Sei sulla pagina 1di 1

SABATO 14 DICEMBRE 2019 21

IL TIRRENO

CULTURE
Email spettacoli@iltirreno.it LE INIZIATIVE DEL TIRRENO

In edicola
a 6,70 euro

Protagonisti
Quarant’anni di carriera fra l’Espresso e i quotidiani ex Finegil: «Oggi l’informazione deve poter essere fruita su tutte le piattaforme disponibili»

Buffa: «Il giornalismo è sempre lo stesso,


ma ora bisogna ricominciare a comunicare»
INTERVISTA san miniato

Giuseppe Boi Oggi gli viene


consegnato

«I
l giornalismo è il premio Ghinetti
sempre lo stesso:
serietà, studio, ri-
cerca delle fonti Pier Vittorio Buffa rice-
e verifica. La differenza sta ve oggi il premio “Rober-
nel fatto che bisogna rico- to Ghinetti” riconosci-
minciare a comunicare». mento intitolato al gior-
Sembra un paradosso, ma nalista del “Tirreno”
tale non è. Anzi è una provo- morto nel 1993 all’età di
cazione usata spesso da 32 anni per una grave
Pier Vittorio Buffa nelle sue malattia. La cerimonia è
quattro vite da giornalista: in programma dalle
da cronista d’inchiesta 9.30 nell’auditorium
dell’Espresso a direttore dei dell’istituto tecnico Cat-
giornali locali del gruppo taneo, alla presenza del-
che ha preso il nome pro- le classi quinte degli isti-
prio dal settimanale fonda- tuti superiori di San Mi-
to da Eugenio Scalfari; quin- niato. Oltre a Buffa sarà
di il salto nel web e la rifon- premiata Alessandra
dazione in chiave digitale Gozzini, sanminiatese
dei quotidiani ex Finegil d’origine, giornalista de
(compreso quello di questo La Gazzetta dello Sport,
giornale) e, in attesa di una vincitrice del premio
nuova sfida, l’approdo all’I- Ghinetti riservato ai gio-
stituto di formazione al vani. Durante la premia-
giornalismo (Ifg) di Urbi- zione i due svolgeranno
no. anche una sorta di lezio-
Quarant’anni di profes- ne di giornalismo. Gozzi-
sione, dalla macchina da ni sarà poi protagonista,
scrivere al cloud, raccontan- alle 17, alla biblioteca
do fatti e firmando scoop “Mario Luzi”, dell’incon-
ma anche integrando e spe- tro “Giornalismo sporti-
rimentando nuovi modi di vo... in rosa”.Quella del
raccontare le notizie. Una 2019 è l’edizione nume-
cosa che i giornalisti a volte ro 26 del premio Ghinet-
sembrano non riuscire più ti. In passato il riconosci-
a fare, soprattutto nel mon- mento è stato assegna-
do liquido del web. Da qui to, tra gli altri, a Sandro
la provocazione sul giornali- Curzi, Andrea Purgato-
smo: «Mettere in fila le paro- ri, Giulio Borrelli, Ricca-
le in modo corretto non ba- do Iacona, Conchita San-
sta più. Non ci si può limita- nino e Aldo Cazzullo.
re a raccontare i fatti, occor-
re rivolgersi al lettore in tut-
te le piattaforme disponibi- so - di cui faceva parte an-
li. Insomma: il giornalista che chi firma questa inter-
deve comunicare». vista).
Pier Vittorio Buffa, do- «Sì. I concetti sono gli stes-
ve è e dove sta andando il si e il lavoro fatto ha già da-
giornalismo? Pier Vittorio Buffa, romano, 67 anni (FOTO CARLO SESTINI) to tanti risultati. Il modo di
«I giornalisti non hanno vedere il giornalismo è già
capito fino in fondo che non diali”». no, Luca Bussoletti». fica nulla. Che rappresenta cambiato. Forse in maniera
è cambiato il giornalismo, Vale a dire? Insomma, una rivolu- «I giornalisti non la cattiva educazione del let- più lenta di quanto immagi-
ma il loro mestiere». «Un prodotto che possa zione del modo di intende- tore. Ma che può essere su- navamo a Roma, in via Cri-
Ossia? essere fruito su tutte le piat- re il buon giornalismo hanno capito fino in perata solo affiancando al- stoforo Colombo, ma quel
«Il giornalismo è sempre taforme disponibili: carta, che, però, rischia di per- fondo che è cambiato la cura della scrittura il ri- percorso di “evangelizza-
lo stesso. I principi restano video e internet sia attraver- dersi nell’era delle fake il loro mestiere» spetto dei principi cardini zione” delle redazioni alla
gli stessi da 100 e passa an- so un sito, sia attraverso i so- news. del giornalismo e la capaci- realtà digitale è un percor-
ni. Ciò che è cambiato è che cial network». «Ma le fake news si com- tà di mantenerli saldi in tut- so da cui non si può tornare
il giornalista non è più l’uni- Un po’ come i suoi libri. battono e si sconfiggono «Le fake news te le diverse piattaforme di indietro».
co intermediario tra il letto- «Infatti non sono solo li- proprio con il buon giornali- comunicazione. Fare il gior- E ora arriva il premio
re e i fatti». bri. Il tomo è il supporto smo. E perché si possa parla- si sconfiggono nalista significa anche esse- “Ghinetti” a San Miniato.
Quindi non ha più sen- hardware a cui si affianca- re di buon giornalismo è ne- con l’autorevolezza re capaci di vivere nel mon- «È un riconoscimento ina-
so? no il sito internet, i social, le cessario che emergano i delle testate» do di oggi». spettato e che davvero mi
«No, al contrario. Come è foto. Nel caso di “Io ho vi- giornalisti e i giornali attra- Insomma, proseguire onora. Mi chiedo se me lo
sempre accaduto, anche og- sto” (libro sule testimonian- verso la comunicazione ma in quella “rivoluzione” di sono meritato. Sicuramen-
gi i giornalisti più bravi e i ze dei sopravvissuti alle anche l’autorevolezza». cui lei è stato protagoni- te mi dà un’opportunità:
migliori giornali sono desti- stragi nazifasciste edito da Ad esempio? sta da quando è stato a ca- quella di confrontarmi con i
nati a emergere dalla mas- Nutrimenti nel 2013) an- «Occorre dare più peso al- po della cosiddetta “ban- ragazzi presenti alla pre-
sa e diventare un punto di ri- che uno spettacolo teatrale la trasparenza delle fonti da degli sciamannati” (la miazione nell’auditorium
ferimento per la comunità. interpretato da Pamela Vil- per controbattere l’impe- redazione “local” di Kata- dell’istituto tecnico “Catta-
Solo che per farlo devono loresi e una canzone di un rante frase fatta: “l’ho letto web - un tempo motore di- neo”, ossia con chi rappre-
costruire prodotti “transme- giovane cantautore roma- su internet”. Che non signi- gitale del Gruppo Espres- senta il futuro». —

Potrebbero piacerti anche