Sei sulla pagina 1di 140
Grand Soleil 43B Manuale del Proprietario 2006-08
Grand Soleil 43B Manuale del Proprietario 2006-08

Grand Soleil 43B

Manuale del Proprietario 2006-08

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B CONOSCENZA DEL GRAND SOLEIL 43B Categoria di Progetto A “OCEAN”: imbarcazione progettata per

CONOSCENZA DEL GRAND SOLEIL 43B

Categoria di Progetto

A

“OCEAN”: imbarcazione progettata per viaggi di lungo corso, in cui la forza del vento può essere superiore ad 8 (Scala Beaufort) e l’altezza significativa delle onde superiore a 4 m, imbarcazione ampiamente autosufficiente.

CIN CRAFT IDENTIFICATION NUMBER

autosufficiente. CIN – CRAFT IDENTIFICATION NUMBER USO E MANUTENZIONE DELLE SINGOLE PARTI Questo manuale è
autosufficiente. CIN – CRAFT IDENTIFICATION NUMBER USO E MANUTENZIONE DELLE SINGOLE PARTI Questo manuale è

USO E MANUTENZIONE DELLE SINGOLE PARTI

Questo manuale è soggetto a copyright da parte del Cantiere del Pardo S.r.l., con tutti i diritti riservati. Secondo le leggi di copyright, questo manuale non può essere copiato, in tutto o in parte, senza il consenso scritto del Cantiere del Pardo S.r.l. Questa eccezione non permette di fare copie per altri, siano queste vendute o meno, ma tutto il materiale acquistato può essere venduto, regalato o affittato ad altri. Secondo la legge, la copia include la traduzione in altra lingua o formato

© Cantiere del Pardo, 2007 - Via F.lli Lumière, 34 - 47100 Forlì (Italy)

Tel. 0543-782404

Fax 0543-782405 info@grandsoleil.it

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B Grand Soleil 43B Manuale del Proprietario Introduzione Il presente manuale è stato compilato

Grand Soleil 43B Manuale del Proprietario Introduzione

Il presente manuale è stato compilato con lo scopo di dare un valido aiuto nell’impiego della vostra imbarcazione, in sicurezza e con la massima soddisfazione. Contiene dettagli sull’imbarcazione, l’impiantistica fornita o installata o installabile e sugli equipaggiamenti, oltre ad informazioni sull’uso pratico e indicazioni di manutenzione.

Vi raccomandiamo di leggerlo attentamente per acquisire familiarità e conoscenza dell’imbarcazione prima di usarla.

Ogni particolare è stato studiato e calcolato per garantire la massima sicurezza anche nelle peggiori condizioni di navigazione, ma manovre sbagliate o non eseguite nei tempi dovuti, in situazioni meteorologiche particolarmente sfavorevoli, possono mettere in pericolo l’integrità dell’imbarcazione e la sicurezza delle persone.

Pertanto, se questa è la vostra prima imbarcazione o se state passando ad un tipo d’imbarcazione che non vi è familiare, per la vostra sicurezza e soddisfazione, accertatevi di aver acquisito esperienza di manovra e d’impiego della barca prima di assumerne il comando. Il vostro rivenditore o la Federazione Italiana Vela saranno lieti di segnalarvi le scuole nautiche locali o gli istruttori competenti.

CONSERVATE QUESTO MANUALE CON CURA E IN LUOGO SICURO E CONSEGNATELO AL NUOVO PROPRIETARIO SE E QUANDO RIVENDERETE L’IMBARCAZIONE.

Va infine tenuto in considerazione che il presente manuale non è una guida dettagliata di manutenzione o risoluzione dei guasti. In caso di difficoltà consultate il nostro servizio manutenzione o il fornitore delle apparecchiature interessate.

-

3

-

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

SOMMARIO

Prefazione …………………………………………………………………

Come consultare il manuale 8 Glossario dei termini 9 Simboli di consultazione 9

………. 7

Note sull’inquinamento ambientale e sulle norme antinfortunistiche …

……

10

Inquinamento ambientale e smaltimento dei rifiuti 10 - Principali norme antinfortunistiche 11 Istruzioni e precauzioni 11

Antincendio ed estintori …………………………………………………………

Principali norme antincendio 12 Disposizione minima estintori portatili 13

12

Fire Port 13

Dati tecnici…………………………………………………………………………. 14

Caratteristiche tecniche 14 Certificazione 14

Alaggio e varo…………………

………………………………………………….

15

Sollevamento con bilancino 15 Punti di sollevamento 16

Albero ………………………………………………………………………………17

Sostenimento trasversale 17 Sostenimento longitudinale 17 Avvertenze generali sulla regolazione 17 Strallo di poppa: istruzioni e avvertenze 18 Regolazione delle sartie 18 Consigli per la regolazione delle sartie 19 – Controlli periodici e avvertenza sull’albero 19 – Manutenzione dell’albero 20 – Precauzioni per l’armo e il disarmo dell’albero 21 – Disposizione uscita drizze dall’albero 22

Anodi anticorrosione……………………………………………………………… 23

Piede S-Drive 23 Motore 23 Boiler 23 Piastre di massa 23 Avvertenza generale 23

Assetto della barca – Targhetta del costruttore ………………………………… 24

Targhetta del costruttore 24 Avvertenze e precauzioni 25

Attrezzatura e ferramenta di coperta……………………………………………. 26

Punti di forza, avvertenze e precauzioni 26 – Identificazione dell’attrezzatura di coperta 27 – Manutenzione 27 Ubicazione attrezzatura e ferramenta di coperta 28 Manovre correnti (scotte, drizze, ecc) 29 Avvertenze e precauzioni 29 Tavole di composizione delle manovre correnti 30

Attrezzi utili a bordo……………………………………………………………… 31

Avvolgifiocco ……………………………………………………………………… 32

Istruzioni 32 Manutenzione 32

Boiler ………………………………………………………………………………. 33

Istruzioni 33 Avvertenze e Manutenzione 34

Caricabatteria ………………………………………

Istruzioni 35 Avvertenze e precauzioni

36

…………….….…………

35

Elica………………………………………………………………………………… 37

Istruzioni per l’elica 37 – Avvertenze 37 Manutenzione 37

-

4

-

Grand Soleil 43B Frigorifero elettrico ……………… … …………………………………………. 38

Grand Soleil 43B

Frigorifero elettrico ………………

………………………………………….

38

Frigorifero 38 Avvertenze 39 Manutenzione frigorifero 39 Ubicazione dei componenti 40

Generatore elettrico ………………………………

…………………………….

41

Pannello elettrico generatore 41 Istruzioni 42 Avvertenze e precauzioni 43 Manutenzione 43

Ubicazione dei componenti 44

Impianto aria condizionata ………

…………………………………………….

45

Pannello elettrico di comando 46 Istruzioni 46 Avvertenze e precauzioni 46 Ubicazione dei componenti 47

Impianto elettrico…………………………………………………………………. 48

Rete 12 Vcc 49 Avvertenze per la rete 12 Vcc 49 Rete 220 Vca 50 Istruzioni per la rete 220 Vca 51 Avvertenze per la rete 220 Vca 52 Interruttori magnetotermici 53 Istruzioni per gli interruttori magnetotermici 53 Avvertenze per gli interruttori magnetotermici 53 Quadro Elettrico 12 Vcc 54 Utenze 12 Vcc 56 Quadro Elettrico 220 Vca 59 Utenze 220 Vca 59 Manutenzione ai dei Quadri Elettrici e impianti elettrici 60 Prese 12 Vcc e 220 Vca 60 Convertitore o inverter 61 Avvertenze per il convertitore 61 Ubicazione dei componenti 62

Impianto gas liquido ……………………………………………………………… 63

Istruzioni 63 Avvertenze 63 Manutenzione e controlli 64 - Odore di gas 64 Sostituzione di una bombola 65 Ubicazione dei componenti 66

Impianti idrico …………………………

67

…….…………………………………

Serbatoi 67 Ispezione dei serbatoi 67 Avvertenze per il riempimento 68 Schema Centraline serbatoi, acqua fredda e calda 68 Circuito acqua dolce calda e fredda in pressione 68 Autoclave

69 Istruzioni 69 Circuito acqua dolce in cucina 70 – Circuito d’emergenza acqua di mare cucina

70 Avvertenze e precauzioni generali 70 Manutenzione 71 Ubicazioni dei componenti 72

Impianto riscaldamento ad aria calda ………………………………

…………. 73

Istruzioni 74 Avvertenze e precauzioni 75 Manutenzione 75 Ubicazione dei componenti 76

Impianto scarichi e prese a mare – Scarico pozzetti esterni .…….……………. 77

Ubicazione scarichi e prese a mare e altri collegamenti scafo/mare 77 Avvertenze e precauzioni per i collegamenti scafo/mare 78 Scarico gavone ancora 78 Scarico pozzetto barca 78 Scarico vano zattera 78 Avvertenze e precauzioni 79

Invernaggio ………………………………………………………………………

80

Acciai e ottoni 80 Aerazione 80 Batterie 80 Drizze, scotte e cime varie 80 Estintori 81 Gas

81 Impianto idrico 81 Impianto elettrico 81 Interni 82 Motore 82 Oblò e osteriggi 83

Opera viva 83 Pompe di sentina 83 Scafo 83 Sentine 84 Serbatoio carburante 84 Strumentazione elettronica 84 Tendalino 84 Valvole, prese a mare, fascette stringitubo 84 Vele 85 W.C. 85 Consigli per un ormeggio invernale 85

Motore: Impianto e meccanica …………………………….……………………

Impianto gasolio, schema, serbatoio gasolio 87– Avvertenze e precauzioni per l’impianto gasolio 89

Manutenzione impianto gasolio 89 Circuito raffreddamento motore 89 Manutenzione circuito acqua raffreddamento motore 90 Quadro motore 91 - Comando monoleva gas/invertitore 92

Avviamento motore 92 – Istruzione per l’avviamento motore 93 – Rodaggio 93 Arresto motore 94

– Avvertenze e precauzioni generali sull’uso del motore 94 – Invertitore 95 Marmitta e scarico motore 95 – Accessi all’impianto motore e apparecchiature accessorie 95 – Ventilazione vano motore 96 Avvertenze per la ventilazione del vano motore 96 Ubicazione dei componenti 97

87

-

5

-

Grand Soleil 43B Osteriggi, oblò e aerazione interni … ……… …… …………………… …… 98 Avvertenze

Grand Soleil 43B

Osteriggi, oblò e aerazione interni …

………

……

……………………

…… 98

Avvertenze e precauzioni 98 Manutenzione 99 Aerazione interni 100 Istruzioni per l’aerazione 100

Pilota automatico

……………………………………………………… ……

101

Avvertenze e precauzioni 101 Istruzione e manutenzione 101

Pompe di sentina – Scarico docce, lavelli e lavabo …………………………… 102

Pompa manuale di sentina 102 Pompa elettrica di sentina barca o doccia toilette poppa 102 Istruzioni per lo scarico sentina barca 104 Istruzioni per lo scarico sentina doccia toilette poppa 104 Pompa elettrica scarico doccia toilette prua 105 Istruzioni per lo scarico sentina doccia di prua 105 – Avvertenze per l’uso delle pompe 105 – Manutenzione pompe sentina 106 Scarico lavabo e lavelli 106 Avvertenze per gli scarichi 106 Ubicazione dei componenti 107

Salpa ancora ………………………………………………………………………108

Istruzioni per il salpa ancora 108 Avvertenze e precauzioni 109 Manutenzione 110 Ancora e catena 110

Sicurezza delle persone - Mezzi di salvataggio - Integrità della barca. ……… 111

Sicurezza delle persone 111 Mezzi di salvataggio individuali e collettivi 112 Plancetta di poppa con scaletta bagno 112 Autogonfiabile 113 Tromba 113 – Integrità dell’imbarcazione 114

Strumenti di bordo per la navigazione…………………………………………. 115

Bussole 115 Alimentazione strumenti elettrici 115 Trasduttore log 115 Trasduttore ecoscandaglio 116 VHF 116 – Unità di testa dell’albero, antenne 116

Timone, boccole e cuscinetti, timoneria a ruota ………………………………. 117

Organi della timoneria a ruota 117 Avvertenze per i cavi 117 Manutenzione timoneria 118 – Barra d’emergenza 118 – Schema impianto timoneria 118

Vele e Piani velici ………………………………………………………………

119

Avvertenze 119 Manutenzione 120 Piani velici cruiser e race 121

 

Verniciatura – Manutenzione delle superfici …

………………………

…….

122

Opera morta 122 – Piccole riparazioni dell’opera morta 123 – Coperta in teak 123 Opera viva 123 Interni 124 Acciai inox 124 Manutenzione 124

Verricelli

………………………………………………………………………

125

Verricelli manuali ed elettrici 125 Avvertenze 125 Manutenzione 125

W.C. e impianto acque nere ……………………….……………………………. 126

Impianto ritenzione e scarico acque nere 126 Schema valvole a tre vie per scarico W.C. 129 – Istruzioni per l’uso del W.C. manuale (con ricupero acque nere) 129 – Istruzioni per l’uso del W.C. manuale (senza ricupero acque nere) 130 – Avvertenze e precauzione per l’uso dei W.C. 131 – Istruzioni per lo scarico serbatoio acque nere 132 Ubicazione dei componenti 133

Versione con cucina ad “L” (Varianti rispetto alla versione sopra descritta) …………

-

6

-

134

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Premessa

Il presente manuale è stato concepito dal Cantiere Del Pardo, affinché il proprietario del Grand Soleil 43B possa avere uno strumento che gli consenta una conoscenza ottimale dell’imbarcazione e possa quindi meglio apprezzarne le qualità, sfruttandone compiutamente le sue possibilità tecniche.

Ovviamente tale manuale non è sostitutivo, né può sopperire alle necessarie cognizioni d’elevata e raffinata tecnica marinaresca che ogni utente deve avere per condurre e mantenere in buon’efficienza un’imbarcazione della classe Grand Soleil 43B

È scontato che l’utente di un’imbarcazione come il Grand Soleil 43B abbia acquisito un’esperienza, anche pratica, che non può essere né sostituita né completata da alcun manuale di presentazione dell’imbarcazione.

Preghiamo l’utente di seguire con scrupolo ed attenzione tutte le informazioni che il Cantiere ha inserito nel presente manuale, lo stesso, infatti, consente di potersi avvalere delle prestazioni, sia della barca, sia delle sue attrezzature, con il massimo della sicurezza.

Il Grand Soleil 43B, oltre ad essere il frutto di un impegno cantieristico avente il fine di realizzare un’imbarcazione piacevole e confortevole, è prima di tutto un’imbarcazione realizzata con lo scopo di dare le migliori prestazioni possibili in navigazione, selezionando accuratamente impianti ed attrezzature che il Cantiere Del Pardo ha ritenuto come i più idonei a costituire, nel loro insieme, un prodotto che si pone all’avanguardia nel settore.

Naturalmente nel fornire le principali informazioni sulle prestazioni e sulle caratteristiche dei vari impianti, si desidera richiamare l’attenzione sull’opportunità di fare sempre riferimento, oltre che al manuale della barca, anche e principalmente a tutta la documentazione dei fornitori relativa ad ogni singolo componente o apparecchiatura e consegnata a parte. Per un corretto impiego e relativa manutenzione degl’impianti e dei vari componenti si dovrà pertanto fare riferimento a tutta la documentazione disponibile.

