Sei sulla pagina 1di 4

ARMONIA

LA SCALA MUSICALE

I suoni naturali della scala sono sette a cui si aggiungono cinque suoni alterati e si ha la scala
cromatica complete di tutti I suoni possibili nel Sistema temperato.

La scala diatonica puo essere maggiore o minore e questo lo si capisce dal rapporto di distanza tra
il primo suono col terso. Cioe dall’intervallo di terza formatosi tra primo e terzo suono se e una
terza maggiore si ha la scala diatornica maggiore se e una terza minore si ha la scala diatonica
minore.
Scendendo una terza sotto dalla tonica abbiamo la relativa minore della scala ossia dal sesto
grado.
Le scale minori si dividono in armoniche e melodiche. Le melodiche hanno il quarto e il Quinto
grado alterati nell ascendere e naturali nel discendere, le armoniche hanno il Quinto grado
alterato sia nell ascendere che nel discendere.

I suoni di una scala si chiamano gradi e sono percio numerati dal primo al settimo.
Tutta via venngono nominati cosi di seguito
Primo grado tonica
Secondo grado sotto tonica
Terzo grado mediante o modale perche da il modo alla scala
Con il termine modo si identifica il tipo dellla scala se maggiore o minore.
Quarto grado sottodominante
Quinto grado dominante
Sestogrado sopradominante
Settimo grado sensibile

Il quarto grado a volte viene nominato contro sensibile.

Il semitono
Il semitone e la distanza piu piccolo tra due suoni e puo essere diatonico o cromatico
Diatonico se formato da due suoni di nome differente cromatico se formato da due soni di nome
uguale ma uno dei due alterato.

Il tono e l unione di due semitoni.

GLI INTERVALLI
Con il termine intervallo si identifica la distanza tra due suoni.
Un intervallo ha un nome generico e un nome che ne identifica il tipo cioe maggiore minore
eccedente diminuito e giusto.
A seconda della distanza tra I due suoni abbiamo
Intervalli di seconda terza quarta quinta sesta settima ottava e unison questi vengono chiamati
intervalli semplici perche arrivano all ottava a partire dalla nona vengono considerati composti.

Un intervallo si dice maggiore o giusto quando il suono superiore e compreso nella scala che viene
a formarsi a partire dal suono inferior
Poi sono giusti gli intervalli di ottava quinta e quarta.
Un intervallo e minore quando c e un semitono in meno rispetto a quello maggiore
Un intervallo e diminuito quando ci sono due semitone in meno
Un intervallo e eccedente quando c e un semitone in piu

Gli intervalli giusti si dicono invece aumentati e diminuiti ma e la stessa cosa.

RIVOLTO NEGLI INTERVALLI.


Per ottenere il rivolto di un intervallo basta spostare la nota grave all acuto ma cosi cambia il
numero dei suoni e quindi
L unisono diventa ottava
La seconda settima
La terza sesta
La quarta quinta
La quinta quarta
La sesta terza
la settima seconda
e l ottava unison

poi I maggiori diventano minori e gli eccedenti diminuiti o viceversa gli intervalli giusti rimangono
giusti.

CLASSIFICA DEGLI INTERVALLI


Gli intervalli si suddividono in consonanti e dissonanti sono consonanti gli intervalli di quarta e
quinta giusta e la sesta maggiore e minore sono dette consonanze imperfette la terza maggiore e
minore perche da esse cambia il modo della tonalita
Sono dissonanti la settima e la seconda maggiori e minori e tutti gli altri intervalli
La quarta e consonante se accompagnata da una quinta e dissonante se accompagnata da una
sesta

ACCORDI
Laccordo e l esecuzione di due o piu suoni suonati simultaneamente.
Tra ogni suono ce un intervallo ogni suono poi forma un intervallo con il basso.

TRIADI
Le triadi sono accordi di tre suoni
Esse sono composte da intervalli che ne specificano il tipo
La triade infatti puo essere maggiore minore eccedente o diminuita.
E maggiore se formata da una terza maggiore sopra tra le prime due note e una terza minore sotto
tra le ultime due note e una quinta giusta tra ultima nota e prima nota.
E minore se formata da una terza minore semplificando tra prime due note e una quinta giusta
E diminuita se formata da due terze minori e una quinta diminuita
E eccedente se formata da due terze maggiori e una quinta eccedente

Sovrapponendo delle triadi alla scala maggiore o minore avremo l accordo perfetto maggiore l
accordo perfetto minore e gli accordi di quinta eccedente e di quinta diminuita.

ACCORDO PERFETTO MAGGIORE


Risiede sul primo quarto e Quinto grado della scala maggiore e sul Quinto e sesto grado della scala
minore

ACCORDO PERFETTO MINORE


Risiede sul secondo terzo e sesto grado della scala minore e sul primo e quarto grado della scala
minore

ACCORDO DI QUINTA DIMINUITA


Risiede sul secondo e settimo grado della scala minore

ACCORDO DI QUINTA ECCEDENTE


Risiede sul terzo grado della scala minore.

RADDOPPI NELLE TRIADI

Volendo portare a Quattro il numero dei suoni di una triade basta portare al basso una delle tre
note.
Il raddoppio della fondamentale e il piu usato.
Si hanno cosi I rivolti della triade
358 stato fondamentale
583 primo rivolto
835 secondo rivolto

parti della triade


le parti o voci della triade sono
soprano
contralto
tenore
e basso
esse vengono numerate con dei numeri a seconda della loro posizione sul pentagramma.

MOVIMENTO DELLE PARTI


Si dice movimento melodico quando le parti si susseguono una dopo l altra
Si dice movimento armonico quando ce una successione di accordi

MOTO DELLE PARTI


Le parti possono muoversi in moto retto obliquo e contrario
Moto retto quando si muovono nello stesso senzo
Moto contrario quando una sale e l altra scende
Moto obliguo quando una parte resta ferma e le altre si muovono

QUINTE E OTTAVE PROIBITE.


E proibito il movimento per moto retto tra due quinte unison o ottave e tollerato quando una e
diminuita e l altra aumentata pero l armonia deve essere a tre parti

QUINTE E OTTAVE NASCOSTE


E proibito il movimento per moto retto tra due parti verso una quinta o un ottava si formano cosi
tra I suoni intermedi che le dividono le quinte o le ottave nascose
Le quinte sono tolerate quando una delle due parti procede per grado tono o semitone
Le ottave sono tolerate quando una delle due parti procede per semitono