Sei sulla pagina 1di 30

Atti Parlamentari — 49 — Camera dei Deputati

LEGISLATURA XXVIX — l a SESSIONE' — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 3 0 MAGGIO 1924

IV.

TORNATA DI VENERDÌ 30 MAGGIO 1924

PRESIDENZA DEL PRESIDENTE ROCCO.

I N D I C E .
THAON DI REVEL; Regio decreto-legge 9 marzo
Processo verbale: 1924, n. 417, circa inscrizione, esami e di-
FARINACCI 51
sciplina nei Regi istituti nautici. . . . 68
PRESIDENTE 51 MUSSOLINI: Conversione in legge del Regio
MAURI. . 51 decreto-legge 25 novembre 1919, n. 2419
DEL BELLO 51 (proroga mediante scambio di note di
alcuni trattati di commercio) 71
COMMEMORAZIONE DEL SENATORE D'ALIFE:
— Conversione in legge dei Regi decreti-
JOELE 52
legge che rispettivamente approvano e
CONGEDI . 52 mettono in esecuzione i trattati di pace .
VERIFICA DI POTERI:
di Versaglia, di Trianon e di Neuilly
sur Seine 71
PRESIDENTE 52
— Conversione in legge del Regio decreto-
PROPOSTA DI SOSPENSIVA: legge 7 giugno 1920, n. 860 (messa in
PRESUTTI . 53 esecuzione della convenzione monetaria
FARINACCI, VICEPRESIDENTE DELLA GIUNTA. 54-55 addizionale del 25 marzo 1920). . . . . 71
MODIGLIANI 54 — Conversione in legge del Regio decreto-
MILANI FULVIO, DELLA GIUNTA 56 legge 16 aprile 1921, n. 1333 (approva- -
È RESPINTA.
zione dell'accordo con l'Egitto per la. tas-
PROPOSTA DI RINVIO DEGLI ATTI ALLA GIUNTA: sazione degli spiriti). 71
PRESUTTI 57 . — Conversione in legge del Regio decreto-
GRONCHI. . . 57 legge 1° febbrai© 1922, n. 162 (messa in
MATTEOTTI 57 esecuzione dell'accordo del 23 novembre
CASERTANO, PRESIDENTE DELLA GIUNTA . . . 64 1921, per facilitare le relazioni postali). 71
GIUNTA 65
— Conversione in legge del Regio decreto-
S O S P E N S I O N E DELLA SEDUTA:
legge 7 gennaio 1923. n. 193 (approva-
PRESIDENTE. » . 66
zione della convenzione colla Svizzera
GIUNTA 66
per il nuovo cavo telefonico del Sem-
GRONCHI. 68
Chiusura della discussione.
pione) 71
"Votazione nominale sulla proposta di rinvio degli atti —• Conversione in legge del Regio decreto-
alla Griunta . . . . . 70 legge 7 gennaio 1923, n. 411 (garanzia
È respinta. al prestito per la ricostruzione dell'Au-
stria) 71
Proposte di legge (Annunzio)........ 73
— Conversione in legge del Regio decreto-
Votazione segreta per la nomina di Commis- legge 12 luglio 1923, n. 1816 (messa in
sioni . . . . . . . . . , . . . . . . . . 73 esecuzione dell'accordo e della conven-
Disegni di legge (Presentazione): zione per la Sudbahn) 71
TAHON DI REVEL: Regio decreto-legge 12 no- — Conversione in legge del Regio decreto-
vembre 1921, n. 1603, relativo alle pen- legge 17 dicembre 1922, n. 1678 (messa
sioni ed agli indennizzi di licenziamento in esecuzione della convenzione con l'Ai- •
per gli operai della guerra e della ma- bania per lo scambio delle corrispon-
rina eliminati entro il 30 giugno 1922 . 68 denze e dei pacchi postali) . 71

6
Atti Parlamentari — 50 — Camera dei Deputati
LEGISLATURA XXVH — l SESSIONE' — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 3 0 MAGGIO 1 9 2 4
a

Pag. Pag.
MUSSOLINI: Conversione in legge del Regio MUSSOLINI: Conversione in legge del Regio de-,
decreto-legge 24 settembre 1923, n. 2323 creto-legge 22 dicembre 1923, n. 3147
(approvazione di un emendamento all'ar- {messa in esecuzione dell'accordo con la
ticolo 6 dei patto della Società delle Na- Francia per regolare le questioni pen-
zioni) 71 denti che concernono gli interessi fran-
— Conversione in legge del Regio decreto- cesi e quelli italiani in Africa). . . . . 71
legge 31 ottobre 1923, n. 2564 (messa in — Conversione m legge del Regio decreto-
esecuzione dell'accordo per il rimborso legge 31 ottobre 1923, n. 2604 (messa
delle spese di occupazione degli Stati in esecuzione della convenzione postale
Uniti di America in Renania del 25 con San Marino del 5 maggio 1923) . . 71
maggio 1923) . 71 — Conversione in legge del Regio decreto-
— Conversione in legge del Regio decreto- legge 31 gennaio 1924, n. 343 (approva-
legge 31 ottobre 1923, n. 2603 (messa in zione del Trattato di pace di Losanna e
escuzione dell'accordo con l'Austria per degli atti internazionali con esso con-
il trasferimento di sede delle società com- nessi) 71
merciali, firmato a Vienna il 16 luglio 1923) 71 — Conversione in legge del Regio decreto-
— Conversione in legge del Regio decreto- legge 31 gennaio 1924, n. 490 (approva-
legge 21 ottobre 1923, n. 2495 (messa in zione della convenzione per la valuta-
esecuzione della convenzione per la uni- zione e la riparazione dei danni subiti
ficazione e il perfezionamento del si- in Turchia da privati cittadini degli
stema metrico del 6 ottobre 1921) . . . 71 Stati alleati - 23 novembre 1923). . . . 71
— Conversione in legge del Regio decreto- — Approvazione dell'accordo con il Regno
legge 28 novemdre 1923, n. 2561 (messa Serbo, Croato e Sloveno per la città di
in esecuzione della convenzione di com- Fiume e dei relativi annessi - 27 gen-
mercio e di navigazione con la Spagna naio 1924; e conversione in legge del Re-
del 15 novembre 1923) 71 gio decreto-legge 22 febbraio 1924, n. 211. 72
— Conversione in legge del R.egio decreto- — Conversione in legge del Regio decreto-
legge 9 novembre 1923, n. 3149 (esten- • legge 13 marzo 1924, n. 539 (messa in
sione agli Istituti religiosi all'estero delle esecuzione dell'accordo con la Francia
facilitazioni concesse dalla legge sull'e- per il regime doganale delle sete e delle
migrazione agli allievi missionari) . . . 71 seterie) . 72
— Conversione in legge del Regio decreto- — Conversione in legge del Regio decreto-
legge 13 dicembre 1923, n. 3150 (messa legge 14 marzo 1924, n. 342 (messa in
in esecuzione di tre convenzioni relative esecuzione del Trattato di commercio e
alle assicurazioni private, firmate a So- della convenzione doganale della Russia,
ma il 6 aprile 1922) 71 entrambi in data 7 febbraio 1924) . . 72v

— Conversione in legge del Regio decreto- — Conversione in legge del Regio decreto-
legge 13 dicembre 1923, n. 3236 (messa legge 15 marzo 1924, n. 361, e di quello
in esecuzione della convenzione 6 aprile di pari data n. 362 (approvazione e ga-
1922 relativa agli investimenti in prestiti ranzia sussidiaria italiana all'accordo
di guerra austriaco ed ungherese) . . . 71 con la Polonia per un prestito di 400
— Conversione in legge del Regio decreto- milioni di lire) 72
legge n. 3154, del Regio decreto-legge — Conversione in legge del Regio decreto-
n. 3155, e del Regio decreto-legge n. 3156, legge 10 aprile 1924, n. 489 (messa in
in data tutti 13 dicembre 1923, nonché esecuzione della convenzione con la
del Regio decreto-legge 24 aprile 1924, Francia per il seme bachi da seta del
n. (approvazione di otto* conven- 10 aprile 1924) ' . 72
zioni firmate a Roma il 6 aprile 1922 in — Conversione in legge, con approvazione
materia di debiti e crediti) . 71 complessiva, di decreti luogotenenziali
— Conversione in legge del Regio decreto- e Regi aventi per oggetto argomenti di-
legge n. 3183, del Regio decreto-legge versi (da deferire all'esame di una Com-
n. 3238, e del Regio decreto-legge n. 3239, missione speciale di 9 membri da nomi-
in data tutti 13 dicembre 1923 (messa narsi dal Presidente della Camera). . . 72
in esecuzione di sei convenzioni firmate — Conversione in legge del Regio decreto-
a Roma il 6 aprile 1922 e relative rispet- legge 27 aprile 1924, n. 636 (che disci-
tivamente ai fidecommessi, al ritiro dei plina le case da giuoco) 72
crediti e depositi della Cassa postale di — Conversione in legge del Regio decreto-
Vienna, alle gestioni della vecchia am- legge 7 ottobre 1923, n. 2208 (che reca
ministrazione postale austriaca e degli disposizioni per combattere l'alcoolismo). 72
Stati successori, alle pensioni provin-" — Conversione in legge del Regio decreto-
ciali e comunali ed alle pensioni che legge 24 settembre 1923, n. 2073 (concer-
erano state assegnate dal cessato Go- nente le norme per l'uso della bandiera
verno dell'Austria) 71 nazionale) . . . . 72
Atti Parlamentari — 51 — Camera dei Deputati
LEGISLATURA XXVII — l SESSIONE — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 8 0 MAGGIO 1 9 2 4
a

Pag. Propongo quindi che, a nome della Ca-


OVIGLIO: Riabilitazione degli invalidi di mera, una corona di fiori freschi sia deposta .
guerra 72 sulla tomba dell'onorevole Sacchi ed una
DE' STEFANI: Autorizzazione all'esercizio su quella dell'onorevole De Nava.
provvisorio degli stati di previsione del- Metto a partito tale proposta.
l'entrata e della spesa per l'anno finan-
ziario dal 1° luglio 1924 al 30 giugno (È approvata).
1925, fino a quando siano approvati per
legge 73 Ha facoltà di parlare l'onorevole Mauri.
— Note di variazione ai bilanci per l'eser- MAURI. Per il rispetto che devo ed ho
cizio finanziario 1924-25 . . . . . . . . 73 a questa Assemblea chiedo mi sia consen-
Nomina di una Commissione speciale per l'e- tita sul verbale una brevissima dichiara
same del disegno di legge per l'appro- zione.
vazione complessiva di decreti-legge a- Verso la fine della seduta di ieri e stata
venti oggetto diverso: contestata l'esattezza del rilievo da me fatto
MUSSOLINI, presidente del Consiglio . . . . 72 circa la insufficiente indicazione di date con-
MODIGLIANI 72 tenuta nella mozione Grandi per la riforma
PRESIDENTE 72-77 del regolamento. Ora è bene si sappia che nè
Sorteggio degli Uffici 75 io caddi in errore, nè fui per trarre in errore
Lavori parlamentari: la Camera.
TOFANI . . 76 - Quanto avevo affermato era stato da me
ACERBO, sottosegretario di Stato 76 rigorosamente verificato con ogni scrupolo
VELLA 76 di esattezza, e qualunque collega, il quale
PRESIDENTE 76 voglia accertarsene, non ha che da consul-
tare il volume degli Atti ufficiali, che si
trova a disposizioni di tutti nella biblio-
La seduta comincia alle ore 15. teca della Camera.
BOTTAI, segretario, legge il processo ver- L'illazione di diritto poiché la mozione
bale della tornata di ieri. non fu emendata, è che noi riteniamo inef-
ficace anche per questo titolo la votazione
Sul processo verbale. di ieri. Ma non insisto qui sulla questione
giuridica: parlo per fatto personale e questo
FARINACCI. Chiedo di parlare sul pro- si esaurisce nella prova da me data- della
cesso verbale. mia piena correttezza.
P R E S I D E N T E . Ne ha facoltà. P R E S I D E N T E . L'osservazione dell'ono-
FARINACCI. Non avendo potuto farlo revole Mauri è giusta in questo senso: che-
ieri, mi si permetta a nome della città di effettivamente le modificazioni a cui l'ono-
Cremona e in particolar modo del partito cui revole Mauri accenna, furono discusse non
appartengo, di associarmi alle nobili parole soltanto nella seduta del 26, ma anche in
pronunziate dal Presidente e da altri colleghi quella del 24; ma poiché nella seduta del
ieri nella commemorazione di Ettore Sacchi. 26 si ebbero le deliberazioni conclusive... (In-
Sebbene in questi ultimissimi tempi fos- terruzioni all' estrema sinistra).
simo divisi da concezioni politiche più for- MODIGLIANI. Non è esatto.
mali che sostanziali, noi non possiamo dimen- P R E S I D E N T E ...non è inesatto accen-
ticare che fummo a fianco di Ettore Sacchi nare alla seduta del 26 come alla seduta
ogni qualvolta si combatteva per l'evolu- più importante. Ad ogni modo, questi rilievi
zione delle classi lavoratrici, e ogni qualvolta non hanno importanza pratica, poiché nella
si combatteva la demagogia e l'antipatriot- seduta di ieri la Camera ha ad abbondanza
tismo di certi partiti. identificato quali sono le deliberazioni che
Prego il Presidente di disporre affinchè intendeva modificare o abrogare.
sulla tomba di Ettore Sacchi sia deposta Perciò dichiaro chiuso l'incidente.
una corona di fiori. DEL BELLO. Chiedo di parlare sul
P R E S I D E N T E . L'onorevole Farinacci processo verbale.
propone dunque che la Camera dia incarico P R E S I D E N T E . Ne ha facoltà..
alla Presidenza di fare deporre una corona D E L BELLO. Dal resoconto stenografico
di fiori sulla tomba di Ettore Sacchi. Ora a della seduta di ieri risulta che quando io
me sembrerebbe opportuno che lo stesso ho rilevato essere stato l'onorevole Car-
omaggio fosse reso alla memoria dell'onore- nazza, attuale ministro dei lavori pubblici,
vole De Nava. (Approvazioni). un fervido sostenitore del diritto di auto-
Atti Parlamentari — m— Camera dei Deputati
LEGISLATURA' XXVH — l SESSIONE' — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 3 0 MAGGIO 1 9 2 4
a

convocazione della Camera, deliberata nella rocchi, di 2; Orano, di 2; Lantini, di 7;


seduta del 26 luglio 1920, l'onorevole Car- per motivi di salute, gli onorevoli: Cappa
nazza ha risposto: «Non e esatto ». Innocenzo, di giorni 5; Siciliani, di 3; e
Non ho udita l'interruzione, altrimenti per ufficio pubblico, gli onorevoli: Mariotti,
avrei risposto quello che aggiungo oggi, e di giorni 1; Chiarelli, di 3; Zugni Tauro,
cioè che l'onorevole Carnazza Gabriello fu di 3; Nunziante, di 4.
tanto fervido sostenitore dell'auto-convo- (Sono concessi).
cazione della Camera, che presentò in tal
senso un ordine del giorno firmato da lui, Verifica di poteri.
e dall'onorevole Satta Branca e dall'onore-
vole Pietriboni, ordine del giorno che fu ap- P R E S I D E N T E . La Giunta delle ele-
provato dalla Camera il 26 luglio 1920. zioni, nella tornata odierna, ha verificato
(Commenti a sinistra). non essere contestabili e, concorrendo ne-
P R E S I D E N T E . Non essendovi altre gli eletti le qualità richieste dallo Statuto
osservazioni, il processo verbale s'intende e dalla legge!] elettorale, ha dichiarato va-
approvato. lide le elezioni degli onorevoli: Casertano
{È approvato). (Campania); Lantini (Liguria); Caprino (Sar-
degna); Celesia (Liguria); Alfieri, Padulli,
Commemorazione. Farinacci, Maggi (Lombardia); Igliori (La-
zio); Starace (Puglie); Piccinato (Veneto);
J O E L E . Chiedo di parlare. Bertacchi (Piemonte); Carnazza Carlo (Si-
P R E S I D E N T E . Ne ha facoltà. c i l i ^ Orano (Toscana); Maraviglia (Cala-
J O E L E . Pochi giorni addietro cessava di bria); Beneduce (Campania); Sansanelli (Ca-
vivere in Napoli il senatore conte Nicola labria); Paolucci (Abruzzo); Terrazzi, Gray
d'Alife, il quale rappr&entò in questa Ca- (Lombardia); Prampolini (Emilia); Martini
mera il collegio di Possano per sei legisla- (Toscana); Milani Fulvio (Emilia); Lom-
ture. bardi Nicola (Calabria); Fazio (Piemonte);
Nel 1909 fu nominato senatore. Fece Macrelli (Emilia); Bovio (Campania); Aldi-
sempre parte della destra liberale, ed in Mai (Toscana); Riboldi (Lombardia); Fulci
tutte le cariche pubbliche, che occupò, (Sicilia); Mussolini (Lombardia); Federzoni
adempì sempre al suo dovere con grande (Lazio); Oviglio (Emilia); De Stefani (Ve-
amore e disinteresse. neto); Di Giorgio (Sicilia); Carnazza Ga-
Galantuomo, correttissimo in tutte le briello (Sicilia); Ciano (Toscana); Acerbo
manifestazioni della vita sua, esemplare cit- (Abruzzi); Finzi (Veneto); Marchi (Toscana);
tadino, patriota, buono, disposto sempre ad Lissia (Sardegna); Bonardi (Lombardia); Lu-
aiutare i miseri, era amato e stimato da pi (Toscana); Sardi (Abruzzo); Serpieri (Emi-
tutti, e specialmente dai suoi numerosissimi lia); Caradonna (Puglie); Rocco Alfredo
amici calabresi. (Lazio); Grandi Dino (Emilia); Giunta (Ve-
Vada alla memoria di questo gentiluomo nezia Giulia); Gasparotto (Lombardia); Bot-
perfetto, di questo galantuomo purissimo, tai (Lazio); Vicini (Emilia); Tosti di Val-
anche da parte degli altri miei colleghi cala- minuta (Campania); Banelli (Venezia Giulia);
bresi, un commosso, reverente saluto. Greco (Campania); Madia (Calabria); Ungaro
Prego la Camera di esprimere il suo cor- (Puglie); Miari (Veneto); Renda (Calabria);
doglio alla desolata Famiglia dell'Estinto, ed Buttafochi (Lombardia); Guglielmi (Lazio);
alla città di Corigliano Calabro. (Approva- Rodino (Campania); Torre Edoardo, Olivetti,
zioni). Buronzo, Ponti, Pivano, Rossi Cesare, Boido,
P R E S I D E N T E . L'onorevole Joele pro- Mazzini, Gioda, Mazzucco, Pedrazzi, Quilico,
pone che siano inviate le condoglianze Rebora, Imberti, Di Mirafìori, Gianotti,
della Camera alla famiglia del compianto Prinetti, Rossi Pier Benvenuto (Piemonte);
senatore D'Alife ed alla sua città natale. Belloni Ernesto, Ducos, Ceserani, Rocca
Pongo a partito questa proposta. Massimo, Gorini, Mazza de' Piccioli, Orefici,
. (È approvata). Negrini, Boeri, Solmi, Volpe, Casalini Ar-
mando, Turati Augusto, Moretti, Arriva-
Congedi. bene Antonio, Venino, De Capitani d'Arzago,
P R E S I D E N T E . Hanno chiesto un con- Vacche-Ili, Genovesi, Suardo (Lombardia);
gedo, per motivi di famiglia, gli onorevoli: Maffei, Benni, Morelli Eugenio, Fontana,
Marzotto, di giorni 7; Vicini, di 1; Re Bisi, Gnocchi, Cappa Innocenzo, Baragiola,
David, di 1; Turati Augusto, di 2; Sar- » Torrusio, Lanfranconi, Cavazzoni, Preda,
Atti Parlamentari — 53 - Camera dei Deputati