Nella compilazione del presente manuale non si è tenuto conto della distinzione fra standard e opzionale, ma si è ritenuto opportuno comunicare informazione e suggerimenti sulla maggior parte delle apparecchiature che possono essere installate nella barca. Pertanto, solo ed unicamente dal listino in vigore al momento dell’acquisto dell’imbarcazione, si può individuare quali componenti o attrezzature sono standard oppure opzionali.

Il cantiere si riserva il diritto di modificare o cambiare attrezzature, accessori e design a suo insindacabile giudizio, sia nel tipo, sia nel loro posizionamento o configurazione rispetto a quanto descritto nel presente manuale.

Si raccomanda all’utente di non dare nulla per scontato, ma di verificare sempre quanto dispone il manuale prima d’effettuare un’operazione che non rientri nell’ambito dell’ordinaria conduzione o manutenzione della barca.

Si rammenta che l’imbarcazione è consegnata con le strutture nelle condizioni ottimali per la sicurezza di persone e cose. Ogni modifica non attentamente calcolata e valutata, potrebbe compromettere l’integrità della barca.

Il Cantiere Del Pardo

-

7

-

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Come consultare il manuale

Il presente manuale contiene le informazioni, i disegni, le foto e gli schemi esemplificativi che riguardano la conoscenza, l’uso e la manutenzione della barca nonché dei suoi impianti ed accessori.

Per

una

più

semplice

evidenziati nel testo:

consultazione,

i

capitoli

sono

ordinati

alfabeticamente

e

così

Impianto elettrico

Le voci trattate all’interno del capitolo sono evidenziate dal seguente formato:

Istruzioni

ed analizzate secondo il seguente ordine:

- descrizione

- istruzioni per l’uso

- avvertenze e precauzioni

- manutenzione.

Nel corso della trattazione, laddove per maggior chiarezza se ne presenti la necessità, è fatto esplicito riferimento al relativo schema esemplificativo e/o disegno o foto.

In ogni capitolo, oltre alla trattazione dell’argomento che lo caratterizza, sono inseriti anche gli impianti e gli accessori che ad esso si collegano e lo completano.

-

8

-

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Glossario dei termini

Dritta Sinistra I termini di “dritta” o “sinistra” s’intendono guardando da poppa verso la prua della barca. Nei casi dove, localmente, è fatto esplicito riferimento ad un’altra direzione il termine dritta è sostituito con destra

Chiuso - aperto

termine dritta è sostituito con destra Chiuso - aperto I termini “ chiuso ” o “

I termini “chiuso” o “aperto”, quando rapportati ad una Valvola con manovra di comando a 90°, si riferiscono sempre alla posizione della leva d’apertura/chiusura:

quando la leva è parallela al corpo della valvola e dei tubi, la valvola è aperta.

quando la leva è trasversale al corpo della valvola e dei tubi, la valvola è chiusa.

Simboli di consultazione

Pericolo

Indicano l’esistenza di un grave rischio intrinseco che potrebbe comportare elevate probabilità di morte o grave infortunio se non sono adottate le precauzioni appropriate in relazione al tipo pericolo richiamato.

appropriate in relazione al tipo pericolo richiamato. Avvertenza Indica l’esistenza di un rischio che può

Avvertenza

Indica l’esistenza di un rischio che può causare infortunio o morte se non sono adottate le precauzioni appropriate.

Attenzione

Indica un richiamo all’applicazione di pratiche di sicurezza oppure richiama l’attenzione su comportamenti poco sicuri che potrebbero causare infortunio personale o d anni all’imbarcazione o ai suoi componenti. causare infortunio personale o danni all’imbarcazione o ai suoi componenti.

Attenzione personale o d anni all’imbarcazione o ai suoi componenti. Richiama l’attenzione sui pericoli di dispersione

Richiama l’attenzione sui pericoli di dispersione nell’ambiente di sostanze pericolose.

Manutenzione

Richiama l’attenzione sulla necessità d’eventuali precauzioni e/o norme di sicurezza da osservare per una corretta manutenzione. norme di sicurezza da osservare per una corretta manutenzione.

Richiama l’attenzione sulle necessità e/o norme di manutenzione relative all’argomento trattato.sulla necessità d’eventuali precauzioni e/o norme di sicurezza da osservare per una corretta manutenzione. Uso -

Uso

-

9

-

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Note sull’inquinamento ambientale e sulle Norme antinfortunistiche

Il presente riepilogo, sommario delle vigenti norme CEE antinquinamento ed antinfortunistiche, s’intende valido solo se l’imbarcazione sarà utilizzata per uso privato e senza lavoratori dipendenti ufficialmente imbarcati a bordo. Le suddette norme derivano dalla Convenzione Internazionale per la salvaguardia della vita umana in mare stipulato a Londra il 1-2-1974 e successivi aggiornamenti e modifiche.

Inquinamento ambientale e smaltimento dei rifiuti

L’inquinamento ambientale è suddiviso in tre categorie:

Acque Aria Suolo

Le acque non oleose e nere (cioè contenenti solo rifiuti organici umani) possono essere scaricate in mare aperto. In ambito portuale dovrebbero essere raccolte in appositi serbatoi e poi scaricate o uscendo in mare aperto o per mezzo di idonei sistemi di svuotamento fissi in banchina o autotrasportati.

Le norme che riguardano l’inquinamento dell’aria prodotto da un’imbarcazione in sostanza si limitano al divieto di usare bombolette spray contenenti gas C.F.C. ed alla limitazione dei rumori all’esterno che, ad una distanza di 5 metri dal perimetro della barca, non debbono superare i 65 dB (a) (decibel) dalle ore 6 alle ore 22 ed i 55 dB (a) dalle 22 alle 6.

L’inquinamento del suolo e dato dallo sbarco a terra di rifiuti.

del suolo e dato dallo sbarco a terra di rifiuti.  In La normativa CEE 91/689

In

La normativa CEE 91/689 per quanto riguarda le imbarcazioni da diporto prevede in sostanza quanto segue:

navigazione

è

fatto

divieto

di

scaricare

in

mare

aperto

qualsiasi

prodotto

non

biodegradabile, sia di origine alimentare, sia di provenienza commerciale.

In ambito portuale i “rifiuto normali” sono considerati “assimilabili a quelli urbani” e pertanto possono essere chiusi in sacchetti di plastica e gettati negli appositi contenitori a cassonetto.

I “rifiuti speciali” dovranno essere collocati negli appositi contenitori o, in mancanza di questi, consegnati agli smaltitori locali in accordo con le vigenti norme emanate dalla locale Capitaneria di Porto. Sono considerati tali i seguenti rifiuti:

- acque e miscele oleose (ad esempio l’acqua di sentina)

- le acque nere e/o grigie di WC e lavandini

- gli olii (carburanti, additivi e lubrificanti)

- sostanza chimiche marcate “TOSSICO-NOCIVO” (acido delle batterie, vernici, diluenti ed anche i relativi contenitori)

- bombolette spray contenenti C.F.C.

- batterie e pile anche scariche

- razzi di segnalazione scaduti

- prodotti farmaceutici scaduti

- prodotti contenenti piombo, mercurio o amianto

- etc.

- 10 -

Grand Soleil 43B Si ricorda che ai fini di legge per le normative CEE, finché

Grand Soleil 43B

Si ricorda che ai fini di legge per le normative CEE, finché tali rifiuti non saranno consegnati agli addetti allo smaltimento, sarete considerati detentori e pertanto perseguibili in caso di scarico abusivo. Se nell’ambito portuale non ci fossero gli specifici cassonetti, l’autorità competente allo smaltimento è sempre la Capitaneria di Porto sezione “ Gestione dei rifiuti”.

la Capitaneria di Porto sezione “ Gestione dei rifiuti”. Principali norme antinfortunistiche (Consultare anche il

Principali norme antinfortunistiche (Consultare anche il capitolo Sicurezza pag. 111)

Sebbene le maggior parte di tali consigli sia già ampiamente elargita durante le trattazione delle singole voci del manuale, crediamo opportuno ricordare alcune norme generali.

Innanzi tutto è importante sincerarsi che tutte le dotazioni di sicurezza prescritte siano di tipo omologato (e con stampigliatura ben visibile) e che sia valida la verifica periodica delle attrezzature soggette a scadenza. Tali dotazioni comprendono:

- i sistemi di galleggiamento (giubbotti salvagente, salvagente anulare o “a ferro di cavallo” con boetta luminosa e zattere o atolli autogonfiabili);

- i mezzi di segnalazione (fuochi e fumogeni, EPIRB e/o LOCAT, VHF e SSB);

- i mezzi di estinzione sia fissi che mobili (che debbono essere in numero sufficiente e con un posizionamento di facile accesso e visibilmente indicato);

- la cassetta di pronto soccorso che deve essere omologata ed aggiornata secondo le scadenze dei farmaci.

Istruzioni e precauzioni

secondo le scadenze dei farmaci. Istruzioni e precauzioni  Accertatevi che i mezzi di fuga (autogonfiabile,

Accertatevi che i mezzi di fuga (autogonfiabile, salvagente, ecc.) siano sempre disponibili e pronti per l’uso, informando della loro disposizione e del loro impiego tutti i passeggeri.

Non lasciare spalancati osteriggi, gavoni e oblò. Possono essere pericolosi trabocchetti!

Verificare che tutti i tientibene, i passavanti della coperta, l’eventuale antisdrucciolo sul plexiglas dei portelli in coperta e sui gradini delle scale siano ben fissati, in buone condizioni e privi di sostanze unte o scivolose.

Verificare periodicamente l’efficienza delle attrezzature quali organi di governo, le manovre fisse e correnti, verricelli, bozzelli, etc.

Evitate di accedere al motore quando è in moto.

Il cantiere Del Pardo consegna le sue barche completamente rifinite e pertanto generalmente libere da pericoli di abrasioni accidentali. Se doveste applicare dell’attrezzature extra, assicuratavi di non lasciare esposte parti taglienti o pungenti quali viti, bulloni o spigoli vivi in genere.

Ricordiamo anche che la suddetta Convenzione Internazionale per la salvaguardia della vita in mare prevede, fra l’altro, che almeno una volta l’anno e in ogni caso prima d’ogni viaggio internazionale, si esegua un’esercitazione di simulazione di salvataggio in mare preceduta da sette o più fischi o colpi di sirena brevi seguiti da uno lungo e che questa dovrebbe poi essere annotata e descritta sul diario di bordo.

Infine durante le manovre raccomandiamo l’uso di scarpe e guanti da barca.

- 11 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Principali norme antincendio

Anche impiegando i migliori materiali, la vetroresina e il legno, che contribuiscono in modo sostanziale a creare una pregevole imbarcazione, bruciano con relativa facilità. Non risparmiate quindi insegnamenti e rimproveri, se necessari, per evitare ed impedire comportamenti che possano facilitare il nascere di un principio d’incendio.

Fra le principali cause d’incendio nelle imbarcazioni è da annoverare il decadimento dell’impianto elettrico, esasperato dall’azione devastante prodotta dall’ambiente marino che ossida e corrode i contatti elettrici e che diventa ancora più pericoloso in caso di manutenzione trascurata.

ancora più pericoloso in caso di manutenzione trascurata. Per ridurre al minimo i rischi d’incendio si

Per ridurre al minimo i rischi d’incendio si raccomanda di rispettare i suggerimenti riportati in questo manuale e in quelli dei fornitori delle varie apparecchiature installate, ed in particolare:

Non fumare o usare fiamme libere ispezionando le sentine, il vano batterie, sostituendo la bombola gas liquido, accedendo al vano motore o al vano serbatoio combustibile;

Non usare fiamme libere né all’interno, né all’esterno della barca;

Non stivare nei gavoni recipienti o bombole contenenti prodotti infiammabili o pericolosi;

Rispettare le norme d’uso e manutenzione indicate al paragrafo relativo all’impianto gas liquido;

Non usare apparecchi di riscaldamento portatili o provvisori specie se a fiamma libera;

Non appendere tende o altri tessuti in prossimità o sopra i fornelli;

Controllare spesso i locali e la sentine del vano motore nelle prime ore di navigazione.

Nel caso dovesse verificarsi un principio d’incendio, nonostante tutte le precauzioni prese, intervenite il più rapidamente possibile, togliendo corrente a tutti gli impianti e ricordando di usare:

Estintori portatili a polvere se trattasi di parti elettriche, combustibile, olio, ecc.

Estintori a polvere o acqua se trattasi di materiali solidi quali stoffe, rivestimenti, legno, ecc.

Si rammenta infine che l’imbarcazione deve essere corredata da parte del proprietario dei necessari estintori portatili come mezzi di rapido intervento in caso d’incendio.

Il vigente Regolamento di Sicurezza, per imbarcazione da diporto con motore Diesel di potenza

inferiore a 73,5 Kw (100 HP) e considerando di impiegare estintori portatili a polvere regolarmente omologati RINA, prevede, come minimo, la disponibilità di estintori da kg 1 cadauno, di tipo 8B, ubicati in posizioni facilmente accessibili e pronti all’uso nei seguenti punti strategicamente più

pericolosi (vedi anche nella figura alla pagina seguente la disposizione consigliata dal cantiere):

N° 1 per cucina, strumentazione e apparecchiature elettriche zona carteggio e cabine;

N° 2 (sostituibili con uno da 2 kg tipo 21B) per motore e relativi impianti;

N° 1 per gavone poppa e strumentazione coperta.

Poiché detto Regolamento di Sicurezza per la navigazione da diporto demanda ogni responsabilità

sull’efficienza e buona conservazione degli estintori all’armatore, che deve provvedere a controllarli

o farli controllare da personale qualificato alla scadenza indicata sugli stessi, sostituendoli e

ricaricandoli se necessario. Se del caso si consiglia di richiedere opportuna ricevuta da conservare.

Si rammenta che, se posizionati in modo non visibile (armadi o gavoni), deve essere evidenziato,

con l’applicazione di appositi adesivi rossi in punti ben visibili, il posizionamento di ogni estintore.

- 12 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Disposizione consigliata per gli estintori portatili

43B Disposizione consigliata per gli estintori portatili  In presenza di un incendio è consigliabile raggruppare
43B Disposizione consigliata per gli estintori portatili  In presenza di un incendio è consigliabile raggruppare

In presenza di un incendio è consigliabile raggruppare i vari estintori in modo da non dare tempo al fuoco di riprendere vigore nel momento di passaggio da un estintore all’altro.

A seguito dell’impiego degli estintori a polvere, è opportuno procedere ad un’immediata pulizia delle varie parti interessate per evitare possibili effetti di aggressione e/o corrosone.

Fire - Port

Per una maggiore sicurezza è installata, subito sotto il 3° gradino (partendo dal basso) della scaletta ingresso, una Fire-Port come da figura sotto riportata con relativo adesivo con istruzioni.

In caso di incendio all’interno del vano motore soffiarvi il contenuto dell’estintore o degli estintori attraverso la detta Fire-Port dopo averne sfondata la relativa pellicola in polietilene.

dopo averne sfondata la relativa pellicola in polietilene.  In presenza di un incendio nel vano
dopo averne sfondata la relativa pellicola in polietilene.  In presenza di un incendio nel vano

In presenza di un incendio nel vano motore si raccomanda di non accedere allo stesso se non dopo avere provveduto a estinguerlo attraversa la Fire-Port.

