Sei sulla pagina 1di 4

Questa è la sintesi, rielaborata e schematizzata, di una conferenza del dott Mozzi.

Mi ha richiesto parecchio
lavoro, ma penso di fare un gradito regalo a chi ne ha bisogno! Claudio

TIROIDE (R)
GENERALE
 Patologia più femminile che maschile: 7 a 1;
o ma stanno aumentando anche nei maschi,
 cosi come è aumentato il numero dei casi di problematiche cardio-circolatorie nelle
femmine;
 Non era cosi frequente prima, ora è nelle prime 10 patologie,
o è stata data la colpa a chenobil, però nn è vero;
o prima saltava di meno la tiroide x’ le persone facevano tanta attività fisica e
il metabolismo veniva accelerato, quindi anche se mangiavano la polenta
(amidi) poi bruciavano;
 I noduli da statistiche sono presenti nel 10% della popolazione, anche se in realtà
sembrerebbe nel 60%;
 Ronaldo e Adriano: ipotiroidismo: l’eccesso di peso dipende dalla tiroide: basta
farlo alimentare bene e risolve;
 La diffusione cosi ampia di dolcificanti (cicche etc) e di alimenti ixglutinati fa
aumentare il rischio è di avere molti giovani col problema di tiroide già nell’età dello
sviluppo;

ANATOMIA-FISIOLOGIA
 Secerne il TSH FT3 FT4:
o sono ormoni che hanno importanza nel metabolismo umano;
o una alteraz portano a disfunzione a carico di tutto l’organismo o singoli
organi;
 es: cuore, edemi etc;
 E’ stimolata dall’ipofisi(ghiandola pituitaria) che produce il TSH;
 A volte persone che hanno una parte di tiroide asportata, la rimanente supplisce
nella produzione anche quella mancante;
 ha bisogno di iodio per funzionare, dove lo prende?
o Il sale arricchito di iodio mozzi non sa se sia tutto questo bene;
o Se avrà più iodio del dovuto ne avrà danni

DIAGNOSI
VISIVA
 tiroide ingrossata (ma i problemi della tiroide sono anche legati alla distrofia, al rimpicciolim ):
o bisogna sapere ove è posizionata;
o basta farci un po’ l’occhio sul collo;
o per sapere se è ingrossata tale ghiandola nn serve toccare;
 tecnica:
o far estendere un pò il collo indietro,
 non troppo altrimenti le fasce mm stringono troppo,
o poi si fa deglutire,
 la tiroide viene spinta all’esterno e si vede benissimo se è ingrossata;

ANALISI:
ix o ipo:
 si controlla vedendo soprattutto l’ormone TSH (se è in eccesso o difetto);
tiroiditi:
 anticorpi anti-tireoglobulina, anti-tireoperossidasi;
o basta cambiare l’alimentaz e questi si riabbassano;

SEGNI-SINTOMI
 tanti piccoli nei dal collo al petto può essere indice di un problema alla tiroide;
 chiazze come delle spennellature di rosso vivo sulla zona della tiroide;
 possono essere anche dalla chiazze limitate;
o c’è uno stato infiammatorio e la circolazione del sangue sotto si è bloccata;
o che possono sparire con 5 mandorle o prugne secca;
 ix:
o protusione di bulbi oculari alcune volte, ma nn sempre;
o dimagrimento, stanchezza, spessore di cute fine, irritabilità, sofferenza per il
caldo, tachicardia;

PATOLOGIE
le + frequenti (con noduli, con cisti):
 ipo,
 iper,
 tumori,
 gozzo (si ingrossa troppo);
ma la tiroide ss è vittima piu che colpevole;

PRECAUZIONI
Il collo dovrebbe essere sempre libero:
 ne cravatte, ne foular, sciarpe;
o I mal di gola non vengono x il freddo;
 Ma per i problemi allo stomaco, sono i miasmi e le tossine dello
stomaco che le creano;
 non deve essere surriscaldata,
o perché può andare incontro a infiammazioni;
o anche di inverno la tiroide deve essere libera;
 nel collo oltre la tiroide ci sono i vasi sanguigni che salgono al cervello, e il sangue
deve subire un certo raffreddamento e non deve arrivare super-riscaldato ai centri
nervosi, x’ se questi si surriscaldano non vanno bene;

