Sei sulla pagina 1di 346

Marian ne e Pau l sono stranieri.

Marianne è una ragazza svizzera, Paul è u n


ragazzo americano; l e i è d i Zurigo, l u i è d i Boston. I due ragazzi sono i n treno.

Paul:
Scusi, s i g nora, è l i bero i l posto?
Signora:
Sì, sono tutti e due li beri. Prego!
Marianne:
Bene. G razie.

Signora:
Voi non siete ital iani, siete stranieri, è
vero?
Pau/:
Sì, siamo stranieri. l o sono
americano, sono di Boston.

Signora:
E Lei, signori na, anche Lei è
americana?
Marianne:
N o, non sono americana, ma
svizzera: sono di Zurigo.
Signora:
Perché siete i n Italia?
Paul:
Noi siamo i n Italia per stu d iare la l i ngua
ital iana.

Signora:
Siete in Italia per la p rima volta?
Marianne:
Paul sì, è in Ital ia per la pri ma volta;
io, i nvece, sono spesso q u i i n
vacanza o per lavoro.

(O ra il treno è a Fi renze)

Marianne:
ArrivederLC!,_ s i g nora. Ah, io m i
chiamo Marian ne Pulz e l u i è Paul
Lee. Lei come si chiama, signora?
'signora:
Piacere! l o m i chiamo Sand ra R ivelli.
Arrivederci ... e aug u ri!
1 . Scelta multipla

1 . Marianne è una ragazza D italiana


D svizzera
D americana

D bras i l iano
D argentino
2. Pau l è un ragazzo

D americano

D di M i lano
D d i Zurigo
3. Marianne è

D di New York

D d i Buenos Ai res
D d i Rio de Janeiro
4. Paul è

D d i Boston

D i n treno
(,;(/..,

D i n autobus
5. I due ragazzi sono

D i n aereo
4

1il
2

@. D per viaggiare
D per studiare
6. I due ragazzi sono i n Italia

D per lavorare

D per la prima volta


D per la seconda volta
7. Pau l è i n Italia

D per la terza volta

D G i ovan na
D Sabina
8. La signora si chiama

D San d ra

2. Questionario

1 . Chi sono Marian ne e Pau l ? 7. È americana Marianne?


2. Chi è Marian ne? 8. Perché Marianne e Pau l sono in Italia?
3. Chi è Pau l ? 9. Chi è i n Italia per la prima volta?
4. Chi è d i Zurigo? 1 O. Perché Marianne è spesso in Ital ia?
5. Di dove è l u i ? 1 1 . Dove è i l treno o ra?
6 . Dove sono? 1 2. Come si ch iama la signora?
3. R ispondere

1 . Chi è Marianne? (svizzera) - È una ragazza svizzera.


2. Chi è Lau ra? (italiana)
3. Chi è Olga? (russa)
4. Chi è Carmen? (spagnola)

4. Rispondere

1 . C h i è Paul? (americano) - È un ragazzo americano.


2. C h i è Marco? (italiano)
3. C h i è Serg i o? (russo)
4. C h i è N icola? (greco)

5. Rispondere

5
1 . Chi sono Marianne e Sabi ne?
(svizzere) - Sono (del le) ragazze svizzere.
2. C h i sono Lau ra e C hiara?
(italiane)
3. C h i sono Olga e Alessia? (russe)
4. C h i sono Carmen e Dolores?
(spagnole)

- Per favore, un biglietto per Roma, andata e ritorno, seconda classe!


,

sco?

�I
�·,
6. R ispondere

1 . C h i sono Pau l e John? (americano - Sono (dei) ragazzi americani.


2. Chi sono Marco e G i no? (italiano
3. C h i sono Serg i o e Alessio? (russo
4. C h i sono Marianne e Paul?
(stranieri)

7. R ispondere

1 . (Lei) è straniero? - Sì, (io) sono straniero.


2. (Lei) è tedesco?
3. (Lei) è spagnolo?
4. (Lei) è svizzero?
5. (Lei) è argenti na? - Sì, (io) sono argenti na.
6
6. (Lei) è g reca?
7. (Lei) è tu rca?
8. (Lei) è araba?
8. Rispondere

1 . (Voi) siete stranieri? - Sì, (noi) siamo stranieri.


2. (Voi) siete tedeschi?
3. (Voi) siete s pagnoli?
4. (Voi) siete svizzeri?

9,
5. (Voi) siete argenti ne? - Sì, (noi) siamo argentine.
6. (Voi) siete g reche? �

7. (Voi) siete tu rche?


8. (Voi) siete arabe?

il biglietto
ru, EMH81,4JQ,
SEI tTA/,.WJO?

9. R ispondere

1 . (Tu) sei americana? - Sì, (io) sono americana.


2. (Tu) sei italiana?
3. (Tu) sei i raniana?
4. (Tu) sei n i geriana?
5. (Tu) sei iugoslavo? - Sì, (io) sono iugoslavo.
6. (Tu) sei australiano?
7. (Tu) sei tu rco?
8 (Tu) sei polacco?

PARTENZE ARRIVI
� 7.'� 9"°\3"16ttZZ.. ROMA 1·�d."°1r.,1'.. t1•·
Mll..AllO 5• "" Il'' '8" Il� llll.AtlO 2� I!" 11� 1q�2l
Y91QIA �·,o- •6" 11•05• \IEl'IElJA '/'"I" 'l•llJ"ZD
Ml.ER.MO� 1.. 'u� 21• oe•• fW,.EA:ltO s-- io-" i�''"lt
tlot. aMfOL.1 (,� I Z.'' 1QI• u••
PlilAP'CJLI l?C' 'H 1tOS 7

1 O. Rispondere

1 . Marianne è svizzera? - Sì, (lei) è svizzera.


2. Sofia è g reca?
3. Pat è americana?
4. Kari n è tedesca?
5. R ichard è americano? - Sì, (lui) è americano.
6. Vassil ios è g reco?
7. Marco è italiano?
8. Alessio è russo?
1 1 . Completare

1 . lo - - italiano, - americano. - l o non sono ital iano, ma americano.


2. l o - - italiano, - tedesco.
3. lo - - ital iano, - greco.
4. lo - - italiano, - argenti no .

5. Tu - - italiana, - americana. - Tu non sei italiana, ma americana.


6. Tu - - italiana, - tedesca.
7. Tu - - itali ana, - g reca.
8. Tu - - italiana, - argenti na.

1 2. Completare

1 . Noi - - ital iani, - argenti ni. - Noi non s iamo ital iani, ma argenti n i.
2. N o i - - italian i , - tedeschi.
3. Noi - - italiani, - s i riani.
8
4. Noi - - ital iani, - americani.
_g
o 5. Voi - - g reche, - turche. Voi non siete g reche, ma turche.
6. Voi - - g reche, - siriane.
7. Voi - - g reche, - italiane.
8. Voi - - g reche, - tedesche.

1 3. Trasformare il facchino

1 . La ragazza è straniera. - Le ragazze sono straniere.


2. La signora è sed uta.
3. La seg retaria è ital iana.
4. Il ragazzo è americano. - I ragazzi sono americani.
5. Il posto è l i bero.
'

6. I l ragazzo è straniero.
1 4. Completare (con i verbi)

1 . Marianne e Pau l d u e stranieri.


2. Marianne una ragazza svizzera.
3. Pau l u n ragazzo americano.
4. Lei di Zu rigo.
5. Lui di Boston .
6 . I due ragazzi in treno.
I
7. Scusi, signora, l i bero il posto?
8. Sì, tutti e due l i beri.
9. Voi non ital iani, stran ieri, è vero?
1 0. Sì, stranieri. lo americano, d i Boston.
1 1 . Noi i n Italia per studiare la l i nçiua ital iana.
1 2. Pau l i n Ital ia p e r l a prima volta.
13. Voi i n Italia per la prima volta?
1 4. lo spesso qui i n Ital ia.
9
1 5. Ora i l treno a Fi renze. Q)
i>
1 6. lo mi ch iamo Marianne e l u i _____ Pau l Lee. o
e

1 5. Completare (con i nomi)

1 . Marianna è una _______ svizzera.


2. Pau l è un americano.
3. I due ragazzi sono in
_______

_______

4. Scusi, , è l i bero i l _______ ?


5. Noi siamo i n Italia per stud iare la ita l iana.
6. Siete i n Italia per la prima _______ ?
7. lo, invece, sono spesso qui i n _______ o per _______

le valigie
1 6. Completare (con le p reposizioni)

1 . Lei è _____ Zu rigo, l u i è _____ Boston.


2. I d ue ragazzi sono treno.
3. Perché siete
_____

Italia?
4. lo sono americano, sono _____ Boston.
5. lo sono svizzera, sono _____ Zurigo. /

6. Noi siamo _____ Italia ___- __ stud i a re la l i ngua ital iana.


7. Siete Italia la prima volta?
8. Pau l sì, è
_____ _____

_____ Ita l i a _____ la prima volta.


9. lo, invece, sono spesso q u i vacanza o lavoro.
1 O. O ra il treno è
_____ _____

Fi renze.

1 7. Completare (con g l i articoli)

1 . Marianne è ragazza svizzera.


2. Pau l è
10 _____

ragazzo americano.

6 ROMA-FIRENZE-BOLOGNA-VENEZjA:.(UDINE)-TRIESTE 6
---

�- �- a::v T • Xb àb b
b ac f X X • 1X X
-
ne (§} T
RÒMA T.NI .. . . p 0.35 ' 2.36 a6.53 6.45 7.15 7.40 8.05 10.05
FIRENZE S.M.N. p 3.59 ' 6.23 10.05 9.50 11.27 10.33 13.44 14.30
BOLOGNA e.LE p 6.00 7.30 8.12 11.59 11.10 14.07 13.05 14.53 16.00
FERRARA ........ p 6.31 8 02 8.43 12.32 11.43 14.37 13.35 15.20 16 34
ROVIGO ........... p 6 53 8.23 9.05 13.00 12.09 14.59 13.59 15.39 16.58
PADOVA .... .. . . ... a 7.38 ·8 50 9.54 13.44 12.46 15.35 14.41 16.08 17.40
VENEZIA S.L. . a 8.14 9.27 10.26 14.24 13.28 16.12 15.16 16.40 18.15
UDINE .............. a 11.4011.4013.32172815.05 18.54 17.28 20.2622.08
TRIESTE e.LE ' ' a ' 10.3213.2813.2817.16 16.2619.0017.1619.00 W.48
X X X o e- •x 111:»- �
1 d X T� 1 [BJ Of - -
[!j) • X ne e- T •
ROMA T.NI ........ p 12.25 13.05 15.25 16.20 17.20 17.45 120.55 �2.00 23.40
FIRENZE S.M.N. p 16.28 15.53 18.33 I 120.27120.40 0.49 1.38 3.35
BOLOGNA e.LE. p 18.13 17.18 120.12 21.01 122.01 22.23 2.40 3.11 5.12
18.46 17.53120.56 21.37 22.30 22.55 3.48 5.48
I
FERRARA ...... p
ROVIGO ' ........ p 19.11 18.13 121 17 22.01 I 2 3.19 4 13 6.15
PADOVA .. .. :...... a 19.45 18.35121.53 22.32l23.22 23.54 4.00 4.44 6.57
VENEZIA S.L . . . . a 20.22 19.15 122.30 23.08 0.14 0.38 5.22 ··.37 7.40
UDINE .............. a 22.32.120.55 1.04 I 1.40 75C 8.54 11.40
. '

TRIESTE e.LE . . a 23.22 120.48 2.25 2.25


' 9.27 7.40 10.32
' '

l'orario ferroviario
1 8. Completare (con g l i artico l i)

1. due ragazzi sono in treno.


2. Scusi, signora, è l i bero posto?
3. Noi siamo in Ita l i a per stud iare l i ngua ital iana.
4 . Siete i n Italia per prima volta?
5. Ora _____ treno è a Fi renze.

1 9 . Completare

1. _____ , signora, è l i bero i l posto?


2. Sì, sono tutti e due l i beri.
3.
_____

. G razie.
4. Voi non siete italiani, siete stranieri, è ?
5. , signora. Ah, io m i chiamo Marian ne Pu lz e lui è
Pau l Lee. Lei come si ch iama, ?
6. _______ ! lo m i chiamo Sandra Rivelli. _______ . . e aug u r i !
.

11

1-
2 0 . Combinare l e parti d i frase

1. Marianne e Pau l è un ragazzo americano.


2. Marianne sono due ragazzi stran ieri.
3. Pau l è a Firenze.
4 . Ora il treno è u n a ragazza svizzera.

21 . Combinare domanda e risposta

1 . Scusi, è l i bero i l posto? - Per studiare la l i ngua ital iana.


2. Siete stranieri, è vero?
_ ""-
- No, non sono americana.
3. Lei è americana? - Sì, sono tutti e due l i beri.
4. Perché siete i n Ital ia? - Sì, siamo stran ieri.

22. Fare la domanda

1 . C h i sono Marianne e Pau l ? - Sono ragazzi stranieri.


2. - È u n a ragazza svizzera.
3. - È un ragazzo a mericano.
?
?
4. -------� ? - Sono i n treno.
5. ? - Sì, sono l i beri.
NOMI E AGGETIIVI I N - O

s i n golare p l u rale

è
post o l i ber o post i l iber i
Il I sono
ragazz o american o ragazz i american i

NOMI E AGGETIIVI I N - a

s i ngolare p l u rale

ragaz� a svizzer a ragazz e svizzer e

La è Le sono

s i g nor a ital ian a signor e ital ian e


(

12

ESSERE - i n d icativo presente

(io)
di Zurigo
di Boston
(tu)
a scuola
Paolo a casa
Il ragazzo al bar
(lui) al centro
Marian ne
La s i gnorina alla mensa
(lei) alla posta
(non)
(lei) in banca
in segreteria
(noi) in d iscoteca
i n treno
(voi)
in Italia
I ragazzi in America
Le signori n e a Perugia
(loro) a Firenze
(Loro)
CHI È? I CHI SONO?

Pau l? Pau l
un ragazzo americano.

è
lui? Lui

è M arianne? Marian ne
una ragazza svizzera .
lei? Lei

un ragazzo americano .
C hi Lei? lo sono
una ragazza americana.

Pau l
Pau l e Robert? e (dei) ragazzi americani.
Robert
sono sono
Marianne
Marianne e Pau l i ne? e (delle) ragazze straniere. 13
Pau l i ne

DOVE È? I DOVE SONO?

il ragazzo? (I l ragazzo)

è è
la ragazza? (La ragazza)
Paul? (Paul) treno.
Marian ne? (Marianne)
Dove in
i ragazzi? (I ragazzi) Italia.
le ragazze? (Le ragazze)
sono sono
Pau l e Marian ne? (Paul e
Marianne)
.
· , ... · . .

i
. . . .
.

LESSICO

1 . - lo sono italiano. Anche tu sei italiano?


- Sì, anch'io (sono ital iano) .
2. - l o sono i n Ital ia per stud iare l a l i n g ua italiana. E tu?
-Anch'io (sono in Ital ia per stu d iare la l i ng ua ita l iana) .

3 . - Perché sei in Italia ?


- Sono qui per lavoro.
4. - Sei in Italia per lavoro?
- Sì, sono q u i per questo. 1 . - Per favore, un biglietto per
·

5. - Perché siete a Firenze ? Fi renze.


- S iamo qui i n vacanza.
2. - Sola andata ?
6. - S iete q u i in vacanza ? - No, andata e ritorno .
3. - Prima o seconda classe ?
- Sì, siamo q u i per questo.
- Seconda classe , g razie.
4. - Il biglietto è ventottom i la l i re. E
7. - È straniera la ragazza? settem i la il supplemento rapido .
5. - I l treno è diretto ?
14
- Sì, sono tutte e due straniere.
8. - Sono stranieri? - No, Lei deve cambiare a Bolog na.
- Eh sì, sono tutti e due stran ieri.

FUNZIONI ATTI COM U N I CATIVI

I nterpel lare - Scusi, questo posto è l i bero?


- Senta, sono l i beri q uesti posti?

- C h i è Lei?
- Sono Paul.
- Chi sei tu?
C h i edere e d i re
il nome
- Come si chiama Lei?
- Come ti chiami tu? 9 - M i chiam o Paul.

I dentificare - D i dove è Lei? - lo sono


C hiedere notizie - D i dove sei tu? di B oston.

- Lui è Paul.
- Lei è M arianne.
-

Presentare qualc u no

- Piacere!
R ispondere alla
- M olto piacere!
presentazione
- Piacere, io sono Sandra R ivell i .
Dettare il testo che segue

In treno

Paul è un ragazzo straniero: è americano, di Boston.


È la prima volta che è i n Ital ia eduè q u i per stud iare l' italiano.
A nche Marianne è straniera, ma non è americana; è svizzera, di Z u rigo.
Anche lei è q u i per i m parare la l i ngua ita l iana, necessaria per il suo
lavoro.
I d u e ragazzi sono in treno, in viaggio per Firenze e parlano con u na
sig nora italiana.

23. Leggere attentamente i l testo che precede e rispondere

1. C h i è Paul? - (Paul è)
- (È)
_________ _

2. D i dove è?
3. È la prima o la seconda
__________

volta che è i n Ital ia? - (È) ___

4. Perché è i n Ital ia? - (È q u i) __________ 15


5. Marianne è americana? - No, (Marianne) ________

6. Pau l è i n Italia per i m parare


l ' ital iano; e Marianne? - (Marian n e) __________

7. Dove sono i d u e ragazzi? - (I d u e ragazzi) ________

8. Con chi parlano? - (Parlano) _ _________

9. È strani e ra la sig nora? - No, (la signora) ________

1 O. Per dove sono i n viaggio? - (Sono in viagg io) __ _ _ _ __

24. Domande personalizzate

1 . Scusi, Lei è ital iano/a?


I
2. Scusi, come si ch iama Lei?
3. Scusi, d i dove è Lei?
4. Scusi, perché è q u i ?

ESERCIZI D I REIMPIEGO E CONTROLLO AP. 1


La sig norina Daniela B l u m è i n fila davanti alla seg reteria per l'iscrizione a u n
corso di italiano. Finalmente è i l s u o turno.

Daniela:
È permesso? Posso entrare?
Segretaria:
Prego, si accomod i ! Lei è la
. .
sig nori na ... ?.
Daniela:
Daniela B l u m . G razie. Sono q u i per
frequentare un corso d i italiano.

20
-e
Q)
>

Segretaria:
Va bene. Ha u n documento e quattro
fotog rafie?
Daniela:
Sì, ho tutto: ecco i l passaporto, le
fotog rafie ...

Segretaria:
E questo che cos'è?
Daniela:
È l ' i n d i rizzo del m i ni-appartam ento
che ho in questa città
Segretaria:
Ha anche i l n u mero di telefono?
Daniela:
No, perché i l telefono non ce l'ho.
Daniela:
E per la tassa?
Segretaria:
Lì, alla banca.

Daniela: 21
Senta, chi è i l professore della mia o
e
classe? ::i
e:
Segretaria: Q)
>

Per QQO..L classe sj_sono d u e


i nseg_nanti. Dal lu nedì al venerdì ci
sono venti ore d i lezione. I l sabato o
la domenica c'è u na escursione
organizzata dalla scuola. E q uesto è
per Lei.

Daniela:
Che cosa è?
Segretaria: .
È u n l i b retto dove c'è tutto: orario
delle lezio n i , delle visite g u idate,
nomi dei professori e altre
i nformazio n i uti li.
Daniela:
G razie, Lei è molto genti le.
1 . Scelta multipla

1 . Daniela è o i n classe
o i n seg reteria
o i n bibl ioteca

2. Daniela ha o una patente di g u i da


o una carta d i identità
o u n passaporto

3. Daniela ha o u n a camera
o u n a casa
o u n m i n i -appartamento

4. O g n i setti mana ci sono o sette ore d i lezione


o venti ore d i lezione
o d i eci ore di lezione

22 5. C'è lezione o og n i g iorno


Q)
::i
o dal l u n edì al mercoledì
D
o dal l u n edì al venerdì
"-E
Q)
>
6. Il sabato o l a domenica c'è o una lezione
o una escu rsione
o u n concerto

7. La seg retaria è o straniera


o genti le
o bella

8. N el l i b retto c'è l'orario o degli autobus


o dei ristoranti
o delle lezion i
2. Questionario

1 . Dove è Daniela? 6. Quanti i nseg nanti ci sono per


ogn i classe?
2. Perché è i n seg reteria?
3. Che cosa domanda Dan iela?
7. Quante ore d i lezione ci sono
dal lu nedì al venerdì?
4. Che cosa ha Dan iela? 8. Che cosa c'è il sabato o la domenica?
5. Perché Dan iela non ha i l numero 9. Da chi è organ izzata l 'escursione?
di telefono? 1 O. Che cosa c'è nel l i bretto?
3. Ri spondere

1. Lei ha u n docu mento? - Sì, ce l' ho.


2. Lei ha una borsa?
3. Lei ha una fotog rafia?
4. Lei ha una tessera?
5. Lei ha u n appartamento?
6. Lei ha un orario dei t reni?

4. Rispondere

1 . Voi avete i l permesso d i


soggiorno? - Sì, ce l'abbiamo.
2. Voi avete i l n u mero d i telefono
di Paolo?
3. Voi avete l ' i n d i rizzo di C h iara?
4. Voi avete la macchi na? 23
5. Voi avete l'orario dei treni?
6. Voi avete il passaporto? '

5. Rispondere

1 . Hai una sigaretta? - No, non ce l' ho.


2. Hai u n fia m m ifero?
3. Hai una matita?
4. Hai un fogl io?
5. Hai una penna?

la carta d'identità
6. Rispondere

1 . Come è la stazione? (moderna) - La stazione è moderna.


2. Come è la tras missione? (brutta)
3. Come è la frase? (lunga)
4. Come è la l ezione? (bella)
5. Come è la televisione? (spenta)
6. Come è la l u ce? (accesa)

7. R ispondere

1 . È ital iano i l professore? - Sì, il professore è italiano.


2. È sed uto il s i g nore?
3. È nuovo il giornale?
È s p_e nto il televisore?
5. È chi uso il ristorante?
4.

6. È caldo il latte?
24

8. Trasforma re

1 . La stazione è piccola. - Le stazioni sono piccole.


2. La frase è l u nga.
3. La trasmissione è brutta.
4. La lezione è finita.
5. La televisione è spenta.
6. La l u ce è accesa.

9. Trasformare

1. professore è italiano. - I professori sono ital iani.


2. s i gnore è seduto.
3. bicchiere è vuoto.
4. giornale è nuovo.
5. televisore è spento.
6. ristorante è chiuso. L
1 O. Trasformare

1 . La parete è verde. - Le pareti sono verdi.


2 . La lezione è i nteressante.
3. La sig nora è francese.
4. La seg retaria è gentile.
5. I l ristorante è g rande. - I ristoranti sono g randi.
6. Il sig nore è i nglese.
7. I l corso è facile.
8. I l ragazzo è i ntel l i gente.

1 1 . Rispondere

1 . Dove è ,il l i b ro? - I l li bro è s u l banco.


2. Dove è il giornale?
3. Dove è la pen na?
25
4. Dove è la borsa? Q)
:::J
5. Dove è il registro? - I l registro è nel cassetto.
6. Dove è il foglio?
IT
e
·u
t-.,J-.,_..t;.
'E
Q)
7. Dove è la chiave? >

8. Dove è la fotog rafia?

i soldi spiccioli sono nel portamonete


1 2. Rispondere

1 . Dove sono i giornali? - I giornali sono sulla sèdia.


'
2. Dove sono i l i bri?
3. Dove sono le penne?
4. Dove sono le s i garette?
5. Dove sono i fogl i ? - I fogl i sono nella borsa.
6. Dove sono i docu m enti?
7. Dove sono le chiavi?
8. Dove sono le l ettere?

1 3. Rispondere

1. Che cosa c'è s u l banco?


(un libro) - S u l banco c'è un li bro.
2. Che cosa c'è s u l banco?
(un giornale)
3. Che cosa c'è s u l banco?
26
Q5
[fJ
(una penna)

Q)
> 4. Che cosa c'è sul banco?
(una borsa)
5. Che cosa c'è nel cassetto?
(un registro) - Nel cassetto c'è un registro.
6. Che cosa c'è nel cassetto?
(un foglio)
-l. Che cosa c'è nel cassetto?
(una chiave)
8. Che cosa c'è nel cassetto?
(una fotografia)

1 4. R ispondere

1. Che cosa c'è s u l l a sèdia?


(i giornali) - S u l l a sedia ci sono i giornali.
2. Che cosa c'è s u l l a sedia?
(i libri)
3. Che cosa c'è sulla sedia?
27
.;:<te penne)
�(J)
Q)
4. C h e cosa c'è s u lla sèdia?
(le borse)
."§
5. Che cosa c'è nella borsa? Q)
>

(i fogli) - N ella borsa ci sono i fog l i .


6. Che cosa c'è nella borsa?
(i documenti)
7. C h e cosa c'è nella borsa?
(le chiavi)
8. C h e cosa c'è nella borsa?
(le lettere)

1 5. Rispondere

1 . C h e cosa c'è s u l banco? - Sul banco n o n c'è niente (nulla) .


2. C h e cosa c'è s u l tavolo?
3. C h e çosa c'è nel cassetto?
4. C h e cosa c'è nel vaso?
5. C h e cosa c'è s u l l a sedia? - S ulla sedia non c'è niente ( n u l la) .
6. Che cosa c'è s u l l a borsa?
7. Che cosa c'è nella borsa?
8. Che cosa c'è nella scatola?
1 6. Com pletare (con i verbi)

1 . La signorina Dan iela B l u m ____ i n fila davanti alla segreteria.


2. Final mente il suo turno.
3. Prego, si accomod i ! Lei la sig norina ...
4. Va bene. u n docu mento e quattro fotog rafie?
5. Sì, tutto. Ecco i l passaporto, le fotog rafie ...
6. E q uesto che cos' ? - ____ l ' i n d i rizzo del m i n i -appartamento
che i n q uesta città.
7. anche i l n u mero d i telefono?
8. No, perché il telefono non ce I' ___

9. C h i i l professore d e l l a mia classe? - Per og n i classe ci ____

due i nseg nanti.


1 O. Ci venti ore di lezione dal l u nedì al venerdì. Il sabato o la
domen ica c' una escursione organ izzata dalla scuola.

28


o

e:
Q) l'edicola dei giornali
>
all'angolo di via Garibaldi

1 7. Completare (con le preposizioni)

1 . La signorina Dan iela B l u m è fila davanti seg reteria __

l'iscrizione un corso ital iano.


2. Sono q u i freq uentare u n corso italiano.
3. È l ' i n d i rizzo m i n i -appartamento che ho q uesta città.
4. Ha anche il n u mero telefono?
5. E la tassa? - Lì banca.
6. ogn i classe ci sono due insegnanti. l u nedì ____

venerdì ci sono venti ore lezione.


7. Chi è il professore m i a classe?
8. Il sabato o la domen ica c'è u n a escursione organ izzata ____ scuola.
9. E q uesto è Lei.
1 O. È un l ibretto dove c'è tutto: orario lezioni, ____ visite g u idate,
nomi professori e altre i nformazioni uti l i.
1 8. Completare (con i nomi)

1 . La ______ Daniela B l u m è i n ______ davanti alla segreteria


per I' a u n corso d i ______

2. Final mente è i l suo


3. È I'
______

______ del mini-appartamento che ho i n questa ______

4. Per og n i c i sono d u e ______

5. Dal l u nedì al ______ ci sono venti ______ d i lezione.


6. Il o la domen ica c'è una organizzata dalla

7. È un ______ dove c'è tutto: orario delle ______ , delle


______ g uidate, nomi dei e altre ______ utili.

1 9. Combinare domanda e risposta

1 . È permesso? Posso entrare? - Daniela B l u m .


2. Ha un doc u mento? - Per ogn i classe ci sono. d u e i nseg nanti.
3. C h i è il professore? - Sì, ho tutto.
29
4. E per la tassa? No, perché il telefono non ce l'ho. Q)
>
5. Ha anche il n u mero di telefono? - Lì, alla banca. o
e

6. Lei è la signorina... ? Prego, si accomod i ! �


Q)
>

20. Combinare le parti di frase

1 . La signorina è i n fila tutte l e i nformazion i uti l i .


2. Per og n i classe ci sono d u e i nseg nanti.
3. Il sabato o la domenica c'è una escursione.
Nel l i bretto ci sono del m i n i-appartamento.
5. È l'i n d i rizzo
4.

davanti alla seg reteri a .


6. Ha anche il n u mero d i telefono?

21 . Fare la domanda

1 . Dove è Daniela? - È i n fila davanti alla seg reteria.


2. ------ ? - Sono q u i per frequentare u n corso d i
italiano.
3. ------ ? - È l ' i n d i rizzo del m i ni-appartamento.
4. ------ ? - No, perché il telefono non ce l'ho.
5. ------ ? - Ci sono venti ore di lezione.
6. _______ ? - È un l ibretto dove c'è tutto.
. .

���������

u na macchina nuova

u na bella casa

un m i ni-appartamento

molti am ici

molti soldi

molti problemi

molte amiche

molte cose da fare

u n docu mento e d u e fotografie

il passaporto

tutto

il n umero telefon ico di Daniela

il perm esso d i soggiorno

venti ore di lez+éne ogni settimana

NOMI E AGG ETIIVI I N - e

s i ngolare p l u rale

italiaro ital iani


Il professore I professori
genti le gent i li
è sono
moderra moderne
La stazio re Le stazioni
g rande g randi
CHE COSA È? I C H E COSA SONO?

il l i b ro di Daniela.
la chiave del cassetto.
e' ?. È
un passaporto.
u na matita.
Che cosa
i l i bri di Daniela.
le chiavi del cassetto.
sono? Sono
(dei) passaporti.
(delle) matite.

C'È - Cl SONO - SUL/SU LLA - NEL/N ELLA

l i b ro.
un
giornale.
Che cosa sul banco? C'è
fotog rafia.
una 31
chiave. o
e:


:::J

sulla sedia? fogli. e:


(dei)
Che c'è giornali.
'
Ci sono
fotog rafie.
(delle)
nel cassetto? chiavi.

niente.
Cosa nella borsa? N o n c' è
nulla.

I GIORNI DELLA SETIIMANA

l u nedì.
martedì.
mercoledì.
Che giorno è oggi? Oggi è giovedì.
venerdì.
sabato.
domenica.
LESSICO

1 . - Chi è i l professore della mia classe?


- Ogni classe ha d u e i nseg nanti .
2. - Quante ore d i lezione ci sono?
- Ogni settimana ci sono venti ore d i
lezione.
3. - Ha il passaporto?
- Ecco il passaporto.
4. - E per il permesso di sogg iorno? ORAAIO P€UE LEZIONI
- Ecco qui l' ufficio di pol izia.
LONEl>J -.. - - "" -
5. - Ecco fatto, i docu menti sono pronti.
6. - Questo che cosa è?
MAll!'EPI !lC � - :::: •

MElll OL!DI = - -- - ·

G10l/eD1 - - - - ·

- È l ' i n d i rizzo del m i n i -appartamento. VE�eRDI �-- -· -· - ·

7. - Questi che cosa sono?


- Sono i documenti.
8. - Ha i l passaporto?
- Sì, ce l'ho .
32 9. - Ha anche i l n u mero d i telefono?
- No, perché il telefono non ce l'ho .

Ha il modello della domanda


d'iscrizione?
Ecco i l model lo, sig nori na. Per
l'iscrizione è necessario presentare
in seg reteria anche /a ricevuta del
pagamento della tassa.

FUNZIONI ATTI COM UNICATIVI

- È permesso?
- Posso entrare?
Chiedere il permesso - Posso sederm i?
- S i può?

- Avanti !
Concedere il permesso - Prego!
- Si accomodi I Accomodati!
I
- G razie!
R i n g raziare - G razie tante! I

- G razie m i l le!
I
p.)':4d'
' '
. .. .. ' .

•"I
·1 . . '· ' •

�1�� � ��·
.
"
• ' 0 ' , •

Dettare il testo che segue

In segreteria

La si g norina Daniela B l u m è in fila davanti alla seg reteria per l'iscrizione a


u n corso d i italiano.
Ha nella borsa i docu menti, le fotog rafie, il passaport o e l ' i n d i rizzo del s u o
m i ni-appart amento.
Per avere la tessera è necessario il perm esso di soggiorno e pagare la
tassa di iscrizione.
Per ogni classe ci sono d u e i nseg nanti e ogni settimana, dal l u nedì al
venerdì, ci sono venti ore di lezione.
Il sabato o la domenica c'è u na esc u rsione organizzata dalla scuola.
N el l i b retto, poi, ci sono tutte le altre i nformazio ni utili.

22. Leggere attentamente i l testo che precede e poi scrivere l e risposte

1 . Dove è Daniela B l u m?
33

2. Perché è d avanti alla seg reteria?

3. Che cosa ha nella borsa?

4. Che cosa è necessario per avere la tessera?

5. Per ogni classe, q uanti i nsegnanti ci sono?

6. Per ogni settimana, q uante ore di lezione ci sono?

7. Il sabato o la domen ica, la scuola che cosa organizza?

8. Che cosa c'è nel l i b retto?

23. Domande personalizzate

1. Chi è Lei?

3. Perché è q u i ?
2. Di dove è Lei?

4. H a u n passaporto ital iano?

6. Q uante ore di lezione ha in u na settimana?


5. Che cosa ha nel la borsa?

' • ESERCIZI DI REIMPIEGO E CONTROLLO AP.2 '


Mario, che studia aU'università, incontra alla fermata dell'autobus u n s u o
vecchio professore di scuola media.

Mario:
Buon giorno, Professore!
Professore:
Buon g iorno ...

38 Mario:
Non ricorda ? Sono u n s u o vecchio
allievo della terza C.
Professore:
Aspetta! ... A h sì, o ra ricordo , la
famosa terza C ... Tu sei Volpi ...
Mari o Volpi. Come stai, Mario?
Mario:
Bene, g razie. E Lei? Insegna ancora
nella stessa scuola?

� FA COLTA' DI MEDICINA

Professore:
N o, non insegno più. S0 no i n
pensione da d u e anni. E t u che fai,
lavori ?
Mario:
N o, sono studente u niversitario,
frequento l ' u ltimo anno di medici na.
Ho ancora un esame e la tesi d i
lau rea p e r f i n i re.
Professore:
Allora studi molto!
Mario:
È vero, professore. N on ho u n m i n uto
li bero. La matti na sono sempre a
lezione; i l pomeriggio passo molte
ore in ospedale o in bibl ioteca; la
sera esco raramente. I nvece di usci re
con g l i amici, preferisco restare a
casa per preparare la tesi.
Professore:
B ravo, sono contento di sentire q u este
cose. 39
Q)
>
o
e
C1l

Mario: 1
e:

E Lei, Professore, è sempre i n mezzo
ai li bri?
Professore:
La m ia vita, adesso, è u n po' diversa da
allora; ho più tempo per leggere,
per rispondere alle lettere che ricevo,
per viaggiare e per stare con i
nipoti ... Ma ecco, arriva l'autobus per
i l centro. Prendi anche tu q uesto?

Mario:
No, aspetto i l n u mero ventidue per
l'un iversità. Arrivederla, Professore!
Professore:
Ciao, ciao M ario!
1 . Scelta multipla

D all' estero
D alla scuola media
1 . Mario studia

D all'u niversità
D u n suo vecchio professore
D u n amico
2. Mari o i n contra

D u n conoscente
3. Il professore è D i n vacanza
D i n pensione
D i n servizio alla scuola media

D d i farmacia
D di medicina
4. Mario frequenta la facoltà

D di arc h itettu ra
D a lezione
D i n b i blioteca
5. Mario, al matti no, va

D i n ospedale
6. Mario, il pomeri g g i o, passa
40

D i n ospedale

D al bar
e: molte ore

D al centro
[I:)

::i
o-

D esce con g l i am ici


D guarda la TV
7. Mario, la sera,

D prepara la sua tesi


D scrivere l i b ri
D preparare le lezioni
8. Il professore ha più tempo per

D viaggiare e stare con i n i poti

la fermata dell'autobus
2. Vero o Falso?
V F
D D
I

1 . Mario studia e lavora.


2. Mario legge il g i o rnale alla fermata dell'autobus. D D
3. I l professore ricorda la classe terza C. D D
4. I l professore è i n pensione da molti a n n i . D D
5. Mario è all'ultimo anno di medici na. D D
6. Ha ancora due esam i e la tesi. D D
7. La sera esce poche volte con g l i am ici. D D
8. I l professore non viaggia molto. D D
9. I l p rofessore p rende l'autobus per i l centro. D D
1 O. Mario invece prende l'autobus per tornare a casa. D D

41
o
e
:::J
e:

Cl)
:::J
O"

il tesserino dell'autobus

il biglietto dell'autobus
3. Questionario

1 . Chi incontra Mario? 6. Dove è M ario la matti na?


2. Dove i n contra il suo 7. Che cosa fa il pomeri gg io?
professore?

3. I l professore i nsegna ancora?


8. Che cosa fa la sera?

9. Quale autobus prende i l


4. Che cosa fa Mari o? professore?

5. Quale facoltà frequenta? 1 O. Quale autobus aspetta Mari o?


. '--l . -...·-;,. .. • :·-.. -- , ,,. .., .- --.- 'ff-,<;�..
-;, •
,- ...
.

�'

::·�_.
. .. -_!:..:� • . � .: ••

4. Rispondere

1. Chi salut i ? (il professore) - Saluto i l professore.

3. Cosa prepari ? (la tesi)


2. Cosa aspetti? (l'autobus)

4. Dove st.ud i ? (all'università)

6. Cosa g uard i ? (la televisione)


5. Dove lavori ? (in banca)

5. Trasforma re

1. Mario aspetta l'autobus. - Mario e G ianni aspettano l'autobus.

3. Mario
2. Mario passa molte ore a casa.
resta in biblioteca.
4. Mario parla di pol itica.

6. Mario
5. Mario i n contra il professore.
frequenta l ' u n iversità.
42
6. Rispondere

1 . Cosa aspettate? (l'autobus) - Aspettiamo l'autobus.

3. Che cosa guardate?


2. C h i salutate? (il professore)

(la televisione)
4. Che cosa preparate? (la tesi)

6. Che cosa studiate? (il francese)


5. Dove restate? (a casa)

7. Rispondere

1 . Cosa fa Mario?
(salutare il professore) - Saluta il professore.
2. Cosa fa i l p rofessore?

3.
(aspettare l'autobus)
Cosa fa Mario?
(studiare medicina)
4. Cosa fa i l professore?
(viaggiare molto)

6.
5. Cosa fa Mario? (preparare la tesi)
Cosa fa il professore?
(guardare la televisione)
8. Replica re

1 . Mario scrive u na lettera. - Anch'io scrivo u na lettera.


2. Mario legge il giornale.
3. Mario riceve molte lettere.
4. Mario prende l'autobus.
5. Mario chiede u n' i nformazione.
6. Mario beve u na bi rra.

9. Rispondere

1 . Che cosa scrivete? (una lettera) - Scriviamo u na lettera.


2. Che cosa leggete? (il giornale)
3. A chi rispondete? (al professore)
4. Che cosa p rendete? (un tè)
5. Che cosa bevete? (una birra)
6. Che cosa m ettete? (il cappotto) 43

1 O. Trasforma re

1 . Mario legge i l giornale. - Mario e Gianni leg gò n o il giornale.


2. Mario scrive u na lettera.
3. Mario prende l'autobus.
4. Mario risponde alle lettere.
5. Mario beve u na bi rra.
6. Mari o chiede u n ' i nformazione.

1 1 . Ri spondere

1 . Che cosa apri? (la finestra) - Apro la finestra.


2. Cosa senti? (un rumor e)
3. Per dove parti? (per Firenze)
4. Dove dormi? (in albergo)
5. Quando finisci? (domani) - F i nisco domani.
6. Cosa capisci? (tu tto)
7. Dove preferisci restare? (a casa)
8. Cosa s pedisci? (una l ettera)
1 2. Trasformare

1 . Mario sente il ru more del t raffico. - Mario e G ianni sentono il ru more


del traffico.
2. Mario parte per Fi renze.
3. Mario dorme in al bergo.
4. Mari o fi nisce di lavorare.
5. Mario capisce il francese.
6. Mari o preferisce restare a casa.

1 3. Rispondere

1. Aprite l a porta? {la finestra) - No, non apriamo la porta, ma la finestra.


2. Sentite freddo? (caldo)
44 3. Partite per Fi renze? (per Milano)

'lii
2 4. Dorm ite i n albergo? (in pensione)
5. S pedite u na lettera? (una cartolina)
6. Capite i l francese? {l'inglese)
:::i
O'


C1l
:::i
O'

1 4. Trasformare

1 . Preparo la borsa, saluto ed esco. - Prepariamo la borsa, salutiamo


ed usciamo.
2. A p ro i l pacchetto, prendo u na
sigaretta e fu mo.
3. F requento l ' u niversità, studio
medici na e passo molte o re i n
ospedale.
4. Prend i la penna, apri il q uaderno - Prendete la penna, aprite il quadern o
e scrivi. e scrivete.
5. Esci con g l i am ici, g uardi la
televisione, preferisci viaggiare.
6. Pensi al futu ro, lavori molto
p repari già la tesi.
1 5. Completare (con i verbi)

1 . Mario che al l ' u n iversità, alla fermata dell'autobus,


un suo vecchio professore.

3. A h sì , ora
2. Non ? Sono u n suo vecchio allievo della terza C.
, la famosa terza C ... Tu Vol pi ... Mario Volpi.
Come , Mari o?

4. Bene, grazie. E Lei ? _____ ancora nella stessa scuola?


5. No, non più. _____ i n pensione da d u e a n n i .
E tu c h e fai, ?
6. No, studente u niversitario, _____ l ' u ltimo anno d i medici na.
7. Non u n m i nuto li bero. La matti na _____ sempre a lezione; i l
pomeriggio molte o re i n ospedale; la sera raramente.
I nvece di uscire con gli amici, restare a casa.
8. Ma ecco, l'autobus per il centro. anche tu questo?
9. No, i l n u mero ventidue per l'università.

45

l'autobus

1 6. Completare (con le preposizion i)

1. Mario, che stu d ia ' u niversità, i n contra �---- fermata


_____ 'autobus u n suo vecchio professore scuola media.
2. Non ricorda? Sono un suo vecchio allievo terza C.
3. E Lei? I nsegna sem p re
_____

stessa scuola?
4. N o, non i nsegno più. Sono pensione d u e anni.
5. Sono studente u n ivers itario, frequento l ' u ltimo anno medici na. Ho
ancora un esame e l a tesi lau rea fi n i re.
6. La mattina sono sem pre lezione; i l pomeriggio passo molte o re
. __ ospedale o __ b i b l i oteca; la sera, i nvece__ uscire __

g l i amici, p referisco restare casa preparare la tes i .


7 . B ravo, s o n o contento senti re queste cose.
8. E Lei, professore, è sempre mezzo l i bri?
9. La m i a vita, adesso, è un po' diversa allora; ho più tempo -�-
leggere, rispondere lettere che ricevo, viaggiare
e stare i ni poti. Ma ecco, arriva l'autobus il centro.
1 O. l o aspetto il n u mero ventidue l ' u niversità.
1 7. Completare (con gli articoli)

1 . Mario i ncontra_· ____ suo vecchio professore di scuola media.


2. Non ricorda? Sono suo vecchio allievo della terza C.
3. Aspetta! ... Ah sì, ora ricordo, _____ famosa terza C ...
4. lo sono studente u n i versitario, frequento ' u ltimo anno d i
medici na. Ho ancora esame e tesi d i lau rea per fi n i re.
5. Non ho m i n uto l i bero. mattina sono sempre a lezione;
_____ pomeri g g io passo molte ore i n ospedale o i n bibl ioteca; ___

sera, i nvece di uscire con amici, p referisco restare a casa.


6. Ho p i ù tempo per viagg iare e per stare con n ipoti ... M a
ecco, arriva 'autobus p e r centro.
7. lo aspetto n u mero ventidue per. ' u niversità.

1 8. Riordinare le parti di frase


46
1 . u n suo vecchio professore l'apparecchio per timbrare il biglietto
2. all ' u niversità,
3. di scuola media.
4. i n contra �ATAHI
5. M ario, che stud ia
6. del l'autobus
�"
7. alla fermata

1 9. Combinare domanda e risposta

1 . Non ricorda? Sono u n suo vecchio - Non i nsegno più. Sono


allievo della scuola m ed i a. i n pensione.
2. I nseg na sempre nella stessa scuola? - Ah sì, ora ricordo, la famosa
terza C ... Tu sei Vol pi ...
3. E tu che fai, lavori? - No, aspetto il nu mero ventidue.
4. E Lei, Professore, è sempre in m ezzo - No, sono studente u nivers itario.
ai l i bri? )
5. Ecco, arr� l'autobus per i l centro. - La mia vita, adesso, è u n po'
Prendi anche tu q u esto? d iversa da allora; ora ho p i ù
tempo p e r leggere.
20. Fare la domanda

1 . Cosa aspettate? - Aspettiamo l'autobus.


2. ------- ? - Prendiamo u n caffè.
3. ? - Mangiamo una pizza.
4. ? - Legg iamo il giornale.
5. ? - Spediamo una lettera.
a ? - Prepariamo la tesi.

21 . Fare I� domanda

1 . Chi stud i a medici na? - Mario studia medici na.


2. ------- ? - Mario scrive una lettera.
3. ? - Mario p referisce restare a casa.
4. ? - Mario prepara la tesi.
5. ? - Mario la sera esce raramente.
6.
47
? - Mario passa il pomeriggio
i n ospedale.
- Mario aspetta il nu mero 22.

22. Fare la domanda

1 . Dove mangi? - Mangio al ristorante.


2. _______ ? - Dormo in al bergo stasera.
3. ? - Vado al ci nema.
4. ? - Stu d i o all'u niversità.
5. ? - Abito al centro.
a ? - Lavoro i n banca.

SORREGGE"RS I
AGLI Af'fòSIT I
SOSTEGNI b
LE TRE CONIUGAZIONI: i n d icativo presente

ASPETT'-ARE
(io) u n am ico
(tu) l'autobus
(lui/lei/Lei)
(non) i l treno
(noi)
u na lettera
(voi)
(loro/Loro) una telefonata

Attenzione!


Verbi come: mangiare (tu) mangi
(noi) mangiamo
cominciare
� (tu)
(noi)
cominci
cominciamo
48

:g
o
PREND- ERE
-e
� (io)
al
:::J
O"
il treno
(tu)
(lu i/lei/Lei) l'autobus
(non)
(noi) un caffè
(voi)
u na bi rra
(loro/Loro)

PART-I R E
(io) oggi
(tu)
per Firenze
(lu i/lei/Lei)
(non) alle 1 5
(noi)
con il treno
(voi)
(loro/Loro) con Antonio
FIN -I R E
(io)
la lezione alle 1 2
(tu)
i l lavoro
(lui/lei/Lei)
(non) l ' u niversità
(noi)
di stud iare
(voi)
di scrivere
(loro/Loro)

\ I I
I

'-...

49
Q)
>
o
e:
CO
e:

CO
:::J

�e170t.:;,.,
O"
l'autobus pieno di gente
,, .,,,, �

ARTICOLI CON NOMI E AGG ETIIVI MASCH ILI C H E COMI NCIANO PER VOCALE

singolare I' I u n p l u rale g l i I (degli}

a m ico a m ici
a utobus a utobus
I' e sercizio gli e sercizi
e same e sami
i n d i rizzo i n d i rizzi
i nsegnante i nsegnanti
-
o rario '
o rari
un o spedale (degli} o spedali
u fficio u ffici
u omo u omini

Attenzione!
lo amico � l'amico
ARTICOLI CON NOMI E AGG ETIIVI FEM M I N I LI C H E COMINCIANO PER VOCALE

s i ngolare I' I u n' p l u rale le I (delle)


a m ica a m iche
a ula a ule
I' e sperienza le e s perienze
e scu rsione e scursioni
i scrizione i scrizioni
i dea i dee

o pera o pere
u n' o ra (delle) o re
u n iversità u n iversità
u scita u scite

Attenzione!
la amica .,.. I' amica
50 una amica .,.. un'amica
Cll
e:
Cll
:::J

c
-0
LESSI CO
'
1. - Che cosa fai ? Lavori?
- N o, freq uento l ' u niversità. E Lei che cosa fa? I nsegna ancora?
- N o, non i nsegno più, sono i n pensione.
2. - Che cosa facciamo stasera?
- Andiamo al ci nema.
3. - Che cosa fai adesso?
- Non vedi? Faccio g l i esercizi per domani.
4. - Come stai, M ario?
- Bene, g razie. E Lei?
- Non c'è male, g razie.

1 . - Che fa questo autobus? Non ferma.?


- 1-a fermata è più avanti.
2. - Scusi, questo autobus va al centro?
- No, signora, deve prendere i l n . 36 per il centro.
3. - Per favore, vorrei due biglietti per l'autobus.
- Non ce li ho, signora. I biglietti per l'autobus li vende il g iornalaio.
4. - Scusi, dove devo scendére per l'ospedale? 51
- È la prossima fermata, signore.
· 5. - Ecco, siamo q uasi arrivati. Puoi suonare il campanello ?
6. - C'è i l controllore. Hai timbrato i l biglietto?
- Ho l'abbonamento.

FUNZIONI ATTI COMUNICATIVI

- Buon giorno, Professore!


- Buon pomerigg io, signor Rossi !
Salutare e ris pondere a l saluto - Buona sera, sig nora Rossi!
- C iao, Mario!
- Salve, ragazzi!

- Ciao!
- Arrivederci!
- Arrivederla, Professore!
Prendere com m iato
- Ci vediamo domani!
- A domani!
- A p resto!
I
- Aspetta!

I
- Aspetti u n momento, signora!
Sospendere la comu nicazione
- Un momento!
- U n atti mo, per favore!
Dettare il testo che segue

Un incontro

Mario è u no studente u nivers itario, freq uenta l ' u ltimo anno della facoltà d i
medici na.
Alla fermata' dell'autobus, mentre aspetta il nu mero ventidue per l ' u nivers ità,
incontra un suo vecchio professore di scuola media.
Il professore non i nsegna più, è i n pensione; ora ha più tempo per scrivere,
leggere, rispondere alle lettere, viaggiare e stare con i ni poti.
Lo studente e il professore fanno u na breve conversazione e ricordano la
vita di scuola e parlano della vita attuale.

23. Leggere attentamente i l testo che precede e ripetere a libro chiuso

52
Q) 24. Fare u na frase con le pa role che seguono
:::J
u
C1l
-e 1 . I ncontrare
C1l
:::J
o­ 2. I nseg nare
c:
u 3. Andare
4. Preferire
5. Guardare
6. R is pondere
7. Prendere

25. Fare u na frase con le pa role che seguono

1 . All'u niversità
2. Medicina
3. In pensione
4. In biblioteca
5. U ltimo anno
6. Passo molte ore
7. Sono contento di
8. Lettere
26. Domande personalizzate

1 . Lei, cosa studia?


2. Perché?
3. Dove mang ia?
4. Dove abita?
5. Cosa fa il matti no?
6. Cosa fa il pomerigg io?
7. Cosa fa la sera?
8. Cosa fa il f i n e settimana?

27. Per la composizione scritta

1 . Parl i del tempo l i bero.


2. I n una lettera ad un amico descriva u na giornata a scuola.

53

il capolinea
ESERCIZI DI REIMPIEGO E CONTROLLO AP.3
Si lvia, che vuole organ izzare una festa per il suo complean no, telefona alla sua
am ica Chiara.

Chiara:
Pronto?
Silvia:
Pronto! Ch iara, sono Silvia.
Senti, puoi ven i re oggi pomeriggio
a casa mia? Vog lio organ izzare
una festa per il mio com plean no.

Chiara:
Mi d ispiace, S i lvia, ma oggi non
posso perché mia· mad re ed io
dobbiamo andare dal dentista.
Silvia:
Ma a che ora ci vai?
Chiara:
Ci vado a l le quattro.
Silvia:
58 Non puoi andarci più tard i ?
Chiara:
No, abbiamo l'appuntamento. Ma se
per te va bene domatti na, vengo da
te verso le nove.
Silvia:
D'accordo. A domani alle nove.

(Il g iorno dopo Ch iara va da Si lvia)

Silvia:
I miei gen itori d icono che la nostra
casa è troppo piccola.

Chiara:
Ho u n 'idea! Perché non ch iedi a tuo
nonno? La sua casa i n campagna ha
un bel g iard i no.

È una buona i dea... Sì, anche mio


Silvia:

pad re e mia mad re sono d'accordo.


Devo domandare il permesso a mio
non no.
Chiara:
Chi pensi d i i nvitare?
Silvia:
I nostri com pag n i d i classe, tutti. E­
anche Marcello e Piero.