- 13 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Dati tecnici

Progetto BOTIN AND CARKEEK

Costruttore

Cantiere Del Pardo

Caratteristiche

Materiale scafo

PRFV

Lunghezza fuori tutto ISO 8666

m

13,19

Lunghezza scafo fuori tutto ISO 8666

m

12,95

Lunghezza al galleggiamentoISO 8666

m

11,37

Larghezza al baglio massimo ISO 8666

m

3,95

Larghezza al galleggiamento ISO 8666

m

3,21

Altezza di costruzione

m

1,84

Bulbi piombo (cruiser/race)

Kg

2.850

Pescaggio (cruiser/race)

m

2,30/2,50

Dislocamento a pieno carico

Kg

10.610

Dislocamento a vuoto

Kg

8.900

Angolo downflooding

gradi

113

Cuccette

6/8

Portata massima passeggeri

10

Portata massima (passeggeri + effetti personali)

Kg

1130

Serbatoio gasolio

Kg/litri

180/230

Serbatoi acqua (n° 2)

Kg/litri

450

Propulsione (alberi n° 1)

A vela

Superficie velica max

mq

121,37

Motore aux entrobordo Diesel (n° 1) max.

Kw/HP

41/57,8

Comando timone

A distanza

Stazza lorda prevista

Tsl

21,05

Piano velico crociera

Randa

mq

53,20

Genoa max

mq

55,60

P

= 15,90 m

I

= 16,43 m

LPG = 6,40 m

E

=

5,60 m

J =

4,986 m

Piani velici frazionati Cruiser e Race vedi pag. 121

Certificazione

Ente Certificatore

I.M.C.I - INTERNATIONAL MARINE CERTIFICATION INSTITUTE Rue Abbé Cuypers 3 - B-1040 Brussels (BELGIUM)

Certificato n°

BPARDO 017

Rinnovato il

- 14 -

08/12/05

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Alaggio e varo

L’alaggio e varo di barche del tipo Grand Soleil 43B è un’operazione delicata, da effettuarsi solo in cantieri forniti d’attrezzature adatte ed in buono stato, sotto la sorveglianza di tecnici specializzati.

Sollevamento

Sollevamento con bilancino

Angolo aperto rispetto al piano di coperta

Bilancino Beam Cinghie Slings Cinghie lunghe
Bilancino
Beam
Cinghie
Slings
Cinghie lunghe

Sollevamento con cinghie

Prima del sollevamento si devono operare i seguenti controlli:

Per evitare un’eccessiva pressione delle cinghie di sollevamento a livello della coperta si raccomanda

di collegare le stesse ad un bilancino

sufficientemente largo affinché, sotto sforzo, le cinghie restino verticali o preferibilmente con un angolo aperto rispetto al piano di coperta

Nell’impossibilità di reperire un bilancino, per evitare un’eccessiva pressione delle cinghie di sollevamento a livello della coperta, accertarsi che

esse siano sufficientemente lunghe ed evitare un

angolo eccessivamente stretto delle stesse a livello della coperta.

Sciacquare le parte interna delle cinghie e possibilmente foderarla con della plastica da imballaggio per evitare che, sotto sforzo, le cinghie grattino e sporchino o asportino la vernice antivegetativa del fondo o il gelcoat delle fiancate

della barca.

Ritrarre l’etichetta del trasduttore Log, se montata.

Accertarsi che le cinghie siano saldamente fissate o collegate fra loro in modo che non possano scivolare verso le estremità dello scafo perdendo la presa.

Accertarsi che le cinghie di sollevamento siano state posizionate in modo tale da non danneggiare il piede S-Drive con la relativa elica e, se installato, il trasduttore del Log.

la relativa elica e, se installato, il trasduttore del Log.  Non sostare o transitare nel

Non sostare o transitare nel raggio di azione della gru.

- 15 -

Grand Soleil 43B Per un sollevamento equilibrato del Grand Soleil 43B si consiglia di posizionare

Grand Soleil 43B

Per un sollevamento equilibrato del Grand Soleil 43B si consiglia di posizionare le cinghie nel seguente modo (vedi anche figura sottostante):

Cinghia di poppa: aderente (verso prua) all’ultimo candeliere di poppa

Cinghia di prua: m. 5,35 dalla cinghia di poppa (cinghie comprese)

Punti di sollevamento

1. Cinghia di poppa

2. Cinghia di prua

Punti di sollevamento 1. Cinghia di poppa 2. Cinghia di prua Importante Le indicazioni riportate hanno

Importante

Le indicazioni riportate hanno valore solo se l’assetto della barca è regolare nelle sue linee e se non ci sono squilibri nella distribuzione dei pesi a bordo.

Avvertenza:

Nel posizionare le cinghie, prestare attenzione al piede S-Drive del motore, all’elica e al traduttore del log.

- 16 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Albero

L’albero, armato 9/10, è attrezzato con tre ordini di crocette “acquartierate” (cioè leggermente inclinate di circa 20° verso poppa) e, passando attraverso la coperta, s’inserisce in apposito alloggiamento ricavato nella scassa metallica, a sua volta direttamente appoggiata e fissata sulle strutture dello scafo.

Sostenimento trasversale

Tutto il piano di sostenimento trasversale è realizzato con cavo spiroidale inox o, a richiesta, in tondino inox. L’albero è sostenuto trasversalmente da: sartie alte continue, sartie intermedie discontinue e sartie basse, tutte allineate lungo lo stesso asse (vedi figura “A”).

Sostenimento longitudinale

Sul piano longitudinale, l’albero è sostenuto solo dallo strallo di prua e dallo strallo di poppa (vedi figura “B”). Infatti, l’acquartieramento delle crocette consente di evitare l’uso di stralletti e sartie volanti. Il paterazzo di poppa serve invece per la regolazione della curvatura dell’albero in certe andature, e per tenere sempre in tensione lo strallo di prua se installato l’avvolgifiocco.

Tutto il piano di sostenimento longitudinale è realizzato con cavo spiroidale inox o, a richiesta, in tondino inox.

 






 
 

- 17 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Avvertenze generali sulla regolazione

L’albero del Grand Soleil 43B è stato studiato e calcolato dal costruttore secondo criteri di massima sicurezza.

L’imbarcazione è normalmente consegnata dal cantiere con il sartiame gia regolato da personale specializzato e piombato per evitare manomissioni che potrebbero anche mettere in pericolo la sicurezza delle persone e della barca stessa.

Dopo alcune settimane d’impiego può essere necessario ripetere tale regolazione a causa del normale stiramento con conseguente allungamento del sartiame, particolarmente sensibile se in cavo spiroidale. A richiesta del cliente il cantiere è in grado di mettere a disposizione un suo tecnico per effettuare quest’ulteriore regolazione finale. In tale occasione sarà rifatta la piombatura dei sistemi di regolazione che non dovranno subire asportazioni senza il consenso scritto del cantiere per tutto il periodo di validità della garanzia.

Raccomandiamo in ogni caso di procedere con attenzione e con le necessarie precauzioni perché una regolazione scorretto dell’attrezzatura, sia delle manovre fisse, sia di quelle correnti, può sottoporre l’albero e l’attrezzatura stessa a sforzi anomali ed eccessivi e di conseguenza inutilmente rischiosi.

Strallo di poppa: istruzioni e avvertenze

Lo strallo di poppa è regolabile mediante apposito tenditore, posto sullo strallo stesso, normalmente di tipo meccanico o, a richiesta, di tipo idraulico. Qualora sia montato un tendi- paterazzo di tipo idraulico da adibirsi ad altre funzioni oltre a quella sopra descritta, la relativa pompa manuale di comando è installata solitamente nella parete verticale del pozzetto, a poppavia della seduta di dritta. All’interno del gavone di detta seduta è posizionato il serbatoi d’accumulo del liquido idraulico.

Per la regolazione dello strallo di poppa possiamo dare le seguenti indicazioni generali:

Di bolina la tensione va regolata in funzione dell’intensità del vento per ridurre la catenaria dello strallo di prua; più forte è il vento, maggiore deve essere la tensione.

Nelle andature portanti invece, la tensione va ridotta e deve essere solo sufficiente a recuperare l’eventuale imbando dello strallo di prua che, se eccessivo, potrebbe pregiudicare il buon sostentamento dell’albero.

Si rammenta anche di controllarne saltuariamente il livello del liquido idraulico nel relativo serbatoio, se installato.

Regolazione delle sartie

Con l’albero sotto carico, la canaletta della randa, guardando dal basso verso l’alto, deve presentarsi il più possibile rettilinea sul piano trasversale.

Periodicamente è opportuno controllare la tensione del sartiame e procedere al recupero di un eventuale lieve ulteriore rilassamento dei cavi riprendendolo con uno o più giri d’arridatoio.

- 18 -

Grand Soleil 43B  Qualora, per qualsiasi motivo, si presentasse la necessità di dover ricorrere

Grand Soleil 43B

Qualora, per qualsiasi motivo, si presentasse la necessità di dover ricorrere ad una nuova messa a punto dell’albero, o di dover verificare lo stato complessivo delle regolazioni per mantenere l’idoneità della struttura, nell’ambito della massima sicurezza e conseguentemente anche dell’ottimizzazione delle prestazioni a vela, si consiglia di interpellare i tecnici del Cantiere Del Pardo o esperti del settore.

Consigli per la regolazione delle sartie

del settore. Consigli per la regolazione delle sartie Le indicazioni e i consigli per la regolazione

Le indicazioni e i consigli per la regolazione delle sartie sono destinate ai tecnici che dovranno procedere alle operazioni qui di seguito descritte.

A titolo puramente informativo, si riporta un breve promemoria per la regolazione delle sartie:

Con barca a riposo e a secco di vele, controllare che lo strallo di poppa non sia in tensione.

Mettere in forza tutte le sartie con una tensione sufficiente a recuperare il loro eventuale allentamento.

A questo punto, guardando la canaletta della randa dal basso verso l’alto, essa deve presentarsi il più possibile rettilinea.

Tesare le sartie alte riprendendo parallelamente due o tre giri completi d’arridatoio.

Dopodiché, prima di regolare le sartie basse, bisogna mettere l’albero gradatamente a pieno carico sotto vela, preferibilmente di bolina e con lo strallo di poppa tesato.

Regolare le sartie da sottovento su entrambe le mura in modo che i punti dell’attacco del boma, degli attacchi delle crocette e della testa d’albero siano tutti sullo stesso piano trasversale.

Controlli periodici e avvertenze sull’albero

trasversale. Controlli periodici e avvertenze sull’albero  C ontrollare frequentemente lo stato d’usura delle

Controllare frequentemente lo stato d’usura delle drizze, se si nota qualche segno d’usura, sostituirle.

Quando s’issa una vela, tesare gli ultimi centimetri di drizza con molta cautela; se si esagera, l’impiombatura, cui è fissato il grillo o il moschettone, potrebbe entrare nella puleggia dell’albero, rimanendovi impigliata o danneggiandosi.

A

questo proposito si raccomanda di applicare sui terminali delle drizze le apposite sfere di

nylon che si trovano normalmente in commercio; esse, infatti, impediscono all’impiombatura di entrare nella puleggia.

In

ogni caso si raccomanda di marcare su tutte le drizze, con un pennarello indelebile, il punto

di

sicurezza oltre il quale la stessa non deve essere mai tesa.

Controllare frequentemente lo stato d’usura delle sartie e degli stralli specialmente in prossimità delle impiombature.

- 19 -

Grand Soleil 43B  Con l’albero attrezzato con sartiame in cavo spiroidale, controllare frequentemente oltre

Grand Soleil 43B

Con l’albero attrezzato con sartiame in cavo spiroidale, controllare frequentemente oltre che il punto d’impiombatura, anche i cavi in generale. Se si nota anche un solo filo rotto, sostituire immediatamente la sartia o lo strallo.

Controllare periodicamente se si sono formate delle microfessure nel punto di contatto fra crocette ed albero; in questo caso consultare immediatamente un tecnico della Casa costruttrice dell’albero.

Controllare la filettatura degli arridatoi; i maschi con filettatura destra e sinistra devono essere avvitati nelle femmine per un numero uguale di giri e per una lunghezza sufficiente a garantire la tenuta, vale a dire per un tratto almeno pari al diametro della vite; verificare il montaggio della copiglia di sicurezza per evitare strappi alle vele.

Verificare che la protezione dei terminali delle crocette sia sempre in buono stato per evitare strappi alle vele.

Controllare periodicamente che non vi siano infiltrazioni d’acqua dalla guarnizione della mastra dell’albero in coperta.

Manutenzione dell’albero

mastra dell’albero in coperta. Manutenzione dell’albero  Lavare frequentemente con acqua dolce gli arridatoi e

Lavare frequentemente con acqua dolce gli arridatoi e le pulegge di rinvio delle drizze.

Non ricoprire gli arridatoi con tubi di plastica o nastro adesivo che impediscono la circolazione dell’aria.

- 20 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Precauzioni per l’armo e il disarmo dell’albero

43B Precauzioni per l’armo e il disarmo dell’albero Le indicazioni inerenti la precauzioni per l’albero sono

Le indicazioni inerenti la precauzioni per l’albero sono destinate ai tecnici che dovranno procedere alle operazioni sotto descritte.

Armare o disarmare l’albero sono operazioni delicate che vanno effettuate con estrema cura ed attenzione per evitare danni anche molto gravi alle persone, alla barca ed alle cose.

L’albero, nel tratto sotto coperta, è posizionato tra tavolo e paratia di prua dinette ed alloggiato su apposita scassa, a sua volta fissata alle strutture dello scafo.

Prima di procedere ad armare o disarmare l’albero dalla barca si raccomanda quanto segue:

Assicurarsi che la cinghia di sollevamento dell’albero sia in buono stato, adeguata al carico da sollevare e saldamente fissata.

Detta cinghia deve essere posizionata al di sopra del baricentro dell’albero (cioè verso la testa) in modo tale che, quando sollevato, esso assuma naturalmente la posizione verticale.

Legare due lunghe cime alle estremità delle crocette basse; durante la manovra di armo dell’albero, infatti, esse serviranno come “briglie” per regolare la posizione trasversale dell’albero e far combaciare il piede alla scassa d’alloggiamento.

Mentre l’albero è sospeso, non sostare sotto il raggio di possibile caduta, né sotto il raggio d’azione della gru.

Effettuare le varie operazioni preferibilmente con barca a terra su invasatura. Se effettuate con barca in acqua, scegliere un luogo ed un momento d’acqua perfettamente calma

Staccare i vari cavi elettrici e della strumentazione che escono, a soffitto, in prossimità della mastra d’albero e controllare che siano ben fissati in modo tale da non restare schiacciati durante l’operazione.

Smontare i tiranti con arridatoio sottocoperta per l’ancoraggio dell’albero alla coperta stessa. La mastra in plastica tra albero e coperta dovrebbe seguire l’albero nella fase di estrazione senza che si renda necessario alcun intervento.

Prima di sollevare l’albero per rimontarlo controllare che le eventuali unità di testa d’albero (antenna VHF, strumentazione del vento, Windex, luci, etc.) siano state montate.

Controllare che i perni, le copiglie e gli attacchi delle sartie siano saldamente fissati.

Controllare che le sartie e le drizze siano in chiaro e non attorcigliate o confuse.

