Sei sulla pagina 1di 1

Storia di un ingegnere senza lavoro: oggi è operatore

ecologico
supereva.it/storia-di-un-ingegnere-senza-lavoro-oggi-e-operatore-ecologico-60356

​9​ ​dicembre​
​2019

“Arrivato a 35 anni e messo di fronte alla realtà delle cose, ho provato a cercare
qualcos’altro”. Così Giuseppe Di Trani, dottore con lode in ingegneria civile al
Politecnico di Bari, ha spiegato la scelta di partecipare al concorso per operatore
ecologico. Concorso vinto, dopo sette anni spesi a mandare curricula senza alcun
riscontro, una situazione che tanti giovani neolaureati (e non solo) conoscono bene.

“Non ho rinunciato a mandare il curriculum nel frattempo, però, purtroppo, risposte non
ne ho mai ricevute”, dice ancora Giuseppe per il quale la caccia a un lavoro stabile con
uno stipendio sicuro era diventata estenuante. Così, a realizzarne il sogno arriva il
concorso dell’azienda pugliese di servizi ambientali.

Il ruolo ha poco a che fare con gli studi sudati ma la proposta di un contratto, per di più
a tempo indeterminato, ha convinto Di Trani a mettere da parte la laurea. “Sono
orgogliosissimo di Giuseppe: è un ragazzo in gamba come tutti i nuovi assunti – spiega
la dirigenza – Quando li abbiamo chiamati erano felicissimi.”

Sono in tredici, infatti, ad essersi guadagnati un posto tramite concorso e ben nove di
loro sono laureati. “Bisogna guardare la realtà e non i sogni, purtroppo. Coi sogni oggi
non puoi costruirti una famiglia, non puoi fare nulla. – conclude Giuseppe – È un sistema
paese che ha qualcosa che non funziona. Questa è la cosa preoccupante.” Triste verità.

1/1