LEGISLATURA XXVII — l a SESSIONE — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 30 MAGGIO 1924

Va e e avi, Locatelli, Giarratana, Motta (Lom- P R E S U T T I . Chiedo di parlare.


bardia); Savelli, Lessona, De Nobili, Broc- P R E S I D E N T E . Ne ha facoltà.
cardi, Zancani, Moreno, Marcili Corrado, P R E S U T T I . Onorevole Presidente ! For-
Cucini (Liguria); Casal ini Vincenzo, Casa- se per nostro difetto non siamo riusciti ad
licchio, (li uriati, Ora ne e Ili, Calore, Arri va - intendere i nomi che ella ha letto alla Ca-
bene Giberto, Bodrero, Valéry, Messedaglia, mera, ma presumiamo che siano i nomi dei
Chiarelli,. Bresciani Bruno, Sandrini, Bar- deputati della maggioranza di cui la Giunta
bieri, Bolzon, Belluzzo, Marzotto, Cariolato, propone la convalidazione.
Ca'ccianiga, Olivi, Zimolo, Zugni Tauro, To- La consuetudine è che la Camera, nor-
vini, Ciarlarli ini, Giovannini, Ròsboeh (Ve- malmente, prende atto delle conclusioni della
neto); Suvich, Barnaba, Ventrella Almerigo, Giunta, a meno che qualche deputato non
Bavazzolo, Spezzotti, Busso Luigi, Biluca- abbia da fare osservazioni in merito.
glia, Marani, Tullio, Leieht, Mrach (Venezia Io non credo che noi possiamo affron-
Giulia); Balbo, Bossoni, Arpinati, Verdi, tare oggi una discussione che però la Ca-
Bigiiardi, Chiarini, Mantovani, Frignani, Al- mera necessariamente deve fare; e perciò
bi ci ni. Biagi, Benassi, Manaresi, Barbiellini- mi permetto di fare una proposta sospen-
Amidei, Muzzarini, Bianchi Fausto, Terza- siva; vale a dire di non prendere atto, ma
ghi, Meriano, Giuliano, Peglion (Emilia); di destinare ,una 'seduta alla discussione della
Del Croix, Guidi-Buffarini, Beneìli, Scorza, proposta, che l'onorevole Giunta delle ele-
Ferretti, Capanni, Baiocchi, Martelli, Viola, zioni fa.
Spinelli Enrico, Canovai, Marquet, Pierazzi, La tesi... (Rumori — Commenti). Prego
Bartolomei, Macarini Carmignani, Ricci gli onorevoli colleghi di voler comprèndere
Renato, Fera, Chiostri, Morelli Giuseppe, quale è la conseguenza della legge in base
Rotigliano, Ciardi (Toscana); Gallo, Maz ? alla quale essi sono stati eletti: la legge
zolini, Riccardi, Galeazzi, Mari otti, Mi- stabilisce il collegio unico nazionale, ma sta-
liani, Polveroni, Mattei-Gentili (Marche); bilisce delle circoscrizioni regionali.
Rossi-Passa vanti, Paoletti-, Orsolini Cencelli, Ora la Giunta per il fatto stesso che non
Boncompagni-Ludovisi, Ponzio di San Seba- ha convalidato le elezioni dei deputati
stiano, Casagrande di Villa vi era, Bastianini, della minoranza viene a riconoscere che ci
Felicioni, Carboni, Martire, Gatti, Susi, Va- sono per alcune circoscrizioni regionali delle
lentini, Cartoni, Leonardi (Lazio); Carusi, proteste, in merito alle quali si riserva di
Troilo, Josa, Bomano Michele, Capri ce, Cri- deliberare e di riferire.
stini, Biccio Vincenzo, De Collibus, Savini, A noi consta che proteste gravissime
Cerulli, Cimoroni (Abruzzi); Baistrocchi, Gian sono state presentate per le circoscrizioni
turco, Porzio, Mammalella, Pavoncelli, De degli Abruzzi, della Campania, della Cala-
Martino, De Nicola, De Cristofaro, De Mar- bria e delle Puglie. Io non voglio pronun-
sico, Rossi Pelagio, Brescia, Bianchi Vin- ziare alcuna parola in merito a queste pro-
cenzo, Petrillo, Foschini, Sansone, Borriello, teste, voglio soltanto richiamare l'attenzione
Geremicca (Campania); Postiglione, Crolla- della Camera sulle conseguenze che si avreb-
lanza, Limongelli, Panunzio, Ricchioni, Bo- bero nel caso in cui si fosse per deliberare
no, Bavaro, Re David, Pellizzari, De Cicco, l'annullamento delle elezioni di una di que-
Salandra, Franco, Cerri, Mandragora, Zac- ste circoscrizioni. (Rumori — Interruzioni
caria, Colucci, Maury (Puglie); Bianchi Mi- a destra).
chele, Arnoni, Catalani, Salerno, Barbaro, È tra le cose possibili, se non è tra le
Larussa, Severini, Lanzillo, Loreto, Joele, cose probabili, e se si potessero provare
Siciliani, Perna, Nunziante, Bennati (Cala- quelle proteste in guisa che la stessa Giunta
bria); Orlando, Cucco, Lipani, Leone Leone, delle elezioni e la Camera dovessero rico-
Pennavaria, Pace, La bella, Abisso, Musetto, noscere la nullità delle elezioni di una di
Pirrone, Lanza di Scalea, Maioranà, Romano queste circoscrizioni territoriali, qual'è la
Ruggero, D'Ayala, Lanza di Trabia, Mu- conseguenza giuridica? Data la.unicità del
scatello (Sicilia); Fraga pane, Crisafulli-Mon- collegio, l'annulla ment o delle elezioni in
dio, Palmisano, Riolo, Bonaiuto, Russo una circoscrizione evidentemente avrebbe
Gioacchino, Grassi-Voces, Gentile, Pennisi, per conseguenza la nullità di t u t t e le
Bette, Jung, Cangila no, Armato, Di Marzo, elezioni. (Interruzioni — Vivi rumori a
Maccotta, Rubino (Sicilia); Pini, Putzolu, destra).
Sauna, Cao, Leoni Antonio, Sioti o (Sar- Evidentemente sarebbe ben più grave
degna); Giolitii, Soleri (Piemonte). affrontare una nuova lotta per noi deputati
Do atto... delle minoranze che non per i deputati della
Atti Parlamentari — 54 — Camera dei Deputati
LEGISLATURA XXVII — l a SESSIONE — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 8 0 MAGGIO 1924

maggioranza; è evidente però che non ci sa- Abbiamo dunque una proposta • di so-
rebbe possibilità di giungere ad altra solu- spensiva dell'onorevole Presutti, sulla quale,
zione, data l'ipotesi dell'annullamento delle a norma del regolamento, hanno diritto di
elezioni in una circoscrizione territoriale,, parlare due oratori prò e due contro.
che non sia l'annullamento generale delle Poiché nessuno chiede di parlare, in-
elezioni in t u t t a Italia. ( Vivi rumori — In- vito l'onorevole Farinacci, vice-presidente
terruzioni a destra). della Giunta delle elezioni, ad esprimere l'av-
Perchè, onorevoli colleghi, o voi condan- viso della Giunta sulla questione.
nerete una circoscrizione regionale a rima- . FARINACCI, vicepresidente della Giunta
nere priva di rappresentanza, oppure si delle elezioni. Noi siamo contrari alla prò-,
dovrebbero ripetere le elezioni in quella cir- posta di sospensiva presentata dall'onore-
coscrizione regionale, ed in quali condizioni ? vole Presutti.
Nella condizione che gli elettori che even-
La Giunta delle elezioni, come primo
tualmente avessero votato per la lista di
suo atto, ha esaminato se la lista nazionale
maggioranza in quella circoscrizione sareb-
aveva raggiunto il quorum prescritto. La
bero liberi di votare per una qualsiasi delle
Giunta delle elezioni ha esaminato t u t t i i
liste di minoranza, e spostare completamente
reclami pervenuti ad essa, e la stessa mino-
la rappresentanza di quella circoscrizione.
ranza ha dovuto respingerli, perchè privi
(Rumori — Interruzioni).
di ogni fondamento giuridico; di modo che
Ora in queste condizioni di cose, quando
la maggioranza ha convalidato la lista nazio-
per di più non soltanto la elezione di una
nale, ed è Setti senz'altro all'esame della
circoscrizione regionale è impugnata, ma è
situazione di t u t t i quei deputati, verso i
impugnata la validità delle elezioni in una
quali non esistevano presso la Giunta reclami
serie di circoscrizioni, deve essere lecito
di sorta.
discutere di queste proteste che sono state
Per queste precise ragioni noi ci dichia-
presentate contro la validità delle elezioni
riamo contrari alla proposta di sospensiva.
in queste circoscrizioni.
(Applausi).
Non è quindi possibile convalidare i de-
P R E S I D E N T E . H a chiesto di parlare
putati di maggioranza, di quella lista cioè
l'onorevole Modigliani. Ne ha facoltà.
che ha preso la maggioranza nel collegio
MODIGLIANI. Desidererei un chiari-
nazionale, perchè altrimenti si compromet-
mento.
terebbe la questione della validità delle
P R E S I D E N T E . Un chiarimento ì
elezioni nelle singole circoscrizioni regionali.
M O D I G L I A N I . Sì un chiarimento. Vor-
La proposta di sospensiva non importa
rei avere dall'onorevole Farinacci, ' che ha
alcun danno perchè la consuetudine è che
f a t t o qui delle dichiarazioni a nome della
il deputato fruisca di t u t t i i diritti, appena
Giunta delle elezioni, una risposta precisa
prestatò giuramento, e non è necessaria la
a queste precisissime domande.
sua convalidazione perchè esso possa eser-
citare le sue funzioni, di guisa che la Camera, Si è detto - se non è vero, vuol dire che
sospendendo la presa di atto delle conclu- mi correggerete subito - che vi sono prote-
sioni della Giunta, riguardo ai deputati della ste presentate da elettori di alcune circo-
maggioranza, lascia impregiudicata la qui- scrizioni regionali: parecchie proteste. Ho
stione della validità delle elezioni, e d'altro sentito dire che sono sei o sette; e in tali
canto non reca alcun danno al suo funzio- proteste si domanda l'annullamento in blocco
namento. della lista nazionale.
A me sembra che la Camera non possa Vorrei dunque sapere se è esatto che
rifiutare la discussione in merito a questa queste proteste, quanto meno, domandano
proposta, e non possa ora compromettere che sia annullata l'elezione dei candidati della
la questione con una presa di atto affret- lista nazionale in quelle date circoscrizioni.
t a t a su di una questione che non e s t a t a Vorrei sapere se la Giunta delle elezioni ha
ancora esaminata dalla Giunta delle ele- già discusso ed ha già deciso su t u t t e queste
zioni. (Applausi a sinistra — Commenti). singole proteste.
P R E S I D E N T E . Vedo vuoti i banchi Ecco la mia domanda precisa. E se il
della Commissione. Deploro che non vi seg- Presidente, me lo consente, vorrei fare os-
gano i membri della Giunta delle elezioni. servare che, se la Giunta ha già esaminato
Invito i deputati presentici quali fanno parte t u t t e queste proteste, mi pare che secondo
della Giunta delle elezioni, a recarsi al banco le consuetudini essa avrebbe dovuto presen-
della Comjuissione. (Approvazioni). tarci una relazione scritta.
Atti Parlamentari — 55 — Camera dei Deputati
LEGISLATURA! XXVH — l a SESSIONE — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 3 0 MAGGIO 1924

FARINACCI, vicepresidente della Giunta si veda che la sospensiva è il meno che si


delle elezioni. Ma dove sta scritto questo ? possa richiedere, per dare tempo alla Giunta
M O D I G L I A N I . Si desume dal regola- di farci in proposito comunicazioni precise
mento della Giunta delle elezioni. collettivamente deliberate, e non improv-
FARINACCI, vicepresidente della Giunta visate come avviene oggi.
delle elezioni. La relazione occorre quando P R E S I D E N T E . Prima di dare facoltà di
vi sia contestazione. parlare all'onorevole Farinacci, farò osser-
M O D I G L I A N I . Ma la Giunta non può vare per conto mio all'onorevole Modigliani
evitare la contestazione se ci sono le pro- che, secondo il regolamento della Giunta
teste. Ho quindi diritto di sapere se vi è delle elezioni, questa, quando convalida una
stato da p a r t e della Giunta delle elezioni elezione, non deve fare altro che darne co-
un esame di queste proteste al seguito del municazione, ma non ha obbligo di fare
quale esame si sia dichiarato che non è. relazioni. Soltanto quando la elezione è stata
luogo a contestazione. Non si t r a t t a del dichiarata contestata dalla Giunta, allora la
calcolo dei voti. Quesito assai semplice a Giunta deve fare una relazione.
fare. M O D I G L I A N I . Ma la Giunta delle ele-
Si t r a t t a della eliminazione ovvero delle zioni non può sopprimere le proteste.
ragioni di merito contenute nelle proteste. FARINACCI, vicepresidente della Giunta
Che la Giunta delle elezioni ci comunichi di delle elezioni. Legga il regolamento.
aver f a t t o il conto, è cosa di poca impor- Una voce. Forse le proteste' vi sono, ma
tanza. Il numero è quello che t u t t i cono- non sono documentate.
sciamo: non presenta nessuna difficoltà. M O D I G L I A N I . Vi sono dunque le pro-
Quello che si t r a t t a di sapere è se le ragioni teste ! (Interruzioni).
di impugnativa presentate in varie circo- P R E S I D E N T E . Mi lascino finire!
scrizioni sono state esaminate. Ripeto che solo nel caso in cui la Giunta
E osservo in fine che quando pure, col abbia contestato un'elezione, essa ha l'ob-
voto che la Camera sta per dare in questo bligo di presentare una relazione.
momento, non si arrivi alla conclusione che Naturalmente la Camera ha sempre fa-
ha procurati tanti urli al collega onorevole coltà di rinviare alla Giunta una elezione
Presutti, si arriva però ad un'altra conclu- perchè la Giunta faccia nuove indagini.
sione che ha per lo meno la stessa impor- Non può, però, pretendere che la Giunta
tanza. faccia u n a relazione sopra elezioni che-essa
Ammetto che con la famosa prova della Giunta non abbia creduto di dover con-
resistenza anche annullate alcune circoscri- testare.
zioni, la lista nazionale continui ad avere E dopo di ciò, ha facoltà di parlare l'ono-
la maggioranza. (E spero che almeno questo revole Farinacci.
calcolo la Giunta delle elezioni lo abbia P R E S U T T I . Io ho domandato molto
fatto). Ma siccome mi pare di aver sentito meno, onorevole Presidente.
che si sono letti nomi di deputati della mag- P R E S I D E N T E . H a facoltà di parlare
gioranza di t u t t e le circoscrizioni... l'onorevole Farinacci.
FARINACCI-, vicepresidente della Giunta FARINACCI, vicepresidente della Giunta
delle elezioni. Non di tutte. (Interruzioni a delle elezioni. Io sono un giovanissimo par-
sinistra). lamentare, ma in un anno dacché sono in
M O D I G L I A N I . Siccome ci si domanda la questa Camera ho sempre sentito parlare,
convalidazione dei deputati di maggioranza in caso di contestazione, uno della mino-
a p p a r t e n e n t i a t u t t e le circoscrizioni (salvo ranza della Giunta.
- pare - quelli per i quali non vi sono i cer- Ora, io avrei preferito che anziché l'ono-
tificati di rito) vuol dire che si è affermata revole Modigliani avesse parlato uno della
la regolarità della elezione della maggioranza minoranza della Giunta...
in t u t t e le circoscrizioni. Dunque il voto MODIGLIANI. È lo stesso.
odierno della Camera avrebbe come conse- TJna voce. Non è lo stesso !
guenza che le proteste presentate in quelle FARINACCI, vicepresidente della Giunta
tali circoscrizioni sarebbero senz'altro sep- delle elezioni. ...il quale avrebbe spiegato
pellite. all'onorevole Modigliani che se la Giunta è
Ora, io domando se è concepibile che, venuta qui a proporre la convalida di un
senza che questo esame ci sia stato, la Ca- certo numero di deputati, vuol dire che
mera emetta un voto di questo genere. ha esaminato t u t t i quei reclami, ed ha re-
Basta porre la questione in tal modo perchè spinto fra quei reclami t u t t i quelli 'che non
Atti Parlamentari — 56 — Camera dei Deputati
LEGISLATURA XXVH — l SESSIONE — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 8 0 MAGGIO 1 9 2 4
a

avevano fondamento giuridico. Ed infatti, P R E S I D E N T E . La Camera giudicherà.