Controllare le protezioni dei terminali delle crocette; se sono in cattivo stato, sostituirle. Esse sono fondamentali per evitare strappi sulle vele.

Osservare continuamente, con la massima attenzione, la discesa o la risalita dell’albero nell’alloggiamento, in modo da dare all’operatore della gru le opportune istruzioni.

- 21 -

Grand Soleil 43B  Infine rammentiamo il montaggio dei tiranti con arridatoio per l’ancoraggio della

Grand Soleil 43B

Infine rammentiamo il montaggio dei tiranti con arridatoio per l’ancoraggio della coperta all’albero che devono essere correttamente installati e opportunamente regolati e dei cavi elettrici.

Porre una particolare attenzione anche allo strallo cavo di prua, se installato, in quanto un colpo accidentale o una curvatura eccessiva possono danneggiarlo irrimediabilmente.

Disposizione uscita drizze dall’albero

Considerato che possono essere collocati alberi diversi, sia come materiali, sia come attrezzature, in funzione delle specifiche esigenze degli armatori e delle scelte costruttive dei fornitori, non possiamo stabilire uno standard comune per la disposizione uscita drizze dall’albero. Inseriamo ugualmente lo schema sottostante, consigliando l’Armatore di provvedere a completarlo, per avere un utile promemoria in fase d’armo dell’albero o la sostituzione di una drizza.

a completarlo, per avere un utile promemoria in fase d’armo dell’albero o la sostituzio ne di

- 22 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Anodi anticorrosione

Sul Grand Soleil 43B si trovano i seguenti anodi anticorrosione che proteggono le parti metalliche esposte alle correnti galvaniche. Essi sono montati su:

Piede S-Drive del motore

Motore (vedi manuale del fornitore)

Boiler (vedi manuale del fornitore)

Motore generatore elettrico (se previsto) (vedi manuale del fornitore)

Piastre di massa sul fondo dello scafo (se previste)

Tali anodi devono essere controllati con attenzione, come sotto descritto.

Piede S-Drive

L’anodo del piede S-Drive del motore è il più esposto alle correnti galvaniche. Esso è montato sul piede stesso, prospiciente l’elica.

Va ispezionato tutte le volte che la barca è alata, o almeno 2 o 3 volte a stagione. Se è corroso in misura superiore al 50%, sostituirlo quanto prima. Per rendersi conto dello stato di corrosione, paragonarlo ad uno nuovo.

Motore di propulsione e motore generatore elettrico

Per il posizionamento dell’anodo sul motore consultare il manuale d’uso e manutenzione del motore consegnato a parte.

Ispezionarlo e sostituirlo secondo le raccomandazioni del Costruttore.

Boiler

Per il posizionamento dell’anodo nel boiler, per ispezionarlo e sostituirlo consultare il manuale d’uso e manutenzione del boiler fornito dal Costruttore e consegnato a parte.

Piastre di massa

Se installate, sono montate sul fondo dello scafo, a lato della chiglia.

Per controlli e sostituzioni, valgono le indicazioni riportate a proposito dell’anodo di protezione dell’elica sul piede S-Drive motore.

Avvertenza generale

dell’elica sul piede S -Drive motore. Avvertenza generale  Se il deterioramento di uno o più

Se il deterioramento di uno o più anodi è molto rapido, tale fatto può indicare l’esistenza di una dispersione nell’impianto elettrico della barca, oppure può essere dovuto alla vicinanza di grandi masse conduttrici in acque molto saline.

Nel primo caso tutto l’impianto elettrico dovrebbe essere controllato da un elettricista marino competente.

Se invece a fine stagione non si presentasse alcun deterioramento, è consigliabile controllare il contatto fra gli zinchi ed i conduttori.

- 23 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Assetto della barca

In condizioni di carico normale, il Grand Soleil 43B galleggia e naviga perfettamente sulle sue linee ottimali.

Tuttavia, come per qualsiasi altra barca, se non si rispettano i comuni accorgimenti nella distribuzione dei pesi imbarcati a bordo, essa può andare fuori assetto e risultare troppo appruata, o troppo appoppata, o troppo inclinata lateralmente.

Questi inconvenienti, entro certi limiti non danno luogo a nessun serio problema, tuttavia possono compromettere le prestazioni a vela della barca e, più in generale, il comfort della navigazione.

Pertanto, nell’imbarcare materiale a bordo, si raccomanda di rispettare le seguenti regole:

- Limitare l’imbarco di pesi e materiale vario allo stretto necessario e in ogni caso non superare al peso indicato nella “Targhetta del Costruttore” riportata al paragrafo successivo.

- Distribuire il materiale imbarcato in modo uniforme lungo tutta la barca, cercando di concentrare le parti più pesanti in basso e al centro;

- Non caricare eccessivamente le estremità della barca ed in particolare la zona di prua; infatti, se la prua è troppo immersa il passaggio sull’onda risulta peggiorato ed aumenterà il beccheggio;

- Distribuire possibilmente i pesi imbarcati in modo uniforme anche sul piano trasversale; tuttavia non c’è da preoccuparsi se, a carico ultimato, la barca “pende” leggermente da una parte; l’assetto trasversale è molto meno importante di quello longitudinale.

Targhetta del costruttore

Nella “Targhetta del Costruttore” sotto riportata, fissata nel dritto di poppa pozzetto, verso dritta, sono riportate le seguenti informazioni:

Il cantiere costruttore dell’imbarcazione.

La categoria di progettazione “A” = “OCEAN”. Tale categoria significa che l’imbarcazione è progettata per navigare in condizioni in cui la forza del vento può essere maggiore di 8 della scala Beaufort a l’altezza significativa delle onde può essere maggiore di 4 m (vedi nota*), ed è ampiamente autosufficiente. Sono escluse le condizioni estreme come, per esempio, gli uragani.

*Per altezza significativa dell’onda si intende l’altezza media delle onde che compongono il terzo più alto delle stesse, che corrisponde approssimativamente all’altezza dell’onda stimata da un osservatore esperto. Alcune onde possono essere il doppio dell’altezza indicata di 4 m.

Il modello di imbarcazione risultante nella Certificazione di conformità “CE”

- 24 -

Grand Soleil 43B  Il numero distintivo dell’Ente che ha rilasciato la Certificazione CE =

Grand Soleil 43B

Il numero distintivo dell’Ente che ha rilasciato la Certificazione CE = 0609 per l’imbarcazione in oggetto.

Il numero di persone imbarcabili, massimo dieci. Detto numero può essere superato se sono imbarcati bambini di peso inferiore a 37,5 Kg non superando in ogni caso il carico massimo indicato nella targhetta di 750 Kg.

Il carico massimo imbarcabile, pari a Kg 1130 che comprende 750 Kg come peso complessivo dell’equipaggio e 380 Kg costituto dal peso complessivo di: effetti personali, la zattera di salvataggio, viveri, scorte e tutti i pesi non facenti parte di quanto necessario per una normale navigazione.

parte di quanto necessario per una normale navigazione. Avvertenze e precauzioni Attenzione: Non superare in alcun

Avvertenze e precauzioni

Attenzione: Non superare in alcun caso il numero massimo di persone. Indipendentemente dal numero di persone a bordo, il peso totale delle stesse e dell’equipaggiamento non deve mai superare il carico massimo raccomandato. dell’equipaggiamento non deve mai superare il carico massimo raccomandato.

Attenzione: Non applicare pesi significativi in posizione alta sulla coperta e, tanto meno, sull’albero in quanto possono influire negativamente sulla stabilità, l’assetto e le prestazioni meno, sull’albero in quanto possono influire negativamente sulla stabilità, l’assetto e le prestazioni dell’imbarcazione.

Attenzione: Prima di iniziare la navigazione, assicuratevi che tutti gli equipaggiamenti ed eventuali altri cariche a bordo, siano opportunamente fissati in modo da evitarne il movimento che può influire negativamente sulla stabilità, l’assetto e le prestazioni dell’imbarcazione. l’assetto e le prestazioni dell’imbarcazione.

- 25 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Attrezzatura e ferramenta di coperta

I componenti dell’attrezzatura di coperta del Grand Soleil 43B sono i migliori reperibili sul mercato.

La ferramenta e le parti di carpenteria sono realizzate in acciaio inox AISI 316, il migliore per l’ambiente marino.

La ferramenta e le parti di carpenteria sono brillantate a specchio e protette da uno speciale imballo per tutta la durata del ciclo produttivo.

Nella figura a pag. 28 è elencata e posizionata la quasi totalità dell’attrezzatura che è possibile installare. Le ultime righe sono disponibili per riportare, come promemoria, la posizione delle varie drizze e scotte rinviate ai winch sulla tuga (vedi pos. 51 le drizze di dritta e pos. 52 le drizze di sinistra). Consigliamo di indicarle, certi che col tempo verranno utili.

Punti di forza - Avvertenza e precauzioni

Sono considerati punti di forza quelli in cui è normalmente applicato, per esigenze di navigazione, un carico concentrato sensibilmente elevato in relazione al tipo di imbarcazione.

Nel Grand Soleil 43B la struttura è stata progettata e costruita per sopportare le massime sollecitazioni compatibili per imbarcazione di tale classe. Allo stesso modo sono state scelte le attrezzature più idonee e proporzionate per resistere ai massimi carichi prevedibili per una navigazione corretta.

A titolo informativo, di seguito sono elencate la attrezzature di coperta più sollecitate, con indicato approssimativamente, dove disponibile, il relativo carico massimo di lavoro e di rottura riferito alla versione cruiser:

carico di lavoro Kg

carico di rottura Kg

Carrello scotta randa Harken H 3165

2.041*

4.081*

Carrello scotta genoa Harken B 1873 AM

1.361*

2.722*

Winch drizze Harken 44.2 STA

Prove in corso

Winch scotte genoa Harken B 53.2 STA

Prove in corso

Salpa ancora (dal catalogo Quick)

370 max

1.100

Bitte ormeggio di prua e al mezzo (da Scheda Tecnica Olcese Ricci srl)

690

Bitte ormeggio di poppa (da Scheda Tecnica Olcese Ricci srl)

1.590

* = Valori rilevati dal catalogo Harken Italy SpA

I carichi sopra indicati si riferiscono alla barca standard, eventuali altre attrezzature possono non corrispondere ai detti valori.

attrezzature possono non corrispondere ai detti valori.  Attenzione. I valori sopra indicati si riferiscono

Attenzione. I valori sopra indicati si riferiscono applicati nella direzione di carico abitualmente in uso in navigazione. Carichi applicati in modo diverso possono non essere compatibili coi valori sopra indicati.

- 26 -

Grand Soleil 43B  I carichi sopra indicati sono da ritenersi valori che intendono preser

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B  I carichi sopra indicati sono da ritenersi valori che intendono preser vare

I carichi sopra indicati sono da ritenersi valori che intendono preservare l’integrità della barca a scapito del singolo punto di forza. In sostanza, qualora siano applicati carichi maggiori a quelli sopra indicati e possibile che si rompa la cima, la catena, il cavo, il bozzello, il golfare, senza danneggiare la barca e le sue strutture.

I carichi di rottura indicati per le bitte d’ormeggio si riferiscono ad un carico applicato orizzontalmente.

 Attenzione: il carico di rottura di cime/catene non deve superare 80 % del carico

Attenzione: il carico di rottura di cime/catene non deve superare 80 % del carico di rottura del rispettivo punto di forza.

 È responsabilità del proprietario assicurarsi che le cime di ormeggio, le cime di rimorchio,

È responsabilità del proprietario assicurarsi che le cime di ormeggio, le cime di rimorchio, la catena o la cima dell’ancora e l’ancora siano adeguate all’uso previsto (il carico di rottura di cime/catene non deve superare 80 % del carico di rottura del rispettivo punto di forza).

 In caso di traino o di rimorchio il proprietario dovrà anche valutare approssimativamente se

In caso di traino o di rimorchio il proprietario dovrà anche valutare approssimativamente se il carico non superi i limiti sopra indicati e procedere sempre a bassa velocità. Assicurarsi che la cima di rimorchio o di traino sia disposta in modo che possa essere facilmente sganciata in caso di pericolo.

 Non collegare alcuna manovra, come rinvii di scotte e simili, alla falchetta in teak

Non collegare alcuna manovra, come rinvii di scotte e simili, alla falchetta in teak del bordo della coperta o ai candelieri, ma utilizzare solo e sempre l’attrezzatura predisposta per le varie funzioni.

 Non collegare alcuna manovra, come rinvii di scotte e simili, alla falchetta in teak

Non collegare alcuna manovra, come rinvii di scotte e simili, alla falchetta in teak del bordo della coperta o ai candelieri, ma utilizzare solo e sempre l’attrezzatura predisposta per le varie funzioni.

Identificazione dell’attrezzatura di coperta

Qualora si presentasse la necessità di identificare l’attrezzatura di coperta, si suggerisce di rilevare i dati riportati sull’attrezzatura stessa e prendere contatto col fabbricante.

Manutenzione

stessa e prendere contatto col fabbricante. Manutenzione È errato pensare c he l’acciaio inox, solo in

È errato pensare che l’acciaio inox, solo in virtù del nome, sia inattaccabile dall’ossido o dalla corrosione; l’ambiente marino e l’atmosfera della zona di stazionamento della barca, possono aggredire e danneggiare il materiale se non è effettuata un’opportuna manutenzione.

Ciò vale per tutte le parti metalliche della coperta, compresi quindi anche i particolari in lega d’alluminio anodizzato, come rotaie, cornici d’oblò, osteriggi, ecc.

- 27 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Coperta Ubicazione attrezzatura e ferramenta

1. Puntale con bilancino ancora

2. Landa strallo di prua (interna)

3. Golfare d = 10 mm

4. Passacavi d’ormeggio

5. Salpa ancora (interno gavone ancora)

6. Bitta ormeggio

7. Presa per pulsantiera salpa ancora

8. Golfare Wichard

9. Passascotte di coperta

10. Uscita cavi elettrici per albero

11. Bozzello di rinvio

12. Mastra di coperta con bozzelli piede albero

13. Rinvio piano per drizze

14. Lande sartie laterali

15. Rotaia genoa con carrello rinvio scotta

16. Maniche a vento con protezione

17. Tientibene coperta

18. Bozzello di rinvio

19. Strozzascotte

20. Stopper per drizze ecc.

21. Bozzello di rinvio

22. Bozzello di rinvio

23. Strozzascotte

24. Winch scotta genoa

25. Bozzello di rinvio

26. Winch scotta spinnaker

27. Vano bombola gas liquido (nel gavone)

28. Doccia pozzetto con rubinetto

29. Pompa sentina manuale

30. Tappo imbarco gasolio

31. Scarico generatore (se previsto)

32. Scarico motore di propulsione

33. Attacco cinghia sicurezza

34. Tappo imbarco acqua

35. Vano scaletta bagno

36. Vano zattera di salvataggio

37. Attacco barra d’emergenza

38. Targhetta costruttore

39. Sfiato serbatoio gasolio

40. CIN (numero identificazione barca)

41. Comando a distanza valvola gasolio riscaldatore

42. Comando a distanza valvola gasolio generatore

43. Comando a distanza valvola gasolio motore

44. Presa 220 Vca da banchina

45. Quadro motore

46. Monoleva telecomando gas/invertitore

47. Timoneria a ruota con bussola

48. Rotaia e carrello scotta Randa

49. Whinch per drizze ecc.

gas/invertitore 47. Timoneria a ruota con bussola 48. Rotaia e carrello scotta Randa 49. Whinch per

- 28 -

Grand Soleil 43B 50. Oblò apribile verso l’esterno nel fianco tuga di dritta e a

Grand Soleil 43B

50. Oblò apribile verso l’esterno nel fianco tuga di dritta e a sinistra.

DRIZZE DI DRITTA

DRIZZE DI SINISTRA

51a

……………………….