59
Q)
>
o
e
Chiara: Cl)
e:
I tuoi s i m patici cug i n i Marcello e Cl)
:::J
Piero con le loro fidanzate e cr
e
quel tuo am ico inglese, che viene da ·o
Londra.

Silvia:
Facciamo i l conto: noi due con i
nostri com pag n i d i classe siamo
venti.
2 18
�A + '1 =20
Chiara:
Filippo è a San Marino
dai suoi zii: venti meno uno
fa dician nove. Più le due coppie di
fidanzati e l'ing lese fa ventiquattro.

Silvia:
Al lora pan i n i , tarti ne, dolci e bibite
per ci rca venticinque, trenta persone.
2. Vero o Falso?

V F
1 . Si lvia vuole festeggiare i l suo com p l ean no. D D
2. Si lvia vuole i ncontrare Chiara a casa
dell'am ica. D D
3. Chiara non può andare da Si lvia. D D
4. Chiara deve andare dal dentista con
sua madre. D D
5. I l nonno ha una casa i n montag na. D D
6. I cug i n i d i Si lvia, Marcello e Piero, non
devono mancare alla festa. D D
7. S ilvia deve preparare da mangiare
e da bere per ci rca venti persone. D D

61
o
e
::i
e:
Cl)
(/)
(/)
Q)
0?

la torta di compleanno con le candeline

3. Questionario

1 . Che cosa vuole fare Si lvia per 5. Perché Silvia non può fare la festa

6. Quale soluzione suggerisce


i l suo com pleanno? a casa sua?
2. A chi telefona?
Chiara?
3. Perché l'amica non può andare
7. Silvia chi pensa di invitare?
da lei?
4. A che ora l'am ica ha l'appuntamento 8. Chi non può mancare alla festa
con il dentista? e perché?
9. Quanti possono essere gli invitati?
. ..
. ·'·'�r<����-�--
. ..

..
'

4. R ispondere

1 . Puoi veni re oggi pomeriggio? - Mi dispiace, non posso veni re.

3. Puoi rimanere ancora?


2. Puoi aspettare un momento?

4. Puoi rispondere a questa


domanda?
5. Potete arrivare alle sette? - Sì, possiamo arrivare alle sette.
6. Potete veni re stasera?
7. Potete scendere su bito?
8. Potete sal i re a piedi?

5. Trasformare

1 . Lui può fare una passeggiata. - Loro possono fare una passeggiata.

3. Lui può scrivere a casa.


2. Lui può andare al concerto stasera.

62 4. Lui può l avorare m olte o re


Q)
:i al g i o rno.
-o
Cll
e:
5. Lei non può veni re a lezione. - Loro non possono ven i re a lezione.
Cll
(f)
(f)
6. Lei non può fare questo viaggio.
Q)
(f) 7. Lei non può pagare le tasse.
8. Lei non può fare l'esame.

6. R ispondere

1 . Con chi vuoi parlare?


(con il professore) - Vog lio parlare con i l p rofessore.
2. Con chi vuoi usci re?

3. Chi vuoi conoscere?


(con il mio fidanzato)

(tuo padre e tua madre)


4. Chi vuoi i nvitare?
(i compagni di scuola)
5. A chi volete telefonare?
(alla mamma) - Vogliamo telefonare alla mamma.
6. A chi volete scrivere? (al direttore)
7. A che o ra volete parti re? (alle sette)
8. A che ora volete p ranzare?
(all'una)
7. Replica re

1 . Lui vuole andare a piedi.


(con l'autobus) - Ma loro vogliono andare con l'autobus.
2. Lui vuole mangiare alla m ensa.
(al ristorante)
3. Lui vuole rimanere a casa. (uscire)
4. Lei vuole stud iare. (riposare)
5. Lei vuole passare le vancanze
in montag na. (al mare)
6. Lei vuole o rganizzare u n p ranzo.
(una cena)

8. Rispondere

1 . C h i devi i nvitare? (i miei amicij - Devo i nvitare i m iei amici.


2. Che cosa devi com p rare? (una
borsa di pelle)
63
3. A chi devi telefonare?
·�
(alla mia famiglia) (il
4. A che ora devi andarci? e:
al
(f)
(alle quattro) (f)
Q)

5. Con chi dovete parlare? (f)

(con la padrona di casa) - Dobbiamo parlare con la pad rona di


casa.
6. Quanto d ovete pagare?
(un milione)
7. Q uando d ovete pagare? (domanij
8. Dove d ovete cam biare treno?
(a Firenze)

9. Trasformare

1. Lui non deve fumare. - Loro non devono fumare.


2. Lui non deve bere troppo.
3. Lui non deve fare ru more.
4. Lui non deve d istu rbare.
5. Lei deve fare attenzione. - Loro devono fare attenzione.
6. Lei deve fare s i lenzio.
7. Lei deve d i re la verità.
8. Lei deve vendere la casa.
1 O. R ispondere

1 . Dove è la tua vali gia? - Ecco la mia valigia.


2. Dove è la tua macchi na?
3. Dove sono le tue fotog rafie? - Ecco le mie fotog rafie.
4. Dove sono le tue sigarette?
5. Dove è la vostra valig ia? - Ecco la nostra vali gia.
6. Dove è la vostra macchi na?
7. Dove sono le vostre fotog rafie? - Ecco le nostre fotog rafie.
8. Dove sono le vostre s i garette?

1 1 . R ispondere

1 . Questa è la casa di Fil i p po? - Sì, è la sua casa.


2. Questa è la casa di Silvia?
3. Questa è la macchina del
professore?
4. Q uesta è la macchina della
64
p rofessoressa?
=@
2
5. Queste sono le cassette di Filippo? - Sì, sono le s u e cassette.
::J
O' 6. Queste sono le cassette di Silvia?
a:l
c:
a:l
7. Q ueste sono le valigie del
(j) professore ?
(j)
Q)
(j) 8. Queste sono le valigie della
p rofessoressa?

1 2. Rispondere

1 . Signori na, questa è la Sua borsa? - Sì, è la mia borsa.


2. Signor Rossi, questa è
la Sua val i g ia?
3. S i g nora, questa è la Sua bam bina?
4. Professore, questa è la
Sua chiave?
5. Professore, q ueste sono le

6.
Sue chiavi? - Sì, sono le mie chiavi.
Signor Rossi, q ueste sono
le Sue valige?
7. Signora Rossi, queste sono
le Sue figlie?
8. Signori na, q ueste sono le
Sue sigarette?
1 3. Rispondere

(via Garibaldi, 1 3)
1 . Qual è il tuo i n d i rizzo?
- I l mio i n d i rizzo è via Gari baldi, 1 3.

telefono? (65301)
2. Qual è il tuo n u mero di

3. Dove è il tuo li b ro? (nella borsa)


4. Come è i l tuo appartamento?
(grande)

(via Garibaldi, 1 3)
5. Qual è i l vostro i n d i rizzo?
- I l nostro i n d i rizzo è via G aribaldi, 1 3.
6. Qual è il vostro n u m ero d i
telefono? (65301)
7. Dove è il vostro l i b ro?
(nella borsa)
8. Come è i l vostro appartamento?
(grande)

1 4. Replicare 65
QJ
:i
O"
1 . Dove sono i m iei l i bri? e
(nella borsa) - I tuoi libri sono n ella borsa. E i miei? ·u
al
e:
2. Dove sono i m iei giornali? al
(/)
(sul tavolo) (/)
QJ
(/)
3. Dove sono i m iei fia m m iferi?
(nel cassetto)
4. Dove sono i m i ei occhiali?
(nella tasca)
5. Dove sono i vostri figli?
(in vacanza) - I nostri figli sono i n vacanza. E i vostri?
6. Dove sono i vostri genitori?
(in viaggio)
7. Dove sono i vostri vici n i ?
(fuori città)
8. Dove sono i vostri n i poti?
(alla festa di Silvia)
il biglietto d'auguri

un mazzo di fiori
1 5. Rispondere

1 . Questo è l ' i n d i rizzo d i Silvia? - Sì, è suo.


2. Questo è il n u mero di telefono
d i Marco?
3. Questo è l'appartamento
del professore?
4. Questo è l'ombrello della
professoressa?
5. Questi sono i l i bri di Silvia? - Sì, sono suoi.
6. Questi sono i d isch i di Marco?
7. Questi sono i fig l i del professore?
8. Questi sono g l i esercizi dello
studente?
1 6. Rispondere

1 . Questo è l'i n d i rizzo dei tuoi cug i n i ? - SÌ , è il loro i n d i rizzo.


2. Questo è il n umero di telefono
dei sig nori Rossi?
66
03 3. Questo è l'appartamento deg l i
(/)
cO
studenti?
e:
cO 4. Questo è i l g iard i no delle
(/)
(/)
Q)
tue amiche?
(/)
5. Questi sono i l i bri
delle studentesse? - Sì, sono i loro l ibri.
6. Questi sono i quaderni di Marco
e Filippo?
7. Questi sono gli esercizi
deg l i studenti?
8. Questi sono i documenti
delle sig nore?
1 7. Trasformare

1. Lu igi è m i o figl io. - Lu igi e Marco sono i miei fig li.


2. Antonio è mio fratel lo. - Antonio e Giorg io _______

3. Giova n n i è m io zio. - Giovan n i e Lucio _______

4. Franco è m io cugino. - Franco e Bruno ________

5. Luisa è mia sorella. - Lu isa e Lina sono le m ie sorelle.


6. Lena è m i a zia. - Lena e Teresa ________

7. G i u l iana è mia fig lia. - G i'u liana e Marcella ______

8. Gina è m ia cugina. - G i n a e Tecla _________


1 8. Rispondere

1 . Dove vai ? (al centro) - Vado al centro.


2. Con chi vai? (con il mio fidanzato)
3. Da chi vai? (da Silvia)
4. Dove vai i n vacanza? (al lago)
5. Dove andate domani? (a Roma) - Andiamo a Roma.
6. Con chi andate?
(con i nostri amici)
7. Da chi andate?
(dalle nostre amiche)
8. Dove andate i n vacanza?
(in Grecia)

1 9. Trasformare

1. Lui va a R oma. - Anche loro van n o a R oma.


67


2. Lu i va a Lon d ra. Q)

3. L u i va in Svizzera. (/)
CO
e:
4. Lui va i n Francia. CO
(/)
(/)
5. Lei va a mangiare. Q)
(/)
6. Lei va a d o rm i re.
7. Lei va da Mario.
8. Lei va da Francesca.

20. Rispondere

1 . Stasera vai al cinema? - Sì, ci vado.


2. Stasera andate al cinema?
3. Stasera vai in discoteca?
4. Stasera andate in discoteca?
5. Piero va a Roma?
6. Marco e Piero van n o a R oma?
7. Vai all'u niversità?
8. Andate all'u niversità?
2 1 . Rispondere

1 . Domani vieni a lezione? - Sì, ci vengo.


2. Vieni a lezione ogni g iorno?
3. Vieni a scuola?
4. Vieni in classe?
5. Venite a lezione alle nove? - Sì, ci veniamo alle nove.
6. Venite a lezione a pied i ?
7. Venite a lezione c o n l'autobus?
8. Venite a lezione con la macchi na?

22. Rispondere

1 . Con chi vieni alla festa?


(con i miei amici) - Ci vengo con i miei am ici.
2. Con chi vieni al ci nema?
68 (con i miei fratellij
.8 3. Con chi vieni alla gita?
o
e: (con i miei cugini)
Cll


� 4. Con chi vieni al mare?
(con i miei genitori)
5. Con chi venite alla festa?
(con i nostri amici) - C i veniamo con i nostri am ici.
6. Con chi venite al ci nema?
(con i nostri fratelli)
7. Con c h i venite alla gita?
(con i nostri cugini)
8. Con chi venite al mare?
(con i nostri genitori)

il regalo dei nonni


23. Trasformare

1. Lui viene da me. - Loro vengono da m e.

3. Lei viene alle sette.


2. Lui viene con me.

4. Lei viene a p ranzo.


5. Marco viene a casa mia. - Marco e Piero vengono a casa m ia.
6. Marco viene d a m e.
7. Marco viene alle sette.
8. Marco viene a cena.
24. Rispondere

1 . Da quale città vieni? (da Belgrado) - lo vengo da Belgrado.

3. Da quale città viene Mary?


2. Da quale città venite? (da Berna)

(da Chicago)
4. Da quale città vengono Peter e
Sabi ne? (da Basilea) 69
5. Da quale paese vieni? Q)
>

(dalla Iugoslavia) o
e
ro
6. Da quale paese venite? e:
ro
(dall'Austria) (fJ
(fJ
Q)
7. Da dove viene Mary? (fJ

(dagli Stati Uniti)


8. Da dove viene Yu m i ko?
(dal Giappone)
25. Rispondere

1. Vado al concerto, ci vieni anche tu? - Sì, ci vengo anch'io.


2. Andiamo in discoteca, ci vieni

3. Vado in piscina, ci vieni anche tu?


anche tu?

4. Andiamo alla posta ,ci vieni


anche tu?
5. Andiamo alla festa, ci venite
anche voi ? - Sì, ci veniamo anche noi.
6. Andiamo al lago, ci venite anche voi?
7. Vado a fare una passegg iata,
ci venite anche voi?
8. Andiamo a fare una g ita,
ci venite anche voi?
26. Completare (con i possessivi)

1. Si lvia, che vuole organ izzare una festa per i l compleanno, telefona
alla am ica C h iara.
2. Puoi ven i re oggi a casa ? Voglio organ izzare
una festa per i l com pleanno.
3. Mi d ispiace, Si lvia, ma oggi non posso, perché madre ed io
dobbiamo andare dal dentista.
4. I gen itori d icono che la casa è troppo piccola.
5. Perché non chied i a nonno? La casa in cam pag na
ha u n bel g iard ino.
6. È una buona idea ... Sì, anche pad re e ____ mad re sono
d'accordo. Devo domandare il permesso a nonno.
7. C h i pensi d i i nvitare? - I com pag n i d i classe, tutti.
8. I s i m patici cug i n i Marcello e Piero
con le fidanzate e quel ____ amico ing lese.
9. Facciamo il conto : noi due con i ____ compag n i d i classe siamo
venti.
70 1 O. Fi l ippo è a San Marino dai ____ zii.
CO

'§3
e:
CO
27. Completare (con i verbi servili)
(/)

1 . Silvia, che organ izzare una festa per il suo com pleanno,
telefona alla sua am ica C h iara.
2. Chiara, ven i re oggi a casa m ia? ________

organ izzare una festa per i l m io com plean no.


3. Mi d ispiace, Si lvia, ma ogg i non , perché mia mad re ed io
______ andare dal dentista.
4. Non andarci più tard i?
5. È una buona idea ... Sì, anche mio pad re e mia mad re sono d'accordo.
_____ domandare i l permesso a mio nonno.

IJ
o
o �-. G /)


,.

.� -P� -ti
o
28. Completare (con le preposizioni)

1 . Si lvia, che vuole organizzare una festa ____ i l suo compleanno,


telefona sua amica Chiara.
2. Puoi veni re oggi casa mia? Vogl i o organ izzare
u n a festa i l mio com plean no.
3. Mi d ispiace, Si lvia, ma oggi non posso, perché m ia madre ed io dobbiamo
andare dentista.
4. Ma ____ che ora ci vai? - C i vado ____ quattro.
5. Ma se te va bene domatti na, vengo te verso le nove.
6. D'acco rdo. domani nove.
7. Ho u n ' i dea! Perché non chiedi tuo nonno? La sua casa
____ campagna ha u n bel g iard i no.
8. C h i pensi i nvitare? - I nostri com pag n i classe, tutti.
9. I tuoi simpatici c u g i n i Marcello e Piero le loro fidanzate
e q uel tuo amico ing lese, che viene Lon dra.
1 O. Facciamo i l conto: noi d u e ____ i nostri com pag n i _____

classe siamo venti.


71
1 1 . F i l i ppo è San Marino ____ suoi zii. o
e
:i
-e
El
Q3
(j)
29. Combinare domanda e risposta

1 . Puoi ven i re a casa mia? - No, abbiamo l'appu ntamento.


2. A che ora vai dal dentista? - I nostri com pagn i di classe, tutti.
3. Non puoi andarci più tard i ? - M i d i spiace, ma o g g i non posso.
4. C h i pensi di i nvitare? - Ci vado alle quattro.

30. Fare la domanda

1 . A c h i telefona S ilvia? - Alla sua am ica C h iara.


2. ? - Perché vuole organ izzare u n a festa.
3. ? - La festa d i com pleanno.
4. ? - M i d ispiace, ma oggi non posso.
5. ? - No, oggi non posso ven i re.
6. ? Ci vado alle q u attro.
7. ? - No, abbiamo l'appu ntamento.
8. ? - I nostri compag n i d i classe.
1 I • '
ffl/ • • , ;;"'::'- _., -.<;i '·� ,
' .

------�- � - . -

POSSESSIVI
(io)
(tu)
apparta-
(l u i/lei) mento appartamenti

Q
(Lei)
( noi) l ibro l i bri

(voi)
p rofessore professori
(loro)
(Loro)

(io)
(tu)
72 macchina macc h i n e
( l u i/lei)

Q
(Lei)
am ica amiche
( noi)
(voi) chiavi
ch iave
{loro)
(Loro)

POSSESSIVI (con nomi i n d icanti relazion i d i fam i g l ia o parentela)


mio pad re miei
figli
tuo marito tuoi
fratel l i
suo suoi
fig l io
S uo S uoi zii
fratello i
nostro nostri nonni
zio
vostro vostri cugini
-
loro nonno loro
il suoceri
Loro cug i n o Loro
mia madre mie
tua moglie tue
sua figlia sue figlie
Sua sorella le Sue sorelle

nostra zia nostre zie


vostra nonna vostre nonne
loro cugina loro cugine
la
Loro Loro

SUO - LORO

G ervasio ha una macchi na;


la sua macc h i na è molto l u nga.

Anche Clara e Roberto hanno una 73


macchina;
la loro macchina è molto piccola.

G ervasio ha un cane;
i l suo cane è molto piccolo.

Anche Clara e Roberto hanno un cane;


il loro cane è molto g rande.

G e rvasio i nvita i suoi amici nella sua


magnifica vi l la in montagna.

Anche Clara e Roberto i nvitano i loro


amici nella loro casetta i n cam pagna.

DI CHI È? I DI CHI SONO?

questa penna?
è È
questo l i b ro?
Di chi
questi occhiali?
sono Sono
queste riviste?
VOLERE
voglio i m parare bene l'italiano
organizzare una festa
vuoi i nvitare tutti g l i amici
prendere un caffè
vuole visitare Fi renze e Roma

vogliamo
il giornale d i oggi
volete un caffè
u n gelato
vogliono u na sigaretta

POTER E
posso
ri manere ancora u n po'
74 puoi prendere l'autobus n. 22
già cap i re un giornale italiano
può

possiamo
veni re alle 8
potete fu mare
uscire
possono fare u na telefonata

DOVERE
devo (debbo)
decidere s u bito
devi
andare dal dentista
deve preparare pan i n i e bi bite
pagare le tasse
dobbiamo aiutare un amico
dovete cam biare i sol d i in banca
com prare una macchina n u ova
devono (debbono)
ANDARE

casa
scuola
a lezione
teatro
letto

centro
vado bar
al ristorante
ci nema
lago
mare
vai
mensa
alla stazione
posta
va
banca 75
b i blioteca Q)
::i
classe O"
e
andiamo città o
CO
cam pagna

e:
CO
chiesa
piscina (/)

andate ufficio
albergo
farmacia
in
va nno gelateria
lavanderia
li breria

(1)
m acelleria
pasticceria
pizzeria
segréteria
tabaccheria

(1 ) La p reposizione in si usa con i nomi che finiscono i n -eria.


ANDARE a - in - da

Roma
Firenze
Londra
vado
N ew York
a
studiare
vai vedere u n film
dorm i re

va Germania
America
B rasile
andiamo in Austral ia
G iappone
Toscana
andate S icilia

da M aria
vanno
Paolo
76

A ttenzione!
Si usa la preposizione a con i nomi d i città e con l'i nfi nito dei verbi.
Si usa la preposizione in con i nomi di nazione e regione.
Si usa la preposizione da con i nomi d i persona.

VEN I R E (1 )
a piedi
vengo
la macchina
vien i la bicicletta
a lezione con la motocicletta
la metropolitana
viene il treno
a scuola l'autobus
veniamo macchina
bicicletta
ven ite in motocicletta
metropolitana
treno
vengono autobus

A ttenzione!
Anche con venire si usa la preposizione a con i nomi d i città e con l' i nfi n ito dei
verbi, la preposizione in con i nomi d i nazione e reg ione, la p reposizione da con
i nomi d i persona.
DA DOVE?
Z u rigo.
da
Lon d ra.
vieni?
Da dove Vengo
viene Lei? dal G iappone.
dalla G ermania.
dall'Austria.
dagli Stati U niti.

Cl
vai
va Lei vado
a casa?
al centro? s u bito.
andate andiamo
al la mensa?
van n o in pizzeria? vanno dopo la lezione. 77
da M aria?
Quando Ci
vieni
vengo

viene Lei
a Firenze?
dopo i l corso.
venite i n Spagna? veniamo

vengono vengono

LE QUATTRO OPERAZIONI
(più)
5 + 5 ? 10

(meno)
9 -
4 ? 5
Quanto fa Fa
(per)
6 X 3 ? 18

(diviso)
20 4 ? 5
5 + 5 è u n'addizione. 6 x 3 è u n a moltiplicazio ne.
9 - 4 è u na sottrazione. 20 : 4 è u na divisione.
CHE ORA È? - CHE ORE SONO?

- Sono le ore tred ici.

- È l'u na.

78

6 5
- È l ' u n a e un quarto.

\. I l ./

Il I 2. I
10 �2 - Sono le ore tredici e trenta m i nuti.
� 3
B
5
1
- È l'una e mezza (mezzo).
4

- Sono le ore tred ici e q uarantacinque


m i n uti.

- È l'una e tre quarti.


1
6
- Sono le due meno u n quarto.
- Manca u n quarto alle d ue.
_ Sono le ore quattord ici.

- Sono le due.

�CL
.>.. o --=---
')'
Il

10 _ Sono le ore ventiquattro.

79
Q)
>
_ È mezzanotte. o
e
cO
e:
cO
:i::
Q)
(J)

_ Sono le ore dodici.

_ È m ezzogiorno.
LESSICO

1 . - Basta, non telefono p i ù


1 . - Se per te va bene , vengo domani.
- D'accordo.
2. - C i ved iamo verso le nove? a G io rg io. Og n i volta
- No, facciamo verso le otto e mezzo. che ch iamo la l i nea è
sem p re occupata.
3. - C hiara, vorrei parlare con te di alcune cose! 2. - Dov'è una cabina

- È proprio d i etro
4. - Perché non chiedi a tuo non no? telefonica?
- Sì, è una buona idea I
l'angolo. Ce l'hai il
gettone?
3. - Ricord i il numero di
telefono d i Mario?
- No, ma c'è qui un
elenco telefonico.
4. - Pri ma del numero, devi
formare il prefisso
della città.
80 ATTI COM U N I CATIVI
FUNZIONI

I
- Pronto, sono S ilvia, c'è C h iara?
I nterpel lare per telefono - Pronto, con chi parlo, scusi?
- Pronto, parlo con C hiara?
·i
- Pronto, sì, sono io.
R ispondere per telefono
- Pronto, qui pq.rla casa Rossetti.

- Ci ved iamo alle 9, - D'accordo, alle 9.


siamo d'accordo?
- M i dispiace, ma
- Ci vediamo alle 9.
alle 9 non posso.

ò
- Si, è vero.
- Propri o così.
- Non possiamo - Certo.
Accordo/disaccordo
d i menticare - Certamente.
G i ovan n i e M i rco - Hai rag i one.
- Sono pienamente
d'accordo.
- Non sono
d'accordo.
- Vuoi i nvitarl i ?
- Fai male.
- Sono contraria.
Dettare il testo che segue

Festa di compleanno

Silvia, che vuole o rganizzare una festa d i compleanno, telefona all'am ica
Chiara.
Si lvia domanda a Chiara se può andare a casa sua nel pomeriggio per
parlare d i alcu ne cose, ma Chiara deve andare i nsieme a sua mad re dal
dentista.
L'appu ntamento perciò è per il g iorno dopo alle nove.
Le due ragazze decidono di fare la festa nella casa di cam pagna del
nonno. Anche i g e n itori di S i lvia pensano la stessa cosa.
I nvitano tutti i loro com pagn i di scuola, i cug i n i Marcello e Piero che
vengono con le loro fidanzate e un am ico i n g l ese che viene da Lond ra. In tutto
ventiquattro i nvitati.

31 . Leggere attentamente i l testo che precede e ripetere a libro chiuso 81


o
e
:::J
e:

CO
32. Fare u na frase con le parole che seguono

1 . U na festa
2. Nel pomeriggio
3. Alle nove
4. Appu ntamento
5. S i m patico
6. I n giard i no

33. Completare le frasi che seguono

1 . lo telefono a ______ per ______________

2. I nvito u n amico che ______________________

3. L'appu ntamento è per _____________________

4. Vogl i o organ izzare _______________________

5. l o decido d i _______________________
34. Doma nde personal izzate

1 . Quando è il Suo com p leanno?


2. Che cosa fa per il Suo com p l ean no?
3. Chi i nvita?
4. Quali regali riceve?

35. Per la composizione scritta

1 . Oggi è il com pleanno di u n am ico .


2. La m i a famiglia.
3. La mia casa.

I
\\
� \
82

-
-

. .

Tanti auguri a te!!

· ESERCIZI DI REIMPIEGO E CONTROLLO AP.4


TANTI AUGURI ...

�# � } } I J J J J
'I

;b ;b
Tan - ti au - gu - ri a te, tan - ti au-
u u

j JI
$# J J J j
'I

); j I f
gu - ri a te, tan - ti au - gu - ri a

'" J J p p I j J J j =Il
'

tut - ti tan - ti au - gu - ri per te. 83


u

Tanti aug uri a te, Tanti auguri a papà,


tanti auguri a te, tanti auguri a mam ma,
tanti aug u ri a tutti, tanti aug u ri a tutti,
tanti auguri per te. tanti aug u ri per te.

A ttenzione!
Al posto d i "a tutti" si mette i l nome
della persona che si festegg i a :
"Si lvia, Ch iara, Lorenzo, ecc."
È l u nedì : u na nuova settimana comi n c ia.
Neil e Pat sono i n un bar al centro della città

Nei/:
C iao, Pat, come stai ?
Pat:
Oh, ciao, Nei l ! Bene, g razie e tu?
Nei/:
Non c'è male. Prendi q ualcosa con
me?
Pat:
Volentieri ! U n cappuccino.
Nei/:
Non mangi niente?
Pat:
No. La mattina mangio solo u n a
mela.
Nei/:
(Al cameriere) U n cappuccino e u n
88
caffè, per favore.

o


e:

(A Pat) Ieri non sei venuta al centro.


Pat:
I nfatti sono andata ad Assisi con
Annette.
Nei/:
Bell issi ma città: ci sono stato due
setti mane fa.

Pat:
E tu che hai fatto ?
Nei/:
N ie nte d'importante. Sono rimasto a
Perugia. La matti na ho incontrato g l i
amici a l centro; abbiamo parlato d i
sport, d i pol itica, i nsom m a d e l più e
del meno. Nel pomerigg i o ho dormito
fino alle cinque ...
Pat.
Annette e io siamo partite la mattina
al le sette. Appena siamo arrivate,
abbiamo visitato la Basil ica d i San
Francesco: g l i affresch i di G iotto
sono splen d i d i . Poi la chiesa d i
Santa Ch iara e la Cattedrale d i San
Rufino. Verso mezzog iorno siamo
salite a piedi fi no alla Rocca, ma ...
89
con una fame!
Q)
>
o
e
CO
e:
:g
CO
Nei/:
Avete trovato q ualche ristorante a
buon mercato?
Pat:
No, abbiamo pranzato al sacco. Più
tardi siamo scese d i n u ovo i n città,
abbiamo girato un po' e prima d i
partire abbiamo comprato q ualche
souve n i r.

Nei/:
Bene. Avete passato u n a g i ornata
interessante. La mia, al contrario,
é stata noiosa: tutto il pomeriggio
a casa, solo; ho scritto u n a lettera
e ho ascoltato cassette con lo stereo.
1 . Scelta multipla

D due setti mane fa


D il mese scorso
1 . Neil è stato ad Assisi

D la settimana passata

D ieri sera
D ieri matti na
2. N e i l non ha visto Pat al centro

D ieri pomeri g g i o

D a casa
D a Perugia
3 . Neil è ri masto

D a letto

D i n piazza
4. Neil ha i ncontrato g l i amici D al centro

D a scuola

D di teatro
D del p i ù e del meno
5. Neil e gli am ici hanno parlato
90
CO
D di economia

D tutto il pomeriggio
E
CO

D fino alle cinque


>
o
6. Nei l ha dorm ito
e

D tre ore

D i l m useo
D i l palazzo com u nale
7. Pat e An nette hanno visitato

D la Basi lica di S. Francesco

D al sacco
D i n trattoria
8. Le d u e amiche hanno pranzato

D al ristorante

D la rad i o
D dei d ischi
9. Neil ha ascoltato

D delle cassette

arrivo ad Assisi
2. Vero o Falso?

V F
1 . È l u nedì ; una n u ova settimana fin isce. D D

D D
2. Neil e Pat sono in un bar
al centro della città.
3. Pat, la mattina, mangia solo una mela. D D
4. Sabato Pat è andata ad Assisi con An nette. D D
5. Neil c'è stato due setti mane pri ma. D D
6. Neil nel pomeriggio ha stud i ato fino alle c i n q ue. D D
7. Le am iche sono partite alle 7. D D
8. Verso mezzogiorno sono sal ite in autobus fi no alla Rocca. D D
9. Prima d i tornare hanno com p rato dei souve n i r. D D

@
o 91
..

e:
o
e

C1l
>
o
e

,
J
/una caratteristica via di Assisi
3. Questionario

1 . Che giorno è ogg i ? 7. Che cosa hanno visitato le d u e


am iche?
3. Dove è stato Neil la
2 . Dove sono Neil e Pat?
8. Dove hanno pranzato?
domen ica matt i na? 9. Come hanno passato il pomeriggio?
4 . Con chi è stato? 1 O. Neil dove ha trascorso i l
5. Dove è andata Pat? pomeriggio?
6. Con chi è partita? 1 1 . Che cosa ha fatto?
4. Rispondere

1 . Chi hai i ncontrato? (gli amici) - Ho i ncontrato ·g l i amici.


2. Che cosa hai visitato? (la cattedrale)
3. Dove hai pranzato? (in trattoria)
4. C he cosa hai com p rato? (dei souvenir)
5. Che cosa hai ascoltato? (delle cassette)
6. Con chi hai passeggiato? (con Paolo)

5. Trasformare

1 . Lo studente ha passeggiato per il corso. - G l i studenti hanno passeggiato


per il corso.
2. Lo studente ha pranzato al sacco.
3. Lo studente ha parlato con g l i amici.
92
(j) 4. Lo studente ha gi rato per le vie
::J
'O della città
Cl)
e: 5. Lo studente ha passato u na
Cl)
>
o bella giornata.
e

6. Lo studente ha ascoltato le cassette.

6. Rispondere

1 . Che cosa avete ord i nato? - Abbiamo ord i nato


(un cappuccino) un cappucci no.
2. Che cosa avete mangiato? (una pasta)
3. Dove avete p ranzato? (in trattoria)
4. A chi avete telefonato? (a Annette)
5. Chi avete i nvitato? (le signorine)
6. Che cosa avete preparato?
(degli aperitivi)
7. Rispondere

1 . Che cosa hai fatto? (una gita) - H o fatto una gita.


2. Che cosa hai scritto?
(una lettera)
3. Che cosa hai letto? (il giornale)
4. Che cosa hai risposto? (di no)
5. Che cosa hai preso al bar?
(un caffè)
6. Chi hai visto al centro?
(gli amici)

8. Trasformare

1. Ha chiuso la porta a chiave. - H a n no chiuso la porta a chiave.


2. Ha m esso la m acch i na
i n garage. 93

3. Ha chiesto un favore Cii


e:
'�
ad un am ico.
Cll
>
4. Ha d etto la verità. o
e

5. Ha trascorso una bella g io rnata


in campag na.
6. Ha visto un bel fil m .

9 . R ispondere

1 . C h e cosa avete deciso?


(di rimanere quij - A b biamo d eciso d i rimanere qui.
2. Q uanto avete d ovuto pagare?
(un milione)
3. C h e cosa avete avuto i n regalo?
(un orologio d'oro)
4. A chi avete scritto? (al direttore)
5. Q uando avete risposto alla
lettera? (ierij
6. Q uanto avete speso dal
l i b raio? (molto)
1 O. Rispondere

1 . Hai dorm ito in albergo? - No, non ho dormito in al bergo.


2. Hai sentito freddo?
3. Hai spedito il regalo?
4. Hai offerto da bere?
5. Avete finito di lavorare tard i ? - N o , non abbiamo finito di lavorare tard i .
6. Avete capito?
7. Avete pul ito la macchi na?
8. Avete aperto il pacco?

1 1 . Rispondere

1 . Dove sei andato? (ad Assisi) - Sono andato ad Assisi.


2. A che ora sei partito?
(a mezzogiorno)
94 3. Quando sei arrivato?
_g (nel pomeriggio)
Cii 4. Quando sei entrato i n classe?
:::J
O"
C1l (alle nove)
e:
C1l
> 5. Con chi sei uscita? - Sono uscita con Annette.
o
(con Annette)
6. Quanto tempo sei ri masta ad
e

Assisi? (una giornata)


7. Come sei venuta a lezione?
(a piedi)
8. Dove sei stata? (a cena fuori)

1 2. Trasformare

1 . È salito fino alla Rocca. - Sono saliti fino alla R occa.


2. È sceso in ascensore .
3 . È restato a letto .
4. È caduto a terra.
5. È riuscita a su perare l'esame. - Sono ri uscite a superare l'esame.
6. È d iventata i mportante .
7. È tornata a casa molto tard i .
8 . È venuta qui i n vacanza .
1 3. Completa re

1 . L'un iversità è chiusa i l sabato e la domenica.


2. _ aula è piena di studenti.
3. _ opera è i nteressante.
4. _ am ica di Neil è sim patica.
5. Le u niversità sono chiuse il sabato e la domenica.
6. _ aule sono piene di studenti.
7. _ opere sono i nteressanti.
8. _ am iche di Neil sono s i m patiche.
1 4. Completare
_
1 . L'orologio è fermo.
2. _ esercizio è d iffici le.
3. _ ufficio è aperto.
4. _ albergo è nuovo. 95
(!)
:i
5. G l i o rologi sono fermi. o­
c
6. _ esercizi sono d ifficili. '(3
Cl)
e:
7. _ uffici sono aperti. Cl)
>
o
8. _ alberg hi sono nuovi. e

i balconi fioriti e i frati francescani


1 5. Completare

1 . Lo zio è ricco.
2. _ spettacolo è i nteressante.
3. _ studente è i ntel l igente.
4. _ specchio è rotto.
5. G l i zii sono ricch i.
6. _ spettacol i sono i nteressanti.
7. _ studenti sono i ntel l i g e nti.
8. _ specc h i sono rotti .

1 6. Completare

1 . Questo è un al bero molto vecchio.


2. Questo è __ esercizio d ifficile.
3. Questo è __ amico si ncero.
96
4. Questo è orolog io antico.
05
__

(f)
Cl) 5. Questi sono (deg li) al beri molto vecchi.
e:
Cl)
> 6. Questi sono __ esercizi d ifficili.
o
e
7. Questi sono __ amici sinceri.
8. Questi sono __ orolog i antichi.

1 7. Completare

1 . Ho visto uno spettacolo i nteressante.


2. Ho i nvitato ___ studente straniero.
3. Ho fatto sbag lio i n cred i bi le.
4. Ho comprato specchio antico.
5. Abbiamo visto (deg l i) spettacol i i nteressanti.
6. Abbiamo i nvitato ___ studenti stran ieri.
7. Abbiamo fatto sbag l i i ncred i b i l i .
8 . Abbiamo comprato specchi antichi.
1 8. Completare (con i verbi)

1 . E tu che (ieri)?
2. N iente d i i mportante. La mattina ------ g l i amici al
centro; di sport, di politica, i nsomma del più e
del meno. Nel pomeriggio fino alle cinque...
3. Appena siamo arrivate, la Basil ica d i San
Francesco.
4. ______ q ualche ristorante a buon mercato?
5. No, ______ al sacco. Più tard i siamo scese d i n uovo
i n città, un po' e, prima d i partire, ____

______ q ualche souve n i r.


6. Bene. una g i ornata i nteressante.
La m ia, al contrario, è stata noiosa: tutto il pomeriggio a casa, solo;
_______ una lettera e cassette con
lo stereo.
1 9. Completare (con i verbi)

1 . Ieri non ------ al centro. 97

'al
2. I nfatti ad Assisi con Annette. Q)

3. Bel l issima città: ci due settimane fa. (f)


CO
4. N iente d i i m portante. a Perug ia. e:
CO
>
5. Annette ed io la mattina alle sette. o
e:
Appena , abbiamo visitato la Basil ica di San
Francesco. Verso mezzogi o rno a piedi fi no alla Rocca.
6. Più tard i d i n uovo i n città, abbiamo g irato u n
po' e , prima d i partire, abbiamo comprato q ualche souve n i r.

20. Completare (con g l i articol i)

1 . È l unedì ;____ n uova setti mana com incia.


2. Volentieri ! cappuccino.
3. mattina mangio solo mela.
4. (Al cameriere) cappuccino e caffè, per favore.
5. Sono rimasto a Perug ia. mattina ho i n contrato amici
al centro.
6. Appena siamo arrivate, abbiamo visitato Basi l ica d i San Francesco:
___ affreschi d i G iotto sono splendidi. Poi __ chiesa d i Santa Ch iara
e Cattedrale d i San Rufino. Verso mezzogiorno siamo sal ite a piedi
fino alla Rocca, ma ... con fame!
7 . Avete passato g iornata i n teressante. m ia, al contrario, è
stata noiosa: tutto pomeriggio a casa, solo; ho scritto _____

lettera e ho ascoltato cassette con . stereo.


21 . Completare (con le preposizion i)

1 . Neil e Pat son o u n bar centro città.


2. Prendi qualcosa me?
3. ( cameriere) . U n cappuccino e u n caffè, favore. Ieri
non sei ven uta centro.
4. I nfatti sono andata Assisi Annette.
5. Sono rimasto Perug ia. La mattina ho i ncontrato g l i amici
_____ centro; abbiamo parlato sport,_____

pol itica, i nsomma più e meno. pomeriggio ho


dorm ito fino ci nque.
6. Appena siamo arrivate, abbiamo visitato la Basi l i ca San Francesco :
g l i affresch i Giotto son o splend idi. Poi la ch iesa Santa
Ch iara e la Cattedrale San R ufino. Verso mezzogiorno siamo salite
____ piedi fino Rocca, ma... una fame!
7. Avete trovato q ualche ristorante buon mercato?
8. No, abbiamo pranzato sacco. Pi ù tardi siamo scese ____

n uovo città, abbiamo gi rato u n po' e, prima partire,


98 abbiamo comprato q ualche souve n i r.

ti
o 9. Bene. Avete passato u n a g iornata i nteressante. La mia, contrario,
è stata n oiosa: tutto i l pomeriggio casa, solo; ho scritto una lettera
e: e ho ascoltato cassette lo stereo.
Cll
>
o
e 22. Combinare domanda e risposta

1 . Ciao, Pat, come stai ? - N o , abbiamo pranzato al sacco.


2. Prendi qualcosa con me? - No, la mattina mangio solo una mela.
3. Non mangi n iente? - N iente d ' i m portante.
4. E tu che hai fatto? - Volentieri ! Un cappuccino.
5. Avete trovato q ualche - Oh, ciao, Nei l ! Bene, g razie e tu?
ristorante a buon mercato?
23. Combinare le parti d i frase

1 . Le d u e am iche hanno visitato al sacco.


son o partite la Basil ica di S. Francesco.
son o sal ite la mattina alle sette.
hanno g i rato d i n uovo i n città.
sono scese fino alla Rocca.
hanno com p rato un po'.
han no pranzato q ualche souve n i r.

2. Neil è rimasto cassette con lo stereo.


ha i ncontrato fino alle cinq ue.
ha dormito g l i amici.
ha ascoltato a Perug ia.
24. Fare una frase con le parole che seguono

1 . Pat e Neil sono al bar ____________________

2. La mattina Neil ______________________

3. Dopo pranzo Neil ______________________

4. Pat e Annette sono andate ___________________

5. Ad Assisi hanno visitato ____________________

6. Pat e Annette hanno pranzato _________________

7. Pat e Annette hanno comprato _________________

99
Q)
>
o
e
cu
e:
cu
>
o
e

gli sbandieratori

25. Fare la domanda

1 . Dove sono Neil e Pat? - Sono i n un bar del centro.


2. ? - Neil non ha fatto n iente d i i m portante.
3. ? - N e i l ha scritto una lettera.
4. ? - È andato a letto.
5. ? - Sono partite la mattina alle 7.
6. ? - Sono salite fi no alla Rocca.
7. ? - Ci sonp andate a pied i.
8. ? - Hanno comprato dei souve n i r.
I N DICATIVO: PASSATO PROSSIMO

Poco fa delle cartol i ne


I eri al ristorante
L'altro ieri la vecchia auto
Due g iorni fa una visita g rad ita
Lunedì passato un film di Fel l i n i
I l mese scorso
d i scrivere il l i b ro
U n anno fa
Nel 1 980 andare neg l i Stati U niti

A ttenzione'
I l particip i o passato dei verbi in -are ( 1 • con i ugazione) è sem p re i n -ato.
I l participio passato dei verbi i n -ere (2• con i ugazione) è -uto, con moltiss i m e
eccezioni.
I l participio passato dei verbi i n -ire (3• coni ugazione) è i n -ito, tran ne poche
1 00
eccezioni.
o
e:
Q)
u VER BI IRR EGOLARI
(decidere) d i cam biare casa
(chiudere) il cane i n cucina
(fare) molte cose

(leggere) il suo articolo


(prendere) una i mportante decisione
(mettere) i sold i i n banca

(spendere) molto

(scrivere) una lettera


(chiedere) u n favore a u n am ico

(d ire) la verità

(trascorrere) una bella vacanza

(bere) troppo
(apri re) u n conto i n banca

(scoprire) u na cosa i nteressante


con An nette
ad Assisi
a Perug i a
molto presto
tard i
Ieri
fino alla Rocca
di nuovo i n città
L'altro ieri
al ci nema
La setti mana passata a lezione
a casa
per le vacanze
in Ital ia
fino alla Rocca
di nuovo i n città

Attenzione!
1 01
Altri verbi che prendono l'ausiliare essere nei tempi com posti : venire, entrare,
o
uscire, stare, riuscire, diventare, tornare, ritornare. e
:::J
o
e:
Q)
u

OGN I
matt i na
vado a lezione, t ranQ§JI sabato e la domenica
g iorno

Ogni uomo ha (dei) di ritti e (dei) doveri


volta che la vedo, mi sal uta
cosa deve essere al suo posto

QUALC H E
non capisco quando il professore parla
volta
velocemente
Q ualche studente ha la brutta abitudi n e di arrivare tard i
g iorno fa è venuto a trovarmi u n amico americano

A ttenzione!
Ogni e qualche sono i nvariabi l i e sempre usati al s i ngolare.
ARTICOLI CON NOMI E AGGETTIVI MASCHILI CHE
COMI NCIANO PER z o PER s + co nsona nte
lo/uno gli/(degli)

sb agli a, sbagli
lo gli

Q
scolaro sc olari
spettacolo sp ettacol i

u no
st udente st udenti
(degli)
z io zii

NOMI I NVAR IABILI AL PLURALE

1) I nomi che term i nano i n voca le tonica

È u na g rande città Sono (delle) g randi città .


1 02 È un'u n iversità moderna Sono (delle) università moderne
Q)
::J
"O Q u esta virtù è rara Q u este virtù sono rare
o
-e Q uesto caffè è forte Q uesti caffè sono forti
Q)
o

2) I nomi che term i nano in -i

Q u esta tesi è d ifficile Q u este tesi sono d ifficili·


È un'a na l isi lunga Sono (delle) a na l isi l u ng he
È u n'ipotesi possibile Sono (delle) i potesi poss i b i l i
La d ia g nosi è com p l icata Le d ia g nosi s o n o com p licate

3) I nomi che term i nano in consonante (di sol ito di ori g i ne straniera)

I l ba r è affollato I ba r sono affollati


L'a utobus è comodo G l i a utobus sono comodi
Lo sport è utile G l i sport sono util i
Il film è divertente I film sono d ivertenti
È un gas pericoloso Sono gas pericolosi
4) I nomi accorciati

È una vecch ia foto Sono vecchie foto


Q u esta moto è nuova Q u este moto sono nuove
È u n' a uto veloce
Il cinema è ch iuso
La rad i o è spenta
Q Sono a uto veloci
I cinema sono c h i usi
Le rad io sono spente

5) I nomi femm i ni l i in -ie

Q
È u na specie nuova Sono specie nuove
È u na serie l u nga Sono serie l u ng h e

ma: la moglie � le mogli


la su perficie � le superfici
6) I nomi monosilla bici

Q u esto re è vecchio Q uesti re sono vecch i

r>
1 03
Q u esto tè è buono Q uesti tè sono buoni -�
o
Q u esta gru è g iovane Q ueste gru sono g iovani e:
Q)
o

PREPOSIZION I ARTICOLATE
il i la '
le lo gli
I' I'
alla allo
a al ai alle agli
ali' ali'
dalla dallo
da dal dai dalle dag l i
dall' dall'
della dello
di del dei delle deg l i
dell' dell'
nella nello
in nel nei nel le neg li
nell' nel I'
s u l la sullo
su sul sui sulle sugli
sul I' sul I'
colla collo
con * col coi col l e cogl i
coll' coli'

* Più freq uentemente si t rova la p reposizione sempl ice con seg uita dall'articolo.
LESSICO

1 . - Prendi qualcosa con me?


- No, g razie, non p rendo niente. 1. Scusi, u n ufficio per informazioni
_:__
turistiche?
2. - C'è qualcosa i n frigorifero?
- C'è solo un po' d i formagg io. - È là, i n fondo alla piazza.
2. - Vorrei comprare una pianta della
3. - Hai qualcosa da d i re? città.
- N o, non ho niente da d i re.
- Compri questa guida; ci sono
4. - Vieni so/o tu a ballare? molte notizie.
- N o, ci viene anche m i a sor-aj la. 3. - Ved iamo. Quali sono gli itinerari
5. Hai com p rato soltanto delle paste?
- p i ù i nteressanti ?
- Sì, solo d e l l e paste. 4. - Questa gu ida contiene anche
6. - Dove siete arrivate? l'orario di apertura e di chiusura
- S iamo salite fino alla R occa. dei musei?
7. - Fino a che ora hai dorm ito? 5. - Scusi, dov'è una farmacia?
- Ho dorm ito fino alle cinque. - Lei deve prendere questa strada
e andare sempre diritto. Poi deve
8. - Hai fatto i l viaggio con lei? girare alla terza traversa a
Sì, fino a Firenze. sinistra. La trova su bito.
1 04

g
9. - Che cos;:i. hai com p rato?
Cli - H o com p rato qualche souvenir.
:::J
O'
o
1 O. - C h i hai i nvitato?
e:
(j)
- Ho i nvitato qualche amico .
u
1 1 . La tua giornata è stata i nteressante; la mia, al contrario, noiosa.
1 2. Luisa è uscita, io invece no.
1 3. Appena (siamo) arrivate, abbiamo visitato la Bas i l ica di San Francesco.
1 4. Vengo da te appena posso.
1 5. Sono uscito appena (ho) p ra nzato.
FU NZIONI ATTI COM UNICATIVI

- N o n c'è male e tu?


- C iao, Pat, com e stai? - B ene, g razie e tu?
Sal uti, convenevo l i
- C iao, Pat, com e va? - B e n i n o e tu?

Q
- Male.
>-----
- La città? - Bel l issima!
I

- I l panorama? - Che bello!


- Stupendo!
A m m i razione
- I d i p i nti? - Fantastici!
- Magnifici!
- Che bell i !
Dettare il testo che segue

Una gita
Nei/ e Pat freq uentano i corsi d i italiano dell'Un iversità italiana per Stranieri
d i Perug ia. Ogn i matti na, verso le otto e trenta, prima delle lezioni sono al bar
dell'un iversità per fare colazione ...
Oggi è l u n edì, una n uova settimana d i stud i o com i ncia: i d u e amici sono
al bar, naturalmente, e parlano d i come hanno Q§_ssato il fine settimana.
Pat racconta che è stata ad Assisi; c e andata\ con la sua amica Annette,
ed ha visitato la città, le sue ch iese, la Rocca e, prima di tornare, ha com p rato
q ualche souve n i r.
La sua, è stata una giornata interessante; la giornata d i N e i / , al contrario, è
stata pi uttosto monotona e noiosa.

26. Leggere attentamente il testo che precede e ripetere a libro chiuso

27. Completare li beramente le frasi che seguono

1 . I n q uesto momento io ____________________


1 05
Q)
2. I eri mattina _________________________
::i
O'
e
3. I e ri a pranzo _________________________
o
o
e:
4. E nel pomeriggio ho preferito __________________ Q)
u

5. La sera __________________________

6. H o visitato _________________________

7. H o telefonato a -------'--

8. H o scritto __________________________

28. Domande personalizzate

1 . C h e cosa ha fatto sabato scorso?


2. E la domenica?
3. Come passa i l fine settimana d i sol ito?

29. Per la composizione scritta

1 . U n viaggio, o una escu rsione, o una g ita i nteressante.

ESERCIZI DI REIMPIEGO E CONTROLLO AP.6


Doris è tornata da poco tempo i n Germania e scrive una carto l i na al l'am ica An

Cara An na,
da pochi g iorni sono tornata a
Berl i no, ma già sento la nostalgia
dell'Italia.

112

Ogn i g iorno con i m i e i parlo d i te


e delta tua fam i g l i a : non dimenticherò
mai l a cortesia che ho trovato a
casa tua.

La prossi ma estate, in l u g l io,


prenderò ancora u n mese di vacanza
e tornerò certamente in Ital ia. Dovrò
lavorare motto per avere i l denaro
necessario, ma riuscirò a real izzare i l
m i o progetto.
Porterò anche i l mio fratel lo
m i nore che, appena avrà finito g l i
esami, comincerà a g i rare i l mondo, a
conoscere gente e... mangerà
spag hetti italia n i ! ! !
U n caro sal uto a voi tutti.
Doris
(Anna risponde all'amica) .

Cara Doris,
ho ricevuto la tua cartolina e
voglio dirti che tutti sentiamo la tua
mancanza. Qualche volta parlo di te
anche con Roberto ...

11

Saremo molto contenti se a vrai


con te tuo fratello l'anno pross i m o ;

per lui cercheremo una buona


camera presso amici d i famiglia dove
pagherà sicu ran:iente un prezzo
ragionevole e starà bene con persone
gentili che lo aiuteranno in tutto.
Arrivederci fra un an no. Un
abbraccio,
1 . Scelta multi pla

D da pochi g iorni
D u n mese fa
1 . Doris è tornata a Berl i no

D l'anno scorso

D s i m patia
D nostalgia
2. Doris sente per l'Italia

D ind ifferenza

3. La p rossima estate prenderà


u n mese d i D stipendio

D permesso
D vacanza

D guadagnare molto
D fare u n bel viaggio
4. Doris ri usci rà a

D real izzare il suo p roget

D il fratello mag g io re
D il frateilo m i nore
5. Doris porterà anche
1 14
u
D la sorella gemella

D la presenza d i Doris
.8

D la mancanza di Doris
ro 6. A casa d i Anna tutti sentono
::i
o-
o
e:
i
Q)
D la sim patia d i Doris
()

D Roberto
7. Anna q ualche volta parla d i

D Antonio
Doris con

D Rolando

D una buona camera


D una comoda pensione
8. Cercheran no per i l fratello

D un m i n i -appartamento

D rag ionevole
9. Il fratello pag herà un prezzo D alto

o basso

1 0. Il fratello starà con persone genti l i che lo o ai uteranno


o segu i ranno
o accom pag neranno
2. Vero o Falso?

