel 1808, la fortificazio- raccontata dal documen-
ne faceva parte del sistema di difesa del porto contro tario e dal libro che lo ac-
gli inglesi a cui appartenevano anche Castle Clinton compagna Forgotten El-
a Battery Park e Castle Williams su Governors Island. lis Island dell’autore/pro-
All’epoca, Ellis Island non era che 1,3 ettari di sabbia e duttore Lorie Conway.
fanghiglia. Tra il 1892 e il 1934 l’isola si espanse enor- Acquistando il bigliet-
memente grazie alla terra di riporto recuperata dalla to online si può prenota-
zavorra delle navi e dagli scavi per la costruzione del- re anche il tour guidato
la rete della metropolitana di New York. ‘Hard Hat Tour’ ($53,50)
dell’ospedale rimasto
nello stato originario.
DA NON PERDERE
NATIONAL SEPTEMBER 11 MEMORIAL AND MUSEUM

YASSILHEM / SHUTTERSTOCK ©
Il National September 11 Memorial and Museum è un IN PRIMO PIANO
solenne tributo alle vittime del più grave attacco ter-
roristico su suolo americano. Intitolate Reflecting ¨¨Reflecting Absence
Absence, le due enormi vasche a specchio del Memo- ¨¨Memorial Museum
rial recano i nomi delle migliaia di persone che persero ¨¨L’Oculus di Santiago
la vita l’11 settembre 2001. Accanto alle vasche sorge Calatrava
il Memorial Museum, uno spazio solenne e imponente
che documenta gli eventi di quel giorno fatale.
DA SAPERE
Le vasche a specchio ¨¨cartina p438, C5
Circondate da una piazza in cui sono state piantate oltre 400
¨¨www.911memorial.org
querce bianche, le vasche a specchio del 9/11 Memorial oc-
cupano esattamente lo spazio delle fondamenta delle sfor- ¨¨180 Greenwich St
tunate Torri Gemelle. Una cascata perenne scende dal bordo ¨¨Memorial: ingresso
delle fontane per un’altezza di nove metri riversandosi nel libero; Museum: interi/se-
quadrato centrale vuoto. Lo scorrere dell’acqua è altamente nior e 13-17 anni/7-12 anni
simbolico: inizia con migliaia di rivoletti che confluiscono $24/20/15, 17-20 mar gra-
in un grande torrente dove tutto si confonde e finisce in un tuito (biglietti dalle 16);
lento viaggio verso l’abisso. Pannelli in bronzo circondano le tour museo e memorial
vasche: su di essi i nomi di coloro che persero la vita duran- $39/35/30
te gli attacchi terroristici dell’11 settembre del 2001 e nell’at- ¨¨hMemorial 7.30-21,
tentato con un’autobomba al World Trade Center del 26 feb- Museum 9-20 dom-gio,
braio 1993. Progettate da Michael Arad e Peter Walker, le va- 9-21 ven e sab, ultimo in-
sche sono un’opera commovente e di forte impatto visivo. gresso 2 h prima della
chiusura
Il museo ¨¨bE fermata World
Il carattere contemplativo del monumento è enfatizzato an- Trade Center; R/W fermata
cora di più dal National September 11 Memorial Museum. Cortlandt St; 2/3 fermata
Il padiglione d’ingresso al museo, tutto in vetro, si trova pro- Park Pl
prio fra le due vasche a specchio e la sua sagoma evoca in
69

modo inquietante quella di una torre crollata. All’in- ANGEL OF 9/11


terno, una scala mobile scende fino all’atrio sotterra-
neo del museo: durante la discesa i visitatori si trova- Uno dei più curiosi arte-
no nell’ombra di due piloni portanti in acciaio a for- fatti esposti al Memorial
ma di tridente che facevano parte delle fondamenta Museum è il cosiddetto
della North Tower. Con un’altezza di 24 m e un pe- ‘Angel of 9/11’, la presun-

Low er M an h at tan e il Financial D is tric t N ati o nal S e p tember 1 1 M em o rial and museum
so di 50 tonnellate, costituivano il supporto che con- ta silhouette del volto
sentiva alle torri di innalzarsi per 414,5 m. Rimaste terrorizzato di una don-
in piedi in mezzo al mare di macerie, sono diventa- na. Si trova su una trave
te subito un simbolo di resilienza fisica e psicologica. di sostegno contorta che
I tridenti sono due degli oltre 10.300 oggetti che si pensa fosse nel punto
compongono la collezione del museo. Tra di essi an- in cui il volo 11 dell’Ame-
che la cosiddetta ‘scala dei sopravvissuti’ o ‘Survivors rican Airlines si schian-
Stairs’, usata da centinaia di impiegati che riuscirono tò contro la North To-
a scappare dal WTC in fiamme. Alla base della scala wer. Gli esperti ne danno
c’è la commovente ‘In Memoriam Gallery’, le cui pare- una spiegazione più pro-
ti sono tappezzate con le fotografie e i nomi delle vit- saica: corrosione natu-
time: touch screen interattivi e una sala centrale de- rale del metallo e pura e
dicata alla riflessione fanno luce sulle loro vite, mes- semplice coincidenza.
se ancora più in risalto dai numerosi effetti persona-
li in mostra. Per esempio, un portafoglio impolvera-
to, appartenuto a Robert Joseph Gschaar, assicurato- L’OCULUS
re, che lavorava al 92° piano della South Tower, con- DI CALATRAVA
tenente una fotografia della moglie Myrta e una ban-
conota da $2 che i due, uniti in secondo matrimonio, Si dice che sia stata l’im-
si erano scambiati come simbolo della loro seconda magine di una colomba
chance di felicità. che vola a ispirare San-
Dietro l’angolo della In Memoriam Gallery c’è la En- tiago Calatrava nella rea­
gine Company 21 del New York City Fire Department. lizzazione dell’Oculus,
Uno dei più grandi reperti in mostra è la cabina carbo- la stupefacente struttu-
nizzata di un camion dei vigili del fuoco, che testimo- ra bianca che sormonta
nia con molta efficacia l’inferno che dovettero affron- il nuovo WTC Transporta-
tare i pompieri quando arrivarono sulla scena. L’au- tion Hub. La spina di travi
topompa è visibile all’ingresso della Historical Exhi- bianche (36.500 tonnel-
bition del museo. Suddivisa in tre sezioni – Events of late di acciaio) permet-
the Day, Before 9/11 e After 9/11 – la collezione di vi- te alla luce naturale di fil-
deo, fotografie, effetti personali, testimonianze e re- trare all’interno della sta-
gistrazioni audio in tempo reale fornisce un’analisi zione (costata 3,9 miliar-
approfondita e ponderata del giorno della tragedia, di di dollari), attraverso
degli eventi che l’hanno preceduta (tra cui la bom- cui ogni giorno transitano
ba fatta scoppiare nel WTC nel 1993) e degli episodi 250.000 pendolari. Due
segnati da dolore, capacità di ripresa e speranza dei volte e mezzo più grande
giorni successivi. del Grand Central Termi-
Dalla Historical Exhibition si passa nella monu- nal, il WTC Hub compren-
mentale Foundation Hall, delimitata da un tratto de anche diversi livelli de-
dell’immensa parete costruita per contenere le ac- dicati a negozi, bar e ri-
que del fiume Hudson durante la costruzione delle storanti. Ogni anno, l’11
torri. Nel mezzo si erge l’ultima colonna d’acciaio ri- settembre, il lucernario
mossa dal cumulo di macerie, ricoperta di messaggi centrale viene aperto per
e ricordi dei soccorritori e dei parenti delle vittime. 102 minuti, il tempo che
intercorse tra il primo at-
tacco e il crollo della se-
conda torre.
DA NON PERDERE
ONE WORLD TRADE CENTER

KEV LLEWELLYN / SHUTTERSTOCK ©


Andando a colmare il doloroso squarcio che si era IN PRIMO PIANO
aperto nello skyline di Lower Manhattan, lo One World
Trade Center è un simbolo di rinascita, determinazio- ¨¨Una fotografia scat-
ne e resilienza. Più che un altro grattacielo dall’altez- tata dalla base guar-
za vertiginosa, questo gigante è l’emblema di una città dando verso l’alto
consapevole del proprio passato e fermamente proiet- ¨¨Ascensori Sky Pod
tata verso il futuro. Per chi ama New York è anche un ¨¨Vista panoramica
nuovo punto di vista panoramico per godere di vedute
urbane mozzafiato e assolutamente indimenticabili.
DA SAPERE
L’edificio ¨¨One WTC
All’angolo nord-ovest del World Trade Center s’innalza il grat-
¨¨cartina p438, B4
tacielo disegnato dall’architetto David M. Childs, che ha mo-
dificato l’originale progetto concepito da Daniel Libeskind ¨¨all’angolo tra West St
e Vesey St
nel 2002. L’affusolato gigante di 104 piani non è solo l’edifi-
cio più alto dell’emisfero occidentale, ma anche il quarto al ¨¨bE fermata World
mondo se si conta pure l’antenna. La torre si protende ver- Trade Center; 2/3 fermata
so il cielo con gli spigoli smussati, sicché, visto dal basso, il Park Pl; A/C, J/Z, 4/5 f
grattacielo appare come una serie di triangoli isosceli pro- ermata Fulton St; R/W
iettati verso l’infinito. L’edificio è coronato da un’antenna di fermata Cortlandt St
124 m, sostenuta da cavi frutto della collaborazione con lo
scultore Kenneth Snelson, che porta l’altezza totale del grat-
tacielo a 1776 piedi (541 m), un riferimento simbolico alla data dell’indipendenza americana.
Sono simbolici diversi altri aspetti dell’edificio: le misure della base della torre sono equi-
valenti a quelle delle Twin Towers, mentre le terrazze panoramiche si trovano all’altezza
dell’ultimo piano delle Torri Gemelle distrutte. A differenza delle Torri Gemelle, però, One
WTC è stato costruito tenendo conto di misure di sicurezza impensabili prima, tra cui una
base alta 60 m resistente a ogni impatto o esplosione (rivestita con oltre 2000 pannelli di
vetro prismatico) e muri di cemento armato spessi un metro che circondano tutti gli ascen-
sori, le scale, i sistemi di comunicazione e quelli di sicurezza. Una cosa, però, gli architet-
71

ti e gli ingegneri non sembrano aver previsto: il ru- INQUILINI VIP


more prodotto dall’antenna quando i venti irrompo-
no attraverso la sua struttura in lattice, il cui sinistro L’inquilino più famoso
ululato sembra tenga svegli la notte i newyorkesi che dello One World Trade
vivono nei paraggi. Center è Condé Nast Pu-
blications, celebre casa

Low er M an h at tan e il Financial D is tric t One W o rld T rade C enter


One World Observatory editrice che nel 2014 ha
Degno di tutta la magnificenza del grattacielo che lo traslocato qui lasciando
ospita, il One World Observatory (cartina p438; %844- gli uffici di Times Square.
696-1776; www.oneworldobservatory.com; all’angolo tra West Tra le più note pubblica-
St e Vesey St; interi/bambini $34/28 con prenotazione; h8- zioni di Condé Nast figu-
21 mag-agosto, 9-21 set-20 dic e gen-apr, 8-20 21 dic-3 gen, ulti- rano Vogue, Vanity Fair,
mi biglietti 45 min prima; bE fermata World Trade Center; 2/3 GQ, Architectural Digest
fermata Park Pl; A/C, J/Z, 4/5 fermata Fulton St; R/W ferma- e – in modo del tutto ap-
ta Cortlandt St) è la terrazza panoramica più alta della propriato – The New Yor-
città. La terrazza è collocata tra il piano 100 e 102, ma ker. Naturalmente gli uf-
l’avventura inizia al Global Welcome Center, al pia- fici della casa editrice
no terra, dove un planisfero elettronico mette in evi- sono fantastici, comple-
denza i paesi d’origine dei visitatori (dati forniti dalla ti di magnifiche scale a
scansione dei biglietti). Gli aspri battibecchi che han- chiocciola, raffinato self
no accompagnato la realizzazione del progetto sono service con spuntini da
pressoché dimenticati nell’adiacente mostra dal tito- gourmet e una vista pa-
lo Voices, dove architetti e operai decantano in toni noramica da sballo.
lirici la realizzazione della torre su 144 schermi video.
Dopo una breve descrizione geologica della zona, lo
stupore inizia quando si mette piede in uno dei cin- BIGLIETTI
que ascensori Sky Pod, tra i più veloci al mondo. Non E CONSIGLI
appena incominciano la loro salita di 381 m, si accen-
dono i pannelli a LED sulle pareti e di colpo ci si ri- Per evitare lunghe code
trova in una vera e propria macchina del tempo, in- acquistate i biglietti
tenti ad assistere ai passaggi che hanno trasformato on­line (www.oneworldob
un’isola coperta di foresta nella giungla di grattacieli servatory.com/tickets);
che è oggi Manhattan. Dopo 47 secondi (per cinque utilizzando uno smart­
secoli di storia) si approda al piano 102, dove un’al- phone non occorre
tra breve presentazione termina con una rivelazio- stamparli: basta esegui-
ne sorprendente. re uno screenshot del
Evitate i ristoranti dai prezzi eccessivi al level 101 biglietto (compreso il
e proseguite fino alla vera meraviglia: il level 100. Ad codice a barre) e una
attendervi c’è uno strepitoso panorama a 360° che vi volta sul posto passarlo
inviterà ad aguzzare la vista per individuare i punti allo scanner.
di riferimento più noti: i ponti di Brooklyn e Manhat- Al momento dell’ac-
tan, la Statua della Libertà e grattacieli famosi come il quisto dovrete scegliere
Woolworth, l’Empire State Building e il Chrysler. Chi l’ora della visita: arrivan-
ha bisogno di una mano per orientarsi può noleggia- do entro le 9.15 c’è anco-
re un tablet interattivo programmato in otto lingue ra poca gente e i tempi
($15). Come potete immaginare, la vista è straordina- d’attesa sono brevi. L’o-
ria (scegliete una giornata limpida!) e lo sguardo spa- ra del tramonto è la più
zia su tutti e cinque i boroughs e i tre stati limitro- richiesta.
fi. Se però desiderate contemplare un panorama rav- Arrivate comunque
vicinato dei grattacieli di Midtown, avrete più soddi- 15 minuti prima dell’o-
sfazione salendo in cima all’Empire State Building o ra prevista per passare i
sulla terrazza Top of the Rock del Rockefeller Center. controlli di sicurezza.
72
1 CHE COSA VEDERE
sinistra a destra) l’Asia, l’America del Nord,
l’Europa e l’Africa, e rivelano quale fosse l’i-
dea del mondo che imperava in America al
1 Wall Street principio del XX secolo.
e il Financial District Il museo offre anche un ricco programma
culturale che comprende spettacoli di danza
La maggior parte dei luoghi imperdibili di e musica, letture per i bambini, dimostrazioni
Low er M an h at tan e il Financial D is tric t che c o sa vedere

Lower Manhattan si trova all’interno del Fi- d’artigianato, proiezioni cinematografiche e


nancial District, come le chiese di epoca co- laboratori. Il gift shop del museo propone un
loniale di New York e il sito della cerimonia vasto assortimento di gioielli e articoli arti-
del primo mandato presidenziale di George gianali dei nativi americani, oltre a libri e CD.
Washington. La storia moderna della città è
FRAUNCES TAVERN MUSEUM MUSEO
documentata in una serie di musei interes-
santi, tra cui il National September 11 Memo- Cartina p438 (%212-425-1778; www.frauncestaver
rial Museum, da non perdere. nmuseum.org; 54 Pearl St, tra Broad St e Coenties
Slip; interi/ridotti/under 5 $7/4/gratuito; h12-17 lun-
NATIONAL SEPTEMBER 11 ven, 11-17 sab e dom; bJ/Z fermata Broad St; 4/5
MEMORIAL MONUMENTO COMMEMORATIVO fermata Bowling Green; R/W fermata Whitehall St; 1
V. p68. fermata South Ferry) Questa combinazione uni-
ca di museo, bar e ristorante, formata da un
NATIONAL SEPTEMBER 11 complesso di cinque strutture risalenti agli
MEMORIAL MUSEUM MUSEO inizi del Settecento, è un omaggio ai decisi-
V. p68. vi eventi storici che ebbero luogo nel 1783, il
memorabile anno in cui, alla fine della Guer-
ONE WORLD ra di Indipendenza, gli inglesi lasciarono uffi-
TRADE CENTER EDIFICIO DI RILIEVO cialmente New York e il generale George Wa-
V. p70. shington tenne un discorso di addio agli uf-
ficiali dell’esercito continentale nella sala da
ONE WORLD pranzo al secondo piano dell’edificio prima
OBSERVATORY PUNTO PANORAMICO di tornare alla sua dimora di Mount Vernon.
V. p70. L’edificio, costruito verso il 1720 come ele-
gante residenza per la famiglia del mercan-
NATIONAL MUSEUM OF te Stephen De Lancey, fu acquistato nel 1762
THE AMERICAN INDIAN MUSEO dall’oste Samuel Fraunces, che lo trasformò
Cartina p438 (%212-514-3700; www.nmai.si.edu; in una taverna battezzandola Queen’s Head.
1 Bowling Green; h10-17, 10-20 gio; b4/5 ferma- Terminato il conflitto, quando New York di-
ta Bowling Green; R/W fermata Whitehall St) F venne la prima capitale della nazione, lo spa-
Questo elegante museo dedicato alla cultu- zio fu occupato dai ministeri della Guerra, del
ra dei nativi americani, affiliato alla Smithso- Tesoro e degli Affari Esteri. Nell’Ottocento la
nian Institution, occupa lo spettacolare edi- taverna venne chiusa, cadde in stato di ab-
ficio del 1907 progettato da Cass Gilbert, un bandono e poco dopo fu ulteriormente dan-
tempo sede della Custom House (la doga- neggiata da una serie di gravi incendi che di-
na) e considerato uno dei più raffinati esem- strussero molti edifici coloniali e quasi tut-
pi di architettura Beaux-Arts a New York. Al te le strutture costruite dagli olandesi nella
di là di una vasta rotonda di forma ellittica, zona. Nel 1904 la società storica dei Sons of
le splendide sale espositive ospitano mostre the Revolution (Figli della Rivoluzione) ac-
sempre diverse che documentano l’arte, la quistò l’immobile restituendogli una parven-
cultura, la vita e le credenze dei nativi ame- za dell’originario aspetto coloniale – un in-
ricani. La collezione permanente compren- tervento che si può considerare come il pri-
de una splendida sezione dedicata alle arti mo importante tentativo di conservazione
decorative, ai tessuti e agli oggetti cerimo- storica negli Stati Uniti.
niali di popoli nativi di tutto il continente.
Le quattro grandi sculture femminili visi- TRINITY CHURCH CHIESA
bili all’esterno dell’edificio sono opera di Da- Cartina p438 (%212-602-0800; www.trinitywall
niel Chester French, che in seguito avrebbe street.org; 75 Broadway, all’altezza di Wall St; h7-
scolpito la monumentale statua di Abraham 18; b1, R/W fermata Rector St; 2/3, 4/5 fermata
Lincoln seduto al Lincoln Memorial di Wa- Wall St) Quando venne ultimata, nel 1846, la
shington, DC. Le sculture rappresentano (da Trinity Church era l’edificio più alto di New
73
York City. Il suo elemento di maggiore spic- ti agli attentati dell’11 settembre, tra cui una
co, oltre al campanile alto 85 m, è la splen- croce realizzata con pezzi di acciaio rinvenu-
dida vetrata istoriata sopra l’altare. Nel suo ti sul luogo della tragedia.
tranquillo cimitero risiedono personaggi il- Nel 2016, in concomitanza con la ricorren-
lustri, tra cui Alexander Hamilton, uno dei za del 250° anniversario della fondazione del-
padri fondatori degli Stati Uniti e primo mi- la chiesa, è stato portato a termine un impor-
nistro del Tesoro statunitense (nonché su- tante intervento di restauro dell’edificio. Nel

Low er M an h at tan e il Financial D is tric t che c o sa vedere


perstar di Broadway). La Trinity Church è fa- cimitero alle spalle della chiesa (che chiude
mosa anche per la serie di Concerts at One, i alle 16) riposano numerosi personaggi illu-
suoi magnifici concerti di musica corale che stri della Guerra di Indipendenza americana.
si tengono alle 13 il giovedì, e in particolare
per l’esecuzione del Messia di Händel, in ca- MUSEUM OF AMERICAN FINANCE MUSEO
lendario ogni anno a dicembre. Cartina p438 (%212-908-4110; www.moaf.org; 48
L’originale parrocchia anglicana, fondata Wall St, tra Pearl St e William St; interi/bambini $8/
da re Guglielmo III nel 1697, esercitava la sua gratuito; h10-16 mar-sab; b2/3, 4/5 fermata Wall
giurisdizione su diverse cappelle, fra cui la St St) Il protagonista di questo museo interatti-
Paul’s Chapel (p73). Le immense proprie- vo è il denaro: l’esposizione infatti si focalizza
tà terriere possedute a Lower Manhattan la sui momenti cruciali della storia finanziaria
resero per l’intero XVIII secolo la chiesa più americana. Nelle collezioni permanenti sono
ricca e più influente del paese. Distrutta da esposti, fra le altre cose, rare valute d’epoca
un incendio nel 1776, fu ricostruita e poi nuo- (tra cui le banconote confederate utilizzate
vamente demolita nel 1839. L’attuale chiesa è negli stati del Sud durante la Guerra Civile),
la terza: progettata dall’architetto inglese Ri- certificati di titoli e obbligazioni della Gil-
chard Upjohn, contribuì a lanciare negli Sta- ded Age, la più antica fotografia conosciuta
ti Uniti il pittoresco stile neogotico. di Wall St e un apparecchio del 1875 che tra-
smetteva le quotazioni di Borsa via telegrafo.
ST PAUL’S CHAPEL CHIESA Un tempo sede centrale della Bank of New
Cartina p438 (%212-602-0800; www.trinitywall York, l’edificio è un vero spettacolo, con sof-
street.org; 209 Broadway, all’altezza di Fulton St; fitti alti 9 m, grandi finestre palladiane, una
h10-18, il cimitero chiude alle 16; bA/C, J/Z, 2/3, maestosa scalinata per il piano ammezzato,
4/5 fermata Fulton St; R/W fermata Cortlandt St; E lampadari di cristallo e murales raffiguran-
fermata Chambers St) Già famosa per il suo le- ti scene d’epoca di attività bancarie e com-
game diretto con George Washington, che si merciali.
fermò a pregare qui dopo essere stato eletto
presidente degli Stati Uniti nel 1789, questa FEDERAL RESERVE
cappella neoclassica in brownstone guada- BANK OF NEW YORK EDIFICIO DI RILIEVO
gnò nuova gloria nei terribili giorni dopo l’11 Cartina p438 (%212-720-6130; www.newyorkfed.
settembre. Sebbene un solo isolato la separi org; 33 Liberty St, all’altezza di Nassau St, entrata da
dal World Trade Center, il giorno dell’attenta- 44 Maiden Lane; prenotazione obbligatoria; htour
to la St Paul’s Chapel subì soltanto la rottura guidati 13 e 14 lun-ven; bA/C, J/Z, 2/3, 4/5 ferma-
di un pannello di vetro, fatto che le procurò il ta Fulton St) F La ragione principale che
soprannome di ‘The Little Chapel That Sto- spinge a visitare la Federal Reserve Bank, la
od’ (la piccola cappella rimasta in piedi). Nei banca centrale degli Stati Uniti, è la possibi-
giorni che seguirono, la chiesa restò aperta lità di dare una (breve) occhiata al suo ca-
24 h su 24 trasformandosi in centro di acco- veau ad alta sicurezza situato oltre 24 m sot-
glienza, luogo di sostegno morale e spiritua- to terra e contenente 10.000 tonnellate di ri-
le e di distribuzione di cibo per i soccorritori. serve auree. Di questa fortuna potrete vede-
L’austerità dell’interno bianco della chie- re soltanto una piccola parte, ma vale la pe-
sa crea un forte contrasto con la pala d’alta- na di partecipare a una delle visite guidate
re dorata intitolata ‘Glory’, opera di Pierre gratuite – che sono anche l’unico modo per
L’Enfant, che successivamente avrebbe ap- entrare nell’edificio. Le prenotazioni aprono
posto la firma al magistrale progetto di pia- 30 giorni prima della data prevista.
nificazione stradale per Washington DC. Le Non dovrete invece necessariamente unir-
mostre allestite lungo le pareti raccontano vi a una visita guidata per accedere al mu-
il ruolo della St Paul’s Chapel nella storia di seo interattivo che illustra la storia e l’attività
New York City, mentre la piccola Chapel of della banca, ma dovrete comunque prenotare
Remembrance, sul retro della chiesa, ospi- online per fissare un orario. Portate con voi il
ta una commovente raccolta di oggetti lega- passaporto o un documento d’identità valido.
74
FEDERAL HALL MUSEO USCGC LILAC NAVE
Cartina p438 (%212-825-6990; www.nps.gov/ Cartina p438 (www.lilacpreservationproject.org;
feha; 26 Wall St; h9-17 lun-ven tutto l’anno, anche Pier 25, all’altezza di N Moore St; h14-18 sab e dom
9-17 sab lug-ott; bJ/Z fermata Broad St; 2/3, 4/5 Memorial Day-ott; c; b1 fermata Franklin St; A/C/E
fermata Wall St) F Capolavoro in stile Greek fermata Canal St) F Gli appassionati di tut-
Revival, la Federal Hall è sede di un museo to ciò che ha a che fare con la nautica posso-
dedicato alla New York postcoloniale. Ospi- no fare un salto a bordo dell’US Coast Guard
Low er M an h at tan e il Financial D is tric t che c o sa vedere