52a. …………………

51b

……………………….

52b. …………………

51c

……………………….

52c. …………………

51d

……………………….

52d. …………………

51e

……………………….

52e. …………………

Manovre correnti (scotte, drizze, ecc.)

Sul Grand Soleil 43B le drizze sono interamente in tessile.

A titolo orientativo, di seguito sono elencati i carichi minimi di rottura di drizze e scotte normalmente impiegate nelle imbarcazioni da crociera (da Scheda Tecnica della Donaghys Industries Ltd - New Zealand):

- Tipo SpectraSpeed (calza in Poliestere, anima Spectra

- Tipo SpectraSpeed (calza in Poliestere, anima Spectra R intrecciata) - diametro 10 mm. - diametro

R intrecciata)

- diametro 10 mm. - diametro 12 mm. - diametro 14 mm. -

diametro 8 mm.

carico di rottura 2800 Kg. carico di rottura 4300 Kg. carico di rottura 5800 Kg. carico di rottura 7600 Kg.

- Tipo Yachtmaster (calza in Poliestere, anima Poliestere intrecciata)

- diametro 10 mm. - diametro 12 mm. - diametro 14 mm. -

diametro 8 mm.

carico di rottura 1450 Kg. carico di rottura 2450 Kg. carico di rottura 3200 Kg. carico di rottura 4200 Kg.

Avvertenze e precauzioni

3200 Kg. carico di rottura 4200 Kg. Avvertenze e precauzioni  Controllare frequentemente lo stato d’usura

Controllare frequentemente lo stato d’usura di tutte le manovre correnti; se si notano fili rotti o molto consumati, sostituirle quanto prima.

A vela issata, tesare gli ultimi centimetri di drizza con molta cautela; se si esagera, la parte terminale della drizza, cui è collegato il grillo o il moschettone, potrebbe entrare nella puleggia dell’albero, danneggiandola.

A questo proposito si raccomanda di applicare sui terminali delle drizze, le apposite sfere di nylon che si trovano normalmente in commercio; esse impediscono alla parte terminale di entrare nella puleggia.

In ogni caso si raccomanda di marcare sulle drizze un punto di sicurezza (con un pennarello indelebile), oltre il quale la drizza non deve essere mai tesa.

- 29 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Tavole di composizione delle manovre correnti

Il Grand Soleil 43B essendo normalmente destinato ad equipaggi già esperti e con conoscenze e abitudini anche diverse fra loro, può essere composto d’attrezzature sensibilmente diverse come disposizione e come marca, perciò ogni imbarcazione può essere diversa come tipo e lunghezza delle manovre correnti. Per questo motivo non è possibile precompilare in maniera esauriente le seguenti due tabelle.

Consigliamo in ogni caso di completarle a cura dell’armatore, per consultarle come promemoria in ogni caso di necessità.

Manovre correnti Tipo Misura (ml) Albero Ø Terminale Standard Maggiorato (mm) Drizza Randa Amantiglio Boma
Manovre correnti
Tipo
Misura (ml) Albero
Ø
Terminale
Standard
Maggiorato
(mm)
Drizza Randa
Amantiglio Boma
Tesa base
Terzaroli I° mano
Terzaroli II° mano
Terzaroli III° mano
Drizza Genoa n°1
Drizza Genoa n°2
Drizza Spi n°1
Drizza Spi n°2
Carica alto tangone
Manovre correnti
Tipo
Misura
Ø
SCOTTE E PARANCHI
(mm)
(mm)
Scotta Randa
Paranco vang
Trasto Randa (x2)
Scotte Genoa (x2)
Scotta Spi n°1 (x2)
Scotta Spi n°2
Carica basso tangone

- 30 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Attrezzi utili a bordo

Sul Grand Soleil 43B non è prevista una dotazione standard d’attrezzi.

La casa costruttrice del motore fornisce alcune chiavi.

Come dotazione minima di base si raccomanda d’imbarcare i seguenti attrezzi:

Un set di cacciaviti di varie dimensioni, sia a taglio sia a croce;

Un martello e un mazzuolo;

Un trapano a mano, o a batteria con punte di vario diametro;

Alcune paia di pinze, compresa almeno una pinza grip;

Un set di chiavi inglesi aperte e chiuse;

Un set di chiavi brugola;

Alcune lime e raspe;

Tronchesi grandi e piccole;

Un punteruolo;

Una sega con lame di ricambio;

Alcuni coltelli;

Un metro;

Una bindella metrica;

Lubrificanti e spray anticorrosivi;

Tanica e spugna sintetica;

Nastro isolante, nastro adesivo plastificato anche largo e pezzi di tessuto impermeabile;

Serie lampade di ricambio per luci di navigazione;

Cime robuste per eventuale traino e per ormeggio;

Fascette stringitubo inox, viti inox autofilettanti e metriche di varie misure e dadi;

Guanti da lavoro, stracci, imbuto di plastica.

- 31 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Avvolgifiocco

Le indicazioni qui di seguito riportate non sostituiscono le informazioni contenute nel manuale fornito dal costruttore e consegnato a parte.Grand Soleil 43B Avvolgifiocco  L’avvolgifiocco è un’attrezzatura che permette di avvolgere il genoa sullo

L’avvolgifiocco è un’attrezzatura che permette di avvolgere il genoa sullo strallo rapidamente e senza sforzi. L’avvolgifiocco consente inoltre di navigare con il genoa parzialmente ridotto; si tenga presente però che in tal caso l’angolo di bolina peggiora sensibilmente rispetto a quello che si ottiene con un apposito fiocco di pari dimensioni. Da notare altresì che il rilevante peso del tessuto e la minore superficie avvolgibile penalizzano le prestazioni della barca con vento leggero rispetto a quelle che si ottengono con un genoa normale. Si consiglia in ogni caso di montare un genoa avvolgibile appositamente studiato per tale funzione, dotato di protezione dai raggi U.V. e opportunamente rinforzato nei punti d’attacco.

Istruzioni

Nella manovra di richiamo della vela, per limitare il più possibile lo sforzo sulla cima d’avvolgimento, è sufficiente rispettare i seguenti accorgimenti: d’avvolgimento, è sufficiente rispettare i seguenti accorgimenti:

Tesare il paterazzo per evitare che lo strallo di prua descriva una catenaria troppo pronunciata che ostacolerebbe il normale avvolgimento.

Lasciare la scotta del genoa in modo che almeno i ¾ della vela residua siano sempre sventati durante la manovra d’avvolgimento.

Controllare che la drizza dello spi o eventuali altre drizze non siano fissate sul pulpito o sulla battagliola, ma a piede d’albero e ben tesate, per evitare che s’incattiviscano durante l’avvolgimento. Inoltre si consiglia di esercitare una leggera tensione sulla scotta così da consentire al genoa di avvolgersi più ordinatamente.

Anche per aprire il genoa si raccomanda di filare gradualmente la cima d’avvolgimento lasciando almeno un giro attorno al verricello per evitare colpi bruschi all’attrezzatura.

Manutenzione

per evitare colpi bruschi all’attrezzatura. Manutenzione  Sostituire la cima d’avvolgimento al minimo segno

Sostituire la cima d’avvolgimento al minimo segno d’usura.

I cuscinetti e le altre parti dell’avvolgitore devono essere lavati frequentemente con acqua dolce secondo le indicazioni del costruttore.

- 32 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Boiler

Le indicazioni qui di seguito riportate non sostituiscono le informazioni contenute nel manuale fornito dal costruttore e consegnato a parte.Grand Soleil 43B Boiler  Il boiler, avente una capacità di circa 15 litri e una

Il boiler, avente una capacità di circa 15 litri e una resistenza elettrica da 1200 Watt, è installato in apposito vano ricavato tra testa letto e serbatoio acqua dolce, sotto il pagliolo letto cabina di dritta a poppa (vedi schema pag. 72).

Detto boiler, in acciaio inox, è anche opportunamente coibentato e dotato di valvola di sicurezza con rubinetto di scarico dell’acqua sanitaria presente nel boiler.

Istruzioni

dell’acqua sanitaria presente nel boiler. Istruzioni Per riscaldare l’acqua sanitaria si può utilizzare: 

Per riscaldare l’acqua sanitaria si può utilizzare:

La resistenza elettrica del boiler, alimentata dal circuito elettrico a 220 Volt.

Il liquido di raffreddamento del motore, facendolo circolare nel boiler mediante una derivazione sul motore e una serpentina nel boiler.

Per attivare il boiler con l’impiego di energia elettrica procedere come segue:

Controllare che il boiler sia pieno aprendo un rubinetto dell’acqua calda.

Inserire, o controllare che sia inserito, l’interruttore FRESH WATER PUMP (autoclave) nel Quadro Elettrico 12 Vcc per abilitare l’autoclave e mettere in pressione il circuito dell’acqua fredda e calda dell’impianto idrico.

Inserire l’interruttore BOILER del Quadro Elettrico 220 Vca (vedi pag. 59) (Per disporre di energia elettrica 220 Vca vedi relativo capitolo a pag. 50)

Per ottenere il riscaldamento dell’acqua con l’impiego del motore è necessario:

Verificare che le valvole poste sul motore, che definiremo, da qui in poi, “valvole del circuito motore-boiler” siano aperte. Dette valvole, con relative tubazioni di gomma, mettono in comunicazione il circuito liquido di raffreddamento motore con la serpentina di riscaldamento dell’acqua nel boiler e, a meno di un guasto al circuito o al boiler, vanno lasciate sempre aperte.

Mettendo in marcia il motore di propulsione della barca il boiler entra in funzione automaticamente (sempre che le valvole del circuito motore-boiler siano aperte); normalmente l’acqua raggiunge una temperatura di 50 – 60 °C dopo circa un quarto d’ora di funzionamento del motore a 1500 giri.

- 33 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Avvertenze e manutenzione

Il boiler è un contenitore d’acqua calda che lavora in pressione. Il boiler è un cont Pertanto si raccomanda di: Pertanto si raccomanda di:

Verificare periodicamente il funzionamento della valvola di sicurezza posta frontalmente, sull’attacco alimentazione acqua fredda al boiler.

sull’attacco alimentazione acqua fredda al boiler.  Se si notano perdite o uscite d’acqua dal boiler,

Se si notano perdite o uscite d’acqua dal boiler, chiudere immediatamente le due valvole del circuito motore-boiler e, se del caso, disinserire l’interruttore di alimentazione elettrica alla voce BOILER del Quadro Elettrico 220 Vca

Controllare se vi sono perdite nei raccordi di collegamento dei tubi.

Sostituire la valvola di scarico e l’anodo anticorrosione secondo le indicazioni del costruttore.

Inoltre, nel periodo invernale, per evitare fenomeni di congelamento che potrebbero danneggiarlo gravemente, si raccomanda di scaricare l’acqua presente nel boiler agendo sulla valvola di scarico e servendosi di un recipiente di raccolta.

È importante ricordare che detto boiler dispone di:

Un termostato regolabile che interrompe l’alimentazione elettrica al raggiungimento del valore prestabilito, normalmente sui 60 ° C.

Un secondo termostato di sicurezza, che interrompe anch’esso l’alimentazione elettrica, nel caso non funzioni il precedente e si abbia pertanto un surriscaldamento dell’acqua. Qualora questo secondo termostato entri in funzione può essere ripristinato manualmente dopo aver individuato le cause della disfunzione.

dopo aver individuato le cause della disfunzione. Si raccomanda di consultare il manuale d’uso e

Si raccomanda di consultare il manuale d’uso e manutenzione fornito dal costruttore e consegnato a parte.

- 34 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Caricabatterie

Le indicazioni sotto riportate non sostituiscono le informazioni contenute nel manuale fornito dal costruttore e consegnato a parte.

Il caricabatteria è un’apparecchiatura elettronica che lavora sotto tensione. Alimentato da corrente 220 Vca, provvede Il caricabatteria è un’apparecchiatura elettronica che lavora sotto tensione. Alimentato da corrente 220 Vca, provvede a trasformarla e raddrizzarla fornendola a valori idonei a ricaricare le batterie.

Il tipo solitamente installato, con una capacita di carica pari a circa 60 Ah, è posto nel vano sotto il sedile del tavolo carteggio (vedi schema a pag. 62).

L’apparecchiatura dispone di un proprio sistema di ventilazione per il necessario raffreddamento, mentre il vano in cui è contenuta è provvisto di idonea apertura, subito sotto il sedile, per garantire un’adeguata ventilazione. Detto vano dispone, frontalmente, anche di apposito spioncino protetto con plexiglas per un controllo visivo delle sue funzioni e con un foro per azionamento pulsante verde di servizio.

Il Caricabatteria dispone di un controllo automatico che provvede ad erogare la corrente necessaria alle batterie in funzione della loro condizione di carica, in questo modo evita il loro danneggiamento con un’eccessiva tensione di carica.

Istruzioni

Per il suo funzionamento il caricabatteria deve essere alimentati da energia elettrica 220 Vca ottenuta collegandosi alla rete di banchina o mettendo in funzione il generatore elettrico di bordo, se installato.con un’eccessiva tensione di carica. Istruzioni Procedura per la messa in funzione del caricabatteria

Procedura per la messa in funzione del caricabatteria alimentato da banchina:

Assicurarsi che tutti gli interruttori magnetotermici del Quadro Utenze 220 Vca (vedi a 59) siano disinseriti.

pag.

Controllare che la manopola del “Selettore Elettrico” 220 Vca SELECTOR sia in posizione OFF (sempre nel Quadro Elettrico 220 Vca) (vedi SELECTOR pag. 59).

Inserire la spina del cavo di presa corrente da banchina 220 Vca, avvitandone in maniera adeguata il manicotto per consentire il normale collegamento, nell’apposita presa della barca, posta in pozzetto, sull’alzata seduta timoniere, verso dritta.

in pozzetto, sull’alzata seduta timoniere, verso dritta.  Quest’operazione non va mai eseguita con mani bagnate

Quest’operazione non va mai eseguita con mani bagnate né a piedi nudi, specie in presenza d’acqua.

Ruotare la manopola del “Selettore Elettrico” in posizione S. SUPPLY per collegare la rete 220 Vca della barca alla rete di banchina (nel Quadro Elettrico 220 Vca).

Attivare l’interruttore ”Main Breaker” (Generale Differenziale) posto nel Quadro Utenze 220 Vca (vedi a pag. 59)

- 35 -

Grand Soleil 43B  Inserire l’interruttore “Battery Charger” (Carica Batterie) posto nel quadro Utenze 220

Grand Soleil 43B

Inserire l’interruttore “Battery Charger” (Carica Batterie) posto nel quadro Utenze 220 Vca (vedi a pag. 59) Apposita spia sull’apparecchio segnala la sua attivazione e il suo stato di funzionamento.

Si rammenta che il caricabatterie è collegato in modo da caricare contemporaneamente tutte le batterie di bordo indipendentemente dalla posizione dello staccabatterie.