V F

1 . Doris tornerà fra pochi g iorni a Berl i no. D D


2. Doris sente la mancanza dell'Ital ia. D D
3. Raramente Doris parla d i Anna i n fam i g l ia. D D
4. Non d i menticherà mai la cortesia d i An na. D D
5. La prossima estate prenderà due mesi d i vacanza. D D
6. Dovrà lavorare molto per risparm iare denaro. D D
7. Anna ha ricevuto l'espresso d i Doris. D D
8. Il fratello d i Doris abiterà con la fam i g l i a d i Anna. D D

immobiliare
L a camera da letto

BIANCHI
Corso Vannucci, 1 07
I l bagno
Perugia 1 1E
<2:." (075) 2 0898 Q
c o camera, cucina .
��:. Po�ko��rl��.P(� i°��o08.bt��';;:�t�
'O
e
PIEVE DI CAMPO: su piccolo condominio, vendiamo appar
camenlo mq. I 00 con giardino e garage. L. 70.000.000. ·
LARGO CACCIATORI DEI.LE ALPI: bell issimo app'arta· e
0ò� agno. w .c., term a uton omo e
�:�;�o������g'. [. J�"J:6&t8 I l tinello e
iccolo appartamento bicamere e servizi,
��:ro�1�j��'b�Jot.
Q)
u
PORT S.GIROLAMO: ( I Km.) vici'no Facoltà Veterinaria
i�'.�AcfJ6:olo appartamento arredato, termometano. Lire
.
S.ANNA: piccola unità mq. 50, 2 camere, cucina. bagno.
balcone, L. 38.000.000.
��-A ��:t�'. 5&�00hjW'Q�� l .camere, cucina. bagno. terraz-
m at
'. soggiorno. camera.
�c7n��b�g��?���i�� tufJ.�oh��&�·
o . Al ta , second o piano, mq.
i'fJ.t�1�.��. 'fi6�:��i �1
fAPOCAVALLO: casetta per week-end. tre vani. cucine11a
ton camino. w.c.. fondo. orlo. L. 1 6.000.000.
-- BIANCHl... .. SE SI TRATIA DI CASE...
I l cucinino La terrazza

compra -vendita di abitazioni un miniappartamento


3. Questionario

1. Chi è Doris? 8. Che cosa dovrà fare per


2. Dove è tornata? risparmiare denaro?
3. A chi scrive? 9. Chi porterà i n Italia?
4. Di chi parla con i suoi genitori? 1 O. Che cosa sentono g l i amici
d i Doris?
5. Che cosa non potrà dimenticare?
1 1 . Anna con chi parla di Doris?
6. Quando prenderà ancora le vacanze?
1 2. Chi può essere Roberto?
7. Dove andrà?
1 3. Con chi abiterà il fratello di Doris?
4. Rispondere

1 . Quando tornerai i n Ital ia? - Tornerò in Italia l'anno prossi m o.


(l'anno prossimo).
2. Chi porterai? (mio fratello)
3. Dove abiterai?
(presso una famiglia)
4. Quando arriverai?
(fra una settimana)
5. Dove aspetterai? (al bar)
6. A chi telefonerai? (a Ooris)

5. Trasformare

1 . R isponderà alla lettera. - R isponderanno alla l ettera.


2. Leggerà la nuova com m ed ia.
3. Scriverà un l i b ro.
1 16 4. Correrà alla stazione.
u 5. Venderà la macchi na.
6. Prenderà i l treno delle cinque.
"O
Q)

" /
(J)
o
e:
Q)
o
6. R ispondere

1 . Quando parti rete? (domanij - Partiremo domani.


2. A che o ra f i n i rete? (alle dodici)
3. Dove dorm i rete? (in albergo)
4. Con chi usci rete? (con un 'amica)
5 . Quando ri usci rete a veni re?
(fra giornij
6. Dove preferirete mangiare? (quij

7. R ispondere

1 . Dove lavorerai? (all'estero) - Lavorerò all'estero.


2. A chi scriverai? (a Doris)
3. Con chi uscirai? (con Anna)
4. Quanto tempo resterai? (un mese)
5. Che cosa preparerai?
(delle tartine)
6. Che cosa risponderai? (di no)
8. Trasforma re

1 . Domani sarò a Roma. - Domani saremo a Roma.


2. Domani avrò molte cose d a fare.
3. Domani dovrò partire.
4. Domani potrò ri posare.
5. Domani saprò chi è il n u ovo
presidente.
6. Domani and rò via.

9. Rispondere

1 . Quando verrete? - Verremo i l m ese p rossi mo.


(il mese prossimo)
2. Quanto tempo rimarrete i n città?
(una settimana)
3. Che cosa berrete con il pesce? 117
(vino bianco)
4. Quando darete u n a festa?
(sabato sera)
5. Con chi starete domani?
(insieme a loro)
6. Che cosa farete domani?
(una gita al lago)

1 0. Trasformare

1 . Se sarà l i bero, and rà i n g i ro. - Se saranno liberi, and ranno i n g i ro.


2. Se avrà tempo, farà
una passeggiata.
3. Se potrà, ri marrà ancora.
4. Quando lo saprà, lo d i rà.
5. Quando starà bene, potrà fi n i re
il lavoro.
6. Appena sarà a Roma, dovrà
fare molte cose.
1 1 . Trasformare

1 . Dopo che avrò pranzato, - Dopo che avremo p ranzato,


ri poserò un po'. riposeremo un po'.
2. Dopo che avrò ri posato, studierò.
3. Dopo che avrò studiato, farò
gli esercizi.
4. Dopo che avrò fatto gli esercizi,
uscirò.
5. Dopo che avrò finito, verrò da te.
6. Dopo che avrò s u perato l' esame,
and rò in vacanza.
1 2. Rispondere

1 . Che cosa farai dopo che sarai - Dopo che sarò arrivato, telefonerò.
arrivato? (telefonare)
2. Che cosa farai dopo che sarai
ritornato nel tuo paese? (cercare
un lavoro)
118
3. Che cosa farai dopo che sarai
.8 guarito? (fare un lungo viaggio)
o
g 4. Che cosa farai dopo che sarò - Dopo che sarai partita, farò una
'O
o partita? (fare una passeggiata) passeggiata.
e:
Q)
u
5 . Che cosa farai dopo che sarò
uscita? (cominciare a studiare)
6. Che cosa farai dopo che
sarò andata via?
(guardare la T V)
1 3. Trasformare

1 . Pri m a riceveremo il denaro e poi - Cambieremo la macchina dopo che


cam b i eremo la macchi na. avremo ricevuto i l denaro.
2. Pri m a frequenteremo il corso
i n iziale e poi faremo il corso
avanzato.
3. Pri m a prenderemo u n
appu ntamento e p o i incontreremo
gli amici.
4. Pri m a stud ieremo e poi
usciremo.
5. Pri m a mangeremo e poi
leggeremo il giornale.
6. Prima fi n i remo il corso e poi
partiremo.
.
I�"- J.,

1 4. Completare (con i l futu ro)

1 . Non mai la cortesi a che ho trovato a casa tua.


2. La prossima estate, in l u g l io, ancora un mese d i
vacanza e certamente i n Italia.
3. lavorare molto per avere i l denaro necessario, ma
_______ a real izzare i l mio progetto.
4. anche i l mio fratello m i nore che, appena ______

_______ g l i esami, a g i rare i l mondo, a


conoscere gente e.. spag hetti italian i ! !
5. molto contenti se con te tuo fratello
l'an no prossi mo.
6. Per l u i una buona camera presso a m i c i d i fam i g l ia dove
_______ sicu ramente u n prezzo rag ionevole e _______

bene con persone genti l i che lo in tutto.

1 5. Completare (con il passato prossi mo)

1 . Doris _______ da poco tempo i n Germania e scrive una 1 19


carto l i n a all'amica An na. QJ
>
2. Da poc h i g iorni a Berl i no, ma già sento la nostalgia o
_______ e:
e:
del l'ltal ia. Cll
u
3. Non d i menticherò mai la cortesia che a casa tua. 'O
o
4. la tua carto l i na e vog l io d i rti che tutti sentiamo la tua e:
QJ
u
mancanza.

l'ufficio postale
1 6. Completare (con le preposizioni)

1 . Doris è tornata ____ poco tempo ____ Germania e scrive una


carto l i n a 'amica Anna.
2. Cara An na, poch i giorni sono tornata Berl i no, ma già
sento la nostalg ia 'Ital ia.
3. Og n i g iorno i m iei parlo te e tua fam i g l ia.
4. La pross i ma estate, l u g l io, prenderò anco ra un mese ____

vacanza e tornerò certamente Ital ia.


5. Dovrò lavorare molto avere i l denaro necessario, ma ri uscirò
____ real izzare i l mio progetto.
6. Porterò anche i l mio fratel l o m inore, che com i ncerà g i rare i l
mondo, conoscere gente.
7. Un caro sal uto voi tutti.
8. Anna risponde ____ 'am ica.
9. Qualche volta parlo te anche ___ Roberto.
1 O. Saremo molto contenti se avrai te tuo fratel l o l'anno
1 20 prossimo; l u i cercheremo una buona camera presso
·-
amici fami g l ia dove starà bene persone genti l i che le
e:
Q)
>
ai uteranno tutto.
o
e:
Q)
()

i francobolli
1 7. Completare (con g l i articol i)

1 . Doris è tornata da poco tem po i n Germania e scrive ____ cartol i na


all'amica An na.
2. Cara Anna, da pochi g iorn i sono tornata a Berl i no, ma già sento ____

nostalgia dell'Ital ia.


3. Og n i giorno con ____ m iei, parlo di te e della tua fam i g l ia: non
d i menticherò mai cortesia che ho trovato a casa tua.
4. ____ prossima estate, i n l u g l io, prenderò ancora ____ mese di
vacanza.
5. Dovrò lavorare molto per avere ____ denaro necessario, ma ri uscirò a
real izzare m i o progetto.
6. Porterò anche mio fratel l o m i nore che, appena avrà finito ___

esam i , com i ncerà a g i rare mondo, a conoscere gente.


7. caro sal uto a voi tutti.
8 . Ho ricevuto tua carto l i na e vog l i o d i rti che tutti sentiamo ____

tua mancanza.
9. Saremo molto contenti se avrai con te tuo fratello __ 'anno prossi mo. 1 21
1 0. Per l u i cercheremo ____ buona camera presso amici d i fam i g l i a dove o
e
pag herà sicu ramente prezzo rag ionevole. ::::J
e:
Q)
1 1 . Arrivederci fra anno. abbraccio. >
o
e:
Q)
u
1 8. Riordinare le parole

1 . tornata - scrive - amica - poco - e - a l i ' - tem po - è - Germania - da -


cartol i na - Doris - i n - una - Anna.
2. amica. - risponde - ali' - Anna

1 9. Riordinare le parti di frase

1 . parlo d i te
2. non d i menticherò mai
3. a casa tua.
4. con i m iei
5. che ho trovato
"
6. la cortesia
7. Ogni g i o rno
8. e della tua fami g l ia:

il portalettere
20. Combinare le parti di frase

1 . Cara An na, da poch i g iorni parlo di te.


g ià sento prenderò ancora un mese di vacam
ogn i giorno con i miei per avere denaro.
la prossima estate la nostalgia dell'Ital ia.
dovrò lavorare molto. sono tornata a Berl i no.

I I
2 . Cara Doris, q ualche volta parlo di te una buona camera.
saremo molto contenti se avrai con te tuo fratel lo.
per l u i cercheremo anche con Roberto ...

2 1 . Fare una frase con le parole che seguono

1 . Doris è tornata da poco tempo in Germania e __________

2. Cara An na, ogni g iorno con i miei parlo d i ____________

3. Non d i menticherò mai ____________________

1 22 4. La prossima estate
-@
____________________

(])
5. Cara Doris, ho ricevuto la tua cartol i na e vog l io __________

·"E 6. Saremo contenti se _____________________


(])
>
o 7 . Per tuo fratello cercheremo _
e:
_________________

(])
u

22. Fare la domanda

1 . C h i sono Anna e Doris? - Sono due amiche.


2. _______ ? - Doris è tornata i n Germania.
3. ? - Scrive una cartoli na.
4. ? - Scrive u n a carto l i na al l'amica.
5. ? - Sente la nostalgia dell'Italia.
6. ? - Prenderà ancora u n mese d i vacanza
7. ? - L'anno prossimo.
8. ? - Porterà anche i l fratello m i nore.
9. ? - Cercheranno u n a buona camera per 1
fratello.
1 0. _______ ? - Presso amici d i fam i g l ia.
11. ? - Pagherà u n prezzo rag ionevole.
1 2. ? - Starà proprio bene.
� .
. .

·�( -' .
. ,.
.

. . . .

INDICATIVO: FUTURO SEMPLICE


Fra poco
Fra poch i m i nuti a G aia
Domanij �7pc­
Dopo domani

La sett i mana prossi m a


I l mese p rossimo per l'America
Fra u n mese

L'anno p rossimo
la ricerca
Fra un anno

VERBI IRREGOLARI
(essere) a Tori no domani
1 23

(avere) molte cose da fare
(vedere) una bella com med ia stasera 'E
(])
>
(dovere) partire presto o
e:
(])

(potere) riposare f i nal m ente


(_)

(volere) sapere la verità


(sapere) c h i è il nuovo presidente
(andare) via su bito
(veni re) qui l'anno prossimo
(rimanere) i n città
· (bere) vino nero
(dare) una festa i n g iard i no
(stare) i n casa tutto i l g iorno
(d ire) come stan no le cose
(tenereì la bocca c h i usa
(porre) og n i cosa in ord ine
(trad u rre) la l ettera i n i n g l ese
VER BI I N - ciare e - giare
- care e - gare

Com i n ci -a re , man gi a re , d i m e nt i c-a re, pag-are


-

Com i n ce - -rò a g i rare il mondo


-rai
M a n ge spag hetti italiani
-rà
-

-remo
Non d imenti che - la gentilezza di A n na
-rete
Pa g h e - -ranno u n prezzo rag i onevole

FUTURO ANTERIORE FUTURO SEMPLICE

avrò finito gli esami, fa rò u n viaggio


1 24

_g Dopo che avremo parlato con i m iei, telefoneremo


cu
::i
O"

I
.-E saremo stati al ci nema, passeremo da voi
Q uando
e:
Q)
>
o

Q) sara n no a rrivati i partiremo tutti per


o
Appena nostri cugi n i , la campagna

avrò terminato, uscirò .1

Uso prevalente del futuro

e
azione futura (Domani telefonerò i n agenzia per prenotare il b i g l i etto)
comando (O ra farai tutto ciò che è necessario e perciò non uscirai)
11
• incertezza o d u bbio (Dove saranno ora i nostri amici e che cosa faran no?
Che ore sono? - N o n ho l'orolog io, ma saranno le d od ici)
I' .J
MESI DELL'ANNO E STAG IO N I

g e n naio
febbraio
marzo
nel mese d i apri le
S iamo
maggio
g i u g no
I l corso com i ncia
l u g l io
agosto
Vado i n vacanza
settem bre
ottobre
Sarò l i bero/a
novembre
d icem b re
Sono arrivato/a q u i in

H o com prato u n' auto estate


autun n o
i nverno
primavera
1 26
"(ii
(/)
"-E
Q)
>
o
e:
Q)
o
LESSICO

1 . - A n na e Doris sono d u e ragazze: l'una è ital iana, l'altra è tedesca.


2. - Q uale pasta vuoi? Q u esta alla crema o q u esta al cioccolato?
- L 'una e l'altra .
3. - Faremo d ue g ruppi d i studenti: gli uni and ranno a visitare il m useo, gli altri
la catted rale, ma tutti d ovranno essere q u i a mezzogiorno.
4. - Ho preso in affitto una camera al centro.
- Ah sì? Quanto paghi d'affitto ?
5. - l o ho dato in affitto il mio appartamento.
6. - Le d u e ragazze sono diventate amiche.
7. - N o n ti piace q u esto vino?
- No, è cattivo, è diventato aceto.
8. - Pieri no, che cosa farai q uando sarai g rande?
- Voglio diventare u n i ngegnere.
9. - Q uesta volta vengo con te, ma la prossima volta and rò al c i nema con mio
fratel lo.
1 O. - A q u est'ora torni a casa? È la prima e l'ultima volta che ti faccio uscire.
1 . - Quanto pago per una raccomandata con ricevuta di ritorno ?
2. - Che cosa cerca, signorina?
- Devo spedire un pacchetto . Dov'è l'accettazione pacchi ?
3. - Per /'affrancatura a q uale sportello m i rivolgo?
- A q uello sportello, sig nore: lì, trova i francobolli .
4. - Il prezzo per un espresso è alto!
- Lo so. Ma se vuole fare arrivare presto la Sua lettera...
5. - Dove posso imbucare ?
-La buca delle lettere è di fianco al negozio.

le cartoline

1 27
2
©
<f)

FUNZIONI ATTI COMUNICATIVI -E


Q)
>
o
I e:
- Cara A nna, ... Q)
u
- G enti l e sig nora, ...
I nterpellare per lettera
- G entile sig n0re, ...
- S p ettabile d itta, ...
-:- Cari saluti.
- Con i m i g l iori saluti.
Prendere congedo per l ettera - Cord iali saluti.
- U n abbraccio.
- Baci.
- Saluta R o berto.
Trasmettere i saluti
- Tanti sal uti a Roberto.
r
- H o vogl i a d i tornare in Italia.
- La prossima estate tornerò i n Italia.
I ntenzione, vog l ia, d ecisione di fare
I
- H o d eciso d i tornare i n Ital ia.
- Ho i ntenzione di tornare in I talia.
.

- Penso che non tornerò i n Ital ia.


- H o d eciso di non tornare.
R i nuncia (negazione d e l l a decisione)
- N o n ho vog l ia di tornare.
- Non m i va.
Dettare il testo che segue

Due cartoline

Anna e Doris sono d u e amiche. L' u na è italiana, l'altra è tedesca.


Doris ha preso in affitto una camera in casa di An na, d u rante il suo
soggiorno ital iano. Le ragazze sono d iventate amiche.
O ra Doris è tornata in patria e sente la necessità di scrivere due rig h e
all'amica. Dice che n o n potrà d i menticare l e genti lezze che ha ricevuto e
com u n i ca che, l'estate prossi ma, tornerà certamente i n Ital ia.
Q uesta volta, porterà anche il fratello più piccolo, che in l u g l io avrà finito gli
esami.
Anna risponde all'am ica che tutti i n fam i g l i a la ricordano con s i m patia e
sentono la s u a mancanza. Ci sarà sicu ramente u n posto per Doris l'anno
prossimo; e per i l fratello troveranno u na buona sistemazione presso amici,
dove pag herà poco e starà bene.

23. Leggere attenta mente il testo che precede e ripetere a libro chi uso
1 28

13
e:Q)
o

>
o
e:
Q)
o (

il telegramma e il vaglia
Q)
>
o
e

''E
(IJ
>
o

la buca delle lettere e:


Q)
o
24. Domande personalizzate

1 . Ha u na camera o u n appartamento i n affitto?


2. Vive da solo/a o con altri?
3. È stato/a in Italia?
4. Andrà in Ital ia?
5. Che cosa farà q uando sarà in Italia?
6. Quali persone non potrà d i menticare mai?
7. E perché?
8. Quali fatti o luoghi ricorderà sempre con piacere?
9. E perché?
25. Per la composizione scritta

1 . Parl i delle Sue prossime vacanze, i n patria o all'estero.


2. I n una lettera ad un am ico presenti i progetti per il futu ro.
ESERCIZI DI REIMPIEGO E CONTROLLO AP.8
Carlo Ross i n i si trova a M i lano, grande città dell'Ital ia del Nord, per lavoro. Si è
sistemato i n a l bergo. ,,
È q u i da due g iorni e alla fi ne d i u n a giornata faticosa, fa una visita ad Alfredo,
conosci uto d u rante il servizio m i l itare.

Dopo che si è riposato un po', si


alza, si lava, si veste e si prepara ad
uscire.

1 38
.8
o
e:

o
e:
Q)
()

I n casa di Alfredo i d u e amici si


siedono i n salotto e si mettono a
parlare.

Alfredo: ·
Ma che bella sorpresa! Da q uanto
tem po non ci vediamo ! Ti ricordi
q uante belle chiacchierate abbiamo
fatto i nsieme?
Carlo:
Mi ricordo tutto.
Alfredo:
Hai rivisto q ualcuno dei vecch i amici?
Carlo:
No, non ho rivisto nessuno fino ad ogg i.
Alfredo:
Ma come mai sei q u i a M i lano?
Quanto tem po ti fermi ?
Carlo:
Mi fermo due o tr� g i orn i ancora: i l
tempo necessario per visitare l a
mostra di elettrod omestici che si è
aperta ieri.
Alfredo:
Dunque ti occupi d i elettrodomestici ...
Ca rlo :
Sì, l a ditta d ove lavoro si chiama
Eldom e si è specializzata nella
fabbricazione d i piccol i
elettrodomestici.

1 39
Q)
>
o
e
<1l

Alfredo: e:

Come ti trovi nella tua d itta? o
e:
Carlo: Q)
u
Mitrovo bene. H o m o lto lavoro e non
ho il tempo d i annoiarmi

Alfredo:
Bene. Ma o ra dobbiamo organizzarci
per la serata. Starai a cena da me e
poi con mia moglie andre m o a
vedere le corse dei cava l l i .
Ca rlo :
Non mi intendo d i corse d i cavalli, ma
sono sicuro che ci divertirem o .
1 . Scelta multipla

D i n Sicilia
D a M i lano
1 . Carlo Ross i n i si trova

D a casa

2. M i lano è una g rande città


del l'Italia D del Nord

D del Centro
D del Sud

3. Carlo si ferma a M i lano ancora D una setti mana


D u n mese
D d u e o tre giorni

4. Carlo è a M ilano per visitare D i l m useo della scienza


D la mostra d i elettrodomestici
D la mostra d i mobi l i

1 40 5. La d itta Eldom si è specializzata

D elettrodomestici
nella fabbricazione d i D macchine da scrivere

D automob i l i
I
i
6. Carlo nella sua d itta si trova D bene
D così così I
D male

D d ivertirsi
7. Non ha i l tempo di D ri posarsi
.,

D annoiarsi I
.I
8. Carlo e Alfredo si organ izzano 'i
per D la serata
D la festa
D i l g i o rno dopo

9. Andranno a vedere le corse D dei cani


D dei caval l i
D delle automobi l i

1 O. Carlo n o n si i ntende d i D orolog i


D elettrodomestici
D caval l i
2. Vero o Falso?

V F
1 . M i lano è una g rande città i nd ustriale. o o
2. Carlo ha conosci uto Alfredo d u rante
un viaggio nell'Italia del Nord. o o
3. I due amici parlano fra loro nell'ufficio di Alfredo. o o
4. Du rante i l servizio m i l itare hanno fatto
molte chiacch ierate i nsieme. o o
5. Carlo si ricorda di tutto. o o
6. La mostra si aprirà il g i o rno dopo. o o
7. La Eldom è una fabbrica di elettrodomestici. o o
8. Carlo ha poco lavoro. o o
9. Carlo e Alfredo ceneranno i nsieme. o o
1 O. Carlo è un i ntend itore di corse di cavalli. o o
141
o
e
::i
e:
C1l
Cii
::i
o-
o
e:
Q)
u

Il ferro da stiro l'asciugacapelli

3. Questionario

1 . Chi si trova a M ilano? 7. Come si chiama la d itta dove


2. Che cosa è M i lano? Carlo lavora?

3. Dove si è sistemato Carlo Ross i n i ? 8 . I n c h e cosa si è special izzata


la d itta?
4. Dove decide d i recarsi alla fi ne
della g iornata? 9. Come si organ izzano per la serata
Carlo e Alfredo?
5. Che cosa fa dopo che si è riposato?
1 O. Cosa andranno a vedere?
6. Quanto tem po si ferma a M i lano?
4. Rispondere

1. Come ti trovi in q u esta


città? (bene) - M i trovo bene.
2. Q uanto tempo ti fermi? (tre giorni)
3. Di che cosa ti occu pi?
(di elettrodomestici)
4. Come ti chiami? (Alfredo)
5. Che cosa ti metti? (un vestito
nuovo)
6. Di che cosa ti ricordi? (di tutto)
7. Di che cosa ti i ntendi? (di cavalli)
8. Dove ti sistemi? (in albergo)

5. Trasforma re

1 . Lui s i ri posa u n po'. - Loro s i ri posano u n po'.


2. Lui si lava con acqua calda.
1 42
3. L u i si alza presto.
Q)
:::J
"O
4. L u i si veste alla moda.
CO
e: 5. Lui si prepara ad uscire.

CO 6. Lui si siede i n salotto.
:::J
O"
o
7. Lui si mette a parlare.
e: 8. Lui si diverte alle corse.
Q)
o

6. Rispondere

1 . Come vi trovate i n q u esta città?


(bene) - Ci troviamo bene.
2. Q uanto tempo vi fermate?
(tre giorni)
3. Di che cosa vi occu pate?
(di elettrodomestici)
4. Come vi chiamate?
(Alfredo e Carlo)
5. Che cosa vi mettete?
(un vestito nuovo)
6. Di che cosa vi ricordate?
(di tutto)
7. Di che cosa vi i ntendete?
(di cavalli)
8. Dove vi sistemate? (in alberqo)
7. Rispondere

1 . Come ti sei trovato i n q u esta


città? (bene) - Mi sono trovato bene.
2. Quanto tempo ti sei fermato?
(tre giorni)
3. Di che cosa ti sei occu pato?
(di elettrodomestici)
4. Che cosa ti sei messa?
(un vestito nuovo) - M i sono m essa u n vestito nuovo.
5. Dove ti sei sistemata? (in albergo)
6. I n che cosa ti sei special izzata?
(in biologia)

8. Trasformare

1 . Lui si è ri posato u n po'. - Loro si sono ri posati un po'.


2. Lui si è lavato con acqua calda. 1 43

3. Lui si è alzato p resto.


4. Lui si è preparato ad usci re.
5. Lei si è vestita alla moda. - Loro si sono vestite alla moda.
6. Lei si è sed uta in salotto.
7. Lei si è messa a parlare.
8. Lei si è d ivertita in discoteca.

9. Rispondere

1. Come vi siete trovati i n


questa città? (bene) - Ci siamo trovati bene.
2. Quanto tempo vi siete fermati?
(tre giorni)
3. Di che cosa vi siete occupati?
(di elettrodomestici)
4. Che cosa vi siete messe?
(un vestito nuovo) - C i siamo messe un vestito nuovo.
5. Dove vi siete sistemate?
(in albergo)
6. I n che cosa vi siete specializzate?
(in biologia)
1 O. Rispondere

1 . A che ora deve alzarsi


domani? (alle sette) - Devo alzarmi alle sette.
2. Q uanto tempo deve fermarsi?
(due settimane)
3. Di che cosa deve occu parsi?
(di pubbliche relazioni)
4. C he cosa deve mettersi?
(l'abito da sera)
5. Di che cosa deve ricordarsi?
(di prendere il passaporto)
6. I n che cosa deve specializzarsi?
(in cardiologia)

1 44
1 1 . Trasformare

1 . Tu puoi sistemarti da Mario. - Voi potete sistemarvi da Mario.


2. Tu puoi ri posarti ora.
3. Tu puoi alzarti tardi.
4. Tu puoi iscriverti domani.
5. Tu puoi sederti qui.
6. Tu puoi occuparti dei biglietti .

1 2. Trasformare

1 . Vogl i o alzarmi alle sette. - Mi vog l i o alzare alle sette.


2. Vogl i o d iverti rmi stasera.
3. Devo fermarmi alla posta.
4. Devo specializzarm i i n cardiologia.
5. Posso occu parm i delle valige.
6. Posso sistemarmi da te.
1 3. Completare (con i riflessivi e pro n o m i nali)

1 . Carlo Ross i n i ______ a Mi lano.


2. (Carlo Rossini) i n al bergo.
3. Dopo che _______ u n po',_______ ,

_______ e ad usci re.


4. In casa di Alfredo i due amici ______ i n salotto
e a parlare.
5. Da q uanto tempo non __!
______

q uante belle ch iacchierate abbiamo fatto i nsieme?


6. tutto.
7. Ma come mai sei q u i a M i lano? Quanto tempo ?
8. Dunque d i elettrodomestici ...
9. Sì, la d itta dove lavoro Eldom
e nella fabbricazione d i piccoli elettrodomestici.
1 O. Come nella tua d itta?
11. bene. Ho molto lavoro e non ho i l tempo
di_________

1 45
1 2. Bene. Ma ora dobbiamo ______ per la serata.
1 3. Non d i corse d i cava l l i , ma sono sicuro
che __________

la cucina
1 4. Completare (con g l i articoli)

1 . Alla fi ne di g i o rnata faticosa, fa ___ visita ad Alfredo,


conosciuto d u rante servizio m i l itare.
2. In casa di Alfredo due amici si siedono e si mettono a parlare.
3. (Mi fermo) tem po necessario per visitare mostra d i
elettrodomestici c h e si è aperta ieri.
4. d itta dove lavoro si ch iama Eldom.
5. Ho molto lavoro e non ho ____ tem po d i an noiarmi.
6. Ora dobbiamo o rgan izzarci per serata.
7. Starai a cena da me e poi con m i a mog l ie andremo a vedere ____

corse d i cava l l i .

1 5. Riordinare l e parole
1 46
1 . sistemato - al bergo. - è - i n - Si
2. d i - due - siedono - e - a - casa - i - si - salotto - mettono - I n - Alfredo -
amici - i n - si - parlare.
3. sorpresa! - Ma - bella - che
4. ci - non - Da - ved iamo! - tem po - q uanto
5. qualcuno - amici? - rivisto - dei - Hai - vecc h i

le caffettiere
1 6. Completare (con le desinenze)

1. Carlo Ross i n i si trova a M i lano, g rand_ citt_ dell'Italia del N ord.


2. Alla fine di u n_ g i ornat_ faticos_, fa u n_ visit_ ad Alfredo,
conosci uto d u rante il servizi_ m i l itar_ .
3. Ma che beli_ sorpres_! Da q uant_ tem p_ non ci ved iamo! Ti ricord i
q uant_ bel i_ ch iacc h ierat_ abbiamo fatto i nsieme?
4. L _ d itt_ dove lavoro si è special izzat_ nell_ fabbricazion_ di
piccol_ elettrodomestic_.

1 7. Combinare le parti di frase

Carlo Ross i n i s i trova due g iorni.


si è sistemato u n a visita ad Alfredo.
è q u i da in albergo.
fa a M i l ano.
1 47

'§5
Q)
1 8. Combinare domanda e risposta
cn

1. Ti rico rd i q uante belle ch iacchierate? - Mi trovo bene. -e



2. Hai rivisto qualcuno dei vecchi amici? - Mi fermo due o tre g iorni anco ra. (Ù
::J
3. Quanto tempo ti ferm i ? - No, non ho rivisto nessuno. 0-
0
4. Come t i trovi nella tua d itta? - Mi ricordo tutto. -e
Q)
u

1 9 . Fare la domanda

1 . Dove si trova Carlo Ross i n i ? - Carlo Ross i n i si trova a M i lano.


2. ? - È una grande città del Nord.
3. ? - I n un albergo.
4. ? - Alfredo è un amico conosci uto d u rante
il servizio m i litare.
5. ? - Si alza, si lava, si veste e si prepara
ad usci re.
6. ? - Si siedono in salotto.
7. ? - Si ferma a Mi lano due o tre g iorni
ancora.
f
8. ? - Carlo si trova bene.
9. ? - Ceneranno a casa di Alfredo.
1 0. ? - Andranno a vedere le corse di cavalli.
RI FLESSIVI E PRONOMI NALI

I N DICATIVO PRESENTE

(io)

(tu)

(lui)
(lei)
(Lei)
(non) tard i la matti na
(noi)

(voi)

(loro)
(Loro)

1 48
.8
o
e:

<Il
:::J Devo svegliarmi alle 7 domani
O"
o Posso iscrivermi all'università
e: Voglio prepa rarmi i n fretta
Q)
()

Dobbiamo ri posa rci il sabato e la domenica


Possiamo specia l izzarci i n i nformatica
Vog liamo fermarci qualche giorno i n questa città

Sa orga nizzarsi da solo

Attenzione!

La stessa costruzione si ha i n casi come " non ho il tempo di an noiarmi, ha


com i nciato da poco a d i nteressarsi d i pubblicità" o con verbi q uali desiderare,
preferire, intendere, ecc. (non desideriamo occu parci dei tuoi problemi) .
C o n dovere, potere, volere, sapere, oltre alla forma g rammatical mente
corretta " devo svegliarmi alle 7", è molto diffusa e perciò accettata quella "mi
devo svegl iare alle 7".
INDICATIVO: PASSATO PROSSIMO

(i o) i n u n buon al bergo

(tu) a Roma

(lui) bene i n Italia

(lei) l'anno sco rso

(Lei) (non) a teatro

(noi) molto p resto

(voi) alla festa

(loro)
(Loro)
stamattina
1 49
Q)
>
Attenzione!
e:
o
e:
ca
Si usa semp re l'ausiliare essere nei tempi com posti.
ca
CTi

e:Q)
::J
IT
o

Attenzione!
Con dovere, potere e volere nei tempi com posti sono a m m esse
due forme.

dovuto/a dovuto
alzare
Mi sono potuto/a Ho potuto alzarmi alle 8
alle 8
voluto/a voluto
-

DOPPIA N EGAZIO N E

vad o al concerto
com p rerò mai una moto

Non sono andati in C i n a


h a scritto a macc h i n a
sono andati in C i n a
mai
ha scritto a macchina

inviterò
'
conosco
nessuno I
abbiamo i ncontrato
1 50
voglio parlare con
Non

i
ho mangiato
abbiamo fatto niente
I
farò nulla

hanno capito

PRESENTE I N DICATIVO + DA + DETERMINAZIONE TEM PORALE (indica u n'azione,


com i n ciata nel passato, che conti nua nel presente)

Sono q u i una setti mana


I
trenta giorni
da
H o questo li bro un anno
poco
I
Studio l' italiano
. dal 1 98 3
Abito i n questa città
dalla fine del mese passato
Conosciamo Maria
dall' inizio di qu esto mese

Da qua nto tempo aspetti l'autobus? I Q I aspetto da mezz'ora.


-
PLU RALI PARTICOLARI

Nomi e aggettivi i n - io -i

u n fogl io bianco (dei) fogl i bianchi

u n eserciz io d iffi cile (degli) eserciz i d ifficili

È u n bravo figi io Sono (dei) bravi figi i

u n orolog io nuovo (degl i) orolog i nuovi

un vecch io professore (dei) vecch i professori


u n iversitar io u nivers itar i

Attenzione!
1 51
u n bel paio
. o
e
Ho com prato di scarpe ::i
due belle paia -e
Cll
::i
cr
e
un centinaio "13
Abbiamo visto di soldati o
alcune centinaia -e
Q)
()

solo u n migliaio
Costa di l i re
solo poche migliaia

un miglio
La sua casa è a dal mare
poche m iglia

Nomi e aggettivi i n - !o (la ! è tonica) -ii

Mio zio abita i n America I m iei zii abitano i n America


Sarà un triste addio Saranno (dei) tristi add !i
È un legg!o bel lissimo Sono (dei) legg!i bel lissimi
Non sopporto questo ru mo�o Non sopporto questi ru mor!i
È un ronzio fastidioso Sono (dei) ronz ! i fastid iosi

. . . . . . .

-
o •

LESSICO

1 . - Telefona sem pre quando mangi ?


- Sì, telefona sempre durante il pranzo .
2. - Hai una sigaretta?
No, purtroppo le ho fin ite.
3. - Hai un foglio?
- No, mi dispiace li ho fi n iti.
4. - Ti trovi bene nella tua ditta ?
- Sì, mi ci trovo bene.
5. - Come ti trovi a Milano ?
- Mi ci trovo bene.
6 . - Da quanto tempo sei q u i ?
- Sono q u i da due giorni .
7 . - Da quanto tempo non ci vediamo ?
- Non ci vediamo da tre anni.

1 52
9. - Sono il Dr. Mario Rossi, ho prenotato -
per stasera, tramite agenzia, una
Q)
:::J
8. Ti ricord i quante
camera doppia, con bagno.
-

u
Cll ch iacc h ierate abbiamo fatto
e: 1 0. - Mi faccia controllare. Abbiamo durante le ore libere dal
Cll
:::J ricevuto un fax... Per Lei abbiamo servizio?
O'
e riservato una camera doppia con
o bagno, aria condizionata e vista sul
o
e: mare.
Q)
()

FUNZIONI ATTI COMUNICATIVI

- Mi ricordo di tutto.
- Adesso è tutto chiaro.
R icordare - Ti ricordi?
- Non mi sono d i menticato
niente.

- N o n mi ricordo n iente.
D i menticare - Ti ricord i ? - Non mi ricord o di niente.
- B u i o com p l eto.

- Che sorpresa!
- Ma che bella sorpresa!
Sorpresa
- N o n credo ai m iei occhi!
- (Mi) sem bra i mpossi bile!
. .
,.
Dettare il testo che segue

U na visita

Carlo Ross i n i si trova da due g iorni a M i lano per lavoro. Si è sistemato i n


albergo.
Dopo una giornata faticosa, decide di recarsi da Alfredo, un amico che ha
conosci uto d u rante il servizio m i l itare.
Nel salotto della casa di Alfredo i due amici si mett , no a parlare e
ricordano le bel le c hiacchierate che hanno fatto i nsieme d u rante le o re l i bere.
Carlo si fermerà a M ilano ancora due o tre giorni per visitare una mostra d i
elettrodomestici. L a s u a ditta si occu pa, i nfatti, di questo settore e , i n particolare,
si è special izzata nella fabbricazione di piccol i oggetti elettrici per la casa.
Si trova bene. Ha u n posto d i responsabi l ità e non a certamente il tem po
di an noiarsi.

20. Leggere attentamente i l testo che precede e ripetere a li bro chiuso

21 . Completare liberamente
1 53
1 . Carlo Ross i n i si trova _____________________

2. Si è sistemato ________________________

3. Decide di __________________________

4. Nel salotto della casa di Alfredo i due amici ____________

5. Carlo si fermerà _______________________

6. La ditta d i Carlo è special izzata i n ________________

7. Carlo ha u n posto di ______________________

22. Domande personalizzate

1 . Di che cosa si occu pa Lei?


2. Quando Lei arriva in una città che non conosce, come si organizza per
trovare una sistemazione?
3. A chi si rivolge per avere i nformazioni?

23. Per la composizione scritta

1 . Si è trasferito/a per motivi d i lavoro i n una g rande città; in una lettera alla
fam igl ia, parli del nuovo lavoro e descriva la città dove abita.
2. I m m a g i n i il d i alogo con una persona che i n contra dopo tanto tem po.
3. Descriva, dettagliatamente, una giornata in una g rande città che ha visitato
per ragioni di lavoro o di tu rismo.
Marcello i n contra G iancarlo e poi Lucia e li i nvita al bar per prendere q ualcosa
con lui.

Marcello:
Lucia, che cosa prend i ?
Lucia:
Veramente ho u n po' fretta, ma una
bi rra la bevo con piacere. La vorrei
molto fredda.

1 60 Marcello:
c0 E tu, G iancarlo, prendi u n caffè con
e:
c0 me?
(/)
� Giancarlo:
� G razie, lo prendo volentieri.

e:
Marcello:
Quanto zucchero? Ne metto due?
Giancarlo:
Sì, due cucchiaini vanno bene.

Lucia:
Ora, però, devo proprio andare.
Ho una lezione i m po rtante.
Vi lascio al vostro caffè.
Marcello:
Aspetta u n m i n uto.
Ti accom pag no.
Marcello:
Com pro questi cioccolat i n i e ...
Lucia:
Li compri, come sempre, per Claretta?

Marcello:
Sì, ne com pro u n a scatola; ma
piccola, perché Claretta, la m i a

un attimo.
nipotina, appena li vede, li fi n isce i n

1 61

e:
o
e
::J

C1l
rn
rn
(])
rn
Lucia: o
e:
Mi accompag n i all'autobus? (])
()

Marcello:
No, vog l i o accom pag narti fino
all'un iversità, ho la macchi na.

Giancarlo:
Mi lasciate solo, eh?!
Marcello:
ru dove sei d i retto?
Giancarlo:
Ah, io vado i n tutt'altra d i rezione!
Marcello:
Allora mi scuserai se accom pag n o lei
e lascio a piedi te.

Giancarlo:
Certamente, si capisce: le d o n n e
h a n n o sem pre la precedenza!. . .
1 . Scelta multipla

D fretta
D freddo
1 . Lucia ha un po'

D fame

D calda
D fredda
2. Lucia una bi rra la vorrebbe

D scura

D u n Marti n i
D u n cappucci no
3. Marcello prende

D u n caffè

D amaro
D dolce
4. G iancarlo prende u n caffè

D corretto al cognac

D la sua n i poti na
5. Marcello com pra i cioccolati n i :

D sua figlia
l i com p ra, come sempre, per

D sua nonna
1 62
(!)

D una busta d i cioccolat i n i


:i
"O

D una scatola d i cioccolatini


Cll
e: 6. Marcello compra

D un sacchetto d i cioccolatini
Cll
(/)
(/)

e:
(!)
(/)

7.
o

D lei
(!)
u
- Mi scuserai se accom pag no D lui

D loro

D te
8. - M i scuserai se lascio a piedi D lui

D lei

D al centro
D al bar
9. Marcello accom pag na Lucia

D all'università

D la macchina
D la bicicletta
1 0. Marcello ha

D la moto

D rag ione
D torto
1 1 . Le donne hanno sem pre

D la precedenza
gelati, caramelle, cioccolatini 1 63
·�
ro
e:
2. Vero o Falso? Cll
(/)
(/)
Q)
(/)
o
V F e:
Q)

D D
u
1 . Marcello i ncontra Lucia e G iancarlo e li invita al ristorante.
2. Marcello offre un caffè e G iancarlo lo prende volentieri. D D
3. Marcello mette dello zucchero nel caffè di G iancarlo :
ne mette due cucch iaini. D D
4 . Marcello compra u n a g rande scatola d i cioccolati n i . D D
5 . Marcello accom pag na Lucia all'un iversità. D D
6. Giancarlo va a l l ' u n iversità. D D
3. Questionario

1 . Chi i n contra M arcello? 7. Q uanti cucchiaini di zucchero


2. Dove invita gli amici? vuole G iancarlo?
8. Dove deve andare Lucia?
3. Perché i nvita gli amici al bar?
4. Che cosa p rende Lucia?
9. C h i accompagna Lucia all' u niversità?

5. Che cosa prende G iancarlo?


1 O. Q uanti cioccolatini com pra M?rcello?
1 1 . Per chi li com p ra?
6. Come preferisce la bi rra Lucia?
4. Rispondere

1 . M i capisci? - Sì, ti capisco.


2 M i ami?
3. M i accompagni?
4. M i ascolti?
5. Ci g uard i ? - Sì, vi g uardo.
6 . Ci conosci?
7. Ci aspetti?
8. Ci aiuti?

5. Rispondere

1 . Prendete u n caffè? - Sì, lo prendiamo volentieri.


2. B evete u n bicchiere di vino?
3. I nvitate G iancarlo?
1 64 4. Aiutate il vostro amico?

�::i
2 5. R icordate quel g iorno?

O"
6. Accom pagnate il professore?
Cl)
e:
Cl)
(f)
(f)
Q)
6. R ispondere

e:
!/)
o

Q) 1 . Q uando guardi la televisione? - La g uardo dopo cena.


o
2. Q uando ascolti la radio?
3. Q uando chiami la tua amica?
4. Q uando lavi la biancheria?
5. Q uando . i ncontri la tua am ica?
6. Quando i nviti Lucia?

7. Rispondere

1 . Dove fate g l i esercizi? - Li facciamo a casa.


2. Dove lasciate i docu menti?
3. Dove portate i quadri?
4. Dove aspettate g l i amici?
5. Dove accom pagnate g l i am ici?
6. Dove i ncontrate Paolo
e G iovanni?
8. Rispondere

1 . I nviterai le tue am iche? - Sì, le i nviterò.


2. Leggerai q u e l l e riviste?
3. Scriverai quelle lettere?
4. Acco m pagnerai q uelle signore?
5. Laverai le camicie?
6. I nformerai le s i gnorine?

9. Rispondere

1 . Ecco i d ischi. Q uanti ne vuole? - N e vog l i o u no.


2. Ecco i biglietti. Q uanti ne vuole?
3. Ecco i francoboll i . Q uanti ne vuole?
4. Ecco le sigarette. Q uante ne vuole?- N e vogl i o u na.
5. Ecco le paste. Q uante ne vuole?
6. Ecco le cartol i n e. Quante ne vuole? 1 65
Q)
::i
1 O. Rispondere O"
e
o
(\)
1 . Quanti amici avete q u i ? - N e abbiamo molti. -e
(\)
(/)
2. Q uanti verbi italiani conoscete? (/)
Q)
(/)
3. Q uanti caffè bevete og n i giorno? o
-e
Q)
4. Q uanti esercizi fate ogn i giorno? (.)

5. Q u aFlte sigarette fumate


ogni giorno? - N e fum iamo molte.
6. Q uante paste mangiate?
7. Q uante lettere scrivete ogni
setti mana?
8. Q uante parole italiane conoscete?
1 1 . Rispondere

1 . Q uanti fratel l i hai? - Non ne ho nessu n o.


2. Q uanti studenti stranieri conosci?
3. Q uanti giornali italiani leggi?
4. Q uanti l i b ri com p rerai?
5. Q uante sorelle hai? - Non ne ho nessu na.
6. Q uante sigarette fu m i ?
7. Q uante cartoline ricevi?
8 Quante camicie com p rerai?

1 2. Rispondere

1 . Ecco i cioccolatini. Li mangi tutti? - Sì, li mangio tutti.


1 66 2. Ecco i li bri. Li vuoi tutti?
'(ii

e:
(/) 3. Ecco i fog li. Li prendi tutti?
C\l

C\l
4. Ecco i d ischi. Li ascolti tutti?
(/)
(/)
Q)
5. Ecco le ragazze. Le inviterai tutte? - Sì, le i nviterò tutte.
(/)
o 6. Ecco le paste. Le mangerai tutte?
e:
Q)
u 7. Ecco le canzoni. Le conosci tutte?
8. Ecco le com pagne di scuola. Le
i nviti tutte?

1 3. Rispondere

1 . Vuoi conoscere mio fratello? - Sì, voglio conoscerlo.


2. Vuoi leggere questo l i b ro?
3. Vuoi ascoltare questo d isco?
4. Vuoi i ncontrare questo s i g nore?
5. Puoi cantare una canzone? - Sì, posso cantarla.
6. Puoi organizzare u n a gita?
7. Puoi accom pagnare Lucia?
8. Puoi chiamare la p rofessoressa?
1 4. Rispondere

1 . A che ora deve accom pagnare


le s i g n o ri n e? - Devo accom pag narle alle d i eci.
2. A che ora deve i ncontrare
le am iche?
3. A che ora deve lasciare le chiavi?
4. A che ora deve preparare le
valig ie?
5. Dove preferisce ascoltare q u esti
dischi? � Preferisco ascoltarl i a casa.
6. Dove preferisce aspettare i
col leghi?
7. Dove preferisce ricevere gli ospiti?
8. Dove preferisce fare q u esti
esercizi?

2
1 67

(i)
(fJ
C\l

gli aperitivi e:
C\l
(fJ
(fJ
(!)
(fJ
o
1 5. Rispondere e:
(!)
u

1 . Quando m etti i l vestito nella


val i gia? (subito) - Ce lo metto su bito.
2. Quando ri porti i l l i b ro i n
b i b l i oteca? (appena possibile)
3. Quando accom pagni Luigi
dal m ed ico? (domani)
4. Quando mandi tuo figlio
all'estero? (l'estate prossima)
5. Quando metti la cam icia n u ova
nel la vali gia? (subito) - Ce la metto su bito.
6. Quando porti la macc h i n a dal
·
meccanico? (oggi pomeriggio)
7. Quando accom pag n i Lucia
dal dentista? (domani pomeriggio)
8. Q uando mandi tua figlia
all'estero? (per Natale)
Il
1 6. Risponde re

1 . Quanto zucchero metti nel caffè?


(due cu'cchiainij - Ce ne metto d u e cucchiai ni.
2. Quanto aceto m etti nell'insalata?
(molto)
3. Q uanto olio metti nella bistecca?
(pochissimo)
4. Quanti spaghetti m etti nella
pentola? (mezzo chilo)
5. Q uante cravatte m etti nella
val igia? (solo una)
6. Quante ragazze i nviti alla festa?
(molte)

1 7. Rispondere

1 . Q uanti studenti i n glesi ci sono


ora nel l'aula? - Ce n'è u n o.
1 68 - Non ce n'è nessu no.
- Ce ne sono molti .
.8
o 2. Q uanti giornali ci sono s u l la
e:
CO sedia?
(/)
(/)
Q)
(/)
o
e:
Q) 3. Quanti li bri ci sono nel cassetto?
()

4. Q uanti quad ri ci sono nel la


stanza?

5. Quante ragazze i n glesi ci sono


ora nella stanza? - Ce n'è u na.
- Non ce n'è nessu na.
- Ce ne sono molte.
6. Quante sedie ci sono nella
camera?

7. Quante s é uole di l i ngua


ci sono i n q u esta città?
�-:" .
.
.
.

.
f. -

1 8. Completare (con i pronomi)

1 . Marcello i ncontra G iancarlo e poi Lucia e ___ i nvita al bar.


2. Veramente ho un po' di fretta, ma una bi rra ___ bevo con piacere.
___ vorrei molto fredda.
3. E tu, G iancarlo, prendi un caffè con me? - G razie, prendo volentieri.
4. Quanto zucchero? metto d ue? - Sì, due cucchiaini van n o bene.
5. Aspetta un m i n uto, accom pag no. Compro questi cioccolat i n i e ...
6. com pri, come sempre, per Claretta?
7. Sì, ____ com p ro una scatola; ma piccola, perché la m i a n i poti na,
appena vede, fin isce in un atti mo.
8. acco m pag n i all'autobus?
9. No, vog l i o accom pagnar ___ fi no all'un iversità, ho la macc h ina.
1 O. lasciate solo, eh?!
1 1 . Allora ____ scuserai se accom pagno ____ e lascio a piedi __ .

1 69
Q)
>
o
e
ctl
1 9. Completare (con le preposizioni) e:
ctl
(f)
(f)

1 . Marcello i n contra G iancarlo poi Lucia e l i invita ___ bar ___


Q)
(f)
o
prendere qualcosa lui. e:
Q)
2. Veramente ho u n po' fretta, ma una bi rra la bevo ___ piacere. u

3. Li compri, come sem p re, Claretta?


4. Mi accom pag n i ___ 'autobus?
5. No, vog l i o accom pag narti fino ____ 'un iversità.
6. lo vado tutt'altra d i rezione!
7. Al lora m i scuserai se accom pag no lei e lascio ___ piedi te.

20. Riordinare le parole

1. G iancarlo - Lucia - i nvita - per - con - i n contra - poi - li - bar - qualcosa


Marcello - e - e - al - prendere - l u i
2. capisce: - h a n n o - precedenza!. . . - si - d o n n e - la - Certamente, - l e
sem pre
2 1 . Riordinare le parti di frase

1 . ma u n a bi rra - La vorrei - u n po' fretta, - la bevo - molto fredda.


Veramente - ho - con piacere.
2. accompag narti fino - ho la macçh i na. - a l l ' u n iversità, - No, vog lio

2 2 . Combinare domanda e risposta

1 . Lucia, che cosa prend i ? - A h , io vado i n tutt'altra d i rezione!


2. E tu, G iancarlo, prendi u n caffè - No, vog l i o accom pag narti fino
con me? al l'un iversità.
3. Quanto zucchero? Ne metto d ue? - Una bi rra la bevo con piacere.
4. Mi accompag n i a l l 'autobus? - G razie, lo prendo volentieri.
5. Tu dove sei d i retto? - Sì, due cucch iaini van n o bene.

1 70

-e
_;g
Cll

(i)
-e
CfJ
o

Q)
o

gli amari o digestivi

23. Fare la domanda

1 . C h i i ncontra Marcel lo? - Marcello i n contra G iancarlo e poi Lucia.


2. _______ ? - Lucia ha un po' fretta.
3. ? - Accetta con piacere una bi rra.
4. ? - G iancarlo prende u n caffè.
5. ? - Lo vuole dolce.
6. ? - Vuole comprare dei cioccolat i n i.
7. ? - Li compera per la sua n i poti na.
8. ? - L'accom pag na fino all'un iversità.
PRONOMI DIRETTI (deboli o atoni)

sal uta con molta cord ial ità


ascolterà con attenzione
accompagna i n macchina alla stazione
i n contra spesso dal dottore
aspetta davanti al ci nema
ri n g razia sentitamente
Carlo (non)
capisce alla perfezione
conosce bene
ai uta q uando può
ricorda volentieri
prega di telefonarg l i
i nforma c h e domani sarà vacanza
ric8'Jé a casa sua 1 71
o
e
::i

'fil
e:
CO

Attenzione! o
(f)

I l pronome lo, oltre a riferirsi a persona maschile s i ngolare (Conosci quel e:


Q)
u
signore? S� lo conosco) e a cosa maschile s i ngolare (Quando compri il giornale ?