noi abbiamo soprasseduto alla convalida- Intanto metto a partito la proposta sospen-
zione di quei deputati contro i* quali vi sono siva dell'onorevole Presutti.
agli atti dei reclami. MODIGLIANI. Domandiamo l'appello
MATTEOTTI. Allora non è completa nominale. (Vivi rumori).
la lista ! PRESIDENTE. Me ne faccia pervenire
FARINACCI, vicepresidente della Giunta la richiesta per. iscritto.
delle elezioni. Perciò noi siamo ancora dell'opi- PRESUTTI. Vorrei domandare un chia-
nione che già abbiamo manifestato, nonostante rimento, onorevole Presidente. Ella pone
le osservazioni dell'onorevole Modigliani. in votazione la sospensiva di guisa che, se
E poiché onorevole Presidente, ogni gior- sar a respinta la sospensiva, si discuterà il
no veniamo qui a ricevere, noi gio vani, lezioni merito oggi stesso. Perchè noi abbiamo il
di regolamento, mi si permetta di leggere l'ar- diritto di discutere.
ticolo 13 del Regolamento della Giunta delle PRESIDENTE. È evidente che, quando
Elezioni, il quale dice: « Tutte le elezioni è respinta la sospensiva, si dà atto alla
contestate debbono essere discusse avanti Giunta delle elezioni delle sue comunicazioni.
alla Giunta in seduta pubblica. (Commenti a sinistra).
« Nei casi però di incompatibilità o di ine- PRESUTTI. No, no, onorevole Presi-
leggibilità riconosciuti ad unanimità dalla dente !
Giunta, questa potrà prescindere dal pro- MATTEOTTI. Ma se non abbiamo nean-
cedimento di contestazione, ma la proposta che udito i nomi ! (Rumori).
dell'annullamento della elezione dovrà essere PRESUTTI. Noi abbiamo il diritto di
sempre presentata alla Camera con relazione -svolgere la questione di merito. Perciò, re-
stampata». spinta la sospensiva, noi abbiamo il diritto
Perciò vede dunque l'onorevole Modi- di discutere oggi il merito.
gliani che noi ci preoccupiamo abbastanza PRESIDENTE. Per ora deliberiamo sulla
di lèggere e osservare il regolamento. sospensiva, poi la Camera giudicherà.
MODIGLIANI. Non è questo il caso, PRESUTTI. No, onorevole Presidente,
MILANI FULVIO, della Giunta delle la Camera questa volta non può giudicare.
elezioni. Chiedo di parlare. Altrimenti ritiro la proposta di sospensiva,
PRESIDENTE. Ne ha facoltà. e domando si discuta il merito subito.
MILANI FULVIO, della Giunta delle PRESIDENTE. Onorevole Presutti, ella
elezioni. Ho chiesto di parlare per una breve mantiene, dunque, o ritira la sua proposta
dichiarazione da parte della minoranza della di sospensiva 1
Giunta. PRESUTTI. La mantengo: ma dichiaro
Volevo avvertire l'onorevole Modigliani che, se fosse respinta la sospensiva, inten-
che i nomi letti e proposti per la convali- diamo discutere oggi il merito.
dazione non sono i nomi della maggioranza PRESIDENTE. Ne parleremo dopo.
per tutte le circoscrizioni, ma solo di una PRESUTTI. Onorevole Presidente, se
parte delle circoscrizioni. Il criterio seguito la maggioranza vuole da noi la cortesia di
dalla Giunta delle elezioni - e su questo punto risparmiarle u n a votazione, noi siamo pronti
di accordo - è stato questo: prima l'esame a farlo; però dobbiamo discutere in merito.
delle contestazioni di massima, poi l'esame (Commenti — Conversazioni).
delle contestazioni per ogni circoscrizione. I PRESIDENTE. Prego la Camera di fare
nomi oggi letti per la convalida, sono nomi silenzio e di ascoltarmi.
di deputati di'alcune circoscrizioni. La Giunta Quando la Giunta delle elezioni non
continuerà 'i suoi lavori per le altre circo- crede di contestare una elezione, essa ne dà
scrizioni. comunicazione alla Camera. Che cosa può
PRESUTTI. Onorevole Presidente, fra fare la Camera ? Essa può prenderne atto,
i nomi da lei letti c'erano quelli di depu- o può invece sospendere, o può rinviare alla
tati della Campania ? stessa Giunta gli atti per un ulteriore esame.
PRESIDENTE. Sì, Baistrocchi, Gian- Sono dunque tre ipotesi distinte.
turco, Porzio... Orbene, respinta la sospensiva, si ha una
PRESUTTI. Ma se c'è una protesta che delle altre due ipotesi: o la Camera prende
per questa circoscrizione domanda la rilet- atto delle comunicazioni della Giunta, o può
tura di tutte le schede! E la Giunta la scarta rinviare gli atti alla- Giunta; ma per fare
senz'altro f questo ci vuole una proposta concreta di
Una voce. Si ! rinvio. È chiaro !
Atti Parlamentari — 57 — Camera dei Deputati
LEGISLATURA, XXVII l a SESSIONE — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 3 0 MAGGIO 1924

M O D I G L I A N I . Eitiriamo la richiesta di nessuno, nè della Camera nè delle tribune


appello nominale. della stampa {Vive interruzioni alla destra e
P R E S I D E N T E . Allora pongo i n t a n t o a al centro).
partito la proposta di sospensiva dell'onore- L U P I . È passato il tempo in cui si par-
vole Presutti. lava per le tribune !
Chi l'approva si alzi. MATTEOTTI. Certo la pubblicità è
' (Non è approvata). per voi un'istituzione dello stupidissimo se-
colo X I X { Vivi rumori — Interruzioni alla
A questo punto, a meno che non vi sia destra e al centro).
una precisa richiesta di rinvio degli atti alla Comunque; dicevo, in questo momento
Giunta, io debbo prendere a t t o della comu- non esiste da parte dell'Assemblea una cono-
nicazione della Giunta. scenza esatta dell'oggetto sul quale si de-
P R E S U T T I . Rimettiamo appunto alla libera. Soltanto per quei pochissimi nomi
Presidenza una proposta di rinvio degli atti che abbiamo potuto afferrare alla lettura,
alla Giunta. possiamo immaginare che essi rappresen-
P R E S I D E N T E . Perviene, infatti, in que- tino una parte dèlia maggioranza. Or con-
sto momento alla Presidenza una proposta tro la loro convalida noi presentiamo que-
degli onorevoli Labriola, Matteotti e Presutti sta pure e semplice eccezione: cioè, che la
per il rinvio degli atti alla Giunta delle ele- lista di maggioranza governativa, la quale
zioni. nominalmente ha ottenuto una votazione di
Se nessuno chiede di parlare, la porrò a quattro milioni e tanti voti... {Interruzioni).
partito. Voci al centro. E d anche più !
GRONCHI. Chiedo di parlare. - MATTEOTTI. ...cotesta lista non li ha
P R E S I D E N T E . Ne ha facoltà. ottenuti, di fatto e liberamente, ed è dubi-
GRONCHI. A nome dei colleghi di parte tabile quindi se essa abbia ottenuto quel
popolare dichiaro che ci asterremo dalla t a n t o di percentuale che è necessaria {Inter-
votazione sulla domanda di rinvio alla ruzioni — Proteste) per conquistare, anche
Giunta delle elezioni per una ragione che secondo la vostra legge, i due terzi dei posti
vorrei dire realistica. che le sono stati attribuiti ! Potrebbe darsi
La Giunta delle elezioni, compresi i no- che i nomi letti dal Presidente sieno di
stri colleghi, rappresentanti di parte popo- quei capilista che resterebbero eletti anche
lare, ha considerato questi casi di cui si se, invece del premio di maggioranza, si
propone oggi la convalida, sotto un punto applicasse la proporzionale pura in ogni cir-
di vista esclusivamente giuridico, secondo coscrizione. Ma poiché nessuno ha udito i
la competenza della Giunta stessa; cioè nomi, e non è s t a t a premessa nessuna af-
come casi nei quali i reclami presentati non fermazione generica di tale specie, probabil-
si ritiene abbiano fondamento giuridica- mente tali t u t t i non sono, e quindi conte-
mente perfetto e prescindendo da ogni giu- stiamo in questo luogo e in tronco la vali-
dizio di merito. Ma siccome al di là e al di- dità della elezione della maggioranza. {Ru-
sopra del fondamento giuridico, rimane, spe- mori vivissimi).
cie in questa sede, una riserva politica dalla Vorrei pregare almeno i colleghi, sulla
quale noi non intendiamo prescindere, noi elezione dei qùali oggi si giudica, di astenersi
non potremmo evidentemente votare contro per lo meno dai rumori, se non dal voto.
il rinvio degli atti alla Giunta delle elezioni; {Vivi commenti — Proteste — Interruzioni
e perciò riservandoci di sviluppare tali ri- alla destra e al centro).
serve in una sede più opportuna che non in MARAVIGLIA. I n contestazione non
questa di verifica di poteri, noi ci asteniamo c'è nessuno, diversamente si asterrebbe!
oggi per conservare piena libertà di giudizio. MATTEOTTI. Noi contestiamo...
{Commenti). MARAVIGLIA. Allora contestate voi !
P R E S I D E N T E . H a chiesto di parlare MATTEOTTI. Certo sarebbe maraviglia'
l'onorevole Matteotti. Ne ha facoltà. se contestasse lei !
MATTEOTTI. Noi abbiamo avuto da L'elezione, secondo noi, è essenzialmente
parte della Giunta delle elezioni la proposta non valida, e aggiungiamo che non è va-
di convalida di numerosi colleghi. Nessuno lida in t u t t e le circoscrizioni.
certamente, degli appartenenti a questa I n primo luogo abbiamo la dichiara-
Assemblea, all'infuori credo dei compo- zione f a t t a esplicitamente dal Governo, ripe-
nenti la Giunta delle elezióni, saprebbe ridire* t u t a da t u t t i gli organi della stampa uffi-
l'elenco dei nomi letti per la convalida; ciale, ripetuta dagli oratori fascisti in t u t t i
Atti Parlamentari — 58 — Camera dei Deputati
LEGISLATURA XXVTT — l SESSIONE — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 3 0 MAGGIO 1 9 2 4
a

i comizi, che le elezioni non avevano che quale ha il compito dichiarato di sostenere
'un valore assai relativo, in quanto che il un determinato Governo con la forza, anche
Governo non si sentiva soggetto al responso se ad esso il consenso mancasse. (Commenti).
elettorale, ma che in ogni caso - come ha In aggiunta e in particolare... (Interruzioni)
dichiarato replicatamente - avrebbe mante- mentre per la legge elettorale la milizia
nuto il potere con la forza, anche se... (Vi- avrebbe dovuto astenersi, essendo in fun-
vaci interruzioni a destra e al centro — Mo- zioni o quando era in funzione, e mentre di
vimenti dell'onorevole presidente del Consiglio). fatto in tutta l'Italia specialmente rurale
Voci a destra. Sì, sì ! Noi abbiamo fatto abbiamo constatato in quei giorni la pre-
la guerra ! (Applausi alla destra e al centro). senza di militi nazionali in gran numero...
MATTEOTTI. Codesti vostri applausi (Interruzioni — Rumori).
sono la conferma precisa della fondatezza FARINACCI. Erano i balilla !
del mio ragionamento. Per vostra stessa MATTEOTTI. È vero, onorevole Fari-
conferma dunque nessun elettore italiano nacci, in Molti luoghi hanno votato anche i
si è trovato libero di decidere con la sua balilla ! (Approvazioni all'estrema sinistra —
volontà... (Rumori, proteste e interruzioni a Rumori a destra e al centro).
destra). Nessun elettore si è trovato libero Voce al centro. Hanno votato i disertori
di fronte a questo quesito... per voi!
MABAYIGLIA. Hanno votato otto mi- GONZALES. Spirito denaturato e ret-
lioni di italiani ! ' tificato!
MATTEOTTI. ...se cioè egli approvava MATTEOTTI. Dicevo dunque che men-
o non approvava la politica o per meglio tre abbiamo visto numerosi di questi militi
dire il regime del Governo fascista. Nessuno in ogni città e più ancora nelle campagne
si è trovato libero, perchè ciascun cittadino (Interruzioni), gli elenchi degli obbligati
sapeva a priori che se anche avesse osato alla astensione depositati presso i comuni,
affermare a maggioranza il contrario, c'era erano ridicolmente ridotti a tre o quattro
una forza a disposizione del Governo che persone per ogni città, per dare l'illusione
avrebbe annullato il suo voto e il suo re- dell'osservanza di una legge apertamente vio-
sponso. (JRumori e interruzioni a destra). lata, conforme lo stesso pensiero espresso dal
Una voce a destra. E i due milioni di voti presidente del Consiglio che affidava ai militi
che hanno preso le minoranze? fascisti la custodia delle cabine. (Rumori).
FARINACCI. Potevate fare la rivolu- A parte questo argomento del proposito
zione ! del Governo di reggersi anche con la forza
MARAVIGLIA. Sarebbero stati due mi- contro il consenso, e del fatto di una milizia
lioni di eroi! a disposizione di un partito che impedisce
MATTEOTTI. A rinforzare tale propo- all'inizio e fondamentalmente la libera espres-
sito del Governo, esiste una milizia armata... sione della sovranità popolare ed elettorale
(Applausi vivissimi e prolungati a destra e che invalida in blocco l'ultima elezione in
e grida di «. Viva la milizia »). Italia, c'è poi una serie di fatti che succes-
. Voci a destra. Vi scotta la milizia! sivamente ha viziate e annullate tutte le
MATTEOTTI. ...esiste una milizia ar- singole manifestazioni elettorali. (Interru-
mata... (Interruzioni a destra — Rumori zioni — Commenti).
prolungati). Voci a destra. Perchè avete paura •!
Voci. Basta ! Basta ! Perchè scappate !
PRESIDENTE. Onorevole Matteotti si MATTEOTTI. Forse al Messico si usano
attenga all'argomento. fare le elezioni non con le schede, ma col
MATTEOTTI. Onorevole Presidente, forse coraggio di fronte alle rivoltelle. (Vivi ru-
ella non jn'intende; ma io parlo di elezioni. mori — Interruzioni -— Approvazioni all'e-
Esiste una milizia armata... (Interruzioni a strema sinistra).
destra) la quale ha questo fondamentale e E chiedo scusa al Messico, se non è vero !
dichiarato scopo: di sostenere un determi- (Rumori prolungati).
nato Capo del Governo bene indicato e I fatti cui accenno si possono riassumere
nominato nel Capo del fascismo e non, a secondo i diversi momenti delle elezioni. La
differenza dell'Esercito, il Capo dello Stato. legge elettorale^ chiede... (Interruzioni —
(Interruzioni e rumori a destra). Rumori).
Voci a destra. E le guardie rosse? Dicevo che il primo momento elettorale
MATTEOTTI. Vi è una milizia armata, è quello per il quale ogni partito presenta
composta di cittadini di un solo Partito, la con 300 o 500... (Interruzioni — Rumori).
Atti Parlamentari — 59 — Camera dei Deputati
LEGISLATURA XXVH — l SESSIONE — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 3 0 MAGGIO 1 9 2 4
a

GRECO. È ora di finirla ! Voi svaloriz- FARINACCI. Perchè non ha fatto i


zate il Parlamento ! reclami alla Giunta delle elezioni ?
MATTEOTTI. E allora sciogliete il Par- MATTEOTTI. Ci sono.
lamento ! Una voce dal banco delle Commissioni.
GRECO. Voi non rispettate la maggio- No, non ci sono; li inventa lei.
ranza e non avete diritto di essere rispet- PRESIDENTE. La Giunta delle elezioni
tati. dovrebbe dare esempio di compostezza !
MATTEOTTI. Ciascun partito doveva, se- I componenti della Giunta delle elezioni
condo la legge elettorale, presentare la pro- parleranno dopo.
pria lista di candidati... (Vivi rum-ori). Onorevole Matteotti, continui.
MARAVIGLIA. Ma parli sulla, proposta MATTEOTTI. Io espongo fatti che non
dell'onorevole Presutti. dovrebbero provocare rumori. I fatti o sono
MATTEOTTI. Richiami dunque lei al- veri o li dimostrate falsi. Non c'è offesa,
l'ordine il Presidente ! . non c'è ingiuria per nessuno in ciò che dico;
La presentazione delle liste - dicevo - deve c'è una descrizione di fatti.
avvenire in ogni circoscrizione mediante un TERRUZZI. Che non esistono !
documento notarile a cui vanno apposte MATTEOTTI. Da parte degli onorevoli
dalle trecento alle cinquecento firme. Ebbe- componenti della Giunta delle elezioni si
ne, onorevoli colleglli, in sette circoscrizioni protesta che alcuni di questi fatti non sono
su quindici le operazioni notarili che si com- dedotti o documentati presso la Giunta delle
piono privatamente nello studio di un.notaro, elezioni. Ma voi sapete benissimo come una
fuori della vista pubblica e di quelle che voi situazione e un regime di violenza non solo
chiamate « provocazioni », sono state impe- determinino i fatti stessi, ma impediscano
dite con violenza. (Rum,ori vivissimi). spesse volte la denuncia e il reclamo for-
BASTIANINI. Questo lo dice lei! male.
Voci dalla destra. Non è vero, non è Voi sapete che persone, le quali hanno«
vero ! dato il loro nome per attestare sopra un gior-
MATTEOTTI. Volete i singoli fatti % nale o in un documento che un fatto era avve-
Eccoli: ad Iglesias il collega Corsi stava rac- nuto, sono state immediatamente percosse
cogliendo le trecento firme e la sua casa è e messe quindi nella impossibilità di" con-
stata circondata... (rumori). fermare il fatto stesso. Già nelle elezioni
MERAVIGLIA. Non è vero. Lo inventa del 1921, quando ottenni da questa Camera
lei in* questo momento. l'annullamento per violenze di una prima
FARINACCI. Va a finire che faremo sul elezione fascista, molti di coloro che atte-
serio quello che non abbiamo fatto! starono i fatti davanti alla Giunta delle
MATTEOTTI. Fareste il vostro mestiere ! elezioni, furono chiamati alla sede fascista,
LUSSU. È la verità, è la verità! furono loro mostrate le copie degli atti esi-
MATTEOTTI. A Melfi... (Rumori vivis- stenti presso la Giunta delle elezioni illeci-
simi -— Interruzioni). tamente comunicate, facendo ad essi un
A Melfi è stata impedita la raccolta delle vero e proprio processo privato perchè ave-
firme con la violenza. (Rumori). In Puglia fu vano attestato il vero o firmati idocumenti!
bastonato perfino un notaio. (Rumori vivis- In seguito al processo fascista essi furono
simi). boicottati dal lavoro o percossi. (Rumori
ALDI-MAI. Ma questo nei ricorsi non — Interruzioni).
c'è ! In nessuno dei ricorsi ! Ho visto io Voce a destra. Lo provi.
gli atti delle Puglie e in nessuno dei ricorsi MATTEOTTI. La stessa Giunta delle
è accennato il fatto di cui parla l'onorevole elezioni ricevette allora le prove del fatto.
Matteotti. Ed è per questo, onorevoli colleghi,
FARINACCI. Vi faremo cambiare si- che noi spesso siamo costretti a portare
stema ! E dire che sono quelli che vogliono in questa Camera l'eco di quelle proteste
la normalizzazione ! che altrimenti nel Paese non possono avere
MATTEOTTI. A Genova (Rumori vi- alcun altra voce ed espressione. (Applausi
vissimi) i fogli con le firme già raccolte all'estrema sinistra).
furono portati via dal tavolo su cui erano In sei circoscrizioni, abbiamo detto, le
stati firmati. formalità notarili furono impedite colla
Voci. Perchè erano falsi. violenza, e per arrivare in tempo si dovette
MATTEOTTI. Se erano falsi, dovevate supplire malamente e, come si potè, con
denunciarli ai magistrati ! nuove firme in altre provincie. A Reggio
Atti Parlamentari — 60 — Camera dei Deputati