ta mostre sul primo mandato presidenziale Cutter (cutter della guardia costiera statuni-
di George Washington, sugli stretti rappor- tense) Lilac, l’ultimo ‘lighthouse tender’ ali-
ti della città con Alexander Hamilton e sulle mentato a vapore ancora esistente negli Stati
battaglie civili di John Peter Zenger, un edi- Uniti, che in passato forniva servizi ai guar-
tore accusato di diffamazione per aver de- diani dei fari prima che questi ultimi venisse-
nunciato la corruzione del governo sul suo ro automatizzati in tutto il paese. Varata nel
giornale e che in questo sito, nel 1734, fu im- 1933, la Lilac fu dismessa nel 1972 e dal 2011
prigionato, processato e alla fine assolto. Nel è ormeggiata al Pier 25, dove è stata sottopo-
museo c’è anche una sala visitatori dove so- sta a interventi di restauro e ora funge da ri-
no reperibili informazioni, opuscoli e carti- sorsa didattica e per la comunità.
ne della città.
Il palazzo, contraddistinto da un’impo- BOWLING GREEN PARCO
nente statua di George Washington, si trova Cartina p438 (tra Broadway e State St; b4/5 fer-
nel punto in cui un tempo sorgeva il secon- mata Bowling Green; R/W fermata Whitehall St) Si
do municipio (City Hall) di New York, com- ritiene che il parco pubblico più antico, e for-
pletato nel 1703. Riedificato nel 1788 dall’in- se il più piccolo, di New York sia stato il luo-
gegnere francese Pierre L’Enfant e ribattez- go in cui il colono olandese Peter Minuit pa-
zato Federal Hall, l’edificio fu il luogo dove gò ai nativi americani l’equivalente di $24
Washington, affacciandosi al balcone, pre- per l’acquisto dell’isola di Manhattan. All’e-
stò giuramento come primo presidente del- stremità nord del parco si trova la famosa
la nazione il 30 aprile del 1789 (tra i reper- scultura bronzea da 3,5 tonnellate Charging
ti del museo c’è anche la lastra di pietra su Bull (un toro pronto alla carica) opera di Ar-
cui Washington rimase in piedi mentre pre- turo Di Modica, collocata qui in via perma-
stava giuramento). Dopo la demolizione del nente dopo essere comparsa misteriosamen-
municipio avvenuta nel 1812, al suo posto fu te di fronte alla New York Stock Exchange
eretto, fra il 1834 e il 1842, l’edificio attuale, nel 1989, due anni dopo un crollo dei mer-
utilizzato come US Customs House (Ufficio cati azionari.
delle Dogane) fino al 1862. Il parco attirò nuovamente l’attenzione,
Tutti i giorni sono disponibili tour guida- sollevando pareri controversi, nel marzo del
ti gratuiti della durata di 30 minuti (alle 10, 2017, quando un’impresa finanziaria vi in-
13, 14 e 15). Telefonate per avere informazio- stallò la statua intitolata Fearless Girl (bam-
ni dettagliate sugli orari dei tour e dell’aper- bina impavida), che raffigura una ragazzina
tura del museo il sabato, che a volte sono ri- in piedi davanti alla scultura del toro con at-
dotti per mancanza di personale. teggiamento di sfida. Alcuni accolsero l’opera
come un marcato simbolo del femminismo
ARTISTS SPACE GALLERIA D’ARTE o dell’anticapitalismo, ma Di Modica la con-
Cartina p438 (%212-226-3970; www.artistsspace. dannò per la distorsione e lo stravolgimen-
org; 55 Walker St, tra Broadway e Church St, SoHo; to della sua opera d’arte e ne chiese l’imme-
horario variabile; bA/C/E, N/Q/R, 1 fermata Canal diata rimozione. Ne derivarono discussioni e
St) F L’Artists Space fece il suo debutto negoziazioni pubbliche: ora il sindaco ne ha
nel 1972 come uno dei primi spazi alternati- annunciato lo spostamento (insieme al Bull)
vi di New York. La sua missione fu sin dall’i- davanti al NYC Stock Exchange.
nizio quella di sostenere gli artisti contem-
poranei che operavano nel mondo delle arti
visive spaziando da video, media elettronici e
performance ad architettura e design. Trasfe- 1 New York Harbor
ritosi in una nuova sede, più di quarant’anni STATUA DELLA LIBERTÀ MONUMENTO
dopo resta una scelta affidabile per chi cer- V. p64.
ca lavori creativi sperimentali e provocatori.
Scoprite sul sito web quali sono le mostre in ELLIS ISLAND SITO STORICO
corso e quelle in programmazione. V. p66.
75
VALE UNA DEVIAZIONE

STATEN ISLAND
Patria dello shaolin (o quanto meno dell’album Once upon a time in Shaolin del grup-
po rap Wu Tang Clan), di tute da ginnastica vellutate, case in legno e rivestimenti in allu-
minio e di tre membri del cast del reality show di MTV Jersey Shore, Staten Island sem-
bra distante anni luce da Manhattan. Se non fosse per l’omonimo traghetto che attrac-

Low er M an h at tan e il Financial D is tric t che c o sa vedere


ca nel centro di St George, sarebbe un luogo quasi dimenticato, con quella sua aria pro-
vinciale per niente al passo con i tempi. Eppure su quest’isola non mancano le attrattive,
specialmente di carattere culturale e gastronomico. D’estate, poi, l’atmosfera è ravvivata
dalle partite di baseball di serie B che si disputano al Richmond County Bank Ballpark
(%718-720-9265; www.siyanks.com; Richmond County Bank Ballpark, 75 Richmond Tce; biglietti
$12; hbiglietteria 10-17 lun-ven; fStaten Island), affacciato sull’acqua.
Lo Snug Harbor Cultural Center & Botanical Garden (%718-425-3504; www.snug-
harbor.org; 1000 Richmond Tce; gallerie d’arte e Chinese Scholar’s Garden interi/bambini $8/gra-
tuito, ingresso libero al parco; hparco alba-tramonto tutti i giorni, Chinese Scholar’s Garden 10-17
mar-dom, 10-16 ven-dom nov-marzo, Newhouse Center for Contemporary Art 12-19 gio-ven, 11-17
sab e dom marzo-dic, Noble Maritime Collection 12-17 gio-dom, Staten Island Museum 11-17 mer-
dom, 11-21 estate; gS40 fermata Snug Harbor) è il sito di maggior richiamo di Staten Island.
Tranquilla oasi di giardini, edifici storici e gallerie d’arte, comprende varie attrattive di
spicco come lo Staten Island Museum, con la sua miriade di opere d’arte, un giardino in
stile cinese (il Chinese Scholar’s Garden) antico, un giardino in stile toscano ispirato a
Villa Gamberaia di Firenze e un affascinante museo marittimo. Il parco si trova circa 3 km
a ovest dell’imbarcadero; l’autobus S40 ferma davanti all’ingresso principale.
Al centro di Staten Island, su una superficie di 40 ettari, si estende la Historic Rich-
mond Town (%718-351-1611; www.historicrichmondtown.org; 441 Clarke Ave; interi/bambini
$8/5, venerdì ingresso libero; h13-17 mer-dom; gS74 fermata Arthur Kill Rd e Clarke Ave), che
ospita alcuni edifici famosi, come la Voorlezer’s House, la scuola più antica degli Stati
Uniti, costruita su due piani in legno di sequoia tre secoli fa. Sono disponibili tour guida-
ti (compresi nel biglietto) che partono alle 13.30 durante la settimana e alle 13.30 e 15.30
nei weekend. Il sito dista circa 40 minuti di autobus dall’attracco dei traghetti.
Alice Austen fu la prima donna a farsi un nome nel mondo della fotografia statunitense.
La sua dimora (%718-816-4506; www.aliceausten.org; 2 Hylan Blvd, all’altezza di Edgewater St;
offerta consigliata $3; h11-17 mar-ven; gS51 fermata Hylan Blvd e Bay St) al porto consente di
indagare nella vita e nella produzione dell’artista. La casa si trova immediatamente a nord
del Verrazano–Narrows Bridge, a circa 15 minuti (3,8 km) di autobus dall’imbarcadero.
A pochi passi dall’attracco dei traghetti, l’Enoteca Maria (%718-447-2777; www.enote
camaria.com; 27 Hyatt St; portate principali $16-25; h12-23 mer-ven, dalle 15 sab e dom; v;
fStaten Island) è un delizioso ristorante italiano dall’illuminazione calda che serve squisi-
ti piatti tradizionali preparati con amore da esperte nonne italiane. La prenotazione è in-
dispensabile. Per una tazza di caffè del commercio equo e solidale, sandwich con l’hum-
mus, libri usati e un pizzico di attivismo sociale, non perdetevi l’Everything Goes Book
Café & Neighborhood Stage (%718-447-8256; www.etgstores.com/bookcafe; 208 Bay St;
sandwich $4-7; h12-21 mar-gio, 12-22 ven e sab, 12-17 dom; Wv; fStaten Island). Dall’imbar-
cadero basta camminate per circa 600 m lungo Bay St in direzione sud.
Entrare nel Lakruwana (%347-857-6619; http://lakruwana.com; 668 Bay St, angolo Broad
St; portate principali $12-14; h12-15 e 17-22 mar-ven, 12-22 sab e dom; fStaten Island) è co-
me mettere piede in un tempio hindu. Ristorante dall’atmosfera suggestiva, ha un menu
di curry, riso allo zafferano e altre squisitezze dello Sri Lanka. Da provare il ricco buffet
del weekend. Non perdetevi il museo al piano terra, per ammirare oggetti cerimoniali del-
lo Sri Lanka di squisita fattura. Il Lakruwana si trova poco meno di 2 km a sud dell’attrac-
co dei traghetti. Un’altra buona ragione per trattenersi sull’isola è la Flagship Brewing
Company (%718-448-5284; www.flagshipbrewery.nyc; 40 Minthorne St; h14-22 mar e mer, 12-
24 gio-sab, 12-20 dom; fStaten Island), che spilla dissetanti birre artigianali in un’ampia sa-
la che funge anche da palcoscenico per gruppi musicali nell’arco di tutto il mese.
Il traghetto gratuito Staten Island Ferry (p87) collega 24 ore su 24 Lower Manhat-
tan a St George, sulla punta settentrionale di Staten Island.
76
VALE UNA DEVIAZIONE

GOVERNORS ISLAND
Chiusa al pubblico per due secoli in quanto zona militare, Governors Island (%212-825-
3045; www.govisland.com; h10-18 lun-gio, 10-22 ven, 10-23 sab, 10-19 dom mag-ott; b4/5 fer-
mata Bowling Green; 1 fermata South Ferry) F è oggi una delle aree preferite dai newyor-
kesi per le attività all’aperto. In estate ci sono traghetti gratuiti che in sette minuti colle-
Low er M an h at tan e il Financial D is tric t che c o sa vedere

gano Lower Manhattan a quest’oasi verde di 70 ettari. Il parco di 12 ettari che si estende
sull’isola comprende i 2,4 ettari disseminati di opere d’arte che formano la Liggett Ter-
race, i 4 ettari di Hammock Grove (un boschetto con una cinquantina di amache appe-
se) e i 5,6 ettari di Play Lawn, che ospita campi in terra naturale di softball per adulti e
per la Little League.
Il parco migliorò ulteriormente il suo assetto nel luglio del 2016, quando venne com-
pletato The Hills, un ambizioso quartetto di colline artificiali che offre una vista spetta-
colare sulla città e sul porto; una delle colline ha quattro scivoli incorporati, tra cui il più
lungo di tutta New York (più di 17 m). Si possono ammirare splendidi panorami anche
lungo la Great Promenade, un sentiero che si snoda per 3,5 km lungo il perimetro dell’i-
sola offrendo scorci su Lower Manhattan, Brooklyn, Staten Island e il New Jersey. Sull’i-
sola sono disponibili biciclette a noleggio.
Oltre a essere stata efficacemente utilizzata come forte durante la Guerra d’Indipen-
denza, come ufficio di reclutamento centrale dell’Union Army nel corso della Guerra di
Secessione e come punto di decollo del famoso volo di Wilbur Wright del 1909 attorno
alla Statua della Libertà, Governors island ospitò nel 1988 lo storico summit tra Reagan
e Gorbaciov che segnò l’inizio della fine della Guerra Fredda. È possibile visitare il luogo
dove si tenne l’incontro, ovvero la Admiral’s House, una solenne residenza militare con
un alto colonnato risalente al 1843, che fa parte dell’elegante ‘quartiere fantasma’ di No-
lan Park.
Fra gli altri siti storici figurano Fort Jay, un edificio fortificato eretto nel 1776 per quel-
lo poi fu un vano tentativo di impedire alla flotta britannica di invadere Manhattan; Colo-
nel’s Row, una fila di incantevoli alloggiamenti in mattoni edificati nel XIX secolo per gli
ufficiali, e il sinistro Castle Williams, un forte ottocentesco che venne successivamen-
te utilizzato come penitenziario militare. il modo migliore per esplorare tutti questi luoghi
è affidarsi al National Park Service (www.nps.gov/gois), i cui ranger conducono visite
guidate nel quartiere storico (consultate il sito per conoscere i giorni e l’orario).
Durante un weekend di giugno, a farla da padrona sull’isola è l’arte, a cui è dedicato il
festival interattivo Figment (www.figmentproject.org).
Per raggiungere l’isola prendete il traghetto (cartina p438; www.govisland.com; Battery
Maritime Bldg, 10 South St; andata e ritorno interi/senior/bambini $3/1/gratuito, 10-11.30 sab e
dom gratuito; hpartenze da Manhattan 10-16.15 lun-ven, 10-17.30 sab e dom mag-ott, orario pro-
lungato lug e agosto; b1 fermata South Ferry; R/W fermata Whitehall St; 4/5 fermata Bowling
Green) che parte dal Battery Maritime Building. Dall’isola l’ultimo traghetto nei giorni fe-
riali parte alle 18, sabato e domenica alle 19. A luglio ed agosto gli orari sono prolungati.

principale del museo riguarda la Shoah, il-


1 Battery Park City lustrata in modo molto toccante e commo-
vente tramite effetti personali, fotografie e
oMUSEUM OF JEWISH HERITAGE MUSEO documentari. All’esterno è visibile il Garden
Cartina p438 (%646-437-4202; www.mjhnyc.org; of Stones, un’installazione dell’artista Andy
36 Battery Pl; interi/ridotti/bambini $12/7/gratuito, Goldsworthy dedicata a quanti persero i pro-
16-20 mer ingresso libero; h10-18 dom-mar, 10-20 pri cari nella Shoah: i 18 massi formano uno
mer e gio, 10-17 ven metà marzo-metà nov, 10-15 stretto sentiero che invita a riflettere sulla
ven nel resto dell’anno, chiuso sab; c; b4/5 fer- fragilità dell’esistenza umana.
mata Bowling Green; R/W fermata Whitehall St) Af- L’edificio – di forma esagonale e disposto
facciato sul fiume, questo museo rievoca ed su tre livelli a simboleggiare la stella di Da-
esplora tutti gli aspetti dell’identità e della vide – è una metafora che allude ai sei mi-
cultura ebraica moderna, dalle tradizioni re- lioni di ebrei che morirono durante la secon-
ligiose alle espressioni artistiche. La mostra da guerra mondiale. Il museo propone anche
77
proiezioni di film, concerti, cicli di conferen- SKYSCRAPER MUSEUM MUSEO
ze ed eventi speciali nel periodo delle vacan- Cartina p438 ( %212-968-1961; www.skyscra
ze. Inoltre vengono spesso organizzati labo- per.org; 39 Battery Pl; interi/under 12 $5/gratuito;
ratori gratuiti che si rivolgono alle famiglie h12‑18 mer-dom; b4/5 fermata Bowling Green;
con bambini. Il caffè kasher all’interno del R/W fermata Whitehall) Gli amanti dell’archi-
museo serve piatti leggeri, tra cui lox (salmo- tettura fallica troveranno affascinante que-
ne affumicato) in più varianti di quante avre- sta compatta galleria tutta vetro scintillan-

Low er M an h at tan e il Financial D is tric t che c o sa vedere


ste mai potuto immaginare. te, che esamina i grattacieli come oggetti di
design, ingegneria e rinnovamento del pano-
BATTERY PARK PARCO rama urbano. Le mostre temporanee occupa-
Cartina p438 (www.nycgovparks.org; Broadway, no gran parte dello spazio espositivo: negli
all’altezza di Battery Pl; halba-1; b4/5 fermata ultimi tempi vi sono state mostre che esplo-
Bowling Green; R/W fermata Whitehall St; 1 fermata ravano le nuove generazioni di grattacieli, da
South Ferry) Il parco che si estende sulla pun- quelli sottili costruiti a scopo residenziale a
ta meridionale di Manhattan è un’oasi ver- quelli altissimi progettati per battere i record
de di quasi cinque ettari, dove i sentieri ser- d’altezza. La collezione permanente fornisce
peggiano tra aiuole di piante perenni e opere informazioni sulla progettazione e la costru-
d’arte. Vi sono anche due monumenti com- zione dell’Empire State Building e del World
memorativi, l’Holocaust Memorial e l’Irish Trade Center.
Hunger Memorial. Fu in quest’angolo dell’i-
sola che nel 1632 sorse il primo insediamen-
to dei coloni olandesi. E fu sempre qui che 1 East River Waterfront
venne installata la prima ‘batteria’ di canno-
ni per difendere la neonata Nuova Amster- SOUTH STREET
dam. Nel parco si trovano inoltre lo storico SEAPORT MUSEUM MUSEO
Castle Clinton (cartina p438; %212-344-7220; Cartina p438 (www.southstreetseaportmuseum.
www.nps.gov/cacl/index.htm; h7.45-17) e l’imbar- org; 12 Fulton St; tipografia e cartoleria ingresso libe-
cadero dei traghetti per Ellis Island e la Sta- ro; b2/3, 4/5, A/C, J/Z fermata Fulton St) Questo
tua della Libertà. museo, che nel 2017 ha celebrato il suo 50°
Attenzione! Nel parco pare essere in corso anniversario, si trova nel dedalo di vie acciot-
una sorta di disputa territoriale tra truffatori tolate di South Seaport e comprende affasci-
ai danni dei turisti che intendono visitare la nanti mostre dedicate alla storia marittima
Statua della Libertà. Soltanto una compagnia della città, una tipografia e cartoleria sette-
vende questo tipo di biglietti: la Statue Crui- centesca (p86) e alcune imponenti barche
ses. Se non lo avete già fatto online, procura- a vela ormeggiate al Pier 16. Tra queste spic-
tevi i biglietti presso la biglietteria di Castle ca il Pioneer (p87), un vascello ottocente-
Clinton. State alla larga, invece, dai promo- sco che nei mesi più caldi offre crociere nel
tori apparentemente ufficiali che per strada porto della durata di due ore.
vendono biglietti falsi, oppure biglietti per
altre compagnie marittime.