'questa cosa' (È andato via il professore? - Non lo so) .


Lo compro prima di andare in ufficio} , prende anche il valore neutro d i 'ciò',

ti/La

Lorenzo, aspetti? ti aspetto.

La riconosco.
Signorina Maria, riconosce?
Sì,
mi
No, non ti capiamo.
Amici m iei, capite?
capiamo,
Cari studenti, capite? La Professore.
PRONOMI DI RETTI (forti o toni ci)

ha salutato ha salutato

cerca quel Quel cerca


Chi signore? signore

ha i nvitato ha i nvitato

aspetta aspetta

veder ti
Devo aiutar lo
1 72 Vog lio i n contrar la stasera
Q) Posso salutar vi

e:
:J
"O ri n g raziar l i

19
C1l

Q)
(/) e anche:
o
e:
Q)
o Ti vedere
Lo devo ai utare
La voglio salutare staserà
Vi posso i ncontrare
Li ri n g raziare

I
PRONOME PARTITIVO N E

u no .

Q
d u e.
Ne
alcu ni .
molti .
Quanti fog l i p rend i ? prendo
Non ne n essu no .

Li tutti.

una .

Ne due.
molte .
t rop Pe .
Quante sigarette
fu mi? fumo 1 73
Non ne nessu na .
(di u n pacchetto) ·�
Cii

=m
e:
Cll

Le tutte (fJ
o
e:
Q)
()

PARTICELLA AWERBIALE DI LUOGO Cl + PRONOMI Ml , TI , VI

- M i accom pagni al Luna Park ? - Sì, ti ci accom pagno.


- Mi ci accom pag n i stasera? - Sì, ti ci accompagno stasera.
- Ci acco m pagni al Luna Pa rk ? - Sì, vi ci accom pagno.
- Ci accom pagni stasera - Sì, vi ci acco m pagno stasera.
al Luna Pa rk ?
PARTICELLA AWER BIALE DI LUOGO Cl + PRONOMI LO , LA, LI , LE, N E

lo lo
la la
La La
Ci + Ce
li li
le le
ne ne
)

Attenzione!
- Quando accompagni tuo figlio al
cinema ? - Ce lo accompagno dopo cena.
- Non puoi accompagnarcelo prima
di cena? - No, non ce lo posso accompagnare.
1 74

n'è u n o.

due.
molti.
Q uanti l i b ri ci sono?
Ce ne s.o n o poch i.
tanti.
parecch i.

Non ce n'è nessu n o.

n'è u na.

due.
molte.
Quante sig nori ne ci sono?
Ce ne sono poche.
tante.
parecchi e.

Non ce n'è ness u na.


�' .
� .
:'

LESSICO

1 . - Carlo, p rendi un caffè?


- Sì, lo prendo volentieri . 1 . - Prendi una pasta ?
- Sì, la prendo volentieri.
2. -M i accom pag neresti all'autobus? 2. - Prend iamo u n caffè q u i
- Sì, ti ci accom pag no con piacere . al banco o c i sed iamo al
- Veramente non è u n sacrificio per te? tavolo ?
- No, lo faccio volentieri .
3. - Cameriere, il conto, per
3. - Fai presto a prepara rti? favore! Abbiamo fretta!
- Sì, faccio in un attimo . - Faccio in un attimo ,
4. - Ma, cara, non è ancora pronta la cena? signore.
- Un po' di pazienza, caro: 4. - Quant'è ?
1a p reparo in un attimo . - Allora, due paste, un
cornetto, un ca ffè e un
5. - Signore, La prego, sa d i rm i dov'è via Tacito?
cappuccino ... ottom i la
- Sei fortunato bam bi no, io vado in quella
l i re, g razie.
direzione , puoi ven i re con me.
5. - Non lasci niente d i
6. - Da che parte vai? mancia ?
- Sono diretto alla posta.
1 75

FUNZIONI ATTI COMUNICATIVI

- Prendiamo un caffè?
Proporre d i fare i nsieme
- Perché non p rendiamo u n caffè?
I
- M i scuso,
- Domando perdono,
Scusarsi ma devo propri o andare.
- Vi p rego di .scusarm i ,
I
- C hiedo scusa,

- Si fig u ri, s i g nora.


R ispondere alle scuse - F i g u rati.
- N iente.

- È chiaro che preferisci accom pagnare lei.


- È sicuro.
Porre un fatto come certo - È evidente.
- Sicu ramente P.referisci accompagnare lei.
- Certamente.
Dettare il brano che segue

Al ba r

Marcello i n contra G iancarlo e poi Lucia e li i nvita a prendere qualcosa con


lui al bar.
Lucia ha un po' fretta, ma accetta con piacere una bi rra. La preferisce m olto
fredda.
G iancarlo i nvece prende volentieri un caffè. Lo vuole dolce con d u e
cucchiaini di zucchero.
Lucia deve proprio andare, ha una lezione i m po rtante e non vuole perderla,
ma M arcello desidera accom pagnarla. Pri m a però vuole com prare dei
cioccolatini per la sua n i poti na. Ne com p ra u n a scatola piccola, perché la
bambina è molto golosa e appena li vede li mangia tutti in un att i m o.

24. Leggere attentamente il brano che precede e ripetere a lib ro chiuso

25. Completare li beramente


1 76

1 . Marcello vede al centro i suoi amici e li i nvita ____________

2. La signori na accetta con piacere ________________

3. La sig nori n a deve proprio ___________________

4. I l ragazzo accom pagna l'amica fino _______________

5. G iancarlo i nvece -------'

26. Domande personal izzate

1 . Va spesso al bar?
2. Perché?
3. C he cosa prende di solito?
4. Quale bar o luogo di incontro freq uenta?
5. Con chi si i n contra e quali sono i soggetti prevalenti delle vostre
conversazioni?
6. Q uanto tempo trascorre con g l i am ici?

2 7. Per la composizione scritta

1 . C he cosa corrisponde, nel Suo Paese, al tipico bar italiano?

ESERCIZI DI REIMPIEGO E CONTROLLO AP. 1 2


G iorg io, appassionato d i g ialli, racconta a Paolo l 'u ltimo fi l m pol iziesco che ha visto,
la sera prima, alla TV.

Paolo:
Sei uscito ieri sera, Giorgio?
Giorgio:
·
No, Paolo, non sono uscito, perché
non avevo vog l ia: ero molto stanco.
Paolo:
Che cosa hai fatto a casa? 8
Giorgio:
H o visto u n bel film alla televisione.

1 82
Q)
::i
"O
ca
e: Paolo:
13
ca
Che fi l m hai visto?
e: Giorgio:
Q)
o Un film pol iziesco.
Paolo: 0r.mo"' " J..J.Jv
Ah, vado pazzo' per i gialli. Qual era i l
titolo e chi era i l reg ista d e l f i l m ?

Giorgio:
Non lo so, perché q uando ho acceso
il televisore, il fi l m era g ià cominciato
e la pol izia cercava un assassino che
andava in g i ro d i notte ad uccidere
donne g iovani e belle.
Paolo:
E come le uccideva ?
Giorgio:
Le uccideva con una calza d i seta
che stringeva i ntorno al loro collo.
Quando ho com i nciato a vedere i l
film n e aveva g i à uccise tre con
questo sistema.

- 1 83

Paolo:
Come è finito i l fi l m ? C h i era
l'assassino? La pol izia è riuscita a
scopri rlo?

Non lo so. È u n m istero.


Giorgio:

Paolo:
Perché è u n m istero?
Giorgio:
Perché alle d i eci e mezza è andata
via la luce e quando è ritornata, dopo
ci rca un quarto d'ora, i l fi l m era già
finito e sullo schermo c'era la
pubblicità delle calze da donna ...
"Mistero".
·
e · · · · :
. .

. �·
·

' ' . . •n'


-
• • • • � • .J'•• • • • ,.; •

1 . Scelta multipla

1 . G iorg i o è appassionato d i D g i al l i
D cava l l i
D sport

2. Giorg io non è uscito perché non aveva D tem po


D la macch i n a
D vog l ia

3. Giorg i o era molto D stanco


D malato
D preoccu pato

4. Alla TV ha visto un fi l m D western


D d 'avventu ra
D poliziesco

5. Quando ha acceso il televisore il fi l m D era già com i nc iato

D era già a metà


D era già fin ito

1 84
g
6. L'assassino uccideva le sue vittime D d i sera
D d i notte
Cii D d i mattina

-e 7. L'assassino uccideva donne D g i ovan i e brutte


::J
cr
C1l

:g
C1l
D vecchie e brutte
-e D g iovani e belle
(lJ
u

D mancata la l uce
8. Alle d ieci e trenta è D mancata l'acq ua

D mancato i l gas

9. Sullo schermo c'era la pubblicità delle calze D da uomo


D da bambino
D da donna

2. Questionario

1 . Perché Giorgi o non aveva vogl i a 7. Perché Giorg io non sa come è finito
d i usc i re i e r i sera? i l fil m ?
2. Che fi l m ha visto alla TV? 8 . Che cosa è successo alle dieci e trenta?
3. Perché non sa il titolo del film? 9. Quando è tornata la l uce, sullo
4. Chi cercava la pol izia? schermo che c'era?
5. Che cosa faceva, di notte, l'assassino? 10. Che cosa presentava la
6. Come uccideva le sue vittime? pubblicità?
3. Rispondere

1 . O ra sei qui, ma dove eri poco fa?


(al bar) - Poco fa ero al bar.
2. O g g i sei a lezione, ma dove eri
ieri? (a casa)
3. I n questo momento sei a scuola,
ma dove eri u n'ora fa? (per strada)
4. Adesso sei i n Italia, ma dove
eri l'anno passato? (in Francia)
5. Ora siete qui, ma dove eravate
poco fa? (al bar) - Poco fa eravamo al bar.
6. Oggi siete a lezione, ma dove
eravate ieri? (a casa)
7. I n questo momento siete a scuola,
ma d ove eravate u n'ora fa?
(per strada)
8. Adesso siete i n Ital ia, ma d ove
eravate l'anno passato? 1 85
(in Francia)

· 4. Rispondere

1 . Perché non sei uscito? - Non sono uscito perché non avevo
(non avere voglia) vogl ia.
2. Perché non hai mangiato?
(non a vere fame)
3. Perché non hai dorm ito?
(non a vere sonno)
4. Perché non sei venuto?
(non avere tempo)
5. Perché non siete partiti? - Non siamo partiti perché non avevamo
(non avere la macchina) la macchi na.
6. Perché non avete messo il
cappotto? (non avere freddo)
7. Perché non avete scritto a
G iorgio? (non avere l'indirizzo)
8. Perché non avete telefonato
a Paolo? (non avere il numero)
5. Trasformare

1 . Non ha scritto perché non aveva - Non hanno scritto perché non avevar
l ' i n d i rizzo. l'indi rizzo.
2. N o n ha mangiato perché
non aveva fame.
3. Non ha com prato niente
perché non aveva soldi.
4. Non ha guardato la TV perché
aveva sonno.
5. Non è andato a dorm i re perché - Non sono andati a dorm i re perché
non aveva son no. non avevano sonno.
6. Non è uscito perché non
aveva tem po.
7. Non si è fermato perché aveva
fretta.
8. N o n ha aspettato perché aveva
un appu ntamento.
1 86

6. Rispondere

1 . Dove andavi quando ti ho


i n contrato? (andare a
fare la spesa) - Andavo a fare la spesa.
2. Che cosa facevi quanto ti ho
telefonato? (preparare un caffè)
3. Che cosa facevi quando sono
entrato? (scrivere una lettera)
4. Che cosa facevi quando è arrivato
il p rofessore? (studiare i pronomi)
5. Con chi parlavi quando ti ho visto
al centro? (parlare con il padrone
di casa)
6. Che cosa facevi quando è
com i nciata la lezione? (prendere
un cappuccino al bar)
7. Che cosa cercavi quando ti sei
alzato? (cercare il dizionario)
8. Che cosa sog navi quando ti ho
svegliato? (sognare di fare un
viaggio)
7. Rispondere

1 . A che cosa pensavi q uando


rispondevi alla mia domanda?
(pensare all'esame) - Pensavo all'esame.
2. Con chi parlavi mentre aspettavi
l'autobus? (parlare con un
compagno di scuola)
3. Che cosa cantavi mentre ti vestivi?
(cantare una vecchia canzone
americana)
4. Che cosa leggevi mentre sentivi
la rad io? (leggere un· giallo)
5. Che cosa facevi mentre i l
professore spiegava? (sognare
ad occhi aperti)
6. Che cosa facevi mentre io
studiavo? (preparare il pranzo)
7. A chi telefonavi mentre ero a
tavola? (telefonare al medico) 1 87

'fil
G.l
8. Dove andavi mentre pioveva?

e:
(andare dal fioraio) (/)

19
Cll

o
8. Rispondere e:
G.l
u

1 . Dove mangiavi quando eri al


mare? (in pensione) - Mangiavo i n pensione.
2. Dove abitavi quando eri a Pari g i?
(da un amico)
3. A che ora ti alzavi quando eri
in vacanza? (alle dodici)
4. Dove passavi le vacanze quando
eri bambi no? (in montagna)
5. Con chi trascorrevi i l tempo
quando freq uentavi l ' u niversità?
(con gli amici)
6. C h i ti cu rava quando stavi male? • I

(un noto specialista)


7. Quale l i ngua straniera studiavi
quando eri alla scuola media?
(il francese)
8. Quale sport praticavi quando eri
nel tuo paese? (il tennis)
9. Trasforma re

1 . Quando sono arrivato q u i non - Q uando siamo arrivati q u i non


conoscevo nessu no. conoscevamo nessu no.
2. Quando ho com i n ciato il corso
non sapevo una parola d'ital iano.
3. Non ho com prato quella cravatta
perché costava troppo.
4. Quando ho visto lo studente
sem brava soddisfatto.
5. Non sono uscito perché d ovevo - Non siamo usciti perché dovevamo
stu d iare. studiare.
6. Non ti ho ai utato perché non
potevo.
7. Non sono venuto a trovarti perché
non stavo in città
8. Non ho sentito suonare il telefono
1 88 perché ero i n g iard i no .
.8
o 1 O. Trasforma re
e:

o 1 . Vado a letto perché sono - Sono andato a letto, perché
e:
Q)
o
stanco morto. ero stanco morto.
2. Non esco perché non ho voglia.
3. Accendo la TV perché vog l i o
vedere u n giallo.
4. Ascolto la rad i o perché c' è u n
programma i nteressante.
5. Non aspetto perché devo parti re.
6. Non aspetto perché ho u n
appu ntamento.
7. N o n sped isco la lettera perché
non ho u n francobol lo.
8. Prendo una aspirina perché m i
fa male la testa.
1 1 . Completa re

1 . Sono rimasto a casa, perché _s_ v_


ta_o _ male. (stare)

2. Sono uscito, perché fare una passegg i ata. (volere)


3. N o n ho as pettato ancora, perché tornare i n fretta a casa. (dovere)
4. Non ho com prato la macc h i na, perché non _____ spendere tanto
denaro. (potere)
5. Non ho risposto al telefono, perché non _____ i n casa. (essere)
6. Non ho mangiato, perché non _____ fame. (avere)
7. H o aperto la finestra, perché _____ caldo. (avere)
8. H o ri posato u n po', perché _____ stanco. (essere)

o o

'
[!i!!)
O O (J
l'annunciatrice o 00
00 0
ooo 1 89
Q)
>
o
e
Cll

=g
1 2. Trasformare al passato e trapassato e:
Cll

- Avevo fame, ho mang iato la bistecca ai


e:Q)
1 . H o fam e, mangio la bistecca ai
u
ferri che ha preparato mia moglie. ferri che aveva preparato mia moglie.
2. Sono l i bero, leggo i l l i b ro che
ho com p rato da tempo.
3. H o tem po, rispondo alla lettera
che ho ricevuto da qualche
setti mana.
4. Sto male, prendo le medici ne che
ho portato dal mio paese.
5. Fa brutto tempo, non esco e
studio la lezione che i l professore
ha spiegato.
6. Sono al bar, saluto lo studente
che ho conosci uto a Fi renze.
7. Sono con amici, guardo le foto
che ho fatto al mare.
8. Sono i n classe, correggo g l i
esercizi c h e ho asseg nato d a
qualche giorno.
1 3. Completare (con l'im perfetto)

1 . Ieri sera non sono uscit0, perché non _____ voglia:


_____ molto stanco.
2. Ah, vado pazzo per i gialli. Qual _____ i l titolo e chi
_____ il
regi sta del film?
3. N o n lo so, perché quando ho acceso il televisore, il film era già com i nciato
e la polizia un assassino che in g i ro di
notte ad uccidere donne giovani e belle.
4. E come le ?
5. Le con ·u na calza di seta che i ntorno al
loro collo.
6. Come è finito il film? Chi _____ l'assassi no? La polizia è riuscita a
scoprirlo?
7. Quando è ritornata la luce, dopo u n quarto d'ora ci rca, il fi l m era già finito
e sullo schermo c' la pubblicità.

1 90
ca 1 4. Completare (con il trapassato)
e:
ca
>
o
e
1 . Non so qual era i l titolo, perché, q uando ho acceso il televisore, i l film __

o
già e la polizia cercava un assassi no.
e:
Q)
o 2. Quando ho com i nciato a vedere il film, l'assassino ne già
_____ tre con questo sistema.
3. Alle dieci e mezza è andata via la l uce e quando è ritornata, dopo circa
un q uarto d'ora, il fi l m già e sullo schermo c'.era
la p u bblicità.

1 5. Completare (con il passato p rossi mo)

1 . G io rg i o, appassionato di gialli, racconta a Paolo l'ultimo film poliziesco che


______ , la sera pri ma, alla TV.
2. _______ ieri sera, G iorgio?
3. No, non , perché non avevo voglia: ero molto stanco.
4. Che cosa a casa?
5. un bel film alla televisone.
6. Che film ?
7. Non so q uale era i l titolo, perché quando _______ i l televisore il
film era già com i nciato.
8. Quando _______ a vedere i l film ne avèva già uccise tre con
questo sistema.
9. Come _______ i l film? Chi era l'assassi no? La polizia
_______ a scopri rlo?
1 O. Alle dieci e mezza via la luce e quando
_______ dopo circa u n quarto d'ora, il film era già finito.

1 6. Completare (con le preposizion i)

1 . G iorgio, appassionato g ialli, racconta Paolo l'ultimo fil m


poliziesco c h e ha visto, la sera prima, TV.
2. Che cosa hai fatto casa? - Ho visto u n bel film ____

televisione.
3. Ah, vado pazzo __ i g i al l i . Qual era i l titolo e chi era il regista __ fil m ?
4. La polizia cercava u n assassino c h e andava g i ro
____

notte uccidere donne g iova n i e belle.


5. Le uccideva una calza seta che stringeva
i ntorno loro col lo. 1 91
6. Quando ho comi nciato vedere il film ne aveva g ià uccise o
e:
tre questo sistema. ::J
e:
7. C h i era l'assassino? La pol izia è riuscita scoprirlo? al
____
>
o
8. È u n m i stero perché d ieci e mezza è andata via la luce, e e:
o
quando è ritornata, dopo circa u n q uarto __ 'ora, i l film era già finito e:
(j)
e schermo c'era la pubblicità calze don na. u

1 7. Completare (con gli articoli)

1 . G io rg io, appassionato di g ialli, racconta a Paolo __ 'ulti mo film


poliziesco che ha visto, sera pri ma, alla TV.
2. Ho visto bel film alla televisione.
3 . Ah, vado pazzo per ___ gialli. Qual era titolo e ch i era
___

___ reg ista del film?


4. Non lo so, perché q uando ho acceso televisore
____ fi l m era
già cominciato e pol izia cercava assassino che andava
in g i ro di notte ad uccidere donne g iovani e belle.
5. Come è fin ito fil m ? C h i era 'assassino? ____ polizia
è riuscita a scoprirlo?
6. Non lo so. È m istero.
7. Perché alle d ieci e mezza è andata via ____ luce e q uando è ritornata,
dopo ci rca q uarto d'ora, film era già fin ito e sullo
schermo c'era pubblicità.
1 8. Completare (con i pronomi)

1 . Qual era i l titolo e chi era i l reg ista del fi l m ? - Non so, perché
q uando ho acceso il televisore, il film era g ià com i nciato.
2. La pol izia cercava un assassino che andava in g i ro di notte ad uccidere
donne giovani e belle. - E come uccideva?
3. uccideva con una calza d i seta che stringeva i ntorno al loro collo.
4. Quando ho com i nciato a vedere i l fi l m aveva g ià uccise tre con
questo sistema.

so. È un m istero.
5. Come è fin ito il fi l m ? Chi era l'assassino? La polizia è ri uscita a scoprir_?
6. Non

1 9. Riordinare le parole

1 . d i -a - film - ha - sera - TV. - appassionato - racconta - l'ultimo - che - la -


alla - G iorgio, - g ia l l i - Paolo - pol iziesco - visto, - pri ma.
20. Riordinare le parti di frase

1 92 1 . q uando ho acceso - era già com i nciato - cercava un assassi n o - ad uccidere


a.i - Non lo so, - perché - il televisore, - i l fi l m - e la pol izia - che andava i n
:::J g i ro d i notte - donne g i ovan i e bel le.
D
Cl)
-e 2. è andata via la l uce - dopo un q uarto d'ora, - c'era la pubbl icità delle calze
Cl)
>
o
da d o n na. - Perché alle d ieci e mezza - e quando è ritornata, - e sullo
e
o schermo - i l film era già fin ito.
-e
a.i 2 1 . Combinare domanda e risposta
(_)

1 . Sei uscito ieri sera? - Le uccideva con una calza d i seta.

Non lo so. È un mistero.


2. Che cosa hai fatto a casa? - Un film pol iziesco.
3. Che f i l m hai visto? -
4. E come le uccideva? - Ho visto un bel fi l m alla televisione.
5. Chi era l'assassi no? - No, Paolo, non sono uscito.

22. Fare la domanda

1 . G iorg i o ieri sera è uscito? - No, non è uscito.


2. ? - Perché era molto stanco.
3. ? - No, non sa chi era i l reg ista.
4. ? - Cercava un assassi no.
5. ? - Le uccideva con u na calza di seta.

f!-.
6. ? - � e aveva già uccise tre.
7. ? - E mancata alle d ieci e trenta.
8. ? - C'era la pubblicità.
INDICATIVO : I M PERFETTO

(ascoltare) la rad i o
(leggere) il giornale
(do rm i re) profondamente
il program ma
(fare)
per stasera
________, quando è entrata Lisa
(di re) le solite cose
la lettera i n
(tradu rre)
i nglese
(bere) una birra
(proporre) di uscire

VERBO: ESSER E

ero 1 93
eri -�
era a casa Cii
quando ha telefonato Luigi -e
eravamo in giardino Cll
>
eravate o
e
erano o
-e
(J)
u

INDICATIVO: TRAPASSATO PROSSIMO


ho acceso il televisore i l film era cominciato da alcu n i
m inuti

ho com i n ciato a ved é re l'assassino aveva ucciso già


Quando i l fi l m t re donne

la luce è tornata i l film era già finito da G��zzo


sono a rrivati alla stazione il treno era partito da poco

eravamo stanche perché avevamo fatto una lunga


passeggiata nel pomeriggio
Ieri sera
non sono andati a perché l' avéva no già visto a
vedere lo spettacolo Roma alcun i mesi p rima
TROPPO, MOLTO, PARECCHIO, TANTO, POCO come AWERBI:

Modificano u n verbo
Ho stud iato troppo

Abbiamo bevuto parecchio

Avete mangiato tanto

Lavorate poco

Modificano un aggettivo
Questo vino troppo caldo
è
Questa birra poco fredda
Q uesti q uad ri parecchio/tanto brutti
sono
Q u este bistecche molto d u re
1 94


2

6-
CO
Mod ificano un awerbio
-e
CO tanto
tardi
-,-

>
o Ti sei alzato t roppo
e presto
o molto
-e
Q)
u poco dopo
È arrivato
parecchio prima

TROPPO, MOLTO, PARECCHIO, TANTO, POCO come AGG ETIIVI :

Modificano u n nome

H a parecch i sold i
Legge tropp i romanz i giall i
G uadag na molto denaro
Fuma poch e sigarett e
Beve tanta acqu a
BELLO e QUELLO

il
I
vaso
un
quel
q uadro
un bel

i
vasi
dei
quei
q uadri
bei

lo
u no
specchio
quello
un bello
Ho com p rato a Roma
gli
degli
specchi
quegli
begli 1 95
ClJ
::J
O"
I' e
anello Ti
un Cll
e:
quell'
orologio Cll
>
u n bell' o
e
o
e:
gli ClJ
anelli u
deg l i
quegli
orologi
begli

NOME + aggettivo B ELLO

un vaso vasi
(dei)
u n quadro q uad ri

Ho visto i n H o visto i n
uno specchio bello bell i
una vç!tri na
a Roma u n anello y u na vetri na
a Roma specc h i
un orolog io (deg l i) anelli
'
o rologi
SAPERE + frase

Tu sai chi ho i ncontrato?


Lei sa perché lui non è so.
venuto con noi?
Sì,
Sa pete a che ora parte il treno?
lo sappiamo.
Loro sanno dove è l a bibl ioteca?
N o, non
quanto costa questa
a bbiamo
Avete saputo borsa?
saputo.
quando finirà il corso?

SAPER E + i nfinito
1 96
(i) guidare l'auto? guidarla.

-e
(J)
CO
suonare la chitarra? suonarla.
CO
>
o Sì, giocare a
e giocare a ten nis?
o so tennis.
-e Sai
Q)
u
cucin a re ? N o, non cucinare.

parl a re l'italiano? parl a rlo.

fare le tagl iatel le? fa rle.

CONOSCERE + nome

Conosci l'Italia? la conosco.

il nome di quel Sì,


Conoscete lo conoscia mo.
s i g nore?
N o, non
Avete gli studenti a bbiamo
li
conosciuto della classe? conosciuti.
SIMBOLOGIA GRAFICA PER L'USO DELL' I M PERFETIO, PASSATO PROSSIMO E
TRAPASSATO PROSSIMO

1. Stud iavo. * (Azione d urativa passata)


Stavo male. [IMPERFETIO]
Avevo fame.
Ero stanco.

2. Mentre mangiavo, guardavo la TV. * (Azioni parallele passate)


Passeggiavano e parlavano. [IMPERFETIO]
Ero stanco e avevo fame.

I
3. Ho mang iato. * (Azione perfetta passata)
Sono uscito. f
[PASSATO PROSSIMO]
È arrivato i l postino.

I
4. Mentre studiavo, è arrivato i l * (Azione d urativa)
posti no. [I MPERFETIO]
2
1 97

Q)
Mentre dormivo è suonato i l * (Azione perfetta infinita)
telefono. [PASSATO PROSSIMO] (/)
CO
e:
CO
>
5. Durante le vacanze * (Azioni passate e ripetute) o
e
andavo spesso a teatro. [IM PERFETIO] o
e:
T T T T Og n i mattina m i facevo i l caffè. Q)
()
Quando ero bambino, non
andavo a scuola volentieri.

6.

III M i sono alzato, ho fatto


colazione e sono uscito.
* (Azioni perfette i n
successione)
[PASSATO PROSSIMO]

1------
7. - Avevo lasciato il libro
a scuola, perciò
* (Azione perfetta più
passata)

J
non ho stud iato. [TRAPASSATO PROSSIMO]
-
-
-
* (Azione perfetta passata)
-
-
-
[PASSATO PROSSIMO]

8. I-
Ero stanco morto, * (Azione perfetta più
- perché avevo corso passata)
-
-
-
-
-
troppo. [TRAPASSATO PROSSIMO]
* (Azione d u rativa passata)
[IMPERFETIO]
Leggere e osservare

- Come ho passato la mattina di lu nedì scorso?


1 . Alle otto ero i n macchi na d i retto verso l'ufficio.
8
2. Alle nove ero al bar per u n cappuccino.
9
3. Alle dieci ero dal m i o d i rettore.
10
4 . Alle undici ero i n . archivio per cercare u n a pratica. -----�----
11
5. Alle dodici ero al bar per u n aperitivo.
12
6. Alle tredici ero in macchina verso casa.
13
7. Sono stato fuori dal m i o ufficio tutta la mattinata.
8 13

Leggere

- Ti ho telefonato tre volte ieri pomeri ggio.


1 . La prima volta, erano le quattro, m i ha risposto tua madre:
1 98 mi ha detto che eri in camera tua e riposavi.


o 2. La seconda volta, alle cinque circa, m i ha ris posto tua sorella:
mi ha detto che dormivi.
e:
ro 3. La terza volta, verso le sei, non m i ha risposto nessuno:
>
o
e
erano tutti fuori · e forse tu dormivi ancora.
o - Ma che fai, dormi sempre?
e:
Q) 4. E h sì, ieri non mi sentivo bene, sono andato a letto,
u
ho dormito tutto il pomeriggio.

Leggere e osservare

1 . Alle quattro ha cominciato a piovere;


2. Alle cinque pioveva ancora .
. 3. Alle sei pioveva ancora.
4. Alle sette e mezza ha smesso di piovere.
5. Ha piovuto dalle quattro alle sette e trenta.
LESSICO

1 . - Sei uscito?
- N o, non avevo voglia .
2. - Vuoi leggere?
- N o, non ho voglia di leggere.
3. - I nsomma che cosa vuoi fare stasera?
- Ho voglia di andare al concerto.
4. - Quali film p referisci vedere?
- Vado pazzo per i film gialli,
per i film del brivido,
per tutti quelli dove c'è suspense.
5. - Qual è la musica che ascolti volentieri?
- La m usica rock, fol k, j azz, si nfonica,
tutta la musica: io vado pazzo per
la m usica.
6. - Sai qual era il titolo del fi l m e 1. Mi racconti la trama del fi l m ?
chi era i l regista?
-

- N o , adesso non ho voglia.


- No, non lo so.
2. - Qual è l'attore che preferisci? 1 99
7. - Sai se la pol izia è ri uscita a scoprire Vado pazza per Al Paci no. Q)
-
>
l'assassino? 3.
o
Che film danno stasera in TV? e
- No, non lo so.
-
Cll
e:
Cll
>
o
e
o
FUNZIONI ATTI COMUNICATIVI e:
Q)
o

- Non vogl i o vedere i film g ia l l i ,


ho paura.
- Tremo dalla pau ra.
Pau ra - H o una paura da mori re!
- Che paura!
- H o pau ra di vedere questi film
del brivido.

- N iente paura!
I ncoraggiare - Non bisogna avere pau ra.
- Via! U n po' di coraggio!

- E perché?
C h i edere il perché di un fatto - Perché mai?
contenuto i n un enunciato - Per quale rag io ne?
- Non ho capito perché!
� . . � · "!"
. . .

...
"
� � _ . · '
. .
.
' ;;_ .. . .
. . .

Dettare il testo che segue

Un g iallo in TV

G iorg i o ieri sera non è uscito: non aveva vog lia, perché era molto stanco.
Ha visto un fi l m giallo alla TV, ma non sa quale era il titolo del film né chi
era i l regi"sta perché, q uando ha acceso i l televisore, i l fi l m era già comi nciato.
A quel pu nto la polizia cercava un assassino che andava in g i ro di notte ad
uccidere donne giovani e bel le: le uccideva con una calza di seta che stri ngeva
i ntorno al loro col lo.
Quando G i o rgio ha cominciato a vedere il fi l m , ne aveva già uccise tre con
questo sistema.
G io rgio non sa come è finito il film, chi era l'assassi n o e se la polizia è
ri uscita a scoprirlo; per lui è tutto u n mistero.
I nfatti alle d i eci e trenta è mancata la luce e quando è ritornata, dopo ci rca
un quarto d'ora, i l film era già finito e s u l l o schermo c'era la pubblicità: con
splendide ragazze che i ndossavano calze ... "M istero".

23. Leggere attentamente il testo che precede e ripetere a libro chi uso.
200
o

o
24. Completare con le parole che ma ncano
QJ
::J
D
G iorgio ieri non è : non aveva perché
era stanco. H a u n fi l m a l l a TV,
non sa era i l d e l fi l m , chi era regista,
perché ha acceso televisore, i l era già

A quel _____ la polizia u n assassino andava


in d i notte uccidere donne e bel le: ___

uccideva con calza d i c h e stri n g eva al loro

Quando G iorgio ___ com i nciato a _____ il film, ___ aveva già
_____ tre, con sistema. G io rg i o sa com e fi n ito
il , chi era 'assassino e la polizia riuscita a
_____ ; per lui tutto u n . I nfatti a l l e _____ e
trenta mancata la e quando ritornata,
dopo u n quarto 'ora, fi l m era finito e
schermo 'era la : con splendide che
i ndossavano ... "M istero''.
25. Domande personal izzate

1 . Che cosa faceva di solito Lei la sera q uando era nel Suo paese (o fuori
del Suo paese) ?
2. Quali spettacoli preferiva vedere?
3. R icorda cosa faceva Lei sei mesi fa?
4. R icorda dove era Lei sei mesi fa?

26. Per la composizion e scritta

1 . Descriva u na scena particolarmente emozionante di un g iallo che ha visto al


cinema o alla TV.
2. I m magi n i d i essere uno scrittore d i gialli. I nventi u na storia poliziesca.

201
o
e
:::J
o
e:
Q)
u
Q)
:::J
-o

ESERCIZI DI REIMPIEGO E CONTROLLO AP. 1 4


Riccardo rientra a casa all'ora di cena e parla con sua moglie che p repara da
mangiare.

Riccardo:
Ciao, Lia, ecco m i q ua. È pronta la
cena?
Lia:
Quasi pronta, Riccardo. Ti sei
ricordato dei b i g l ietti per lo spettacolo
di questa sera? Il palco /'avevo già
prenotato io.

208
.8 Riccardo:
o Ce l i ho, ce l i ho! Li ha presi la mia
e:
Q)
o.
segretaria.
Q)
::J Lia:
"D
Li ha comprati poi ?
Riccardo:
Sì, li ha comprati anche se ha dovuto
fare la fi la. Ma dove li ho messi ?
Ah, ecco l i q u i .

Lia:
Quanti ne ha fatti?
Riccardo:
Ne ha comprati q u attro: d u e per noi e
due per i signori Santini.
Lia :
Come? I Santi n i vengono con noi?
Riccardo:
Sicuro. La volta scorsa, quando li
abbiamo i ncontrati al ten n is c l u b, io li
ho i nvitati per questa sera con noi per
vedere l'u ltima commedia di Ed uardo
De F i l i ppo.

209
Q)
>
o
e
o
e:
Q)
(.)
Q)
:::J
Lia : "O
Ma, Riccardo, ti ho detto tante volte
che lei è antipatica: mi ha i n contrato
spesso per la strada e non mi ha mai
salutata.

Riccardo:
Pazienza! Tu non sopporti lei, io non

in fretta. Se ci mettiamo a discutere,


sopporto lui. Su, su, dobbiamo cenare

faremo tard i e non potremo entrare.


1 . Scelta multipla

1 . Quando Riccardo rientra,


è q u asi pronta D la cena
D la merenda
D la colazione

2. Lia aveva già D vend uto i l palco


D prenotato i l palco
D com p rato i l palco

3. La segretaria ha d ovuto fare D la spesa


D la domanda
D la fila

4. Hanno i ncontrato i Sant i n i e D u n a com media d i Ed uardo De F i l i ppo

D u n a tragedia d i Shakespeare
li hanno i nvitati a vedere D u n 'opera d i Verd i

21 0 5. Quanti big l ietti ha fatto la D molti


o
seg retaria? Ne ha fatti D quattro
Q) D pochi
u
o
-e
Q)
o
6. - Tu non sopporti D noi

D lei
Q) D loro
:::J
u

7. - M i ha i n contrato spesso per D vista

D abbracciata
la strada e non m i ha mai D sal utata

D presto
8. - Se ci mettiamo a d iscutere D i n fretta
faremo
D tardi

2. Questionario

1 . Che cosa domanda Riccardo q uando rientra? 5. Quanti ne ha com prati?


2. Cosa vuol sapere Lia? 6. Perché Lia non ama la
3. C h i ha prenotato il palco? com pagnia dei signori
Santin i ?
4. C h i ha com prato i bigl ietti?
f'�' '
.

''
l-
'
. ' �.

'

3. Rispondere

1 . Hai già letto il giornale? - Sì, l'ho g ià letto.


2. Hai già preso il caffè?
3. Hai già visto R iccardo?
4. Hai già prenotato il posto?
5. Hai già com p rato la bi rra? - Sì, l'ho già com prata.

7. Hai già i ncontrato Maria?


6. Hai già i nvitato la sig nori na?

8. Hai già preparato la val i g ia?

4. Rispondere

1 . Quando avete cam biato i soldi?


(ieri) - Li abbiamo cam biati ieri.
2. Quando avete fatto gli esercizi?
(poco fa)
3. Quando avete conosci uto i 21 1
signori Rossi ? (l'anno scorso) ·u
4. Quando avete i nvitato i signori '6
e
::i
Rossi? (l'altro ieri,) o
e:
5. Quando avete sped ito le lettere? Q)
o
(ieri) - Le abbiamo sped ite ieri. Q)
::i

6. Quando avete saputo quelle


"'O

notizie? (due giorni fa)


7. Quando avete i ncontrato le vostre
amiche? (la settimana passata)
8. Quando avete perd uto le chiavi
di casa? (stamattina)

5. Rispondere

1 . Ha cam b i ato tutti i soldi? - Sì, li ho cam biati tutt ! .


2. H a fatto tutti gli esercizi?
3. Ha salutato tutti g l i ospiti?
4. H a portato tutti i docu menti?
5. H a spedito tutte le lettere? - Sì, le ho spedite tutte.
6. Ha accom pag nato tutte
le a m iche?
7. Ha preso tutte le medici ne?
8. Ha pagato tutte le tasse?
6. Rispondere

1 . Quanti g iornali hai com p rato? - Ne ho com p rato u no.


2. Quanti film hai visto?
3. Quanti regal i hai ricevuto?
4. Q uanti caffè hai bevuto?
5. Q uanti d ischi hai ascoltato? - Non ne ho ascoltato nessuno.
6. Quanti viaggi hai fatto
questo mese?
7. Quanti cioccolat i n i hai mangiato?
8. Quanti esercizi hai preparato?

7. Rispondere

1 . Q uante paste hai mangiato? - Ne ho mang iata u na.


21 2 2. Quante cartol i n e hai ricevuto?
·u 3. Quante città italiane hai visitato?
'6
o
-o 4. Quante val i g i e hai portato con te?
o
e: 5. Q uante sigarette hai fumato? - Non ne ho fumata nessu na.
Q)
u
Q)
::i 6. Q uante canzoni hai ascoltato?
-o
7. Quante barzellette hai raccontato?
8. Quante studentesse hai i nvitato?

8. Rispondere

1 . Q uanti esercizi avete corretto? - Ne abbiamo corretti molti.


2. Quanti sbagli avete fatto?
3. Quanti regali avete ricevuto?
4. Quanti fi l m avete visto?
5. Quante parole nuove
avete studiato? - Ne abbiamo studiate molte.
6. Quante persone avete aiutato?
7. Quante riviste avete letto?
8. Quante cartoline avete sped ito?
la maschera
9. Rispondere

1 . Hai messo i l vestito nella valigia? - Sì, ce l'ho messo.


2. Hai ri portato il l i b ro in biblioteca?
3. Hai accom pag nato tuo figlio
dal medico?
4. Hai mandato tuo figlio al cinema?
5. Hai messo la cam icia nuova nella
valig ia? - Sì, ce l'ho messa. 21 3
6. Hai portato la macch i na u
iJ
dal m eccan ico? �
7. H ai accom pag nato tua figlia dal o
e:
dentista? Q)
u
Q)
8. Hai mandato la signorina ::i
-o
dal di rettore?

1 O. Rispondere

1 . Quanti l i b ri hai messo


nella borsa? - Ce ne ho messo u no.
- Ce ne ho messi molti.
- Non ce ne ho messo nessu no.
2. Quanti giornali hai messo
nel cassetto?

3. Quante cravatte hai messo


nella val i g ia? - Ce ne ho messa u na.
- Ce ne ho messe molt€.
- Non ce ne ho messa nessu na.
4. Quante riviste hai messo sul
tavolo?
. . .

--------------

1 1 . Completare (con i pronomi)

1 . Ciao, Lia, ecco q ua. È pronta la cena?


2. Quasi pronta. sei ricordato dei biglietti per lo spettacolo d i q uesta
sera? Il palco __ 'avevo già prenotato io.
3. Ce ho, ce ho! ha presi la m ia seg retaria.
4. ha comprati poi ?
5. Sì, ha comprati anche se ha dovuto fare la fila. Ma
dove ho messi?
Ah, ecco q u i.
6. Quanti ha fatti ?
7. _____ ha còm prati quattro.
8. La volta scorsa, q uando abbiamo i ncontrati al ten n is c l u b,
io ho i nvitati per questa sera con noi per vedere l ' u ltima
com med ia d i Ed uardo De Fi l i ppo.
9. Ma, Riccardo, ti ho detto tante volte che lei è anti patica: ha
incontrato spesso per strada e non ha mai sal utata.
21 4
1 O. Su, su, dobbiamo cenare i n fretta. Se mettiamo a discutere,
u faremo tard i e non potremo entrare.
"2
-8
Cii
:::J
IT
o
e:
Q)
o
Q)
:::J 1 2. Completare (con verbi e pronomi)
"O

1 . Ti sei ricordato dei biglietti per lo spettacolo d i questa sera? I l palco


_______ g ià io.
2. Ce li ho, ce li ho! __ la m ia seg retaria.
3. poi ?
4. Sì, anche se ha dovuto fare la fila. Ma
dove ? Ah, eccol i q u i.
5. Quanti ?
6. ____ ____ ______ quattro.
7. La volta scorsa quando al ten nis club,
io per q uesta sera con noi per vedere
l ' u ltima commedia di Ed uardo De Fi l i ppo.
8. Ma, Riccardo, ti ho detto tante volte che lei è antipatica: ___ ____,

______ spesso per la strada e non m ai


1 3. Completare (con le preposizioni)

1 . Riccardo rientra casa ____ 'ora cena e parla ___

sua moglie che prepara mang iare.


2. Ti sei ricordato b i g l ietti lo spettacolo q uesta
sera?
3. Ne ha com prati q u attro: due ____ noi e due ____ i signori Santini.
4. Come? I Santi n i vengono ____ noi?
5. Quando l i abbiamo i ncontrati ____ ten n is c l u b, io l i h o i nvitati ____

questa sera noi vedere l ' u ltima com media ____

Ed uardo De Fi l i ppo.
6. Mi ha i n co ntrato spesso la strada e non mi ha mai sal utata.
7. Su, su, dobbiamo cenare fretta. Se ci mettiamo ____

discutere, faremo tard i e non potremo entrare.

1 4. Completare (con i verbi)


21 5
1 . Riccardo _______ a casa all'ora d i cena e _______ con o
la mogl i e che da mangiare. i5
e
:J
2. Ciao, Lia, ecco m i q ua. pronta la cena? O"
o
3. Quasi pronta. Ti dei bigl ietti per lo spettacolo di questa e:
(!)

sera? I l palco, I' già io.


u
(!)
:J

4. Ce l i_______ , ce l i _______ ! Li _________


-o

la m i a seg retaria.
5. Li ______ poi ?
6. Sì, anche se _______ fare la
fila. Ma dove li ? Ah, eccoli q u i.
7. Quanti ne _· ______ ?
8. Ne quattro: due per noi e due per i sig nori Santini.
9. Come? I Santi n i con noi?
1 O. Sicu ro. La volta scorsa, q uando l i al tennis c l u b, io
li p e r q uesta sera c o n noi p e r vedere l'u lti ma
com media di Eduardo De Fili ppo.
1 1 . Ma, R i ccardo, ti _______ tante volte che lei _______

anti patica: m i spesso per l a strada e non


mi _______ mai _______

1 2. Tu non _______ lei, io non _______ l u i. Su,


su, cenare i n fretta. Se ci _______ a
discutere, tard i e non entrare.
gli attori che recitano sul palcoscenico
1 5. Riordinare le parole

.

1 . a - ora - e - sua - prepara - rientra - all' - cena - con - che - mangiare -
Riccardo - cas'à - d i - parla - moglie - da
"1 C( '
2. q ua. - Lia, - pronta - ecco m i - Ciao, - cena? - la - pronta - E

1 6. Riordinare le parti di frase

21 6 1 . q uando li abbiamo i n contrati - per vedere l ' u ltima com media d i Ed uardo
·u
De Filippo. - La volta scorsa, - Sicuro. - al ten n is club, - per q u esta sera - io
i5 l i ho i nvitati - con noi
<ll
(J)
o
e:
<ll
o
<ll
::::i
1 7. Combinare domanda e risposta
u

1. Ti sei ricordato dei bigl ietti per lo spettacolo? - Sicu ro.


2. La seg retaria l i ha com p rati poi ? � Ce l i ho, ce l i ho!

3. Quanti nè ha fatti ? - Sì, l i ha com p rati.


4. I Santin i vengono c o n n o i ? - Ne ha comprati q uattro.

1 8. Fare la domanda

1 . Che cosa domanda Riccardo? - Domanda se è pronta la cena.


2. ? - Rientra all'ora di .cena.
3. ? - Prepara da mangiare.
4. ? - L'ha prenotato la mogl ie.
5. ? - Ne ha com prati quattro.
6. ? - Li han no incontrati al ten n is club.
7. ? - Riccardo l i ha i nvitati.
8. ? - Non la sopporta perché non l'ha
mai sal utata.
PRONOMI DIRETTI CON I TEMPI COM POSTI

lo, la, li , le + verbo ad un tempo composto

Hai com prato il giorna le?

Domani, a quest'ora, avrai fi nito

Q
gli esercizi? Sì
t----
-- . '
Avete ricevuto la comunicazione? No, non

Avete ospitato le vostre a miche?

mi, ti, ci, vi, La + verbo ad un tempo composto

Scusa,
21 7
2
(i)

Q
(fJ
(fJ
Perché non Cll
Q
-o
Scusate, o
-e
Q)
o
Q)
:i
-o

PRONO M E PARTITIVO NE + verbo ad un tempo composto

Norì ne nessu no.


ho fatto
Ne u no .
Quanti biglietti hai fatto?
due .
Ne quattro .
ho fatt i molti.

esercizi Li tutti.
-

Non ne ness u na.


ho i nvitata
Ne u n a.

Q uante ragazze
della
classe
hai

i nvitato? r) Ne ho invitate due.


molte.

Le ho invitate tutte.

FAR E
fa tuo pad re? fa i l professore, l'i ngegnere.
E p rofessore, i ngegnere.
fai ? Leggo.

r)
stai facendo? Sto leggendo.
Che cosa
hai fatto al
H o una piccola ferita: sono caduto.
gi nocchio?

21 8 hai fatto ieri sera? Sono andato i n discoteca.


.8 farai domani? Forse andrò a trovare i m iei.
o
u
'6
o
e:
Q) bene a fare questa dieta
o
Q)
:::J
male
u
p resto a preparare il pranzo
tardi a fi n i re questo lavoro

faccio a scuola
tard i
al concerto
fai poco sport
m olto m ovi mento
fa
una domanda al professore
facciamo un esercizio
molti sbagl i
fate u na passegg i ata a l centro
una festa
fanno il caffè
colazione al bar i

entrare g l i studenti
preparare le val igie
studi a re i figli all'estero
r
-
LESSICO

1 . - Ciao, cara. Che c'è da mangiare ogg i?


2. - Hai u n buon l i bro da farmi leggere ?
3. - Che cosa m i dai da bere ?
4. - Ciao, cara. Eccomi q ua.
- Final mente, era ora.
5. Dove sono i bam bini?
-

Eccoli là che g i ocano.


-

6. - Eccoci arrivati final mente a casa.


7. - E che ci posso fare ? Tu non sopporti lei, il palco
io non sopporto l u i .

1 . - Sabato sera andiamo a teatro .


- Mag n ifico ! Che c 'è di bello da vedere ?
2. - Hai una buona commedia da farmi leggere ?
3. - Eccolo lì ! Conosce bene la sua parte , ma recita come u n cane, q u e l l 'a ttore .
4. Che ci posso fare? Sono arrivato tard i. Le poltrone di platea erano tutte esaurite.
-
21 9
5. - Ci ved iamo dopo? Q)
>
- Sì, ci vediamo d u rante l'intervallo per i commenti . o
e
e
6. Questo lavoro è stato un vero successo , l'altro un fiasco completo .
- cu
·u
7. - Che cosa d icono i g iornal i ? "O
o
- N o n c'è da preoccupars i : tutte critiche favorevol i. e:
Q)
o
Q)
FUNZIONI :J
ATTI COMUNICATIVI "O

non la sopporto.
non la trovo sim patica.
non sto bene con lei.
Anti patia - Ti ho detto tante volte che
la detesto.
non la posso vedere.
è anti patica.

- lo la trovo s i mpatica.
- Sto bene con lei.
Sim patia
- Mi piace.
- È s i mpatica.

11 - Ti è anti patica? Pazienza! Che ci posso fare?


Pazienza, rassegnazione • - Non i mporta.

I
1m - Non ha i l resto? - Fa lo stesso.
- Non fa n iente.
. ·
.
.

- --------

Dettare il testo che segue

A teatro

R iccardo rientra a casa e domanda alla moglie se la cena è pronta.


Lia vuol sapere se il marito ha procu rato i biglietti per lo spettacolo della sera,
visto che il palco l'aveva già prenotato lei.
I biglietti sono pronti. Non l i ha com p rati Riccardo; li ha presi Maria, la sua
segretaria. È riuscita a farli dopo u na l u nga fila al botteghino del teatro.
Maria ne ha com prati quattro: due sono per i s i g nori Santi n i che
desiderano, anche loro, vedere lo spettacolo.
La moglie non è contenta di questa com pagnia, perché la signora Santini
più volte l'ha i ncontrata e non l'ha salutata mai.
Riccardo risponde che non c'è niente da fare, perché è necessario restituire
ai s i g nori Santi n i la cortesia dell'i nvito a cena al tennis club.

220
'E
Q)
>
o
e:
Q)
o
Q)
::J
-o
il suggeritore

1 9. Leggere attentamente il testo che precede e ripetere a li bro chiuso

20. M ettere il dettato i n u na situazione passata

Ieri sera Riccardo è rientrato a casa e ha domandato alla moglie se la cena


era pronta.
Lia ...

21 . Completare l i beramente

1 . Riccardo rientra a casa ...


2. Lia vuol sapere se ...
3. Maria è riuscita a fare i biglietti dopo ...
4. Lia non è contenta della com pagnia dei signori Santini perché ...
5 . R i ccardo dice che è necessario restitu i re ...
221
o
e
:::J
-e
Q)
>
o
-e
Q)
()
Q)
:::J
D

il monologo
22. Domande personalizzate

1 . Che lavoro fa Lei?


2. I l Suo lavoro Le permette di coltivare qualche hobby?
3. Nella Sua città c'è u n teatro? Lo descriva.
4. Va spesso a teatro?
5. Quali spettacoli preferisce vedere e perché?
6. Qual è l'ultimo spettacolo teatrale che ha visto?

23. Per la composizione scritta

1 . Il lavoro (o lo studio) per Lei è motivo di soddisfazione e l i bertà o è solo


peso e fastidio?
2. Un grande autore d i teatro del Suo Paese.

. ESERCIZI DI REIMPIEGO E CONTROLLOÌA P-. 1 8. ,


TEATRO ITALIANO DEL NOVECENTO

LUIGI PIRANDELLO (Ag rigento 1 867 - Roma 1 936) .


È i l più origi nale autore di teatro d i q uesta pri m a metà del secolo. Al teatro si
avvicina m olto tempo dopo la pubbl icazione del suo romanzo m i g l iore e più noto, Il
fu Mattia Pasca/. (1 904) , e la larga fama conseguita con le 246 "Novelle" desti nate
ad essere raccolte nei 1 5 vol u m i 'd i "Novelle per un anno".