LEGISLATURA XXVII — l a SESSIONE — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 3 0 MAGGIO 1924

Calabria, per esempio, abbiamo dovuto è il più vicino a lei ! L'onorevole Merlin
' provvedere con nuove firme, per supplire cristianamente deporrà.
quelle che in Basilicata erano state impedite. MATTEOTTI. L'onorevole* Merlin ha
Una voce dal banco della Giunta. Dove avuto numerosi contradittori con me, e
furono impedite ì • nessuno f u impedito o stroncato. Ma lasciamo
MATTEOTTI. A Melfi, a Iglesias, in stare il passato. Non dovevate voi essere ì
Puglia... devo ripetere? (Interruzioni — rinnovatori del costume italiano, non do-
Rumori). vevate voi essere coloro che avrebbero por-
Presupposto essenziale di ogni elezione tato un nuovo costume morale nelle elezioni ì
è che i candidati, cioè coloro che domandano (Rumori) e, signori che mi interrompete,
al suffragio elettorale il voto, possano esporre anche qui nell'assemblea 1 (Rumori a destra).
in contradditorio con il programma del T E R R U Z Z I . È ora di finirla con queste
Governo, in pubblici comizi o anche in falsità.
privati locali, le loro opinioni. In Italia, MATTEOTTI. L'inizio della campagna
nella massima parte dei luoghi, anzi quasi elettorale del 1924 avvenne dunque a Genova
da per tutto, questo non f u possibile. con una conferenza privata e per inviti
Una voce. Non è vero ! Parli l'onore- da parte dell'onorevole Gonzales. Orbene,
vole Mazzoni (Eumori). prima ancora che si iniziasse la conferenza,
MATTEOTTI. Su ottomila comuni ita- i fascisti invasero la sala e a furia di basto-
liani, e su mille candidati delle minoranze n a t e impedirono all'oratore di aprire nem-
la possibilità è stata ridotta a un piccolis- meno là bocca. (Rumori — Interruzioni -—
simo numero di casi, soltanto là ove il Apostrofi).
partito dominante ha consentito per alcune 'Una voce. Non è vero, non f u impedito
ragioni particolari o -di luogo o di persona. niente. (Rumori).
(Interruzioni — Rumori). MATTEOTTI. Allora rettifico ! Se, l'ono-
Volete i f a t t i ? " revole Gonzales dovette passare 8 giorri
La Camera, ricorderà l'incidente occorso a letto, vuol dire che si è ferito da solo,
al collega Gonzales. non f u bastonato. (Rumori — Interruzioni)..
T E R R U Z Z I . Noi ci ricordiamo del 1919, L'onorevole Gonzales che è uno studioso
quando b u t t a v a t e gli ufficiali nel Naviglio. di San Francesco, si è forse autoflagellato ì
Io, per, un anno, sono andato a casa con la (Si ride^ — Interruzioni).
pena di morte sulla testa ! A Napoli doveva parlare... (Rumori vivis-
MATTEOTTI. Onorevoli colleghi, se voi simi — Scambio di apostrofi fra alcuni depu-
volete contrapporci altre elezioni, ebbene tati che siedono all' estrema sinistra).
io domando la testimonianza di un uomo P R E S I D E N T E . Onorevoli colleghi, io
che siede al banco del Governo, se nessuno deploro quello che accade. Prendano posto
possa dichiarare che ci sia stato un solo av- e non turbino la discussione ! Onorevole
versario che non abbia p o t u t o parlare in Matteotti, prosegua, sia breve, e concluda.
contradditorio con me nel 1919. MATTEOTTI. L'Assemblea deve tenere
Voci. Non è vero ! non è vero ! conto che io debbo parlare per improv-
F I N Z I , sottosegretario di Stato per l'in- visazione, e che mi limito...
terno. Michele Bianchi ! Proprio lei ha impe- Voci. Si vede che i m p r o v v i s a ! E dice
dito di parlare a Michele Bianchi ! che porta dei f a t t i !
MATTEOTTI. Lei dice il falso ! (Inter- GONZALES. I f a t t i non sono improv-
ruzioni — Rumori). Il f a t t o è-semplicemente visati ! (Rumori).
questo, che l'onorevole Michele Bianchi con M A T T E O T T I . Mi limito, dico, alla n u d a
altri teneva un comizio a Badia Polesine. e cruda esposizione di alcuni fatti. Ma se
Alla fine, del comizio che essi tennero, sono per tale forma di esposizione domando il
arrivato io e ho domandato la parola in con- compatimento dell' Assemblea... (Rumori)
tradditorio. Essi rifiutarono e se ne andarono non comprendo come i f a t t i senza aggettivi
e io rimasi a parlare. (Rumori — Interru- e senza ingiurie possano sollevare urla e
zioni). rumori.
P I N Z I , sottosegretario di Stato per l'in- Dicevo dunque che ai candidati non f u
terno. Non è così ! lasciata nessuna libertà di esporre libera-
MATTEOTTI. Porterò i giornali vostri mente ih loro pensiero in contraddittorio con
che lo attestano. quello del Governo fascista e accennavo al
EINZI, sottosegretario di Stato per l'in- f a t t o dell'onorevole Gonzales, accennavo al
terno. Lo domandi all'onorevole Merlin che f a t t o dell'onorevole Bentini a Napoli, alla
Atti Parlamentari — 61 — Camera dei Deputati

LEGISLATURA XXVII — l a SESSIONE — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 3 0 MAGGIO 1924

conferenza che doveva tenere il capo dell'op- P R E S I D E N T E . Concluda, onorevole Mat-


posizione costituzionale, l'onorevole Amen- teotti. Non provochi incidenti ! -
dola, e che fu impedito... (Oh! oh! —Rumori). M A T T E O T T I . Io protesto ! Se ella crede
Voci a destra. Ma che costituzionale ! che, non gli altri mi impediscano di parlare,
Sovversivo come voi ! Siete d'accordo tutti ! ma che sia io a provocare incidenti, mi seggo
M A T T E O T T I . Vuol dire dunque che e non parlo ! (Approvazioni all'estrema si-
il termine « sovversivo » ha molta elasticità ! nistra — Rumori prolungati).
GRECO. Chiedo di parlare sulle affer- P R E S I D E N T E . Ha finito? Allora ha
mazioni dell'onorevole Matteotti. facoltà di parlare l'onorevole Rossi...
M A T T E O T T I . L'onorevole Amendola fu M A T T E O T T I . Ma che maniera è questa !
impedito di tenere la sua conferenza per la Lei deve tutelare il mio diritto di parlare !
mobilitazione, documentata, da parte di Io non ho offeso nessuno ! Riferisco sol-
comandanti di corpi armati i quali inter- tanto dei fatti ! ho diritto di essere rispet-
vennero nella città... tato ! (Rumori prolungati •— Conversazioni).
P R É S U T T I . Dica bande armate, non C A S E R T A N O , presidente della Giunta
corpi armati ! delle elezioni. Chiedo di parlare.
M A T T E O T T I . Bande armate, le quali P R E S I D E N T E . Ha facoltà di parlare
impedirono la pubblica e libera conferenza l'onorevole presidente della Giunta delle
(Rumori). elezioni. C'è una proposta di rinvio degli atti
Del resto, noi, ci siamo trovati in queste alla Giunta.
condizioni: su 100 dei nostri candidati circa 60 M A T T E O T T I . Onorevole Presidente ! ...
non potevano circolare liberamente nella loro P R E S I D E N T E . Onorevole Matteotti, se
circoscrizione ! ella vuol parlare, ha facoltà di continuare,
Voci di destra. Per paura ! Per paura ! ma prudentemente.
(Rumori — Commenti). M A T T E O T T I . Io chiedo di parlare non
F A R I N A C C I . Vi abbiamo invitarti tele- prudentemente, nè imprudentemente, ma
graficamente ! parlamentarmente !
M A T T E O T T I . Non credevamo che le ele- P R E S I D E N T E . Parli, parli.
zioni dovessero svolgersi proprio come un sag- M A T T E O T T I . I candidati non avevano
gio di resistenza inerme alle violenze fìsiche libera circolazione... (Rumori — Interru-
dell'avversario, che è al Governo e dispone zioni).
di tutte le forze armate! {Rumori). Voci. Lasciatelo parlare!
Che non fosse paura poi lo dimostra il P R E S I D E N T E . Facciano silenzio ! La-
fatto che, per un contraddittorio, noi chie- scino parlare !
demmo che ad esso solo gli avversari fossero M A T T E O T T I . Non solo non potevano
presenti e nessuno dei nostri ; perchè, altri- circolare, ma molti di essi non potevano
menti, voi sapete come è vostro costume dire neppure risiedere nelle loro stesse abita-
« qualcuno di noi ha provocato » e come «in zioni, nelle loro stesse città. Alcuno, che
seguito a provocazioni » i fascisti « dovettero » rimase al suo posto, ne vide poco dopo
legittimamente ritorcere l'offesa, picchiando le conseguenze. Molti non accettarono la
su tutta la linea! (Interruzioni). candidatura, perchè sapevano che accet-
Voci di destra. L'avete studiato bene! tare la candidatura voleva dire non aver
P E D R A Z Z I . Come siete pratici di queste più lavoro l'indomani o dover abbandonare
cose voi ! il proprio paese ed emigrare all'estero.
P R E S I D E N T E . Onorevole Pedrazzi ! ' ( Commenti).
M A T T E O T T I . Comunque, ripeto, i can- Una voce. Erano disoccupati !
didati erano nella impossibilità di circolare M A T T E O T T I . No, lavorano tutti, e solo
nelle loro circoscrizioni ! non lavorano quando voi li boicottate.
Voce a destra. Avevano paura ! Voci da destra. E quando li boicottavate
T U R A T I F I L I P P O . Paura ! Sì, paura! voi ì
Come nella Sila, quando c'erano i briganti, F A R I N A C C I . Lasciatelo parlare ! Fate
avevamo paura ! ( Vivi rumori a destra — il loro giuoco !
Approvazioni a sinistra). M A T T E O T T I . Uno dei candidati, l'ono-
Una voce. Lei ha tenuto il contraddit- revole Piccinini, al quale mando a nome
torio con me ed è stato rispettato ! del mio gruppo un saluto... (Rumori).
T U R A T I F I L I P P O . Ho avuto la vostra Voci. E B e r t a ì B e r t a !
protezione a mia vergogna ! (Applausi a sini- M A T T E O T T I . ...conobbe cosa voleva di-
stra — Rumori a destra). re obbedire alla consegna del proprio par-
Atti Parlamentari —m — Camera dei Deputati
LEGISLATURA XXFII — l SESSIONE —- DISCUSSIONI — TORNATA DEL 3 0 MAGGIO 1 9 2 4
a

tito. Fu assassinato nella sua casa, per fu data ad uno scopo evidente: dimostrare,
avere accettata la candidatura nonostante nei centri .piti controllati dall'opinione pub-
prevedesse quale sarebbe stato per essere blica e in quei luoghi nei quali una più
il destino suo all'indomani. {Rumori). densa popolazione avrebbe reagito alla vio-
Ma i candidati - voi avete ragione di lenza con una evidente. astensione control-
urlarmi, onorevoli colleglli - i candidati labile da parte di tutti, che una certa
devono sopportare la sorte della battaglia libertà c'è stata.
e devono prendere tutto quello che è nella Ma, strana coincidenza, proprio in quei
lotta che oggi imperversa. Io accenno sol- luoghi dove fu concessa a scopo dimostra-
tanto, non per domandare nulla, ma perchè tivo quella relativa libertà, le minoranze
anche questo è un fatto concorrente a dimo- raccolsero una tale abbondanza di suffragi,
strare come si sono svolte le elezioni. (Ap- da superare la maggioranza - con questa,
provazioni all' estrema sinistra). conseguenza però, che la violenza che non
Un'altra delle garanzie più importanti si era avuta prima delle elezioni, si ebbe
per lo svolgimento di una libera elezione dopo le elezioni.
era quella della presenza e del controllo E noi ricordiamo quello che è avvenuto
dei rappresentanti di ciascuna lista, in cia- specialmen te nel milanese e nel geno ve-
scun seggio. Voi sapete che nella massima nato ed in parecchi altri luoghi, dove le
parte dei casi, sia per disposizione di legge, i elezioni diedero risultati assai poco sodi-
sia per interferenze di autorità, i seggi - ' sfacenti in confronto della lista fascista.
anche in seguito a tutti gli scioglimenti Si ebbero distruzioni di giornali, devasta-
di Consigli comunali imposti dal Governo zioni di locali, bastonature alle persone.
e dal partito dominante - risultarono com- Distruzioni che han portato milioni di
posti quasi totalmente di aderenti al par- danni... (Vivissimi rumori al centro e a
tito dominante. destra)
Quindi l'unica garanzia possibile, l'ul- Una voce a destra: Ricordatevi delle
tima garanzia esistente per l.e- minoranze, devastazioni dei comunisti !
era quella della presenza del rappresen- MATTEOTTI. Onorevoli colleghi, ad un
tante di lista al seggio. Orbene, essa venne comunista, potrebbe essere lecito, secondo
a mancare. Infatti nel 90 per cento, e voi, di distruggere la ricchezza nazionale, ma
credo in qualche regione fino al 100 per non ai nazionalisti, uè ai fascisti, come vi
cento dei casi, tutto il seggio era fascista vantate voi !
e il rappresentante della lista di minoranza Si sono avuti, dicevo, danni per parecchi
non potè presenziare le operazioni. Dove milioni, tanto che persino un alto personag-
andò, meno' in poche grandi città e in gio che ha residenza in Roma, ha dovuto
qualche rara provincia, esso subì le vio- accorgersene, mandando la sua adeguata pro-
lenze che erano minacciate a chiunque testa, e il soccorso economico.
avesse osato controllare dentro il seggio la In che modo si votava? Là votazione
maniera come si votava, la maniera come avvenne in tre maniere: l'Italia è una, ma
erano letti e constatati i risultati. ha ancora diversi costumi.
Per constatare il fatto, non occorre ifella valle del Po, in Toscana e in altre
nuovo reclamo o documento. Basta che la regioni che furono citate all'ordine del
Giunta delle elezioni esamini i verbali di giorno del presidente del Consiglio per
tutte le circoscrizioni, e controlli i registri. l'atto di fedeltà che diedero al Govermo
Quasi dappertutto le operazioni si sono fascista, e che prima erano state organizzate
svolte fuori della presenza di alcun rappre- presso i contadini dal partito socialista, o
sentante di lista. Veniva così a mancare dal partito popolare, gli elettori votavano
l'unico controllo, l'unica garanzia, sopra la sotto controllo del partito fascista, con la
quale si , può dire se le elezioni si sono regola del tre. Ciò fu dichiarato e aperta-
svolte nelle dovute forme e colla dovuta mente insegnato, persino da un prefetto, dal
legalità. prefetto di Bologna: i fascisti consegnavano
isToi possiamo riconoscere che in alcuni agli elettori un bollettino contenente tre
luoghi, in alcune poche città e in qualche numeri o tre nomi, secondo i luoghi, (Inter-
provincia, il giorno delle elezioni, vi è ruzioni) variamente alternati, in maniera
stata una certa libertà. Ma questa conces- che tutte le combinazioni, cioè tutti gli
sione limitata della libertà nello spazio e elettori di ciascuna sezione, uno per uno,
nel tempo, e l'onorevole Farinacci, che è potessero essere controllati e riconosciuti
molto aperto, me lo potrebbe ammettere, personalmente nel loro voto.
Atti Parlamentari — 68 - Camera dei Deputati
LEGISLATURA XXVH — l SESSIONE — DISCUSSIOISTI — TORNATA DEL 3 0 MAGGIO 1 9 2 4
a