SOUTH STREET SEAPORT


Prima che l’uragano Sandy nel 2012 devastasse questa enclave di vie acciottolate, ma-
gazzini marittimi e negozi per i turisti, gli abitanti della città tendevano a lasciare che
South Street Seaport fosse dominio dei visitatori, non apprezzando il fatto che la sua im-
portanza storica e marittima venisse offuscata da un’atmosfera da località prettamente
turistica con artisti di strada di basso livello e ristoranti spesso affollati. Il processo di ri-
costruzione e rinascita della zona è stato piuttosto lento, ma di recente ha preso slancio.
Nell’estate del 2018 ha aperto uno sfavillante centro di quattro piani sul Pier 17, comple-
to di vasta area gastronomica e di zona locali e intrattenimenti all’ultimo piano; il rooftop,
con splendida vista sui grattacieli intorno) dovrebbe anche ospitare una pista si patti-
naggio su ghiaccio in inverno. Come in altre parti della città, tutto ciò che è nuovo e inno-
vativo costituisce una minaccia per la conservazione del patrimonio storico, ma a South
Street Seaport non mancano i bar e i ristoranti che hanno mantenuto il loro carattere ori-
ginale e a cui merita dare un’occhiata.
TRAVELVIEW / SHUTTERSTOCK ©
PRICEM / SHUTTERSTOCK ©
78
79

A.RUIZ / SHUTTERSTOCK ©

1. Registry Room, Ellis Island


(p66)
EVE81 / SHUTTERSTOCK ©

Circa il 40% degli americani ha un antenato che


dovette sottoporsi alle procedure di controllo nella
‘Sala delle registrazioni’ di Ellis Island.
2. Lower Manhattan e il Financial
District (p62)
Lo skyline di Lower Manhattan è dominato dallo
One World Trade Center (p70), l’edificio più
alto di New York City.
3. Statua della Libertà (p64)
I 393 scalini necessari per raggiungere la corona
sono piuttosto impegnativi, ma da lassù la vista
sulla città e sul porto è mozzafiato.
4. Staten Island Ferry (p87)
A bordo di questo traghetto arancione farete un
viaggio incantevole (e gratuito) tra Staten Island e
Lower Manhattan.
80

1 City Hall e Civic Center


5 PASTI

La miriade di locali casual e di fast food di


WOOLWORTH BUILDING EDIFICIO DI RILIEVO fascia alta di Brookfield Place, che fanno de-
Cartina p438 (%203-966-9663; www.woolworth gna concorrenza a indirizzi collaudati come
tours.com; 233 Broadway, all’altezza di Park Pl; tour North End Grill (p83) e Shake Shack, ha
di 30/60/90 min $20/30/45; bR/W fermata City portato nuova verve al panorama gastrono-
mico del Financial District. Più a nord, Tribe-
Low er M an h at tan e il Financial D is tric t Pasti

Hall; 2/3 fermata Park Pl; 4/5/6 fermata Brooklyn


Bridge-City Hall) Il Woolworth Building è una ca è notoriamente quartiere privilegiato per
meraviglia in stile neogotico. Elegantemen- ristoranti cool capitanati da celebrity chef e
te rivestito in muratura e terracotta, il palaz- vanta una delle migliori panetterie di New
zo di 60 piani fu progettato da Cass Gilbert e York, l’Arcade Bakery.
nel 1913, quando venne completato, con i suoi
241 m era il più alto del mondo (il Chrysler ARCADE BAKERY PANETTERIA  $

Building gli rubò il primato nel 1930). La sua Cartina p438 (%212-227-7895; www.arcadebakery.
lobby d’epoca – uno spettacolo di scintillanti com; 220 Church St, tra Worth St e Thomas St; dol-
mosaici bizantineggianti da togliere il fiato ci da $3, sandwich $9, pizze $9-13; h8-15 mar-ven;
– è accessibile solo con tour guidati da pre- b1 fermata Franklin St) È facile non accorger-
notare in anticipo, che offrono anche la pos- si di questo piccolo gioiello, nascosto com’è
sibilità di osservare le caratteristiche più cu- nella lobby con soffitto a volta di un palazzo
riose di questo edificio, come un’entrata ri- sede di uffici costruito negli anni ’20. Il ban-
servata che comunica con la metropolitana cone trabocca di panini e dolci appena sfor-
e una piscina segreta. nati e dalle 12 alle 16 si possono acquistare
Alla sua inaugurazione venne definito una anche appetitosi sandwich e una scelta di
‘cattedrale del commercio’, una descrizione pizze dalla crosta soffice, guarnite con com-
che nelle intenzioni voleva essere un insul- binazioni insolite come funghi, cipolle cara-
to, ma che F.W. Woolworth, a capo della ca- mellate e formaggio di capra. Ciliegina sul-
tena di grandi magazzini di fascia bassa che la torta: i croissant alle mandorle sono tra i
aveva qui il suo quartier generale, intese co- più buoni di tutta la città.
me un complimento e cominciò a utilizzare
facendosene un vanto. Oggi l’edificio è piut- SHAKE SHACK FAST FOOD  $

tosto una cattedrale dell’edilizia residenzia- Cartina p438 (%646-545-4600; www.shakeshack.


le, dal momento che gli ultimi 30 piani so- com; 215 Murray St, tra West St e North End Ave;
no ora adibiti a dimore di gran lusso, com- hamburger $5,55-9,95; h11-23; W; bA/C, 1/2/3
presa la cosiddetta ‘Pinnacle Penthouse’ che fermata Chambers St) La catena di hambur-
abbraccia gli ultimi sette piani del palazzo. gherie di Danny Meyer, ormai di culto, por-
ta il fast food al massimo della raffinatezza:
AFRICAN BURIAL GROUND NATIONAL hamburger morbidissimi fatti con carne di
MONUMENT MONUMENTO COMMEMORATIVO prima scelta appena macinata, hot dog sen-
Cartina p438 (%212-637-2019; www.nps.gov/afbg; za ormoni e antibiotici e patatine fritte al for-
290 Broadway, tra Duane St e Reade St; hmonumen- maggio semplicemente deliziose. Accompa-
to 10-16 mar-sab; bJ/Z fermata Chambers St; R/W gnate il vostro piatto con una birra chiara lo-
fermata City Hall; 4/5/6 fermata Brooklyn Bridge- cale del Brooklyn Brewery o un calorico frul-
City Hall) F Nel 1991, durante alcuni lavo- lato ghiacciato alla crema pasticcera che pas-
ri di scavo gli operai edili scoprirono più di sa a fatica attraverso la cannuccia.
400 bare di legno ammucchiate una sull’altra
e sepolte sotto il manto stradale a una pro- EL LUCHADOR MESSICANO  $
fondità di soli 4-8 m. Le casse contenevano Cartina p438 (%646-398-7499; www.elluchador.
le spoglie di schiavi africani del XVII e XVIII nyc; 87 South St, all’altezza di John St; portate prin-
secolo (epoca in cui la vicina Trinity Church cipali $7,25-9,50; h11-22; v; gM15 fermata Pearl
non accettava di seppellire persone di colore St/Fulton St, b2/3 fermata Wall St) Individuate
nel suo cimitero). Oggi il monumento com- la roulotte argentata stile anni ’60 e vi tro-
memorativo Ancestral Chamber e il centro verete nel cortile di questo locale all’angolo
visitatori rendono omaggio ai circa 15.000 tra due strade che serve burritos appena fatti,
africani (uomini, donne e bambini) che, se- tacos e quesadillas ripieni di costolette, car-
condo le stime, sarebbero stati seppelliti qui. nitas (brasato di maiale cotto con erbe, suc-
co di lime e peperoncino), adobo di pollo o
funghi portobello al forno. Si tratta di un’al-
81
ternativa più informale ma altrettanto acco- ne con salsa tahina alle erbe e broccoletti o
gliente rispetto agli altri ristoranti della zo- pollo arrosto. Ottimo anche il caffè.
na di South Street Seaport.
GRAND BANKS CUCINA DI MARE  $$
DA MIKELE PIZZA  $$ Cartina p438 (%212-660-6312; www.grandbanks.
Cartina p438 ( %212-925-8800; www.luz- org; Pier 25, vicino a N Moore St; ostriche $3-4, por-
zosgroup.com/about-us-damikele; 275 Church St, tate principali $23-27; h15-24 lun e mar, dalle 12
tra White St e Franklin St; pizze $17-21; h12-23 mer-ven, dalle 11 sab e dom mag-metà ott; b1 fer-

Low er M an h at tan e il Financial D is tric t Pasti


lun-gio, 12-24 ven e sab, 12-2.30 dom; b1 fermata mata Franklin St; A/C/E fermata Canal St) S Nel
Franklin St; A/C/E, N/Q/R, J/Z, 6 fermata Canal St) suo ristorante sullo Sherman Zwicker, un ve-
Potremmo definirlo un corto circuito fra l’I- liero del 1942 ormeggiato sul fiume Hudson,
talia e Tribeca, questo locale dove materia- lo chef Kerry Heffernan propone un menu a
li come stagno pressato e legno di recupe- base di pesce pescato con metodi sostenibili,
ro fanno da sfondo alla Vespa d’altri tempi. in cui viene dato particolare risalto alle ostri-
Da Mikele vuole iniziare i newyorkesi alla che dell’Oceano Atlantico (ma meritano un
‘dolce vita’ proponendo, dal lunedì al vener- assaggio anche il ceviche, i panini con l’astice
dì, un aperitivo (dalle 17 alle 19) con squisi- e il granchio dal guscio morbido). Il ristoran-
ti stuzzichini compresi nel prezzo. Ma il ve- te richiama una nutrita clientela di persone
ro motivo per cui merita venire qui sono le eleganti all’uscita dal lavoro ed è pieno an-
pizze, veraci e cotte a regola d’arte, soffici e che nei weekend; in alternativa veniteci per
croccanti al tempo stesso, così buone da far un aperitivo serale accompagnato da pano-
commuovere un napoletano. rami magnifici al tramonto.

BROOKFIELD oLOCANDA VERDE ITALIANO  $$$


PLACE AREA RISTORAZIONE, MERCATO  $$ Cartina p438 (%212-925-3797; www.locandaverde
Cartina p438 (%212-978-1698; www.brookfieldpla nyc.com; 377 Greenwich St, all’altezza di N Moore
ceny.com; 230 Vesey St, all’altezza di West St; W; St; portate principali a pranzo $23-34, a cena $25-
bE fermata World Trade Center; 2/3 fermata Park 38; hbreakfast 7-11 lun-ven e 8-10 sab e dom, pran-
Pl; R/W fermata Cortlandt St; 4/5 fermata Fulton St; zo 11.30-15 lun-ven, cena 17.30-23 dom-gio, 17.30-
A/C fermata Chambers St) Questo elegante com- 23.30 ven e sab, brunch 10-15 sab e dom; bA/C/E
plesso di lussuosi uffici e negozi al dettaglio fermata Canal St; 1 fermata Franklin St) Superate
ospita anche due favolose aree di ristorazio- le tende di velluto, si entra in un ambiente di
ne. La meta di chi ama la cucina francese è una certa eleganza (giacca e abiti da cocktail
Le District (p83), un incantevole e raffina- neri), ma disinvolta (cravatta allentata), do-
to emporio comprendente diversi ristoranti ve bartender professionali si danno da fare
indipendenti e banchi che vendono ogni ge- dietro il lungo bancone affollato. Ad attrarre
nere di prelibatezze, da formaggi puzzolen- i clienti in questa rinomata brasserie è la cu-
ti alle steak frites. Al piano superiore si tro- cina d’ispirazione italiana che propone, per
va Hudson Eats (cartina p438; %212-417-2445; esempio rigatoni alla genovese fatti in casa
h10-21 lun-sab, 12-19 dom; W), un’enclave di lo- con sugo di coniglio o pesce spada con capo-
cali di tendenza dove si mangia ‘fast’ ma ci- nata di melanzane. Non è da meno il brunch
bo di qualità, dal sushi ai tacos e dalle insa- offerto nel weekend: provate gli scampi con
late agli hamburger. polentina o i pancake con ricotta al limone
e mirtilli. Si consiglia di prenotare.
TWO HANDS AUSTRALIANO  $$
Cartina p438 (www.twohandsnyc.com; 251 Church BÂTARD MODERN AMERICAN  $$$
St, tra Franklin St e Leonard St; portate principali a Cartina p438 (%212-219-2777; www.batardtribe
pranzo e brunch $14-19, cena $18-29; h8-17; v; ca.com; 239 W Broadway, tra Walker St e White St;
b1 fermata Franklin St; N/Q/R/W, 6 fermata Canal 2/3/4 portate $58/75/85; h17.30-22 lun-mer, 17.30-
St) Una gamma di colori che sfuma dall’az- 22.30 gio-sab; b1 fermata Franklin St; A/C/E ferma-
zurro pallido alle pareti di mattoni imbian- ta Canal St) Lo chef austriaco Markus Glocker
cate a calce dona a questo moderno cafe-ri- è a capo di questo ristorante stellato Miche-
storante un’aria fresca e invitante. Il menu lin il cui ambiente di sobria eleganza invita
del pranzo spazia da piatti leggeri come toast a focalizzare l’attenzione sul cibo. I piatti di
con funghi o purea di avocado agli hambur- Glocker trovano un meraviglioso equilibrio
ger all’australiana (con formaggio, uovo frit- tra i sapori e le consistenze, che si tratti di
to e relish di barbabietole), mentre le cene croccante branzino con pomodorini, basili-
sono più ricercate, con portate come salmo- co e asparagi, di risotto con salsiccia di coni-
82

2Itinerario
2 I simboli adipiedi
0 200 m
e
#0 0.1 miles
Lower

W Broadway
Manhattan
SOHO
INIZIO LA COLOMBE
Low er M an h at tan e il Financial D is tric t I tinerari o a p iedi

¦
#
FINE FEDERAL HALL ¦
#
Canal St Canal
LUNGHEZZA 4 KM; 3 ORE St Canal St
L Lispenard St¦#

w
¦
#
Un labirinto di vie secondarie, chiese neogo- #1 Canal St

Var
tiche e grattacieli primo Novecento: Lower Beach St
Walker St

ic
Manhattan vanta importanti radici storiche.

Broadway
kS

Lafayette St
Iniziate con un caffè da 1La Colombe.

t
#
2 White St
Nell’Ottocento era una tappa della ‘Under-
# Franklin St Franklin St
¦
ground Railway’, una rete segreta di percor-
si e case sicure per gli schiavi africani in fuga. Leonard St
Lo ricorda una targa sul lato dell’edificio verso #3 0 0
CHINATOWN
0
00 00 00
Lispenard St. Più a ovest, all’incrocio tra va- TRIBECA 0 00 0 0 00
Worth St00 0 00 0
0 00 0
rick St e N Moore St, si trova 28 Hook 0 00 0
0 0 0 0
0 0
0
0 0
0 0 0 0
0 00 00 0 0 0
0 0 0 00 0 0 0 0000 0
& Ladder, meglio noto come il quartier gene- 0
0 00 00 0 0
0 00 0
0 0 0 0
0
0 0 0 0
Federal
0 0 0 0
Plaza 0
0 0

Church St
rale degli acchiappafantasmi nel film Ghost- 0 0
0 0
0 00 0 0 0000 0 0
0 0
Hu

00 0 0 0
0 00 0 0 0000
Duane St0 0 0
0 0
0 0 0 0
0 0
1 0 00
0
ds o

busters (1984).
1

0 0 0
0 0
0 1 00
0
0 0
0 0
0
00 0
0 00 0
1
0 0
01 00
Continuate verso sud lungo Varick St e 01 00 0
1
nS

00 0 01 00
1 0
girate a sinistra in Leonard St: nell’angolo 0
0 00 000 0
t

0 0 10
Chambers St 00
sud-est dell’incrocio con Church St sorge il ¦
# # Chambers St0
¦
ô
#
3 Textile Building (1901). Il suo architetto,
City City Hall
Henry J. Hardenbergh, progettò in seguito il Warren St
Hall ¦
# Park

#
monumentale Plaza Hotel di Midtown. 0000
W Broadway

0 0
0 0 0
Più a sud, lungo Church St, svoltate a sini- Park 00 0
0 0
0
Place 00 0
stra in Park Pl e poi a destra in Broadway. Park Pl ¦
#
0 w
St
0 0
Ro
Vi troverete così davanti al neogotico 0 0 0 # 4
0 0 0 00 sau
rk

4Woolworth Building (p80). 0 00 0 00 0


Barcla
0 y St
0 0
Pa

00 0 0 0 0 00 0
Nas

Procedete verso sud lungo Broadway, at- 0 0 0 00 0000 0 0


0 0 0
0 0
0 0 0 0
0 00 00
0000 0
0 0
World0
0 0 0
Trade
0 0 0 0 0
Center0 Vesey St
traversate Vesey St e alla vostra destra vedre- 0 0 0 0 0
0 00 0 0 0
0 0
0 00 0
0 0
0 0
0 00 0 0000 00 0 0 0
0
¦
#0 0 # 5
te la 5 St Paul’s Chapel (p73), l’unica 00 #
080 00 00 0 0 00 0000 0 0
0 0 0 0 0 0 0 0
Church St

0 0 0 0 0 0 0 ¦
#
chiesa pre-rivoluzionaria rimasta intatta. 0 0
0 0
0 0 0 0
0 00 0
0 0 0 00 00 0 00 0
0
00 0 0 00 00 0 0 0
0 0
0 00 0 0 0
0 00 0 0Fulton St
0 0 0
Memorial
0 0 0 0 000
¦
#
0 0 00 0
0 0 0 0 0
Alle sue spalle si trova il sito del World Tra- 0 0 0
00 0 0 0 0 000
0 0 0 0 ¦
#
0 700 0
0 0 Pool 0 0 0 0 0
0 0 00 0060 0# 0 0
0 0
0 0 0 0000 0
de Center, che oggi ospita il 6National 0
0 0
0 0 #
0 0000 0 0 0
0 00 00 0 0 00
¦
#
00 0 0 0
0 0
0 0 0 00 0
0 0 0 0000 0
Cortlandt
0 0 St LOWER
0 0 0 0
Wes

September 11 Memorial (p68) e il 0 000000 0 0 0


00 0 0 00 0
0 0 ¦
#0 0 00 0
0 0 0 0 0 0 MANHATTAN
00000
0 0
0 0
0 0
0 00
0 00000000
0 0
0 0
0 0
0 000
0
0 0 0 00
0 Memorial 0
7Museum (p68), dedicato agli attenta- 0
t St

0 0 0000 0 0 0
0 0000 0 0 0
0 0
0
0
0 0
0 0 0 00 0
Plaza
0 0 0 000000 0 0
ti terroristici del 2001. Il monumento comme-0 0 0 0 0 0 0 0 00 Liberty S
00
0 0 0 0 0 0 0
(We

00Zuccotti
0 0 0 0 0 0 0 t
0 0 0 0 0 0 0 0
Broad w ay

morativo presenta due grandi vasche a spec- 0 0 0 000000 0 0


0 0
0 0
0 0 Park
00 0
0 0 0 0 0 0 0
st S

0 0 0
chio scavate nelle fondamenta delle due torri 0
0000 00
0 0000 Thames St
0 00000
ide H

0
crollate. Su di loro svettano i 541 m dello One 000 W
World Trade Center, la cui 8terrazza pa- # # all St # 11
K
wy)

9 ¦
noramica (p71) offre vedute stupefacenti Wall St ¦
#
#10
¦
#
t
della città e non solo. Rector S Rector St ¦
#
¦
# Broad St
Più a sud, su Broadway, c’è la 9Trinity
BATTERY
Bro a

Church (p72), che quando fu ultimata


New S

PARK CITY
(1846) era l’edificio più alto di New York. Nel FINANCIAL
St d

DISTRICT
t

suo cimitero riposa Alexander Hamilton, uno t


rS
dei padri fondatori degli Stati Uniti (nonché ave
Be
attuale stella di Broadway!). Bowling
W
hi

Infine girate a est verso Wall St, sede Green


te

¦
#
ha

del aNew York Stock Exchange e della


w

ll S

bFederal Hall (p74).


t
83
glio, broccoli e conserva di limone, o di cru- port. Tribeca continua a essere di tendenza,
do di capesante con mousse di avocado, li- con le sue bellissime torrefazioni artigianali
me, ravanelli e sesamo nero. di caffè e i venerati cocktail bar.

NORTH END GRILL AMERICANO  $$$ oDEAD RABBIT COCKTAIL BAR


Cartina p438 (%646-747-1600; www.northendgrill Cartina p438 (%646-422-7906; www.deadrabbit
nyc.com; 104 North End Ave, all’altezza di Murray nyc.com; 30 Water St, tra Broad St e Coenties Slip;
St; portate principali a pranzo $27-36, cena $36-

Low er M an h at tan e il Financial D is tric t l o cali e vita n o tturna


hbirreria 11-4, Parlor 17-2 lun-sab e 17-24 dom;
48; hpranzo 11.30-17.30 lun-ven, cena 17.30-22 lun- bR/W fermata Whitehall St; 1 fermata South Fer-
ven, brunch 11-17.30 sab; W; b1/2/3, A/C ferma- ry) Il ‘coniglio morto’, che deve il suo nome
ta Chambers St; E fermata World Trade Center) Un a una temuta gang irlandese-americana, in
bell’ambiente, una cucina intelligente e per- realtà più che nella lista dei ricercati com-
sonale cordiale: questo è il modo in cui il ce- pare spesso nelle classifiche dei migliori bar
lebre chef Danny Meyer interpreta il barbe- del mondo. Entrate nella sala birreria con la
cue all’americana. Prodotti freschi di qualità segatura per terra per assaggiare una birra
(che comprendono anche erbe aromatiche e speciale, punch classici e pop-inn (una bir-
ortaggi dall’orto del ristorante sul tetto) so- ra chiara leggermente maltata con l’aggiun-
no alla base di questa versione moderna del ta di un alcolico con gusti diversi). Se venite
comfort food, divorata con piacere da briz- di sera, salite nell’accogliente Parlor al pia-
zolati clienti abituali in doppiopetto e altri no superiore per provare uno dei suoi cock-
buongustai di passaggio. tail meticolosamente studiati. Nel tardo po-
meriggio il locale si riempie degli impiegati
LE DISTRICT FRANCESE, AREA RISTORAZIONE  $$$ di Wall St all’uscita dal lavoro.
Cartina p438 (%212-981-8588; www.ledistrict.com;
Brookfield Place, 225 Liberty St, all’altezza di West St; oBLUESTONE LANE CAFFÈ
portate principali nella sezione mercato $12-30, por- Cartina p438 (%646-684-3771; www.bluestone
tate principali a cena nella brasserie Beaubourg $25- laneny.com; 30 Broad St, entrata su New St; h7-
37; hBeaubourg 7.30-23 lun-ven, dalle 8 sab e dom, 17.30 lun-ven, 8-17 sab e dom; bJ/Z fermata Broad
altri ristoranti orari variabili; W; bE fermata World Tra- St; 2/3, 4/5 fermata Wall St) Alla Borsa di New
de Center; 2/3 fermata Park Place; R/W fermata Cort- York nei pressi ferve la compravendita di
landt St; 4/5 fermata Fulton St; A/C fermata Cham- azioni, mentre questo minuscolo caffè a ge-
bers St) Sembra una Parigi sul fiume Hudson stione australiana fa grandi affari con un caf-
questo vasto emporio gastronomico che ven- fè buono da morire. Arredato con una quan-
de ogni genere di squisitezza francese, dalla tità di oggetti retrò che ricordano la natia
pasticceria sopraffina alle bellissime tartines Melbourne, il locale d’angolo, in un palazzo
fino ai formaggi puzzolenti e alle gustose ste- art déco sede di uffici, ha tra i clienti abitua-
ak frites. Il ristorante principale Beaubourg li impeccabili impiegati in giacca e cravatta
propone un vasto menu da bistrò, ma se pre- e australiani con la nostalgia di casa, acco-
ferite un pasto veloce seduti al banco, recatevi munati dal desiderio di sorseggiare una taz-
al Market District per un succulento hambur- za di vellutato caffè.
ger o al Cafe District per una deliziosa crêpe.
Al Garden District trovate frutta e verdu- BRANDY LIBRARY COCKTAIL BAR
ra fresca, generi alimentari e un salad bar a Cartina p438 (%212-226-5545; www.brandylibrary
cui magari attingere per mettere insieme un .com; 25 N Moore St, vicino a Varick St; h17-1 dom-
pranzo improvvisato all’aperto in riva al fiume. mer, 16-2 gio, 16-4 ven e sab; b1 fermata Franklin
Gli orari di apertura variano da ristorante St) Se anche per voi sorseggiare un drink è
a ristorante e tra il Market, il Cafe e il Gar- quasi un rito, allora apprezzerete questa ‘vi-
den District: consultate i rispettivi siti web. noteca’ decisamente lussuosa, dove ad atten-
dere i clienti ci sono comode poltrone e pa-
reti interamente tappezzate di scaffali pie-
LOCALI
6