Comune di Peruola ..,.._ • � '"' . � ,.....,,,..e • •·m Regione dell'Umbria

Teatro Comunale MORLACCHI


A B B O N A M E N T O N. 5
SABATO 9 MARZO ORE 21 • Turno A
OOMENICA 18 MARZO ORE 17 • Tumo B

LA COMUNITÀ TEATRALE ITALIANA


DIRETTA DA GIANCARLO SEPE

MARIANGELA MELATO
PRESENTA

(ERSILIA DREI)
IN
VESTIRE GLI IGNUDI
DI LUIGI PIRANDELLO
222
Q)
::i
-o
''E
Q)

e:Q)
>
o

()
Q)
::i
-o

REGIA DI GIANCARLO SEPE


LUIGI DllEl!ll. 11. CONSOLE GllOTll DA11EU GlllG,GI() L ID8ITE FRANCO LA SPIGA
RENATO SCARPA. LO scraTTO!lE NOTA CARI.O COLOMBO, CANIAVAU.E
ANNA MENICHETll. lA SIGNORA ONORlA STEFANIA BIFANO, EMMA

SCENE E COS1Uv11 PAOLO TO!vllAASI MUSICA STEFANO MAACUCO

UFFICIO STAMPA, MATTEO SPil'KJLA


NIDI ,.......,.,.. .... . ,,.,.......,...
- . .... � . ....... ....... ......... .. .......
..... . . . ..... ...-... l. M.OOD
... ....... (T... «2Hl -.I ....•
...,_ ,..... , . . ..... _.. .. 'l.500
..... ...... , . . ..... ....,...
wùtnOl I ..no , ... - IJ' .... .,. '°'
..... ...._ . . .. ..... ....... L. •.OOO &Aa...tO 9 MAGO � '' "' fl'Oll
.. .... � - .... ..... tt la ,.a)
,_ ,..... . . ... ..... .......
-

La locandina di una commedia di L. Pirandello.


Il fu Mattia Pascal. È la storia d i u n i m piegato, Mattia Pascal, che non potendo
più sopportare i maltrattamenti d i moglie e suocera, se ne va da casa e, a
Montecarlo, vi nce u n a g rossa somma di denaro. U n giorno, aprendo i l giornale,
legge di essere stato identificato nel cadavere di un an negato. Per q uanti lo
conoscono, pertanto, egli è m orto.
Quale occasione m i g l i o re? Decide di i n iziare u n a n u ova vita in piena l i bertà,
senza moglie, senza suocera, senza debiti e con tanti soldi.
Cambia i l suo nome: d'ora i n poi si chiamerà Adriano Meis e si costru isce u na
nuova esistenza.
A Roma, dove ha stabi l ito la sua d i mora, si i n namora di u na ragazza e
desidera sposarla.
- I m possibi le, g l i rispondono, Lei non può s posarsi, perché ... Lei non esiste; Lei
non è in ness u n registro; Lei non è mai nato.
Su bisce un fu rto che lo priva di tutto, ma non può ricorrere alla polizia perché
non ha documenti.
Allora sente q uasi di essere morto davvero. Torna perci6 alla vecchia città. Ma
non trova la mogl ie, che si è risposata, e tutto lo respinge.
Si reca al ci m itero per visitare la sua ... tom ba.
A chi g l i domanda il nome, egli risponde: - lo sono il fu Mattia Pascal!

In Pirandello, auto re di testi per la scena, prevale la natura di scrittore di 223



letteratura d ra m m atica rispetto a q u ella di completo uomo d i teatro .
I n q uesta situazione la parola ha il massi m o peso, e sentimenti, passioni,
situazioni, dalla parola p rendono vigore e concretezza. E
Q)
>
Pirandel lo, oltre alla particolare i nterpretazione della società italiana che si avvia o
al fascismo, svil u ppa il g rande tema della finzione e del suo rapporto con la realtà, e:
Q)

i casi limite e la p azzia .


o
Q)
=i
"'O

L. Pirandello. Sei personaggi in cerca di autore.


224
g
Cii
:J
O"
""§
Q)
>
o
e:
Q)
u
Q)
:J
"O
L uigi Pirandello.

Qualche titolo d i com media che anche all'estero gode di g rande popolarità e
d i moltissi m e trad uzioni e repl iche:
- O di uno o di nessuno; l'am icizia di due vecchi scapoli rischia di fi n i re per la
nascita di un bam b i no di cu i og n u no crede di essere il pad re.
- Ma non è una cosa seria; la storia di un l i berti no che si sposa per scherzo per
non legarsi definitivamente ad u na donna.
- Pensaci Giacomino ! un vecch io professore prega a l u ngo l'amante del la moglie
d i non lasciarla.
- La patente; un povero "diavolo" ricorre al g i u d ice non per avere gi ustizia
nei confronti di chi l o d iffama, ma per esigere la "patente di iettatore" e ottenere
così da vivere.
- Il gioco delle parti; quando l'onore della moglie è offeso, l'amante vero, non il
marito, si deve battere i n d u el l o (e magari mori re) per difenderlo.
- Enrico IV; u n g iovane d i nome En rico, cada da cavallo d u rante una festa
m ascherata, batte il capo e d iventa pazzo. Dal suo mondo di pazzia osserva ed
analizza le passioni e i tradi menti di tutti q uanti lo circondano.
Potre m m o contin uare con altri titoli pure celebri e pure artisticamente val idi
quali La giara, L 'uomo dal fiore in bocca, Uno nessuno centomila, Le lumie di
Sicilia, Berretto a sonagli, ma ci l i m itiamo solamente a spendere due parole per
- Sei personaggi in cerca di autore, p roprio perché in questo testo con l'artifizio
del "teatro nel teatro", rappresentando cioè una situazione essa stessa teatrale,
Pirandell o ha dato ril i evo e spessore al suo gioco scenico. Qui il d ramm atu rgo ci
mostra tutto l'orrore di un mondo che crede di "fermarsi" in valori definiti ed i nvece
è vittima di u n diveni re continuo, che cam bia volti e nomi, che rende diffici l i g l i '
stessi affetti, che fa dell'uomo u n essere "alienato'', i n capace di ritrovare il suo
centro di eq u i l i b rio.

EDUARDO DE FILI PPO


(Napoli 1 900 - Roma 1 984)

È il solo autore, dopo Pi randello,


che parli all'Europa. Le sue com m edie,
scritte nella l i ngua di Napoli, sostiene
il regista G . Strehler, non sono in
d ialetto, ma com medie d ove il d ialetto
diventa l i ngua med iata, e quando 225
vengono recitate, per esempio in Q)
::i
inglese da Lawrence Olivi er, stanno i n ()
e

non è regionalista, m a u n iversale.


piedi benissimo. I l teatro di Eduardo ·u
.-E
Q)

e:
Fra lacrime e risate l'autore e >
o
l'attore ha parlato d i tutti noi. Q)
u
Q)
::i
"O

Nasce a Napo l i il 2 maggio 1 900,


muore a Roma il 31 ottobre 1 984.
Napoli milionaria (1 945), Questi
fantasmi (1 946), Filumena Marturano
(1 946), Le voci di dentro (1 948), De
Pretore Vincenzo (1 957), Sabato,
Eduardo. Una lezione all'Università. Domenica e Lunedì (1 959), Gli esami
I . . I
non finiscono mai (1 973), sono solo ·

alcu n i tito l i di opere di Ed uardo. .


L'u ltima com media che ha ·

i nterpretato, l'u ltima che lo ha visto i n Luigi Pirandello (Agrigento 1 867 - Roma
1 936). È il p i ù originale autore di teatro della
scena come attore, è stata l a prima prima metà del secolo ventesimo.
che aveva scritto: Sik Sik, /'artefice Si laurea a Bonn dove rimane ancora u n
magico. anno come lettore d i italiano.
In questo titolo si compendia forse Ha g ravi problemi fami liari per la malattia
la vita e l'arte di Ed uardo De Fi l i ppo. mentale della mog l ie.
Al teatro si avvicina molto tempo dopo la
pubblicazione del suo romanzo m ig liore e
p i ù conosciuto: "Il fu Mattia Pascal " del 1 904:
è la storia d i un uomo che se ne va dalla sua
casa per contrasti con la mog l ie e suocera.
A Montecarlo vince molto denaro e comincia
così una n uova vita meno difficile e d u ra
d e l la precedente.
Poi la pubbl icazione delle 246 "Nove l l e per
un anno".
Nel 1 934 riceve il premio Nobel per la
letteratura.
"I sei personaggi in cerca d'autore" sono
considerati da G.B. Shaw i l capolavoro
teatrale del secolo.
226
L"'Enrico IV" (1 922).


Q) Le opere d i Luigi Pirandello sono presenti nei
(f)
teatri d i tutto i l mondo.
Q) Eduardo De Filippo (Napol i 1 900 - Roma
>
o 1 984). È i l solo autore, dopo Pirandello, che
e: ·parli a l l ' E u ropa.
Q)
() Le sue com med ie sono scritte nella l i ng u a di
Q) Napoli.
::J
u Fra lacrime e risate, Eduardo, con profonda
u manità, tocca e parla al cuore di ognuno.
Con la sore l l a Titi na i n "Napol i m i l ionaria".
"Fi l u mena Marturano".
"Le voci d i dentro".
"Gli esami non finiscono mai". È la storia
divertente e amara della vita d i un uomo.
Eduardo, nel suo teatro, è l'erede d e l l 'antica
saggezza, insieme i ron ica e tenera, sofferta e
distaccata, del popolo napoletano.

Eduardo in scena.

24. Questionario

1 . Vari generi di spettacolo: ci nema, televisione, sport, teatro. Le Sue preferenze.


2. Q uasi u n' i nchiesta: n u mero dei teatri, n u m e ro e genere di spettacol i ,
p referenze del p u b bl ico, presenze n e i teatri d e l l a Sua città
3. I ncontro con u n attore e con un regista.
4. Come e perché si d iventa attori.
CON DIZIONALE

un ' intervista

227

15
Q)
({)
"E
Q)
>
o
e:
Q)
u
Q)
::J
-o

o
U n giornalista i ntervista alcu ni ragazzi s u i problemi del lavoro e
dell'occu pazione g i ovan i l e.

Giornalista:
Salve, ragazz i ! Potrei farvi qualche
domanda?
Ragazzi:
Prego, d ica.

Giornalista:
Tu che fai ? Sei u n o studente?
Primo ragazzo:
Sì, frequento l'ultimo anno del l iceo
scientifico.
Giornalista:
Sei bravo?
Primo ragazzo:
Abbastanza.
228 Giornalista:
.8
Quali p rogra m m i hai per i l futuro?
o Primo ragazzo:
e:
Q)
>
Vorrei d iventare medico.
o
e:
Q)
u
Q)
:i
u

Giornalista:
E tu cosa vorresti fare?
Secondo ragazzo:
lo non studio più. H o frequentato fino
alla terza media, poi ho s m esso.
Adesso lavoro in offici na con m i o
pad re.

Giornalista:
Come mai hai smesso d i stud iare?
Secondo ragazzo:
Mio padre avrebbe voluto vedermi
all'università , ma io non avevo vog l i a
d i stare sopra i l i bri.
Giornalista:
E tu? Stu d i o lavori?
Terzo ragazzo:
lo freq uento i l terzo anno d i
ingegneria e m i piacerebbe d iventare
uno specialista in elettron i ca.

\ I I /

Giornalista:
Ma tu sai che i n Italia ci sono tanti 229
lau reati senza lavoro? Quale potrebbe Q)
>
essere, secondo te, la sol uzione del o
e
problema? "-2
Q)
>
o
c:
Q)
u
Q)
::J
u

Terzo ragazzo:
Molti dovrebbero smettere d i stud iare
e imparare u n buon mestiere. Questa
è la m ia opinione; i n og n i caso
sarebbe necessaria u n'attenta analisi
del problema.

Primo ragazzo:
E Lei , cosa pensa d i noi g iova n i ?
Giornalista:
Vorrei solo avere la vostra età!
• ... . ' l�
�·
:-;: • ·:. ,_ •

.

' '
�� .. ' .
.
\ .. .t: .J � i.. .� ;-'·';_' • •

1 . Scelta multipla

1 . Il g iornal ista vorrebbe fare q ualche D osservazione


D richiesta
D domanda

2. I l primo ragazzo freq uenta l'ultimo anno D della scuola med ia i nferiore

D della scuola elementare


D del l iceo scientifico 1

3. Vorrebbe diventare D avvocato


D med ico
D architetto

4. Il secondo ragazzo D ha contin uato g l i stud i


D ha smesso g l i stud i
D ha fin ito g l i studi

D ufficio
D fabbrica
230 5. Lavora i n
al
e: D officina
[!'.
o
e: 6. Non aveva vog l i a di D lavorare
Q)
u

D stud iare
Q) D rispondere
::J
u

D i nformatica
7. I l terzo ragazzo vorrebbe d iventare
special ista i n
D elettro n i ca
D meccanica

8. Molti dovrebbero D i mparare un buon mestiere


D conti n uare a studiare
D smettere d i lavorare

9. Per risolvere il problema sarebbe


i n d ispensabile D u n 'analisi attenta

D u n ' i ndag i ne com pleta


D un prog ram ma dettag l i ato

1 O. Il g iornalista vorrebbe avere D trent'an n i d i meno


D venti c h i l i d i meno
D la loro età
'

231
o
e
:J
-e

o
-e
Q)
u
Q)
:J
I ' u

la 1• classe elementare

2. Questionario

1 . Che cosa fa il g iornalista? 7. Con chi e dove lavora?


2. Su q uale argomento i l g iornal ista 8. Che cosa vorrebbe d iventare
fa l'i ntervista? il terzo ragazzo?
3. Quale scuola frequenta il pri mo 9. Che cosa dovrebbero fare tanti
ragazzo? ragazzi, secondo l u i ?
4. Quale anno frequenta? 1 O. Qual è i l più g rande desiderio
5. Che cosa vorrebbe d iventare? del giornal ista?

6. Che cosa fa il secondo ragazzo?


� - .
. . .

:
. .
. I
, . . .

3. Rispondere

I . Perché non studi? (sono stanco) - Stud ierei, m a sono stanco.


2. Perché non resti ancora? (ho un
appuntamento)
3. Perché non aspetti? (ho fretta) -

4. Perché non leggi? (ho sonno)


5. Perché non scrivi? (ho altro
da fare)
6.' Perché non parti? (non sto bene)

4. Rispondere

1 . Perché non studiate? (siamo


stanchi) - Stu dierem mo, m a siamo stanchi.
2. Perché non restate ancora?
(abbiamo un appuntamento)
232
Q) 3. Perché non aspettate? (abbiamo
::i
"O fretta)
(1j
-e 4. Perché non leggete? (abbiamo

o sonno)
-e
Q)
()
5. Perché non partite? (non stiamo
Q) bene)
::i
"O
6. Perché non uscite? (pio ve)

5. Rispondere

1 . Che fa tua figl ia, non studia? - Stud ierebbe, ma non ha i l i b ri.
(non ha i libri)
2. Che fa tua figlia, non resta?
(ha un appuntamento)
3. Che fa tua figlia, non si ri posa?
(ha molto da fare)
4. C he fa tua figlia, non si alza?
(ha troppo sonno)
5. Che fa tua figl ia, non torna?
(c'è lo sciopero dei trenij
6. Che fa tua figl ia, non telefona?
(ha pochi soldi)
-
6. R eplica re

1 . l o i nviterei q u esta ragazza. - Ah sì, la i nviteresti ?


2. lo accom pagnerei q u esta ragazza.
3. lo sposerei Francesca.
4. lo com p rerei q uesta casa.
5. lo affitterei questa camera.
6. lo p renderei q uesta m acchi na.

7. Rispondere

1 . Noi partiamo. Voi parti reste con


noi? - S ì , partirem m o volentieri c o n voi, m a
n o n possiamo.
233
2. Noi restiamo. Voi restereste con
noi?
3. Noi usciamo. Voi usci reste
con noi?
4. Noi pranziamo. Voi pranzereste
con noi?
5. Noi ritorniamo. Voi ritornereste
con noi?
6. Noi aspettiamo. Voi aspettereste
con noi?

8. Trasformare

1 . Lui preferirebbe ri manere. - Loro preferi rebbero ri manere.


2. Lui prenderebbe un aperitivo.
3. Lu i tornerebbe con noi.
4. Lei cenerebbe con noi.
5. Lei conti nuerebbe a stu d iare.
6. Lei smetterebbe di stu d iare.
9. Rispondere

1 . Quando potresti telefonare?


(stasera) - Potrei telefonare stasera.
2. Quando dovresti parti re? (la
prossima settimana)
3. A che ora vorresti mangiare? (alle
tredici)
4. Con chi verresti? (con Gianni)
· 5. Dove andresti? (in campagna)
6. Quanti giorni ri marresti? (una
settimana)

o
.

234

i bidelli
1 O. Replicare

1 . Ci vuole tem po. - Sì, avrei bisogno di tempo.


2. Ci vuole denaro.
3. Ci vuole ri poso.
4. Ci vuole ai uto.
5. Ci vuole u na mano.
6. Ci vuole u n cons i g l io.

1 1 . Rispondere

1 . U n caffè? - Sì, avremmo vog lia di u n caffè.


2. U n tè?
3. U n gelato?
4. U n cappucci no?
5. U n'aranciata?
6. U n aperitivo?
1 2. Rispondere

1 . Perché non hai mangiato? (ma il


frigo · era vuoto) - Avrei mangiato, ma i l frigo era vuoto.
2. Perché non hai aspettato? (era
troppo tardi)
3. Perché non hai pagato tu? (a vevo
lasciato il portafoglio in ufficio)
4. Perché non hai riposato u n po'?
(c'era rumore in casa)
5. Perché non sei uscito? (pioveva) - Sarei uscito, ma pioveva.
6. Perché non sei partito? (non avevo
prenotato la cuccetta)
7. Perché non sei ri masta? (avevo
da fare)
8. Perché non sei entrata? (non
volevo disturbare)
235
Q)
:::J
O"
e
o
cO
e:
13. Rispondere �
o
e:
Q)
1 . Perché non hai com p rato quel u
Q)
vaso? (costava troppo) :::J
- L'avrei comprato, ma costava troppo. -o
2. Perché non hai invitato Lucio ?
(non sapevo che era ritornato)
3. Perché non hai fatto l'esercizio?
(non avevo capito la spiegazione)
4. Perché non hai preso u n caffè?
(ero già abbastanza nervoso)
5. Perché non ti sei alzata prima?
(avevo ancora sonno) - Mi sarei alzata prima, ma avevo anco­
ra son no.
6. Perché non ti sei fermata anco ra?
(dovevo andare via)
7. Perché non ti sei preparata?
(non pensavo di uscire)
8. Perché non ti sei alzata?
(non ho sentito la sveglia)
..� )Yi\11"(! �� • ..

.
.

1 4. Completare (con i l cond izionale)

1 . Salve ragazzi ! _____ farvi q ualche domanda?


2. Quali prog ra m m i hai per i l futuro? - d iventare med ico.
3. E tu cosa fare?
4. Mio pad re vedermi all'un iversità, ma io non avevo
vog l ia d i stare sopra i l i b ri.
5. lo freq uento il terzo anno d i i ngegneria e mi diventare
uno special ista in elettron ica.
6. Quale essere, secondo te, la soluzione del problema?
7. Molti smettere di studiare.
8. Molti i m parare un buon mestiere.
9. Questa è la m i a opinione: in og n i caso _______ necessaria
u n'attenta analisi del problema.
1 O. solo avere la vostra età!

236
Qi 1 5. Completare (con le desi nenze)
(/)
CO
e:
� 1 . Un g iornal ist_ i ntervista alcun_ ragazz_ sui problem_ del lavar_ e
o
e: dell'occupazion_ g iovani I_ .
Q)
u 2. I l prim_ ragazz_ frequenta l'ultim_ ann_ del I ice_ scientific_ .
Q)
::J
-o 3. Qual_ prog ramm_ hai per i l futur_ ?
4. lo non stud i o più. Ho freq uentato fi no ali_ terz_ medi_ , poi ho
smesso. Adesso lavoro i n officin_ con m i_ pad r_ .
5. lo frequento i l terz_ ann_ d i i ngegneri_ e m i P.iacerebbe diventare
u n_ specialist_ i n elettron ic_ .
6. Ma tu sai che i n Itali_ c i sono tant_ lau reat_ senza lavar_ ? Quale
potrebbe essere, secondo te, I_ sol uzion_ del problem_?
7. Quest_ è I_ m i_ opin ion_: in ogn_ cas_ sarebbe necessari_
u n 'anal is_ attent_ del problem_.
8. Vorrei solo avere la vostr_ et_ !

l'ora di educazione fisica


1 6. Completare (con le preposizioni)

1 . Un g iornal ista i ntervista alcu n i ragazzi __ problemi __ lavoro e


__ 'occupazione.
2. lo frequento l ' u ltimo anno __ l i ceo scientifico.
3. Quali prog ramm i hai __ il futu ro?
4. lo non studio più. Ho freq uentato fino terza med ia, poi ho smesso.
__

Adesso lavoro officina


__ m i o pad re.
__

5. Come mai hai smesso __ studiare?


6. Mio padre avrebbe vol uto vedermi __ 'un iversità, ma io non avevo
vogl i a __stare sopra i l i bri.
7. lo freq uento il terzo anno __ i ngegneria e m i piacerebbe d iventare uno
specialista __ elettron ica.
8. Tu sai che __ Italia ci sono tanti lau reati senza lavoro?
9. Quale potrebbe essere, secondo te, la sol uzione __ problema?
1 O. Molti dovrebbero smettere __ stud iare.
1 1 . In og n i caso sarebbe necessaria u n'attenta analisi __ problema.
237
1 2. E Lei, che pensa __ noi giovani ?

1 7. Riordinare l e parole

1 . i ntervista - sui - lavoro - occupazione - g iornal ista - ragazzi - del - dell' - Un


- alc u n i - problemi - e - g i ovan ile.
2. essere, - la - problema? - potrebbe - secondo - soluzione - Quale - te, -
del

1 8. Riordinare le parti di frase

1 . vedermi a l l ' u n iversità,


2. vogl i a di stare
3. avrebbe voluto
4. sopra i l i b ri.
5. Mio pad re
6. ma io non avevo
1 9. Combinare domanda e risposta

1 . Potrei farvi qualche domanda? - Abbastanza.


2. Sei uno studente? Vorrei d iventare medico.

3. Sei bravo? lo freq uento il terzo anno di i ngeg neria.


Prego, d i ca.
4. Quali prog ra m m i hai per il futu ro?
Sì, frequento l'ultimo anno del l iceo
5. Tu stud i o lavori? scientifico.
6. E Lei, che pensa d i noi g iova n i ? Vorrei solo avere la vostra età!

20. Combinare le parti di frase

1 . I l secondo ragazzo ha smesso d i lavorare.


ha com i nciato a stud iare.
non aveva vog l ia d i stare sopra i l i bri.

2. Il terzo ragazzo molti dovrebbero u n'analisi del problema.


238 risponde che molti dovrebbero i mparare u n mestiere.
.8 sarebbe necessaria smettere d i stud iare.
o
e:

o
e:
Q)
o
Q)
::J
"O

il compito in classe
2 1 . Fare la domanda

1 . Chi i ntervista i l g iornal ista? I ntervista alcuni ragazzi.


2. ______ ? S u i problemi del lavoro.
3. ? L'ultimo anno del l iceo scientifico.
4. ______ ? - Vorrebbe diventare med i co.
5. ? Ha smesso d i stud iare, perché non
aveva vog l ia d i stare sopra i l i bri.
G l i piacerebbe d iventare special ista
i n elettro n i ca.
CON DIZIONAL E SEMPLICE dei verbi regola ri e d i alcuni irregolari

( .. are)
( .. ere)
(.. i re)
(essere)
(avere)
(vedere)
(dovere)
(volere)
(andare)
(veni re)
(rimanere)
ma non è possibile
(bere) 239
(dare) Q)
>
o
e
(fare) Cl)
-e

(stare) o
-e
(dire) Q)
()
Q)
:::J
(tenere) -o

(trad u rre)
(porre)
(mangiare)
(comi nciare)
(pagare)
(dimenticare)
CONDIZIONALE COMPOSTO

avrei studiato volentieri, ma stavo male


avrebbe dovuto telefonarmi, ma si è d i m enticato/a
Ieri
sarei partito/a , ma c'era lo sciopem dei treni
sarebbe uscito/a , m a pioveva

Uso prevalente del condizionale

e desiderio (Vorrei g i rare i l mondo) .


e richiesta (Salve ragazzi, potrei farvi qualche domanda?).
e dubbio (Stasera potrei ven i re da te, ma non sono sicuro).
• opinione personale (Direi che sarebbe consi g l iabile rimandare a domani la
partenza).
240 e incertezza o probabilità nel riferire notizie non confermate, tipico nello
Cll
; e: stile giornalistico (Il Pri m o Ministro non era presente alla ceri monia perché,
� secondo i bene i nformat i , sarebbe a m malato, avrebbe d isturbi card iaci).
Cll
:::J
O"
o
e:
Q)
u
Q) VOLERCI = essere necessario
:::J
u

vuole m olto denaro per studiare all'estero


vorrà
vorrebbe un'ora per f i n i re tutto

sa rebbe voluto m olto denaro per studiare all'estero

è voluta u n'ora per risolvere il problema


Ci
vogliono molti sold i per fare il g i ro del mondo
vorranno
vorrebbero due ore per risolvere q uesto problema

sa rebbero vol uti molti sold i per fare il g i ro del mondo

sono vol ute due ore per risolvere questo problema


NOMI IN - ista

pian ista pian isti


Questo art ista bravo Q uest i art isti bravi
giornal ista giornal isti
è sono
pian ista pian iste
Questa art ista brava Q ueste art iste brave
g i ornai i sta giornal iste

NOMI MASCHILI I N - a

Questo p roblem a è molto d ifficile Q uest i p roblem i sono molto


d iffici l i
241
Questo tem a è proprio i nteressante Q uest i tem i sono proprio
o
i nteressanti e
::i
e:
Questo panoram a è stupendo Q uest i panoram i sono stupend i �
CO
::i
Non m i p iace q u esto sistem a Non m i piacciono quest i sistem i (7
.9
pol itico pol itici e
QJ
u
QJ
Hai ricevuto i l nostro teleg ra m m a? Hai ricevuto i nostri teleg ramm i? ::i
D

Dobbiamo rispettare il progra m m a Dobbiamo rispettare i programm i

Dante è il p i ù g rande poeta ital iano Dante e Petrarca sono i più


g randi poet i ital iani

Il Papa risiede a Roma ! Pap i risiedono a Roma


LESSICO

1 . - Che sai d i A ntonio?


- Adesso lavora con suo padre in offici na; è serio, p reciso. È d iventato
dawero un bra vo ragazzo .
2. Come mai hai d eciso d i smettere d i studiare?
-

- H o smesso d i stud iare, perché non avevo vog l ia d i stare sopra i l ib ri.
3. - A che ora avete smesso di g iocare a poker?
- S m esso? Abbiamo continuato a g i ocare fino alle q u attro.
-
4. Sai che Roberto ha vi nto una somma favolosa alla l otteria?
- Ah sì? Beato lui!!
5. - Sei bravo in matematica?
- A bbastanza.

1. -I bravi artigiani sono ormai vecchi e


smettono l'attività. / figli , purtroppo, non
continuano il loro mestiere .
2. Oggi le botteghe del fabbro , del
-

falegname , del calzolaio , sono q uasi


242 scomparse.
(])
::i
� o 3. - È un bravo professionista , ma è molto
"O caro , g uadag na u n sacco d i soldi.
Cll
-e - Beato lui !

Cll
::i 4. - Che ne pensi d i queste professio n i :
O" i ngegnere, architetto, medico,
o
-e
(])
commercial ista?
u
(]) - Sono professioni d'oro .
::i
"O
FUNZIONI ATTI COM U N ICATIVI

- Prego!
Dare la parola - Dica p u re!
- D ica!
- Cioè ...
- Vogl i o d i re ...
Precisare, spiegarsi
- Val e a d i re ...
- Mi spiego...
- Mi spieg o?
- È chiaro?
Assicurarsi che ci si è spiegati
- Capito?
- Sono stato chiaro?
- Vorrei. ..
D esiderio
- Mi piacerebbe ...
Dettare il testo che segue

Un'intervista

U n giornalista i ntervista alcu n i ragazzi sui problemi del lavoro e


del l'occu pazione giovan i l e.
I l pri mo i ntervistato frequ enta l ' u ltimo anno del l iceo scientifico. È
abbastanza bravo e dice che vorrebbe d iventare med ico.
Il secondo, i nvece, non studia più ed ha com i nciato a lavorare con suo
padre i n offici na. I l pad re avrebbe desiderato per lui u na lau rea i n medici na, ma
il figlio non aveva vog l i a d i studiare.
L' ultimo ragazzo è al l ' u n iversità e vorrebbe diventare i ngeg nere elettronico.
All'osservazione del giornal ista che in Ital ia ci sono tanti lau reati d isoccu pati,
risponde che molti dovrebbero smettere d i studiare e i m parare u n mestiere,
che sarebbe necessario istituire " i l n u mero chiuso" all' u niversità e che sarebbe
opportu na u n'attenta analisi del problema.
Il giornal ista ha u n solo desiderio: vorrebbe essere g i ovane come loro !

243

22 Leggere attentamente i l testo c h e precede e ripetere a li bro chi uso

23 Completare li beramente le frasi

1 . U n giornalista i ntervista alcune persone su _____________

2. Marco frequ enta ______________________

3. Vorrebbe diventare ______________________

4. I l pad re avrebbe desiderato per i l figlio ______________

5. I l figlio no11 aveva voglia d i ___________________

6. Molti ragazzi dovrebbero s mettere di _______________

7. Sarebbe necessario ______________________

8. Sarebbe opportuna u na ___________________


24. Domande personalizzate

1 . Ha mai avuto q ualche i ntervista da giornal isti della radio, o della televisione?
Racconti.
2. Quali scuole ha freq uentato?
3. C he cosa vorrebbe fare nella vita, in futuro?
4. Dove vorrebbe essere in q u esto mom ento?
5. Con chi vorrebbe essere ora?
6. Che cosa vorrebbe fare ora?

25 Per la composizione scritta

1 . S pesso mi sorprendo a sognare ad occhi aperti ... Vorrei ...


2. Scriva i l d i alogo con la commessa del negozio d i abbigl iamento. (Desidera
com prare u n vestito e chiede notizie su model lo, colore, materiale, prezzo
e ... eventuale sconto) .

244
g
Cii
::i

e:
IT


Cll

Cll
::i
[S]
"'
IT
o
e:
Cll
o
Cll
::i
"O

. .

il preside
LA SCUOLA

"La scuola è aperta a tutti. L' istruzione i nferiore, i m partita per almeno otto anni,
è obbligatoria e g ratu ita.
I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno d i ritto di ragg i u ngere i più
alti gradi deg l i stud i ... " È l'articolo 34 della Costituzione Ital iana.
Anche la scuola è un servizio pubblico ed è u no dei più i m portanti. Nel
bilancio dello Stato Italiano i nfatti la spesa per l' istruzione pu bblica è al primo
posto.
I n i potesi ed anche su u n piano pratico, i l cu rricul u m scolastico completo d i u n
cittadino italiano potrebbe com i nciare a tre a n n i con la scuola materna e
concludersi con u na lau rea a ventici nque. E tutto q u esto a spese dello Stato.
Se vog liamo dare u no schema generale del l'istruzione i n Ital ia, potremmo
indicare q u esti momenti p ri ncipali:
- Scuota Materna (dai tre .ai sei anni) con 1 .700.000 alunni ci rca;
- Scuola Elementare ·(dai sei ag l i u nd ici a n n i) con 4.300.000 a l u n n i circa;
- Scuola Media (dag li u nd ici an n i ai q u attoridici a n n i ) con 2.800.000 al u n n i ci rca:
- Scuota Secondaria Superiore (da q uattord ici ai d 1c1annove a n n i) con d u e m i l ioni
e mezzo di studenti circa.
- Istruzione Universitaria (dai d i cian nove anni alla lau rea) con oltre un m i l ione di
studenti.
245
Q)
:::J
O"
e
·u


Cl)
e:
Cl)
:::J
O"
o
e:
Q)
u
Q)
:::J
u

All'ingresso della scuola.


Per q uanto riguarda l'istruzione u niversitaria sarebbe bene ricordare che i n
Ital ia n o n è previsto i l " n u mero chi uso" p e r nessu na facoltà. O g n u no è l i bero di
iscriversi al corso d i lau rea che preferisce, senza alcuna l i m itazione. E la d u rata dei
medes i m i corsi varia dai quattro a n n i per alcu ne lau ree (Lettere, L i ngue, Economia
e Com mercio, ecc.) ai sei di altre (Medici na, I ngeg neria, ecc.) .
La Scuola Secondaria Su periore, sempre della d u rata d i cinque a n n i , è
riformata su n u ove basi e n u ovi principi.
I l primo e i l secondo anno favoriscono l'orientamento e dovrebbero permettere
ag l i studenti la scelta g i usta della propria specializzazione.
I tre a n n i successivi dovrebbero consenti re la formazione cu ltu rale, la
preparazione professionale d i base, e l'iscrizione a l l ' u n iversità.
Per un q uad ro riassu ntivo della nuova struttura della Scuola Secondaria
S u periore proponiamo i l seg uente schema, con q u attro settori d i base.

Linguistico
Scienze Natu ra l istico
Lettera rio
Artistico umane e M atematico
Storico
socia l i Tecnologico
Filosofico
246
Qi
(/)
Cll

Arti visive e
� � G7
-e G i u rid ico-
Cll C lassico Agrario
ro fig u rative econom ico
::::;
O"
o B i otecnologico-
-e M usicale Moderno Psicopedagogico
(j) sanitario
u
(j)
::::;
"O Tu ristico C h i m ico-fisico

Elettrotecnico-
elettronico

Matematico-
natu ralistico

Meccanico

Scienze
dell' i nformazione

Scienze
del territorio

Trasporti
L 'informatica a scuola.
247
In classe durante la lezione.

Per u n rapido confronto, ved iamo come sono organ izzate alcune Scuole
Superiori Secondarie ai l'estero.
BELGIO: un biennio com u ne, un secondo biennio con settori (generale,
tecnico, professionale, artistico) e un terzo biennio (per coloro che andranno
all'un iversità diviso da quello per coloro che ent reran no su bito nel mondo del
lavoro).
DAN IMARCA: dopo le medi.e i nferiori è possibile sceg l iere tra i Q d i rizzo generale
e quello professionale: nel primo caso si passa poi ad un liceo trien nale; nel
secondo. caso c'è un biennio di preparazione ag li stud i su periori.
FRANCIA: dopo la scuola di oase ci sono tre tipi dì i nsegnamento della d u rata
dl quattro anni secondo tre i n d i rizzi: u manistico, scientifico, professionale. C'è poi
u n corso triennale di formazione generale.
GERMANIA: p u re con differenze tra Regione e Regione, l'organizzazione
scolastica preved è tre bienni per alu n n i dai 1 O ai 1 6 a n n i : i l primo di cu ltu ra
generale, i l secondo di orientamento, i l terzo special istico.
INGHILTEHRA: con u na recente riforma è istitu ita una "scuola com p rensiva",
uguale per tutti, che com p rende u na larga scelta di i n d i rizzi di studio.
U.S.A.: ci sono differenze tra Stato e Stato, ma il sistema scolastico, per g l i
alunni dai 1 4 ai ·1 8 a n n i , h a come base l ' H i g h School, dove g l i studenti vanno
avanti per "credits": chi non ha crediti sufficienti per prosegu i re i l corso, cioè per
passare al l'anno successivo, deve frequ entare lezioni di recupero d u rante l'estate.
"La scuola è aperta a tutti. L'istruzione i nferiore, i mpartita per almeno otto anni, è obbligatoria e
g ratuita. I capaci e meritevol i, anche se privi di mezzi, hanno di ritto di rag g i u n gere i g radi più alti
çJ eg l i studi''.
E l'articolo 34 della Costituzione della Repubbl ica Italiana.
Anche la scuola è un "servizio pubblico" ed è u n o dei p i ù im portanti.
Nel bilancio economico dello Stato italiano, i nfatti, la spesa per la scuola è al primo posto: più di
32.000 m i l iardi.
30.000 m i l iardi la spesa per i l personale i n segnante.
Per ogni studente lo Stato spende circa 500.000 l i re a l l 'anno.
I n i potesi, i l cu rricu l u m scolastico completo d i u n italiano potrebbe com i nciare a tre anni con la
scuola materna e fin i re con la laurea a ventici nque.
E tutto q u esto a spese d e l l o Stato.
Se vog l iamo dare u n o schema generale d e l l ' istruzione ital iana, potremmo i n dicare q uesti momenti:
- SCUOLA MATERNA: dai tre ai sei a n n i , con 1 .700.000 a l u n n i ci rca.
Questa è u n a scuola con metodo "Montessori": il mondo esterno è adatto all'età e alla statura dei
piccoli, un mondo in cui i bam bini im parano a "fare" come g l i adulti.
- SCUOLA ELEMENTARE: dai sei agl i u ndici q n n i , con 4 milioni circa d i a l u n n i ; si lavora, si i nsegna
e si i m para con metodi moderni e agg iornati. E ormai comune la presenza del computer.
- SCUOLA MEDIA: dagli u ndici ai q uattord ici anni, con 2.800.000 all ievi circa. Ital iano, storia,
geografia, scienze natu ral i, l i ng u a straniera, educazione artistica, educazione fisica ed altre
d iscip l i ne.
- SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE: dai q uattord ici ai dician nove a n n i, con d u e m i l io n i e mezzo
di studenti. Ha molti i n d i rizzi : i n d i rizzo tecnico, classico, scientifico, artistico, l i n g u istico, tecnologico,
professionale.
248
- ISTRUZIONE U N IVERSITARIA: dai d ician nove anni alla lau rea, con più d i u n milione d i studenti.
.8 Tempo dedicato allo studio e tem po dedicato alla ricerca.
o
e:

Cll
::J
0-
0
e:
Q)
u
Q)
::J
-o

26. Questionario

1 . Q uale articolo della Costituzione 5. Quale è l o schema generale


Italiana parla della scuola? dell'istruzione in Ital ia?
2. Spieg h i i l sign ificato d i questa 6. Quale è la d u rata di un curriculum
affermazione: La scuola è aperta a scolastico completo i n Ital ia?
tutti. 7. Conosce l'ord i namento scolastico
3. Q uanti sono gli anni dell'obbligo di altri Paesi?
sco1astico i n Italia? 8. Riprenda le precedenti domande
4. Come può lo Stato ai utare e dal nu mero 3 al n u mero 6, le
favori re l' istruzione dei capaci e riferisca al Suo Paese e risponda.
meritevoli, anche se poveri? (Borse
di studio, vitto, alloggio, li bri,
�sonero dalle tasse, ecc.) .
PRONOMI I N DI R ETII - PRO N O M I ACCOPPIATI

un favore

\ \ I
249
Q)
>
o
e
CO
e:
f9
CO
:::J
O"
o
o e:

....,-
Q)
o
. Q)
:::J
D

�- . o . .

() . .
Rodolfo deve portare la fam i g l i a al mare. Ma la sua macchina è rotta ...

Rodolfo:
Ciao, Carlo. Mi faresti u n favore?
Carlo:
Se posso, volentieri.
Rodolfo:
Devo andare a R i m i n i per
accom pagnare la famiglia al mare.
Mi presteresti la tua macch i na? La
mia è rottà.

Carlo:
250
Cll
Certo che te la presto. Ma q uando ti
-e serve?
Cll
::J
o­ Rodolfo:
c
"(3 Mi seNi rebbe domen ica, se non è
o
-e troppo d istu rbo per te.
Q)
()
Q) Carlo:
::J Mi d ispiace, ma domen ica serve a
u
me. Posso dartela sabato se ti va
bene.

SÌ , anche sabato mi va bene.


Rodolfo:

Partiamo su bito dopo pranzo e io


sarò di ritorno la sera tardi.
(U n'ora dopo, a casa, Carlo parla con
Cecilia, sua mogl ie)

È u n mese che i ragazzi non vedono


Cecilia:

la nonna. Sabato matt i n a ci


piacerebbe andare a t rovarla. Ci
occorrerebbe la macchina.
Carlo:
I m possibi le. Sabato non vi posso
dare la macchi na: la presto a
Rodolfo.

251
o
e
:J
e:
Cecilia: CO
:J
A chi la presti? A Rodolfo? CJ'
e
Carlo: ·u
o
Sì, a lui: perché? e:
(])
o
Cecilia: (])
:J
Ma Rodolfo è i m p rudente! G uida "'O

come u n pazzo!

Carlo:
Gliela presto perché è u n amico e
non posso di rgli di no. Devo
prestargliela
Cecilia:
Fai come ti pare. Ma sei sicuro che
te la riporterà tutta i ntera?
1 . Scelta m u ltipla

D i n affitto
D i n prestito
1 . Rodolfo chiede a Carlo la macc h i na

D in vend ita

D accom pag nare la fam iglia


D concludere u n affare
2. Deve andare a R i m i n i per

D com p rare un appartamento

D ha una gomma a terra


D è senza benzina
3. La sua macchina

D è rotta

4. Rodolfo partirà D dopo pranzo

D alle u n d ici
D prima d i cena

D sabato pomeriggio
D sabato sera
5. Rodolfo sarà di ritorno

D sabato notte
252

D la nonna
Q)

D la zia
:::J
-o
6. Cecilia e i ragazzi and ranno a trovare
C'il
e:
C'il
:::J
D la cognata

D da una settimana
a;
e
o 7. Ceci lia e i ragazzi non vedono
o

D da un anno
e:
Q)
la nonna D da un mese
u
Q)

D u n professionista
:::J
-o

D u n pazzo
8. Rodolfo g u i d a come

D un pri nci piante

2. Vero o Falso?

V
1 . Rodolfo deve andare al lago. D
2. Ch iede a Carlo un favore. D
3. La macchina di Rodolfo è rotta. D
4. A Rodolfo la macchina serve domen ica. D
5. Rodolfo partirà sabato mattina. D
6. Rodolfo è i m prudente. D
7. Carlo è un parente di Rodolfo. D
OFF91CI NA
�NICA
R ICAMBI
o

253
-�
-ro
e:
Cll
:::J

c

e:
(3
o

Q)
()
Q)
:::J
D

il meccanico
3. Questionario

1 . Che cosa deve fare Rodolfo? 7. Quando ritornerà Rodolfo?


2. A c h i chiede un favore? 8. Che cosa chiede Cecil ia al
3. Che cosa chiede a Carlo? marito?

4. Perché deve chiedergli questo 9. Da quanto tempo Cecilia non


favore? vede la mad re?

5. Quando g l i servirà la macch i na? 1 O. Perché Ceci lia non vorrebbe


prestare la macchina a
6. Quando servirà la macc h i na a Carlo? Rodolfo?
4. Rispondere '

1 . Quando telefonerai a. Ceci lia? - Le telefonerò appena possi bi le.


2. Q uando scriverai a tuc.1 mad re?
3. Quando risponderai alla tua
amica?
4. Q uando parlerai alla seg retaria?
5. C he cosa com p rerai a tua figlia? - Le com prerò la bicicletta.
6. Che cosa regalerai a Claudia?
7. Che cosa darai a Lucia?
8. C he cosa presterai alla ragazza?

s� Rispondere

1 . Quando telefonerai a Rodolfo? - G l i telefonerò appena possi bi le.


2. Quando scriverai a tuo pad re?
254
3. Q uando risponderai al tuo
· o
:ì:: amico?
Cl)
:i
0- 4. Q uando parlerai al di rettore?
Cll
e:
Cl)
5. Che cosa com p rerai a tuo figlio? - G l i comprerò la bicicletta .
:i

c
6. Che cosa regalerai a Claud io?
·u 7. C he cosa darai a Lucio?
o
e:
Q)
()
8. Che cosa presterai al ragazzo?
Q)
:i
u

6. Rispondere

1 . M i presti la macc h i na o la moto?


(la macchina) - Ti presto la macchi na.
2. M i dai l'i n d i rizzo o i l n u mero di
telefono? (l'indirizzo)
3. M i dici la verità o u na bugia?
(la verità)
4. M i fai vedere l e fotografie o le -

diapositive? (le fotografie)


I

5. M i consegn i i l - passaporto o la -

carta di identità? (il passaporto)


6. M i consi g l i la macchina o il
treno? (la macchina)
-
7. Rispondere

1 . Che cosa ci manderete per


N atale? (una cassetta di vini) - Vi manderemo u na cassetta d i vi ni.
2. Che cosa ci porterete dall'estero?
(prodotti tipici) ,

3. Che cosa ci i nsegnerete oggi?


(a giocare a carte)
4. Che cosa ci cucinert:>te?
(del pesce)
5. Che cosa ci risponderete?
(di sì)
6. Che cosa ci offri rete?
(un gelato)

8. Rispondere

1 . Che cosa mi manderà?


(un regalo) - Le manderò u n regalo.
2. Che cosa m i sped i rà? 255
(una cartolina) Q)
::i
IT
3. Che cosa m i i nvierà? e
'[)
(un pacchetto di sigari) CO
-e
4. Che cosa m i porterà? CO
::i
(un tappeto) IT
e

5. Che cosa m i regalerà? ·0


o
(una pipa) -e
Q)
u
6. Che cosa m i offri rà? Q)
::i
(una cena) 'O

9. Rispondere

1 . Che cosa m i manderai?


(un regalo) - Ti manderò un regalo.
2. Che cosa m i sped i rai?
(una cartolina)
3. Che cosa m i i nvierai?
(un pacchetto di sigari)
4. Che cosa m i porterai?
(un tappeto)
5. Che cosa m i regalerai?
(una pipa)
6. Che cosa m i offri rai?
(una cena)
1 O. Rispondere

1 . Che cosa hai chiesto ai Rossi?


(la macchina da scrivere) - Gli ho chiesto la macc h i na da scrivere.
(Ho chiesto loro la macchina da
scrivere)
2. Che cosa hai offerto agli ospiti?
(da bere)
3. Che cosa hai detto agli amici?
(di aspettare)
4. Che cosa hai suggerito alle
ragazze? (di preparare un dolce)
5. Che cosa hai regalato alle
ragazze? (dei cioccolatini)
6. Che cosa hai consi g l iato alle
ragazze? (di presentare la
domanda)

256
1 1 . Rispondere
iii
(/)
CO
-e 1 . Ti piace viaggiare? - Sì, m i piace.
CO
::i
IT 2. Ti serve la macchi na?
e:
u 3. Ti occorre un dizionario?
o
-e
Q)
u
4. Ti è necessario il passaporto?
Q)
::i
-o
5. Ti manca il denaro?
6. Ti va bene partire oggi?

il carro-attrezzi
CARROZZIERE

2
257

Q)
il carrozziere
({) .
Cl)
1 2 . Rispondere e:
Cl)
::i
IT
e
1 . Vi piacciono q u esti fiori? - Sì, ci piacciono.
e:(\)
u
o
2. Vi seNono q uesti l i b ri?
()
3. Vi occorrono delle i n d icazioni? (\)
::i
D
4. Vi sono necessari i passaporti?
5. Vi mancano i soldi?
6. Vi van n o bene q u esti giorni di
vacanza?

1 3. Rispondere

1 . Le è piaci uto lo spettacolo? - Sì, mi è piaci uto.


2. Le è piaci uto il viaggio?
3. Le è piaci uto il regalo?
4. Le è piaci uta la visita al m useo? - Sì, mi è piaci uta.
5. Le è piaciuta Roma?
6. Le è piaciuta la commed ia?
1 4. R ispondere

1. Vi sono piaci uti i m i ei quad ri? - Sì, ci sono piaciuti.


2. Vi sono piaciuti gli spag hetti?
3. Vi sono piaciuti q uei vini?
4. Vi sono piaciute le fotog rafie? - No, non ci sono piaciute.
5. Vi sono piaci ute le diapositive?
6. Vi sono piaciute le riviste?

1 5. Rispondere

1 . Q uando mi ri porterai il l i b ro? - Te lo ri porterò doman i.


? Q uando mi restitu i rai il denaro?
258 3. Quando mi conseg nerai il
.8 lavoro?
o
-e 4. Q uando ci ri porterai i l l i b ro? - Ve lo ri porterò domani.
cO
:i
O"
e
5. Q uando ci restitu i rai i l denaro?
è3
o 6. Quando ci consegnerai il lavoro?
-e
(])
u
(])
:i
-o

1 6. Rispondere

1 . Q uei giornal i , quando me li


ri porti? · - Te l i ri porto domani.
2. Quei dischi , quando me li
restituisci?
3. Quei docu menti, q uando me
li consegni?
4. Quei giornali, q uando ce li
ri porti? - Ve li ri porto domani.
5. Q uei d ischi, quando ce li
restituisci?
6. Quei docu menti, quando ce li
consegni?
1 7. Rispondere

1 . Quando ri porti il d isco a Mario? - G l ielo ri porto stasera.


2. Quando ri porti il d isco a Ceci lia?
3. Quando ri porti i l disco ai
ragazzi?
4. Quando ri porti i l disco alle
ragazze?
5. Quando ri porti la macc h i na
a Carlo? - G liela riporto stasera.
6. Quando ri porti la macchina a
Cecil ia?
7. Quando ri porti la macc h i na ai
ragazzi?
8 . Q uando ri porti la macc h i na alle
ragazze?

259
Q)
>
o
e
Cll
e:
Cll .
::::J
O"
e
o

GOMMISTA
o
e:
Q)
u
Q)
::::J
D

'

il gommista
1 8. Repl ica re

1 . Belli q uesti fiori!


(preparo un mazzo) - Se Le piacciono, G l iene preparo un
mazzo.
2. Belli q u esti francobol l i !
(regalo alcuni)
3. Splendide q u este diapositive!
(mostro altre)
4. Belle queste rose! (colgo un
paio)
5. Belli questi q uad ri ! (mostro altri)
6. Cari ne q u elle ragazze! (presento
alcune)

1 9. Rispondere

260 1 . Mi rendi q u elle riviste? - Scusam i, ma ancora non posso


Cll rendertele.
e:
Cll 2. Mi conseg n i le chiavi?
(/)
(/)
Q) 3. Mi d ici quelle cose? .
(/)
o
E 4. M i p resti q u ei dischi? - Scusami, ma ancora non posso
Q)
o prestarteli.
Q)
:::J
u 5. M i dai quegli i n d i rizzi?
6. Mi prepari q u egli esercizi?

20. R ispondere

1 . Quando devi restitu i re la


macchina a Carlo? - Devo restitu i rgliela quanto pri ma.
2. Q uando devi riconsegnare la
camera alla pad rona di casa?
3. Q uando devi lasciare la tua
macchina al meccanico?
4. Q uando devi portare le domande
alla segretaria? - D evo portarg l iele quanto prima.
5. Quando devi conseg nare le
chiavi al portiere?
6. Q uando devi regalare quelle
bottiglie ai signori Rossi?
21 . Completare (con i pronomi)

1 . Ciao, Carlo. faresti un favore?


2. Devo andare: a R i m i n i per accom pag nare la fam iglia al mare. _____

presteresti la tua macch i na?


3. Certo che presto. Ma quando _____ serve?
4. _____ servirebbe domen ica, se non è troppo d istu rbo per
5. d ispiace, ma domenica serve a . Posso
dar sabato, se va bene.
6. Sì, anche sabato va bene.
7. È un mese che i ragazzi non vedono la non na. Sabato matti na _____

piacerebbe andare a trovar occorrerebbe la


macchi na.
8. I m possibi le. Sabato non posso dare la macchina: _____

presto a Rodolfo.
9. A chi presti? A Rodolfo?
1 O. Sì, a ____ : perché?
261
1 1. _____ presto perché è u n amico e non posso d i r _____ di
o
no. Devo prestar _____ e
::J
1 2. Fai come pare. Ma sei sicuro che e:
_____ _____ _____
Cl)
U)
riporterà tutta i ntera? U)
(!)
U)
o
22. Completare (con i verbi) e:
(!)
o
(!)
::J
1 . Rodolfo ____ portare la fam i g l ia al mare. Ma la sua macc h i na -o

_____ rotta.
2. Ciao, Carlo. M i _____ u n favore?
3. Se _____ , volentieri.
4. andare a R i m i n i per accompag nare la fam i g l ia al mare. M i
_______ la tua macch i na? La mia rotta.
5. Certo che te la ---- · Ma q uando ti ?
6. Mi _______ domenica, se non _____ troppo distu rbò per te.
7. M i , ma domen ica _____ a me. dartela
sabato, se ti bene.
8. Sì, anche sabato mi bene. _____ subito dopo pranzo e io
_____ d i ritorno la sera tard i.
9. Sabato mattina ci _______ andare a trovare la non na. Ci
_______ la macchi na.
10. G l iela _______ perché è u n amico e non posso
_______ g l i d i no.
23. Completare (con i verbi e i pronomi)
·
1 . È u n mese che i ragazzi n ò n vedono la non na. Sabato mattina ___

______ andare a la macchina.


2. I m possi bi le. Sabato non dare la macchi na: ___

_____ a Rodolfo.
3. A chi ____ ____ ? A Rodolfo?
4. perché è un amico e non posso ____ di no.
Devo ________

5. Fai come _____ _____ . Ma sei sicuro che _____ ____

_____ tutta i ntera?

24. Completare (con le preposizioni)

1 . Rodolfo deve portare la famiglia ____ mare.