Il voltmetro posto nel Quadro Elettrico indicherà la tensione presente nell’impianto pag. 54)

(vedi a

Procedura per la messa in marcia del caricabatteria alimentato da generatore (se disponibile):

Per disporre di energia elettrica 220 Vca, in alternativa al collegamento con la rete di banchina sopra descritto, si può mettere in marcia il generatore elettrico di bordo, se disponibile. In questo caso si procede come segue:

Controllare che tutti gli interruttori magnetotermici del Quadro Utenze 220 Vca siano disinseriti e che la manopola del “Selettore Elettrico” 220 Vca SELECTOR sia in posizione OFF come sopra descritto per il collegamento a banchina.

Mettere in funzione il Generatore elettrico (vedi relativo capitolo pag. 39).

Ruotare la manopola del “Selettore Elettrico” 220 Vca SELECTOR in posizione GENERATOR (sempre nel Quadro Elettrico 220 Vca). Apposito led rosso del “Selettore Elettrico” segnalerà l’avvenuto collegamento.

Attivare l’interruttore ”Main Breaker” (Generale Differenziale) posto nel Quadro Utenze 220 Vca (vedi a pag. 59) e quindi procedere con le stesse operazioni sopra descritto per il collegamento da banchina inserendo l’interruttore “Battery Charger” (Carica Batterie).

Avvertenze e precauzioni

La normale alimentazione a 220 Vca può avere dei notevoli sbalzi di tensione.

Attenzione: L’impianto a 220 Vca non è costruito per sopportare sbalzi di tensione superiori al 5%; pertanto, nel caso che questo accada, è necessario staccare Attenzione: L’impianto a 220 Vca non è immediatamente l’alimentazione a 220 Vca mediante l’apposito interruttore immediatamente l’alimentazione a 220 Vca mediante l’apposito interruttore Generale Differenziale 220 Vca (Main Breaker) posto nel Quadro Utenze 220 Vca (vedi pag. 59)

Attenzione: in caso di funzionamento anomalo, il carica batteria potrebbe essere fonte di folgorazione e, in in caso di funzionamento anomalo, il carica batteria potrebbe essere fonte di folgorazione e, in determinate condizioni, d’innesco per combustione.

Pertanto è prudente:

d’innesco per combustione. Pertanto è prudente:  Non abbandonare mai la barca col caricabatteria

Non abbandonare mai la barca col caricabatteria inserito.

Non accedere mai all’interno della protezione che contiene il caricabatteria senza prima aver staccato l’alimentazione a 220 V mediante l’apposito interruttore “220 Vca Main Breaker” sopra detto.

Evitare di stivare oggetti a stretto contatto con il caricabatteria; essi ne ridurrebbero l’aerazione o potrebbero cortocircuitare i cavi.

l’aerazione o potrebbero cortocircuitare i cavi. Si raccomanda di consultare il manuale d’uso e

Si raccomanda di consultare il manuale d’uso e manutenzione fornito dal costruttore e consegnato a parte.

- 36 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Elica

L’elica standard è a 3 pale fisse:

Diametro:

17 pollici (430 mm)

-

Passo:

14 pollici (355 mm) LH (sinistrorsa)

Impiegando un’elica a 3 pale abbattibili si consiglia:

Diametro: 17” pollici (430 mm)

-

Passo:

14” pollici (355 mm LH (sinistrorsa).

In relazione all’elica si rammenta che il motore standard Volvo Penta dispone di un invertitore che in teoria può funzionare sia in senso orario, che antiorario, con sufficiente efficienza, ma più rumorosità. In caso di emergenza e non disponendo di meglio, è possibile, ma sconsigliato, montare eliche destrorse rammentando di invertire la posizione di attacco del cavo monoleva di comando invertitore in modo che, spingendo in avanti la leva del telecomando, a motore in moto, l’imbarcazione avanzi.

Avvertenze

a motore in moto, l’imbarcazione avanzi. Avvertenze  Se mentre si n aviga a vela si

Se mentre si naviga a vela si sente girare l’elica, significa che non è inserita la marcia. Disponendo di un’elica a pale abbattibili meglio inserire la marcia indietro.

Non lasciare girare l’elica mentre si naviga a vela.

Durante il normale uso del motore, attendere sempre qualche secondo, che il motore sia al minimo dei giri, prima di inserire o cambiare la marcia. Infatti un cambio di marcia troppo brusco può danneggiare i meccanismi dell’invertitore e/o dell’elica orientabile o abbattibile.

Non cambiare il passo dell’elica, sia si tratti di un elica a pale fisse sia di una a pale abbattibili o orientabili, senza aver prima consultato i tecnici della Casa Costruttrice; un passo sbagliato può forzare e danneggiare il motore.

Manutenzione

sbagliato può forzare e danneggiare il motore. Manutenzione  Per ciò che riguarda eventuali eliche a

Per ciò che riguarda eventuali eliche a pale orientabili o abbattibili, si raccomanda di mantenerle pulite secondo le indicazioni riportate nel manuale del costruttore.

Per eliche a pale orientabili o abbattibili si raccomanda di consultare il manuale d’uso e manutenzione fornito dal costruttore e consegnato a parte. d’uso e manutenzione fornito dal costruttore e consegnato a parte.

- 37 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Frigorifero elettrico

Grand Soleil 43B Frigorifero elettrico Le indicazioni di seguito riportate non sostituiscono le informazioni contenute nel

Le indicazioni di seguito riportate non sostituiscono le informazioni contenute nel manuale fornito dal costruttore e consegnato a parte.

Per l’identificazione e l’ubicazione dei componenti descritti in questa voce, consultare il relativo schema a fine capitolo.

Frigorifero elettrico

L’impianto del frigorifero a pozzetto comprende:

elettrico L’impianto del frigorifero a pozzetto comprende:  Nell’angolo fra piano di cottura cucina e toilette

Nell’angolo fra piano di cottura cucina e toilette di poppa, è ricavato un vano adibito a frigorifero, avente una capacità di circa 135 litri, con accesso dall’alto sollevando il relativo portello ed attrezzato con griglia per una più razionale sistemazione del contenuto.

Il gruppo compressore elettrico a 12 Vcc con relativo condensatore ventilato, sistemato in apposito vano ricavato nella parte sottostante il gruppo piano di cottura-forno, è facilmente accessibile aprendone il relativo sportello.

Detto sportello è anche provvisto d’apposite griglie di ventilazione, due per entrata e una per l’uscita dell’aria.

Un termostato di regolazione temperatura all’interno del frigorifero, facilmente accessibile sollevando il relativo portello.

Un evaporatore, che segue due pareti verticali all’interno del vano frigorifero.

Il gruppo frigorifero è abilitato dall’apposito interruttore FRIDGE (frigorifero) posto nel Quadro Elettrico 12 Vcc (vedi pag. 56).

Detto gruppo frigorifero è poi attivato dal termostato posto all’interno del frigo stesso.

Nella parte inferiore del frigorifero è ricavato un foro che, con un tratto di tubo plastica e rubinetto all’estremità, raccoglie l’acqua di condensazione che dovrà essere periodicamente scaricata in una bottiglia o altro recipiente e gettata fuori bordo. Detto rubinetto di scarico è accessibile sollevando il pagliolo subito a prua della scala di accesso sottocoperta.

- 38 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Avvertenze

Grand Soleil 43B Avvertenze  Non riporre alcun oggetto nel vano dove è posto il gruppo

Non riporre alcun oggetto nel vano dove è posto il gruppo compressore/conden- satore, perché, oltre alla possibilità che subiscano danneggiamenti in occasione di bruschi movimenti della barca, si ridurrebbe l’aerazione di cui ha bisogno per un regolare funzionamento.

Prestare attenzione, nello stivaggio di bottiglie ed alimenti all’interno del frigorifero, a non danneggiare i tubi metallici collegati alla piastra di raffreddamento (evaporatore).

Si tenga presente che, una volta regolata la temperature desiderata, il termostato non va utilizzato come interruttore elettrico, essendo questa funzione svolta dall’apposito interruttore nel Quadro Elettrico.

L’installazione complessiva è stata realizzata in modo da ottimizzare il rendimento dell’impianto. Ovviamente un consumo leggermente maggiore si avrà nella fase iniziale del funzionamento quando deve essere raggiunta la temperatura prefissata.

Manutenzione frigorifero

Mantenere libero da ostruzioni il foro di scarico dell’acqua di condensazione frigorifero.

del

Per evitare il formarsi d’odori sgradevoli, gli interni del frigorifero devono essere mantenuti perfettamente puliti.

Quando si abbandona la barca per lunghi periodi si raccomanda di lasciare semi aperto il portello di chiusura superiore del vano frigorifero.

Col tempo possono verificarsi piccole perdite di gas all’impianto di refrigerazione con conseguente riduzione parziale o totale dell’efficienza dello stesso. In questi casi occorre provvedere al controllo ed all’eventuale ricarica del gas di refrigerazione rivolgendosi a tecnici specializzati.

Si raccomanda di consultare il manuale d’uso e manutenzione fornito dal costruttore e consegnato a parte. dal costruttore e consegnato a parte.

- 39 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Frigorifero Ubicazione dei componenti

Grand Soleil 43B Frigorifero – Ubicazione dei componenti 1. Maniglia apertura portello accesso al frigorifero 2.

1. Maniglia apertura portello accesso al frigorifero

2. Termostato frigorifero

3. Evaporatore

4. Gruppo compressore-condensatore

5. Valvola scarico condensa con tubo di raccolta

6. Griglie per ventilazione

- 40 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Generatore elettrico

Il generatore elettrico serve a produrre energia elettrica a 220 Vca ed è costituito da un involucro esterno suddiviso in due parti, per un più facile smontaggio, che racchiude tutte le apparecchiature necessarie al suo funzionamento. Detto generatore è installato normalmente nel gavone di poppa di dritta, a ridosso dello specchio di poppa (può subire una diversa sistemazione nel caso di installazione di altri impianti opzionali). L’impianto nel suo complesso comprende (vedi schema a fine capitolo) (con riferimento al modello PAGURO 4000 della ditta VTE):

Gruppo generatore comprendente il generatore d’energia elettrica a 220 Vca con potenzialità continuativa di circa 3,5 Kw azionato da motore DIESEL a sua volta completo di: filtro fine gasolio; asta controllo livello olia e relativa pompa manuale per estrazione; pompa circolazione acqua di raffreddamento; motorino elettrico di avviamento; filtro aria.

Tubazioni flessibili in gomma per alimentazione e ritorno gasolio, di tipo certificato “CE”, con apposita valvola sul serbatoio. Si rammenta che la detta valvola sul serbatoio gasolio può essere azionata manualmente o, in caso d’emergenza, con comando a distanza in coperta.

Presa a mare con relativa valvola a scafo sistemata a proravia delle centraline acqua dolce, accessibile sollevando il tratto di pagliolo subito a proravia scaletta ingresso (vedi schema a fine capitolo)

Filtro acqua di mare raffreddamento generatore, sistemato sotto il piano di appoggio del generatore stesso (vedi schema a fine capitolo).

Tubazione di scarico gas, con inserita marmitta in plastica, sistemata sotto il piano di sostegno del generatore stesso, e al cui termine è posto idoneo attacco di scarico applicato nello specchio di poppa a sinistra di quello di scarico motore (vedi schema a fine capitolo). Lungo il percorso può essere inserito anche opportuno silenziatore in plastica.

Batteria 12 Vcc indipendente, completa d’apposito contenitore, per avviamento motore Diesel. Tale batteria è ricaricata dal generatore stesso durante il suo normale funzionamento.

Pannello elettrico generatore per avviamento e arresto generatore.

Pannello elettrico generatore

Il Pannello di comando del gruppo generatore è installato in prossimità del Quadro Elettrico generale e comprende, da prua verso poppa:

Indicatore di funzione con cinque led verdi in linea. La successiva accensione di tali led è in funzione della potenza assorbita.

Un led rosso, al termine della linea verde di cui sopra, indica un sovraccarico (OVERLOAD).

Led per segnalare eventuali disfunzioni per mancanza di lubrificazione o eccessivo riscaldamento del motore (rossa).

Contaore d’esercizio del generatore.

I pulsanti START e STOP.

Un led verde per indicare generatore in funzione e giallo per segnale apertura elettrovalvola combustibile.

- 41 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Istruzioni

Grand Soleil 43B Istruzioni  Le istruzioni che seguono non sostituiscono quanto riportato nel manuale d’uso

Le istruzioni che seguono non sostituiscono quanto riportato nel manuale d’uso e manutenzione del generatore consegnato a parte, che rappresenta in ogni caso il primo documento cui fare riferimento.

Per la messa in funzione gruppo generatore elettrico si deve:in ogni caso il primo documento cui fare riferimento.  Posizionare o controllare che sia posizionata

Posizionare o controllare che sia posizionata in OFF (disinserita) la manopola del “Selettore Elettrico” 220 V AC Selector Generator/S.Supply del Quadro Elettrico 220 Vca (vedi pag. 59);

Aprire o controllare che sia aperta la valvola della presa a mare acqua raffreddamento motore generatore;

Aprire o controllare che sia aperta la valvola alimentazione combustibile sul serbatoio;

Azionare il pulsante START nel Pannello elettrico generatore per metterlo in funzione.

Per collegare l’impianto 220 Vca di bordo al generatore è necessario:

Girare la manopola del “Selettore Elettrico” 220 V AC Selector nel Quadro Elettrico 220 Vca (vedi pag. 59) posizionandola in “GENERAT”.

Inserire l’interruttore Main Breaker (Interruttore Generale) 220 Vca del Quadro Elettrico 220 Vca.

Controllare il voltmetro per la corretta funzionalità del gruppo.

Inserire gli interruttori nel Quadro Elettrico 220 Vca per alimentare l’apparecchiatura desiderata.

Per l’arresto del generatore si deve:

Disinserire tutte le utenze del Quadro Elettrico 220 Vca.

Azionare il comando STOP del Pannello generatore.

Posizionare la manopola del “Selettore Elettrico” 220 V AC Selector nel Quadro Elettrico 220 Vca in posizione OFF.

AC Selector nel Quadro Elettrico 220 Vca in posizione OFF. Nel caso l’imbarcazione preveda la contemporanea

Nel caso l’imbarcazione preveda la contemporanea installazione del generatore elettrico e dell’impianto di riscaldamento, il serbatoio gasolio sarà attrezzato con tre valvole d’alimentazione e conseguentemente, in coperte, avremo tre manopole affiancate per comando a distanza di dette valvole (nella normale disposizione quella più esterna è sempre per il motore, quella intermedia per l’impianto riscaldamento e la più interna per il generatore).

- 42 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Avvertenze e precauzioni generali sull’uso del generatore

Leggere attentamente il manuale d’uso e manutenzione del generatore consegnato a parte, ed in caso di dubbio rivolgersi al Servizio assistenza della casa costruttrice. consegnato a parte, ed in caso di dubbio rivolgersi al Servizio assistenza della casa costruttrice.

Non mettere in marcia o arrestare il generatore con qualche utenza in funzione.al Servizio assistenza della casa costruttrice.    Led giallo lampeggiante nel Pannello elettrico

Led giallo lampeggiante nel Pannello elettrico generatore, a generatore non in  funzione, segnala che l’elettrovalvola alimentazione combustibile nel generatore è rimasta aperta. Si raccomanda di funzione, segnala che l’elettrovalvola alimentazione combustibile nel generatore è rimasta aperta. Si raccomanda di resettare premendo il pulsante STOP.