E VITA NOTTURNA
ni di bottiglie. Potrete scegliere fra i miglio-
ri cognac, scotch al malto e brandy invec-
chiati, sapientemente abbinati a stuzzichi-
Quando scoccano le 17 non tutti gli operato- ni come soffici bignè con formaggio grovie-
ri finanziari si precipitano a casa nei sobbor- ra o una squisita tartare preparata all’ordi-
ghi; molti si allentano finalmente il nodo al- ne. Il sabato sera di norma l’atmosfera è più
la cravatta in uno dei wine bar o dei pub nei tranquilla che nelle giornate infrasettima-
pressi di Stone St, Wall St e South Street Sea- nali, perciò è un indirizzo da tenere a men-
84
te per un’eventuale serata tête-à-tête duran- qui per assaporare l’espresso scuro e denso
te il weekend. e le innumerevoli bevande che lo prevedono
fra gli ingredienti, come per esempio il ‘draft
COWGIRL SEAHORSE BAR latte’, un caffellatte freddo, cremoso e zucche-
Cartina p438 (%212-608-7873; www.cowgirlsea rato pochissimo. Il locale offre inoltre Pure
horse.com; 259 Front St, all’altezza di Dover St; h11- Black Coffee alla spina, una specialità del La
23 lun-gio, 11-24 ven, 10-24 sab, 10-23 dom; bA/C, Colombe, ovvero un caffè nerissimo pressato
J/Z, 2/3, 4/5 fermata Fulton St) In un mare di
Low er M an h at tan e il Financial D is tric t l o cali e vita n o tturna

a freddo, che viene fatto riposare per 16 ore


bar e ristoranti dall’atmosfera ricercata, il in un barile da vino in acciaio inossidabile,
Cowgirl SeaHorse è un’isola in cui far festa. prima di essere filtrato due volte.
Il suo tema nautico e le irresistibili propo-
ste del bar – enormi piatti di nachos accom- WEATHER UP COCKTAIL BAR
pagnati da carne fumante e Frozen Marga- Cartina p438 (%212-766-3202; www.weatherup
rita così dolci e gustosi che non potrete dire nyc.com; 159 Duane St, tra Hudson St e W Broadway;
di no a un secondo giro – ne fanno un indi- h17-1 lun-sab, 17-22 dom; b1/2/3 fermata Cham-
rizzo imperdibile per chi vuole far baldoria. bers St) Il Weather Up è un locale cool ed ele-
gante allo stesso tempo, con tipiche piastrel-
TERROIR TRIBECA WINE BAR le da metropolitana illuminate da luci soffu-
Cartina p438 (%212-625-9463; www.wineisterroir. se, gestori affabili e cocktail seducenti che
com; 24 Harrison St, all’altezza di Greenwich St; h16- insieme formano una tripletta irresistibile.
24 lun e mar, 16-1 mer-sab, 16-23 dom; b1 fermata Convincete gentilmente il bartender a pre-
Franklin St) Eccellente wine bar che fa la gio- pararvi un Fancy Free (bourbon, maraschi-
ia degli enofili con la sua ricca carta dei vini no, bitter all’arancia e angostura). Se non ci
a prezzi onesti (il menu è un libro divertente riuscite, consolatevi con qualche spuntino
e alternativo a cui merita assolutamente da- raffinato come ostriche e tartare di carne.
re un’occhiata). Vi sono etichette di una mol- C’è una filiale anche a Brooklyn, a Prospect
titudine di cantine, del Vecchio Continente Heights (p299).
e del Nuovo Mondo, con un’attenzione ai vi-
ni naturali e a stuzzicanti bottiglie di piccoli MACAO TRADING CO COCKTAIL BAR
produttori. La generosa selezione di vini of- Cartina p438 (%212-431-8642; www.macaonyc.
ferti al calice rende molto più facile compie- com; 311 Church St, tra Lispenard St e Walker St;
re un tour enologico mondiale. Terroir Tribe- hbar 17-2 dom-mer, 17-4 gio-sab; bA/C/E ferma-
ca propone anche happy hour presto e tardi. ta Canal St) Lo stile del bar-ristorante – mol-
to sala da gioco anni ’40 – ha innegabilmen-
PIER A HARBOR HOUSE BAR te il suo fascino, ma a conquistare definitiva-
Cartina p438 (%212-785-0153; www.piera.com; 22 mente gli avventori è l’antro sotterraneo che
Battery Pl, Battery Park; h11-24 dom-mer, 11-2 gio- un tempo era una fumeria d’oppio (aperto
sab; W; b4/5 fermata Bowling Green; R/W fermata da giovedì a sabato). Fusion sino-portoghe-
Whitehall St; 1 fermata South Ferry) In forma sma- se in cucina e nei drink, il locale si articola
gliante dopo grandi lavori di ristrutturazio- su due piani, entrambi perfetti per una be-
ne, Pier A è ora un bar super spazioso dall’at- vuta e uno spuntino a tarda notte, soprattut-
mosfera casual, dove oltre a bere si può an- to se avete un debole per le libagioni che piz-
che mangiare qualcosa godendosi la vista sul zicano la lingua.
New York Harbor. Quando fa bel tempo, pro-
vate a cercar posto in terrazza dove, tra pan- KAFFE 1668 SOUTH CAFFÈ
chine stile picnic, ombrelloni e il panorama Cartina p438 (%212-693-3750; www.kaffe1668.
dello skyline, è un vero piacere centellinare com; 275 Greenwich St, tra Warren St e Murray St;
una birra artigianale o uno dei cocktail del- h6.30-22 lun-ven, 7-21 sab e dom; W; bA/C, 1/2/3
la casa alla spina. fermata Chambers St) Vera mecca dei caffei-
nomani, con doppie macchine per espres-
LA COLOMBE CAFFÈ so Synesso da cui fluiscono magiche pozioni
Cartina p438 (%212-343-1515; www.lacolombe monorigine. Ci si può accomodare al grande
.com; 319 Church St, all’altezza di Lispenard St; tavolo comune, tra gente incravattata e tipi
h7.30-18.30 lun-ven, 8.30-18.30 sab e dom; bA/ creativi che picchiettano sui loro portatili, o
C/E fermata Canal St) Caffè e qualche prodotto ai tavoli situati al piano inferiore.
da forno è tutto quello che troverete in questa
torrefazione ma... come sono buoni! Unitevi
alla bella gente e agli intenditori che vengono
85
SMITH & MILLS COCKTAIL BAR to sull’acqua comprende un teatro stile ca-
Cartina p438 (%212-226-2515; www.smithandmills baret da 233 posti che propone musica dal
.com; 71 N Moore St, tra Hudson St e Greenwich St; vivo tutte le sere. Il calendario tende a da-
h11-2 dom-mer, 11-3 gio-sab; b1 fermata Franklin re spazio a cantautori, superstar della musi-
St) Smith & Mills è un locale minuscolo che ca folk e a volte gruppi indie rock; tra le ce-
soddisfa tutti i requisiti di un posto ‘cool’: lebrità che hanno calcato il palcoscenico del
esterni privi di insegna, interni industrial City Vineyard figurano Suzanne Vega, gli

Low er M an h at tan e il Financial D is tric t divertimenti


chic e cocktail miscelati in modo professio- Squirrel Nut Zippers, Shawn Colvin, Robyn
nale, con una predilezione per quelli più clas- Hitchcock, i Los Lobos, Aimee Mann, Billy
sici. Lo spazio è poco, quindi venite presto Bragg e gli Yo La Tengo.
se volete accomodarvi sulle panchette im-
bottite. Il menu varia a seconda della stagio-
ne e spazia dagli spuntini leggeri agli ham-
burger – notevole quello guarnito con cipol- 7 SHOPPING
le caramellate. Il Financial District non è propriamente una
zona con la vocazione dello shopping, ma
qui c’è la mecca della moda a prezzi scontati
3 DIVERTIMENTI

Century 21. Proseguendo verso nord, a Tri-
beca, dovete puntare sul tratto inferiore di
oFLEA THEATER TEATRO Hudson St e le vie circostanti se vi interes-
Cartina p438 (%biglietti 212-226-0051; www.theflea sano il design d’interni di lusso, l’antiquaria-
.org; 20 Thomas St, tra Church St e Broadway; c; to e negozi di nicchia che vendono un po’ di
bA/C, 1/2/3 fermata Chambers St; R/W fermata Ci- tutto, dall’abbigliamento degli stilisti locali
ty Hall) Una tra le più importanti compagnie alle asce da boscaiolo fatte a mano.
off-off-Broadway di New York, Flea è famo-
sa per mettere in scena opere innovative che oPHILIP WILLIAMS
trattano temi d’attualità. La sua nuovissima POSTERS POSTER VINTAGE

location comprende tre palcoscenici, di cui Cartina p438 (%212-513-0313; www.postermuse


uno intitolato a Sigourney Weaver, affeziona- um.com; 122 Chambers St, tra Church St e W Bro-
ta ex allieva di questa compagnia teatrale. Il adway; h10-19 lun-sab; bA/C, 1/2/3 fermata
cartellone (che copre tutti i 12 mesi dell’an- Chambers St) Troverete quasi mezzo milione
no) propone anche spettacoli musicali e di di poster in quest’enorme negozio, una ve-
danza, oltre a rappresentazioni per giova- ra miniera per gli appassionati del genere,
nissimi (dai 5 anni in su) e a un’effervescen- da pubblicità francesi di profumi e cognac
te sequenza di pièces in gara della durata di a locandine di film sovietici e manifesti de-
10 minuti la sera tardi. liziosamente retrò della TWA. I prezzi van-
no da $15 per i poster più piccoli ad alcune
SOHO REP TEATRO migliaia di dollari per i pezzi più rari, origi-
Cartina p438 (Soho Repertory Theatre; %212-941- nali d’epoca, come quello firmato A.M. Cas-
8632; www.sohorep.org; 46 Walker St, tra Church St e sandre. Il negozio ha una seconda entrata
Broadway; bA/C/E, 1 fermata Canal St) È una del- al 52 di Warren St.
le migliori compagnie off-Broadway di New
York e ogni anno riesce a entusiasmare cri- oCENTURY 21 MODA E ACCESSORI

tica e pubblico con le sue opere nuove, inno- Cartina p438 (%212-227-9092; www.c21stores.
vative e all’avanguardia. Il palcoscenico del com; 22 Cortlandt St, tra Church St e Broadway;
Soho Rep ha accolto, tra gli altri, i debutti h7.45-21 lun-mer, 7.45-21.30 gio e ven, 10-21 sab,
professionali di Allison Janney, Ed O’Neill e 11-20 dom; bA/C, J/Z, 2/3, 4/5 fermata Fulton St;
John C. Reilly e le produzioni della compa- R/W fermata Cortlandt St) Questo enorme ma-
gnia fanno spesso incetta di Obie Awards (ri- gazzino a prezzi stracciati si rivolge al fashio-
conoscimenti per produzioni off-Broadway). nista impenitente ma con poche disponibili-
Il calendario degli spettacoli in programma è tà economiche e finisce per generare una pe-
consultabile sul sito web del teatro. ricolosa assuefazione. Potrebbe essere anche
fisicamente pericoloso, considerate le gomi-
CITY VINEYARD MUSICA LIVE tate che dovrete dare per allontanare la con-
Cartina p438 (www.citywinery.com; Pier 26, vici- correnza indirizzata verso lo stesso scaffale.
no a N Moore St; b1 fermata Franklin St; A/C/E fer- Non che tutta la merce sia strepitosa o un af-
nata Canal St) Questo bar-ristorante affaccia- fare mai visto, ma la perseveranza alla fine
86
paga. Troverete anche accessori, scarpe, co- 3023; www.thesmilenyc.com; h7-19 lun-ven, 8-19
smetici, casalinghi e giocattoli. sab, 8-18 dom; W).

oPEARL RIVER MART DEPARTMENT STORE PASANELLA & SON VINI


Cartina p438 (%212-431-4770; www.pearlriver. Cartina p438 (%212-233-8383; https://pasanella
com; 395 Broadway, all’altezza di Walker St; h10- -son.myshopify.com; 115 South St, tra Peck Slip e
19.20; bN/Q/R/W, J/M/Z, 6 fermata Canal St) Il Beekman St; h12-21 lun-sab, 12-19 dom; bA/C,
J/Z, 2/3, 4/5 fermata Fulton St; R/W fermata
Low er M an h at tan e il Financial D is tric t S h o p p ing

Pearl River è un cardine dello shopping a


downtown da 40 anni, con il suo assorti- Cortlandt St) Gli amanti del vino adoreran-
mento incredibilmente vasto di negozi in no questo negozio che consente di sceglie-
stile asiatico che vendono articoli da rega- re tra più di 400 etichette non banali ma a
lo, oggetti per la casa, abbigliamento e ac- prezzi accessibili. L’attenzione è rivolta so-
cessori. Vi troverete, ad esempio, pigiami da prattutto ai piccoli produttori, tra cui an-
uomo in seta, cheongsam (abiti tradizionali che aziende vinicole che praticano la colti-
cinesi), tipiche porcellane giapponesi bian- vazione biologica e biodinamica. Pasanella
che e blu, intelligenti gadget per la cucina, offre anche un impressionante assortimen-
lanterne di carta, origami, kit di penne sti- to di whiskey americani, degustazioni gra-
lografiche, piante di bambù e un’infinità di tuite la domenica dei vini arrivati in setti-
statuine raffiguranti ‘gatti della fortuna’ che mana e sessioni sul tema ‘wine and cheese’
vi daranno il benvenuto con la zampa alza- durante tutto l’arco dell’anno.
ta. Un posto dove fare incetta di souvenir.
BOWNE STATIONERS
BEST MADE COMPANY MODA E ACCESSORI & CO ARTICOLI DA REGALO E SOUVENIR
Cartina p438 (%646-478-7092; www.bestmade- Cartina p438 (%646-628-2707; 211 Water St, tra
co.com; 36 White St, all’altezza di Church St; h12- Beekman St e Fulton St; h11-19; b2/3, 4/5, A/C, J/Z
19 lun-ven, 11-19 sab, 11-18 dom; bA/C/E tfermata fermata Fulton St) L’ubicazione di questo nego-
Canal St; 1 fermata Franklin St) Darete al vostro zio non potrebbe essere più adatta, lungo una
prossimo viaggio in tenda un tocco in stile via acciottolata del South Street Seaport e af-
Manhattan con gli articoli e gli accessori in filiato com’è all’attiguo South Street Seaport
vendita presso questo negozio/studio di de- Museum (p77): si tratta infatti di una car-
sign: asce realizzate a mano, sacche da viag- toleria che discende da una tipografia del Set-
gio in pelle, occhiali da sole, tazze da cam- tecento, dove potrete acquistare riproduzio-
peggio smaltate e persino bersagli per il gio- ni di poster d’epoca di New York e vari arti-
co delle freccette e kit di pronto soccorso di coli con l’immagine della città, come blocchi
design; molti degli articoli sono incisi con il per appunti, portamatite, cartoline e biglietti,
logo ‘X’ del negozio. Vi è anche una piccola francobolli e carta da regalo. Presso la tipo-
collezione di capi di abbigliamento maschi- grafia è possibile ordinare biglietti da visita
le firmati che comprende camicie di flanella, personalizzati o apprendere le varie tecniche
pullover, felpe e maglioni della marca Dehen di stampa durante uno dei laboratori mensi-
Knitting Mills di Portland. li (per maggiori informazioni andate alla pa-
gina web del museo nella sezione ‘Events’).
SHINOLA MODA E ACCESSORI
Cartina p438 (%917-728-3000; www.shinola.com; STEVEN ALAN MODA E ACCESSORI
177 Franklin St, tra Greenwich St e Hudson St; h11-19 cartina p438 (%212-343-0692; www.stevenalan.
lun-sab, 12-18 dom; b1 fermata Franklin St) Rino- com; 103 Franklin St, tra Church St e W Broadway;
mata per i suoi orologi da polso, l’azienda di h11-19 lun-sab, 12-18 dom; bA/C/E fermata Canal
Detroit Shinola ha diversificato la sua produ- St; 1 fermata Franklin St) Lo stilista newyorkese
zione con una serie assolutamente cool di og- Steven Alan mette insieme i suoi capi ma-
getti e attrezzature ‘made in USA’. Potete ac- schili e femminili, originali benché ispira-
quistare di tutto, da cover per iPad e custo- ti alla tradizione, con una bella selezione di
die per agende e taccuini in pelle a prodotti abbigliamento chic di etichette indipenden-
per la cura del corpo, da gioielli a biciclette ti come la francese Arpenteur e le scandina-
in edizione limitata con borse personalizzate. ve Acne e Norse Projects. Gli accessori com-
Gratuita l’eventuale applicazione del proprio prendono profumi difficili da trovare, borse,
monogramma su articoli in pelle e da carto- gioielli e un assortimento di scarpe ben note
leria. Nel negozio c’è anche un espresso bar, a chi se ne intende, come Common Projects
lo Smile Newstand (cartina p438; %917-728- e Isabel Marant Étoile.
87
CITYSTORE ARTICOLI DA REGALO E SOUVENIR 4/5 fermata Fulton St; R/W fermata Cortlandt St)
Cartina p438 ( %212-386-0007; http://a856- Liberate lo chef che è in voi partecipando a
citystore.nyc.gov; North Plaza, Municipal Bldg, 1 Cen- un corso di cucina dell’Institute of Culina-
tre St, all’altezza di Chambers St; h10-17 lun-ven; ry Education, che offre il più completo pro-
b4/5/6 fermata Brooklyn Bridge-City Hall; R/W fer- gramma di corsi di cucina, pasticceria e de-
mata City Hall; J/Z fermata Chambers St) Qui tro- gustazione vini del paese, articolati in modu-
verete ogni tipo di souvenir di produzione li che vanno dalla lezione di 90 minuti al cor-

Low er M an h at tan e il Financial D is tric t S p o rt e Attività


ufficialmente newyorkese, tra cui targhe da so di più giorni. I temi spaziano dalla cucina
taxista dall’aspetto autentico, sottobicchieri toscana al comfort food americano, dall’uso
a forma di tombino, magliette con immagi- professionale dei coltelli in cucina alla pre-
ni dei vari boroughs, cappellini da baseball parazione di cocktail classici. Gli indomabi-
con la scritta ‘NYPD’, cartelli della metropo- li patiti della gastronomia possono iscriver-
litana e libri su New York City (curiosi, ben- si a vari tour culinari in giro per la città (a
ché non particolarmente interessanti per il partire da $50).
visitatore medio, i regolamenti edilizi per la
costruzione degli edifici cittadini e altre rac- PIONEER SPORT NAUTICI
colte di normative in vendita nel negozio). Cartina p438 (%212-748-8600; www.southstreet
seaportmuseum.org; biglietteria 12 Fulton St; inte-
ri/bambini $32/28; horario variabile; b2/3, 4/5,

2 SPORT E ATTIVITÀ A/C fermata Fulton St) Nei mesi più caldi è pos-
sibile fare un’escursione a vela a bordo del
oSTATEN ISLAND FERRY TRAGHETTO Pioneer, una delle golette d’epoca ormeggia-
Cartina p438 (www.siferry.com; Whitehall Termi- te al South Street Seaport. I biglietti si pos-
nal, 4 South St, all’altezza di Whitehall St; h24 h; sono acquistare tramite il sito web del South
b1 fermata South Ferry; R/W fermata Whitehall St; Street Seaport Museum, oppure presso la bi-
4/5 fermata Bowling Green) F Per gli abitan- glietteria del museo.
ti di Staten Island i grandi traghetti arancio-
ni non sono altro che mezzi di trasporto da DOWNTOWN BOATHOUSE KAYAK

pendolari, mentre chi abita a Manhattan ha Cartina p438 (www.downtownboathouse.org; Pier


sempre amato pensare ai traghetti come a ro- 26, vicino a N Moore St; h9-16.30 sab e dom metà
mantici battelli per piacevoli fughe segrete in mag–metà ott, anche 17.30-19 mar-gio metà giu-me-
primavera. Nel frattempo, sono molti i turi- tà set; b1 fermata Houston St) F La rimessa
sti (secondo l’ultima rilevazione, due milioni pubblica per barche più attiva di New York
all’anno) che hanno scoperto il fascino dello offre sessioni gratuite di kayak della durata
Staten Island Ferry, il cui tragitto di 8,3 km di 20 minuti in una baia protetta del fiume
(per 25 minuti di viaggio) tra Lower Manhat- Hudson. Le sessioni hanno luogo nei week-
tan e il quartiere di St George a Staten Island end e in alcune sere infrasettimanali e la
è una delle più belle avventure gratuite che compagnia fornisce anche l’attrezzatura. Sul
possa offrire New York. sito web www.hudsonriverpark.org trova-
te informazioni sugli altri punti lungo il fiu-
INSTITUTE OF me che offrono uscite in kayak e altre attivi-
CULINARY EDUCATION CORSI DI CUCINA, VINI tà (come Stand Up Paddling e corsi). C’è un
Cartina p438 (ICE; %212-847-0700; http://rec ulteriore punto da dove partono escursioni
reational.ice.edu; Brookfield Place, 225 Liberty St; in kayak a Governors Island (p76), ma è
corsi $90-250; bE fermata World Trade Center; aperto soltanto nei mesi estivi.
© Lonely Planet Publications
88

SoHo e Chinatown
SOHO, NOHO E NOLITA | CHINATOWN E LITTLE ITALY

I top 5
1 Shopping (p105) Dare frugare tra le merci di dub- questo museo infestato dai
fondo alle carte di cre- bia autenticità tra le luci di fantasmi, immaginando la
dito nelle vie della moda di Chinatown. città nel selvaggio e polve-
SoHo, per poi andare a cac- 3 Little Italy (p94) Con- roso Ottocento.
cia di abiti e accessori cool cedersi una gustosa pasta al 5 Peking Duck House
e stilisti meno noti nei vi- sugo o un delicato tiramisù, (p103) Provare la tenera
cini quartieri di Nolita e ascoltando gli anziani che e succulenta anatra alla pe-
NoHo, come fanno gli in- raccontano storie in italiano chinese nel miglior posto
tenditori. sorseggiando grappa. al mondo al di fuori di Pe-
2 Chinatown (p90) Di- 4 Merchant’s House chino.
vorare ciotole di ravioli e Museum (p93) Esplorare
Fifth Ave

Third Ave

MEATPACKING GREENWICH
DISTRICT VILLAGE
WEST VILLAGE
0
Washington0
0
Second Ave

0
We

0 0
Broadway

Sq N
0 Cooper
Seventh Av

0
Hud
Gre

000 0
0 0 0
First Ave
0 0 0 Square
st S

0 0
Washington
00
Lafayette St

0 0 000
enw
son

0 0Park
Sq
000 #
4
â
#
ide

00
0
ich S

St

LaGuardia Pl
Hw

W 3rd St EAST
e
t
y

Sixth A

VILLAGE
NOHO
ve

James J St
Walker W Houston E Houston
(Avenu

Park St
St
t on #
1
H ous
W
e

Thompson St
of the A

W Broadway

Hudson NOLITA LOWER


River Park
Chrystie

EAST
Hu

Bowe

Spring St SIDE
merica

SOHO
dso
nR

ry

St
iv e

s)

La fayette St

LITTLE
r

Centre St

Sara D
ITALY Roosevelt
el
Tunn TRIBECA
# Park
Holl
and Cana
l St 3
#
æ
Hudson
We

Square
0 0
0 nal St
Var
st S

0 0
Ca0
Gre

0 0 0 0 0
Hud

Broadway

0 0
0 00 0 0
0 0000 00
ick

0 0 0
i

0 0 0 0 0 0 0
enw

0 0 0
de

0 0 0 00 0 0 0 0 0 0 0
son

0 0 0 0 0 0 00 0 0 0 0 0 ay
St

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 00 0 0
Hw

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 dw
a0
ich

0 0 0 0 0 0 0 Columbus 0000 0 0 0 0
St

0 0 0 0 0 0 0 0
# 0 0
0 0B0 ro
ú2
y

0 0
0 0
0 00 0
0 0
0 0
0 Park #
# #
æ0000
0 5 0 0E
St

0 0 0 0 0 0 0 0
000000 00000000 Worth St 000
Wo00
rth
000
CHINATOWN
0
0 00 0
0 00000
0 0
0 00
0 000000
St
0
e
#0
0 500
0.250
0 0
0
m
0
miles0 0
0 0
0 0
0 0
0 0
0 0
0 000
0 00 0
0
0
0 00 0
0 0
0 0
0 0
0 0
0 0
0 0
0 0
0 0
0 00 0
0
0 0 0 0 00 0 0 0 0 0 0 0
0
00
00
0
00
0
0
00
0
0000
0 0
00
00
0
00
0
00000
0
0
0 00000 Per maggiori00
dettagli
0 v. cartine a p440 e p443 A
000
89
I consigli
Come un patchwork colorato di piccoli quartieri multiformi
cuciti insieme, tutt’intorno a SoHo (SOuth of HOuston) sem- Lonely Planet
bra un mosaico di repubbliche in miniatura. Le boutique di Ai veri amanti dello shopping
Nolita (NOrth of LIttle ITAly), quartiere in rapida espansio- consigliamo di consultare
ne, sono sinonimo di stile, gli italoamericani riproducono qualche blog (p51) scritto
Napoli in una Little Italy sempre più piccola, mentre nell’i- da chi conosce i negozi locali
perattiva Chinatown le famiglie allargate cinesi si scambia- prima di avventurarsi a SoHo
no confidenze di fronte a ciotole di xiao long bao (fagottini e dintorni. C’è sempre qual-
brodosi cotti al vapore). che merce scontata o di cam-
Fatta eccezione per le arterie principali Broadway e Canal pionario, per non parlare dei
St, gli edifici bassi ricreano un’aria intima simile a quella di vernissage di nuove boutique
un villaggio. Tra le vie acciottolate di SoHo s’incontrano ce- di talenti emergenti.