262
Q)
2. Devo andare _____ Rimini _____ acco m pag nare la fam iglia
::i
mare.
e:
"O
_____

CO
3. Mi serv i rebbe domenica, se non è troppo d isturbo _____ te.
CO
(f)
(f)
Q)
4. Mi d ispiace, ma domen ica serve me.
(f)
o 5. Partiamo subito dopo pranzo e io sarò _____ ritorno la sera tard i.
e:
Q)
o 6. (Un'ora dopo, casa, Carlo parla Cec i l ia, sua moglie).
Q)
::i
"O 7. chi la presti? Rodolfo?

25. Completare

1 . Rodolfo deve ______________________

2. Ciao, Carlo. --
--

3. M i servirebbe domenica, ____________________

4. Posso dartela sabato, _____________________

5. Partiamo subito dopo pranzo e _________________

6. Sabato mattina _______________________

7. I m possi bile. Sabato _____________________

8. Fai com e ti pare, ma _____________________


26. Riordinare le parole

1 . portare - al - la - è - deve - fam.i g l ia - Ma - macc h i n a - Rodolfo - la - mare.


- sua - rotta ...
2. mese - non - non na. - un - ragazzi - la - È - che - i - vedono

27. Riordinare le parti di frase

1. È
2. i ragazzi
3. un mese
4. non vedono la non na.
5. che
6. anda re
7. Sabato matti na
8. ci piacerebbe
9. a trovarla. 263
-�
Cii
e:
a:l
[f)
[f)
Q)
[f)
o
e:
Q)
(.)
Q)
:::J
"O

lo sfasciacarrozze
264
_g l'incidente
Cli 28. Combinare domanda e risposta
:::J
0-
ctl
-e 1 . M i faresti un favore? - Mi seNirebbe domenica.
ctl
CfJ
CfJ
Q) 2. Mi presteresti la tua macch i na? - A Rodolfo.
CfJ
o
-e 3. Ma q uando ti seNe? - Se posso, volentieri.
Q)
u
Q)
4. A chi presti la macchi na? - Certo che te la presto.
:::J
D

29. Fare la domanda

1 . C h i deve accompag nare - Deve accom pag nare la fam igl ia.
Rodolfo?
2. ------- ? - Deve accompagnarla al mare.
3. ? - È dal meccan ico: è rotta.
4. ? - Certo che te la presto !
5. ? - Su bito dopo pranzo.
6. ? - G l iela ri porterà sabato notte.
7. ? - Cec i l ia g l i chiede d i lasciarle la
macc h ina.
8. ? - G u ida come u n pazzo.
- -.;-.�f- ; -. . :
o

• ',. ... <:> �

PRONOMI INDIRETTI DATIVI (deboli o atoni}

scrive una lettera


manda
i nvia u n pacco
sped isce

passa la posta
porta
presta la macchina
rende
i soldi
restituisce
consegna le chiavi
regala u n accend i no
mostra
le foto
fa vedere
dice
quello che ha fatto 265
racconta
Q)
:i
a suonare i l piano ()

Carlo i nsegna l'ital iano


e:
·u
ca
e:
fa u n favore ca
<f)
chiede <f)
u na cortesia Q)
domanda <f)
o
e:
Q)
i n d ica la strada p i ù breve o
Q)
:i
offre qualcosa da bere -o

d ice d i sì
risponde sem pre di no
promette
di studiare
consiglia
la buona notte
augura
di fare un buon viaggio
permette
proi bisce di fumare
vieta tutto

comanda
ord i na di smettere di fumare
raccomanda
PIACERE
l'Italia
mi la musica
piace
(di) viagg iare
ti/Le
le persone allegre
gli piacciono i fiori
i dolci
(Non) le
p iaciuto lo spettacolo
ci è
piaciuta la visita al m useo ·

vi
piaciuti q uei fiori
gli sono
piaci ute q uelle rose

DISPIACERE = R I N CR ESCER E
266 mi
"(i)
(/)
d ispiace
Cll
e: ti/Le
Cll
(/)
(/)
Q) gli è d ispiaciuto
(/)
o (Non) (di) partire
e:
Q) le
o
Q)
:i rincresce
""O ci

vi
è rincresciuto
gli

PRONOMI I N DI RETTI DATIVI (forti o tonici)

serve la macchina domenica? Serve


pensi? Penso
presti la moto? A Rodolfo? Sì, la presto
A ,chi regali q u este rose? A Roberta? Sì, le regalo
piacciono le fragole? Piacciono
hai detto quelle parole? Le ho dette
Sì, li abbiamo
avete conseg nato i li bri? Agli studenti?
consegnati
PRONO M I DIRETTI E INDIRETTI ACCOPPIATI
A B e

lo lo
mi lo >--

la gli la la
ti loro >--

+ li le + li ç + li
-
ci le Loro
Le le le
-
vi ne
ne ne

mi il vocabolario, me lo
-

ti gli sci, te li
>--
Carlo ci presta la macch i na da scrivere, ce la porta domani
-

vi le racchette da tennis, ve le 267


-

1il
ci i d ischi, ce ne presta alcuni nuoviss i m i Q)
(f)
CO
e:
B CO
(f)
(f)
Q)
gli regala u n l i b ro , glielo com p ra stasera (f)
o
e:
Mario Le porterà la collana, gl iela porterà stasera Q)
u
Q)
::i
le regalerà dei fiori, gl i el i manderà a casa -o

Questo i l programma per i turisti svizzeri, .lo conseg nerò loro a cena
e,
Questa la stanza per Loro, sig nori; la preparerò Loro per mezzog iorno
LESSICO

1 . - Posso entrare? Distu rbo? 1 . - Ti disoiace se mi fermo al


- Ti prego, entra, tu non disturbi mai. distributore ? Devo far
2. - Non puoi smettere di fumare? benzina.
- Scusa, smetto subito se i l fu mo ti disturba . 2. - Le dispiacerebbe
controllare la pressione
3. - Ti dispiace passarmi i l sale?
delle gomme e il livello
- Non mi dispiace affatto. Eccoti il sale. dell'olio ?
4. - Le dispiacerebbe chi udere la finestra? 3. - Ti piace questa macchi na?
- La chiudo su bito, signora. - Sì, ma consuma troppo.
5. - È un mese che non ved iamo la non na. 4. - Potrebbe dare una pulita al
- Andiamo a trovarla domen ica? parabrezza ?
6. - Ti piace q uella ragazza? 5. - lo darei anche un 'occhiata
- No, non mi piace. alla batteria, ma se non
vuoi, fai come ti pare .

268

16
o

e:
CO
(f) FU NZIONI ATTI COM U N ICATIVI
(f)

e:
Q)
(f)
o

Q)
m i faresti u n piacere?
u
Q) C hiedere u n piacere - C iao, Carlo, puoi farmi un piacere?
:::J
D
me lo fai u n piQcere?
- Certo!
- Volentieri!
R isposta alla richiesta - Se posso, volentieri!
- Come no?!
- Perché no?
Possibil ità - Posso lasciartela sabato, se ti va bene,
'

- I m poss i bi le!
I mposs i b i l ità - N o n è possi bile!
- N o n ci pensare neanche!
- Per m e va bene, ma sei sicuro che te
la riporterà tutta i ntera?
Tolleranza, permesso
- Fa' p u re, se vuoi.
- Puoi farlo, se vuoi.
Dettare il testo che segue

Un- prestito
Rodolfo deve accom pag nare la famiglia al mare, a R i m i ni.
Ma la sua macc h i na è rotta, è dal meccanico e occorrono almeno
dieci g i o rn i per ri pararla.
Si reca da Carlo per ch iederg l i in prestito, per la domen ica, la macch i na.
Carlo è ben lieto di prestarg l iela, ma non domen ica, perché domen ica g l i
serve.
A Rodolfo anche sabato va bene. Partirà su bito dopo pranzo e gl iela
riporterà sabato notte.
Pi ù tard i, anche Cecil ia, la mog l ie di Carlo, ch iede al marito di lasciarle la
macc h i n a per sabato, perché desidera andare a trovare la mad re che non vede
da p i ù di un mese.
Carlo risponde che è i m poss i b i l e perché ha già promesso la macchina a
Rodolfo e ormai non può p i ù , d i rg l i d i no.
Cecilia aggiunge che non è prudente prestargliela perché Rodolfo guida
come u n pazzo.

269
Q)
>

e:
o
e
Cll

30 . Leggere attentamente il testo che precede e ripetere a li bro chiuso Cll


(f)
(f)
Q)
(f)
o
e:
Q)
31 . Completare l i beramente o
Q)
::J
"O

1. Quando la macchina è rotta è necessario ______________

2. Se ho problemi vado da u n amico per _______________

3. O g n i amico è ben lieto di ___________________

4. La moglie chiede al marito d i __________________

5. A l u i non posso d i rg l i di no perché


_______________

6. Non è pru dente prestare la macchina a _____ perché ______


I

(o .

270

.
Cll
-e
J9 ,

Q)
(fJ
o
la precedenza:
-e "Prego, dopo di Lei!"
Q)
()
Q)
::::J
CJ

32 . Domande personal izzate

1. Lei ha u n a patente di gu ida?


2. Che cosa è necessario fare, nel Suo Paese, per ottenere la patente d i guida?
3. A quanti a n n i è poss i b i l e avere la patente di g u i da?
4. Quale mezzo meccan i co preferisce g u idare e perché?
5. G u idare bene s i g n ifica ...
6. Ha mai avuto qualche i ncidente stradale? Racconti.

33. Per la composizione scritta

1 . Parli della Sua macchi na.


2. Le vacanze che ha sempre sog nato e non è riusci uto/a ancora a real izzare.

-�ESERSi�I DI REIMPIEG? E CONTROLLO AP 20


TEST.� Dl•CONTROLLO PERIODICO AP.25
SISTEMA POLITICO DELL'ITALIA

Dal 1 ° gennaio 1 948 l'ordi namento


pol itico del l'Italia è regolato da u n
documento i mportante: la Costituzione
della Repubblica Italiana in 1 39 articoli.
Leggiamo: A rticolo 1 °. L'Italia è una
Repubblica democratica fondata sul
1avoro. La sovranità appartiene al
popolo...
A rticolo 2 ° . La Repubblica
riconosce e garantisce i d i ritti i nviolabili
dell' uomo, ...
Articolo 3°. Tutti i Cittad i n i hanno
pari d i g n ità sociale e sono uguali
davanti alla legge senza disti nzione di
sesso, d i razza, di l i n g ua, d i religione,
di opi nioni politiche, di condizioni
personal i o social i.
I pri ncipi che sono alla base della
Costituzione Repubblicana sono:
271
democrazia, l i bertà, uguaglianza.

e:
o
Il Presidente della Repubblica è i l e

El
:i
Capo dello Stato, rappresenta l'un ità
(i)
Roma. Piazza Colonna: af cen tro la colonna di
nazionale e i noltre n o m i n a il capo del Marco Aurelio e a sinistra il fianco di Palazzo
Governo. Chigi.
o
(f)

e:
QJ
()
QJ
:i
"O
Il 27 d icem bre 1 947 i l Presidente della
Repubbl ica Enrico De N icola firma la Carta
Costituzionale.
I l primo gen naio 1 948 la Costituzione Italiana
entra in vigore.
Com i ncia i l periodo della democrazia e della
l i be rtà.
Rivediamo insieme i momenti più importanti
che hanno segnato la storia d ell'Ital ia
moderna:

25 g i ug n o 1 946 Roma, Palazzo d i


-

Montecitorio: si riun isce per la prima volta


l 'Assemblea Costituente.
22 d icem bre 1 947 U m berto Terrac i n i
-

proclama l 'approvazione della Costituzione.

Dopo due anni d i lavoro, l ' Italia ha la sua


Roma. Piazza del Quirinale. Carta Costituzionale.
Residenza del Presidente della Repubblica. De Gasperi, Capo del Governo, scrive : "La
Costituzione è pronta, ora è necessario
appl icarla". Centotrentanove articoli p i ù
272 Attraverso li bere elezioni, i l popolo
a l c u n e disposizioni transitorie finali.
Q) vota per i vari partiti politici e sceg lie Le firme: U m be rto Terrac i n i , Alcide De
::J
-o così i suoi rappresentanti i n Gasperi, Enrico De Nicola.
m
-e Parlamento. I l Presidente della Repubbl ica è i l Capo dello
� I l potere legislativo appartiene al Stato, rappresenta l ' u n ità nazionale e nomina
(i) il Capo del Governo.
(J) Parlamento che com p rende la Camera Attraverso l i bere elezio n i , i l popolo vota per i
o
-e dei Deputati e i l Senato. vari partiti politici e sceg l ie così i suoi
Q)
u Deputati e Senatori sono eletti rappresentanti i n Parlamento.
Q)
::J ogni cinque anni. Il Parlamento comprende la Camera dei
-o Deputati e il Senato.
I l potere esecutivo appartiene al
Deputati (Palazzo Montecitorio) e Senatori
Governo formato da u n Presidente del (Palazzo Madama) sono eletti ogni cinque
Consig l io o Pri mo M i nistro e dai anni.
M i nistri che lui stesso sceg lie fra i I l Governo, che ha sede a Palazzo Ch ig i, ha il
deputati e i senatori dei partiti della potere esecutivo. È formato da u n Presidente
del Consiglio, o Primo M i n istro, e dai M i nistri.
maggioranza.
34. Questionario

1 . Da q uando la Repubbl ica Ital iana 5. Chi ha il potere legislativo?


ha u na Costituzione? 6. Chi ha il potere esecutivo?
2. Quanti sono g l i articoli della 7. C h i è il Capo d e l lo Stato?
Costituzione?
8. O g n i q uanti anni ci sono le elezioni
3'. R icorda i primi articoli? politiche?
4. Qual i principi sono alla base della
Costituzione della Repu bbliça
Ital iana?
PRO N O M I ACCOPPIATI N EI TEM PI COMPOSTI

un furto

273
-

-�
G i g i , ladro ben noto alla pol izia, dopo cinque a n n i d i prigione, è i n l i be rtà. Ma ora si
trova di n u ovo al comm issariato.

Commissario:
C i n q u e a n n i d i prigione non ti sono
bastati ! Ti sei subito ri messo al
"lavoro". Adesso m i racconti quello
che è successo sabato notte i n casa
della marchesa.
Gigi:
E va bene, Comm issario, Le d i rò tutto.
Sabato, a mezzanotte sono entrato
nella villa della marchesa.

Commissario:
C h i sono stati i tuoi com pl ici? Fuori i
nomi!
Gigi:
g
274
Su q uesto non m i caverà una parola
Cii di bocca.
::J
0-
Cll Commissario:

'§5
e: Senti, amico, i l fu rto non puoi averlo
Cl)

Come h a i trovato i comp l i c i ?


fatto da solo. Ti conviene parlare.
(fJ
o
e:
Q)
o Gigi:
Q)
::J Me li ha forn iti la Sdentata.
D

Commissario:
Ah, te li ha trovat i l a Sdentata?! E chi
vi ha dato la pianta della vi l la?
Gigi:
No. Questo non posso d i rg l ielo.
Commissario:
Rico m i nci?
Gigi:
Ce / 'ha data il magg iordomo.
•'��... "''lf:\' •• � ' �· , ' '.�
..,"'� "4 • \""�'"';.!"·�11�...i'\ • • ,' •
' ·e

. . 4''�: : :�'\� :,,


I • •
'

;• ' • • • •'

1 . Scelta multipla

1 . Il fu rto è avven uto in casa D della contessa


D della marchesa
D della princi pessa

2. G i g i è uscito da poco D dall'ospedale


D dal col legio
D dalla prigione

3. Deve raccontare quello che è successo D i l mese scorso


D sabato notte
D la settimana passata

4. La Sdentata ha forn ito D i com pl ici

D i soldi
D gli attrezzi

5. La pianta della villa l'ha data D il cameriere


D i l cuoco
276 D il maggi o rdomo
-
D le chiavi della cassafon
6. La camerie ra ha procu rato D le ch iavi dell'armadio

D le chiavi d e l l a villa

D controllava la situazion
7 . I l Muto D aspettava i n macchina

D è entrato nella villa

8. Ai can i hanno spruzzato D spray deodorante


D spray soporifero
D spray insetticida

2. Vero o Falso?

V F
' 1 . I l lad ro è stato i n prigione d ieci anni. D D
2. I l furto è avven uto sabato notte. D D
3. La Sdentata è tornata nel "g i ro" della malavita. D D
4. Il maggiordomo ha dato la pianta della vil la. D D
5. I l Tappo control lava la situazione. D D
6. I l M uto aspettava a casa. D D
-
277

713
Q)

e:
cn
CO

CO
:i:::
Q)
cn
o
e:
Q)
u
Q)
::i
u

come nasce il giornale

3. Questionario

1 . Chi è G igi? 5. C h i ha dato a G igi la pianta


·

2. Dove è stato neg l i u ltimi della vil la?


cinque anni? 6. Che cosa ha procu rato la cameriera
3. Chi sono i compl ici d i G i gi? personale della marchesa?
4. Che cosa ha fatto la Sdentata?
.
''"';�"':
. ... .
. ,,-; ...... �- -;· ·� . ..
-

.. ,. ,' '

, , .
.
.
·. I , ,

4. Rispondere

1 . Quando hai telefonato alla


sig norina? (ieri) - Le ho telefonato ieri.
2. Quando hai scritto a tua mad,re?
(l'altro ieri)
3. Che cosa hai regalato alla
fidanzata? (un bracciale)
4. Che cosa hai conseg nato alla
cam eriera? (la chiave)
5. Quando hai parlato al
Com m issario? (ieri) - G l i ho parlato ieri.
6. Che cosa hai raccontato a tuo
pad re? (tutto)
7. Che cosa hai dato a quel
signore? (il mio biglietto da
visita)
8. Che cosa hai promesso a tuo
278 fig l io? (un bel motorino)
o
:i::

m
o
e:
Q)
cn
o
5. Rispondere
e:
Q)
o
Q) 1 . Che cosa m i ha portato?
:::J
D (un regalo) - Le ho portato u n regalo.
2. C h e cosa mi ha sped ito?
(una cartolina)
3. C h e cosa mi ha inviato?
(gli auguri per Natale)
4. C h e cosa m i ha preparato?
(un dolce)
5. C he cosa m i ha raccontato?
(la verità)
6. Che cosa mi ha cucinato?
(una bistecca)

I
1
6. Rispondere

1 . Hai presentato la signorina


a tuo pad re? - Sì, gl iel' ho presentata.
2. Hai presentato la sig nori na
a tua mad re?
3. Hai presentato la sig nori na
ai tuoi amici?
4. Hai presentato la sig norina
alle tue amiche?.
5. Avete mostrato le fotog rafie
a G igi? - Sì, gliele abbiamo mostrate.
6. Avete mostrato le fotog rafie
alla signora?
7. Avete mostrato le fotog rafie
ai com plici?
8. Avete mostrato l e fotog rafie
alle signore?
279
Q)

19
>
o
e

m
e

7. Rispondere Q)
rn
o
c:
1 . Mi ha già mandato il programma? - N o, non gl iel'ho ancora mandato. Q)
o
Q)
2. Mi ha già preparato il piano ::i
"O
di lavoro?
3. Mi ha già ord i nato il caffè?
4. Mi ha già scritto i l nome
del compl ice?
5. Mi ha già spedito i soldi? - Sì, glieli ho già spediti.
6. Mi ha già p renotato i b i g lietti?
7. Mi ha già caricato i pacchi
i n macchi na?
8. Mi ha già fornito i nomi
dei com plici?
8. Completare

1 . Siccome le rose piacciono molto


alla signorina, (portare alcune) - gliene ho portate alcune.
2. Siccome le paste piacciono molto
a mio fratello, (comprare alcune)
3. Siccome l e barzel l ette piacciono
molto ai m iei am ici, (raccontare
alcune)
4. S iccome le diapositive piacciono
molto alle bam bi ne, (mostrare
alcune)
5. Siccome i d ischi piacciono molto
a Francesca, (regalare alcuni) - gliene ho regalati alcu n i .
6 . Siccome i cioccolatini piacciono
molto a G igi, (offrire alcuni)
7. Siccome i francobol li piacciono
molto alle mie ospiti,
280 (mostrare alcuni)

9. Rispondere

1 . M i presenti quella ragazza? - Ma te l'ho già presentata!


2. Mi racconti quella storia?
3. Mi restituisci quella chiave?
4. Mi consegni il piano di lavoro? - Ma te l'ho già consegnato!
5. Mi prepari quel program ma?
6. M i dai quell' i n d i rizzo?

1 O. Rispondere

1 . Ci presenti quelle ragazze? - Se ben ricordate, ve le ho già


presentate.
2. Ci racconti quelle barzel lette?
3. Ci restituisci quelle chiavi?
4. Ci consegni i piani di lavoro? - Se ben ricordate, ve li ho già
conseg nati.
5. Ci p repari q u ei p rogrammi?
6 . C i dai quegli i n d i rizzi?
1 1 . Completare (con i pronomi)

1 . C i n q u e a n n i d i prigione non sono bastati ! sei


su bito rimesso al "lavoro". Adesso racconti quello che è
successo sabato notte i n casa della marchesa.
2. E va bene, Commissario, _____ d i rò tutto.
3. C h i sono stati i tuoi com p l ici? Fuori i n o m i ! - Su questo non _____

caverà una parola d i bocca.


4. Senti, am ico, il fu rto non puoi aver __ fatto da solo. ____ conviene
parlare. Come hai trovato il com p l ici?
5. ____ ____ ha forn iti la Sdentata.
6. Ah, ha trovati la Sdentata?!
7. E chi ha dato la pianta della vil la?.
8. No. Questo non posso d i r ____

9. _____ _____ 'ha data i l maggiordomo.


281
1 O. ha date .... Comm issario, non posso ..... o
e
:::J
1 1 . Non fare storie! Chi ____ ____ ha date? e:

e:

:i:::
1 2. Adesso devi d i r __ c h i è entrato con te nella vil la. o

Q)
1 3. Faci le. Avevamo lo spray soporifero. 'abbiamo spruzzato sul u
Q)
muso... abbiamo spruzzato tanto. :::J
-o

l'edicola
1 2. Completare (con le preposizioni)

1 . G i g i , ladro ben noto _____ polizia, d opo cinque a n n i _____

prigione, è ____ libertà.


2. Ma o ra si trova n uovo com m i ssariato.
3. C i n q u e a n n i prigione non t i s o n o bastati!
4. Ti sei subito rimesso "lavoro".
5. Adesso mi racconti q uello che è successo sabato notte _____

casa marchesa.
6. Chi sono stati i tuoi com plici? Fuori i n o m i ! - questo non mi
caverà una parola bocca.
7. Senti, amico, il furto non puoi averlo fatto solo.
8. Ah ! te l i ha trovati la Sdentata?! E chi vi ha dato la pianta villa?
9. E le ch iavi _____ vil la?
1 O. E la com b i nazione cassaforte?
1 1 . Adesso devi d i rm i chi è entrato te ____ v i l la.
282 1 2. Sì, il M uto ci aspettava ____ macch i n a e i l Tappo controllava la
Q) situazione.
::i
"O
1 3. E i can i che ancora dormono, come avete fatto?
,gJ
19
e
1 4. Avevamo lo spray soporifero. G liel'abbiamo spruzzato _____ muso ...
o
e:
Q)
()
Q)
::i
"O

1 3. Riordinare le parole

1 . ben - polizia, - a n n i - è - ladro - alla - cinque - prig ione, - l i bertà. - Gigi, -


noto - d opo - d i - i n
2. a n n i - n o n - bastati! - rimesso - C i nque - prigione - sono - sei - "lavoro". ·
d i - ti - Ti - al - su bito
3. non - u n a - bocca. - q uesto - m i - parola - Su - caverà - d i
4. vi - la - vil la? - chi - dato - della - E - ha - pianta
5. d i rm i - entrato - nella - devi - è - te - Adesso - chi - con - vi l la.
lo stri llone .-

283
1 4. Combinare le parti di frase -�
70
e:
1 . Su q uesto non averlo fatto da solo al
:t::
o
2. Questo non puoi una parola di bocca e:
Q)
o
3. I l furto non m i caverà chi è entrato d irgl ielo Q)
::i
4. Adesso devi d i rm i posso nella villa "O

5. Chi hai la pianta com pl ici?


6 . Come vi ha dato trovato della villa?
7. E c h i sono stati i tuoi i complici?

15. Fare la domanda

1 . Dopo quanto tempo è in libertà Gigi? - È in l i bertà dopo cinque a n n i .


2. ? - S i trova al com m i ssariato d i
polizia.
3. ------ ? - Perché è sospettato di furto.
4. ______ ? - G l ieli ha forniti l a Sdentata.
5. ? - G l iel'ha data il maggiordomo.
6. ? - La cameriera personale della marchesa.
7. ? - Sono entrati Gigi, i l Lungo e
lo S m ilzo.
PRONOMI I N DI R ETII TON ICI (o FORTI)

Parli di me ? No, non parlo di te.


I vostri .genitori si preoccupano
di voi ? Sì, si preoccupano molto di noi .
Vien i a cena da noi? Sì, vengo da voi .
Da chi d i pende questa d ecisione? D i pende da me .
Perché non vuoi aiuto? Perché chi fa d a sé . fa per tre.

Hai fiducia in noi ? A d i re il vero, non ho molta fiducia


in voi .
Credi in me ? Sì, credo in te .
Vuoi parti re? Sì, sento i n me la necessità di
cam biare ambiente.

Sei arrabbiato con m e? No, non sono mai arrabbiato con te .


Stai bene con noi ? Sì, sto molto bene con voi .
Tu sei il responsabile? Sì, tutta la responsabilità è
su (di) me .
285
Mi aiuterai? Posso stare tranq u i ll o? Dormi tranqui llo! Puoi contare Q)
::i
su (di) me . rr
e
·o
I nsomma, per chi è q uesto pacco, N é per voi , né per noi , ma

Cll

per loro . e:
per noi o per voi ?
Lo conosci i l proverbio? L<;r conosco bene: o g n u no per sé o
e:
e Dio per tutti. Q)
()
Q)

C'è qualcuno fra/tra voi che No, non c'è nessuno fra/tra noi ::i
"O

conosce il cinese? che lo conosce.


Eri distratto? Sì, pensavo fra/tra me e me.

li

-
N U M ER I ORDINALI

È la prima volta che vengo in I talia.


È i l pri m o esame che do.
I 1o Primo

Il 20 S econdo L' i n d ice è il secondo dito della mano.


30
lii Terzo. Per il Duomo d eve g i rare alla terza strada a s i n i stra.

IV 40 Q uarto M i o figlio frequenta la q uarta classe elementare.

V 50 Q u i nto Mi piace molto la q u i nta s i nfonia di Beethoven.

VI 50 Sesto Sabato è i l sesto giorno della setti mana.

VII 70 Settimo I l settimo giorno Dio si è ri posato.

I l t erremoto ha ragg i u nto l'ottavo grado della


VII I so Ottavo
scala Mercal l i .

IX go N ono Q uel s i gnore abifa al nono piano del palazzo.

286 X 1 0° Deci mo Q u est'argomento è trattato al decimo capitolo.

Xl 1 1o U nd ices i mo Il suo posto è all'und icesima fila d i poltrone.

xx 20° Ventesimo Viviamo nel ventesimo secolo.

XL 40° Quarantesi m o - L 50° Cinq uantesimo - C 1 00° Centesimo


.

D 500° Cinquecentesimo - M 1 000° M illesimo

Attenzione!
Napoleone Primo, G iovanni Ventitrees i mo, Vittorio Emanuele S econdo. S m etti di
g ridare, te lo dico per la prima e l'ultima volta. E u n l i b ro che ti avvince dalla prirr
all'u ltima pagina. La signorina è sed uta al penultimo banco.
LESSICO

1 . Siccome cinque anni di galera non ti sono bastati, ti sei ri messo al "lavoro".
2. Siccome non posso fumare, mi sono messo a masti care gomma americana.
3. Mi racconti per filo e per segno quello che è successo sabato.
4. - C h e cosa hai fatto di bello d u rante il tuo viaggio in Europa?
- Adesso ti racconto tutto, per filo e per segno.
5. - Senti am ico, ti conviene "cantare"!
- Sì, se parlo il giud ice sarà più com p rensivo con me, mi conviene d i re tutto
quello che so.
6. - Perché parti oggi, non è presto?
- Senti, i l lavoro è fi nito, per domenica è probabile uno sciopero dei treni,
dunque mi conviene partire oggi.
7. - È stato i l maggiordomo a darm i la pianta della villa.
- Un uomo così fedele, e chi l'avrebbe detto !

Adesso una pioggia 287


così e u n'ora fa c'era Q)
:i:::
u n sole stu pendo: Q)
(/)
nessuno ci pensava, Cl)
c:
chi l'avrebbe detto I Cl)
:i:::
o
c:
Q)
1 . - Sono entrati i ladri i n casa m ia; devo andare i n questura a fare una (.)
Q)
::i
denuncia. -o

2. - Mi hanno rubato il portafogli o.


- Sei sicuro d i non averlo smarrito ?
3. - Dovrò affidarmi ad un awocato per q u esto problema.
- Intanto ti conviene i nformare subito l'ambasciata o il consolato .

FUNZIONI ATTI COMUNICATIVI

- Tu sai chi ha com­


messo il fu rto?
Sapere, non sapere, - D i m m i tutto quello
- Non so n iente!
chiedere i nformazioni che sai!

Q
- Sai se ci sono dei
com p lici?
----+--------! �--

- Facile, semplice.
Porre u n fatto - È stato facile.
- E con i cani?
come facil e - U na cosa da nulla.
- N essun problema.
Dettare il testo che segue

Un furto

G i g i , ladro ben noto alla polizia, dopo cinque a n n i d i prigione, è i n


l i bertà.
Ora si trova di nuovo al com m issariato perché su lui pesa il sospetto
di u n nuovo fu rto.
I l Comm issario lo interroga e g l i fa presente che se non parla e non
racconta d ettagliatamente quello che è accaduto in casa della marchesa,
per l u i saranno guai.
Gigi si mostra disposto a collaborare, però afferma che i nomi dei
com plici non glieli farà
Il Commissario cerca d i convincerlo a parlare.
La resistenza di G i g i non d u ra a lungo e il lad ro rivela che i complici
g l i e l i ha trovati la Sdentata, la pianta della villa g l iel'ha fornita il
maggiordomo, le chiavi della villa e la com b inazione della cassaforte
g l iele ha procu rate la cameriera personale della marchesa ...
288
o
:i::::
o
e:
Cll
:i::::
o
E 1 6. Leggere attentamente il testo che precede e ripetere a libro chiuso
Q)
()
Q)
::::J
'D

1 7. Cosa significa

1 . Raccontare per filo e per segno


2. Su lui pesa il sos petto di u n nuovo furto
3. "Cantare"
4. Tornare al "fresco"
5. Tornare nel " g i ro"
6. Non m i caverà una parola di bocca
7. Fare u n colpo
8. Fare da palo
9. Essere com p l ice
lavori forzati

1 8. Completare li beramente

1 . Quel signore si trova al com m issari ato perché ____________

2. Egli si mostra disposto a ____________________


289
Q)
3. Cerco di convi ncerlo a _____________________
>
o
e
4. Quasi sempre l u i finisce con
m
_ C1l
E
_________________

5 . Se farai attenzione ti racconterò per filo e per segno come _____

o
chi ; dove e perché _____ E
Q)
()
Q)
::::i
'O
1 9. Domande personalizzate

1 . Ha mai s u b ito un fu rto? Racconti.


2. Nella casa dei vici n i che Lei sa fuori, vede luci accese e movi menti strani;
che cosa pensa? C h e cosa fa?
3. Quando in casa sente un ru more i m p rovviso e sospetto, quali sono le Sue
reazioni?
4. I m magini u n i nterrogatorio i n u n ufficio di pol izia.

20. Per la composizione

1 . Quale è la funzione della pol izia nei confronti dei cittad i n i ?


2 . I n quasi tutto i l m o n d o si parla di d roga, di violenza, di i n g i ustizia ... .

ESERCIZI DI REIMPIEGO E CONTROLLO AP.27


GIORNALI E TV

Con la parola "giornale" i ntend iamo u na pubblicazione non solo q uotid iana,
che registra le notizie del giorno, ma anche setti manale, q u i nd icinale, o mensile di
carattere politico, economico, scientifico, sportivo, di attualità, di moda e d i vita
fem m i nile, di cost u m e ed altro.

. """"......
"' . ...

Tl46UO
290 · tltLTO
Cll
e:
Cll
>
o
e
.8
e
Q)
()
Q)
::i
"O

.. .......
··-

La prima pagina di un quotidiano italiano.

Nel giornale italiano la disposizione della materia è generalmente la seguente:


nella prima pagina, che è poi la facciata del quotidiano e ce ne dà l ' i m magi ne, c'è
i l titolo, i l nome del giornale, la "testata", come si dice, con la presentazione degli
avveni m e nti di magg iore i m portanza e a rticoli di fondo con com m enti e analisi che
chiariscono le i ntenzioni politiche che sono alla base del giornale.
LA
""); \ ,,..
.-.:-:::::""!:Il
_
)I l
_

291
o
e
::J
e:
ci:l
>
o
e
o
e:
Q)
Quotidiani di maggiore diffusione in Italia. o
Q)
::J
'O
Nella seconda pagina, ci sono notizie s i n dacali e di pol itica i nterna.

Nella terza pagina si presenta u na g rande varietà di argomenti di natu ra


artistico-letteraria. E q u esta u n a caratteristica del quotidiano italiano che, con la
collaborazione di i l l ustri scrittori, critici, saggisti, ha saputo avvici narsi ad una
grande massa d i l etto ri .

Nella quarta, quinta, sesta pagina, cronaca i nterna d i arqomento giudiziario,


notizie sul tem po metereolog ico, pubblicità, lettere al giornale, necrolog i.

Nella settima pagina notizie dall'estero.

Nelle pag ine successive possiamo seg u i re ancora rubriche di arte, musica,
scienza, tecnologia, salute, bel lezza, l i bri, pubbl icità.

Seguono le pagine economiche e finanziarie con notizie sugli affari, sulla


borsa, sui mercati.
Una parte i m portante è riservata alle notizie dello sport ed alle cronache locali,
relative cioè alle città i n cui i l giornale ha prevalente diffusione.
Per quanto riguarda /a lingua dei giornali, possiamo d i re, con lo studioso B ru n o
M i g liari n i , che i l quotidiano è " i l principale l uogo d i scam bio tra la l i ngua scritta e
li ngua parlata". Vi troviamo, i nfatti, tutte le varietà della li ngua scritta, da q u e l l a
letteraria a q u ella bu rocratica, tecnica.

292
Q)

e:
::J
D
Cll

Cll
>
o
e
o
e:
Q)
u
Q)
::J
D

L e riviste di attualità, politica, economia.


Quotidiani d i maggior diffusione i n Italia:

I l Corriere della sera di M i lano, la Repubblica di Roma (non esce i l lunedì) , La


Stampa di Tori no, I l G iornale d i M i lano, I l G iorno di M i lano, I l Messaggero di Roma,
Il Tempo di Roma, La Nazione di Fi renze, Il Resto del Carl i no di Bolog na.

Organi ufficiali di partiti politici:

La Voce Repubblicana del Partito Repubblicano Italiano (Roma) , Il Popolo della


Democrazia Cristiana (Roma) , L'U nità del Partito Comunista Italiano (Roma) ,
L'Avanti ! d e l Partito Social ista Italiano (Roma), Il Secolo d e l Movimento Sociale
Italiano (Roma) .

, fUnità
UIU •�
•• t.trJ\ I Ol H OrlOIWI 1'9S

293

fil
• Q)

e:
Cll
>
+Wi·M"·'rti•u·:-,1g.1tili3:!Jilili\1ijtliijl!.!;J!!3M -
· Inflazione o

IL POPOLO ··=�
e
a ottobre: + 10/o o
· - Non cresceva e:
Q)
così da mesi ()

IJ pelforwrtWt
n. resta
Q)
llkht• difa>n1e 11 ""'�� Jii ,'Ùfqlle

l � u"'
:J
'O

seni.a <<alternative>>

Oggi �gan par1a all'O:N


L'Est declama volontà di

1� i...!.=:":=..: :!'::.!...-=-� :=..--=


-.... .. .._ - .. _ ....
i" . ... .. - ........ - ...

Giornali organi di partiti politici.


Stampa Cattolica:

L'Osservatore Romano (Città del Vaticano) , La Fam iglia C ristiana (Cu neo) .

Per i q u otidiani sportivi si veda a pag. 1 77 U n ità n. 8.

Segue poi u na l u n ga serie di settimanali i l l ustrati, di settimanali per la donna,


di riviste scientifiche, di arredamento, di varia d ivulgazione.

294
o

�::i
O"
Cll
e:
Cll
>
o
e
o
e:
Q)
u
Q)
::i
"O

Riviste di varia natura.


La televisione

Grande spazio prende, oggi, la televisione, special mente in Ital ia. Accanto ad
una TV di stato con tre program m i , ci sono u n n u mero i m p recisato d i trasmittenti
private com m e rciali che non i nterrom pono i loro progra m m i nelle ventiquattro ore.

Con la parola "giornale" i ntendiamo una pubbl icazione non solo quotidiana che registra le notizie
del giorno, ma anche setti manali, q u i ndicinali o mensi l i di carattere politico, economico, scientifico,
storico, di attualità, di moda e attività fem m i n i le, di costume ed altro.
Nelle pagine dei q uotidiani italiani sono presenti, in prevalenza, notizie pol itiche, l etterarie, cronaca
di varia natura, notizie econom iche e di sport.
I giornali di maggiore d iffusione i n Italia sono: Il Giornale (di M i lano), Il Corriere della Sera (d i
Milano), Il Messaggero (di Roma), Il Tem po (di Roma), La Stampa (di Torino), La Repubbl ica (di
Roma), La Nazione (di Firenze), il Paese Sera (di Roma), I l Mattino (di Napoli), La Gazzetta del
Mezzog iorno (di Bari), e altri.
Organi ufficiali d i partiti politi c i : L'Unità del Partito Comun ista Italiano, L'Avanti ! del Partito Social ista
Italiano, Il Popolo della Democrazia Cristiana, La Voce Repubbl icana del Partito Repubblicano
Italiano e altri.
La stampa cattol ica: L'Osservatore Romano della Città del Vaticano, L'Avven i re, Fam i g l ia Cristiana,
periodico di Cu neo. 295
L'Italia è forse i l solo Paese i n cui ci sono più q uotidiani sportivi, a diffusione nazionale: I l Corriere
Q)
dello Sport, Tuttosport, La Gazzetta dello Sport. :::i
O'
Segue poi u n a l u nga serie di settimanali i l l u strati : L'Espresso, La Domenica del Corriere, l'Europeo, e
,
Epoca, Panorama ed altri. "()
CO
Settimanali per la donna: G ioia, Anna Bella, Amica, G razia. E
CO
>
Grande spazio prende, oggi, la televisione in Italia. o
e
Accanto ad una TV di Stato con tre prog ra m m i : Raiuno, Raidue, Raitre, DSE (Di parti mento Scuola o
Educazione) ci sono, in n u mero i m precisato, reti private commerciali che trasmettono i loro E
Q)
programmi per 24 ore e che permettono una scelta molto varia e diversificata. o
Q)
:::i
D

21 . Questionario

1. Che cosa è un q u otidiano? 7. L'edizione domenicale dei giornali


2. Quale è la disposizione degli del Suo Paese ha qualcosa di
argor:ienti i n un giornale italiano? speciale?

3. Che cosa è la "testata"? 8. Quali sono le caratteristiche


della stam pa nel Suo Paese?
4. Quali q u otidiani italiani conosce?
9. Ha mai seguito u n p rogramma
5. Si awicini ad u n a edicola televisivo ìtaliano? N e parli.
d i giornali, cerchi di ril evare
più titoli possibi l i e poi ne 1 O. Differenze ed analogie tra la
TV i n Itali a e nel Suo Paese.
parl i con i l Suo i nsegnante.
6. Quale è la l i n g u a tipica
dei giornali italiani?
FRATELLI D'ITALIA
(parole di Goffredo Mameli - musica di Michele Novara)

.J.�
Allegro moderato
i

J 1 @J 1.g; r
sol+ re 7

� u- * tr tr 10 r J

. .J.i; sol + ==--


Fra- tel-
,
li d'I ta- lia,
rt> 7
1'1- ta-
==--s� lia, s'e

�- Qw ÌJ I J1J ìr l!ìr trltir


:__./
J l&J trl
de- sta; del- i'el- mo di Sci- pio s'è cin- ta la te- sta. Do-
m1 - si 7 IDI •

r '·
i@ 18 J ! J ID J l J IF
v'è la vit- to- ria? Le por- ga la c h i o- ma; che

.J.�
P J 1 r IEf r r 1 @r&6f 1J k31. s1.1. se-zi11�
sol ; re i sol + ,

i :__./

i. schia- va

do�
Molto mosso
di
-....
Ro- ma Id- dio la ere- ò.

>

'i t}J ;·.Ji IJ Js9}J J·�JìiJ J«7). J,µ lr j\JjJ J>JI


> cresc. __, >

,.
y
Frate!- li d'I- ta-lia, 1'1- ta-lia s'è desta; dell'elmo di Scipio s'è cinta la
296
. Cii
(J)
j9 y , -� : . •
e
ci:l testa.
> Dov'è la vit- to- ria? Le porga la ch ioma che schiava di
o l-
:r h • .,. . pp
•u

Ji#)! l�,J )':zj: .1 �J' Jd


e
>

i; r- ) J J.' J I .J
o
e:
Q)
()
Q)
,. Ji J
.J.
::i
Ro- ma Id- dio la ere- ò. Stringiam-ci a co- or- te, siam pronti alla .
D
mi + la· mi + do+ rr e.•c . .

i .,I JifJì J ;1#Jdt1J J1 y J!J�J) 1 ' J i. Jl J J1 �)iI


morte, siam pronti alla morte :
rt' · "
t
rrnsc.
1'1- talia
i' ch ia-
sol 7
mò. Stringiam-ci a co-
do+

� J......_ ;\�·i w ;:l· lir J:;-,:1,�6_


-" > .. .>
t
. 1r m· i r o· � 1r i - .11 ·::: -�

or-te, siam pronti alla morte: siam pronti alla morte: l'Italia ch iamò. Si
(parlato)

Fratelli d 'Ital ia Stri ng iamci a coorte


l'Italia s'è desta siam pronti alla morte
dell'elmo di Sci pio siam pronti alla morte
s'è cinta la testa. l'Italia chiamò.

Dov'è la vittoria? Stri ng iamci a coorte


Le porga la chioma siam pronti alla morte
che schiava di Roma siam pronti alla morte
lddio la creò. l'Italia ch iamò! Sì !
·�- . . ..
.'

"

I M PERATIVO (Lei/Lo ro)

dal dentista

I 297
Q)

Q)
<fJ
Cll
e
Cll
>
o
e
o
e
Q)
()
Q) .
::J
.
-o
L' i nfermiera apre la porta della sala d'aspetto e si rivolge ai pazienti i n attesa.

Infermiera:
Signora, tocca a Lei, venga . Signori
R ossi, i ntanto Loro passino in questa
saletta e abbiano pazienza due
m i nuti.

Dentista:
Prego, sig nora, si accomodi q u i .
Signora:
M i raccomando, dottore, non mi
faccia male !
298 Dentista:

15
o N o n si preoccupi . M i faccia vedere ...
Q ual è il dente che Le fa male?

e:

g
Signora:
È q uesto q u i , dottore; mi fa u n male


o
e terri bile. Sono due notti che non
Q)
dormo. Non ne posso più dal dolore.
::J
-o

Dentista:
Vedo ... Sì... q uesto molare ha u na
brutta carie. È necessario fare una
rad iog rafia. Vada nella stanza accanto.
Signorina!
o
In fermiera:
Dica , d ottore!
Dentista:
C'è bisogno d i una radiografia per
questa signora; g liela faccia e me la
porti su bito.
(Pochi m i n uti dopo)
Dentista:
Come temevo, c'è una brutta carie,
però il dente possiamo tentare d i
salvarlo. Dovrò usare i l trapano. Ha
paura del trapano, signora?

Signora:
u n po' ...

Dentista:
299
Su, da brava, ora apra la bocca.
Q)
L'apra bene ... Così... così va bene. Stia >
o
ferma ... Non muova la testa ... Non la e
Cd
giri. e:
Cd
>
Signora: o
e
o
e:
Q)
u
Q)
:::J
D

o
Dentista:
Ecco fatto. Questa volta l'ho medicato.
Ritorni fra sei g iorni.
Signora:
Quanto è, dottore?
Dentista:
Lasci stare. Non ci pensi . Ne
parleremo q uando avrò fin ito i l lavoro.
1 . Scelta multipla

D della sala d'aspetto


1 . L' i nfermiera apre la porta D d ' i n g resso

D dello studio

D ai pazienti
2. La sig nori na si rivolge D ai dottori

D agli odontotecnici

3. A causa del mal d i denti, la


signora da d u e giorni D non può dorm i re
D non può mangiare
D non può usci re

D u n i ncisivo malato
D u n can i no malato
4. La signora mostra al dottore

D u n molare malato

5. I l d ente è D cariato

D
D ottu rato
300 spezzato
o
e: '"'-.
6. Q uanto al dente, i l dentista

Q)
(.)
decide di D estrarlo

D
D cu rarlo
sostitui rio

7. I l dentista, d u rante la pri m a seduta, ha D m ed i cato i l dente


D p u l ito i l dente
D tolto i l dente

D la setti mana successiva


D dopo sei giorn i
8. La signora d eve tornare

D l' i n domani

2. Questionario

1 . A c h i si rivolge l'infermiera? 6. Per la rad iografia dove deve


2. C h i i nvita ad accomodarsi?
andare la sig nora?

3. Che cosa d i ce ai signori Rossi? 7. Che cosa vuol tentare i l medico?

4. Perché la sig nora non dorme 8. Che cosa dovrà usare i l dentista?
da due notti ? 9 . Di c h e cosa ha pau ra la signora?
5. Che cosa ha il dente della 1 O. Quando deve ritornare la signora?
signora?
�-' :
� .
.

·;-..\�-y- . -

3. Rispondere

1 . Potrei tornare tra sei g iorni? - Va bene, torni fra sei giorni.
2. Potrei parlare con i l dentista?
3. Potrei pagare oggi?
4. Potrei guardare la rad iografia?
5. Potremmo telefonare? - Va bene, telefon i n o pure.
6. Potremmo aspettare ancora?
7. Potremmo com i nciare su bito?
8. Potremmo ri posare un po'?

4. Replica re

1 . Devo scrivere una l ettera. - Scriva u na l ettera, se è necessario.


2. Devo correre dal dentista.
301
3. Devo prendere delle medici ne.
o
e
4. Devo smettere di fumare. :::J
o

5. Dobbiamo ris pondere al e:


Q)
telegram ma. - R ispondano al telegramma, se è u

necessario.
6. Dobbiamo chiedere i l conto.
7. Dobbiamo leggere il program ma.
8. Dobbiamo m ettere tutto i n ord i ne.

5. Replica re

1 . Vorrei dorm i re fino a mezzogiorno. - Dorma pure fino a mezzogiorno.


2. Vorrei partire di notte.
3. Vorrei servire il pranzo.
4 . Vorrei avvertire la fam i glia.
5. Vorremmo offri re da bere. - Offrano pure da bere.
6. Vorremmo apri re q u esto pacco.
7. Vorremmo seg u i re q u esto corso.
8. Vorremmo sentire un pezzetto
di q u esta torta.
6. Trasformare

1 . Deve fin i re il lavoro. - Finisca il lavoro.


2. Deve sped i re la raccomandata.
3. Deve pro i b i re di fumare i n classe.
4. Deve p u l i re la macchi na.
5. Devono f i n i re i l lavoro. - Fin iscano il lavoro.
6. Devono sped i re la raccomandata.
7. Devono pro i b i re di fumare i n
classe.
8. Devono p u l i re la macchi na.

7. Trasformare

1 . Si alzi presto domatti na. - Si alzi no presto domatti na.


2. Si accomodi pu re.
302 3. Non si preoccupi.
Q)
::J
'O 4. Si ricordi d i prendere tutto.
o
c: 5. Si fermi qualche giorno.


Q)
u
6. Non si d i mentichi di telefonare.

o
I

nella sala d'aspetto, pazienti in attesa


8. Replicare

1 . Desidero cam biare casa. - La cam b i p u re.


2. Desidero cantare u n a canzone.
3. Desidero aspettare la signora.
4. Desidero organizzare u na
escu rsione.
5. Desideriamo i nvitare le sig norine. - Le i nvitino pu re.
6. Desideriamo ascoltare queste
cassette.
7. Desideriamo g uardare queste foto.
8. Desideriamo p rovare q u este
scarpe.

9. Rispondere

1 . Possiamo mangiare q u esti


pasticci ni? - E perché no, l i mangi no pu re.
303
2. Possiamo raccontare q uei fatti?
-�
3. Possiamo ascoltare q u ei dischi? o
e:


4. Possiamo fotocopiare questi fogli? Q)
o

5. Posso fumare u na si garetta? - E perché no, la fu m i p u re.


6. Posso invitare anche Maria?
7. Posso guardare la televisione?
8. Posso preparare la colazione?

1 0. Replicare

1 . Dovrei telefonare a m i o pad re. - G l i telefoni p u re.


2. Dovrei scrivere a Luigi.
3. Dovrei rispondere al professore.
4. Dovrei parlare al di rettore.
5. Dovremmo telefonare a nostra
mad re. - Le telefonino p u re.
6. Dovremmo scrivere a Lu isa.
7. Dovremmo rispondere alla
direttrice.
8. Dovremmo parlare alla
professoressa.
1 1 . Completare

1 . C hieda questo favore al Suo


amico, - glielo chieda su bito.
2. Offra u n aperitivo agli ospiti,
3. Mandi u n bel regalo al professore,
4. Compri un bel l i b ro a Piero,
5. Presenti i Suoi amici alla si gnori na,- glieli presenti su bito.
6. Consegni questi documenti alla
di rettrice,
7. Porti questi fiori alla signora,
8. Prepari q u esti pani n i ai ragazzi,

1 2. Trasformare

1 . Vada a casa. - Vadano a casa.


2. Stia con noi.
304
o
3. Veng� da noi.

CO 4. Dica la verità
::J
CY
o 5. Faccia attenzione.
e:

J;;
Q)
()
6. M i dia u na mano.
7. Abbia pazienza.
8. Sia gentile.

1 3. Completare

1 . Se non vuole andare al cinema, - non ci vada.


2. Se non vuole ven i re a lezione,
3. Se non vuole restare a casa,
4. Se non vuole stare q u i ,
5 . Se n o n vuole portare i f i g l i a
teatro, - non ce li porti.
6. Se non vuole accom pagnare g l i
amici al centro,
7. Se non vuole mettere questi
vestiti nella valigia,
8. S e non vuole lasciare i bagagl i
a l l a stazione,
1 4. Completare (con l'im perativo)

1 . Signora, tocca a Lei, _______ . Signori Rossi, intanto


Loro in q uesta saletta e pazienza due
m i n uti.
2. Prego, signora, si _______ qui.
3 . Mi raccomando, dottore, n o n mi _______ male!
4 . Non si . Mi vedere ...
5. È necessario fare una rad iog rafia. _______ nella stanza accanto.
6. Signori na! - , dottore!
7. C'è bisog no d i una rad iog rafia per q uesta signora; g l iela _______

e me la su bito.
8. Su, da brava, ora la bocca. L' �---- bene; così... così va
bene. ferma... Non la testa ... Non la_____

9. Ecco fatto. fra sei g iorni.


1 O. Quanto è dottore? - _____ stare. Non ci _____ . Ne parleremo
quando avrò fi n ito il lavoro.
305
Q)
:::J
cr
e
o

A E NOI
o
e:


Q)
()

JJ W M AR
B 3 E FZ O H
O R F LL Z
Y /\/\ M N L
1 4 0 F � LU I

I Il• <4P 'I• " • • I' ..

Dal l'ocu lista. Controllo della vista: A(a), B(bi), C (ci), D(di), E(e), F(effe), G (gi),
H (acca), l (i), L(elle), M (enime) , N (enne), O (o), P(pi), Q(cu), R(erre), S (esse),
T(ti), U(u), V(vu), Z(zeta).
1 5. Completare (con i pronomi)

1 . Signora, tocca a _____ , venga.


2. Prego, signora, accomodi q u i .
3. raccomando, dottore, non _____ faccia male!
4. Sono due notti che non d ormo. Non posso più dal dolore.
5. Non preoccu pi. _____ faccia vedere ... Q u al è i l
dente che fa male?
6. C'è bisogno d i u n a radiografia per q u esta sig nora; _____ faccia e
___ ___ porti su bito.
7. Su, da brava, o ra apra la bocca! 'apra bene . ... Così... così va
bene. Stia ferma ... Non m uova la testa ... Non g i ri.
8. Ecco fatto. Q u esta volta ' ho medicato. R itorni fra sei g iorni.
9. Non pensi. parleremo quando avrò fi nito il lavoro.