In» moltissime provincie, a cominciare era stato usato in qualche piccola circoscri-
dalla mia, dalla provincia di Rovigo, questo zione anche nell'Italia prefascista, ma che
metodo risultò eccellente. dall'Italia fascista ha avuto l'onore di essere
FINZI, sottosegretario di Stato per l'in- allargato a larghissime zone del meridionale;
terno. Evidentemente lei non c'era ! Questo incetta di certificati, per la quale, essendosi
metodo non fu usato ! determinata una larga astensione degli elet-
MATTEOTTI. Onorevole Finzi, sono tori che non si ritenevano liberi di esprimere
lieto che, con la sua negazione, ella venga il loro pensiero, i certificati furono raccolti e
implicitamente a deplorare il metodo che è affidati a gruppi di individui, i quali si reca-
stato usato. vano alle sezioni elettorali per votare con
FINZI, sottosegretario di Stato per l'in- diverso nome, fino al punto che certuni
terno. Lo provi ! votarono dieci o venti volte e che giovani di
MATTEOTTI. In queste regioni tutti 20 anni si presentarono ai seggi e votarono
gli elettori... a nome di qualcheduno che aveva compiuto
CIARLANTINI. Lei ha un trattato; per- i 60 anni. (Commenti). Si trovarono solo in
chè non lo pubblica? qualche seggio pochi, ma autorevoli magi-
MATTEOTTI. Lo pubblicherò quando strati, che, avendo rilevato il fatto, riusci-
mi si assicurerà che le tipografie del Regno rono ad impedirlo.
sono indipendenti e sicure; (Vivissimi ru- TORRE EDOARDO. Basta, la finisca!
mori al centro e a destra) perchè come tutti (Rumori. — Commenti).
sanno, anche durante le elezioni, i nostri opu- Che cosa stiamo a fare qui? Dobbiamo
scoli furono sequestrati, i giornali invasi, le tollerare che ci insulti ? (Rumori — Alcuni
tipografie devastate o diffidate di pubblicare deputati scendono nett'emiciclo).
le nostre cose. (Rumori). PRESIDENTE. Onorevoli deputati, li
La regola del 3, cui prima accennavo, invito alla calma, sgombrino l'emiciclo !
diede modo al partito dominante, di con- TORRE EDOARDO. Per voi ci vuole
trollare personalmente ciascun elettore, ed il domicilio coatto e non il Parlamento !
applicare il giorno seguente ai ribelli la (Commenti — Rumori).
sanzione col boicottaggio dal lavoro e con Voci. Vada in Russia !
le percosse. (Rumori). PRESIDENTE. Facciano silenzio ! E
Voci. No, no ! lei, onorevole Matteotti, concluda !
MATTEOTTI. Nella massima parte dei MATTEOTTI. Coloro che ebbero la
casi però non vi fu bisogno delle sanzioni, ventura di votare e di raggiungere le cabi-
perchè i poveri contadini sapevano inutile ne, ebbero dentro le cabine, in moltissimi
ogni resistenza e dovevano subire la legge del comuni specialmente della campagna, la vi-
più forte, la legge del padrone, votando, per sita di coloro che erano incaricati di control-
tranquillità della famiglia, la terna asse- lare i loro voti. Se la Giunta delle elezioni
gnata a ciascuno dal dirigente locale- del volesse aprire i plichi e V e r i f i c a r e i cumuli
Sindacato fascista o del fascio. (Vivi rumori di schede che sono state votate, potrebbe
— Interruzioni). trovare che molti voti di preferenza sono
SUARDO. L'onorevole Matteotti non stati scritti sulle schede tutti dalla stessa
insulta me rappresentante; insulta il popolo mano, così come altri voti di lista furono
italiano ed io per la mia dignità esco dal- cancellati, o addirittura letti al contrario.
l'Aula. (Rumori — Commenti). Non voglio dilungarmi a descrivere i
La mia città in ginocchio ha inneggiato molti altri sistemi impiegati per impedire
al Duce Mussolini, sfido l'onorevole Matteotti la libera espressione della volontà popolare.
a provare le sue affermazioni. Per la mia Il fatto è che solo una piccola minoranza di
dignità di soldato, abbandono quest'Aula. cittadini ha potuto esprimere liberamente
(Applausi — Rumori — Commenti). il suo voto; anzi noi abbiamo potuto avere
TERRUZZI. L'onorevole Suardo è meda- il nostro voto il più delle volte, quasi esclu-
glia d'oro ! Si vergogni, onorevoli Matteotti. sivamente, da coloro che non potevano es-
(Rumori all' estrema sinistra). sere sospettati di essere socialisti. I nostri
P R E S I D E N T E . Facciano silenzio ! Ono- furono impediti dalla violenza; mentre riu-
revole Matteotti, concluda ! scirono più facilmente a votare per noi per-
MATTEOTTI. Io posso documentare e sone nuove e indipendenti, ]e • quali, non
far nomi. essendo credute socialisti, si sono sottratte al
In altri luoghi invece furono incettati controllo e hanno esercitato il loro diritto
i certificati elettorali, metodo che in realtà liberamente.
Atti Parlamentari — 64 — Camera dei Deputati
LEGISLATURA XXVH — la SESSIONE — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 30 MAGGIO 1924

A queste nuove forze che manifestano mondo non sa reggersi da sè e deve, essere
la reazione della nuova Italia contro l'op- governato con la forza. Molto danno avevano
pressione del nuovo regime, noi mandiamo fatto le dominazioni straniere. Ma il
il nostro ringraziamento. (Applausi all'estre- nostro popolo stava risollevandosi' ed edu-
ma, sinistra — Rumori dalle altre parti della candosi, anche con l'opera nostra.
Camera). Voi volete ricacciarci indietro. Noi difen-
Per tutte queste ragióni, e per le altre diamo la libera sovranità del popolo ita-
che' di fronte alle vostre rumorose solleci- liano al quale mandiamo il più alto saluto e
tazioni rinunzio a svolgere, ma che voi ben crediamo di rivendicarne la dignità, doman-
conoscete perchè ciascuno di voi ne è stato dando il rinvio delle elezioni inficiate dalla
testimonio per lo meno (Rumori) ...per que- violenza alla Giunta delle elezioni. (Applausi
ste ragioni noi domandiamo l'annullamento all' estrema sinistra — Vivi rumori).
in blocco della elezione di maggioranza. PRESIDENTE. Ha facoltà di parlare
Voei alla destra. Accettiamo ! (Vivi ap- l'onorevole presidente della Giunta delle
plausi a destra e al centro). elezioni.
MATTEOTTI. Riconosciamo che i ri- CASERTANO, presidente della Giunta
corsi non potevano, per la stessa esistenza delle elezioni. La Giunta delle elezioni do-
del regime di violenza, essere documentati. manda alla Camera di respingere la propo-
Ma è appunto una investigazione che solo sta dell'onorevole Matteotti; ed ha la co-
la Giunta nella sua discrezione, nella sua scienza di fare questa richiesta con piena
coscienza potrebbe compiere, investigando sincerità e lealtà di intenti.
da per tutto, in ogni documento, luogo per Le proposte odierne della Giunta ven-
luogo. gono dinanzi alla Camera ad unanimità di
Noi domandiamo che sia compiuto tale voti, compresi quelli dei rappresentanti dei
esame, domandiamo alla Giunta che essa partiti contrari, (Commenti) compreso il
investighi sui metodi usati in quasi tutta voto del rappresentante del Partito del-
Italia. l'onorevole Matteotti. (Commenti). La diffe-
È un dovere e un diritto, senza il quale renza tra noi e il rappresentante del Partito
non esiste sovranità popolare. Noi sentiamo dell'onorevole Matteotti, quando noi desi-
tutto il male che all'Italia apporta il sistema derammo la discussione in merito, fu questa.
della* violenza; abbiamo lungamente scon- Egli proponeva il rigetto perchè vari reclami
tato anche noi pur minori e occasionali ec- non avevano nessun documento, noi pro-
cessi dei nostri. Ma appunto per ciò, noi do- ponevamo il rigetto in merito, perchè vole-
mandiamo alla maggioranza che essa ritorni vamo discutere anche nel merito; ma tutti
all'osservanza del diritto. (Rumori — Inter- fummo d'accordo nel rigetto dei reclami.
ruzioni — Apostrofi dal centro). E notate quale procedura leale, oso dire
Voi che oggi avete in mano il potere generosa, verso la .minoranza fu da noi os-
e la forza, voi che vantate la vostra potenza, servata. (Commenti all'estrema sinistra).
dovreste meglio di tutti gli altri essere in La legge stabilisce che la lista la quale
grado di fare osservare la legge da parte abbia conquistato il quorum del 25 per cento,
di tutti. (Interruzioni a destra). debba ritenersi tutta eletta, sicché l'indagine
Voci a destra. E la rivoluzione dov'è ? assorbente, sostanziale era di vedere se
MATTEOTTI. Voi dichiarate ogni giorno la lista nazionale avesse raggiunto il quorum.
di volere ristabilire l'autorità dello Stato e Si constatò che la lista nazionale non il
della legge. Fatelo, se siete ancora in tempo; 25, ma il 55 per cento aveva raggiunto; la
altrimenti voi sì, veramente rovinate quella conseguenza era questa, che la lista dovesse
che è l'intima essenza, la ragione morale essere tutta proclamata. Ma noi non ci atte-
della Nazione. Non continuate più' oltre a nemmo afe questa conclusione; noi, verificata
tenere-la Nazione divisa in padroni e sud- la formalità del raggiungimento del quorum,.
diti, poiché questo sistema certamente pro- volemmo discutere tutti i reclami, anche
voca la licenza e la rivolta. quelli che erano stati presentati alla Corte
di appello di Roma, ma che non erano stati
Se invece la libertà - è data, ci possono riprodotti
essere errori, eccessi momentanei, ma il elezioni. Ladinanzi a questa Giunta delle
legge prescrive che i reclami
popolo italiano, come ogni altro, ha dimo- siano portati dentro
strato, di saperseli correggere da se mede- dalla proclamazione.il termine Ebbene
di venti giorni
affermo che
simo. (Interruzioni a destra). contro la lista nazionale non sono stati por-
Noi deploriamo invece che si voglia tati reclami.
dimostrare che solo il nostro popolo nel
Atti Parlamentari — 65 - Camere dei Deputati

LEGISLATURA XXVII — l a SESSIONE — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 3 0 MAGGIO 1924

Furonojpresentati dei reclami alla Corte diritto di cittadino e di elettore, avesse


di appella di Roma: ed ecco la natura di que- avanzato e documentato i suoi reclami.
sti reclami, che abbiamo discusso, mentre M A T T E O T T I . Ci sono, ci sono !
potevamo rigettarli in rito, e sebbene nes- C A S E R T A N O , presidente della Giunta
suno di questi reclami avesse con sè un Cencio delle elezioni. Io affermo che non ci sono.
qualsiasi di documentazione. Ella è venuto soltanto oggi a spifferare una
Ci f u un solo reclamo per tutta l'Italia certa serie di circostanze escogitate da tempo,
del Partito socialista comunista, generico: ma che la Giunta ignora. Se ella si fosse av-
domandiamo che le elezioni in tutta Italia valso del diritto, che le deriva dalla legge,
siano annullate per brogli, corruzioni, vio- di presentare reclami o di farli presentare, la
lenze, invasione delle cabine, ecc. Tutte Giunta li avrebbe tenuti nel debito conto.
queste parole, però, non avevano, non dico Probabilmente avrebbe dovuto respingere
una documentazione, ma neppure la specifi- anche i suoi {Commenti), ma sempre dopo
cazione di un solo fatto concreto... ' indagini coscienziose. {Applausi).
M A T T E O T T I . Questo c'è. {Rumori). Discuteremo con eguale tranquillità e
C A S E R T A N O - presidente della Giunta serenità delle liste di minoranza, dove abbon-
dzlle elezioni. ...che avesse potuto richiamare dano i reclami, ma sono reclami individuali
la nostra attenzione e fosse un reclamo di di un candidato contro l'altro, {Si ride) che
tal genere da scrollare la validità della lista non si riferiscoQO alla lista di maggioranza.
nazionale, ossia da impedire che la lista n a : Per queste ragioni, la Giunta è convinta
zionale avesse raggiunto il quorum per es- di avere esercitato il suo dovere con molta
sere preso in considerazione. Con tutto Ciò generosità è nobiltà, {Commenti) come gli
la Giunta discusse quel reclamo vano, in- stessi componenti della minoranza possono
concludente, non documentato, e lo rigettò attestare, e con equità verso i componenti
con votazione per appello nominale. {Ap- la maggioranza, anchè verso di quelli di cui
provazioni). le elezioni abbiamo dovuto discutere e di cui
Y i era un altro reclamo del partito popo- oggi stesso abbiamo proposto la convalida alla
lare, contenuto in otto righe, uguale in Camera. Pertanto la proposta dell'onorevole
tutta Italia, presentato in tutte le circo- Matteotti credo debba essere respinta. ( Vivi
scrizioni: evidentemente una protesta unica, applausi — Commenti all' estrema sinistra).
generale, scritta a Roma e diramata da P R E S I D E N T E . Ha facoltà di parlare
per tutto. L a Giunta la discusse e non cre- l'onorevole Giunta.
dette di poterla accogliere. G I U N T A . Onorevoli colleghi della mag-
Malgrado ciò, e qui prego di notare non k gioranza, (Commenti) non avrei domandato la
dico la diligenza, ma anche l'estrema gene- ' .parola in difesa dell'operato della Giunta delle
rosità della Giunta, questa non procedette, elezioni, perchè essa non ne ha assoluta-
malgrado il rigetto dei reclami, alla proposta mente bisogno, se le intemperanze del-
di convalida che viene oggi davanti alla l'onorevole Matteotti - io le chiamerei
(Camera. L a Giunta cominciò a discutere, impudenze - {Approvazioni a destra) non
nome per nome, la condizione di capacità avessero suscitato in molti di voi, giovani
degli eletti della lista nazionale, arrivando compagni della gloriosa falange, una giusta
a queste conclusioni che per tre ha sospeso ira e una giusta protesta.
ogni proposta di convalida, per un cen- E non vi meravigli che lo squadrista
tinaio circa non ha provveduto; e quelli della prima ora, ed anche lo squadrista del
oggi proposti per la convalida sono stati Parlamento, perchè io non mi pento neppure
scrutinati nome per nome, anche tenendo di qualche mio gesto, troppo audace se-
presenti i reclami delle singole circoscri- condo qualcuno {Approvazioni), non vi stu-
zioni per vedere se vi fossero proposte o pisca Se lo squadrista di ieri, ha dimostrato
reclami che potessero in qualche modo tur- oggi più di una volta, non di prendere la
bare la validità dell'intera lista. (Interru- difesa di quella gente là {Indicando Vestrema
zioni del deputato Modigliani — Rumori). sinistra), ma di calmare un po' i vostri
Talché tutti i fatterelli, gli episodi, le spiriti ardenti, perchè non bisogna pre-
circostanze di cui l'onorevole Matteotti ha starsi al giuoco dell'opposizione che va
intessuto il suo discorso, non potevano dall'onorevole Amendola all'onorevole Mat-
essere presi in nessuna considerazione, per teotti. (Approvazioni).
la sola circostanza che essi erano ignorati Tina voce dalla destra. Fronte unico !
dalla Giunta. Meglio sarebbe stato se l'ono- G I U N T A . Fronte unico per cui dal
revole Matteotti, facendosi forte del suo trincerone di Montecitorio si vorrebbe resu-
7,
Atti Parlamevtari — 66 — Camera dei Deputati

LEGISLATURA XXVH — l a SESSIONE — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 3 0 MAGGIO 1924

scitare nei focolari spenti nell'interno del che si è allontanato dall'Aula parlamentare
Paese qualche pallida fiammella. Ma non in segno di protesta, perchè le elezioni del
ve lo permetteremo, e non saremo così 1919 le abbiamo fatte anche noi. Non era-
stolti da prestarci al vostro giuoco. {Appro- vamo allora candidati, eravamo semplici
vazioni). Non quindi con l'interruzione troppo sognatori forse di quella grande idea che si
rumorosa nè troppo violenta noi possiamo è poi maturata.
mettere a posto quella masnada di uomini... Amico Bolzon, prima ancora delle ele-
(Vivaci proteste all'estrema sinistra — Vivi zioni del 1919 noi abbiamo provato sulle
applausi da altri banchi — Scambio di apo- piazze quella che era la ferocia della tep-
strofi e di invettive — Molti deputati scen- paglia capitanata da quella gente. Ci ricor-
dono nelVemiciclo — Tumulto — La seduta diamo quando nel '18 in licenza di guerra
è sospesa). nelle piazze di Firenze io e te, con quattro
(La seduta è ripresa alle 17.10). mutilati, abbiamo affrontato duemila ener-
(Quando il Presidente sale al suo seggio è gumeni che caldeggiavano la pace per forza
a vantaggio della Germania. (Applausi).
salutato da applausi).
E ci ricordiamo quando nel 1919 io ed al-
P R E S I D E N T E . Onorevoli deputati, pren- tri pochi insieme con Marinelli, con Giuseppe
dano i loro posti. Meoni, insieme con tuo fratello, onorevole Les-
Onorevoli deputati, ciò che è avvenuto sona, siamo andati a Prato per tenere un co-
è la prova migliore che non vi è altro mezzo mizio e siamo stati affrontati da tutta la città
di far funzionare il Parlamento se non usare ubriaca, preparata avvedutamente da tutta
la massima temperanza di modi, di linguaggio quella gente che insinua nell'animo del po-
e la massima misura in ogni manifestazione. polo il senso della viltà e della ribellione, e
( Vivi applausi) non ha il coraggio di capitanarla. Ed a Prato
Invito l'onorevole Giunta a proseguire non abbiamo potuto parlare e abbiamo do-
il suo discorso. (Rumori all'estrema sinistra — vuto metterci in salvo con le rivoltelle spia-
Molti deputati all'estrema sinistra„ escono nate in una ritirata tragica, fuggendo, na-
dall'Aula — Rumori e apostrofi da altri scondendoci, correndo via su delle macchine
banchi). rombanti e veloci; e lungo la strada, da Prato
GIUNTA. Sono leggermente dispiacente a Firenze, avvertita da staffette tipo pro-
di aver procurato al Presidente della Camera cesso di Empoli, da tutte le strade la gente
e a voi questo incidente; però da un lato me veniva per colpirci ed ammazzarci. ( Vivis-
ne compiaccio, perchè mi accorgo che la simi applausi). Questa è la verità !
sensibilità dell'estrema sinistra va alquanto E ricordiamo anche quando in certi paesi
sviluppandosi e riprendendo. D'altra parte della Romagna toscana, entrando sempre in
nel definire il connubio Matteotti, Amendola,- un gruppo di pochi audaci nelle sale dei co-
Bencivenga, questo illustre generale dell'e- mizi elettorali, dovevamo difenderci con le
sercito che qualcuno dovrà mettere a posto, unghie e coi denti da tutti coloro che, aiz-
io non ho saputo trovare, nel florilegio degli zati, sempre si scagliavano contro di noi.
insulti che l'estrema sinistra ha vomitato (Applausi).
sempre contro di noi, una parola migliore Ed i brogli elettorali che ci vengono rimpro-
di quella che ho usato. Perchè se prima vi verati Ma ricordate i sistemi adoperati nel
facevo preghiera di temperanza, non è che periodo Miti-Modigliani ! Sono sistemi che
io abbia dimenticato, come non hanno dimen- fanno vergogna a tutta una civiltà, a tutto
ticato uomini più anziani di me, da Sua un popolo in un certo momento storico. Vor-
Eccellenza Salandra all'onorevole De Capi- rei che l'onorevole Amendola e l'onorevole
tani, che da lungo tempo siedono coraggio- Modigliani fossero qui presenti per sentire
samente ai banchi dell'estrema destra. cosa potrebbero opporre a queste verità di
Quando l'onorevole Matteotti osava im- fatti che noi potremmo documentare, quando
pugnare il formidabile atto plebiscitario non soltanto vi erano nel '19 i seguaci di
costituito dalle elezioni fasciste, cercando di un partito politico,, ma ci si serviva anche
insinuare senza elementi di fatto che vi delle forze armate dello Stato. Bisognava
sono corruzioni o violenze, egli offendeva vedere le guardie regie di buona e venerata
gravemente, non soltanto il governo fascista, memoria, che si scagliavano ad impedire i
non soltanto la maggioranza e il partito, legittimi diritti della libertà!
ma offendeva profondamente tutto il popolo Noi possiamo invece dire, e con cogni-
italiano. (Applausi). Io ho compreso per- zione di causa, perchè abbiamo avuto l'onore
fettamente il gesto di quel nostro collega di guidare il partito fascista nella grande
Atti Parlamentari - 67 — Camera dei Deputati