SoHo e C h inatow n 
lebrità, loft in palazzi d’epoca e raffinate boutique, mentre
tipici della vicina Nolita sono condomini dell’Ottocento me-
no pretenziosi e botteghe originali.
A Chinatown un senso del ‘tutto è permesso’ si alza 5 Il meglio –
Ristoranti
nell’aria come il fumo dalle bancarelle di cibo, mentre
¨¨Uncle Boons (p99)
pedoni frettolosi e ambulanti si incrociano sotto cartello-
ni pubblicitari sbiaditi. Il modo migliore per spostarsi nel ¨¨Dutch (p100)
quartiere è a piedi, lasciandosi guidare dai sensi: che se- ¨¨Il Buco Alimentari
guiate il vostro naso in un vicolo per un pork bun appe- & Vineria (p100)
na sfornato o il suono di un gong vi spinga verso un tem- ¨¨Prince Street Pizza (p95)
pio buddhista, preparatevi a grandi sorprese. ¨¨Chefs Club (p99)
V. p95.A

Vita di quartiere
¨¨Come in famiglia Esplorate i locali affollati di
Chinatown con gli amici e ordinate una serie di piatti
6 Il meglio –
Locali
da condividere. Alla fine vi sembrerà che il cameriere ¨¨Pegu Club (p104)
abbia fatto sparire uno zero dal conto. ¨¨Spring Lounge (p104)
¨¨Vie secondarie Il tratto di Broadway che attraversa ¨¨Genuine Liquorette (p103)
SoHo è riservato ai turisti – i newyorkesi fanno acquisti
¨¨Joe’s Pub (p105)
nelle boutique delle vie secondarie, che hanno articoli
insoliti e prezzi ribassati. ¨¨Apothéke (p103)
¨¨Pause culturali A SoHo non c’è solo lo shopping. V. p103.A
Scoprite la scena artistica visitando, per esempio, il
Drawing Center (p92) e il Leslie-Lohman Museum of
Gay & Lesbian Art (p92), o ammirate le 127 tonnellate
di terra alla New York Earth Room (p93). 7 Il meglio –
Shopping
¨¨MoMA Design Store
(p106)
Trasporti ¨¨Rag & Bone (p107)
¨¨Metropolitana Potete scendere in vari punti lungo ¨¨MiN New York (p105)
Canal St (J/Z, N/Q/R/W e 6). poi continuare a piedi. ¨¨Evolution Nature Store
La posizione del quartiere a downtown rende facile (p109)
arrivarci sia da Midtown sia da Brooklyn. ¨¨Saturdays (p105)
¨¨Autobus e Taxi Evitate di prendere autobus e V. p105.A
taxi, specie a Chinatown, dove il traffico è terribile.
Per andare a SoHo, dite al taxista di lasciarvi lungo
Broadway se non avete una meta precisa. Se prevedete
solo di passeggiare per Chinatown non prendete un
taxi a sud di Canal St: meglio trascorrere il tempo a
disposizione a tavola che aspettando un taxi.
DA NON PERDERE
CHINATOWN

RYAN DEBERARDINIS / SHUTTERSTOCK ©


Seguite l’odore del pesce fresco o dei cachi maturi, IN PRIMO PIANO
ascoltate il rumore delle tessere del mahjong su tavo-
lini improvvisati, fatevi venire l’acquolina in bocca da- ¨¨Un pasto casalingo in
vanti alle anatre arrosto appese in vetrina e comprate un localino tra i vicoli
quel che più vi attrae: una lanterna in carta di riso, un ¨¨Museum of Chinese
orologio contraffatto, una chiave svitabulloni o un ba- in America
rattolo di noce moscata. La comunità cinese più gran- ¨¨Gli ambulanti di Canal
de d’America sia ‘la vostra ostrica’, per dirla con Sha- St e la vita di strada
kespeare, da godere come meglio credete. ¨¨Mahayana Temple
¨¨Peking Duck House
Canal Street
¨¨Apothéke
Passeggiare lungo Canal St è un po’ come essere la rana di
una partita di Frogger giocata per le vie di Shanghai. Lungo
la spina dorsale di Chinatown si procede sgusciando tra la DA SAPERE
folla e prendendo fiato nelle vie laterali alla scoperta di te-
sori provenienti dall’Estremo Oriente. Passerete accanto a ¨¨cartina p443, B3
bancarelle di pesce maleodorante, erboristerie misteriose che ¨¨www.explorechina
vendono radici e pozioni degne del calderone di una stre- town.com
ga, panetterie con i vetri appannati dove mangerete i mi- ¨¨a sud di Broome St
gliori panini di carne di maiale mai assaggiati a 80¢, risto- e a est di Broadway
ranti che arrostiscono interi maialini ed espongono anatre ¨¨bN/Q/R/W, J/Z, 6
intere appese per il collo in vetrina, mercati di frutta e ver- fermata Canal St; B/D fer-
dura con montagne di litchi freschi, bok choy e pere asiati- mata Grand St; F fermata
che, e ambulanti che vendono un’infinita varietà di artico- East Broadway
li contraffatti, dagli occhiali da sole Gucci alle borse Prada.

Templi buddhisti
Chinatown ospita templi buddhisti grandi e piccoli, pubblici e meno noti. È facile incontrar-
li mentre si passeggia per il quartiere e almeno due di essi sono edifici di grande interes-
se. L’Eastern States Buddhist Temple (cartina p443; %212-966-6229; 64 Mott St, tra Bayard St
91

e Canal St, Chinatown; h8.30-18; bN/Q/R/W, J/Z, 6 ferma- STORIA DEGLI


ta Canal St) custodisce centinaia di statue del buddha, IMMIGRATI CINESI
mentre il Mahayana Temple (cartina p443; %212-925-
8787; http://en.mahayana.us; 133 Canal St, all’altezza di Man- La storia degli immigrati
hattan Bridge Plaza, Chinatown; h8.30-18; bB/D fermata cinesi a New York è lun-
Grand St; J/Z fermata Bowery; 6 fermata Canal St) ospita un ga e tormentata. I primi
buddha alto quasi 5 m, seduto su un fiore di loto e cinesi arrivati in Ameri-
circondato da arance, mele e fiori freschi offerti dai ca accettarono lavori in
fedeli. Il Mahayana è il tempio buddhista più grande condizioni estremamen-
di Chinatown e il suo ingresso, protetto da due fieri te difficili anella costru-
leoni dorati, fronteggia il frenetico accesso per i veico- zione della ferrovia Cen-

SoHo e C h inatow n C hinat o wn


li del Manhattan Bridge. All’interno troverete un luo- tral Pacific Railroad; al-
go semplice, con il pavimento in legno e lanterne di tri finirono sulla costa
carta rossa, su cui domina il magnifico buddha, con- occidentale, attratti dal-
siderato il più grande della città. la corsa all’oro. Quando
la promessa di ricchez-
Sapori memorabili za svanì, molti si trasfe-
L’esperienza più indimenticabile per chi mette piede rirono in città per lavora-
a Chinatown per la prima volta è la possibilità di sco- re come operai alla ca-
prire questa realtà variegata e meravigliosa attraver- tena di montaggio nelle
so il palato. Più che in ogni altro quartiere di Man- fabbriche o nelle lavan-
hattan, i menu di Chinatown hanno prezzi incredibil- derie industriali del New
mente bassi, non gonfiati da ambientazioni partico- Jersey.
lari, moda o fama passeggere. Ma più che per i pasti
economici, il quartiere si distingue per le tante ricet-
te di famiglia sopravvissute a passaggi generaziona- IL CHINESE
li e viaggi intercontinentali. Il modo in cui viene pre- EXCLUSION ACT
parato e presentato il cibo è immutato nel tempo e
indifferente a ogni normativa americana; non è raro Un crescente razzismo
passare davanti a vetrine che espongono anatre o al- portò all’approvazio-
tri animali laccati – per lo più polli e conigli – pronti ne nel 1882 del Chinese
per essere tagliati e serviti in un banchetto di fami- Exclusion Act, che ren-
glia. Lungo i marciapiedi bancarelle fumanti offrono deva impossibile la na-
pork buns e altro street food. E nei vicoli secondari turalizzazione dei cine-
troverete un ampio assortimento di erbe e spezie co- si d’America e diminuiva
lorate, indispensabili per ricreare i sapori d’Oriente. radicalmente le oppor-
tunità di lavoro negli Sta-
Museum of Chinese in America ti Uniti per i cinesi. Quan-
Progettato dall’architetto Maya Lin (che ha realizzato do la legge venne revo-
anche il celebre Vietnam Memorial a Washington, cata oltre 60 anni dopo,
DC), il Museum of Chinese in America (MOCA; cartina nel 1943, entrò in vigo-
p443; %212-619-4785; www.mocanyc.org; 215 Centre St, tra re il Magnuson Act, che
Grand St e Howard St, Chinatown; interi/ridotti $10/5, primo fissava una quota fissa
giovedì del mese gratuito; h11-18, 11-21 gio; bN/Q/R/W, J/Z, molto limitata di immi-
6 fermata Canal St) è uno spazio multifunzionale che, grati cinesi ammissibi-
grazie a esposizioni permanenti e mostre tempora- li nel paese (la legge ven-
nee coinvolgenti, illustra passato e presente dei sino- ne abolita nel 1965). oggi
americani tramite mostre multimediali interattive, si calcola che siano oltre
cartine, cronologie, fotografie, lettere, film e manu- 150.000 i cittadini sta-
fatti. La mostra permanente, With a Single Step: Sto- tunitensi di origine cine-
ries in the Making of America, offre uno sguardo da se che vivono negli affol-
vicino a temi quali immigrazione, identità culturale lati condomini della zona
e stereotipi razziali. di Mott St.
92
1 CHE COSA VEDERE
servate i carri un tempo trainati da cavalli, i
primi cappelli da pompiere (buffi cilindri ne-
ri) e l’omaggio a Chief, eroe a quattro zam-
1 SoHo, NoHo e Nolita pe della squadra pompieri di Brooklyn. L’e-
sposizione ripercorre l’evoluzione dei siste-
INTERNATIONAL CENTER mi antincendio in città e grazie alla cordia-
OF PHOTOGRAPHY GALLERIA D’ARTE lità del personale e al gran numero di mac-
Cartina p440 (ICP; %212-857-0003; www.icp.org; chinari esposti il museo piace molto ai bam-
250 Bowery, tra Houston e Prince, Nolita; interi/un- bini. Il New York Fire Department (FDNY)
der 14 $14/gratuito, ingresso con offerta minima $5 ha perduto metà dei suoi uomini nel crollo
gio 18-21; h10-18 mar-dom, 10-21 gio; bF fermata del World Trade Center l’11 settembre 2001
2nd Ave; J/Z fermata Bowery) L’ICP è la vetrina e oggi i monumenti commemorativi e la se-
più prestigiosa di New York per la fotogra- zione dedicata a questo tragico evento sono
SoHo e C h inatow n C he c o sa vedere

fia, con particolare riguardo al fotogiornali- diventati parte permanente della collezione.
smo. Le mostre temporanee, dedicate a un Nel gift shop troverete libri sulla storia del-
ampio spettro di temi, in passato hanno pre- la lotta agli incendi, abbigliamento e distin-
sentato l’opera di Sebastião Salgado, Henri tivi ufficiali dell’FDNY.
Cartier-Bresson, Man Ray e Robert Capa. I
nuovi spazi (1022 mq) sulla Bowery, inaugu- CHILDREN’S MUSEUM
rati nel 2016 (prima aveva sede a Midtown), OF THE ARTS MUSEO

collocano il centro nel bel mezzo della scena Cartina p440 (%212-274-0986; www.cmany.org;
artistica di downtown. 103 Charlton St, tra Greenwich St e Hudson St, SoHo;
Il centro è anche una scuola di fotografia ingresso $13, 16-18 gio ingresso su offerta; h12-17
e organizza corsi riconosciuti e cicli di confe- lun, 12-18 gio e ven, 10-17 sab e dom; c; b1 ferma-
renze per il pubblico. Il bellissimo gift shop ta Houston St; C/E fermata Spring St) Se viaggia-
vende macchine fotografiche usa e getta, li- te con bambini tra i 10 mesi e i 15 anni, vale
bri di fotografia, piccoli oggetti originali e la pena di fare una breve sosta per guarda-
souvenir di New York. re, creare e condividere l’arte. Oltre alle mo-
stre temporanee, il museo propone un vasto
DRAWING CENTER GALLERIA D’ARTE programma di attività quotidiane per gio-
Cartina p440 (%212-219-2166; www.drawingcenter vani artisti in erba, dalla scultura alla pittu-
.org; 35 Wooster St, tra Grand St e Broome St, SoHo; ra murale di gruppo, dalla composizione di
interi/under 12 $5/gratuito; h12-18 mer e ven-dom, canzoni all’illustrazione di libri. Ospita an-
12-20 gio; bA/C/E, 1, N/Q/R fermata Canal St) Il che proiezioni cinematografiche e altri even-
Drawing Center è l’unico istituto americano ti interessanti. Scoprite l’intero programma
senza fini di lucro dedicato esclusivamente sul sito web.
al disegno. Opere di grandi maestri vengono
accostate a quelle di artisti sconosciuti per LESLIE-LOHMAN MUSEUM
stimolare il confronto fra gli stili. In passa- OF GAY & LESBIAN ART MUSEO

to si sono svolte importanti mostre di artisti Cartina p440 (%212-431-2609; www.leslielohman.


del calibro di Michelangelo, James Ensor e org; 26 Wooster St, tra Grand St e Canal St, Little Italy;
Marcel Duchamp, ma anche rassegne su Ri- offerta consigliata $9; h12-18 mer e ven-dom, 12-
chard Serra, Ellsworth Kelly e Richard Tut- 20 gio; bA/C/E, N/Q/R, 1 fermata Canal St) F
tle. I temi spaziano dai più stravaganti a que- Il primo museo al mondo dedicato ai temi
stioni politiche controverse. LGBT, affacciato sul lungofiume e oggetto di
Le conferenze con gli artisti e i program- una recente espansione degli spazi nel 2017,
mi di performance artistiche sono molto ap- organizza ogni anno da sei a otto mostre d’ar-
prezzati: consultate il calendario sul sito web. te statunitense e internazionale. In passato
ha ospitato retrospettive personali, ma anche
NEW YORK CITY FIRE MUSEUM MUSEO esposizioni tematiche su arte e sesso. Molti
Cartina p440 (%212-691-1303; www.nycfiremu dei lavori fanno parte della collezione perma-
seum.org; 278 Spring St, tra Varick St e Hudson St, nente, che conta oltre 24.000 opere. Il museo
SoHo; interi/senior e studenti/bambini $10/8/5; ospita anche conferenze, reading, proiezioni
h10-17; bC/E fermata Spring St) Allestito in di film e spettacoli sull’universo LGBT; con-
una vecchia e imponente caserma risalen- sultate il sito per gli aggiornamenti.
te al 1904, questo tributo ai vigili del fuo-
co comprende una fantastica collezione di
attrezzature e strumentazioni d’epoca. Os-
93
DONALD JUDD la terra (190 metri cubi o 127 tonnellate, per
HOME STUDIO GALLERIA D’ARTE l’esattezza). Entrare in questo piccolo spazio
Cartina p440 (%212-219-2747; http://juddfounda è un’esperienza esaltante, perché il profumo
tion.org; 101 Spring St, all’altezza di Mercer St, SoHo; dà l’impressione di essere in una foresta sa-
visite guidate interi $24, visite guidate gratuite 13-17 tura di umidità e la vista di una tale quantità
gio-sab; hvisita guidata da prenotare mar, gio, ven di terra così bella e pura, nel cuore di questa
e sab; bN/R fermata Prince St; 6 fermata Spring città frenetica, risulta spiazzante.
St) L’ex casa e studio del defunto artista sta-
tunitense Donald Judd regala un’affascinan- BROKEN KILOMETER GALLERIA D’ARTE
te prospettiva sulla vita e le abitudini artisti- Cartina p440 (%212-989-5566; www.diaart.org;
che del re del minimalismo. Le visite guida- 393 W Broadway, tra Spring St e Broome St, SoHo;
te durano circa 90 minuti e vanno prenota- h12-15 e 15.30-18 mer-dom, chiuso metà giu-metà
te online (e spesso fanno il tutto esaurito con set; bN/R fermata Prince St, C/E fermata Spring St)

SoHo e C h inatow n C he c o sa vedere


un mese di anticipo). Il laboratorio ospita an- F In un ampio spazio espositivo di SoHo
che lezioni di disegno e conferenze d’arte; vi- situato al piano terra di un edificio è ospitata
sitate il sito web per altri dettagli. questa installazione del defunto artista sta-
tunitense Walter De Maria, risalente al 1979.
NEW YORK EARTH ROOM GALLERIA D’ARTE L’opera consiste di 500 bastoni d’ottone di-
Cartina p440 (%212-989-5566; www.earthroom sposti su cinque file parallele, la cui distan-
.org; 141 Wooster St, tra Prince St e W Houston St, za da uno all’altro cresce di 5 mm a ogni in-
SoHo; h12-15 e 15.30-18 mer-dom, chiuso metà tervallo (arrivando a 60 cm): per un gioco di
giu-metà set; bN/R fermata Prince St) F Nel falsa percezione visiva i bastoni però sembra-
1980 l’artista Walter De Maria creò la New no disposti tutti alla stessa distanza. Non è
York Earth Room, un’opera d’arte davvero consentito scattare fotografie.
bizzarra che, da allora, non cessa di attira-
re un pubblico curioso grazie a un elemento
che non si trova facilmente in questa città:

DA NON PERDERE
MERCHANT’S HOUSE MUSEUM
Costruita nel 1832 e acquistata tre anni dopo dal ricco IN PRIMO PIANO
mercante Seabury Tredwell, questa dimora in mattoni ros-
si è ancora oggi la più autentica delle circa 300 case in sti- ¨¨Le sedie attribuite
le Federal rimaste a New York. La casa, il sogno di ogni an- a Duncan Phyfe
tiquario, illustra il passato mercantile della città, ed è una ¨¨Stanze della servitù
magnifica vetrina di arredi di lusso dell’Ottocento. Ogni
oggetto testimonia ciò che il denaro poteva comprare,
dalle porte a scomparsa in mogano ai candelabri a gas in
DA SAPERE
bronzo, dai camini in marmo alle eleganti sedie del salotto,
¨¨cartina p440, G2
attribuite al noto disegnatore di mobili Duncan Phyfe. An-
¨¨%212-777-1089
che il complicato sistema di campanelle per la servitù su
tutti i piani è ancora funzionante. ¨¨www.merchants
Secondo molti, il fantasma di Gertrude Tredwell – la fi- house.org
glia più piccola di Seabury e l’ultima ad aver vissuto qui – ¨¨29 E 4th St, tra
abiterebbe l’antica residenza, apparendo ogni tanto la Lafayette St e Bowery
notte o in occasione di qualche evento pubblico. In effet- ¨¨interi/ridotti/under 12
ti, durante un concerto il giorno di San Valentino, alcu- $15/10/gratuito
ni anni fa, vari spettatori giurarono di aver visto l’ombra di ¨¨h12-17 ven-lun, 12-20
una donna avvicinarsi ai musicisti e accomodarsi in salot- gio, visite guidate alle 14,
to. Sembra quindi del tutto appropriato che il museo of- anche alle 18.30 gio
fra ‘ghost tour’ dopo il crepuscolo (in genere a fine otto- ¨¨b6 fermata Bleecker
bre), conferenze, eventi speciali e passeggiate guidate a St; B/D/F/M fermata
tema storico per le vie di NoHo. Controllate il calendario Broadway-Lafayette St
sul sito web.
94
BASILICA OF ST PATRICK’S
OLD CATHEDRAL CHIESA 1 Chinatown e Little Italy
Cartina p440 (%212-226-8075; www.oldcathedral
.org; 263 Mulberry St, ingresso in Mott St, Nolita; CHINATOWN QUARTIERE
h6-21; bN/R fermata Prince St; B/D/F/M ferma- V. p90.
ta Broadway-­Lafayette St; 6 fermata Bleecker St)
Anche se oggi la St Patrick’s Cathedral sor- MULBERRY STREET STRADA
ge nella famosa Fifth Ave di Midtown, la sua Cartina p443 (Little Italy; bN/Q/R, J/Z, 6 ferma-
prima congregazione aveva sede qui, in que- ta Canal St; B/D fermata Grand St) Un tempo qui
sta chiesa in stile neogotico restaurata. Pro- si coltivavano mulberries (more di gelso), da
gettata da Joseph-François Mangin ed eret- cui il nome, mentre oggi è il cuore di Little
ta tra il 1809 e il 1815, la chiesa fu a lungo il Italy. È una via molto animata, piena di ca-
fulcro della vita religiosa dell’arcidiocesi di merieri che decantano il loro menu per con-
SoHo e C h inatow n C he c o sa vedere

New York, oltre a un importante punto di vincere i passanti a entrare nei rispettivi ri-
ritrovo per i nuovi immigrati, soprattutto di storanti (soprattutto tra Hester St e Grand
origine irlandese. St), amichevoli baristi e una buona dose di
Quando la chiesa fu costruita, la città non souvenir kitsch.
si era ancora espansa così a nord e la posi- Nonostante i molti cambiamenti che il
zione isolata dell’edificio di culto era dovu- quartiere ha subito negli anni, il passato aleg-
ta all’ostilità della maggioranza protestante gia ovunque. È stato all’interno di Da Genna-
di New York. I sentimenti anticattolici consi- ro (cartina p443; %212-431-3934; www.dagennaro
gliarono anche di costruire il muro di matto- restaurant.com; 129 Mulberry St, all’altezza di Hester
ni intorno alla proprietà, per scoraggiare chi St, Little Italy; pizze $19-23, portate principali $17-42;
intendeva lanciare pietre contro la chiesa. h10-24 dom-gio, 10-1 ven e sab; bN/Q/R, J/Z, 6 fer-
La chiesa e il suo bel cimitero appaiono mata Canal St; B/D fermata Grand St), un tempo
nel celebre film di Martin Scorsese Mean chiamato Umberto’s Clam House, che ‘Crazy
Streets (1973): il luogo infatti è ben noto al Joe’ Gallo fu ammazzato il 2 aprile 1972, una
regista italoamericano, che è cresciuto nella sorpresa di compleanno che il mafioso origi-
vicina Elizabeth St. nario di Brooklyn proprio non si aspettava.