1 6. Completare (con le preposizioni)

306 'aspetto e si
1 . L'i nfermiera apre la porta sala
Q)
Ul rivolge pazienti attesa.
o
e: 2. Signora, tocca Lei, venga. Signori Rossi, i ntanto Loro

g;
Q)
(.) passino q uesta saletta.
3. Sono due notti che non dormo. Non ne posso p i ù dolore.
4. C'è bisogno u n a rad iog rafia q uesta signora.
5. Come temevo, c'è una brutta carie, però i l dente possiamo
tentare salvarlo. Dovrò usare il trapano. Ha pau ra ____

trapano, signora?

1 7. Completare le frasi

1 . L' i nfermiera apre la porta della __________________,

2. Si rivolge ai -------;

3. S i g nora, tocca _______________________,

4. Prego, sig nora si ______________________,

5. M i raccomando, d ottore, non ___________________,

6. Q ual è i l d ente che _____________________,

7. Q u esto molare ha _________________________,

8. È necessario fare -------;

9. I l d ente possiamo tentare di --------..

1 0. H a pau ra del _________________________,


- Che dolore! Muoio dal dolore!

1 8. Riord i n a re le parole

1 . la - sala - si - pazienti - apre - della - e - ai - attesa. - L'i nferm iera - porta


d'aspetto - rivolge - i n
2 . i ntanto - i n - e - d u e - Sig nori - Loro - questa - abbiano - m i nuti. - Rossi,
passino - saletta - pazienza
307
Q)
:i:::
Q)
1 9. Combinare le parti di frase (/)
.8
e


Q)
()
1 . L' i nferm iera apre i s i g nori Rossi ai pazienti d'aspetto
si la porta ad accomodarsi
prega la sig nora di avere in attesa
invita rivolge della sala pazienza

20. Fare la domanda

1 . A c h i si rivolge l'i nferm iera? - L'inferm iera si rivolge ai pazienti in


attesa.
2. ? - Tocca alla signora.
3. ? - I signori passano in u n a saletta.
4. ? - È q uesto q u i , dottore, i l dente che m i
fa male.
5. ? - C'è bisog no di una rad iog rafia.
6. ? - C'è u n a brutta carie.
7. ? - Sì, ho pau ra del trapano.
8. ? - Lasci stare. Ne parleremo q uando avrò
finito il lavoro.
I M PERATIVO (Lei-Loro)

PARL-ARE. SCR1V-ERE

(Lei) (Lei)
(non) ad alta voce! (non) questa
(Loro) (Loro) lettera!

PART-I R E FI N -IR E

(Lei) (Lei)
(non) domani ! (non) presto!
(Loro) (Loro)

Uso prevalente dell'impèrativo

308 • comando o invito (Si accomodi q u i e attenda!)


:g
o
• consiglio (M i ascolti, aspetti qualche giorno prima di part i re!)
e
• preghiera (M i raccomando, non mi faccia male! )
_g;
Q.)
u

I MPERATIVO e p ronomi

Non spedisca questa lettera oggi, spedisca domani !

Fumino una sigaretta, m a la fumino fuori !

I nviti la professoressa, i nviti per telefono!

al p rofessore,
a Suo pad re, gli
Scriva agl i am ici scriva oggi stesso!
'"""
a Sua madre, le

Mi me
mandi una cartolina la mandi appena arriverà!
Ci ce

è stanco, accomodi e si riposi! I


I
si I
Se
sono stanchi, accomodino e si riposino!
I
USO DI Cl

No, ci laviamo con acqua


Vi lavate con acqua calda? ci = noi stessi/e
fredda.
Perché chiami quel s i gnore? Perché ci i nd ichi la strada. ci = a noi
Perché le mandate dei fiori? Perché ci aiuta sempre. ci = noi
Quel signore ti ha salutata. Ah sì? Non ci ho fatto caso.
Penserai a quello che ti
Ilo detto ? Sì, ci penserò. ci = a ciò, a
Tu non credi a quello che questa o
scrive? No, non ci credo. quella cosa
Ti sei abituato a bere i l No, non mi ci sono
vino? abituato.
Sì, ci andrò sabato,
ci resterò solo due giorni, ci = in questo
Andrai a Venezia ?
ma c i ritornerò d u rante le o quel luogo
vacanze.
Sì. C'era una volta una ci + essere =
M i racconti una fiaba? 309
bam bina piccola, piccola... esistere, trovarsi Q)
>
Come stai con Ma rco e la Ci sto bene, mi ci trovo o
e
sua famiglia? bene. o
e:


Q)
Perché non parli con il Ci parlerò senz'altro. o
ci = con questa
segretario?
o quella
Posso giocare con il tuo No, è meglio che non ci persona (cosa)
cane? giuochi e non ci scherzi.
J
Perché lo butti Non fumo più e non so
quest'accendi no? che cosa farci.
Hai una sigaretta? Mi dispiace, non ce l' ho.
Devo accendere la luce? Sì, non ci si vede bene qui.
Perché parli così forte? Perché l u i ci sente poco. ci pleonastico
C'è un posto l i bero? No, qui non c'è posto. ""

Va' pure, ci sto attenta io


Posso uscire?
al bambino.
r

Quanto tempo occorre per


Ci vorranno due giorni.
riparare la macchi na? ci i n locuzioni
Non ri usci rà a finirla per No, non ce la farò fisse
domatti na? sicuramente.
USO DI NE

Quanti romanzi hai


letto in questo Ne ho l etti tanti.
periodo? ne = partitivo
Hai scritto delle No, non ne ho
cartoli ne? scritta nessu na.
Posso parlarti
Sì, parlarne ne adesso.
adesso d i l ui
Parlerai allo zio
della mia Si, glie ne parlerò.
proposta ne = di l ui, di lei
S u b i rai le conseguenze di loro, di esso,
Sì, pu rtroppo ne
di tutto quello che di ciò, d i questa
s u b i rò le conseguenze.
hai fàtto. o quella cosa
C h i è l'autore di questo
Ne sono io l'autore.

C � e vuoi che ne pensi?


quadro
C h e pensi del mio
vestito E sem plicemente bello.
È uscito da Sì, ne è uscito compie-
31 0
quell' osteria tamente u b riaco. ne = da q uesto o
o È tornato dagli Sì, ne è ritornato quel luogo
Q)
'6
Stati U niti ricco sfondato.
o
e: N o, non me ne i m porta
Non mi vuoi più bene?

Q)
() più niente di te.
Di persone sim patiche
È sim patico? come l u i ne ho
conosci ute poche.
Sì, d i l i bri ne ho letti
Hai letto molti l ib ri
tanti.
Sai p i ù n iente Che vuoi che ne sappia ne = pleonastico
di Giorgio di l u i .
N iente. M e ne sto q u i
Che fai lì? buono buono e
aspetto. ,.---

Sì, me ne vado
Lasci questo Paese? finalmente da qui , me
ne ritorno a casa.
Si è offeso? Sì, se n'è avuto a male.
Sei stanco di fare q uesto
Sì, non ne posso più .
lavoro?
La tua amica è ne = i n locuzioni
Sì, me ne vuole .
arrabbiata con te? fisse
Valeva la pena d i fa re N o, non ne valeva la
tutto questo viaggio pena.
r"' - : :·- ·- - . •: - - I -. lì <""" � - - .. .. - ..J ...... 1 1 ..... ...._ : ..... . . : � .....
LESSI CO

1 . - Mi raccomando, d ottore, non m i faccia male!


2. - Ecco le chiavi della macchi na, ma, mi raccomando, vada piano!
3. - Sono due notti che non dormo. Non ne posso più dal dolore !
4. - Sono stanco, sono stufo, non ne posso più!
5. - Vada nella stanza accanto, è questione di poch i istanti.
6. - Quanto tempo ci vuole per riparare q uesto orologio?
- Bisog na vede re q ual è il guasto: può essere questione di u n'ora o di un
g iorno.
7. - Presto! La signora nori si sente bene, c 'è bisogno di un med ico.

1 . - Il dottore ti ha visitato ?
- Sì. La malattia non è g rave
e questa è la ncetta dei/e
medicine.
2. - Ha fatto una brutta caduta: 31 1
forse si è fratturato una ()
gamba; l'hanno portato al '"O
e
pronto soccorso. ::i
o

3. - Perché sem pre questa e:


Q)
febbre, dottore? Di che ()

malattia si tratta?
- Non si preoccupi, è solo
un 'influenza; ma è
fastid iosa e deve
Con i bamb i n i c'è bisogno di tanta pazienza. riguardarsi.

FUNZIONI ATTI COMUNICATIVI

Raccomandare, pregare - Mi raccomando,


dottore, non mi faccia male!
di fare o non fare - La p rego1

Porre u n fatto come


c'è bisogno di
è necessario fare una
I
- Sig nori na,
necessario è i n d ispensabile radiografia.
è bene

non è necessario
Porre u n fatto come
- S ignori na, non bisogna far n iente.
non necessario
non i mporta
I
'
.
>
.

-
. '

'

Dettare il testo che segu e

Dal dentista

L'i nferm iera apre la porta della sala d'aspetto e si rivolge ai pazienti
in attesa. I nvita la s i g nora ad accomodarsi perché è il suo t u rno e prega
i signori R ossi di avere pazienza ancora u n po'.
La signora entra nel lo studio del dentista, si accomoda sulla
poltrona e, preoccupatissima, d ice: - La prego, dottore, non m i faccia
male, abbia molta pazienza con me perché ho u n a g ran pau ra!
- Si tran q u i l l izzi, non tema - risponde i l dentista - se necessario
faremo un'anestesia e Le assicuro che non senti rà q uasi n iente.
La signora ind ica al dottore il dente che le fa male e che non la fa
dormire da due notti.
I l dentista rileva nel molare malato u n a brutta carie. La rad iografia,
che ord ina, conferma un danno abbastanza esteso, ma com u nque
c u rabile
Dopo l'anestesia, i n izia un del icato lavoro d i trapano.
Alla fine stabil isce i l prog ramma delle sedute futu re per la cura,
l'otturazione, fino al recu pero com pleto del molare.
31 2
"i3

15
'6

e:
o
2 1 . Leggere attentamente il testo che precede e ri petere a li bro chiuso

jg
Q)
u

22. Che cosa significa

1 . L'i nfermiera
2. Sala d'aspetto
3. Temere
4. Anestesia
5. Carie
6. Trapano
7. Non ne posso più
23. Completa re il dialogo li beramente

1 . Dentista - Prego, signor E n rico, si accomodi q u i !


E n rico

2. Dentista - Non si preoccupi. Mi faccia vedere.


E n rico

3. Dentista - È vero, questo molare ha u na brutta carie e c'è bisogno del


trapano.
E n rico

4. Dentista - Ha pau ra del trapano?


E n rico

5. Dentista - Bene, allora faremo u n'anestesia e non senti rà niente ...


E n rico

24. Domande personalizzate


31 3
1 . Quali sono i nomi precisi dei denti?
2. Assistenza medica pubblica e privata nel Suo Paese.
3. Le piacerebbe essere medico? E perché?
4. I Suoi appu ntamenti con il dentista.

25. Per la composizione scritta

1 . La medicina oggi: cuore di plastica, cuore u mano, cuore di babbui no.


2. Ad un parente all'ospedale scriva u na lettera, s pieghi perché è stato
im possi bile andare a trovarlo e comu nichi qualche buona notizia per ._

"ti rarlo su".

AP.28
.
·
ESERCIZI DI R EI M PI EGO E CONTROLLO
ITALIA OGGI

L'Italia è una democrazia rappresentativa, fondata su g randi forze popolari più


sen·sibili a forme di solidari età collettiva che a forme di i ndividualismo.
Il governo è parlamentare, non popolare.
L'economia, per vastiss i m i settori è, o d ovrebbe essere, governata dal
Parlamento. Ed è d ivisa fra u na parte p rivata (le società) e u na parte p u b blica (le
aziende ENI, I R I , EN EL, ecc.) ( 1 ).
Esistono poi più centri che esercitano u n potere non controllabile dal
Parlamento (la Magistratu ra, le Regioni, la Corte Costituzionale) .
L o Stato pertanto si p.uò defin i re u n o stato sociale con forti con notati
assistenziali.

31 4

Alcide De Gasperi
( 1 88 1 - 1 954) L uigi Einaudi
Presidente del ( 1 8 74-1961)
Consiglio dei Presidente del
Ministri dal 1 945 Repubblica da
al 1 953. 1 948 al 1 955.

La società politica in Italia

La società politica italiana dal 1 943-45, con la caduta del regi m e fascista e la
cad uta del neo-fascismo (come m i noranza che tiene i l potere col supporto militare
nazista) è caratterizzata:
1 . - dalla centralità dei partiti antifascisti che hanno ricostruito l'Italia i n tutti i sensi
nel vuoto della società civi le e delle istituzio n i ;
2. d a l l a pluralità dei partiti (favorita d a l l a legge elettorale, fondata s u l l a
-

proporzionale p u ra) nesS U i lO d e i q u a l i g o d e della maggioranza assoluta;


3. dalla escl usione dal potere del neofascismo, che rifiuta la Costituzione
-

Repubbl icana e del P.C.I. (Partito Comu n ista Italiano) , che rifi uta le alleanze
occidentali;
4. - dalla necessità d i ricorrere a coalizioni centriste, tra partiti non sempre omogene
(ora di centro-destra, ora di centro-s i n istra) : coalizioni che, in genere, sono assai
i nstabili e talora anche conflittuali.

(1 ) - ENI - Ente N azionale I d rocarbu ri .


IRI - I stituto per la Ricostruzione I ndustriale.
ENEL - Ente N azionale per l'Energia Elettrica.
31 5
' ()
'6
e
:::l
O'
o
e:


(])
()

I simboli dei maggiori.partiti politici italiani.

I partiti politici
I partiti protagon isti della vita pol itica italiana del dopoguerra sono:
D.C. (Democrazia C ristiana)
P.D.S. (Partito Democratico d e l la Sinistra)
P.S.I. (Partito Social ista Italiano)
P.S.D.I. (Partito Socialista Democratico Ital iano)
LEGA
RIFONDAZIO N E COMU N I STA
P.R.I. (Partito Repubblicano Ital iano)
P.L.I. (Partito Li berale Ital iano)
M.S.I. (Movimento Sociale Italiano - Destra Nazionale)
Natu ra d iversa, più d i movimento che d i partito, anzi spesso d i antipartito, hanno
il Partito Rad icale e le Leghe che hanno raccolto percentuali sorprendenti.
È stata evidente la pre m i nenza della D.C. e del P.C.I. (oggi d iviso i n P.D.S. e
R ifondazione Comun ista) che assieme hanno raccolto, i n passato, la mag g ioranza
del consenso elettorale. Per c u i i possi bili governi si devono costit u i re attorno ad uno
di questi partiti. Ma soltanto la D.C. è stata capace d i coal izzare altre forze o i n
posizione subalterna o i n posizione paritaria.
Q u i n d i il sistema si presenta come sistema i nsieme i nstabile e stabilmente
bloccato.

I
' ". '
. ->.'.
,....- -• .

'
'�- ""

L'Italia è u n a democrazia rappresentativa fondata su g randi forze popolari.


La democrazia nasce con la fine del reg i m e fascista nel 1 945.
Siamo nel 1 948: le prime elezioni pol itiche.
E l e e lezioni di ogg i : sem pre i n un c l i ma di grande l i bertà e autonom ia.
Un po' di storia: 25 Aprile 1 945, l'Italia è l i berata dàl nazifascismo.
Alcide De Gasperi, della Democrazia Cristiana, è alla g u ida del governo; cerca di riportare la vita
316 del Paese alla normalità con moderazione ed equilibrio.
u Lo stesso con Pal m i ro Tog l i atti, seg retario del Partito Comun ista Italiano e con Pietro Nenni,
"O segretario del Partito Socialista Italiano.
Q)
(/) Ecco Pietro N e n n i mentre s i prepara a parlare alla gente.
o Ed Alcide De Gasperi d u rante un comizio.
e: E Pal m i ro Tog l iatti.
Q)
u I protagon isti della vita politica italiana sono i partiti . Questi i loro simbo l i : la Democrazia Cristiana, il
� Partito Comun ista Italiano, il Partito Social ista Italiano, il Partito Repubblicano Italiano, il Partito
Socialdemocratico Italiano, il Partito Liberale Ital iano, il Movimento Sociale Italiano-Destra Nazionale,
Democrazia Proletaria, il Partito Radicale.
Poiché ness u n partito politico supera il 50% dei voti, i l governo - ecco la sala dove i m i nistri si
riu n iscono - nasce dal l'incontro di p i ù forze politiche che formano u n a coalizione.
Il Presidente del Consiglio, Capo del Governo, è nominato dal Presidente della Repubblica.
Esistono poi p i ù organ ismi istituzionali che esercitano un potere autonomo dal Parlamento : l a
Magistratura, le Regioni e la Corte Costituzionale, d i cui vediamo le im mag i n i, che ha lo scopo d i
controllare i l rispetto della Costituzione Repubblicana da parte di tutti g l i organi dello Stato.

26. Questionario

1 . Come si può d efi n i re lo Stato 5, Q uali coalizioni hanno governato


Italiano? l'Italia nel dopoguerra?
2. Q uale è la nat u ra del governo 6. S u quali elementi è basata la
itali ano? società politica italiana?
3. Da chi è governata l'economia 7. Q uali sono e quali orientamenti politic
ital iana? es pri mono i partiti politici italiani?
4. Quali sono g l i altri centri di potere 8. Q u a l i sono i due più g randi partiti
i n d i pendenti dal Parlamento? italiani e le relative percentuali?
I M PERATIVO (tu/noi/voi)

ferragosto
31 7

'fil
Q)

cn
cn
Cll
" ()
D
o
e:


Q)
u
Tempo d i vacanze: molti Ital iani si mettono i n viagg i o con la famiglia e si
d i rigono verso i l mare, i lag hi, i monti ...

(Preparativi)

Giuseppe:
Clara, passami q uella val igia!
Clara:
Quale?
Giuseppe:
Quella g rande. E prendi la sedia a
-
sdraio.
Clara:
Scusa, G iuseppe, ma non la vedo.
Giuseppe:
È lì, d i etro i l tavolo da cam peggio.
Portala q u i ! Presto! Prendi anche il
cestino per il picnic.
Clara:
E dove l i metto?
Giuseppe:
31 8 Dal/i a me. E l'ombrellone? Cerca
o

l'ombrellone!
o

-g
o Clara:
Eccolo! Non ti innervosire !
e:

_g;
Cl)
u

Giuseppe:
Ho fatto. Chiama i ragazzi ! S i parte!
Ragazzi:
Possiamo portare anche le racchette
da tennis?
Giuseppe:
Fate come volete, ma muovetevi!
Ragazzi:
A l lora portiamole !
Giuseppe:
Chiudete bene g l i sportelli, allacciate
le ci ntu re. Partiamo !
(Sulla strada)

Clara:
Giuseppe, m i raccomando, va piano!
Giuseppe:
Ma vado a sessanta c h i lometri all'ora!
Clara:
Vai troppo veloce per me; q u i n d i
fammi il piacere, rallenta!
Giuseppe:
Così non arriveremo mai !
Clara:
Non fa n iente. Meglio arrivare tardi
che mai. Fa attenzione a quella
bicicletta!

31 9
Giuseppe:
La sorpasso! Q)
>
o
e
Clara: e

No, non farlo I Non sorpassarla I O u i è -�


(.)
pericoloso. "O
o

Giuseppe: e:


Q)
(.)
Invece la sorpasso!
Clara:
Metti la freccia! Suona i
Giuseppe:
Non posso suonare, sono i n un centro
abitato.

E allora non suonare . . . Perché


Clara:

suonano le macc h i n e dietro?


Giuseppe:
Perché vado troppo piano.
Clara:
E allora che aspetti? I l centro abitato
l'hai superato. Va p i ù svelto ! Sbrigati!
Corri!
Giuseppe:
-... ?!
1 . Scelta mu lti pla

1 . G iuseppe chiede alla moglie di passargli D la borsa


D la valigia
D i l sacco

2. La sedia a sdraio è D d i etro i l tavolo da campeg


D d i etro la porta
D d i etro la macc h i n a

3 . G i useppe non riesce a trovare D g l i occhiali


D la patente
D l'ombrellone

4. Clara dice al marito di non D p reoccu parsi


D i n nervosi rsi
D arrabbiarsi

5. I ragazzi chiedono se possono portare D le racchette da ten nis


D le palle da tennis
D l e scarpe da ten nis

320 6. Pri m a di parti re, G iuseppe raccomanda


� d i chiudere D g l i sporte l l i
Q)
> D l'acqua
o
e: D il gas


Q)
u
7. G iuseppe va a D 80 Km. all'ora
D 60 Km. all'o ra
D 1 00 Km. all'ora

8. U n proverbio italiano dice: m eg l i o arrivare


tardi che D domani
D mai
D non arrivare

D una bicicletta
9. G i useppe vuol sorpassare D u n'automob i l e

D u n autotreno

1 O. G iuseppe non può suonare perché è D i n u n centro abitato


D vici no al l'ospedale
D vicino a una scuola

"
Finalmente sulla spiaggia!
2. Vero o Falso?

V F
1 . I l marito si mette i n viaggio per motivi
di lavoro. D D
2. Ch iede alla mog l ie d i passargl i la
val ig ia g rande. D D
3. I ragazzi decidono d i non portare le 321
racchette da tenn is. D D o
e
:::J

4. G i useppe d ice d i chiudere bene g l i sporte l l i . D D e:


Q)
>
5. G i useppe d ice d i allacciare la g iacca. D D o
e:


Q)
6. Clara raccomanda al marito d i andare piano D D u

7. Clara pensa che a q uella velocità non


arriveranno mai. D D
8. Megl i o arrivare tardi che mai. D D
9. Le macchine d i etro suonano perché
G i useppe va molto piano. D o
1 O. Alla fine, Clara raccomanda al marito d i sbrigarsi. D D

3. Questionario

1 . Dove si d i ri gono g l i Italiani i n 5. Che cosa raccomanda alla fami g l i a


vacanza? al momento d e l l a partenza?
2. G iuseppe che cosa carica i n 6. Clara che cosa raccomanda
macchina? al marito?
3. Che cosa chiedono i ragazzi 7. La moglie è tranq u i l l a o p reoccu pata
prima di parti re? quando il marito guida?
4. Cosa ris ponde il pad re?
4. Completare

1 . Se vuoi studiare, - stud ia!


2. Se vuoi lavorare,
3. Se vuoi restare,
4. Se vuoi entrare,
5. Se vuoi telefonare,
6. Se vuoi aspettare,

5. Completare

1 . Se hai voglia d i leggere, - leggi!


2. Se hai voglia di scrivere,
3. Se hai voglia di rispondere,
4. Se hai voglia di dorm i re,
5. Se hai voglia di parti re,
322
Q)
6. S e hai vog l ia di prosegu i re,
:::l
'O

Q)
> 6. Trasformare
o
e:


Q)
(.) 1 . Dorm i ancora! - Non dorm i re p i ù !
2. Mangia ancora!
3. Leggi ancora!
4. Aspetta ancora!
5. Parla ancora!
6. Scrivi ancora!

7. Com pletare

1 . S e dobbiamo entra re, - entriamo!


2. S e dobbiamo usci re,
3. Se dobbiamo sali re,
4. Se dobbiamo scendere,
5. Se dobbiamo rimanere,
6. Se dobbiamo s mettere,
8. Comp letare
_
1 . Se volete correre, - correte!
2. Se volete rispondere,
3. Se volete leggere,
4. Se non volete tornare, - non tornate!
5. Se non volete ascoltare,
6. Se non volete andare,

9. Completare

1 . Se vuoi accomodarti, :---- accomodati!


2. Se vuoi ri posarti,
3. Se vuoi avvici nart i ,
4 . Se vuoi prepararti,
5. Se vuoi alzarti,
323

6. Se vuoi lavarti ,


Q)
1 0. Trasformare >
o
-e


Q)
u
1 . Alzati! - Non alzarti !
2. Fermati !
3. Preparati!
4. Allontanati!
5. Accomodati!
6. Ri posati!

1 1 . Completare

1 . Se dobbiamo alzarci, - alziamoci!


2. Se dobbiamo fermarci,
3. Se dobbiamo prepararci,
4. Se volete ri posarvi, - ri posatevi '
5. Se volete accomodarvi,
6. Se volete avvicinarvi,
1 2. Compl etare

1 . Se vuoi fu mare u na sigaretta, - fumala!


2. Se vuoi cam biare la macchi na,
3. Se vuoi leggere q uesta rivista,

I
4. Se vuoi scrivere u na lettera,
5. Se non vuoi i nvitare Mario, - non i nvitarlo!
6. Se non vuoi fare l'esame,
7. Se non vuoi cam biare
appartamento,
8. Se non vuoi chiudere i l
finestri no,

1 3. R ispondere

1 . Possiamo ascoltare q u esta


cassetta? - E perché no, ascoltatela!
324
2. Possiamo salutare Clara?
3. Possiamo tenere ancora l a
vostra rivista?
4. Possiamo portare la racchetta
da tennis?
5. Possiamo p rendere la vostra
borsa?
6. Possiamo comp rare u na n u ova
cassetta?
o '
1 4. Replica re

1 . Dovrei telefonare a m i o pad re. - Telefonagli pure!


2. Dovrei scrivere a Luigi.
3. Dovrei rispondere al professore.
4. Dovremmo telefonare a nostra
mad re. - Telefonatele p u re!
5. Dovremmo scrivere a Clara.
6. Dovremmo rispondere alla
professoressa.

1 5. Compl etare

1 . Ho bisogno di quella chiave,


(consegnare) - consegnamela!
2. Ho bisogno di quella rivista, 325
(passare)
3. Ho bisogno d i una val i g ia,
(prestare)
4. Ho bisogno d i quella ricetta,
(scrivere)
5. H o bisogno d i una cravatta,
(comprare)
6. H o bisogno d i una buona
sistemazione, (trovare)

1 6. Trasformare

1 . Paolo, va via! - Non andare via!


2. Paolo, vieni q u i !
3 . Paolo, d i' tutto!
4. Paolo, s i i q u i alle 7!
5. Paolo, abbi pazienza con lei!
6. Paolo, fa attenzione!
7. Paolo, sta zitto!
8. Paolo, dà a Maria il tuo i n d i rizzo!
1 7. Completare

1 . Se vuoi andare a casa, - vacci!


2. Se vuoi andare al cinema,
3. Se vuoi andare al centro,
4. Se non vuoi andare a lezione, - non andarci!
5. Se non vuoi andare i n bi blioteca,
6. Se non vuoi andare i n banca,

326

.• ... .

il picnic sulla spiaggia

1 8. Completare

1 . Se vuoi fare q u esto lavoro, - fallo su bito!


2. Se vuoi fare q uesto esame,
3. Se vuoi fare q u esto viagg i o,
4. Se vuoi d i re la verità, - d i l l a su bito!
5. Se vuoi d i re u na barzelletta,
6. Se vuoi d i re la tua opi nione,
9 . Completare (con l'i m perativo)

1 . Clara, ______ q uella valigia! Quella grande. E ______ la


sed ia a sdraio.
2. , G i useppe, ma non la vedo.
3. (La sedi a a sdraio) è lì, dietro il tavolo da cam peggio. _______ qui!
Presto! anche il cestino per il pic-n ic!
4. Dove l i metto? - a me. E l'ombrellone?
_______ l'ombrellone!
5. Eccolo! Non _______

6. H o fatto. _______ i ragazzi ! S i parte!


7. come volete, ma _______

8. bene g l i sportelli, _______ le cinture.

!O. Completare (con l ' i m perativo)

1 . G i useppe, mi raccomando, _____ piano! 327

m
2. Vai troppo veloce per me; q u i ndi, _____ il piacere, _______ Q)

3. Meglio arrivare tardi che mai. attenzione a quella bicicletta! cn



4. la freccia! _____
Q)
>
o
5. E allora non e:


_____
Q)
u
6. I l centro abitato l' hai su perato. _____ più svelto! _______

_____ !

. �-1-A\
. ___,.,__
.--
- .

il giuoco della pallanuoto ·

il tuffo
21 . Completare (con i pronomi)

1 . Clara, passa ___ q ue l la valigia!


2. Ma non vedo.
3. È lì, dietro il tavolo da campeggio. Porta ___ qui!
4. Dove ____ metto?
5. Da a . Cerca l'ombrellone!
6. Ecco ! Non i n nervosire!
7. Fate come volete. ma m uovete ____

8. Allora portiamo ___

328
o
:i:::
o
e:
Q)
>
o
e:

_g;
Q)
(.)

il negoziante di articoli da spiaggia aspetta i clienti

22. Completare (con i pronomi)

1 . G i useppe, raccomando, va piano!


2. Vai troppo veloce per ; q u indi, fa _____ i l piacere, rallen
3. Fa attenzione a q uella bicicletta! - _____ sorpasso!
4. No, non far ! Non sorpassar ! Q u i è pericoloso.
5. I nvece _____ sorpasso!
6. I l centro abitato 'hai su perato! Va più svelto !
7. Sbriga _____ ! Corri !
:. Fare una frase con l e parole che seguono

1 . A Ferragosto molti Ital iani ___________________

2. Possiamo portare --�------ ?


3. M i raccomando _______________________

4. Fam m i i l piacere, ______________________

5. Fa attenzione _______________________

6. N o n sorpassare q uella bicicletta perché


7. N o n posso suonare perché
______________

__________________

L Fare la domanda

1 . Cosa fan no molti Ital iani i n


tempo d i vacanze? - S i m ettono i n viagg io.
2. ? - Si m ettono in viagg io con la fam i g l ia. 329
3. ? - Si d i rigono verso il mare, i lag h i , Q)
>
i monti. o
e

4. ? - G iuseppe chiede alla mog lie d i ai utarlo. �


Q)
>
5. ? - La sig nora C lara è vici no al marito.
- È p reoccupata q uando il marito g u ida.
o
e:

J;
Q)
6. ? u

7. - ? - Le macchine dietro suonano, perché


G i useppe va troppo piano.
I M PERATIVO (tu/noi/voi)

PARL- ARE SCRIV-ERE

a d alta q uesta
voce! lettera!

PARTI- I R E FIN-I R E

domani! presto!

330
Cl)
e:

Q)
IMPERATIVO e p ronom i ( e awerbio "ci")

e: Non sped ire questa lettera oggi, spedi sci- domani!

_g;
Q)
o
Fum iamo una sigaretta, fum iamo- -la fuori!
I nvit ate la professoressa, ma i nvitate- per telefono!
Scriv i al professore, scrivi-
Scriv iamo agli amici, scriv iamo- -g l i oggi stesso!
Scriv ete a papà, scrivete-
Mand am i mand a-
u n a cartoli na, -mela appena possi bile!
Mand atemi mand ate-
sei stanco, accomodati e ri pos ati!
Se siamo stanchi, accomod iamoci e ripos iamoci!
siete stanchi, accomod atevi e ri pos atevi!
vacci
vuoi
non and a rci
andare
vogliamo and iamo-
al centro, -ci
volete and ate-
IM PERATIVO - verbi i rregolari -

ANDARE VENIRE
Va (Vai/Va') Vieni
Non a n da re Non ven i re
a lezione
vada a casa! venga domani!
(Non) andiamo (Non) veniamo
a ndate venite
va dano vengano

DARE STARE
Dà (Dai/Da') Sta (Stai/Sta')
Non dare la Non stare
precedenza! in fila!
dia stia
(Non) diamo stiamo
(Non)
date state
diano stiano 331
o
e
:::!
-e
FARE DIRE �
o
-e
Fa (Fai/Fa') Di'

Q)
()
Non fare Non dire
si lenzio! la verità!
faccia dica
(Non) facciamo (Non) diciamo
fate dite
facciano dicano

AVERE ESSERE

Abbi Sii
Non avere Non essere
pazienza
lì pri ma delle 7!
a bbia con l u i ! sia
(Non) a bbiamo (N on) siamo
a bbiate siate
a bbiano siano
DARE/DIRE/FARE PRONOMI (particolarità ortografiche)

-mi ... Dammi u n l i b ro, dammelo su bito!


Dammene al meno u no, per piacere!
-lo
-la Dacci dei soldi, papà! Dacceli, ti
-li preg hiamo! Daccene molti!
da- -m- -me· -le

u no/a Prendi queste sigarette e dalle al


-ne professore
molti/e Se ved i M aria, dalle q u esta borsa!
-ci ...

-lo
-la Dimmi la verità, dimmela!
-li D illa solo a me!
di- -c- -ce- -le D icci come stanno le cose!
Ecco Maria, dille tutto!
u n o/a
-ne
molti/e
332
-lo Fammi u n favore, fa m melo te ne pre
-1- -la non d irmi d i no!
fa- -li Fa . g l i esercizi, ma fa lli dopo cena!
-le

uno/a
-n- -ne
molti/e
-1- -le ...

Attenzione!
Andare e stare si comportano come dare, dire, fare. Q uando i nvece scino
seg uiti dall' i nfi n ito, il pronome o i pronomi sono mobili (Es. Stammi a sentire o
a sentirmi!Vaglielo a dire o va' a dirglielo) .

ANDARSENE

va ttene !
non a nd a rtene!

N o n vog lio ripeterlo, se ne vada !


a ndiamocene!
(non)
a ndatevene!
se ne vadano !
.ESSI CO

1 . - Rallenta, è una stradaccia !


- È veramente una brutta strada, piena d i buche.
2. - È brutto, fuori moda, ti sta stretto. Perché vuoi mettere questo vestitaccio ?
3. - Cerca l'o mbrellone ! (L'om brello g rande per i l sole)
4 - Prendi anche i l cestino per i l picnic.
5. - Per un bam bino piccolino come te, ci vogl iono calzine, scarpine, calzoncini,
maglioncino e cappottino.
6. - H o d i menticato d i portare i l l i b ro.
- Non fa niente, useremo il m io.
7. - Qual è la ragazza che ti piace? Q uesta qui seduta davanti a m e?
- No, m i piace di più quella lì vicino alla porta.

1 . - Peccato! Non è piacevole


stare sulla spiaggia con 333
questo ventaccio Il
vento porta la sabbia neg l i
occhi.
2. - Sai nuotare?
- Un pochino. Mi reggo a
galla .
3. - Il mare è calmo, ogg i ; ieri
- Ha un naso g rande e g rosso che sem bra era molto mosso, era
una patata. pericoloso fare il bagno .
- Sì, ha un nasone veramente sproporzionato.

FUNZIO N I ATTI COM U N I CATIVI

Q
- Fate p u re!
- Possiamo portare - Per me va bene!
Tollerare, permettere

I
le racchette? - Fate come vi
pare!

- Sta attento a quel la bicicletta!


Avverti re, segnalare,
- Fa' attenzione a quella bicicletta!
mettere i n guard i a
- Attento! U na bicicletta!

- Per piacere, ral lenta!


Chiedere di fare o - Ti d ispiace ral lentare?
di non fare - Ti dispiacerebbe rallentare?
- N on sorpassare quella macchina!
Dettare il testo che segue

Ferragosto

Tempo di vacanze: molti Italiani si mettono i n viagg i o con la famiglia e si


d i rigono verso il mare, i laghi, i monti ...
G i useppe sta caricando i bagag l i in macchina e chiede alla moglie di
aiutarlo neg l i ultimi preparativi. A poco a poco ogni cosa trova i l suo posto.
La signora Clara è vici no al marito, già abbastanza nervoso, e fa del suo
meg l io per essere d'aiuto.
I ragazzi, prima di parti re, chiedono se possono portare le racchette da
tennis.
E finalmente, dopo le raccomandazioni di chiudere bene gli sportelli e di
allacciare le c i nture, si parte.
Clara è sem pre preoccu pata quando il marito guida e anche i n q uesta
occasione non fa che raccomandare d i fare attenzione nel centro abitato, di
non s u perare i ciclisti, di rallentare in cu rva e d i mettere la freccia prima del
sorpasso.
Il marito, che conosce bene le pau re della moglie, non le dà ascolto.

334

25. Leggere attentamente i l testo che precede e ri petere a l i b ro chiuso

26. Com binare le parti di frase

I I
1 . G i useppe sta alla moglie le pau re della moglie
chiede caricando i bagagl i aiutarlo
conosce bene di in macc h i na

2. Clara non fa
che raccomandare di non su perare prima del sorpasso
di ral lentare la freccia i ciclisti
di mettere attenzione abitato
di fare nel centro i n cu rva

27. Che cosa significa

1 . Mettersi in viaggio
2. Caricare
3. Fare del proprio meg l i o
4. Dare ascolto
5. Ferragosto
28. Completare le frasi

1 . Molti italiani si mettono in viaggio con la macchina e si d i rigono _____

2. G iuseppe sta caricando i bagagl i i n macc h i n a e chiede alla moglie di __

3. La sig nora C lara fa del suo megl i o per ______________

4. I ragazz i , pri ma d i partire, chiedono se _______________

5. E finalmente, dopo le raccomandazioni di ______________

6. Clara non fa che raccomandare _________________

7. I l marito conosce bene _____________________

i bambini costruiscono castelli di sabbia


335
29. Completare li beramente.

1 . Quando posso disporre di u na vacanza io mi metto in viaggio con ____

2. E m i d i ri go verso _______________________

3. Porto con me ________________________

4. Mentre g u i d o, se q ualcuno m i disturba _______________

5. I ragazzi, q uando van n o i n vacanza, vogliono portare sempre ______

:o. Domande personalizzate

1 . Come organizza la partenza per le vacanze?


2. Quali cose ritiene di dover sempre portare con sé?
3. Quali oggetti, sol itamente, d i mentica?
4. Con q uali persone preferisce andare i n vacanza?

:1 . Per la composizione scritta

1 . U na vacanza a l u ngo i m magi nata e desiderata si è risolta i n una delusione.


2. Più che u na vacanza è stata proprio u n' avventu ra. R acconti!
.
ESERCIZI DI REIM PIEGO E CONTROLLO AP. 28
TRADIZIO N I , FESTE E FOLCLORE

C i sono giorni, nel corso dell'an no, nei quali tutte le attività lavorative si
arrestano.
L'Ital ia dell'ind ustria, l'Ital ia della politica, l'Ital ia deg l i affari, si ferma.
Sono pause che g l i Ital iani dedicano alla celebrazione e alla rievocazione di
particolari momenti della loro storia.
Dal Trenti no alla S icilia si svi lu ppa, specialmente nella buona stagione
(pri m avera, estate, autu n no) , tutta una serie di manifestazioni rel i g i ose e profane:
sfilate in costumi storici, giostre, corse per il palio, competizioni cittadi n e tra rioni,
g ruppi folcloristici, corsi mascherati, bal l i i n costu me.
I n uno sfrenato i m peto di m usica, d i sport, d i orgogliosa esi bizione del proprio
passato, il dovere primo è d ivertirsi e d iverti re.
I n breve e rapida si ntesi ecco una selezione, certamente i ncom pleta e parziale,
di alcu n i episodi del genere che si svolgono nel la Penisola.
I l palio più antico d'Italia. Asti (Piemonte) , il 1 6 settembre i rioni cittad i n i e
quattro com u n i della provi ncia sono i n gara per i l "drappo" di San Secondo. Al
1 275, precisano g l i Astigiani, risale i l pri m o docu mento sulla corsa.

336

Asti. Il Capitano del Palio. Asti. Partendo dalla piazza della cattedrale, il
Carroccio sfila per le vie della città.

Ed è u n palio vero, con cavalli, fanti ni, corse all' ulti mo resp i ro, i m p recazioni,
scommesse, sbandieratori e donzel le i n abiti trecenteschi.
337
Q)

Q)
(/)
El


e
Q)

e:

_g;
Q)
u

Siena. Il Palio. Particolare del corteo storico.

Il Palio di Siena

È la più emozionante e celebre La parteci pazione alla gara, u na corsa


gara tra le "contrade". S i corre nella di cavalli, lanciati all'im pazzata in un
piazza del "Campo" a forma di percorso pericolosissi mo, è corale e
conchi glia, i n cui convergono ben 1 1 appassionata.
strade della città, d u e volte all'an no, i l La vittoria si celebra con ricche cene
2 l u g l i o e i l 1 6 agosto. Dieci contrade all'aperto. A capotavola, al posto
si contendono il "Palio". d'onore, il cavallo vincitore.
Giostra del Saracino di Arezzo e Giostra della Q uintana di Foligno (Perugia)

Sono gare di sapore medievale. Vi partecipano cavalieri armati di lancia che


devono col p i re, correndo a cavallo, u no scudo portato da u n fantoccio mobile.

338

Gubbio (Perugia). Dopo l'alzata, i ceri effettuano


nella piazza tre giri che verranno ripetuti alla
sera con la denominazione di "birate".

I Ceri d1 Gubbio (Perugia)

U na corsa a piedi i n u n a sal ita


proi bitiva, dalla Piazza dei Consoli alla
Bas i l i ca d i Sant'U baldo sul Monte
l ng i no.
Si svolge il 1 5 maggio di ogni
anno con u na parteci pazione della
gente tanto passionale da rag g i u ngere Assisi (Perugia). Folklore: festa del
l' esaltazione e il fanatismo. "Calendimaggio".
La regata storica di Venezia

S i celebra a settembre nel lo scenario s u b lime del Canal G rande vestito a festa.
Sono le quattro celebri Repubbl iche Mari nare: Genova, Pisa, Amalfi e, appu nto,
Venezia, che gareggiano tra loro.

\
. ì
1111 !

. . · · · · · · · · ·-

. ...
------� - '--.-. 11
, JfaiiFiiiiii ff H l
. - -·- ,i... ...... . .
1' " \. � · · 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 ,..._.,._,.."!"

1;.�@� «�t.:

339
Q)
>
o
e
Cll
e:

o
e:

f1
Q)
()

Venezia. Una gondola sulla laguna.

Da qualche anno, anche i l


carnevale è diventato u n grande
affare, e in tutta l'Halia si sono
riscoperte tradizioni e attivate i niziative
per celebrarlo con divertimento e
profitto.

I n Piemonte, ad Ivrea, si fa festa


per i l carnevale. Sulla piazza centrale
viene rappresentata una vicenda
storica: la rivolta del popolo contro i l
tiranno, che risale a l 1 1 94. Offerta d i
rl n l r i P. \li n i n i P. m n ntP.si . Sfi/;:it;:i rii r.arnevale.
I n Lombard ia, in varie località, i n
provi ncia di M antova, i l mercoledì
delle ceneri, si celebra una g rande
"spaghettata" con sfi lata d i "carri
allegorici". I n provincia d i B rescia:
sfi l ate di g ru ppi mascherati nei
cost u m i trad izionali.
Nel Veneto, a Venezia, per d ieci
giorn i sono previste varie i niziative che
si concludono con l'i ncred ibile ballo
generale mascherato i n Piazza San
Marco.

340

Ronciglione (Viterbo). S filata in maschera di


ispirazione disneyana.

Viareggio (Pistoia). Il Carnevale.

N el Lazio è i l carnevale d i
Roncigl ione (Viterbo) che richiama
attenzione e cu riosità.

I n E m i l ia, i n provincia di Modena, si


elegge il "Re della briscola" con danze,
recitazioni e g randi cene.

In Toscana, a parte l'ormai celebre


carnevale di Viareggio, i n provi ncia di
Pistoia e d i Arezzo si tengono, per
Viareggio (Pistoia). Il Carnevale. l'occasione, s i ngolari manifestazioni.
I n Campania e i n Pug l ia, i n p rovi ncia di Avellino e d i B ari, manifestazioni
i nteressanti, tutte legate al carnevale e alle trad izioni popolari locali.

341
o
e
::J
e:
Arezzo. La giostra del Saracino.
al

::J
O"
o
e:


Q)
(.)

Spello (Perugia). La tradizionale "infiorata " .

In Lucania soprawive una


tradizione antichissima che ricorda i ,
riti di pri m avera e le feste dei lontani
abitanti della Basilicata: u n uomo
travestito da albero bussa alle porte
Soriano (Viterbo). Sagra delle castagne. chiedendo offerte.
I n Sardegna fino al secolo scorso
era d iffuso il g ioco del l'anello, oggi
alcune cittad ine (Oristano) celebrano
q uesta g iostra con i l fasto d i u n tem po. Ci sono giorni, nel corso del l'anno, nei quali l'Italia
d e l l ' i n d ustria, l'Italia della politica e l'Italia d eg l i
affari si ferma. Sono g iorni di festa e d i pausa che
servono ag l i italiani per celebrare e ricordare
particolari momenti della loro storia. Ne
descriviamo, fra tantissimi, solo alcu ni.
I l Calendi magg io d i Assisi si celebra dal 29 aprile
al 1 ° magg io. Per metà folclore e per metà vero
ricordo delle feste del Xlii secolo che salL;�avano la
primavera.
A Marostica, cittadina del Veneto in provincia di
Vicenza, si g ioca la partita d i scacch i viventi.
La manifestazione ha l uogo negli anni pari, il
sabato e la domenica della seconda setti mana di
settem bre.
Il Palio di Siena. È la più emozionante e celebre
gara tra le contrade. Si corre s u l l a splendida
Piazza del Campo a forma d i conchiglia d u e volte
all'an no: il 2 l u g l io e i l 1 6 agosto. La
partecipazione del pubblico alla gara, u n a corsa
di cavalli lanciati a velocità folle in un percorso
pericolosissimo, è corale e appassionata.
342
La G i ostra del Saracino ad Arezzo e della
Quintana a Foligno. Sono gare d i sapore storico.
Vi partecipano caval ieri armati di lancia che
devono centrare u n anello d i piccole d i mensioni.
I Ceri di G u bbio. Una corsa a piedi per u na strada
in sal ita dalla Piazza dei Consoli alla Basil ica di
Sant'U baldo i n cima al monte. Si svolge il 1 5
maggio d i ogni anno con una parteci pazione della
gente tanto g rande da toccare l'esaltazione e i l
fanatismo. .
La regata storica di Venezia. Si celebra a.
settembre nello scenario sublime del Canal
G rande vestito a festa.
Sono le q u attro celebri Repubbl iche Marinare,
Genova, Pisa, Amalfi e naturalmente Venezia in
gara tra loro.
Colori, costu mi, m usica, trad izioni, storia, bellezza.
E la sera, fuochi artificiali s u l l a lagu na.
Assisi. Festa del "Calendimaggio ".

32. Questionario

1 . Q uali sono le feste tradizionali 5. Ha mai assistito ad u na festa


più celebri in Italia? popolare? Può descriverla?
2. Q uale è i l periodo m i g l iore per 6. Momenti di folclore nel Suo
celebrare tali feste? Paese.
3. Come i m magina q ueste feste? 7. Feste tradizionali nel Suo Paese.
4. Quali stimoli e quali motivazioni 8. Feste religiose nel Suo Paese.
sono alla base d i q ueste feste?
PRO N O M I RELATIVI

un acquisto
343

- �
U n s i gnore entra in un negozio di calzatu re. Trovare un paio di scarpe adatte ai


suoi piedi non è cosa faci le.

Commesso:
Buon g iorno, signore. Desidera?
Signore:
Vorrei u n paio d i scarpe nere.
Commesso:
Ha già u n 'i dea del modello?
Signore:
Sì, m i piacerebbe quel modello tipo
mocassino che è i n vetri na.

Commesso:
344 Bene. H o capito. Q uale n umero porta?
Signore:
Q uarantaq uattro e m ezzo, pianta larga
Commesso:
G l iele porto su bito. ... Queste sono il
quarantaquattro. Provi la d estra
i ntanto. Come Le sta?
Signore:
La sento u n po' corta.

Commesso:
Provi al lora anche questo modello che
ci è arrivato stamatti na.
Signore: .
Questa è u n po' stretta. I n og n i caso .
p referisco i l modello che ho provato
p ri ma. N o n ha un mezzo n umero i n
più?
Commesso:
La Sua non è u n a m isura com u ne ...
Ma ecco il Suo nu mero.
Signore:
Questa m i va proprio bene.
Commesso:
Adesso metta anche l'altra e provi a
cam m i narci.
Signore:
Sì, sì, van n o bene, sono comode.
Commesso:
Veramente, signore, q uesta è u n a

ch i lometri senza stancarsi. È la scarpa


scarpa c o n la quale può fare

che fa per Lei.

Signore:
Mi sembra anche elegante.
Commesso: 345
Elegantissi ma. Lei acq uista u n a Q)
:i
scarpa alla quale non manca n iente: è O"
e
comoda, elegante e anche robusta. u
CO
Signore: e:
CO
Sono convi nto; ma q uanto costano �
queste scarpe? :i
O"
o
Commesso: e:


Q)
Duecentocinq uantam i l a .•
u

Signore:
Sono u n po' care!

Commesso:
Care? Ma lei vuole scherzare !! Ascolti
bene ciò che Le d ico : un signore
tedesco, con cui scambio q ualche
parola, ma d i cui non conosco 1 1
nome, n e h a com p rate d u e paia: u n o
per s é e u n o p e r s u o fig l io. Scarpe
così comode, eleganti, morbide e
robuste, a q uesto prezzo sono
regalate ...
' . .

�������--- -- -

1 . Scelta multipla

1 . Il signore desidera com prare un paio d i D scarpe nere


D stivaletti
D sandali

2. G l i piace i l modello che D è i n vetri na


D porta i l commesso
D è più economico

3. I l cl iente non porta una m isura D com u ne


D eccezionale
D piccola

4. Mette le scarpe e prova a D saltare


D cam m i nare
D bal lare

5. Le scarpe g l i sem b rano abbastanza D alla moda

D moderne
D eleganti
346
"Q)
(/) 6. Gli sem brano D care

Cll
e: D economiche
Cll D a buon mercato
::J
cr
o
e: 7. U n signore tedesco ne ha comprate due paia:

_g;
Q)
o uno per sé e uno per D u n suo amico
D suo n i pote
D suo figlio ·

2. Vero o Falso?

V F
1 . I l signore entra i n u n negozio d i abbi g l iamento. D D
2. I l signore ha u n 'idea delle scarpe che vuole
com p rare. D D
3. G l i piace molto il primo modello che prova. D D
4. I l signore è sfortu nato, perché non si trova i l
suo nu mero. D D
5. La scarpa che i l com messo gli consi g l ia è
comoda, elegante e sportiva. D D
6. Un signore ne ha comprate due paia. D D
7. Il signore, con cui i l commesso scam bia q ualche
parola, è tedesco. D D
347
Q)

Q)
(/)
Cll
e:
Cll
èii
:i
O"
o
e:

g;
Q)
(.)

un negozio di abbigliamento

3. Q uestionario .

1 . I n q uale n egozio e ntra il sig nore? 6. Come è la scarpa che g l i propone


2. C h e cosa desidera? il com m esso?
7. Cosa ha fatto un signore tedesco?
3. D ove è il modello che desidera?
4. Q uale misura porta?
8. I l com m esso perché lo conosce?

5. Come sono le p ri m e scarpe che 9. Perché le scarpe a quel prezzo


p rova? sono regalate?
4. Trasformare

1 . a) Q u esta è la scarpa;
b) la scarpa fa per Lei. - Questa è la scarpa che fa per Lei.

2. a) Q uesto è i l l i b ro;
b) il l ibro fa per Lei.

3. a) Q ueste sono le scarpe;


b) le scarpe fan no per Lei.

4. a) Q uesti sono i l ibri;


b) i l i bri fan no per Lei.

5. a) Q uesta è la macc h i na;


b) la macc h i na fa per Lei.
6. a) Q u esto è l'appartamento;
b) l'appartamento fa per Lei.

348


g


e

al
::i
cr
g 5. Trasformare
e
QJ
()

- 1 . a) M i piace p i ù q uel modello;
b) ho p rovato prima quel modello. - M i piace più quel model lo che ho
provato prima.
2. a) M i piace p i ù q uella macchi na;
b) ho provato prima q uella
macchi na.
3. a) Mi piace più quella ragazza;
b) ho i ncontrato prima q uella
'
ragazza.
4. a) M i piacciono p i ù q uei cioccolatini;
b) ho assaggiato prima q uei
cioccolatini.

5. a) Mi piacciono p i ù q uei d ischi ;


b) h o ascoltato prima q uei d ischi .

6 . a) M i p iacciono p i ù q uelle sedie;


b) ho visto prima quelle sed ie.
6. R ispondere

1 . Q uale s i g nori na cerchi?


(è entrata poco fa) - Cerco la s i g norina che è entrata
poco fa.
2. Q uale abito vuoi? (è sulla sedia)
3. Q uale cravatta metti?
(ho comprato ierij
4. Q uale cam icia p referisci?
(mi hai regalato tu)
5. Q uale liquore vuoi?
(mi hai offerto la volta scorsa)
6. Q uale q uad ro ti p iace d i p i ù?
(è in alto a sinistra)

349
Q)
>
o
e
Ctl
e:
Ctl
Cii
::J
O"
o
e:


Q)
• • o

la cassiera
7. Rispondere

1 . A q uali sig nori hai parlato?