CAUSA-CURA
Per curarla secondo il dott. M. non serve assolutamente il medico basta
 saper fare la diagnosi (con la sua tecnica);
 e saper leggere le analisi del sangue;

Occorre capire il x’ non funziona,


 è una risposta immunitaria all’introduzione di sostanze che non tollera,
quotidianamente
o il corpo riesce a smaltire le tossine che introduciamo ogni tanto, ma se
quotidianamente allora il sistema immunitario reagisce con diverse cose
assecondo il nostro dna (e una può essere fare i noduli);
 è il non riconoscimento delle molecole dei cereali il responsabile del cattivo
funzionamento della tiroide,
o le cellule che devono produrre certi ormoni funzionano troppo o poco
dipende dal dna;
 succede tt questi problemi x’ ci si sta sbilanciando su prodotti poveri di proteine, su
mais (il suo amido oggi sta dappertutto) e riso;
 certo la menopausa la può scatenare, ma chi scatena l’uno o l’altro??
o la donna se non si prepara con una corretta alimentazione x menopausa,
ove gli ormone diminuiscono drasticamente, la tiroide salta per aria;

se rimanesse anche piccole parti di tiroide possono avere il loro equilibrio ormonale;
 anche chi ha tolto tutta la tiroide, vale le stesse regole altrimenti la quantità di
farmaci schizza in alto;

Il dott. M. non la toglierebbe mai la tiroide, ha visto anche tumori alla tiroide che si è
stabilizzato, sparito;
 la tiroide è un organo che rispetto gli altri va a posto abbastanza rapidamente e
agevolmente, anche chi aveva sballato i valori oltre i 1000;

mettersi in riga prima dell’arrivo della menopausa perché poi la tiroide subirà un grosso
scossone;
 pillola: anche questa può dare problemi alla tiroide: crea problemi al fegato, fa
andare su peso, colesterolo;

alimentarsi bene:
 la cattiva alimentazione è la causa di tutte le patologie della tiroide;
 gli zuccheri, i farinacei creano problemi alla tiroide basta toglierli e questa guarisce
o infatti In genere chi ha problemi di tiroide ha anche problemi di colesterolo:
 i cereali sono i maggiori responsabili del colesterolo;

il medico da medicine:
 in ipo: da eutirox (minimo 100mg se è stata asportata);
o contiene lattosio e mais: quindi chi non li tollera vanno incontro a reazioni
immunitarie devastanti;
o ci si mette in riga con l’alimentazione e ogni mese si scala 25mg:
o chi è senza tiroide può prendere al max 100 mg di eurotirox;

ALIMENTAZIONE
 le proteine giuste tengono a posto la tiroide e il suo funzionamento non facendo
creare i noduli o cisti, o modificare il tessuto in fibrosi;
 la tiroide non sopporta:
o Dolci, zuccheri e i cereali (tutti);
 La pizza è micidiale;
 Per chi non tollera il mais: questo è veleno micidiale;
 mais
o è un rallentatore del metabolismo,
 x’ molto ricco di amido,
 gli amidi fanno alzare tantissimo la glicemia e quest’ ultima si
può ripercuotere sul funzionamento della tiroide;
o e la tiroide x come è programmata non vuole vedere gli amidi;
o A: la tollerano, e non benissimo;

COADIUVANTI
ESTRATTI FITOTERAPICI: gemma derivati, tinture madri:
aiutano molto a tornare a far funzionare la tiroide:
 rosa-canina;
 ribes nero;
 aloe: no 0;
 echinacee: no 0;

dosaggi:
 dipende dal tipo di prodotto e da chi lo produce (dipende dalla concentrazione);
quando:
 prima dei pasti o dopo i pasti;
 tt i pasti? Dipende dal problema;

CATAPLASMI DI ARGILLA O RICOTTA


 tenerli tutta la notte;
 servono a togliere l’infiammazione,
o x’ il problema di fondo è l’infiammazione che si va a scaricare sulla tiroide,
che può diventare cronica che perpetua la formazione dei noduli;
 tolta l’infiammazione anche con l’aiuto dei fitofarmaci, la tiroide si
rimette a lavorare bene;