DA NON PERDERE
LITTLE ITALY
Da grande stivale luccicante a sandalo ultrapiatto: ne- IN PRIMO PIANO
gli ultimi 50 anni la Little Italy di New York si è alquanto ri-
stretta. Intorno agli anni ’50, l’esodo verso i sobborghi di ¨¨Mulberry St
Brooklyn e oltre ha trasformato questo ex bastione degli ¨¨La festa di San Gen-
italoamericani nella parodia di se stesso in scala ridotta. naro a settembre
Oggi Little Italy è poco più di Mulberry Street, una sfilata ¨¨Pizza al taglio
sfacciatamente kitsch di tovaglie a scacchi, serenate con il ¨¨Ottimo tiramisù
mandolino e nostalgia della terra d’origine.
A fine settembre, la via si trasforma in una festa di stra-
da che dura 11 giorni, la Feast of San Gennaro, in ono- DA SAPERE
re del santo patrono di Napoli. È una festa rumorosa, con-
viviale, con bancarelle di cibo e allegre sfilate, divertimen- ¨¨cartina p443, B2
ti gratuiti e un’italianità esibita persino superiore a quella ¨¨bN/Q/R/W, J/Z, 6
del reality Jersey Shore. fermata Canal St; B/D
Sempre a Mulberry St troverete il piccolo Italian fermata Grand St
American Museum (cartina p443; %212-965-9000; www.
italianamericanmuseum.org; 155 Mulberry St, all’altezza di
Grand St, Little Italy; offerta consigliata $7; h12-18 ven-dom;
bJ/Z, N/Q/R/W, 6 fermata Canal St; B/D fermata Grand St),
una collezione eterogenea di oggetti che documentano la
vita dei primi italiani a New York, dai pupi siciliani a vecchi
fumetti italiani che ritraggono Giuseppe ‘Joe’ Petrosino, il
famoso poliziotto acerrimo nemico della mafia.
95
Un isolato più a nord si trova Alleva (cartina ticulturale della città, Columbus Park ha un
p443; %212-226-7990; 188 Grand St, all’altezza altro grande vantaggio, ovvero i suoi bagni
di Mulberry St, Little Italy; h9-19; bJ/Z, N/Q/R, 6 pubblici, ideali per una sosta.
fermata Canal St; B/D fermata Grand St), uno dei
primi negozi di formaggi della città, oggi al- CHURCH OF THE
la quarta generazione: è famoso per la sua TRANSFIGURATION CHIESA
mozzarella. Sul lato opposto di Grand St c’è Cartina p443 (%212-962-5157; www.transfiguration
un altro veterano del quartiere, Ferrara Ca- nyc.org; 29 Mott St, tra Bayard St e Mosco St, China-
fe & Bakery (p103), rinomato per i classi- town; è gradita un’offerta; hfunzioni in inglese 12-
ci dolci italiani e il gelato. Tornando a Mul- 10 tutti i giorni, 18 sab, 11.30 dom; bJ/Z, N/Q/R, 6
berry St, il Mulberry Street Bar (p104) è un fermata Canal St) Dal 1801 la Chiesa della Tra-
locale vecchio stile, un tempo tra i preferiti sfigurazione è un luogo di culto delle comu-
di Frank Sinatra, ed è apparso più volte in nità di immigrati e ha sempre continuato ad

SoHo e C h inatow n Pasti


TV in episodi di Law & Order e I Soprano. adattarsi. Nata come chiesa luterana, nel 1853
All’angolo tra Mulberry St e Kenmare St passò alla diocesi cattolica, servendo prima
durante il Proibizionismo si commerciavano la comunità irlandese, poi quella italiana e
apertamente bevande alcoliche; di qui il so- ora la cinese. Le funzioni sono in cantonese,
prannome della zona: ‘Curb Exchange’ (scam- mandarino e inglese. La chiesa non è lonta-
bio sul marciapiede). Che il quartier generale na da Pell St e Doyers St, due viuzze tortuo-
della polizia distasse solo un isolato, al 240 di se che meritano di essere esplorate.
Centre St, testimonia il potere di persuasione
che all’epoca avevano le mazzette. Da questo
punto in poi, in direzione nord, i deli e i risto-
ranti vecchia maniera di Little Italy lasciano
il posto a boutique, gallerie d’arte e ristoranti
5 PASTI

di tendenza a Nolita. Fate un salto nell’antica


sede del Ravenite Social Club (cartina p440; 5 SoHo, NoHo e Nolita
247 Mulberry St, Nolita; b6 fermata Spring St; N/R
fermata Prince St) per vedere com’è cambiato Siamo nel paese degli acronimi, ma l’unico
il quartiere. Quello che oggi è un negozio di che davvero conta è: YUM (in Italia diremmo
calzature di design, ieri era il ritrovo del cri- ‘gnam’). Se avete un budget limitato potrete
mine organizzato (si chiamava Alto Knights perdervi tra i locali di Chinatown, quartiere
Social Club). In effetti era proprio qui che i in costante crescita, dove per pochi centesimi
pezzi grossi della mafia come Lucky Lucia- vi verranno servite ciotole di cibo colme fino
no e John Gotti (nonché gli agenti dell’FBI all’orlo, mentre nelle bancarelle dei mercati
che lo tenevano d’occhio dall’altra parte della affacciate sulle strade vedrete pesce di ogni
strada) passavano il tempo. Di quell’epoca ri- genere, comprese alcune specie impossibili
mane solo il pavimento in piastrelle, mentre da trovare nei comuni negozi di alimentari.
al posto delle vetrine c’era un muro di mat- SoHo rimane il territorio delle brasserie eu-
toni che serviva a tenere lontani gli intrusi. ropee in stile decadente, mentre i ristoranti-
ni alla moda con i menù più svariati, le ga-
COLUMBUS PARK PARCO stronomie di culto e i ristoranti stellati New
Cartina p443 (Mulberry St e Bayard St, Chinatown; American non sono più appannaggio esclu-
bJ/Z, N/Q/R, 6 fermata Canal St) Accaniti gioca- sivo dei vicini East Village e West Village.
tori di mahjong, praticanti di tai chi che si
muovono lentamente e vecchiette che con- oPRINCE STREET PIZZA PIZZA  $
frontano le ricette dei ravioli fatti in casa: si Cartina p440 (%212-966-4100; 27 Prince St, tra
potrebbe anche pensare di essere a Shang- Mott St e Elizabeth St, Nolita; tranci di pizza a parti-
hai e invece in quest’oasi verde batte il cuo- re da $2,95; h11.45-23 dom-gio, 11.45-2 ven e sab;
re storico di NYC. Nell’Ottocento il parco fa- bN/R fermata Prince St; 6 fermata Spring St) È un
ceva parte del famigerato quartiere di Five miracolo che il vecchio forno continui anco-
Points, il primo agglomerato di case popola- ra a funzionare in questa classica pizzeria al
ri della città, noto per aver ispirato il film di taglio dalle pareti in mattoni, tappezzate di
Martin Scorsese Gangs of New York. foto di personaggi più e meno famosi. Non
I ‘cinque punti’ erano le strade che qui con- accontentatevi di una fetta di margherita e
vergevano; ora vi si trova soltanto l’incrocio provate i tranci rettangolari con varie farci-
tra Mosco St, Worth St e Baxter St. Oltre a of- ture (quella con salamino piccante è favo-
frire uno sguardo interessante sulla vita mul- losa). Le salse, la mozzarella e la ricotta so-
96

PAUL DE GREGORIO / GETTY IMAGES ©

ALEXANDER ROMANOVICH / SHUTTERSTOCK ©


1. Cannoli a Little Italy (p100)
Provate la cucina italiana più autentica in città.
2. Mahayana Temple (p91)
L’ingresso del tempio è sorvegliato da due fieri leoni
dorati.
3. SoHo (p106)
A spasso tra vie acciottolate e svettanti condomini.
4. Chinatown e le sue bancarelle
(p91)
Il modo migliore per scoprire il quartiere è fare un
viaggio attraverso i suoi deliziosi sapori.

GUILLAUME GAUDET / LONELY PLANET ©


97

FLAVIA MORLACHETT / GETTY IMAGES ©


98
no prodotte in casa e, anche se le code sono spendere molto. La specialità della casa è il
lunghe, in genere si muovono velocemente. larb, un’insalata speziata con carne macina-
ta tipica della regione nord-orientale della
TWO HANDS CAFE  $ Thailandia (Isan) – optate per la versione a
Cartina p443 (www.twohandsnyc.com; 164 Mott base di carne d’anatra ($12). Sono eccellenti
St, tra Broome St e Grand St, Nolita; piatti $9-15; anche la som tam (insalata di papaya verde;
h8-17; v; bB/D fermata Grand St; J/Z fermata $11) e la delicata kui teiw nam tok nuer (un
Bowery) Il nome del locale è quello dell’omo- brodo di manzo con noodles, spinaci d’acqua,
nima commedia poliziesca interpretata da scalogno, coriandolo e germogli di soia; $11).
Heath Ledger e, come il film, anche il caffè
ci trasporta in una cornice rilassata e sofi- TACOMBI FONDA NOLITA MESSICANO  $
sticata tutta australiana. Contemplate le im- Cartina p440 (%917-727-0179; www.tacombi.com;
magini di Byron Bay sorseggiando un caf- 267 Elizabeth St, tra E Houston St e Prince St, Nolita;
SoHo e C h inatow n Pasti

fè speciale con chicchi selezionati e assag- tacos $4-7; h11-24 lun-mer, 11-1 gio-sab, 11-23 dom;
giando combinazioni insolite, come le frit- bF fermata 2nd Ave; 6 fermata Bleecker St) File di
telle di mais ($14) con spinaci, avocado, pan- lucine festose, sedie pieghevoli e cuochi mes-
na acida, rape rosse sottaceto e peperonci- sicani che preparano i tacos in un vecchio
no, oppure, se cercate qualcosa di più salu- furgoncino VW: ecco il ‘piano B’ per chi non
tista, una açaí bowl ($12). riesce a viaggiare fino alle coste dello Yuca-
tan. Informale, conviviale e sempre affolla-
RUBY’S CAFE  $ to, Tacombi serve squisiti tacos preparati sul
Cartina p440 (%212-925-5755; www.rubyscafe. momento, tra cui uno fenomenale ripieno di
com; 219 Mulberry St, tra Spring St e Prince St, No- barbacoa (arrosto di Angus nero). Annaffiate
lita; portate principali $10-15; h9-23 dom-gio, 9-24 tanta bontà con una caraffa di sangria e co-
ven e sab; b6 fermata Spring St; N/R fermata Prin- minciate a pianificare un bel viaggio a sud…
ce St) Quasi sempre affollato, questo minu-
scolo cafe accetta solo contanti e offre tutti LOVELY DAY THAILANDESE  $
i classici: avo toast (purè di avocado su pa- Cartina p440 (%212-925-3310; www.lovelydaynyc.
ne tipo ciabatta o agli otto cereali) e panca- com; 196 Elizabeth St, tra Spring St e Prince St, No-
ke al latticello, perfetti per il breakfast, ma lita; portate principali $9-18; h11-23 dom-gio, 11-24
anche piatti di pasta e insalate fatte come si ven e sab; bJ/Z fermata Bowery; 6 fermata Spring
deve e, soprattutto, gustosi hamburger chia- St) A metà strada tra una casa delle bambo-
mati come le spiagge australiane famose per le e un diner frequentato da hipster, il Lo-
il surf. Flat-white coffee (ovvero espresso con vely Day non è certo il luogo in cui vi aspet-
vellutata schiuma di latte) e birre australia- tereste di trovare deliziosi ed economici piat-
ne danno l’illusione di trovarsi agli antipodi. ti d’ispirazione thailandese. Ma la vita è pie-
na di sorprese, ed ecco file di avventori che
GREY DOG AMERICANO  $ divorano pad thai ($10,50) preparato a do-
Cartina p440 (%212-966-1060; www.thegreydog. vere e piatti fusion, come il pollo fritto allo
com; 244 Mulberry St, Nolita; portate principali $9- zenzero con salsa aioli piccante ($8,50). Ac-
14; h7.30-22 lun-ven, 8.15-22 sab e dom; bF/M/ cetta soltanto pagamenti in contanti o carte
D/B fermata Broadway-Lafayette) Il Grey Dog di credito American Express.
non vi deluderà, sia che cerchiate un vasso-
io di formaggi da condividere con gli amici o CAFÉ GITANE MEDITERRANEO  $
un vero e proprio brunch in stile newyorke- Cartina p440 (%212-334-9552; www.cafegitanen
se. Nell menu i piatti tradizionali americani yc.com; 242 Mott St, all’altezza di Prince St, Nolita;
sono reinterpretati con gusto, fondendo sa- insalate $9,50-16, portate principali $14-17; h8.30-
pori intensi ma equilibrati. Grazie al sistema 24; v; bN/R fermata Prince St; 6 fermata Spring
di ordinazioni al bancone l’atmosfera è sem- St) Il fumoso Café Gitane ricrea alla perfezio-
pre animata, e anche quando la cucina chiu- ne l’atmosfera decadente di un bistrò parigi-
de il locale continua a servire dolci e cocktail. no. È il tipico locale in cui si va per guardare
la gente e mettersi in mostra, ed è frequenta-
LAN LARB THAILANDESE  $ to da modelle magrissime e qualche star di
Cartina p443 (%646-895-9264; www.lanlarb.com; Hollywood. Ordinate uno spuntino, come le
227 Centre St, all’altezza di Grand St, SoHo; piatti $9- friands (tortine francesi) ai mirtilli e man-
21; h11.30-22.15; bN/Q/R/W, J/Z, 6 fermata Canal dorle, l’insalata ai cuori di palma o il cuscus
St) I buongustai si fiondano al Lan Larb per marocchino con pollo biologico. Si paga sol-
assaporare saporiti piatti thailandesi senza tanto in contanti.
99
MARCHÉ MAMAN BISTRÒ  $ BUTCHER’S DAUGHTER VEGETARIANO  $$
Cartina p443 (%212-226-0700; www.mamannyc. Cartina p440 (%212-219-3434; www.thebutchers
com; 239 Centre St, Nolita; portate principali $12- daughter.com; 19 Kenmare St, all’altezza di Elizabeth
16, gelato $4; h7-18 lun-ven, 8-18 sab e dom, ge- St, Nolita; insalate e panini $12-14, portate principali a
lato 12-18 lun-ven) Questo lindo cafe france- cena $16-19; h8-22; v; bJ fermata Bowery; 6 fer-
se con ‘giardino segreto’ offre una piacevo- mata Spring St) La ‘figlia del macellaio’ (que-
le alternativa alle classiche atmosfere di Lit- sto il nome del locale) si è di certo ribella-
tle Italy, ed è facile confondersi e pensare di ta alle tradizioni di famiglia, perché nel suo
trovarsi in Provenza. Provate le deliziose tar- cafe intonacato di bianco offre soltanto piat-
tinettes all’avocado con salmone ($10) o altri ti vegetariani. Che sono senz’altro salutari e
piatti del menu, sempre diverso. Il milkma- mai noiosi: qualsiasi cosa, dal muesli biolo-
de ice cream della casa è fantastico, mentre gico alla Caesar salad piccante al cavolo ne-
il blue corn waffle cone va per la maggiore, ro con mandorle e parmigiano, o all’hambur-

SoHo e C h inatow n Pasti


ed è una vera delizia. ger Butcher servito a cena (polpetta di fagioli
Il locale ospita anche laboratori di cu- neri e verdura con ‘formaggio’ fatto con ana-
cina tenuti dal proprietario, che gestisce il cardi) è assolutamente squisita.
blog Yellow Table (www.theyellowtable.com).
RUBIROSA PIZZA  $$
DOMINIQUE ANSEL BAKERY PANETTERIA  $ Cartina p440 (%212-965-0500; www.rubirosanyc.
Cartina p440 (%212-219-2773; www.dominiquean com; 235 Mulberry St, tra Spring St e Prince St, Nolita;
sel.com; 189 Spring St, tra Sullivan St e Thompson h11.30-23 dom-mer, fino alle 24 ven e sab; pizze $19-
St, SoHo; h8-19 lun-sab, 9-19 dom; dessert $5,50- 29, portate principali $19-34; bN/R fermata Prince
6,50; bC/E fermata Spring St) Una delle miglio- St; B/D/F/M fermata BroadwayLafayette St; 6 fer-
ri e più note pasticcerie della città. Oltre ai mata Spring St) L’infallibile ricetta di famiglia
cronuts (i suoi famosi donut-croissant), ha di Rubirosa per la crosta della pizza, sottile
molto altro in serbo per i golosi, tra cui il e croccante, attira uno stuolo di clienti fissi
burroso kouign-amman (un dolce bretone), da tutta la città. Gustatela a tranci seduti su-
le luccicanti tortine ai frutti di bosco e il Pa- gli sgabelli al bancone o aggiudicatevi un ta-
ris-New York, una reinterpretazione del tra- volo per mangiare in tutta calma, partendo
dizionale Paris-Brest a base di coccolato, ca- dai saporiti antipasti per proseguire con un
ramello e arachidi. Se però volete assoluta- fumante piatto di pasta (la porzione ‘small’
mente assaggiare i cronuts, fate modo di ar- sazia la maggior parte degli stomaci). È di-
rivare verso le 7.30 in settimana (prima nel sponibile un menu gluten-free.
weekend) per non rimanere a bocca asciutta.
Lo chef pasticcere Dominique Ansel ha aper- LA ESQUINA MESSICANO  $$
to una sede anche nel West Village (p147). Cartina p440 (%646-613-7100; www.esquinanyc.
com; 114 Kenmare St, all’altezza di Petrosino Sq, Noli-
oUNCLE BOONS THAILANDESE  $$ ta; tacos a partire da $3,25, portate principali del cafe
Cartina p440 (%646-370-6650; www.uncleboons $15-25, brasserie $18-34; htaquería 11-2 tutti i gior-
.com; 7 Spring St, tra Elizabeth St e Bowery, Noli- ni, caffè 12-24 lun-ven, 11-24 sab e dom, brasserie 18-
ta; piccole porzioni $12-16, grandi porzioni $21-29; 2 tutti i giorni; b6 fermata Spring St) Un piccolo e
h17.30-23 dom-gio, 17.30-24 ven e sab; W; bJ/Z originale locale che gode di grande popolari-
fermata Bowery; 6 fermata Spring St) Cucina thai- tà e che riunisce tre cose in una: una taquería
landese stellata servita in una sala da pran- dove si servono tacos da mangiare in piedi,
zo allegra e vagamente retrò, con pannel- un informale cafe messicano (entrata in La-
li in legno, poster di film thailandesi e vec- fayette St) e una grande, elegante brasserie
chie foto di famiglia alle pareti. Tra i piatti al piano inferiore, dove si cena a luci soffu-
dalle note piccanti e aromatiche che coniu- se e soltanto su prenotazione. Le specialità
gano tradizione e modernità si segnalano il della casa sono gli elotes callejeros (pannoc-
mieng kum (involtino di foglia di betel con chia di mais alla griglia con formaggio Coti-
zenzero, lime, cocco tostato, gamberetti es- ja, maionese e peperoncino in polvere), i ta-
siccati, arachidi e peperoncino per $12), de- cos di pulled pork e l’insalata di mango e ji-
liziosamente croccante, il kao pat puu (riso cama (patata messicana).
fritto con granchio; $26) e l’insalata di fiori
di banano ($15). oCHEFS CLUB FUSION  $$$
Cartina p440 (%212-941-1100; www.chefsclub.
com; 275 Mulberry St, Nolita; portate principali
$19-68; h17.30-22.30, chiuso dom) In un edifi-
100
cio che ha ospitato alcune riprese di Will & voli del dehors occupano l’angolo tra Spring
Grace, il Chefs Club è un ristorante spetta- St e Thompson St. La zuppa francese di ci-
colare. Non fatevi ingannare dal nome, che polle è meravigliosa nelle giornate più fre-
ricorda quello di un discount: qui gli chef si sche. Bon appetit!
alternano per periodi che vanno da tre setti-
mane a tre mesi e il menu, composto dai lo- ESTELA MODERN AMERICAN  $$$

ro piatti migliori, farà fare il giro del mondo Cartina p440 (%212-219-7693; www.estelanyc.
al vostro palato. com; 47 E Houston St, tra Mulberry St e Mott St, No-
lita; portate principali a pranzo $13-30, portate prin-
oDUTCH MODERN AMERICAN  $$$ cipali a cena $17-39; h17.30-23 dom-gio, 17.30-23.30
Cartina p440 (%212-677-6200; www.thedutchnyc. ven e sab; bB/D/F/M fermata Broadway-Lafayette
com; 131 Sullivan St, all’altezza di Prince St, SoHo; St; 6 fermata Bleecker St) L’Estela è uno dei ri-
portate principali a pranzo $18-37, a cena $28-66; h storanti più quotati della città, ma a nostro
SoHo e C h inatow n Pasti

pranzo 11.30-15 lun-ven, cena 11.30-23.30 ven e sab, avviso si sta riposando un po’ troppo sugli al-
brunch 10-15 sab e dom, ; bC/E fermata Spring St; lori. Il cibo è indubbiamente gustoso, con ab-
R/W fermata Prince St; 1 fermata Houston St) Che binamenti di sapori che stimolano il palato e
vi accomodiate al bar o ceniate con ogni co- la mente, ma il locale è troppo affollato ed è
modità nell’intima sala sul retro, in questo impossibile scambiare due chiacchiere senza
ristorante potete sempre contare su raffinati invadere le conversazioni dei propri vicini di
piatti ‘dalla fattoria alla tavola’. Il menu attin- tavolo; inoltre, le porzioni sono minuscole.
ge a cucine da tutto il mondo, spaziando dai Detto ciò, se non vi dispiace mettervi in
tacos croccanti di pesce con wasabi e yuzu coda, mangiare gomito a gomito con gli al-
($18) all’impanata di vitello ($35). La cliente- tri avventori e non avete bisogno di portar-
la è tendenzialmente del tipo che ama guar- vi gli avanzi a casa in un doggie bag, prepa-
dare e farsi vedere. Si consiglia di prenotare, ratevi per un’esperienza culinaria da sogno:
soprattutto a cena e tutto il giorno nel week- piatti come il paté di halibut e ricci di ma-
end. I cocktail vi sorprenderanno: provate il re ($23) o il gelato di rapa ($12) vi faranno
Macadamia Maitai ($16). venire l’acquolina in bocca. In occasione del
brunch, servito dal venerdì alla domenica, il
oIL BUCO ristorante fa il tutto esaurito.
ALIMENTARI & VINERIA ITALIANO  $$$
Cartina p440 (%212-837-2622; www.ilbuco.com;
53 Great Jones St, tra Bowery e Lafayette St, NoHo; 5 Chinatown
portate principali a pranzo $16-34, a cena $34-65; e Little Italy
h8-23 lun-ven, 9-24 sab, 9-23 dom; W; b6 ferma-
ta Bleecker St; B/D/F/M fermata Broadway-Lafayet- BAZ BAGELS EBRAICO  $
te St) Che sia un espresso servito al banco, un Cartina p443 (%212-335-0609; www.bazbagel.
assaggio preso al deli o un lungo e pigro ban- com; 181 Grand St, tra Baxter St e Mulberry St, Little
chetto italiano nella sala da pranzo al piano Italy; bagel $12-16; h7-15 lun-ven, 8-16 sab e dom;
inferiore, lo spin-off alla moda del ristoran- bJ/Z, N/Q/R, 6 fermata Canal St; B/D fermata Grand
te Il Buco offre solo il meglio. Mattoni a vi- St) In una combinazione spudoratamente vi-
sta e grandi lampade dal design industriale stosa di pareti rosa con stampe a palma tap-
danno al locale un tono di rusticità modaiola, pezzate di foto di Dolly Parton e Barbara Strei-
riflessa anche nei sapori del suo menu. Per- sand, il diner più kitsch di New York prepa-
fetto anche soltanto per un caffè e una fet- ra comunque bagel (fatti a mano e bolliti pri-
ta di dolce; per esempio, la torta all’olio d’o- ma di finire in forno) semplicemente favolosi.
liva con rabarbaro e fragole è divina ($11). La specialità della casa è il mooch ($16), una
delizia in cui il bagel è farcito con un misto
BISTRO LES AMIS FRANCESE  $$$ di salmone scozzese e carbonaro dell’Alaska
Cartina p440 (%212-226-8645; www.bistroles affumicato a freddo: una vera leccornia. Ol-
amis.com; 180 Spring St, SoHo; pranzo/cena a prez- tre ai bagel, si possono gustare ottimi blintz
zo fisso $14/36, portate principali a cena $27-40; (pancake di grano saraceno) e latke (frittelle
h11.30-24 dom-gio, 11.30-1 ven e sab; bC/E fer- di patate), queste ultime preparate secondo la
mata Spring St) Grazioso localino con tavo- ricetta della nonna del proprietario.
li all’aperto che propone convenienti menu
a prezzo fisso sia a pranzo sia a cena. All’in- DI PALO DELI  $
terno presenta una romantica ambientazio- Cartina p443 (%212-226-1033; 200 Grand St, all’al-
ne con tovaglie bianche e legno, mentre i ta- tezza di Mott St, Little Italy; sandwich $7-10; h9-19
101
lun-sab, 9-17 dom; bB/D fermataGrand St; N/Q/R, BÁNH MÌ SAIGON BAKERY VIETNAMITA  $
J/Z, 6 fermata Canal St) I food blogger adorano Cartina p443 (%212-941-1541; www.banhmisaigon
il sandwich di porchetta che preparano in nyc.com; 198 Grand St, tra Mulberry St e Mott St, Lit-
questo deli a gestione familiare: una croc- tle Italy; sandwich $3,50-6; h8-18; bN/Q/R, J/Z, 6
cante baguette ripiena di morbido maiale fermata Canal St) Questa panetteria senza fron-
arrosto profumato con aglio, finocchietto ed zoli, composta da una semplice vetrina, sfor-
erbe aromatiche. Non è solo incredibilmen- na alcuni tra i migliori banh mi della città:
te buono, ma è anche enorme, quindi se vi croccanti baguette tostate e riempite con ge-
chiedono quanto ne volete chiedete una sola nerose porzioni di peperoni piccanti, carote
fetta. In genere l’ambita porchetta è pronta sottaceto, daikon, cetriolo, coriandolo e un
intorno alle 13.30 (orario variabile) e si esau- tipo di carne a vostra scelta. La più apprez-
risce in 20 minuti. zata è la classica carne di maiale alla griglia.
Un consiglio: andateci entro le 15 perché a