(ho conosciuto ierij - Ai s i g nori che ho conosci uto ieri.
2. Con quali studenti hai d iscusso?
(sono arrivati ierij - Con g l i studenti che sono arrivati ieri.
3. Da q ua l i riviste hai preso queste
notizie? (mi hai portato tu)
4. A q uali ragazze hai telefonato?
(mi hai presentato tu)
5. D i q uali l ibri avete parlato?
(ha scritto mio padre)
6. Per q uali m otivi non sei venuto?
(ben conosco
8. Trasformare

1 . a) Lei acq uista una scarpa;


b) non manca n iente alla scarpa. - Lei acq u ista u na scarpa alla quale non
manca niente
2. a) Lei comp ra una macchi na;
b) non manca niente alla
macchina.
3. a) Lei p rende u na casa;
b) non manca niente alla casa.
4. a) Lei acq uista u n appartamento;
b) non manca niente
all'appartamento. - Lei acq uista u n appartamento al quale
non manca niente
5. a) Lei com pra un televisore;
b) non manca niente a/ televisore.
p
6. a) Lei prende u n apparecch io;
b) non manca niente
350 all'apparecchio.
Cll
-e
Cll
::i
O"
e
u
o
-e


Q)
()

o
9. Rispondere

- È la ragazza a cui ho telefonato.


1 . C h i è q uella ragazza?
(ho telefonato)
2. C h i è q uel ragazzo? (ho scritto)
3. C h i è q uel s i g nore? (ho
mandato l'invito)
4. Chi sono quelle sig nori ne?
(ho consegnato i librij - Sono le sig nori ne a cui ho conseg nato
·

i l i b ri.
5. C h i sono quelle studentesse? (ho
indicato la strada per la stazione)
6. C h i sono q u eg l i studenti?
(ho chiesto un'informazione)
1 O. R i spondere

1 . C h i è q uella ragazza? - È la ragazza alla q uale ho mandato


(ho mandato le rose) le rose.
2. C h i è q uella bam b i na?
(ho regalato la bambola)
35 1
3. C h i è q uella signora? o

(ho consegnato la lettera) e


::::i
e:
4. C h i sono q uelle ragazze? CO
::::i
(ho indicato la strada) - Sono le ragazze alle q uali ho indicato O"
e
la strada. ' ()
o

5. C h i sono q uelle signore? e:

g;
QJ
()
(ho fatto gli auguri di Natale)
. 6. C h i sono quelle bam bi ne?
(ho regalato le caramelle)
1 1 . Replica re

1 . I nteressante q uell' uomo!


(parlavo prima) - C hi? L' uomo con cui parlavo pri ma?
2. S i m p atico q uel ragazzo!
(ho ballato prima)
3. Elegante· q uel p rofessore!
(parlavo prima)
4. I nteressante q uell'uomo! - C h i? L' u omo con il q uale parlavo
(parla vo prima) prima?
5. S i m patico q uel ragazzo!
(ho ballato prima)
6. Elegante quel p rofessore!
/ (passeggiavo prima)
1 2. Trasformare

1 . a) Q uesta è una macchina;


b) non puoi fare a meno di - Questa è u na macchina di cu i non
questa macchina. puoi fare a meno.
2. a) Q uesto è u n l ibro;
b) non puoi fare a meno di
questo libro.

3. a) Questo è u n oggetto;
b) non puoi fare a meno di
questo oggetto.

4. a) Q ueste sono regole;


b) non puoi fare a meno di
queste regole.

5. a) Q u esti sono oggetti;


b) non puoi fare a meno di
questi oggetti.
352 6. a) Questi sono apparecchi;
b) non puoi fare a meno di
questi apparecch(

1 3. Trasformare

1 . L'argomento, di cui mi i nteresso, L'argomento, del quale mi i nteresso,


è attuale. è attuale.

2. I l problema, d i cui dobbiamo


preoccuparci, è la violenza.

3. Lo sport, d i cui molti si i ntendono,


è il calcio.
4. I s i g nori, di cui parliamo, sono I signori, dei quali parliamo, sono
stranieri. stranieri.
5. I temi, di cui abbiamo d iscusso,
sono complessi.
6. G l i studenti, d i cui mi chiedi
l 'i n d i rizzo, sono già partiti.
/
I

il manichino
1 4. Trasformare

1 . Sono andato da una signorina; - La signorina, da cui sono andato, si


la s i g nori na s i chiama Maria chiama M aria.
2. Vengo da una grande città;
la città è N ew York. 353
3. A bito da alcuni amici; g l i amici
sono ital iani.
4. D ipendo da una grande ditta;
la d itta è la Fiat.
5. I passeggeri scendono da
un aereo; l'aereo è u n J u m bo 747.
6. H o appreso q u esta notizia da
un giornale; i l giornale è
la R epubbl ica.

1 5. Trasformare

1 . La casa, i n cui abito, è nuova. - La casa dove abito è nuova.


2. La stanza, i n cui studio, è fredda.
3. L' ufficio, in cui lavoravo, era
all' ultimo piano.
4. I l tavolo, su cui ho posato i g uanti,
è nell'altra stanza.
5. La sed ia, su cui ti sei sed uto,
è rotta.
6. I l terreno, su cui ho costruito
la casa, è in col l i na.
1 6. Trasformare

1 . C h i vuole fare l'esame, deve - Coloro che vogl iono fare l ' esame
presentare la domanda. devono presentare la domanda.
2. Chi preferisce andare in d iscoteca,
deve alzare la mano.
3. C hi deve parti re, può già prenotare
il posto in aereo.
4. C h i ha bisogno di cam b iare u n
asseg no, deve recarsi i n banca.
5. C h i è stanco, può prendere
q ualche m i n uto d i riposo.
6. C h i non vuole rimanere, può
andarsene.
4

354

il macellaio
1 7. Trasformare

1 . Quello che dici, è del tutto


i nesatto. - C i ò che d ici è del tutto i nesatto.
2. Quello che mi racconti, è
veramente i ncred ibile.
3. Q uello che hai fatto, non è per
n iente corretto.
4. Quello che sostieni, sembra
i ncred ibi le.
5. Quello che ho sentito, mi
ha molto sorpreso.
6. Quello che ho visto, non
lo d i menticherò di certo.
!/'
. .
, ,,' -'•
'
. ... "
.
. •'
.
.

1 8. Completare (con i relativi)

1 . Ha g ià u n'idea del modello? - Sì, mi piacerebbe quel modello tipo


mocassino è i n vetrina.
2. Provi anche q uesto modello ____ ci è arrivato stamatti na.
3. Questa è un po' stretta. I n ogni caso preferisco il modello _____ ho
provato prima.
4 . Veramente, signore, questa è una scarpa con la _____ può fare
chi lometri senza stancarsi.
5. È la scarpa fa per Lei.
6. Elegantiss i ma. Lei acq u i sta una scarpa alla non manca n iente:
è comoda, elegante e anche robusta.
7. Ascolti bene ciò Le dico : un signore tedesco,
con scambio q ualche parola, ma d i n o n conosco 4

i l nome, ne ha com p rate due paia.

19. Completare (con i pronomi)


355
1 . Sì, _____ piacerebbe quel modello tipo mocassino _____ è in Q)
vetrina. ::J
O'
e
2. porto subito ... Queste sono i l q uarantaq uattro. Provi la destra u
ro
i ntanto. Come sta? e:
ro
3. sento un po' corta. ::J
O'
e
4. Provi allora anche q uesto modello è arrivato u
o
stamatti na. e:
Q)
jg
5. Questa è un po' stretta. In ogni caso preferisco il modello ho ()
provato pri ma.
6. Questa va proprio bene.
7. Adesso metta anche l'altra e provi a cam m i nar __ .

20. Completare (con i pronomi)

1 . Veramente, signore, questa è una scarpa con _____ _____

può fare c h i lometri senza stancar .


2. È la scarpa
__

fa per ___

3. sem bra anche elegante.


4. Elegantiss i ma. _____ acq uista una scarpa ____ ____ non
manca niente.
5. Care? Ma _____ vuole scherzare ! ! Ascolti bene ciò __ __

d ico.
6. Un signore tedesco, con _____ scambio q ualche parola, ma d i __

non conosco i l nome, ha comprate due paia; per


_____ e per suo figlio.

2 1 . Completare (con le preposizioni)

1 . Un signore entra un negozio calzature. Trovare un


____

paio scarpe adatte suoi piedi non è cosa faci le.


2. Vorrei un paio ____ scarpe nere.
3. Ha già u n'idea model lo?
4. Sì, m i piacerebbe quel modello tipo mocassino che è vetri na.
5. Questa è un po' stretta. ogni caso preferisco i l model lo che h o
provato pri ma. Non ha u n mezzo n u mero più?
6. Adesso metta a n c h e l'altra e provi cam m i narci.
7. Veramente, signore, questa è una scarpa _____ la quale può fare
c h i l ometri senza stancarsi.
356 8. È la scarpa che fa Lei.
·�
Cll
9. Lei acq uista una scarpa q uale non manca n iente.
E 1 O. U n signore tedesco, cui scambio qualche parola,
Cll
::J ma cui non conosco i l nome, ne ha comprate due paia:
cr
e uno sé e uno suo fig l io.
e:
·o
o

jg
Q)
o
22. Completare (con la puntegg i atu ra)

1 . Buon g iorno signore Desidera


2. Vorrei u n paio d i scarpe nere
3. Ha già u n'idea del modello
4. Sì m i piacerebbe q uel modello ti po mocassino che è i n vetrina
5. Bene Ho capito Quale nu mero porta
6. Quarantaq uattro e mezzo pianta larga
7. La Sua non è una misura comune Ma ecco i l Suo n umero
8. Sì sì vanno bene sono comode
9. Veramente signore questa è una scarpa con la q uale può fare
c h i lometri senza stancarsi
1 O. Sono convi nto ma q uanto costano queste scarpe
1 1 . Sono un po' care
1 2. Care Ma Lei vuole scherzare Ascolti bene ciò che Le d ico
il negozio di alimentari
23. Riordinare le parole

1 . entra - negozio - signore - i n - d i - Un - u n - calzature.


2. paio - suoi - è - un - di - scarpe - ai - non - faci le. - Trovare - adatte -
piedi,- cosa
357
3. paio - nere. - un - scarpe - di - Vorrei Q)

Q)
(J)
CO
e:
24. Combinare domanda e risposta CO
:::J
IT
e
1 . Desidera? - Quarantaquattro e mezzo. o
o
e:
2. Ha già u n'idea del modello? - La sento un po' corta.
- Eèco il Suo n u mero. �
Q)
. ()

3. Quale n u mero porta?


4. Come Le sta? - Duecentocinq uanta m i la l i re.
5. Non ha mezzo n u mero in più? - Vorrei un paio di scarpe nere.
6 . Quanto costano queste scarpe? - Sì, mi piacerebbe quel modello tipo
mocassino che è i n vetri na.

25. Fare la domanda

1 . Perché il signore entra in u n


negozio? - Per com p rare un paio di scarpe.
2. ? - Sono in vetrina.
3. ? - Porta il quarantaq uattro e mezzo.
4. ? - G l i sta un po' corta.
5. ? - G l i van no bene.
6. ? - Duecentocinq uantam ila l i re.
PRONOMI RELATIVI

Non conosco i signori abitano vici no a casa tua

La ragazza, m i hai presentato ieri, è molto bel la

Le s i garette fu m i sono molto forti

M i o fi glio, è nato nel 1 973, si chiama Lorenzo


che
358 ho comprato ieri, costano un occhio della
Le scarpe,
o
testa
:i::::
o
e: Portam i i d ocumenti sono sul tavolo dello stu d i o
Cll
::::i
O"
e
o Alla festa ci sarà anche
.8 è la f i g l i a d e l professore
e Gaia


Q)
()

che
Accanto a me era seduto u n signore il quale parlava da solo

Al concerto ho conosciuto la figlia del che partirà presto per gli Stati
professore la quale U niti

che sono sul tavolo dello


Portami i docu menti i quali studio

che
Mi piacciono le commed ie di Eduardo le quali sono note i n tutto i l mondo
Non conosco i l signore a hai p restato la bici

Non conosco la s i g nora con stavi parlando ieri al bar

La cosa di stai parlando, n o n m'i nteressa

La città in m i trovo attual mente, è piccola


cui
I l prezzo di q u esto
su non si può discutere
articolo è u n elemento

Ti d i rò su bito i motivi per sono venuto a trovarti


359
Le persone tra vivo non sanno una parola d'inglese Q)
>
o
Ecco g l i amici da sono andata a cena ieri e
Cll
e:
Cll
:::J
O"
e

Non conosco il sig nore al hai prestato la bici o


o
e:

_g;
Q)
Non conosco la sig nora con la stavi parlando ieri al bar o

La cosa della stai parlando, non m'i nteressa


quale
La città nella m i trovo attualmente, è piccola

Il prezzo di questo
sul non si può d iscutere
articolo è u n elemento

Ti d i rò su bito i motivi per i sono venuto a trovarti

Le persone fra le quali vivo non sanno una parola d'inglese

Ecco g l i amici dai sono andata a cena ieri

�ttenzione!
Cui, p receduto dall'articolo definito, ha valore di complemento di specificazione e
; ig nifica del qua/e/della quale/dei quali/del/e quali
:s.: Quel signore, il cui figlio (il figlio del quale) studia in America, è mio zio.
Mia moglie, la cui macchina (la macchina della quale) è nuova, guida bene.
dice q u esto, sbaglia
tace, acconsente
Chi cerca, trova
trova u n am ico, trova u n tesoro
arriverà a lezione i n ritardo, troverà la porta chiusa
Non devi regalare n iente a chi non lo merita
Non puoi fidarti di chi non conosci bene
Per quel problema, vai da chi ti ho detto

Chi
Colui che d ice sbaglia
360
Colei che di grosso
CO
e:
q u esto
CO Coloro che
Cf)
Cf) d icono sbagliano
Q)
Cf) Le persone che
o
e: chi

Q)
o
colui che
di
colei che non conosci bene
N on puoi fidarti coloro che
delle persone che

CI Ò CHE = QUELLO CHE = QUANTO

Dovrà raccontare tutto ha visto


N o n capisco racconti
È bello ciò che hai fatto
Ti ri n g razio d i farai p e r m e
Non fare caso a quello che ha detto
Faccio mi piace
È tutto quanto sa fare
È d ifficile vivere con guadag no
Devi riflettere su stai per fare
LESS ICO

1 . - Vorrei u n paio d i scarpe nere.


Ha già un 'idea del model lo?
-

2. Dove vuoi andare i n vacanza?


-

- Mah, non ho ancora un'idea precisa.


3. - Questa è un po' stretta. In ogni caso mi piace p i ù il modello che ho provato
prima.
4. - Arriverai domani o dopodomani?
- Non lo so; ma in ogni caso ti telefonerò su bito.
5. - Questa, sig nore, è la scarpa che fa per Lei.
6. - Doppi servizi, garage, cantina, g iard i no e a questo prezzo;
dove la troviamo un'altra casa come questa? Questa è la casa che fa per noi.
7. - Mi dia retta signore, Lei acq u ista una scarpa alla quale non manca niente.
8. - È ub bi d iente questo cane?
- M acché; lo chiamo, lo chiamo, e l u i non m i ascolta; è u n cane che non
dà mai retta .
361
o
e
1 . - Vorrei com p rare una giacca sportiva . :J
e:
- C'è q u i vicino un negozio di abbigliamento . CO
(f)
2. Questo modello m i piace, ma ci sono altri colori ?
-
(f)
Cl)
(f)
3. I pantaloni sono u n po' l u n g h i , ma si possono accorciare .
-
o
e:
Cl)
4. - Questo è il prezzo scritto sul cartellino , ma me lo fa uno sconto ? ()

-

FUNZIONI ATTI COM UNICATIVI

- Preferisco
Preferenza - Preferirei il model lo che ho provato p ri ma.
- Mi piace più

- Sono d'accordo con Lei,


s i g nore.
- Pienamente d'accordo!
Accordo

Q
- Certo, è così.
- Mi sem bra anche - Ne sono pienamente
abbastanza elegante. convi nto.
- Non sono d'accordo con Lei,
Disaccordo signore.
- Per me non è così.
- Non ne sono convi nto.
Dettare il testo che segue

Un acqu isto

U n sig nore entra i n un negozio per com perare un paio di scarpe.


Trovare il n umero e il modello adatto per i suoi piedi non è i m p resa faci le.
In vetri na ne ha visto u n paio che g l i piacciono: l e ind ica al com messo
al q uale precisa il n u mero e il colore ... Q uarantaquattro e m ezzo, pianta
larga, colore nero tipo mocassino.
È fortunato, i n magazzino c'è proprio u n q uarantaquattro e m ezzo. Il
signore si m ette tutte e due le scarpe, fa q ualche passo e le trova comode
ed eleganti.
Ma ciò che sorprende il cliente e di cui non è soddisfatto è il prezzo:
duecentoc i n q uantamila l i re, che il commesso ch iede, g l i sem b rano
eccessive.
G ià, però, l'eleganza e la robustezza di queste scarpe sono elementi
su cui non si può discutere e che giustificano tale prezzo ...

26. Leggere attentamente i l testo che precede e ripetere a libro chiuso


362
(!)
::J
u
CO
e:
CO
(fJ
27. Cosa significa
(fJ
(!)
(fJ
o
1 . Ha g ià un'idea del modello
e:
(!)
() 2. La sento un po' corta

3. Q u esta fa per Lei
4. Mi d ia retta
5. Sono convi nto
6. Lei vuole scherzare
7. Senza battere ciglio

2 8 . Completare liberamente le frasi

1 . U n sig nore entra i n _____________________

2. I nd ica al com m esso ____________________

3. È fortunato ________________________

4. Con le scarpe che ha scelto _________________

5. M a ciò che sorprende il cl iente è ________________

6. L'eleganza e la robustezza delle scarpe ital iane sono elementi su cui __


I I I

363
-�
Cii
e:
(\j
(/)
(/)

e:
QJ
(/)
o


QJ
u

il mercato
29. Domande personal izzate

1 . Q uale n umero di scarpe porta?


2. Q uale modello d i scarpe Le stan n o meg l io?
3. Nel com p rare u n paio d i scarpe q ua l i requisiti Lei ritiene i mportanti?
4. Q uali tipi di scarpe conosce? (da sera, da calcio, da tennis, ecc.)

30. Per la composizione scritta

1 . Le scarpe ital iane, nonché la moda i n generale, sono apprezzate all'estero.


Lei ne ha avuta qualche conferma?
ESERCIZI DI REIMPIEG O E CONTROLLO AP.30
MADE I N ITALY
U na fig u ra sottile che si i n nalza
leggera e lieve, dai tacch i l u ngo la l i nea
elegante della gonna o dei pantaloni e s u
f i n o al p u nto d i vita, p e r apri rsi come u n

364
o
io:
Cd
::J
CY
Cd
e:
Cd
(/)
(/)
(J)
(/)
o
e:
(J) L a moda maschile. La moda femminile.
u
_g fiore defin it ivamente nella bellezza delle
spalle e del "d écolleté".
Q uesto è m oda, q u esto è fem m i n i l ità.
U na m oda che esp ri me e sottoli nea, con
g rande classe e fantasia, l ' i m mag i ne d i
una vera signora, d i nam ica, figlia del suo
tempo, che g uarda al futuro e che
d i mostra personal ità e g rande sicu rezza
d i sé. Q uesto è l' estro della moda
italiana.
Da tempo ormai la moda italiana è
"di g ran moda" i n Italia e nel mondo. E
non è già fenomeno leggero e vuoto.
Anzi, ogg i la moda è specch io d el
costume, del l'attegg iamento psicologico
del l' i n d ividuo, della professione e del
g u sto.
365
Q)
::i
O'
Valentino. Una grande firma della moda. e
' ()

La moda è u n fatto culturale i ntorno El


e
al q uale ruotano i n n u merevol i attività, si CO
(/)
pubblicano l i bri, si aprono m usei e (/)
Q)
mostre, si m uovono g randi masse d i (/)
o
denaro, si coinvolgono Stati e s i e:
istitu iscono centri d i studio a l ivel lo Q)
()
universitario. Q)
.;:,
- 1 1 "Mad e in ltaly" o se p referite
l"'ltalian style" o l"'ltal ian look", ha
con q uistato i l mondo.
I l fenomeno è d i tale e tanta portata
che a Firenze nasce l'U n iversità
I nternazionale della M od a. Si chiama
"Politecnico" e costituisce un p u nto d i
riferimento per tutti quanti operano nel
settore, nelle varie specializzazioni, dalla
produzione dei tessuti al d esig ner.
Sono chiamati a tenere cicli d i lezioni
i maestri della alta moda q uali Lancetti,
Valentino, Balestra, Capucci, ecc. e
maestri del pret-à-porter q ua l i Armani,
Versace, Coveri, Ferrè, ecc.
Collezione Lancetti. Alta moda autunno/inverno.
I

366
a:i
(f)
al
-e
al
(f) Ceramiche da bagno disegnate e firmate da stilisti italiani.
(f)
Q)
(f)
o S i potrebbe cont i nuare a l u ngo con i l "Made i n ltaly" parlando della lavorazione
-e
Q) del vetro, della maiol ica, del marmo e così via.
u
� Sarebbe troppo l u ngo. Ma a proposito dell'oro, l'affasci nante metallo g ial lo, vale
la pena d i spendere q ualche parola.
Pochi lo stanno, ma l'Italia è i l massimo prod uttore mond iale di oro lavorato. Un
terzo delle ci rca 600 ton ne l late d'oro uti l izzato per l'oreficieria, viene normalmente
·

trasformato proprio in Ital ia. ,

Questo fiume d'oro prende le strade d i Valenza Po, d i Vicenza, d i Arezzo, di

Parure d'oro giallo e brillanti.


367
2
Q)
(f)
Cl)
e:
Cl)
(f)
(f)
Q)
(f)
o
Alcuni pezzi di bigiotteria disegnati e firmati da stilisti italiani. e:


Q)
o
Milano e non è destinato al mercato ital iano soltanto.
I due terzi sono destinati all'estero con un export di migl iaia di m i l iard i di l i re .
.

� ''
I
'

���������������������������

Roma, Trinità dei Monti. Sfilata notturna d i moda.


Firenze: l a moda italiana non è solo un fatto econom ico, è un fenomeno c ulturale.
Ed ecco i l Politecnico, l ' U n iversità I nternazionale della Moda.
Vi sono chiamati a tenere cicli di lezioni i maestri dell'alta moda, quali Balestra, Capucci, Lancetti,
Valentino ed altri, e maestri del pret-à-porter, quali Arman i , Coveri, Ferrè, Versace.
G l i studenti della scuola cuciono e disegnano.
Ecco la moda di Valentino ... d i Ferrè... di Lancetti.
La moda per uomo di Valentino.
E tanti modelli pronti d i etro le q u i nte.
Bigiotteria e gioielli di alta moda.
Pochi lo sanno, ma l'Italia è i l massimo prod uttore mond iale di oro lavorato : circa 1 70 tonnel late
d'oro vengono lavorate ogni anno in Italia.
L'arredamento: cioè fantasia e creatività.
Arte applicata ad oggetti di uso q u otidiano: piatti, bicchieri, posate, sedie, l u m i, cucine, salotti e
sogg iorni, sempre al centro dell'attenzione di progettisti, architetti, designers.
Tutto q uesto per fare la casa, l'ufficio, la propria poltrona, i l l u ogo di lavoro più personalizzati, più
confortevoli ed esteticamente più apprezzabi l i.
L'estro, la fantasia, la creatività, i l rispetto del la trad izione e le trovate orig i nali-si
fondono nella real izzazione d i tutto quanto concerne l'arredamento. Si può
l i beramente sceg liere dal mobile, che profuma di buon leg no, fatto tutto a mano e
ispi rato a model l i trad izionali che parlano di un'antica civi ltà artigiana, a mobi l i tutti
proiettati nel futuro, quanto ai materiali uti l i zzati, alle sol uzioni orig inali e alla
assoluta fu nzionalità.

" �
I<

_._.
, -. I
._ . !... -. : ··
368

.9
o
e:
<Il
(fJ
(fJ
(lJ
(fJ
o
e:

Jg
(lJ
u
La cuci na, la sala da pranzo, il
salotto e sogg iorno, la camera dei
bam bini, il bag no sono oggi il centro di
attenzione d i progettisti, architetti,
arredatori, desig ner. Tutto per rendere la
casa, l' ufficio, l'automobile, la pro p ria
poltrona, il luogo di lavoro p i ù
personal izzati, p i ù a m i s u ra d'uomo, p i ù
comodi e p i ù god i bili.

369
Q)
>
o
e
Cll
e
Cll
(/)
(/)
Q)
(/)
o
e

_g;
Q)
()

Eleganza e comfort in cucina.


370
m
-e
'fil
m

(/)
o
-e
<l.l


Studio, progettazione, taglio e realizzazione di un modello.

31 . Questionario

1 . Q uale è la finalità della moda? 7. C h e cosa si vuole da u n


2. Q uali sono le caratteristiche arredamento oggi? S i p referisce
della moda ital iana? l'ori g i nalità o la p raticità,
l'eleganza o la robustezza,
3. Sa Lei quali sono le città italiane il p rezzo o la qual ità?
più attive sul campo della moda?
8. Conosce qualche notizia sulla
4. La moda riguarda soltanto il modo lavorazione del vetro, sulla
di Vt3Stire; e riguarda solamente lavorazioné del marmo, dei tessuti,
le donne? delle maiol iche, d e i pellami?
5. Conosce qualche nome d i p rimo 9. Q uale è i l S uo rapporto con i
p iano di creatori d i moda italiani? g ioielli e q uali preferisce nel
6. Ha mai visitato u n negozio riceverl i e nel regalarli?
di mobili in Italia? Ha trovato
delle d ifferenze d i stile e d i
material i , rispetto a l S uo Paese?
;� .,,._" • ' • ,� · ;.-:��-· ·.��"'"·· • w -' � ,.#!� •

' . ·, . . '
. .
. ·· � � . . .

CONG I U NTIVO : PRESENTE E PASSATO

il cucciolo

371
.
o
e
::i

'fil
e:
<Il

(/)
o
e:


Cll
u
La fam i g l i a è andata a fare u n picn ic. Dopo la merenda sul l'erba, i bam bini,
G i useppi n o e Pierino, g iocando nel bosco vicino, trovano u n cucciolo.

Pierino:
G i useppino, g uarda!! Che ani male
sarà?
Giuseppino:
È un gatto.
Pierino:
Un gatto così g rande e con un muso
così ag uzzo? No. Penso che sia u n
cucciolo d i cane.

Giuseppino:
Un cane con questa coda? No, non è
u n cane.
372
È probabile che sia un l u pacch iotto.
Pierino:
Q)

"O
l!l
e
cO
:i:::
Q)
(/)
o Giuseppino:
-e Come cam m i n a male! Forse ha u n a

Q)
u
zampa rotta.

No. È possibile, i nvece, che non


Pierino:

sappia ancora cam m i nare.


Prendiamolo e portiamolo con n o i ; i l
papà saprà che ani male è .

... (poco dopo)

Papà:
Ve lo d ico io che a n imale è. È u n
volpacchiotto.
Pierino.
Senti che voce strana! S i lamenta?
Piange?

È tacile che abbia fame o che chiami


Mamma:

la mam ma.

Giuseppino:
Ma come mai era lì da solo?
Mamma:
Penso che si sia allontanato dalla sua
tana u n po' troppo e poi non abbia
più trovato la strada d i casa.

373

1§e
'E'.

Pierino: C1l
:i:::
O può darsi che un cacciatore abbia (!)
(J)
ucciso la mad re e abbia catturato i .8
e


fig l i ; poi per la strada abbia perduto (!)
()
un cucciolo. lo propongo d i portarlo
con noi.
Giuseppino:
Sì, avremo per l u i tutte le c u re.

Mamma:
Calma! Ragazzi, cal ma! Voglio che
comprendiate bene la situazione. Se
noi portiamo a casa questo cucciolo,
temo che muoia .
Pierino:
Ma anche se lo lasciamo q u i , forse
morirà!
Papà:
Anche questo è g i usto. Allora faremo
così : oggi lo portiamo a casa, g l i
diamo d e l latte. Domani, però,
bisogna che lo portiamo allo zoo.
1 . Scelta multipla

1 . La fami g l ia è andata a D fare u n picnic


D raccogliere le castag ne
D cercare funghi

2. I bam b i n i hanno trovato D u n nido


D u n cucciolo
D una tana
3. G i useppino pensa che sia D u n cane
D una volpe
D u n gatto

D è stanco
4. Secondo G i useppino il cucciolo
cam m i na male perché

D è piccolo
D ha una zampa rotta

5. I l papà d ice che è u n D orsacchiotto


D l u pacchiottQ
D vol pacch iotto
374
o 6 . I bam b i n i vorrebbero D abbandonare i l cucciolo

:::J
D portare a casa il cucciolo
O" D portare da u n veteri nario il cucciolo

� 7. La mamma non è d'accordo


Cll
e:
Q)
(/) perché teme che il cucciolo D muoia
o
e: D rovini la casa


Q)
(.)
D crescendo d iventi pericoloso per i bambini

8. Il papà decide d i portare il


cucciolo D i n c l i n i ca
D dal guardiacaccia
D allo zoo

il pesciolino rosso l'uccellino


nel vaso di vetro il gatto di casa i l fedele cane in gabbia
2. Vero o Falso?

V F
1 . I l cucciolo ha u n m uso ag uzzo. o o
2. Il cucciolo ha la coda troppo lu nga. o o
3. Il cucciolo forse ha una zampa rotta. o o
4. I l papà sa che ani male è. o o
5. I l cucciolo si lamenta e piange. o o
6. Pieri no d ice che il cucciolo è brutto. o o
7. Il papà d ice di portare subito il cucciolo allo zoo. o o

375
Q)
:::J
O"
e
o
C1l

m
e:
Q)
(J)
o
e:

jg
Q)
(.)

gli animali da cortile: le galline, l'oca, il gallo, i piccioni


il tacchino e l'anatra

3. Questionario

1 . Dove è andata la famiglia? 7. I ragazzi dove vorrebbero


2. Che cosa han no trovato i bamb i n i ? portare i l cucciolo?
3. Quale animale pensano c h e sia? 8. Perché la mamma non è
d'accordo?
4. Che a n i male è?
9. Cosa decide il papà?
5. Il cucciolo trema e piange.
Cosa pensa la mamma?
6. Perché il cucciolo si trova da solo?
Che cosa pensa la mamma?
4. Rispondere

1 . Dove è Pieri no? (a casa) - Penso che sia a casa.


2. Dove è G i useppi no? (al bar)
3. Dove è la mam ma? (in cucina)
4. Dove è i l papà? (nello studio)
5. Dove sono i bam b i ni? (in giardino) - C redo che siano i n giard i no.
6. Dove sono g l i ospiti? (in salotto)
7 . Dove sono l e chiavi? (sul tavolo)
8. Dove sono le sigarette?
(nel cassetto)

5. Rispondere

1 . Ha fame? - Sì, su ppongo che abbia fame.


2. H a son no?
3 76 3. H a freddo?
4. Ha sete?
5. Hanno soldi? - Sì, credo che abbiano soldi.
6. Hanno amici?
7. Hanno problemi?
8. Hanno preoccu pazioni?
6. Rispondere

1 . C he cosa fa ora G i useppe, studia? - Sì, penso che studi.


2. C he cosa fa ora Maria, cuci na?
3. C he cosa fa ora Lisa, guarda
la TV?
4. C he cosa fa ora i l papà, lavora?
5. Che cosa fan no o ra i ragazzi,
studiano? - Sì, penso che stu d i no.
6. Che cosa fan no o ra le zie,
cuci nano?
7. Che cosa fan no ora i n o n n i ,
guardano la TV?
8. Che cosa fan no ora i tuoi genitori,
pranzano?

7. Rispondere
377
1 . Forse il cucciolo piange? - Sì, credo proprio che pianga. Q)
:i::
Q)
(/)
2. Forse il papà scrive allo zio? Cll
e:
3. Forse il nonno legge i l suo l i bro? Cll
:i::
Q)
4. Forse la zia vende la sua casa? (/)
o
e:
5. Forse i cuccioli piangono?

- - Sì, credo proprio che piangano. Q)
(.)

6. Forse i bam bini scrivono allo zio?


7. Forse i ragazzi leggono i loro
giornaletti?
8. Forse g l i zii vendono la loro casa?

8. Rispondere

1 . Devo parti re domani? - Sì, vogl i o che tu parta domani.


2. Devo prosegui re?
3. Devo fuggire?
4. Devo dorm i re q u i?
5. Dobbiamo parti re domani? - Sì, voglio che partiate domani.
6. Dobbiamo ven i re?
7. Dobbiamo uscire?
8. Dobbiamo dorm i re qui?
9. R ispondere

1 . Capisce q uesta l i n g u a? - No, non credo che l u i capisca questa


l i ngua.
2. Finisce oggi q u esto lavoro?
3. Preferisce rimanere?
4. Pulisce da sola l'appartamento?
5. Capiscono q uesta l i ng ua? - N o, non credo che capiscano questa
l i ng ua.
6. F i niscono oggi questo lavoro?
7. Preferiscono ri manere?
8. Pu liscono da sole l'appartamento?

1 O. Trasformare

1. È nècessario che tu faccia


attenzione. - B isogna che tu faccia attenzione.
3 78 2. È necessario che tu ri manga.

E 3. È necessario che tu d ica la verità.


o

m
e: 4. È n ecessario che tu stia a casa.
Q)
(J) 5. E necessario che tu m i d ia
o
e: l'i n d i rizzo. - Occorre che tu mi dia l'indirizzo.


Q)
6. È necessario che tu esca u n po'.
È necessario che tu venga da me.
o

8. È n ecessario che tu vada dal


7.

dottore.

1 1 . Replicare

1 . Vorrei com pletare gli studi. - Giusto, è bene che tu completi gli stud
2. Vorrei trovare u n buon lavoro.
3. Vorrei superare tutti gli esami.
4. Vorrei comp rare u na casa più
g rande.
5. Vorremmo sapere la verità. - Perché no, è meglio che sappiate la
verità.
6. Vorremmo restare ancora u n po'.
7. Vorremmo riposare oggi.
8. Vorremmo andare via.
1 2. Replica re

1 . Non vuole ven i re da noi. - I nfatti, non è necessario che


venga d a noi.
2. Non vuole ri manere con noi.
3. Non vuole partire oggi.
A. Non vuole decidere su bito.
5. Non vogl iono fare in fretta, - I nfatti, non è necessario che
facciano i n fretta.
6. Non vogl iono ri manere con noi.
7. Non vog liono parti re oggi.
8. Non vogl iono decidere subito,

1 3. Rispondere

1 . È già arrivata Maria? - Temo che non sia ancora arrivata. 379
2. È già partita Giovan na? Q)
>
o
3. È già uscita Veronica? e
!1:l

15
4. È già rientrata S usanna? e
«l

- È p robabile che siano già a rrivate.


5. Sono già arrivate a casa le (/)

signori ne? B
e


"Q)
6. Sono già partite le signori n e? (.)

7. Sono già uscite le signorine?


8. Sono g ià rientrate le signori ne?

1 4. Rispondere

1 . Pino ha già finito quel lavoro? - Non so, spero che l'abbia già finito.
2. Mari o ha già mandato i l
teleg ramma?
3. I l papà ha già deciso il periodo
delle vacanze?
4. La mamma ha già preparato il
dolce?
5. Lisa ha già p renotato l'al bergo?
6. B runa ha già chiamato il medico?
1 5. Replica re

1. È andata via. - È ( u n) peccato che sia andata via.


2. Si è d i menticata di tutto.
...

3. Si è offesa.
4. Non si è ricordata.
5. Ha lasciato la scuola. - È (una) vergogna che abbia lasciato
la scuola.
6. H a perduto tutto al gioco.
7. N o n ha superato l'esame.
8. N on ha risposto a nessuna
domanda
1 6. Trasformare

1 . È p robabile cne arrivi domani. - È p robabile che arriverà domani.


2. Può darsi che telefoni prima di
380
domani.
CO 3. Può essere che venga anche
-e Lucia.
CO

o
-e 4. Spero che faccia bel tempo per


-
Q)
(.)
il fine settimana.
5. H o paura che tu p renda u n
malanno con questo brutto tempo.
6. Mi auguro che voi non partiate
prima della fine del corso.

1 7. Replicare

1 . Desidero che voi torniate su bito


a casa. - D'accordo, anche noi desideriamo
tornare su bito a casa.
2. Desidero che approfittiate
dell'occasione.
i
3. Desidero che beviate ancora
qualcosa.
4. Desidero che prend iate qualche
giorno di riposo.
5. Desidero che vediate quello
spettacolo.
6. Desidero che facciate u n viaggio
all'estero.
1 8. Completare (con i l congiu ntivo)

1 . Un gatto così g rande e con un muso così ag uzzo? No, penso


che un cucciolo d i cane.
È probabile che un l u pacch iotto.
3. È possibile, invece, che non
2.
ancora cam m i nare.
4. Senti che voce strana! Si lamenta? Piange? È facile che
_____

- _____

fame o che la mam ma.


5. Penso che _______ dalla sua tana u n po' troppo e poi
non _____ più ______ la strada d i casa.
6. O può darsi che u n cacciatore _______ la mad re
e i fig l i ; poi per la
strada un cucciolo.
7. Cal ma! Ragazzi, calma! Vog l io che ______ bene la
situazione.
8. Se noi portiamo a casa questo cucciolo, temo che _________

9. Doman i, però, bisog na che lo _______ allo zoo.


381
o
e


::J
1 9. Completare (con le preposizioni) e:
o
1 . La fam i g l ia è andata fare u n picnic. e:

g;
__
Q)
()
2. Dopo la merenda __'erba, i bam b i n i , G i useppino e Pieri no,
g iocando __ bosco vici no, trovano u n cucciolo.
3. Un gatto così g rande e __ un m uso così ag uzzo? No. Penso che sia un
cucciolo __ cane.
4. Un cane __ questa coda? No, non è un cane.
5. Prend iamolo e portiamolo __ noi.
6. Penso che si sia allontanato __ sua tana u n po' troppo.
7. Penso che non abbia più trovato la strada casa.
8. O può darsi che u n cacciatore abbia ucciso la madre e abbia cattu rato i
fig l i ; poi la, strada abbia perd uto u n cucciolo.
9. lo propongo __ portarlo __ noi.
1 O. Sì, avremo __ l u i tutte le cure.
1 1 . Se noi portiamo __ casa q uesto cucciolo, temo che muoia.
1 2. Anche questo è g i usto. Allora faremo così : oggi lo portiamo __ casa, g l i
d iamo __ latte.
1 3. Domani, però, bisog na che lo portiamo __ zoo.
20. Com binare le pa rti di frase

1. È probabile che abbia cam m i nare


2. È possibile che chiami fame
3. È facile che sia un po' troppo
4. È facile che si sia allontanato un l u pacchiotto
5. Penso che non sappia la strada di casa
6. Penso che un cacciatore la mamma
7. Può darsi che domani abbia u cciso la mad re
8. Può darsi che non abbia trovato lo portiamo allo zoo
9. Vog l i o che com prend iate bene la situazione
1 O. B isogna che un cacciatore abbia perd uto u n cucciolo

2 1 . Fa re la domanda
382
Q)
1 . Dove è andata la fam i g lia? - La famiglia è andata a fare un picnic.

c.
:::J
u
2. ? - Nel prato del bosco vicino.
_;g 3.
Cll

o ? - Trovano u n cucciolo.
e:


Q)
u
4. ? - Pensano che sia un gattino.

5. ? - La strada di casa.
6. ? - U n cacciatore.
7. ? - Vorrebbero portarlo a casa.
8. ? - Decide d i affidarlo allo zoo.
CONGI U NTIVO PRESENTE

PARL-ARE SCRIV-ERE

io io
tu tu
Piero Piero
Eva Eva
M ario M ario
che Lei che Lei
pensa (non) vuole (non)
(noi) (noi)
(voi) (voi)
(loro) (loro)

PART-IR E FIN -IR E

io io
tu tu
Piero .Piero
Eva - Eva
M ario M ario 383
che Lei che Lei
§
teme (non) spera -�
( no i) (noi) e
Cll
:i::
(voi) (voi) .8
e


Q)
(loro) (loro) u

ESSERE AVERE

io io
tu tu
Piero Piero
Eva Eva
Mario M a rio
che Lei che Lei
crede (non) crede (non)
(noi) (noi)
(voi) (voi)
(loro) (.loro)

CONGIUNTIVO J>ASSATO

crede
Antonio teme che
spera
VERBI O ESPRESSIONI DA CUI DIPENDE IL CONGI UNTIVO
PENSARE - CREDERE - SUPPO R R E · RITENERE - PAR ER E - SEMBRARE
lui sia a casa e a bbia molte cose da fare
Penso lei a biti a Perug ia, ma frequenti l' u niversità a R oma
C redo che domani ci sia (sarà) u n bello spettacolo in piazza
S u ppongo tutti i presenti a bbiano ca pito la lezione
R itengo loro siano g ià ritornate a casa
Mi pare voi a bbiate fatto del vostro meg l i o
M i sembra non avere domande da fare
di avere fatto fino i n fondo il m i o dovere
essere arrivata nel momento s bagl iato

TEMERE - AVERE PAU RA - SPERARE


lei parta domani per il suo paese
che
loro siano g ià partite per le vacanze estive
Temo

384
Ho pa u ra
stare male !
di
avere s bag l iato strada,
tu racconti esattamente ciò che è successo
che
Lei a bbia passato una bèlla vacanza in G recia
S pero
superare l'esame d i ec_o nomia
di
avere superato l'esame scritto di matematica
I
J

VOLERE - DESIDERARE - PREFE R I R E


lui sia sempre gentile
loro non guardino la TV
Voglio che
voi leggiate molto i n italiano
Desidero lei resti ancora un me�e in Italia
Preferisco
andare al cinema stasera
vedeNi prima d i parti re

-
'
SI DICE - DICONO - SI RACCONTA - RACCONTANO - SEMBRA
Si dice
Dicono q uel signore sia molto ricco
che
Si racconta
Raccontano l u i abbia perduto molti soldi al g ioco
Sembra

PU Ò DARSI - PU Ò ESSERE - forse + indicativo

Può darsi
domani piova
che ora dorma
essere ieri sia a ndato a trovare M aria
domani pioverà
Forse ora dorm e
ieri è andato a trovare M aria

385
Q)
::i
cr
BISOGNA - OCCO R R E È N ECESSARIO e

e:
-

•l :"f: «3
al

io vada alla posta a ritirare u n pacco al


Bisogna tu venga da me appena possi bile �
o
lei spedisca i mmed iatamente i documenti e:

jg
che Q)
Occorre voi veniate a l ezione i n orario u

loro a bbiano un po' d i pazienza


È necessario il p rofessore parl i lentamente
fare q uesto in tem pi brevi
saper perdere
LOCUZIONI CHE ESPRI MONO OPIN IONE O GIUDIZIO

loro siano a casa


facile
che lui ancora dorma
difficile
lei a bbia già risolto il suo pro blema
possibile
i m parare bene l' ital iano i n due mesi
impossibile

probabile loro vengano a trovarmi d u rante le vacanze


che
improbabile le cose siano a ndate come d ici tu
bello tu dica queste cose
brutto che
bene voi vi siate comportati in q u el modo
male

È
giusto parlare così
ingiusto d i re come sta n no le cose
meglio che Lei dica la verità
peggio andare subito via

386 tu metta la testa a posto


ora che
loro seguano i miei consig l i
tem po di d i re pane a l pane e vino a l vino

voi non possiate ven i re d a noi stasera


{un) peccato che
tu non a bbia visto q uel film
sprecare il tempo senza fare niente

tu dica tante parolacce


(u na) vergogna che
loro si siano u briacati
comportarsi così
CONGIUNZIONI O LOCUZIONI DA CUI DIPENDE IL CONGIUNTIVO

BENCH É - SEBBENE - MALGRADO - NONOSTANTE - Q UANTU NQUE


Stasera andrò al cinema benché
sia stanco morto
sebbene
Ha u na casa modesta guadagni molto denaro
malgrado
Devo fare g l i esercizi nonostante stamattina sia stato assente
Conosce g ià m olte persone qua ntu nque sia a rrivata solo ieri

PURCH É - A PATTO C H E - A CONDIZIONE C H E


Comincerò la lezione purché tutti ascoltino in silenzio
tu a bbia preparato qualco-
Ci fE; rmeremo a cena a patto che
sa d i buono
Ti racconterò tutto a condizione che tu non lo d ica a nessuno 387
Q)
:i:::
Q)
cn
ctl


-e
o
-e


Q)
u
NEL CASO C H E
Devi a ndare dal d ottore domani non ti senta m eg l io
nel caso che
M i telefonerà i n tempo lei non possa ven i re

PRIMA CHE - prima di+ i nfinito (il soggetto del verbo principale è lo stesso dell'infi nito)
Desidero il Suo i n d i rizzo Lei parta
Maria ti telefonerà prima che tu esca
Faremo u na festa il corso fin isca
Prendo sempre u n aperitivo pranzare
prima d i
Ha molte cose da fare ritornare a casa
SENZA C H E - senza+ i nfin ito (stesso soggetto)

Posso andare da solo Lei si disturbi ad accom pagnarmi


senza che
Farà ciò che è necessario io glielo chieda
H a fatto di testa sua ascoltare nessuno
senza
Ha superato un esame aprire l ibro

AFFINCH É - (PERCH É) - per+fare+ i nfinito (stesso soggetto)


affinché
mi aiutino .
A n d rò dai m iei amici (perché)
per farm i aiutare

388
o
:i:::
o
e:

CONGIUNTIVO - Verbi i rregolari


Cll
:i:::
o
e:


Q)
u
STARE DARE
io stia io d ia
tu stia tu d ia

(no i)d iamo


l u i/lei stia l u i/lei dia
S pera che È bene che
(noi) stiamo bene l'esamE
(voi) stiate (voi) d iate
(loro) stiano (loro) d iano

ANDARE VENIRE

.I
io vada io venga
tu vada tu venga
d omani
O ccorre l u i/lei vada l u i/ lei venga
che S pera che a
B isogna (noi) andiamo a casa (noi) veniamo
lezione
(voi) andiate (voi) veniate
(loro) vadano (loro) vengano

-
DIR E FAR E
io d ica io faccia
tu d ica tu faccia
l u i/lei dica Desi- l u i/le i fac cia
Vuole che
( noi) dicia mo la verità dera che (noi) facci amo si lenzio
(voi) diciate (voi) facciate
(loro) dica no (loro) facciano

DOVERE POTERE
io deb ba io poss a
tu deb ba tu poss a
l u i/lei debba l u i/lei possa fare
Pensa che S pera che
( noi) dobbi amo partire (noi) possia mo tutto
(voi) dobbiate (voi) possiate
(loro) debbano (loro) possano

389
Q)
VOLERE TOG LIERE >
o

i o vogl ia io tolg a e


$
tu vogl ia tu tolg a e

l u i/lei vog lia restare l u i/ lei tolg a o


Pensa che Vuole che e
(noi) vog l ia mo a ncora (noi) togliam o il dente

Q)
(.)
(voi) vog liate (voi) togliate
(loro) vogl ia no (loro) tolgan o

PORRE TENERE
io pong a io teng a ·
tu pong a tu teng a
un tutto
l u i/lei ponga l u i/lei teng a
Teme che pro- Vuole che in
(noi) ponia mo (noi) teni amo
blema ord i ne
(voi) pon iate (voi) tenia te
(loro) ponga no (loro) teng ano
USCIR E
i o esca
tu esca
Non l u i/lei esca dopo
che
vuole (noi) usciamo cena
(voi) usciate
(loro) escano

TRADUR R E
io traduca
tu traduca
l u i/lei traduca la lettera
Desidera che
(noi) traduciamo i n ing lese
(voi) traduciate
(loro) traduca no

390 Uso prevalente del congiuntivo


Cll
e: Il congiuntivo si impiega dopo:
Cll
>
o
e
• Verbi o locuzioni indicanti un'opinione, un'affermazione incerta e
o
e:
personale (pensare, credere, supporre, ritenere, i m mag i nare, parere,
sem brare, può essere, può dars i , è faci le/d ifficile, è possibile/ i m possi bi le, è
jg
Q)
()
probabile/ i m probabile, si d ice/d icono, si racconta/raccontano ecc.) .
• Verbi o espressioni di volontà, timore, speranza, ecc., (volere, d esiderare,
preferire, a u g u rarsi, sperare, temere, avere paura, ecc.) .
• Verbi o locuzioni che esprimono un giudizio ( bisog na, occorre, è
necessario, urge, conviene, è meg l io/peggio, è bene/ male, è g iusto/ i n g i usto,
è naturale, è normale, è preferi bile, è i n dispensabile, è logico/ i l log ico, è ·
strano, è i mportante, è pericoloso, è stupido, è i ncred i bile, è u n peccato, è ·

u na vergog na, ecc.).


• Verbi o locuzioni affettive (essere lieto/a, essere fel ice, piacere, godere,
dispiacere, ri ncrescere, ral legrarsi, essere spiacente, ecc.) .
• Congiunzioni o locuzioni congiuntive (benché, malgrado, sebbene,
q uantunque, nonostante, affi nché, acciocché, p u rché, a patto che, a
con d izione che, senza che, prima che, nel caso che, supposto che, ecc.) .
LA STRADA DEL TEMPO

391
o
e


::i
e:
o
e
.8
e


Q)
()
CONGIU NTIVO O I N FI N ITO?

io credo tu abbia rag ione

io credo lui abbia rag ione

che

tu cred i io abbia rag ione

392
Q) voi credete lui abbia ragione
::J
D
m
e:
m
>
o
e
o
e:
tu credi

Q)
o
avere rag ione

voi credete avere rag ione

di

l u i crede avere rag ione

io credo avere ragione


LESSICO

1 . - Che a n imale sarà? Quanto è bellino !
2. - Chissà che ani male può essere?
3. - Sai se Luciano ha com p rato i biglietti?
- No, non lo so; chi Iosa ? Forse sì.
4. - Forse si è allontanato troppo dalla sua tana.
- Sì, penso proprio che si sia allontanato troppo.
5. - Allora faremo così: oggi lo portiamo a casa e g l i d iamo i l latte; domani !o
portiamo allo zoo.
6. - E per la cena che si fa?
- Facciamo così: io p reparo u na pizza al pomodoro e mozzarella e tu vai a
com p rare due bottig l i e d i bi rra e u n po' d i frutta.

. 393


•Q)

e:
) .
'-- ( I ro
>
o
e
- o
e:


Q)
(.)

- È bel la, q uella ragazza!


- Proprio bel l a bella, no; è bellina , carina , g raziosa.

1 . - Dov'è il cestino per il picn ic?


- E chissà dov'e? L'ho messo i n macchi na, natu ral mente.
- Che cosa c'è dentro?
- Panini con prosciutto e formaggio, insalata di riso, lattine di coca-cola e
aranciata, frutta, piatti, bicchieri e coltelli d i plastica, tovaglioli d i carta.
2. - Noi partiamo con la roulotte, loro con il camper .
3. - Lì, potete piazzare la tenda e da que l l a parte sono i servizi e le docce .
FU NZIONI ATTI COM UNICATIVI

I
- -

- Sem bra
Porre u n fatto come facile
facile, apparente, p robabile sia un l upacchiotto.
che
probabile, i m p robabile, - È i m p robabile abbia u na zampa rotta.
possi bile, i m possi bile, possibile
i mpossi bile

- È necessario
portarlo da un veteri nario.
o necessario
- B isogna lui lo porti d a u n
che
veterinario.

- Carino!
A m m i razione - B el l i no!
- Q uant'è bell i no! Q uant'è carino!

- Poverino!
Pietà, partecipazione - Poveretto! M i fa pena!
394 - Che pena!

�::i
e

0-
m
e:
m
>
o
e
o
e: Dettare il testo che segue

jg
Q)
(.)
I l cucciolo

La fam i g l i a è andata a fare un picnic. Dopo la merenda sul prato, i


bam bini, giocando nel vici no bosco, trovano u n cucciolo.
C u riosi e sorpresi si domandano che ani male sia: i due fratell i ni credono
che sia un gatti no, oppure un cagnoli n o o un lu pacchiotto.
I l papà spiega che si tratta, i nvece, di un vol pacchiotto.
Tutti si chiedono perché i l cucciolo trema, piange, si lamenta e si trova lì
da solo.
La mamma ritiene che abbia fame, che si sia allontanato un po' troppo e
poi non abbia trovato la strada d i casa.
Pierino, i nvece, teme che un cacciatore abbia ucciso mamma vol pe,
abbia preso i piccoli e che poi ne abbia perduto uno lungo la strada. Tutto è
possibile.
I bam b i n i vorrebbero portarlo a casa e tenerlo con loro, ma l a mamma
non è d'acco