Sei sulla pagina 1di 3

SC-22 CRISTALLO

POLIESTERE INSATURA PER COLATE TRASPARENTI

La principale caratteristica di questa resina è la trasparenza. Adatta in particolar modo


per realizzare piccoli pezzi per colata anche con inclusioni di oggetti, bigiotteria, ecc…
che devono rimanere perfettamente visibili.
Praticamente incolore, non ingiallisce anche se esposta alla luce.

Normalmente questa resina viene utilizzata pura, senza l’aggiunta di cariche.

La percentuale di accelerante contenuta consente colate con masse fino a 200-300 gr


e spessore fino ad 1 cm senza eccessivo sviluppo di calore, con un tempo di catalisi di
circa 30 minuti a 25°C.
La dose di catalizzatore consigliata e del 1-2%: maggiore è la massa di colata, minore
è la quantità di catalizzatore consigliata.

Dosi tipiche sono:


- 2% per masse inferiori a 150-200 gr e spessore fino ad 1 cm (a 25°C);
- 1% per masse superiori a 150-200 gr e spessore fino ad 1 cm (a 25°C);
Per colate di masse molto piccole, è consigliato un trattamento di post-indurimento
con temperature entro 50°C o l’uso pre-catalisi di un accelerante, ACCELERANTE PES
e ACCELERANTE PES 1:10.

Per colate di grosse dimensioni, sono consigliati frazionamenti in spessori di 2 cm circa


o l’uso della versione NON ACCELERATA.

Influenza della temperatura

La temperatura ambiente ha un’influenza visibile sulla viscosità: con la diminuzione


della temperatura la resina si addensa sensibilmente.
Questo non comporta però variazioni apprezzabili sul risultato finale, dopo
indurimento completo.

La temperatura influisce anche sui tempi di indurimento, in maniera più marcata


rispetto alla viscosità: l’andamento non è lineare ma tende ad assumere una curva
con gradiente sempre più positivo.
Inoltre è necessario tener conto dell’esotermia della reazione: maggiore è la massa,
più calore si sviluppa durante la reazione e minore è la dissipazione del calore stesso.

Bollettino tecnico
Versione 4 del 22/04/2014 Pagina 1
Caratteristiche chimico-fisiche

Residuo secco % 65-69


Colore incolore
Viscosità mPa.sec (a 25°C) 500-550
Densità gr/cm3 (a 25°C) 1,095
Tempo di gelo * minuti (a 25°C) 10-11
Tempo al picco esotermico * minuti (a 25°C) 45-50

(*) massa da 200 gr + 1,5% di MEKP

Caratteristiche post reticolazione

Valori tipici per una massa da massa da 200 gr + 1,5% di MEKP sono:

HDT (temperatura di deflessione al calore) °C 55


Tg (temperatura di transizione vetrosa) °C 65
Resistenza a trazione MPa 42
Resistenza a flessione MPa 70
Modulo elastico a trazione GPa 2,7
Modulo elastico a flessione GPa 2,8
Allungamento a rottura per trazione % 2,5
Durezza Barcol --- 30

Suggerimenti per ottenere risultati ottimali

1. Conservare il prodotto tra 5°C e 25°C. Da evitare temperature sopra i 30°C


perché favorirebbero il naturale indurimento del prodotto dovuto al calore.
2. Dosare il catalizzatore con buona precisione.
3. Mescolare accuratamente con una spatola a lama allungata, cercando di
rimuovere il prodotto attorno alle pareti e sul fondo del contenitore, in modo da
ottenere una mescola omogenea in tutta la massa. Attendere qualche minuto per la
deaerazione prima di colare.
4. Lavorare in ambienti con temperature non inferiori a 18-20°C.
5. Dopo la colata verificare se non vi sono rimaste inglobate bolle d’aria,
specialmente in corrispondenza di angoli o sottosquadro. Eventualmente agevolarne la
fuoriuscita agendo con uno stecchino.
Fare indurire in un luogo riparato dalla polvere, possibilmente a temperatura più
elevata: 30°C circa.

Bollettino tecnico
Versione 4 del 22/04/2014 Pagina 2
6. Igiene sul lavoro: Indossare guanti protettivi durante la manipolazione dei
componenti. Evitare il contatto con gli occhi e mucose. A fine lavoro lavare le mani
prima con acqua e sapone, poi eventualmente con alcol etilico.
Non imbrattare il piano di lavoro, pulire con carta monouso. Ripulire gli attrezzi con
ACETONE o DILUENTE EPOX PROCHIMA.

Confezionamento

500 gr, 1 Kg, 5 Kg, 25 Kg, 220 Kg

Stoccaggio

Componente A: 5-25°C.

Avvertenze

Non usare a temperature inferiori a 12-13°C.


Non usare oltre il tempo di lavorazione, trascorso il quale, in caso di aumento della
viscosità, non bisogna assolutamente aggiungere diluente credendo di aumentare la
vita utile del prodotto.

Consigli per l’uso in sicurezza

Indossare guanti e occhiali protettivi sia durante la miscela che nell’applicazione.


Lavare rulli e attrezzi con diluente epossidico o diluente nitro o alcol etilico denaturato
appena terminato il lavoro.
Non gettare i residui ed il solvente di lavaggio nelle fognature.
Smaltire presso recuperatore autorizzato sia il solvente di lavaggio che gli imballaggi
vuoti contaminati dai prodotti.

PROCHIMA S.r.l.
Via G. Agnelli, 6
61030 Calcinelli di Saltara (PU)
tel 0721.897635 - fax 0721.899655

Bollettino tecnico
Versione 4 del 22/04/2014 Pagina 3