SoHo e C h inatow n Pasti


DELUXE GREEN BO CINESE  $ volte i banh mi si esauriscono presto e il lo-
Cartina p443 (Nice Green Bow; %212-625-2359; cale chiude prima. Accetta soltanto contanti.
www.deluxegreenbo.com; 66 Bayard St, tra Elizabeth
St e Mott St, Chinatown; portate principali $5,95- AUGUST GATHERINGS CINESE  $
19,95; h11-23 lun-gio, 11-24 ven e sab, 11-22.30 Cartina p443 (%212-274-1535; www.augustgather
dom; bN/Q/R, J/Z, 6 fermata Canal St; B/D fermata ingsny.com; 266 Canal St, tra Lafayette St e Cortland
Grand St) Il punto forte di questo semplice lo- Alley, Chinatown; portate principali $14-35; h10-22;
calino cinese è il cibo, dagli squisiti xiao long b6, N/R/Q, J/Z fermata Canal St) È sempre un
bao, i ravioli al vapore serviti in cestini fu- buon segno trovare il personale di altri risto-
manti, alle abbondante porzioni di noodles, ranti tra i clienti di un locale, come nel ca-
fino ai lucidi piatti di salutari spinaci salta- so di questo ristorante elegante e ben gestito
ti. Si paga solo in contanti. specializzato in deliziose carni arroste, spe-
cialmente anatra, e altri piatti di cucina can-
NOM WAH TEA PARLOR CINESE  $ tonese decisamente sopra la media. Il fatto
Cartina p443 (%212-962-6047; www.nomwah. che l’August Gathering si trovi accanto a un
com; 13 Doyers St, Chinatown; dim sum a partire da McDonald’s lungo la trafficatissima Canal St
$3,75; h10.30-22 dom-mer, 10.30-23 gio-sab; bJ/Z e la presenza di piatti americanizzati nel me-
fermata Chambers St; 4/5/6 fermata Brooklyn Brid- nu sono entrambi segnali di come il quartie-
ge-City Hall) Nascosto in un vicoletto, il Nom re stia subendo un’evoluzione.
Wah Tea Parlor potrebbe ricordare un diner
americano vecchio stile, mentre in realtà è BUDDHA BODAI ONE CINESE VEGETARIANO  $
il più antico locale della città specializzato Cartina p443 (%212-566-8388; www.buddha-bo
in dim sum. Sedetevi a un tavolo, a una del- dai.com; 5 Mott St, Chinatown; portate principali
le panchette rosse o su uno sgabello di fron- $9-22; h11-21.30 lun-ven, 10-21.30 sab e dom; v;
te al bancone e indicate con il dito le squi- bJ/Z fermata Chambers St; 4/5/6 fermata Brooklyn
site specialità della casa (invitanti anche se Bridge-City Hall) Propone squisiti piatti vegeta-
molto condite) esposte sui carrelli che pas- riani d’ispirazione cantonese, come lo stufa-
sano tra i tavoli. to di anatra vegana, gli involtini di riso con
spinaci e i bun di ‘maiale arrosto’ vegetaria-
XI’AN FAMOUS FOODS CINESE  $ ni, che hanno anche la certificazione kasher.
Cartina p443 (www.xianfoods.com; 45 Bayard St, Nel 2015 un ristorante con lo stesso nome e
tra Elizabeth St e Bowery, Chinatown; piatti $3-12; un menu molto simile ha aperto a pochi iso-
h11.30-21 dom-gio, 11.30-21.30 ven e sab; bN/Q/ lati di distanza; ecco perché per distinguer-
R/W, J/Z, 6 fermata Canal St, B/D fermata Grand si, questo veterano in attività dal 2004 si fa
St) I food blogger vanno in tilt anche solo chiamare ‘Buddha Bodai One’.
sentendo parlare dei noodles fatti a mano
in questo piccolo locale, che fa parte di una GOLDEN STEAMER CINESE  $
catena. Un’altra star del menu è l’hambur- Cartina p443 (%212-226-1886; 143a Mott St, tra
ger di agnello al cumino: tenera carne d’a- Grand St e Hester St, Chinatown; bun $0,80-1,50;
gnello saltata con cumino macinato, semi di h7-19.30; bB/D fermata Grand St; N/Q/R, 6 fer-
peperoncino tostati, peperoni, cipolla ros- mata Canal St; J/Z fermata Bowery) Infilatevi in
sa e scalogno. questo minuscolo locale per gustare il più
soffice e gustoso bao (panino al vapore) di
Chinatown. Fatti in loco da cuochi cinesi in-
tenti a impartire ordini ad alta voce, hanno
102
0 200 m
e
#0 0.1 miles Grand St
¦
#
Grand St
LOWER

Lafayette St
Broadway
#
8 EAST

Chrystie
Mulberry St

Bowery
LITTLE SIDE

Baxter St
SOHO

Mott St
#
9
K ITALY

Howard St

St
Centre St
Hester St Sara D
Canal St Roosevelt
¦
# Park
0
0000
¦
# Canal St #
6 0 Canal St
Canal St ¦
# Canal St
0 0 0 0 0 00
00 00
00 0
Canal S 0#
700 0 0 0 0 0
t 0 0 00 0 0 0
Manhattan
0 0 0 0000
0
SoHo e C h inatow n I tinerari o a p iedi

0 0000 0 0 0 0 0 0
0 00
0 0 0 0 00 00 00 00 0
Bridge
0 0 0
Broadway

Elizabeth St
0 0 0 00 0
0 0 0 0 0 0
Entrance0 0 0
0 0 0 0
0 0 0 0 0 0 0
0 00 0
0 0
0 00 0
0
0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

Bowery
0 0 0 0 0 00 00 00 0
0 00 00 00 0
0 0 0 0
CHINATOWN 0 0 0 00 00 00 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
000
0
0 0 0 0 0 0 0000 0
0 00 0
0 00 0
0 00 0 0
00 0
0 00 0
0 00 00 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
0
0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
Confucius 0 0 0 0 0 0
Lafayette St

0 0 0 0 0 0 0 0
0 00 00 0
0 0
0 00 0
0 0
0 0
0
0 0
0 0
0 00 0
0 00 0
0 0
Plaza0 0 0 0 00 0 0
Bayard 0 St
0 0 0 0 0 0 0 0
0 00 0
0 0
0 0
0 0
0 0
0 0
0
Centre St

0 0
0 00 0
0 00 0
0 00 00 0 0 0 0 0 0 00
0
Mott St
0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
0 00000
0 0
0 0 00 00 00 0
0 00 00 00 0
0 0 0 0
ll S t 000 0 00 0 0 0 0 0t 0
S000 0 0
0 on0
Pe 0 0
#500 0 0 0 0 00
Columbus 0 0 0 0 0 0
Park 000 00
0
0
0
00
0
0
0
0
0isi0
iv0
0 00
000 y
#40 0 0 0 0 D0 0 a
0 0 0 0 0 dw
00 Broa
#2 t D oyers 000
s coS 0 St0
0 0
0
Mo # 0 0 0
Ba

0 0 0 0 E
3 0 0 0
Chatham
0 0 00 0
0
x

0 0 0 0 0 0 0
ter

0
0 00 0Square
0 0 0 0
Worth St 0 0 0 0 00 0
0 0 0 100
0 00
010
S

Worth St 0
0 0 0#
L
t

Thomas0
0
0
0
0
0
00
00
0
000
1 00
00 00
0 00 0 0 000
Paine
0 0 Park
0 0 01 00
1

0 0 00
0
1
0
0 0
0 0
0 0 0
1

0 0 0
1
00 0
0 0 0 0
1 1
1
0 000
1
00 0
0 0
1
1
0000 0

2Itinerario a piedi
2 Alla scoperta di Chinatown
gle’ (angolo sanguinoso). Il compositore e pa-
INIZIO CHATHAM SQ
roliere statunitense Irving Berlin lavorava al
FINE MUSEUM OF CHINESE IN AMERICA
n. 10, mentre al n. 12 si trova il più antico risto-
LUNGHEZZA 1,5 KM; 1 ORA 30 MINUTI
rante cinese del quartiere, in attività dal 1920.
Svoltate a sinistra nella Bowery e prose-
Partite da 1Chatham Square e dal Kim guite verso nord. All’angolo sud-ovest di Pell
Lau Memorial Arch, eretto nel 1962 in onore St e Bowery si trova la 5Edward Mooney
dei sinoamericani caduti in battaglia. C’è an- House, la townhouse più vecchia di NYC, fat-
che la statua di Lin Ze Xu, studioso della dina- ta costruire nel 1785 dal macellaio E. Mooney.
stia Qing, che si oppose al traffico di stupe- Negli anni l’edificio in stile georgiano Fede-
facenti portando alla Prima Guerra dell’Op- ral ha ospitato un negozio, un hotel, una sala
pio nel 1839. da biliardo e un social club cinese; oggi è se-
Proseguite a nord-ovest in Worth St fi- de di una banca. Continuate a nord sulla Bo-
no a 2Columbus Park (p95), il ‘salot- wery fino a Canal St, dove vedrete il Manhat-
to’ di Chinatown. Nell’Ottocento era il malfa- tan Bridge e, subito dietro, il 6Mahaya-
mato slum di Five Points, noto per la sua dis- na Buddhist Temple (p91). Osservate
solutezza. Verso est, infilatevi in 3Mosco il grande Buddha dorato all’interno e poi tuf-
Street, nota nell’Ottocento come Bandits Ro- fatevi in 7Canal Street, cuore pulsante di
ost, famigerato covo di gang irlandesi. Girate Chinatown ed ex centro del distretto ebraico
a sinistra in Mott St, a destra in Pell St e anco- dei diamanti. Girate a destra in Mott St per gli
ra a destra in 4Doyers Street, vicolo detto squisiti bao di 8Golden Steamer (p101).
‘Via dei Barbieri’ per la quantità di botteghe di Girate a sinistra in Grand St e ancora a sini-
questo tipo. All’inizio del secolo scorso il vico- stra in Centre St, per conoscere la storia dei
lo era noto per le battaglie tra le tongs (socie- sinoamericani al 9Museum of Chinese in
tà segrete), da cui il soprannome ‘Bloody An- America (p91).
103
ripieni diversi, da succulento maiale arro- mata Canal St) Oltre alla specialità della casa da
sto a salsiccia cinese, uovo sodo in salamo- cui trae anche il nome, questo locale propone
ia e, tra i preferiti dai clienti, zucca. Se vole- una serie di menu fissi che comprendono ap-
te qualcosa di dolce provate la crostata alla punto l’anatra alla pechinese, indubbiamen-
crema pasticcera. te la migliore che potrete mangiare in zona.
L’ambiente in sé è più elegante rispetto alla
FERRARA BAKERY media dei locali di Chinatown, ed è quindi
& CAFE PANETTERIA, CAFE  $$ ideale per una cena romantica. Il piatto della
Cartina p443 (%212-226-6150; www.ferraranyc. casa è imperdibile: la pelle dell’anatra perfet-
com; 195 Grand St, tra Mulberry St e Mott St, Lit- tamente croccante e la carne morbida lo ren-
tle Italy; dolci $7-9; hcaffè 9-24; bJ/Z, N/Q/R, dono ideale per un pancake da condire con
6 fermata Canal St; B/D fermata Grand St) In at- striscioline di scalogno e salsa.
tività dal 1892, questa leggendaria panette-

SoHo e C h inatow n L o cali e vita n o tturna


ria con caffè annesso, a meno di un isolato
di distanza da Mulberry St, offre un ambien-
LOCALI
te vecchio stile e una miriade di dolci tradi-
zionali italiani. Il tiramisù, con i suoi biscot- 6

E VITA NOTTURNA
ti savoiardi immersi nel caffè espresso alter-
nati a strati di delizioso mascarpone, è sem- Dagli speakeasy riconvertiti a cocktail bar se-
plicemente divino. greti, molti dei locali di questo quartiere sono
pervasi da un fascino storico e quasi mistico.
NYONYA MALESE  $$
Cartina p443 (%212-334-3669; www.ilovenyonya. oGHOST DONKEY BAR
com; 199 Grand St, tra Mott St e Mulberry St, Little Cartina p440 (%212-254-0350; www.ghostdonkey
Italy; portate principali $8-26; h11-23.30 dom-gio, .com; 4 Bleecker St, NoHo; h17-2; b6 fermata Blee-
11-24 ven e sab; bN/Q/R/W, J/Z, 6 fermata Canal cker St; B/D/F/M fermata Broadway-Lafayette St)
St; B/D fermata Grand St) Il vostro palato potrà Questo locale specializzato in mezcal vanta
fare un viaggio nelle terre umide della Ma- un’atmosfera unica, a metà strada tra l’infor-
lacca, varcando la soglia di questo tempio male, l’alternativo e l’artigianale, con echi che
della cucina sinomalese. Assaporate il dolce, richiamano il Messico, il Medio Oriente e il
l’aspro e il piccante in ricette classiche come selvaggio West. Riuscite a immaginare un sa-
la testa di pesce Assam in casseruola ($20), loon sulla luna? Il Ghost Donkey è proprio
il ricco rendang (curry piccante asciutto) di quel genere di bar: scuro e poco illuminato,
manzo ($14,50) e il rojak (insalata di frutta ma al contempo con una profusione di rosa,
condita con una salsina salata e piccante al con divani bassi coperti da cuscini disposti
tamarindo: $6.25) quanto mai rinfrescante. intorno a tavolini da caffè. Provate gli ottimi
Avviso ai vegetariani: il menu non offre mol- cocktail artigianali, come il Margarita ghiac-
ti piatti senza carne. Si paga solo in contanti. ciato della casa. Buono, vero?

AMAZING 66 CINESE  $$ oGENUINE LIQUORETTE COCKTAIL BAR


Cartina p443 (%212-334-0099; www.amazing66. Cartina p443 (%212-726-4633; www.eatgenuine.
com; 66 Mott St, tra Canal St e Bayard St, Chinatown; com; 191 Grand St, all’altezza di Mulberry St, Little
portate principali $11-29; h11-23; bN/Q/R/W, J/Z, Italy; h18-24 mar e mer, 18-2 gio-sab, chiuso dom e
6 fermata Canal St) Questo vivace e animato lo- lun; bJ/Z, N/Q/R/W, 6 fermata Canal St; B/D fer-
cale è uno dei posti migliori della città in cui mata Grand St) Come potremmo non ama-
assaggiare la cucina cantonese, come dimo- re un animato cocktail bar al piano interra-
strano le file di immigrati cinesi residenti in to che offre cocktail in lattina e una toilet-
zona in cerca dei sapori di casa. Provate an- te dedicata a Farrah Fawcett? I clienti pos-
che voi le specialità, come le costolette alla sono perfino prendere le bottiglie e mixare
griglia laccate al miele, i gamberi con salsa da sé i propri drink. Al timone c’è Ashlee, il
di fagioli neri e le ali di pollo condite con sa- mixologo della casa, che invita regolarmen-
le e pepe. I piatti del giorno partono da $7. te i migliori bartender di New York per cre-
are nuovi cocktail con distillati di bassa qua-
oPEKING DUCK HOUSE CINESE  $$$ lità o meno rinomati.
Cartina p443 (%212-227-1810; www.pekingduck
housenyc.com; 28a Mott St, Chinatown; anatra alla oAPOTHÉKE COCKTAIL BAR
pechinese $45 per persona; h11.30-22.30 dom-gio, Cartina p443 (%212-406-0400; www.apotheke
11.45-23 ven e sab; bJ/Z fermata Chambers St, 6 fer- nyc.com; 9 Doyers St, Chinatown; h18.30-2 lun-sab,
104
20-2 dom; bJ/Z fermata Chambers St; 4/5/6 fer- noteca parigina che porta lo stesso nome.
mata Brooklyn Bridge-City Hall) Ci vuole un po’ di Theo Lieberman, il capo sommelier, propo-
impegno per trovare questo bar di Doyers St ne un’impressionante carta dei vini, con cir-
che ha subito diverse trasformazioni (da fu- ca 600 etichette (in gran parte francesi) tra
meria d’oppio a farmacia). All’interno, bar- cui alcune di altissimo livello servite al bic-
tender esperti lavorano con precisione da chiere. Il breve e sofisticato menu compren-
farmacisti, utilizzando prodotti locali e di de un assortimento di charcuterie artigiana-
stagione comprati al mercato, per creare ‘ri- le e rillettes di pollo.
cette’ intense e ricche di sapore. L’equilibrio
degli ingredienti nei loro cocktail è sempre FANELLI’S CAFE BAR
perfetto, come nel caso del Sitting Buddha, Cartina p440 (%212-226-9412; 94 Prince St, all’al-
uno dei cocktail migliori della casa, che uni- tezza di Mercer St, SoHo; h10-1 lun-gio, 10-2 ven e
sce ananas e coriandolo. sab, 10-24 dom; bN/R fermata Prince St) Ambien-
SoHo e C h inatow n L o cali e vita n o tturna

te accogliente, atmosfera conviviale e buoni


SPRING LOUNGE BAR drink fanno la fortuna di questo locale d’an-
Cartina p440 (%212-965-1774; www.thespring- golo in attività fin dal 1874. E se SoHo ha cam-
lounge.com; 48 Spring St, all’altezza di Mulberry St, biato volto nel corso degli anni, Fanelli’s ri-
Nolita; h8-4 lun-sab, 12-4 dom; b6 fermata Spring mane fedele alle proprie origini, conservando
St; R/W fermata Prince St) Questo locale ‘ribelle’ specchi fumé, lampade d’epoca e arredi di un
dall’insegna al neon rosso non ha mai lascia- tempo. La cucina si può tralasciare: siete qui
to che qualcosa impedisse ai suoi clienti di per bere, riandare al passato e socializzare.
divertirsi. Durante il Proibizionismo serviva
boccali di birra e negli anni ’60 la sua canti- JIMMY COCKTAIL BAR
na era una bisca clandestina. Oggi è noto so- Cartina p440 (%212-201-9118; www.jimmysoho.
prattutto per i pacchiani squali imbalsama- com; James New York, 15 Thompson St, all’altezza
ti, i clienti affezionati che giungono appena di Grand St, SoHo; h17-1 lun-mer, 17-2 gio-ven, 15-2
apre al mattino e i bagordi nelle ore piccole. sab, 15-1 dom; bA/C/E, 1 fermata Canal St) Ubica-
Il posto perfetto come ultima tappa durante to in cima all’hotel James New York di SoHo,
un giro dei bar del quartiere. il Jimmy offre fantastiche vedute della città
ai suoi piedi. Nei mesi più caldi gli amanti
PEGU CLUB COCKTAIL BAR del buon bere si accomodano nella terrazza;
Cartina p440 (%212-473-7348; www.peguclub. quando invece il clima è più fresco, i drink
com; 77 W Houston St, tra W Broadway e Wooster vengono serviti all’interno e preparati nel bar
St, SoHo; h17-2 dom-mer, 17-4 gio-sab; bB/D/F/M al centro del locale, dominato da finestre a
fermata Broadway-Lafayette St; C/E fermata Spring parete. La piscina outdoor rende l’esperien-
St) Cupo ed elegante, il Pegu Club (che deve za ancora più divertente.
il nome a un leggendario club per gentiluo-
mini nella Rangoon dell’era coloniale) è una MULBERRY STREET BAR BAR
tappa obbligata per gli appassionati di cock- Cartina p443 (%212-226-9345; 176 Mulberry St,
tail. Sprofondate in una poltrona di velluto all’altezza di Broome St, Little Italy; h11-24 dom-gio,
e assaporate intrugli che scivolano morbidi 11-2 ven e sab; bB/D fermata Grand St; J/Z ferma-
in gola, come il setoso Earl Grey MarTEAni ta Bowery) Frank Sinatra era di casa in questo
(gin aromatizzato al tè, succo di limone e al- bar centenario di Little Italy, usato anche co-
bume d’uovo crudo). Chi vuol mangiare tro- me set per alcune scene di I Soprano, Il Pa-
va un menu d’ispirazione asiatica che preve- drino III e Donnie Brasco. E piacerà anche a
de, per esempio, wonton d’anatra e gamberi voi anche solo per guardarvi intorno, men-
Mandalay al cocco. tre Little Italy scompare lentamente. I bar-
tender, spesso rudi e vecchia scuola, aggiun-
LA COMPAGNIE DES gono fascino al locale, come anche il bizzar-
VINS SURNATURELS WINE BAR ro insieme di turisti con occhi spalancati,
Cartina p443 (%212-343-3660; www.compagnie burberi clienti abituali e hipster in quantità
nyc.com; 249 Centre St, tra Broome St e Grand St,
Nolita; vini al bicchiere $11-22; h17-1 lun-mer, 17-2 THE RANDOLPH CAFE, COCKTAIL BAR
gio e ven, 15-2 sab, 15-1 dom; b6 fermata Spring St; Cartina p443 (%646-383-3623; www.therandolph
R/W fermata Prince St) Carta da parati d’ispi- nyc.com; 349 Broome St, tra Bowery St ed Elizabeth
razione gallica, poltrone slanciate e lumini St, Nolita; hdalle 17 lun-ven, dalle 14 sab e dom;
connotano l’ambiente raccolto della Compa- W; bJ/Z fermata Bowery) Il Randolph prepa-
gnie des Vins Surnaturels, succursale dell’e- ra cocktail creativi e diversi dal solito in un
105
ampio spazio in cui domina il legno scuro, PUBLIC THEATER SPETTACOLI DAL VIVO
perfetto per ospitare folle di avventori. Nei Cartina p440 (%212-539-8500; www.publicthea
pomeriggi l’atmosfera è tranquilla e contem- ter.org; 425 Lafayette St, tra Astor Pl e 4th St, NoHo;
plativa, come quella dei locali in cui gli scrit- b6 fermata Astor Pl; R/W fermata 8th St-NYU) Alla
tori arrivano con il loro computer portatile e sua fondazione nel 1954, questo leggendario
scrivono un bestseller sorseggiando una pin- teatro si chiamava Shakespeare Workshop;
ta. A questo proposito, il Randolph serve la da allora ha ospitato alcuni dei più grandi
propria birra alla spina, che è una Sessions successi di New York, tra cui Hamilton, nel
IPA. Ogni giorno fino alle 20 c’è l’happy hour. 2015. Oggi potrete assistere a spettacoli d’a-
vanguardia e classici rivisitati, tra i quali pre-
LA COLOMBE CAFFÈ valgono le opere del Bardo; durante la sta-
Cartina p440 (%212-625-1717; www.lacolombe. gione estiva il Public organizza anche la serie
com; 270 Lafayette St, tra Prince St e Jersey St, No- di spettacoli Shakespeare in the Park, con la