LEGISLATURA XXVH — I a SESSIONE — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 8 0 MAGGIO 1924

lotta elettorale, noi possiamo dire e documen- Quando si impugna il risultato della
tare che abbiamo dato tassativi ordini al lotta elettorale con quella ironia, con quella
partito di lasciare il più che fosse possibile impudenza, quale ha avuto or ora il suo
libertà agli avversari, perchè sapevamo quale esempio nell'onorevole Matteotti, che è stato
era la nostra forza, perchè avevamo fatto il campione... io non so, non voglio dire
i conti prima, perchè i deputati della mag- altra parola, per non turbare quello spirito
gioranza erano già eletti quando noi della di serenità che vogliamo introdurre qui, ma
Pentarchia portammo le liste alla revisione che è stato il rappresentante tipico, insomma,
di Sua Eccellenza il Precidente, perchè in degli anni del disfattismo, degli anni della
ogni provincia noi abbiamo i nostri reggi- corruzione più terribile, degli anni della
menti, le nostre legioni, le nostre masse disci- violenza più brutale, allora noi abbiamo il
plinate che hanno risposto, e perchè c'è. il diritto di dire una parola forte di ribellione.
consenso formidabile di tutto il popolo E non si scandalizzino troppo tutti quelli
italiano (Applausi), quel consenso che sol- che ora sono usciti, se la parola masnada è
tanto i ciechi ed i malvagi tipo Amendola e forse un po' più forte della parola scherani,
tipo Matteotti, gente in mala fede, continua- della parola venduti, delle parole carne
mente in mala fede... venduta, cioè di tutto il vocabolario che,
P R E S I D E N T E . Onorevole Giunta, la insieme ai pugni di soldi e agli sputi volgari
prego di usare un linguaggio... ci venivano lanciati nelle piazze e anche qui
G I U N T A . . . non hanno visto, quando a nell'Aula. (Vivi applausi).
più riprese sia nelle sagre del fascismo, sia Or dunque, onorevoli colleghi, questo è
quando il Presidente attraversava l'intera stato il motivo per cui io ho voluto, anziché
Italia, tutto il popolo accorreva dalla città interrompere violentemente, ribattere colpo
e dai villaggi, come a vedere il suo salva- per colpo ciò che ha detto il rappresentante
tore, o nella sua persona, o nella idea che di quella parte della Camera.
egli impersonava. (Applausi vivissimi — E questo sopratutto perchè quella gente,
Grida di: Viva Mussolini — Gli onorevoli che non ebbe il coraggio di scendere nelle
deputati sorgono in piedi). piazze a guidare le sue falangi, (Approva-
Noi potremmo.fare oggi una lunga elenca- zioni) e che non vi tornerà neanche do-
zione delle malefatte di quei partiti che hanno mani, a santificare con un gesto di sacri-
tenuto il potere negli anni del dopo guerra. ficio la causa che dice della libertà e
Perchè per tutti i mali di carattere listaiuolo della legalità, (Vivissime approvazioni) è
elettorale, che formano oggetto dell'attuale bene che nell'Aula parlamentare non faccia
discussione, noi potremmo ricacciare in troppo la voce grossa, non dica parole che
gola a quella gente tutti i mali infiniti, ed possano essere prese sul serio, fuori, da tutti
ancora insanabili, che essi hanno fatto al coloro che ormai sono sconcertati e non se-
nostro Paese, sia all'interno che all'estero. guono e non vogliono più seguire certe pre-
Solamente oggi si comincia a respirare, sol- messe e certe ideologie.
tanto oggi il grande medico ha rimesso l'am- Ed ho voluto dir questo, ho voluto affer-
malato in grado di camminare e di reggersi, marlo anche in assenza della parte più inte-
e, lentamente, di riprendere anche il suo ressata, perchè il Paese sappia che ora
posto nella storia del continente europeo. per ora, parola per parola, discorso per di-
Ora¿ questa gente, che fa parte della scorso siamo qui pronti a discutere, con
minoranza parlamentare,1! deve persuadersi qualunque forma, ma non siamo disposti
che, quando un uomo del mio temperamento nè oggi nè mai a continuare a sentire in-
è disposto a lasciarli parlare, non bisogna famare il nostro movimento, il nostro par-
abusar troppo; quando un uomo del mio tito, il risultato della nostra lotta, perchè
temperamento, che crede di rappresentare tutto questo fa parte del nostro patrimonio
in fondo degnamente lo spirito dei x suoi morale e spirituale, fa parte di tutta la no-
colleglli, (Applausi) dice che vogliamo il stra vita, e non possiamo abdicarvi nè ora
Parlamento, che vogliamo che funzioni, che nè mai. (Vivissimi applausi — Molte con-
vogliamo nobilitarlo, che vogliamo resti- gratulazioni).
tuirgli la sua dignità e la sua forza, perchè
siamo convinti che possa rendere ancora dei Presentazione di disegni di legge.
servigi alla causa del Paese, non bisogna che
dalla parte di là si sghignazzi e si continui P R E S I D E N T E . L'onorevole ministro del
a fare della speculazione. (Vive approva- la marina ha facoltà di parlare per presen-
zioni) . tare alcuni disegni di legge.
Atti parlamentari — 68 - Camera dei Deputati
LEGISLATURA! xxvn — l a SESSIONE — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 30 MAGGIO 1924
T H A O I DI REVEL, ministro della ma- Ci sia consentito di dire che la gravità
rina. Mi onoro di presentare alla Camera i dell'incidente testé avvenuto deriva anche
seguenti disegni di legge: dal fatto che il collega Giunta ricopre una
Regio decreto-legge 12 novembre 1921, carica altissima in questa Camera, e che
n. 1603, relativo alle pensioni ed agli inden- qualunque sia la valutazione politica che
nizzi di licenziamento per gli operai della si possa fare dei gruppi di opposizione ai
guerra e della marina eliminati entro il 30 quali egli alludeva, e con cui noi non abbiamo
giugno 1922; (16) comunanza di direttive politiche, perchè
Eegio decreto-legge 9 marzo 1924, teniamo a mantenere la nostra autonomia e
n. 417, concernente inscrizione, esami e la nostra fìsonomia, qualunque sia la valu-
disciplina nei Regi istituti nautici. (17) tazione politica che si possa fare, non può
P R E S I D E N T E . Do atto all'onorevoie nè deve essere ammesso che questa valu-
ministro della marina della presentazione tazione degeneri in giudizi ed in apostrofi
di questi disegni di legge che saranno tra- ingiuriose che noi chiediamo alla energia e
smessi agli uffici. alla sagacia del Presidente della Camera di
reprimere assai più severamente, assai più
Si riprende la discussione sulla verifica prontamente. Altrimenti noi non ci sentiamo
dei poteri. veramente liberi come vogliamo, come ab-
biamo il diritto di essere, nel doveroso adem-
GRONCHI. Domando di parlare. pimento del nostro mandato, noi che non
FARINACCI. Per la solita dichiarazione. abbiamo voluto dare a voi, enorme maggio-
GRONCHI. Debbo insistere nella mia ranza, nessun pretesto di accusarci di ostru-
richiesta di parlare per una breve dichia- zionismi, noi che in questa stessa discus-
razione (non già per la « solita » dichiara- sione non abbiamo voluto ricordare le vio-
zione, collega Farinacci) anche perchè mi è lenze che colpirono i nostri durante la cam-
sembrato, malgrado la deferenza che ab- pagna elettorale, riservandoci di farne una
biamo per il Presidente, che egli volesse più alta considerazione politica nelle pros-
continuare nei lavori con procedimento, sime discussioni, noi che anche in questo
direi, di ordinaria amministrazione, svalu- caso, come sempre, abbiamo inteso dar
tando soverchiamente l'incidente testé avve- prova di serietà e di serenità !
nuto nell'Aula.> Ci secondi la Presidenza della Camera !
L'onorevole Presidente ed i colleghi Ci secondi la maggioranza col suo senso di
consentano di parlarne a noi, che siamo, responsabilità e non ci ponga in condizione
anche in questo caso, i più sereni e spassio- di sentirci qua dentro dei tollerati dalla
nati, anche per una ragione che si riferisce altrui generosità, perchè il giorno in cui tali
a quel passato a cui l'onorevole Giunta con ci sentissimo noi comprenderemmo che il
abilità, e con la foga propria del suo tempe- nostro posto di fronte al Paese non potrebbe
ramento si è riferito. essere più qui. (Approvazioni — Commenti).
Perchè io non avrei qui se non da sce- P R E S I D E N T E . Onorevole Gronchi, se
gliere a easo colleghi vicini per ricordare ella ha inteso di fare una esortazione obbiet-
l'onorevole Milani aggredito a Bologna, io tiva alla temperanza della forma ed anche,
stesso inseguito per le strade della Marem- aggiungo io, della sostanza, poiché c'è una
ma, l'onorevole Milani colpito mentre teneva temperanza di sostanza la quale vale ogni
un comizio, l'onorevole Mauri qui nell'Aula temperanza di forma (Approvazioni), io non
stessa nel 1919; per dire come nessuno meglio posso che consentire in questa esortazione.
di noi ha potuto con pieno diritto deplorare E non è la prima volta che un rilievo simile
le violenze, fuori nelle piazze e perfino in io faccio. Se, invece, ella avesse inteso di muo-
quest'Aula. vermi appunto per quanto teste è accaduto,
Ma gli episodi del passato non giustifi- io dovrei, con franchezza e con lealtà, respin-
cherebbero in alcun modo che qui si dovesse gere recisamente questo suo apprezzamento.
riaccendere l'atmosfera arroventata, che ha (Vivi applausi — Commenti a sinistra).
impedito non soltanto un profìcuo lavoro Molte voci. Chiusura ! chiusura !
legislativo ma ha dato al Paese lo spetta- P R E S I D E N T E . È stata chiesta la chiu-
colo di una Camera che sostituiva alla di- sura. Domando se sia appoggiata.
scussione alta e serena l'azione diretta e (È appoggiata).
violenta degli odi e dei rancori che deve
essere la più lontana ed estranea ai proce- Essendo appoggiata, la metto a partito.
dimenti da adoperare qui dentro. (È approvata).
Atti parlamentari — 69 — Camera dei Deputati

LEGISLATURA] XXVII — l a SESSIONE — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 8 0 MAGGIO 1924

Adesso metterò ai voti la proposta degli Bagnasco — Baiocchi — Baistrocchi — Bal-


onorevoli Labriola, Matteotti e Presutti per bo —- Banelli — Baragiola — Barattolo — Bar-
il rinvio alla Giunta delle elezioni delle con- baro — Barbieliini-Amidei — Barbieri — Bar-
valide proposte. duzzi •— Barnaba — Bartolomei -— Bastianini
Su questa proposta è stata presentata — Bavaro — Belloni Ernesto — Belluzzo —
domanda di appello nominale dagli onore- Benassi — Beneduce —- Bennati — Benni —
voli Modigliani, Turati, Romita, Gonzales, Bertacchi — Biagi — Biancardi — Bianchi
Rossi, Amendola ed altri. Sono presenti % Fausto — Bianchi Michele — Bigliardi •— Bi~
L'onorevole Turati non è presente... lucaglia — Blanc — Bodrero — Boeri — Bordo
L A B R I O L A . I campanelli non hanno — Bolzon — Bonaiuto — Boncompagni-Ludo-
annunziato che ci fosse una votazione. visi — Bono — Bordello — Bottai — Brescia
P R E S I D E N T E . Ad ogni modo sono pre- Edoardo —- Bresciani Bruno — Broccardi -—
senti gli altri firmatari della domanda di Buronzo — Buttafochi.
appello nominale. Calore — Canelli — Canovai — Cantalupo
Si procederà dunque alla votazione per — Caprice — Caprino — Carboni — Coriolato
appello nominale. — Carnazza Carlo — Cartoni — Carusi — Ca-
Il Governo ha dichiarato di astenersi. sagrande di Villaviera —- Casertano — Catalani
Estrarrò a sorte il nome dal quale co- — Cavalieri — Cavazzoni -— Ceri — Celesia
mincerà la chiama. di Vegliasco — Cerri — Chiarini — Chiostri —
{Fa il sorteggio). Cian Vittorio — Ciardi — Ciarlantini — Ci-
moroni •— Colucci — Cristini — Crollalanza —
Comincerà dall'onorevole Mrach. Cucco — Cucini.
Coloro i quali approvano la proposta di D'Alessio Francesco — D'Alessio Nicola —
rinvio degli atti alla Giunta, proposta f a t t a D'Àyala — De Capitani d'Arzago — De Colli-
dagli onorevoli Labriola, Matteotti e Pre- bus — De Cristoforo — De Grecis — Del Croix
sutti, risponderanno sì, òoloro i quali non — De Nobili — De Simone — Di Marzo — Do-
l'approvano risponderanno no. negani — Ducos — Dudan.
Si faccia la chiama. Fabbrici — Farinacci — Fazio — Fedele —;
TOSTI D I VALMINUTA, segretario, fa Fontana — Forni Roberto —- Fragapane —
la chiama. Franco.
Hanno risposto Sì: Gabbi — Gai Silvio — Galeazzo — Gallo —
Gangitano — Gargiolli — Gasparotto — Gatti
Agnini — Alfani — Amedeo — Amendola. — Gemelli — Genovesi — Gentile — Geremicca,
Bacci — Bencivenga — Bendini — Berlin- — Gianferrari — Giolitti — Giovannini — Giug-
guer — Bocconi. liano — Giunta — Grassi-Voces — Greco —
Caldara — Canepa — Casalini Giulio — Ca- Guàccero — Guidi-Buffarini.
vina — Colonna di Cesarò — Conca — Conti — Igliori —- Imberti — Insabato.
Cosattini. Joele — Josa — Jung.
D'Amen — Del Bello. La Bella — Lanfranconi — Lanza di Scalea
Fabbri — Fortichiari. — Lanza di Trabìa — Lanzillo — Larussa •—
Galeno — Gallani — Gennari — Giuffrida Leicht — Leonardi — Leone Leone — Leoni
— Gonzales — Grossi — Guarino-Amelia — Antonio — Lessona — Limongelli — Lipani —
Gullo. Locatelli — Lo Monte — Lunelli.
Labriola -— Lazzari — Lo Sardo — Lussu. Maccotta — Madia — Maffei — Maggi —
Macrelli — Mancini — Mastino — Matteot- Magrini — Majorana — Mammalella — Mana-
ti —- Mazzoni — Modigliani — Molinelli — Mor- resi — Mandragora — Manfredi — Mantovani
gari. — Marani — Maraviglia — Marquet — Mar-
Nasi — Nobili — Noseda. telli — Martire — Mattei-Gentili — Mazzini —
Picelli -— Pili — Prampòlini — Presutti. Mazzolini — Mazzucco — Mecco — Meriano —
Romita — Rossi Francesco. Mesolella — Messedaglia — Miari — Milani
Saitta — Siotto. Giovanni — Miliani G. Battista — Mongiò —
Treves — Turati Filippo. Moreno — Moretti — Motta — Mrach — Mo-
Velia — Viotto — Volpi Giulio. scatello — Muzzarini.
Negrini — Netti.
Hanno risposto No:
Olivetti — Olivi — Olmo — Orefici — Orso-
Abisso — Adinolfì — Alberti — Albicini — lini Cencelli.
Aldi-Mai — Alfieri — Amicucci — Antonelli Pace — Pala — Palma — Palmisano — Pa-
— Armato — Arnoni — Arrivabene Giberto. nunzio — Pavoncelli — Pedrazzi — Peglion —
Atti Parlamentari - 70 — Camera dei Deputati

LEGISLATURA* XXVII — l a SESSIONE — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 3 0 MAGGIO 1924'

Pellanda — Pellizzari — Pennavaria — Pen- Grancelli.