Si raccomanda di resettare premendo il pulsante STOP.  Led giallo lampeggiante, a generatore in funzione

Led giallo lampeggiante, a generatore in funzione, segnala che è intervenuta la protezione del carica batterie. Non utilizzare il generatore in questa condizione. Per tornare al corretto funzionamento, dopo l’arresto del gruppo, premere l’apposito pulsante posto sulla scatola grigia di cablaggio, sistemata sopra al generatore (sempre all’interno del relativo involucro).

Verificare il livello olio motore generatore prima di avviarlo, specialmente dopo prolungati periodi d’inattività.

Controllare periodicamente che non vi siano perdite nei vari circuiti acqua di raffreddamento, gasolio, olio motore e tubazione scarico motore.

Non mantenere in funzione il generatore ad un grado di inclinazione laterale dell’imbarcazione superiore ai 18 - 20° gradi.

Verificare periodicamente la pompa dell’acqua di raffreddamento; se dovesse perdere anche leggermente, intervenire immediatamente.

Verificare periodicamente lo stato del filtro del gasolio (vedi istruzioni nel manuale del motore consegnato a parte).

Pulire periodicamente il filtro acqua raffreddamento motore generatore.

Non staccare i morsetti della relativa batteria col generatore in funzione.

Il motore del generatore, per il suo funzionamento, aspira aria dal gavone in cui è installato.

funzionamento, aspira aria dal gavone in cui è installato.  Non accedere mai al generatore quando

Non accedere mai al generatore quando è in funzione.

Manutenzione

mai al generatore quando è in funzione. Manutenzione  Verificare frequentemente il livello olio motore e

Verificare frequentemente il livello olio motore e sostituirlo come da istruzioni riportate nel manuale del fornitore.

Sostituire la cartuccia filtro gasolio secondo le istruzioni nel manuale del fornitore.

Controllare frequentemente la pulizia del filtro acqua di raffreddamento chiudendo preventivamente la valvola a scafo della relativa presa a mare.

Si raccomanda di consultare e rispettare quanto riportato nel manuale d’uso e manutenzione fornito dal costruttore e consegnato a parte. ’uso e manutenzione fornito dal costruttore e consegnato a parte.

- 43 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Generatore elettrico Ubicazione dei componenti (SCHEMA PROVVISORIO)

1. Generatore elettrico 7. Comando a distanza valvola pos. 6 (in coperta) 2. Presa a
1. Generatore elettrico
7.
Comando a distanza valvola pos. 6 (in coperta)
2. Presa a mare acqua raffreddamento
Generatore
8.
3. Pannello elettrico generatore
9.
Comando a distanza valvola alimentazione
gasolio al motore di propulsione (per riferimento)
Marmitta di scarico generatore

4. Filtro acqua di mare

5. Serbatoio gasolio

6. Valvola alimentazione gasolio al generatore

10. Scarico generatore 11. Batteria 12 Vcc avviamento generatore

- 44 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Impianto aria condizionata

N.B. - DESCRIZIONE PROVVISORIA E INCOMPLETA

È realizzato prevedendo il montaggio di unità indipendenti per uno o più ambiente, questo lo rende particolarmente elastico e in grado di soddisfare le esigenze dei singoli clienti. Dei diversi tipi di impianti disponibili sul mercato e delle possibili soluzione, nella descrizione sottostante si fa riferimento ai gruppi della ditta CLIMMA per condizionamento del solo quadrato. Detto impianto comprende (per l’ubicazione delle apparecchiature vedi pag. 45):

Presa a mare acqua per raffreddamento condensatore con relativa valvola a scafo, posizionata a poppavia delle centraline acqua dolce e accessibile sollevando il tratto di pagliolo subito a poppavia scaletta ingresso.

Filtro acqua di mare, installato vicino alla pompa sotto descritta, a protezione della stessa.

Pompa circolazione acqua di mare che, con aspirazione dalla presa a mare sopra descritta, la convoglia alle Unità di condizionamento. Tale pompa è solitamente installata sotto il pagliolo, tra divano e tavolo dinette, e con tubazioni di scarico sul fianco di dritta scafo.

Unità di condizionamento, installata sotto la seduta verso poppavia del divano in quadrato, vale a dire a ridosso della paratie tavolo carteggio. Le relative griglie di mandata e ritorno sono poste dietro lo schienale puf a ridosso paratia albero.

Detta Unità di condizionamento dispone di pompa elettrica per scarico condensa con relativo filtro di protezione. La pompa è posta in prossimità dell’unità di condizionamento e scarica direttamente sul fianco di dritta dello scafo.

Scatola elettrica nera con fusibile di protezione in prossimità dell’Unità di condizionamento.

Pannello elettrico di comando e regolazione temperatura in quadrato, posto nel piano dietro lo schienale divano.

Tutte le apparecchiature dell’impianto sono elettricamente abilitate inserendo l’interruttore AIR COND. nel Quadro Elettrico 220 Vca (vedi pag. 59) e messe in funzione agendo sul Pannello elettrico di controllo sotto descritto.

Tubazioni di mandata aria alla bocchetta opportunamente rivestite con una guaina isolamento termo-acustico.

- 45 -

per

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Pannello elettrico di controllo

L’Unità di condizionamento è messa in servizio da apposito Pannello di controllo indipendente che, oltre a mettere in funzione la pompa di circolazione acqua di mare, dispone delle seguenti funzioni:

Da un lato, l’interruttore a tre posizioni per la messa in funzione dell’impianto, con la possibilità di scegliere fra:

- COOL per il raffreddamento estivo

- HEAT per riscaldamento invernale

- SPENTO in posizione centrale

Dal lato opposto, il termostato ambiente per la regolazione della temperature.

Al centro l’interruttore a tre posizioni (max – min. medio) per la regolazione della velocità dei ventilatori con conseguente variazione del numero di ricambi d’aria ambiente.

Istruzioni

del numero di ricambi d’aria ambiente. Istruzioni  Le istruzioni che seguono non sostituiscono quanto

Le istruzioni che seguono non sostituiscono quanto riportato nel manuale d’uso e manutenzione del generatore consegnato a parte, che rappresenta in ogni caso il primo documento cui fare riferimento.

Per la messa in servizio si deve:

Aprire o controllare che sia aperta la valvola della presa a mare acqua raffreddamento gruppo compressore/condensatore.

Inserire l’interruttore magnetotermico AIR COND. nel Quadro Elettrico 220 Vca.

Nel pannello di controllo azionare l’interruttore COOL – HEAT scegliendo fra le due possibilità (COOL, per raffreddare, HEAT, per riscaldare).

Ruotare il termostato sul minimo (per raffreddamento) o sul massimo (per riscaldamento) per la messa in marcia del gruppo di condizionamento.

Al raggiungimento della temperatura desiderata ruotare lentamente il termostato fino a spegnere il compressore e posizionarlo alla temperatura che si desidera mantenere. Da questo momento il funzionamento sarà automatico.

Per lo spegnimento dei gruppi si deve portare l’interruttore COOL – HEAT in posizione spento è disattivare il relativo interruttore magnetotermico nel Quadro Elettrico 220 Vca.

Avvertenze e precauzioni generali

Quadro Elettrico 220 Vca. Avvertenze e precauzioni generali  Nei periodi di funzionamento dell’impianto

Nei periodi di funzionamento dell’impianto controllare quotidianamente la pulizia del filtro acqua di mare montato a monte della relativa pompa di aspirazione.

Pulire periodicamente il filtro aria sulla presa aria d’aspirazione.

- 46 -

Grand Soleil 43B  Non frapporre ostacoli alla libera circolazione dell’aria davanti alle griglie di

Grand Soleil 43B

Non frapporre ostacoli alla libera circolazione dell’aria davanti alle griglie di espulsione e aspirazione dell’unità di condizionamento.

Chiudere la valvola della presa a mare quando l’impianto non è in funzione.

del la presa a mare quando l’impianto non è in funzione.  Leggere attentamente il manuale

Leggere attentamente il manuale d’uso e manutenzione del generatore consegnato a parte, ed in caso di dubbio rivolgersi al Servizio assistenza della casa costruttrice.

Impianto aria condizionata Ubicazione dei componenti

(SCHEMA PROVVISORIO)

– Ubicazione dei componenti (SCHEMA PROVVISORIO) 1) Unità di condizionamento 2) Pompa circolazione acqua di

1) Unità di condizionamento 2) Pompa circolazione acqua di mare 3) Filtro acqua di mare 4) Presa a mare 5) Pompa scarico condensa 6) Scarico condensa fianco scafo 7) Pannello di controllo e regolazione 8) Bocchetta mandata aria condizionata 9) Bocchetta aspirazione aria 10) Scarico pompa acqua raffreddamento condensatori condizionamento (da posizionare)

- 47 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Impianto elettrico

L’impianto elettrico del Grand Soleil 43B è costituito da due reti principali e distinte, alimentate rispettivamente da:

Corrente elettrica 12 Vcc (corrente continua) (12 V DC)

Corrente elettrica 220 Vca (corrente alternata) (220 V AC)

Tutti gli apparecchi di controllo, gli interruttori per i comandi generali e quelli delle singole utenze sono sistemati in un unico Quadro Elettrico, vedi fondo pagina, situato nella zona carteggio, verso dritta, e suddiviso in tre parti comprendenti:

- La parte superiore con le varie apparecchiature di controllo (vedi pagg. 54).

- La parte intermadia con gli interruttori magnetotermici per la strumentazione 12 Vcc, zona verso prua (vedi pag. 54), e tutti gli interruttori magnetotermici per le varie utenze 220 Vca compreso il salvavita e il selettore banchina-generatore (vedi pagg. 59).

- La parte inferiore con tutti gli interruttori magnetotermici per le luci, zona verso prua (vedi pag. 55), e per le varie utenze 12 Vcc (vedi pag. 56).

(vedi pag. 55), e per le varie utenze 12 Vcc (vedi pag. 56).  Per un

Per un maggior dettaglio del Quadro Elettrico vedi le relative sezioni nelle pagine che seguono, mentre per il posizionamento dei principali componenti dell’impianto elettrico, consultare lo schema a fine capitolo.

- 48 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Rete 12 Vcc

La rete elettrica a 12 Vcc è quella principale e ad essa fanno capo tutti i servizi, esclusi quelli alimentati a 220 Vca. Nel suo complesso comprende:

Da 2 a 6 batterie che forniscono l’energia elettrica 12 Vcc, sistemate in appositi vani ricavati ai lati del vano motore, sotto il pagliolo letto cabine di poppa. Delle varie batteria installate, tutte

di tipo marino, la più piccola da 74 Ah e 680 A di carica è destinata alla messa in moto del

motore, tutte le altre, da 100 Ah e 720 A di carica, sono destinate ai vari servizi.

Un sezionatore o staccabatterie a quattro posizioni (1 BOTH 2 - OFF) posto sotto il tavolo da carteggio, nella paratia verso esterno scafo, attiva a scelta le batterie

servizi in posizione 1, il parallelo tra le batterie servizi e la batteria motore in posizione BOTH, la batteria motore

in posizione 2 o distacca tutte le batterie in posizione OFF.

STACCABATTERIE

distacca tutte le batterie in posizione OFF. STACCABATTERIE  Se la barca è attrezzata con winch
distacca tutte le batterie in posizione OFF. STACCABATTERIE  Se la barca è attrezzata con winch

Se la barca è attrezzata con winch elettrici è necessario installare un secondo sezionatore o staccabatterie, solitamente del tipo a leva, a due posizioni (ON OFF), che dovrà essere inserito in caso d’impiego dei detti winch. Detto staccabatterie è posto in prossimità delle batterie, nella paratiola testa letto in cabina di dritta, a poppa.

Il Quadro Elettrico Generale che comprende, oltre alle apparecchiature relative alle utenze 12 Vcc, anche quelle relative alla rete 220 Vca, il tutto sistemato a dritta della zona carteggio (vedi schema pagina precedente).

Avvertenze per la rete 12 Vcc

schema pagina precedente). Avvertenze per la rete 12 Vcc  Alcuni servizi di bordo sono attivati

Alcuni servizi di bordo sono attivati direttamente degli interruttori del Quadro Elettrico, altri devono essere attivati dal relativo interruttore generalmente posto nelle vicinanze dell’utenza.

Ad ogni interruttore 12 Vcc del Quadro Elettrico corrisponde un led luminoso verde che si accende quando l’interruttore è inserito.

Il Voltmetro 12 Vcc del Quadro Elettrico, situato accanto all’indicatori di livello combustibile, (vedi pag. 54), indica la tensione esistente nella rete collegata in quel momento dallo staccabatterie.

L’Amperometro 12 Vcc del Quadro Elettrico, posto tra i due Voltmetri per 12 Vcc e

220

Vca (vedi pag. 54), segnala gli Ah (Ampere/ora) assorbiti dalle utenze funzionanti in quel momento.

Tutte le batterie possono essere ricaricate dall’alternatore del motore, o dal caricabatteria che, a sua volta, può essere alimentato dalla rete 220 Vca di banchina o, se installato, dal generatore elettrico.

- 49 -

Grand Soleil 43B  Verificare frequentemente sul Quadro Elettrico 12 Vcc i dati forniti dal

Grand Soleil 43B

Verificare frequentemente sul Quadro Elettrico 12 Vcc i dati forniti dal Voltmetro e dall’Amperometro, così da poter intervenire tempestivamente in caso di funzionamento anomalo.

Controllare periodicamente il livello del liquido nelle batterie, anche in funzione del tipo di batteria installato.

batterie, anche in funzione del tipo di batteria installato.  Si rammenta che il liquido contenuto

Si rammenta che il liquido contenuto nelle batterie o elettrolito è CORROSIVO. Evitare il contatto con la pelle, gli occhi e gli indumenti.

In caso di spruzzi di elettrolito sciacquare immediatamente con acqua.

Controllare che i morsetti delle batterie siano sempre ingrassati e ben fissati.

Tenere sempre le batterie pulite e asciutte evitando assolutamente di appoggiarvi sopra oggetti di qualsiasi tipo e comunque mai di metallo.

Se una batteria va fuori uso staccarla immediatamente dall’impianto per evitare inconvenienti anche alle altre batterie.

Non staccare i morsetti della batteria motore a motore in funzione.

Rete 220 Vca

L’energia elettrica 220 Vca può essere fornita:

Dalla normale rete di banchina, mediante l’apposita presa stagna posta sulla parete verticale della seduta timoniere, verso dritta (vedi schema a fine capitolo)

Da apposito generatore elettrico se installato (vedi capitolo generatore a pag. 44).

Da idoneo convertitore, se installato a bordo (vedi pag. 61).

Nell’uso comune, l’alimentazione dalla rete di banchina s’impiega quando si è ormeggiati in una marina opportunamente attrezzata.

Si tenga presente che normalmente la massima potenza utilizzabile a bordo non può superare i 2000 Watt (2 Kw) poiché, solitamente, le colonnine del pontile d’ormeggio dispongono di un interruttore che automaticamente scatta, isolando l’impianto, quando si supera tale valore.