SoHo e C h inatow n D ivertimenti


lita; h7.30-18.30 lun-ven, 8.30-18.30 sab e dom; partecipazione di diverse celebrità.
bN/R fermata Prince St; 6 fermata Spring St) Que-
sto minuscolo espresso bar è perfetto per ri-
caricare le energie dopo una giornata di shop-
ping a SoHo. Serve caffè intensi e corposi che
non sfigurerebbero in un bar italiano (osser-
7 SHOPPING
SoHo pullula letteralmente di negozi alla mo-
vate il murales dedicato a Roma). Chi ha fame da di ogni dimensione. Andate a Broadway se
troverà un piccolo menu che comprende coo- volete fare acquisti nelle filiali di grandi ca-
kies e croissant. Nel vicino quartiere di NoHo tene, o se cercate negozi di calzature e jeans;
(cartina p440; %212-677-5834; 400 Lafayette St, lungo le vie laterali sul lato ovest troverete
all’altezza di 4th St; b6 fermata Bleecker St; B/D/ invece le boutique più esclusive di abbiglia-
F/M fermata Broadway-Lafayette St) si trova una mento e accessori. A Lafayette St si concen-
filiale più grande, con un maggior numero trano i negozi per DJ e skater, con punti ven-
di posti a sedere ma anche file più lunghe. dita di marchi indipendenti e vintage. Se in-
vece preferite le etichette indie-chic, conti-
nuate verso est fino a Nolita, con le sue mi-
3 DIVERTIMENTI
nuscole boutique che vendono abiti, scarpe e
accessori originali. Mott St è perfetta per cu-
JOE’S PUB MUSICA LIVE riosare, seguita da Mulberry St ed Elizabeth
Cartina p440 (%212-539-8778, biglietti 212-967- St. Le frenetiche vie di Chinatown sono l’i-
7555; www.joespub.com; Public Theater, 425 Lafayet- deale per andare a caccia di erbe medicinali,
te St, tra Astor Pl e 4th St, NoHo; b6 fermata Astor Pl; frutta esotica orientale, wok e teiere cinesi.
R/W fermata 8th St-NYU) Bar dall’atmosfera in-
tima con palcoscenico per spettacoli di caba- oMIN NEW YORK COSMETICI
ret e performance, dove si esibiscono sia ar- Cartina p440 (%212-206-6366; www.min.com; 117
tisti emergenti sia nomi già molto afferma- Crosby St, tra Jersey St e Prince St, SoHo; h11-19
ti. In passato ha ospitato Patti LuPone, Amy mar-sab, 12-18 lun e dom; bB/D/F/M fermata Bro-
Schumer, Leonard Cohen e Adele: in effetti, adway-Lafayette St; N/R fermata Prince St) In que-
la famosa cantante inglese tenne proprio qui sto accogliente ed elegante negozio di profu-
nel 2008 il suo primo concerto americano. mi, a metà strada tra una biblioteca e una far-
macia, si possono acquistare fragranze esclu-
FILM FORUM CINEMA sive, prodotti per il bagno e la cura del cor-
Cartina p440 (%212-727-8110; www.filmforum. po e candele profumate. Cercate le fragran-
com; 209 W Houston St, tra Varick St e Sixth Ave, ze artigianali della stessa linea MiN. I prez-
SoHo; h12-24; b1 fermata Houston St) Cinema zi oscillano tra l’abbordabile e l’astronomico,
no profit con tre sale (e una quarta in fase ma i profumi sono divini e, a differenza di al-
di progettazione) dove si proiettano film in- tri negozi, il personale non cercherà di farvi
dipendenti di ogni genere e specie, pellicole acquistare qualcosa a tutti i costi.
d’epoca e retrospettive di grandi registi, come
ad esempio Orson Welles. Le sale sono pic- oSATURDAYS MODA E ACCESSORI
cole e gli schermi pure, quindi arrivate pre- Cartina p440 (%212-966-7875; www.saturdaysnyc.
sto se volete trovare un buon posto a sedere. com; 31 Crosby St, tra Broome St e Grand St, SoHo;
Spesso gli spettacoli comprendono conferen- hnegozio 10-19, caffè 8-19 lun-ven, 10-19 sab e dom;
ze con i registi o dibattiti tra cinefili. W; bN/Q/R/W, J/Z fermata Canal St; 6 fermata
106
0 200 m
e
#0 0.1 miles #
#
þ
7
Prince St #
æ
#
5

t
¦
# Prince St

Chrystie S
erry S
Prince St #
6
#
ú #
#
þ
8

Crosby St
Lafayett
Broadway

Bowe
Mulb
e

t
#

ry
¦
# #
þ
4

St
Spring St
¦
# Spring St
Spring St

Greene St

Mercer St
Bowery
¦
#
SOHO Kenmare St
#
1
#
û
Broome St

Elizab
Crosby St

Mott
SoHo e C h inatow n V ita di quartiere

eth St
Grand St

St
Mercer St
Grand St

Broadway
¦
#
Grand St
Greene St

#
2
#
ú

Mulberry
Lafayette St

Centre St
Baxter St
¦
# Canal St

Bowery
¦
# #
3
þ
Cana Howard St
l St

St
w

¦ Canal St
#
¦
#
¦
#
0 0
0
0 0
00000
0
000000000
0 0 000
0 0
0
2Vita di quartiere 0
0 0
0 0 0
2 Un pomeriggio
¦
#
tra l’artigianato di SoHo
0
0
0
000

SoHo attrae gli appassionati di shopping da tutto il mondo con la sua girandola di
flagship stores, etichette ambite e fashionistas che si mettono in mostra. Ma al di
là dei grandi marchi alla moda, si nasconde un panorama del tutto diverso, dove
artigiani di talento e imprenditori indipendenti si concentrano su prodotti locali,
unici e incredibilmente stimolanti. Benvenuti nella SoHo più autentica.

1 Caffè monorigine quelli da uomo), personalizzate il tessuto o i


Ricaricate le batterie con una tazza di caffè dettagli dei modelli esistenti ($625-850), o
monorigine al Café Integral (cartina p440; createne un paio da zero ($1500).
%646-801-5747; www.cafeintegral.com; 149 Eli-
zabeth St, tra Broome St e Kenmare St, Nolita; 4 Arte moderna
Questa filiale dell’apprezzato MoMA Design
h7-17 lun-ven, 8-17 sab e¦
#dom; bN/Q/R, J/Z, 6
fermata Canal St), arioso locale di Elizabeth Store (cartina p440; %646-613-1367; http://
St. Con una fetta di dolce o un croissant sa- store.moma.org; 81 Spring St, all’altezza di Cros-
rete pronti per la giornata. by St, SoHo; h10-20 lun-sab, 11-19 dom; bN/R
fermata Prince St; 6 fermata Spring St) propo-
2 Squisito tiramisù ne abiti, oggetti regalo e souvenir originali e
Tra la miriade di delizie offerte dal Ferrara Ca- con grande stile, dai cestini agli skateboard al-
fe & Bakery (p103), non perdetevi lo straor- le posate.
dinario tiramisù da portare via o, ancora me-
glio, da gustare sul posto. 5 Cultura di strada
L’incisione sul marciapiede all’angolo nord-
3 Jeans perfetti ovest di Prince St e Broadway è opera del-
Da 3x1 (cartina p440; %212-391-6969; lo scultore giapponese Ken Hiratsuka, che
www.3x1denim.com; 15 Mercer St, tra Howard da quando si è trasferito in città nel 1982 ha
St e Grand St, SoHo; h11-19 lun-sab, 12-18 dom; scolpito quasi 40 marciapiedi. Quest’incisio-
bN/Q/R/W, J/Z, 6 fermata Canal St) potrete ne richiese cinque ore di lavoro, ma per ter-
disegnare i jeans perfetti per voi. Scegliete minarla ci vollero due anni (1983-4), visto che
l’orlo dei jeans pronti da indossare (a partire Hiratsuka scalpellava (illegalmente) solo di
da $250 per i jeans da donna, da $265 per notte ed era spesso interrotto dalla polizia.
107
Spring St) La versione di SoHo di un nego-
zio di surf accompagna la vendita di tavole
DW LABS INCORPORATED / SHUTTERSTOCK ©

e sciolina con prodotti di design per la cura


della persona, arte grafica e volumi sul surf,
nonché la linea di abbigliamento uomo di Sa-
turdays, alla moda e di qualità. Fatevi belli,
prendete un caffè all’espresso bar del nego-
zio e passate un po’ di tempo nel giardino sul
retro, dove capita di ascoltare storie incredi-
bili di surfisti tra gli squali. C’è una seconda
filiale nel West Village (p166).

RAG & BONE MODA E ACCESSORI

SoHo e C h inatow n S h o p p ing


Cartina p440 (%212-219-2204; www.rag-bone.
com; 117-119 Mercer St, tra Prince St e Spring St,
SoHo; h11-20 lun-sab, 11-19 dom; bN/R fermata
Prince St) Originaria di Downtown, l’etichet-
ta Rag & Bone è molto apprezzata dai clienti
(uomini e donne) più cool ed eleganti di New
York. Sono capi d’abbigliamento dai dettagli
molto curati: camicie e giacche ben tagliate,
T-shirt stampate con disegni, pullover mono-
cromi, abiti leggerissimi dalle spalline sotti-
li, capi in pelle e i famosi jeans Rag & Bone.
Il taglio sartoriale in genere è impeccabile e
Dean & DeLuca sono disponibili anche accessori quali scar-
pe, cappelli, borse e portafogli.

OPENING
6 Uno stuzzichino gourmet CEREMONY MODA E ACCESSORI, CALZATURE
NYC ama i deli di lusso e Dean & DeLuca
Cartina p440 (%212-219-2688; www.openingcere
(cartina p440; %212-226-6800; www.dean
mony.com; 35 Howard St, tra Broadway e Lafayette
anddeluca.com; 560 Broadway, all’altezza di
St, SoHo; h11-20 lun-sab, 12-19 dom; bN/Q/R/W,
Prince St, SoHo; dolci a partire da $3, sandwich
J/Z, 6 fermata Canal St) Negozio unisex famo-
$11; h7-21 lun-ven, 8-21 sab e dom; bN/R fer-
so per le etichette indipendenti ed esclusi-
mata Prince St; 6 fermata Spring St) è uno
ve che non annoiano mai. Oltre alla propria
dei nomi più famosi in città. Se avvertite
linea, offre una galassia di firme da tutto il
un languorino, qui troverete bastoncini al
mondo, affermate o emergenti, che cambia-
formaggio appena sfornati, quesadillas e
no in continuazione. Non importa quale capo
croissant alla mandorla.
di street fashion troverete appeso alle gruc-
7 Viaggio tra i profumi ce, sarà sempre qualcosa di originale che fa
Fate un salto da MiN New York (p105) e esclamare: “Ma dove l’hai preso?!”.
chiedete un Fragrance Flight gratuito, un’e-
DE VERA ANTIQUARIATO
splorazione guidata dell’eccezionale colle-
zione di profumi del negozio. Il personale è
Cartina p440 (%212-625-0838; www.deveraobje
cordiale e potreste uscire dal negozio ema-
cts.com; 1 Crosby St, all’altezza di Howard St, SoHo;
h11-19 mar-sab; bN/Q/R/W, J/Z, 6 fermata Canal
nando profumo di rosa, di onde infrante sul
bagnasciuga o di mare.
St) Federico de Vera gira tutto il mondo al-
la ricerca di pezzi rari e di squisita fattura
8 Libri e parole (gioielli, sculture, lacche e altri oggetti d’ar-
Se MiN ha acceso il vostro interesse per i te), che poi rivende in questo delizioso nego-
profumi e cercate un libro sull’argomento, zio, anch’esso una piccola opera d’arte. Nel-
fate un salto da McNally Jackson (p108), le teche illuminate sono esposti Buddha ri-
una delle librerie indipendenti più amate salenti a due secoli fa, vetri di Murano e co-
della città. Non ha solo libri e riviste specia- fanetti dorati e intarsiati del periodo Mei-
lizzate: il caffè è ideale per una pausa di let- ji, mentre i dipinti a olio e le sculture alle
tura o di conversazione, epilogo perfetto del pareti vi daranno l’impressione di trovar-
vostro giro a downtown. vi in un museo.
108
MCNALLY JACKSON LIBRI ADIDAS FLAGSHIP STORE CALZATURE
Cartina p440 (%212-274-1160; www.mcnallyjack Cartina p440 (%212-966-0954; www.adidas.com;
son.com; 52 Prince St, tra Lafayette St e Mulberry 115 Spring St, tra Greene St e Mercer St, SoHo; h10-
St, Nolita; h10-22 lun-sab, 10-21 dom; bN/R fer- 20 lun-sab, 11-19 dom; bN/R fermata Prince St) Nel
mata Prince St; 6 fermata Spring St) Vivace libre- flagship store di Adidas troverete le leggen-
ria indipendente con un ottimo assortimen- darie sneaker a tre strisce, oltre a felpe con
to di riviste e libri di narrativa contempora- cappuccio, tute, T-shirt e accessori, compre-
nea, cucina, architettura, design, arte e sto- si occhiali, orologi e originali borse dal tocco
ria. Se trovate posto, il simpatico caffè inter- retrò. Pochi isolati più a nord, nei 2700 mq
no è un buon posto per leggere o per ascol- dell’emporio Adidas (cartina p440; %212-529-
tare un reading o la presentazione di un li- 0081; 610 Broadway, all’altezza di Houston St, SoHo;
bro (ne organizzano di frequente). h10-21 lun-sab, 11-20 dom; bB/D/F/M fermata Bro-
Chi lo desidera potrà stampare il proprio adway-Lafayette St; N/R fermata Prince St) trove-
SoHo e C h inatow n S h o p p ing

libro usando la macchina di print on demand. rete tutte le ultime novità della grande mar-
ca internazionale.
INA WOMEN VINTAGE
Cartina p440 (%212-334-9048; www.inanyc.com; RESURRECTION VINTAGE
21 Prince St, tra Mott St ed Elizabeth St, Nolita; h12- Cartina p440 (%212-625-1374; www.resurrection
20 lun-sab, 12-19 dom; b6 fermata Spring St; N/R vintage.com; 45 Great Jones Rd, tra Lafayette St e Bo-
fermata Prince St) Abiti, calzature e accessori wery St, NoHo; h10-18 lun-sab; b6 fermata Spring
esclusivi e vintage per le fashionistas. St; N/R fermata Prince St) Resurrection riporta
in vita originali capi d’abbigliamento in voga
INA MEN VINTAGE nei decenni passati. Una straordinaria colle-
Cartina p440 (%212-334-2210; www.inanyc.com; zione di modelli in condizioni perfette riper-
19 Prince St, all’altezza di Elizabeth St, Nolita; h12- corre gli stili moderno, glam-rock e new wa-
20 lun-sab, 12-19 dom; b6 fermata Spring St; N/R ve: perfino divinità del mondo della moda
fermata Prince St) I più attenti allo stile apprez- come Marc Jacobs hanno fatto un salto per
zeranno molto gli abiti, le calzature e gli ac- trarre ispirazione. Da non perdere gli abiti
cessori di lusso di questo negozio vintage. Tra Halston e i cappotti e le giacche Courrèges.
i capi più ricercati, tutti di qualità garanti-
ta, figurano i jeans Rag & Bone, i pantaloni FJÄLLRÄVEN SPORT E ATTIVITÀ ALL’APERTO
in lana Alexander McQueen, le camicie Bur- Cartina p440 (%646-682-9253; www.fjallraven.
berry e le classiche scarpe Church. us; 38 Greene St, SoHo; h10-20 lun-sab, 10-19 dom;
bN/Q/R/W fermata Canal St, B/D/F/M fermata Bro-
RUDY’S MUSIC MUSICA adway-Lafayette St) Un tempo noto soltanto agli
Cartina p440 (%212-625-2557; http://rudysmusic. svedesi, ai danesi e a qualche fortunato turi-
com; 461 Broome St, tra Greene St e Mercer St, SoHo; sta, questo zaino di grande successo, dal no-
h10.30-19 lun-sab; b6 fermata Spring St; N/R fer- me impronunciabile e riconoscibile per il lo-
mata Prince St) Vanta una delle collezioni più go con la volpe, è ormai diventato una pre-
ricche al mondo di chitarre D’Angelico e offre senza fissa nelle grandi città di tutto il mon-
anche il servizio riparazione; non sorprende, do, compresa New York. In un’ampia gamma
dunque, che sia frequentato da alcune delle di colori e dimensioni, viene venduto insie-
più grandi star della musica mondiale. me ad altri articoli per la vita all’aria aperta.
UNIQLO MODA E ACCESSORI PURL SOHO ARTE E ARTIGIANATO
Cartina p440 (%877-486-4756; www.uniqlo.com; Cartina p440 (%212-420-8796; www.purlsoho.
546 Broadway, tra Prince St e Spring St, SoHo; h10- com; 459 Broome St, tra Greene St e Mercer St,
21 lun-sab, 11-20 dom; bR/W fermata Prince St; 6 SoHo; h12-19 lun-ven, 12-18 sab e dom; b6 ferma-
fermata Spring St) La ragione del successo di ta Spring St; N/R fermata Prince St) Aperto da una
questo grande emporio giapponese distri- ex editor della rivista Martha Stewart Living,
buito su tre piani (il primo negozio della ca- Purl propone un coloratissimo assortimen-
tena negli Stati Uniti) è un tipo di abbiglia- to di tessuti e filati che sembra uscito dal si-
mento bello e di buona qualità a prezzi scon- to Etsy. Oltre a offrire un’infinità di spunti
tati: denim giapponesi, cachemire mongo- creativi alle amanti dell’artigianato, il nego-
li, T-shirt stampate, gonne, capi termici in zio vende anche una manciata di prodotti fi-
tessuti tecnici e una miriade di espositori niti perfetti come oggetti regalo.
di variopinti capi prêt-à-porter, quasi tut-
ti sotto i $100.
109
NEW KAM MAN ARTICOLI PER LA CASA ti da tutto il mondo. Lo spazio è immenso e
Cartina p443 (%212-571-0330; 200 Canal St, tra spesso pieno di clienti, soprattutto nei week-
Mulberry St e Mott St, Chinatown; h9.30-19.30; end, quando la gente in giro per le boutique
bN/Q/R, J/Z, 6 fermata Canal St) Oltrepassate di SoHo si affaccia per dare un’occhiata alle
le anatre appese in vetrina e raggiungete il bizzarrie in mostra.
sotterraneo di questo classico negozio di ali-
mentari di Canal St. Potrete acquistare ser- AJI ICHIBAN ALIMENTARI

vizi da tè giapponesi e cinesi a buon prezzo e Cartina p443 (%212-233-7650; 37 Mott St, tra Ba-
oggetti per la cucina, come bastoncini, cioto- yard St e Mosco St, Chinatown; h10-19 lun-ven, 10-
le, wok e cuociriso; al piano superiore trove- 20 sab e dom; bN/Q/R, J/Z, 6 fermata Canal St)
rete una vasta scelta di cibi asiatici. Pparte di una catena di Hong Kong, è un pa-
radiso per gli amanti dei dolciumi, asiatici o
HOUSING WORKS BOOKSTORE LIBRI meno. Mettete alla prova il lavoro del vostro

SoHo e C h inatow n S p o rt e attività


Cartina p440 (%212-334-3324; www.housingworks dentista con marshmallow aromatizzati al
.org/locations/bookstore-cafe; 126 Crosby St, tra E sesamo, cioccolatini al latte ripieni di gelati-
Houston St e Prince St, SoHo; h91021 lun-gio, 10-18 na, caramelle al miele, prugne e rose essic-
ven-dom; bB/D/F/M fermata Broadway-Lafayette cate. Chi preferisce il salato potrà assaggia-
St; N/R fermata Prince St) Rilassato e alla ma- re qualche spuntino asiatico come le seppie
no, questo negozio vecchio stile propone un o le acciughe essiccate e speziate, le chips di
ricco assortimento di libri, vinili, CD e DVD granchio e gli onnipresenti piselli al wasabi.
di seconda mano che potete acquistare per
una buona causa: gli incassi vanno alle co-
munità di senzatetto sieropositivi e malati di
AIDS della città. L’atmosfera di quartiere in-
2 SPORT E ATTIVITÀ
vita a trascorrere un paio d’ore pomeridiane GREAT JONES SPA SPA
spulciando tra la merce o nel caffè interno. Cartina p440 (%212-505-3185; www.gjspa.com;
Consultate il sito per conoscere il calen- 29 Great Jones St, tra Lafayette St e Bowery, NoHo;
dario degli eventi, che comprendono spas- h9-22; b6 fermataBleecker St; B/D/F/M fermata
sosi StorySLAM (gare di lettura) organizza- Broadway-Lafayette St) Non lesinate sui tratta-
ti dal gruppo The Moth (www.themoth.org). menti in questo centro ispirati al feng shui.
Tra i tanti: lo scrub al sale e arancia rossa e i
EVOLUTION trattamenti viso alle cellule staminali. Spen-
NATURE STORE ARTICOLI DA REGALO dendo più di $100 per persona (il che non è
Cartina p448 (%212-343-1114; www.theevolution difficile: i massaggi di un’ora partono da $145
store.com; 687 Broadway, tra W 3rd St e W 4th St; e i trattamenti viso da $135) avrete accesso
h11-20; bR/W fermata 8th Ave-NYU; 6 fermata alla Water Lounge, che comprende hot tub
Astor Pl) Teste umane in miniatura? Scara- con acqua termale, sauna, bagno di vapore e
bei essiccati? In questo popolare negozio di piscina con acqua fredda (obbligatorio il co-
SoHo troverete vetrine piene di strani ogget- stume da bagno).
© Lonely Planet Publications
1 10

East Village
e Lower East Side
EAST VILLAGE | LOWER EAST SIDE

I top 5
1 New Museum of Con- Rendersi conto delle con- 4 Alphabet City (p111)
temporary Art (p113) Am- dizioni di sovraffollamento Andare alla scoperta dei
mirare il reticolo bianco in cui vivevano i primi im- pub e dei bar specializzati
che copre la facciata squa- migrati in questo museo in cocktail, facendo tappa
drata di questo museo e dall’ottimo allestimento. per uno spuntino.
meravigliarsi di fronte alle 3 St Marks Place (p115) 5 Vanessa’s Dumpling
complesse opere d’arte che Passeggiare tra i negozi e i House (p122) Assaggiare
giocano con strumenti mul- sakè bar di St Marks Place, alcuni dei ravioli più buoni
timediali. per poi perdersi nelle vie ed economici della città.
2 Lower East Side Te- del quartiere tra shopping
nement Museum (p112) e assaggi.

E 14th St
E 13th St
Bro

Third Ave

E 12th St E 12th St
adw

E 11th St
E 10th St
ay

E 10th St
Four

Tompkins
E 9th St Square E 9th St
East R
t

# Park
h Av

E 8th St St Marks Pl 3
æ
#
Fra nkli

#
4
þ
#