nisi di S. Margherita — Perna — Piccinato — Lantini.
Pierazzi — Pirrone— Pisenti —- Poggi — Po- Marzotto — Maury —- Mazza de' Piccioli —
verelli — Ponzio di S. Sebastiano — Postiglione Merizzi — Morelli Eugenio.
— Preda — Prinetti — Putzolu. Orano.
Quilico. De David.
Racheli — Raggio — Ranieri — Rebora — Sarrocchi — Severini.
Renda — Restivo — Riccardi —• Ricchioni — Turati Augusto.
Ricci Renato — Riccio Vincenzo — Riolo — Ro- Vicini.
manini —- Romano Michele — Romano Rugge-
ro — Rosboch — Rossi Cesare — Rossi Pier Sono ammalati:
Benvenuto — Rossi-Passavanti — Rossini —
Rossoni — Rotigliano — Rubino — Russo Gioac- Cappa Innocenzo — Casalicchio.
chino — Russo Luigi. Gnocchi.
Salandra — Salerno — Salvi — Sandrini — Lombardi Nicola.
Sanna — Sansanelli — Sansone — Savelli — Siciliani.
Savini — Schirone — Scialoja — Scorza — Se-
rena — Sipari — Soleri — Solmi — Spezzotti Assenti per ufficio pubblico:
— Spinelli Domenico — Starace — Suardo —
Suvich.- Caccianiga — Ceserani — Chiarelli,
Teruzzi — Terzaghi — Tòfani — Torre An- Mariotti.
drea — Torre Edoardo — Torrusio — Tosi :— Nunziante.
Tosti di Valminuta — Tovini — Trigona — Zugni.
Tròilo — Tumedei.
Ungaro. P R E S I D E N T E . Dichiaro chiusa la vo-
Vaccari — Vacchelli — Valéry — Venino — tazione ed invito gli onorevoli segretari a
Ventrella Almerigo — Ventrella Tommaso — numerati i voti.
Verdi — Viale — Viola — Volpe Gioacchino. (Gli onorevoli segretari numerano i voti).
Zaccaria — Zancani.
Comunico alla Camera il risultato della
Sì astengono: votazione nominale sulla proposta dei de-
putati Labriola, Matteotti, e Presutti per il
Acerbo. rinvio degli atti alla Giunta delle elezioni:
Boggiano-Pico — Bonardi — Borin — Bra-
schi — Buratti. Presenti e votanti . . . . . 384
Caradonna — Carnazza Gabriello — Ciano Astenuti . . . . . . . . . . 42
Costanzo — Cingolani — Corini. Maggioranza 172
Delitala — De Stefani — Di Fausto — Di Risposero Sì 57
Giorgio. Risposero Fo 285
Fantoni — Federzoni — Finzi — Forni Ce- (La Camera non approva).
sare — Fulci..
-Gilardoni — Grandi Achille — Gronchi — Do atto alla Giunta della sua comuni-
Guarienti. cazione e, salvo i casi di incompatibilità pree-
Jacini. sistenti e non conosciuti sino a questo mo-
La Rosa — Lissia — Longinotti — Lupi. mento, dichiaro convalidate le elezioni indi-
Marchi Giovanni — Mauri Angelo — Mer- cate nella comunicazione stessa.
lin — Milani Fulvio — Mussolini.
Ovi-glio.
Raschi — Rodino. Presentazione di disegni di legge.
Sardi — Serpieri.
Termini — Tupini. MUSSOLINI, presidente del Consiglio dei
Uberti. • ministri, ministro dell'interno e ad interim
degli affari esteri. Chiedo di parlare.
Sono in congedo : P R E S I D E N T E . Ne ha facoltà.
MUSSOLINI, presidente del Consiglio dei
Bassi — Bisi — Bresciani Carlo. ministri, ministro dell'interno e ad interim
Capanni. degli affari esteri. Mi onoro di presentare alla
De Martino. Camera i seguenti disegni di legge:
Atti Parlamentari — 71 — Camera dei Deputati

LEGISLATURA XXVII — l a SESSIONE — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 3 0 MAGGIO 1924

Conversione in legge del Regio decreto- zione e il perfezionamento del sistema metrico
legge 25 novembre 1919, n. 2419 (proroga del 6 ottobre 1921) (31);
mediante scambio di note di alcuni t r a t t a t i Conversione in legge del Regio decreto-
di commercio) (18); legge 28 novembre 1923, n. 2561 (messa in
Conversione in legge dei Regi decreti- esecuzione della convenzione di commercio
legge che rispettivamente approvano e met- e di navigazione con la Spagna del 15 novem-
t o n o in esecuzione i t r a t t a t i di pace di bre 1923) (32);
Versaglia, di Trianon e di ìseuilly sur Conversione in legge del Regio decreto-
Seine (19); legge 9 novembre 1923, n. 3149 (estensione
Conversione in legge del Begio decreto- agli Istituti religiosi all'estero delle facili-
legge 7 giugno 1920, n, 860 (messa in ese- tazioni concesse dalla legge sull'emigrazione
cuzione della convenzione monetaria addi- agli allievi missionari) (33);
zionale del 15 marzo 1920) (20); Conversione in legge del Regio decreto-
Conversione in legge del Regio decreto- legge 13 dicembre 1923, n. 3150 (messa in
lette 16 aprile 1921, n. 1333 (approvazione esecuzione di tre convenzioni relative alle
dell'accordo con l'Egitto per la tassazione assicurazioni private, firmate a Roma il 6
degli spiriti) (21); aprile 1922) (34);
Conversione in legge del Regio decreto- Conversione in legge del Regio decreto-
lette 1° febbraio 1922, n. 162 (messa in ese- legge 13 dicembre 1923, n. 3236 (messa in
cuzione dell'accordo del 23 novembre 1921, esecuzione della convenzione 6 aprile 1922
per facilitare le relazioni postali (22); relativa agli investimenti in prestiti di guerra
Conversione in legge del Règio decreto- austriaco ed ungherese) (35);
legge 7 gennaio 1923, n. 193 (approvazione Conversione in legge del Regio decreto-
•della convenzione con la Svizzera per il legge 3154, del Regio decre.to-legge 3155 e
nuovo cavo telefonico del Sempione) (23); del Regio decreto-legge 3156, in data t u t t i
Conversione in legge del Regio decreto- 13 dicembre 1923, nonché del Regio decreto-
legge 7 gennaio 1923, n. 411 (garanzia al. legge 24 aprile 1924, n. (approvazione
prestito per la ricostruzione dell'Austria) (24); di otto convenzioni firmate a Roma il 6
Conversione in legge del Regio decreto- aprile 1922 in materia di debiti e crediti) (36);
legge 12 luglio 1923, n. 1816 (messa in ese- Conversione in legge del Regio decreto-
cuzione dell'accordo e della convenzione per legge n. 3183, del Regio decreto-legge n. 3238
la Sudbahn) (25); e del Regio decreto-legge 3239, in data t u t t i
Conversione in legge del Regio decreto- 13 dicembre 1923 (messa in esecuzione di
legge 17 dicembre 1922, n. 1678 (messa in sei convenzioni firmate a Roma il 6 aprile
esecuzione della convenzione con l'Albania 1922 e relative rispettivamente ai fidecom-
per lo scambio delle corrispondenze e dei messi, al ritiro dei crediti e depositi della
pacchi postali) (26); Cassa postale di Vienna, alle gestioni della
Conversione in legge dei Regio decreto- vecchia amministrazione postale austriaca e
legge 24 settembre 1923, n. 2323 (approva- degli Stati successori, alle pensioni provin-
zione di un emendamento all'articolo 6 del ciali e comunali ed alle pensioni che erano
patto della Società delle dazioni) (27); state assegnate dal cessato Governo del-
Conversione in legge del Regio decreto- l'Austria) (37);
legge 31 ottobre 1923, n. 2604 (messa in Conversione in legge del Regio decreto-
esecuzione della convenzione postale con legge 22 dicembre 1923, n. 3147 (messa in
•San Marino del 5 maggio 1923) (28); esecuzione dell'accordo con la Francia per
Conversione in legge del Regio decreto- regolare le questioni pendenti che concer-
legge 31 ottobre 1923, n. 2564 (messa in nono gli interessi francesi e quelli italiani
esecuzione dell'accordo per il rimborso delle in Africa) (38);
spese di occupazione degli Stati Uniti di Conversione in legge del Regio decreto-
America in Renania del 25 maggio 1923) (29); legge 31 gennaio 1924, n. 343 (approvazione
Conversione in legge del Regio decreto- •del T r a t t a t o di pace di Losanna e degli Atti
legge 31 ottobre 1923, n. 2603 (messa in ese- internazionali con esso connessi) (3-9);
cuzione dell'accordo con l'Austria per il Conversione in legge del Regio decreto-
trasferimento di sede delle società commer- legge 31 gennaio 1924, n. 490 (approvazione
ciali, firmato a Vienna il 16 luglio 1923 (30); della convenzione per la valutazione e la
Conversione in legge del Regio decreto- riparazione dei danni subiti in Turchia da
legge 21 ottobre 1923, n. 2495 (messa in privati cittadini degli Stati alleati, 23 novem-
«esecuzione della convenzione per la unifica- bre 1923) (40);
Atti Parlamentari — In- camera dei Deputati
LEGISLATURA) XXVII — l SESSIONE — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 3 0 MAGGIO 1 9 2 4
a

Approvazione dell'accorcio con il Eegno sommaria sul genere di questi decreti da


Serbo-Croato e Sloveno per la città di Fiume convertire in legge. Se fossero decreti già
e dei relativi annessi - 27 gennaio 1924; e superati nel tempo non vi sarebbe difficoltà,
conversione in legge del Eegio decreto-legge ma se sono decreti ancora in azione è tut-
22 febbraio 1924, n. 211) (41); t'altra cosa.
Conversione in legge del Eegio decreto- MUSSOLINI, presidente del Consiglia
legge 13 marzo 1924, n. 539 (messa in ese- dei ministri, ministro dell'interno e ad in-
cuzione dell'accordo con la Francia per il terim degli affari esteri. Chiedo di parlare.
regime doganale delle sete e delle seterie) (42); PEESIDENTE. Ne ha facoltà.
Conversione in legge del Eegio decreto- MUSSOLINI, presidente del Consiglio
legge 14 marzo 1924, n. 342 (messa in ese- dei ministri, ministro dell'interno e ad in-
cuzione del Trattato di commercio e della terim degli affari esteri. Credo che i decreti-
convenzione doganale della Bussia, entrambi legge da convertire in legge siano due o tremila:
in data 7 febbraio 1924) (43); non posso precisare esattamente la cifra, ma
Conversione in legge del Eegio decreto- è altissima. Ce ne sono alcuni del 1913 e ce
legge 15 marzo 1924, n. 361, e di quello di n'è uno, si dice, del 1853. {Commenti).
pari data n. 362 (approvazione e garanzia Vi sono dei decreti-legge che sono già
sussidiaria italiana all'accordo con la Polonia esauriti nel tempo, nella loro funzionalità e
per un prestito di 400 milioni di lire) (44); sviluppo, in tutto: altri sono di piccolissima
Conversione in legge del Eegio decreto- importanza, si tratta di variazioni di altre
legge 10 aprile 1924, n. 489 (messa in ese- leggi, ecc. Io propongo che tutti siano esami-
cuzione della convenzione con la Francia nati in blocco da una Commissione e appro-
per il seme bachi da seta del 10 aprile 1924) vati in blocco, altrimenti non ci libereremmo
(45); più da questo stock di lavoro arretrato.
Conversione in legge, con approvazione Viceversa ci sono dei decreti-legge sui
complessiva, di decreti luogotenenziali e quali io stesso chiedo la discussione della
Eegi aventi per oggetto argomenti diversi Camera. Quelli che ho letto poco fa, di or-
(46); dine internazionale, meritano veramente la
Conversione in legge del Eegio decreto- discussione e saranno discussi uno alla
legge 27 aprile 1924, n. 636, che disciplina volta.
le case da giuoco) (47); Quindi è inteso che sono divisi in due
Conversione in legge del Eegio decreto- categorie: una di secondaria importanza, e
legge 7 ottobre 1923, n. 2208, che reca di- questi vengono esaminati in blocco, gli
sposizioni per combattere l'alcoolismo (48); altri di maggiore importanza, e questi ven-
Conversione in legge del Eegio decreto- gono portati all'esame della Camera.
legge 24 settembre 1923, n. 2072, concernente MODIGLIANI. Se sono superati nel
le norme per l'uso della bandiera nazio- tempo allora siamo d'accordo.
nale (49). ACEEBO, sottosegretario di Stato per la
Propongo alla Camera che il disegno di Presidenza del Consiglio dei ministri. Non
legge per la conversione in legge complessiva tutti, non tutti.
di molti decreti-legge sia deferito ad una PEESIDENTE. La Commissione stessa
Commissione speciale di 9 membri da no- li esaminerà.
minarsi dal Presidente della Camera. Nessun altro chiedendo di parlare, metto
PEESIDENTE. Dò atto all'onorevole a ]3artito la proposta fatta dall'onorevole pre-
presidente del Consiglio della presentazione sidente del Consiglio di deferire l'esame di
dei disegni di legge ora indicati. questi disegni di legge ad una Commissione
Lo stesso onorevole presidente del Con- speciale di nove membri da nominarsi dal
siglio propone che l'esame del disegno di Presidente.
legge per la conversione in legge con ap- (È approvata).
provazione complessiva di decreti luogote-
nenziali e Eegi aventi per oggetto argomenti Mi riservo di annunziare alla fine della -
diversi sia deferita ad una Commissione spe- seduta i nomi dei membri della Commissione.
ciale di 9 membri da nominarsi dal Presi- L'onorevole ministro della giustizia ha^fa-
dente della Camera. coltà di parlare.
MODIGLIANI. Chiedo di parlare. OVIGLIO, ministro della giustizia e degli
PEESIDENTE. Ne ha facoltà. affari di culto. Ho l'onore di presentare alla
MODIGLIANI. Mi pare che sarebbe Camera un disegno di legge per la riabilita-
necessario avere almeno una indicazione zione degli invalidi di guerra.
Atti Parlamentari — In- camera dei Deputati
LEGISLATURA XXVII — l SESSIONE — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 3 0 MAGGIO 1 9 2 4
a

PRESIDENTE. Do atto all'onorevole Procediamo al sorteggio delle'Commis-


ministro della giustizia della presentazione sioni di scrutinio.
di questo disegno di legge che sarà tra- (Segue il sorteggio).
smesso agli Uffici.
DE' STEFANI, ministro delle finanze. La Commissione di scrutinio per la vota-
Chiedo di parlare. zione per la Giunta del bilancio risulta
PRESIDENTE. Ne hà facoltà. composta degli onorevoli: Mrach, Raggio,
DE' STEFANI, ministro della finanze. Amendola, Di Mirafiori Guerrieri, Bian-
Ho l'onore di presentare alla Camera le chi Vincenzo, Todeschini, Farina, Prinetti,
note di variazioni degli stati di previsione Matteotti, Facchinetti, Beloni E., Carnazza
dell'entrata e della spesa di vari Ministeri, Carlo.
per l'esercizio finanziario 1924-25. Quella per la Commissione per l'esame
Ho altresì l'onore di presentare alla Ca- dei trattati risulta, composta degli onore-
mera il disegno di legge per l'autorizzazione voli: Sanna, Banelli, Gabbi, Zugni, Pan-
dell'esercizio provvisorio degli stati di previ-nunzio, Lomonte Restivo, Rossi Pier Ben-
sione dell'entrata e della spesa per l'anno venuto, De Grecis, Guarino-Amelia.
finanziario 1924-25, fino a quando siano stati Quella per la Commissione delle peti-
approvati per legge. zioni risulta composta degli onorevoli: Car-
Chiedo che siano inviati alla Giunta del boni, Baldesi, Maccotta, Alberti, Josa, Do-
bilancio. negani, Rubilli, Vaccari, Labriola, Armato,
PRESIDENTE. Do atto all'onorevole Bennati, Leone Leone.
ministro delle finanze della presentazione di Quella per la Commissione per 1 esame
questi disegni di legge, che saranno trasmessi dei decreti registrati con riserva risulta com-
alla Giunta del bilancio. posta degli onorevoli: Micheli, De Capitani,
Tumedei, Gallani, Brescia Edoardo, Bene-
Annunzio di proposte di legge. duce, Trigona, Blanc, Caprino.
Quella per la Commissione di vigilanza
PRESIDENTE. Gli onorevoli deputati, , sulla biblioteca della Camera risulta com-
v Conti, Wilfan, Chiesa, Morea e Facchinetti posta degli onorevoli: Caprice, Magrini,
hanno presentato cinque proposte di legge. Luci, Nunziante, Cantalupo, De Martino,
Morea, Mariotti, Bergamo Mario.
Inversione dell'ordine del giorno. Prego gli scrutatori di non allontanarsi,
perchè dovranno fra poco procedere agli
PRESIDENTE. Ha chiesto di parlare scrutini.
l'onorevole D'Alessio Francesco. Ne ha fa- Si faccia la chiama.
coltà. BOTTAI, segretario, fa la chiama.
D'ALESSIO FRANCESCO. Propongo
una inversione dell'ordine del giorno, nel
senso che si faccia prima la votazione per Prendono parte alla votazione:
la nomina delle Commissioni, e poi il sor-
teggio degli Uffici. Abisso — Acerbo — Adinolfi -— Agnini —
PRESIDENTE. Poiché nessuno domanda Albanese — Alberti — Albicini -— Aldi-Mai —
di parlare su questa proposta, la pongo Alfieri — Amedeo — Amèndola — Amicucci —
a partito. Anile — Antonelli — Anioni — Arrivabene
(È approvata). Antonio — Arrivabene Giberto.
Bacci — Bagnasco — Baiocchi — Baistroc-
Votazione per la nomina di Commissioni. chi -— Balbo — Banelli -— Baragiola — Barat-
tolo — Barbaro — Barbiellini-Amidei —- Bar-
PRESIDENTE.-Procederemo allora alla bieri — Barduzzi — Barnaba — Bartolomei —
votazione per la nomina delle seguenti Com- Bastianini — Bavaro — Belloni Ernesto — Bel-
. missioni: Commissione permanente per l'e- luzzo —- Benassi — Bencivenga — Beneduce
same dei bilanci; Commissione permanente — Bennati — Benni — Berlinguer — Betrac-
per l'esame dei trattati di commercio e] delle chi — Besednjak — Biagi; — Biancardi —
tariffe doganali; Commissione permanente Bianchi Fausto — Bianchi Michele — Bigliardi
delle petizioni; Commissione permanente per -— Bilucaglia -— Blanc — Bocconi — Bodrero
l'esamej dei decreti registrati [con [riserva; — Boeri — Boggiano-Pico — Boido — Bolzon
Commissione di vigilanza [sulla ¡Biblioteca -— Bonardi — Boncompagni-Ludovisi — Bono
della Camera. — Borriello — Braschi — Brescia Edoardo —
Atti Parlamentari — I n - camera dei Deputati
LEGISLATURA XXVU —• l a SESSIONE — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 3 0 MAGGIO 1924

Bresciani Bruno — Broccardi — Buratti — Pellanda — Pennavaria — Perniisi di Santa