L’impianto elettrico 220 Vca della barca comprende (vedi schema a fine capitolo):

In una sezione distinta del Quadro Elettrico Generale, le varie apparecchiature relative alle utenze 220 Vca (vedi schema a pag. 59).

Sempre nel Quadro Elettrico Generale è posto un voltmetro per segnalare la tensione nella rete 220 Vca.

- 50 -

Grand Soleil 43B  Ancora nel Quadro Elettrico generale è posto il “Selettore Elettrico” (vedi

Grand Soleil 43B

Ancora nel Quadro Elettrico generale è posto il “Selettore Elettrico” (vedi pag. 59) a tre posizioni: OFF (spento), S. SUPPLY (collegamento a banchina) e GENERAT. (collegamento al generatore elettrico).

La presa stagna di banchina, posta in pozzetto, sull’alzata seduta timoniere, verso dritta.

Le varie prese di corrente 220 Vca.

Istruzioni per la rete 220 Vca

prese di corrente 220 Vca. Istruzioni per la rete 220 Vca Per disporre di energia elettrica

Per disporre di energia elettrica 220 Vca in barca procedere come sotto descritto.

Con prelievo da banchina:

Controllare che nella sezione 220 Vca del Quadro Elettrico tutti gli interruttori siano disinseriti, interruttore Generale (Main Breaker) compreso, vale a dire che sia esclusa ogni alimentazione alla rete 220 Vca alla barca.

Inserire la spina nella presa stagna della barca e collegarla alla presa di banchina.

stagna della barca e collegarla alla presa di banchina. Attenzione : una volta inserita la spina

Attenzione: una volta inserita la spina nella presa stagna della barca ricordarsi di avvitare in maniera adeguata il manicotto per consentire la normale alimentazione.

Posizionare la manopola del “Selettore Elettrico” nel Quadro Elettrico sezione 220 Vca in S. SUPPLY (collegamento a banchina). Dal selettore l’energia elettrica arriva all’interruttore Generale Differenziale 220 Vca (Main Breaker) con salvavita ad alta sensibilità e sezionatore di terra (vedi pag. 59).

Attivando l’interruttore Generale 220 Vca (Main Breaker), l’energia passa agli interruttori magnetotermici affiancati che comandano le varie utenze a 220 Vca (vedi pag. 59).

Con prelievo dal generatore:

Controllare che nel Quadro Elettrico 220 Vca tutti gli interruttori siano disinseriti, interruttore Generale (Main Breaker) compreso, vale a dire che sia esclusa ogni alimentazione alla rete 220 Vca alla barca.

Mettere in funzione il generatore elettrico (vedi capitolo relativo pag. 35)

Posizionare la manopola del “Selettore Elettrico” nel Quadro Elettrico sezione 220 Vca in GENERATOR. (collegamento al generatore).

Attivando l’interruttore Generale 220 Vca (Main Breaker), l’energia passa agli interruttori magnetotermici che alimentano le varie utenze a 220 Vca (vedi pag. 59).

- 51 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Avvertenze per la rete 220 Vca

Si pone in evidenza che nonostante tutti gli accorgimenti costruttivi attuati dal Cantiere (salvavita ad alta sensibilità con sezione di terra), la rete 220 Vca è in ogni caso pericolosa.Grand Soleil 43B Avvertenze per la rete 220 Vca  È pertanto opportuno che l’utente adotti

È pertanto opportuno che l’utente adotti ogni tipo di precauzione necessaria per un uso corretto e prudente.

Precauzioni che in ogni caso devono essere maggiori di quelle che si adottano nell’uso domestico, dove tutto è affidato al senso di prudenza.

domestico, dove tutto è affidato al senso di prudenza.  In particolare, si rammenta che è

In particolare, si rammenta che è pericolosissimo usare utenze a 220 Vca col corpo bagnato o con gli interni della barca bagnati.

Ad ogni interruttore 220 V del Quadro Elettrico corrisponde un led luminoso rosso che si accende quando l’interruttore è inserito.

Il Voltmetro 220 Vca del Quadro Elettrico, il più a poppavia dei vari strumenti di controllo (vedi pagina seguente), indica la tensione esistente nella rete 220 Vca della barca e si attiva collegandosi alla rete di banchina o col generatore elettrico in funzione (se previsto), ma solo dopo avere inserito l’interruttore Generale 220 Vca (Main Breaker).

Verificare che la presa da banchina per il collegamento alla corrente 220 Vca si mantenga stagna e non presenti segni d’ossidazione.

Nel fare il collegamento con la presa di terra si raccomanda di collegare il cavo di
alimentazione prima alla presa delle barca, poi a quella di banchina. In fase di distacco procedere in senso inverso, vale a dire, scollegare il cavo prima dalla presa di banchine poi da quella della barca. Nel fare il collegamento con la presa di terra si raccomanda di collegare il cavo

Attenzione: non permettere al terminale del cavo di alimentazione da banchina di
galleggiare in acqua. Si può creare un campo elettrico da causare lesioni o morte a eventuali bagnanti nelle vicinanze. Attenzione: non permettere al terminale del cavo di alimentazione da banchina di

Quando si abbandona la barca anche momentaneamente, staccare per lo meno l’interruttore Generale 220 Vca (Main Breaker), meglio ancora, la spina della rete di terra.

Scollegare sempre la presa di corrente da banchina quando non si usano apparecchiature che necessitano di energia elettrica a 220 Vca.

La rete 220 Vca della barca è protetta dal salvavita, collegato all’interruttore Generale 220 Vca (Main Breaker) e da un interruttore magnetotermico per ogni utenza. Fra il salvavita e la presa stagna d’imbarco il circuito è protetto solo dall’interruttore di sicurezza della colonnina della banchina d’ormeggio. È però bene ricordare che non sempre tale sicurezza è disponibile.

ricordare che non sempre tale sicurezza è disponibile. Avvertenza: l’impianto 220 Vca non è costruito per

Avvertenza: l’impianto 220 Vca non è costruito per sopportare sbalzi di tensione superiori al 10%; pertanto, nel caso che questi avvengano, è necessario staccare immediatamente l’alimentazione 220 Vca mediante il sopraccitato interruttore Generale 220 Vca (Main Breaker).

- 52 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Interruttori magnetotermici

1. Gli interruttori magnetotermici posti sul Quadro Elettrico hanno una doppia funzione:

- Attivare od abilitare le varie utenze.

- Proteggere da sovraccarichi l’utenza e l’impianto ad essi relativo.

Istruzioni per interruttori magnetotermici

ad essi relativo. Istruzioni per interruttori magnetotermici  Ricordiamo che tutti gli interruttori magnetotermici

Ricordiamo che tutti gli interruttori magnetotermici descritti qui di seguito possono attivare direttamente le varie utenze oppure semplicemente abilitarle:

- Con l’attivazione, inserendo l’interruttore si mette in funzione anche l’utenza in questione;

- Con l’abilitazione, inserendo l’interruttore si fornirà corrente ad altri interruttori di attivazione posti generalmente nelle vicinanze dell’utenza.

Un led luminoso rosso si accende quando la corrispondente utenza è sotto tensione ed assorbe o può assorbire corrente.

Avvertenze per interruttori magnetotermici

Le sezioni dei cavi sono state calcolate in base alle potenze assorbite da ogni singola utenza prevista. Non si devono inserire ulteriori carichi by-passando il magneto- termico o mediante la sostituzione di quest’ultimo con uno di taratura maggiore. termico o mediante la sostituzione di quest’ultimo con uno di taratura maggiore.

Qualora un magnetotermico scatti interrompendo il servizio, prima di reinserirlo verificare l’eventuale anomalia o cortocircuito nella linea e porvi rimedio.

Quadro Elettrico 12 Vcc

Il Quadro Elettrico 12 Vcc riportato a pagina 48, è installato a dritta della zona carteggio e comprende tutti gli interruttori magnetotermici con indicata, per ciascuno, la loro funzione in lingua inglese. Ad esso fanno capo tutte le utenze 12 Vcc oltre a voltmetro ed amperometro relativi, oltre agli indicatori di livello acqua e gasolio.

Per una migliore comprensione detto quadro, nelle pagine seguenti (vedi pagg. 54, 55 e 56), è esposto suddividendolo in sezioni a iniziare da quella superiore.

- 53 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Quadro Elettrico 12 Vcc - Sez. Apparecchi di Controllo (da sinistra verso destra)

- Sez. Apparecchi di Controllo (da sinistra verso destra) 1) Water Tank 2) Fuel Tank 3)
- Sez. Apparecchi di Controllo (da sinistra verso destra) 1) Water Tank 2) Fuel Tank 3)
- Sez. Apparecchi di Controllo (da sinistra verso destra) 1) Water Tank 2) Fuel Tank 3)
- Sez. Apparecchi di Controllo (da sinistra verso destra) 1) Water Tank 2) Fuel Tank 3)
- Sez. Apparecchi di Controllo (da sinistra verso destra) 1) Water Tank 2) Fuel Tank 3)
- Sez. Apparecchi di Controllo (da sinistra verso destra) 1) Water Tank 2) Fuel Tank 3)
- Sez. Apparecchi di Controllo (da sinistra verso destra) 1) Water Tank 2) Fuel Tank 3)

1) Water Tank 2) Fuel Tank 3) DC Voltage Battery Control 4) Services Consumption 5) 230 AC Voltmeter

Livello Acqua Livello Gasolio Voltmetro 12 Vcc Amperometro 12 Vcc Voltmetro 230 Vca (per riferimento)

Quadro Elettrico 12 Vcc - Sezione Instruments (strumentazione)

Nella fascia di mezzo del Quadro Elettrico, verso prua, sono raccolti i vari interruttori magnetotermici relativi alla sezione strumentazione ed esattamente (da sinistra verso destra):

strumentazione ed esattamente (da sinistra verso destra): 1) Instruments – Interruttore luce strumenti 2) VHF /
strumentazione ed esattamente (da sinistra verso destra): 1) Instruments – Interruttore luce strumenti 2) VHF /
strumentazione ed esattamente (da sinistra verso destra): 1) Instruments – Interruttore luce strumenti 2) VHF /
strumentazione ed esattamente (da sinistra verso destra): 1) Instruments – Interruttore luce strumenti 2) VHF /
strumentazione ed esattamente (da sinistra verso destra): 1) Instruments – Interruttore luce strumenti 2) VHF /
strumentazione ed esattamente (da sinistra verso destra): 1) Instruments – Interruttore luce strumenti 2) VHF /

1) Instruments

Interruttore luce strumenti

2) VHF / HI-FI VHF e Radio

3) Autopilot

Autopilota

- 54 -

4) GPS 5) Radar 6) A disposizione

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Quadro Elettrico 12 Vcc - Sezione Lights (luci)

Nella fascia inferiore del Quadro Elettrico, verso prua, sono raccolti i vari interruttori magnetotermici relativi alla sezione luci e/o illuminazione ed esattamente (da sinistra verso destra):

e/o illuminazione ed esattamente (da sinistra verso destra): 1) PORT LTS 2) STBD LTS 3) BOOM
e/o illuminazione ed esattamente (da sinistra verso destra): 1) PORT LTS 2) STBD LTS 3) BOOM

1) PORT LTS 2) STBD LTS 3) BOOM LT 4) RUNN. LTS 5) ENG. LT 6) ANCHOR LT 7) SEARCH LT 8) INSTR. LTS

= Portboard Lights = Starboard Lights = Boom Lights = Running Lights = Engine Light = Anchor Light = Search light = Instrument Lts

- Luci interne di sinistra - Luci interne di dritta - Luce nel boma - Luci di Via o di Navigazione - Luce Navigazione a motore - Luce di Fonda - Luce Ponte - Luce Bussola

- 55 -

Grand Soleil 43B

Grand Soleil 43B

Quadro Elettrico 12 Vcc - Sezione Services (servizi)

Nella fascia inferiore del Quadro Elettrico, verso poppa, sono raccolti i vari interruttori magnetotermici relativi alla sezione servizi ed esattamente (da sinistra verso destra):

sezione servizi ed esattamente (da sinistra verso destra): 1) F. WATER P. 2) HEATER 3) SHOWER

1) F. WATER P. 2) HEATER 3) SHOWER P. 4) FRIDGE 5) WASTE 6) OUTLETS 7) HORN

= Fresh Water Pump = Heating = Shower pumps = Fridge = Waste = Outlets = Horn

- Autoclave - Riscaldamento - Pompa docce - Frigorifero - Maceratore - Prese 12 Vcc - Tromba

8)

A disposizione

9)

A disposizione

10) WINDLASS

= Windlass

- Salpa ancora

Utenze 12 Vcc - Funzioni

SEZIONE LUCI (vedi pagina precedente)

1. Interruttore PORT LTS (Luci interne di sinistra) Abilita l’accensione di tutte le luci interne della parte di dritta.

2. Interruttore STBD LTS (Luci interne di dritta) Abilita l’accensione di tutte le luci interne della parte di dritta.

3. Interruttore FBOOM LT (Luce boma) Accende la luce montata sotto il boma per illuminare la zona poppiera della coperta

- 56 -

Grand Soleil 43B 4. Interruttore RUNN. LTS – (Luce di Via o di Navigazione) Accende

Grand Soleil 43B

4.

Interruttore RUNN. LTS (Luce di Via o di Navigazione) Accende tutte le luci di navigazione a vela, vale a dire il rosso ed il verde nel pulpito di prua e la luce bianca di coronamento nel pulpito di poppa. Per ulteriore sicurezza, nella morsettiera dietro al quadro, sono sistemati idonei fusibili, uno per ogni singola luce, per evitare, in caso di guasto, che vengano a mancare tutte le dette luci

5.

Interruttore ENG. LT (Luce Navigazione a Motore) Accende la luce bianca a metà albero, obbligatoria in caso di navigazione a motore.

6.

Interruttore ANCHOR LT (Luce di fonda) Accende la sola luce bianca a 360° in testa d’albero.

7.

Interruttore SEARCH LT (Faretto coperta) Accende il faretto a metà albero che illumina la parte prodiera della coperta.

8.

Interruttore INSTR. LTS (Luce Bussola) Accende la luce notturna della bussole.

SEZIONE SERVIZI (vedi pagina precedente)

1.

Interruttore F. WATER P. (Autoclave) Abilita la messa in funzione dell’autoclave che, a sua volta, mette in pressione il circuito acqua dolce.

2

Interruttore HEATER (Riscaldamento) Abilita la messa in funzione dell’impianto di riscaldamento ad aria calda, se installato.

3.

Interruttore SHOVER P. (Pompe di sentina) Abilita la messa in funzione delle pompe elettriche svuotamento sentina centrale e docce toilette di poppa e di prua. Si ricorda che ogni sentina doccia dispone di propria pompa di svuotamento, da mettere in funzione mediante apposito interruttore collocato nella rispettiva toilette e che la pompa toilette di poppa serve anche per lo svuotamento della sentina centrale.

4.

Interruttore FRIDGE (Frigorifero elettrico) Abilita la messa in funzione del compressore elettrico del frigorifero.

5.

Interruttore WASTE (Maceratore) Abilita la messa in funzione del maceratore elettrico di scarico serbatoio acque nere.

6.

Interruttore OUTLETS (Prese 12 Vcc) Abilita tutte le prese 12 Vcc della barca.

7.

Interruttore HORN (Tromba) Abilita la messa in funzione della tromba.

8.

Interruttore a disposizione

9.

Interruttore a disposizione.