Sei sulla pagina 1di 2

GENERAZIONE DEL VALORE

Prendiamo in esame uno Stato Patrimoniale molto semplificato:


ATTIVITA’ PASSIVITA’
Immobilizzazioni patrimoniali Patrimonio netto ROE
ROI Immobilizzazioni finanziarie Debiti
Immobilizzazioni immateriali 𝑂𝐹
V V 𝐷𝐹

Attività e passività si valutano con i vari indicatori di bilancio:


𝑅𝑂 𝑅𝑁 𝑂𝐹
𝑅𝑂𝐼 = 𝑅𝑂𝐸 = 𝑂𝑛𝑒𝑟𝑖 𝑓𝑖𝑛𝑎𝑛𝑧𝑖𝑎𝑟𝑖 =
𝐶𝐼 𝑃𝑁 𝐷𝐹

Partiamo da un’analisi dal punto di vista contabile:


Con i debiti si pagano gli investimenti e con questi si pagano i debiti, per esserci equilibro c’è bisogno che il
ROI sia almeno uguale al ROE e OF ponderati per il loro peso rispetto alle passività totali.
𝑷𝑵 𝑫𝑭
𝑬𝒒𝒖𝒊𝒍𝒊𝒃𝒓𝒊𝒐 𝒆𝒄𝒐𝒏𝒐𝒎𝒊𝒄𝒐 𝒄𝒐𝒏𝒕𝒂𝒃𝒊𝒍𝒆 → 𝑹𝑶𝑰 = 𝑹𝑶𝑬 ∙ + 𝑶𝑭 ∙
𝑽 𝑽

Quando si genera valore? Per poter generare valore c’è bisogno che:
𝑅𝑂𝐼 𝐼𝑀𝑃𝑅𝐸𝑆𝐴 𝑅𝑂𝐸 𝐼𝑀𝑃𝑅𝐸𝑆𝐴 𝑂𝐹 𝐼𝑀𝑃𝑅𝐸𝑆𝐴
> 𝑅𝑂𝐼 𝑆𝐸𝑇𝑇𝑂𝑅𝐸 > 𝑅𝑂𝐸 𝑆𝐸𝑇𝑇𝑂𝑅𝐸 < 𝑂𝐹 𝑆𝐸𝑇𝑇𝑂𝑅𝐸

Tuttavia tali indicatori sono derivati da dati contabili e perciò possono essere falsati, facciamo un esempio.
Supponiamo di comprare un impianto per 100€, esso ci fornirà un reddito operativo pari a 10€,
supponiamo inoltre che l’ammortamento sia di 10 anni. Calcoliamo il ROI per i primi 3 anni:
10 10 10
𝑅𝑂𝐼1 = = 10% 𝑅𝑂𝐼2 = = 11% 𝑅𝑂𝐼3 = = 12,5%
100 90 80

Il ROI aumenta ma ciò è dovuto solo agli ammortamenti. Il reddito operativo non è aumentato e non è
aumentato il valore generato dall’anno 1 agli anni successivi.

DA EQUILIBRIO CONTABILE A EQUILIBRIO DI MERCATO


Visto che gli indicatori di bilancio sono falsati, bisogna usare gli indicatori di mercato:
 𝑹𝑶𝑰 → 𝒓𝒂 Return on assets
 𝑹𝑶𝑬 → 𝒓𝒆 Return on equity
 𝑶𝑭 → 𝒓𝒅 Return on debt
Approfondiremo tali indicatori di mercato in futuro.

Ovviamente anche i valori di patrimonio netto e di debiti potrebbero essere falsificati, il valore reale
dell’impresa molto spesso è diverso dal valore contabile. Indichiamo con 𝑬 il valore reale del patrimonio netto

Allo stesso modo il costo del debito deve essere rivalutato, tenendo conto i tassi di interesse attuali. Ad
esempio il mio debito è più oneroso di quel che si vede dal punto di vista contabile, se l’ho stipulato quando
i tassi di interesse erano al 10% e ora sono al 2%. Chiameremo 𝐷𝑛 il debito rivaluto.

Possiamo così definire l’equilibrio di mercato:


𝑬 𝑫𝒏
𝒓𝒂 = 𝒓𝒆 + 𝒓𝒅
𝑽 𝑽