Buronzo — Buttafochi.. Margherita — Perna — Persico — Pezzullo —
Caldara — Calore — Canelli — Canepa — Picchiato — Pierazzi — Pili — Pirrone — Pi-
Canovai — Cantalupo — Caprice — Caprino — senti — Poggi — Polverelli — Ponzio di San
Caradonna — Carbonari — Cariolato — Car- Sebastiano — Prampolini — Preda — Presutti
nazza Gabriello — Cartoni — Carusi — Casa- — Prinetti — Priolo — Putzolu.
grande di Villaviera — Casalini Giulio — Ca- Quilico.
talani — Cavazzoni — Gavina — Ceci — Cele- Racheli — Raggio — Ranieri — Rebora •—
sia di Vegliasco — Chiarini — Chiostri — Cian Renda — Riccardi — Ricchioni — Ricci Renato
Vittorio — Ciano Costanzo — Ciardi — Ciar- — Riccio Vincenzo — Riolo — Rodino — Ro-
lantini — Cimoroni — Cingolani — .Colonna di manini — Romano Michele — Romano Ruggero
Cesarò — Colucci — Conca — Corini — Cosat- -— Romita — Rosboch — Rossi Cesare — Rossi
imi — Crisafulli-Mondio — Cristini — Crolla- Francesco — Rossi Pier Benvenuto — Rossi-
lanza — Cucco — Cucini. Passavanti — Rossini — Rossoni — Rotigliano
D'Alessio Francesco — D'Alessio Nicola — — Rubino — Russo Gioacchino — Russo Luigi.
D'Ambrosio — D'Amen — D'Ayala — De Capi- Saitta — Salandra — Salerno — Salvi —
tani d'Arzago — De Grecis — Del Bello — De Sandrini — Sanna — Sansanelli — Sansone —
Nobili — De Simone — De Stefani — Di Fau- Sardi — Savelli — Savini — Schirone — Scia-
sto — Di Giorgio — Di Marzo — Donegani — loja — Scorza — Serena — Serpieri — Sipari
Ducos — Dudan. — Soleri — Solmi — Spinelli Domenico — Sta-
Fabbri — Fabbrici — Fantoni — Farina — race — Suardo — Suvich.
Farinacci — Fazio — Fedele — Federzoni — Termini — Terruzzi — Terzaghi — Tòfani
Finzi — Fontana — Forni Cesare — Forni — Torre Andrea — Torre Edoardo — Torrusio
Roberto — Franco — Fulci. — Tosi — Tovini — Treves — Trigona — Tri-
Gabbi — Gai Silvio — Galeazzi — Gallo — p e p i — Tròilo — Tullio — Tumedei — Tupini
Gangitano — Gargiolli — Gasparotto — Gatti •— Turati Filippo.
— Gemelli — Gennari — Genovesi — Gentile Uberti.
— Geremicca — Gianferrari — Gilardoni — Vaccari — Vacchelli — Valéry — Velia —
Giolitti — Giorgio — Giovannini — Giuffrida Venino — Ventrella Almerigo — Verdi — Viale
— Giuliano — Gonzales — Grandi Achille — — Viola — Viotto — Volpi Giulio.
Grassi-Voces — Gronchi — Guàccero — |Gua- Zaccaria — Zancani.
rienti — Guarino-Amelia — Guidi-Buffarini.
Igliori — Imberti — Insabato. Sono in congedo:
Jacini — Joele — Josa — Jung.
La Bella — Labriola — La Loggia — Lanza Bassi — Bisi — Bresciani Carlo.
di Scalea — Lanzillo — La Rosa — Larussa — Capanni.
Lazzari — Leicht — Leonardi — Leone Leone De Martino.
— Leoni Antonio — Lessona — Limongelli — Grancelli.
Lipani — Lissia — Lo Monte — Longinotti — Lantini.
Lo Sardo — Lunelli. Marzotto —- Maury — Mazza de' Piccioli —-
Maccotta — Macrelli — Madia — Maffei — Merizzi — Morelli Eugenio.
Maggi — Magrini — Majorana — Mammalella Orano.
— Manaresi — Mandragora — Manfredi — De David.
Mantovani — Maraviglia — Marchi Corrado —- Sarrocchi — Severini.
Marchi Giovanni — Martelli — Martini — Mar- Turati Augusto.
tire — Mastino — Mattei-Gentili — Matteotti Vicini.
-— Mauri Angelo — Mazzolini — Mazzucco — Sono ammalati:
Meriano — Merlin — Mesolella — Messedaglia
— Miàri — Milani Fulvio — Milani Giovanni Cappa Innocenzo — Casalicchio.
— Modigliani — Molinelli — Mongiò — Morea Gnocchi.
— Moreno — Moretti" — Morgari — Motta — Lombardi Nicola.
Mrach — Muscatello — Musotto — Mussolini Siciliani.
— Muzzarini.
Assenti per ufficio pubblico:
Negrini — Netti — Nobili — Noseda.
Olivi — Olmo — Orefici — Orsolini Cencelli Caccianiga — Cesérani — Chiarelli.
— Oviglio. Mariotti.
Pace — Pala — Palmisano — Panunzio — Nunziante.
Pasqualino Vassallo — Pavoncelli — Peglion — Zugni.
Atti Parlamentari — 75 — Camera dei Deputati
LEGISLATURA XXVII l SESSIONE — DISCUSSIONI
a TORNATA DEL 3 0 MAGGIO 1 9 2 4

Sorteggio degli Uffici. Ufficio IV.


PRESIDENTE. Lasceremo le urne aperte Alberti, Alfieri, Baistrocchi, Baranzini,
e procederemo al sorteggio degli Uffici. Barduzzi, Bendini, Berlinguer, Biancardi,
Invito gli onorevoli segretari a fare il Bresciani Carlo, Carboni, Casalicchio, Casa-
sorteggio. lini Vincenzo, Cimoroni, De Nobili, Di Fau-
B O T T A I , segretario, fa il sorteggio. sto, Farinacci, Federzoni, Forni Cesare,
Gabbi, Genovesi, Gianotti, Giarratana, Guar-
Ufficio I. doni, Gorini, Gramsci, Guarienti, Guglielmi,
Anile, Banelli, Baragiola, Bellotti, Ber- Lazzari, Leoni Antonio, Lessona, Mantovani,
tone, Besednjak, Biagi, Boeri, Bolzon, Bon- Mariotti, Marzotto, Mazza de' Piccioli, Miari
compagni-Ludovisi, Bottai, Broccardi, Cac- de' Cumani, Morelli Eugenio, Morgari, Olivi,
cianiga, Capanni, Cariolato, Casertano, Chia- Padulli, Pala, Paoletti, Pasqualino-Vassallo,
relli, Colonna di Cesarò, Del Bello, Ducos, Picelli, Porzio, Rebora, Rocca Massimo, Ro-
Faranda, Gai Silvio, Giolitti, Giorgio, Gnoc- mano Michele, Rosboch, Rubino, Scialoja,
chi, Grassi-Voces, Jung, Lanza di Trabia, Scorza, Spinelli Enrico, Starace, Tinzl, Tò-
Lissia, Locatelli, Loreto, Lupi, Macarini- fani, Turati Augusto, Viola, Volpi Giulio.
Oarmignani, Mammalella, Maury, Mazzoni,
Merizzi, Micheli, Orano, Pellanda, Posti- Ufficio V.
glione, Prinetti, Raggio, Bicci Renato, Ro- Aldi-Mai, Amèndola, Barbaro, Bavaro,
dino, Romanini, Rossoni, Russo Gioacchino, Belloni Amedeo, Belluzzo, Bianchi Michele,
Salandra, Sanna, Schirone, Siciliani, Susi, Bifani, Brenci, Canovai, Caprice, Caprino,
Suvich, Torrusio, Ungaro, Yacchelli, Vas- Cartoni, Cavazzoni, Ceci, Ceserani, De Cri-
sallo, Yentrella Tommaso. stoforo, De Simone, Galeno, Gatti,| Gemelli,
Graziadei, Jacini, Leonardi, Longinotti, Ma-
Ufficio II. dia, Majorana, Marani, Marquet, Mauri An-
Agnini, Alfani, Amedeo, Bodrero, Bracco, gelo, Mazzolini, Merlin, Muzzarini, Orsolini
Bresciani Bruno, Buronzo, Catalani, Cava- Cencelli, Palma, Pedrazzi, Pivano, Prampo-
lieri, Cian Vittorio, Ciardi, Conca, D'Ales- lini, Preda, Priolo, Quilico, Riboldi, Riccardi,
sio Nicola, D'Amen, De Cicco, Donegani, Rossi Francesco, Rossi Pelagio, Rossi Pier
Fazio, Fontana, Fortichiari, Galeazzi, Gan- Benvenuto, Saitta, Sandrini, Sardi, Sarroc-
gitano, Gennari, Giunta, Gonzales, Lantini, chi, Sipari, Tovini, Tripepi, Tumedei, Ve-
Larussa, Leone Leone, Lipani, Macrelli, nino, Wilfan,® Zancani, Zugni,
Maffi, Magrini, Manaresi, Mandragora, Man-
fredi, Marescalchi, Martire, Mastino, Mat- Ufficio VI.
tei-Gentili, Molinelli, Motta, Nobili, Perna, Albicini, Aldisio, Arnoni, Arrivabene An-
Petrillo, Pirrone, Polverelli, Prunotto, Ra- tonio, Bagnasco, Balbo, Bassi, Benassi,
. cheli, Ranieri, Rossi-Passavanti, Rubilli, Beneduce, Bovio, Braschi Giovanni, Buozzi,
Sansanelli, Savini, Serpieri, Spinelli Dome- Canepa, Capocchi, Carusi, Casalini Giulio,
nico, Termini, Torre Andrea, Verdi, Visoc- Chiarini, Ciano Costanzo, Colucci, Cosattini,
chi, Volpe Gioacchino. Cristini, D'Alessio Francesco, Facchinetti,
Ufficio I I I . Forni Roberto, Foschini, Frignani, Galla,
Gargiolli, Grancelli, Gullo, Labriola, Lan-
Adinolfì, Alice, Antonelli, Barbieri, Bel- franconi, Lanzillo, Lo Sardo, Lucci, Martini,
loni Ernesto, Bencivenga, Bigliardi, Bono, Matteotti, Messedaglia, Momigliano, Moreno,
Borin, Borriello, Calore, Cao, Cappa Inno- Moretti, Nunziante, Olmo, Pavoncelli, Penna-
cenzo, Carnazza Carlo, Carnazza Gabriello, varia, Pennisi di S. Margherita, Persico,,
Casalini Armando, Cassinelli, Cavina, Cin- Piccinato, Pierazzi, Pili, Presutti, Restivo,
golani, De Collibus, Del Crois, Fabbri, Fra- Solmi, Treves, Tròilo, Tupini, Valentini,
gapane, Franco, Grandi Achille, Grandi Dino, Velia,
Graziano, Greco, Grossi, Joele, Josa, La Bella,
La Rosa, Limongelli, Lo Monte, Lunelli, Ufficio VII.
Lussu, Mancini, Marconeini, Mazzini, Maz-
zucco, Montini, Mrach, Mussolini, Nasi, Abisso, Acerbo, Armato, Arrivabene Gi-
Noseda, Oviglio, Paratore, Pisenti, Poggi, berto, Barnaba, Bianchi Fausto, Bilucaglia,
Ponti, Putzolu, Re David, Romita, -Siotto, Bisi, Boggiano-Pico, Bonardi, Bosco-Lu-
Terzaghi, Todeschini, Tosi. carelli, Buratti, Canelli, Caradonna, Cerri,
Atti Parlamentari — 76 - Camera dei Deputati
LEGISLATURA XXVH — l SESSIONE — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 3 0 MAGGIO 1 9 2 4
a

Chiesa, Chiostri Codacci-Pisanelli, Crol- pongo anche che la Camera autorizzi il Pre-
lalanza, Cucini, De Grecis, De Martino, sidente a ricevere la relazione della Commis-
Di Giorgio, Di Mirafiori-Guerrieri, Dudan, sione a Camera chiusa.
Gali ani, Gianferrari, Giuffrida, Lanza di PEESIDENTE. Ha chiesto di parlare
Scalea, Leieht, Lombardi Nicola, Macchi, l'onorevole sottosegretario di Stato per la
Maffei, Marchi Corrado, Martelli, Milani Presidenza del Consiglio. Ne ha facoltà.
Fulvio, Muscatello, Netti, Olivetti, Orlando, ACEEBO, sottosegretario di Stato per la
Palmisano, Panini zio, Peglion, Baschi Ro- Presidenza del Consiglio dei ministri. Il Go-
molo, Eiccio Vincenzo, Eiolo, .Romano Bug- verno accetta questa proposta, e propone
gero, Botigliano, Busso Luigi, Salerno, Salvi, altresì che durante la discussione dell'indi-
Suardo, Teruzzi, Tosti di Yalminuta, Tullio, rizzo di risposta al discorso della Corona
Yaccari, Viale, Vicini. non sia posto all'ordine del giorno alcun
altro argomento, nemmeno le interroga-
Ufficio Vili. zioni.
Amicucci, Bacci, Baiocchi, Baldesi, Ben- PEESIDENTE. L'onorevole Tofani ha
nati, Bergamo Mario, Bette, Bianchi Vin- proposto che la Camera sospenda i suoi la-
cenzo, Boido, Bonaiuto, Campanini, Oanta- vori, riprendendoli nella seduta di martedì
lupo, Casagrande di Villaviera, Conti, Co- 3 giugno ed iscrivendo all'ordine del giorno la
rini, Crisafulli-Mondio, De Capitani d'Ar- discussione per l'indirizzo di risposta al
zago, De Gasperi, Delitala, De Marsico, discorso della Corona. Ha proposto pure che
De Stefani, Di Marzo, Fantoni, Farina, la Presidenza sia autorizzata a ricevere la;
Fedele, Felicioni, Ferretti, Finzi, Gallo, relazione della Commissione: in tal caso
Geremicca, Giuliano, Guaccero, Guidi-Buf- subito dopo la presentazione della relazione
farini, LomTbardo-Pellegrino, Maggi, Mara- saranno aperte le iscrizioni per parlare in
viglia, Marchi Giovanni, 'Meria.no, Milani detta discussione. Il Governo, poi, propone
Giovanni, Miliani G. Battista, Modigliani, che durante t'ale discussione nessun al-
Morelli Giuseppe, Musotto, Negrini, Orefici, tro argomento venga posto all'ordine del
Pace, Paolucci, Pezzullo, Ponzio di S. Se- giorno.
bastiano, Benda, Bossi Cesare, Sansone, Metto a partito queste diverse pro-
Serena, Soleri, Srebrnic, Trigona, Ventrella poste.
Almerigo. (Sono approvate).
Ufficio IX. VELLA. Chiedo di parlare.
Albanese, Barattolo, Barbiellini-Amidei, PEESIDENTE. Ne ha facoltà.
Bartolomei, Bastianini, Benni, Bergamo VELLA. Onorevole Presidente, mi pare
Guido, Bertacehi, Blanc, Bocconi, Brescia che sia stato stabilito che ella potrà ricevere
Edoardo, Buttafochi, Caldara, Cappa Paolo, la relazione sull'indirizzo di risposta al di-
Capra, Carbonari, Celesia di Vegliasco, Ce- scorso della Corona, e che da quel momento
rulli-Irelli, Ciarlantini, Cucco, D'Ambrosio, sono aperte le iscrizioni. Ma io mi domando;
D'Ayala, Fabbrici, Fera, Fulci, Gasparotto, come" potranno i singoli deputati sapere che
Gentile, Gian turco, Gio vannini, Gray Ezio, le iscrizioni sono aperte ? Quindi, per evi-
Gronchi, Guarino-Amelia, Igliori, Imberti, tare inconvenienti che potrebbero verificarsi,
Insabato, La Loggia, Maccotta, Mecco, sarebbe forse opportuno stabilire che le iscri-
Mesolella, Mongiò, Morea, Pellizzari, Ba- zioni si aprano soltanto nella seduta di mar-
va-zzolo, Eepossi, Eicchioni, Eossini, Sa- tedì. (Commenti).
velli, Scotti, Severini, Spezzotti, Sternbach, Siccome, infatti, non si conosce la data
Torre Edoardo, Turati Filippo, liberti, Va- della presentazione della relazione, potrebbe
léry, Viotto, Zaccaria. avvenire che coloro che non avessero questa
conoscenza, tardassero ad iscriversi.
Sui lavori parlamentari, PEESIDENTE.. Avrei comunicato con
una circolare ad ogni deputato la presenta-
PRESIDENTE. Ha chiesto di parlare zione della relazione. Ma. se questo modo
l'onorevole Tofani. Ne ha facoltà. di comunicazione potesse presentare degli in-
TOFANI, Propongo che la Camera so- convenienti, non avrei difficoltà ad ammet-
spenda i suoi lavori per riprenderli nella tere che le iscrizioni potessero aver luogo
seduta di martedì 3 giugno con il seguente fin d'ora.
ordine del giorno: « Discussione sull'indirizzo ABISSO. Chiedo di parlare,
di risposta al discorso della Corona », Pro- PEESIDENTE. Ne ha facoltà.
Atti Parlamentari _ 77 — Camera dei Deputati

LEGISLATURA XXVH — l a SESSIONE . — DISCUSSIONI — TORNATA DEL 8 0 MAGGIO 1924

ABISSO. Mi permetto di osservare che versione in legge, con approvazione com-


il diritto di inscrizione sorge solo al mo- plessiva, di decreti-legge aventi oggetti
mento della presentazione della relazione. diversi.
Fare altrimenti sarebbe modificare il rego- Essi sono gli onorevoli Bertone, Car-
lamento. boni, Ciarlantini, Codacci-Pisanelli, Giuf-
P R E S I D E N T E . Ed allora' per evitare frida, Gonzales, Leonardi, Pedrazzi e Posti-
l'inconveniente del quale l'onorevole Yella si glione.
preoccupa e cioè che taluni deputati, essendo Rimane dunque inteso che martedì la
assenti da Roma, non avessero cognizione in Camera terrà seduta con il seguente ordine
tempo del momento in cui le iscrizioni sono del giorno: Discussione dell'indirizzo di ri-
aperte, si potrebbe stabilire senz'altro che sposta al discorso della Corona.
le iscrizioni cominceranno nel pomeriggio di.
lunedì, dalle 16 in poi. (Approvazioni). La seduta termina alle ore 19.20.
Se non vi sono osservazioni in contra-
rio, così rimarrà stabilito.
(Così rimane stabilito),
Ordine del giorno
Chiusura di votazione.
per la seduta di martedì 3 giugno.
P R E S I D E N T E . Dichiaro chiusa la vo-
tazione. Alle ore 15.
Gli onorevoli deputati sorteggiati per Discussione dell'indirizzo di risposta al di-
costituire le Commissioni di scrutinio si scorso della Corona.
aduneranno non appena finita la seduta per
procedere allo scrutinio dei voti.

Nomina di Commissione. Il Capo dell'Ufficio di Revisione e Stenografia

P R E S I D E N T E . Comunico alla Camera AVY. CARLO FINZI.


i nomi degli onorevoli deputati che ho chia-
mato a far parte della Commissione speciale
per l'esame del disegno di legge per la con- Roma, 1924 — Tip. della Camera dei Deputati.